SCHEDA ESPLICATIVA DIAP Dichiarazione di inizio attività produttiva - Regione Lombardia

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SCHEDA ESPLICATIVA DIAP Dichiarazione di inizio attività produttiva - Regione Lombardia"

Transcript

1 SCHEDA ESPLICATIVA DIAP Dichiarazione di inizio attività produttiva - Regione Lombardia Tipologia atto Dichiarazione di inizio attività produttiva, ai sensi della legge regionale n. 1/2007 e n. 8/2007 Normativa di riferimento LR 2/02/2007, n. 1, Strumenti di competitività per le imprese e per il territorio della Lombardia LR 2/04/2007, n. 8, Disposizioni in materia di attività sanitarie e socio-sanitarie. Collegato DGR 8/04/2007, n. 8/4502, Semplificazione delle procedure delle attività imprenditoriali Primo provvedimento di attuazione della l.r. 1/2007, art. 5 D.d.c. 24/04/2007, n. 4221, Approvazione degli schemi di dichiarazione e della modulistica unificata in attuazione della d.g.r. 3 aprile 2007 n Semplificazione delle procedure delle attività imprenditoriali Primo provvedimento di attuazione della l.r. 1/2007, art. 5 DGR 2/04/2008, n. 8/6919, Semplificazione amministrativa in attuazione della l.r. 2 febbraio 2007, n. 1, art. 5 - Semplificazione di procedimenti ed eliminazione di certificazioni per l'avvio di attività economiche - Secondo provvedimento Decreto n 7813 del 17 luglio 2008, approvazione dei nuovi modelli di DIAP. Ambito di applicazione La Dichiarazione di inizio attività produttiva deve essere presentata da coloro che intendono utilizzare costruzioni o aree o loro parti per l esercizio di una qualsiasi attività lavorativa, che configuri la realizzazione di un bene materiale o di un servizio. La Dichiarazione di inizio attività produttiva deve essere presentata anche da parte di coloro che intendano realizzare un deposito-magazzino di materiali, anche all aperto. La DIAP deve essere presentata sia al momento dell avvio, ma anche qualora si intenda ampliare/ridurre, trasferire, modificare le strutture edilizie, gli impianti e/o il ciclo produttivo. Le attività, elencate all allegato 3C della DGR n /1999, non sono obbligate a presentare la DIAP, ma devono semplicemente comunicare il loro avvio e le eventuali successive modifiche, avvalendosi anche del modello A della DIAP, senza necessità di allegare alcuna relazione tecnica o scheda di compatibilità ambientale e allegando la notifica sanitaria, solo dove necessario. 1

2 Riferimenti e Procedimento Con la presentazione della DIAP, viene abbandonato l obbligo di acquisizione del NOE di cui al paragrafo della DGR 25/07/1989, n. 4/45266 e DGR 14/05/1999, n Presentando la DIAP l interessato provvede contemporaneamente ad assolvere gli obblighi relativi alla: notifica alla direzione regionale del lavoro per locali adibiti a lavorazioni industriali con più di 3 operai, di cui all art. 48 del D.P.R. n. 303/1956, comunicazione al Sindaco per le industrie insalubri, di cui all art. 216 del T.U.LL.SS. Le attività che comprendono la produzione, trasformazione e distribuzione di alimenti devono allegare alla DIAP la scheda di notifica sanitaria, che si sostituisce a: autorizzazione sanitaria alla vendita e al commercio di prodotti fitosanitari e coadiuvanti di cui all art. 21 del DPR n. 290/2001; autorizzazione sanitaria di cui all art. 2 della legge n. 283/1962 ed agli artt. 25, 26 e 44 DPR n. 327/1980. Restano escluse dall applicabilità della DIAP le medie e le grandi strutture di vendita, per le quali deve necessariamente essere acquisita l autorizzazione di cui agli articoli 8 e 9 del D.lgs. n. 114/1998. Ente gestore del procedimento Il Comune, in cui è localizzata l attività, acquisisce la DIAP, che deve essere presentata in triplice copia e la trasmette alla ASL e all ARPA, che provvedono a verificare la sussistenza di tutti i presupposti e i requisiti relativi rispettivamente alla tutela della salute pubblica, salubrità degli ambienti di lavoro, igiene e sicurezza del lavoro e agli aspetti di compatibilità ambientale. Se la DIAP contiene dichiarazioni mendaci o l attività venga eseguita in modo difforme rispetto a quanto dichiarato nella DIAP gli effetti autorizzativi della dichiarazione vengono meno e il SUAP adotta motivati provvedimenti di divieto dell'inizio attività o di prosecuzione della stessa, qualora sia già stata avviata. Il SUAP provvede, inoltre, ad applicare alle attività e/o agli interventi realizzati le disposizioni previste dalle norme di riferimento per i casi di assenza di autorizzazione. 2

3 Modalità di avvio Una volta presentata la DIAP il Comune provvede a rilasciare relativa ricevuta di deposito, che insieme alla DIAP stessa permette l immediato avvio. Contenuti della DIAP Nella DIAP devono essere indicate: le generalità del titolare o legale rappresentante della ditta l ubicazione la tipologia di intervento e cioè se si tratta dell inizio di una nuova attività, di un ampliamento, trasferimento, modifica, o altro. L interessato dichiara nella DIAP: che l attività è conforme alle norme vigenti in materia urbanistica, igiene pubblica, igiene edilizia, igiene e tutela ambientale, tutela della salute nei luoghi di lavoro; che non sussistono nei propri confronti cause di divieto, di decadenza o di sospensione di cui all art. 10 dalle legge n. 575/1965. Alla DIAP devono essere allegati: anagrafica; relazione tecnica, solo per gli stabilimenti produttivi o comunque per le attività che prevedono un ciclo produttivo; planimetria (in scala preferibilmente 1:100) nella quale sia indicata la collocazione urbanistica, la disposizione spaziale degli stabilimenti, la destinazione d uso, la superficie, l altezza, la descrizione delle operazioni che vi si svolgono, la distribuzione spaziale delle attrezzature utilizzate, per ogni singolo locale; scheda di compatibilità ambientale; notifica sanitaria, solo per le attività che svolgono: o una delle fasi di produzione, trasformazione e distribuzione di alimenti, non soggette a riconoscimento, ai sensi del Regolamento (CE) n. 853/2004; o attività di vendita alimenti in sede fissa e su aree pubbliche; o attività di somministrazione di alimenti e bevande; o attività di trasporto alimenti; copia del provvedimento di riconoscimento condizionato, rilasciato dalla ASL competente ai sensi del Regolamento (CE) n. 853/2004 e del Regolamento (CE) n. 183/2005, per le attività soggette all obbligo del riconoscimento (es. impianto di macellazione); eventuali autorizzazioni relative allo svolgimento produttiva: o autorizzazione agli scarichi idrici; o autorizzazione o comunicazione alle emissioni in atmosfera; 3

4 o certificato di prevenzione incendi; o autocertificazione inerente la previsione di impatto acustico o relazione tecnica previsionale di impatto acustico; deroga rilasciata per l attività lavorativa esercitata in ambienti interrati e/o seminterrati; o deroga rilasciata per le attività industriali in locali di altezza inferiore a 3 metri; copia del certificato di abilitazione, per la vendita e il commercio di prodotti fitosanitari e coadiuvanti. 4

5 TABELLA RIEPILOGATIVA DELLE ATTIVITA PIU COMUNI E RELATIVI ADEMPIMENTI PROCEDURALI Impianto produttivo di lavorazione e trasformazione di materie prime e semilavorati di tipo industriale o artigianale (es: fabbricazione articoli in gomma e materie plastiche, macchine e apparecchi elettronici/meccanici; mobili, prodotti chimici e fibre sintetiche artificiali, prodotti in metalli, prodotti dell abbigliamento, ecc) DIAP, comprensiva di: o Relazione tecnica o Scheda di compatibilità ambientale (se la lavorazione e trasformazione riguarda alimenti e/o bevande) Deposito e commercio all ingrosso di materie prime, semilavorati e prodotti finiti DIAP, comprensiva di: o Relazione tecnica o Scheda di compatibilità ambientale (se la lavorazione e trasformazione riguarda alimenti e/o bevande) Trasporto, anche funzionale all attività di commercio al dettaglio o somministrazione per consegna a domicilio o catering (se funzionale ad altra attività la scheda di notifica deve essere presentata nell ambito della comunicazione/dichiarazione/domanda di autorizzazione prevista per l attività collegata) COMUNICAZIONE (è possibile utilizzare il mod. A della DIAP), comprensiva di: (se la lavorazione e trasformazione riguarda alimenti e/o bevande) Esercizi di somministrazione di alimenti e bevande in sede fissa - solo per la parte relativa alla notifica IGIENICO SANITARIA Domanda di autorizzazione, ex art. 9 LR n. 30/2003 Attività di somministrazione di alimenti e bevande COMPLEMENTARI E SECONDARIE, di cui all art. 8, c. 4, LR n. 30/2003 (apertura, trasferimento di sede e ampliamento della superficie) Dichiarazione inizio attività, comprensiva di: 5

6 Depositi annessi a esercizi di vendita al dettaglio o funzionale a forme speciali di vendita (per corrispondenza o tramite televisione o altri sistemi di comunicazione, presso il domicilio dei consumatori, commercio elettronico, ecc) COMUNICAZIONE (è possibile utilizzare il mod. A della DIAP), comprensiva di: (se è presente la preparazione di prodotti alimentari) Laboratori preparazione e confezionamento fino a 3 addetti (anche annessi ad attività di vendita, sia in sede fissa che su aree pubbliche) COMUNICAZIONE (è possibile utilizzare il mod. A della DIAP), comprensiva di: (se è presente la preparazione di prodotti alimentari) Laboratori artigianali fino a 3 addetti, che non producono emissioni in atmosfera (DPR n. 203/1988), non hanno scarichi idrici produttivi, non producono rifiuti speciali pericolosi e non hanno impatto rumoroso COMUNICAZIONE (è possibile utilizzare il mod. A della DIAP), comprensiva di: (se è presente la preparazione di prodotti alimentari) Depositi attrezzi agricoli COMUNICAZIONE (è possibile utilizzare il mod. A della DIAP) Alberghi e residenze turistico alberghiere* - solo per la parte relativa alla notifica IGIENICO SANITARIA Domanda unica di licenza, ex art. 4 LR n. 15/2007 e DPR 447/98 (se è annessa la somministrazione) Strutture ricettive non alberghiere (affittacamere, ecc) - solo per la parte relativa alla notifica IGIENICO SANITARIA DIA, ex art. 33 LR n. 15/2007 (se è annessa la somministrazione) 6

7 Aziende ricettive all'aria aperta (campeggi) - solo per la parte relativa alla notifica IGIENICO SANITARIA Domanda di autorizzazione, ex art. 51 LR n. 15/2007 DIA di classificazione (Provincia) (se è annessa la somministrazione) Agriturismo - solo per la parte relativa alla notifica IGIENICO SANITARIA Domanda di rilascio del certificato di complementarietà DAA ex art. 5 LR n. 10/2005, comprensiva di: (se è annessa la somministrazione) Piscina - solo per la parte relativa alla notifica IGIENICO SANITARIA nel caso abbiano la somministrazione collegata complementare. DIA ex DGR n. 2552/2006 Scheda di notifica sanitaria (se è annessa la somministrazione) Esercizio di vicinato (apertura, trasferimento di sede e ampliamento della superficie fino ai limiti di cui all art. 4, comma 1, lettera d) del D. Lgs. n. 114/1998) (se commercio di prodotti alimentari) Vendita di prodotti negli spacci interni (avvio ) (se commercio di prodotti alimentari) Vendita dei prodotti al dettaglio per mezzo di apparecchi automatici (avvio ) (se commercio di prodotti alimentari) Vendita al dettaglio per corrispondenza o tramite televisione o altri sistemi di comunicazione (avvio ) (se trasporto o deposito di prodotti alimentari) 7

8 Vendita al dettaglio o raccolta di ordinativi di acquisto presso il domicilio dei consumatori (avvio ) (se trasporto o deposito di prodotti alimentari) Commercio con strutture mobili su aree pubbliche su posteggio o in forma itinerante - solo per la parte relativa alla notifica IGIENICO SANITARIA Domanda di autorizzazione, ex artt. 5 e 6 LR n. 15/2000 (se commercio di prodotti alimentari) Acconciatore ed Estetista (apertura, modifica ) Dichiarazione Inizio Attività Tatuaggi e Piercing (apertura, modifica ) Dichiarazione Inizio Attività Attività di panificazione (apertura, trasferimento di sede e modifica) Vendita di funghi epigei freschi spontanei sfusi Vendita diretta di alimenti da parte di produttori agricoli sia su aree di cui hanno la disponibilità, sia su aree NON in disponibilità dell azienda agricola (avvio, trasferimento di sede e modifica ) 8

ISTRUZIONI ALL USO DELLA SCIA

ISTRUZIONI ALL USO DELLA SCIA ISTRUZIONI ALL USO DELLA SCIA 1) Che cos è la SCIA? La SCIA - Segnalazione di Inizio Attività (Produttiva) - è la dichiarazione che, correttamente compilata e consegnata, consente di iniziare, modificare

Dettagli

DICHIARAZIONE DI AVVIO / MODIFICA ATTIVITÀ (DIAP)

DICHIARAZIONE DI AVVIO / MODIFICA ATTIVITÀ (DIAP) MODULISTICA REGIONALE UNIFICATA MODELLO A Spazio per apposizione protocollo Inserire qui stemma Comune Al Comune di DICHIARAZIONE DI AVVIO / MODIFICA ATTIVITÀ (DIAP) Ai sensi le L.R. 1/2007 e 8/2007 e

Dettagli

DICHIARAZIONE DI INIZIO/MODIFICA ATTIVITÀ PRODUTTIVA (DIAP) CASTELLEONE (CR) 0 1 9 0 2 5. Il/la sottoscritto/a

DICHIARAZIONE DI INIZIO/MODIFICA ATTIVITÀ PRODUTTIVA (DIAP) CASTELLEONE (CR) 0 1 9 0 2 5. Il/la sottoscritto/a MODULISTICA REGIONALE UNIFICATA MODELLO A DICHIARAZIONE DI INIZIO/MODIFICA ATTIVITÀ PRODUTTIVA (DIAP) CASTELLEONE (CR) 0 1 9 0 2 5 Al Comune di Cognome Ai sensi delle L.R. 1/2007 e 8/2007 e delle DGR 4502/2007,

Dettagli

DICHIARAZIONE DI INIZIO/MODIFICA ATTIVITÀ PRODUTTIVA (DIAP)

DICHIARAZIONE DI INIZIO/MODIFICA ATTIVITÀ PRODUTTIVA (DIAP) MODULISTICA REGIONALE UNIFICATA MODELLO A I DICHIARAZIONE DI INIZIO/MODIFICA ATTIVITÀ PRODUTTIVA (DIAP) Al Comune di B R E S C I A 1 7 0 2 9 Ai sensi delle L.R. 1/2007 e 8/2007 e delle DGR 4502/2007, 6919/2008

Dettagli

Controlli sulle imprese

Controlli sulle imprese Controlli sulle imprese Art. 25 del d.lgs. 33/2013 Oggetto dei controlli è la verifica della conformità delle attività esercitate a quanto autorizzato, ovvero del contenuto delle dichiarazioni rilasciate

Dettagli

COMUNE DI TRIUGGIO Polizia Locale

COMUNE DI TRIUGGIO Polizia Locale COMUNE DI TRIUGGIO Polizia Locale ADEMPIMENTI DI CUI ALL ART. 25 DEL D.LGS. N. 33/2013 ATTIVITA PRODUTTIVE Nuova Apertura Subingresso Trasferimento L.R. 1/2007 L.R. 8/2007 Produttive in genere ARPA, ENTI

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ AI FINI DELLA REGISTRAZIONE DELLE IMPRESE ALIMENTARI (REG. CE N. 852/04)

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ AI FINI DELLA REGISTRAZIONE DELLE IMPRESE ALIMENTARI (REG. CE N. 852/04) Ex - Allegato 1 SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ AI FINI DELLA REGISTRAZIONE DELLE IMPRESE ALIMENTARI (REG. CE N. 852/04) N.B. LA SCIA (Segnalazione certificata di inizio attività) VA INOLTRATA

Dettagli

OGGETTO: Istanza per l apertura di una sala giochi ai sensi degli articoli 86 e 110 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza.

OGGETTO: Istanza per l apertura di una sala giochi ai sensi degli articoli 86 e 110 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza. Marca da bollo Euro 14,62 AL COMUNE DI PIETRA LIGURE SETTORE ATTIVITA PRODUTTIVE OGGETTO: Istanza per l apertura di una sala giochi ai sensi degli articoli 86 e 110 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica

Dettagli

ASSISTENZA ONLINE. La piattaforma informatica MUTA. Cosa è il Muta, cosa serve e a chi è rivolto. Perchè utilizzare Muta

ASSISTENZA ONLINE. La piattaforma informatica MUTA. Cosa è il Muta, cosa serve e a chi è rivolto. Perchè utilizzare Muta ASSISTENZA ONLINE La piattaforma informatica MUTA MUTA (Modello Unico Trasmissione Atti) è un sistema di servizi implementato e messo a disposizione da Regione Lombardia per tutti i soggetti coinvolti

Dettagli

ATTIVITÀ DI VENDITA EX ART. 7 D.LGS 114/98, SOMMINISTRAZIONE EX ART. 8 COMMA 4 L.R. 30/03 E FORME SPECIALI DI VENDITA

ATTIVITÀ DI VENDITA EX ART. 7 D.LGS 114/98, SOMMINISTRAZIONE EX ART. 8 COMMA 4 L.R. 30/03 E FORME SPECIALI DI VENDITA MODULISTICA REGIONALE UNIFICATA SCHEDA 1 C.F. Allegato alla dichiarazione di ATTIVITÀ DI VENDITA EX ART. 7 D.LGS 11498, SOMMINISTRAZIONE EX ART. 8 COMMA 4 L.R. 3003 E FORME SPECIALI DI VENDITA LOCALI DI

Dettagli

SEMPLIFICAZIONE AMMINISTRATIVA PER LE ATTIVITA ECONOMICHE/DI SERVIZIO IN LOMBARDIA

SEMPLIFICAZIONE AMMINISTRATIVA PER LE ATTIVITA ECONOMICHE/DI SERVIZIO IN LOMBARDIA SEMPLIFICAZIONE AMMINISTRATIVA PER LE ATTIVITA ECONOMICHE/DI SERVIZIO IN LOMBARDIA INDICE LEGENDA DELLE SIGLE LEGGI E PROVVEDIMENTI DI RIFERIMENTO INTRODUZIONE LE AUTODICHIARAZIONI INTRODOTTE DALLA NORMATIVA

Dettagli

Tipologia di controllo a cui sono assoggettate le imprese (art. 25 comma 1 lett. a) D.Lgs. 33/2013)

Tipologia di controllo a cui sono assoggettate le imprese (art. 25 comma 1 lett. a) D.Lgs. 33/2013) Acconciatore Attività Titolo necessario per l'avvio dell'attività Tipologia di controllo a cui sono assoggettate le imprese (art. 25 comma 1 lett. a) D.Lgs. 33/2013) Elenco degli obblighi e degli adempimenti

Dettagli

SETTORE SERVIZI TECNICI : SUAP SPORTELLO UNICO ATTIVITA' PRODUTTIVE

SETTORE SERVIZI TECNICI : SUAP SPORTELLO UNICO ATTIVITA' PRODUTTIVE SETTORE SERVIZI TECNICI : SPORTELLO UNICO ATTIVITA' PRODUTTIVE Responsabile : geom. Claudio Sturaro Responsabile dei procedimenti relativi alle attività produttive: geom. Claudio Sturaro Orari apertura

Dettagli

S C R I V E R E I N S T A M P A T E L L O

S C R I V E R E I N S T A M P A T E L L O ALL.2 All ufficio Dipartimento di Prevenzione della ASL di e p.c. Al Comune di NOTIFICA UNITA D IMPRESA DEL SETTORE ALIMENTARE CON PROCEDURA DI DENUNCIA INIZIO ATTIVITA AI FINI DELLA REGISTRAZIONE (Art.

Dettagli

Allo Sportello Unico delle Attività Produttive del Comune di REALMONTE tramite:www.impresainungiorno.gov.it/web/agrigento/comune/t/h205

Allo Sportello Unico delle Attività Produttive del Comune di REALMONTE tramite:www.impresainungiorno.gov.it/web/agrigento/comune/t/h205 COMUNE DI REALMONTE PROTOCOLLO N. 9766 DEL 27-10-2015 IN arrivo Allegato 1: Denuncia Inizio di Attività (D.I.A.) ai fini della registrazione delle imprese alimentari (Reg. CE n. 852/04) Mod. SIA 01 ALL

Dettagli

DITTA: DENOMINAZIONE (RAGIONE SOCIALE): SEDE LEGALE: UBICAZIONE DELL ESERCIZIO:

DITTA: DENOMINAZIONE (RAGIONE SOCIALE): SEDE LEGALE: UBICAZIONE DELL ESERCIZIO: Schema di Relazione tecnica. DIA SANITARIA per STABILIMENTO O LABORATORIO DI PRODUZIONE, PREPARAZIONE E CONFEZIONAMENTO OD ESERCIZIO COMMERCIALE, NONCHE DEPOSITO DI SOSTANZE ALIMENTARI Lettera a) del quadro

Dettagli

DICHIARAZIONE SUBINGRESSO / CESSAZIONE / SOSPENSIONE E RIPRESA / CAMBIAMENTO RAGIONE SOCIALE DI ATTIVITA' PRODUTTIVA

DICHIARAZIONE SUBINGRESSO / CESSAZIONE / SOSPENSIONE E RIPRESA / CAMBIAMENTO RAGIONE SOCIALE DI ATTIVITA' PRODUTTIVA MODULISTICA REGIONALE UNIFICATA MODELLO B Spazio per apposizione protocollo Inserire qui stemma del Comune Al Comune di Cognome Codice Fiscale Nome Codice ISTAT Comune A cura degli Uffici Comunali Data

Dettagli

Domanda di autorizzazione

Domanda di autorizzazione Allo Sportello Unico Attività Produttive del Comune di Domanda di autorizzazione COMPLESSO TURISTICO-RICETTIVO ALL ARIA APERTA L.R. n. 28 dell 11 luglio 1986 Il sottoscritto, Cognome: Nome: 1. Dati azienda

Dettagli

Attività di produzione primaria: (Riquadro 2)

Attività di produzione primaria: (Riquadro 2) Denuncia di inizio attività ai fini della registrazione ai sensi dell art. 6 del Regolamento CE n. 852/2004 e dell art. 10 della Delibera del Presidente della Giunta Regionale Toscana n. 40/R del 01/ agosto

Dettagli

l sottoscritt nat _ a il residente in via Società con sede in Prov. via CF iscritta alla CCIAA di n.

l sottoscritt nat _ a il residente in via Società con sede in Prov. via CF iscritta alla CCIAA di n. Al COMUNE DI POGGIARDO (Provincia di LECCE) Servizio SUAP -ATTIVITA DI BED AND BREAKFAST- SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' l sottoscritt nat _ a il residente in via n. C.F., titolare dell omonima

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) (ad efficacia immediata) 1. Dati impresa Il sottoscritto: Cognome: Nome:

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) (ad efficacia immediata) 1. Dati impresa Il sottoscritto: Cognome: Nome: AL COMUNE DI MONTE SAN SAVINO U Sportello Unico per le Attività Produttive Corso Sangallo, 38 52048 Monte San Savino (Arezzo) Da inoltrare utilizzando il Portale Regionale accessibile dal sito web del

Dettagli

Sportello Unico per l'edilizia e le Attività Produttive

Sportello Unico per l'edilizia e le Attività Produttive Comune di Prato Sportello Unico per l'edilizia e le Attività Produttive Segnalazione Certificata di inizio Attività di industria insalubre (art. 216 Testo Unico Leggi Sanitarie) Questo molo va compilato

Dettagli

Modello A. 1. Operatore del settore alimentare. Timbro protocollo ufficio ricevente. Data. Al SUAP del Comune di

Modello A. 1. Operatore del settore alimentare. Timbro protocollo ufficio ricevente. Data. Al SUAP del Comune di Modello A Timbro protocollo ufficio ricevente Data Al SUAP del Comune di Oggetto: Dichiarazione di inizio attività (D.I.A.) ai sensi art. 6 reg. CE 852/2004 e della determina della Regione Emilia Romagna

Dettagli

ALLEGATO ALLA DENUNCIA INIZIO ATTIVITA (D.I.A.) AI FINI DELLA REGISTRAZIONE DELLE INPRESE ALIMENTARI (REGOLAMENTO CE N. 852/2004) Il/la sottoscritto/a

ALLEGATO ALLA DENUNCIA INIZIO ATTIVITA (D.I.A.) AI FINI DELLA REGISTRAZIONE DELLE INPRESE ALIMENTARI (REGOLAMENTO CE N. 852/2004) Il/la sottoscritto/a Scheda 1M Allegato 1 ALLEGATO ALLA DENUNCIA INIZIO ATTIVITA (D.I.A.) AI FINI DELLA REGISTRAZIONE DELLE INPRESE ALIMENTARI (REGOLAMENTO CE N. 852/2004) Allo Sportello Unico delle Attività Produttive del

Dettagli

DENUNCIA INIZIO ATTIVITA` (D.I.A.) AI FINI DELLA REGISTRAZIONE DELLE IMPRESE ALIMENTARI (REGOLAMENTO CE N. 852/2004)

DENUNCIA INIZIO ATTIVITA` (D.I.A.) AI FINI DELLA REGISTRAZIONE DELLE IMPRESE ALIMENTARI (REGOLAMENTO CE N. 852/2004) DENUNCIA INIZIO ATTIVITA` (D.I.A.) AI FINI DELLA REGISTRAZIONE DELLE IMPRESE ALIMENTARI (REGOLAMENTO CE N. 852/2004) Allo sportello unico delle attività produttive del comune di:... All Azienda unità sanitaria

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITÀ

SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITÀ Allo Sportello Unico Attività Produttive del Comune di SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITÀ LABORATORIO ARTIGIANALE PRODUZIONE E VENDITA CIBI DA ASPORTO Il sottoscritto, Cognome: Nome: 1. Dati azienda

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA di INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.)

SEGNALAZIONE CERTIFICATA di INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) SEGNALAZIONE CERTIFICATA di INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) Art. 19 Legge 7 Agosto 1990, n. 241 Attività di laboratorio artigianale alimentare con annessa vendita La presente SCIA deve essere inviata in modalità

Dettagli

Oggetto: Art. 19 Legge n. 241/1990: la segnalazione certificata di inizio attività - Prime indicazioni applicative.

Oggetto: Art. 19 Legge n. 241/1990: la segnalazione certificata di inizio attività - Prime indicazioni applicative. RegioneLombardia Giunta Regionale Direzione Generale Semplificazione e Digitalizzazione Prot. D 1.20 l 1.2356 Milano 16 marzo 2011 Ai Comuni della Lombardia Alle Camere di Commercio, Industria, Artigianato

Dettagli

P08 - Informazioni sulla S.C.I.A., la Segnalazione Certificata di Inizio Attività-rev.4-10/5/2016

P08 - Informazioni sulla S.C.I.A., la Segnalazione Certificata di Inizio Attività-rev.4-10/5/2016 P08 - Informazioni sulla S.C.I.A., la Segnalazione Certificata di Inizio Attività-rev.4-10/5/2016 CHE COS E LA SCIA La SCIA Segnalazione Certificata di Inizio Attività è la dichiarazione che consente alle

Dettagli

per una delle seguenti attività:

per una delle seguenti attività: STRUTTURA RICETTIVA SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA - SCIA n. 4 copie in carta semplice AFFITTACAMERE PROFESSIONALE AFFITTACAMERE NON PROFESSIONALE CASA E APPARTAMENTI VACANZE RESIDENZE D EPOCA

Dettagli

Domanda di autorizzazione

Domanda di autorizzazione Modulo E17.01 Mod.COM_32_AUT_Realizzaizone_Stabilimento_balneare Allo Sportello Unico Attività Produttive del Comune di Domanda di autorizzazione REALIZZAZIONE STABILIMENTO BALNEARE L.R. n. 17 del 21/12/2005

Dettagli

L azione di semplificazione per l impresa l di Regione Lombardia. Obiettivi di fine Legislatura e il caso del sistema MUTA

L azione di semplificazione per l impresa l di Regione Lombardia. Obiettivi di fine Legislatura e il caso del sistema MUTA L azione di semplificazione per l impresa l di Regione Lombardia. Obiettivi di fine Legislatura e il caso del sistema MUTA Paolo Mora Direttore Generale D.G. Commercio, Fiere e Mercati Indice 1. Normativa

Dettagli

Oggetto: Denuncia di Inizio attività (D.I.A.) ai sensi dell art. 6 del Reg. (CE) 852/2004 (Allegato B DDR n. 140 del 5.3.2008)

Oggetto: Denuncia di Inizio attività (D.I.A.) ai sensi dell art. 6 del Reg. (CE) 852/2004 (Allegato B DDR n. 140 del 5.3.2008) Pag. 1 di 7 Al Sig. Direttore UOC Veterinaria Area B (Igiene degli Alimenti di Origine Animale) Az.ULSS n.12 Dipartimento di Prevenzione P.le San Lorenzo Giustiniani, 11/d 30174 Zelarino Venezia (VE) Modello

Dettagli

RICHIESTA DI NULLA OSTA

RICHIESTA DI NULLA OSTA RICHIESTA DI NULLA OSTA Marca da bollo 14,62 Spazio riservato al Protocollo Al Comune di Gadesco Pieve Delmona Il/la sottoscritto/a - visto il D.P.R. 445/2000 C H I E D E il rilascio del nulla osta comunale

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITÀ

SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITÀ Allo Sportello Unico Attività Produttive del Comune di SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITÀ LABORATORIO ARTIGIANALE PRODUZIONE E VENDITA DOLCI E GELATI Il sottoscritto, Cognome: Nome: 1. Dati azienda

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITÀ

SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITÀ Allo Sportello Unico Attività Produttive del Comune di SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITÀ ATTIVITA DI SOMMINISTRAZIONE ALIMENTI E BEVANDE Il sottoscritto, Cognome: Nome: 1. Dati azienda e rappresentate

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITÀ

SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITÀ Allo Sportello Unico Attività Produttive del Comune di SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITÀ ATTIVITA ARTIGIANALE PER LA LAVORAZIONE FERRO E/O METALLI Il sottoscritto, Cognome: Nome: 1. Dati azienda

Dettagli

MODELLO A1. 1. Operatore del settore alimentare. Data. Al Dipartimento Sanità Pubblica Azienda USL di Bologna

MODELLO A1. 1. Operatore del settore alimentare. Data. Al Dipartimento Sanità Pubblica Azienda USL di Bologna MODELLO A1 Data Al Dipartimento Sanità Pubblica Azienda USL di Bologna Oggetto: Notifica ai fini della registrazione ai sensi art. 6 reg. CE 852/2004 e della determina della Regione Emilia Romagna n. 9223

Dettagli

Il Sottoscritto. Nome

Il Sottoscritto. Nome COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara Piazza Martiri della Libertà n. 28 - c.a.p. 28066 p. iva 00184500031 SETTORE PROGRAMMAZIONE TERRITORIALE Sportello Unico Attività Produttive E-mail: sp.unico@comune.galliate.no.it

Dettagli

TABELLA DIRITTI DI ISTRUTTORIA PORTALE SUAP VIGENTI DAL 01/01/2016

TABELLA DIRITTI DI ISTRUTTORIA PORTALE SUAP VIGENTI DAL 01/01/2016 TABELLA DIRITTI DI ISTRUTTORIA PORTALE SUAP VIGENTI DAL 01/01/2016 * L insediamento di una NUOVA attività economica all interno del Centro Storico è ESENTE DAL PAGAMENTO DEI DIRITTI SUAP PER TRE ANNI dalla

Dettagli

Allo Sportello Unico Attività Produttive. Comune di

Allo Sportello Unico Attività Produttive. Comune di Allo Sportello Unico Attività Produttive Comune di PROT. N DEL SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA PER LABORATORIO DI PANIFICAZIONE (Ai sensi dell art. 19 della L.241/90 e successive modifiche

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.)

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) AL COMUNE DI MONTE SAN SAVINO U Sportello Unico per le Attività Produttive - Corso Sangallo, 38 52048 (Arezzo) Da inoltrare utilizzando il Portale Regionale accessibile dal sito web del Comune - SUAP ONLINE

Dettagli

Comune di Chiaravalle

Comune di Chiaravalle ALLEGATO A - NUOVE TARIFFE (approvate con Delibera G.C. n. del ) Determinazione dei valori dei Diritti di Segreteria istituiti con il comma 10 dell art. 10 del D.L. 18/01/1993 n. 8, convertito con Legge

Dettagli

Prime note esplicative relative all applicazione della DGR n. 16-4910 del 14.11.2012 e della DD n. 799 del 15.11.2012.

Prime note esplicative relative all applicazione della DGR n. 16-4910 del 14.11.2012 e della DD n. 799 del 15.11.2012. Allegato I Prime note esplicative relative all applicazione della DGR n. 16-4910 del 14.11.2012 e della DD n. 799 del 15.11.2012. 1 - Premessa Sul supplemento Ordinario n. 227/L alla Gazzetta Ufficiale

Dettagli

Comune di Burcei. Settore Affari Generali Servizio Attività Produttive e promozione del territorio Responsabile del Servizio dott.

Comune di Burcei. Settore Affari Generali Servizio Attività Produttive e promozione del territorio Responsabile del Servizio dott. del Servizio dott. Adolf Cantafio N. amministrativo Fonte normativa (Suap) Tipo finale Unico Finale finale 1 Esercizi di vicinato, (L.R. n 5/2006 D.Lgs. n 59/2010) DUAAP ALLEGATO_B1 2 MSV (medie strutture

Dettagli

CITTA DI FINALE LIGURE SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA E SVILUPPO ECONOMICO

CITTA DI FINALE LIGURE SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA E SVILUPPO ECONOMICO R E P U B B L I C A I T A L I A N A CITTA DI FINALE LIGURE SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA E SVILUPPO ECONOMICO Servizio Sportello Unico Attività Produttive REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA D INIZIO ATTIVITA` (S.C.I.A.) AI FINI DELLA REGISTRAZIONE DELLE IMPRESE ALIMENTARI (REGOLAMENTI CE n.

SEGNALAZIONE CERTIFICATA D INIZIO ATTIVITA` (S.C.I.A.) AI FINI DELLA REGISTRAZIONE DELLE IMPRESE ALIMENTARI (REGOLAMENTI CE n. ALLEGATO 1 SEGNALAZIONE CERTIFICATA D INIZIO ATTIVITA` (S.C.I.A.) AI FINI DELLA REGISTRAZIONE DELLE IMPRESE ALIMENTARI (REGOLAMENTI CE n. 852/2004) ALLO SPORTELLO UNICO DELLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE DEL COMUNE

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI ESTETISTA E DEI TRATTAMENTI DI TATUAGGIO E DI PIERCING.

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI ESTETISTA E DEI TRATTAMENTI DI TATUAGGIO E DI PIERCING. CITTA' di GARDONE VAL TROMPIA (Provincia di Brescia) REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI ESTETISTA E DEI TRATTAMENTI DI TATUAGGIO E DI PIERCING. Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

SETTORE 6^ SVILUPPO ECONOMICO E MARKETING TERRITORIALE RESPONSABILE DR.SSA ELENA CHIESA ELENCO DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI

SETTORE 6^ SVILUPPO ECONOMICO E MARKETING TERRITORIALE RESPONSABILE DR.SSA ELENA CHIESA ELENCO DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI SETTORE 6^ RESPONSABILE DR.SSA ELENA CHIESA ELENCO DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI 1. 2. 3. 4. 5. 6. Denominazione COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO SCIA APERTURA ESERCIZIO DI VICINATO SCIA TRASFERIMENTO

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO/MODIFICA ATTIVITA' (SCIA)

SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO/MODIFICA ATTIVITA' (SCIA) MODULISTICA REGIONALE UNIFICATA S.C.I.A. MODELLO A SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO/MODIFICA ATTIVITA' (SCIA) Al Comune di POZZOLENGO (BS) Ai sensi delle L.R. 1/2007 e 33/2009, delle DGR 4502/2007, 6919/2008

Dettagli

COMUNICAZIONE DI SOSPENSIONE/REVOCA/CESSAZIONE ATTIVITÀ

COMUNICAZIONE DI SOSPENSIONE/REVOCA/CESSAZIONE ATTIVITÀ Comune di Mod. Comunale (Modello 0011 Versione 011-2014) COMUNICAZIONE DI SOSPENSIONE/REVOCA/CESSAZIONE ATTIVITÀ Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo

Dettagli

SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE

SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA AVVIO ATTIVITÀ NON SOGGETTE A PROGRAMMAZIONE Al SUAP del Comune di GIUGLIANO IN CAMPANIA Ai sensi dell art. 64 d.lgs.

Dettagli

COMUNE DI MANTA U F F I C I O C O M M E R C I O SPORTELLO UNICO ATTIVITA PRODUTTIVE

COMUNE DI MANTA U F F I C I O C O M M E R C I O SPORTELLO UNICO ATTIVITA PRODUTTIVE CODICE PRATICA riservato allo SUAP ALLO S.U.A.P. DEL COMUNE DI MANTA SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ DI PANIFICAZIONE (art. 4, D.L. 04/07/2006, n. 233) (COMPILARE IN STAMPATELLO) Il /La sottoscritto/a

Dettagli

Al Responsabile SUAP Via della Pineta 117 00040 Rocca Priora RM

Al Responsabile SUAP Via della Pineta 117 00040 Rocca Priora RM Al Responsabile SUAP Via della Pineta 117 00040 Rocca Priora RM SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA TEMPORANEA DI SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE ATTENZIONE!! DEVE PERVENIRE ALMENO 7 GIORNI

Dettagli

VADEMECUM DEI REQUISITI PER APRIRE UN ATTIVA

VADEMECUM DEI REQUISITI PER APRIRE UN ATTIVA VADEMECUM DEI REQUISITI PER APRIRE UN ATTIVA REQUISITI L esercizio dell attività è subordinato al possesso dei seguenti requisiti: A. requisiti soggettivi (per tutte le attività): 1. di moralità e onorabilità

Dettagli

LOTTERIE 03 03 01 A SCIA manifestazione sorte locale Economia e Organizzazione

LOTTERIE 03 03 01 A SCIA manifestazione sorte locale Economia e Organizzazione Servizio / Prestazione Cod. Procedimento Pratica Settore LOTTERIE 03 03 01 A SCIA manifestazione sorte locale MANIFESTAZIONI PUBBLICHE 03 03 02 A domanda per trattenimenti pubblici temporanei presenza

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITÀ

SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITÀ Allo Sportello Unico Attività Produttive del Comune di SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITÀ LABORATORIO ARTIGIANALE PRODUZIONE E VENDITA CIBI DA ASPORTO 1. Dati impresa Il sottoscritto: Cognome: Nome:

Dettagli

Comune di. Luogo di nascita: Comune Provincia Stato

Comune di. Luogo di nascita: Comune Provincia Stato Al Dipartimento di Prevenzione della ZT n dell ASUR Allegato 2 Al Comune di NOTIFICA INIZIO ATTIVITA SETTORE ALIMENTARE AI FINI DELLA REGISTRAZIONE (ART. 6 DEL REGOLAMENTO CE N. 852/2004 E DELLA D.G.R.

Dettagli

2.2 Subingresso, cessazione, altre modifiche nella gestione

2.2 Subingresso, cessazione, altre modifiche nella gestione 2. Guida alla redazione della SCIA Le modalità di compilazione della SCIA varia a seconda dell'applicativo telematico adottato dallo SUAP. E' possibile, però, affermare che l'utente si troverà a rispondere

Dettagli

C.F. Partita IVA (se diversa da C.F.) denominazione o ragione sociale

C.F. Partita IVA (se diversa da C.F.) denominazione o ragione sociale AL COMUNE/ALL UNIONE DEI COMUNI DI ALLO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE DI ATTIVITÀ DI ESTETISTA SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (L. n. 1/1990, L.R. n. 17/2011, D.Lgs 59/2010, art.

Dettagli

Luogo di nascita: Comune.. Provincia (..) Stato... Residenza: Via/Piazza N... C.A.P. Comune Provincia (..)

Luogo di nascita: Comune.. Provincia (..) Stato... Residenza: Via/Piazza N... C.A.P. Comune Provincia (..) ALLEGATO 1 Spazio per apporre il timbro di protocollo Data Prot. Al Dipartimento di Prevenzione ASL 1 Imperiese I - Oggetto: Notifica di inizio attività ai fini della registrazione (art. 6 Reg. CE 852/2004)

Dettagli

Ai sensi delle L.R. 1/2007 e 33/2009, delle DGR 4502/2007, 6919/2008 e 8547/08 e del D.L. 78/2010 conv. in L.122/2010. Il/La sottoscritto/a

Ai sensi delle L.R. 1/2007 e 33/2009, delle DGR 4502/2007, 6919/2008 e 8547/08 e del D.L. 78/2010 conv. in L.122/2010. Il/La sottoscritto/a Al Comune di 0 1 5 1 4 6 Cognome Codice Fiscale Nome Data di nascita: / / Cittadinanza: Sesso M F Luogo di nascita: Stato Comune Prov. Residenza: Comune Prov. Via, Piazza n C.A.P E-mail: Se disponibile,

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI SUBINGRESSO / CESSAZIONE / SOSPENSIONE E RIPRESA / CAMBIAMENTO RAGIONE SOCIALE DI ATTIVITA' PRODUTTIVA

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI SUBINGRESSO / CESSAZIONE / SOSPENSIONE E RIPRESA / CAMBIAMENTO RAGIONE SOCIALE DI ATTIVITA' PRODUTTIVA Al Comune di Cognome Codice Fiscale Nome Data di nascita: / / Cittadinanza: Sesso M F Luogo di nascita: Stato Comune Prov. Residenza: Comune Prov. Via, Piazza n C.A.P E-mail: Se disponibile, indicare l'indirizzo

Dettagli

Alberghi e altre attività ricettive Attività turistiche extralberghiere

Alberghi e altre attività ricettive Attività turistiche extralberghiere Alberghi e altre attività ricettive Attività turistiche extralberghiere Descrizione Riguarda le attività contemplate dai R.R. n. 16/2008 e 8/2015 affittacamere, ostelli per la gioventù, case ed appartamenti

Dettagli

(compilare in stampatello) ALLO SUAP DEL COMUNE DI MANTA 0 0 4 1 1 6

(compilare in stampatello) ALLO SUAP DEL COMUNE DI MANTA 0 0 4 1 1 6 CODICE PRATICA riservato allo SUAP MOD. 4COM FORME SPECIALI DI VENDITA AL DETTAGLIO COMMERCIO PER MEZZO DI APPARECCHI AUTOMATICI Segnalazione Certificata di Inizio attività (SCIA) (compilare in stampatello)

Dettagli

CHIEDE. Il sottoscritto si impegna a consegnare presso gli uffici comunali preventivamente al ritiro dell autorizzazione i seguenti documenti:

CHIEDE. Il sottoscritto si impegna a consegnare presso gli uffici comunali preventivamente al ritiro dell autorizzazione i seguenti documenti: Salò, Al Comune di SALO Il sottoscritto nato a il residente a c. f., in qualità di _ della società con sede in, iscrizione al Registro Imprese della C.C.I.A.A. di con n. in data CHIEDE il rilascio dell

Dettagli

Luogo di nascita: Comune Provincia Stato

Luogo di nascita: Comune Provincia Stato Allo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) del Comune di OSTRA NOTIFICA INIZIO ATTIVITÀ SETTORE ALIMENTARE AI FINI DELLA REGISTRAZIONE (ART. 6 DEL REGOLAMENTO CE N. 852/2004 E DELLA D.G.R.

Dettagli

Procedure per la registrazione imprese alimentari LINEE GUIDA

Procedure per la registrazione imprese alimentari LINEE GUIDA Procedure per la registrazione imprese alimentari LINEE GUIDA NORMATIVA DI RIFERIMENTO Regolamento CE 852/2004 Regolamento CE 853/2004 Linee guida sancite dall accordo Stato-Regioni rep. n. 2470 e 2477

Dettagli

SETTORE SVILUPPO ECONOMICO E MARKETING TERRITORIALE

SETTORE SVILUPPO ECONOMICO E MARKETING TERRITORIALE SETTORE COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO SCIA APERTURA, TRAFERIMENTO, SUBINGRESSO, AMPLIAMENTO/RIDUZIONE ESERCIZIO DI VICINATO COMMERCIO ELETTRONICO SCIA APERTURA, SUBINGRESSO, VARIAZIONE SITO WEB, ATTIVITA

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) (ad efficacia immediata) 1. Dati impresa Il sottoscritto: Cognome: Nome:

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) (ad efficacia immediata) 1. Dati impresa Il sottoscritto: Cognome: Nome: AL COMUNE DI MONTE SAN SAVINO U Sportello Unico per le Attività Produttive Corso Sangallo, 38 52048 Monte San Savino (Arezzo) Da inoltrare utilizzando il Portale Regionale accessibile dal sito web del

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI SUBINGRESSO/CESSAZIONE/SOSPENSIONE E RIPRESA/CAMBIAMENTO RAGIONE SOCIALE DI ATTIVITA' PRODUTTIVA

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI SUBINGRESSO/CESSAZIONE/SOSPENSIONE E RIPRESA/CAMBIAMENTO RAGIONE SOCIALE DI ATTIVITA' PRODUTTIVA MODULISTICA REGIONALE UNIFICATA S.C.I.A. MODELLO B SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI SUBINGRESSO/CESSAZIONE/SOSPENSIONE E RIPRESA/CAMBIAMENTO RAGIONE SOCIALE DI ATTIVITA' PRODUTTIVA Al Comune di NERVIANO (MI)

Dettagli

DICHIARAZIONE DI AVVIO ATTIVITA (D.A.A.) E COMUNICAZIONI VARIE

DICHIARAZIONE DI AVVIO ATTIVITA (D.A.A.) E COMUNICAZIONI VARIE DICHIARAZIONE DI AVVIO ATTIVITA (D.A.A.) (ai sensi L.R. n. 31/2008 art. 154) E COMUNICAZIONI VARIE Al Comune di... Il /La sottoscritto/a Codice ISTAT Comune A cura degli Uffici Comunali Cognome........

Dettagli

Allo sportello unico delle attività produttive del Comune di ACIREALE

Allo sportello unico delle attività produttive del Comune di ACIREALE ALLEGATO 1 DENUNCIA INIZIO ATTIVITA` (D.I.A.) AI FINI DELLA REGISTRAZIONE DELLE IMPRESE ALIMENTARI (REGOLAMENTO CE n. 852/2004) Allo sportello unico delle attività produttive del Comune di ACIREALE 1 Il/la

Dettagli

AVVISO DI ATTIVAZIONE INDUSTRIA INSALUBRE - Art. 216 R.D. 27.07.34 n 1265 TULLSS - (presentare 15 gg. prima dell inizio dell attività)

AVVISO DI ATTIVAZIONE INDUSTRIA INSALUBRE - Art. 216 R.D. 27.07.34 n 1265 TULLSS - (presentare 15 gg. prima dell inizio dell attività) AVVISO DI ATTIVAZIONE INDUSTRIA INSALUBRE - Art. 216 R.D. 27.07.34 n 1265 TULLSS - (presentare 15 gg. prima dell inizio dell attività) Parte riservata all Ufficio Cod. Ditta n. Pratica n. Al Signor Sindaco

Dettagli

OGGETTO: Nota Regione Piemonte Precisazioni in merito all art. 48 LR 56/77, così come modificato dalla LR 3/2013 e al DPR 380/01

OGGETTO: Nota Regione Piemonte Precisazioni in merito all art. 48 LR 56/77, così come modificato dalla LR 3/2013 e al DPR 380/01 Via Conte Verde, 125-14100 ASTI Casella Postale 130 Tel. +39 0141.481111 Fax. +39 0141.484095 e-mail: protocollo@pec.asl.at.it P.I. / Cod. Fisc. 01120620057 DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE SERVIZIO IGIENE

Dettagli

Cittadinanza Sesso M F Codice Fiscale _. Residenza: Comune Provincia. Via/Piazza N C.A.P. Tel. Cell

Cittadinanza Sesso M F Codice Fiscale _. Residenza: Comune Provincia. Via/Piazza N C.A.P. Tel. Cell ATTIVITA DI PRODUZIONE TRASFORMAZIONE, SOMMINISTRAZIONE, VENDITA DI ALIMENTI SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA ai sensi dell art. 6 del Reg. Europeo 852/2004 AL SERVIZIO IGIENE ALIMENTI E NUTRIZIONE

Dettagli

MODELLO VARIAZIONI SOGGETTIVE E DATI IMPRESA Attività commerciali

MODELLO VARIAZIONI SOGGETTIVE E DATI IMPRESA Attività commerciali Allo Sportello Unico delle Attività Produttive del COMUNE di MODELLO VARIAZIONI SOGGETTIVE E DATI IMPRESA Attività commerciali PRIVACY: Nel compilare questo modello le chiederemo di fornire dati personali

Dettagli

Descrizione: Intervento per realizzazione struttura e avvio attività di tipo artigianale per la lavorazione del

Descrizione: Intervento per realizzazione struttura e avvio attività di tipo artigianale per la lavorazione del Attività: LAVORAZIONE DEI METALLI Codice: 043 : Intervento per realizzazione struttura e avvio attività di tipo artigianale per la lavorazione del metallo e suoi derivati. L'attività artigianale deve essere

Dettagli

Al Comune di GIARRE - Attività Produttive

Al Comune di GIARRE - Attività Produttive Spazio per il Protocollo del Comune di Giarre GIARRE Scia commercio elettronico Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO ELETTRONICO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA Al Comune di GIARRE

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITÀ

SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITÀ Allo Sportello Unico Attività Produttive del Comune di SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITÀ TINTOLAVANDERIA Il sottoscritto, Cognome: Nome: 1. Dati azienda e rappresentante legale, ubicazione intervento,

Dettagli

AREA AFFARI GENERALI Ufficio Attività Produttive

AREA AFFARI GENERALI Ufficio Attività Produttive ESTREMI DI ISCRIZIONE DELLA DICHIARAZIONE (A CURA DELL UFFICIO) Ufficio ricevente Presentata il Modalità di inoltro Data protocollo Num. Prot fax a mano posta via telematica NUMERO ASSEGNATO ALLA PRATICA

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITÀ

SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITÀ Allo Sportello Unico Attività Produttive del Comune di SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITÀ ATTIVITA RICETTIVA EXTRALBERGHIERA Il sottoscritto, Cognome: Nome: 1. Dati azienda e rappresentate legale,

Dettagli

Regolamento per il rilascio di licenze per sale gioco

Regolamento per il rilascio di licenze per sale gioco Regolamento per il rilascio di licenze per sale gioco Approvato con deliberazione di Consiglio comunale n. 29 del 08.07.2008 In vigore dal 17.09.2008 I 20099 Sesto San Giovanni (MI), Piazza della Resistenza,

Dettagli

Modulo E7.02 mod. COM_38_scia_vend corrispondenza vers. 02 del 09/04/2015

Modulo E7.02 mod. COM_38_scia_vend corrispondenza vers. 02 del 09/04/2015 Allo Sportello Unico Attività Produttive del Comune di SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITÀ FORME SPECIALI DI VENDITA AL DETTAGLIO Vendita per Corrispondenza, Radio, Televisione o altri sistemi di

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO/MODIFICA ATTIVITÀ (SCIA)

SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO/MODIFICA ATTIVITÀ (SCIA) MODULISTICA REGIONALE UNIFICATA S.C.I.A. MODELLO A SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO/MODIFICA ATTIVITÀ (SCIA) Al Comune di B R E S C I A 1 7 0 2 9 Ai sensi delle L.R. 1/2007 e 33/2009, delle DGR 4502/2007,

Dettagli

Interventi pubblicati sulla piattaforma SuapER

Interventi pubblicati sulla piattaforma SuapER Interventi pubblicati sulla piattaforma SuapER Settore: Esercizio di vicinato Operazione: Attività artigianali e di servizio...3 Operazione: Commercio di vicinato...3 Operazione: Vendite straordinarie...3

Dettagli

REGOLAMENTO. Comune di Follonica. per l'apertura e la gestione di sale giochi. Delibera del Consiglio Comunale n. 79 del 26 novembre 2007

REGOLAMENTO. Comune di Follonica. per l'apertura e la gestione di sale giochi. Delibera del Consiglio Comunale n. 79 del 26 novembre 2007 Comune di Follonica per l'apertura e la gestione di sale giochi Delibera del Consiglio Comunale n. 79 del 26 novembre 2007 REGOLAMENTO INDICE SOMMARIO Articolo 1 Definizioni 1 Articolo 2 Ambito di applicazione

Dettagli

Segnalazione certificata di inizio attività di somministrazione di alimenti e bevande. Codice Fiscale TEL FAX

Segnalazione certificata di inizio attività di somministrazione di alimenti e bevande. Codice Fiscale TEL FAX AREA COMMERCIO E ATTIVITA PRODUTTIVE Sportello Unificato per il Commercio Timbro Protocollo MOD. 311 ESERCIZI PUBBLICI Servizio Attività economiche e di servizio SUAP Pianificazione Commerciale COMPILARE

Dettagli

S.C.I.A. per attività TURISTICO RICETTIVA EXTRA ALBERGHIERA NON SERVE MARCA DA BOLLO Allo Sportello Unico Imprese del Comune di SCANZOROSCIATE (BG)

S.C.I.A. per attività TURISTICO RICETTIVA EXTRA ALBERGHIERA NON SERVE MARCA DA BOLLO Allo Sportello Unico Imprese del Comune di SCANZOROSCIATE (BG) S.C.I.A. per attività TURISTICO RICETTIVA EXTRA ALBERGHIERA NON SERVE MARCA DA BOLLO Allo Sportello Unico Imprese del di SCANZOROSCIATE (BG) 1.Dati impresa SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA TURISTICO

Dettagli

attività artigianale acconciatori e barbieri Comunicare la modifica degli orari di apertura nell'attività di Scia / comunicazione

attività artigianale acconciatori e barbieri Comunicare la modifica degli orari di apertura nell'attività di Scia / comunicazione Elenco interventi pubblicati sul portale "Su@p on line" per i quali è obbligatorio l'invio telematico macro settore settore attività Intervento Tipo procedimento acconciatori e barbieri Aprire l'attività

Dettagli

Modulo notifica attività alimentare soggetta a registrazione (art.6 Reg. CE 852/2004) aggiornato al 1.3.2011

Modulo notifica attività alimentare soggetta a registrazione (art.6 Reg. CE 852/2004) aggiornato al 1.3.2011 Modulo notifica attività alimentare soggetta a registrazione (art.6 Reg. CE 852/2004) aggiornato al 1.3.2011 Spazio riservato al Comune per il protocollo A.S.L. Salerno (ex ASL Sa 2) - Dipartimento di

Dettagli

Art. 2 Modifica all articolo 4 della l.r. 34/2007. LEGGE REGIONALE 18 febbraio 2014, n. 6

Art. 2 Modifica all articolo 4 della l.r. 34/2007. LEGGE REGIONALE 18 febbraio 2014, n. 6 7213 LEGGE REGIONALE 18 febbraio 2014, n. 6 Modifiche e integrazioni alle leggi regionali 15 novembre 2007, n. 34, 7 agosto 2013, n. 27 e 11 febbraio 1999, n. 11. IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO Art.

Dettagli

DISCIPLINARE PER L APERTURA E LA GESTIONE DI SALE GIOCHI

DISCIPLINARE PER L APERTURA E LA GESTIONE DI SALE GIOCHI DISCIPLINARE PER L APERTURA E LA GESTIONE DI SALE GIOCHI Approvato con deliberazione di G.M. n. 122 dell 1/6/2012 INDICE GENERALE CAPO I DEFINIZIONI E DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 Definizioni Art. 2 Ambito

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA D INIZIO ATTIVITA DI IMPRENDITORE AGRICOLO PER APERTURA NUOVO ESERCIZIO / TRASFERIMENTO DI SEDE / MODIFICHE

SEGNALAZIONE CERTIFICATA D INIZIO ATTIVITA DI IMPRENDITORE AGRICOLO PER APERTURA NUOVO ESERCIZIO / TRASFERIMENTO DI SEDE / MODIFICHE Comune di Nocera Superiore Al Sindaco del Comune di Nocera Superiore Ufficio SUAP Corso G. Matteotti,15-84015 Nocera Superiore SEGNALAZIONE CERTIFICATA D INIZIO ATTIVITA DI IMPRENDITORE AGRICOLO PER APERTURA

Dettagli

COMUNE DI BRESCIA SETTORE SPORTELLI DELL EDILIZIA E DELLE IMPRESE

COMUNE DI BRESCIA SETTORE SPORTELLI DELL EDILIZIA E DELLE IMPRESE COMUNE DI BRESCIA SETTORE SPORTELLI DELL EDILIZIA E DELLE IMPRESE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI ESTETISTA E DEI TRATTAMENTI DI TATUAGGIO E DI PIERCING. Approvato con deliberazione del

Dettagli

attività commerciali vendita della stampa quotidiana e periodica modello 2_15_01

attività commerciali vendita della stampa quotidiana e periodica modello 2_15_01 N. identificativo marca da bollo La marca da bollo deve essere annullata e conservata in originale dal soggetto interessato AL COMUNE DI MONTE SAN SAVINO U Sportello Unico per le Attività Produttive Corso

Dettagli

attività commerciali vendita della stampa quotidiana e periodica modello 2_15_02

attività commerciali vendita della stampa quotidiana e periodica modello 2_15_02 N. identificativo marca da bollo La marca da bollo deve essere annullata e conservata in originale dal soggetto interessato AL COMUNE DI MONTE SAN SAVINO U Sportello Unico per le Attività Produttive Corso

Dettagli

La semplificazione dell iter procedurale per l esercizio delle attività imprenditoriali

La semplificazione dell iter procedurale per l esercizio delle attività imprenditoriali COMPETITIVITA La semplificazione dell iter procedurale per l esercizio delle attività imprenditoriali Dalla Dia alla Scia anche per le attività di vendita e somministrazione di alimenti e bevande Cosimo

Dettagli

Il/La sottoscritto/a cognome nome nato a stato il codice fiscale cittadinanza residente a cap provincia via n. *recapito tel.

Il/La sottoscritto/a cognome nome nato a stato il codice fiscale cittadinanza residente a cap provincia via n. *recapito tel. AL COMUNE DI... SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' RELATIVA ALL ATTIVITA di ESTETISTA Ai sensi e per gli effetti della L. 4.1.1990, n. 1, del D.L. 31 gennaio 2007, n.7, dell articolo 12 della

Dettagli

AL SINDACO DEL COMUNE DI _MEDICINA

AL SINDACO DEL COMUNE DI _MEDICINA Suap/Mod19 Marca da bollo 14,62 AL SINDACO DEL COMUNE DI _MEDICINA OGGETTO: Richiesta di autorizzazione temporanea per la somministrazione di alimenti e bevande di cui all art. 10, commi 1 e 2, della legge

Dettagli