Riforma della PAC Quadro comunitario e opzioni nazionali. Massimo Chiarelli

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Riforma della PAC Quadro comunitario e opzioni nazionali. Massimo Chiarelli"

Transcript

1 Riforma della PAC Quadro comunitario e opzioni nazionali Massimo Chiarelli Slides: Massimo Chiarelli e Vincenzo Lenucci Direzione Economica Confagricoltura Rovigo 30 ottobre 2013 Argomenti della presentazione 1. La Pac oggi e la riforma per il post Cosa (può) cambia(re) per le imprese con seminativi in termini di strumenti della politica: pagamenti diretti Interventi di mercato investimenti e crescita anche in termini di innovazione, aggregazione e gestione del rischio (sviluppo rurale) 3. Tempistica di attuazione 1

2 1. La Pac oggi e la riforma per il post 2013 La PAC attuale in un immagine 1 pilastro: pag.ti diretti e interventi di mercato 46 Mrd Eur = 78% (5,1 Mrd Eur per l Italia) 13 Mrd Eur = 22% (1,2 Mrd Eur per l Italia) 2 pilastro: sviluppo rurale 2

3 Interventi di mercato (OP, ofrutta, vino, interventi, quote ) Sviluppo rurale (agro- ambiente, investimenti, primo insediamento ) Pagamenti diretti (disaccoppiati su base storica, ma anche accoppiati ) La Pac oggi Interventi di mercato: puntare su OP e OI; no quote; no (o quasi) interventi ITALIA 1,5 MLD/anno Sviluppo rurale: gestione del rischio (anche calo del reddito) e incentivi alle OP ITALIA 4 MLD / anno Pagamenti diretti: eliminazione storicità e sistema a strati ( inverdimento e selettività) La Pac dopo il

4 Sulla riforma pesano le incognite del Budget UE. Il percorso delle prospettive finanziarie è partito di fatto da giugno 2011 e prevede un calo di risorse per la rubrica agricola nonché La ridistribuzione tra Paesi Ridistribuzione a carico dei Paesi con pagamenti diretti medi superiori al 90% della media comunitaria. Aumento per gli altri. 4

5 2.1. Cosa (può) cambia(re) per le imprese: Importi pagamenti diretti PAGAMENTI DIRETTI un nuovo sistema Con pagamento (tendenzialmente) uniforme Cui si sommano altri pagamenti a strati Titoli storici sostituiti da nuovi diritti in funzione della superficie condotta nel primo anno (per gli agricoltori del 2013 ) Vincolati a impegni ambientali (greening) Erogati in maniera selettiva 5

6 Sistema di pagamenti A STRATI teoricamente tutto sulla medesima superficie Pagamento di base Pagamento di greening Aumento 25% pagamento di base giovani agricoltori Abbinati obbligatoriamente Applicati obbligatoriamente Pagamento aree con svantaggi naturali Pagamento redistributivo (sui primi ha) Pagamento accoppiato (unico erogabile anche per UBA e per unità di prodotto) Applicati volontariamente La disponibilità per l Italia si riduce Massimali Anno pagamenti diretti (000 eur) ,953, Meno 6,3% 6

7 E la fetta della torta disponibile per il pagamento di base può andare da Risorse a regime (3,7 mrd eur) Greening 30% (1,1 mrd) Pag. di base 65% (2,5 mrd) Giovani 2% Riserva 3% Sino a Risorse a regime (3,7 mrd eur) Greening 30% (1,1 mrd) Pag. di base 50% (1,9 mrd) Giovani 2% Riserva 3% Accoppiato 15% 7

8 E addirittura a Pag. di base 20% (762 milioni) Risorse a regime (3,7 mrd eur) Greening 30% (1,1 mrd) Riserva 3% Pag. Redistr.vo 30% Accoppiato 15% Giovani 2% Il pagamento di base medio (nuovo titolo) e il totale compreso il greening possono quindi oscillare a regime tra Massimale pagamento di base Pag. di base eur/ha Greening eur/ha Totale eur/ha 2,5 mrd ,9 mrd ,76 mrd Ipotesi: pagamento unico nazionale; 10 milioni di ha ammissibili dichiarati; greening calcolato in valore fisso Un livello: - Non lontanissimo dagli attuali valori dei diritti per i seminativi e - al quale si sommerebbero eventualmente i pagamenti giovani, aree svantaggiate e accoppiati. 8

9 Si può arrivare (o ci si può avvicinare) al flat rate in tre modi a scelta dello Stato membro Regionalizzazione Lo stato può decidere su che base regionalizzare: Italia (10 milioni ha) premio medio 288 /ha Regione amministrativa (veneto) Regione geografica (pianura, collina montagna) Regione amministrativa e geografica (veneto pianura, veneto collina, veneto montagna) Misto: per esempio nord Italia pianura, montagna e collina Veneto premio medio 456 /ha; Lombardia 492; Emilia Romagna 299, Calabria 494; Puglia 386; Sardegna 125 (nostra elaborazione su dati INEA) 9

10 10

11 Il valore iniziale (al 2015) del titolo è dato Dal valore dei pagamenti percepiti (o dei titoli detenuti) nel 2014 abbattuto di una percentuale pari al rapporto tra risorse 2015 e risorse 2014 (meno 50% circa) suddiviso per il numero di titoli/ha ammissibili dichiarati nel

12 Prime simulazioni Valori indicativi sulla base dei testi normativi disponibili a fine giugno 2013 Convergenza semplice Anno Pag. base (eur/ha) Greening (eur/ha) Totale (eur/ha) Anno Pag. base (eur/ha) Greening (eur/ha) Totale (eur/ha) , , , , , , , , , , Azienda 1 Azienda 2 Media PDB = 200 eur/ha 12

13 Anno Pag. base (eur/ha) Convergenza parziale Greening (eur/ha) Totale (eur/ha) Anno Pag. base (eur/ha) Greenin g (eur/ha) Totale (eur/ha) , , , , , , , , , , ,3 207,5 218, Pag. base= Meno 30% Azienda 1 Azienda 2 Pag. base= 60% media Accedono ai pagamenti di base I produttori che hanno ottenuto un pagamento diretto nel 2013 e che presentano domanda nel 2015 Coloro che hanno acquisito da questi soggetti il diritto a partecipare alla riforma Gli Stati membri possono ammettere: I produttori di ortofrutta e/o coltivatori di vite negli anni passati Chiunque dimostri che abbia svolto un attività agricola nel 2013 In ogni caso tutti devono essere agricoltori attivi e cioè 13

14 Agricoltore attivo Colui che mantiene in buone condizioni le superfici naturalmente vocate alla coltivazione ed alla produzione di foraggio e che non appartiene alla lista nera (aeroporti, ferrovie, acquedotti, compagnie immobiliari, impianti sportivi e ricreativi permanenti) o che lo Stato membro definisce come un soggetto persona fisica o giuridica che ha un attività agricola non irrilevante rispetto all attività economica complessiva e/o la cui attività principale consiste nell esercizio dell attività agricola. Si può fissare una soglia di pagamento (sino a 5mila euro) al di sotto della quale tutti gli agricoltori sono attivi Greening Diversificazione seminativi Divieto riconversione foraggere Aree a focus ecologico Impegno Obbligo di due colture per le aziende tra 10 e 30 ha di seminativi. Obbligo di tre colture per aziende con oltre 30 ha Vietata la conversione in seminativi delle foraggere permanenti 5% sau aziendale destinata a focus ecologico : terrazzamenti, siepi, setaside etc. Esenzione Aziende con meno di 10 ha. E con colture per almeno il 75% in sommersione (ha residui <30ha) Aziende con meno di 15ha. Arboree e aziende con colture in sommersione 30% budget diviso linearmente o 30% del pagamento di base di ogni beneficiario 14

15 Pagamento accoppiato Elementi Descrizione Note Importo Sino al 13% del massimale (+2% per Circa milioni di le proteiche) euro Settori ammessi Interventi cereali, semi oleosi, proteiche, leguminose, riso, lino, canapa, frutta in guscio, patata da amido, latte e prodotti lattiero-caseari, sementi, carni ovicaprine, carni bovine, olio di oliva, bachi da seta, foraggi essiccati, luppolo, barbabietola da zucchero, ortofrutta e cedui a corta rotazione Pagamenti per ha o per capo ai settori di cui sopra importanti e in difficoltà. Creando un incentivo per il mantenimento di tali produzioni Sono esclusi il tabacco ed i comparti tradizionalmente fuori Pac tra cui la zootecnia suinicola ed avicola Altri Pagamenti Elementi Descrizione Note Giovani Sino 2% budget: Giovani Agricoltori fino a 40 anni per i primi 5 anni dall insediamento + 25% premio spettante OBBLIGATORIO Aree con svantaggi naturali Pagamento Redistributivo Sino 5% budget Sino 30% budget: pagamento suppletivo per i primi ha (fino ad un massimo di 30 ha o alla media nazionale (ex Francia 52 ha)) per azienda Tutte o meno le aree svantaggiate con un numero massimo di ettari FACOLTATIVO Valore massimo premio pari al massimo al 65% del premio di base con eventuale graduazione FACOLTATIVO 15

16 Ancora selettività: grandi e piccoli importi Elementi Descrizione Note Riduzione progressiva (degressività) Plafonamento (capping) Piccoli agricoltori Soglia minima domanda Taglio del 5% oltre 150 mila euro calcolati sul premio base La % della riduzione può arrivare sino al 100% oltre determinati limiti Regime forfetario con premio compreso tra 500 e 1250 euro senza obbligo di greening 100 euro o un ettaro. Aumentabile a 400 euro (un ha riducibile a 0,5 ha) Lo Stato membro decide percentuali di taglio e fasce ulteriori. Si escludono dal taglio i pagamenti di greening e i costi di manodopera. Facoltativo per lo Stato membro La soglia di 100 eur è obbligatoria. L aumento a discrezione dello Stato membro Comportamenti delle imprese Pagamento unico Rispettare la storicità al Condurre più terra (affitti) nel 2015 per aumentare i titoli; e aumentare il premio (e/o i diritti) nel 2014 in vista di un eventuale convergenza Greening Prepararsi agli adempimenti Valutare le esenzioni Selettività A favore degli agricoltori attivi e dei piccoli agricoltori. Contro le aziende di maggiori dimensioni (degressività/plafonamento ma anche greening) 16

17 Principali scelte dello Stato membro rispetto all applicazione del regime di pagamenti diretti 1. Entità massimale e pagamenti giovani (quale maggiorazione e per quanti ha); 2. Definizione ripartizione risorse a seguito eventuale applicazione di: pagamenti accoppiati, pagamenti aree con vincoli naturali, pagamento redistributivo sui primi ettari; pagamento piccoli agricoltori (tra 500 e 1250 eur); 3. Pagamento unico su base nazionale o regionale (definizione di regione ); Principali scelte dello Stato membro rispetto all applicazione del regime di pagamenti diretti 4. Definizione di agricoltore attivo: - ampliamento lista nera ; - Definizione attività non rilevante ; - Limite importo di verifica requisito (sino a 5mila euro franchigia) 5. Pagamento unico dal 2015 o convergenza (standard o parziale ) con vari dettagli applicativi (calcolo valore iniziale, inclusione titoli speciali e pagamenti accoppiati etc.); 6. Pagamenti accoppiati: scegliere comparti / regioni e indicare misure; 17

18 Principali scelte dello Stato membro rispetto all applicazione del regime di pagamenti diretti 7. Pagamenti redistributivi: entità dell importo e numero di ettari 8. Pagamenti aree con svantaggi: delimitazione aree 9. Applicazione regime piccoli agricoltori : fissazione dell importo forfetario 10. Definizione di superficie ammissibile (escludere vigneti e/o ortofrutta dalla prima assegnazione dei diritti). 11. Criteri di accesso alla riserva 12. % di degressività e eventuale capping 13. Soglia minima di accesso (ha e importo) Prossime Tappe di approvazione della riforma Autunno 2013 (entro il 16 dicembre) approvazione da parte del Consiglio e del Parlamento Europeo Entro fine anno (al massimo primi di gennaio) pubblicazione in GU del regolamento con i testi consolidati in tutte le lingue con entrata in vigore dal 1 gennaio 2014 Regolamento transitorio da approvare per posticipare di una anno il regime dei pagamenti diretti e finanziare alcune misure dello sviluppo rurale (con codecisione del Consiglio e Parlamento Europeo) 18

19 2.2. Cosa (può) cambia(re) per le imprese: Interventi di mercato Misure di mercato Tra le tante novità Puntando sul ruolo delle OP Si punta ad eliminare gli strumenti classici di garanzia di prezzo e di mercato Superando i sistemi di contingentamento delle produzioni Intervenendo su meccanismi di mercato e di gestione delle crisi 19

20 Comportamenti delle imprese OP Aggregarsi di più (finanziamenti all avviamento delle OP) Affidare alle OP il proprio ruolo sui mercati Quote Prepararsi alla fuoriuscita dal sistema (proroghe?) Gestire un mercato più concorrenziale Mercato Orientarsi verso nuovi strumenti: promozione; gestione delle crisi; contrattualizzazione e rapporti di filiera 2.3. Cosa (può) cambia(re) per le imprese: Sviluppo rurale 20

21 Sviluppo rurale Tra le tante novità Produzione e produttività sostenibili Un ottica verso un agricoltura più competitiva e orientata a Europa 2020 Gestione del rischio (calamità e calo del reddito) Ricerca e innovazione (reti) Sviluppo rurale Tra le tante novità 11 obbiettivi di approccio 1. Ricerca, sviluppo, innovazione 2. Accesso e impiego delle TIC 3. Competitività delle PMI, comprese agricoltura e pesca 4. Economia verde ed energie rinnovabili 5. Cambiamenti climatici e prevenzione dei rischi 6. Ambiente e risorse naturali e culturali 7. Mobilità sostenibile di persone e merci 8. Occupazione e mobilità dei lavoratori 9. Inclusione sociale e lotta alla povertà 10. Istruzione e apprendimento permanente 11. Pubblica amministrazione efficiente 21

22 Sviluppo rurale Tra le tante novità Priorità Sviluppo rurale 1. promuovere il trasferimento di conoscenze e l'innovazione nel settore agricolo e forestale e nelle zone rurali 2. potenziare la competitività della agricoltura e la redditività delleaziende agricole 3. incentivare la organizzazione della filiera agroalimentare, food e nonfood, e la gestione dei rischi nel settore agricolo 4. preservare, ripristinare e valorizzare gli ecosistemi correlati ad agricoltura e foreste 5. incoraggiare l uso efficiente delle risorse e il passaggio a un economia a basse emissioni di carbonio 6. promuovere inclusione sociale, riduzione della povertà e sviluppo economico nelle zone rurali 7. Assistenza tecnica e condizionalità ex-ante Comportamenti delle imprese Sostenibilità Misure agroambientali più impegnative Gestione dell acqua e investimenti tipo green economy Rischi Assicurazioni agevolate classiche e i nuovi fondi mutualistici per l assicurazione per il calo del reddito R&I Puntare ad investimenti innovativi anche in rete (PEI) 22

23 Fondo mutualistico per fronteggiare il calo del reddito 3. Tempistica La riforma è stata approvata ma va applicata 23

24 Pagamenti diretti Entro primo agosto 2014: Decisioni su plafond, convergenza, regionalizzazione, pagamenti accoppiati, agricolore attivo, regime dei piccoli, riduzione progressiva e capping etc. Sviluppo rurale Entro autunno 2014: accordo di partenariato su tutti i fondi comunitari Quanto prima: approvazione PSR (piani di sviluppo rurale) nazionali e/o regionali La riforma della Pac Può essere l occasione per il par-buckling dell agricoltura italiana 24

25 A patto però di Considerare nell applicazione la crescita e la competitività delle imprese Nel valutare il passaggio al pagamento unico (gradualità e redistribuzione) Nel bilanciare le esigenze di tutti i settori (anche quelli sinora esclusi) utilizzando tutti gli strumenti a disposizione Nel definire i criteri di selettività senza penalizzare troppo le imprese competitive e senza disperdere risorse Nel pensare a misure di sviluppo rurale per iniziative innovative e imprenditoriali magari anche applicate con semplicità Conclusioni La PAC del post 2013 per i seminativi Una PAC forse con meno risorse Pagamenti diretti sostanzialmente allineati al livello attuale, più perequati (tra Paesi e tra imprese beneficiarie) ma vincolati a inverdimento e più selettivi: agricoltori piccoli e attivi) Meno interventi di gestione diretta del mercato, meno vincoli e maggiore aggregazione Più investimenti in crescita intelligente, sostenibile e inclusiva In sostanza ANCHE un occasione per rilanciare il comparto ed essere più competitivi. 25

26 GRAZIE PER L ATTENZIONE Massimo Chiarelli Tel Web 26

La nuova PAC per la Sardegna

La nuova PAC per la Sardegna Università di Sassari Associazione Studenti di Agraria La nuova PAC per la Sardegna Vincenzo Lenucci Area Economica e Centro Studi - Confagricoltura Aula Magna Dipartimento di Agraria Sassari, venerdì

Dettagli

L agricoltura dopo la riforma della Pac 2014-2020. Riunioni di zona 2014. Slides di Vincenzo Lenucci e Massimo Chiarelli

L agricoltura dopo la riforma della Pac 2014-2020. Riunioni di zona 2014. Slides di Vincenzo Lenucci e Massimo Chiarelli L agricoltura dopo la riforma della Pac 2014-2020 Riunioni di zona 2014 Slides di Vincenzo Lenucci e Massimo Chiarelli Argomenti della presentazione 1. I nuovi pagamenti diretti 2. Approfondimenti su:

Dettagli

I PAGAMENTI DIRETTI NELLA NUOVA PAC. CAMBIAMENTI E IMPATTI

I PAGAMENTI DIRETTI NELLA NUOVA PAC. CAMBIAMENTI E IMPATTI I PAGAMENTI DIRETTI NELLA NUOVA PAC. CAMBIAMENTI E IMPATTI SENATO DELLA REPUBBLICA Commissione Agricoltura e Produzione Agroalimentare Prof. Felice ADINOLFI Università degli Studi di Bologna Roma 22 Gennaio

Dettagli

Aggiornamento e proposte

Aggiornamento e proposte La riforma della Pac verso il 2020 Aggiornamento e proposte Comitato Direttivo confederale Roma, 10 maggio 2012 Argomenti della presentazione Novità Tempistica Proposte di modifica richieste di Confagricoltura

Dettagli

La riforma della PAC per il post 2013: principali cambiamenti e possibili impatti

La riforma della PAC per il post 2013: principali cambiamenti e possibili impatti La riforma della PAC per il post 2013: principali cambiamenti e possibili impatti DENIS PANTINI Responsabile Area Agricoltura e Industria Alimentare 5 aprile 2013 I temi di approfondimento Il percorso

Dettagli

La riforma della PAC nelle proposte della Commissione europea. Andrea Comacchio Commissario allo sviluppo rurale

La riforma della PAC nelle proposte della Commissione europea. Andrea Comacchio Commissario allo sviluppo rurale La riforma della PAC nelle proposte della Commissione europea Andrea Comacchio Commissario allo sviluppo rurale La PAC nel nuovo bilancio Ue Congelamento della spesa in valori correnti per entrambi i pilastri

Dettagli

La riforma della PAC per il post 2013: principali cambiamenti e possibili impatti

La riforma della PAC per il post 2013: principali cambiamenti e possibili impatti La riforma della PAC per il post 2013: principali cambiamenti e possibili impatti Università di Bologna 17 maggio, 2013 I temi di approfondimento Il percorso di riforma Gli obiettivi e lo scenario economico

Dettagli

Cofinanziato dalla Commissione Europea

Cofinanziato dalla Commissione Europea Cofinanziato dalla Commissione Europea LA NUOVA PAC A partire da Gennaio 2015 Approccio più mirato e adattabile rispetto al passato Ampia scelta di regimi e misure facoltativi Possibilità di trasferimenti

Dettagli

PAC 2020: LA "CONTROPROPOSTA" APPROVATA DALLA COMAGRI DEL PE NUOVO REGIME DEI PAGAMENTI DIRETTI

PAC 2020: LA CONTROPROPOSTA APPROVATA DALLA COMAGRI DEL PE NUOVO REGIME DEI PAGAMENTI DIRETTI PAC 2020: LA "CONTROPROPOSTA" APPROVATA DALLA COMAGRI DEL PE NUOVO REGIME DEI PAGAMENTI DIRETTI ARGOMENTO Convergenza esterna Active farmers Flessibilità tra i pilastri NOVITÀ RISPETTO ALLA PROPOSTA UE

Dettagli

Il nuovo sistema di pagamenti diretti

Il nuovo sistema di pagamenti diretti FORUM INTERNAZIONALE DELL AGRICOLTURA E DELL ALIMENTAZIONE POLITICHE EUROPEE SVILUPPO TERRITORIALE MERCATI Il nuovo sistema di pagamenti diretti Angelo Frascarelli (Università di Perugia) Workshop su La

Dettagli

Gabriele Chiodini La nuova Pac: le principali novità e la regola dei pagamenti accoppiati

Gabriele Chiodini La nuova Pac: le principali novità e la regola dei pagamenti accoppiati Gabriele Chiodini La nuova Pac: le principali novità e la regola dei pagamenti accoppiati Le riforme della PAC 1962-1968: periodo transitorio; 1968-1984: funzionamento delle OCM; 1984-1988: prima riforma

Dettagli

L utilizzazione dell art. 68 e la gestione del rischio nella nuova Pac

L utilizzazione dell art. 68 e la gestione del rischio nella nuova Pac Workshop Gli strumenti per l assicurazione del rischio di impresa nello scenario della nuova Pac L utilizzazione dell art. 68 e la gestione del rischio nella nuova Pac Roma, 3 marzo 2009 Angelo Frascarelli

Dettagli

3 miliardi di euro l anno) per finanziare le misure del. mercato) di circa 4 miliardi di euro (per l OCM non vi

3 miliardi di euro l anno) per finanziare le misure del. mercato) di circa 4 miliardi di euro (per l OCM non vi PAC 2014-20202020 L agricoltura italiana verso il futuro I NUMERI La dotazione assegnata all Italia è di circa 52 miliardi di euro, in 7 anni. Circa 27 miliardi di euro totali (circa 4 miliardi di euro

Dettagli

I RISCHI PER SVILUPPARE L IMPRESA

I RISCHI PER SVILUPPARE L IMPRESA CESAR - ASNACODI Assisi, 13 febbraio 2015 Convegno GESTIRE I RISCHI PER SVILUPPARE L IMPRESA Gestione del rischio in Italia: le nuove prospettive Angelo Frascarelli è docente di Economia e Politica Agraria

Dettagli

Zola fa agricoltura Il Mondo contadino dal seminativo alla zootecnia

Zola fa agricoltura Il Mondo contadino dal seminativo alla zootecnia Zola fa agricoltura Il Mondo contadino dal seminativo alla zootecnia I sostegni alle imprese agricole per la competitività e la diversificazione dei redditi Zola Predosa 29 ottobre 2011 Zola fa agricoltura

Dettagli

PAC 2014-2020 L agricoltura italiana verso il futuro

PAC 2014-2020 L agricoltura italiana verso il futuro PAC 2014-2020 L agricoltura italiana verso il futuro LE RISORSE FINANZIARIE La dotazione assegnata all Italia è di circa 52 miliardi di euro, in 7 anni. Circa 27 miliardi di euro totali (circa 4 miliardi

Dettagli

LE NUOVE MISURE DELLA GESTIONE DEI RISCHI PAOLA GROSSI

LE NUOVE MISURE DELLA GESTIONE DEI RISCHI PAOLA GROSSI LE NUOVE MISURE DELLA GESTIONE DEI RISCHI PAOLA GROSSI PRESIDENTE GRUPPO GESTIONE DEI RISCHI COPA-COGECA 1. QUALI I RISCHI PER UN IMPRESA AGRICOLA 2. PERCHE SOSTENERE LA GESTIONE DEI RISCHI 3. LE POSSIBILITÀ

Dettagli

IL PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2014 2020 della Regione Friuli Venezia Giulia SETTEMBRE 2014

IL PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2014 2020 della Regione Friuli Venezia Giulia SETTEMBRE 2014 IL PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2014 2020 della Regione Friuli Venezia Giulia SETTEMBRE 2014 Attività di preparazione Ottobre 2010: La Commissione licenzia il Documento Europa 2020: per una crescita intelligente,

Dettagli

I pagamenti diretti 2015 2020 UN CANTIERE APERTO

I pagamenti diretti 2015 2020 UN CANTIERE APERTO I pagamenti diretti 2015 2020 2020 UN CANTIERE APERTO Gli Obiettivi della Nuova PAC Gli Obiettivi della Nuova PAC La strategia Europa 2020 ha indicato la mission generale della nuova Pac, che si propone

Dettagli

il Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR)

il Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) Le priorità e le sfide da affrontare nella programmazione 2014-2020: il Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) Claudio Sacchetto Assessore all Agricoltura e foreste e alla caccia e pesca

Dettagli

Politica Agricola comune (2014-2020)

Politica Agricola comune (2014-2020) Politica Agricola comune (2014-2020) Obiettivo La politica agricola comune (PAC) è progettata per offrire una struttura moderna, sostenibile ed efficiente al settore agricolo in Europa. Essa mira a promuovere

Dettagli

Il Regime di Pagamento Unico. Simone Severini DAFNE Facoltà di Agraria Viterbo

Il Regime di Pagamento Unico. Simone Severini DAFNE Facoltà di Agraria Viterbo Il Regime di Pagamento Unico Simone Severini DAFNE Facoltà di Agraria Viterbo Riforma Fischler (2003) Motivazioni della riforma Allargamento dell UE del 2004 (15 25 Stati Membri): Nuovi SM: rapporto abitanti/agricoltori;

Dettagli

La Pac, criticità e punti da migliorare

La Pac, criticità e punti da migliorare La Pac, criticità e punti da migliorare Roberto Pretolani Dipartimento di Economia, Management e Metodi quantitativi Università degli Studi di Milano Cremona, 22 aprile 2016 Situazione attuale della PAC

Dettagli

NUOVA PROGRAMMAZIONE 2014-2020

NUOVA PROGRAMMAZIONE 2014-2020 PSR 2007-20132013 Nuova programmazione 2014-20202020 La Spezia, 14 dicembre 2012 - Sede della Provincia (Via Vittorio Veneto, 2) SETTORE POLITICHE AGRICOLE E DELLA PESCA NUOVA PROGRAMMAZIONE 2014-2020

Dettagli

Le misure dello sviluppo rurale a favore della biodiversità

Le misure dello sviluppo rurale a favore della biodiversità ECORICE e le prospettive future Le misure dello sviluppo rurale a favore della biodiversità Mario Perosino Regione Piemonte Direzione Agricoltura mario.perosino@regione.piemonte.it ECORICE e le prospettive

Dettagli

Politica Agricola Comune (PAC)

Politica Agricola Comune (PAC) Politica Agricola Comune (PAC) La Politica Agricola Comune (PAC) rappresenta l'insieme delle regole che l'unione europea, fin dalla sua nascita, ha inteso darsi riconoscendo la centralità del comparto

Dettagli

QUALE FUTURO PER LA PAC?

QUALE FUTURO PER LA PAC? QUALE FUTURO PER LA PAC? Roberto Pretolani Dipartimento di Economia e Politica Agraria, Agroalimentare e Ambientale Università degli Studi di Milano Società Agraria di Lombardia, 20 aprile 2011 L ennesima

Dettagli

La politica di sviluppo rurale e il PSR 2007-2013 della Lombardia

La politica di sviluppo rurale e il PSR 2007-2013 della Lombardia La politica di sviluppo rurale e il PSR 2007-2013 della Lombardia Roberto Pretolani Dipartimento di Economia e Politica Agraria, Agro-alimentare e Ambientale Università degli Studi di Milano La politica

Dettagli

Verso la nuova PAC 2014-2020 per lo sviluppo rurale in Toscana

Verso la nuova PAC 2014-2020 per lo sviluppo rurale in Toscana Verso la nuova PAC 2014-2020 per lo sviluppo rurale in Toscana Roberto Pagni Regione Toscana Dirigente Settore Politiche Comunitarie e Regionali per la competitività Convegno Il sistema agroalimentare

Dettagli

Lo Sviluppo Rurale verso il 2020 Accordo / Contratto di partenariato

Lo Sviluppo Rurale verso il 2020 Accordo / Contratto di partenariato Lo Sviluppo Rurale verso il 2020 Accordo / Contratto di partenariato Comitato di Sorveglianza PSR 2007/2013 Olof S. Roma, 31 Maggio 2012 Indice 1. Il contesto della riforma 2. L approccio alla programmazione

Dettagli

Interventi di mercato e quote latte dopo l Health Check

Interventi di mercato e quote latte dopo l Health Check Workshop promosso dal Gruppo 2013 Il futuro della PAC dopo l Health Check Roma, Palazzo Rospigliosi, 26 novembre 2008 Interventi di mercato e quote latte dopo l Health Check Gabriele Canali Università

Dettagli

La proposta di PSR della Regione Piemonte 2014-2020

La proposta di PSR della Regione Piemonte 2014-2020 La proposta di PSR della Regione Piemonte 2014-2020 Dotazione finanziaria SPESA PUBBLICA: 1.092 Meuro FEASR: 471,3 Meuro STATO: 434,5 Meuro REGIONE: 186,2 Meuro (ca. 26 Meuro/anno) 2014 2015 2016 2017

Dettagli

Riforma della PAC Aiuti Diretti. CIA di Treviso - Working Progress - Ultimo Aggiornamento Fine Ottobre Riproduzione Vietata

Riforma della PAC Aiuti Diretti. CIA di Treviso - Working Progress - Ultimo Aggiornamento Fine Ottobre Riproduzione Vietata Riforma della PAC Aiuti Diretti Europa 2020 Aiuti diretti Quadro finanziario Pluriennale (QFP) per l Italia 2014 2015 2016 2017 2018 2019 2020 TOTALE 3953,3 3902,0 3850,8 3799,5 3751,9 3704,3 3704,3 26.666,38

Dettagli

Programmazione 2014-2020

Programmazione 2014-2020 Programmazione 2014-2020 Enrica Addis Assessorato dell agricoltura e riforma agropastorale Servizio Programmazione, controllo e innovazione in agricoltura L agricoltura in Sardegna I dati del censimento

Dettagli

PAC 2014-2020 Rossella Pampanini Dip. di Scienze Agrarie, alimentari e ambientali, Università di Perugia

PAC 2014-2020 Rossella Pampanini Dip. di Scienze Agrarie, alimentari e ambientali, Università di Perugia Università degli Studi di Perugia PAC 2014-2020 Rossella Pampanini Dip. di Scienze Agrarie, alimentari e ambientali, Università di Perugia PERCHÉ UNA NUOVA RIFORMA? affrontare le crescenti preoccupazioni

Dettagli

La nuova Politica Agricola Comune (PAC)

La nuova Politica Agricola Comune (PAC) Argomenti trattati La nuova Politica Agricola Comune (PAC) Il percorso per giungere alla nuova PAC I principali elementi della discussione in atto Lo Sviluppo Rurale nella nuova PAC Spunti di riflessione

Dettagli

Dsa3 Università di Perugia

Dsa3 Università di Perugia Dsa3 Università di Perugia Perugia, 3 ottobre 2014 Seminario Agricoltura familiare: riflessioni per una società più sostenibile La PAC 2014-2020 e l agricoltura familiare Angelo Frascarelli Docente di

Dettagli

La risicoltura italiana e le sfide della nuova P.A.C. Enrico Losi - Ente Nazionale Risi - Milano

La risicoltura italiana e le sfide della nuova P.A.C. Enrico Losi - Ente Nazionale Risi - Milano La risicoltura italiana e le sfide della nuova P.A.C. Enrico Losi - Ente Nazionale Risi - Milano Semine 2012 Con le semine del 2012 si è completata la vecchia riforma: tutti gli aiuti accoppiati sono stati

Dettagli

PAC POST 2013, I NUOVI SCENARI DEL SETTORE VITIVINICOLO. Palma Esposito. Responsabile nazionale settore vitivinicolo

PAC POST 2013, I NUOVI SCENARI DEL SETTORE VITIVINICOLO. Palma Esposito. Responsabile nazionale settore vitivinicolo PAC POST 2013, I NUOVI SCENARI DEL SETTORE VITIVINICOLO Palma Esposito Responsabile nazionale settore vitivinicolo Principali novità per il vino nella PAC post 2013 e indicazioni temporali PAC post 2013,

Dettagli

PSR 2014-2020: le prospettive provinciali Incontro con il partenariato

PSR 2014-2020: le prospettive provinciali Incontro con il partenariato PSR 2014-2020: le prospettive provinciali Incontro con il partenariato Costruiamo la strategia: dall analisi di contesto ai fabbisogni Luca Cesaro INEA Trentino Alto Adige Trento, 6 marzo 2014 Fasi di

Dettagli

Conferenza stampa APPROVAZIONE PSR BASILICATA 2014-2020

Conferenza stampa APPROVAZIONE PSR BASILICATA 2014-2020 Conferenza stampa APPROVAZIONE PSR BASILICATA 2014-2020 Assessore Regionale Luca Braia Giovanni Oliva - Vittorio Restaino Dipartimento Politiche Agricole e Forestali - Regione Basilicata Potenza - Sala

Dettagli

Il Programma di Sviluppo Rurale (PSR) FEASR 2014 2020

Il Programma di Sviluppo Rurale (PSR) FEASR 2014 2020 PROGRAMMAZIONE 2014 2020 Valutazione Ambientale Strategica Programma Operativo Regionale FESR Programma di Sviluppo Rurale FEASR Forum Pubblico e prima Conferenza di Valutazione Il Programma di Sviluppo

Dettagli

La nuova PAC per la Sardegna. Stefano Leporati

La nuova PAC per la Sardegna. Stefano Leporati La nuova PAC per la Sardegna Stefano Leporati Riepilogo Il bilancio Le regole transitorie La PAC I 5 punti COLDIRETTI Le scelte A fair system for all EU regions (eligibility simulation) GDP/capita* *index

Dettagli

Una nuova PAC: quali le novità per le montagne? Fabio Pierangeli Istituto Nazionale di Economia Agraria

Una nuova PAC: quali le novità per le montagne? Fabio Pierangeli Istituto Nazionale di Economia Agraria Una nuova PAC: quali le novità per le montagne? Fabio Pierangeli Istituto Nazionale di Economia Agraria Implementazione nazionale. A che punto siamo? - 27 maggio accordo politico su importanti opzioni

Dettagli

La Politica Agricola Comune, i Programmi di Sviluppo Rurale e la Rete Natura 2000 Stato attuale e quadro post 2013

La Politica Agricola Comune, i Programmi di Sviluppo Rurale e la Rete Natura 2000 Stato attuale e quadro post 2013 La Politica Agricola Comune, i Programmi di Sviluppo Rurale e la Rete Natura 2000 Stato attuale e quadro post 2013 Luigi Servadei Ministero Luogo e delle datapolitiche Agricole, D.G. Sviluppo Rurale Rete

Dettagli

Infrastrutture verdi e greening in agricoltura: un ambito di contatto tra fondi SIE europei 2014-2020 e nuova PAC

Infrastrutture verdi e greening in agricoltura: un ambito di contatto tra fondi SIE europei 2014-2020 e nuova PAC Convegno CATAP Riflessi della nuova Politica Agricola Comune 2014-2020 sull ambiente e sul paesaggio in Italia. Roma, 19 giugno 2014 Infrastrutture verdi e greening in agricoltura: un ambito di contatto

Dettagli

BREVE INFO PROGRAMMA SVILUPPO RURALE CROAZIA - I PRIMI RISULTATI DEI BANDI PUBBLICATI. DESK FONDI STRUTTURALI ICE ZAGABRIA Croazia

BREVE INFO PROGRAMMA SVILUPPO RURALE CROAZIA - I PRIMI RISULTATI DEI BANDI PUBBLICATI. DESK FONDI STRUTTURALI ICE ZAGABRIA Croazia BREVE INFO PROGRAMMA SVILUPPO RURALE CROAZIA - I PRIMI RISULTATI DEI BANDI PUBBLICATI DESK FONDI STRUTTURALI ICE ZAGABRIA Croazia Programma Sviluppo Rurale introduzione La prima bozza del Programma per

Dettagli

Il NUOVO PSR PUGLIA IISS L.G.M. Columella

Il NUOVO PSR PUGLIA IISS L.G.M. Columella Il NUOVO PSR PUGLIA IISS L.G.M. Columella Opportunità di Finanziamento per i Giovani Relatore: Dr. Agr. Andrea Antonio PANICO Lecce, li 21/02/2015 Confederazione Italiana Agricoltori Lecce- Nuovo PSR PUGLIA

Dettagli

SOSTENIBILITÀ ECONOMICA DELLE FONTI RINNOVABILI IN AGRICOLTURA

SOSTENIBILITÀ ECONOMICA DELLE FONTI RINNOVABILI IN AGRICOLTURA Rovato, 13 novembre 2013 SOSTENIBILITÀ ECONOMICA DELLE FONTI RINNOVABILI IN AGRICOLTURA Michele Donati Dipartimento di Bioscienze Università degli Studi di Parma Il nuovo imprenditore agricolo L agricoltore

Dettagli

FAQ. La formazione è obbligatoria anche per il subentrante? Si.

FAQ. La formazione è obbligatoria anche per il subentrante? Si. FAQ Le risposte di seguito riportate hanno carattere indicativo e non vincolante. Eventuali approfondimenti specifici potranno essere richiesti agli uffici referenti delle singole misure. INFORMAZIONI

Dettagli

la nuova PAC per una visione di insieme

la nuova PAC per una visione di insieme per una visione di insieme sommario Presentazione 3 I pilastri della 4 Uno sguardo d insieme 5 Le novità per il I Pilastro 6 Le novità per il II Pilastro 9 Glossario 12 Il volume è frutto dell operato

Dettagli

Nuova PAC: il Consiglio dell'ue approva definitivamente la riforma per il periodo 2014-2020

Nuova PAC: il Consiglio dell'ue approva definitivamente la riforma per il periodo 2014-2020 mer c o l e d ì 1 8 d i c e mbre 2 0 1 3 Nuova PAC: il Consiglio dell'ue approva definitivamente la riforma per il periodo 2014-2020 Il 16 Dicembre 2013 il Consiglio dell'ue ha adottato il pacchetto di

Dettagli

Outline. 1. Il contesto della riforma della PAC. 2. Sfide ed obiettivi. 3. Le proposte legislative. 4. Le prossime tappe

Outline. 1. Il contesto della riforma della PAC. 2. Sfide ed obiettivi. 3. Le proposte legislative. 4. Le prossime tappe La PAC verso il 2020 Proposte legislative Loretta Dormal Marino DG Agricoltura e Sviluppo rurale Commissione Europea Olof S. Outline 1. Il contesto della riforma della PAC 2. Sfide ed obiettivi 3. Le proposte

Dettagli

Aggiornamenti sulla PAC. Sommario. di Maria Rosaria Pupo D'Andrea (Dicembre 2011)

Aggiornamenti sulla PAC. Sommario. di Maria Rosaria Pupo D'Andrea (Dicembre 2011) Aggiornamenti sulla PAC di Maria Rosaria Pupo D'Andrea (Dicembre 2011) Sommario - Distribuzione degli aiuti tra Stati membri e flessibilità tra pilastri - Agricoltore attivo - Requisiti minimi per beneficiare

Dettagli

Montagne di opportunità

Montagne di opportunità Montagne di opportunità La nuova PAC: cosa cambia?... 3 Quali sono le novità?... 3 Coordinamento con le altre politiche europee... 5 1 Pilastro: Pagamenti Diretti... 5 Regimi obbligatori... 6 Pagamento

Dettagli

Anno Accademico 2011-2012

Anno Accademico 2011-2012 Università di Bologna Facoltà di Agraria Anno Accademico 2011-2012 Insegnamento di POLITICA delle PRODUZIONI VEGETALI Docente Prof. GIORGIO ZAGNOLI Le riforme degli anni 90 VERSO LA RIFORMA FISCHLER...

Dettagli

Riforma della PAC: si apre il confronto tra Parlamento, Consiglio e Commissione. I nuovi regolamenti pronti a giugno?

Riforma della PAC: si apre il confronto tra Parlamento, Consiglio e Commissione. I nuovi regolamenti pronti a giugno? Riforma della PAC: si apre il confronto tra Parlamento, Consiglio e Commissione. I nuovi regolamenti pronti a giugno? Gianfranco Latino - Direzione Agricoltura Mario Perosino - Direzione Agricoltura La

Dettagli

La Pac dopo il 2014: obiettivi, strumenti e problematiche

La Pac dopo il 2014: obiettivi, strumenti e problematiche La Pac dopo il 2014: obiettivi, strumenti e problematiche Roberto Pretolani Dipartimento di Economia, Management e Metodi Quantitativi Università degli Studi di Milano Cremona, 26 ottobre 2012 Le riforme

Dettagli

Dal FEP al FEAMP: quale transizione

Dal FEP al FEAMP: quale transizione L attuazione della Politica Europea per la Pesca: Dal FEP al FEAMP Bologna, 08 ottobre 2014 Regione Emilia Romagna FEP: Misura 5.1 Assistenza tecnica Dal FEP al FEAMP: quale transizione Giulio Malorgio

Dettagli

Aiuti agli agricoltori veri con la black list di Luisa Rosa

Aiuti agli agricoltori veri con la black list di Luisa Rosa La cancellazione dell Imu in agricoltura, operazione politica e sindacale di Confagricoltura Prima il rinvio e poi la cancellazione della prima rata per il 2013 e infine l impegno dello stesso Governo

Dettagli

Competitività e ricambio generazionale: descrizione delle misure

Competitività e ricambio generazionale: descrizione delle misure Misura 4 - Investimenti materiali (art. 17) La misura punta al miglioramento delle prestazioni economiche e ambientali delle aziende agricole e delle imprese rurali Finalità: rendere più efficiente il

Dettagli

2020. I contenuti della riforma approvata il 20 novembre 2013

2020. I contenuti della riforma approvata il 20 novembre 2013 Europe Direct Emilia - Agrea Bologna, 4 dicembre 2013 La Pac 2014-2020. 2020. I contenuti della riforma approvata il 20 novembre 2013 Angelo Frascarelli è docente di Economia e Politica Agraria nella Facoltà

Dettagli

PSR 2014-2020: le prospettive provinciali

PSR 2014-2020: le prospettive provinciali PSR 2014-2020: le prospettive provinciali Incontro con il partenariato La gestione del rischio Gregorio Rigotti Dipartimento Territorio, Agricoltura, Ambiente e Foreste Trento, 6 marzo 2014 Contenuti La

Dettagli

Presentazione situazione dell allevamento italiano

Presentazione situazione dell allevamento italiano Incontro tecnico Gruppo UNIPEG Tavola Rotonda Dalle produzioni eccellenti del territorio alla Riforma PAC Presentazione situazione dell allevamento italiano Kees de Roest - Claudio Montanari CRPA-Reggio

Dettagli

Gli strumenti di Politica Agraria

Gli strumenti di Politica Agraria Gli strumenti di Politica Agraria Prof. Andrea Segrè 1 Motivazioni degli interventi di politica agraria Migliorare il collegamento delle imprese agricole con il mercato Facilitare la concentrazione Stabilizzare

Dettagli

FONDO EUROPEO AGRICOLO PER LO SVILUPPO RURALE (FEASR) PROGRAMMAZIONE 2014-2020. Consultazione online del partenariato - Le sottomisure del PSR

FONDO EUROPEO AGRICOLO PER LO SVILUPPO RURALE (FEASR) PROGRAMMAZIONE 2014-2020. Consultazione online del partenariato - Le sottomisure del PSR FONDO EUROPEO AGRICOLO PER LO SVILUPPO RURALE (FEASR) PROGRAMMAZIONE 2014-2020 Consultazione online del partenariato - Le sottomisure del PSR Indice dei contenuti 1. Premessa 2. Prima fase del percorso

Dettagli

2020. I contenuti della riforma approvata il 20 novembre 2013

2020. I contenuti della riforma approvata il 20 novembre 2013 Europe Direct Emilia - Agrea Bologna, 4 dicembre 2013 La Pac 2014-2020. 2020. I contenuti della riforma approvata il 20 novembre 2013 Angelo Frascarelli è docente di Economia e Politica Agraria nella Facoltà

Dettagli

Nuovo paradigma: interventi finanziari coordinati per migliorare la competitività delle imprese agricole

Nuovo paradigma: interventi finanziari coordinati per migliorare la competitività delle imprese agricole Nuovo paradigma: interventi finanziari coordinati per migliorare la competitività delle imprese agricole Agricoltura e turismo 1) sono i settori che meglio tengono nella crisi economico-finanziaria di

Dettagli

All AGEA - Ufficio Monocratico - Area Controlli - Area Autorizzazione Pagamenti SEDE. Organismo Pagatore della Regione

All AGEA - Ufficio Monocratico - Area Controlli - Area Autorizzazione Pagamenti SEDE. Organismo Pagatore della Regione AREA COORDINAMENTO Via Torino, 45 00184 Roma Tel. 06.49499.1 Fax 06.49499.770 Prot. N. ACIU.2007.315 (CITARE NELLA RISPOSTA) Roma li. 9 maggio 2007 AGEA - Ufficio Monocratico - Area Controlli - Area Autorizzazione

Dettagli

Strumenti della nuova PAC per l attuazione del Piano nazionale sull uso sostenibile dei prodotti fitosanitari

Strumenti della nuova PAC per l attuazione del Piano nazionale sull uso sostenibile dei prodotti fitosanitari Strumenti della nuova PAC per l attuazione del Piano nazionale sull uso sostenibile dei prodotti fitosanitari Dr. Giuseppe CACOPARDI MIPAAF Direzione Generale Sviluppo Rurale PRIORITÀ DELL UNIONE IN MATERIA

Dettagli

PSR e agricoltura conservativa: quali opportunità per le aziende agricole?

PSR e agricoltura conservativa: quali opportunità per le aziende agricole? PSR e agricoltura conservativa: quali opportunità per le aziende agricole? Convegno «Agricoltura conservativa dalla teoria alla pratica Cover crop e fertilità del suolo» Chiara Carasi Regione Lombardia

Dettagli

Il 2 pilastro della PAC nuove prospettive per i PSR

Il 2 pilastro della PAC nuove prospettive per i PSR ARDAF e Ordine dei dottori agronomi e dottori forestali di Roma Il 2 pilastro della PAC nuove prospettive per i PSR «La riforma della PAC e l attuazione del nuovo regime dei pagamenti diretti in Italia:

Dettagli

Dal 2016, Dichiarazione IVA anche per gli agricoltori minimi, purché attivi

Dal 2016, Dichiarazione IVA anche per gli agricoltori minimi, purché attivi Periodico informativo n. 63/2015 Dal 2016, Dichiarazione IVA anche per gli agricoltori minimi, purché attivi Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla a conoscenza

Dettagli

Le tendenze e gli scenari futuri per l agro-alimentare lombardo

Le tendenze e gli scenari futuri per l agro-alimentare lombardo Le tendenze e gli scenari futuri per l agro-alimentare lombardo Roberto Pretolani Dipartimento di Economia, Management e Metodi quantitativi Università degli Studi di Milano Regione Lombardia, 4 dicembre

Dettagli

Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 della Regione Toscana: attuazione. Roberto Pagni Regione Toscana 7 marzo 2016 Consiglio Regionale

Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 della Regione Toscana: attuazione. Roberto Pagni Regione Toscana 7 marzo 2016 Consiglio Regionale Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 della Regione Toscana: le opportunità e lo stato di attuazione Roberto Pagni Regione Toscana 7 marzo 2016 Consiglio Regionale 1 Le risorse Toscana: 962 milioni risorse

Dettagli

Agroforestry e PAC in Italia

Agroforestry e PAC in Italia Agroforestry e PAC in Italia Andrea Pisanelli andrea.pisanelli@ibaf.cnr.it Consiglio Nazionale delle Ricerche, Istituto di Biologia Agroambientale e Forestale Adolfo Rosati adolfo.rosati@entecra.it Consiglio

Dettagli

Pac: Convergenza aiuti, l'italia punta sul modello irlandese

Pac: Convergenza aiuti, l'italia punta sul modello irlandese Pac: Convergenza aiuti, l'italia punta sul modello irlandese Finalmente un punto fermo: la nuova Pac 2014-2020, il 20 novembre 2013, è stata definitivamente approvata in prima lettura dal Parlamento europeo.

Dettagli

All. All. All. ARPEA Via Bogino, 23 10123 Torino. All. All. All. Organismo Pagatore AGEA Via Palestro, 81 00185 ROMA. All

All. All. All. ARPEA Via Bogino, 23 10123 Torino. All. All. All. Organismo Pagatore AGEA Via Palestro, 81 00185 ROMA. All AREA COORDINAMENTO Ufficio Rapporti Finanziari Via Palestro, 81 00185 Roma Tel. 06.49499.1 Fax 06.49499.770 Prot. N. ACIU.2015.306 (CITARE NELLA RISPOSTA) Roma li. 02.07.2015 A.G.R.E.A Largo Caduti del

Dettagli

Riforma della PAC: i principali elementi

Riforma della PAC: i principali elementi Riforma della PAC: i principali elementi Nel giugno scorso, la Commissione, il Consiglio e il Parlamento europeo (PE) hanno raggiunto oggi un accordo politico sulla riforma della politica agricola comune.

Dettagli

DIPARTIMENTO DELLE POLITICHE EUROPEE E INTERNAZIONALI E DELLO SVILUPPO RURALE DIREZIONE GENERALE DELLO SVILUPPO RURALE DG DISR

DIPARTIMENTO DELLE POLITICHE EUROPEE E INTERNAZIONALI E DELLO SVILUPPO RURALE DIREZIONE GENERALE DELLO SVILUPPO RURALE DG DISR DIPARTIMENTO DELLE POLITICHE EUROPEE E INTERNAZIONALI E DELLO SVILUPPO RURALE DIREZIONE GENERALE DELLO SVILUPPO RURALE DG DISR Roma, 11 luglio 2013 Giornata della trasparenza DISR 1 - AGRITURISMO DISR

Dettagli

ORIENTAMENTI PAC PER LA MONTAGNA 2014 /2020. ESISTE UNA PAC AL FEMMINILE? Cristina Tinelli, e Euroconsulting Trento, 30 novembre 2013

ORIENTAMENTI PAC PER LA MONTAGNA 2014 /2020. ESISTE UNA PAC AL FEMMINILE? Cristina Tinelli, e Euroconsulting Trento, 30 novembre 2013 ORIENTAMENTI PAC PER LA MONTAGNA 2014 /2020. ESISTE UNA PAC AL FEMMINILE? Cristina Tinelli, e Euroconsulting Trento, 30 novembre 2013 La PAC e le donne La PAC non è una politica rosa L agricoltura è ancora

Dettagli

La verifica dello stato di salute della PAC: le novità. Carla CAVALLINI EUROPE DIRECT Carrefour europeo Emilia

La verifica dello stato di salute della PAC: le novità. Carla CAVALLINI EUROPE DIRECT Carrefour europeo Emilia La verifica dello stato di salute della PAC: le novità Carla CAVALLINI EUROPE DIRECT Carrefour europeo Emilia Le proposte legislative del Health Check Il contesto attuale Il significativo aumento dei prezzi

Dettagli

Ecco i titoli definitivi

Ecco i titoli definitivi ATTUALITÀ PAC Il Valore Unitario Nazionale è di 217,64 euro/ha di Angelo Frascarelli Il 1 aprile Agea ha comunicato numero e valore dei titoli dal al 2020 Ecco i titoli definitivi I l 1 aprile, Agea ha

Dettagli

Interventi. Strategie. siamo qui. Fabbisogni. Punti forza/debolezza/opportunità/minacce. Contesto generale

Interventi. Strategie. siamo qui. Fabbisogni. Punti forza/debolezza/opportunità/minacce. Contesto generale Il percorso logico Interventi Strategie siamo qui Fabbisogni Punti forza/debolezza/opportunità/minacce Contesto generale Analisi di contesto Indicatori di contesto (individuati dall UE obbligatori) Valutazione

Dettagli

PSR 2014-2020 Guida alla consultazione online del Programma di Sviluppo Rurale della Provincia Autonoma di Trento

PSR 2014-2020 Guida alla consultazione online del Programma di Sviluppo Rurale della Provincia Autonoma di Trento PSR 2014-2020 Guida alla consultazione online del Programma di Sviluppo Rurale della Provincia Autonoma di Trento L agricoltura trentina prende quota! I 5 passi per consultare facilmente online il PSR

Dettagli

Agricoltura biologica oggi Estratto dalla pubblicazione Scegliere l agricoltura biologica in Calabria, Edagricole (2015).

Agricoltura biologica oggi Estratto dalla pubblicazione Scegliere l agricoltura biologica in Calabria, Edagricole (2015). Agricoltura biologica oggi Estratto dalla pubblicazione Scegliere l agricoltura biologica in Calabria, Edagricole (2015). L agricoltura biologica nel mondo ha registrato negli ultimi venti anni un trend

Dettagli

La programmazione europea. per lo sviluppo della filiera turistica nel Mezzogiorno

La programmazione europea. per lo sviluppo della filiera turistica nel Mezzogiorno La programmazione europea 2014 2020 per lo sviluppo della filiera turistica nel Mezzogiorno POIn (FESR) 2007-2013 - Attrattori culturali, naturali e turismo Asse II - Linea di intervento II.2.1 Intervento:

Dettagli

Elementi di progettazione europea Le diverse tipologie di finanziamento europeo e le loro caratteristiche

Elementi di progettazione europea Le diverse tipologie di finanziamento europeo e le loro caratteristiche Elementi di progettazione europea Le diverse tipologie di finanziamento europeo e le loro caratteristiche Antonella Buja Coordinatrice Progetto Europa - Europe Direct - Comune di Modena Le diverse tipologie

Dettagli

L ATLANTE AMBIENTE SULLE PRATICHE AGRONOMICHE ECOSOSTENIBILI

L ATLANTE AMBIENTE SULLE PRATICHE AGRONOMICHE ECOSOSTENIBILI L ATLANTE AMBIENTE SULLE PRATICHE AGRONOMICHE ECOSOSTENIBILI Maggio 211 Pubblicazione realizzata con il contributo FEASR (Fondo europeo per l'agricoltura e lo sviluppo rurale) nell'ambito delle attività

Dettagli

LA NUOVA PROGRAMMAZIONE COMUNITARIA 2007-2013

LA NUOVA PROGRAMMAZIONE COMUNITARIA 2007-2013 LA NUOVA PROGRAMMAZIONE COMUNITARIA 2007-2013 1. La riforma della politica di coesione La riforma dei Fondi Strutturali della Politica di Coesione della Unione Europea per il settennio 2007 2013, disegnata

Dettagli

La Valutazione della Convenienza Economica della Filiera del biodiesel a Scala Regionale

La Valutazione della Convenienza Economica della Filiera del biodiesel a Scala Regionale La Valutazione della Convenienza Economica della Filiera del biodiesel a Scala Regionale Filippo Arfini, Michele Donati(Uniparma) Annalisa Zezza (INEA) U.O Economia ANCONA, 26-27 SETTEMBRE 2013 Unità Operativa

Dettagli

Paolo Gramiccia. è Agronomo Dirigente al Parco Regionale Naturale Monti Simbruini www.simbruini.it pgramiccia@regione.lazio.it

Paolo Gramiccia. è Agronomo Dirigente al Parco Regionale Naturale Monti Simbruini www.simbruini.it pgramiccia@regione.lazio.it Parco Naturale Regionale dei Monti Simbruini Trevi nel Lazio, 8 Novembre 2013 Le opportunità e le risorse per i territori dei Parchi nella nuova Politica Agricola dell Unione europea: il PSR 2014-20202020

Dettagli

Per coltivare. un futuro sostenibile. Breve guida al PSR 2014-2020 del Friuli Venezia Giulia

Per coltivare. un futuro sostenibile. Breve guida al PSR 2014-2020 del Friuli Venezia Giulia Per coltivare un futuro sostenibile Breve guida al PSR 2014-2020 del Friuli Venezia Giulia CHE COS È IL PSR Il Programma di Sviluppo Rurale (PSR) è lo strumento di attuazione del Fondo Europeo Agricolo

Dettagli

REVISIONE INTERMEDIA DELLA POLITICA AGRICOLA COMUNE

REVISIONE INTERMEDIA DELLA POLITICA AGRICOLA COMUNE REVISIONE INTERMEDIA DELLA POLITICA AGRICOLA COMUNE Comunicazione della Commissione al Consiglio e al Parlamento Europeo COM (2002) 394 SINTESI 2003 La PAC tra Agenda 2000 ed il 2008: la Revisione di Medio

Dettagli

1) I modelli rurali teoria del rurale. 2) La prima PAC dalla nascita agli anni 70

1) I modelli rurali teoria del rurale. 2) La prima PAC dalla nascita agli anni 70 1) I modelli rurali teoria del rurale 2) La prima PAC dalla nascita agli anni 70 Dott.ssa Chiara Mazzocchi Corso PSR 2010-2011 Università degli studi Milano-Bicocca Sviluppo rurale diverse concezioni dello

Dettagli

CESAR - ASNACODI. Assisi, 31 gennaio 2014. Convegno IL FUTURO DELLA GESTIONE DEL RISCHIO IN AGRICOLTRA TRA CAMBIAMENTI CLIMATICI E NUOVA PAC

CESAR - ASNACODI. Assisi, 31 gennaio 2014. Convegno IL FUTURO DELLA GESTIONE DEL RISCHIO IN AGRICOLTRA TRA CAMBIAMENTI CLIMATICI E NUOVA PAC CESAR - ASNACODI Assisi, 31 gennaio 2014 Convegno IL FUTURO DELLA GESTIONE DEL RISCHIO IN AGRICOLTRA TRA CAMBIAMENTI CLIMATICI E NUOVA PAC La riforma della Pac Europa 2020 e la gestione del rischio Angelo

Dettagli

Le opportunità offerte dai nuovi PSR alla zootecnia biologica CREMONA 28 ottobre 2015 Flaminia Ventura Una misura dedicata la Misura 11 Agricoltura Biologica Aiuti a superficie per: Conversione alle pratiche

Dettagli

I punti dell accordo di Bruxelles

I punti dell accordo di Bruxelles Come cambierà la pac dopo l health check La cosiddetta verifica dello stato di salute della pac ha rappresentato un ulteriore passo verso la destrutturazione della politica agricola comunitaria, con un

Dettagli

Biogas: chimera o realtà?

Biogas: chimera o realtà? Biogas: chimera o realtà? La produzione di energia verde da biogas può essere sostenibile solo se gestita in modo professionale Collecchio, Green Days 21 Settembre 2013 Il biogas in Italia Impianti in

Dettagli

LA NUOVA PAC 2014-2020 BOLOGNA 6 FEBBRAIO 2 0 1 4

LA NUOVA PAC 2014-2020 BOLOGNA 6 FEBBRAIO 2 0 1 4 LA NUOVA PAC 2014-2020 BOLOGNA 6 FEBBRAIO 2 0 1 4 Regolamento su aspetti finanziari, gestionali e di monitoraggio per la PAC Politiche UE post 2013 1 PILASTRO 2 PILASTRO FONDI STRUTTURALI Aiuti di Mercato

Dettagli