CONCERTO DI NATALE. CHIUDE IL 2013, ANNO EUROPEO CONTRO LO SPRECO Calato ormai il sipario sull'anno in corso, un bilancio. Buone Feste!

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CONCERTO DI NATALE. CHIUDE IL 2013, ANNO EUROPEO CONTRO LO SPRECO Calato ormai il sipario sull'anno in corso, un bilancio. Buone Feste!"

Transcript

1 Anno XXVII - N. 4 Sped. in abb. post. - Art. 2 Comma 20/c - Legge 662/96 - Filiale di Padova - Ottobre - Novembre - Dicembre 2013 Periodico dell Associazione UNA PROPOSTA DIVERSA - ONLUS aderente al Coordinamento nazionale CIPSI - Solidarietà e Cooperazione CHIUDE IL 2013, ANNO EUROPEO CONTRO LO SPRECO Calato ormai il sipario sull'anno in corso, un bilancio s'impone. Quali i risultati raggiunti nell'arco di questi 12 mesi? C'è stato indubbiamente un cammino di sensibilizzazione, facilitato dalla crisi che obbliga molti a tante attenzioni. I numeri, invece, dei paradossi della fame rimangono quasi gli stessi. Proviamo a ragionarci sopra, varcando anche i confini dell'europa. Attualmente siamo sulla terra 7 miliardi e 200 milioni circa di persone. Insieme produciamo 4 miliardi di tonnellate di cibo l'anno. Sarebbero sufficienti a soddisfare il fabbisogno energetico e proteico di tutti. Purtroppo tra il 30 e il 50 per cento del cibo viene perso o sprecato prima del consumo. Uno spreco che è anche un oltraggio etico e morale come ci ricorda il dossier del WWF Quanta natura sprechiamo?. Non nutrendo nessuno il cibo non utilizzato è inutile e dannoso, perché c'è un consumo di terra, acqua e fertilizzanti necessari per la sua produzione che va a vuoto. Non solo: sfamare la popolazione mondiale sarebbe più facile se tutto il cibo prodotto fosse destinato al consumo umano. Invece, il 35% è trasformato in mangimi per animali. Come a dire che anche semplicemente un limitato Il mercato in una cittadina del Senegal consumo della carne, porterebbe automaticamente a dei benefici immediati, cioè la possibilità di nutrire centinaia di milioni di persone in più. Infatti, come sottolinea Mani tese nel volume Fame e squilibri internazionali per produrre una sola caloria di origine animale ci vogliono ben 7 calorie di cereali: in particolare per ottenere una caloria proveniente dalla carne di pollo occorrono ben 12 calorie di grano. Un altro Buone Feste! (adattamento da Gianni Ballarin in Nigrizia - novembre '13) Anche quest anno Una Proposta diversa, organizza il tradizionale CONCERTO DI NATALE animato dal CORO GAM di Carmignano di Brenta diretto dal maestro Romeo Bazzega presso la PIEVE di SAN DONATO Una Proposta Diversa augura a tutti 5% poi del cibo prodotto è destinato alle industrie, tra cui quella dei biocarburanti. Un esempio su tutti: per produrre 100 litri di bioetanolo servono 230 kg. di mais, il che significa che due cisterne di bioetanolo equivalgono al fabbisogno calorifero di una persona per un anno. Sottolineiamo altri aspetti: crescita economica non equivale sempre a sviluppo, altrimenti non si spiegherebbe come mai il Mozambico, tra i Paesi che macina importanti percentuali di crescita di PIL ogni anno si trovi ancora nei bassifondi della classifica dell'indice della fame. Il discorso sarebbe lungo e complesso Chiudiamo sottolineando un altro dato: esattamente 10 anni fa veniva firmata dagli Stati africani la Dichiarazione di Maputo nella quale essi si impegnavano a dedicare il 10% del loro budget all'agricoltura che rimane il settore principale di ricchezza, anche potenziale, di quell'africa che da sola possiede circa la metà di tutti i terreni utilizzabili non coltivati del pianeta. I Governi africani si sono invece dati da fare nello spalancare le porte ai grandi gruppi stranieri pronti a versare ingenti capitali nell'accaparramento di altre risorse. Pochi temi come l'alimentazione, la malnutrizione, la fame sono così gravidi di contraddizioni... Come di consueto proponiamo per il Natale lo SPECIALE PROGETTI ed ADOZIONI (vedi inserto alle pagine I - IV) - a CITTADELLA (PD) LUNEDÌ 23 DICEMBRE - ore 20,45 PARTECIPIAMO NUMEROSI! Sarà l'occasione per scambiarci gli auguri!

2 2 VOCI DALLE MISSIONI una Proposta diversa...il bene non fa rumore. Non suona le campane. Non ha trombe altoparlanti. Il bene parla con il suo silenzio. Con gioia ho potuto constatarlo ancora una volta nei brevi momenti della permanenza in Italia che mi hanno permesso di visitare famiglie e persone che, con amore, danno parte del loro tempo e dei loro risparmi, in aiuto ai meno fortunati della terra. Sono trascorsi cinque mesi, ma io continuo a vedere davanti a me le famiglie di coloro che, in memoria dei loro cari defunti, hanno fatto costruire un pozzo che il gorgoglio dell'acqua,giorno e notte, canta il nome dei cari defunti. Come lenire il dolore di un figlio scomparso tragicamente se non partecipando alla sofferenza di coloro che l'hanno come pane quotidiano? Con simpatia ho incontrato alcune coppie, che in occasione del loro matrimonio, hanno preferito marcare l'avvenimento dell'amore con un gesto d'amore dando acqua a chi non ne ha, invece di costose bomboniere. Con commozione ho visto il volto della bambina Michela, che per non essere da meno del fratello Alessandro, in occasione della Prima Comunione invece di regali effimeri ha preferito dare da bere alle compagne delle sua stessa età che non hanno neppure il dono dell'acqua.ho conosciuto la signora Pasqua e tante persone buone e semplici come lei. Un altro aspetto mi ha colpito. Non è di tutti trovare ritagli di tempo lungo la giornata per passare i tappi di plastica (come fate voi), tappi la cui vendita permetterà di realizzare alcuni pozzi d'acqua abbondante, fresca e potabile in Congo. E' un lavoro umile e silenzioso che si snoda su una lunga lista di donne, uomini, giovani, studenti Nel deserto della Palestina, duemila anni fa un uomo, assetato, ha detto: Chiunque darà da bere, anche solo un bicchiere d'acqua fresca, a uno di questi poveri, vi assicuro che non perderà la sua ricompensa (Matteo 10,42). Il tempo passa e con esso la scena di questo mondo. Ma il bene rimane, perenne. Il suo gorgoglio risuona rimbalzando fra le mille colline del Congo cantando il nome di coloro che hanno creduto all'amore. P. Franco Bordignon (Repubblica Democratica del Congo)... Il progetto per la produzione del riso per aiutare le nostre comunità cristiane della Sierra Leone nel distretto del Bombali, dove Makeni e Batkanu si trovano, continua. Il mio collaboratore Peter Kargbo di Makeni con una esperienza nella coltivazione del riso di circa 15 anni è incaricato di un progetto di produzione di riso affiliato alla diocesi di Makeni che ora comprende anche il mio progetto sor-riso con l uso delle macchine agricole (trattori, aratri, frandi-zolle, erpici, rimorchi per trasporto riso...) del suo progetto e di quello mio. Attualmente il Sig. Kargbo frequenta l università cattolica di Makeni (UNIMAK) nel dipartimento di agricoltura per aggiungere alla sua esperienza pratica anche una maggiore conoscenza di agronomia e di management di attività agricole. Io per quanto posso cerco di aiutarlo almeno in parte a pagare le tasse universitarie che si aggirano sui euro all anno perchè possa concludere la sua formazione in vista di una riqualificazione del progetto agricolo che porta avanti in contemporanea. Sono parecchi i villaggi sulla strada per Batkanu che partecipano al progetto, che comprende anche altre coltivazioni (cassava, arachidi, ortaggi vari, peperoncino...) e si spera che gradualmente il progetto divenga autosufficiente e possa a contribuire per una alimentazione più adeguata dei contadini affiliati.ultimamente il Sig. Peter Kargbo mi ha informato che ha bisogno di fondi per la riparazione di alcuni macchinari, oppure di mandargli pezzi di ricambio, ma per il momento non sono in possesso di fondi per il progetto per cui si dovrà aspettare a quando sarà possibile. Grazie della vostra collaborazione che spero possa continuare in qualche modo anche in futuro. P. Antonio Guiotto (referente del progetto in Sierra Leone)... Con piacere e riconoscenza vengo a voi. Dopo il mio ritorno in Etiopia, da mesi sono in una missione chiamata Haro-Wato. Il clima è fresco: la pioggia e la nebbia persistono da sei mesi in questa stagione invernale. Forse alla fine di questo mese inizierà il bel tempo che ci farà stare bene per due-tre mesi. La strada che porta alla città più vicina, Dilla, a 80 km di distanza, è pessima; povera ambulanza! Con la doppia trazione in funzione sembra un trattore che cerca di uscire dalle buche e dal fango tanto scivoloso. Gli ammalati sono molti; si cerca di fare il possibile per curarli, evitando di mandarli all'ospedale, ma a volte è necessario affrontare le difficoltà del viaggio per radiografie, interventi chirurgici, tagli cesarei. La spesa per la manutenzione dell'ambulanza è rilevante: pezzi di ricambio, gomme, filtri, ammortizzatori e l'ambulanza ha fatto km! La spesa per il carburante in parte viene coperta con il contributo dei pazienti, in parte con offerte varie. Vi ringrazio per quanto fate per le Missioni e chiediamo al Padrone della Vigna che via sia dato il centuplo in cambio. Un amichevole invito ad Haro-Wato e un cordiale saluto. Sr. Rosa Bertilla Zordan (Etiopia)..Innanzi tutto un vero grazie cuore per la vostra generosissima solidarieta' missionaria a favore dei bambini della scuola materna di Ilamba Dio amore vi benedica individualmente! Quest'anno desidero augurarvi un bellissimo NATALE con le mie due amiche Maria e Consolata, gemelle siamesi nate 16 anni fa nell'ospedale di Ikonda dove le nostre Sorelle ostetriche prestavano il loro servizio missionario. Sono state immediatamente battezzate perche' si pensava non sarebbero sopravvissute in quanto sono due solamente dalla vita in su (come si vede dalla foto) Dio e' amore, Dio e' grande! le sorelle le hanno curate bene percio' dopo la scuola materna e quella elementare (sette anni) ora frequentano il terzo anno della scuola superiore.e sono qui a Ilamba da tre anni nella nostra secondary school. Sono intelligenti, buone, belle e impegnate nella vita di ogni giorno preghiera, studio, disegno,computer e qualche lavoretto a maglia il mese di ottobre essendo il mese missionario le ho portate in vari villaggi in cui hanno dato la loro testimonianza missionaria stupendo tutta la cristianita' In breve: hanno ringraziato il datore della vita per il dono della vita. Hanno ringraziato il signore per il dono della fede, hanno ricevuto il battesimo, la cresima, l'eucarestia e la confessione... hanno ringraziato la provvidenza in quanto dalla loro nascita fino ad oggi le missionarie della consolata si sono prese cura di loro. La gente, nei vari villaggi, le ha accolte molto bene facendo loro regali in denaro e natura e sorpresa, Maria e Consolata hanno devoluto ai bambini orfani della nostra scuola materna tutto quanto hanno ricevuto..che commozione! che testimonianza missionaria! Un abbraccio grande e tanta preghiera e riconoscenza per ciascuno/a e tutti insieme! Sr. Ida Luisa Costamagna e sorelle MC (Tanzania)

3 I onlus I NOSTRI PROGETTI SIAMO PRESENTI IN 14 PAESI DEL MONDO ANGOLA 2- ETIOPIA 3- KENYA 4- REP. CENTRAFRICANA 5- R.D. del CONGO 6- RWANDA 7- SIERRA LEONE Se vuoi ricevere informazioni sull Associazione e le sue attività - telefona al (che è anche fax) o al scrivi a Una Proposta Diversa - Stradella Nico d Alvise, Cittadella(PD) - invia un a - visita il sito internet: Cod. Fisc SUDAN 9- TANZANIA 10- BOLIVIA 11- MESSICO 12- PERÙ 13- BANGLADESH 14- FILIPPINE PER SOSTENERE UN PROGETTO... Se vuoi contribuire ad un nostro progetto usa - il conto corrente postale i conti correnti bancari COD. IBAN: IT 66 A L Cassa di Risparmio del Veneto succursale di Cittadella COD. IBAN: IT 85 V Banca Padovana Credito Cooperativo filiale di Cittadella Ricordati di indicare nella causale il Progetto sostenuto

4 una Proposta diversa II AFRICA PROGETTO SCUOLA MEDIA PER ADULTI (Angola) A Luanda, capitale dell'angola (circa 8 milioni di abitanti), le Piccole Suore della Sacra Famiglia gestiscono una scuola di circa alunni, dalla prescuola (5/6 anni) alla 6ª classe. Quasi tutte le addette alle pulizie e alla cucina non hanno completato lo studio basico, corrispondente alla 3ª media in Italia. Queste signore non hanno la possibilità di pagarsi il corso per adulti, dato che il salario è basso e le necessità delle famiglie sono sempre tante. Pertanto, l'obiettivo del progetto è pagare gli studi a 8 donne. REFERENTE LOCALE: Suor Lucia Massarin, delle Piccole Suore della Sacra Famiglia. COSTO: Il contributo richiesto per ogni singola mamma è di 30 euro mensili. L'Associazione si è impegnata a contribuire con euro all'anno per un secondo triennio ( ) come ci aveva chiesto il referente del Progetto PROGETTO MANN A NEL DESERT O (Etiopia) Le suore comboniane presenti a Mandura dal 2002 hanno avviato diverse attività a carattere sociale: una clinica, due scuole materne, una scuola di alfabetizzazione per adulti e ragazze, formazione professionale per le donne. Attualmente si tratta di garantire la continuazione delle attività avviate non ancora autofinanziabili. REFERENTE LOCALE: Sr. Bertilla Zordan, missionaria comboniana. COSTO: si chiede un contributo di euro all'anno. Il servizio sanitario continua con intensità d'azione e l'ambulanza è ancora il mezzo di trasporto per tutti i casi di emergenza: donne partorienti, pazienti in coma da malaria e così via. In aggiunta c'è il servizio nei villaggi remoti per le vaccinazioni e altri interventi di cura immediata. In tutto vengono raggiunte più di persone in 20 villaggi. Perciò il vostro aiuto è come un fiume d'acqua che dà vita al deserto. PROGETTO I BAMBINI DI MUKURU (Kenya) Nella periferia di Nairobi sorge la baraccopoli di Mukuru, un aggregato di catapecchie in cui migliaia di persone vivono in condizioni disumane. Le Piccole Figlie di San Giuseppe si occupano dei bambini orfani o con famiglie in difficoltà, spesso collocati in strutture di accoglienza oppure in casette dove abitano con i fratelli, imparando ad autogestirsi. REFERENTE LOCALE: Sr. Nadia Monetti, delle Piccole Figlie di San Giuseppe. COSTO: 240 euro all'anno (adozione a distanza). Sono ora 45 ( due in più rispetto allo scorso anno ) i bambini della baraccopoli di Mukuru adottati a distanza. PROGETTO I BAMBINI DI BANGUI (Repubblica Centrafricana) A Bangui, capitale della R.C.A., sono più di i bambini che vivono sulla strada. Il Centro di Bimbo ospita circa 50 bambini. Lo scopo è quello di reinserirli nella famiglia di origine o di farli adottare. Le suore gestiscono una scuola materna e una scuola elementare aperte anche ai bambini esterni. REFERENTE LOCALE: Sr. M. Piazza, delle Figlie del Sacro Cuore di Gesù. COSTO: 240 euro all'anno (adozione a distanza). Attualmente risultano adottati a distanza 28 bambini. PROGETTO BAMBINI (Repubblica Centrafricana) A SCUOLA A Gofo, villaggio nel nord della R.C.A., le suore (le uniche in un raggio di 300 km) hanno costruito due piccole scuole per accogliere i 255 bambini dei villaggi circostanti. Le famiglie non sono in grado di acquistare il materiale scolastico. Nella Missione c'è anche un dispensario medico e di recente è stato realizzato un pozzo. REFERENTE LOCALE: Sr. M. Piazza, delle Figlie del Sacro Cuore di Gesù. COSTO: I costi non sono quantificabili. La guerra ha portato morte e distruzione anche in questa zona. Ora più che mai è nenessario un aiuto esterno per dare alla gente una speranza concreta. Comunque la scuola continua a funzionare. PROGETTO SORGENTI (Repubblica Democratica del Congo) Nella zona di Bukavu l'approvvigionamento dell'acqua è uno dei problemi più drammatici. Il territorio è in genere montagnoso e le acque scendono per forza gravitazionale per cui un'ottima soluzione è costituita dalle sorgenti. In genere una sorgente, anche se isolata, fornisce acqua per persone. REFERENTE LOCALE: P. Franco Bordignon, missionario saveriano. COSTO: Il costo di ogni sorgente (scasso, cemento, tubi, mano d'opera) è di 535 euro. Dal 2002 ad oggi sono state realizzate 309 sorgenti, di cui 41 nel 2013.

5 una Proposta diversa III PROGETTO PRIGIONE DI RUHENGERI R (Rwanda) I beneficiari del progetto sono i detenuti nella prigione di Ruhengeri. Una Proposta diversa già in passato ha finanziato una falegnameria, che con i guadagni ha consentito di migliorare le condizioni alimentari dei bambini e dei malati, e una sartoria per favorire le donne all'interno del carcere. Il presente progetto permetterà una maggiore igiene attraverso il recupero dell'acqua piovana raccolta nelle cisterne per mezzo di grondaie. Attualmente la prigione ospita persone: 395 donne,1.416 uomini, 25 minori e 35 bebè. REFERENTI LOCALI: Caritas Diocesana di Ruhengeri; Lucia Bressan, volontaria. COSTO: Il costo totale è di euro. Di recente Lucia Bressan ha visitato lo stato del progetto: con il contributo di Una Proposta diversa di euro, sono state acquistate le lamiere e le cisterne e sono iniziati i lavori. PROGETTO RISO PER BATKANU B TKANU (Sierra Leone) Batkanu è un piccolo villaggio nel nord della Sierra Leone. A causa di dieci anni di guerra, terreni fertilissimi, abbandonati, sono rimasti incolti. I padri Saveriani hanno donato alla comunità un piccolo capitale per riprendere la coltivazione del riso. Un vasto territorio è stato dissodato e già messo a coltura. Nel giro di 5 anni l'attività dovrebbe auto sostenersi. Essa produrrebbe sviluppo per ben 60 villaggi. REFERENTE: P. Antonio Guiotto, missionario saveriano. COSTO: Si chiede un contributo di euro. Nel 2011 è stato costruito a Majabama un mulino per la brillatura del riso e nel 2012 ne è stato acquistato un altro per far fronte alle molte richieste dei contadini della zona. Attualmente il nostro direttore agricolo, Mr. Peter Kargbo, frequenta la facoltà di agraria di Makeni. Oltre alle tasse unoversitarie, che si aggirano sui euro all anno, Mr. Kargbo ha bisogno di fondi per la riparazione di alcuni macchinari. PROGETTO FIORI DI SERRA (Sierra Leone) A Lakka le due scuole materne accolgono 84 bambini, seguiti da 2 insegnanti. Si sono inoltre attivate tre classi elementari, per un totale di 73 scolari.. Al pomeriggio negli stessi locali circa 130 bambini e 40 ragazzi fruiscono del doposcuola. REFERENTE LOCALE: Maria Teresa Nardello, volontaria. COSTO: Per il sostegno dell'intera struttura (stipendio degli insegnanti, uniforme, assistenza medica, materiale scolastico ) si propone l'adozione a distanza (240 euro all'anno). 16 sono i bambini adottati a distanza. PROGETTO VITTIME DI GUERRA (Sierra Leone) A Kissy, quartiere della periferia di Freetown, i Padri Giuseppini del Murialdo si occupano di ragazzi e adulti che hanno subito mutilazioni, anche di entrambi gli arti inferiori, durante la guerra civile. Si calcola che gli amputati in Sierra Leone siano circa e il governo non se ne occupa. I Giuseppini cercano di assicurare loro un aiuto economico mensile che non li costringa all'accattonaggio e consenta loro una vita dignitosa. Per questo si propone l'adozione a distanza. REFERENTE LOCALE: Padre Maurizio Boa, missionario dei Giuseppini del Murialdo. COSTO: 240 euro all'anno per l'adozione di un mutilato. Sono stati adottati a distanza 10 adulti con mutilazioni. PROGETTO STUDENTI (Sudan) A Khartoum North i Padri Comboniani gestiscono due scuole con circa 950 alunni, dall'asilo all'ottava classe. Il progetto consiste nel sostenere (adottare) una classe per pagare i salari dei maestri (100 euro mensili) e aiutare le famiglie indigenti a pagare la retta (100 euro annuali). REFERENTE LOCALE: i Padri Comboniani del posto. L'anno scolastico è iniziato con tre classi (asil, prima e seconda elementare), un centinaio di alunni. Ogni anno verrà aggiunta progressivamente una nuova classe. E' nostra tradizione accogliere chiunque bussa alla porta della nostra scuola perché crediamo che attraverso l'educazione possiamo costruire il futuro di questi ragazzi. Spesso ci troviamo di fronte a famiglie che non possono permettersi di pagare l'iscrizione, o solo parzialmente. Ecco, allora che attraverso l'aiuto di tanti benefattori possiamo comunque accogliere tutti. La gente del poverissimo quartiere di Izba ha espresso una profonda gratitudine e ammirazione per questa opera rivolta a chi normalmente è abituato a sentirsi escluso ed emarginato. PROGETTO I CARE I CARE (Tanzania) Nel distretto di Kiwere-Mfyome (circa abitanti) è stato aperto un Centro per la diagnosi, la cura e la prevenzione dell' AIDS. Il presente progetto vuole aiutare le famiglie con membri HIV+. Si tratta per lo più di contadini che a causa delle precarie condizioni di salute non riescono più a mantenere la famiglia. REFERENTE LOCALE: Rita Gallo dell'alm (Associazione Laicale Missionaria) di Roma. COSTO: 100 euro all'anno (80 per il supporto all'attività lavorativa e 20 per le medicine). Con questo progetto si è riusciti finora ad aiutare numerose famiglie. Inoltre continua il sostegno alla famiglia Mifwa.

6 IV una Proposta diversa PROGETTO SIAMO CONTENTI DI ANDARE ARE A SCUOLA (Tanzania) L'azione è finalizzata a favorire la frequenza scolastica di bambini e ragazzi in varie località, nonché la preparazione di insegnanti operanti nelle scuole stesse. Sono coinvolte le scuole materne di Ilamba, Iringa e Kiwere e la scuola secondaria di Mfyome. REFERENTI LOCALI: : Suore Missionarie della Consolata; Associazione Laicale Missionaria. COSTO: euro in 3 anni ( Una Proposta diversa sosterrà in parte tale costo, e cioè, in misura delle offerte pervenute a sostegno del Progetto ) A Ilamba gestiamo una Scuola Materna in un villaggio di montagna: i nostri bimbi (quest'anno 115) sono molto poveri e moltissimi anche orfani. Vengono all'asilo con tanta gioia, anche perché sanno che qui hanno un pasto quotidiano assicurato. Il denaro raccolto andrà nel fondo per questo pasto quotidiano. PROGETTO I BAMBINI B DELLA SPERANZA (Tanzania) Ad Iringa, dal 2002, è attivo il Centro Allamano per le famiglie con malati di AIDS o sieropositivi. I bambini (per lo più sani) attualmente seguiti sono Per aiutarli meglio, sono stati divisi in gruppi che si incontrano per attività di formazione una volta al mese. UPD ha adottato uno di questi gruppi, il Tumaíni (Speranza), composto da circa 40 bambini di varie età che ricevono assistenza scolastica, medica, psicologica e spirituale. REFERENTE LOCALE: Suore Missionarie della Consolata. COSTO: 240 euro all'anno (adozione a distanza). Per chi volesse approfondire la conoscenza del progetto c'è il sito DORMITORIO ORIO NOCTURNO GRUT UTA A DE BELEM (Bolivia) PROGETTO DORMIT AMERICA LATINA e ASIA A Yacuiba (Bolivia), terra di confine con l'argentina e suolo di scenari legati al narcotraffico, il dormitorio ospita ogni sera persone tra bambini, adolescenti e adulti che vivono in condizioni di indigenza. Qui viene servito loro un abbondante pasto caldo e nutriente e un letto per poter dormire lontani dai pericoli della strada. Possono inoltre trovare un luogo familiare dove sentirsi accolti e amati e soprattutto qualcuno che si prende cura di loro. REFERENTE LOCALE: Dr. Arturo Mottola Russo, della Comunità Papa Giovanni XXIII COSTO: euro annuali per coprire le spese del cibo Attualmente sono sostenute tre studentesse. PROGETTO STEUDENTI (Messico) A San Juanito, nello stato di Chihuahua, l'associazione Laicale Missionaria si occupa anche di garantire l'accesso alla scuola a ragazzi volenterosi, ma con famiglie povere. Soltanto un aiuto esterno può consentire loro di completare la formazione scolastica (secondaria o universitaria) in vista di un lavoro dignitoso. REFERENTE LOCALE: Ester Mantovan dell'a.l.m. COSTO: variabile a seconda del curriculum scolastico. Attualmente sono sostenute tre studentesse. PROGETTO HOGAR SAN CAMILO (Perù) Dal 1995 nel quartiere di Barrios Alto, uno tra i più poveri e pericolosi di Lima, l'hogar San Camilo accoglie e cura malati di AIDS e sieropositivi (finora sono stati assistiti malati e familiari). L'Hogar somministra gratuitamente i farmaci retro virali, si occupa di gestanti e neonati, garantisce visite domiciliari anche lontano dal centro di Lima, diffonde campagne di informazione. REFERENTE LOCALE: P. Camillo Scapin, missionario camilliano. COSTO: Si chiede un contributo per le visite domiciliari (fatte con due camioncini) di euro all'anno. Una Proposta diversa si è impegnata a sostenere il progetto per un altro anno. PROGETTO I BAMBINI B DI RISHILPI (Bangladesh) A Rishilpi i cosiddetti fuoricasta trovano un lavoro dignitoso, cure mediche, scuole per i propri figli. Trattandosi di famiglie poverissime, si chiede un aiuto per consentire ai bambini la frequenza scolastica. Inoltre è possibile adottare a distanza sia famiglie intere (spesso vedove con figli) sia bambini con malformazioni (purtroppo numerosi, a causa dell'inesperienza di madri troppo giovani). REFERENTE LOCALE: Laura Melano e Vincenzo Falcone. COSTO: 240 euro all'anno per l'adozione di un bambino; 400 euro all'anno per l'adozione di una famiglia. Attualmente risultano adottati a distanza 14 bambini e 5 famiglie. PROGETTO FIGLIE DELLA LUCE (Filippine) Anche a Cagayan de Oro, come in molte zone delle Filippine, il problema degli abusi sessuali su donne e bambini è di proporzioni spaventose. Per superare questa situazione di degrado, sono state create due Case di accoglienza dove 35 ragazze, vittime di violenza, vengono ospitate per un programma di riabilitazione fisica, emozionale, sociale e spirituale, assicurando loro la frequenza scolastica. REFERENTE LOCALE: P. Rino Venturin, missionario Dehoniano. COSTO: euro all'anno. P. Rino Venturin ora si trova in Vietnam, U. P. D. garantirà ugualmente per un altro anno il suo sostegno alla Fondazione Figlie della luce.

7 una Proposta diversa 3 ANCHE IL CIPSI FA I CONTI CON LA CRISI (convenienze e opportunità) La situazione determinata dal protrarsi della crisi finanziaria ha inevitabilmente interessato anche il mondo del volontariato, dove si é registrato una generalizzata flessione delle entrate. A fronte di ciò si è imposta per le Associazioni l'esigenza di contenere le uscite. L'analisi della situazione è stata oggetto dell'incontro del Coordinamento CIPSI, tenutosi il 21 e 22 settembre a Trevi. Premetto che nella circostanza ho avuto l'opportunità di meglio comprendere la ricchezza di umanità che caratterizza il mondo del volontariato ed il ruolo fondamentale di supplenza delle Istituzioni Pubbliche che lo stesso svolge a favore dei meno fortunati, degli ultimi. Nella discussione volta a ricercare possibili soluzioni, si è addivenuti all'esigenza di ridimensionare la struttura e l'organico del Coordinamento CIPSI, trasferendo alle Associazioni aderenti, parte dei compiti che lo stesso ha sin qui svolto. Per adempiere a ciò sono stati avviati i Coordinamenti Regionali, unità presiedute dai consiglieri del Direttivo CIPSI. Nelle intenzioni, tali nuove realtà, oltre ad alleggerire i costi della struttura del CIPSI, dovrebbero favorire la crescita ed una maggiore responsabilità delle Associazioni che vi aderiscono. Alle stesse viene chiesto infatti di interagire con le Istituzioni locali, intercettando opportunità e sviluppando sinergie e relazioni. Quanto era oggetto di discussione negli incontri sin qui promossi dal CIPSI -contenuti sia per numero che per frequenza a motivo dei disagi causati dalle lunghe distanze-, il più delle volte incideva in modo marginale sull'attività delle singole Associazioni. Non vi si respirava la familiarità, la franchezza e la partecipazione al dialogo che mi sembrano invece caratterizzare i primi due incontri del Coordinamento Regionale, tenutisi a Montagnana il 5 settembre e 16 novembre u.s. tra le sole Associazioni di Veneto e Friuli Venezia Giulia (Cesvitem; Cevi; G.M.A.; U.P.D.; Nadia; I.S.I.; Rete Amici). E' forse prematuro affermarlo ma, come talora accade, da una situazione di difficoltà può nascere un'opportunità, e questa sembra averne le caratteristiche. E' un augurio che ci facciamo. Luigino Sandri CHE COS È Solidarietà e cooperazione Cipsi Il CIPSI ( Coordinamento di Iniziative Popolari di Solidarietà Internazionale ) è un Coordinamento nazionale di associazioni di solidarietà e cooperazione internazionale, a cui aderisce anche Una Proposta diversa; opera a tutela dei diritti fondamentali nei Paesi impoveriti di Africa, Asia, America latina ed Europa: ha una Scuola di formazione; realizza iniziative culturali, di educazione alla mondialità e per l'inclusione sociale dei cittadini migranti; dà voce ai Sud del mondo; pubblica la rivista Solidarietà internazionale; partecipa a Campagne nazionali e internazionali come Acqua, bene comune, diritto di tutti, L'Africa cammina con i piedi delle donne, Dichiariamo illegale la povertà. VITA DELL ASSOCIAZIONE Ci siamo riuniti in sede: 6 novembre Riunione del Consiglio direttivo, nel quale si decide tra l altro di continuare l adesione nella formula piena, cioè come soci, al Coordinamento nazionale Solidarietà e cooperazione CIPSI. 4 dicembre Riunione del Consiglio direttivo, in cui si esaminano anche alcuni aspetti tecnici della vita dell Associazione. Abbiamo organizzato: 24 novembre 2013 il tradizionale banchetto di sensibilizzazione a Cittadella, proposto nell approssimarsi delle Feste natalizie. Abbiamo partecipato: 11 novembre 2013 al corso di aggiornamento sulla gestione amministrativa di una Associazione organizzato dal Centro Servizi Volontariato di Padova. 12 novembre 2013 alla riunione di Movimission, il percorso formativo che coinvolge il Vicariato di Cittadella e Associazioni di cooperazione del territorio. 16 novembre 2013 alla riunione, a Montagnana (PD) delle Associazioni di Solidarietà venete che si riconoscono nel CIPSI. 26 novembre 2013 alla riunione del Consiglio direttivo del Coordinamento che riunisce tutte le Associazioni iscritte all albo comunale di Cittadella. 30 novembre 2013 all Assemblea annuale del CIPSI a Bologna, dove abbiamo formalizzato la scelta di rimanere all interno del coordinamento nella formula più completa, cioè come soci. Abbiamo incontrato: 13 novembre il Coro GAM di Carmignano di Brenta (PD) che realizzerà il tradizionale Concerto natalizio proposto dalla nostra Associazione, nella suggestiva Pieve di San Donato di Cittadella. 30 novembre 2013 don Giuseppe Sgarbossa, per la possibilità di un Progetto in rete in Albania con l apporto della Regione Veneto 1 dicembre 2013 il presidente del Rotary club Padova Euganea interessato all organizzazione di una serata sul tema della solidarietà con la nostra Associazione. 2 dicembre 2013 la dottoressa Noemi Lunardi, che ha illustrato un Progetto sanitario in Angola. Invii finanziari: Nelle FILIPPINE (P.Rino Venturin) per il progetto Figlie della Luce ; in PERU (p. Camillo Scapin) per il progetto Hogar San Camillo ; in TANZANIA (suore della Consolata) per adozioni; in ETIOPIA (sr. Rosa Zordan) per il progetto Manna nel deserto ; in KENYA per il progetto Dispensay st. Josph ; in CONGO (p. Franco Bordignon) per la costruzione di Sorgenti. RICONOSCENZA Un sentito grazie alla proprietà e alle maestranze della ditta CELENIT di Tombolo (Padova) che nel segno del Natale come dono per tutti, hanno deciso anche quest'anno di sostenere con un congruo contributo un progetto di Una Proposta diversa. Da anni i dipendenti attraverso una libera raccolta, portano avanti l'adozione di ANNA, una bambina della Repubblica Centrafricana. Inoltre, grazie all'autotassazione, finanziano in parte un altro progetto. Dulcis in fundo: anche quest'anno l'azienda, coniugando il consumo critico alla solidarietà, ha deciso di destinare la tradizionale somma per i regali natalizi a sostegno del Progetto UNA BELLA NOTIZIA Ramatu Sheriff è una signora della Sierra Leone da cui è riuscita a scappare, grazie all'aiuto di p. Giuseppe Berton, con la famiglia ed altri bambini durante i terribili anni della guerra civile ( ) che hanno seminato lutti e violenze di ogni tipo. Ha aderito alla Comunità Papa Giovanni XXIII, ma da sempre è anche legata ad Una Proposta diversa. Ora Ramatu può finalmente coronare un sogno: grazie all'aiuto di alcuni benefattori tornare a vedere la sua terra dopo 15 lunghi anni di assenza. Lo farà in un viaggio che la tratterrà in Sierra Leone per una ventina di giorni a cavallo delle feste natalizie. Veramente un Natale diverso per la nostra Ramatu!

8 4 Dal 1 al 3 Novembre, io, Alessia Securo e Melania Marcolongo del gruppo giovani di Una Proposta diversa ci siamo recate a Grottaferrata (Roma) ospiti della sede operativa di AINRAM, collocata presso la Comunità Capodarco per un confronto con gli altri giovani delle associazioni aderenti al CIPSI - Coordinamento delle Iniziative Popolari per la Solidarietà Internazionale. L'idea di questo incontro è nata per capire quali sono le tematiche che più ci stanno a cuore in questo periodo di totale incertezza economica e morale e per cercare di trovare soluzioni concrete. La scelta del luogo dell'incontro non è stata lasciata al caso, un luogo, quello della fattoria sociale AGRICOLTURA CAPODARCO, che ha saputo dare un'alternativa POSSIBILE agli scenari economici che stiamo vivendo o, meglio, subendo. Abbiamo visitato questa realtà che ha dato vita ad orti biologici, un ristorante molto frequentato, una cantina ben avviata, un negozio per la vendita dei prodotti coltivati, un vivaio, gli animali dove tutte le persone (tutte!!) anche coloro che per qualche motivo sono stati esclusi dalla società, possono vivere in un sistema inclusivo, che li vede protagonisti e capaci o, addirittura maestri, di un'arte che qui imparano e continuano a svolgere in serenità e in un contesto protetto. Una realtà, quella della COMUNITA' CAPODARCO dove la naturale gioia della vita e la pace si respirano a pieni polmoni e sembra quasi essere un paradiso d'amore, aiutata in questo dal quasi surreale paesaggio dei colli romani che la abbracciano. Qui, noi giovani di associazioni diverse, provenienti da regioni diverse e con vite diverse, ma accomunati dall'appartenenza al CIPSI,che forte sentiamo, abbiamo voluto incontrarci per stare insieme, conoscerci e collaborare perché è dalla relazione che nascono e si alimentano gli entusiasmi e i confronti costruttivi per perseguire obiettivi e progetti comuni. Dobbiamo continuare ad agire per la giustizia e la cooperazione globale, come da sempre facciamo con le nostre singole associazioni, ma dobbiamo essere anche uniti qui in Italia e creare una rete che sia capace di nuove analisi, adattandosi una Proposta diversa SPECIALE GIOVANI YOUPD IL CIPSI PER NOI Alcuni dei giovani alla 3 giorni di Grottaferrata (Roma) ad un mondo in continua evoluzione. Insieme abbiamo delineato i tanti sud del mondo, quelli lontani ma anche quelli che sono fuori dalla nostra porta di casa, i nuovi poveri ed i nuovi esclusi da un sistema globale che ha internazionalizzato la precarietà, l'egoismo e l'avidità. Parallelamente sentiamo forte il bisogno di formarci e di coinvolgere altri giovani perché il nostro gruppo possa crescere e creare una smobilizzazione delle coscienze, perché non possiamo rimanere a guardare lo svilimento dei diritti umani e sociali. E dunque il moltiplicarsi dei tanti sud del mondo deve essere, a nostro avviso, un nuovo ambito d'intervento per il CIPSI, un CIPSI che deve occuparsi dei popoli lontani curandone le ferite e rimuovendo le cause che ne provocano la sofferenza. Attraverso il CIPSI, che ci accomuna e ci guida, vogliamo tentare di costruire insieme un mondo più giusto, più equo, un mondo in cui la giustizia sia per tutti e con tutti, perché non possiamo dirci felici fintanto che anche un solo fratello si trovi in condizioni di povertà o di indigenza. Federica Bonaldo PROGETTO SALUTE MENTALE E RECUPERO O PSICOSOCIALE (Angola) Lo scopo di questo progetto, che si svolge a Luanda e nella provincia di Ulige grazie alla collaborazione tra le Suore Salesie di Padova e Onlus Medici Vicentini Per il Mondo, è finalizzato alla cura di persone con disturbi psichiatrici (epilessia, bambini con ritardo mentale, schizofrenia, ecc.) ed al loro successivo recupero sociale; inoltre il progetto si occupa di attività formative ed informative presso le scuole superiori del villaggio di Puri con lo scopo di educare e sensibilizzare i ragazzi a questo tipo di problematiche psichiatriche, purtroppo ancora diffuse e molto spesso causa di episodi discriminativi. REFERENTE LOCALE: Noemi Lunardi, medico psichiatra, Onlus Medici Vicentini Per il Mondo. COSTO: Si richiede un contributo di euro l'anno; comprensivo del costo dei medicinali, spedizione di questi dall'italia e trasporto presso la struttura ospedaliera di Salute Mentale delle persone che necessitano di visite e cure farmacologiche. Registrazione Tribunale di Padova n del Direttore Responsabile: Giovanni Tonelotto Una Proposta Diversa ONLUS Segreteria: Stradella Nico d Alvise, 1 - Cittadella (PD) Sede Legale e Redazione: Via Beltramina Sud, 14 - Cittadella (PD) Cod. Fisc Stampa: Grafiche Baggio, Tombolo (PD) Una Proposta Diversa è stampato su carta riciclata Se vuoi ricevere informazioni sull Associazione e le sue attività - telefona al (che è anche fax) o al scrivi a Una Proposta Diversa - Stradella Nico d Alvise, Cittadella(PD) - invia un a - visita il sito internet: Se vuoi contribuire ad un nostro progetto usa - il conto corrente postale i conti correnti bancari COD. IBAN: IT 66 A L Cassa di Risparmio del Veneto succursale di Cittadella COD. IBAN: IT 85 V Banca Padovana Credito Cooperativo filiale di Cittadella Ricordati di indicare nella causale il Progetto sostenuto

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

INSIEME SI PUÒ. per una solidarietà più viva

INSIEME SI PUÒ. per una solidarietà più viva INSIEME SI PUÒ per una solidarietà più viva 1 9 9 3-2 0 1 3 Insieme Si Può 1993/2013 Insieme Si Può L Associazione ha lo scopo di sviluppare, favorire ed incentivare l adozione a distanza di bambini bisognosi,

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R.

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. /2007 Sommario PREMESSA COMUNE ALLE SEZIONI A E B...3 SEZIONE A - SERVIZI

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Diocesi di Nicosia Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Largo Duomo,10 94014 Nicosia (EN) cod. fisc.: 90000980863 tel./fax 0935/646040 e-mail: cancelleria@diocesinicosia.it Ai

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info

Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info Ogni essere umano uomo, donna, bambino, bambina è immagine di Dio; quindi ogni essere umano è una persona

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011 GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE Anno 2011 La rilevazione riguarda gli operatori della cooperazione internazionale che hanno usufruito dell assistenza assicurativa della Siscos. Definizione

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

Sostegno alla scuola St. Augustine

Sostegno alla scuola St. Augustine Con il ricavato della vendita del calendario del 2014 (2.500 euro), il Fermi ha potuto fare una donazione alla Scuola Secondaria St.Augustin di Isohe (Sud Sudan) per l acquisto di un computer, una stampante,

Dettagli

approfondimento e informazione CHI È LA PERSONA SENZA DIMORA OGGI i clochard esistono ancora? Fondazione Comunità Solidale

approfondimento e informazione CHI È LA PERSONA SENZA DIMORA OGGI i clochard esistono ancora? Fondazione Comunità Solidale Fondazione Comunità Solidale approfondimento e informazione CHI È LA PERSONA SENZA DIMORA OGGI i clochard esistono ancora? chi è la persona senza dimora povertà assoluta e povertà relativa Di cosa parleremo:

Dettagli

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit.

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit. OTTOBRE: Giornata del Carisma Introduzione TEMA: Fede e missione La mia intenzione è solamente questa: che [le suore] mi aiutino a salvare anime. (Corrispondenza, p. 7) Questa lapidaria intenzione, che

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

L agricoltura nell Europa industrializzata

L agricoltura nell Europa industrializzata L agricoltura nell Europa industrializzata L agricoltura delle società industrializzate europee si differenzia da quella dell età moderna per gli attrezzi, le fonti di energia, i macchinari utilizzati

Dettagli

INFORM-AC FESTA DELLA PACE 2015

INFORM-AC FESTA DELLA PACE 2015 INFORM-AC FESTA DELLA PACE 2015 Il mese di gennaio da sempre rappresenta il cuore dell Iniziativa di Carità nel percorso formativo dell Acr, una traduzione concreta - a misura dei bambini e ragazzi attraverso

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

PARMA PER GLI ALTRI ONG

PARMA PER GLI ALTRI ONG PARMA PER GLI ALTRI ONG «Il bisogno degli Altri, del prossimo che non può attendere il futuro per concretizzarsi. Quando? Ora, ma a piccoli passi : la goccia che riempie i mari, che cade in continuazione,

Dettagli

Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit.

Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit. Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit. NID Non profit Innovation Day Università Bocconi Milano, 12 novembre 2014 18/11/2014 1 Mi presento, da dove vengo? E perché

Dettagli

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI L argomento che tratterò è molto discusso in tutto il mondo. Per introdurlo meglio inizio a darvi alcune informazioni sul matrimonio omosessuale, il quale ha sempre

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO

CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO GRUPPOPRIMAMEDIA Scheda 03 CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO Nella chiesa generosita e condivisione Leggiamo negli Atti degli Apostoli come è nata la comunità cristiana di Antiochia. Ad Antiochia svolgono

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio.

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio, recita un noto proverbio africano. Perché la famiglia

Dettagli

LA DECOLONIZZAZIONE. Nel 1947 l India diventa indipendente

LA DECOLONIZZAZIONE. Nel 1947 l India diventa indipendente LA DECOLONIZZAZIONE Nel 1939 quasi 4.000.000 km quadrati di terre e 710 milioni di persone (meno di un terzo del totale) erano sottoposti al dominio coloniale di una potenza europea. Nel 1941, in piena

Dettagli

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper le famiglie in condizioni economiche precarie ROSIGNANO

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

GLI OBIETTIVI È 1 L INTERVENTO 2 I CONTENUTI 3 GLI STRUMENTI

GLI OBIETTIVI È 1 L INTERVENTO 2 I CONTENUTI 3 GLI STRUMENTI www.cibopertutti.it GLI OBIETTIVI È tempo di cambiare, dal livello globale a quello personale p. 1 L INTERVENTO Obiettivi del Millennio mancati, problema non solo dei poveri p. 2 I CONTENUTI Non c è diritto

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014. Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita

ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014. Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014 Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita 6 ESSERE GENITORI: TRASMETTERE LA FEDE ED EDUCARE ALLA VITA "I genitori di Paola, 10 anni, sono

Dettagli

Il campione Ivan Basso a Stezzano La sua bici per l ospedale dei bimbi

Il campione Ivan Basso a Stezzano La sua bici per l ospedale dei bimbi Venerdì 27 febbraio 2015 (0) Il campione Ivan Basso a Stezzano La sua bici per l ospedale dei bimbi Lunedì 2 marzo a partire dalle 15,30 il ciclista Ivan Basso, oggi corridore per il team Tinko!- Saxo,

Dettagli

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Corona Biblica per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Imprimatur S. E. Mons. Angelo Mascheroni, Ordinario Diocesano Curia Archiepiscopalis

Dettagli

Per chi ha bisogno: in ogni momento e in qualsiasi luogo. Catalogo 2013

Per chi ha bisogno: in ogni momento e in qualsiasi luogo. Catalogo 2013 Per chi ha bisogno: in ogni momento e in qualsiasi luogo. Catalogo 2013 Per i tuoi regali di Natale scegli di essere al fianco del WFP: in ogni momento e in qualsiasi luogo. Scegli i tuoi regali aziendali

Dettagli

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Società Cooperativa sociale onlus corso Torino 4/3 16129 Genova tel. 010 5956962 fax 010 5950871 info@cosgenova.com; coscooperativa@fastwebnet.it 1 Sede legale

Dettagli

I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna

I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna Sono 33. Obiettivo: un CpF per ogni distretto sanitario. 10 sono in Romagna Aree di attività dei CpF: Informazione (risorse e servizi per bambini e genitori,

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

Aiuta un bambino a crescere. Farà bene anche al bambino che c è in te.

Aiuta un bambino a crescere. Farà bene anche al bambino che c è in te. Aiuta un bambino a crescere. Farà bene anche al bambino che c è in te. Nel Sud del mondo in una situazione di povertá e di emarginazione a molti bambini sono negati i diritti fondamentali alla vita, alla

Dettagli

Dai diamanti non nasce niente

Dai diamanti non nasce niente LA NOSTRA IDEA IN POCHE PAROLE Innanzitutto, un cambio di prospettiva. Il centro non è la violenza, ma ciò che resta. Importa ciò che vive, ha un corpo, segni tangibili e un dolore sommerso e stordente,

Dettagli

Ripartire dai poveri: l ottavo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia

Ripartire dai poveri: l ottavo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia Ripartire dai poveri: l ottavo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia Tiziano Vecchiato Da dove partire Ripartire dai poveri (2008) è la risposta all interrogativo «Rassegnarsi alla povertà?».

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

Terra e Cibo: alcune riflessioni su un volume del Consiglio Pontificio Giustizia e Pace.

Terra e Cibo: alcune riflessioni su un volume del Consiglio Pontificio Giustizia e Pace. Terra e Cibo: alcune riflessioni su un volume del Consiglio Pontificio Giustizia e Pace. 1. È stato pubblicato, di recente, dal Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace un volume, che reca il

Dettagli

In paternship con Padre Alberto Missionario del PIME ( Pontificio Istituto Missioni Estere ) PROGETTO CAMBOGIA

In paternship con Padre Alberto Missionario del PIME ( Pontificio Istituto Missioni Estere ) PROGETTO CAMBOGIA In paternship con Padre Alberto Missionario del PIME ( Pontificio Istituto Missioni Estere ) PROGETTO CAMBOGIA A PIEN ROONG Fornire : Arredi scuola Sostegno allo studio e Salute pubblica SPONSOR: Micromondo

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

Fin dove andrà il clonaggio?

Fin dove andrà il clonaggio? Fin dove andrà il clonaggio? Mark Post, il padrone della sezione di fisiologia dell Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ha dichiarato durante una conferenza tenuta a Vancouver, in Canada, che aveva

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie Agricoltura Bio nel mondo: la superficie L agricoltura biologica occupa una superficie di circa 37,04 milioni di ettari nel 2010. Le dimensioni a livello globale sono rimaste pressoché stabili rispetto

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

PER UN PUGNO DI SEMI

PER UN PUGNO DI SEMI GREEN CROSS ITALIA Tel. 06.36004300-06.45597291 SEGRETERIA PERMANENTE DEL CONCORSO Immagini per la Terra Sito web www.immaginiperlaterra.i 00192 Roma Via dei Gracchi, 187 e-mail concorso@immaginiperlaterra.it

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

"UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE

UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE GREST 2015 L estate ormai si avvicina e l Unità Pastorale Madre Teresa di Calcutta, organizza e propone il GrEst (Oratorio estivo), rivolto ai ragazzi delle classi elementari e medie delle nostre parrocchie.

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

2000 ho conseguito una laurea in giurisprudenza discutendo una tesi in diritto penitenziario con la dott.sa Presutti all Università di Milano

2000 ho conseguito una laurea in giurisprudenza discutendo una tesi in diritto penitenziario con la dott.sa Presutti all Università di Milano mi chiamo Marco Girardello lavoro per la Fondazione Casa di Carità dal 2001 allor quando le azioni in carcere erano promosse dal C.F.P.P. Casa di Carità Onlus provengo da un background di studi giuridici

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI

IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI 0 IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI progetto Immaginari - Esodo con il contributo di Ministero della Giustizia Dipartimento dell Amministrazione Penitenziaria Ufficio di Esecuzione Penale Esterna di Vicenza e Verona

Dettagli

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio 1 Oleggio, 25/12/2009 NATALE DEL SIGNORE Letture: Isaia 9, 1-6 Salmo 96 Tito 2, 11-14 Vangelo: Luca 2, 1-14 Cantori dell Amore Natività- Dipinto del Ghirlandaio Ci mettiamo alla Presenza del Signore, in

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Gustav Klimt, 1905) CONSULTORIO FAMILIARE RIETI Responsabile: Dr. Attilio Mozzetti ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Immagini tratte dal web e utilizzate per finalità istituzionali)

Dettagli

Presentazione ai Dirigenti Scolastici

Presentazione ai Dirigenti Scolastici Il Progetto Adolescenza del Lions Quest International Presentazione ai Dirigenti Scolastici La scuola sta vivendo, da alcuni anni, un periodo molto complesso Potersi dotare di strumenti che facilitino

Dettagli

COREA. Il Mazzarello Center: una comunità terapeutica che vive lo spirito del Sistema preventivo

COREA. Il Mazzarello Center: una comunità terapeutica che vive lo spirito del Sistema preventivo COREA Il Mazzarello Center: una comunità terapeutica che vive lo spirito del Sistema preventivo Breve presentazione del contesto sociale in cui si lavora Il contesto socio-culturale della Corea sperimenta

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Commissione per le Adozioni Internazionali

Presidenza del Consiglio dei Ministri Commissione per le Adozioni Internazionali Allegato A Legenda Elenco degli enti autorizzati per paese straniero: L asterisco (*) sta ad indicare l obbligo di accreditamento nel Paese straniero secondo una specifica procedura. In questo caso e stato

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA!

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! Buona, pulita e giusta Linee guida per una mensa scolastica di qualità 1 A cura di: Valeria Cometti, Annalisa D Onorio, Livia Ferrara, Paolo Gramigni In collaborazione con:

Dettagli