OPM3 Modello e applicazioni

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "OPM3 Modello e applicazioni"

Transcript

1 OPM3 Modello e applicazioni Incontro PMI-NIC Milano, 8 ottobre 2004 Incontro PMI-NIC, 8 ottobre

2 Obiettivi dell incontro Inquadrare significato, utilità ed evoluzione dei modelli di PMMM Project Management Maturity Model Approfondire le caratteristiche distintive dell ultimo nato dei PMMM: OPM3 Organizational Project Management Maturity Model del PMI Esaminare un esperienza di reale applicazione di OPM3 in ambito italiano Incontro PMI-NIC, 8 ottobre

3 OPM3 - Modello e applicazioni Evoluzione dei modelli di PMMM Tiziano Villa, PMP Direttore Aggiunto PMI-NIC Incontro PMI-NIC, 8 ottobre

4 MATURITY come stato Pieno sviluppo delle facoltà intellettuali e morali. (Vocabolario Lingua Italiana Lo Zingarelli, 1999) Having reached full natural growth or development. (American Heritage Dictionary, 4th ed. 2000) The state of an organization s effectiveness at performing certain tasks. (J. Crawford, 2002) Incontro PMI-NIC, 8 ottobre

5 MATURITY come processo Portare a compimento, perfezionare, giungere ad una data condizione. (Vocabolario Lingua Italiana Lo Zingarelli, 1999) Development from a lower or simpler to a higher or more complex form. The process of growing. (American Heritage Dictionary, 4th ed. 2000) Incontro PMI-NIC, 8 ottobre

6 Project Management Maturity The degree to which an organization practices organizational Project Management. (PMI -OPM3 Knowledge Foundation, 2003) Specified levels of growth and development in Project Management skills. (J. Crawford, 2002) Improving Project Management is a series of smaller steps, not giant leaps, and many organizations will never need to realize the highest level of maturity. (J. Crawford, 2002) Incontro PMI-NIC, 8 ottobre

7 PMMM Project Management Maturity Model A framework of knowledge, skills, tools and techniques applied on a regular basis to know, assess, improve, the Project Management maturity of an organization. (adattato da autori diversi, 2004) Incontro PMI-NIC, 8 ottobre

8 Know Assess - Improve Know fornire informazioni sul modello, chiarire il significato dei termini, concordare una interpretazione comune in chiave aziendale, concordare le modalità di applicazione. Assess svolgere la valutazione, elaborare i risultati, valutarne l attendibilità, ricavare il livello di maturità corrente, approfondire la valutazione, comunicare il risultato finale. Improve raffrontare esito assessment con strategie e piani aziendali, evidenziare aree critiche, definire azioni di miglioramento, implementare tali azioni, valutarne a posteriori l efficacia. Incontro PMI-NIC, 8 ottobre

9 PMMM: cosa non è! Una certificazione di qualità Una metodologia di PM Una garanzia di successo Una iniziativa estemporanea Una questione per pochi Incontro PMI-NIC, 8 ottobre

10 PMMM: elementi costitutivi 1- Dominio: area, ambito, oggetto, fenomeno sul quale può essere applicato il PMMM (es: la Knowlegde Area Project Time Management del PMMM di PM Solutions) COSA voglio valutare/migliorare? 2- Applicazione: componente specifica del PMMM (es: la componente Assessment di OPM3 ) COME e CON QUALI STRUMENTI valuto/miglioro il Dominio? 3- Livello: descrizione formale del grado di maturità di Project Management (es: level 4 Benchmarking del PMMM di Kerzner) IN QUALE STATO si trova o vorrei si trovasse il Dominio? Incontro PMI-NIC, 8 ottobre

11 Principali PMMM SEI CMM Series (Software Engineering Institute Capability Maturity Model), SEI The CMM guidelines, Carnegie Un Kerzner PMMM, Kerzner Strategic planning for PMMM, Wiley 2001 PM Solutions PMMM, Crawford PMMM, Dekker 2002 PMI OPM3, PMI OPM3 Knowledge Foundation 2003 Incontro PMI-NIC, 8 ottobre

12 SEI CMM Series - Dominio SW CMM (Software CMM)-1990, il CMM originario, è focalizzato sui processi di sviluppo software CMMI (CMM Integration) 2000 sostituisce SW- CMM e si articola in 4 Discipline più specifiche sempre in ambito SW in senso lato : 1) SW- Software Engineering 2) SE - System Engineering 3) SS - Supplier Sourcing 4) IPPD - Integrated Product and Process Delevopment Incontro PMI-NIC, 8 ottobre

13 SEI CMM Series - Dominio SA-CMM (Software Acquisition CMM) 2002, è focalizzato sui processi di selezione ed acquisizione di prodotti software P-CMM (People CMM) è focalizzato sui processi di gestione delle risorse umane Incontro PMI-NIC, 8 ottobre

14 SEI CMM Series - Dominio Strutturato su più PA Process Area A cluster of related practices in an area that, when performed collectively, satisfy a set of goals considered important for making significant improvement in that area Esempio di PA RISK MANAGEMENT Incontro PMI-NIC, 8 ottobre

15 SEI CMMI SW-SE Process Areas Maturity Level -1-Initial -2-Managed - 7 PA -3-Defined - 11 PA -4-Quantitatively Managed 2 PA -5- Optimizing 2 PA None 22 PA Process Areas 1.Project Planning 2.Project Monitoring and control 3.Supplier Agreement Management 4.Requirements Management 5.Configuration Management 6.Process and Product Quality Assurance 7.Measurement and Analysis 1.Integrated Project Management 2.Risk Management 3.Requirements Development 4.Technical Solution 5.Product Integration 6.Verification 7.Validation 8.Decision Analysis and Resolution 9.Organizational Process Focus 10.Organizational Process Definition 11.Organizational Training 1.Quantitative Project Management 2.Organizational Process Performance 1.Causal Analysis and Resolution 2.Organizational Innovation and Deployment PA Category PJM PJM PJM ENG SUP SUP SUP PJM PJM ENG ENG ENG ENG ENG SUP PRM PRM PRM PJM PRM SUP PRM PJM=Project Management ENG=Engineering SUP=Support PRM= Process Management Incontro PMI-NIC, 8 ottobre

16 SEI CMMI SW-SE - Dominio PROCESS AREA (22) Risk Management 1. Prepare for risk management SPECIFIC GOALS (~50) 2. Identify and analyze risks 3. Mitigate risks SPECIFIC PRACTICES (~160) 3.1 Develop risk mitigation plans 3.2 Implement risk mitigation plans Incontro PMI-NIC, 8 ottobre

17 SEI CMMI SW-SE - Applicazione 2 modalità STAGED Maturità su 5 livelli Livello = gruppo di PA Crescita lineare Percorsoguidato CONTINUOUS Maturitàper PA Crescita parallela Percorso libero Incontro PMI-NIC, 8 ottobre

18 CMMI Staged Representation Maturity Le vels Process Area 1 Process Area 2 Process Area n Specific Goals Generic Goals Common Features Commitment to Perform Ability to Perform Directing Implementation Verifying Implementation Specific Practices Fonte: CMMI Model Components [FM103.HDA101.T104] Generic Practices Incontro PMI-NIC, 8 ottobre

19 SEI CMMI SW-SE Livelli Maturità 1- INITIAL Processes are ad hoc and chaotic 2- MANAGED The projects of the organization have ensured that requirements are managed and that processes are planned, performed, measured, and controlled 3- DEFINED The organization s set of standard processes is established and improved over time. Standard processes are used to establish consistency across the organization 4- QUANTITATIVELY MANAGED The performance of projects is controlled using statistical and other quantitative techniques, and is quantitatively predictable 5- OPTIMIZING Focus on continually improving process performance through both incremental and innovative technological improvements Incontro PMI-NIC, 8 ottobre

20 SEI CMMI SW-SE Goals and Practices 2 tipologie Specific Peculiari della singola PA Goal Mitigate risks Practice Implement risk mitigation plans Generic Comuni a più PA Goal Institutionalize a Managed Process Practice: Assign Responsibility Incontro PMI-NIC, 8 ottobre

21 CMMI Continuous Representation Process Area 1 Process Area 2 Process Area n Specific Goals Generic Goals Specific Practices Capability Levels Generic Practices Fonte: CMMI Model Components [FM103.HDA101.T103] Incontro PMI-NIC, 8 ottobre

22 CMMI Capability level Capability Level Continuous Representation Capability Levels (for Goals and Practices) Incomplete -> process is either not performed or partially performed. One or more of the specific goals of the process area are not satisfied Performed -> process satisfies the specific goals of the process area. It supports and enables the work needed to produce identified output work products using identified input work products Managed -> process is planned and executed in accordance with policy, employs skilled people having adequate resources to produce controlled outputs, involves relevant stakeholders; is monitored, controlled, and reviewed; and is evaluated for adherence to its process description Defined -> process is tailored from the organization's set of standard processes according to the organization s tailoring guidelines, and contributes work products, measures, and other process-improvement information to the organizational process assets Quantitatively Managed -> process is controlled using statistical and other quantitative techniques. Quantitative objectives for quality and process performance are established and used as criteria in managing the process Optimizing -> process is changed and adapted to meet relevant current and projected business objectives. An optimizing process focuses on continually improving the process performance through both incremental and innovative technological improvements Incontro PMI-NIC, 8 ottobre

23 SEI CMMI - Applicazione Regolata dal metodo SCAMPI Standard CMMI Appraisal Method for Process Improvement 1. Plan e Prepare for Appraisal (5 processi) 2. Conduct Appraisal (4 processi) 3. Report Results (2 processi) Forte enfasi sulle attività di preparazione (KNOW) Incontro PMI-NIC, 8 ottobre

24 Kerzner PMMM - Dominio PMMM di tipo cross-industry, elaborato appositamente in ambito Project Management Dominio rappresentato dal Project Management secondo il PMBOK 2000, ma solo per il primo livello di maturità Dominio variabile sui 5 livelli di maturità: 1 9 KA PMBOK Life cycle phases 3 6 Characteristics of Hexagon of excellence 4 2 Benchmarking types (Qualitative e Quantitative) 5 Continuous Improvement Incontro PMI-NIC, 8 ottobre

25 Kerzner PMMM - Applicazione E sostanzialmente focalizzato sull Assessment, e in misura minore sull Improvement Prevede un questionario di 183 domande di tipo multiple choice o di tipo scala di accordo/disaccordo (1 80; 2 20; 3 42; 4 25; 5 16) Tool gestito in partnership da IIL e Primavera Fornisce i principali Roadblocks che frenano il passaggio da un livello di maturità all altro e le Key Actions per superare tali blocchi Incontro PMI-NIC, 8 ottobre

26 Kerzner PMMM - Livello Si basa sui 5 livelli di maturità: 1. Common Language: teoria 2. Common Process: pratica 3. Singular Methodology: standards 4. Benchmarking: confronto 5. Continuous Improvement: lessons learned Esistono overlap tra i 5 livelli Ogni livello presenta un diverso grado di difficoltà di raggiungimento Incontro PMI-NIC, 8 ottobre

27 Kerzner PMMM - Layout Immaturity Maturity Excellence Low Low High Medium Medium Incontro PMI-NIC, 8 ottobre

28 Kerzner PMMM esempio ROADBLOCKS Level 2 Resistenza verso nuove metodologie di PM Quello che abbiamo va già bene Metodo significa rigidità e burocrazia Resistenza verso regole comuni tra funzioni KEY ACTIONS (Esempi) Sviluppare cultura a supporto del PM Enfatizzare motivi e vantaggi del PM Sviluppare metodi di PM applicabili in azienda Tenere traccia delle applicazioni di PM Incontro PMI-NIC, 8 ottobre

29 PM Solutions PMMM - Dominio PMMM di tipo cross-industry, ma mutuato dal modello SEI CMM di sviluppo software Dominio rappresentato dal Project Management secondo il PMBOK 2000 Dominio composto da 39 componenti riferiti alle 9 KA PMBOK 2000 e da 3 componenti speciali Ogni componente coincide con un processo del PMBOK 2000 o con un output ad esso associato Incontro PMI-NIC, 8 ottobre

30 PM Solutions PMMM - Applicazione E sostanzialmente focalizzato sull Assessment Per ognuno dei 42 componenti da valutare, utilizza descrizioni qualitative su 5 livelli 2 modalità di applicazione: facilitaded assessment e/o self-assessment Produce un report di Overall Organizational Maturity Level e 9 report di KA Maturity Level Incontro PMI-NIC, 8 ottobre

31 PM Solutions PMMM - Livello Si basa su 5 livelli di maturità, mutuati dal modello SEI CMM: 1. Initial: Informalità 2. Structured: Formalizzazione 3. Institutionalized: Regole aziendali 4. Managed: PM come routine 5. Optimizing: Apprendere-migliorare I livelli sono declinati a scalare: sull intero Project Management su ogni Knowledge Area sul singolo componente all interno della KA Incontro PMI-NIC, 8 ottobre

32 PM Solutions PMMM - Layout Incontro PMI-NIC, 8 ottobre

33 PM Solutions PMMM Livelli di maturità per KA Incontro PMI-NIC, 8 ottobre

34 PM Solutions PMMM Livelli di Maturità per componente KA Project Scope Management - Component WBS Maturity Level -1- Initial Process -2- Structured process and Standards -3- Organizational Standards and Institutionalized Process -4- Managed Process -5- Optimizing Process Description WBS consists of a very basic set of identified work to be accomplished and occasionally deliverables. WBS may not truly be a decomposition of the project, but more of a listing. There is a basic process defined that includes a top-down level WBS template. Management reviews and approves the WBS developed for new projects. These WBS structures are used to develop the project schedule and as a communication vehicle. The WBS is always determined and documented by the fully integrated project team. The WBS is always the basis for determining project tasks. Management is involved with development and approval of project WBS. The WBS is included in the change control process. The creation of the WBS is closely aligned with documentation of deliverables. The project manager understands that WBS changes having impact on scope, time, or cost must be approved at the appropriate level of the organization. The process of determining WBS and work plans is regularly examined to ascertain lessons learned regarding process improvements Incontro PMI-NIC, 8 ottobre

35 PMMM in sintesi, prima di OPM3 Enfasi su Assessment Centratura sul Project Management in senso tradizionale (focus: Il progetto ) Crescita lineare lungo 5 livelli di maturità Evoluzione sempre più rapida, negli ultimi anni Convergenza verso standard internazionali di PM (PMBOK.) Incontro PMI-NIC, 8 ottobre

36 E ora OPM3 Incontro PMI-NIC, 8 ottobre

Software. Engineering

Software. Engineering Software Il modello CMMI Engineering nelle organizzazioni software Agenda Focalizzazione sul processo CMMI come modello per il miglioramento dei processi Struttura del modello CMMI Aree di processo Riferimenti

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

Quality gate. Sono eventi programmati regolarmente e condotti seguendo una procedura standard

Quality gate. Sono eventi programmati regolarmente e condotti seguendo una procedura standard Quality gate Nei punti chiave del processo di sviluppo del software, viene integrato un insieme di quality gate per monitorare la qualità del prodotto intermedio prima che quest ultimo possa passare al

Dettagli

PMBOK Guide 3 rd Edition 2004

PMBOK Guide 3 rd Edition 2004 PMBOK Guide 3 rd Edition 2004 Un modello di riferimento per la gestione progetti a cura di Tiziano Villa, PMP febbraio 2006 PMI, PMP, CAPM, PMBOK, PgMP SM, OPM3 are either marks or registered marks of

Dettagli

Il Capability Maturity Model CMM. Il Capability Maturity Model. Il concetto di maturità (2) Il concetto di capability. Rapporti tra i livelli

Il Capability Maturity Model CMM. Il Capability Maturity Model. Il concetto di maturità (2) Il concetto di capability. Rapporti tra i livelli Il Capability Maturity Model Il Capability Maturity Model CMM Il SW-CMM (SW - Capability Maturity Model) definisce un modello dei processi di sviluppo del software e un insieme di regole per il loro miglioramento.

Dettagli

Osservatorio P 3 MO. Il PMO come strumento di diffusione ed enforcement della cultura di Project Management

Osservatorio P 3 MO. Il PMO come strumento di diffusione ed enforcement della cultura di Project Management 10-dic-2008 Osservatorio P 3 MO Il PMO come strumento di diffusione ed enforcement della cultura di Project Management Oscar Pepino Consigliere Esecutivo Reply S.p.A. 2 Sommario Gruppo Reply - scenario

Dettagli

1 - Ambito di applicazione del Project Management in banca

1 - Ambito di applicazione del Project Management in banca Creating Your Future PROJECT MANAGEMENT IN BANCA La governance dell innovazione in banca 1 Ambito di applicazione 2 Attività formativa 3 Competenze 4 Project Management Framework 1 - Ambito di applicazione

Dettagli

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Nuovi standard PMI, certificazioni professionali e non solo Milano, 20 marzo 2009 PMI Organizational Project Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Andrea Caccamese, PMP Prince2 Practitioner

Dettagli

Breve introduzione al modello CMMI

Breve introduzione al modello CMMI Breve introduzione al modello CMMI Dott. Jacopo Baldi email: jacopo@jacopobaldi.it Dott. Giuseppe Coppola Indice Introduzione...2 La storia...2 La costellazione CMMI...3 Approccio Continuo vs Scalare...3

Dettagli

Certificazioni di Project Management a confronto. a cura di Tiziano Villa, PMP marzo 2006

Certificazioni di Project Management a confronto. a cura di Tiziano Villa, PMP marzo 2006 Certificazioni di Project Management a confronto a cura di Tiziano Villa, PMP marzo 2006 Indice del documento 1 Le Organizzazioni internazionali di Project Management pag. 2 2 Gli Standard internazionali

Dettagli

Insegnamento di Gestione e Organizzazione dei Progetti A.A. 2008/9

Insegnamento di Gestione e Organizzazione dei Progetti A.A. 2008/9 Insegnamento di Gestione e Organizzazione dei Progetti A.A. 2008/9 Lezione 12: Metodologie: controllo qualità P.M. Fase 3-4: tracking di progetto, introduzione Prof.ssa R. Folgieri email: folgieri@dico.unimi.it

Dettagli

I nuovi standard PMI Milano, 25 gennaio 2013 PMI Project Management Standard, PMBOK Fifth Edition 2012

I nuovi standard PMI Milano, 25 gennaio 2013 PMI Project Management Standard, PMBOK Fifth Edition 2012 I nuovi standard PMI Milano, 25 gennaio 2013 PMI Project Management Standard, PMBOK Fifth Edition 2012 Andrea Caccamese, PMP Prince2 Practitioner, ITIL V3 Foundation Indice PMI - A Guide to the Project

Dettagli

REALIZZARE IL PMO. Anna Maria Caccia - Matteo Coscia Milano, 15 Ottobre 2009

REALIZZARE IL PMO. Anna Maria Caccia - Matteo Coscia Milano, 15 Ottobre 2009 Il PMO come soluzione di business Linee guida per la realizzazione e il miglioramento continuo di un PMO aziendale REALIZZARE IL PMO Anna Maria Caccia - Matteo Coscia Milano, 15 Ottobre 2009 PMI-NIC -

Dettagli

Project Management e Business Analysis: the dynamic duo. Firenze, 25 Maggio 2011

Project Management e Business Analysis: the dynamic duo. Firenze, 25 Maggio 2011 Project Management e Business Analysis: the dynamic duo Firenze, 25 Maggio 2011 Grazie! Firenze, 25 Maggio 2011 Ing. Michele Maritato, MBA, PMP, CBAP 2 E un grazie particolare a www.sanmarcoinformatica.it

Dettagli

Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008

Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Gli standard di PMI Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 Maria Cristina Barbero, PMP Vice Presidente Tesoriere PMI Northern Italy Chapter Contenuti

Dettagli

Sistemi elettronici per la sicurezza dei veicoli: presente e futuro. Il ruolo della norma ISO 26262 per la Sicurezza Funzionale

Sistemi elettronici per la sicurezza dei veicoli: presente e futuro. Il ruolo della norma ISO 26262 per la Sicurezza Funzionale 18 aprile 2012 Il punto di vista dell OEM sulla norma ISO 26262 per la Sicurezza Funzionale dei veicoli: la sfida dell integrazione nei processi aziendali Marco Bellotti Functional Safety Manager Contenuti

Dettagli

PMI Project Management Standard, PMBOK Fourth Edition 2008

PMI Project Management Standard, PMBOK Fourth Edition 2008 Nuovi standard PMI, certificazioni professionali e non solo Milano, 20 marzo 2009 PMI Project Management Standard, PMBOK Fourth Edition 2008 Andrea Caccamese, PMP Prince2 Practitioner - Responsabile Area

Dettagli

Pubblicazioni COBIT 5

Pubblicazioni COBIT 5 Pubblicazioni COBIT 5 Marco Salvato CISA, CISM, CGEIT, CRISC, COBIT 5 Foundation, COBIT 5 Trainer 1 SPONSOR DELL EVENTO SPONSOR DI ISACA VENICE CHAPTER CON IL PATROCINIO DI 2 La famiglia COBIT 5 3 Aprile

Dettagli

Lo sviluppo di Sistemi di Gestione per la Qualità nelle aziende software con l'utilizzo delle norme ISO/IEC

Lo sviluppo di Sistemi di Gestione per la Qualità nelle aziende software con l'utilizzo delle norme ISO/IEC UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BARI DIPARTIMENTO DI INFORMATICA Lo sviluppo di Sistemi di Gestione per la Qualità nelle aziende software con l'utilizzo delle norme ISO/IEC Docente : Antonio Coletta Via Monopoli

Dettagli

Creating Your Future. Linee guida

Creating Your Future. Linee guida Creating Your Future IL CICLO DEL PERFORMANCE MANAGEMENT Un approccio sistematico Linee guida Il focus si sta spostando dal personale inteso come un costo al personale come fonte di valore 35% 30% 25%

Dettagli

ESI International. Project Management & Business Analysis Solutions. www.esi-italy.it

ESI International. Project Management & Business Analysis Solutions. www.esi-italy.it ESI International Project Management & Business Analysis Solutions www.esi-italy.it Chi siamo Leader globali nei servizi di PERFORMANCE IMPROVEMENT in: Project Management Business Analysis Agile Project

Dettagli

Marco Salvato, KPMG. AIEA Verona 25.11.2005

Marco Salvato, KPMG. AIEA Verona 25.11.2005 Information Systems Governance e analisi dei rischi con ITIL e COBIT Marco Salvato, KPMG Sessione di studio AIEA, Verona 25 Novembre 2005 1 Information Systems Governance L'Information Systems Governance

Dettagli

LINEE GUIDA PER IL "TAILORING DELLE NORME ECSS

LINEE GUIDA PER IL TAILORING DELLE NORME ECSS Pagina: 1 di 16 UNITA / NOME FIRMA DATA PREPARATO QTA Rita Carpentiero/Silvia Natalucci VERIFICATO APPROVATO QTA Rita Carpentiero QTA Benedetto Procacci FIRME E DATE DEPOSITATE PRESSO L ARCHIVIO CENTRALE

Dettagli

Classificazione Nuovo Esame PMP

Classificazione Nuovo Esame PMP Notizie sul nuovo esame PMP a partire dal Agosto 0 Classificazione Nuovo Esame PMP Questo è il link al documento del PMI: Crosswalk Between Current and New PMP Classifications del PMI Di seguito trovi

Dettagli

Gestione e Miglioramento dei Processi di Produzione del Software

Gestione e Miglioramento dei Processi di Produzione del Software Gestione e Miglioramento dei Processi di Produzione del Software Ingegneria del Software 2 Processo Software 1 Riferimenti Sommerville, Capitolo 28 Dennis M. Ahern, Aaron Clouse, and Richard Turner, CMMI

Dettagli

L integrazione della ISO 26262 con le metodologie Agili

L integrazione della ISO 26262 con le metodologie Agili L integrazione della ISO 26262 con le metodologie Agili 11 Workshop on Automotive Software & Systems Milano, 7 Novembre 2013 Ernesto Viale Agenda Overview AIDA Model AIDA for Agile L integrazione della

Dettagli

Il controllo di progetto come strumento di IT Governance

Il controllo di progetto come strumento di IT Governance Il controllo di progetto come strumento di IT Governance ing. Giorgio Beghini 20 febbraio 2003 - Vicenza OST Organizzazione Sistemi Tecnologie Via T. Aspetti, 157-35134 Padova tel: 049-60 90 78 fax:049-88

Dettagli

Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria GESTIONE DEI SISTEMI ICT. Paolo Salvaneschi A9_1 V1.3. Misura

Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria GESTIONE DEI SISTEMI ICT. Paolo Salvaneschi A9_1 V1.3. Misura Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria GESTIONE DEI SISTEMI ICT Paolo Salvaneschi A9_1 V1.3 Misura Il contenuto del documento è liberamente utilizzabile dagli studenti, per studio personale e per

Dettagli

Auditorium dell'assessorato Regionale Territorio e Ambiente

Auditorium dell'assessorato Regionale Territorio e Ambiente Auditorium dell'assessorato Regionale Territorio e Ambiente Università degli Studi di Palermo Prof. Gianfranco Rizzo Energy Manager dell Ateneo di Palermo Plan Do Check Act (PDCA) process. This cyclic

Dettagli

Professional: Management and Improvement of IT Service Management processes according to ISO/IEC 20000 (IS20PMI.IT)

Professional: Management and Improvement of IT Service Management processes according to ISO/IEC 20000 (IS20PMI.IT) Exam requirements Professional: Management and Improvement of IT Service Management processes according to ISO/IEC 20000 (IS20PMI.IT) Data di pubblicazione 01-12-2009 Data di inizio 01-12-2008 Esame Destinatari

Dettagli

Metodologie di progettazione

Metodologie di progettazione Metodologie di progettazione 1 Metodologie di progettazione Una procedura per progettare un sistema Il flusso di progettazione può essere parzialmente o totalmente automatizzato. Un insieme di tool possono

Dettagli

IL BS7799 ALCUNI CONCETTI FONDAMENTALI. Relatore: Ing. Marcello Mistre, CISA marcello.mistre@sistinf.it BS 7799. Sistemi Informativi S.p.A.

IL BS7799 ALCUNI CONCETTI FONDAMENTALI. Relatore: Ing. Marcello Mistre, CISA marcello.mistre@sistinf.it BS 7799. Sistemi Informativi S.p.A. IL BS7799 Relatore: Ing. Marcello Mistre, CISA marcello.mistre@sistinf.it Sistemi Informativi S.p.A. ALCUNI CONCETTI FONDAMENTALI Sistemi Informativi S.p.A. 2 ATTIVITA DELLA SECURITY STUDIO, SVILUPPO ED

Dettagli

Il software nel settore aerospaziale: indicazioni per la certificazione

Il software nel settore aerospaziale: indicazioni per la certificazione Il software nel settore aerospaziale: indicazioni per la certificazione 1 AGENDA Criticità del software nel settore aerospaziale Standard di riferimento esistenti e loro similitudini/differenze (panoramica

Dettagli

Gestione delle risorse umane di progetto

Gestione delle risorse umane di progetto Gestione delle risorse umane di progetto Alessandro Pigna, PMP Dalla Guida al PMBOK 2000 Edizione 2000 9.1 Organizational Planning 9.2 Staff Acquisition 9.3 Team Development Terza edizione 9.1 Pianificazione

Dettagli

Learning session: costruiamo insieme un modello per una campagna di marketing

Learning session: costruiamo insieme un modello per una campagna di marketing Learning session: costruiamo insieme un modello per una campagna di marketing Roberto Butinar Cristiano Dal Farra Danilo Selva 1 Agenda Panoramica sulla metodologia CRISP-DM (CRoss-Industry Standard Process

Dettagli

Tanta fatica solo per un bollino ne vale davvero la pena?

Tanta fatica solo per un bollino ne vale davvero la pena? Tanta fatica solo per un bollino ne vale davvero la pena? Relatori: Paolo SFERLAZZA Alberto PERRONE Relatori Paolo Sferlazza Security Advisor CISA,LA27001,LA22301,OPST, COBIT 5, ITIL,LA9001,ISFS, ITSM,ISMA

Dettagli

Approcci agili per affrontare la sfida della complessità

Approcci agili per affrontare la sfida della complessità Approcci agili per affrontare la sfida della complessità Firenze, 6 marzo 2013 Consiglio Regionale della Toscana Evento organizzato dal Branch Toscana-Umbria del PMI NIC Walter Ginevri, PMP, PgMP, PMI-ACP

Dettagli

Vito Madaio, PMP, TSPM

Vito Madaio, PMP, TSPM Il Valore della Certificazione CAPM Certified Associate in Project Management per gli Studenti di tutte le Università Italiane Vito Madaio, PMP, TSPM Argomenti Il Gruppo TenStep Certificazioni PMI La Certificazione

Dettagli

Perché siamo qui? È un occasione per riflettere sullo stato della nostra professione

Perché siamo qui? È un occasione per riflettere sullo stato della nostra professione Perché siamo qui? È un occasione per riflettere sullo stato della nostra professione La terza edizione del PMBOK Fotografia dello stato dell arte (260 fotografi + 11) La versione italiana diventa un valido

Dettagli

Ingegneria del Software Testing. Corso di Ingegneria del Software Anno Accademico 2012/2013

Ingegneria del Software Testing. Corso di Ingegneria del Software Anno Accademico 2012/2013 Ingegneria del Software Testing Corso di Ingegneria del Software Anno Accademico 2012/2013 1 Definizione IEEE Software testing is the process of analyzing a software item to detect the differences between

Dettagli

SCD IS. Processi software. Processi Software. UniPD - 2009 - Ingegneria del Software mod. A 1. Definizioni. Modelli di ciclo di vita

SCD IS. Processi software. Processi Software. UniPD - 2009 - Ingegneria del Software mod. A 1. Definizioni. Modelli di ciclo di vita Processi software Anno accademico 2009/10 Ingegneria del mod. A Tullio Vardanega, tullio.vardanega@math.unipd.it SCD IS Definizioni Ciclo di vita Copre l evoluzione di un prodotto dal concepimento al ritiro

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

ValIT e Project Management: le indicazioni di ValIT per ripensare il governo di progetti e portfoli in Azienda

ValIT e Project Management: le indicazioni di ValIT per ripensare il governo di progetti e portfoli in Azienda IT Governance, Outsourcing e Porfolio/Project Management ValIT e Project Management: le indicazioni di ValIT per ripensare il governo di progetti e portfoli in Azienda Manno, Mercoledì, 21 Gennaio 2009

Dettagli

I fattori condizionanti il progetto. Tempo. Norme. Progetto. Tecnologie. Costi. P3 Poliedra Progetti in Partenariato

I fattori condizionanti il progetto. Tempo. Norme. Progetto. Tecnologie. Costi. P3 Poliedra Progetti in Partenariato I fattori condizionanti il progetto Tempo Norme Progetto Costi Tecnologie Alcune definizioni.. Programma Gruppo di progetti gestiti in modo coordinato per ottenere benefici non ottenibili in caso di gestione

Dettagli

4th International Conference in Software Engineering for Defence Applications SEDA 2015

4th International Conference in Software Engineering for Defence Applications SEDA 2015 me Ho CALL FOR PAPERS: 4th International Conference in Software Engineering for Defence Applications SEDA 2015 Software Engineering aims at modeling, managing and implementing software development products

Dettagli

Sistemi elettronici per la sicurezza dei veicoli: presente e futuro. Il ruolo della norma ISO 26262 per la Sicurezza Funzionale

Sistemi elettronici per la sicurezza dei veicoli: presente e futuro. Il ruolo della norma ISO 26262 per la Sicurezza Funzionale 18 aprile 2012 Functional Safety Assessment e strumenti di supporto ai requisiti della norma ISO 26262 Carlo La Torre 4S Group - Management Systems & Functional Safety Senior Expert Renato Librino 4S Group

Dettagli

L IT Risk Management e le strategie di business

L IT Risk Management e le strategie di business L IT Risk Management e le strategie di business Lugano, 16 Gennaio Agenda Protiviti Enterprise Risk Management IT Risk Management Case study 2 Chi siamo Protiviti è una società di consulenza indipendente

Dettagli

Organizational Project Management Maturity Model

Organizational Project Management Maturity Model Organizational Project Management Maturity Model OPM3 Modello e Applicazioni L esperienza di OPM3 in Bull Italia Franco Morello, PMP Incontro PMI-NIC 8 ottobre 2004 La missione del Gruppo Bull La missione

Dettagli

Nuovi standard PMI, certificazioni professionali e non solo Milano, 20 marzo 2009 PMI Program & Portfolio Management Standard, Second edition 2008

Nuovi standard PMI, certificazioni professionali e non solo Milano, 20 marzo 2009 PMI Program & Portfolio Management Standard, Second edition 2008 Nuovi standard PMI, certificazioni professionali e non solo Milano, 20 marzo 2009 PMI Program & Portfolio Management Standard, Second edition 2008 Tiziano Villa, PMP CMC - partner The Project Management

Dettagli

Qualification Program in IT Service Management according to ISO/IEC 20000. Cesare Gallotti Milano, 23 gennaio 2009

Qualification Program in IT Service Management according to ISO/IEC 20000. Cesare Gallotti Milano, 23 gennaio 2009 Qualification Program in IT Service Management according to ISO/IEC 20000 Cesare Gallotti Milano, 23 gennaio 2009 1 Agenda Presentazione Le norme della serie ISO/IEC 20000 L IT Service Management secondo

Dettagli

Competence Center di Project Management

Competence Center di Project Management Competence Center di Project Management Evento PMI-NIC 2006 PMO: Esperienze a confronto Relatore: Maria Cristina Barbero, PMP Milano 05 Maggio 2006 Premessa e motivazioni Motivi della nostra partecipazione

Dettagli

Come valutare la maturità del proprio modello di sviluppo del software

Come valutare la maturità del proprio modello di sviluppo del software Come valutare la maturità del proprio modello di sviluppo del software Matteo Meucci Chair OWASP Day per la PA Roma 9, Novembre 2010 Copyright 2010 - The OWASP Foundation Permission is granted to copy,

Dettagli

Earned Value la ricerca del Graal

Earned Value la ricerca del Graal Earned Value la ricerca del Graal Dott. Paolo La Rocca PMP October 26 th, 2012 Prof. Alberto Bettanti 1 Introduzione Questa presentazione non è un corso introduttivo al Project Management. Ci concentreremo

Dettagli

Ingegneria del Software

Ingegneria del Software Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria INGEGNERIA DEL SOFTWARE Paolo Salvaneschi A1_1 V2.2 Ingegneria del Software Il contesto industriale del software Il contenuto del documento è liberamente utilizzabile

Dettagli

PMBOK Guide 5th Edition (2012) vs PMBOK Guide 4th Edition (2008)

PMBOK Guide 5th Edition (2012) vs PMBOK Guide 4th Edition (2008) Paolo Mazzoni 2013. E' ammessa la riproduzione per scopi di ricerca e didattici se viene citata la fonte completa nella seguente formula: "di Paolo Mazzoni, www.paolomazzoni.it, (c) 2013". Non sono ammesse

Dettagli

La struttura della ISO 26000. Antonio Astone 26 giugno 2007

La struttura della ISO 26000. Antonio Astone 26 giugno 2007 La struttura della ISO 26000 Antonio Astone 26 giugno 2007 Description of operational principles (1/2) Operational principles guide how organizations act. They include: Accountability an organization should

Dettagli

LA NUOVA ISO 9001:2015

LA NUOVA ISO 9001:2015 Aspettative e confronto con la versione 2008 Vincenzo Paolo Maria Rialdi Lead Auditor IRCA Amministratore Delegato e Direttore Tecnico Vevy Europe S.p.A. 2/9 BREVE STORIA DELLA NORMA ISO 9000 standard

Dettagli

We take care of your buildings

We take care of your buildings We take care of your buildings Che cos è il Building Management Il Building Management è una disciplina di derivazione anglosassone, che individua un edificio come un entità che necessita di un insieme

Dettagli

Le competenze richieste dal mercato per la conduzione dei progetti ICT

Le competenze richieste dal mercato per la conduzione dei progetti ICT GRUPPO TELECOM ITALIA Ministero dello Sviluppo Economico Scuola Superiore di Specializzazione in Telecomunicazioni Roma, 26 gennaio 2016 Le competenze richieste dal mercato per la conduzione dei progetti

Dettagli

Testi del Syllabus. Docente FERRETTI MARCO Matricola: 006288

Testi del Syllabus. Docente FERRETTI MARCO Matricola: 006288 Testi del Syllabus Docente FERRETTI MARCO Matricola: 006288 Anno offerta: Insegnamento: Corso di studio: Anno regolamento: 2014 CFU: Settore: Tipo attività: 2014/2015 1005960 - PROGRAMMAZIONE, CONTROLLO

Dettagli

Nuovo Esame PMP dal 2 Novembre 2015. Vito Madaio, PMP, TSPM

Nuovo Esame PMP dal 2 Novembre 2015. Vito Madaio, PMP, TSPM Nuovo Esame PMP dal 2 Novembre 2015 Vito Madaio, PMP, TSPM Cosa significa L Esame PMP Cambia nel 2015 Uno studio recente introduce un aggiornamento sul ruolo del Project Manager certificato PMP. Dopo una

Dettagli

Modelli di Processo. www.vincenzocalabro.it

Modelli di Processo. www.vincenzocalabro.it Modelli di Processo Il Modello del Processo Il modello del processo stabilisce i principi di base su cui si fonda lo sviluppo del software (e a cui è dovuto il successo o l insuccesso) Non esiste un unico

Dettagli

Qualità del processo. Qualità del processo. Modello concettuale di processo. Dal prodotto al processo. Qualità di processo

Qualità del processo. Qualità del processo. Modello concettuale di processo. Dal prodotto al processo. Qualità di processo Modello concettuale di processo Qualità del processo Obiettivi ontrollo Vincoli Misurazione Regole e decisioni Ingegneria del Software Bisogni rocesso rodotti V. Ambriola, G.A. ignoni,. Montangero,. Semini

Dettagli

Eco-REFITec: Seminary and Training course

Eco-REFITec: Seminary and Training course Eco-REFITec: Seminary and Training course About Eco-REFITec: Eco-REFITEC is a research project funded by the European Commission under the 7 th framework Program; that intends to support repair shipyards

Dettagli

Echi da Amsterdam. Titolo: Sintesi presentazioni Metodologia Agile. Sintesi del Leadership Meeting e dell EMEA Congress 2009. Relatore: Bruna Bergami

Echi da Amsterdam. Titolo: Sintesi presentazioni Metodologia Agile. Sintesi del Leadership Meeting e dell EMEA Congress 2009. Relatore: Bruna Bergami Echi da Amsterdam Sintesi del Leadership Meeting e dell EMEA Congress 2009 Titolo: Sintesi presentazioni Metodologia Agile Relatore: Bruna Bergami PMI NIC - Tutti i diritti riservati Milano, 19 Giugno

Dettagli

ISO 9001:2015. Ing. Massimo Tuccoli. Genova, 27 Febbraio 2015

ISO 9001:2015. Ing. Massimo Tuccoli. Genova, 27 Febbraio 2015 ISO 9001:2015. Cosa cambia? Innovazioni e modifiche Ing. Massimo Tuccoli Genova, 27 Febbraio 2015 1 Il percorso di aggiornamento Le principali novità 2 1987 1994 2000 2008 2015 Dalla prima edizione all

Dettagli

UNICA nasce dal desiderio di vedere la sicurezza come valore nella vita di ognuno e come condizione necessaria per una realtà lavorativa sana e di

UNICA nasce dal desiderio di vedere la sicurezza come valore nella vita di ognuno e come condizione necessaria per una realtà lavorativa sana e di UNICA nasce dal desiderio di vedere la sicurezza come valore nella vita di ognuno e come condizione necessaria per una realtà lavorativa sana e di successo. Non solo come risposta ad un adempimento di

Dettagli

La governance dei Servizi IT con COBIT, ITIL e ISO/IEC 20000

La governance dei Servizi IT con COBIT, ITIL e ISO/IEC 20000 La governance dei Servizi IT con COBIT, ITIL e ISO/IEC 20000 Autore: Maxime Sottini Consigliere itsmf Italia itsmf International IQC Officer CEO icons Innovative Consulting S.r.l. COBIT è un marchio registrato

Dettagli

IT e FRAUD AUDIT: un Alleanza Necessaria GRAZIELLA SPANO

IT e FRAUD AUDIT: un Alleanza Necessaria GRAZIELLA SPANO IT e FRAUD AUDIT: un Alleanza Necessaria GRAZIELLA SPANO 1 Perché l alleanza è vincente Per prevenire le frodi occorre avere un corretto controllo interno che è realizzabile anche grazie al supporto dell

Dettagli

ESPERIENZE DI ESECUZIONE DI GAP ANALYSIS E RELATIVI PIANI DI ADEGUAMENTO ALLA ISO 26262 9 Automotive Software Workshop. Ernesto Viale 1 Dicembre 2011

ESPERIENZE DI ESECUZIONE DI GAP ANALYSIS E RELATIVI PIANI DI ADEGUAMENTO ALLA ISO 26262 9 Automotive Software Workshop. Ernesto Viale 1 Dicembre 2011 ESPERIENZE DI ESECUZIONE DI GAP ANALYSIS E RELATIVI PIANI DI ADEGUAMENTO ALLA ISO 26262 9 Automotive Software Workshop Ernesto Viale 1 Dicembre 2011 Skytechnology srl Skytechnology è una società di ingegneria,

Dettagli

Gli aspetti innovativi del Draft International Standard (DIS) ISO 9001:2015

Gli aspetti innovativi del Draft International Standard (DIS) ISO 9001:2015 Gli aspetti innovativi del Draft International Standard (DIS) ISO 9001:2015 I requisiti per la gestione del rischio presenti nel DIS della nuova ISO 9001:2015 Alessandra Peverini Perugia 9/09/2014 ISO

Dettagli

N 1 alla versione bilingue (italiano-inglese) NORMA UNI EN ISO 9001 (novembre 2008) Sistemi di gestione per la qualità - Requisiti.

N 1 alla versione bilingue (italiano-inglese) NORMA UNI EN ISO 9001 (novembre 2008) Sistemi di gestione per la qualità - Requisiti. ERRATA CORRIGE N 1 alla versione bilingue (italiano-inglese) DEL 31 luglio 2009 NORMA UNI EN ISO 9001 (novembre 2008) TITOLO Sistemi di gestione per la qualità - Requisiti Punto della norma Pagina Oggetto

Dettagli

Corso di Ingegneria del Software. Software Project Management

Corso di Ingegneria del Software. Software Project Management Software Project Management Software Project Planning The overall goal of project planning is to establish a pragmatic strategy for controlling, tracking, and monitoring a complex technical project. Why?

Dettagli

ACCREDIA L ENTE ITALIANO DI ACCREDITAMENTO

ACCREDIA L ENTE ITALIANO DI ACCREDITAMENTO ACCREDIA L ENTE ITALIANO DI ACCREDITAMENTO ACCREDIA 14 Settembre 2012 Emanuele Riva Coordinatore dell Ufficio Tecnico 1-29 14 Settembre 2012 Identificazione delle Aree tecniche Documento IAF 4. Technical

Dettagli

Implementazione e gestione del transitorio nell introduzione di un sistema ERP: il caso Power-One - Oracle

Implementazione e gestione del transitorio nell introduzione di un sistema ERP: il caso Power-One - Oracle FACOLTÀ DI INGEGNERIA RELAZIONE PER IL CONSEGUIMENTO DELLA LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA GESTIONALE Implementazione e gestione del transitorio nell introduzione di un sistema ERP: il caso Power-One

Dettagli

Project(s) Management PMO 3. Paolo Lubrano, PMP lubrano@fbk.eu May 21 st, 2014

Project(s) Management PMO 3. Paolo Lubrano, PMP lubrano@fbk.eu May 21 st, 2014 Project(s) Management PMO 3 Paolo Lubrano, PMP lubrano@fbk.eu May 21 st, 2014 Agenda Progetti complessi Kanban PMO Project Management Office Attività di progetto (traditional) Initiate Project Charter

Dettagli

Project Management & Innovazione

Project Management & Innovazione Project Management & Innovazione Milano, 24 ottobre 2006 Antonio Bassi, PMP antonio.bassi@pmi-nic.org www.pmi-nic.org Agenda Il progetto La ricerca L evoluzione Il libro e poi Ambito e missione del progetto

Dettagli

La serie di Norme ISO 10000

La serie di Norme ISO 10000 La serie di Norme ISO 10000 Giovanni Mattana Giugno 2010 2 PERCHÉ UNA NUOVA ATTENZIONE ALLA SERIE DI NORME ISO 10000? La Norma Iso EN UNI 9001:2008, in vari punti specifici, ora rimanda alle norme della

Dettagli

La Governance come strumento di valorizzazione dell'it verso il business

La Governance come strumento di valorizzazione dell'it verso il business La Governance come strumento di valorizzazione dell'it verso il business Livio Selvini HP IT Governance Senior Consultant Vicenza, 24 novembre Hewlett-Packard Development Company, L.P. The information

Dettagli

I profili professionali EUCIP per le architetture Service Oriented

I profili professionali EUCIP per le architetture Service Oriented Sede AICA Liguria Competenze Professionali per l Innovazione Digitale Le competenze per la SOA-Service Oriented Architecture I profili professionali EUCIP per le architetture Service Oriented Roberto Ferreri

Dettagli

U.S.R Campania Polo Qualità di Napoli e PMI SIC. insieme. Project Management Skills for Life

U.S.R Campania Polo Qualità di Napoli e PMI SIC. insieme. Project Management Skills for Life U.S.R Campania Polo Qualità di Napoli e PMI SIC insieme Project Management Skills for Life Novembre 2014 www.pmi-sic.org 1 Finalità dell iniziativa fornire agli studenti, meritevoli delle IV e V classi

Dettagli

Misura delle performance dei processi con le metriche suggerite da COBIT e ITIL

Misura delle performance dei processi con le metriche suggerite da COBIT e ITIL Al servizio dei professionisti dell IT Governance Capitolo di Milano Misura delle performance dei processi con le metriche suggerite da COBIT e ITIL Valter Tozzini - ItSMF Italia Paola Belforte - ItSMF

Dettagli

International Organization for Standardization. International Organization for Standardization. www.iso.org

International Organization for Standardization. International Organization for Standardization. www.iso.org International Organization for Standardization www.iso.org 1 Sistemi di Gestione della Qualità: il Modello ISO Daniele Gerundino Strategic Adviser to the Secretary-General Perugia, La qualità negli atenei

Dettagli

Ingegneria del Software

Ingegneria del Software Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria INGEGNERIA DEL SOFTWARE Paolo Salvaneschi A1_3 V2.4 Ingegneria del Software Il corpus di conoscenze Il contenuto del documento è liberamente utilizzabile dagli

Dettagli

PMI Project Management Institute

PMI Project Management Institute Firenze 31 Maggio 2012 Donatella Calderini Direttore PMI-NIC Branch Toscana ed Umbria Branch Toscana ed Umbria PMI Project Management Institute 1 Sito www.pmi.org E riconosciuto a livello internazionale

Dettagli

Introduzione a COBIT 5 for Assurance

Introduzione a COBIT 5 for Assurance Introduzione a COBIT 5 for Assurance Andrea Pontoni 1 SPONSOR DELL EVENTO SPONSOR DI ISACA VENICE CHAPTER CON IL PATROCINIO DI 2 Agenda Obiettivi Assurance Definizione Drivers dell Assurance Vantaggi di

Dettagli

GIOVEDI 12 LUGLIO 2012 - ORE 18.00

GIOVEDI 12 LUGLIO 2012 - ORE 18.00 ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI TORINO Via Giovanni Giolitti, 1 10123 Torino Tel. 011.562.24.68 Fax 011.562.13.96 ordine.ingegneri@ording.torino.it - ordine.torino@ingpec.eu - www.ording.torino.it

Dettagli

Echi dal PMI Global Congress Europe 2004. Area of focus SMP. Mean Small Management. Marco Valioni, PMP. Project Manager, Intesa Sistemi e Servizi

Echi dal PMI Global Congress Europe 2004. Area of focus SMP. Mean Small Management. Marco Valioni, PMP. Project Manager, Intesa Sistemi e Servizi Echi dal PMI Global Congress Europe 2004 Area of focus SMP Small Projects Do Not Always Mean Small Management Marco Valioni, PMP Project Manager, Intesa Sistemi e Servizi Outline area of focus SMP Nella

Dettagli

La Certificazione ELA in Italia con AILOG

La Certificazione ELA in Italia con AILOG La Certificazione ELA in Italia con AILOG 1 La Certificazione ELA è un attestato delle capacità professionali riconosciuto a livello europeo è basata su STANDARD DI COMPETENZA stabiliti centralmente dall

Dettagli

Practice Standard for Earned Value Management. Padova, 27 maggio 2005

Practice Standard for Earned Value Management. Padova, 27 maggio 2005 Practice Standard for Earned Value Management Padova, 27 maggio 2005 Practice Standard for Earned Value Management Earned Value Management Maturiry Model (EVM 3 ) Ing. Stefano Setti - PMP Presentazione

Dettagli

PIRELLI ENTERPRISE RISK MANAGEMENT turn risk into a choice

PIRELLI ENTERPRISE RISK MANAGEMENT turn risk into a choice PIRELLI ENTERPRISE RISK MANAGEMENT turn risk into a choice OUR PHILOSOPHY PIRELLI ENTERPRISE RISK MANAGEMENT POLICY ERM MISSION manage risks in terms of prevention and mitigation proactively seize the

Dettagli

Il Project Management per la piccola-media impresa: aumentare l efficienza per superare la crisi. Prato, 25 Settembre 2009

Il Project Management per la piccola-media impresa: aumentare l efficienza per superare la crisi. Prato, 25 Settembre 2009 Il Project Management per la piccola-media impresa: aumentare l efficienza per superare la crisi Prato, 25 Settembre 2009 1 Programma 15:00 15:10 Benvenuto e apertura lavori 15:10 15:20 Presentazione del

Dettagli

CEPIS e-cb Italy Report. Roberto Bellini (da leggere su www.01net.it )

CEPIS e-cb Italy Report. Roberto Bellini (da leggere su www.01net.it ) CEPIS e-cb Italy Report Roberto Bellini (da leggere su www.01net.it ) Free online selfassessment tool Online services Enables the identification of competences needed for various ICT roles e-cf Competences

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

ISO/IEC 29110 Software Engineering Lifecycle Profiles for Very Small Entities (VSE)

ISO/IEC 29110 Software Engineering Lifecycle Profiles for Very Small Entities (VSE) Software Engineering Lifecycle Profiles for Very Small Entities (VSE) Relatore Ercole Colonese Roma, Agenda 14:30 14:45 Registrazione 14:45 15:00 Apertura M. Cislaghi 15:00 15:45 Tematiche emergenti e

Dettagli

Andare SOA Fra imperativo e realtà. Egidio Astesiano DISI Università di Genova

Andare SOA Fra imperativo e realtà. Egidio Astesiano DISI Università di Genova Andare SOA Fra imperativo e realtà Egidio Astesiano DISI Università di Genova L Imperativo SOA e l impresa secondo Gartner 2004 Mostra AICA per fili e per segni Andrea di Maio - Vicepresident,Gartner Europe

Dettagli

Processi di Gestione dei Sistemi ICT

Processi di Gestione dei Sistemi ICT Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria GESTIONE DEI SISTEMI ICT Paolo Salvaneschi A3_1 V1.1 Processi di Gestione dei Sistemi ICT Il contenuto del documento è liberamente utilizzabile dagli studenti,

Dettagli

Software Embedded Integration Testing. Ing. Matteo Maglio Milano, 17 Febbraio 2011

Software Embedded Integration Testing. Ing. Matteo Maglio Milano, 17 Febbraio 2011 Software Embedded Integration Testing Ing. Matteo Maglio Milano, 17 Febbraio 2011 Chi siamo Skytechnology è una società di ingegneria che opera nell area dei sistemi embedded aiutando i propri Clienti

Dettagli

ISO 50001:2011: Integrazione con ISO 14001:2004 e altri sistemi di gestione

ISO 50001:2011: Integrazione con ISO 14001:2004 e altri sistemi di gestione ISO 50001:2011: Integrazione con ISO 14001:2004 e altri sistemi di gestione Fiona Healy 29 September 2011 Det Norske Veritas DNV è una fondazione internazionale indipendente che dal 1864 opera per la salvaguardia

Dettagli

La Qualità del Software: modelli e tecniche per la valutazione - parte I

La Qualità del Software: modelli e tecniche per la valutazione - parte I La Qualità del Software: modelli e tecniche per la valutazione - parte I Giuseppe Lami I.S.T.I. C.N.R., Pisa giuseppe.lami@isti.cnr.it Scaletta La qualità e il software software quality e quality software

Dettagli