METODOLOGIE PSICOLOGICHE APPLICATE ALLA PERFORMANCE SPORTIVA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "METODOLOGIE PSICOLOGICHE APPLICATE ALLA PERFORMANCE SPORTIVA"

Transcript

1 Università degli Studi di Torino FACOLTÀ DI PSICOLOGIA Corso di Laurea Triennale in Scienze e Tecniche Psicologiche Elaborato finale METODOLOGIE PSICOLOGICHE APPLICATE ALLA PERFORMANCE SPORTIVA PSYCHOLOGICAL METHODOLOGIES APPLIED TO SPORT PERFORMANCE Candidata: Luisa Forcherio Relatore: Maurizio Tirassa Matricola: A. A. 2011/2012 1

2 INDICE PREMESSA INTRODUZIONE CARATTERISTICHE PSICOLOGICHE INERENTI ALLA PRATICA SPORTIVA CARATTERISTICHE PSICOLOGICHE UTILI AL MIGLIORAMENTO DELLA PRESTAZIONE ERRORE. IL SEGNALIBRO NON È DEFINITO. SENTIMENTI RIGUARDANTI LA STIMA SI SÉ AROUSAL FLOW CARATTERISTICHE PSICOLOGICHE CHE OSTACOLANO LA PRESTAZIONE. ERRORE. IL SEGNALIBRO NON È DEFINITO. ANSIA STRESS METODOLOGIE PSICOLOGICHE NELLO SPORT DEFINITO. MENTAL TRAINING TECNICHE DI RILASSAMENTO TECNICHE DI CONCENTRAZIONE SELF- TALK IZOF MODEL COPE MODEL LA VISUALIZZAZIONE IPNOSI EMDR MODEL ERRORE. IL SEGNALIBRO NON È RIABILITAZIONE DAGLI INFORTUNI E DAL DOLOREERRORE. IL SEGNALIBRO NON È DEFINITO. RIABILITAZIONE DAGLI INFORTUNI ATTRAVERSO L'IPNOSI DEFINITO. RIABILITAZIONE DAGLI INFORTUNI ATTRAVERSO L EMDR DEFINITO. ERRORE. IL SEGNALIBRO NON È ERRORE. IL SEGNALIBRO NON È LA TERAPIA DEL DOLORE DELL ATLETA CON IL MENTA TRAINING. ERRORE. IL SEGNALIBRO NON È DEFINITO. CONSLUSIONE BIBLIOGRAFIA 7 8 2

3 PREMESSA Nel corso degli ultimi anni, il centro dell attenzione nello sport si è spostato dalla semplice comparsa in campo, gareggiare e tornare a casa; a una preparazione dettagliata degli istanti che precedono la prestazione; dell atteggiamento durante e a un analisi successiva a essa. Ecco perché l azienda produttrice di abbigliamento sportivo più famosa nel mondo, la Nike, usa come slogan JUST DO IT e i grandi atleti intervistati parlano molto del loro stato emotivo durante la gara. Parlano di non avere paura, essere il migliore, essere competitivi, spirito guerriero, passione ardente, concentrazione assoluta, tenacia, spingersi al limite tutti i giorni. Questi sono tutti stati mentali che rendono un atleta in grado di vincere. Grande attenzione è stata posta ad alimentazione, rilassamento, buona salute, preparazione mentale e a numerosi altri aspetti. In questa tesi bibliografica tratteremo in un primo momento le caratteristiche psicologiche funzionali e disfunzionali durante la prestazione sportiva. È molto importante che un atleta conosca i propri punti di forza come i propri punti di debolezza in modo tale da poter gestire al meglio le risorse e ad affrontare ogni situazione nel modo giusto. Il secondo argomento trattato sono i modelli oggi più utilizzati in psicologia dello sport. Partendo dal modello più classico, il mental training, fino ad arrivare a un modello come l EMDR che in Italia non è ancora molto conosciuto. Nell ultimo capitolo, parleremo della riabilitazione psicologica dagli infortuni e dai dolori cronici, un argomento molto importante nello sport visto la grossa percentuale di atleti che convivono con traumi da infortuni e dolori. 3

4 INTRODUZIONE Posso fare tutto con il potere della mia mente. Mark Mcguire, dopo aver battuto il record di home run nel baseball. (giocatore di baseball statunitense) Molti atleti si stanno avvicinando con convinzione sempre maggiore al mondo dell allenamento mentale (il mental coaching) e coloro che ne usufruiscono traggono grandi miglioramenti in termini di performance in allenamento e in gara. L atleta che vuole sviluppare il massimo potenziale a disposizione sa che quel livello non può essere raggiunto se tutte le componenti che concorrono a generarlo non si esprimono al massimo. A prescindere dalla disciplina praticata, un atleta che non è fisicamente al meglio difficilmente disputerà un allenamento o una gara straordinari, per ovvie ragioni. Questo è il motivo principale per cui s investono migliaia di ore di lavoro nella preparazione fisica e, all approssimarsi della gara, si curano anche i dettagli più maniacali, come l esatta quantità di determinati macro e micronutrienti che vengono assunti con l alimentazione. Ma gli atleti di alto livello hanno compreso perfettamente che una preparazione fisica formidabile non è la garanzia di una prestazione altrettanto eccezionale. Tutti coloro che sono incappati nella classica giornata storta capiscono ciò di cui sto parlando. La verità è che la componente psicologica ed emotiva, nello sport, ha un peso addirittura maggiore di quella fisica. Infatti, ci sono atleti che hanno raggiunto risultati incredibili pur in non perfette condizioni fisiche, andando oltre il dolore, gli infortuni, i crampi e la fatica, proprio perché sono stati in grado di raggiungere quel particolare stato mentale di grazia, in cui si compiono gesti tecnici e atletici che normalmente non sono accessibili. La domanda a cui gli psicologi dello sport cercano di rispondere è: come posso creare quello stato mentale di eccellenza in cui l atleta va oltre i propri limiti? Non deve dipendere dal caso e della condizioni ambientali, ma ogni atleta deve averlo a disposizione a comando. La risposta è semplice perché si tratta, nuovamente, di allenamento. Quest allenamento viene effettuato dall atleta in parallelo con l allenamento fisico in modo da sincronizzare al meglio le due componenti. Il lavoro psicologico, infatti, oltre ad essere utile per arrivare alla peak-performance, è utilizzato dagli atleti per sostenere il carico di lavoro fisico durante gli allenamenti 4

5 e se non è praticato durante questi ultimi non ha alcun effetto al momento della prestazione. La peak-experience, nel settore dello sport è stata definita come una gioia intensa o un momento di felicità massima. Questo tipo di esperienza ottimale nello sport è spesso associato a emozioni positive strettamente in linea con la soddisfazione e la spiritualità (Privette & Bundrick, 1991). Lo stato di flusso nello sport si crede essere un esperienza intrinsecamente gratificante che si verifica quando gli atleti percepiscono un equilibrio tra le sfide connesse con la situazione e le loro capacità di rispondere a queste esigenze (Csikszentmihalyi, 1990). Ulteriori dimensioni dello stato di flusso sono una fusione delle azioni e della consapevolezza, obiettivi chiari e buoni feedback, concentrazione totale sul compito, un senso di controllo, la trasformazione del tempo. (Kimiecik & Jackson, 2002). D'altra parte, la peak-performance è stata descritta come la rappresentazione della "uso superiore del potenziale umano" (Privette, 1981, p. 51) ed è stato definito come "un episodio di funzionamento superiore" (Privette, 1983, p. 1361). Kimiecik e Jackson (2002) hanno raffigurato le massime prestazioni nello sport come "rilascio di poteri latenti per eseguire in modo ottimale la prestazione all'interno di un concorso specifico". Durante le peak-performance, gli atleti sanno in genere di eseguire l'esecuzione del gesto atletico al di sopra del loro livello abituale. Producono "record personali" e raggiungono risultati eccezionali (Jackson & Roberts, 1992; Privette, 1982). Quindi, considerando che la peak-experience e lo stato di flusso in genere si riferiscono a momenti o periodi di estasi e di godimento interno rispettivamente: la peak-performance si concentra più sul livello di funzionamento degli atleti e dei loro esiti durante le prestazioni. L'obiettivo di massimizzare il potenziale umano nel campo della prestazione sportiva ha una forte e positiva implicazione per la società in generale, e sta ora diventando una legittima attività della comunità psicologica. L'importanza dell'allenamento mentale come parte integrante della preparazione atletica è ormai generalmente condivisa e oggetto di numerose ricerche in laboratorio e sul campo. Negli ultimi anni la psicologia dello sport si è diretta sempre più verso la ricerca di programmi integrati e multimodali d'allenamento mentale. Già Martens (1982; 1987), uno degli studiosi più importanti e conosciuti nell'ambito della psicologia dello sport, evidenziava la necessità di affrontare in maniera multimodale la preparazione mentale dell'atleta. Martens afferma che l'intervento psicologico deve essere orientato a: sviluppare e allenare le abilità motorie e le strategie, tarare gli obiettivi, raggiungere la motivazione, apprendere a controllare le emozioni e l'ansia, focalizzare e concentrare l'energia e l'attenzione, migliorare la fiducia in se stessi e la consapevolezza di sé, controllare le attività immaginative. Il lavoro dello psicologo dello sport è diventato quindi molto vario e comprensivo di una serie di attività, migliorative della performance sportiva, atte a migliorare la percezione temporale per 5

6 renderla più precisa e facilitare perciò l'impiego ottimale delle forze, aumentare la capacità attentiva e concentrativa al compito, migliorare i processi decisionali utili negli sport, aumentare la capacità immaginativa che costituisce una delle metodologie più efficaci e usate nella psicologia dello sport, elevare la coesione di gruppo lavorando sulle dinamiche di gruppo, ridurre l'ansia da prestazione attraverso tecniche di rilassamento e training autogeno. Ravizza, in uno dei suoi studi, trovò che alcuni atleti durante la loro miglior prestazione avevano le seguenti percezioni: Perdita della paura Non pensavano alla prestazione Una totale immersione nell attività Limitato focus di attenzione Una facile prestazione Il sentimento di avere un completo controllo. Tempo e spazio modificato (normalmente rallentato) La percezione dell universo integra e unificata. L uso di allenamento mentale, come il goal setting, imagery, Self-talk, relaxation ; e le abilità, come la concentrazione e l arousal regulation; sono risultati fortemente legati a questo profilo. 6

7 CONCLUSIONE Ho sempre pensato che nello sport sono tre le parti del corpo fondamentali: Gambe, Testa e Cuore. Durante la mia vita d atleta, ho trasformato questo pensiero nel mio motto e ho cominciato a interrogarmi come potevo sviluppare queste mie parti al meglio. Mi è stato facile arrivare a una conclusione per quanto riguarda le Gambe e il Cuore, ma ho avuto grandi difficoltà con la Testa. Ogni atleta di successo, nelle sue interviste, confessa di aver sognato una medaglia d oro fin da quando è bambino. Molti pensano che sia una frase detta in quel momento perché ormai sono atleti affermati, ma io penso che sia proprio quel pensiero di vittoria che li ha portati al traguardo vincenti. Da qui nasce la mia passione per la psicologia e, più precisamente, per la psicologia dello sport che mi ha portato alla ricerca dei metodi psicologici per il miglioramento della pratica sportiva oggi più utilizzati. La mia attenzione si è spostata poi, grazie al mio relatore, sul metodo dell EMDR, una tecnica ancora in evoluzione. In futuro vorrei contribuire alla crescita ed espansione di questo modello. 7

8 Bibliografia Adam Nicholls; Remco Polman; Andrew Levy; Erika Borkoles; The meditating role coping: a crosssectional analysis of a relationship between coping self-efficacy and coping effectiveness among athletes, Iternational journal of stress management, 2010 Andersen MB, Williams JM. Athletic injury, psychosocial factors and perceptual changes during stress.j Sports Sci Sep;17(9): Andrew M. Lan, Ross Hall, John Lane; Self-efficacy and statistics performance among sport studies Annesi, J. J. (1998). Application of the individual zones of optimal func- tioning model for the multimodal treatment of precompetition anxiety. The Sport Psychologist, 12, Annesi, J. J. (1998). Applications of the Individual Zones of Optimal Functioning model for the multimodal treatment of precompetitive anxiety. The Sport Psychologist, 12, Annie Plessinger, The Effects of Mental Imagery on Athletic Performance Anshel, M. H. (1997). Sport Psychology: from theory to practice, Editia a III-a, Gorsuch Scarisbrick, Publishers Scottsdale, Arizona Anshel, M.H. (1986, October). The COPE model: Strategies foa acute stress inoculation in sport. Presented at the Annual Conference of the Association for the Advancement of Applied Sport Psychology, Jekyll Island, GA. Antonovsky A. The life cycle, mental health and the sense of coherence. Isr J Psychiatry Relat Sci. 1985;22(4): Baban, A. (1998). Stres s i personalitate, edit ia I, Cluj-Napoca, Editura Presa Universitara Clujeana Bandura, A. (1977). Self-efficacy: Toward a unifying theory of behavioral change. Psycholog- ical Review, 84, Bandura, A. (1982) Self-ef cacy mechanisms in human agency, American Psychologist, 37(2), 122± 147. Bandura, A. (1986). Social foundations of thought and action. Englewood Cliffs, NJ: Prentice Hall. Bandura, A. (1997). Self-efficacy: The exercise of control. New York, NY: Freeman. Bowers, P. (1982). The classic suggestion effect: Relationships with scales of hypnotizability, effortless experiencing, and imagery vividness. In Taylor J., Horevitz R. & Balague G. (1993). Boyce WT, Sobolewski S. Recurrent injuries in school- children. Am J Dis Child Mar;143(3): Butt, J., Weinberg, R., Horn, T. (2003). The Intensirity and Directional Interpretation of Anxiety: Fluctuations, Throughout Competition and Relationship to Performance, in The Sport Psychologist, vol. 17/nr. 1, pp Campbell, C.R., Martinko, M.J. (1998), An integrative attributional perspective of empowerment and learned helpness: a multimethod field study. Journal of Management, 2, Caver, C. S. (1979). A cybernetic model of self-attention processes. Journal of Personality and Social Psychology, 37, Caver, C.S., & Scheier, M.F. (1981). Attention and self-regulation: A control-theory approach to human behavior. New York: Springer-Verlag. Caver, C.S., Blaney, P.H., & Scheier, M.F. (1979). Focus of attention chronic expectancy, and responses to a feared stimulus. Journal of personality and Social Psychology, 37, Cei A., Mental Training. Pozzi. Claudio Robazza, Laura Bortoli; Vincent Nougier; Physiological arousal and performance in elite archers: a field study; European psychologist, 1998 Claudio Robazza, Melinda Pellizzari, Yuri Hanin; Emotion self-regulation and athletic performance: an application of the IFOZ model; Psychology of sport and exercise 5, 2004 Cohen, A. B., Tenenbaum, G., & English, R. W. (in press). Emotions and golf performance: An IZOFbased applied sport psychology case study. Behavior Modification. Csikszentmihalyi, M. (1990). Flow: The psychology of optimal experience. New York: Harper & Row. Csikszentmihalyi, M. (1990). Flow: The psychology of optimal experience. New York: Harper & Row. 8

9 Deborah L. Feltz, Cathy D. Lirgg; Self-efficacy beliefs of athletes, teams, and coach, XI congresso nacional de psicologia de la actividad fisica y el deporte, 2001 Dickerson, A., Taylor, M.A. (2000), Self-limiting behavior in women: self esteem and self-efficacy as predictors. Group and Organization Management, June 2000, Epstein, M. L. (1980). The relationship of mental imagery and mental rehearsal to performance of a motor task. The Journal of Sport Psychology, 2, Epuran, M., Holdevici, I., Tonita, F. (2001). Psihologia sportului de performanta: teorie si practica, Editura FEST, Bucuresti Feltz, DL. & Landers, D. M. (1983). The effects of mental practice on motor skill learning and performance: A meta-analysis. Journal of Sport Psychology,5, Fitts, P.M., & Posner, M. (1967). Human performance. Belmont, CA: Brooks/Cole. Francesca Vitali; il processo di recupero dell'atleta da un infortunio: il contributo della psicologia dello sport; Università degli studi di Genova e università degli studi di Verona, 2010 Garrick JG, Requa RK. Sports and fitness activities: the negative consequences.j Am Acad Orthop Surg Nov-Dec;11(6): Gist, M.E. (1987), Self efficacy: implications for organizational behavior and human resource management. Academy Management Review, July 1987, 472. Gladys Bounous; Ipnosi e Termoregolazione Corporea, Articolo scaricato da Gould, D., & Tuffey, S. (1996). Zones of Optimal Functioning research: A review and critique. Anxiety, Stress and Coping, 9, Gould, D., & Udry, E. (1994). Psychological skills for enhancing performance: Arousal regulation strategies. Medicine and Science in Sports and Exercise, 26, Greenberg, J. (1980). Attention focus and locus of performance causality of determinants of equity behavior. Journal of Personality and Social Psychology, 38, Greenspan, M.J., & Feltz, D.L. (1989). Psychological interventions with athletes in competitive situations: A review. In Taylor J., Horevitz R. & Balague G. (1993). Gunnar Borg (1998) Borg's Perceived exertion and pain scales, Human Kinetics Hanin, Y. L. (1980). A study of anxiety in sports. In W. F. Straub (Ed.), Sport psychology: An analysis of athlete behavior (pp ). Ithaca, NY: Mouvement. Hanin, Y. L. (1986). State-trait anxiety research on sports in the USSR. In C. D. Spielberger, & R. Diaz- Guerrero (Eds.), Cross cultural anxiety, Vol. 3 (pp ). Washington: Hemisphere. Hanin, Y. L. (1993). Optimal performance emotions in top athletes. In S. Serpa, J. Alves, V. Ferreira, & A. Paula- Brito (Eds.), Proceedings of the 8th World Congress of Sport Psychology. (pp ). Lisbon, Portugal: International Society of Sport Psychology. Hanin, Y. L. (1995). Individual zones of optimal functioning (IZOF) model: An idiographic approach to performance anxiety. In K. Henschen, & W. Straub (Eds.), Sport psychology: An analysis of athlete behaviour (pp ). Longmeadow, MA: Movement Publications. Hanin, Y. L. (1997). Emotions and athletic performance: Individual Zones of Optimal Functioning model. European Yearbook of Sport Psychology, 1, Hanin, Y. L. (2000a). IZOF-based emotions-profiling: Step-wise procedures and forms. In Y. L. Hanin (Ed.), Emotions in sport (pp ). Champaign, IL: Human Kinetics. Hanin, Y. L. (2000b). Individual zones of optimal functioning (IZOF) model: Emotion performance relationships in sport. In Y. L. Hanin (Ed.), Emotions in sport (pp ). Champaign, IL: Human Kinetics. Hanin, Y. L. (2000c). Successful and poor performance and emotions. In Y. L. Hanin (Ed.), Emotions in sport (pp ). Champaign, IL: Human Kinetics. Hanin, Y., & Stambulova, N. (2002). Metaphoric description of performance states: An application of the IZOF model. The Sport Psychologist, 16, Hanin, Y., & Syrja, P. (1995a). Performance affect in junior ice hockey players: An application of the individual zones of optimal functioning model. The Sport Psychologist, 9, Hanin, Y., & Syrja, P. (1995b). Performance affect in soccer players: An application of the IZOF model. International Journal of Sports Medicine, 16, Hanin, Y., & Syrja, P. (1996). Predicted, actual, and recalled affect in Olympic-level soccer players: Idiographic assess- ments on individualized scales. Journal of Sport and Exercise Psychology, 18,

10 Howard WL, Reardon JP, 1986, Changes in the self concept and athletic performance of weight lifters through a cognitive-hypnotic approach: an empirical study. American Journal of Clinical Hypnosis 1986 Apr;28(4): Ikai, M. & Stejnhaus, A. H. (1965). Some factors modifying the expression of human strength. In Liggett DR, Hamada S., Ileana-Monica Popovici; stress in high performance athletes; Analele Stiintifice ale Universitatii Alexandru Ioan Cuza Sect. Stiintele Educatiei, vol. XIII/2009 Jackson, S. A., & Roberts, G. C. (1992). Positive performance states of athletes: Toward a conceptual understanding of peak performance. The Sport Psychologist, 6, Johnson, W.R. (1961). Body movement awareness in the non-hypnotic and hypnotic state. In Taylor J., Horevitz R. & Balague G. (1993). Jon Hammermeister, Shannon VonGuenthner; Sport psychology: training the mind for competition; Current Sports Medicine Reports 2005, 4: Current Science Inc. ISSN x Copyright 2005 by Current Science Inc. Jones, G. (1993). The role of performance profiling in cognitive behavioural interventions in sport. The Sport Psychol- ogist, 7, Kamata, A., Tenenbaum, G., & Hanin, Y. L. (2002). Individual zone of optimal functioning (IZOF): A probabilistic conceptualisation. Journal of Sport and Exercise Psychology, 24, Kimiecik, J. C., & Jackson, S. A. (2002). Optimal experience in sport: A flow perspective. In T. Horn (Ed.), Advances in sport psychology (pp ). Champaign, IL: Human Kinetics. Kirschenbaum, D.S. (1984). Self-regulation and sport psychology: Nutrition an energing symbiosis. Journal of Sport Psychology, 6, Kirschenbaum, D.S., & Wittrock, D.A. (1986). Criticism inoculation training II: Still searching for effective procedures. Unpublished manuscript. Kirschenbaum, D.S., & Wittrock, D.A., Smith, R.J., & Monson, W. (1984). Criticism inoculation training: Concept in search of strategy. Journal of sport Psychology, 6, Kobasa SC. Stressful life events, personality, and health: an inquiry into hardiness. J Pers Soc Psychol Jan;37(1):1-11. Kolt G, Kirkby R. Injury in Australian female competitive gymnasts: A psychological perspective. Aust J Physiother. 1996;42(2): Kolt GS, Kirkby RJ. Epidemiology of injury in elite and subelite female gymnasts: a comparison of retrospective and prospective findings. Br J Sports Med Oct; 33(5): Krohne, H. W., Hindel, C. (1988). Trait anxiety, state anxiety and coping behavior as predictors of athletic performance, in Anxiety Research, 1, pp Levy, R. Polman, P. Clough; Adherence to sport injury rehabilitation programs: a integrated psychosocial approach; Scandivnavan journal of medicine & science in sport, 2007 Liggett DR, Hamada S., Enhancing the visualization of gymnasts. American Journal of Clinical Hypnosis, Jan;35(3):190-7 Liggett DR., Enhancing imagery through hypnosis: a performance aid for athletes. American Journal of Clinical Hypnosis Oct;43(2): Louise B. Graham, Ph.D.Traumatic Swimming Events Reprocessed with EMDR ISSN: Maria Paola Brugnoli; Tecniche di mental training nello sport, vincere la tensione, aumentare la concentrazione e la performance agonistica; edizione red, 2005 Maria Teresa Triscari, Palmira Faraci, Valerio D Angelo, Viviana Urso, and Dario Catalisano; Two Treatments for Fear of Flying Compared Cognitive Behavioral Therapy Combined With Systematic Desensitization or Eye Movement Desensitization and Reprocessing (EMDR); Aviation Psychology and Applied Human Factors 2011; Vol. 1(1):9 14 DOI: / /a00003 Mark Anshel, Larry Gregory, Margaret Kaczmarek; The effeciveness of a stress training program in coping with criticism in sport: a test of the cope model; Journal of sport behavior, 2008 Martens, R. (1987). Science, knowledge, and sport psychology, in Sport Psychologist, 1, pp Martens, R., Burton, D., Vealey, R. S., Bump, L. A., & Smith, D. E. (1990). Development and validation of the Competitive State Anxiety Inventory-2. In R. Martens, R. S. Vealey, & D. Burton (Eds.), Competitive anxiety in sport (Part III). Champaign, IL: Human Kinetics. Mead, S., & Roush, E.S. (1949). A study of the effect o bypnotic suggestion on physiological performance. In Taylor J., Horevitz R. & Balague G. (1993). 10

11 Mihály Csíkszentmihályi (1997). Finding flow: the psychology of engagement with everyday life. Basic Books Morgan, W. P. & Brown, D. R. (1983). Hypnosis. In Liggett DR, Hamada S., Morris, L., Davis, D. and Hutchings, C. (1981). Cognitive and emotional components of anxiety: literature review and revised worry-emotionality scale. Journal of Educa- tional Psychology, 75, Murphy, S. M., & Jowdy, D. P. (1992). Imagery and mental practice. In T. S. Horn (Ed.), Advances in sport psychology (pp ). Champaign, IL: Human Kinetics. Nideffer, R.N. (1985). An athlete s guide to mental training. Champaign, IL: Human Kinetics. Passer MW, Seese MD. Life stress and athletic injury: examination of positive versus negative events and three moderator variables. J Human Stress Dec;9(4):11-6. Piergiorgo Argentero, Claudio G. Cortese, Claudia Piccardo; Psicologia del lavoro; Rafaello Cortina editore, 2008 Porter. K. & Foster, J. (1986). The mental athlete. In Liggett DR, Hamada S., Privette, G. (1981). The phenomenology of peak performance in sports. International Journal of Sport Psychology, 12, Privette, G. (1982). Peak performance in sports: A factoral topology. Internal Journal of Sport Psychology, 13, Privette, G. (1983). Peak experience, peak performance, and flow: A comparative analysis of positive human experiences. Journal of Personality and Social Psychology, 45, Privette, G., & Bundrick, C. M. (1991). Peak experience, peak performance, and flow. Journal of Social Behavior and Personality, 6, Robert J. Harmison; Peak performance in sport: identifying ideal performance states and developing athles' psychological skills, The american psychilogical association, 2006 Robertson I.H., Il cervello plastico, come l'esperienza modella la nostra mente. Rizzoli. Rotter JB. Generalized expectancies for internal versus ex- ternal control of reinforcement. Psychol Monogr. 1966;80(1):1-28. Scanlan, T. K. (1986).Competitive stress in children, in M. R. Weiss s i D. Gould (Eds.), Sport for children and youth, pp , Champaign, IL: Human Kinetics Singer, R. N., Murphy, M., & Tennant, L. K. (1993). Handbook of research on sport psychology. In Liggett DR., Singer, R.N. (1982, July). Thought processes and the athlete s self-concept. Athletic Journal, 46, 66. Smith, R.E. (1986). Toward a cognitive-affective model of athletic burnout. Journal of Sport Psychology, 8, Spielberger CD, Bernstein IH, Ratliff RG. Information and incentive value of the reinforcing stimulus in verbal condi- tioning. J Exp Psychol Jan;71(1): Spielberger CD, DeNike LD. Descriptive behaviorism ver- sus cognitive theory in verbal operant conditioning. Psy- chol Rev Jul;73(4): Spielberger CD, Ratliff RG, Bernstein IH. Verbal condi- tioning with verbal and monetary reinforcers. Psychol Rep Aug;19(1): Spielberger CD, Smith LH. Anxiety (drive), stress, and se- rial-position effects in serial-verbal learning. J Exp Psy- chol Oct;72(4): Spielberger CD, Southard LD, Hodges WF. Effects of awareness and threat of shock on verbal conditioning. J Exp Psychol Sep;72(3): Stefano Tamorri, Manuela Benzi, Mario Reda; Psicologia del rischio d'infortunio nello sport: review e studio di una casistica di atleti agonisti di rugby; Italian journal of sport sciences, 2004 Stevans, C.K., Bavetta, A.G., Gist, M.E. (1993). Gender differences in the acquisition of salary negotiations skills: the role of goals, self-efficacy, and perceived control. Journal of Applied Psychology, students, Teaching in higher education, Vol. 9, No. 4, 2004 Tim Woodman; Lew Hardy; The relative impact of cognitive anxiety and sel-confidence upon sport performance: a meta-analysis; Journal of sports sciences, 2003 Van Mechelen W, Twisk J, Molendijk A, Blom B, Snel J, Kemper HC. Subject-related risk factors for sports inju- ries: a 1-yr prospective study in young adults. Med Sci Sports Exerc Sep;28(9): Weinberg, R.S., Gould, D. (1997). Psychologie du sport et de l activité physique, Edisem Vigot, Canada 11

12 Young ML, Cohen DA. Self-concept and injuries among female college tournament basketball players. Am Correct Ther J Sep-Oct;33(5): Ziegler, S., Klinzing, J., & Williamson, K. (1982). The effect of two stress management training programs on cardiorespiratory efficiency. Journal of Sport Psychology, 4, Zimmerman, B. J., Bandura, A. & Martinez-Pons, M. (1992) Self-motivation for academic attainment: the role of self-ef cacy beliefs and personal goal setting, American Educational Research Journal, 29(3), 663±676. Zimmerman, B. J. & Bandura, A. (1994) Impact on self-regulatory in uences on writing course attainment, American Educational Research Journal, 31(4), 845±

Lo Psicologo del lavoro, dell organizzazione e delle risorse umane

Lo Psicologo del lavoro, dell organizzazione e delle risorse umane Area di pratica professionale PSICOLOGIA PSICOLOGIA DEL LAVORO, DELL ORGANIZZAZIONE E DELLE RISORSE UMANE Lo Psicologo del lavoro, dell organizzazione e delle risorse umane Classificazione EUROPSY Work

Dettagli

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Introduzione I percorsi di Arte Terapia e Pet Therapy, trattati ampiamente negli altri contributi, sono stati oggetto di monitoraggio clinico, allo

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI Riconoscendo che i diritti sessuali sono essenziali per l ottenimento del miglior standard di salute sessuale raggiungibile, la World Association for Sexual Health (WAS):

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

Il più grande progetto mai realizzato sui risultati del coaching: risultati preliminari

Il più grande progetto mai realizzato sui risultati del coaching: risultati preliminari Erik de Haan, Silvana Dini Il più grande progetto mai realizzato sui risultati del coaching: risultati preliminari In questo articolo gli autori presentano quello che ritengono il più grande studio quantitativo

Dettagli

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze Evidence-Based Medicine Italian Group Workshop Evidence-based Medicine Le opportunità di un linguaggio comune Como, 9-11 maggio 2003 Sezione

Dettagli

I teenagers che fanno sport hanno una pagella brillante!

I teenagers che fanno sport hanno una pagella brillante! I teenagers che fanno sport hanno una pagella brillante! I teenagers che fanno sport non solo stanno meglio in salute ma prendono anche voti migliori a scuola! Lo dimostra una ricerca svolta al dipartimento

Dettagli

I-12 LA VALUTAZIONE AUTENTICA INTRODUZIONE 1. di Mario Comoglio

I-12 LA VALUTAZIONE AUTENTICA INTRODUZIONE 1. di Mario Comoglio I-12 LA VALUTAZIONE AUTENTICA di Mario Comoglio INTRODUZIONE 1 Non è raro imbattersi in articoli e in interventi ministeriali che affrontano la questione di come valutare l apprendimento degli studenti.

Dettagli

Excellence Programs executive. Renaissance management

Excellence Programs executive. Renaissance management Excellence Programs executive Renaissance management Renaissance Management: Positive leaders in action! toscana 24.25.26 maggio 2012 Renaissance Management: positive leaders in action! Il mondo delle

Dettagli

Process Counseling Master. Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo

Process Counseling Master. Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo Process Counseling Master Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo Il percorso Una delle applicazioni più diffuse del Process Counseling riguarda lo sviluppo delle potenzialità

Dettagli

A BEST PRACTICE APPROACH PER PROMUOVERE SALUTE

A BEST PRACTICE APPROACH PER PROMUOVERE SALUTE A BEST PRACTICE APPROACH PER PROMUOVERE SALUTE IL MODELLO PRECEDE-PROCEED E L INTERACTIVE DOMAIN MODEL A CONFRONTO A cura di Alessandra Suglia, Paola Ragazzoni, Claudio Tortone DoRS. Centro Regionale di

Dettagli

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com VIOLENZE NEI LUOGHI DI LAVORO: COSA SONO? any action, incident or behaviour, that departs from reasonable conduct in which a person

Dettagli

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55 Gestione della Manutenzione e compliance con gli standard di sicurezza: evoluzione verso l Asset Management secondo le linee guida della PAS 55, introduzione della normativa ISO 55000 Legame fra manutenzione

Dettagli

40229 Governo dell impresa a.a. 2014/2015. Prof. Alessandro Minichilli. Via Röntgen 1, Room 4 B1 10, 02 5836.2543, alessandro.minichilli@unibocconi.

40229 Governo dell impresa a.a. 2014/2015. Prof. Alessandro Minichilli. Via Röntgen 1, Room 4 B1 10, 02 5836.2543, alessandro.minichilli@unibocconi. 40229 Governo dell impresa a.a. 2014/2015 Prof. Alessandro Minichilli Via Röntgen 1, Room 4 B1 10, 02 5836.2543, alessandro.minichilli@unibocconi.it Descrizione del corso. Obiettivi: il corso intende fornire

Dettagli

Modificazioni dello spazio affettivo nel ciclo di vita

Modificazioni dello spazio affettivo nel ciclo di vita Modificazioni dello spazio affettivo nel ciclo di vita di Francesca Battisti Come gestiamo le nostre emozioni? Assistiamo ad esse passivamente o le ignoriamo? Le incoraggiamo o le sopprimiamo? Ogni cultura

Dettagli

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia NetworkNetwor erpreneurship Enterpreneu Network L Enterpreneurship Passion Leadership Istituzione indipendente per la formazione

Dettagli

La validazione dei risultati degli apprendimenti non formali e informali in pratica 12

La validazione dei risultati degli apprendimenti non formali e informali in pratica 12 La validazione dei risultati degli apprendimenti non formali e informali in pratica 12 Questo capitolo descrive: A. Le scelte e i passaggi per sviluppare dispositivi per la validazione dei risultati dell

Dettagli

NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE

NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE AUDIZIONE PRESSO UFFICIO DI PRESIDENZA 7ª COMMISSIONE (Istruzione) SULL'AFFARE ASSEGNATO DISABILITÀ NELLA SCUOLA E CONTINUITÀ DIDATTICA DEGLI INSEGNANTI DI SOSTEGNO (ATTO N. 304)

Dettagli

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx. Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.com Avvertenza di Rischio: Il Margin Trading su forex e/o CFD comporta

Dettagli

STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING

STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING Gianna Maria Agnelli Psicologa Clinica e Psicoterapeuta Clinica del Lavoro "Luigi Devoto Fondazione IRCCS Ospedale

Dettagli

Recensione MIND TIME. IL FATTORE TEMPORALE NELLA COSCIENZA.

Recensione MIND TIME. IL FATTORE TEMPORALE NELLA COSCIENZA. Recensione MIND TIME. IL FATTORE TEMPORALE NELLA COSCIENZA. Raffello Cortina, Milano 2007 Benjamin Libet Il libro di Benjamin Libet ruota intorno alla problematica della relazione fra cervello ed esperienza

Dettagli

Il Metodo di analisi multicriterio Analitic Hierarchy Process (AHP) Corso di Analisi delle Decisioni Chiara Mocenni (mocenni@dii.unisi.

Il Metodo di analisi multicriterio Analitic Hierarchy Process (AHP) Corso di Analisi delle Decisioni Chiara Mocenni (mocenni@dii.unisi. Il Metodo di analisi multicriterio Analitic Hierarchy Process (AHP) Corso di Analisi delle Decisioni Chiara Mocenni (mocenni@dii.unisi.it) L analisi multicriterio e il processo decisionale L analisi multicriterio

Dettagli

La promozione dell attività fisica in Liguria, in Italia e nel mondo. Roberto Carloni Claudio Culotta

La promozione dell attività fisica in Liguria, in Italia e nel mondo. Roberto Carloni Claudio Culotta La promozione dell attività fisica in Liguria, in Italia e nel mondo Roberto Carloni Claudio Culotta Le politiche internazionali: l OMS World Declaration and Plan of Action on Nutrition Health for all

Dettagli

La nutrizione nei primi 1000 giorni. Contributo n 70

La nutrizione nei primi 1000 giorni. Contributo n 70 Mediterranean Nutrition Group La nutrizione nei primi 1000 giorni Contributo n 70 MeNu GROUP MediterraneanNutrition LA NUTRIZIONE NEI PRIMI 1000 GIORNI UN OPPORTUNITÀ PER PREVENIRE SOVRAPPESO E OBESITÀ

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE

GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE D r. C a r l o D e s c o v i c h U.O.C. Governo Clinico Staff Direzione Aziendale AUSL Bologna Bologna 26 Maggio 2010 INDICATORE

Dettagli

Knowlab Un Sistema Computerizzato per la Valutazione Adattiva della Conoscenza e dell'apprendimento

Knowlab Un Sistema Computerizzato per la Valutazione Adattiva della Conoscenza e dell'apprendimento Knowlab Un Sistema Computerizzato per la Valutazione Adattiva della Conoscenza e dell'apprendimento Debora de Chiusole PhD Candidate deboratn@libero.it Università degli Studi di Padova Dipartimento FISPPA

Dettagli

Business Process Manifesto! Redatto da Roger Burlton, P.Eng, CMC

Business Process Manifesto! Redatto da Roger Burlton, P.Eng, CMC Business Process Manifesto! Redatto da Roger Burlton, P.Eng, CMC Copyright BPTrends, LLC Redatto da Roger Burlton La riproduzione e la distribuzione di questo documento è autorizzata alle seguenti condizioni:

Dettagli

Suggestopedia Moderna teoria e pratica capitolo

Suggestopedia Moderna teoria e pratica capitolo capitolo Fattori Introduzione suggestopedici alla Suggestopedia La dessuggestione Moderna delle barriere di apprendimento pag. 7 Se vuoi costruire una nave, non raccogliere i tuoi uomini per preparare

Dettagli

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA Carlo Carta Responsabile Commerciale ENGINEERING SARDEGNA e IL GRUPPO ENGINEERING La prima realtà IT italiana. oltre 7.000 DIPENDENTI 7% del mercato

Dettagli

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days L educazione non formale e l apprendimento interculturale Info days Roma, 16 novembre 2009 Una donna portò suo figlio a vedere Gandhi, il quale le chiese il motivo della sua presenza. Vorrei che mio figlio

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. GARBELLINI MARIA Data di nascita 31/03/1969. Staff - STRUTTURA COMPLESSA DI CARDIOLOGIA

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. GARBELLINI MARIA Data di nascita 31/03/1969. Staff - STRUTTURA COMPLESSA DI CARDIOLOGIA INFORMAZIONI PERSONALI Nome GARBELLINI MARIA Data di nascita 31/03/1969 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA OSPEDALIERA VALTELLINA E VALCHIAVENNA

Dettagli

QUEST. Quebec User Evaluation of Satisfaction with assistive Technology

QUEST. Quebec User Evaluation of Satisfaction with assistive Technology QUEST Quebec User Evaluation of Satisfaction with assistive Technology versione 2.0 L. Demers, R. Weiss-Lambrou & B. Ska, 2000 Traduzione italiana a cura di Fucelli P e Andrich R, 2004 Introduzione Il

Dettagli

WEBCONFERENCE. La lezione a casa

WEBCONFERENCE. La lezione a casa WEBCONFERENCE La lezione a casa Fabio Biscaro @ www.oggiimparoio.it capovolgereibes.net 2 Valutazione dei video (1) 1. Video corti 2. Focus su un unico argomento 3. Essere chiari e non dare nulla per scontato

Dettagli

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Nuovi standard PMI, certificazioni professionali e non solo Milano, 20 marzo 2009 PMI Organizational Project Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Andrea Caccamese, PMP Prince2 Practitioner

Dettagli

In questi ultimi due decenni lo studio psicologico della motivazione ad apprendere. e senso comune Pietro Boscolo*

In questi ultimi due decenni lo studio psicologico della motivazione ad apprendere. e senso comune Pietro Boscolo* Tre La motivazione paradigmi ad di apprendere scrittura tra Alberto ricerca Oliverio psicologica e senso comune Pietro Boscolo* Considerare il problema motivazionale unicamente in termini di demotivazione

Dettagli

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 L'unico test che fornisce una valutazione accurata dell aggressività del cancro alla prostata Un prodotto di medicina prognostica per il cancro della prostata.

Dettagli

Che cosa provoca una commozione cerebrale?

Che cosa provoca una commozione cerebrale? INFORMAZIONI SULLE COMMOZIONI CEREBRALI Una commozione cerebrale è un trauma cranico. Tutte le commozioni cerebrali sono serie. Le commozioni cerebrali possono verificarsi senza la perdita di conoscenza.

Dettagli

Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare

Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare Grazia D Onofrio 1, Daniele Sancarlo 1, Francesco Paris 1, Leandro Cascavilla 1, Giulia Paroni 1,

Dettagli

Adult Literacy and Life skills (ALL) - Competenze della popolazione adulta e abilità per la vita

Adult Literacy and Life skills (ALL) - Competenze della popolazione adulta e abilità per la vita Adult Literacy and Life skills (ALL) - Competenze della popolazione adulta e abilità per la vita 1 di Vittoria Gallina - INVALSI A conclusione dell ultimo round della indagine IALS (International Adult

Dettagli

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:!

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:! Scrum descrizione I Principi di Scrum I Valori dal Manifesto Agile Scrum è il framework Agile più noto. E la sorgente di molte delle idee che si trovano oggi nei Principi e nei Valori del Manifesto Agile,

Dettagli

Il Museo costruttivista

Il Museo costruttivista Il Museo costruttivista di George E. Hein Introduzione La letteratura corrente sull istruzione è dominata dalle discussione sul costruttivismo. Questo termine nuovo che sta a indicare una serie di vecchie

Dettagli

UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI Edizione

UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI Edizione Convegno Scientifico Internazionale di Neuroetica e I Congresso della Società Italiana di Neuroetica - SINe UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI

Dettagli

Nel regno degli esseri viventi non esistono cose, ma solo relazioni Gregory Bateson

Nel regno degli esseri viventi non esistono cose, ma solo relazioni Gregory Bateson Le Tecnologie della Relationship Management e l interazione con le funzioni ed i processi aziendali Angelo Caruso, 2001 Relationship Management Nel regno degli esseri viventi non esistono cose, ma solo

Dettagli

Istruzioni per gli autori

Istruzioni per gli autori Istruzioni per gli autori Informazioni generali LO SCALPELLO OTODI Educational è la rivista ufficiale della Società Italiana degli Ortopedici e Traumatologi Ospedalieri d Italia (OTODI) e pubblica articoli

Dettagli

SPC Scuola di Process Counseling

SPC Scuola di Process Counseling SPC Scuola di Process Counseling In uno scenario professionale e sociale in cui la relazione è il vero bisogno di individui e organizzazioni, SPC propone un modello scientifico che unisce l attenzione

Dettagli

Corporate Governance e sistema di controllo interno. Enrico Parretta

Corporate Governance e sistema di controllo interno. Enrico Parretta Corporate Governance e sistema di controllo interno Enrico Parretta Corporate Governance La Corporate Governance è il sistema delle regole secondo le quali le imprese sono gestite e controllate, coniugando:

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

Applicazioni di Realtà

Applicazioni di Realtà Università di Pisa Corso di Laurea in Terapia Occuapazionale Corso di Bioingegneria applicata alla Realtà Virtuale Anno Accademico 2009/2010 Applicazioni di Realtà Virtuale in Riabilitazione i Ing. Stefano

Dettagli

Progettare Qualità di Vita nell ambito delle Disabilità Intellettive ed Evolutive:

Progettare Qualità di Vita nell ambito delle Disabilità Intellettive ed Evolutive: Progettare Qualità di Vita nell ambito delle Disabilità Intellettive ed Evolutive: Dai diritti alla costruzione di un sistema di sostegni orientato al miglioramento della Qualità di Vita A cura di: Luigi

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of study and research according the Information System for

Dettagli

ON LINE COACHING SCHOOL

ON LINE COACHING SCHOOL ON LINE COACHING SCHOOL ON LINE COACHING SCHOOL corso di coaching skills e avvio alla professione di coach Mentre si conclude la prima edizione, yucan.it e ICTF presentano il secondo corso online di avvio

Dettagli

Un differente punto di vista

Un differente punto di vista A Different Point of View Un differente punto di vista by Serge Kahili King Traduzione a cura di Josaya http://www.josaya.com/ Come sappiamo dal primo principio Huna, (IL MONDO E' COME TU PENSI CHE SIA

Dettagli

AGREE nella valutazione della qualità delle LG per la diagnosi e terapia delle cefalee in età pediatrica

AGREE nella valutazione della qualità delle LG per la diagnosi e terapia delle cefalee in età pediatrica AGREE nella valutazione della qualità delle LG per la diagnosi e terapia delle cefalee in età pediatrica Pasquale Parisi, MD PhD et. al. Outpatience Service of Paediatric Neurology Child Neurology, Chair

Dettagli

Quaderno d'allenamento G+S Pattinaggio sul ghiaccio Danza sul ghiaccio Pattinaggio artistico Pattinaggio sincronizzato

Quaderno d'allenamento G+S Pattinaggio sul ghiaccio Danza sul ghiaccio Pattinaggio artistico Pattinaggio sincronizzato Una produzione della Scuola universitaria federale dello sport di Macolin SUFSM 30.910.310 i / Edizione 2002 (02.04) Quaderno d'allenamento G+S Pattinaggio sul ghiaccio Danza sul ghiaccio Pattinaggio artistico

Dettagli

I disturbi del sonno Il progetto Ci piace sognare

I disturbi del sonno Il progetto Ci piace sognare I disturbi del sonno Il progetto Ci piace sognare Paolo Brambilla ASL Milano 2, Melegnano, Milano email: paolo.brambilla3@tin.it Gruppo di lavoro SIPPS Obesità e Stili di vita Sergio Bernasconi, Paolo

Dettagli

Lo sviluppo delle abilità logico-matematiche. nei bambini in età prescolare

Lo sviluppo delle abilità logico-matematiche. nei bambini in età prescolare Istituto di Riabilitazione ANGELO CUSTODE PARLARE E CONTARE ALLA SCUOLA DELL INFANZIA Lo sviluppo delle abilità logico-matematiche nei bambini in età prescolare Dott.ssa Liana Belloni Dott.ssa Claudia

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

IDI IRCCS Roma. CRESCERE con l EB. Elisabetta Andreoli. Servizio di Psicologia Clinica e Psicoterapia Psicosomatica

IDI IRCCS Roma. CRESCERE con l EB. Elisabetta Andreoli. Servizio di Psicologia Clinica e Psicoterapia Psicosomatica IDI IRCCS Roma CRESCERE con l EB Elisabetta Andreoli Servizio di Psicologia Clinica e Psicoterapia Psicosomatica EB: patologia organica che interessa l ambito fisico e solo indirettamente quello psicologico

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Indicatori positivi: Misurare la salute e la Qualità di vita legata alla Salute

Indicatori positivi: Misurare la salute e la Qualità di vita legata alla Salute Indicatori positivi: Misurare la salute e la Qualità di vita legata alla Salute Prof. Giovanni Capelli Cattedra di Igiene Dipartimento di Scienze Motorie e della Salute Università di Cassino Salute e Qualità

Dettagli

LABORATORIO di RICERCA BIBLIOGRAFICA SUI TEST

LABORATORIO di RICERCA BIBLIOGRAFICA SUI TEST LABORATORIO di RICERCA BIBLIOGRAFICA SUI TEST emanuela.canepa@unipd.it Biblioteca di psicologia Fabio Metelli Università degli Studi di Padova Materiale didattico: guida corso Casella della biblioteca

Dettagli

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

Che cos è un emozione?

Che cos è un emozione? Che cos è un emozione? Definizione Emozione: Stato psichico affettivo e momentaneo che consiste nella reazione opposta all organismo a percezioni o rappresentazioni che ne turbano l equilibrio (Devoto

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome MONTU DOMENICO Data di nascita 26-03-1956 Amministrazione ASL CN1 Incarico attuale DIRETTORE SISP AMBITO FOSSANO-SALUZZO SAVIGLIANO Numero telefonico ufficio

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

2. Cos è una buona pratica

2. Cos è una buona pratica 2. Cos è una buona pratica Molteplici e differenti sono le accezioni di buona pratica che è possibile ritrovare in letteratura o ricavare da esperienze di osservatori nazionali e internazionali. L eterogeneità

Dettagli

VERSO UNA SCUOLA CHE PROMUOVE SALUTE: linee guida per la promozione della salute nelle scuole.

VERSO UNA SCUOLA CHE PROMUOVE SALUTE: linee guida per la promozione della salute nelle scuole. VERSO UNA SCUOLA CHE PROMUOVE SALUTE: linee guida per la promozione della salute nelle scuole. 2 versione del documento Protocolli e linee guida per le scuole che promuovono salute Traduzione italiana

Dettagli

10 passi. verso la salute mentale.

10 passi. verso la salute mentale. 10 passi verso la salute mentale. «La salute mentale riguarda tutti» La maggior parte dei grigionesi sa che il movimento quotidiano e un alimentazione sana favoriscono la salute fisica e che buone condizioni

Dettagli

MODULO 3 LEZIONE 23 FORMAZIONE DEL MOVIMENTO (SECONDA PARTE)

MODULO 3 LEZIONE 23 FORMAZIONE DEL MOVIMENTO (SECONDA PARTE) MODULO 3 LEZIONE 23 FORMAZIONE DEL MOVIMENTO (SECONDA PARTE) Contenuti Michelene Chi Livello ottimale di sviluppo L. S. Vygotskij Jerome Bruner Human Information Processing Teorie della Mente Contrapposizione

Dettagli

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO Come effettuare il monitoraggio dei nostri allenamenti? Spesso è difficile misurare il livello di sforzo di una particolare gara o sessione di allenamento. Come vi sentite?

Dettagli

Behavior-Based BS) Riduzione degli incidenti e sviluppo della cultura della sicurezza agendo sui comportamenti nei luoghi di lavoro.

Behavior-Based BS) Riduzione degli incidenti e sviluppo della cultura della sicurezza agendo sui comportamenti nei luoghi di lavoro. Behavior-Based Based Safety (B-BS) BS) Riduzione degli incidenti e sviluppo della cultura della sicurezza agendo sui comportamenti nei luoghi di lavoro Italo Viganò Cosa causa gli incidenti Behavior &

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER Alessio Cuppari Presidente itsmf Italia itsmf International 6000 Aziende - 40000 Individui itsmf Italia Comunità di Soci Base di conoscenze e di risorse Forum

Dettagli

Attualmente, nella maggior parte delle classi la situazione è all incirca la. Gli organizzatori anticipati: rappresentazioni visive delle idee chiave

Attualmente, nella maggior parte delle classi la situazione è all incirca la. Gli organizzatori anticipati: rappresentazioni visive delle idee chiave GLI ORGANIZZATORI ANTICIPATI: RAPPRESENTAZIONI VISIVE DELLE IDEE CHIAVE RICERCA INTERNAZIONALE Gli organizzatori anticipati: rappresentazioni visive delle idee chiave BRAD W. BAXENDELL Norfolk Public Schools,

Dettagli

GOVERNANCE & COMUNICAZIONE D IMPRESA IL PROCESSO DICOMUNICAZIONE. C. Bonasia

GOVERNANCE & COMUNICAZIONE D IMPRESA IL PROCESSO DICOMUNICAZIONE. C. Bonasia GOVERNANCE & COMUNICAZIONE D IMPRESA IL PROCESSO DICOMUNICAZIONE II LEZIONE C. Bonasia IL PROCESSO DI COMUNICAZIONE DIMENSIONE VERTICALE: top -down bottom - up DIMENSIONE ORIZZONTALE trasversale, tra persone

Dettagli

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Seminario associazioni: Seminario a cura di itsmf Italia Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Andrea Praitano Agenda Struttura dei processi ITIL v3; Il Problem

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

prova, e che sembra provenire dal nostro interno, è una caratteristica fondamentale dell esperienza emotiva.

prova, e che sembra provenire dal nostro interno, è una caratteristica fondamentale dell esperienza emotiva. M. Cristina Caratozzolo caratozzolo2@unisi.it Psicologia Cognitiva A.A. 2010/2011 Dipartimento di Scienze della Comunicazione Università di Siena } Il termine ha origine dal latino emovere, cioè muovere

Dettagli

Stress and Control Techniques for Cave Divers Activity

Stress and Control Techniques for Cave Divers Activity Stress and Control Techniques for Cave Divers Activity Mauro CAMPINI 1; Lorenzo EPIS 2 Via Ostigliese,82 Barbasso di Roncoferraro Mantova ITALY Tel +39 376 664509 maurocampini@hotmail.com 1 - Technical

Dettagli

Far sembrare che avete letto qualcosa che invece non avete letto

Far sembrare che avete letto qualcosa che invece non avete letto Far sembrare che avete letto qualcosa che invece non avete letto Donald A Redelmeier, Miriam Shuchman, Steven L Shumak Molti medici non leggono regolarmente la letteratura specialistica e pertanto possono

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

LABORATORIO DI INGEGNERIA DEL SISTEMA NEUROMUSCOLARE (LISiN) Via Cavalli 22H, 10138 Torino

LABORATORIO DI INGEGNERIA DEL SISTEMA NEUROMUSCOLARE (LISiN) Via Cavalli 22H, 10138 Torino Compagnia di San Paolo LABORATORIO DI INGEGNERIA DEL SISTEMA NEUROMUSCOLARE (LISiN) Via Cavalli 22H, 10138 Torino Comunità Europea European Space Agency Attività extraveicolare sulla Stazione Spaziale

Dettagli

Il bambino sordo e il suo diritto a crescere bilingue

Il bambino sordo e il suo diritto a crescere bilingue Italian Il bambino sordo e il suo diritto a crescere bilingue The Italian translation of The right of the deaf child to grow up bilingual by François Grosjean University of Neuchâtel, Switzerland Translated

Dettagli

Computer Mediated Communication (CMC) e Second Life

Computer Mediated Communication (CMC) e Second Life Form@re, ISSN 1825-7321 Edizioni Erickson, www.erickson.it Questo articolo è ripubblicato per gentile concessione della casa editrice Edizioni Erickson. Computer Mediated Communication (CMC) e Second Life

Dettagli

attività motorie per i senior euro 22,00

attività motorie per i senior euro 22,00 Le attività motorie Chi è il senior? Quali elementi di specificità deve contenere la programmazione delle attività motorie destinate a questa tipologia di utenti? Quali sono le capacità motorie che necessitano

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA

LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA report tecnico nr. 03/08 v. 1 indice dei contenuti 1. Utilità delle RSL Pag. 1 2. Principali metodi Pag. 2 3. Esempi di RSL Pag. 3 4. Protocollo

Dettagli

- permette a chi soffre di dolori alle ginocchia e alle articolazioni di allenarsi senza subire lesioni;

- permette a chi soffre di dolori alle ginocchia e alle articolazioni di allenarsi senza subire lesioni; Dalla Poltrona alla Prima Maratona Quasi incredibile la metamorfosi che un metodo di allenamento dolce, progressivo e senza forzature riesce a produrre anche sul più pigro dei sedentari - Beninteso: basta

Dettagli

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R.

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R. Napoli Centro Psicopedagogico Formazione Studi e Ricerche OIDA Scuola di Formazione riconosciuta dal M.I.U.R. Decreto 3 agosto 2011 Scuola di Formazione riconosciuta dalla P.ED.I.AS. Comunicazione Efficace

Dettagli

Funzioni esecutive e difficoltà di apprendimento

Funzioni esecutive e difficoltà di apprendimento Funzioni esecutive e difficoltà di apprendimento Cesare Cornoldi Università di Padova Funzioni esecutive Le cosiddette funzioni esecutive si riferiscono a processi in cui la mente controlla se stessa Non

Dettagli