Associazione Guide e Scuot cattolici italiani (Agesci). pag. 35 Associazione Italiana contro le Leucemie... pag. 36 Associazione Italiana Mutilati e

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Associazione Guide e Scuot cattolici italiani (Agesci). pag. 35 Associazione Italiana contro le Leucemie... pag. 36 Associazione Italiana Mutilati e"

Transcript

1 Sommario Introduzione pag. 3 A.R.C.A. Amici Animali Ambiente. pag. 4 Luce per l'infanzia. pag. 5 Golem - Gruppo Operativo Linux Empoli.. pag. 5 Associazione Vicolo Stretto pag. 5 Associazione Videa.. pag. 6 Associazione per il sostegno terapeutico e riabilitativo in oncologia (ASTRO) - onlus. pag. 6 Associazione nazionale di amicizia Italia-Cuba Circolo di Empoli. pag. 7 Associazione CineFotoClub.. pag. 7 Associazione dei Club degli Alcolisti in trattamento (ACAT). pag. 8 Associazione degli albanesi "Epidamnus".. pag. 9 Associazione diabetici italiani onlus. pag. 10 Associazione Senza Confini.. pag. 10 Associazione italiana donatori organi (A.I.D.O.). pag. 11 Gruppo Micologico Naturalistico Empolese. pag. 12 Associazione sezione soci Coop Empoli. pag. 13 Associazione Amnesty International Gruppo Italia 54.. pag. 13 Gruppo donatori di sangue, midollo osseo e cordone ombelicale Pubbliche Assistenze Riunite Empoli pag. 14 Circolo poeti e scrittori.. pag. 15 Verde Argento. pag. 15 Centro di Accoglienza di Empoli (C.A.E.). pag. 16 Camminare insieme.. pag. 16 Associazione Rete del Nuovo Municipio. pag. 17 Associazione Quarto Mondo. pag. 18 Associazione Paeseinfesta pag. 18 Associazione Virùz. pag. 18 Pia Società Corale Santa Cecilia. pag. 19 Associazione Centro Riabilitazione Equestre Empolese (CREE). pag. 19 Associazione Gulliver.. pag. 20 Associazione EIRENE. pag. 21 Associazione Movimento Ecologico Europeo (M.E.E.).. pag. 21 Associazione Takku Lighey. pag. 21 Associazione progetto accoglienza "Una porta aperta".. pag. 22 Associazione Ludica per il Perfezionamento dell'uomo (A.L.P.U.) pag. 22 Pubbliche Assistenze Riunite di Empoli.. pag. 22 Compagnia teatrale "Schifanoia" pag. 23 Associazione "Famiglie nel Ser.T". pag. 23 Associazione "II Canto della Tinaia". pag. 24 Associazione il Delfino Azzurro onlus. pag. 25 Associazione Aristogatti pag. 26 Associazione Giovani "e" cittadini. pag. 27 Associazione Federazione italiana delle donne nelle Arti, Professioni e Affari (FIDAPA) pag. 28 on intemational des vehicules historiques et anciens (A.I.V.H.A.). pag. 28 Associazione Alcolisti Anonimi (A.A.) pag. 29 Associazione venerabile Arciconfraternita della Misericordia. pag. 29 Associazione Agrado.. pag. 31 Associazione archeologica Medio Valdamo (A.A.M) pag. 32 Associazione Assistenza handicappati psicofisici (A.A.S.). pag. 32 Associazione Geologia e ambiente (Gea).. pag. 33 Associazione ARCI Empolese-Valdelsa.. pag. 34 Associazione II Torrino Monterappoli. pag. 35 1

2 Associazione Guide e Scuot cattolici italiani (Agesci). pag. 35 Associazione Italiana contro le Leucemie... pag. 36 Associazione Italiana Mutilati e Invalidi Civili... pag. 36 Associazione Italiana per l'assistenza agli Spastici (A.I.A.S.)... pag. 37 Associazione Italiana per la Pace e la Solidarietà fra i Popoli.. pag. 37 Associazione Italiana Sclerosi Multipla... pag. 38 Associazione Mogli dei Medici Italiani.. pag. 38 Associazioni combattentistiche.... pag. 38 Associazione nazionale mutilati e invalidi del lavoro.. pag. 39 Associazione Automobilclub Storico Empolese (A.S.E.).. pag. 39 Associazione Nazionale Volontari Italiani del Sangue (AVIS).. pag. 40 Associazione per l'arno onlus... pag. 40 Associazione Radioamatori Italiani (A.R.I.).. pag. 41 Associazione toscana per la lotta contro la fibrosi cistica. pag. 42 Associazione Volontari Ospedalieri (A.V.O.)... pag. 42 Associazione Auser Filo d'argento... pag. 42 Centro di aiuto alla Vita (C.A.V.).. pag. 43 Centro Educativo "Credidimus Charitati"... pag. 44 Centro Servizi Volontariato Toscana (C.E.S.V.O.T.).. pag. 44 Coordinamento Associazioni di Volontariato Empolese (C.A.V.E.). pag. 45 Associazione empolese Amici del cuore.. pag. 45 Centro culturale canapa Hempoli... pag. 46 Centro Toscano Recupero Avifauna Selvatico (CE.T.R.A.S.).. pag. 46 Ente nazionale sordomuti (ENS)... pag. 47 Associazione Italiana Celiachia.. pag. 48 Associazione culturale "Comitato Residenti Centro Storico".. pag. 49 Gruppo Emergency Empoli... pag. 49 Gruppi famiglie per gli Alcolisti Anonimi... pag. 50 Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori... pag. 50 Legambiente.... pag. 51 Muoviamoci insieme - laboratorio di incontro fra generazioni. pag. 51 Movimento per la vita... pag. 52 Organizzazione delle Nazioni Unite per l'educazione, le Scienze e la Cultura (Club U.N.E.S.C.O. "Leonardo da Vinci")... pag. 52 Associazione Ponteaelsa Insieme.. pag. 52 Protezione civile... pag. 53 Rete di Lilliput... pag. 53 Servizio terzo Mondo Toscana (SETEM)... pag. 54 Unione Italiana Ciechi... pag. 54 Unione Italiana Sport per tutti Comitato di zona Empolese-Valdelsa (U.I.S.P.). pag. 55 Unione Nazionale Italiana per il Trasporto Ammalati.. pag. 55 Vespa Club Empoli... pag. 56 Vigilanza Antincendi Boschivi sezione di Limite (V.A.B.).. pag. 56 WWF.... pag. 57 Associazione Mediterr... pag. 57 Associazione "La cruna"... pag. 58 Associazione Caritas... pag. 59 Associazione culturale "Le Ninfee".. pag. 60 Associazione culturale Toporagno... pag. 61 Associazione Donne e Volontà (D.E.V.)... pag. 61 Associazione "Acroterio multietnico".. pag. 62 Centro Educativo Credidimus Chiaritati.. pag. 62 Associazione turistica Pro Empoli.. pag. 63 2

3 Introduzione Il mondo del Volontariato, con la vastità dei suoi campi di intervento, con la passione e l'impegno delle persone che lo animano e con l'originalità che evidenzia nel proporre soluzioni a problemi concreti, costituisce senz'altro uno stimolo importante e un interlocutore prezioso anche per le scelte politiche in campo sociale e in tutti quei settori nei quali maggiori sono le aspettative dei cittadini. Ormai da anni nella nostra Città il Volontariato e la Cooperazione sociale si sono contraddistinte per un rapporto con l'amministrazione comunale ispirato alla ricerca di una produttiva e continua collaborazione, con l'obiettivo di contribuire a radicare sempre di più i valori della solidarietà, della tolleranza e della pace. Abbiamo pensato di presentare la nuova guida sull'associazionismo empolese a dieci anni dalla stesura della prima, che risale all'ottobre del 1996, in occasione della Festa della Toscana, dedicata quest'anno proprio al Volontariato. Vorremmo, con questo semplice lavoro, che raccoglie le informazioni utili per conoscere e raggiungere le associazioni di volontariato che operano nella nostra Città e che sono parte integrante del suo tessuto sociale, valorizzare, anche se indirettamente, la figura del volontario ed il valore aggiunto delle sue azioni e radicare in tutti l'impegno reale a non disperdere questa ricchezza, anzi a proteggerla e farla crescere. Tempo e capacità messe a disposizione degli altri, della sua comunità e del mondo, semplicemente condividendo le proprie esperienze e sentendosi responsabile in prima persona del futuro della nostra civiltà: questa è la specifica identità del Volontariato. Quello che vi proponiamo è il risultato di un lavoro fatto insieme con lo scopo di rendere consapevole la popolazione empolese delle potenzialità che la nostra Città esprime. A tal proposito la collaborazione con il Cesvot, il Cave e le persone che singolarmente si sono preoccupate di fornirci il materiale descrittivo della propria Associazione, è stata fondamentale e a queste associazioni, centri di servizi e singole persone siamo profondamente riconoscenti. Grazie di cuore a tutti i Volontari Luciana Cappelli Sindaco di Empoli 3

4 A.R.C.A. AMICI ANIMALI AMBIENTE E' un associazione di volontariato, costituitasi nel 1978, senza scopo di lucro, apartitica, apolitica, che opera attivamente per il riconoscimento e la difesa dei diritti degli animali. Gestisce un rifugio per cani abbandonati, ubicato ad Empoli (FI) località Marcignana e si occupa del mantenimento degli animali ospitati (ad oggi 220 cani e 15 gatti), giunti loro malgrado al canile o raccolti a seguito di segnalazioni di abbandono. Nel 1997 ha ottenuto il riconoscimento di personalità giuridica con decreto del Presidente della Giunta Regionale Toscana ed la relativa iscrizione al Registro Regionale del Volontariato (n 35 del 04/08/97). L'associazione ha lo scopo di proteggere gli animali battendosi contro il randagismo, il maltrattamento e l'abbandono, e sensibilizzando la collettività alla salvaguardia ed al rispetto dei diritti degli animali e dell'ambiente con iniziative che coinvolgono cittadini e studenti. Chi può farne parte Tutti possono aderire nel rispetto delle finalità dell'associazione, prestando volontariato attivo all'interno del canile e/o finanziando l'associazione attraverso donazioni o semplice tesseramento annuale. Per iscriversi basta versare un contributo (vedi quote sotto indicate), a mezzo conto corrente postale n o presso il canile oppure nel contesto delle manifestazioni organizzate nell'arco dell'anno, e si è iscritti per dodici mesi consecutivi a cominciare dal mese del versamento Tessera soci ordinari:. 13,00; Tessera soci sostenitori:.16,00; Tessera per soci simpatizzanti (di età inf. 14 anni):. 8,00; Tessera soci straordinari:. 26,00. L'associazione durante l'anno si adopera nelle seguenti attività: di volontariato attivo svolta presso il rifugio di Marcignana (pulizia e conservazione delle aree interne ed esterne al canile, cura ed alimentazione degli animali ospiti del rifugio, raccolta del cibo presso le mense o pubblici esercizi); Organizzazione di manifestazioni (esposizioni canine, spettacoli d'arte varia, pesche di beneficenza) con lo scopo di raccolta fondi per il mantenimento degli "ospiti" del canile e del canile stesso; Campagne di informazione e sensibilizzazione a mezzo media. Rassegna stampa 180 Volontari 15 circa Adozioni permanenti Le adozioni degli "ospiti" del canile si effettuano presso il rifugio di Marcignana dalle ore 9.00 alle ore tutti i giorni (sabato, domenica e festivi inclusi). L'adozione avviene previo colloquio conoscitivo da parte di un responsabile di turno del canile con il potenziale affidatario del cane, il quale responsabile metterà a conoscenza quest'ultimo della sommaria storia del cane, delle sue condizioni sanitarie e delle regole per l'adozione dell'animale. Al fine di ottenere il cane in adozione l'affidatario dovrà sottoscrivere un apposito modulo contenente le sue generalità ed i dati del cane. Il responsabile del canile che ha consegnato il cane all'affidatario si impegna a controllare tramite visite periodiche che l'animale sia ben tenuto e che si sia ben integrato nel contesto familiare. I cani concessi in adozione non devono uscire dalla Toscana, preferibilmente nelle province limitrofe a Firenze; questo per consentire un maggior controllo. Adozioni a distanza Sarà possibile a breve effettuare adozioni a distanza, visualizzando le foto dei nostri ospiti in un apposito spazio su Web. Il regolamento è in fase di stesura. Consiglio Direttivo Palvarini M. Teresa, Presidente Baglieri Cinzia, Vicepresidente Gambarelli Sonia, Segretaria Cartacci Cinzia, Tesoriere Vanni Donatella, Consigliere 4

5 Bettarini Debora, Consigliere Menichetti Franca, Consigliere Via degli Orti n Empoli (FI) tel / / LUCE PER L INFANZIA E un'associazione di volontariato che si occupa di adozioni da parte di famiglie italiane di bambini bulgari. La conoscenza con la Bulgaria è iniziata tanti anni fa con l Unesco e da lì è nata l idea di dare un futuro migliore a questi bambini. Il presidente è l'avvocato Alessandro Busoni (tel ). GOLEM - GRUPPO OPERATIVO LINUX EMPOLI Il Golem (Gruppo Operativo Linux Empoli) è un gruppo di volontari che lavora sul territorio di Empoli e delle zone limitrofe allo scopo di promuovere e diffondere l'utilizzo del sistema operativo Linux e del Software Libero in generale, concentrandosi in particolare sull'obiettivo di diffondere la cultura del software libero ed eliminare le barriere che possono rendere difficile l'uso di esso ai nuovi utenti, soprattutto a quelli meno esperti. Per avere informazioni e contattare il Golem: ASSOCIAZIONE VICOLO STRETTO Vicolo Stretto è un associazione culturale senza fini di lucro costituita nel L'Associazione ha per scopo la valorizzazione della creatività espressa dall'uomo sia nel lavoro che nella produzione artistica e culturale, nonché la valorizzazione e la diffusione delle diverse forme di espressione artistica e culturale. A tale fine l'associazione si propone di: organizzare mostre, festival, manifestazioni varie; stimolare un'attività di ricerca e di documentazione finalizzata alla conoscenza delle diverse culture; organizzare incontri, conferenze, seminari, manifestazioni varie per diffondere le conoscenze acquisite e per approfondimenti e scambi di idee; promuovere e organizzare un'attività didattica e formativa sia di carattere permanente, sia articolata in iniziative particolari di stage, corsi, seminari; produrre, organizzare e distribuire, autonomamente e/o in collaborazione con organismi pubblici o privati spettacoli, film, video, documentari, libri, riviste, dischi, cassette, compact disc, stampati, materiali pubblicitari vari; collaborare con organismi pubblici e/o privati per iniziative culturali varie; di sviluppare contatti, scambi culturali e collaborazioni con organizzazioni italiane, europee ed extraeuropee. 2000/2004 Teatro di Figura - Educazione alla Pace - Primavera d arte - Legale rappresentante - Valerio Chiarini via Lorenzo Bartolini, 49 e mail: sito internet: - 5

6 ASSOCIAZIONE VIDĒA L associazione culturale Vidēa si costituisce a Empoli nel giugno 2002 con l obiettivo di promuovere e organizzare attività culturali nel settore video-cinematografico e teatrale. Vidēa nasce dalla fusione di esperienze diverse operanti sul territorio già da alcuni anni, quali le associazioni culturali Cinerentolo e Il Porrovio e il gruppo di Cineperiferia di Avane. In continuità con i progetti ereditati da queste realtà, collabora dal 2002 con il Comune di Empoli nella gestione della programmazione di cinema d essai La Bottega dei Sogni e, da novembre 2004, del programma Cinedrome e cura l organizzazione della rassegna di cortometraggi ZoneVideo, giunta alla quinta edizione. Promuovere attività di ricerca e produzione nel settore audiovisivo e letterario; eventi culturali e didattici ad esso correlati; promuovere iniziative di carattere culturale nell ambito delle arti visive, della fotografia e delle attività creative in genere; organizzare rassegne video-cinematografiche e teatrali ed eventi culturali quali mostre fotografiche e di pittura e archivi audiovisivi; produrre opere video-cinematografiche. Nel progetto Vidēa ci sono: Linda Bargellini, Federico Bucalossi, Libera Capezzone, Simona Fossi, Valentina Grigò, Valentina Orlando, Gianni Paci, Marina Rossi, Lorenzo Segalotto, Mirko Sparacino, Leonardo Tomberli. svolte dalle Associazioni Culturali Il Porrovio + Cinerentolo: Gestione della Bottega dei Sogni, rassegna cinematografica d'essai promossa dal Comune di Empoli nelle strutture del cinema La Perla. Inizio attività: gennaio 2000; Organizzazione della serata-incontro con il cineasta Alberto Grifi, promossa dal Comune di Empoli nell'ambito della campagna "Preoccupiamoci del mondo". Data: 07/06/2000; Ideazione della rassegna di video prodotti ZoneVideo promossa dal Comune di Empoli, tenutasi presso il cinema La Perla di Empoli, il 14 e il 15 giugno Questa iniziativa è cresciuta negli anni, coinvolgendo altre realtà, come il gruppo di Cineperiferia, diventando un concorso con una giuria qualificata e allargandosi a tutto il territorio della regione Toscana. La responsabilità del progetto è stata ereditata dall associazione culturale Vidēa. (La seconda edizione si è tenuta il 17/18 ottobre 2001). svolte dall associazione culturale Vidēa: Progettazione e direzione artistica della rassegna di cinema d essai La Bottega dei Sogni del Comune di Empoli. Periodo: settembre 2002 giugno 2004; Organizzazione della serata-incontro con il cineasta Daniele Segre, promossa dal Comune di Empoli. Periodo: ottobre 2002; Progettazione e direzione artistica della 3ª edizione (ottobre 2002) e della 4ª edizione della rassegna-concorso di cortometraggi Zonevideo (18/19 febbraio 2004); Progettazione e direzione artistica dell iniziativa Cinedrome (cult movie, cinema d essai, rassegne, incontri con gli autori, performance). Inizio novembre tuttora in corso. via Falcone e Borsellino, Empoli (FI) tel codice fiscale P.IVA Informazioni: ASSOCIAZIONE PER IL SOSTEGNO TERAPEUTICO E RIABILITATIVO IN ONCOLOGIA (ASTRO) - ONLUS E un associazione di tipo sanitario, no-profit formata da volontari che si prefigge una attiva collaborazione con le strutture già presenti sul territorio, per aiutare e sostenere il paziente oncologico ed i suoi familiari nel cammino che deve percorrere prima, durante e dopo le cure necessarie per vincere la battaglia contro un temibile, ma non invincibile nemico. Spesso l inizio della sofferenza comincia con la diagnosi che porta ad una profonda disorganizzazione di pensiero, una sofferenza acuta ed insopportabile, una alternanza di stati emotivi. Dopo la malattia nessuno è come prima perché cambiano le prospettive di vita, si trasformano le relazioni, cambia il valore che si dà a se stessi, agli altri, alla vita. 6

7 Creazione di un punto informativo di sostegno Internet (P.I.S.I.). E stato dimostrato recentemente che seguire un approccio ben strutturato nel dare informazioni sanitarie ai pazienti affetti da tumore, ed ai familiari, incide positivamente sul loro benessere fisico e psicologico e quindi ne è stata consigliata l adozione nei reparti oncologici. Promuovere la formazione. Per il personale che assiste i pazienti oncologici con corsi e frequenze presso centri qualificati in Italia e all estero. Promuovere congressi, incontri ed attività scientifiche. Chi può farne parte Tutti coloro che vorranno contribuire a trasformare una buona idea in una preziosa e concreta realtà. Il valore delle persone, il valore delle idee. Soci Possono associarsi tutte le persone fisiche e giuridiche in qualità di socio sostenitore versando una quota annuale di 25 euro sul conto corrente postale n o sul conto corrente bancario n sulla Cassa di Risparmio di san miniato, Agenzia di Empoli, 1, intestato a Astro. Via Barzino, Empoli Informazioni: tel fax ASSOCIAZIONE NAZIONALE DI AMICIZIA ITALIA-CUBA CIRCOLO DI EMPOLI L associazione è iscritta nell albo nazionale delle associazioni di promozione sociale ed è l organizzazione democratica delle persone che vogliono operare, nel rispetto della Costituzione italiana, per lo sviluppo dei rapporti internazionali di amicizia e solidarietà e cooperazione con il popolo cubano e i suoi legittimi rappresentanti. Sviluppo del lavoro per l amicizia e la solidarietà con il popolo cubano e con le sue organizzazioni di massa e rappresentative, sulla base di principi ispiratori dello statuto dell associazione. Promuovere scambi fra Italia e Cuba nel campo della cultura, della scienza delle arti e delle attività sociali. Promuovere gemellaggi, organizzare mostre, rassegne, conferenze, iniziative di carattere sociale, economico, culturale, sportivo, curare la pubblicazione di periodici, documenti e bibliografie. Chi può farne parte Possono essere socie tutte le persone democratiche ed antifasciste che condividono i principi e intendono perseguire gli scopi dell associazione senza alcuna discriminazione per la loro opinione politica e per i loro principi religiosi e filosofici. Nazionale: Milano via Borsieri, 4 Locale: Casa del Popolo di Santa Maria - tel Marianna Gorpia Via Guido Rossa, Empoli ASSOCIAZIONE CINEFOTOCLUB Il Cinefotoclub è un associazione culturale. Fu fondato 45 anni fa da un gruppo di appassionati fotografi. Il club vanta una grossa esperienza nella foto in bianco e nero tanto che è considerato fra i migliori nazionali. Il Cinefotoclub di Empoli rappresenta un grosso patrimonio nel mondo fotoamatoriale nazionale. 7

8 Divulgare l arte fotografica attraverso una serie di iniziative costituite da incontri, corsi fotografici, mostre e giornate di fotografia. La sede sociale prevede una sala riunioni e una sala di posa che oggi è stata trasformata in aula didattica per corsi di foto digitale. Tutti i venerdì alle Soci Attualmente il club è costituito da 25 soci che svolgono una intensa attività attraverso la partecipazione a concorsi nazionali ed internazionali, mostre personali e collettive in varie città italiane, pubblicazione di libri fotografici, docenza di corsi di foto. Nella foto a colori tre soci sono risultati vincitori di medaglia d oro alla Coppa del Mondo 2002 in Belgio, mentre un altro socio è risultato vincitore del campionato del Mondo per Foto Natura. I più importanti concorsi nazionali hanno visto i soci ripetutamente vincitori nel corso degli anni. Esiste una fototeca sociale che contiene le immagini che hanno fatto la storia del club, oltre alla testimonianza di ripetute ricerche sulla città di Empoli. Ci sono soci che gestiscono personalmente oltre cento mila diapositive, scattate nelle parti più remote del mondo. Tre soci sono stati insigniti della onoreficenza A. FIAP (Artista della Federazione Internazionale per l Arte fotografica). Consiglio Direttivo Paolo Fontani, presidente Roberto Alderighi, vice presidente Alessandro Cianetti, segretario Carlo Remi, consigliere Alessandro Taddei, consigliere Palazzo Ghibellino piazza Farinata degli Uberti, Empoli tel ASSOCIAZIONE DEI CLUB DEGLI ALCOLISTI IN TRATTAMENTO (ACAT) Cosa è un Club degli alcolisti in trattamento? Il Club è il perno fondamentale dell approccio ecologico e sociale e può essere definito come una comunità multifamiliare inserita nella comunità locale. E costituito da un massimo di dodici famiglie, che si caratterizzano per la presenza di problemi legati all uso di bevande alcoliche. All interno di ogni club vi possono trovare posto fino ad un massimo di due famiglie complicate dalla presenza di altre forme di disagio che possono essere di tipo psichico, oppure legato all uso di altre sostanze psicoattive (legali o no), oppure dovuto alla presenza di malattie croniche, o anche, più in generale, da un comportamento aggressivo o violento. Le famiglie del club si riuniscono a cadenza settimanale, per un ora e mezza, insieme con un operatore, chiamato servitore insegnante, adeguatamente formato e aggiornato attraverso un percorso ormai codificato. Iniziare a favorire un percorso di cambiamento del comportamento dell alcolista e della sua famiglia nei confronti del bere per raggiungere l astinenza dalle bevande alcoliche e proseguire, con una progressiva crescita e maturazione, fino alla sobrietà, cercando di estendere anche alla collettività dove vivono e lavorano uno stile di vita sano. Promuovere lo sviluppo del club è un obiettivo posto anche da organi governativi nazionali ed europei. La legge quadro in materia di alcol e di problemi alcolcorrelati del 30 marzo 2001, n. 125 all articolo 2 comma, favorisce le organizzazioni del privato sociale senza scopo di lucro e le associazioni di auto mutuo aiuto finalizzate a prevenire o a ridurre i problemi alcolcorrelati, la carta europea sull alcol, Parigi 1995, invita tutti gli Stati membri a promuovere politiche globali sull alcol ed individua dieci strategie per un azione sull alcol. Una tra queste e di sostenere le organizzazioni non governative e i gruppi di auto aiuto che promuovono stili di vita sani, in particolare coloro che operano nell ambito delle prevenzione o riduzione dei danni alcol correlati. Come funziona un Club degli alcolisti in trattamento Il funzionamento del club degli alcolisti in trattamento si basa sull interazione dei suoi membri in una dimensione di solidarietà, amicizia, amore, compartecipazione, condivisione, che non esauriscono nella seduta del club, ma si estendono durante l arco dell intera settimana. Ciascuno è responsabile di sé stesso e 8

9 del proprio percorso di cambiamento (che dura per tutta la vita), così anche il club è responsabile di sé stesso, senza deleghe di alcun tipo. Da questa impostazione nasce definito il ruolo di servitore insegnante, che non ha titolarità o proprietà di percorsi terapeutico riabilitativi, ma si mette al servizio delle famiglie e del club con un ruolo di facilitatore e garante della metodologia ecologico sociale. Il club è autogestito, autonomo ed indipendente nei confronti di qualsiasi organizzazione pubblica o privata, ma collabora in un rapporto di reciproca fiducia e competenza selettiva, con servizi socio sanitari che si occupano di patologie e problemi alcol correlati come i Ser.T. ideatore dei club fu il professor Vladimir Hudolin a Zagabria, psichiatra croato. Il primo club nacque a Trieste nel Oggi i club degli alcolisti in trattamento sono presenti a livello mondiale ed in Italia hanno superato il numero di cinquemilaquattrocento. Sul territorio empolese valdarno sono attualmente presenti sei club degli alcolisti in trattamento. Le regole Le regole di funzionamento sono piuttosto semplici e riguardano la puntualità nell inizio delle sedute di ogni club, il divieto di fumare durante la seduta, la regolarità della presenza alle sedute, la formazione di base all entrata nel club, la riservatezza delle sedute e la moltiplicazione, o, ancora più propriamente, la nascita da un club di due nuovi club, all arrivo della tredicesima famiglia. Un momento di particolare rilievo nella vita dei programmi è rappresentato dall interclub. Si tratta di una occasione di incontro e di reciproca conoscenza, possibile tra club della stessa zona, o provincia, o regione o di regioni diverse, aperto alla collettività e volto a favorire la conoscenza dei programmi anche all esterno. Un altro elemento significativo per la vita del club è rappresentato dalla riunione mensile di autosupervisione, aperta ai servitori insegnanti di ciascuna zona. In essa, ad un livello di pari dignità, i servitori insegnanti si riuniscono per parlare delle proprie esperienze, dei propri problemi e delle proprie difficoltà. Tutto questo, oltre ad essere elemento di condivisione, rappresenta un momento di particolare arricchimento, in cui patrimonio culturale e professionale di tutti. Un momento particolare è rappresentato dall ingresso nel club di nuove famiglie: esso può essere spontaneo, mediato dal medico di base, dal servizio pubblico territoriale od ospedaliero o da qualsiasi altra istituzione presente sul territorio nel quale il club è inserito e di cui fa parte. In ogni caso il servitore insegnante accoglie un colloquio preliminare la nuova famiglia, di norma subito prima della seduta di club. Il colloquio ha lo scopo di accogliere e illustrare sommariamente il funzionamento del club, oltre alla discussione di eventuali difficoltà problemi particolari che la famiglia intenderà sottoporgli. Il colloquio non ha comunque alcun significato di selezione. Sedi Via del Pozzo - Empoli il giovedì alle 21 Referente Pinuccia ASSOCIAZIONE DEGLI ALBANESI EPIDAMNUS E una associazione di promozione sociale, senza scopo di lucro, apartitica, aconfessionale e diretta esclusivamente al perseguimento di finalità di utilità sociale. L associazione non distribuisce utili o avanzi di gestione né in forma diretta né in forma indiretta. Non distribuisce fondi o riserve di capitale se non quelli previsti dalla legge. via Marconi, Empoli Essa ha durata illimitata. dell associazione è difendere i diritti degli immigrati albanesi nello Stato italiano; promuovere e valorizzare la cultura albanese in tutti i suoi aspetti più importanti; l integrazione del popolo albanese con il popolo italiano nelle varie tradizioni. Tutte le attività non conformi agli scopi sociali sono espressamente vietate. Soci Sono ammessi a far parte dell associazione tutti gli uomini e le donne che accettano gli articoli dello Statuto e del regolamento interno, che condividano gli scopi dell associazione e si impegnino a decidere una parte del loro tempo per il loro raggiungimento. L organo competente a deliberare sulle domande d ammissione degli aspirati soci è il Consiglio direttivo. L ammissione alla associazione è deliberata dal Consiglio direttivo su domanda scritta del richiedente nella quale dovrà specificare le proprie complete generalità. All atto 9

10 dell ammissione il socio si impegna al versamento della quota di iscrizione mensile che è nella misura di euro dieci, fissata dall assemblea, al rispetto dello Statuto e dei regolamenti emanati. Non è ammessa la figura del socio temporaneo. La quota associativa è intrasmissibile. Il numero dei soci è illimitato. Le attività svolte dai soci a favore dell associazione e per il raggiungimento dei fini sociali, sono prevalentemente a titolo di volontariato e totalmente gratuite. L associazione può in caso di particolare necessità, e solo in parte, assumere lavoratori dipendenti o avvalersi di prestazioni di lavoro autonomo, anche ricorrendo ai propri associati. Il socio può recedere dalla associazione tramite comunicazione scritta da inviare al coordinatore del Consiglio direttivo. Il socio può essere escluso dall associazione in caso di inadempienza dei doveri previsti dallo Statuto o per altri gravi motivi che abbiano arrecato danno morale e o materiale alla associazione stessa. I soci che abbiano cessato di appartenere alla associazione, non possono richiedere la restituzione dei contributi versati, né hanno diritto alcuno sul patrimonio dell associazione. Consiglio direttivo Presidente e legale rappresentante Minxhaj Myrteza Vice presidente Shahu Elvira Segretario Shurdhi Rigersa Tesoriere Shurdhi Rigersa Consigliere Bregu Roland ASSOCIAZIONE DIABETICI ITALIANI ONLUS E una associazione iscritta al registro di volontariato, che fu costituita dagli stessi ammalati nel Avere un punto di riferimento a cui rivolgersi per alleviare le molteplici difficoltà che un ammalato di diabete deve affrontare nel corso della propria vita. Monitorare il maggior numero possibile di cittadini che fossero ignari al rischio di diabete. Dare servizio di trasporto delle persone invalide sia per utilità personale che per l accompagnamento a terapie ospedaliere. centrale Via Zeffi, 1 - Empoli Numero verde Gli iscritti Il numero risulta aleatorio, in quanto l associazione non mantiene la massima rigidità sul pagamento delle quote associative. I servizi vengono dati comunque a tutti. Presidente L attuale presidente protempore è Edo Michelassi residente nel Comune di Cento in Provincia di Ferrara. ASSOCIAZIONE SENZA CONFINI E una associazione di promozione sociale. Essa è senza scopo di lucro, apartitica, aconfessionale di utilità sociale. E dare vita ad iniziative ed azioni sociali, culturali, politiche ed economiche volte a: Promuovere il rispetto delle differenze umane, religiose, sessuali e culturali nell ottica dello sviluppo di una società multiculturale; promuovere il rispetto dei diritti fondamentali di ogni essere umano; promuovere il rispetto dell ambiente e dell ecosistema globale. Chi può farne parte Tutti coloro che accettano gli articoli dello statuto e del regolamento interno, che condividono gli scopi dell associazione. 10

11 Le attività che l associazione ha svolto sono sia sul punto informatico e culturale sul programma radio dove abbiamo dato voce diverse problematiche riguardo agli stranieri e la loro convivenza in Italia ma anche informando i cittadini Italiani sulla cultura e gli abitudini degli altri paesi. L associazione ha svolto altre attività culturali e promuovendo sempre la cultura dei diversi paesi. Via Bonistalli, Empoli tel Presidente: Gladiola Dibra Vice presidente: Emanuela Marku Segretaria: Jessica Melendez Tesoriere: Belen Ortiz ASSOCIAZIONE ITALIANA DONATORI ORGANI (A.I.D.O.) L'AI.D.O. (Associazione Italiana Donatori Organi) è un'associazione costituita tra i donatori volontari di organi. Sollecita gli enti competenti ad attuare la prevenzione e l'educazione sanitaria, collaborando con essi, porta a conoscenza la popolazione della necessità della donazione di organi del proprio corpo, dopo la morte, da destinarsi ai trapianti terapeutici. Nell Aido confluiscono il Gruppo AIDO Misericordia di Empoli e il Gruppo Aido comunale presso l AVIS. IL GRUPPO AIDO MISERICORDIA DI EMPOLI Si tratta di un gruppo definito speciale per il fatto che la sua costituzione è avvenuta all intero di un altra identità esistente quale la Misericordia di Empoli, da qui gruppo Misericordia di Empoli, aprendosi poi per attività ed partecipazione al resto del territorio e della popolazione. Nato il 26 gennaio 1985 ha ricordato il ventennale della sua fondazione. Il gruppo, come l associazione in generale, si prefigge lo scopo di promuovere la discussione sul tema della donazione e trapianto di organi e tessuti, nei vari modi in descrizione più avanti, di raccogliere tramite l iscrizione, la volontaria dichiarazione di assenso alla donazione degli organi nei casi previsti dalla legge. Si propone al fianco delle istituzioni per la sensibilizzazione al tema e per stimolare la solidarietà sociale. L attività si prefigge l informazione e la condivisione sulla donazione e sul trapianto di organi e tessuti per una cultura della solidarietà, che non abbia paure o interessi da salvaguardare. Il 23 gennaio 2004 convegno su Realtà e futuro della donazione del trapianto di organi con la partecipazione del professor Franco Filipponi responsabile del Centro di Coordinamento per la Regione Toscana della Donazione e Trapianti e del reparto di trapianti epatici di Pisa, dell attuale presidente del consiglio nazionale dell Aido. Nell anno scolastico è stato indetto il 7 Concorso Aido Gruppo Misericordia di Empoli, rivolto alle scuole medie di Empoli, Vinci, Cerreto Guidi ed a tutte le scuole medie superiori del comprensorio, da Castelfiorentino a San Miniato a Fucecchio, oltre che, naturalmente, ad Empoli, con la collaborazione della Ausl 11, in particolare dell U.O. educazione alla salute, dell ufficio del Coordinatore alla Donazione e Trapianti della Ausl 11. Sono stati visitati complessivamente più di ottocento studenti per la discussione che ha preceduto le prove, e hanno partecipato circa quattrocentocinquanta di loro al concorso la cui premiazione ha visto affollati i locali della sala il Momento di Empoli il 15 maggio Il 23 maggio 2004 si è svolto il 3 trofeo di pallavolo Aido Gruppo Misericordia di Empoli categoria under 15 che ha ospitato nove squadre provenienti dalla Toscana, dalla Emilia Romagna, dalla Liguria e dall Umbria. 11

12 in progetto Una nuova attività è allo studio da collegarsi con il concorso. Ottavo concorso Aido Gruppo Misericordia di Empoli. Quarto trofeo di pallavolo Aido Gruppo Misericordia di Empoli. Terzo torneo di basket serie B. Le suddette attività sono in parte condizionate ai contributi che potranno essere ricevuti, stante che queste attività assommano importi totali di spesa che si aggirano intorno ai cinquemila euro. Consiglio direttivo In carica per gli anni è composto da: Alberto Maltinti, presidente Fabrizio Sestini, vicepresidente Rossana Corsinovi, segretaria Carlo Volterrani, tesoriere Emilia Addivinola, consigliere Fiorella Bellocci, consigliere Debora Gori, consigliere via Cavour, Empoli tel Il gruppo AIDO comunale: anno di fondazione La sede sociale è presso l AVIS di Empoli. Le iniziative vengono prese insieme all Avis, Proselitismo nella donazione di organi. In ottobre la festa per l anno Consiglio direttivo Singulti Mauro presidente Della Garen Luciano segretario Antonimi Sergio consigliere Chierugi Anna consigliere Ramazzotti Luciano consigliere Donati Alvaro consigliere Maggini Rinaldo consigliere Soci iscritti 780 via G. Rossa, Empoli tel. e fax GRUPPO MICOLOGICO NATURALISTICO EMPOLESE Il Gruppo micologico naturalistico empolese è una libera associazione nata nel Oggi conta oltre 50 iscritti in tutto il territorio di Empoli e della Valdelsa. La nostra associazione che riunisce appassionati, cultori e studiosi della micologia, ha partecipato attivamente alle riunioni del Forum " Risorse e Pericoli Ambientali "del Comune di Empoli. Fra gli scopi principali dell associazione ci sono: attività di studio e riconoscimento dei funghi, con particolare interessamento per le specie presenti nel territorio di Empoli e del suo circondario; organizzazione di iniziative a carattere micologico, come le esposizioni e le serate a tema; incontri a scopo didattico rivolti alle scuole; campagne di informazione e prevenzione nei periodi di raccolta dei funghi; campagne di sensibilizzazione per la tutela dell'ambiente e del territorio; promozione di altre attività e di iniziative a carattere ecologico ed ambientale. Altri Aspetti La nostra associazione si propone di affrontare e approfondire altri aspetti legati alla natura che vanno oltre la micologia come la botanica, le scienze naturali, la zoologia, l'ecologia e la fotografia naturalistica. 12

13 Oltre alla normale attività di riconoscimento dei funghi, il gruppo micologico naturalistico empolese, organizza nell'arco dell'anno altre iniziative di grande richiamo come la mostra micologica di fine ottobre ad Empoli, il corso di riconoscimento dei funghi nel mese di novembre ed un corso sulle erbe spontanee in primavera. La mostra micologica è una rassegna giunta quest'anno all ottava edizione, che la nostra associazione organizza con il patrocinio del Comune di Empoli e la collaborazione dell'ispettorato Micologico della Asl 11, nei locali del Chiostro del Convento degli Agostiniani, l'ultimo fine settimana di Ottobre. Sono esposte mediamente oltre duecento specie di funghi che i visitatori hanno la possibilità di osservare, toccare, confrontare ecc. I corsi di micologia sono una serie di incontri a carattere teorico e pratico. Lo scopo è quello di fornire ai partecipanti attraverso le lezioni in aula e le escursioni, le conoscenze di base per un corretto approccio alla raccolta ed al consumo alimentare dei funghi. Sono corsi consigliati anche per i raccoglitori più esperti. I corsi delle erbe sono incontri primaverili. Il tema trattato è quello delle erbe nella nostra tradizione. Attraverso incontri in aula e le escursioni, i partecipanti hanno modo di imparare a riconoscere le erbe spontanee da utilizzare in cucina. Il gruppo si riunisce normalmente tutti i lunedì alle 21,30 presso i locali della associazione Auser Filo d'argento, in via Masini n. 33 ad Empoli. Via di Corniola Empoli tel dopo le ASSOCIAZIONE SEZIONE SOCI COOP EMPOLI Siamo lo strumento organizzativo di base per la partecipazione dei soci alla vita e all attività della cooperativa con un ruolo sia propositivo che consultivo. Svolge attività di realizzare obiettivi sociali, stimolare l adesione di nuovi soci, consolidare tra i soci il vincolo associativo, elaborare piani di attività per favorire l informazione, l educazione, l orientamento e la tutela dei consumatori. Via Ridolfi, 144 Empoli Informazioni sito internet: e mail: ASSOCIAZIONE AMNESTY INTERNATIONAL GRUPPO ITALIA 54 Siamo una comunità globale di difensori dei diritti umani che si riconosce nei principi della solidarietà internazionale. Il gruppo si è costituito nel Svolge attività di ricerca e azioni sistematiche e imparziali per prevenire e far cessare gravi abusi dei diritti all integrità fisica e mentale, alla libertà di coscienza e di espressione e alla libertà dalla discriminazione, con accuratezza, tempestività e continuità nel tempo. Le conclusioni sono rese pubbliche e i soci, i sostenitori e lo staff di Amnesty mobilitano la pressione dell opinione pubblica sui governi, organizzazioni intergovernative, gruppi politici armati, imprese e altri attori non statali allo scopo di porre fine a questi abusi. Inoltre Amnesty chiede a tutti i governi di rispettare la sovranità della legge e di ratificare e attuare gli atti sulla protezione internazionale dei diritti umani; svolge un ampia gamma di attività nel campo dell educazione ai diritti umani (nelle scuole, nelle carceri, 13

14 nelle caserme, eccetera), incoraggiando i singoli individui e gli organi della società a sostenere e rispettare questi diritti. via Verdi, Empoli tel Iscritti sezione nazionale: attivi del gruppo 11 Gruppo donatori di sangue, midollo osseo e cordone ombelicale PUBBLICHE ASSISTENZE RIUNITE EMPOLI Cosa è La donazione del sangue, del midollo osseo e del Cordone Ombelicale è un atto gratuito e generoso mediante il quale una persona sana ed idonea dona parte di sé per consentire interventi terapeutici su persone ammalate, senza compromettere il proprio stato fisico. La donazione in primo luogo non deve recare danno a chi vi si presta ed è quindi giustamente preceduta da una accurata visita medica accompagnata da esami di laboratorio e strumentali al fine di accertare lo stato di salute del donatore. I suddetti esami sono completamente gratuiti. Diffusione di un concetto prettamente umanitario dell offerta di sangue; attuazione di un principio della volontarietà anonima e gratuita come espressione di civismo; promozione e messa in opera delle disposizioni per valorizzare il Donatore di sangue e tutelarlo nell esercizio della sua missione. Chi può farne parte Per donare sangue intero è necessario avere una età compresa tra i 18 e 65 anni e un peso corporeo superiore a 50 kg. L'intervallo tra una donazione a l'altra per i donatori di sesso maschile non può essere inferiore ai novanta giorni, mentre per il sesso femminile l'intervallo minimo è sei mesi. Il sangue intero può essere separato in plasma, piastrine, leucociti ed eritrociti. Presso la sezione trasfusionale di Empoli si eseguono plasmaferesi e piastrinoferesi. Per questo tipo di donazioni è consigliabile non essere digiuni, inoltre è ben tollerato anche dalle donne in quanto non comporta perdita di ferro. L'intervallo minimo tra una donazione e l'altra è 15 giorni. Le donazioni si possono effettuare al mattino dalle 8.00 alle presso il centro trasfusionale dell'ospedale civile San Giuseppe di Empoli. Il sangue raccolto viene conservato in sacche sterili e alcuni campioni di sangue vengono usufruiti per gli esami. Dopo la donazione il donatore viene invitato a fare colazione e i risultati degli esami vengono spediti a domicilio. Per donare il Midollo Osseo è necessario avere una età compresa tra i 18 e i 40 anni. Per questo tipo di donazioni bisogna recarsi presso il centro trasfusionale dell ospedale civile San Giuseppe di Empoli e prenotare un appuntamento per una visita medica un prelievo di sangue e la relativa tipizzazione del midollo osseo. Per donare il sangue del cordone ombelicale: il cordone ombelicale, che normalmente viene gettato, contiene sangue ricco di cellule staminali, le stesse del midollo osseo. E una donna che decide di donare quel sangue offre a tante persone malate una speranza in più di guarire e tornare alla vita. Si tratta di un'operazione semplice e rapida, che non procura alcun rischio e sofferenza al neonato, perché avviene quando il cordone é già stato reciso. Il prelievo consiste nell'aspirare il sangue dal cordone ombelicale per poi raccoglierlo in una sacca sterile. La sacca viene poi inviata alla Banca del cordone ombelicale per le analisi e la crioconservazione in speciali contenitori a 190 sotto zero. Il sangue del cordone ombelicale può essere usato per il trapianto solo se é privo di agenti infettivi ed é necessario quindi effettuare dei controlli oltre che sullo stesso sangue anche sulla donna che partorisce. Si tratta solo di due prelievi di sangue: uno al momento del parto e uno sei mesi dopo. La donna deve perciò dare il suo consenso alla donazione e la sua disponibilità a sottoporsi alle analisi di controllo. Il gruppo donatori di sangue, di midollo osseo e del cordone ombelicale della nostra associazione svolge le seguenti attività: 14

15 a) coordina i servizi di richiesta, di prelievo e di distribuzione di sangue umano e del midollo osseo mantenendo il collegamento tra il centro trasfusionale e i centri di prelevamento e tipizzazione del midollo osseo. b) promuove la donazione di sangue del cordone ombelicale; c) sensibilizza la popolazione al concetto prettamente umanitario dell'offerta di sangue attraverso interventi di educazione alla donazione; d) diffonde e attua il principio della volontarietà dell'offerta anonima e gratuita come espressione di civiltà Gruppo Donatori di Sangue, Midollo Osseo e Cordone Ombelicale Pubbliche Assistenze Riunite Empoli Via XX Settembre, 17 tel fax sito web: Sono i volontari Donatori di sangue: 680 Donatori di Midollo Osseo:190 Donatrici del Cordone Ombelicale: gruppo appena costituito Gian Paolo Silvestro CIRCOLO POETI E SCRITTORI Cosa è Il Circolo poeti e scrittori di Empoli opera in campo culturale da diversi anni. L associazione promuove incontri, dibattiti, confronti, conferenze, spettacoli, da solo o in collaborazione con altri enti e associazioni private o rappresentanti di amministrazioni locali e con chiunque sia istituzionalmente impegnato nel settore culturale. Il Circolo ha lo scopo di evitare che il patrimonio culturale popolare del passato venga disperso e le tradizioni popolari vengano dimenticate, quindi impulso al lavoro di ricerca e di raccolta che abbia lo scopo di conservare il patrimonio culturale del passato della Toscana. L attività è costante. Ogni anno è presente con circa dieci iniziative culturali che vanno dalla lettura di poesie, a prestazioni di libri, a iniziative di ricerca. Il Circolo poeti e scrittori ha istituito un premio dedicato allo scrittore Domenico Rea. Personaggi illustri sono stati ospiti del Circolo poeti scrittori: il regista Maurizio Scaparro, Aldo Forbice conduttore di Zapping, Rai Uno; Maria Antonietta Macciocchi, Giorgio Celli, Dacia Maraini e altri. via Spartaco Lavagnini, Empoli tel fax sito web: e mail: VERDE ARGENTO Cosa è Costituitasi nel 1995, è un associazione con finalità e scopo di volontariato. 15

16 Svolge attività di servizio di vigilanza alle scuole elementari e asili nido Recupero, salvaguardia e valorizzazione del patrimonio culturale, artistico, archeologico, monumentale, ambientale e naturale Via Roma, Empoli tel fax Giuseppe Alfano CENTRO DI ACCOGLIENZA DI EMPOLI (C.A.E.) Cosa è Costituitosi nel 1983, il Centro di Accoglienza di Empoli è una associazione di volontariato Onlus con Personalità Giuridica che opera nel settore sociale del nostro territorio. Svolgiamo attività di accoglienza e counseling, informazione e formazione, progetti per minori, giovani, famiglie e volontari sia nella normalità che nel disagio, nelle dipendenze e nell handicap, progetti per e nelle scuole. Il tutto in stretta collaborazione e integrazione con gli Enti Pubblici e Privati, con le cooperative sociali e con le altre associazioni di volontariato. Informazione, formazione, aggiornamento sui temi inerenti le nostre attività, prevenzione primaria e secondaria alle dipendenze e al disagio giovanile, sostegno alla genitorialità, alla socializzazione e all educazione permanente. Promozione della cultura del volontariato e della solidarietà concreta nell ottica della cittadinanza attiva. Promozione della cultura della diversità e della sussidarietà. Via Barzino, Empoli tel /2/3 - fax e mail: sito web: 55 Claudio Freschi CAMMINARE INSIEME E una associazione di famiglie dell intera area dei quindici Comuni per la salute mentale. Si è costituita nel maggio del L obiettivo primario di questa associazione è promuovere il recupero di persone affette da problemi psichici, reinserendoli ad una vita sociale nel nostro territorio. L associazione si riunisce una volta al mese. Svolge attività di informazione in particolare attraverso iniziative collaterali alle attività sanitarie. Si batte per la dignità di questi soggetti, sostiene psicologicamente le famiglie, porta di fronte all opinione il problema. via Sottopoggio per San Donato, Empoli tel fax

17 45 ASSOCIAZIONE RETE DEL NUOVO MUNICIPIO E un associazione riconosciuta non a fini di lucro che si ispira ai principi della Carta del Nuovo Municipio e si propone la promozione e la diffusione degli orientamenti e degli indirizzi contenuti nel documento programmatico denominato Carta di Intenti. L Associazione Rete del Nuovo Municipio si è costituita ufficialmente l 8 novembre ad Empoli. La prima assemblea costitutiva si è svolta al palazzo delle Esposizioni in piazza Guido Guerra, 1 sempre a Empoli. In particolare, l associazione promuove il coordinamento dell'azione delle Amministrazioni locali con associazioni e movimenti; definisce, anche su scala sovracomunale, strategie unitarie di intervento; promuove laboratori sperimentali e istituti di Democrazia Partecipativa sullo sviluppo locale autosostenibile. L associazione può inoltre promuovere e gestire, unitariamente con la partecipazione dei Comuni aderenti, progetti e iniziative comunitarie, sviluppare forme di cooperazione internazionale, relazioni con altre istituzioni ed enti pubblici nell ambito di politiche e azioni di valenza sovracomunale, promuovere attività di analisi e ricerca sulle strategie di sviluppo autosostenibile del territorio. la Carta del Nuovo Municipio La carta è un importante strumento di lavoro perché, oltre ad aver fissato alcuni principi generali su una nuova visione della democrazia e dello sviluppo, promuove la messa in rete di alcune interessanti iniziative delle amministrazioni locali rivolte a politiche partecipative. La Carta del Nuovo Municipio, promossa dal Laboratorio di progettazione ecologica degli insediamenti (LaPEI) della Facoltà di Architettura dell Università di Firenze, è stata presentata al World Social Forum del 2002 di Porto Alegre nel convegno delle Autorità locali; è stata ampiamente discussa in due workshop del World Social Forum di Porto Alegre, infine è stata inclusa fra i documenti conclusivi della Conferenza generale sulla democrazia partecipativa dello stesso WSF. Successivamente, è stata presentata e discussa in una sessione del Social Forum Europeo di Firenze. la Carte d Intenti La Carta d Intenti è un documento programmatico che si propone la promozione e la diffusione dei principi della Carta. Esso rappresenta un importante passo avanti per passare dall adesione ai progetti, dalla condivisione di orientamenti alla loro traduzione in politiche territoriali e sociali, dalle intenzioni alle realizzazioni concrete. Chi può aderire Possono far parte dell associazione, le Amministrazioni e le loro articolazioni, gli Amministratori pubblici di Comuni, Circoscrizioni, Unioni di Comuni ed Enti Territoriali, rappresentanze dei movimenti sociali e dell associazionismo territoriale, nonché ricercatori ed esperti del mondo dell Università e della Ricerca e singoli individui attivi in modo formale o informale in dinamiche di gestione e trasformazione del territorio conformi ai principi enunciati nella Carta d Intenti. Come si aderisce Si aderisce presentando al Comitato Esecutivo domanda di ammissione all associazione. I soci che esprimono atto di adesione all associazione, condividono i principi e le finalità della Carta di Intenti e si impegnano all osservanza dello Statuto e delle deliberazioni prese dagli organi sociali. Inoltre si impegnano alla realizzazione degli obiettivi della associazione stessa e sono tenuti al pagamento della quota annuale di adesione. Informazioni Segreteria della Rete Nuovo Municipio piazza Farinata degli Uberti palazzo pretorio, 2 piano Empoli tel fax

18 ASSOCIAZIONE QUARTO MONDO L associazione si è costituita il 31 ottobre 2000 ed è una associazione culturale. Lo scopo dell associazione è quello di contribuire alla ridefinizione dei valori e dell identità ideale della sinistra politica e culturale italiana, anche attraverso l affermazione e la realizzazione, ad ogni livello territoriale, dei principi e delle politiche relative a: laicità delle istituzioni pubbliche,liberalità delle scelte personali, integrazione multietnica e multiculturale, centralità dei diritti dell individuo rispetto ai processi economici, ambientali e di globalizzazione, tutela dei diritti dell individuo rispetto al sistema dell informazione, lotta contro ogni forma di violenza. Sono graditi suggerimenti, proposte, richieste di informazioni. Via di Avane, Empoli ASSOCIAZIONE PAESEINFESTA E una associazione di privati cittadini ed associazioni della frazione di Pozzale. Costituitasi nel 1991, organizzano iniziative ricreative, culturali e sociali all'interno della frazione, rivolte a tutti, per ogni fascia di età. Svolge attività di unione delle componenti della frazione del Pozzale, associazioni e privati cittadini, al fine di stimolarne la collaborazione (fra loro e con gli Enti pubblici) mediante l'organizzazione di iniziative concrete, come la promozione di un miglior modo di vivere, creare occasioni di interesse e di partecipazione per la ripresa della vita sociale, stimolare la solidarietà. Casa del Popolo di Pozzale via Sottopoggio per San Donato, Empoli frazione Pozzale tel (abitazione di Sandro Bartolini) Circa 120 ASSOCIAZIONE VIRÙZ L associazione culturale Virùz nasce a Empoli nel 2002 dall incontro tra alcuni musicisti, tecnici e operatori dello spettacoli un gruppo di giovani culturalmente affamati. L intento era ed è tutt ora quello di movimentare la vita culturale e mondana cittadina e dell area grazie all esperienza, le idee, l entusiasmo che i soci possono mettere in campo. Ed infatti sin dai primi giorni della sua storia, l associazione Virùz si è subito data un gran daffare nell organizzare concerti, spettacoli, rassegne, presentazioni di libri, mostre e quant altro, spesso in collaborazione con le amministrazioni comunali. Vista la spiccata capacità di questa associazione di organizzare eventi, uno dei fiori all occhiello dei Virùz è l ideazione e la gestione di Fusillipe, lo stand musical-gastronomico all interno della Festa dell Unità di Empoli. Nelle sue tre scorse edizioni sul palco di Fusillipe sono passati nomi come Stefano Rosso, Nick Becattini, Barbara Casini, Laura Fedele, Nico Gori e hanno presentato i loro libri Claudio Vichi, Massimo Cotto e Cristiano Militello. Inoltre ai frequentatissimi tavoli del ristorante si sono celebrati svariati e riusciti matrimoni tra la cucina toscana e quelle calabrese, siciliana e napoletana. 18

19 Fra le altre iniziative di Virùz ricordiamo le due rassegne Petrock realizzate insieme all associazione culturale Agrado e al circolo Arci di Petroio, con le quali si è dato un importante contributo per la ricostruzione della casa del popolo di Petroio. Da non dimenticare l organizzazione di due mostre del disco usato e da collezione, la seconda delle quali si è tenuta il 9 gennaio 2005 al palazzo delle esposizioni di Empoli con il patrocinio del Comune, ed ha segnalato un notevolissimo successo di pubblico Il presidente dell associazione è Giuseppe Bindi. Ufficio Stampa Massimo Giannini Segreteria Gianna Martini. via Nazzario Sauro 23 Empoli Info line E una associazione didattico - culturale Promozione dell attività corale Chi può farne parte Tutti coloro che amano la musica e sono intonati Concertistica, operistica, servizio della liturgia Piazzetta della Prepositura Empoli Soci attivi cantori circa cinquanta Volontari Soci sostenitori Patrizia Bagnoli PIA SOCIETÀ CORALE SANTA CECILIA ASSOCIAZIONE CENTRO RIABILITAZIONE EQUESTRE EMPOLESE (CREE) Il Cree è una organizzazione costituitasi nel 2000/2001, senza finalità di lucro che si propone di intervenire socialmente a favore di soggetti portatori di disabilità proponendo attività ludico ricreative con finalità di natura psico fisica. il Cree svolge attività di rieducazione e riabilitazione equestre nei confronti persone portatori di disagi fisici e mentali, medio lievi o gravi, tramite l utilizzo di cavalli debitamente preparati verso questo tipo di attività. Le attività sono progettate ed effettuate da tecnici della riabilitazione equestre dei quali il Cree si avvale già dall atto della sua costituzione. 19

20 I tecnici della riabilitazione e rieducazione sono formati attraverso Master annuali e corsi specialistici di introduzione tenuti presso il Dipartimento di neuropsichiatria infantile Facoltà di Medicina e Chirurgia dell Università di Firenze. Il Cree si avvale inoltre di un gruppo di volontari che sono stati formati e preparati all esercizio delle attività di sostegno al tecnico della riabilitazione attraverso un corso finanziato dal Cesvot. Dal 2000 il Cree effettua attività di rieducazione equestre in collaborazione con la Asl 11 e all interno dei finanziamenti del piano sociale di Zona. Le attività suddette si effettuano presso Terraio Quarter Horse Via Salatola Empoli. Via Maremma, Montelupo Fiorentino tel. e fax: cellulare: e mail: e mail: 15 ASSOCIAZIONE GULLIVER Gulliver è un comitato di comuni cittadini, nato nel marzo 2003 e composto da quattordici soci fondatori e da soci tesserati. Lo scopo di Gulliver è essenzialmente quello di informare i cittadini sugli accadimenti della vita politica, sociale, culturale, eccetera, sia a livello locale che a livello nazionale. Il comitato non ha alcuno scopo di lucro. Chi può farne parte Può farne parte chiunque abbia interesse a ricevere informazioni, a collaborare alle iniziative, ad apportare idee e proposte. Gulliver nei due anni di attività ha organizzato tre iniziative principali: un incontro, nel giugno del 2003, con Nando Dalla Chiesa e Marco Travaglio sul tema della giustizia e dell informazione, un dibattito, nel gennaio 2004, sulla mafia e sulle nuove forme di organizzazione criminale con Pierluigi Vigna, l onorevole Lumia e l avvocato Galasso e un faccia a faccia tra i tre candidati sindaci della città di Empoli nel giugno del 2004, prima delle elezioni amministrative. Il comitato ha inoltre organizzato e messo a disposizione dei cittadini due pullman per partecipare alla marcia della pace Perugia-Assisi dell ottobre 2003 e alla manifestazione nazionale per la pace a Roma del marzo Le riunioni si svolgono, generalmente di lunedì alle ore 21.30, bar Ciuquito di piazza farinata degli Uberti. Il comitato è composto da 14 soci fondatori e dagli associati (tramite l acquisto di una tessera annuale). La struttura organizzativa è formata da un presidente, un vicepresidente e un consiglio direttivo composto, a sua volta, dai soci fondatori e da un numero di associati proporzionale al numero complessivo dei soci. Attualmente il consiglio direttivo è composto da diciassette membri. Volontari Tutte le cariche di presidente, vice presidente e di consigliere, vengono svolte a titolo gratuito. per le relazioni esterne al momento è Irene Bernardi. L del comitato è 20

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 NORME GENERALI Art. 1 Validità del regolamento interno Il presente regolamento, derivante dai principi espressi dallo Statuto da cui discende, rappresenta le regole e le concrete

Dettagli

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt. Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede)

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt. Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede) STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede) 1) E costituita, nel rispetto del Codice Civile, della Legge 383/2000 e della normativa in

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7

Allegato A al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE In Atto Art. 1) Ai sensi della Legge 7 Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7 dicembre 2000, n. 383 e delle norme del codice civile in tema

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE STATUTO CIRCOLO TBLUE Art. 1 COSTITUZIONE - SEDE E costituito, come associazione culturale ricreativa non riconosciuta ai sensi dell art 36 e ss. Codice Civile ed art. 148 comma 3 D.P.R. 917/1986 (T.U.I.R.),

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

In questo servizio si svolgeranno le seguenti attività:

In questo servizio si svolgeranno le seguenti attività: Insieme si può Arcigay Pistoia La Fenice dopo le varie attività svolte sul territorio pistoiese e zone limitrofe, ha valutato l opportunità di realizzare un progetto con la collaborazione di personale

Dettagli

Manifesto IFLA Per la Biblioteca Multiculturale

Manifesto IFLA Per la Biblioteca Multiculturale Manifesto IFLA Per la Biblioteca Multiculturale La biblioteca multiculturale Porta di accesso a una società di culture diverse in dialogo Tutti viviamo in una società sempre più eterogenea. Nel mondo vi

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ASSOCIAZIONE CULTURALE FERRARA OFF STATUTO DEFINIZIONE E FINALITA COSTITUZIONE, DENOMINAZIONE E SEDE. - ART.

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ASSOCIAZIONE CULTURALE FERRARA OFF STATUTO DEFINIZIONE E FINALITA COSTITUZIONE, DENOMINAZIONE E SEDE. - ART. STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ASSOCIAZIONE CULTURALE FERRARA OFF STATUTO DEFINIZIONE E FINALITA COSTITUZIONE, DENOMINAZIONE E SEDE. - ART. 1 E costituita, nello spirito della Costituzione della Repubblica

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA

PROTOCOLLO DI INTESA TRA PROTOCOLLO DI INTESA TRA L Associazione Fare Ambiente, Movimento Ecologista Europeo, già riconosciuta con Decreto del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare del 27 febbraio 2009,

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

STATUTO. Art. 1. Art. 2

STATUTO. Art. 1. Art. 2 STATUTO Art. 1 E costituita tra l Università Politecnica delle Marche e l Università degli Studi di Urbino Carlo Bo un associazione denominata UNIADRION. Art. 2 L associazione ha sede in Ancona, presso

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DELL'UNESCO SULLA DIVERSITA' CULTURALE

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DELL'UNESCO SULLA DIVERSITA' CULTURALE DICHIARAZIONE UNIVERSALE DELL'UNESCO SULLA DIVERSITA' CULTURALE Adottata all'unanimità a Parigi durante la 31esima sessione della Conferenza Generale dell'unesco, Parigi, 2 novembre 2001 La Conferenza

Dettagli

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI COMUNE DI ALA REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd. 19.06.2003 Modificato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd.

Dettagli

La Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano

La Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano La Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano VISTO gli articoli 2, comma 2, lett. b) e 4, comma 1 del decreto legislativo 28 agosto 1997,

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

COMUNITA SOL LEVANTE Carta dei Servizi 2010/2012

COMUNITA SOL LEVANTE Carta dei Servizi 2010/2012 COMUNITA SOL LEVANTE Carta dei Servizi 2010/2012 La Sol Levante nasce nel 1998 per dare una risposta alle esigenze delle persone, di ogni fascia d età, affette da disagio psichico e con problematiche in

Dettagli

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R.

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. /2007 Sommario PREMESSA COMUNE ALLE SEZIONI A E B...3 SEZIONE A - SERVIZI

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI. Preambolo

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI. Preambolo Il 10 dicembre 1948, l'assemblea Generale delle Nazioni Unite approvò e proclamò la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, il cui testo completo è stampato nelle pagine seguenti. Dopo questa solenne

Dettagli

STATUTO DELLA S.I.A.

STATUTO DELLA S.I.A. STATUTO DELLA S.I.A. Art. 1 È costituita a tempo indeterminato una Associazione sotto la denominazione Società Italiana di Agopuntura S.I.A. Art. 2 La Società Italiana di Agopuntura ha lo scopo di dare

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 Gentile Famiglia, nel presente opuscolo trovate il Contratto di corresponsabilità educativa e formativa ed il Contratto di prestazione educativa e formativa.

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

Preambolo. (La Sotto-Commissione*,)

Preambolo. (La Sotto-Commissione*,) Norme sulle Responsabilità delle Compagnie Transnazionali ed Altre Imprese Riguardo ai Diritti Umani, Doc. Nazioni Unite E/CN.4/Sub.2/2003/12/Rev. 2 (2003).* Preambolo (La Sotto-Commissione*,) Tenendo

Dettagli

Statuto della CIIP - Consulta Interassociativa Italiana per la Prevenzione

Statuto della CIIP - Consulta Interassociativa Italiana per la Prevenzione Statuto della CIIP - Consulta Interassociativa Italiana per la Prevenzione Articolo 1 - Costituzione E' costituita una Associazione denominata: Consulta Interassociativa Italiana per la Prevenzione (CIIP)

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

Codice deontologico dell Assistente Sociale

Codice deontologico dell Assistente Sociale Codice deontologico dell Assistente Sociale Approvato dal Consiglio Nazionale dell Ordine Roma, 6 aprile 2002 TITOLO I Definizione e potestà disciplinare 1. Il presente Codice è costituito dai principi

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948 DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948 PREAMBOLO Considerato che il riconoscimento della dignità inerente a tutti i membri della famiglia umana, e dei loro diritti, uguali ed inalienabili,

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO Il presente testo di statuto è stato approvato dal Consiglio Episcopale Permanente nella sessione del 22-25 gennaio 2007. Si consegna ufficialmente

Dettagli

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA!

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! Buona, pulita e giusta Linee guida per una mensa scolastica di qualità 1 A cura di: Valeria Cometti, Annalisa D Onorio, Livia Ferrara, Paolo Gramigni In collaborazione con:

Dettagli

CAPITOLO I - COSTITUZIONE

CAPITOLO I - COSTITUZIONE CAPITOLO I - COSTITUZIONE ART. 1- FONDAZIONE E' fondata per coloro che aderiscono e aderiranno al presente statuto, che prende vigore immediato, un' associazione per la pratica e la diffusione del Viet

Dettagli

TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT

TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT E quell insieme di organizzazioni che producono beni/servizi e gestiscono attività fuori dal mercato o, se operano nel mercato, agiscono con finalità non

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 9306 LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 Norme per la sicurezza, la qualità e il benessere sul lavoro. IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:

Dettagli

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche:

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche: PREMESSA Insignita della Medaglia d Argento al Valor Militare della Resistenza, Pistoia, al pari di altre città toscane, è stata teatro di avvenimenti tragici, la maggior parte dei quali intercorsi tra

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1-

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1- All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI Art. 1- Diritti e doveri degli studenti I diritti e i doveri degli studenti sono disciplinati dagli art. 2 e 3 del D.P.R. 21

Dettagli

ATTIVITA' DIDATTICA PER LE SCUOLE DELL'INFANZIA

ATTIVITA' DIDATTICA PER LE SCUOLE DELL'INFANZIA P9.07.1 attività didattica scuoleinfanzia.doc P9.07.1 Comune di Rimini p.za Cavour, 27 47921 Rimini http://qualità.comune.rimini.it Direzione e di Protezione Sociale via Ducale, 7 47900 Rimini tel. 0541/

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Ci sono momenti nella storia in cui i popoli sono chiamati a compiere scelte decisive. Per noi europei, l inizio del XXI secolo rappresenta uno di

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Istituto Comprensivo 1 F. GRAVA CONEGLIANO PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Anno scolastico 2012/ 2013 A pagina 2 PIANO OFFERTA FORMATIVA PER LA SCUOLA MEDIA A pagina 9 PIANO OFFERTA FORMATIVA PER LA SCUOLA

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

Bando del Concorso Nazionale Il Paesaggio raccontato dai ragazzi. Narrazioni e immagini nell'era digitale

Bando del Concorso Nazionale Il Paesaggio raccontato dai ragazzi. Narrazioni e immagini nell'era digitale Progetto Nazionale di Educazione al Patrimonio 2011-2012 Bando del Concorso Nazionale Il Paesaggio raccontato dai ragazzi. Narrazioni e immagini nell'era digitale Presentazione Sul presupposto che si conserva

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT SAINT-MARCEL MARCEL Storia di un idea CONVEGNO INTERNAZIONALE Esperienze di turismo in ambiente alpino:

Dettagli

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto ARTICOLO 1- COSTITUZIONE E' costituito il Club denominato I Borghi più Belli d'italia ai sensi dello Statuto dell Associazione Nazionale Comuni Italiani, in breve ANCI.

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Rete Nazionale Gruppi di Acquisto Solidali www.retegas.org INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Febbraio 2007 INTRODUZIONE I Gruppi di Acquisto Solidali (GAS) sono gruppi di persone

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE E LA CONSEGNA DELLE DOMANDE DI ISCRIZIONE ANNO SCOLASTICO 2015/2016

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE E LA CONSEGNA DELLE DOMANDE DI ISCRIZIONE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 ISTITUTO COMPRENSIVO DI PASIAN DI PRATO Pasian di Prato (UD) - Via Leonardo da Vinci, 23 - C.A.P. 33037 tel/fax: 0432 699954 e-mail: ddpasian@tin.it udic856004@istruzione.it udic856004@pec.istruzione.it

Dettagli

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo DIREZIONE DIDATTICA 3 Circolo di Carpi Progetto Educazione al Benessere Per star bene con sé e con gli altri Progetto di Circolo Anno scolastico 2004/2005 Per star bene con sé e con gli altri Premessa

Dettagli

Codice Deontologico degli psicologi italiani

Codice Deontologico degli psicologi italiani Codice Deontologico degli psicologi italiani Testo approvato dal Consiglio Nazionale dell Ordine nell adunanza del 27-28 giugno 1997 Capo I - Principi generali Articolo 1 Le regole del presente Codice

Dettagli

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA Dear Mr. Secretary General, I m pleased to confirm that ALKEDO ngo supports the ten principles of the UN Global Compact, with the respect to the human

Dettagli

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013)

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013) Municipio Roma V (ex VI e VII) Unità di Direzione Servizio di Assistenza agli Organi Istituzionali Ufficio Consiglio Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI

Dettagli

Gran Fondo PUNT DEL DIAU

Gran Fondo PUNT DEL DIAU LANZO TORINESE - SABATO 04 OTTOBRE 2014 Gran Fondo PUNT DEL DIAU REGOLAMENTO LA GARA GRAN FONDO DI CORSA IN MONTAGNA PUNT DEL DIAU avrà una lunghezza di circa km.25 e un dislivello positivo di circa 1450

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE l originale www.casadelcammino.it for SI RINGRAZIANO IN MODO

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

2.3.3. Percorso assistenziale rivolto alle donne vittime di violenza, abuso, maltrattamento e ai loro figli/e

2.3.3. Percorso assistenziale rivolto alle donne vittime di violenza, abuso, maltrattamento e ai loro figli/e 2.3.3. Percorso assistenziale rivolto alle donne vittime di violenza, abuso, maltrattamento e ai loro figli/e Gruppo percorsi assistenziali Partecipanti al gruppo - Unità Funzionale Salute Mentale Infanzia

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA AL LAVORO 25 maggio 2015 San Michele all Adige 3 e 4 giugno 2015 Rovereto Progetto dell associazione culturale Artea di Rovereto in collaborazione con

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina Traduzione 1 Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina (Convenzione sui diritti dell uomo e la biomedicina)

Dettagli

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Società Cooperativa sociale onlus corso Torino 4/3 16129 Genova tel. 010 5956962 fax 010 5950871 info@cosgenova.com; coscooperativa@fastwebnet.it 1 Sede legale

Dettagli

CODICE ETICO. Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2

CODICE ETICO. Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2 Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2 2.1 Principi generali Pag. 2 2.2. Principi di condotta Pag. 2 2.3 Comportamenti non etici Pag. 3 2.3. Principi di trasparenza Pag. 4 3 Relazioni can il personale

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

Allegato A COMUNE DI ALANO DI PIAVE Provincia di Belluno PIANO TRIENNALE DI AZIONI POSITIVE PER LE PARI OPPORTUNITÀ 2015-2017 (ART. 48, COMMA 1, D.LGS. 11/04/2006 N. 198) Il Decreto Legislativo 11 aprile

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus Carta dei Servizi Famiglie Anziani Infanzia Indice di revisione n. 1 del 1/3/2014 3 INDICE CHI SIAMO IDENTITA E VALORI 4 5 COSA FACCIAMO

Dettagli

L esperienza irlandese: affrontare l abuso agli anziani

L esperienza irlandese: affrontare l abuso agli anziani L esperienza irlandese: affrontare l abuso agli anziani 2011 Censite 535,595 2021Stimate 909,000 Età 80+ 2.7% della popolazione nel 2011 14% dal 2006 2041-1397,000 7.3% della popolazione nel 2041 La maggior

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli

Gruppo Roche. Policy sull Occupazione

Gruppo Roche. Policy sull Occupazione Gruppo Roche Policy sull Occupazione 2 I Principi Aziendali di Roche esprimono la nostra convinzione che il successo del Gruppo dipenda dal talento e dai risultati di persone coscienziose e impegnate nel

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

Facciamo scuola consapevolmente

Facciamo scuola consapevolmente SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Progettazione e realizzazione di laboratori sull educazione al Consumo consapevole - Anno scolastico 2011/2012 BANDO 2011 ATTENZIONE La scheda progettuale, divisa in una parte

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

Fondazione Teatri delle Dolomiti

Fondazione Teatri delle Dolomiti Fondazione Teatri delle Dolomiti REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE D USO DEL TEATRO COMUNALE DI BELLUNO Il presente Regolamento disciplina le modalità di fruizione del Teatro Comunale da parte di terzi approvato

Dettagli