Guida utente di HP Smart Update Manager

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Guida utente di HP Smart Update Manager"

Transcript

1 Guida utente di HP Smart Update Manager Versione 6.0 Estratto Questo documento descrive come utilizzare HP SUM per installare aggiornamenti firmware ai server HP ProLiant e HP Integrity e aggiornamenti software ai server HP ProLiant. Questo documento è rivolto a coloro che comprendono la configurazione e il funzionamento di Microsoft Windows, Windows Server, Linux, componenti Smart, HP-UX, VMware e il possibile rischio di perdita di dati durante l'installazione degli aggiornamenti. Codice prodotto HP: Pubblicato: Settembre 2013 Edizione: 1

2 Copyright 2009, 2013 Hewlett-Packard Development Company, L.P. Software per computer riservato. Licenza valida concessa da HP per il possesso, l'utilizzo o la copia. In conformità con FAR e , il software per uso commerciale, la documentazione del software e i dati tecnici relativi ai componenti commerciali sono forniti di licenza dal Governo degli Stati Uniti in base alla licenza commerciale standard del fornitore. Le informazioni contenute in questo documento sono soggette a modifiche senza preavviso. Le uniche garanzie relative a prodotti e servizi HP sono definite nelle dichiarazioni esplicite di garanzia che accompagnano tali prodotti e servizi. Niente di quanto dichiarato nel presente documento potrà essere considerato come garanzia aggiuntiva. HP declina ogni responsabilità per eventuali omissioni ed errori tecnici o editoriali contenuti nel presente documento. Riconoscimenti Microsoft, Windows, Windows XP e Windows NT sono marchi registrati di Microsoft Corporation negli Stati Uniti.

3 Sommario 1 Introduzione...7 Panoramica di HP SUM...7 Informazioni sull'interfaccia utente grafica...8 Descrizioni delle icone di stato...9 Nuova terminologia di HP SUM Download, installazione e avvio di HP SUM...10 Download di HP SUM...10 Download di HP SUM dal sito Web di HP SUM...10 Download di HP SUM dal sito Web SDR...10 Migrazione di nodi da HP SUM 5.x ad HP SUM Distribuzione di HP SUM...11 Esecuzione di HP SUM...11 Distribuzione di firmware per server HP ProLiant utilizzando HP Service Pack for ProLiant...12 Distribuzione di bundle firmware di HP Integrity con HP SUM...12 Modalità di distribuzione...12 Scenari di distribuzione...13 Disattivazione di BitLocker per consentire gli aggiornamenti del firmware (solo Windows)...13 Avvio e accesso ad HP SUM...15 Avvio di HP SUM...15 Accesso ad HP SUM...15 Disconnessione dalla GUI di HP SUM Utilizzo dell'interfaccia grafica di HP SUM...17 Uso della schermata Home...17 Uso della schermata Activity...17 Utilizzo di Guided Update...17 Uso della schermata Baseline Library...19 Aggiunta di una linea di base...19 Creazione di una linea di base personalizzata...20 Eliminazione di una linea di base...22 Configurazione dei componenti...22 Uso della schermata Nodes...23 Selezione di più nodi...23 Aggiunta di un nodo...24 Modifica di un nodo...26 Interruzione dell'aggiornamento di un nodo...26 Inventario dei nodi...27 Distribuzione di un nodo...27 Distribuzione di tutte le partizioni in un nodo HP Integrity BL870c i4 o BL890c i Rapporti del nodo...29 Eliminazione di un nodo...30 Server Overview...31 Panoramica nodo Integrity...31 Uso della schermata Enclosures...31 Aggiunta di un contenitore...31 Modifica di un contenitore...31 Interruzione dell'aggiornamento di un contenitore...31 Inventario del contenitore...32 Distribuzione di un contenitore...32 Rapporti per il contenitore...32 Eliminazione di un contenitore...32 Sommario 3

4 Uso della schermata Servers...32 Aggiunta di un server...32 Modifica di un server...32 Interruzione dell'aggiornamento di un server...32 Inventario del server...32 Distribuzione di un server...33 Rapporti del server...33 Eliminazione di un server...33 Uso della schermata Switches...33 Aggiunta di uno switch...33 Modifica di uno switch...33 Interruzione dell'aggiornamento di uno switch...33 Inventario dello switch...33 Distribuzione di uno switch...33 Rapporti dello switch...33 Eliminazione di uno switch...34 Uso della schermata VM Hosts...34 Aggiunta di un host VM...34 Modifica di un host VM...34 Interruzione dell'aggiornamento di un host VM...34 Inventario dell'host VM...34 Distribuzione di un host VM...34 Rapporti per l'host VM...34 Eliminazione di un host VM...34 Utilizzo della schermata ilo...35 Aggiunta di un ilo...35 Modifica di un ilo...35 Interruzione dell'aggiornamento di un ilo...35 Inventario dell'ilo...35 Distribuzione di un ilo...35 Rapporti per ilo...35 Eliminazione di un ilo...35 Uso della schermata Intelligent Power Distribution Units...35 Aggiunta di un ipdu...35 Modifica di un ipdu...36 Interruzione dell'aggiornamento di un ipdu...36 Inventario dell'ipdu...36 Distribuzione di un ipdu...36 Rapporti per l'ipdu...36 Eliminazione di un ipdu...36 Uso della schermata Virtual Connects...36 Aggiunta di un Virtual Connect...36 Modifica di un Virtual Connect...36 Interruzione dell'aggiornamento di un Virtual Connect...37 Inventario per Virtual Connect...37 Distribuzione di un Virtual Connect...37 Rapporti per Virtual Connect...37 Eliminazione di un Virtual Connect Uso degli script legacy per distribuire gli aggiornamenti...38 Interfaccia della riga di comando...38 Sintassi della riga di comando...38 Utilizzo delle credenziali root di Linux...38 Prerequisiti per utilizzare le credenziali root di Linux...38 Comandi di aggiornamento degli switch Sommario

5 Parametri della riga di comando...39 Esempi di riga di comando...47 Codici restituiti...49 Codici restituiti dei componenti Smart di Windows...49 Codici restituiti dei componenti Smart di Linux...49 Codici restituiti RPM di Linux...50 Codici restituiti dei componenti Smart di VMware ESXi...50 File di input...51 Formato e regole del file di input...51 Codifica del file...52 Creazione del rapporto degli errori...52 Parametri del file di input...53 Rapporti...65 Download di HP SUM e dei componenti da SDR Argomenti avanzati...67 Configurazione di reti IPv Porte di rete utilizzate da HP SUM...67 GatherLogs Comandi della console...69 Abort (abort)...69 Sintassi...69 Parametri...69 Codici restituiti...69 Esempio...70 Add...70 Sintassi...70 Parametri...70 Codici restituiti...71 Esempio...71 Deploy...71 Sintassi...71 Parametri...72 Codici restituiti...72 Esempio...72 FindAvailableNodes...73 Sintassi...73 Parametri...73 Codici restituiti...73 Esempio...74 GetAttributes...74 Sintassi...74 Parametri...74 Codici restituiti...74 Esempio...75 GetBaselines...75 Sintassi...75 Parametri...75 Codici restituiti...75 Esempio...75 GetCurrentlyInstalledVersions...76 Sintassi...76 Parametri...76 Codici restituiti...76 Esempio...76 Sommario 5

6 GetNeededUpdates...77 Sintassi...77 Parametri...77 Codici restituiti...77 Esempio...77 GetNodes...78 Sintassi...78 Parametri...78 Codici restituiti...78 Esempio...78 Inventory...78 Sintassi...78 Parametri...79 Login...79 Sintassi...79 Parametri...79 Codici restituiti...80 Esempio...80 Remove...80 Sintassi...80 Parametri...80 Codici restituiti...80 Esempio...81 SetAttributtes...81 Sintassi...81 Parametri...81 Codici restituiti...82 Esempio...82 ShutdownService (shutdown)...82 Sintassi...82 Parametri...82 Codici restituiti...82 Esempio Assistenza e altre risorse...84 Come contattare HP...84 Servizio di abbonamento...84 Informazioni correlate...84 Convenzioni tipografiche...85 Software HP Insight Remote Support...86 HP Insight Online Commenti sulla documentazione...88 Glossario...89 Indice Sommario

7 1 Introduzione Panoramica di HP SUM HP SUM è una tecnologia inclusa in diversi prodotti HP per installare e aggiornare firmware e software nei server HP ProLiant e firmware nei server HP Integrity. HP SUM un'interfaccia utente basata su Web e un'interfaccia con script della riga di comando per: Distribuzione di firmware per un server o da uno a molti server HP ProLiant e HP Integrity e destinazioni basate su rete quali ilo, OA e moduli VC Ethernet e Fibre Channel. Distribuzione di software per un server o da uno a molti server HP ProLiant (supportata in ambienti Windows e Linux). HP SUM dispone di un motore di rilevamento di hardware e software che trova l'hardware installato e versioni correnti di firmware e software in uso nei nodi identificati. HP SUM installa gli aggiornamenti nell'ordine corretto e verifica che tutte le dipendenze siano soddisfatte prima di distribuire un aggiornamento. HP SUM previene un'installazione nel caso siano presenti dipendenze basate sulla versione che non possono essere risolte. Le funzioni principali di HP SUM comprendono: Controllo delle dipendenze che garantisce l'ordine di installazione appropriato e che i componenti siano attivi Processo di aggiornamento guidato automatico e simile alle procedure guidate Applicazione basata su browser Web Creazione di linee base e file ISO personalizzati Assegnazione di determinate linee base a nodi Download di aggiornamenti dal Web Distribuzione intelligente dei soli aggiornamenti necessari Distribuzione contemporanea di firmware e software per più nodi remoti in modalità GUI (interfaccia grafica utente) e CLI (interfaccia della riga di comando) Prestazioni di distribuzione migliorate Distribuzione online locale di server e contenitori HP ProLiant Distribuzione online remota (da uno a molti) di server e contenitori HP ProLiant e HP Integrity Distribuzione di firmware offline locale con destinazioni HP Service Pack for ProLiant Distribuzione offline remota quando utilizzata con SmartStart Scripting Toolkit (HP ProLiant G7 e server precedenti), Scripting Toolkit (HP ProLiant Gen8 e versioni successive), ilo Virtual Media o supporti di avvio PXE Script GUI o CLI con capacità avanzata di creazione di registri Distribuzione tramite riga di comando remota Supporto per l'aggiornamento di firmware in destinazioni basate su rete quali OA, ilo fino a switch Network Management Port, VC Ethernet e Fibre Channel e Switch di interconnessione 3 Gb/6 Gb SAS BL su server HP ProLiant Supporto per distribuire aggiornamenti firmware su server Integrity e contenitori Superdome 2 supportati Supporto per l'aggiornamento di moduli VC su server Integrity NOTA: HP SUM non supporta controller di terze parti. Questo include l'aggiornamento flash delle unità connesse a questi controller. Panoramica di HP SUM 7

8 Distribuzione online remota di firmware di schede di I/O in destinazioni HP ProLiant e HP Integrity con HP-UX Informazioni sull'interfaccia utente grafica HP SUM è un'applicazione basata sul Web. La seguente schermata mostra le principali sezioni dello schermo. NOTA: Non usare il pulsante Indietro o premere F5 nella finestra del browser. Elemento 1 Menu principale: questo menu fornisce i collegamenti a tutte le schermate di HP SUM. 2 Elenco attività: gli aggiornamenti sullo stato vengono brevemente visualizzati e l'icona di attività visualizza lo stato delle attività recenti. Per aprire il pannello Activity (Attività), fare clic sull'icona Activities (Attività). Informazioni di accesso: visualizza l'utente che ha effettuato correntemente l'accesso e offre una funzione di disconnessione. Pannello della Guida: apre il pannello della Guida Nome schermata: visualizza il nome della schermata. Filtri schermata: consente di filtrare gli oggetti della schermata. Elenco schermata: visualizza un elenco di elementi in questa schermata. Nome linea di base o nodo: elenca la linea di base o il nodo selezionato nell'elenco schermata. Questo esempio mostra il nome della linea di base selezionata. Informazioni in evidenza: questa barra mette in evidenza le informazioni da eseguire o di cui essere a conoscenza per l'elemento selezionato. Fare clic per espandere questa casella se sono presenti maggiori informazioni. Dettagli elemento: quest'area fornisce i dettagli completi sull'elemento selezionato. Azioni: elenca le azioni disponibili. NOTA: Le opzioni della schermata variano in base alla schermata visualizzata. 8 Introduzione

9 Descrizioni delle icone di stato HP SUM usa le icone per rappresentare lo stato attuale delle risorse e delle notifiche e per controllare il display. Tabella 1 Icone di stato Icona grande Icona piccola Critico Guasto/Interruzione Avvertenza OK Riuscito Disabilitato Sconosciuto L'icona rotante in corso indica che una modifica è in fase di applicazione o che un'operazione è in esecuzione. Nuova terminologia di HP SUM La seguente terminologia è stata modificata da HP SUM 5.x ad HP SUM 6: HP SUM 5.x Repository Destinazione Rilevamento Rilevamento N/D N/D N/D N/D Installazione HP SUM 6 Linea di base Nodo Esplorazione Inventario Posizione Aggiornamento guidato Modalità Analisi Distribuzione Una raccolta di componenti da usare nell'aggiornamento di un nodo. Ad esempio, HP SPP o una linea di base personalizzata. L'hardware da aggiornare. Il processo durante il quale HP SUM determina il tipo di nodo. Il processo durante il quale HP SUM determina i contenuti di un nodo o di una linea di base. Directory di rete per gli aggiornamenti della linea di base. Un metodo automatico o simile a una procedura guidata per aggiornare il nodo locale. HP SUM può essere eseguito in modalità interattiva o non interattiva. Il processo durante il quale HP SUM verifica che tutte le dipendenze siano soddisfatte prima di iniziare la distribuzione. Il processo durante il quale HP SUM inizia il processo di aggiornamento. Descrizioni delle icone di stato 9

10 2 Download, installazione e avvio di HP SUM Download di HP SUM Download di HP SUM dal sito Web di HP SUM La versione più recente di HP SUM può essere scaricata dal sito Web di HP SUM all'indirizzo Decomprimere il file e salvarlo in una directory del sistema. NOTA: Non copiare i file di HP SUM 6.x nella stessa directory di HP SUM e altre versioni precedenti di HP SUM. Download di HP SUM dal sito Web SDR HP SUM può essere scaricato come file RPM dal HP Software Delivery Repository all'indirizzo Il sito SDR contiene una versione del file RPM di HP SUM per ogni sistema operativo e tipo di architettura supportato. Per cercare HP SUM, è possibile usare i comandi yum e scaricarlo nel sistema. È anche possibile usare un browser Web per accedere al sito HP SDR e scaricare il file RPM. Usare i seguenti comandi per cercare, scaricare o installare HP SUM dal sito SDR: Azione Ricerca di HP SUM con yum Installazione di HP SUM con yum Download di HP SUM dal sito SDR con un browser Web e installazione del file RPM. Esempio di comando yum search hpsum yum install hpsum rpm -Uvh hpsum rhwl5.i386.rpm Per ulteriori informazioni sull'utilizzo di HP SDR, vedere le sezioni Getting Started (Guida introduttiva) e FAQ (Domande frequenti) nel sito Web HP Software Delivery Repository all'indirizzo Per maggiori informazioni sull'utilizzo di HP SUM con il sito SDR, vedere Linux best practices using HP Service Pack for ProLiant (SPP) and Software Delivery Repository (SDR) (Best practice per Linux utilizzando HP Service Pack for ProLiant (SPP) e Software Delivery Repository (SDR)) all'indirizzo Migrazione di nodi da HP SUM 5.x ad HP SUM 6 HP fornisce script che consentono di migrare le destinazioni HP SUM 5.x ai nodi riconosciuti da HP SUM 6. Per modificare le destinazioni da migrare ad HP SUM 6, usare il parametro /script. Questo genera un file modificabile con un editor di testo. NOTA: Lo script di migrazione non supporta le credenziali sudo. Per migrare i nodi ad HP SUM 6: 1. Passare alla directory nella quale risiede HP SUM. 2. Fare doppio clic su port_targets.bat (Windows) o port_targets.sh (Linux). Questi script possono anche essere eseguiti dalla riga di comando. Sintassi dello script: port_targets.bat [/y] [/h] [/script] [/user {nomeutente} /password {password} 10 Download, installazione e avvio di HP SUM

11 Lo script supporta le seguenti opzioni: Opzione /y /h /script /user {nomeutente} /password {password} Definizione Continua la migrazione senza visualizzare richieste. Visualizza la guida dello script. Questa opzione crea un file con i comandi di migrazione ma non esegue lo script. I comandi dello script possono essere modificati manualmente prima di migrare le destinazioni. NOTA: Usare questa opzione per selezionare le destinazioni da migrare o modificare le credenziali utente per una singola destinazione. Questa opzione imposta un nome utente e una password predefiniti per ciascun nodo che HP SUM migra. Se non si usa questa opzione, a ciascun nodo vengono assegnate le seguenti credenziali: user=username password=passwd Distribuzione di HP SUM Nelle sezioni seguenti vengono descritte le procedure di distribuzione di HP SUM. Per maggiori informazioni sulla pianificazione di un aggiornamento, vedere HP ProLiant and Integrity Firmware Management Best Practices Overview (Panoramica delle best practice per la gestione del firmware per HP ProLiant e Integrity), HP ProLiant and Integrity Firmware Management Best Practices Planning Guide (Guida alla pianificazione delle best practice per la gestione del firmware per HP ProLiant e Integrity) o HP ProLiant and Integrity Firmware Management Best Practices Implementer Guide (Guida dell'implementatore delle best practice per la gestione del firmware per HP ProLiant e Integrity) disponibili nel sito Web HP: Esecuzione di HP SUM HP SUM fornisce le seguenti modalità: GUI (interfaccia grafica utente): per distribuzioni di firmware e software Scripted (con script): per distribuzioni di firmware e software invisibili HP SUM supporta distribuzioni locali e remote. HP SUM viene eseguito in Windows e Linux in modalità online e offline. Per ulteriori informazioni sulle modalità di distribuzione, vedere Modalità di distribuzione. NOTA: Per eseguire HP SUM e distribuire gli aggiornamenti, non è possibile utilizzare sistemi Windows Hyper-V. I sistemi Hyper-V possono essere selezionati come nodi da HP SUM in esecuzione su un sistema Windows o Linux. NOTA: Prima di distribuire aggiornamenti software in un server, assicurarsi che sia disponibile un backup recente di tale server nel caso in cui la procedura di distribuzione non riesca. Per informazioni sui requisiti minimi per eseguire HP SUM, vedere le Note sulla versione di HP Smart Update Manager nel sito Web HP: Distribuzione di HP SUM 11

12 Distribuzione di firmware per server HP ProLiant utilizzando HP Service Pack for ProLiant SPP è una raccolta di software e firmware di sistema HP ProLiant per server HP ProLiant BL/ML/DL/SL e relative opzioni e contenitori BladeSystem compresi OA, VC e switch 3 Gb SAS che eseguono sistemi operativi Windows, Linux e VMware (solo aggiornamenti supportati del firmware) supportati. La singola immagine SPP contiene un raccolta completa di firmware e componenti software di sistema che comprende driver, agenti, strumenti, utility e firmware che è stato verificato, gestito e distribuito insieme come singola soluzione. SPP include HP SUM per la distribuzione di componenti SPP. Per un elenco completo di sistemi e software HP ProLiant supportati da SPP e aggiornamenti disponibili in una versione di SPP, vedere le HP Service Pack for ProLiant Release Notes (Note sulla versione di HP Service Pack for ProLiant) nel sito Web HP: Distribuzione di bundle firmware di HP Integrity con HP SUM HP SUM può essere usato per distribuire i componenti presenti nei bundle firmware di HP Integrity. La distribuzione del firmware ai server HP Integrity viene eseguito in remoto ed è uguale alla distribuzione di altro firmware quale OA ma con le seguenti eccezioni: Specificare l'indirizzo dell'oa Monarch (principale) in Superdome 2 o del processore di gestione Monarch ilo 3 in server a più blade. Specificare l'indirizzo IP del server come destinazione per aggiornare il firmware di I/O su server HP-UX. È possibile aggiornare solo destinazioni HP-UX. Per ulteriori informazioni sui bundle firmware HP Integrity, vedere il sito Web Manage HP Integrity Servers Firmware Updates (Gestione degli aggiornamenti firmware dei server HP Integrity) all'indirizzo Modalità di distribuzione I seguenti termini chiave sono utilizzati quando si distribuiscono gli aggiornamenti con HP SUM: Termine Locale Remoto Online Offline Definizione L'installazione viene eseguita sull'hardware fisico che si sta aggiornando, ad esempio, quando si esegue un'utility su un server per aggiornarne la ROM di sistema. L'installazione viene eseguita su un sistema aggiornando però altri nodi fisici, ad esempio, quando si aggiorna il firmware OA o del server HP Integrity in rete. L'installazione avviene mentre il processore host è in esecuzione nel normale ambiente del server. Ad esempio, se il server esegue Microsoft Windows Server 2012, l'aggiornamento avviene in tale ambiente. L'aggiornamento del firmware non richiede di avviare un ambiente speciale. Per attivare il firmware, potrebbe essere necessario riavviare il nodo. Nella modalità offline, HP SUM avvia un piccolo kernel Linux e consente di effettuare gli aggiornamenti su un singolo server. Aggiorna solo il sistema locale Utilizza solo una singola linea di base NOTA: In modalità offline, alcune funzioni di HP SUM che richiedono i normali sistemi operativi host locali non sono supportati. 12 Download, installazione e avvio di HP SUM

13 Questi termini possono essere utilizzati per designare il tipo di ambiente richiesto per effettuare gli aggiornamenti, ad esempio online locale o online remoto. Scenari di distribuzione HP SUM distribuisce gli aggiornamenti da un host locale a uno o più host remoti. Se l'host che esegue HP SUM utilizza Windows, è possibile aggiornare nodi Windows, Linux, VMware o HP-UX. Se l'host che esegue HP SUM utilizza Linux, è possibile aggiornare nodi Linux, VMware o HP-UX. Da sistemi Windows o Linux è anche possibile aggiornare nodi remoti HP ProLiant or HP Integrity ilo, OA e VC. La seguente tabella descrive quando sono utilizzati gli scenari tipici di distribuzione di HP SUM. Scenario Usato quando Distribuzione grafica su un host locale Non si ha famigliarità con gli strumenti della riga di comando. Si distribuiscono componenti su un singolo host locale. Gli aggiornamenti non richiedono la creazione di script. Distribuzione con script su un host locale Si ha famigliarità con gli strumenti della riga di comando. Si distribuiscono componenti su un singolo host locale. Gli aggiornamenti richiedono una distribuzione personalizzata con script. Distribuzione grafica su un host remoto Non si ha famigliarità con gli strumenti della riga di comando. Si distribuiscono componenti su uno o più host remoti. Gli aggiornamenti non richiedono la creazione di script. Distribuzione con script su un host remoto Si ha famigliarità con gli strumenti della riga di comando. Si distribuiscono componenti su uno o più host. Gli aggiornamenti richiedono una distribuzione personalizzata con script su uno o più sistemi host. Disattivazione di BitLocker per consentire gli aggiornamenti del firmware (solo Windows) Il modulo TPM, quando viene utilizzato con BitLocker, misura lo stato di un sistema. Quando rileva un'immagine della ROM modificata, limita l'accesso al file system di Windows se l'utente non può fornire la chiave di ripristino. HP SUM rileva se un TPM è attivato nel sistema. Per alcuni nuovi modelli di server HP ProLiant, se viene rilevato un TPM nel sistema o con qualsiasi server remoto selezionato come destinazione, le utility di HP SUM per HP ilo, Smart Array, NIC e BIOS avvisano l'utente prima di eseguire un flash. Se l'utente non disattiva temporaneamente BitLocker e non annulla l'esecuzione del flash, per accedere ai dati utente al riavvio è necessaria la chiave di ripristino di BitLocker. Un evento di ripristino viene attivato nelle seguenti situazioni: Non si disattiva temporaneamente BitLocker prima di eseguire il flash del BIOS di sistema quando si utilizza la funzione Crittografia unità BitLocker di Microsoft. Si è scelto opzionalmente di misurare il firmware di HP ilo, Smart Array e NIC. Se HP SUM rileva un TPM, viene visualizzato un messaggio di avvertenza: CAUTION: A Trusted Platform Module (TPM) has been detected in this system (ATTENZIONE: in questo sistema è stato rilevato un modulo TPM). Failure to perform proper OS encryption procedures Disattivazione di BitLocker per consentire gli aggiornamenti del firmware (solo Windows) 13

14 will results in loss of access to your data if recovery key is not available (Se non si eseguono le corrette procedure di crittografia del sistema operativo, non sarà possibile accedere ai dati se non è disponibile la chiave di recupero). Recommended procedure for Microsoft Windows (R) BitLocker (TM) is to \ suspend\ BitLocker prior to System ROM or Option ROM firmware flash (La procedura consigliata per Microsoft Windows (R) BitLocker (TM) è di \"sospendere\" BitLocker prima di aggiornare il firmware della ROM di sistema o dell'opzione). If you do not have your recovery key or have not suspended BitLocker, exit this flash (Se non si dispone della chiave di recupero o BitLocker non è stato sospeso, uscire da questo aggiornamento). Failure to follow these instructions will results in loss of access to your data (La mancata osservanza di queste istruzioni risulterà nel mancato accesso ai dati). Per consentire gli aggiornamenti del firmware senza dover immettere la password TPM per ogni server, l'opzione Crittografia unità BitLocker deve essere temporaneamente disattivata. La disattivazione dell'opzione Crittografia unità BitLocker mantiene i dati del disco rigido crittografati. Tuttavia, BitLocker utilizza una chiave di decifrazione di testo memorizzata sul disco rigido per leggere l'informazione. Al termine degli aggiornamenti del firmware, è possibile riattivare l'opzione Crittografia unità BitLocker. Una volta riattivata l'opzione Crittografia unità BitLocker, la chiave di testo è rimossa e BitLocker protegge nuovamente l'unità. ATTENZIONE: La temporanea disattivazione dell'opzione Crittografia unità BitLocker può compromettere la protezione delle unità e non deve essere tentata in ambiente protetti. Se non è possibile fornire un ambiente sicuro, HP consiglia di fornire la password di avvio e lasciare attivata l'opzione Crittografia unità BitLocker per la durata del processo di aggiornamento del firmware. Questo richiede l'impostazione del parametro /tpmbypass per HP SUM o l'aggiornamento del firmware sarà bloccato. Per disattivare temporaneamente il supporto per BitLocker per consentire gli aggiornamenti del firmware: 1. Fare clic sul pulsante Start, quindi cercare gpedit.msc nella casella Cerca. 2. Quando viene avviato Editor dei criteri gruppo locale, fare clic su Local Computer Policy (Criteri del computer locale). 3. Fare clic su Configurazione del computer Modelli amministrativi Componenti di Windows Crittografia unità BitLocker. 4. Quando le impostazioni di BitLocker sono visualizzate, fare doppio clic su Impostazione del Pannello di controllo: attivazione opzioni di avvio avanzate. 5. Nella finestra di dialogo visualizzata, fare clic su Disattiva. 6. Chiudere tutte le finestre e avviare l'aggiornamento del firmware. Per attivare le opzioni di avvio avanzate: 1. Immettere cscript manage-bde.wsf -protectors -disable c: 2. Al termine del processo di aggiornamento del firmware, il supporto per l'opzione Crittografia unità BitLocker può essere riattivato seguendo i passaggi da 1 a 4 ma selezionando Attiva nel passaggio 5. Il seguente comando può essere utilizzato per riattivare la funzione Crittografia unità BitLocker al termine della distribuzione del firmware. 3. Immettere cscript manage-bde.wsf -protectors -enable c: La seguente tabella descrive gli scenari di rilevamento del TPM che si possono verificare. Scenario Se TPM è rilevato e attivato, l'installazione non è invisibile e la ROM di sistema deve essere aggiornata. Se TPM è rilevato e attivato, l'installazione è invisibile, il parametro /tpmbypass non è fornito e deve essere Risultato Verrà visualizzato un messaggio di avvertenza. Per continuare, fare clic su OK. L'installazione non viene annullata. Non viene visualizzato alcun messaggio di avvertenza. Viene generato un nuovo file di registro (%systemdrive%\cpqsystem\log\cpqstub.log). 14 Download, installazione e avvio di HP SUM

15 Scenario applicato un qualsiasi aggiornamento del firmware al server. Se TPM viene rilevato e attivato con la misurazione della ROM opzionale, l'installazione non è invisibile e la ROM di sistema deve essere aggiornata. Se TPM viene rilevato e attivato con la misurazione della ROM opzionale, l'installazione è invisibile, il parametro /tpmbypass non viene fornito e deve essere applicato un qualsiasi aggiornamento del firmware al server. Se TPM è rilevato e attivato, l'installazione è invisibile. L'installazione viene eseguita e il parametro /tpmbypass viene fornito. Risultato Dato che l'installazione è invisibile, questa non potrà continuare e sarà terminata. Verrà visualizzato un messaggio di avvertenza. Dopo aver fatto clic su OK è possibile continuare. L'installazione non viene annullata. Non viene visualizzato alcun messaggio di avvertenza. Viene generato un nuovo file di registro (%systemdrive%\cpqsystem\log\cpqstub.log). Dato che l'installazione è invisibile, questa non potrà continuare e sarà terminata. L'installazione viene eseguita. Avvio e accesso ad HP SUM Avvio di HP SUM HP SUM supporta processi a 32 bit e 64 bit. Uno script all'avvio di HP SUM sceglie la versione di HP SUM da eseguire. HP SUM effettua l'accesso utilizzando le credenziali dell'utente corrente. Per poter eseguire HP SUM, l'id utente deve far parte del gruppo amministratore, o in un sistema Linux, è possibile eseguire HP SUM usando il comando sudo. Se si utilizza Windows Server 2012, è necessario accedere con l'account di Amministratore o selezionare Esegui come amministratore. NOTA: Non aprire HP SUM in più di una scheda o finestra del browser o eseguire i comandi della CLI di HP SUM quando è aperta l'interfaccia utente. Per ulteriori informazioni sui browser supportati, vedere le Note sulla versione di HP Smart Update Manager nella Information Library di HP Smart Update Manager all'indirizzo go/hpsum/documentation. Avvio di HP SUM da un download HP SUM su un host Windows 1. Decomprimere il file scaricato. 2. Nella directory di HP SUM, fare doppio clic su hpsum.bat. Avvio di HP SUM da un download HP SUM su un host Linux 1. Dalla riga di comando, immettere./hpsum. Accesso ad HP SUM Se HP SUM è già in esecuzione e nessun utente ha effettuato l'accesso, usare le credenziali del proprio computer per accedere ad HP SUM. Disconnessione dalla GUI di HP SUM 1. Fare clic sull'icona dell'utente, quindi selezionare Logout (Disconnetti). 2. Selezionare una delle seguenti opzioni: Log Off - Current user (Disconnetti - Utente corrente). Shutdown (Arresto) - Questa opzione arresta il servizio HP SUM. 3. Fare clic su OK. HP SUM memorizza le informazioni dei nodi tra le sessioni comprese le credenziali utente per i nodi. Le informazioni sono memorizzate in un database in formato esadecimale. Per azzerare le Avvio e accesso ad HP SUM 15

16 informazioni, eseguire clear-cache.cmd (Windows) o clear-cache.sh (Linux). Per eseguire clear-cache: 1. Arrestare il servizio HP SUM. 2. Dalla finestra della riga di comando, accedere alla directory che contiene HP SUM. 3. Immettere clear-cache.bat (Windows) o clear-cache.sh (Linux). NOTA: Usando l'interfaccia grafica, è possibile passare alla directory che contiene HP SUM e fare doppio clic sul file per azzerare la cache. NOTA: L'esecuzione del comando clear-cache elimina tutti i nodi, tutte le linee di base e altre informazioni immesse in HP SUM. 16 Download, installazione e avvio di HP SUM

17 3 Utilizzo dell'interfaccia grafica di HP SUM Uso della schermata Home All'avvio, HP SUM visualizza la schermata Home. Da questa schermata, sono disponibili le opzioni Guided Update (Aggiornamento guidato), Baseline Library (Libreria linee di base) o Nodes (Nodi). È anche disponibili il pulsante Get Started (Per iniziare) che consente di avviare Guided Update (Aggiornamento guidato). Per passare alle altre schermate, usare il menu di navigazione nell'angolo superiore sinistro. Uso della schermata Activity La schermata Activity (Attività) fornisce un succinto aggiornamento delle attività eseguite o in fase di esecuzione con HP SUM. La tabella mostra l'origine, il messaggio, lo stato e l'ora dell'ultimo aggiornamento di un'attività Utilizzo di Guided Update La funzione Guided Update (Aggiornamento guidato) di HP SUM consente di aggiornare l'host locale usando la linea base predefinita. La linea di base è la directory dalla quale viene eseguito HP SUM. NOTA: Se la directory dalla quale viene eseguito HP SUM non contiene aggiornamenti, non è possibile usare Guided Update (Aggiornamento guidato). Se non è presente nessuna linea di base predefinita, HP SUM visualizza un messaggio nella sezione Inventory of Baseline (Inventario linee di base). Interactive (Interattivo): in questa modalità HP SUM usa la linea di base predefinita per aggiornare l'host locale. Gli aggiornamenti applicati da HP SUM all'host locale possono essere selezionati. NOTA: HP SUM non supporta la configurazione di componenti in Guided Update (Aggiornamento guidato). Automatic (Automatico): in questa modalità HP SUM aggiorna automaticamente l'host locale e usa la linea di base predefinita. NOTA: Nella modalità Automatic (Automatico), facendo clic su OK, HP SUM inizia automaticamente gli aggiornamenti. Uso della schermata Home 17

18 Uso di Guided Update in modalità Interactive 1. Nel menu di navigazione, fare clic su Guided Update (Aggiornamento guidato). 2. Fare clic su Interactive (Interattivo). 3. Fare clic su OK. 4. HP SUM visualizza la linea di base e l'host locale. NOTA: HP SUM inizia automaticamente a creare l'inventario della linea di base e del nodo. La durata del processo di inventario varia in base al numero di aggiornamenti nella linea di base. 5. Quando HP SUM termina l'inventario, fare clic su Next (Avanti). Gli aggiornamenti consigliati pronti per la distribuzione sono evidenziati in blu e HP SUM visualizza un'icona verde nella colonna Ready to proceed (Pronto a procedere). NOTA: Gli elementi aggiornati o opzionali non sono evidenziati. Per distribuire questi aggiornamenti, fare clic su Force (Forza). Per selezionare globalmente tutti i componenti per la riscrittura o il downgrade, selezionare Actions+Advanced Options (Azioni > Opzioni avanzate), quindi Rewrite (Riscrivi) o Downgrade. Facendo clic su Analyze (Analizza) HP SUM effettua una nuova analisi. NOTA: Per visualizzare i dettagli di un componente, fare doppio clic su un aggiornamento. Per visualizzare le informazioni di un nuovo aggiornamento, fare clic sul collegamento. 6. Fare clic su Deploy (Distribuisci). Prima di distribuire gli aggiornamenti, HP SUM esegue un'analisi dei componenti. 7. Esaminare i file di registro dell'installazione. Uso di Guided Update in modalità Automatic 1. Nel menu di navigazione, fare clic su Guided Update (Aggiornamento guidato). 2. Fare clic su Automatic (Automatico). 3. Fare clic su OK. NOTA: Facendo clic su OK, HP SUM inizia a distribuire gli aggiornamenti. Con la modalità Automatic (Automatico) di Guided Update (Aggiornamento guidato), HP SUM non supporta l'interruzione degli aggiornamenti. NOTA: In modalità Automatic (Automatico), HP SUM non supporta l'installazione di componenti SNMP, provider WBEM e AMS. Per installare questi componenti, usare la modalità Interactive (Interattivo). 18 Utilizzo dell'interfaccia grafica di HP SUM

19 Uso della schermata Baseline Library Nella schermata Baseline Library (Libreria linee di base) sono visualizzate le linee di base e i pacchetti aggiuntivi che saranno usati per aggiornare i nodi. Le linee di base comprendono HP SPP, bundle HP Integrity o linee di base personalizzate che comprendono aggiornamenti selezionati da altre linee di base o pacchetti aggiuntivi. I pacchetti aggiuntivi sono directory che contengono gli aggiornamenti non inclusi in un pacchetto di aggiornamento con nome, ad esempio un Hot Fix. HP SUM salva le informazioni della linea di base tra le sessioni. HP SUM visualizza ogni linea di base aggiunta nel riquadro a sinistra. Selezionando una linea di base, HP SUM visualizza le seguenti informazioni per ogni linea di base e pacchetto aggiuntivo. Release date (Data versione) Languages (Lingue) Operating systems (Sistemi operativi) Enhancements (Miglioramenti) Fixes (Soluzioni): HP SUM include una casella di ricerca per trovare gli aggiornamenti che soddisfano i parametri di ricerca. La ricerca può essere effettuata per nome file, descrizione e tipo di aggiornamento. Per visualizzare i dettagli di un aggiornamento, fare doppio su di esso. Component configuration (Configurazione componente): Prima di distribuire un aggiornamento, è necessario configurare alcuni componenti. Per ulteriori informazioni sulla configurazione dei componenti, vedere Configurazione dei componenti. Aggiunta di una linea di base 1. Nella schermata Baseline Library (Libreria linee di base), fare clic su Add baselines (Aggiungi linee di base). 2. Effettuare una delle seguenti operazioni: Per aggiungere questa linea di base: HP SUM default location (Posizione predefinita di HP SUM): usa una condivisione di directory o file alla quale può accedere il sistema che esegue HP SUM. Seguire la procedura: a. Selezionare il tipo di posizione HP SUM default location (Posizione predefinita di HP SUM). Uso della schermata Baseline Library 19

20 Per aggiungere questa linea di base: Seguire la procedura: b. Immettere il percorso di directory alla linea di base o fare clic su Browse (Sfoglia) e usare il menu per selezionare la directory. UNC path (for example \\host\dir) (Percorso UNC) (ad esempio, \\host\dir): questa posizione usa i percorsi UNC ai quali il sistema può accedere. NOTA: Il percorso UNC è supportato solo nei sistemi Windows. a. Selezionare il tipo di posizione UNC path (for example \\host\dir) (Percorso UNC) (ad esempio, \\host\dir). b. In Enter URI for the baseline field (Immettere URI per il campo della linea di base), immettere l'indirizzo UNC per la linea di base di origine. c. Immettere il nome utente, obbligatorio. d. Immettere la password, obbligatoria. NOTA: HP SUM non supporta unità UNC mappate. NOTA: HP SUM aggiunge tutte le linee di base in una directory. 3. Fare clic su Add (Aggiungi) Controllare il registro delle attività per determinare lo stato della linea di base. NOTA: Se la linea di base non è visualizzata nell'elenco delle linee di base, verificare che nella directory siano presenti aggiornamenti. NOTA: HP SUM inizia a creare l'inventario di una linea di base al termine della sua aggiunta. Per ridurre l'impatto sulle risorse di sistema, non è consigliabile aggiungere ad HP SUM altre linee di base fino a quando non termina il processo di inventario della linea di base. Creazione di una linea di base personalizzata La creazione di una linea di base personalizzata consente di distribuire solo determinati aggiornamenti, riducendo la dimensione delle linee di base di aggiornamento o delle immagini ISO avviabili o non avviabili e di standardizzare gli aggiornamenti distribuiti nel proprio ambiente. NOTA: Per creare un'immagine ISO avviabile personalizzata, è necessario che nelle linee di base di origine sia presente un'immagine ISO avviabile di HP SPP o HP SUM. 1. Dalla schermata Baseline Library (Libreria linee di base), fare clic su Actions Create Custom (Azioni > Crea personalizzata). 2. Nella casella di testo Description (), immettere la descrizione della linea di base. La descrizione può avere una lunghezza massima di 50 caratteri. 3. Nelle caselle Version (Versione), usare le frecce di navigazione per creare un numero di versione, ad esempio NOTA: Il Baseline Name (Nome linea di base) viene generato automaticamente combinando la descrizione e la versione. 4. Nel campo Output Location (Posizione di output), fare clic su Browse (Sfoglia) per selezionare la directory in cui salvare la linea di base. NOTA: HP SUM non supporta la creazione di una nuova directory durante la creazione di una linea di base personalizzata. Creare la nuova directory fuori da HP SUM. NOTA: Non salvare più di una linea di base personalizzata in una directory. 20 Utilizzo dell'interfaccia grafica di HP SUM

21 5. Selezionare Make Bootable ISO file (Crea file ISO avviabile) per creare un file ISO avviabile con la linea di base. Se si crea un file ISO avviabile, fare clic su Browse (Sfoglia) e scegliere la directory in cui HP SUM può trovare l'origine per il file ISO avviabile. Il file ISO avviabile della linea di base personalizzata comprende la versione di HP SUM inclusa nel file ISO di origine. Ad esempio, se come file ISO di origine è stato scelto il file ISO di HP SUM 6, nel file ISO viene incluso HP SUM 6. Se come file ISO di origine è stato scelto il file ISO con SPP , nel file ISO viene incluso HP SUM Se desiderato, selezionare l'opzione Run in background (Esegui in background). Selezionando la creazione in background della linea di base, è possibile monitorare l'avanzamento nella schermata Activity (Attività). Per ulteriori informazioni, vedere Uso della schermata Activity. 7. Nella sezione Baseline Sources (Origini linea di base), selezionare le linee di base che contengono i componenti da includere nella linea di base personalizzata. NOTA: Se lo stesso componente è incluso in più di una linea di base di origine, HP SUM elenca il componente più volte. Selezionando il componente da più linee di base, HP SUM lo visualizza più volte quando viene aggiunto come linea di base, ma questa contiene solo una copia del file del componente. 8. Nella sezione Filters (Filtri), selezionare Firmware, Software o Both (Entrambi) da Component Type (Tipo componente). 9. Nella sezione Filters (Filtri), selezionare ciascun tipo di aggiornamento da includere nella linea di base: Critical Updates (Aggiornamenti critici): aggiornamenti per i quali HP richiede la distribuzione immediata. Recommended Updates (Aggiornamenti consigliati): aggiornamenti per i quali HP consiglia la distribuzione non appena possibile. Optional Updates (Aggiornamenti facoltativi): effettuare l'aggiornamento a questa versione se il sistema è affetto da una delle soluzioni documentate o per utilizzare le funzionalità migliorate fornite dalla nuova versione. 10. Selezionare i filtri avanzati da applicare alla linea di base da Advanced Filters (Filtri avanzati): Categoria filtro Architecture (Architettura) OS Type (Tipo OS) Device Type (Tipo di dispositivo) Opzioni Selezionare l'architettura del sistema da includere nella linea di base. Selezionare i sistemi operativi da includere nella linea di base. Selezionare i tipi di dispositivi da includere nella linea di base. 11. Fare clic su Apply Filters (Applica filtri). HP SUM visualizza un elenco di aggiornamenti disponibili. 12. Selezionare i singoli aggiornamenti dei componenti da includere nella linea di base. Per trovare specifici aggiornamenti nell'elenco, usare la funzione di ricerca. 13. Per creare la linea di base, fare clic su Create ISO (Crea ISO) o Save Baseline (Salva linea di base). Facendo clic su Create ISO (Crea ISO) o Save Baseline (Salva linea di base), HP SUM non chiude la schermata Create Custom Baseline (Crea linea di base personalizzata), in caso si desideri creare un'altra linea di base personalizzata. Uso della schermata Baseline Library 21

22 NOTA: Se si crea un file ISO, nella directory HP SUM crea anche una linea di base. Questa linea di base può essere aggiunta ad HP SUM per poterla usare localmente. IMPORTANTE: Creare solo una linea di base personalizzata alla volta se questa contiene un grande numero di componenti. 14. Fare clic su Close (Chiudi) per chiudere la schermata Create Custom Baseline (Crea linea di base personalizzata). NOTA: HP SUM non aggiunge automaticamente la linea di base personalizzata alla Baseline Library (Libreria linee di base). Per ulteriori informazioni sull'aggiunta di una linea di base, vedere Aggiunta di una linea di base. Eliminazione di una linea di base. HP SUM non supporta l'eliminazione di una linea di base se è associata a un nodo. Per eliminare una linea di base: 1. Nella schermata Baseline Library (Libreria linee di base), selezionare una linea di base. 2. Selezionare Actions Delete (Azioni > Elimina). NOTA: Se la linea di base è associata a uno o più nodi, HP SUM visualizza un elenco dei nodi. Modificare i nodi per modificare la linea di base associata o eliminare il nodo. Per maggiori informazioni, vedere Modifica di un nodo o Eliminazione di un nodo. 3. Fare clic su Yes, delete (Sì, elimina) per confermare l'eliminazione della linea di base. Configurazione dei componenti Alcuni componenti possono disporre di impostazioni di configurazione obbligatori o opzionali. I parametri di configurazione includono le informazioni necessarie per configurare correttamente il componente o le password necessarie per il software installato dal componente. La configurazione è memorizzata all'interno del componente ed è propagata a tutti i nodi. Se non si specificano di dati di configurazione opzionali di un componente e questo non è stato precedentemente installato, verranno utilizzati i valori predefiniti per tali dati di configurazione. Se il componente è stato precedentemente installato e configurato e non si modificano i dati di configurazione, le informazioni di configurazione esistenti sono conservate. Per configurare i componenti, è necessario che i componenti Smart siano in una posizione accessibile in scrittura. CD, DVD o condivisioni di rete di sola lettura non sono supportati. Le opzioni dei componenti possono essere modificate dalla schermata Baseline Library (Libreria linee di base). Per configurare i componenti: 1. Nella schermata Baseline Library (Libreria linee di base), scorrere verso il basso all'elenco di componenti, quindi fare clic su Needs Configuration (Richiede configurazione) per ogni componente da configurare. 22 Utilizzo dell'interfaccia grafica di HP SUM

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition Guida introduttiva Questo documento descrive come installare e iniziare a utilizzare Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition.

Dettagli

Boot Camp Guida di installazione e configurazione

Boot Camp Guida di installazione e configurazione Boot Camp Guida di installazione e configurazione Indice 3 Introduzione 4 Panoramica dell'installazione 4 Passo 1: Verificare la presenza di aggiornamenti 4 Passo 2: Per preparare il Mac per Windows 4

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company Manuale di installazione Data Protector Express Hewlett-Packard Company ii Manuale di installazione di Data Protector Express. Copyright Marchi Copyright 2005 Hewlett-Packard Limited. Ottobre 2005 Numero

Dettagli

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida introduttiva

FileMaker Server 13. Guida introduttiva FileMaker Server 13 Guida introduttiva 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono marchi

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server FileMaker Server 13 Guida di FileMaker Server 2010-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono

Dettagli

Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi. Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione.

Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi. Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione. Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione. Indice Trovare le informazioni necessarie... 3 Ripristino e backup... 4 Cos'è il ripristino

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Server for Windows Acronis Backup & Recovery 10 Workstation

Acronis Backup & Recovery 10 Server for Windows Acronis Backup & Recovery 10 Workstation Acronis Backup & Recovery 10 Server for Windows Acronis Backup & Recovery 10 Workstation Guida introduttiva 1 Informazioni sul documento Questo documento descrive come installare e iniziare ad utilizzare

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

Arcserve Replication and High Availability

Arcserve Replication and High Availability Arcserve Replication and High Availability Guida operativa per Oracle Server per Windows r16.5 La presente documentazione, che include il sistema di guida in linea integrato e materiale distribuibile elettronicamente

Dettagli

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati.

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. La prima colonna indica il tasto da premere singolarmente e poi rilasciare. La seconda e terza colonna rappresenta la combinazione dei i tasti da premere

Dettagli

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Il software descritto nel presente

Dettagli

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto 2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto previsto in Avvisi legali. 23 giugno 2014 Indice 3 Indice...5

Dettagli

Guida dell'utente di Norton Save and Restore

Guida dell'utente di Norton Save and Restore Guida dell'utente Guida dell'utente di Norton Save and Restore Il software descritto in questo manuale viene fornito con contratto di licenza e può essere utilizzato solo in conformità con i termini del

Dettagli

Manuale - TeamViewer 6.0

Manuale - TeamViewer 6.0 Manuale - TeamViewer 6.0 Revision TeamViewer 6.0 9947c Indice Indice 1 Ambito di applicazione... 1 1.1 Informazioni su TeamViewer... 1 1.2 Le nuove funzionalità della Versione 6.0... 1 1.3 Funzioni delle

Dettagli

Per Iniziare con Parallels Desktop 10

Per Iniziare con Parallels Desktop 10 Per Iniziare con Parallels Desktop 10 Copyright 1999-2014 Parallels IP Holdings GmbH e i suoi affiliati. Tutti i diritti riservati. Parallels IP Holdings GmbH Vordergasse 59 8200 Schaffhausen Svizzera

Dettagli

Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics

Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics Introduzione I destinatari di questa guida sono gli amministratori di sistema che configurano IBM SPSS Modeler Entity Analytics (EA) in modo

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1. Manuale dell'utente

Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1. Manuale dell'utente Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1 Manuale dell'utente Registrazione del prodotto Se si registra il prodotto SMART, si verrà informati delle nuove funzionalità e aggiornamenti software disponibili. Registrazione

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 6 1.1 Informazioni sul software... 6

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1 UBUNTU SERVER Installazione e configurazione di Ubuntu Server M. Cesa 1 Ubuntu Server Scaricare la versione deisiderata dalla pagina ufficiale http://www.ubuntu.com/getubuntu/download-server Selezioniare

Dettagli

CA Asset Portfolio Management

CA Asset Portfolio Management CA Asset Portfolio Management Guida all'implementazione Versione 12.8 La presente documentazione, che include il sistema di guida in linea integrato e materiale distribuibile elettronicamente (d'ora in

Dettagli

Rational Asset Manager, versione 7.1

Rational Asset Manager, versione 7.1 Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Note Prima di utilizzare queste informazioni e il prodotto

Dettagli

Manuale installazione DiKe Util

Manuale installazione DiKe Util Manuale installazione DiKe Util Andare sul sito Internet: www.firma.infocert.it Cliccare su software nella sezione rossa INSTALLAZIONE: comparirà la seguente pagina 1 Selezionare, nel menu di sinistra,

Dettagli

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail Xerox WorkCentre M118i Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail 701P42705 Questa guida fornisce un riferimento rapido per l'impostazione della funzione Scansione su e-mail su Xerox WorkCentre

Dettagli

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA Avvio di Atlas 2.x sul server CONTESTO La macchina deve rispecchiare le seguenti caratteristiche MINIME di sistema: Valori MINIMI per Server di TC con 10 postazioni d'esame

Dettagli

Per iniziare con Parallels Desktop 9

Per iniziare con Parallels Desktop 9 Per iniziare con Parallels Desktop 9 Copyright 1999-2013 Parallels Holdings, Ltd. and its affiliates. All rights reserved. Parallels IP Holdings GmbH. Vordergasse 59 CH8200 Schaffhausen Switzerland Tel:

Dettagli

Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER

Installazione ed attivazione della SUITE OFFIS versione SERVER Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER Premessa La versione server di OFFIS può essere installata e utilizzata indifferentemente da PC/Win o Mac/Osx e consente l'accesso contemporaneo

Dettagli

Virtualizzazione e installazione Linux

Virtualizzazione e installazione Linux Virtualizzazione e installazione Linux Federico De Meo, Davide Quaglia, Simone Bronuzzi Lo scopo di questa esercitazione è quello di introdurre il concetto di virtualizzazione, di creare un ambiente virtuale

Dettagli

GUIDA DELL UTENTE IN RETE

GUIDA DELL UTENTE IN RETE GUIDA DELL UTENTE IN RETE Memorizza registro di stampa in rete Versione 0 ITA Definizione delle note Nella presente Guida dell'utente viene utilizzata la seguente icona: Le note spiegano come intervenire

Dettagli

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i!

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! Manuale Utente S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! INDICE INDICE... 3 INTRODUZIONE... 3 Riguardo questo manuale...3 Informazioni su VOLT 3 Destinatari 3 Software Richiesto 3 Novità su Volt...3

Dettagli

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente 2015 Seagate Technology LLC. Tutti i diritti riservati. Seagate, Seagate Technology, il logo Wave e FreeAgent sono marchi depositati o marchi registrati

Dettagli

ApplicationServer XG Versione 11. Ultimo aggiornamento: 10.09.2013

ApplicationServer XG Versione 11. Ultimo aggiornamento: 10.09.2013 ApplicationServer XG Versione 11 Ultimo aggiornamento: 10.09.2013 Indice Indice... i Introduzione a 2X ApplicationServer... 1 Cos'è 2X ApplicationServer?... 1 Come funziona?... 1 Su questo documento...

Dettagli

MEGA Process. Manuale introduttivo

MEGA Process. Manuale introduttivo MEGA Process Manuale introduttivo MEGA 2009 SP4 1ª edizione (giugno 2010) Le informazioni contenute nel presente documento possono essere modificate senza preavviso e non costituiscono in alcun modo un

Dettagli

Parallels Plesk Panel

Parallels Plesk Panel Parallels Plesk Panel Notifica sul Copyright Parallels Holdings, Ltd. c/o Parallels International GMbH Vordergasse 59 CH-Schaffhausen Svizzera Telefono: +41-526320-411 Fax+41-52672-2010 Copyright 1999-2011

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto

Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto Augusto Scatolini (webmaster@comunecampagnano.it) Ver. 1.0 (marzo 2009) ultimo aggiornamento aprile 2009 Easy Peasy è una distribuzione

Dettagli

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5 Guida introduttiva Rivedere i requisiti di sistema e seguire i facili passaggi della presente guida per distribuire e provare con successo GFI FaxMaker. Le informazioni e il contenuto del presente documento

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Meeting

TeamViewer 8 Manuale Meeting TeamViewer 8 Manuale Meeting Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

FileMaker Server 13. Pubblicazione Web personalizzata con PHP

FileMaker Server 13. Pubblicazione Web personalizzata con PHP FileMaker Server 13 Pubblicazione Web personalizzata con PHP 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker

Dettagli

Testi della Guida introduttiva a cura di Martin Ley. Revisione e controllo qualità: Cristina Bachmann, Heiko Bischoff, Marion Bröer, Sabine Pfeifer,

Testi della Guida introduttiva a cura di Martin Ley. Revisione e controllo qualità: Cristina Bachmann, Heiko Bischoff, Marion Bröer, Sabine Pfeifer, Guida Introduttiva Testi della Guida introduttiva a cura di Martin Ley. Revisione e controllo qualità: Cristina Bachmann, Heiko Bischoff, Marion Bröer, Sabine Pfeifer, Heike Schilling. Data di rilascio:

Dettagli

IDom. Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it

IDom. Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it IDom MANUALE UTENTE Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it 2 COPYRIGHT Tutti i nomi ed i marchi citati nel documento appartengono ai rispettivi proprietari. Le informazioni

Dettagli

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux.

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux. FAQ su GeCo Qual è la differenza tra la versione di GeCo con installer e quella portabile?... 2 Esiste la versione per Linux di GeCo?... 2 Quali sono le credenziali di accesso a GeCo?... 2 Ho smarrito

Dettagli

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone è pronto per le aziende. Supporta Microsoft Exchange ActiveSync, così come servizi basati su standard, invio e ricezione di e-mail, calendari

Dettagli

File Leggimi relativo a Quark Licensing Administrator 4.5.0.2

File Leggimi relativo a Quark Licensing Administrator 4.5.0.2 File Leggimi relativo a Quark Licensing Administrator 4.5.0.2 INDICE Indice File Leggimi relativo a Quark Licensing Administrator 4.5.0.2...4 Requisiti di sistema: QLA Server...5 Requisiti di sistema:

Dettagli

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme.

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme. Guida operatore del registratore TruVision Vista Live Sull immagine live dello schermo vengono visualizzati laa data e l ora corrente, il nome della telecamera e viene indicato se è in corso la registrazione.

Dettagli

Guida del prodotto. McAfee SaaS Endpoint Protection (versione di ottobre 2012)

Guida del prodotto. McAfee SaaS Endpoint Protection (versione di ottobre 2012) Guida del prodotto McAfee SaaS Endpoint Protection (versione di ottobre 2012) COPYRIGHT Copyright 2012 McAfee, Inc. Copia non consentita senza autorizzazione. ATTRIBUZIONI DEI MARCHI McAfee, il logo McAfee,

Dettagli

COPERTURA WI-FI (aree chiamate HOT SPOT)

COPERTURA WI-FI (aree chiamate HOT SPOT) Wi-Fi Amantea Il Comune di Amantea offre a cittadini e turisti la connessione gratuita tramite tecnologia wi-fi. Il progetto inserisce Amantea nella rete wi-fi Guglielmo ( www.guglielmo.biz), già attivo

Dettagli

CA Process Automation

CA Process Automation CA Process Automation Glossario Release 04.2.00 La presente documentazione, che include il sistema di guida in linea integrato e materiale distribuibile elettronicamente (d'ora in avanti indicata come

Dettagli

La procedura di registrazione prevede cinque fasi: Fase 4 Conferma

La procedura di registrazione prevede cinque fasi: Fase 4 Conferma Guida Categoria alla registrazione StockPlan Connect Il sito web StockPlan Connect di Morgan Stanley consente di accedere e di gestire online i piani di investimento azionario. Questa guida offre istruzioni

Dettagli

EndNote Web. Quick Reference Card THOMSON SCIENTIFIC

EndNote Web. Quick Reference Card THOMSON SCIENTIFIC THOMSON SCIENTIFIC EndNote Web Quick Reference Card Web è un servizio online ideato per aiutare studenti e ricercatori nel processo di scrittura di un documento di ricerca. ISI Web of Knowledge, EndNote

Dettagli

NAS 208 WebDAV Un'alternativa sicura per la condivisione di file su FTP

NAS 208 WebDAV Un'alternativa sicura per la condivisione di file su FTP NAS 208 WebDAV Un'alternativa sicura per la condivisione di file su FTP Eseguire il collegamento al NAS tramite WebDAV A S U S T O R C O L L E G E OBIETTIVI DEL CORSO Al termine di questo corso si dovrebbe

Dettagli

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido SISSI IN RETE Quick Reference guide guida di riferimento rapido Indice generale Sissi in rete...3 Introduzione...3 Architettura Software...3 Installazione di SISSI in rete...3 Utilizzo di SISSI in Rete...4

Dettagli

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers La procedura di installazione è divisa in tre parti : Installazione dell archivio MySql, sul quale vengono salvati

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

Bitdefender Total Security 2015 Manuale d'uso

Bitdefender Total Security 2015 Manuale d'uso MANUALE D'USO Bitdefender Total Security 2015 Manuale d'uso Data di pubblicazione 20/10/2014 Diritto d'autore 2014 Bitdefender Avvertenze legali Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo manuale

Dettagli

Manuale di installazione della piattaforma Business Intelligence per Windows

Manuale di installazione della piattaforma Business Intelligence per Windows Piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence Versione del documento: 4.1 Support Package 3-2014-03-25 Manuale di installazione della piattaforma Business Intelligence per Windows Sommario 1 Cronologia

Dettagli

Uso della Guida Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate Uso della Guida Uso della finestra Come fare per Uso di altre funzioni di supporto

Uso della Guida Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate Uso della Guida Uso della finestra Come fare per Uso di altre funzioni di supporto Uso della Guida Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate Uso della Guida Uso della finestra Come fare per Uso di altre funzioni di supporto Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate

Dettagli

Traduzione di TeamLab in altre lingue

Traduzione di TeamLab in altre lingue Lingue disponibili TeamLab è disponibile nelle seguenti lingue nel mese di gennaio 2012: Traduzioni complete Lingue tradotte parzialmente Inglese Tedesco Francese Spagnolo Russo Lettone Italiano Cinese

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

Guida del client per Symantec Endpoint Protection e Symantec Network Access Control

Guida del client per Symantec Endpoint Protection e Symantec Network Access Control Guida del client per Symantec Endpoint Protection e Symantec Network Access Control Guida del client per Symantec Endpoint Protection e Symantec Network Access Control Il software descritto nel presente

Dettagli

Progetto VirtualCED Clustered

Progetto VirtualCED Clustered Progetto VirtualCED Clustered Un passo indietro Il progetto VirtualCED, descritto in un precedente articolo 1, è ormai stato implementato con successo. Riassumendo brevemente, si tratta di un progetto

Dettagli

Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione

Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione Assistenza tecnica Grazie per aver scelto i prodotti NETGEAR. Una volta completata l'installazione del dispositivo, individuare il numero

Dettagli

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata Giampiero Carboni Davide Travaglia David Board Rev 5058-CO900C Interfaccia operatore a livello di sito FactoryTalk

Dettagli

Istruzioni per l'aggiornamento del firmware su uno scanner Trūper o Sidekick con marchio BHH

Istruzioni per l'aggiornamento del firmware su uno scanner Trūper o Sidekick con marchio BHH Queste istruzioni spiegano come effettuare l'aggiornamento del firmware installato su uno scanner Trūper 3210, Trūper 3610 o Sidekick 1400u con marchio BBH, operazione necessaria per trasformare uno scanner

Dettagli

Guida dell amministratore

Guida dell amministratore Guida dell amministratore Maggiori informazioni su come poter gestire e personalizzare GFI FaxMaker. Modificare le impostazioni in base ai propri requisiti e risolvere eventuali problemi riscontrati. Le

Dettagli

Manuale dell'amministratore

Manuale dell'amministratore Manuale dell'amministratore di LapLink Host 2 Introduzione a LapLink Host 4 Requisiti per LapLink Host 6 Esecuzione dell'installazione silent di LapLink Host 8 Modifica del file di procedura per l'installazione

Dettagli

Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione

Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione 2013. 12 (Revisione 2.6.) Esclusione di responsabilità legale SAMSUNG ELECTRONICS SI RISERVA IL DIRITTO DI MODIFICARE I PRODOTTI, LE INFORMAZIONI

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata Manuale di utilizzo del servizio Webmail di Telecom Italia Trust Technologies Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argomenti 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Obiettivi...

Dettagli

Se il corso non si avvia

Se il corso non si avvia Se il corso non si avvia Ci sono quattro possibili motivi per cui questo corso potrebbe non avviarsi correttamente. 1. I popup Il corso parte all'interno di una finestra di popup attivata da questa finestra

Dettagli

Parallels Plesk Panel

Parallels Plesk Panel Parallels Plesk Panel Notifica sul Copyright ISBN: N/A Parallels 660 SW 39 th Street Suite 205 Renton, Washington 98057 USA Telefono: +1 (425) 282 6400 Fax: +1 (425) 282 6444 Copyright 1999-2009, Parallels,

Dettagli

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8 Creare e ripristinare immagine di con Windows 8 La versione Pro di Windows 8 offre un interessante strumento per il backup del computer: la possibilità di creare un immagine completa del, ovvero la copia

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

Guida rapida Vodafone Internet Key K4607-Z. Progettata da Vodafone

Guida rapida Vodafone Internet Key K4607-Z. Progettata da Vodafone Guida rapida Vodafone Internet Key K4607-Z Progettata da Vodafone Benvenuti nel mondo della comunicazione in mobilità 1 Benvenuti 2 Impostazione della Vodafone Internet Key 4 Windows 7, Windows Vista,

Dettagli

Manuale installazione KNOS

Manuale installazione KNOS Manuale installazione KNOS 1. PREREQUISITI... 3 1.1 PIATTAFORME CLIENT... 3 1.2 PIATTAFORME SERVER... 3 1.3 PIATTAFORME DATABASE... 3 1.4 ALTRE APPLICAZIONI LATO SERVER... 3 1.5 ALTRE APPLICAZIONI LATO

Dettagli

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0)

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0) Indice generale PREMESSA... 2 ACCESSO... 2 GESTIONE DELLE UTENZE... 3 DATI DELLA SCUOLA... 6 UTENTI...7 LISTA UTENTI... 8 CREA NUOVO UTENTE...8 ABILITAZIONI UTENTE...9 ORARI D'ACCESSO... 11 DETTAGLIO UTENTE...

Dettagli

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email. La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.it) Introduzione In questa serie di articoli, vedremo come utilizzare

Dettagli

Vassoio 5 (opzionale) Vassoio 6 (inseritore) (opzionale) Pannello comandi. Stazione di finitura per grandi volumi (opzionale) Pannello comandi

Vassoio 5 (opzionale) Vassoio 6 (inseritore) (opzionale) Pannello comandi. Stazione di finitura per grandi volumi (opzionale) Pannello comandi Xerox ColorQube 90/ 90/ 90 Descrizione generale della macchina Descrizione generale della macchina Funzioni In base alla configurazione, il dispositivo è in grado di eseguire le seguenti operazioni: 8

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Microsoft Windows 30/10/2014 Questo manuale fornisce le istruzioni per l'utilizzo della Carta Provinciale dei Servizi e del lettore di smart card Smarty sui sistemi operativi

Dettagli

SOLUZIONI PER ANOMALIE RISCONTRATE NELL USO DELLA PROCEDURA ON-LINE IMPOSSIBILITA DI ACCEDERE NELLA PROCEDURA ON-LINE

SOLUZIONI PER ANOMALIE RISCONTRATE NELL USO DELLA PROCEDURA ON-LINE IMPOSSIBILITA DI ACCEDERE NELLA PROCEDURA ON-LINE SOLUZIONI PER ANOMALIE RISCONTRATE NELL USO DELLA PROCEDURA ON-LINE IMPOSSIBILITA DI ACCEDERE NELLA PROCEDURA ON-LINE ESEGUIRE: MENU STRUMENTI ---- OPZIONI INTERNET --- ELIMINA FILE TEMPORANEI --- SPUNTARE

Dettagli

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS)

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) EZChrom Edition e ChemStation Edition Requisiti hardware e software Agilent Technologies Informazioni legali Agilent Technologies, Inc. 2013 Nessuna parte

Dettagli

Guida all'installazione del WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili

Guida all'installazione del WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili Guida all'installazione del WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili Sommario Per iniziare............................................ 3 Il WiFi Booster......................................... 4 Pannello

Dettagli

Windows Compatibilità

Windows Compatibilità Che novità? Windows Compatibilità CODESOFT 2014 é compatibile con Windows 8.1 e Windows Server 2012 R2 CODESOFT 2014 Compatibilità sistemi operativi: Windows 8 / Windows 8.1 Windows Server 2012 / Windows

Dettagli

Gestione posta elettronica (versione 1.1)

Gestione posta elettronica (versione 1.1) Gestione posta elettronica (versione 1.1) Premessa La presente guida illustra le fasi da seguire per una corretta gestione della posta elettronica ai fini della protocollazione in entrata delle mail (o

Dettagli

Comandi filtro: sed. Se non si specificano azioni, sed stampa sullo standard output le linee in input, lasciandole inalterate.

Comandi filtro: sed. Se non si specificano azioni, sed stampa sullo standard output le linee in input, lasciandole inalterate. Comandi filtro: sed Il nome del comando sed sta per Stream EDitor e la sua funzione è quella di permettere di editare il testo passato da un comando ad un altro in una pipeline. Ciò è molto utile perché

Dettagli

APRS su Linux con Xastir, installazione dai sorgenti

APRS su Linux con Xastir, installazione dai sorgenti APRS su Linux con Xastir Installazione dai sorgenti L installazione di Xastir Per installare Xastir non è richiesto essere un guru di Linux, anche se una conoscenza minima della piattaforma è necessaria.

Dettagli

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito, semplice da utilizzare e fornisce

Dettagli

Invio di SMS con FOCUS 10

Invio di SMS con FOCUS 10 Sommario I Sommario 1 1 2 Attivazione del servizio 1 3 Server e-service 3 4 Scheda anagrafica 4 4.1 Occhiale... pronto 7 4.2 Fornitura... LAC pronta 9 4.3 Invio SMS... da Carico diretto 10 5 Videoscrittura

Dettagli

Manuale di installazione e d uso

Manuale di installazione e d uso Manuale di installazione e d uso 1 Indice Installazione del POS pag. 2 Funzionalità di Base - POS Sagem - Accesso Operatore pag. 2 - Leggere una Card/braccialetto Cliente con il lettore di prossimità TeliumPass

Dettagli

Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB

Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB Alex Gotev 1 Contenuti Che cos'è Puppy Linux? Come posso averlo? Come si avvia? Che programmi include? Installazione su Chiavetta USB Domande

Dettagli

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci Manuale di Remote Desktop Connection Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Il protocollo Remote Frame Buffer 6 3 Uso di Remote Desktop

Dettagli