MINISTERO DELLA DIFESA D 1 tug SEGRETARIATO GENERALE DELLA DI FESA E DIREZIONE NAZIONAL E DEGLI ARMAMENTI

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MINISTERO DELLA DIFESA D 1 tug SEGRETARIATO GENERALE DELLA DI FESA E DIREZIONE NAZIONAL E DEGLI ARMAMENTI"

Transcript

1 MINISTERO DELLA DIFESA D 1 tug SEGRETARIATO GENERALE DELLA DI FESA E DIREZIONE NAZIONAL E DEGLI ARMAMENTI DIREZIONE DEG LI ARMAMENTI NAVALI 3<> Reparto - Sistema di Combattimento 7" Divisione - Sistemi Subacquei RELAZIONE PRELIMINARE PER IL SIG. DIRETTORE E DETERMINAZIONE A CONTRARRE ARGOMENTO: PNRM E. I' C apitolo Scheda a ibis - LA.MA. Land/Marine Magnctomctric Detector for Selfinformed Systerns. Fasi 3 e 4 (opzionalc). Fascicolo: 16/07/m2t, Importo programmato: CdG: Capitolo: crv: (quota 50% A.D.) ,00 (IV A inclusa) CN I. ESIGENZA DA SODDISFARE E PROFILO TECNICO a) Premessa Nel 2013, è stata riscontrata da parte di SEGRED IFESA l'esigenza di sviluppare il knowhow necessario alla realizzazione di un dimostratore tecnologico di sensore magnetovariografico ad impiego duale (terrestre-marittimo) comprensivo di elettronica residente per la predisposizionc di comunicazione di tipo "più" (sensori - magnetovariografi) ad "uno" (unità di controllo) per sistemi autori feriti. Con il contratto no di rep. in data 19/ 12/20 13, NAVARM ha avviato le Fasi I e 2 del PNRM in argomento, contratto che si è concluso con successo nel primo trimestre 2015 con risultati molto incoraggianti per il prosieguo del PNRM alle fasi successive (Dispaccio no M_D GNA V di NA VARM a SEGREDIFESA in data ). b) Esigenza da soddisfare c profilo tecnico Con il dispaccio no M D GSGDNA REG in data 26/04/2016 (copia in Finca l) SEGREDIFESA ha co nferito mandato a questa Direzione degli Armamenti, di avviare l'iter tecnico amministrativo per la stipula del contratto relativo alla Fase 3 di 4 del progetto di cui trattasi, denominato La.Ma.. L'attività di ricerca e sviluppo del progetto La.Ma. è articolata su quattro Fasi di stinte e consecutive, di cui le Fasi l e 2 si sono concluse. La Fase I, già conclusa, ha visto lo svolgimento del le seguenti attività: selezione definitiva del sensore strumentale; progetto elettronico di dettaglio del dimostratore da banco; identificazione dei req uisiti c dei prototipi operativi degli algoritmi di cybcr-security. La Fase 2, anch'essa già conclusa, ha visto lo svolgimento delle seguenti attività: valutazione di efficacia metrologica in laboratorio del dimostratore da banco secondo specifiche; software preliminare di gestione c restituzione segnale su dati sintetici; ingegnerizzazione preliminare dei prototipi.

2 La Fase 3 prevede le seguenti attività: ingcgnerizzazione e produzione di n03 dimostratori tecnologici; test di validazione da banco, software di gestione e restituzione dei risultati software di controllo interfaccia grafica; no 1 elettronica di supporto; sviluppo del protocollo di comunicazione. La Fase 4 opzionale, prevede le seguenti auività: manuale di descrizione e uso dello strumento; manuale di descrizione e uso software di gestione; procedura di qualifica del sensore in ambiente marino (Sea trial); rapporto di qualifica del sensore effettuata in ambiente marino. 2. CRITERI DI SELEZIONE DEGLI O PERATORI ECONOM ICI SEGREDIFESA nell'ambito di applicazione di quanto prescritto dal regolamento interno per la "Ricerca Militare in campo nazionale", SGD-G 024, nel 2013 ha selezionato, secondo le procedure di cui all'art. 4.2 para 6 e 7 del regolamento stesso, la proposta avanzata dal Raggruppamento Temporaneo d'impresa - R.T.!. composto dalla Società SKYTECH S.r.l. (mandatari a) c dagli Enti di ricerca governativi: INGV - Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia e Università di Genova - DITEN- SEAlab (mandanti) per lo studio e lo sviluppo del sistema di detenzione magnetica integrato La.Ma 1.0 inerente le Fasi 1 e 2 del progetto. Con il dispaccio no M_ D GSGDNA REG in data 26/04/2016 (copia in Finca I) SEGREDIFESA visti i risultati conseguiti dal La.Ma 1.0 ha deciso di finanziare il progetto La. Ma. 2.0 per la Fase successiva. La presente impresa rientra nell'ambito di applicazione del D. Lgs 15 novembre 2011, n. 208 e relativo regolamento applicativo di cui al D.P.R. 49/2013 c, per quanto in esso non espressamente previsto, si applicano le disposizioni del D. P.R. 236/2012 e del D.P.R. 207/2010 per la parte ancora in vigore. Considerato che il dimostratore tecnologico oggetto del progetto PNRM, teso alla realizzazione del sistema di detenzione magnetica integrato La. Ma., sarà prodotto dal citato R.T.I. esclusivamente a fini di sperimentazione e sviluppo, in quantità non sufficienti ad accertare la redditività del prodotto stesso o a coprire i costi di ricerca e messa a punto essendo il progetto cofinanziato al 50% dal R.T. I., risulta esperibiic ai sensi dell'art 17 del D. Lgs. 208/2011 il ricorso alla procedura negoziata senza pubblicazione di un bando. 3. PUBBLlClTA' In linea con la Direttiva 411 /Coord./2 Uff del 9 novembre 1992 di SEGREDIFESA, sarà effettuata la pubblicazione sul profilo del committente del la Stazione Appaltante, come specificato nella nota del li Reparto di Segredifesa n del 22 marzo La post-informazione verrà effettuata esclusivamente sul sito informatico SIMAP. 4. AGGIUDICAZIONE PER LOTTI SEPARATI Non applicabile in quanto si farà ricorso ad un UnICO operatore economico, adottando la procedura negoziata. 5. COMPENSAZIONI INDUSTRIALI Trattandosi di procedura negoziata con un R.T.!. composto da società e Enti nazionali, le compensazioni industriali non sono applicabili.

3 6. PRINCIPALI ELEMENTI CONTRATTUALI a) Suddivisione in lotti La presente fornitura sarà articolata in un due lotti: LOTrO 1: Completamento Fase 3 del progetto PNRM La. Ma. 2.0 che prevede le seguenti: Minuta del Meeting PM I, PM2; Descrizione tecnica e funzionale del Magnetovariometro (Ediz.2); User Manual aggiornato (Ediz.2); Report di collaudo elettrico e funzionale del Magnetovariometro; SW di controllo Interfaccia grafica; Ingegnerizzazione dimostratori; Protocollo di comunicazione; n03 dimostratori tecnologici completi di relativi cavi; no 1 elettronica di supporto; n 1 SW di gestione, visualizzazione e analisi dei risultati; LOTTO 2 (Opzionale): Completamento Fase 4 del progetto PNRM La. Ma. 2.0 che prevede le seguenti: Minuta del Meeting PM3 e PM4; Report finale di chiusura attivita della Fase4; Procedura di qualifica del sensore in ambiente marino; Rapporto di qualifica del sensore effettuata in ambiente marino; Manuale di descrizione e uso dello strumento; Manuale di descrizione e uso software di gestione. b) Condizioni pagamento Ai sensi dell'art. 4, comma 4, del D. Lgs n. 231, i pagamenti sararulo effettuati entro 60 giorni decorrenti dal verificarsi di tutte le seguenti condizioni: notifica alla ditta dell'esito positivo della verifica di conformità, consegna del benc nel luogo stabilito nel contratto o successivamente indicato dalla Amministrazione, ricezione della fattura da parte della stazione appaltante. Tale deroga è giustificata dalla complessità della procedura di liquidazione e pagamento delle prestazioni eseguite, alla quale partecipano più enti della Amministrazione della Difesa, aventi ciascuno diversa competcnza tecnica e amministrativa e dal disposto dell'art. 4, comma 4 bis, del D. Lgs. 30/6/2011 n. 123, il quale prevede che gli atti di pagamento siano sottoposti all'ufficio Centrale di Bilancio almeno 15 giorni prima della scadenza del termine stabilito in contratto per l'esecuzione del pagamento. Il pagamento per ciascun lotto sarà effettuato nel seguente modo: Lotti 1 e 2: 100% dopo l'emissione del Certificato di Verifica di Conformità. c) Revisione prezzi Non è ammessa la revisione dei prezzi. d) Deposito cauzionale c Garanzia Il deposito cauzionale ai sensi dell 'art. 103 del D. Lgs 18 aprile 2016, n. 50, è pari al 10% del prezzo complessivo contrattuale ed è svincolato proporzionalmente all'esecuzione contrattuale. Alla garanzia si applicano le riduzioni previste dall'art 93 comma7. c) Assicurazione di qualità Non prevista. I) Subappalto Non è previsto.

4 g) Penalità In linea con le prescrizioni dell'articolo 125 del D.P.R. 236 del 2012, sarà prevista per ciascun lotto una penalità pari allo 0,5%0 del valore dello stesso per o!:.'11i giorno di ritardo. La penalità complessiva massima non potrà eccedere, comunque, il 10% dell'importo del lotto cui l'inadempienza si ri ferisce. 7. RESPONSABILE UN IC O DEL PROC EDIMENTO Il responsab ile del procedi mento, ai sensi dell'art. 31 del D.Lgs. 50/2016, è il Capitano di Vascello Santino MUSSI Capo Divisione dell a 7" Di visione di NA VARM. 8. ELEMENTI FINANZIARI a) Impegno annualc/pluriennalc Stimati i tempi necessari per l'approvazione del contratto e valutati i tempi di esecuzione, per l'impresa sarà previsto un impegno annuale limitatamente alla Fase 3. L'esecuzione contrattuale dci Lotto l avrà una durata massima di 365 giorni solari, decorrenti dal giorno successivo a quello di ricezione, da parte della società, della comunicazione con la quale verrà di sposta l'avvio dell'esecuzione da parte del Direttore dell'esecuzione Contrattuale. La fase 4 opzionale sarà eventualmente finanziata mediante impegno annuale. b) Pcrcnzione Si rappresenta che, per il contratto in argomento, non si intravedono rischi di perenzione dei fondi. Infatti, è ipotizzabile una durata complessiva massima di operatività del contratto di 365 gg.ss.. Pertanto, ipotizzando che ta noti fica dell' approvazione del contratto avvenga nel primo trimestre 2017, i pagamenti si completeranno nei biennio successivo a quello di finanziamento dell ' impresa, cioè entro il 31 marzo c) IVA La fornitura di cui trattasi è soggetta all' Imposta sul Valore Aggiunto (TV A). c.:: V ORE DELL1fA IVISIONE.. tmo SI '.A_ '---.. VISTO: IL CAPO DEL 3 REPARTO Contram, aglio Gius pe ABBAMONTE

5 '.I!. V.t.~ '0 " lus 7018 Relazione Preliminare n" in data di NAVARM 3" Reparto -7" Divisione Fascicolo n"16/07/ Capitolo: 7101/01 Importo: ,00 (IVA inclusa) M INISTERO DELLA DIFESA SEGRETARIATO GENERALE DELLA DIFESA E DIREZIONE NAZIONALE DEGLI ARMAMENTI DIREZIONE DEGLI A RMAMENTI N AVALI Visto quanto descrit to nei punt i da 1 a 8; IL DIRETTORE Con siderata la necessità di procedere all'acquisizione di che tratta si; DECRETA 1. Che gli Uffici e le Divisioni interessati dal suddetto procedimento, ognuno per la parte di propria competenza, assicurino il soddisfacimento dell'esigenza prospettata e svolgano tutte le attività necessarie per ad divenire alla stipulazione del contratto. 2. Che il CV Santina MUSSI è "Responsabile del Procedimento" ai se nsi dell'art. 31 D.lgs. 50/2016. F1J 7 ' LUIP016 Roma, lì _ a ORE o BISCEGLIA