Modulo 1: Server HTTP

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Modulo 1: Server HTTP"

Transcript

1 Parte 3 Modulo 1: Server HTTP Apache: A patchy server 1994: public domain HTTP daemon (NCSA) sviluppato da Rob McCool al National Center for Supercomputing Applications, University of Illinois, Urbana-Champaign Necessità di modifiche (patches) Feb. 1995: un gruppo di Webmaster si coordinano creando l Apache Group Brian Behlendorf Roy T. Fielding Rob Hartill David Robinson Cliff Skolnick Randy Terbush Robert S. Thau Andrew Wilson with additional contributions Eric Hagberg Frank Peters Nicolas Pioch Sistemi e Servizi di Rete - LS 2005/2006 Server Web 3.2

2 Software per server Web oggi Fonte: Netcraft Web Server Survey (http://www.netcraft.com/survey/) Server Web più diffusi: Apache,, Microsoft Internet Information Server, altri Sistemi (SunONE, e Servizi di Rete Zeus, - LS iplanet 2004/2005 Web Server Server, Web ) 3.3 Apache: caratteristiche APACHE = A Patchy Server (http://www.apache.org) Sviluppato a partire dal server NCSA nel 1994 Disponibilità del codice sorgente (progetto open-source) Portabilità: supporto dei SO Linux, Unix, Windows NT/9x, OS/2, Efficienza, flessibilità Supporto dei più recenti protocolli (compatibilità HTTP/1.1) Stabilità ed affidabilità Processo di sviluppo open Modularità Nucleo (core) molto piccolo che realizza le funzionalità di base Possibilità di estendere le funzionalità mediante moduli (scritti usando l Apache module API) compilati staticamente nel nucleo oppure caricati dinamicamente a tempo di esecuzione Sistemi e Servizi di Rete - LS 2005/2006 Web Server 3.4

3 Apache: caratteristiche (2) Apache rende disponibili anche le seguenti funzionalità: autenticazione personalizzazione dei messaggi di errore possibilità illimitata di URL rewriting e Aliasing negoziazione dei contenuti virtual hosting (multi-homed servers ovvero più siti Web sullo stesso server) personalizzazione dei logfile Sistemi e Servizi di Rete - LS 2005/2006 Web Server 3.5 Uso dei socket Due processi comunicano inviando dati in un socket e leggendo dati da un socket Paradigma client/server Due tipi di servizio di trasporto possibili UDP: datagram non affidabile e non orientato alla connessione TCP: stream (flusso) di byte orientato alla connessione ed affidabile Sistemi e Servizi di Rete - LS 2005/2006 Web Server 3.6

4 Interfaccia di socket Socket - astrazione del sistema operativo (non hardware) - creato dinamicamente - persiste soltanto durante l esecuzione dell applicazione - identificato tramite un descrittore (concetti di UNIX I/O) Descrittore - un intero - uno per ogni socket attivo - significativo soltanto per l applicazione che possiede il socket Funzionalità di socket - struttura socket è completamente generale, che può essere usato: - dal client - dal server - con un protocollo di trasporto orientato alla connessione (TCP) - con un protocollo di trasporto privo di connessione (UDP) - per inviare, ricevere dati Sistemi e Servizi di Rete - LS 2005/2006 Web Server 3.7 Fasi di una comunicazione Dichiarazione al sistema operativo che si intende instaurare una connessione con specifica delle caratteristiche Apertura della connessione (differente dal lato server rispetto al lato client): il server assume di definire la connessione prima del client, e rimane in attesa che il client si connetta alla porta specificata il client assume che il server sia già attivo e prova a connettersi specificando indirizzo e porta del server Scambio di dati bidirezionale (trasmissione e ricezione) Chiusura della connessione Sistemi e Servizi di Rete - LS 2005/2006 Web Server 3.8

5 Operazioni con socket - creazione descriptor = socket(protofamily, type, protocol) descriptor: è un intero protofamily: PF_INET per Internet type: SOCK_STREAM o SOCK_DGRAM - chiusura close (socket) descriptor - binding (usata dal server per fornire un numero di porta) bind(socket, localaddr, addrlen) descriptor indirizzo su cui ascoltare address len Sistemi e Servizi di Rete - LS 2005/2006 Web Server 3.9 Operazioni con socket (2) - ascolto descriptor listen(socket, queuesize) backlog usata dal server per preparare il socket a ricevere una connessione il SO costruisce una coda di richieste per ciascun socket - accettazione di una nuova richiesta di connessione newsock = accept(socket, caddress, caddresslen) descriptor client address (output param) address len usata dal server: attende nuova connessione (anche in coda) e crea un nuovo socket chiamata successivamente a socket() e bind() da un server che un usa un protocollo di trasporto orientato al servizio la struttura caddress e caddresslen sono riempite da accept() newsock: descrittore del nuovo socket Sistemi e Servizi di Rete - LS 2005/2006 Web Server 3.10

6 Operazioni con socket (3) - instaurazione di una connessione connect(socket, saddress, saddresslen) descriptor server address addr len è la procedura usata dal client per contattare un server che ha chiamato accept() protocollo orientato alla connessione: connect() inizia la connessione protocollo privo di connessione: connect() segna il socket come connessa e registra l indirizzo del server - invio di un messaggio: options send(socket, data, length, flags) descriptor data ptr data len Sistemi e Servizi di Rete - LS 2005/2006 Web Server 3.11 Programmazione con socket TCP Il client deve contattare il server il processo server deve essere in esecuzione il server deve aver creato il socket su cui accettare il contatto del client Il client contatta il server creando un socket TCP locale al client specificando l indirizzo IP e il numero di porta del processo server Quando il client crea il socket: il client instaura la connessione al server TCP Quando è contattato dal client, il server TCP crea un nuova istanza di socket per far comunicare il processo server con il client Punto di vista dell applicazione TCP fornisce un trasferimento di byte (pipe) affidabile, in sequenza, tra client e server Sistemi e Servizi di Rete - LS 2005/2006 Web Server 3.12

7 Programmazione con socket TCP (2) Per l applicazione: - la connessione TCP è un collegamento diretto tra il socket del client ed il socket di connessione del server - il client può inviare i byte nel suo socket: TCP garantisce che il server riceverà (tramite il socket di connessione) ogni byte nello stesso ordine in cui è inviato creato a partire da welcoming socket tramite accept Sistemi e Servizi di Rete - LS 2005/2006 Web Server 3.13 Esempio client/server Esempio client/server di programmazione con socket - il server conta il numero di client che accedono al suo servizio - il client contatta il server per conoscere tale numero - messaggio ASCII stampabile - esecuzione sequenziale (non concorrente) Client - apre la connessione con il server - ripete finché end-of-file: ricevi testo stampa caratteri ricevuti - chiude la connessione -esce Server - crea il socket e si pone in attesa - ripete forever: accetta nuova connessione, prende un nuovo socket incrementa il contatore ed invia il messaggio chiude il socket per la connessione Sistemi e Servizi di Rete - LS 2005/2006 Web Server 3.14

8 Uso dei socket nell esempio: Esempio client/server (2) - Il client chiude il socket dopo l uso - Il server non chiude mai il socket originale Sistemi e Servizi di Rete - LS 2005/2006 Web Server 3.15 Server HTTP (es., richiesta oggetto statico) Client (browser) DNS Server HTTP DNS lookup Coda SYN-RCVD Coda ACCEPT TCP SYN TCP ACK richiesta HTTP (GET) TCP SYN-ACK Listen Socket ACCEPT dati dalla memoria risposta HTTP dati dal disco CPU memoria disco Sistemi e Servizi di Rete - LS 2005/2006 Web Server 3.16

9 Richiesta HTTP GET / HTTP/1.1 Host: localhost User-Agent: Mozilla/5.0 (X11; U; Linux i686; en-us; rv:1.7.6) Gecko/ Epiphany/1.6.2 (Debian) Accept: text/xml,application/xml,application/xhtml+xml,text/html;q=0.9,text/ plain;q=0.8,image/png,*/*;q=0.5 Accept-Language: it-it,it;q=0.7,en;q=0.3 Accept-Encoding: gzip,deflate Accept-Charset: ISO ,utf-8;q=0.7,*;q=0.7 Keep-Alive: 300 Connection: keep-alive RIGA VUOTA MARCA LA FINE DELL'HEADER DELLA RICHIESTA Risposta HTTP HTTP/ OK Date: Mon, 18 Apr :20:46 GMT Server: Apache/ (Debian GNU/Linux) DAV/2 PHP/ mod_ssl/ OpenSSL/0.9.7e mod_perl/ Perl/v5.8.4 Last-Modified: Mon, 02 Aug :28:56 GMT ETag: "2a446d-102e-f1cdf200" Accept-Ranges: bytes Content-Length: 4142 Keep-Alive: timeout=15, max=100 Connection: Keep-Alive Content-Type: text/html RIGA VUOTA MARCA LA FINE DELL'HEADER DELLA RISPOSTA SEGUONO DATI

10 Tre modalità di gestione richieste HTTP Process o (2) server for Process k o figlio Richiest a htt (1p Rispost ) a htt p (4 ) (b ) Browse r Richiest a htt p (a ) Piattaform a client Richiest a htt p (i Rispost ) a htt p (c ) thread 1 thread 2 thread 3 thread 4 process olistenerdispatcher(ii helper ) (iii ) Rispost a htt p 1 helper 2 helper 3 (iv ) Metodo fork (3 ) Metodo multithread Piattaforma server Metodo helper Apache 1.3.x Apache 2.x Sistemi e Servizi di Rete - LS 2005/2006 Server Web 3.19 Metodo fork Per ogni nuova richiesta che arriva il server: crea una nuova copia di se stesso (processo child) alla quale affida la gestione della richiesta (tramite la system call fork()) si mette subito in attesa di nuove richieste la copia clonata (il processo child) si occupa di soddisfare la richiesta e poi termina Vantaggi Il codice del server rimane semplice, poiché la clonazione è demandata in toto al sistema operativo Svantaggi Il tempo di generazione del clone può non essere trascurabile rispetto al tempo di gestione della richiesta, introducendo così un overhead che può penalizzare l'efficienza del sistema Sistemi e Servizi di Rete - LS 2005/2006 Server Web 3.20

11 Metodo helper Esistono alcuni processi per il servizio delle richieste (processi helper) ed un processo dispatcher: il processo dispatcher rimane sempre in ascolto delle richieste quando arriva una richiesta, la assegna ad un processo helper che la gestisce e trasferisce la connessione al processo helper prescelto Vantaggi i processi helper sono creati una sola volta e poi riusati (si evita l overhead dovuto alla fork()) maggiore semplicità e portabilità rispetto al metodo multithreading Svantaggi il processo dispatcher può divenire il collo di bottiglia scelta del numero di processi helper da (pre-)attivare Sistemi e Servizi di Rete - LS 2005/2006 Server Web 3.21 Metodo multi-threaded Esiste una sola copia del server che è in grado di generare thread multipli di esecuzione: il thread principale rimane sempre in ascolto delle richieste quando arriva una richiesta, genera un nuovo thread che la gestisce e poi termina ogni thread possiede una copia privata della connessione gestita, ma condivide con gli altri thread uno spazio di memeoria centrale (il codice del programma e le variabili globali) Vantaggi la creazione di un thread è molto più veloce di una fork() minore overhead per il context switching Svantaggi maggiore complessità del codice del server (gestione dei thread) il sistema operativo deve offrire delle librerie di supporto al multithreading (ad es., Linux/UNIX, Windows 2000) Sistemi e Servizi di Rete - LS 2005/2006 Server Web 3.22

12 Parte 3 Modulo 2: APACHE internals Directory in Apache Apache utilizza le seguenti directory fondamentali: ServerRoot Punto di origine dei file di amministrazione (/etc/httpd/) File di configurazione principale: httpd.conf DocumentRoot Punto di origine dei documenti (/home/httpd/html/) Programmi CGI Directory contenente script CGI (/usr/lib/cgi-bin/) Icone di sistema UserDir Directory contenente le pagine Web degli utenti del sistema (/home/*/public_html/) Server Root Document Root conf logs mod. html cgibin icons Sistemi e Servizi di Rete - LS 2005/2006 Web Server 3.24

13 (Premessa su Inetd) Inetd è l Internet super deamon: Ovvero un processo che rimane in ascolto su più socket e, ogni qualvolta arriva una richiesta, attiva il relativo demone in grado di gestirla correttamente Sistemi e Servizi di Rete - LS 2005/2006 Web Server 3.25 Apache: il servizio HTTP Il servizio HTTP è gestito dal demone httpd I file di configurazione vengono letti al momento dell avvio di httpd httpd può essere avviato direttamente dal sistema di inizializzazione (init), oppure può essere controllato da inetd 8 httpd 0 2 3x telnetd x inetd ftpd HTTP d S.O. Conf files We b file s Log files traianus:~$ pstree -p 629 httpd(629)-+-httpd(2051) -httpd(2052) -httpd(2053) -httpd(2054) -httpd(2056) -httpd(2057) -httpd(8162) -httpd(8362) `-httpd(14823) Sistemi e Servizi di Rete - LS 2005/2006 Web Server 3.26

14 Servizio richieste multiple Server sequenziale con accodamento delle richieste multiple Server concorrente Servizio parallelo mediante fork() Servizio parallelo mediante processi helper Servizio parallelo con thread Sistemi e Servizi di Rete - LS 2005/2006 Web Server 3.27 Metodo con processi helper Meccanismo usato da Apache 1.3 Si creano processi di appoggio pre-attivati Quando arriva una richiesta Il processo principale accetta la richiesta Smista la richiesta verso un processo helper Il processo helper serve la richiesta Sistemi e Servizi di Rete - LS 2005/2006 Web Server 3.28

15 Architettura software di Apache Apache è basato sul modello process-driven (mentre Apache 2.0 è caratterizzato da una implementazione multi-threaded) processo parent che ascolta le richieste e le assegna ad un processo child preforking dei processi child, in numero definito dalla direttiva StartServers (5) limite sul numero di processi child, definito dalla direttiva MaxClients (256) limite sul numero minimo e massimo di processi child idle, definito rispettivamente dalle direttive MinSpareServers (5) and MaxSpareServers (10) numero massimo di richieste HTTP servite da ciascun processo child, definito dalla direttiva MaxRequestsPerChild (30) Sistemi e Servizi di Rete - LS 2005/2006 Web Server 3.29 Ciclo di vita di Apache 1.3 Inizializzazione e configurazione del server Inizializzazione dei moduli Inizializzazione server secondario Inizializzazione server secondario Inizializzazione server secondario Ciclo delle richieste Ciclo delle richieste Ciclo delle richieste Termine esecuzione Termine esecuzione Termine esecuzione Sistemi e Servizi di Rete - LS 2005/2006 Web Server 3.30

16 Ciclo delle richieste La gestione della richiesta HTTP si suddivide in fasi successive, durante le quali vengono prese delle decisioni circa la richiesta (elaborata, scartata oppure passata intatta alla fase successiva) Le fasi possono essere trattate dal nucleo di base di Apache (ad es., l ascolto ed analisi di una richiesta, l invio della risposta HTTP) oppure da moduli esterni Se non viene definito alcun modulo gestore per una determinata fase, Apache manda in esecuzione il gestore di default Sistemi e Servizi di Rete - LS 2005/2006 Web Server 3.31 Ciclo delle richieste (2) REQUEST Wait Post-Read-Request URI Translation Cleanup Header Parsing Access Control Authentication Authorization Logging MIME Type Checking RESPONSE Fixup Documento Sistemi e Servizi di Rete - LS 2005/2006 Web Server 3.32

17 Ciclo delle richieste (3) Post-Read-Request vengono estratti i valori dei campi principali presenti nella richiesta HTTP e vengono inizializzate le strutture dati che verranno utilizzate successivamente dai moduli che implementano le varie fasi di gestione URI Translation L URI richiesto può riferirsi ad un file fisico, ad una risorsa dinamica prodotta da uno script esterno, oppure ad un documento generato da un modulo interno. Il server deve sapere come individuare il documento, prima di poter effettuare decisioni successive: è necessaria la conversione da URL a risorsa presente sul server. Le direttive standard di Apache Alias, ScriptAlias e DocumentRoot permettono ad esempio di tradurre l URI nel nome di un file presente nell albero dei documenti. Moduli esterni come il mod_rewrite possono assumere il controllo di questa fase ed effettuare traduzioni più sofisticate. Sistemi e Servizi di Rete - LS 2005/2006 Web Server 3.33 Ciclo delle richieste (4) Header Parsing Analisi dell header della richiesta HTTP, al fine di estrarre informazioni utili sul client Access control Identificazione della locazione di provenienza della richiesta (indirizzo IP) Authentication Identificazione del cliente che ha effettuato la richiesta Authorization Si stabilisce se il cliente possiede i diritti di accesso per il documento richiesto Mime type checking Individuazione del tipo MIME del documento richiesto. Il server deve sapere il tipo della modalità di elaborazione richiesta (prelievo file da disco, generazione dinamica di un documento) prima di poter preparare la risposta. Noto il tipo del file, Apache individua il gestore opportuno per la fase di risposta. Sistemi e Servizi di Rete - LS 2005/2006 Web Server 3.34

18 Ciclo delle richieste (5) Fixup Fase introdotta per permettere l esecuzione di un qualunque tipo di operazione prima dell invio della risposta. Response Le informazioni riguardanti il documento vengono passate al gestore opportuno (content handler), che si occupa di costruire l header della risposta HTTP e di spedirlo al client. Successivamente, creazione del contenuto del documento (ad es., letto dal disco) ed invio al client. In caso di errore, il gestore invia un codice di errore opportuno al server, che lo notifica al client. Logging L esito delle operazioni effettuate viene scritto su file. Apache fornisce un supporto per il logging degli accessi e degli errori, che può essere modificato oppure esteso. Cleanup Operazioni di chiusura, con cui i moduli possono deallocare le risorse utilizzate (ad es., liberare memoria principale, chiudere file). Sistemi e Servizi di Rete - LS 2005/2006 Web Server 3.35 Parte 3 Modulo 3: Altre caratteristiche di Apache

19 Moduli di Apache L architettura modulare di Apache permette di aggiungere o eliminare funzionalità semplicemente attivando o disattivando moduli software I moduli possono essere caricati staticamente e dinamicamente I moderni SO consentono di utilizzare il meccanismo detto linking/loading o Dynamic Shared Objects (DSO) che permette di costruire un pezzo di codice di programma in un formato speciale e di caricarlo a run-time nello spazio di indirizzamento del programma eseguibile I moduli sono scritti in linguaggio C o PERL Sistemi e Servizi di Rete - LS 2005/2006 Web Server 3.37 Categorie di Moduli di Apache Core: direttive principali Environment Creation: direttive per la gestione dell ambiente di lavoro Content Type Decisions: determinazione del contenuto dei documenti e negoziazione dei contenuti URL Mapping: aliasing, url rewriting, virtual hosting Directory Handling: gestione delle directory Access Control: controllo di accesso e autenticazione (MD5) HTTP Response: funzionalità di risposta Dynamic Content: gestione dei contenuti dinamici Internal Content Handlers: gestione di stato del sistema e informazioni sulla configurazione Logging: gestione dei logfile Miscellaneous: gestione immagini, caching (es., proxy) Sistemi e Servizi di Rete - LS 2004/2006 Web Server 3.38

20 Considerazioni sulla sicurezza Il daemon httpd viene normalmente avviato con i privilegi dell'utente root PERICOLOSISSIMO Quindi, attraverso delle opportune chiamate di sistema, httpd cambia questi privilegi portandoli a quelli dell'utente e del gruppo specificati con le direttive User e Group del file httpd.conf È molto importante che l'utente e il gruppo corrispondano a nobody o altro utente non privilegiato, e devono poi essere regolati i permessi delle directory I file di configurazione e di registrazione degli eventi di Apache non devono essere accessibili in scrittura da parte degli utenti normali (di qualunque tipo siano, escluso root). Nello stesso modo, non devono essere modificabili le directory che li contengono. Sistemi e Servizi di Rete - LS 2054/2006 Web Server 3.39 Considerazioni sulla sicurezza I file che compongono i documenti ipertestuali devono essere accessibili solo in lettura agli utenti normali, così le directory non devono essere modificabili, eccetto i permessi che può avere root È consigliabile utilizzare la direttiva SymLinksIfOwnerMatch per evitare problemi da parte degli utenti che hanno la possibilità di creare documenti HTML a partire dalla loro directory personale È bene evitare di permettere l utilizzo di script CGI al di fuori della directory definita con la direttiva ScriptAlias nel file di configurazione È opportuno evitare di concedere agli utenti normali di modificare le impostazioni attraverso i file.htaccess. Ciò si ottiene con la direttiva AllowOverride None Sistemi e Servizi di Rete - LS 2005/2006 Web Server 3.40

21 Logfile I logfile permettono di monitorare gli accessi ad un server Web Le informazioni che possono essere memorizzate nel logfile sono quelle che viaggiano all interno dei messaggi di richiesta e risposta che il server scambia con il client usato dagli utenti Generalmente i server Web permettono di definire quali campi dei messaggi devono essere memorizzati generando così dei logfile custom in modo da soddisfare al meglio le necessità dell amministratore del sito Web Sistemi e Servizi di Rete - LS 2005/2006 Web Server 3.41 Dati estraibili da un logfile Orari di maggiore traffico Tipologia degli utenti (browser utilizzato, provenienza geografica Pagine più popolari Quali siti fanno riferimento al proprio Attenzione: la presenza di proxy intermedi tra client e server Web può falsare i risultati Sistemi e Servizi di Rete - LS 2005/2006 Web Server 3.42

22 Utilità dei logfile Monitorare lo stato del server Capacity planning Billing Attack detection Sistemi e Servizi di Rete - LS 2005/2006 Web Server 3.43 Esempio di log file [14/Oct/2002:18:00: ] "GET /icons/apache_pb.gif HTTP/1.1" "http://localhost/" "Mozilla/5.0 Galeon/1.2.6 (X11; Linux i686; U;) Gecko/ Debian/ " [14/Oct/2002:16:06: ] "GET /default.ida?nnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnn NNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNN NNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNN NNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNN NNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNN NNNNNNNNNNNN%u9090%u6858%ucbd3%u7801%u9090%u6858%u cbd3%u7801%u9090%u6858%ucbd3%u7801%u9090%u9090%u8190 %u00c3%u0003%u8b00%u531b%u53ff%u0078%u0000%u00=a HTTP/1.0" "-" "-"

23 Parte 3 Modulo 4: Note su Apache 2.0 e 2.2 Uno sguardo a Apache 2.0 Mutlithread Migliore supporto per architetture non Unix Supporto Ipv6 Migliore integrazione con Perl Moduli in cascata... Sistemi e Servizi di Rete - LS 2005/2006 Web Server 3.46

24 Metodo a thread Meccanismo usato da Apache 2.0 (usa anche processi helper) Al posto di fork() si usano funzioni tipo pthread_create(), meno onerose e che quindi richiedono meno tempo al Sistema Operativo Svantaggi: Programmazione più difficile Sistema più vulnerabile a crash Sistemi e Servizi di Rete - LS 2005/2006 Web Server 3.47 Esempio di crash: Processo Thread un processo molti thread molti processi più thread per processo molti processi un thread per processo

25 Esempio di crash: Processo Thread un processo molti thread molti processi più thread per processo molti processi un thread per processo molto veloce poco sicuro soluzione intermedia molto sicuro poco veloce MPM in Apache 2.0 MPM=multi process model Modelli di thread nativi beos mpmt_os2 mpm_winnt Modelli di thread unix oriented prefork (massima stabilità) worker (massime prestazioni) perchild

26 Configurazione di Apache conf/httpd.conf 3 sezioni impostazioni globali impostazioni del server di default impostazioni dei virtual server ServerRoot PidFile Timeout Connessioni persistenti Keepalive MaxKeepAliveRequests KeepAliveTimeout Listen LoadModule Impostazioni globali MPM prefork Un processo principale Processi aggiuntivi per il servizio di connessioni Parametri: StartServers MinSpareServers MaxSpareServers MaxClients MaxRequestPerChild

27 MPM worker Un processo principale Processi ausiliari con thread multipli Parametri: ThreadsPerChild StartServers MinSpareThreads MaxSpareThreads MaxClients ServerLimit, ThreadLimit Impostazioni server di default ServerName DocumentRoot <Directory> </Directory> Options Indexes, Includes FollowSymLinks, SymLinksIfOwnerMatch ExecGCI AllowOverride Allow, Deny UserDir Logging ErrorLog CustomLog Alias, ScriptAlias

28 Migliorie in Apache 2.2 Modifiche a livello di sistema Migliorie generali in diversi moduli (cache, auth,...) Supporto avanzato per proxy con bilanciamento di richieste Supporto per file >2GB Nuova struttura nella configurazione Nuovo MPM Event per connessioni keep alive Nuovi moduli Nuovi moduli per la'utenticazionedegli utenti Migliorie in Apache 2.2 Nuovi strumenti per gli sviluppatori Framework per connettersi a DBMS (basato su mod_dbd) Supporto per API SQL-compliant Le nuove funzioni sono disponibili per ogni modulo Nuovo engine per regular expression Le funzioni sono disponibili nel namespace di funzioni ap_ Rimuove conflitti con altre funzioni POSIX

29 Nuova struttura file di configurazione Configurazione gerarchica Maggiore modularità: ogni elemento ha un suo frammento della configurazione in un file Più semplice aggungere/togliere elementi Compaiono nuove directory: Una directory a parte contiene solo le configurazioni dei moduli Un'altra directory è dedicata ai virtual hosts Un file per ogni modulo/virtual hosts Posso abilitare/rimuovere moduli facendo dei simlink di snippet standard di configurazione nelle directory Parte 3 Modulo 5: Esempi

30 Virtual hosts <VirtualHost><VirtualHost/> Name-based NameVirtualHost ServerName ServerAlias IP-based Non serve NameVirtualHost Access control AllowOverride AuthConfig Creazione file.htpasswd htpasswd(2) [-c] <file> <user> Nel file.htaccess AuthType Basic AuthName AuthUserFile, AuthGroupFile Require {valid-user user <user> group <group>}

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client Versione 25.4.05 Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori): appunti delle lezioni Architetture client/server: applicazioni client 1 Architetture client/server: un esempio World wide web è un

Dettagli

CONFIGURAZIONE DEI SERVIZI (seconda parte)

CONFIGURAZIONE DEI SERVIZI (seconda parte) Corso ForTIC C2 LEZIONE n. 10 CONFIGURAZIONE DEI SERVIZI (seconda parte) WEB SERVER PROXY FIREWALL Strumenti di controllo della rete I contenuti di questo documento, salvo diversa indicazione, sono rilasciati

Dettagli

Introduzione alle applicazioni di rete

Introduzione alle applicazioni di rete Introduzione alle applicazioni di rete Definizioni base Modelli client-server e peer-to-peer Socket API Scelta del tipo di servizio Indirizzamento dei processi Identificazione di un servizio Concorrenza

Dettagli

Il protocollo HTTP ed il server Apache

Il protocollo HTTP ed il server Apache Dal sito web della Software Foundation: Il progetto del server HTTP è uno sforzo di sviluppare e mantenere un server HTTP Open Source per i moderni sistemi operativi, compreso UNIX e Windows NT. L'obiettivo

Dettagli

Protocollo HTTP. Alessandro Sorato

Protocollo HTTP. Alessandro Sorato Un protocollo è un insieme di regole che permettono di trovare uno standard di comunicazione tra diversi computer attraverso la rete. Quando due o più computer comunicano tra di loro si scambiano una serie

Dettagli

J+... J+3 J+2 J+1 K+1 K+2 K+3 K+...

J+... J+3 J+2 J+1 K+1 K+2 K+3 K+... Setup delle ConnessioniTCP Una connessione TCP viene instaurata con le seguenti fasi, che formano il Three-Way Handshake (perchè formato da almeno 3 pacchetti trasmessi): 1) il server si predispone ad

Dettagli

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP BOOTP e DHCP a.a. 2002/03 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/~auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea e Diploma in Informatica 1 Inizializzazione degli Host Un

Dettagli

HTTPD - Server web Apache2

HTTPD - Server web Apache2 Documentazione ufficiale Documentazione di Ubuntu > Ubuntu 9.04 > Guida a Ubuntu server > Server web > HTTPD - Server web Apache2 HTTPD - Server web Apache2 Apache è il server web più utilizzato nei sistemi

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

Il Concetto di Processo

Il Concetto di Processo Processi e Thread Il Concetto di Processo Il processo è un programma in esecuzione. È l unità di esecuzione all interno del S.O. Solitamente, l esecuzione di un processo è sequenziale (le istruzioni vengono

Dettagli

Creare una applicazione Winsock di base

Creare una applicazione Winsock di base Creare una applicazione Winsock di base Usiamo le API Winsock incluse in Creare un progetto per una Socket Windows (in Dev C++) Selezionare la file New Projects Selezionare Empty Project Salvare

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Inter Process Communication. Laboratorio Software 2008-2009 C. Brandolese

Inter Process Communication. Laboratorio Software 2008-2009 C. Brandolese Inter Process Communication Laboratorio Software 2008-2009 C. Brandolese Introduzione Più processi o thread Concorrono alla relaizzazione di una funzione applicativa Devono poter realizzare Sincronizzazione

Dettagli

Reti di Telecomunicazione Lezione 7

Reti di Telecomunicazione Lezione 7 Reti di Telecomunicazione Lezione 7 Marco Benini Corso di Laurea in Informatica marco.benini@uninsubria.it Il protocollo Programma della lezione file transfer protocol descrizione architetturale descrizione

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

Lezione n 1! Introduzione"

Lezione n 1! Introduzione Lezione n 1! Introduzione" Corso sui linguaggi del web" Fondamentali del web" Fondamentali di una gestione FTP" Nomenclatura di base del linguaggio del web" Come funziona la rete internet?" Connessione"

Dettagli

ARP (Address Resolution Protocol)

ARP (Address Resolution Protocol) ARP (Address Resolution Protocol) Il routing Indirizzo IP della stazione mittente conosce: - il proprio indirizzo (IP e MAC) - la netmask (cioè la subnet) - l indirizzo IP del default gateway, il router

Dettagli

Routing (instradamento) in Internet. Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi:

Routing (instradamento) in Internet. Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi: Routing (instradamento) in Internet Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi: Stub AS: istituzione piccola Multihomed AS: grande istituzione (nessun ( transito Transit AS: provider

Dettagli

DNS (Domain Name System) Gruppo Linux

DNS (Domain Name System) Gruppo Linux DNS (Domain Name System) Gruppo Linux Luca Sozio Matteo Giordano Vincenzo Sgaramella Enrico Palmerini DNS (Domain Name System) Ci sono due modi per identificare un host nella rete: - Attraverso un hostname

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

Web Conferencing Open Source

Web Conferencing Open Source Web Conferencing Open Source A cura di Giuseppe Maugeri g.maugeri@bembughi.org 1 Cos è BigBlueButton? Sistema di Web Conferencing Open Source Basato su più di quattordici componenti Open-Source. Fornisce

Dettagli

I name server DNS. DNS: Domain Name System. Esempio di DNS. DNS: Root name server. DNS: queries ripetute

I name server DNS. DNS: Domain Name System. Esempio di DNS. DNS: Root name server. DNS: queries ripetute DNS: Domain Name System I name DNS Persone: identificatori: CF, nome, Numero di Passaporto Host e router Internet: Indirizzo IP ( bit) - usato per instradare i pacchetti nome, per es., massimotto.diiie.unisa.it

Dettagli

Livello di applicazione. Reti di Calcolatori. Corso di Laurea in Ingegneria Informatica. Livello di applicazione DNS A.A.

Livello di applicazione. Reti di Calcolatori. Corso di Laurea in Ingegneria Informatica. Livello di applicazione DNS A.A. Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Reti di Calcolatori Livello di applicazione DNS A.A. 2013/2014 1 Livello di applicazione Web e HTTP FTP Posta elettronica SMTP, POP3, IMAP DNS Applicazioni P2P

Dettagli

Livello applicazione: Protocollo DNS

Livello applicazione: Protocollo DNS Livello applicazione: Protocollo DNS Gaia Maselli Queste slide sono un adattamento delle slide fornite dal libro di testo e pertanto protette da copyright. All material copyright 1996-2007 J.F Kurose and

Dettagli

Indice. Documentazione ISPConfig

Indice. Documentazione ISPConfig Documentazione ISPConfig I Indice Generale 1 1 Cos'è ISPConfig? 1 2 Termini e struttura del manuale 1 3 Installazione/Aggiornamento/Disinstallazione 1 3.1 Installazione 1 3.2 Aggiornamento 1 3.3 Disinstallazione

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless La configurazione degli indirizzi IP Configurazione statica, con DHCP, e stateless 1 Parametri essenziali per una stazione IP Parametri obbligatori Indirizzo IP Netmask Parametri formalmente non obbligatori,

Dettagli

IL LIVELLO APPLICAZIONI DNS, SNMP e SMTP

IL LIVELLO APPLICAZIONI DNS, SNMP e SMTP Reti di Calcolatori IL LIVELLO APPLICAZIONI DNS, SNMP e SMTP D. Talia RETI DI CALCOLATORI - UNICAL 6-1 Applicazioni di Rete Domain Name System (DNS) Simple Network Manag. Protocol (SNMP) Posta elettronica

Dettagli

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX Secure Stream PANORAMICA Il sistema Secure Stream è costituito da due appliance (Crypto BOX) in grado di stabilire tra loro un collegamento sicuro. Le Crypto BOX sono dei veri e propri router in grado

Dettagli

Modello OSI e architettura TCP/IP

Modello OSI e architettura TCP/IP Modello OSI e architettura TCP/IP Differenza tra modello e architettura - Modello: è puramente teorico, definisce relazioni e caratteristiche dei livelli ma non i protocolli effettivi - Architettura: è

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

R.Focardi Laboratorio di Ingegneria del Software 6. 1

R.Focardi Laboratorio di Ingegneria del Software 6. 1 Networking Java permette comunicazioni in rete basate sul concetto di socket, che permette di vedere la comunicazione in termini di flusso (stream), in modo analogo all input-output di file, usando Stream

Dettagli

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer:

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. <file> tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Cos è un protocollo? Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Ciao Ciao Hai l ora? 2:00 tempo TCP connection request TCP connection reply. Get http://www.di.unito.it/index.htm Domanda:

Dettagli

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET Programmi Outlook Express Internet Explorer 72 DNS Poiché riferirsi a una risorsa (sia essa un host oppure l'indirizzo di posta elettronica di un utente) utilizzando un

Dettagli

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1 Tutorial Configuration Managment Configurare il servizio EC2 su AWS Pagina 1 Sommario 1. INTRODUZIONE... 3 2. PROGRAMMI NECESSARI... 4 3. PANNELLO DI CONTROLLO... 5 4. CONFIGURARE E LANCIARE UN ISTANZA...

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 Sistemi Web-Based - Terminologia Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 CLIENT: il client è il programma che richiede un servizio a un computer collegato in

Dettagli

Programmazione di rete in Java

Programmazione di rete in Java Programmazione di rete in Java Reti di calcolatori Una rete di calcolatori è un sistema che permette la condivisione di dati informativi e risorse (sia hardware sia software) tra diversi calcolatori. Lo

Dettagli

Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi

Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi Esperti nella gestione dei sistemi informativi e tecnologie informatiche Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi Docente: Email: Sito: Eduard Roccatello eduard@roccatello.it http://www.roccatello.it/teaching/gsi/

Dettagli

Il modello client/server consente a due processi di condividere risorse e di cooperare per il raggiungimento di un obiettivo.

Il modello client/server consente a due processi di condividere risorse e di cooperare per il raggiungimento di un obiettivo. In una rete di ampie dimensioni, ciascuna sottorete (es. LAN, WAN) è connessa ad altre sottoreti tramite router. Internet è un insieme di reti connesse tra loro. Essenzialmente, in una rete alcune macchine

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e SIP - Session Initiation Protocol Il protocollo SIP (RFC 2543) è un protocollo di segnalazione e controllo in architettura peer-to-peer che opera al livello delle applicazioni e quindi sviluppato per stabilire

Dettagli

Modulo 11. Il livello trasporto ed il protocollo TCP Indice

Modulo 11. Il livello trasporto ed il protocollo TCP Indice Pagina 1 di 14 Il livello trasporto ed il protocollo TCP Indice servizi del livello trasporto multiplexing/demultiplexing trasporto senza connesione: UDP principi del trasferimento dati affidabile trasporto

Dettagli

RSYNC e la sincronizzazione dei dati

RSYNC e la sincronizzazione dei dati RSYNC e la sincronizzazione dei dati Introduzione Questo breve documento intende spiegare come effettuare la sincronizzazione dei dati tra due sistemi, supponendo un sistema in produzione (master) ed uno

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Prova completa Mercoledì 2 Marzo 2005, ore 14.30

Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Prova completa Mercoledì 2 Marzo 2005, ore 14.30 Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Prova completa Mercoledì 2 Marzo 2005, ore 14.30 NB: alcune domande hanno risposta multipla: si richiede di identificare TUTTE le risposte corrette.

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Protocolli di rete Sommario Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Configurazione statica e dinamica

Dettagli

NetMonitor. Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor

NetMonitor. Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor NetMonitor Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor Cos è NetMonitor? NetMonitor è un piccolo software per il monitoraggio dei dispositivi in rete. Permette di avere una panoramica sui dispositivi

Dettagli

Appunti di Sistemi Operativi. Enzo Mumolo e-mail address :mumolo@units.it web address :www.units.it/mumolo

Appunti di Sistemi Operativi. Enzo Mumolo e-mail address :mumolo@units.it web address :www.units.it/mumolo Appunti di Sistemi Operativi Enzo Mumolo e-mail address :mumolo@units.it web address :www.units.it/mumolo Indice 1 Cenni su alcuni algoritmi del Kernel di Unix 1 1.1 Elementi di Unix Internals.................................

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server FileMaker Server 13 Guida di FileMaker Server 2010-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono

Dettagli

BPEL: Business Process Execution Language

BPEL: Business Process Execution Language Ingegneria dei processi aziendali BPEL: Business Process Execution Language Ghilardi Dario 753708 Manenti Andrea 755454 Docente: Prof. Ernesto Damiani BPEL - definizione Business Process Execution Language

Dettagli

Lezione 15 File System

Lezione 15 File System Lezione 15 File System Sistemi Operativi (9 CFU), CdL Informatica, A. A. 2014/2015 Dipartimento di Scienze Fisiche, Informatiche e Matematiche Università di Modena e Reggio Emilia http://weblab.ing.unimo.it/people/andreolini/didattica/sistemi-operativi

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

Porta di Accesso versione 5.0.12

Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 1 di 22 Controlli da effettuare in seguito al verificarsi di ERRORE 10 nell utilizzo di XML SAIA Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 2 di 22 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. VERIFICHE DA ESEGUIRE...3

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida introduttiva

FileMaker Server 13. Guida introduttiva FileMaker Server 13 Guida introduttiva 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono marchi

Dettagli

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP.

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP. Configurazione di indirizzi IP statici multipli Per mappare gli indirizzi IP pubblici, associandoli a Server interni, è possibile sfruttare due differenti metodi: 1. uso della funzione di Address Translation

Dettagli

Inidirizzi IP e Nomi di Dominio. Domain Name System. Spazio dei Nomi Piatto. Gestione dello Spazio dei Nomi

Inidirizzi IP e Nomi di Dominio. Domain Name System. Spazio dei Nomi Piatto. Gestione dello Spazio dei Nomi I semestre 03/04 Inidirizzi IP e Nomi di Dominio Domain Name System Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/professori/auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea in Informatica

Dettagli

APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO. Francesco Marchione e Dario Richichi

APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO. Francesco Marchione e Dario Richichi APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO Francesco Marchione e Dario Richichi Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia Sezione di Palermo Indice Introduzione...

Dettagli

Plesk Automation. Parallels. Domande tecniche più frequenti

Plesk Automation. Parallels. Domande tecniche più frequenti Parallels Plesk Automation Primo trimestre, 2013 Domande tecniche più frequenti Questo documento ha come scopo quello di rispondere alle domande tecniche che possono sorgere quando si installa e si utilizza

Dettagli

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY Interfaccia Full Ascii Con questa interfaccia è possibile inviare i dati al Server utilizzando solo caratteri Ascii rappresentabili e solo i valori che cambiano tra un sms e l altro, mantenendo la connessione

Dettagli

MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER FTP

MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER FTP Università degli Studi di Pisa Facoltà di Scienze Matematiche,Fisiche e Naturali Corso di Laurea in Informatica Michela Chiucini MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER

Dettagli

I file di dati. Unità didattica D1 1

I file di dati. Unità didattica D1 1 I file di dati Unità didattica D1 1 1) I file sequenziali Utili per la memorizzazione di informazioni testuali Si tratta di strutture organizzate per righe e non per record Non sono adatte per grandi quantità

Dettagli

FASE DEBUGGING: Compiler Linker. controllando che la voce Genera le informazioni per il debug cioè. "Generate debugging information"

FASE DEBUGGING: Compiler Linker. controllando che la voce Genera le informazioni per il debug cioè. Generate debugging information FASE DEBUGGING: Prima della compilazione, si devono inserire 1 nel progetto informazioni per il debug cioè si devono visualizzare le opzioni di progetto seguendo il percorso: controllando che la voce Genera

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

Funzioni nuove e modificate

Funzioni nuove e modificate Gigaset S675 IP, S685 IP, C470 IP, C475 IP: Funzioni nuove e modificate Questo documento integra il manuale di istruzioni dei telefoni VoIP Gigaset: Gigaset C470 IP, Gigaset C475 IP, Gigaset S675 IP e

Dettagli

Guida all utilizzo del dispositivo USB

Guida all utilizzo del dispositivo USB Guida all utilizzo del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1. Glossario... 3 2. Guida all utilizzo del dispositivo USB... 4 2.1 Funzionamento del

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci Manuale di Remote Desktop Connection Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Il protocollo Remote Frame Buffer 6 3 Uso di Remote Desktop

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads.

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads. MailStore Proxy Con MailStore Proxy, il server proxy di MailStore, è possibile archiviare i messaggi in modo automatico al momento dell invio/ricezione. I pro e i contro di questa procedura vengono esaminati

Dettagli

Fingerprinting ed attacco ad un sistema informatico

Fingerprinting ed attacco ad un sistema informatico Fingerprinting ed attacco ad un sistema informatico Ci sono più cose tra cielo e terra... Angelo Dell Aera - Guido Bolognesi 1 Free Advertising 2 Name lookup Strumenti: nslookup, host, dig Risoluzione

Dettagli

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1 Glossario... 3 2 Presentazione... 4 3 Quando procedere al ripristino

Dettagli

GUIDA DELL UTENTE IN RETE

GUIDA DELL UTENTE IN RETE GUIDA DELL UTENTE IN RETE Memorizza registro di stampa in rete Versione 0 ITA Definizione delle note Nella presente Guida dell'utente viene utilizzata la seguente icona: Le note spiegano come intervenire

Dettagli

Appunti di Antonio Bernardo

Appunti di Antonio Bernardo Internet Appunti di Antonio Bernardo Cos è Internet Internet può essere vista come una rete logica di enorme complessità, appoggiata a strutture fisiche e collegamenti di vario tipo (fibre ottiche, cavi

Dettagli

Parallels Plesk Panel

Parallels Plesk Panel Parallels Plesk Panel Notifica sul Copyright ISBN: N/A Parallels 660 SW 39 th Street Suite 205 Renton, Washington 98057 USA Telefono: +1 (425) 282 6400 Fax: +1 (425) 282 6444 Copyright 1999-2009, Parallels,

Dettagli

Il World Wide Web: nozioni introduttive

Il World Wide Web: nozioni introduttive Il World Wide Web: nozioni introduttive Dott. Nicole NOVIELLI novielli@di.uniba.it http://www.di.uniba.it/intint/people/nicole.html Cos è Internet! Acronimo di "interconnected networks" ("reti interconnesse")!

Dettagli

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail Configurare un programma di posta con l account PEC di Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account ii nel programma di

Dettagli

Posta Elettronica. Claudio Cardinali claudio@csolution.it

Posta Elettronica. Claudio Cardinali claudio@csolution.it Posta Elettronica Claudio Cardinali claudio@csolution.it Posta Elettronica: WebMail Una Webmail è un'applicazione web che permette di gestire uno o più account di posta elettronica attraverso un Browser.

Dettagli

Rational Asset Manager, versione 7.1

Rational Asset Manager, versione 7.1 Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Note Prima di utilizzare queste informazioni e il prodotto

Dettagli

UML Component and Deployment diagram

UML Component and Deployment diagram UML Component and Deployment diagram Ing. Orazio Tomarchio Orazio.Tomarchio@diit.unict.it Dipartimento di Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni Università di Catania I diagrammi UML Classificazione

Dettagli

Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT

Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account

Dettagli

Sicurezza delle reti wireless. Alberto Gianoli alberto.gianoli@fe.infn.it

Sicurezza delle reti wireless. Alberto Gianoli alberto.gianoli@fe.infn.it Sicurezza delle reti wireless Alberto Gianoli alberto.gianoli@fe.infn.it Concetti di base IEEE 802.11: famiglia di standard tra cui: 802.11a, b, g: physical e max data rate spec. 802.11e: QoS (traffic

Dettagli

INTRODUZIONE, LINGUAGGIO, HANDS ON. Giuseppe Cirillo g.cirillo@unina.it

INTRODUZIONE, LINGUAGGIO, HANDS ON. Giuseppe Cirillo g.cirillo@unina.it INTRODUZIONE, LINGUAGGIO, HANDS ON Giuseppe Cirillo g.cirillo@unina.it Il linguaggio C 1972-Dennis Ritchie 1978-Definizione 1990-ANSI C 1966 Martin Richars (MIT) Semplificando CPL usato per sviluppare

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

Sistemi Operativi. Interfaccia del File System FILE SYSTEM : INTERFACCIA. Concetto di File. Metodi di Accesso. Struttura delle Directory

Sistemi Operativi. Interfaccia del File System FILE SYSTEM : INTERFACCIA. Concetto di File. Metodi di Accesso. Struttura delle Directory FILE SYSTEM : INTERFACCIA 8.1 Interfaccia del File System Concetto di File Metodi di Accesso Struttura delle Directory Montaggio del File System Condivisione di File Protezione 8.2 Concetto di File File

Dettagli

corso di Sistemi Distribuiti 4. IPC (Inter Process Communication) (parte 1): le forme ed i modelli della comunicazione tra processi

corso di Sistemi Distribuiti 4. IPC (Inter Process Communication) (parte 1): le forme ed i modelli della comunicazione tra processi CdL MAGISTRALE in INFORMATICA A.A. 2014-2015 corso di Sistemi Distribuiti 4. IPC (Inter Process Communication) (parte 1): le forme ed i modelli della comunicazione tra processi Prof. S.Pizzutilo Elementi

Dettagli

Symbolic. Ambiti Operativi. Presente sul mercato da circa 10 anni Specializzata in Network Security Partner e distributore italiano di F-Secure Corp.

Symbolic. Ambiti Operativi. Presente sul mercato da circa 10 anni Specializzata in Network Security Partner e distributore italiano di F-Secure Corp. Symbolic Presente sul mercato da circa 10 anni Specializzata in Network Security Partner e distributore italiano di F-Secure Corp. La nostra mission è di rendere disponibili soluzioni avanzate per la sicurezza

Dettagli

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete.

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete. Premessa. La traccia di questo anno integra richieste che possono essere ricondotte a due tipi di prove, informatica sistemi, senza lasciare spazio ad opzioni facoltative. Alcuni quesiti vanno oltre le

Dettagli

Comandi filtro: sed. Se non si specificano azioni, sed stampa sullo standard output le linee in input, lasciandole inalterate.

Comandi filtro: sed. Se non si specificano azioni, sed stampa sullo standard output le linee in input, lasciandole inalterate. Comandi filtro: sed Il nome del comando sed sta per Stream EDitor e la sua funzione è quella di permettere di editare il testo passato da un comando ad un altro in una pipeline. Ciò è molto utile perché

Dettagli

Gestione di un server web

Gestione di un server web Gestione di un server web A cura del prof. Gennaro Cavazza Come funziona un server web Un server web è un servizio (e quindi un applicazione) in esecuzione su un computer host (server) in attesa di connessioni

Dettagli

Socket per TCP: Fondamenti

Socket per TCP: Fondamenti Socket per TCP: Fondamenti Network Applications Molte applicazioni di rete sono formate da due programmi distinti (che lavorano su due diversi host) uno detto server ed uno detto client. Il server si mette

Dettagli

Utilizzo del server SMTP in modalità sicura

Utilizzo del server SMTP in modalità sicura Utilizzo del server SMTP in modalità sicura In questa guida forniremo alcune indicazioni sull'ottimizzazione del server SMTP di IceWarp e sul suo impiego in modalità sicura, in modo da ridurre al minimo

Dettagli

Manuale di installazione e d uso

Manuale di installazione e d uso Manuale di installazione e d uso 1 Indice Installazione del POS pag. 2 Funzionalità di Base - POS Sagem - Accesso Operatore pag. 2 - Leggere una Card/braccialetto Cliente con il lettore di prossimità TeliumPass

Dettagli

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS)

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) EZChrom Edition e ChemStation Edition Requisiti hardware e software Agilent Technologies Informazioni legali Agilent Technologies, Inc. 2013 Nessuna parte

Dettagli

FileMaker Server 13. Pubblicazione Web personalizzata con PHP

FileMaker Server 13. Pubblicazione Web personalizzata con PHP FileMaker Server 13 Pubblicazione Web personalizzata con PHP 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker

Dettagli