L agenda dei pagamenti di Unico 2013, Irap 2013, Iva 2013 e della prima rata Imu

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L agenda dei pagamenti di Unico 2013, Irap 2013, Iva 2013 e della prima rata Imu"

Transcript

1 L agenda di Unico, Imu e degli altri pagamenti del Pag. n. 1 L agenda dei pagamenti di Unico, Irap, Iva e della prima rata Imu a cura di Salvina Morina E Tonino Morina Persone fisiche, società di persone, società di capitali, enti non commerciali ADEMPIMENTO MODALITA SCADENZA Con il modello F24 o con 17 giugno bollettino di conto corrente postale. (scaduto) Il versamento dell Imu può essere, ad esempio, con il credito Irpef che scaturisce dal modello 730/ o dall Unico persone fisiche, per i redditi del Imu Prima o unica rata. I contribuenti, titolari degli immobili, devono pagare la prima o unica rata dell Imu per il. La scadenza del 17 giugno non riguarda i proprietari della casa di abitazione, di terreni agricoli o di fabbricati rurali. I contribuenti titolari di immobili nel devono infatti effettuare entro il 17 giugno il pagamento dell imposta municipale sugli immobili Iva Versamento a saldo 2012 delle persone fisiche e dei soggetti collettivi estranei agli studi di settore che presentano l Iva con l Unico, che hanno differito il saldo Iva 2012; essi possono eseguire il versamento, aumentato dello 0,40% per ogni mese o frazione di mese successiva al 18 marzo (il 16 marzo, di scadenza, era sabato, e il 17 domenica), entro il termine per i versamenti dell Unico. Il pagamento può essere fatto in modo rateale, entro il 16 di ciascun mese. Il pagamento rateale deve essere completato entro novembre Con il modello F24. Per il saldo Iva si usa il codice tributo giugno (scaduto)

2 L agenda di Unico, Imu e degli altri pagamenti del Pag. n. 2 Unico Unico Mini Irap - Versamento a saldo 2012 e prima rata di acconto per il delle persone fisiche (fatta eccezione per i superminimi) e degli altri contribuenti con esercizio che coincide con l anno solare che presentano l Unico estranei agli studi di settore. Il pagamento può essere fatto in modo rateale. Sulle somme rateate, a partire dalla seconda rata, il contribuente deve pagare gli interessi del 4% annuo, che decorrono dal 1 giorno successivo alla scadenza della prima rata Diritto annuale dovuto dalle imprese estranee agli studi di settore iscritte o annotate nel Registro delle imprese (fatta eccezione per i superminimi). L importo non è frazionabile in rapporto alla durata di iscrizione nell anno. Il termine di pagamento ordinario è lo stesso previsto per gli altri tributi e contributi relativi a Unico per i quali si usa il modello F24. I termini per i versamenti, sia quello al 16 giugno, che slitta a lunedì 17 giugno, sia quello dal 18 giugno al 17 luglio con lo 0,40%, riguardano, di norma, tutti i contribuenti estranei agli studi di settore che presentano il modello Unico Omessi o tardivi versamenti Imu Ravvedimento lungo. I contribuenti possono avvalersi del ravvedimento lungo in caso di omesso o tardivo pagamento dell imposta municipale sugli immobili relativa al Con il modello F24. L importo a debito può essere compensato con i crediti spettanti. In tema di compensazioni dei crediti con i versamenti da fare con l F24, si deve stare attenti alla stretta sulle compensazioni dei crediti Iva annuali o infrannuali. Rimane fermo che la compensazione vecchia o interna è esclusa da qualsiasi divieto. Restano perciò libere, ad esempio, le compensazioni Iva da Iva Irpef da Irpef Ires da Ires Con il modello F24. L importo dovuto si indica nella sezione altri tributi locali con la sigla della provincia e il codice tributo Con il modello F24. Con il ravvedimento lungo, si possono sanare le violazioni in materia di Imu relative al I contribuenti possono fruire della riduzione della sanzione ad un ottavo del minimo, cioè al 3,75%, se la regolarizzazione degli errori e delle omissioni, anche se 17 giugno (scaduto) 17 giugno, o dal 18 giugno al 17 luglio con lo 0,40 per cento 1 luglio

3 L agenda di Unico, Imu e degli altri pagamenti del Pag. n. 3 Omessi o tardivi versamenti Imu della prima rata del - Ravvedimento sprint. I contribuenti possono avvalersi del ravvedimento sprint in caso di omesso o tardivo pagamento dell imposta municipale sugli immobili relativa al, in scadenza il 17 giugno. incidenti sulla determinazione o sul pagamento dell Imu, avviene entro il termine per presentare la dichiarazione delle variazioni relative all anno nel corso del quale è stata commessa la violazione e cioè entro il 1 luglio per le violazioni Imu del Per fruire del ravvedimento lungo, nel calcolo delle somme da pagare, oltre all Imu dovuta e alle sanzioni, occorre anche considerare gli interessi del 2,5% annuo. In caso di ravvedimento, le sanzioni e gli interessi sono versati unitamente all Imu dovuta al Comune e allo Stato (risoluzione 35/E del 12 aprile 2012) Con il modello F24 o con bollettino di conto corrente postale. Il pagamento omesso o tardivo può essere sanato entro 14 giorni dal 17 giugno ; in questo caso, si pagano i tributi dovuti, più gli interessi del 2,5 per cento annuo calcolati per ogni giorno successivo al 17 giugno fino al giorno di pagamento compreso, nonché la sanzione dello 0,2% giornaliero (la misura varia dallo 0,2% per un giorno di ritardo, fino al 2,80% per 14 giorni di ritardo); i contribuenti, che effettuano il ravvedimento sprint entro 14 giorni, devono versare i tributi dovuti, gli interessi e le sanzioni con il modello F24. In caso di pagamento delle sole imposte, entro i 14 giorni successivi alla scadenza, può essere fatto il ravvedimento sprint entro il termine di 30 giorni dalla scadenza originaria del versamento, cioè entro il 17 luglio 1 luglio

4 L agenda di Unico, Imu e degli altri pagamenti del Pag. n. 4 Unico Mini - persone fisiche Contribuenti che presentano alla posta Unico Mini, con il pagamento delle mini-sanzioni dello 0,2% giornaliero e degli interessi del 2,5% per i giorni di ritardo Presentazione tramite un ufficio postale. Sono esonerati dall obbligo di invio telematico i contribuenti che non possono usare il modello 730 perché privi di datore di lavoro o non titolari di pensione 1 luglio Unico persone fisiche Contribuenti che presentano alla posta l Unico Ravvedimento lungo per omessi o tardivi versamenti per i contribuenti che presentano alla posta l Unico o Unico Mini. Sono esonerati dall obbligo di invio telematico i contribuenti che non hanno la possibilità di utilizzare il modello 730 perché privi di datore di lavoro o non titolari di pensione Presentazione tramite un ufficio postale. Sono esonerati dall obbligo di invio telematico i contribuenti che non possono usare il modello 730 perché privi di datore di lavoro o non titolari di pensione I contribuenti che non hanno eseguito versamenti di tributi possono effettuare il pagamento tardivo, cosiddetto ravvedimento lungo, entro il termine per la presentazione della dichiarazione relativa all anno nel corso del quale è stata commessa la violazione; in questo caso, devono pagare le somme dovute, maggiorate degli interessi del 2,5% annuo, calcolati per ogni giorno successivo alla scadenza del termine fino al giorno di pagamento compreso; è anche dovuta la sanzione del 3,75% (sanzione del 30% ridotta a un ottavo). L importo a debito può essere compensato con i crediti spettanti 1 luglio 1 luglio

5 L agenda di Unico, Imu e degli altri pagamenti del Pag. n. 5 Unico Irap - Versamento a saldo 2012 e prima rata di acconto per il delle persone fisiche e degli altri contribuenti con esercizio che coincide con l anno solare che presentano l Unico interessati dagli studi di settore, nonché dalle persone fisiche in regime dei superminimi con il forfait del 5 per cento. Il pagamento può essere fatto in modo rateale. Sulle somme rateate, a partire dalla seconda rata, il contribuente deve pagare gli interessi del 4% annuo, che decorrono dal 1 giorno successivo alla scadenza della prima rata Iva Versamento a saldo 2012 delle persone fisiche e dei soggetti collettivi interessati dagli studi di settore che presentano l Iva con l Unico, che hanno differito il saldo Iva 2012; essi possono eseguire il versamento, aumentato dello 0,40% per ogni mese o frazione di mese successiva al 18 marzo (il 16 marzo, di scadenza, era sabato, e il 17 domenica), entro il termine per i versamenti dell Unico. Non è dovuta alcuna maggiorazione per il periodo di proroga dal 17 giugno all 8 luglio. Il pagamento può essere fatto in modo rateale, entro il 16 di ciascun mese. Il pagamento rateale deve essere completato entro novembre Con il modello F24. L importo a debito può essere compensato con i crediti spettanti. In tema di compensazioni dei crediti con i versamenti da fare con l F24, si deve stare attenti alla stretta sulle compensazioni dei crediti Iva annuali o infrannuali. Rimane fermo che la compensazione vecchia o interna è esclusa da qualsiasi divieto. Restano perciò libere, ad esempio, le compensazioni Iva da Iva Irpef da Irpef Ires da Ires Con il modello F24. Per il saldo Iva si usa il codice tributo luglio 8 luglio

6 L agenda di Unico, Imu e degli altri pagamenti del Pag. n. 6 Iva - Adeguamento Iva agli studi di settore dei contribuenti che presentano l Unico. Per l adeguamento Iva agli studi di settore, è possibile pagare a rate. Unico Studi di settore - Maggiorazione del 3% per i ricavi o compensi non annotati. I contribuenti che adeguano le entrate contabilizzate, se inferiori al ricavo o compenso che risulta dagli studi di settore, devono versare una maggiorazione del 3% calcolata sulla differenza tra i ricavi (o i compensi) derivanti dall applicazione degli studi e quelli annotati nelle scritture contabili. La maggiorazione non è dovuta: se la predetta differenza è inferiore al 10% dei ricavi o compensi annotati nelle scritture contabili; per gli studi approvati per la prima volta, o per il primo anno di applicazione dello studio revisionato. La maggiorazione del 3% deve essere calcolata sull intero ammontare dello scostamento, qualora esso sia superiore al limite del 10%. E escluso il pagamento rateale Iva - Versamento a saldo 2012 delle persone fisiche e degli altri contribuenti estranei agli studi di settore che presentano l Iva con l Unico, che non hanno effettuato il versamento del saldo Iva entro il 18 marzo (il 16 marzo, di scadenza, era sabato, e il 17 domenica), e nemmeno entro il I contribuenti, che effettuano l adeguamento ai ricavi o compensi presunti dagli studi di settore, devono versare l Iva per adeguamento con il codice tributo Gli importi devono essere versati con il modello F24 entro il termine del versamento a saldo dell imposta sul reddito. Con il modello F24. Per pagare la maggiorazione del 3% si usa il codice tributo 4726 denominato Persone fisiche, maggiorazione 3% adeguamento studi di settore o il codice 2118 denominato Soggetti diversi dalle persone fisiche, maggiorazione 3% adeguamento studi di settore Con il modello F24. Per il saldo Iva si usa il codice tributo luglio 8 luglio dal 18 giugno al 17 luglio con lo 0,40 per cento sull importo già maggiorato degli interessi

7 L agenda di Unico, Imu e degli altri pagamenti del Pag. n giugno, che slitta a lunedì 17 giugno ; essi possono eseguire il pagamento, maggiorato dello 0,40% per ogni mese o frazione di mese successiva al 18 marzo, entro il termine per i versamenti dell Unico. Il versamento dell Iva insieme ai versamenti di Unico eseguiti dal 18 giugno al 17 luglio, comporta che la maggiorazione dello 0,40% si applica anche al saldo dell Iva aumentato della maggiorazione dell 1,20% dovuta dal 19 marzo al 17 giugno. Il pagamento può essere fatto in modo rateale, entro il 16 di ciascun mese. Il pagamento rateale deve essere completato entro novembre Unico Irap - Versamento a saldo 2012 e prima rata di acconto per il delle persone fisiche (fatta eccezione per i superminimi) e degli altri contribuenti con esercizio che coincide con l anno solare che presentano l Unico o l Irap estranei agli studi di settore. Il versamento eseguito dal 18 giugno al 17 luglio con lo 0,40 per cento, riguarda, di norma, tutti i contribuenti estranei agli studi di settore che presentano Unico. Il pagamento può essere fatto in modo rateale. Sulle somme rateate, a partire dalla seconda rata, il contribuente deve pagare gli interessi del 4% annuo, che decorrono dal 1 giorno successivo alla scadenza della prima rata Ravvedimento sprint per omesso o tardivo versamento dei tributi dovuti in scadenza al 17 Con il modello F24. Gli importi a debito possono essere compensati con i crediti spettanti al contribuente Il pagamento omesso o tardivo può essere sanato entro 14 giorni dal 17 luglio ; in questo caso, dello 0,40% per ogni mese o frazione di mese successiva al 18 marzo dal 18 giugno al 17 luglio con lo 0,40 per cento 31 luglio

8 L agenda di Unico, Imu e degli altri pagamenti del Pag. n. 8 luglio con lo 0,40 per cento Unico Irap - Versamento a saldo 2012 e prima rata di acconto per il delle persone fisiche e degli altri contribuenti con esercizio che coincide con l anno solare che presentano l Unico interessati dagli studi di settore, nonché dalle persone fisiche in regime dei superminimi con il forfait del 5 per cento. Il versamento eseguito dal 9 luglio al 20 agosto comporta la maggiorazione dello 0,40%. Il pagamento può essere fatto in modo rateale. Sulle somme rateate, a partire dalla seconda rata, il contribuente deve pagare gli interessi del 4% annuo, che decorrono dal 1 giorno successivo alla scadenza della prima rata Iva - Versamento a saldo 2012 delle persone fisiche e degli altri contribuenti interessati dagli studi di settore che presentano l Iva con l Unico, che non hanno effettuato il versamento del saldo Iva entro il 18 marzo (il 16 marzo, di scadenza, era sabato, e il 17 domenica), e nemmeno entro il giorno 8 luglio ; essi possono eseguire il pagamento, maggiorato si pagano i tributi dovuti, già aumentati dello 0,40 per cento, più gli interessi del 2,5 per cento annuo calcolati per ogni giorno successivo al 17 luglio fino al giorno di pagamento compreso, nonché la sanzione dello 0,2% giornaliero (la misura varia dallo 0,2% per un giorno di ritardo, fino al 2,80% per 14 giorni di ritardo); i contribuenti, che effettuano il ravvedimento sprint entro 14 giorni, devono versare i tributi dovuti, gli interessi e le sanzioni con il modello F24 Con il modello F24. L importo a debito può essere compensato con i crediti spettanti. In tema di compensazioni dei crediti con i versamenti da fare con l F24, si deve stare attenti alla stretta sulle compensazioni dei crediti Iva annuali o infrannuali. Rimane fermo che la compensazione vecchia o interna è esclusa da qualsiasi divieto. Restano perciò libere, ad esempio, le compensazioni Iva da Iva Irpef da Irpef Ires da Ires Con il modello F24. Per il saldo Iva si usa il codice tributo dal 9 luglio al 20 agosto con lo 0,40 per cento dal 9 luglio al 20 agosto con lo 0,40 per cento sull importo già maggiorato degli interessi dello 0,40% per ogni mese

9 L agenda di Unico, Imu e degli altri pagamenti del Pag. n. 9 dello 0,40% per ogni mese o frazione di mese successiva al 18 marzo, entro il termine per i versamenti dell Unico. Il versamento dell Iva insieme ai versamenti di Unico eseguiti dal 9 luglio al 20 agosto, comporta che la maggiorazione dello 0,40% si applica anche al saldo dell Iva aumentato della maggiorazione dell 1,20% dovuta dal 19 marzo al 17 giugno. Il pagamento può essere fatto in modo rateale, entro il 16 di ciascun mese. Il pagamento rateale deve essere completato entro novembre Iva - Adeguamento Iva agli studi di settore dei contribuenti che presentano l Unico. Il versamento delle somme dovute per la maggiore Iva, per le imposte sui redditi e per l Irap eseguito dal 9 luglio al 20 agosto, comporta la maggiorazione dello 0,40% delle somme dovute. Per l adeguamento Iva agli studi di settore, è possibile effettuare il pagamento a rate Unico Studi di settore - Maggiorazione del 3% per i ricavi o compensi non annotati con 0,40%. I contribuenti che adeguano le entrate contabilizzate, se inferiori al ricavo o compenso, che risulta dagli studi di settore, devono versare una maggiorazione del 3% calcolata sulla differenza tra i ricavi (o i compensi) derivanti dall applicazione degli studi e quelli annotati nelle scritture contabili. La maggiorazione non è dovuta: se la predetta differenza è inferiore al 10% dei ricavi o I contribuenti, che effettuano l adeguamento ai ricavi o compensi presunti dagli studi di settore, devono versare l Iva per adeguamento con il codice tributo Gli importi devono essere versati con il modello F24 entro il termine del versamento a saldo dell imposta sul reddito. Con il modello F24. Per pagare la maggiorazione del 3% si usa il codice tributo 4726 denominato Persone fisiche, maggiorazione 3% adeguamento studi di settore o il codice 2118 denominato Soggetti diversi dalle persone fisiche, maggiorazione 3% adeguamento studi di settore o frazione di mese successiva al 18 marzo dal 9 luglio al 20 agosto con lo 0,40 per cento dal 9 luglio al 20 agosto con lo 0,40 per cento

10 L agenda di Unico, Imu e degli altri pagamenti del Pag. n. 10 compensi annotati nelle scritture contabili; per gli studi approvati per la prima volta, o per il primo anno di applicazione dello studio revisionato. La maggiorazione del 3% deve essere calcolata sull intero ammontare dello scostamento, qualora esso sia superiore al suddetto limite del 10% e, pertanto, il suddetto limite del 10% non costituisce una sorta di franchigia. E escluso il pagamento rateale Ravvedimento breve per omesso o tardivo versamento dei tributi dovuti in scadenza al 17 luglio con lo 0,40 per cento Ravvedimento sprint per omesso o tardivo versamento dei tributi dovuti in scadenza al 20 agosto con lo 0,40 per cento Il pagamento omesso o tardivo può essere sanato entro 30 giorni dal 17 luglio ; in questo caso, si pagano i tributi dovuti, già aumentati dello 0,40%, più gli interessi del 2,5% annuo calcolati per ogni giorno successivo al 17 luglio fino al giorno di pagamento compreso, nonché la sanzione del 3% (sanzione del 30% ridotta a un decimo); i contribuenti, che effettuano il ravvedimento breve entro 30 giorni, devono versare i tributi dovuti, gli interessi e le sanzioni con il modello F24. In caso di pagamento delle sole imposte, entro i 14 giorni successivi alla scadenza, può essere fatto il ravvedimento sprint entro il termine di 30 giorni dalla scadenza originaria del versamento, con il pagamento delle mini-sanzioni dello 0,2% giornaliero e degli interessi del 2,5% per i giorni di ritardo Il pagamento omesso o tardivo può essere sanato entro 14 giorni dal 20 agosto ; in questo caso, si pagano i tributi dovuti, già aumentati dello 0,40 per cento, più gli interessi del 2,5 per cento annuo calcolati per ogni giorno 16 agosto (slitta al 20 agosto, per effetto della proroga di Ferragosto) 3 settembre

11 L agenda di Unico, Imu e degli altri pagamenti del Pag. n. 11 Ravvedimento breve per omesso o tardivo versamento dei tributi dovuti in scadenza al 20 agosto con lo 0,40 per cento Ravvedimento omessa presentazione dell Unico persone fisiche, in scadenza il 30 giugno, che slitta a lunedì 1 luglio (consegna alla posta). Sono esonerati dall obbligo di invio telematico i contribuenti che non hanno la possibilità di utilizzare il modello 730 perché successivo al 20 agosto fino al giorno di pagamento compreso, nonché la sanzione dello 0,2% giornaliero (la misura varia dallo 0,2% per un giorno di ritardo, fino al 2,80% per 14 giorni di ritardo); i contribuenti, che effettuano il ravvedimento sprint entro 14 giorni, devono versare i tributi dovuti, gli interessi e le sanzioni con il modello F24 Il pagamento omesso o tardivo può essere sanato entro 30 giorni dal 20 agosto ; in questo caso, si pagano i tributi dovuti, già aumentati dello 0,40%, più gli interessi del 2,5% annuo calcolati per ogni giorno successivo al 20 agosto fino al giorno di pagamento compreso, nonché la sanzione del 3% (sanzione del 30% ridotta a un decimo); i contribuenti, che effettuano il ravvedimento breve entro 30 giorni, devono versare i tributi dovuti, gli interessi e le sanzioni con il modello F24. In caso di pagamento delle sole imposte, entro i 14 giorni successivi alla scadenza, può essere fatto il ravvedimento sprint entro il termine di 30 giorni dalla scadenza originaria del versamento, con il pagamento delle mini-sanzioni dello 0,2% giornaliero e degli interessi del 2,5% per i giorni di ritardo Per la presentazione della dichiarazione con ritardo non superiore a 90 giorni, si applica la sanzione da 258 euro a euro. La dichiarazione presentata con ritardo non superiore a 90 giorni è sanabile con il pagamento di una sanzione di 25 euro (un decimo di 258 euro, con 19 settembre 29 settembre, che slitta a lunedì 30 settembre

12 L agenda di Unico, Imu e degli altri pagamenti del Pag. n. 12 privi di datore di lavoro o non troncamento dei decimali). I titolari di pensione contribuenti che saltano la scadenza del 1 luglio, possono però rimediare, senza pagare alcuna sanzione, presentando la dichiarazione Unico in via telematica entro il 30 settembre Unico - Iva Irap Presentazione in via telematica Unico Mini - persone fisiche Presentazione in via telematica Sanatoria irregolarità formali o dichiarazioni a favore Dichiarazioni, modello Unico 2012 Iva 2012, Irap 2012 e Unico Mini 2012 presentate in via telematica entro il 1 ottobre 2012 (il 30 settembre, di scadenza, era domenica) Ravvedimento lungo per omessi o tardivi versamenti per i contribuenti che presentano in via telematica l Unico, l Iva o l Irap In caso di violazioni formali non è dovuta alcuna sanzione se la dichiarazione è inviata entro il termine di presentazione della dichiarazione annuale successiva per correggere errori formali contenuti nella precedente presentata nei termini. Non è dovuta nemmeno alcuna sanzione, se si presenta una dichiarazione a favore. La dichiarazione a favore può riguardare errori od omissioni contenuti nell Unico 2012 presentato entro il 1 ottobre 2012 in via telematica. Per esempio, il contribuente che si è dimenticato di indicare oneri sostenuti o versamenti effettuati nell Unico 2012 presentato lo scorso anno nei termini, non è soggetto a sanzioni perché presenta una dichiarazione bonaria : il contribuente, cioè, corregge una dichiarazione nella quale ha pagato più di quanto doveva I contribuenti che non hanno eseguito versamenti di tributi possono effettuare il pagamento tardivo, cosiddetto ravvedimento lungo, entro il termine per la presentazione della dichiarazione relativa all anno nel corso del quale è stata commessa la 30 settembre 30 settembre 30 settembre 30 settembre

13 L agenda di Unico, Imu e degli altri pagamenti del Pag. n. 13 Acconto di novembre - Unico Irap - Versamento seconda rata di acconto per il delle persone fisiche e degli altri contribuenti con esercizio che coincide con l anno solare, che hanno presentato l Unico. E escluso il pagamento rateale Ravvedimento sprint per omesso o tardivo acconto di novembre - Unico Irap - Versamento seconda rata di acconto per il delle persone fisiche e degli altri contribuenti con esercizio che coincide con l anno solare, che hanno presentato l Unico. E escluso il pagamento rateale violazione; in questo caso, devono pagare le somme dovute, maggiorate degli interessi del 2,5% annuo, calcolati per ogni giorno successivo alla scadenza del termine fino al giorno di pagamento compreso. E anche dovuta la sanzione del 3,75% (un ottavo del 30%) Con il modello F24. Gli importi a debito possono essere compensati con i crediti spettanti al contribuente Il pagamento omesso o tardivo può essere sanato entro 14 giorni dal 2 dicembre (il 30 novembre, di scadenza è sabato e il 1 dicembre è domenica); in questo caso, si pagano i tributi dovuti, più gli interessi del 2,5 per cento annuo calcolati per ogni giorno successivo al 2 dicembre fino al giorno di pagamento compreso, nonché la sanzione dello 0,2% giornaliero (la misura varia dallo 0,2% per un giorno di ritardo, fino al 2,80% per 14 giorni di ritardo); i contribuenti, che effettuano il ravvedimento sprint entro 14 giorni, devono versare i tributi dovuti, gli interessi e le sanzioni con il modello F novembre (slitta a lunedì 2 dicembre ) 16 dicembre

14 L agenda di Unico, Imu e degli altri pagamenti del Pag. n. 14 Ravvedimento omessa presentazione della dichiarazione Unico, Iva o Irap, in scadenza il 30 settembre (invio telematico) Ravvedimento breve per omesso o tardivo versamento dell acconto di novembre in scadenza il 30 novembre, che slitta a lunedì 2 dicembre Per la presentazione della dichiarazione con ritardo non superiore a 90 giorni, si applica la sanzione da 258 euro a euro. La dichiarazione annuale presentata con ritardo non superiore a 90 giorni è sanabile con il pagamento di una sanzione di 25 euro (un decimo di 258 euro, con troncamento dei decimali). Il pagamento omesso o tardivo può essere sanato entro 30 giorni dal 2 dicembre (il 30 novembre, di scadenza, è sabato e il 1 dicembre è domenica); in questo caso, si pagano i tributi dovuti, più gli interessi del 2,5% calcolati per ogni giorno successivo al 2 dicembre fino al giorno di pagamento compreso, nonché la sanzione del 3 per cento (sanzione del 30% ridotta a un decimo). In caso di pagamento delle sole imposte, entro i 14 giorni successivi alla scadenza, il ravvedimento sprint può essere fatto entro il termine di 30 giorni dalla scadenza originaria del versamento, con il pagamento delle mini-sanzioni dello 0,2% giornaliero e degli interessi del 2,5% per i giorni di ritardo 29 dicembre, che slitta a lunedì 30 dicembre 1 gennaio 2014, che slitta a giovedì 2 gennaio 2014

15 L agenda di Unico, Imu e degli altri pagamenti del Pag. n. 15 Unico o Irap. Dichiarazione integrativa per modificare il rimborso in compensazione Presentazione telematica della dichiarazione per modificare l originaria richiesta di rimborso dell eccedenza d imposta esclusivamente per la scelta della compensazione, sempreché il rimborso stesso non sia stato già erogato anche in parte. Per modificare la scelta, il contribuente ha 120 giorni di tempo a partire dal 30 settembre, ha tempo cioè fino al 28 gennaio 2014 Sanatoria irregolarità formali o dichiarazioni a favore Dichiarazioni Unico o Unico Mini presentate entro il 30 giugno, che slitta a lunedì 1 luglio (presentazione alla posta) da parte delle persone fisiche Presentazione in via telematica da parte dei contribuenti che, dopo avere presentato la dichiarazione annuale dei redditi e dell Irap, si pentono di avere chiesto l eccedenza a rimborso e vogliono modificarla in credito da usare in compensazione. Condizione per presentare la dichiarazione integrativa è che sia stata validamente presentata la dichiarazione originaria. In caso di violazioni formali non è dovuta alcuna sanzione se la dichiarazione è presentata entro il termine di presentazione della dichiarazione annuale successiva per correggere errori formali contenuti nella precedente presentata nei termini. Non è dovuta nemmeno alcuna sanzione, se si presenta una dichiarazione a favore. La dichiarazione a favore può riguardare errori od omissioni contenuti nel modello Unico o Unico Mini presentate entro il 30 giugno, che slitta a lunedì 1 luglio (presentazione alla posta) da parte delle persone fisiche. Per esempio, il contribuente che si dimentica di indicare oneri sostenuti o versamenti effettuati nel modello Unico presentato nei termini, non è soggetto a sanzioni perché presenta una dichiarazione nella quale ha pagato più di quanto doveva 28 gennaio giugno 2014

16 L agenda di Unico, Imu e degli altri pagamenti del Pag. n. 16 Sanatoria irregolarità formali o dichiarazioni a favore Dichiarazioni Iva, Irap, Unico o Unico Mini presentate in via telematica entro il 30 settembre In caso di violazioni formali non è dovuta alcuna sanzione se la dichiarazione è inviata entro il termine di presentazione della dichiarazione annuale successiva per correggere errori formali contenuti nella precedente presentata nei termini. Non è dovuta nemmeno alcuna sanzione, se si presenta una dichiarazione a favore. La dichiarazione a favore può riguardare errori od omissioni contenuti nel modello Unico presentato entro il 30 settembre in via telematica. Per esempio, il contribuente che si dimentica di indicare oneri sostenuti o versamenti effettuati nel modello Unico presentato nei termini, non è soggetto a sanzioni perché presenta una dichiarazione bonaria : il contribuente, cioè, corregge una dichiarazione nella quale ha pagato più di quanto doveva 30 settembre 2014

17 Il calendario delle rate di Unico Non titolari di partita Iva interessati dagli studi di settore Versamento della 1 rata entro il giorno 8 luglio Versamento della 1 rata, con aumento dello 0,40%, dal 9 luglio al 20 agosto Rata Scadenza Interessi % Scadenza Interessi % 1 8 luglio 0 20 agosto luglio 0,24 31 agosto (slitta al 2 0,11 settembre) 3 31 agosto (slitta al 2 settembre) 0,57 30 settembre 0, settembre 0,90 31 ottobre 0, ottobre 1,23 30 novembre (slitta al 2 1,10 dicembre) 6 30 novembre (slitta al 2 dicembre) 1,56 ======= === Titolari di partita Iva Interessati dagli studi di settore * Titolari di partita Iva Versamento della 1 rata entro il giorno 8 luglio Versamento della 1 rata, con aumento dello 0,40%, dal 9 luglio al 20 agosto Rata Scadenza Interessi % Scadenza Interessi % 1 8 luglio 0 20 agosto luglio 0,09 16 settembre 0, agosto 0,42 16 ottobre 0, settembre 0,75 16 novembre (slitta a lunedì 0,95 18 novembre) 5 16 ottobre 1, novembre (slitta a lunedì 18 1, novembre) * persone fisiche, soggetti collettivi e superminimi

L agenda dei pagamenti di Unico 2013, Irap 2013, Iva 2013 e della prima rata Imu

L agenda dei pagamenti di Unico 2013, Irap 2013, Iva 2013 e della prima rata Imu L agenda di Unico, Imu e degli altri pagamenti del Pag. n. 1 L agenda dei pagamenti di Unico, Irap, Iva e della prima rata Imu A CURA DI SALVINA MORINA E TONINO MORINA Persone fisiche, società di persone,

Dettagli

Più tempo per i versamenti di UNICO 2012: ufficializzata la proroga

Più tempo per i versamenti di UNICO 2012: ufficializzata la proroga Più tempo per i versamenti di UNICO 2012: ufficializzata la proroga Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che è stato firmato il Decreto che prevede lo spostamento dei termini, dal 18

Dettagli

OGGETTO: Proroga dei termini di versamento collegati alle dichiarazioni dei redditi 2011 Differimento delle scadenze di agosto 2011

OGGETTO: Proroga dei termini di versamento collegati alle dichiarazioni dei redditi 2011 Differimento delle scadenze di agosto 2011 Dott. Carlo Agosta Dott. Enrico Pogolotti Dott. Davide Mancardo Dott.ssa Stefania Neirotti Torino, lì 23 maggio 2011 Circolare n. 12/2011 OGGETTO: Proroga dei termini di versamento collegati alle dichiarazioni

Dettagli

Contribuenti obbligati alla presentazione di Unico Enc

Contribuenti obbligati alla presentazione di Unico Enc E TEMPO DI DICHIARAZIONE DEI REDDITI ANCHE PER GLI ENTI NON COMMERCIALI (Enc) Unico Enti non commerciali ed equiparati (Unico Enc) è un modello unificato che permette di presentare la dichiarazione dei

Dettagli

SCADENZARIO PER LE ASD APRILE

SCADENZARIO PER LE ASD APRILE SCADENZARIO PER LE ASD Si segnala che le scadenze riportate tengono conto del rinvio al giorno lavorativo seguente per gli adempimenti che cadono al sabato o giorno festivo, così come stabilito dall art.7

Dettagli

NOVITÀ IMU E TARES: I RECENTI CHIARIMENTI DEL MEF

NOVITÀ IMU E TARES: I RECENTI CHIARIMENTI DEL MEF NOVITÀ IMU E TARES: I RECENTI CHIARIMENTI DEL MEF Artt. 13 e 14, DL n. 201/2011 Art. 10, DL n. 35/2013 Circolare MEF 29.4.2013, n. 1/DF Informativa SEAC 10.4.2013, n. 96 Recentemente il MEF è intervenuto

Dettagli

Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 OTTOBRE AL 15 NOVEMBRE 2015

Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 OTTOBRE AL 15 NOVEMBRE 2015 Occhio alle scadenze Ai gentili Clienti Loro sedi Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL OTTOBRE AL 15 NOVEMBRE 2015 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal al 15 novembre 2015, con il commento dei

Dettagli

Circolare n. 4/2014 IL VERSAMENTO DEL SALDO IVA 2013

Circolare n. 4/2014 IL VERSAMENTO DEL SALDO IVA 2013 Ai gentili Clienti Loro Sedi Circolare n. 4/2014 IL VERSAMENTO DEL SALDO IVA 2013 Gentile cliente, La informo che entro il 17 marzo prossimo scade il versamento del saldo iva per il 2013 calcolato sulla

Dettagli

La notizia in breve. UNICO 2011: è ufficiale la proroga dei versamenti

La notizia in breve. UNICO 2011: è ufficiale la proroga dei versamenti a cura di Antonio Gigliotti www.fiscal-focus.it www.fiscal-focus.info N. 187 FISCAL FLASH La notizia in breve 14.05.2011 UNICO 2011: è ufficiale la proroga dei versamenti Categoria Dichiarazione Sottocategoria

Dettagli

1. PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 SETTEMBRE 2013 AL 15 OTTOBRE 2013

1. PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 SETTEMBRE 2013 AL 15 OTTOBRE 2013 Principali scadenze 1. PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 SETTEMBRE 2013 AL 15 OTTOBRE 2013 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 15 2013 al 15 ottobre 2013, con il commento dei termini di prossima

Dettagli

Circolare N.30 del 27 Febbraio 2014

Circolare N.30 del 27 Febbraio 2014 Circolare N.30 del 27 Febbraio 2014 Saldo IVA 2013. Per chi presenta la dichiarazione IVA in forma autonoma l appuntamento è al 17.03.2014 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che, entro

Dettagli

Avv. Rag. Eugenio Testoni Avv. Stefano Legnani D.ssa Milena Selli D.ssa Monica Tonetto D.ssa Mikaela Leombruni Rag. Gioia Miconi Dott.

Avv. Rag. Eugenio Testoni Avv. Stefano Legnani D.ssa Milena Selli D.ssa Monica Tonetto D.ssa Mikaela Leombruni Rag. Gioia Miconi Dott. 8.2016 Giugno PROROGHE VERSAMENTI per i contribuenti con Studi di settore Sommario 1. PREMESSA... 2 2. SOGGETTI INTERESSATI DALLA PROROGA DEI VERSAMENTI... 2 2.1 Soci di società e associazioni trasparenti...

Dettagli

Fiscal Flash N. 108. La notizia in breve. 14.06.2014 Unico 2014: è ufficiale la proroga. Provvedimento firmato

Fiscal Flash N. 108. La notizia in breve. 14.06.2014 Unico 2014: è ufficiale la proroga. Provvedimento firmato Fiscal Flash La notizia in breve N. 108 14.06.2014 Unico 2014: è ufficiale la proroga Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: Scadenze Con il Comunicato stampa del MEF n. 144 del 14 giugno 2014 è stata

Dettagli

SALDO IVA 2012 VERSAMENTO ENTRO IL 18 MARZO 2013

SALDO IVA 2012 VERSAMENTO ENTRO IL 18 MARZO 2013 Circolare informativa per la clientela n. 6/2013 del 21 febbraio 2013 SALDO IVA 2012 VERSAMENTO ENTRO IL 18 MARZO 2013 In questa Circolare 1. Calcolo dell'iva dovuta 2. Modalità e termini di versamento

Dettagli

SCADENZIARIO DAL 16 SETTEMBRE 2014 AL 15 OTTOBRE 2014

SCADENZIARIO DAL 16 SETTEMBRE 2014 AL 15 OTTOBRE 2014 SCADENZIARIO DAL 16 SETTEMBRE 2014 AL 15 OTTOBRE 2014 Modena, 08 2014 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 16 al 15 ottobre 2014, con il commento dei termini di prossima scadenza. Si segnala

Dettagli

La circolare che guida passo passo al rispetto degli adempimenti

La circolare che guida passo passo al rispetto degli adempimenti Fiscal Adempimento La circolare che guida passo passo al rispetto degli adempimenti N. 49 16.12.2013 Unico: ravvedimento entro il 30.12 Categoria: Intermediari Sottocategoria: Adempimenti A cura di Devis

Dettagli

CNA SERVIZI INFORMA MAGGIO 2010

CNA SERVIZI INFORMA MAGGIO 2010 CNA SERVIZI INFORMA 2010 ELENCO ARGOMENTI TRATTATI Detassazione degli investimenti per ricerca e sviluppo per la realizzazione dei campionari1 Presentazione modello unico dichiarazione ambientale (MUD)

Dettagli

1. PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 SETTEMBRE 2014 AL 15 OTTOBRE 2014

1. PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 SETTEMBRE 2014 AL 15 OTTOBRE 2014 Principali scadenze 1. PRINCIPALI SCADENZE DAL SETTEMBRE 2014 AL 15 OTTOBRE 2014 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal al 15 ottobre 2014, con il commento dei termini di prossima scadenza.

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 381 22.12.2014 Pagamento dell avviso bonario Categoria: Versamenti Sottocategoria: D imposta L'art. 3-bis del D.Lgs. 462/1997 dispone che le somme

Dettagli

Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 16 novembre al 15 dicembre 2015, con il commento dei termini di prossima scadenza.

Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 16 novembre al 15 dicembre 2015, con il commento dei termini di prossima scadenza. FABIO BETTONI LAURA LOCATELLI RACHELE DENEGRI Circolare n. 23 del 11 Novembre 2015 PRINCIPALI SCADENZE DAL NOVEMBRE AL 15 DICEMBRE 2015 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal al 15 dicembre

Dettagli

Per Unico 2011, modello 730 e versamenti e adempimenti di agosto è proroga

Per Unico 2011, modello 730 e versamenti e adempimenti di agosto è proroga Fabio Mora Dottore Commercialista Revisore Contabile partita iva 01520610443 Cod. Fisc. MROFBA66B10G920A A mezzo fax / e.mail Circolare n. 9/2011 A tutti i signori clienti loro sedi Porto San Giorgio,

Dettagli

Versamenti Iva mensili Scade oggi il termine di versamento dell'iva a debito eventualmente dovuta per il mese di giugno (codice tributo 6006).

Versamenti Iva mensili Scade oggi il termine di versamento dell'iva a debito eventualmente dovuta per il mese di giugno (codice tributo 6006). PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 LUGLIO 2013 AL 15 AGOSTO 2013 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 15 2013 al 15 agosto 2013, con il commento dei termini di prossima scadenza. Si segnala che

Dettagli

Periodico informativo n. 173/2014 Dichiarazioni tardive e rettificative entro fine mese

Periodico informativo n. 173/2014 Dichiarazioni tardive e rettificative entro fine mese Periodico informativo n. 173/2014 Dichiarazioni tardive e rettificative entro fine mese Gentile Cliente, Il contribuente che avrà commesso errori riguardanti l invio delle dichiarazioni fiscali, dovrà

Dettagli

Vigevano, 15 giugno 2014 INDICE. Proroga dei termini di versamento - differimento delle scadenze di agosto 2014

Vigevano, 15 giugno 2014 INDICE. Proroga dei termini di versamento - differimento delle scadenze di agosto 2014 Vigevano, 15 giugno 2014 Proroga dei termini di versamento - differimento delle scadenze di agosto 2014 INDICE 1 Premessa... 2 2 Proroga dei versamenti collegati alle dichiarazioni... 2 2.1 Contribuenti

Dettagli

STUDIO SALVETTA DOTTORI COMMERCIALISTI ASSOCIATI Agosto 2011

STUDIO SALVETTA DOTTORI COMMERCIALISTI ASSOCIATI Agosto 2011 DOTTORI COMMERCIALISTI E REVISORI CONTABILI DOTT. COMM. FRANCESCO SALVETTA DOTT. COMM. MARA DAVI COLLABORATORI DOTT. COMM. EMANUELE FRANZOIA DOTT. LUCA VALLE RAG. ERICA CALIARI OP. GEST. BARBARA RAFFONE

Dettagli

Scadenzario Fiscale 2015

Scadenzario Fiscale 2015 Scadenzario Fiscale 2015 Settembre 2015 2014embre 2013 Inquadra il codice QR con il tuo smartphone Per informazioni: Tel: 0573 402389 Fax 0573 905301 info@gcmelaborazioni.it www.gcmelaborazioni.it www.vienintoscana.it

Dettagli

Capitolo III RAVVEDIMENTO OPEROSO, SPESOMETRO E RIENTRO DEI CAPITALI DALL ESTERO: LE NOVITÀ PER IL 2015

Capitolo III RAVVEDIMENTO OPEROSO, SPESOMETRO E RIENTRO DEI CAPITALI DALL ESTERO: LE NOVITÀ PER IL 2015 69 Capitolo III RAVVEDIMENTO OPEROSO, SPESOMETRO E RIENTRO DEI CAPITALI DALL ESTERO: LE NOVITÀ PER IL 2015 Sommario: 1. Premessa. Il ravvedimento operoso ex D.Lgs. 472/1997-1.1. L omesso versamento della

Dettagli

Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 NOVEMBRE AL 15 DICEMBRE 2011

Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 NOVEMBRE AL 15 DICEMBRE 2011 Occhio alle scadenze Ai gentili Clienti Loro sedi Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 NOVEMBRE AL 15 DICEMBRE 2011 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 15 al 15 dicembre 2011, con il commento

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI E VERSAMENTI UNIFICATI: COME SI APPLICA IL RAVVEDIMENTO OPEROSO

DICHIARAZIONE DEI REDDITI E VERSAMENTI UNIFICATI: COME SI APPLICA IL RAVVEDIMENTO OPEROSO DICHIARAZIONE DEI REDDITI E VERSAMENTI UNIFICATI: COME SI APPLICA IL RAVVEDIMENTO OPEROSO A cura di Sabrina Arcangeli Ufficio Controlli Fiscali e Tiziana Sabattini Area di Staff Relazioni Esterne. Riff.

Dettagli

PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 NOVEMBRE 2014 AL 15 DICEMBRE

PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 NOVEMBRE 2014 AL 15 DICEMBRE Principali scadenze PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 NOVEMBRE 2014 AL 15 DICEMBRE 2014 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 16 al 15 2014, con il commento dei termini di prossima scadenza. Si

Dettagli

Sanzioni per indebite compensazioni

Sanzioni per indebite compensazioni Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 68 05.03.2014 Sanzioni per indebite compensazioni Categoria: Versamenti Sottocategoria: In compensazione Come noto, in caso di effettuazione di

Dettagli

CIRCOLARE N. 30 2011/2012 DEL 10 GENNAIO 2012

CIRCOLARE N. 30 2011/2012 DEL 10 GENNAIO 2012 CIRCOLARE N. 30 2011/2012 DEL 10 GENNAIO 2012 Lega Italiana Calcio Professionistico Alle Società di 1 a e 2 a Divisione della Lega Italiana Calcio Professionistico LORO SEDI Circolare n. 1 2012 dell Ufficio

Dettagli

Roma 19 gennaio 2011 prot. n. 11.942. Spett.le

Roma 19 gennaio 2011 prot. n. 11.942. Spett.le Roma 19 gennaio 2011 prot. n. 11.942 Spett.le LEGA NAZIONALE PROFESSIONISTI SERIE A LEGA NAZIONALE PROFESSIONISTI SERIE B LEGA PRO LEGA NAZIONALE DILETTANTI UFFICIO AMMINISTRAZIONE F.I.G.C. LORO SEDI Si

Dettagli

DIRITTO ANNUALE CAMERA DI COMMERCIO

DIRITTO ANNUALE CAMERA DI COMMERCIO DIRITTO ANNUALE CAMERA DI COMMERCIO Il Diritto annuale è dovuto da tutte le imprese iscritte o annotate nel Registro delle imprese della Camera di commercio. PER L ANNO 2012 Il D. Lgs. n. 23/2010 ha introdotto

Dettagli

Circolare 15. del 12 giugno 2015. Proroghe versamenti e differimento delle scadenze di agosto 2015 INDICE

Circolare 15. del 12 giugno 2015. Proroghe versamenti e differimento delle scadenze di agosto 2015 INDICE Circolare 15 del 12 giugno 2015 Proroghe versamenti e differimento delle scadenze di agosto 2015 INDICE 1 Premessa... 3 2 Proroga dei versamenti collegati alle dichiarazioni... 3 2.1 Contribuenti interessati...

Dettagli

730, Unico 2014 e Studi di settore

730, Unico 2014 e Studi di settore 730, Unico 2014 e Studi di settore Pillole di aggiornamento N. 54 11.07.2014 La correzione della dichiarazione Le modalità di presentazione della dichiarazione correttiva e della dichiarazione integrativa

Dettagli

SERVIZI TRIBUTARI ANNO 2014 pag. 330. Soggetti esonerati dal versamento

SERVIZI TRIBUTARI ANNO 2014 pag. 330. Soggetti esonerati dal versamento SERVIZI TRIBUTARI ANNO 2014 pag. 329 26 novembre 2014 121 /GD/FS/om Imposte dirette - IR- PEF - IRES - IRAP - Cedolare secca Acconti 2014 Sintesi Si illustrano le modalità di determinazione e versamento

Dettagli

Il provvedimento ha approvato anche i modelli 730-1, 730-2, 730-3, 730-4, e 730-4 integrativo.

Il provvedimento ha approvato anche i modelli 730-1, 730-2, 730-3, 730-4, e 730-4 integrativo. Fiscal Flash La notizia in breve N. 150 31.05.2013 : arriva la proroga fino al 10 giugno Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: 730 I contribuenti avranno più tempo per consegnare il modello per dichiarare

Dettagli

Confederazione Italiana Agricoltori del Veneto

Confederazione Italiana Agricoltori del Veneto Confederazione Italiana Agricoltori del Veneto AGRIPROGETTO SRL Ufficio fiscale REDDITI-IVA-PAGHE Marghera 11 giugno 2012 Oggetto: PROROGA SCADENZE Il 6 giugno 2012 è stato pubblicato in G.U. il Dpcm che

Dettagli

PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 AGOSTO AL 15 SETTEMBRE 2015

PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 AGOSTO AL 15 SETTEMBRE 2015 Principali scadenze PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 AGOSTO AL 15 SETTEMBRE 2015 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 16 al 15 settembre 2015, con il commento dei termini di prossima scadenza.

Dettagli

TUTTE LE DATE DI RIFERIMENTO PER LA PRESENTAZIONE DELLE DICHIARAZIONI 2005 E PER I VERSAMENTI DELLE RELATIVE IMPOSTE

TUTTE LE DATE DI RIFERIMENTO PER LA PRESENTAZIONE DELLE DICHIARAZIONI 2005 E PER I VERSAMENTI DELLE RELATIVE IMPOSTE Dott. Stefano Sarubbi Dottore Commercialista Revisore Contabile TUTTE LE DATE DI RIFERIMENTO PER LA PRESENTAZIONE DELLE DICHIARAZIONI 2005 E PER I VERSAMENTI DELLE RELATIVE IMPOSTE E' oramai tempo di dichiarazioni

Dettagli

SCADENZE FISCALI di Luglio

SCADENZE FISCALI di Luglio SCADENZE FISCALI di Lunedì 6 UNICO 2009 Chi applica gli studi di settore (per esempio, professionisti, imprese, ecc.), entro oggi può pagare le imposte di Unico 2009 (saldi 2008 e acconti per il 2009)

Dettagli

SALDO IVA 2014 VERSAMENTO ENTRO IL 16 MARZO 2015. In questa Circolare

SALDO IVA 2014 VERSAMENTO ENTRO IL 16 MARZO 2015. In questa Circolare SALDO IVA 2014 VERSAMENTO ENTRO IL 16 MARZO 2015 In questa Circolare 1. Premessa 2. Calcolo dell Iva dovuta 3. Come e quando si versa 4. Sanzioni amministrative 5. Sanzioni penali I contribuenti soggetti

Dettagli

Che cos è il Ravvedimento Operoso IMU 2012 e come funziona?

Che cos è il Ravvedimento Operoso IMU 2012 e come funziona? Con il Ravvedimento Operoso IMU 2012 il contribuente può regolarizzare spontaneamente la sua posizione tributaria in caso di omesso, parziale, tardivo o infedele versamento dell imposta municipale propria,

Dettagli

CIRCOLARE n. 16 del 03/09/2014 MODELLO 770/2014 PROROGA DEI TERMINI DI PRESENTAZIONE EFFETTI AI FINI DEL RAVVEDIMENTO OPEROSO

CIRCOLARE n. 16 del 03/09/2014 MODELLO 770/2014 PROROGA DEI TERMINI DI PRESENTAZIONE EFFETTI AI FINI DEL RAVVEDIMENTO OPEROSO CIRCOLARE n. 16 del 03/09/2014 MODELLO 770/2014 PROROGA DEI TERMINI DI PRESENTAZIONE EFFETTI AI FINI DEL RAVVEDIMENTO OPEROSO INDICE 1. PREMESSA 2. OBBLIGO DI PRESENTAZIONE IN VIA TELEMATICA Trasmissione

Dettagli

Informativa per la clientela

Informativa per la clientela Informativa per la clientela Informativa n. 16 del 21 marzo 2011 DL 29.12.2010 n. 225 (c.d. milleproroghe ) convertito nella L. 26.2.2011 n. 10 - Novità in materia di agevolazioni INDICE 1 Premessa...

Dettagli

Largo Parolini n. 65 36061 Bassano del Grappa Tel. 0424-524809 --- Fax 0424 230553 info@ceratoepopolizio.it www.ceratoepopolizio.

Largo Parolini n. 65 36061 Bassano del Grappa Tel. 0424-524809 --- Fax 0424 230553 info@ceratoepopolizio.it www.ceratoepopolizio. Studio Associato Cerato & Popolizio Dottori commercialisti Largo Parolini n. 65 36061 Bassano del Grappa Tel. 0424-524809 --- Fax 0424 230553 info@ceratoepopolizio.it www.ceratoepopolizio.it Dott. Sandro

Dettagli

Scadenzario Fiscale 2014

Scadenzario Fiscale 2014 Scadenzario Fiscale 2014 Novembre 2014 2014 2014embre 2013 Inquadra il codice QR con i tuo smartphone Per informazioni: Tel: 0573 402389 Fax 0573 905301 info@gcmelaborazioni.it www.gcmelaborazioni.it www.vienintoscana.it

Dettagli

Dichiarazione dei redditi società di capitali

Dichiarazione dei redditi società di capitali Dichiarazione dei redditi società di capitali Generalità La dichiarazione va presentata su appositi modelli approvati annualmente dal Ministero dell Economia e delle Finanze Per le società di capitali:

Dettagli

AUMENTATE LE SANZIONI RIDOTTE E IL TASSO D INTERESSE PER IL RAVVEDIMENTO

AUMENTATE LE SANZIONI RIDOTTE E IL TASSO D INTERESSE PER IL RAVVEDIMENTO Circolare informativa n. 6 del 12 Gennaio 2011 AUMENTATE LE SANZIONI RIDOTTE E IL TASSO D INTERESSE PER IL RAVVEDIMENTO L art. 1, comma 20, Finanziaria 2011, c.d. Legge di stabilità 2011, ha modificato,

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio N.28 del 23 Febbraio 20 Ai gentili clienti Loro sedi Lo scadenziario di Marzo 20 Gentile cliente, con la presente desideriamo fornirle uno scadenziario dei principali adempimenti

Dettagli

Circolari per la Clientela

Circolari per la Clientela Circolari per la Clientela Nuovi obblighi di presentazione telematica dei modelli F24 dall 1.10.2014 1 PREMESSA Con l art. 11 co. 2 del DL 24.4.2014 n. 66, conv. L. 23.6.2014 n. 89, sono stati previsti

Dettagli

CIRCOLARE n. 18 del 17/09/2014 MODELLI F24: DAL 1 OTTOBRE NUOVI OBBLIGHI DI PRESENTAZIONE TELEMATICA

CIRCOLARE n. 18 del 17/09/2014 MODELLI F24: DAL 1 OTTOBRE NUOVI OBBLIGHI DI PRESENTAZIONE TELEMATICA CIRCOLARE n. 18 del 17/09/2014 MODELLI F24: DAL 1 OTTOBRE NUOVI OBBLIGHI DI PRESENTAZIONE TELEMATICA INDICE 1. PREMESSA 2. DECORRENZA 3. AMBITO OGGETTIVO 4. AMBITO SOGGETTIVO 5. FINALITÀ 6. NOVITÀ IN MATERIA

Dettagli

Circolare 21. del 29 luglio 2015. Modelli 770/2015 - Proroga dei termini di presentazione - Effetti ai fini del ravvedimento operoso INDICE

Circolare 21. del 29 luglio 2015. Modelli 770/2015 - Proroga dei termini di presentazione - Effetti ai fini del ravvedimento operoso INDICE Circolare 21 del 29 luglio 2015 Modelli 770/2015 - Proroga dei termini di presentazione - Effetti ai fini del ravvedimento operoso INDICE 1 Premessa... 2 2 Obbligo di presentazione in via telematica...

Dettagli

MODELLO UNICO-2013: LA PROCEDURA DEL RAVVEDIMENTO IN CASO DI TARDIVA, OMESSA, INFEDELE DICHIARAZIONE

MODELLO UNICO-2013: LA PROCEDURA DEL RAVVEDIMENTO IN CASO DI TARDIVA, OMESSA, INFEDELE DICHIARAZIONE MODELLO UNICO-2013: LA PROCEDURA DEL RAVVEDIMENTO IN CASO DI TARDIVA, OMESSA, INFEDELE DICHIARAZIONE A cura di Celeste Vivenzi Premessa generale Come noto entro 90 giorni dalla scadenza ordinaria del 30

Dettagli

Circolari per la clientela

Circolari per la clientela Circolari per la clientela Circolare n. 19 del 31 luglio 2014 Modelli 770/2014 - Proroga dei termini di presentazione - Effetti ai fini del ravvedimento operoso Pag. 1 di 5 INDICE 1 Premessa... 3 2 Obbligo

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO F24 ACCISE

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO F24 ACCISE MODELLO F24 ACCISE Sommario SOMMARIO Presentazione... 1 Modalità di presentazione... 1 Caratteristiche del modello... 2 Modalità di compilazione F24 ACCISE... 3 Tabella codici tributi... 5 Modalità di

Dettagli

CIRCOLARE n. 27 del 18/12/2014 IL VERSAMENTO DELL ACCONTO IVA 2014

CIRCOLARE n. 27 del 18/12/2014 IL VERSAMENTO DELL ACCONTO IVA 2014 CIRCOLARE n. 27 del 18/12/2014 IL VERSAMENTO DELL ACCONTO IVA 2014 INDICE 1. PREMESSA 2. METODO STORICO 3. METODO PREVISIONALE 4. METODO DELLE OPERAZIONI EFFETTUATE 5. SOGGETTI ESONERATI DAL VERSAMENTO

Dettagli

Contributi I.V.S. dovuti per l anno 2011 da artigiani e commercianti

Contributi I.V.S. dovuti per l anno 2011 da artigiani e commercianti Via Repubblica 56-13900 Biella Tel: 015 351121- Fax: 015 351426 Internet: www.biella.cna.it email: mailbox@biella.cna.it Certificato n IT07/0030 Contributi I.V.S. dovuti per l anno 2011 da artigiani e

Dettagli

Circolare N.123 del 25 Luglio 2013

Circolare N.123 del 25 Luglio 2013 Circolare N.123 del 25 Luglio 2013 Modello 770-2013 e ravvedimento ritenute 2012. Il 31 luglio 2013 è il termine per l invio ed il versamento salvo proroga dell ultimo momento Gentile cliente con la presente

Dettagli

ERRORI E DIMENTICANZE

ERRORI E DIMENTICANZE ERRORI E DIMENTICANZE CORREZIONI DI ERRORI E DIMENTICANZE Introduzione Nella predisposizione della dichiarazione 730 è possibile che il contribuente abbia commesso errori o abbia dimenticato ad esempio

Dettagli

Circolare N. 2 del 8 Gennaio 2015

Circolare N. 2 del 8 Gennaio 2015 Circolare N. 2 del 8 Gennaio 2015 Credito annuale IVA 2014 al via la compensazione fino ad 5.000,00 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che dal 1 gennaio 2015, è possibile procedere

Dettagli

Nuovi obblighi di presentazione telematica. dall 1.10.2014. Circolare n. 18. del 19 settembre 2014 INDICE

Nuovi obblighi di presentazione telematica. dall 1.10.2014. Circolare n. 18. del 19 settembre 2014 INDICE Circolare n. 18 del 19 settembre 2014 Nuovi obblighi di presentazione telematica dei modelli F24 dall 1.10.2014 INDICE 1 Premessa...2 2 Decorrenza...3 3 Finalità...3 4 Ambito soggettivo...3 5 Ambito oggettivo...4

Dettagli

STUDIO ASSOCIATO LEGALE TRIBUTARIO PERNI & DORENTI

STUDIO ASSOCIATO LEGALE TRIBUTARIO PERNI & DORENTI PERNI & DORENTI PARTNERS AVV. OLIVIERO PERNI DOTT. LUCA DORENTI OF COUNSEL DOTT. MARCO GASPARI DOTT.SSA BARBARA BONSIGNORI Milano, 11 Giugno 2015 A tutti i Clienti, Loro sedi Circolare n. 17/2015: Proroghe

Dettagli

Oggetto: Informativa n. 4 novità legislative e tributarie di immediato interesse ed applicazione;

Oggetto: Informativa n. 4 novità legislative e tributarie di immediato interesse ed applicazione; Alle ditte Clienti Loro sedi Parma, 21 febbraio 2014 Oggetto: Informativa n. 4 novità legislative e tributarie di immediato interesse ed applicazione; Contrasto indebiti rimborsi modello 730 Deducibilità

Dettagli

Studio di Economia e consulenza Aziendale s.r.l. Ufficializzata la proroga dei versamenti di Unico 2014, ma non per tutti

Studio di Economia e consulenza Aziendale s.r.l. Ufficializzata la proroga dei versamenti di Unico 2014, ma non per tutti News per i Clienti dello studio del 16 Giugno 2014 Ai gentili clienti Loro sedi Ufficializzata la proroga dei versamenti di Unico 2014, ma non per tutti Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla

Dettagli

PRINCIPALI SCADENZE FISCALI DAL 1 OTTOBRE 2013 AL 31 OTTOBRE 2013

PRINCIPALI SCADENZE FISCALI DAL 1 OTTOBRE 2013 AL 31 OTTOBRE 2013 PRINCIPALI SCADENZE FISCALI DAL 1 OTTOBRE 2013 AL 31 OTTOBRE 2013 Martedì 15 ottobre Fatture e autofatture di importo inferiore a euro 300,00 Annotazione dell'eventuale documento cumulativo delle fatture

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DEI TRIBUTI COMUNALI: ICI E TARSU

REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DEI TRIBUTI COMUNALI: ICI E TARSU COMUNE DI CHIOMONTE Provincia di Torino SERVIZIO TRIBUTI REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DEI TRIBUTI COMUNALI: ICI E TARSU Approvato dal C.C. nella seduta del 20 Dicembre 20008 con atto n 40/08

Dettagli

Articolo 20 comma 1 regolamento delle entrate del comune di Torino.

Articolo 20 comma 1 regolamento delle entrate del comune di Torino. Articolo 20 comma 1 regolamento delle entrate del comune di Torino. Il modello F24 consente ai contribuenti di versare con un unico modello oltre alle imposte erariali (irpef, iva etc) e ai contributi

Dettagli

XIV. Scadenzario del medico

XIV. Scadenzario del medico XIV. Scadenzario del medico XIV. XIV. XIV. Scadenzario del del del medico Gennaio Gennaio Gennaio 10/01 Versamento dei contributi previdenziali relativi al personale domestico (IV trim. 10/01 10/01 10/01

Dettagli

Ballarè Sponghini e Associati

Ballarè Sponghini e Associati Ballarè Sponghini e Associati STUDIO COMMERCIALISTI E CONSULENTI TRIBUTARI Dott. Andrea Ballarè Dott. Fabio Sponghini Dott.ssa Emanuela Tarulli Rag. Enzo Manfredi Dott.ssa Claudia Balestra Dott. Andrea

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento DISPONE N. 2010/ 151122 Ripresa degli adempimenti tributari non eseguiti per effetto della sospensione disposta in seguito agli eventi sismici del 6 aprile 2009 che hanno colpito il territorio della regione Abruzzo

Dettagli

Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Direzione Centrale Comunicazione. Roma, 17-07-2012. Messaggio n.

Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Direzione Centrale Comunicazione. Roma, 17-07-2012. Messaggio n. Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Direzione Centrale Comunicazione Roma, 17-07-2012 Messaggio n. 12007 OGGETTO: Sisma Abruzzo del 6 aprile 2009 - ripresa degli adempimenti

Dettagli

Comune di Palagianello Provincia di Taranto

Comune di Palagianello Provincia di Taranto Comune di Palagianello Provincia di Taranto REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE AGEVOLATA DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI (I.C.I.) RELATIVAMENTE ALLE AREE EDIFICABILI ai sensi dell articolo 13 della legge

Dettagli

L ICI. Sono quindi tenuti al pagamento dell imposta, i contribuenti che possiedono:

L ICI. Sono quindi tenuti al pagamento dell imposta, i contribuenti che possiedono: L ICI 1. Cos è L'ICI è l'imposta comunale sugli immobili. Ogni singolo comune delibera un aliquota, di norma compresa tra il 4 ed il 7 per mille, da applicare al valore catastale di fabbricati, aree fabbricabili

Dettagli

Le nuove scadenze per la presentazione del modello Unico 2001;

Le nuove scadenze per la presentazione del modello Unico 2001; ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 13/2001 Le nuove scadenze per la presentazione del modello Unico 2001; Copyright 2001 Acerbi

Dettagli

INDICE. ai versamenti; alle compensazioni effettuate.

INDICE. ai versamenti; alle compensazioni effettuate. INDICE 1 Premessa 2 Decorrenza 3 Finalità 4 Ambito soggettivo 5 Ambito oggettivo 6 Presentazione dei modelli F24 a saldo zero per effetto delle compensazioni 6.1 Sistemi telematici utilizzabili 6.2 Compensazioni

Dettagli

PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 GIUGNO AL 15 LUGLIO 2015

PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 GIUGNO AL 15 LUGLIO 2015 Principali scadenze PRINCIPALI SCADENZE DAL GIUGNO AL 15 LUGLIO 2015 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal al 15 luglio 2015, con il commento dei termini di prossima scadenza. Si segnala

Dettagli

Circolare N.31 del 28 Febbraio 2014

Circolare N.31 del 28 Febbraio 2014 Circolare N.31 del 28 Febbraio 2014 Versamento tassa annuale sui libri sociali entro il 17 marzo 2014 Gentile cliente con la presente intendiamo ricordarle che il 17 marzo 2014 (poiché il 16 cade di domenica)

Dettagli

LAVORI USURANTI RICHIESTA BENEFICIO PREPENSIONAMENTO

LAVORI USURANTI RICHIESTA BENEFICIO PREPENSIONAMENTO SCADENZE MARZO 2016 MARTEDì 1 MARZO REGISTRO Scade il termine per registrare i nuovi contratti di locazione di immobili stipulati il 1 febbraio 2016 e per pagare l imposta di registro (2% o 1% per alcune

Dettagli

Deducibilità forfetaria IRAP ai fini reddituali art. 6 D.L. n. 185 del 29/11/2008 convertito con Legge n. 2 del 28/01/2009 (Decreto anti crisi) Circ.

Deducibilità forfetaria IRAP ai fini reddituali art. 6 D.L. n. 185 del 29/11/2008 convertito con Legge n. 2 del 28/01/2009 (Decreto anti crisi) Circ. Deducibilità forfetaria IRAP ai fini reddituali art. 6 D.L. n. 185 del 29/11/2008 convertito con Legge n. 2 del 28/01/2009 (Decreto anti crisi) Circ. Min. n. 16/E del 14/04/2009 Deduzione a regime (periodo

Dettagli

STUDIO ASSOCIATO IBERATI

STUDIO ASSOCIATO IBERATI Nicola Iberati Dottore Commercialista R.C. Piazza Castello, 9 Antonino Foti Dottore Commercialista R.C. 20121 MILANO Emanuela Civardi Dottore Commercialista R.C. Tel. +39 02 36504599 Fax. +39 02 8055678

Dettagli

SCADENZE DEL MESE DI SETTEMBRE 2015

SCADENZE DEL MESE DI SETTEMBRE 2015 SCADENZE DEL MESE DI SETTEMBRE 2015 Compilazione registro IVA minori Entro martedì 15 Entro mercoledì 16 Le associazioni che fruiscono dell opzione di cui alla L. 398/1991 devono effettuare l annotazione

Dettagli

RIEPILOGO SULLA COSI DETTA CEDOLARE SECCA LEGISLAZIONE DOTTRINA - RISPOSTE A QUESITI FAC SIMILI.

RIEPILOGO SULLA COSI DETTA CEDOLARE SECCA LEGISLAZIONE DOTTRINA - RISPOSTE A QUESITI FAC SIMILI. RIEPILOGO SULLA COSI DETTA CEDOLARE SECCA LEGISLAZIONE DOTTRINA - RISPOSTE A QUESITI FAC SIMILI. La cedolare secca sugli affitti consiste in una alternativa fiscale al regime ordinario applicabile per

Dettagli

Torino, 10/09/2015 SCADENZARIO TRIBUTARIO: SETTEMBRE 2015. Vi ricordiamo le principali scadenze tributarie del mese di settembre 2015.

Torino, 10/09/2015 SCADENZARIO TRIBUTARIO: SETTEMBRE 2015. Vi ricordiamo le principali scadenze tributarie del mese di settembre 2015. Torino, 10/09/2015 SCADENZARIO TRIBUTARIO: SETTEMBRE 2015 Vi ricordiamo le principali scadenze tributarie del mese di settembre 2015. 15 Martedì IVA Fatturazione differita: scade il termine per l emissione

Dettagli

Periodico informativo n. 168/2014. Acconto IVA. La scadenza del 29.12.2014

Periodico informativo n. 168/2014. Acconto IVA. La scadenza del 29.12.2014 Periodico informativo n. 168/2014 Acconto IVA. La scadenza del 29.12.2014 Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo, intendiamo metterla a conoscenza del fatto che il prossimo

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio Settembre 2014 News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Modello F24: dal 1 ottobre in vigore nuove regole (DL n. 66 del 24.04.2014, convertito con legge n. 89 del 23.06.2014) Gentile

Dettagli

imposte sui redditi e irap

imposte sui redditi e irap Imposte sui redditi e Irap ACCONTI d IMPOSTA di NOVEMBRE DOVUTI per l ANNO 2012 di Mario Jannaccone QUADRO NORMATIVO L art. 1, L. 23.3.1977, n. 97 [CFF ➋ 7316], ha introdotto nel nostro sistema tributario

Dettagli

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA PER CHI E PREDISPOSTA COSA OCCORRE PER VISUALIZZARLA QUANDO E ONLINE I DATI PRESENTI NELLA DICHIARAZIONE MODIFICA E PRESENTAZIONE I VANTAGGI DEL MODELLO PRECOMPILATO Direzione

Dettagli

CIRCOLARE N. 3/2016. Approfondimento. Oggetto: utilizzo in compensazione del credito IVA annuale 2015 e visto di conformità

CIRCOLARE N. 3/2016. Approfondimento. Oggetto: utilizzo in compensazione del credito IVA annuale 2015 e visto di conformità Dott. Sandro Guarnieri Dott. Marco Guarnieri Dott. Corrado Baldini Dott. Cristian Ficarelli Dott.ssa Clementina Mercati Dott. Fausto Braglia Dott. Paolo Caprari Reggio Emilia, lì 12 gennaio 2016 CIRCOLARE

Dettagli

CIRCOLARE DELLO STUDIO

CIRCOLARE DELLO STUDIO Avv. GIORGIO ASCHIERI* Rag. Comm. SIMONETTA BISSOLI* Dott. Comm. MARCO GHELLI* Dott. Comm. ALBERTO MION* Dott. Comm. ALBERTO RIGHINI* Avv. ANTONIO RIGHINI* Dott. MONICA SECCO* Avv. ORNELLA BERTOLAZZI Avv.

Dettagli

TARI 2014. Servizio Tributi RAVVEDIMENTO OPEROSO MODALITA' E TERMINI

TARI 2014. Servizio Tributi RAVVEDIMENTO OPEROSO MODALITA' E TERMINI Servizio Tributi TARI 2014 RAVVEDIMENTO OPEROSO MODALITA' E TERMINI L'istituto del ravvedimento operoso consente di regolarizzare entro determinati termini le violazioni tributarie, sostanziali e formali,

Dettagli

Novità : divieto di compensazione dei crediti in presenza di ruoli non pagati

Novità : divieto di compensazione dei crediti in presenza di ruoli non pagati Circolare 2/2011 Compensazione crediti in presenza di ruoli Rovereto, 28 marzo 2011 Spett. Clienti Loro Sedi Novità : divieto di compensazione dei crediti in presenza di ruoli non pagati La manovra correttiva

Dettagli

Studio. Commercialisti Revisori Legali. Merati - Valla A TUTTI I CLIENTI DELLO STUDIO

Studio. Commercialisti Revisori Legali. Merati - Valla A TUTTI I CLIENTI DELLO STUDIO Studio Merati - Valla Commercialisti Revisori Legali Milano, 19 Settembre 2014 Rag. Walter Merati Dott. Massimo Valla Dott. Cinzia Morselli of counsel Dott. Camillo Cibelli A TUTTI I CLIENTI DELLO STUDIO

Dettagli

DAL 1 OTTOBRE SCATTA L F24 TELEMATICO PER I PAGAMENTI SUPERIORI AD EURO 1.000

DAL 1 OTTOBRE SCATTA L F24 TELEMATICO PER I PAGAMENTI SUPERIORI AD EURO 1.000 DAL 1 OTTOBRE SCATTA L F24 TELEMATICO PER I PAGAMENTI SUPERIORI AD EURO 1.000 Abstract - Così come stabilito dall art. 11, 2 comma del DL n. 66/2014, con decorrenza 1 ottobre 2014, i versamenti di cui

Dettagli

- il pagamento dell IMU relativo all'anno 2012 deve essere effettuato tenendo conto dei requisiti stabiliti nel D.M. n.

- il pagamento dell IMU relativo all'anno 2012 deve essere effettuato tenendo conto dei requisiti stabiliti nel D.M. n. IMU 2012: ULTIMI CHIARIMENTI, SANZIONI APPLICABILI E RAVVEDIMENTO OPEROSO A pochi giorni dalla scadenza del 17 Dicembre 2012 il Dipartimento delle Finanze, con la risoluzione n. 1/DF/2012 del 03 dicembre

Dettagli

Scadenzario fiscale. Luglio 2015. In evidenza questo mese. Indicazioni generali sui termini di versamento e di presentazione delle dichiarazioni

Scadenzario fiscale. Luglio 2015. In evidenza questo mese. Indicazioni generali sui termini di versamento e di presentazione delle dichiarazioni Scadenzario fiscale Luglio 20 Indicazioni generali sui termini di versamento e di presentazione delle dichiarazioni Tutti i termini di versamento e di presentazione delle dichiarazioni, compresi gli elenchi

Dettagli

Proroghe versamenti e differimento delle scadenze di agosto 2014

Proroghe versamenti e differimento delle scadenze di agosto 2014 STUDIO INTERPROFESSIONALE 20121 Milano, Via Pozzone 1 21047 Saronno (VA), Vicolo del Caldo 30 * 6902 Lugano Paradiso - CH, V. San Salvatore 10 P.O. Box 461 Tel. 02.967.043.82 - Fax 02.967.026.50 www.interprofessionale.net

Dettagli

DIRITTO ANNUALE CAMERE DI COMMERCIO PER IL 2014

DIRITTO ANNUALE CAMERE DI COMMERCIO PER IL 2014 Via Battuti Rossi, 6/A 47121 Forlì Via dell Arrigoni, 308 47522 Cesena DIRITTO ANNUALE CAMERE DI COMMERCIO PER IL 2014 Il Ministero dello Sviluppo Economico ha confermato anche per l anno 2014 le misure

Dettagli

STUDIO ASSOCIATO LEGALE TRIBUTARIO PERNI & DORENTI

STUDIO ASSOCIATO LEGALE TRIBUTARIO PERNI & DORENTI PERNI & DORENTI Partners Avv. Oliviero Perni Dott. Luca Dorenti Of Counsel Dott. Marco Gaspari Dott.ssa Barbara Bonsignori Milano, 28 Agosto 2015 A tutti i Clienti, Loro sedi Circolare n. 19/2015: Modelli

Dettagli