Search Engine Optimization: come valutare le esigenze?!

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Search Engine Optimization: come valutare le esigenze?!"

Transcript

1 Search Engine Optimization: come valutare le esigenze? Questa guida vuole fornirti un quadro riassuntivo dei passaggi da fare per valutare la seo di un sito web. Il primo passo per realizzare una strategia SEO a lungo termine è verificare che la struttura complessiva di server, applicativi, pagine e contenuti sia tale da consentire l indicizzazione del sito, eliminando o limitando gli ostacoli che possono derivare da determinate impostazioni. Un sito è visualizzato nei risultati di Google quando: È facilmente navigabile dall utente e altrettanto accessibile ai vari spider Il contenuto è interessante e costantemente in crescita Il contenuto è presentato in modo da poter essere classificato e quindi posizionato efficacemente. Prima di partire è opportuno anche verificare questi punti: è installato analytics o un analogo sistema di tracciamento? Il sito è configurato su Google Webmaster Tools? Contenuti e Keywords Si comincia valutando le richieste del cliente, analizzando i contenuti presenti sul sito e proponendo una lista di possibili frasi chiave concorrenziali (keywords) con cui ottimizzare il sito. Il suggerimento è iniziare da keywords long tail, sfruttando anche la geolocalizzazione. In questo modo è possibile aumentare la reputazione del sito e guadagnare qualche posizione con le keywords generiche e più inflazionate. Prendersi del tempo per studiare con attenzione i contenuti del sito aiuta ad individuare le keywords appropriate. Già in questa prima fase è necessario porsi alcune domande: - Ci sono contenuti numerosi e di qualità? - Questi contenuti sono facilmente raggiungibili dai menù del sito? - Si leggono facilmente?

2 COME TI VEDE GOOGLE? La prima operazione da fare è vedere come il sito del cliente è indicizzato da Google. Per farlo basta usare questa stringa di ricerca su Google site:nomesito.xx scritto senza spazi e senza http e www. La serp mostrata è un elenco di tutte le pagine del sito che il motore di ricerca ha indicizzato. Questo listato è molto importante perché mostra la metadescription, il title e l url di ogni pagina. img 1: come Google ha indicizzato un sito Se il cliente punta sul proprio brand una ricerca con il nome del sito può

3 essere utile per vedere come Google tratta il brand. img 2: ricerca sul brand Nell immagine 2 puoi vedere come Google legge la home page di una nota azienda produttrice di spezie. In questo caso il cliente ha scelto di puntare anche sul brand, inserendolo all inizio del title della pagina, mentre per le pagine interne il nome dell azienda è stato spostato alla fine. img 3: pagina interna con il marchio alla fine del title Nell immagine 3 è possibile notare come sia il titolo sia la metadescription siano state ottimizzate per la keyword spezie e aromi naturali. Anche l URL è stato personalizzato, eliminando caratteri non standard e uniformandolo al titolo. Ecco le prime regole da controllare: Il tag <title> è correttamente strutturato?

4 La metadescription illustra chiaramente il contenuto della pagina? La metadescription è ottimizzata secondo le keywords scelte? Per applicare queste regole uno degli obiettivi da perseguire è sfruttare al meglio il codice HTML delle pagine, utilizzando in modo pulito ed efficace le tag e le meta tag del linguaggio. Nel caso di un attività commerciale non dimenticare di controllare la presenza del sito anche su Google Places. UNO SGUARDO AL CODICE Procurarsi gli strumenti A questo punto siamo già in possesso di un buon numero di elementi per valutare il sito, principalmente riferiti ai contenuti presenti. Adesso è necessario controllare il codice per vedere se questi contenuti sono presentati secondo gli standard richiesti dai motori di ricerca. Quanto viene riportato è valido sia nel caso che il sito sia stato sviluppato con una piattaforma proprietaria, sia che sia stato creato a partire da uno dei numerosi CMS (opensource e a pagamento) disponibili sul web. Relativamente ai CMS è facile trovare pacchetti di codice (plugin, estensioni, moduli etc.) che aiutano a migliorare le performance del sito sui motori di ricerca; nel caso di piattaforme proprietarie spetta al programmatore implementarvi i cambiamenti richiesti dal seo specialist. Per questo lavoro ti suggerisco di avere sotto mano almeno tre browser: Internet Explorer, Mozilla Firefox e Chrome per visualizzare che la resa delle pagine sia identica su tutti i browser; inoltre Firefox o Chrome serviranno per analizzare il sito sotto il cofano, avvalendosi di alcune estensioni da installare per facilitarsi il lavoro. In questa guida utilizzo Firefox perché rispetto agli strumenti di sviluppo di Chrome, trovo molto pratica l estensione Firebug e perché nella gestione delle tab è più semplice visualizzare il title della pagina.

5 img 4: title della pagina con il browser Firefox Dunque procediamo installando su Firefox le seguenti estensioni: 1.Firebug (https://addons.mozilla.org/it/firefox/addon/firebug/) 2.Page speed (https://developers.google.com/speed/pagespeed/) 3.Web developer (https://addons.mozilla.org/it/firefox/addon/webdeveloper/) 4.Wapalizer (http://wappalyzer.com/) 5.PageRank o un estensione simile (https://addons.mozilla.org/it/firefox/ addon/pagerank/?src=userprofile) Firebug, PageSpeed (che si integra in Firebug) e Webdeveloper servono per analizzare il codice velocemente. Wapalizer permette di analizzare le tecnologie usate sul sito web del cliente come CMS usato, tipo di web servers, frameworks JavaScript, strumenti di tracciamento tipo Google Analytics etc.). Infine PageRank, come è facile intuire, mostra in un colpo d occhio il Page Rank che Google attribuisce ad ogni pagina del sito. A questo punto possiamo procedere con l analisi vera e propria. IL TAG TITLE Come puoi vedere dalla figura 1 il tag title è visualizzato nelle SERP ed è il link su cui cliccare per accedere alla pagina del sito. Costruire un buon tag title ha il duplice ruolo di attrarre l attenzione dell utente e permette alla pagina di posizionarsi in modo concorrenziale tra i risultati di una ricerca. Il titolo deve essere unico e in tema con il contenuto di ogni pagina.

6 Il titolo deve attirare l attenzione dell utente sia graficamente che scegliendo le parole giuste. Facciamo un esempio: in relazione ad una valida dieta, quali di questi titoli ti sembra il migliore? Ecco la mia dieta che sto cercando di seguire per perdere peso mentre aspetto l'estate consigli per perdere peso facilmente 5 Consigli per Perdere Peso Velocemente Mantenendo il Sorriso Il primo è troppo lungo e anonimo, il secondo contiene una keyword ma è sicuramente il terzo che ottiene risultati migliori perché è accattivante, fa capire subito di cosa si parla, ha una formattazione che focalizza l attenzione sulle parole chiave. LA META DESCRIPTION Per ogni pagina che indicizza, Google propone un breve riassunto, visualizzato nella SERP sotto ciascun risultato. Questa porzione di testo viene ricavato dal tag meta description oppure dal contenuto estratto della pagina stessa. Su alcune piattaforme CMS la meta tag description è automaticamente compilata con una parte di testo rilevante presente nella pagina. Il consiglio è quello di avere il pieno controllo su questo tag. Wordpress, ad esempio, mette a disposizione un plugin che permette di personalizzare la meta description, mentre Joomla permette nativamente di modificare questo tag (almeno per i contenuti di tipo standard). img 5: codice sorgente di una pagina, dettaglio meta description Come il tag title, anche la meta description deve essere unica per ogni singola pagina e possibilmente contenere una delle keywords scelte. Se vuoi che la tua descrizione non sia tagliata da Google non superare i 156 caratteri oppure cerca di concentrare all inizio i concetti importanti. DRUPAL E WORDPRESS: ADDS-ON PER LA SEO

7 Abbiamo parlato finora di gestione di title della pagina e di meta description. Dal sito di Wordpress è possibile scaricare l ottimo plug-in All in one seo pack che permette di avere pieno controllo su questi elementi, oltre a poter personalizzare quali contenuti debbano essere indicizzati. img 6: settaggi generali del plug-in All in one seo pack

8 E possibile gestire globalmente post, pagine e custom post type o andare ad intervenire sul singolo contenuto. img 7: settaggi di All in one seo pack per un singolo contenuto Clicca qui per scaricarlo. Relativamente a Drupal, invece, è disponibile l ottimo modulo Metatag, che funziona in maniera analoga al plugin di Wordpress. In aggiunta Metatag permette di gestire il protocollo Open Graph usato da Facebook. Esso permette di integrare i vari contenuti presenti su un sito con la piattaforma di Facebook, consentendo l'aggiunta di meta-dati per

9 trasformare siti web in oggetti grafici. img 8: il modulo Metatag in azione su una pagina di Drupal Puoi scaricare Metatag da qui. Il risultato dell uso di questi moduli emerge dando uno sguardo al codice. img 9: esempio di un post di Wordpress con meta description personalizzata grazie al plug-in All in one seo pack UNO SGUARDO AL TEMPLATE La struttura dei contenuti A prescindere dall aspetto grafico del sito, deciso dai CSS, è molto importante prestare attenzione a come viene presentato il contenuto vero e proprio nella pagina web. Bisogna verificare che gli elementi della pagina siano stati organizzati in modo

10 razionale e possibilmente simile per tutte le pagine (qui c è un menù, lì ci sono i banner, là il contenuto etc). La struttura del template dovrebbe essere organizzata dando la precedenza ai contenuti, che devono essere caricati immediatamente; a seguire i menù e le altre parti che vanno a comporre il sito (sotto menù, gallerie etc). Successivamente tramite CSS si forniscono indicazioni al browser su come visualizzare i contenuti; quindi un menù o una barra laterale possono visivamente precedere il contenuto vero e proprio mentre nel codice l ordine è invertito. Tramite WebDeveloper puoi disabilitare completamente l uso di CSS per vedere come viene visualizzata la pagina senza formattazione e verificare se il contenuto è ancora accessibile. Nelle immagini qua sotto puoi vedere come appare una pagina vista dal browser e la stessa pagina vista disabilitando i CSS. Vedrai che gli elementi della barra laterale e altre parti meno importanti sono caricato dopo il contenuto principale.

11 img 10: una pagina vista dal browser

12

13 img 11: la stessa pagina disattivando tutti i CSS HTML5 e web semantico Mentre nell HTML4 si utilizzavano principalmente i <div> a cui venivano assegnati degli id univoci per identificarli, il nuovo HTML5 permette anche di effettuare una marcatura semantica del contenuto. img 12: esempio di pagina formattata in HTML4 con id assegnati ai div (via html.it) La semantica viene realizzata grazie all introduzione di nuovi elementi come ad esempio i tag <article> e <nav> usati rispettivamente per indicare un tipo di contenuto informativo, quindi il succo del discorso e un tipo di contenuto menù.

14 img 13: la stessa struttura dell'immagine 10 in HTML5 (via html.it) Identificare lo scopo delle sezioni di una pagina attraverso l uso di specifici elementi di sezione ha una duplice funzione: il primo è aiutare l utente a navigare più facilmente nella struttura della pagina; per esempio si può passare direttamente da un articolo all altro senza la necessità da parte dell autore della pagina di fornire i classici skip link. Il secondo scopo è quello di aiutare gli spider dei motori di ricerca a identificare i contenuti e la loro organizzazione nella pagina. Ad esempio Google si aspetterà di trovare il succo del discorso all interno del tag <article> mentre capisce che la lista di link all interno di <nav> sono i link del menù principale per la navigazione nel sito. La stessa struttura (lista di link) dentro <aside>, invece, rappresenta parti "laterali" della pagina e che dunque richiedono un'attenzione minore dai parte dei motori di ricerca. In questa sezione si possono posizionare, ad esempio, banner o link pubblicitari. Anche gli sviluppatori possono trarre benefici per il loro lavoro perché possono mantenere il codice più pulito e comprensibile. Infine una nota: secondo quanto indicato qui, Google caldeggia l uso di un template di tipo responsive, ovvero che si adatta in modo dinamico alle dimensioni dello schermo di ogni dispositivo su cui si visualizza il sito. In questo modo non è più necessario scrivere CSS o sviluppare temi in base al

15 dispositivo (pc, mobile etc). Riassumendo è necessario controllare la versione di HTML utilizzata, verificando che sia stata rispettato il corretto posizionamento degli elementi nel template, <div> nel caso di HTML4 e tag semantici in caso di HTML5 (nav, footer, header etc). Il logo Dal momento che stiamo controllando il codice nel template è anche il caso di controllare come è strutturato il logo. Sulla home: assicurarsi che il logo del sito sia indentato in un tag <h1> e che i titoli degli eventuali articoli (ad esempio in un blog) siano in <h2>. img 14: il logo sulla homepage Sulle altre pagine: il logo va indentato in un <p> mentre l <h1> va utilizzato per il titolo dell articolo.

16 img 15: il logo in una pagina interna Ulteriori controlli riguardano la correttezza del codice HTML e del CSS che dovrebbero seguire gli standard indicati dal W3C. Tramite l estensione Web Developer puoi verificare con un click la validità del codice e del CSS.

17 img 16: validazione del CSS tramite l'estensione Web Developer Tempi di caricamento Adesso con l estensione PageSpeed (integrata in un tab di Firebug) verifichiamo i tempi di caricamento della pagina. La velocità di un sito è un fattore molto importante perché influisce sull esperienza utente e sulla visibilità nei motori di ricerca. L ottimizzazione delle performance dipendente dalle caratteristiche specifiche di ogni sito, pertanto di seguito vengono indicati solo alcuni requisiti di base. Il programma assegna un punteggio alla pagina e suggerisce una serie di provvedimenti da prendere che possiamo riassumere in questa lista: rimandare il codice Javascript (in genere caricandolo dopo il tag </body) e ricorrendo il meno possibile a plugin e moduli) minimizzare javascript per evitare troppe richieste http (ci sono delle librerie come UglyfyJs appositamente per questo compito) offrire immagini ottimizzate (v. sopra) minimizzare il CSS (prova UglyfCSS)

18 img 17: il metamotore di annunci WickedIn perfettamente ottimizzato SITEMAPS e ROBOTS.TXT Gli ultimi controlli riguardano la presenza di una sitemap e del robots.txt. La prima è una pagina che elenca gerarchicamente tutte le pagine del tuo sito e serve per facilitare la ricerca dei contenuti all utente. Non è un requisito necessario ma un valido supporto per l utente. Diverso il caso di una sitemap XML. La Sitemap XML è sempre una lista di link ma essa è specificatamente pensata per i crowler dei motori di ricerca ed è fondamentale. Introdotta da Google con il servizio Google Sitemaps, e poi utilizzata anche da Yahoo e Bing permette di menzionare all interno di un file XML tutti gli URL

19 delle pagine del tuo sito da sottoporre al motore di ricerca. In questo modo anche i siti dinamici possono fornire URL corretti, permettendo un indicizzazione più intelligente. Il secondo controllo riguarda il file robots.txt. Esso contiene le regole utilizzate dai crawler (o spider) per applicare restrizioni di analisi sulle pagine di un sito internet. A volte ci possono essere errori o errate configurazioni che possono penalizzare un sito. Molti CMS generano in maniera automatica e dinamica questo file, che si trova sempre all indirizzo NOMESITO/robots.txt. Verifica che sia correttamente scritto. img 18: esempio di robots.txt con istruzioni specifiche Nell immagine 18 trovi un esempio di robots.txt. E stato generato dinamicamente da Joomla e sono state aggiunte ulteriori istruzioni per disabilitare determinate pagine del sito. I CONTENUTI Dopo aver verificato nel template come è organizzata la struttura che presenta tutti gli elementi del sito, la verifica prosegue analizzando i tipi di contenuti.

20 Il titolo Un testo deve avere un titolo. In genere questo titolo corrisponde anche al meta title della pagina ma non è obbligatorio, anzi spesso è preferibile personalizzare il title tramite i tools visti sopra. Il titolo di un post o di una pagina dovrebbe essere indentato all interno di un tag <h1> seguendo una logica di livelli che assegna al più alto (h1) l importanza maggiore. I vari sottotitoli eventualmente presenti nella pagina dovrebbero essere indentati con i tag h2, h3 etc. Il titolo va ottimizzato anche in base alle keywords scelte all inizio del lavoro, possibilmente utilizzando una keywords o un suo sinonimo. Nell immagine qua sotto un esempio esplicativo.

21 img 19: meta title e titolo articolo Il titolo scelto per l articolo è liquori e distillati che è una keyword suggerita da google, sebbene un po generica. E stato inserito all interno di un <h1> ad indicare che è il riassunto del contenuto principale. Sono stati messe in maiuscolo le parole principali per facilitare la lettura.

22 Il title della pagina è stato personalizzato combinando una serie di keyword: spezie per liquori + liquori e distillati + spezie import export Infine è stato messo il marchio dell azienda in fondo al titolo perché si è scelto di posizionare la pagina per termini generici. Abbiamo ottenuto il seguente meta title Spezie per Liquori e Distillati Import Export Webb James che risulta efficace per Google. Ecco cosa si ottiene cercando spezie per fare liquori : Le immagini L uso di immagini all interno di un sito serve a comunicare istantaneamente un idea o ad arricchire quanto espresso a parole. E necessario preparare le immagini con la stessa cura che si dedica ai testi. Nel trattare le immagini tieni conto di queste osservazioni: 1.per Google è fondamentale soprattutto il testo 2.i robots non sono in grado di leggere le immagini; ovvero si rendono conto che in una certa posizione del template si trova un immagine ma non sono in grado di capire cosa rappresenti 3.Google Immagini indicizza le immagini Stiamo parlando, ovviamente, delle immagini che fanno parte dei contenuti

23 non di quelle che vanno a comporre il template, di cui parleremo in seguito. Dunque ecco i requisiti che devono avere le immagini: Il nome file di ogni immagine deve essere il più possibile descrittivo del contenuto dell immagine. Ad es. logo-banca-generali.jpg è da preferire a IMG00023.JPG. Deve essere sempre presente un testo alternativo, ovvero l attributo alt del tag img deve essere specificato (in genere puoi usare le stesse parole del nome) L attributo alt, specificato nella tag <img>, è usato per descrivere sinteticamente il contenuto di un immagine ed è fondamentale per l accessibilità, ad esempio in caso di connessioni lente o di persone che hanno problemi di vista. Al posto dell immagine viene visualizzato il testo inserito in alt. Ti suggerisco di non ripetere le stesse parole chiave più volte nello stesso attributo alt e non replicare mai lo stesso attributo alt, salvo che esso non sia associato alla stessa immagine ripetuta. La scelta del titolo per un immagine è anch essa da non sottovalutare perché abbiamo detto che Google indicizza anche le immagini.

24 img 20: titolo immagine e attributo alt "bambini iperattivi" Abbiamo preparato l immagine qua sopra scegliendo un titolo consono al contesto nel quale è inserita e Google images la indicizza correttamente.

25 img 21: Google riconosce correttamente gli attributi per l'immagine scelta e la restituisce quando viene effettuata una ricerca affine Molti CMS prevedono un sistema automatico per gestire le immagini, ovvero

26 vengono generate dinamicamente una serie di anteprime di dimensioni specifiche, adatte ad essere inserite nel sito. In questo modo si evita all utente il fastidio di salvare le immagini in formati e risoluzioni consone ad un sito web. Tuttavia non sempre sono disponibili queste funzioni. Quindi ti suggerisco, come ultimo controllo, di verificare anche che le immagini siano correttamente ottimizzate, ovvero che abbiamo una risoluzione di 72 dpi e che siano preferibilmente in formati compressi come.jpg o.gif. I video I video devono essere ottimizzati in funzione della piattaforma su cui verranno caricati (YouTube, Vimeo etc.). E necessario prestare attenzione al titolo, alla descrizione e ai tag scelti. Il nome file di ogni video deve essere il più possibile descrittivo del contenuto del video. Prendi in considerazione questi punti: Avere una pagina web per ciascun video, con URL specifico e la possibilità di inserire un testo descrittivo. Nel caso che il cliente voglia puntare sul proprio brand questo step è ancora più importante. In questo caso si suggerisce di creare un canale video sulla piattaforma scelta (YouTube, Vimeo etc) e da lì caricare i video sul sito (embedded video). Creare una Sitemap XML ad hoc per i contenuti video. In caso di CMS spesso puoi trovare moduli specifici, come questo per Wordpress Utilizzare il mark up di schema.org per la creazione dei Rich Snippet per i video Un video correttamente ottimizzato viene visualizzato nelle SERP di Google.

27 img 22: video ottimizzato nella SERP di Google I link Ogni link all interno del sito va controllato per verificare che abbia specificato l attributo title, quello che genera il tooltip al passaggio del

28 mouse. Tale accorgimento vale per i link creati dinamicamente dal sito (voci di menù etc), sia per quelli all interno dei contenuti, inseriti tramite l editor di testo del sito. Soprattutto per i link dentro i contenuti è utile specificare un title significativo, come nell immagine qui sotto. Riassumendo, ecco le verifiche da fare su contenuti, immagini, link: Il titolo della pagina / articolo è all interno di un tag <h1>? Sono presenti intestazioni di secondo (terzo ) livello (<h2>, <h3> etc) e suddivisione in paragrafi? I link sono corredati dell attributo title? Il nome dell immagine è significativo? È presente l attributo alt nel tag <img>? Le immagini sono ottimizzate per il web? EVITARE I DUPLICATI I contenuti duplicati sono il nemico numero uno del SEO specialist. Ogni contenuto deve essere accessibile da una ed una sola URL.

29 Soprattutto quando si sviluppa a partire da un CMS, nel caso di alcuni componenti questi possono generare pagine duplicate. Un esempio è quanto si verifica con un componete di Joomla utilizzato per presentare le notizie in tab scorrevoli. Oltre all URL correttamente assegnato ad una voce di menù: 204-news-0412-ciclone-giovanna.html il componente genera anche il seguente link che rappresenta una duplicazione di contenuto news-0412-ciclone-giovanna.html Tutti i duplicati devono rimandare alla URL canonica seguendo uno dei metodi suggeriti da Google. Oltre alla duplicazione delle URL è possibile anche che sia stato fatto copia/ incolla da altri siti. In questo caso non abbiamo una risorsa raggiunta da due url diversi ma del contenuto non originale, duplicato di un contenuto presente su un altro sito. Anche in questo caso è necessario correre ai ripari prontamente e sta al SEO specialist spiegare al cliente che in nessun caso bisogna copiare dati da altri siti, a meno di non fare una citazione. Per verificare che i contenuti siano originali è possibile copiare una porzione di testo su Google e verificare manualmente oppure ricorrere ad un servizio come quello offerto da PAGINA 404 Una pagina 404 viene visualizzata quando siamo in presenza di: URL digitato male; un segnalibro/bookmark datato; un collegamento datato proveniente da un motore di ricerca; un link interno interrotto sfuggito al webmaster. Personalizzare la pagina 404 è importante sia per la SEO che per l usabilità da parte dell utente. Lato seo indica allo spider che non è più presente la risorsa all URL indicata. In questo modo dopo qualche richiesta non andata a buon fine, la pagina verrà

30 rimossa dall indice poichè viene considerata obsoleta; per quanto riguarda l utente è possibile fornire dei messaggi, guidandone la navigazione e fornendo degli strumenti adatti a trovare ciò che cerca nel sito. Verifica che il CMS sia configurato in modo da erogare un codice di stato 404 per le risorse non esistenti. Questa pagina dovrebbe avere un testo chiaro che illustra la mancanza della risorsa e fornire degli strumenti per riprendere la navigazione, ad esempio: un box di ricerca un link alla home un link alla mappa del sito link alle pagine di primo livello del sito img 23: il sito Cityfan riporta un valido esempio di pagina 404. Sono presenti un link alla home e un box di ricerca. QUALCHE CONSIGLIO PER LAVORARE MEGLIO I dati di accesso Per lavorare in tranquillità, senza stare a contattare il cliente ogni cinque minuti, è consigliabile chiedere immediatamente tutti i dati di accesso di cui si ha bisogno. Il consiglio è quello di preparare in precedenza un foglio (o una mail) con un dettaglio delle richieste. In questo modo il cliente può girare direttamente la

31 richiesta a colui che cura il lato tecnico del sito, senza farsi prendere dal panico perché deve chiedere informazioni per lui oscure e senza che ci siano fraintendimenti. Ecco i dati da richiedere che possono risultare utili: Accesso a Google Analytics Accesso a Webmaster Tools Accesso FTP Accesso al pannello di controllo del sito Accesso ad una mail del cliente (o crearne una nuova da usare per la SEO) Google Analytics è uno dei migliori strumenti gratuiti che il web mette a disposizione per monitorare il traffico del tuo sito. In un colpo d occhio è possibile visionare il numero di accessi, le pagine maggiormente visitate, i tempi di permanenza (ovvero quanto un utente si sofferma sui contenuti di una singola pagina) e molte altre informazioni. A breve realizzeremo una guida specificatamente dedicata agli strumenti di Google ma per il momento è sufficiente dire che Analytics (se già installato dal cliente) è un ottimo strumento anche per poter confrontare il traffico del sito prima e dopo l intervento di seo; inoltre permette di individuare i contenuti più interessanti (quelli più visionati dagli utenti) e quelli che necessitano di aggiustamenti, oltre che informazioni dettagliate sulla tipologia di traffico che il sito genera. Ad esempio, nel caso di un sito multilingua in italiano e inglese, ci si potrebbe rendere conto che buona parte del traffico per la lingua inglese arriva da utenti residenti in Francia e quindi potrebbe essere proficuo aggiungere anche il francese come lingua al sito, considerando anche l importanza che questo popolo attribuisce alla lingua. Webmaster Tools è un altro attrezzo che non dovrebbe mai mancare nella cassetta del seo specialist. Anche questo è messo a disposizione gratuitamente da Google e permette di verificare lo stato di salute di un sito. Ecco alcune opzioni che offre: - verificare che non ci siano tag e meta description duplicate - rimuovere dall indicizzazioni url obsoleti

32 - vedere se i crowler di google indicizzano correttamente tutte le pagine - segnalare la sitemap.xml del sito a Google - Con gli strumenti indicati finora e seguendo tutti i suggerimenti di questa guida, il seo specialist sarà in grado di fornire al cliente un documento che presenta punti deboli e punti di forza del sito, oltre che tutti i passaggi necessari a migliorare il traffico.

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Catalogo formativo. Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014

Catalogo formativo. Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014 2014 Catalogo formativo Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014 Internet Training Program Email Marketing Negli ultimi anni l email è diventata il principale strumento di comunicazione aziendale

Dettagli

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Nessuna parte di questo documento può essere usata o riprodotta in alcun modo anche parzialmente senza il permesso della

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Nessuna parte di questo documento può essere usata o riprodotta in alcun modo anche parzialmente senza il permesso della www.smartplus.it www.progettorchestra.com Per informazioni: info@smartplus.it info@progettorchestra.it Tel +39 0362 1857430 Fax+39 0362 1851534 Varedo (MI) - ITALIA Siti web e motori di ricerca Avere un

Dettagli

Fatti trovare... Fatti preferire! Web Site» E-Commerce» Social Media» Web Marketing» Photo» Video» Graphic design

Fatti trovare... Fatti preferire! Web Site» E-Commerce» Social Media» Web Marketing» Photo» Video» Graphic design Fatti trovare... Fatti preferire! Web Site» E-Commerce» Social Media» Web Marketing» Photo» Video» Graphic design Come si trovano oggi i clienti? Così! ristorante pizzeria sul mare bel Perchè è importante

Dettagli

come installare wordpress:

come installare wordpress: 9-10 DICEMBRE 2013 Istitiuto Nazionale Tumori regina Elena come installare wordpress: Come facciamo a creare un sito in? Esistono essenzialmente due modi per creare un sito in WordPress: Scaricare il software

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

Si prega di comunicare eventuali errori o inesattezze riscontrate, scrivendo una mail a: otebac@beniculturali.it

Si prega di comunicare eventuali errori o inesattezze riscontrate, scrivendo una mail a: otebac@beniculturali.it TEMPLATE IN MWCMS D A N I E L E U G O L E T T I - G R U P P O M E T A Si prega di comunicare eventuali errori o inesattezze riscontrate, scrivendo una mail a: otebac@beniculturali.it C ONTENTS I template

Dettagli

I nostri corsi serali

I nostri corsi serali I nostri corsi serali del settore informatica Progettazione WEB WEB marketing Anno formativo 2014-15 L Agenzia per la Formazione, l Orientamento e il Lavoro Nord Milano nasce dall unione di importanti

Dettagli

INFORMATIVA SUI COOKIE

INFORMATIVA SUI COOKIE INFORMATIVA SUI COOKIE I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell erogazione del servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle

Dettagli

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA STRUMENTI DI GESTIONE BIBLIOGRAFICA I software di gestione bibliografica permettono di raccogliere, catalogare e organizzare diverse tipologie di materiali, prendere appunti, formattare

Dettagli

Università degli Studi Roma Tre. Prove di Ammissione / Valutazione della Preparazione Iniziale

Università degli Studi Roma Tre. Prove di Ammissione / Valutazione della Preparazione Iniziale Università degli Studi Roma Tre Prove di Ammissione / Valutazione della Preparazione Iniziale Istruzioni per l individuazione della propria Prematricola e della posizione in graduatoria Introduzione...

Dettagli

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO Precisione del riconoscimento Velocità di riconoscimento Configurazione del sistema Correzione Regolazione della

Dettagli

Traduzione di TeamLab in altre lingue

Traduzione di TeamLab in altre lingue Lingue disponibili TeamLab è disponibile nelle seguenti lingue nel mese di gennaio 2012: Traduzioni complete Lingue tradotte parzialmente Inglese Tedesco Francese Spagnolo Russo Lettone Italiano Cinese

Dettagli

Attiva la APP di GoToMeeting. Clicca su ATTIVA APP

Attiva la APP di GoToMeeting. Clicca su ATTIVA APP Questo breve manuale ha lo scopo di mostrare la procedura con la quale interfacciare la piattaforma di web conferencing GoToMeeting e la tua piattaforma E-Learning Docebo. Questo interfacciamento consente

Dettagli

Mail da Web. Caratteristiche generali di Virgilio Mail. Funzionalità di Virgilio Mail. Leggere la posta. Come scrivere un email.

Mail da Web. Caratteristiche generali di Virgilio Mail. Funzionalità di Virgilio Mail. Leggere la posta. Come scrivere un email. Mail da Web Caratteristiche generali di Virgilio Mail Funzionalità di Virgilio Mail Leggere la posta Come scrivere un email Giga Allegati Contatti Opzioni Caratteristiche generali di Virgilio Mail Virgilio

Dettagli

Domini, una guida per capire come avviare un business nel web. Il dominio, lʼinizio di qualsiasi attività sul web

Domini, una guida per capire come avviare un business nel web. Il dominio, lʼinizio di qualsiasi attività sul web Domini, una guida per capire come avviare un business nel web HostingSolutions.it, ISP attivo da 10 anni nel mondo della registrazione domini, vuole fornire ai propri clienti e non una breve guida che

Dettagli

NAVIGAORA HOTSPOT. Manuale utente per la configurazione

NAVIGAORA HOTSPOT. Manuale utente per la configurazione NAVIGAORA HOTSPOT Manuale utente per la configurazione NAVIGAORA Hotspot è l innovativo servizio che offre ai suoi clienti accesso ad Internet gratuito, in modo semplice e veloce, grazie al collegamento

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond EBOOK la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond.it indice Capitolo 1 Metodo #1 per aumentare i Mi piace su Facebook: Concorsi 5 Capitolo 5 Metodo #5 per aumentare

Dettagli

Privacy Policy del sito http://www.plastic-glass.com

Privacy Policy del sito http://www.plastic-glass.com Cos'è una PRIVACY POLICY Privacy Policy del sito http://www.plastic-glass.com Questo documento, concernente le politiche di riservatezza dei dati personali di chi gestisce il sito Internet http://www.plastic-glass.com

Dettagli

Guida al sistema Bando GiovaniSì

Guida al sistema Bando GiovaniSì Guida al sistema Bando GiovaniSì 1di23 Sommario La pagina iniziale Richiesta account Accesso al sistema Richiesta nuova password Registrazione soggetto Accesso alla compilazione Compilazione progetto integrato

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

LA POSTA ELETTRONICA

LA POSTA ELETTRONICA LA POSTA ELETTRONICA Nella vita ordinaria ci sono due modi principali di gestire la propria corrispondenza o tramite un fermo posta, creandosi una propria casella postale presso l ufficio P:T., oppure

Dettagli

Lezione n 1! Introduzione"

Lezione n 1! Introduzione Lezione n 1! Introduzione" Corso sui linguaggi del web" Fondamentali del web" Fondamentali di una gestione FTP" Nomenclatura di base del linguaggio del web" Come funziona la rete internet?" Connessione"

Dettagli

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Un po di Storia ISP & Web Engineering ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Breve cenno sulla storia dell informatica: dagli albori ai giorni nostri; L evoluzione di Windows: dalla

Dettagli

Progetto Gruppo Stat 2014

Progetto Gruppo Stat 2014 Progetto Gruppo Stat 2014 Presenza e immagine sul web Sito del gruppo e mini siti di tutte le realtà Autolinee/GT e Viaggi App - mobile - Social Network Iniziative marketing Preparato per: STAT TURISMO

Dettagli

MANUALE D USO LEXUN ver. 5.0. proprietà logos engineering - Sistema Qualità certificato ISO 9001 DNV Italia INDICE. 6. Flash top 6 C.

MANUALE D USO LEXUN ver. 5.0. proprietà logos engineering - Sistema Qualità certificato ISO 9001 DNV Italia INDICE. 6. Flash top 6 C. Pag. 1/24 INDICE A. AMMINISTRAZIONE pagina ADMIN Pannello di controllo 2 1. Password 2 2. Cambio lingua 2 3. Menù principale 3 4. Creazione sottomenù 3 5. Impostazione template 4 15. Pagina creata con

Dettagli

INFORMATIVA PRIVACY AI VISITATORI DEL SITO www.wdc-international.com

INFORMATIVA PRIVACY AI VISITATORI DEL SITO www.wdc-international.com INFORMATIVA PRIVACY AI VISITATORI DEL SITO www.wdc-international.com La presente Informativa è resa, anche ai sensi del ai sensi del Data Protection Act 1998, ai visitatori (i Visitatori ) del sito Internet

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

maggiorii quando costituita Expo2015 Team In sicurezza Comunicazione Leadership Cittadinanza attiva

maggiorii quando costituita Expo2015 Team In sicurezza Comunicazione Leadership Cittadinanza attiva Sommario 1. Come faccio ad accedere alla formazione?... 2 2. Come è organizzata e quando viene considerata conclusa la formazione?... 3 3. C'è un punteggio finale?... 5 4. Sono a metà della formazione

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

Banche Dati del Portale della Trasparenza. Manuale del sistema di gestione. Versione 2.4

Banche Dati del Portale della Trasparenza. Manuale del sistema di gestione. Versione 2.4 Banche Dati del Portale della Trasparenza Manuale del sistema di gestione Versione 2.4 Sommario Introduzione e definizioni principali... 3 Albero dei contenuti del sistema Banche Dati Trasparenza... 3

Dettagli

Principali funzionalità di Tustena CRM

Principali funzionalità di Tustena CRM Principali funzionalità di Tustena CRM Importazione dati o Importazione da file dati di liste sequenziali per aziende, contatti, lead, attività e prodotti. o Deduplica automatica dei dati importati con

Dettagli

CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE

CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE 1 SOMMARIO 1 OBIETTIVI DEL DOCUMENTO...3 2 OFFERTA DEL FORNITORE...4 2.1 LOG ON...4 2.2 PAGINA INIZIALE...4 2.3 CREAZIONE OFFERTA...6 2.4 ACCESSO AL DOCUMENTALE...8

Dettagli

WEB Conference, mini howto

WEB Conference, mini howto Prerequisiti: WEB Conference, mini howto Per potersi collegare o creare una web conference è necessario: 1) Avere un pc con sistema operativo Windows XP o vista (windows 7 non e' ancora certificato ma

Dettagli

OCS in un ora. Introduzione a Open Conference Systems Versione 2.0. OCS in un ora. Ultimo aggiornamento: dicembre 2007

OCS in un ora. Introduzione a Open Conference Systems Versione 2.0. OCS in un ora. Ultimo aggiornamento: dicembre 2007 Introduzione a Open Conference Systems Versione 2.0 Ultimo aggiornamento: dicembre 2007 1 Open Conference Systems è un iniziativa di ricerca sviluppata dal Public Knowledge Project dell Università della

Dettagli

Questa pagina è stata lasciata bianca intenzionalmente.

Questa pagina è stata lasciata bianca intenzionalmente. 2 Questa pagina è stata lasciata bianca intenzionalmente. Indice Ecommerce-Store Chi siamo 9 1 Introdurre Magento 11 Che cos è Magento 11 Licenza Magento 11 Frontend e Backend di Magento 12 Frontend (la

Dettagli

Ascolto, gestione degli spazi social e analisi con Hootsuite.com

Ascolto, gestione degli spazi social e analisi con Hootsuite.com Ascolto, gestione degli spazi social e analisi con Hootsuite.com #TTTourism // 30 settembre 2014 - Erba Hootsuite Italia Social Media Management HootsuiteIT Diego Orzalesi Hootsuite Ambassador Programma

Dettagli

GESTIONE DELLA E-MAIL

GESTIONE DELLA E-MAIL GESTIONE DELLA E-MAIL Esistono due metodologie, completamente diverse tra loro, in grado di consentire la gestione di più caselle di Posta Elettronica: 1. tramite un'interfaccia Web Mail; 2. tramite alcuni

Dettagli

PROGRAMMA IMPORT C/59 ISTAT MANUALE UTENTE

PROGRAMMA IMPORT C/59 ISTAT MANUALE UTENTE PROGRAMMA IMPORT C/59 ISTAT MANUALE UTENTE SETTEMBRE 2013 DATASIEL S.p.A Pag. 2/23 INDICE 1. INTRODUZIONE...3 1.1. Scopo...3 1.2. Servizio Assistenza Utenti...3 2. UTILIZZO DEL PROGRAMMA...4 2.1. Ricevere

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

guida all'utilizzo del software

guida all'utilizzo del software guida all'utilizzo del software Il software Gestione Lido è un programma molto semplice e veloce che permette a gestori e proprietari di stabilimenti balneari di semplificare la gestione quotidiana dell?attività

Dettagli

Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S.

Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S. Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S. All accensione del Tab e dopo l eventuale inserimento del codice PIN sarà visibile la schermata iniziale. Per configurare

Dettagli

Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Dipartimento della pesca mediterranea

Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Dipartimento della pesca mediterranea Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Dipartimento della pesca mediterranea Ufficio del Responsabile Unico della Regione Sicilia per il Cluster Bio-Mediterraneo

Dettagli

Guida all utilizzo del dispositivo USB

Guida all utilizzo del dispositivo USB Guida all utilizzo del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1. Glossario... 3 2. Guida all utilizzo del dispositivo USB... 4 2.1 Funzionamento del

Dettagli

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 Sistemi Web-Based - Terminologia Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 CLIENT: il client è il programma che richiede un servizio a un computer collegato in

Dettagli

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali DynDevice ECM La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali Presentazione DynDevice ECM Cos è DynDevice ICMS Le soluzioni di DynDevice

Dettagli

www.queen.it info@mbox.queen.it Gruppo Queen.it Listino Utente Finale Gennaio 2001

www.queen.it info@mbox.queen.it Gruppo Queen.it Listino Utente Finale Gennaio 2001 Listino Gennaio 2001 pag. 1 Gruppo Queen.it Listino Utente Finale Gennaio 2001 Profilo aziendale Chi è il Gruppo Queen.it Pag. 2 Listino connettività Listino Connettività RTC Pag. 3 Listino Connettività

Dettagli

Procedura accesso e gestione Posta Certificata OlimonTel PEC

Procedura accesso e gestione Posta Certificata OlimonTel PEC Procedura accesso e gestione Posta Certificata OlimonTel PEC Informazioni sul documento Revisioni 06/06/2011 Andrea De Bruno V 1.0 1 Scopo del documento Scopo del presente documento è quello di illustrare

Dettagli

ACCREDITAMENTO EVENTI

ACCREDITAMENTO EVENTI E.C.M. Educazione Continua in Medicina ACCREDITAMENTO EVENTI Manuale utente Versione 1.5 Maggio 2015 E.C.M. Manuale utente per Indice 2 Indice Revisioni 4 1. Introduzione 5 2. Accesso al sistema 6 2.1

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

REP_Guidawlg-SE-061113-TRIO

REP_Guidawlg-SE-061113-TRIO REP_Guidawlg-SE-061113-TRIO Istruzioni per l accesso e il completamento dei corsi TRIO per gli utenti di un Web Learning Group 06 novembre 2013 Servizio A TRIO Versione Destinatari: referenti e utenti

Dettagli

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Le funzionalità di X-Cross La sofisticata tecnologia di CrossModel, oltre a permettere di lavorare in Internet come nel proprio ufficio e ad avere una

Dettagli

Denuncia di Malattia Professionale telematica

Denuncia di Malattia Professionale telematica Denuncia di Malattia Professionale telematica Manuale utente Versione 1.5 COME ACCEDERE ALLA DENUNCIA DI MALATTIA PROFESSIONALE ONLINE... 3 SITO INAIL... 3 LOGIN... 4 UTILIZZA LE TUE APPLICAZIONI... 5

Dettagli

Mai più senza smartphone.

Mai più senza smartphone. Mai più senza smartphone. Il telefonino ha superato il pc come mezzo di consultazione del web: 14,5 milioni contro 12,5 milioni.* Sempre più presente, lo smartphone è ormai parte integrante delle nostre

Dettagli

GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8

GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 1) Introduzione Pg 3 2) L area amministratore Pg 3 2.1) ECM Pg 4 2.1.1) Sezione Struttura Pg 5 2.1.2) Sezione Documento Pg 7 2.1.3) Sezione Pubblicazione

Dettagli

FAQ sul prestito locale, interbibliotecario (ILL) e intersistemico (ISS) in SOL

FAQ sul prestito locale, interbibliotecario (ILL) e intersistemico (ISS) in SOL FAQ sul prestito locale, interbibliotecario (ILL) e intersistemico (ISS) in SOL PRESTITO LOCALE 1. Dove posso trovare informazioni dettagliate sul prestito locale e sulla gestione dei lettori? 2. Come

Dettagli

SMS API. Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API. YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it

SMS API. Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API. YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it SMS API Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it INDICE DEI CONTENUTI Introduzione... 2 Autenticazione & Sicurezza... 2 Username e Password... 2 Connessione

Dettagli

Invio della domanda on line ai sensi dell art. 12 dell avviso pubblico quadro 2013. Regole tecniche e modalità di svolgimento

Invio della domanda on line ai sensi dell art. 12 dell avviso pubblico quadro 2013. Regole tecniche e modalità di svolgimento INCENTIVI ALLE IMPRESE PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO art. 11, comma 1 lett. a) e comma 5 del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. Invio della domanda on line ai sensi

Dettagli

SOLUZIONI PER ANOMALIE RISCONTRATE NELL USO DELLA PROCEDURA ON-LINE IMPOSSIBILITA DI ACCEDERE NELLA PROCEDURA ON-LINE

SOLUZIONI PER ANOMALIE RISCONTRATE NELL USO DELLA PROCEDURA ON-LINE IMPOSSIBILITA DI ACCEDERE NELLA PROCEDURA ON-LINE SOLUZIONI PER ANOMALIE RISCONTRATE NELL USO DELLA PROCEDURA ON-LINE IMPOSSIBILITA DI ACCEDERE NELLA PROCEDURA ON-LINE ESEGUIRE: MENU STRUMENTI ---- OPZIONI INTERNET --- ELIMINA FILE TEMPORANEI --- SPUNTARE

Dettagli

RedDot Content Management Server Content Management Server Non sottovalutate il potenziale della comunicazione online: usatela! RedDot CMS vi permette di... Implementare, gestire ed estendere progetti

Dettagli

MANUALE DI UTILIZZO WEB SMS

MANUALE DI UTILIZZO WEB SMS MANUALE DI UTILIZZO WEB SMS (Ultimo aggiornamento 24/08/2011) 2011 Skebby. Tutti i diritti riservati. INDICE INTRODUZIONE... 8 1.1. Cos è un SMS?... 8 1.2. Qual è la lunghezza di un SMS?... 8 1.3. Chi

Dettagli

La Valutazione Euristica

La Valutazione Euristica 1/38 E un metodo ispettivo di tipo discount effettuato da esperti di usabilità. Consiste nel valutare se una serie di principi di buona progettazione sono stati applicati correttamente. Si basa sull uso

Dettagli

WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso. Struttura di un Documento Complesso

WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso. Struttura di un Documento Complesso Parte 5 Adv WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso 1 di 30 Struttura di un Documento Complesso La realizzazione di un libro, di un documento tecnico o scientifico complesso, presenta

Dettagli

ASTA IN GRIGLIA PRO. COSA PERMETTE DI FARE (per ora) Asta In Griglia PRO:

ASTA IN GRIGLIA PRO. COSA PERMETTE DI FARE (per ora) Asta In Griglia PRO: ASTA IN GRIGLIA PRO Asta in Griglia PRO è un software creato per aiutare il venditore Ebay nella fase di post-vendita, da quando l inserzione finisce con una vendita fino alla spedizione. Il programma

Dettagli

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005 Appunti sugli Elaboratori di Testo D. Gubiani Università degli Studi G.D Annunzio di Chieti-Pescara 19 Luglio 2005 1 Cos è un elaboratore di testo? 2 3 Cos è un elaboratore di testo? Cos è un elaboratore

Dettagli

Descrizione tecnica Indice

Descrizione tecnica Indice Descrizione tecnica Indice 1. Vantaggi del sistema Vertical Booking... 2 2. SISTEMA DI PRENOTAZIONE ON LINE... 3 2.1. Caratteristiche... 3 I EXTRANET (Interfaccia per la gestione del programma)... 3 II

Dettagli

MANUALE DI UTILIZZO SMS MESSENGER

MANUALE DI UTILIZZO SMS MESSENGER MANUALE DI UTILIZZO SMS MESSENGER (Ultimo aggiornamento 14/05/2014) 2013 Skebby. Tutti i diritti riservati. INDICE INTRODUZIONE... 1 1.1. Cos è un SMS?... 1 1.2. Qual è la lunghezza di un SMS?... 1 1.3.

Dettagli

Web Solution 2011 EUR

Web Solution 2011 EUR Via Macaggi, 17 int.14 16121 Genova - Italy - Tel. +39 010 591926 /010 4074703 Fax +39 010 4206799 Cod. fisc. e Partita IVA 03365050107 Cap. soc. 10.400,00 C.C.I.A.A. 338455 Iscr. Trib. 58109 www.libertyline.com

Dettagli

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli

Produzioni dal Basso. Manuale di utilizzo della piattaforma

Produzioni dal Basso. Manuale di utilizzo della piattaforma Produzioni dal Basso Manuale di utilizzo della piattaforma FolkFunding 2015 Indice degli argomenti: 1 - CROWDFUNDING CON PRODUZIONI DAL BASSO pag.3 2 - MODALITÁ DI CROWDFUNDING pag.4 3- CARICARE UN PROGETTO

Dettagli

ADOBE READER XI. Guida ed esercitazioni

ADOBE READER XI. Guida ed esercitazioni ADOBE READER XI Guida ed esercitazioni Guida di Reader Il contenuto di alcuni dei collegamenti potrebbe essere disponibile solo in inglese. Compilare moduli Il modulo è compilabile? Compilare moduli interattivi

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org.

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Nuovo documento Anteprima di stampa Annulla Galleria Apri Controllo ortografico Ripristina Sorgente dati Salva Controllo

Dettagli

INTRODUZIONE, LINGUAGGIO, HANDS ON. Giuseppe Cirillo g.cirillo@unina.it

INTRODUZIONE, LINGUAGGIO, HANDS ON. Giuseppe Cirillo g.cirillo@unina.it INTRODUZIONE, LINGUAGGIO, HANDS ON Giuseppe Cirillo g.cirillo@unina.it Il linguaggio C 1972-Dennis Ritchie 1978-Definizione 1990-ANSI C 1966 Martin Richars (MIT) Semplificando CPL usato per sviluppare

Dettagli

Università degli Studi Roma Tre. Prenotazione on-line

Università degli Studi Roma Tre. Prenotazione on-line Università degli Studi Roma Tre Prenotazione on-line Istruzioni per effettuare la prenotazione on-line degli appelli presenti sul Portale dello Studente Assistenza... 2 Accedi al Portale dello Studente...

Dettagli

Importazione dati da Excel

Importazione dati da Excel Nota Salvatempo Spesometro 4.3 19 MARZO 2015 Importazione dati da Excel In previsione della prossima scadenza dell'invio del Modello Polivalente (Spesometro scadenza aprile 2015), è stata implementata

Dettagli

Configurazione Zimbra mail per accedere alla propria casella di posta tramite il browser.

Configurazione Zimbra mail per accedere alla propria casella di posta tramite il browser. Configurazione Zimbra mail per accedere alla propria casella di posta tramite il browser. Se vogliamo accedere alla nostra casella di posta elettronica unipg.it senza usare un client di posta (eudora,

Dettagli

BIBLIOWIN 5.0WEB Versione 5.0.2

BIBLIOWIN 5.0WEB Versione 5.0.2 BIBLIOWIN 5.0WEB Versione 5.0.2 Premessa. In questa nuova versione è stata modificata la risoluzione (dimensione) generale delle finestre. Per gli utenti che navigano nella modalità a Finestre, la dimensione

Dettagli

Firma Digitale Remota. Manuale di Attivazione, Installazione,Utilizzo

Firma Digitale Remota. Manuale di Attivazione, Installazione,Utilizzo Firma Digitale Remota Manuale di Attivazione, Installazione,Utilizzo Versione: 0.3 Aggiornata al: 02.07.2012 Sommario 1. Attivazione Firma Remota... 3 1.1 Attivazione Firma Remota con Token YUBICO... 5

Dettagli

Guida all iscrizione al TOLC Test On Line CISIA

Guida all iscrizione al TOLC Test On Line CISIA Guida all iscrizione al TOLC Test On Line CISIA Modalità di iscrizione al TOLC Per iscriversi al TOLC è necessario compiere le seguenti operazioni: 1. Registrazione nella sezione TOLC del portale CISIA

Dettagli

Manuale Software. www.smsend.it

Manuale Software. www.smsend.it Manuale Software www.smsend.it 1 INTRODUZIONE 3 Multilanguage 4 PANNELLO DI CONTROLLO 5 Start page 6 Profilo 7 Ordini 8 Acquista Ricarica 9 Coupon AdWords 10 Pec e Domini 11 MESSAGGI 12 Invio singolo sms

Dettagli

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale InterWrite SchoolBoard è un software per lavagna elettronica di facile utilizzo. Può essere adoperata anche da studenti diversamente

Dettagli

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop...

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop... Kobo Desktop Manuale Utente INDICE Informazioni Generali... 4 Installare Kobo Desktop su Windows... 5 Installare Kobo Desktop su Mac... 6 Comprare ebook con Kobo Desktop... 8 Usare la Libreria di Kobo

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Microsoft Windows 30/10/2014 Questo manuale fornisce le istruzioni per l'utilizzo della Carta Provinciale dei Servizi e del lettore di smart card Smarty sui sistemi operativi

Dettagli

www.leasys.com Marketing & Comunicazione Servizio di infomobilità e telediagnosi - 23/01/2014

www.leasys.com Marketing & Comunicazione Servizio di infomobilità e telediagnosi - 23/01/2014 Servizio di Infomobilità e Telediagnosi Indice 3 Leasys I Care: i Vantaggi dell Infomobilità I Servizi Report di Crash Recupero del veicolo rubato Blocco di avviamento del motore Crash management Piattaforma

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

WineCountry.IT - Italian Wine - Listino Prezzi Stampabile. Listino Prezzi

WineCountry.IT - Italian Wine - Listino Prezzi Stampabile. Listino Prezzi Listino Prezzi L.L.C. 20 Holstein Road, San Anselmo, CA 94960-1202, USA Tel.: 001 415 460 6455 E-mail: management@winecountry.it www.winecountry.it www.emporio-italkia.com www.italian-flavor.com www.italianwinehub.com

Dettagli

Proteggi la tua faccia

Proteggi la tua faccia Proteggi la tua faccia Tutorial per i minori sull uso sicuro e consapevole di Facebook a cura di Clementina Crocco e Diana Caccavale È come se ogni giorno intingessimo una penna nell inchiostro indelebile

Dettagli

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione)

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione) CONFIGURAZIONE DELLA CASELLA DI POSTA ELETTRONICA La consultazione della casella di posta elettronica predisposta all interno del dominio patronatosias.it può essere effettuata attraverso l utilizzo dei

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Meeting

TeamViewer 8 Manuale Meeting TeamViewer 8 Manuale Meeting Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni

Dettagli

EndNote Web. Quick Reference Card THOMSON SCIENTIFIC

EndNote Web. Quick Reference Card THOMSON SCIENTIFIC THOMSON SCIENTIFIC EndNote Web Quick Reference Card Web è un servizio online ideato per aiutare studenti e ricercatori nel processo di scrittura di un documento di ricerca. ISI Web of Knowledge, EndNote

Dettagli

Parallels Plesk Panel

Parallels Plesk Panel Parallels Plesk Panel Notifica sul Copyright ISBN: N/A Parallels 660 SW 39 th Street Suite 205 Renton, Washington 98057 USA Telefono: +1 (425) 282 6400 Fax: +1 (425) 282 6444 Copyright 1999-2009, Parallels,

Dettagli