CONFIMI. Rassegna Stampa del 24/01/2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CONFIMI. Rassegna Stampa del 24/01/2014"

Transcript

1 CONFIMI Rassegna Stampa del 24/01/2014 La proprietà intellettuale degli articoli è delle fonti (quotidiani o altro) specificate all'inizio degli stessi; ogni riproduzione totale o parziale del loro contenuto per fini che esulano da un utilizzo di Rassegna Stampa è compiuta sotto la responsabilità di chi la esegue; MIMESI s.r.l. declina ogni responsabilità derivante da un uso improprio dello strumento o comunque non conforme a quanto specificato nei contratti di adesione al servizio.

2 INDICE CONFIMI 24/01/2014 QN - La Nazione - Umbria Confimi Impresa 'Spazio all'indotto' 24/01/2014 Gazzetta di Modena - Nazionale Striscia, aiuti e il Secchia che diventa Sarno 24/01/2014 La Voce di Romagna - Ravenna Da Cmc incentivi allo studio Confimi a colloquio col Prefetto Poste a sostegno delle imprese 24/01/2014 La Voce di Mantova L'Imu: una tassa da pagare 4 volte 24/01/2014 Prima Pagina - Modena «Subito attivi per gli associati, ma servono provvedimenti» CONFIMI WEB 23/01/2014 gazzettadimodena.gelocal.it 19:11 La prima "vittima": Af Frigoclima 23/01/ :03 Apmi Confimi Modena si mobilita per le imprese alluvionate 23/01/ :47 Confimi Bergamo, uniti per assumere 23/01/ :03 Apmi Confimi Modena si mobilita per le imprese alluvionate 23/01/ :19 Apmi Confimi Modena si mobilita per le imprese alluvionate 23/01/ :03 Apmi Confimi Modena si mobilita per le imprese alluvionate 23/01/ :03 Apmi Confimi Modena si mobilita per le imprese alluvionate 23/01/ :03 Apmi Confimi Modena si mobilita per le imprese alluvionate

3 SCENARIO ECONOMIA 24/01/2014 Corriere della Sera - Nazionale Saccomanni: l'italia torna a crescere Quest'anno il Pil salirà intorno all'1% 24/01/2014 Corriere della Sera - Nazionale I contratti a termine sono sette su dieci Bene l'aspi, arretra l'apprendistato 24/01/2014 Corriere della Sera - Nazionale Fare impresa è una vocazione Salverà il mondo dalla povertà 24/01/2014 Il Sole 24 Ore Perché Berlino deve correggere l'eccesso di export 24/01/2014 Il Sole 24 Ore L'operazione-Paese e le lezioni europee 24/01/2014 Il Sole 24 Ore La «legge di Draghi» sull'evoluzione bancaria 24/01/2014 La Repubblica - Nazionale Gli economisti a Davos "Italia fuori dalla crisi solo con la stabilità" 24/01/2014 La Repubblica - Nazionale Evasione sul 3% del Pil italiano oltre 50 miliardi sottratti al fisco 24/01/2014 La Repubblica - Nazionale Tamburi: "I sindaci vendano le municipalizzate" 24/01/2014 La Repubblica - Nazionale LIBERIAMOCI DAL PIL 24/01/2014 La Stampa - Nazionale Saccomanni: nel 2014 cresceremo dell'1% 24/01/2014 La Stampa - Nazionale Privatizzazioni e caccia ai capitali, il governo accelera 24/01/2014 La Stampa - Nazionale Patrimoni all'estero, multe ridotte per chi si autodenuncia all'erario 24/01/2014 Il Messaggero - Nazionale Al via la privatizzazione del 40% di Poste il Tesoro può incassare fino a 8 miliardi 24/01/2014 Il Messaggero - Nazionale Draghi: «Gli istituti deboli dovranno chiudere» 24/01/2014 Il Giornale - Nazionale Ora Patuano vuole tenersi il Brasile e la rete Telecom

4 24/01/2014 MF - Nazionale Tobin tax, un tipico esempio di cosa non andrebbe mai fatto in materia fiscale 24/01/2014 MF - Nazionale Da un governo pasticcione il caos Imu e Tares 24/01/2014 Il Mondo L'economista Francesco e la guerra alla povertà 24/01/2014 Il Mondo Gli Usa accelerano, l'europa è in affanno 24/01/2014 L'Espresso precari di famiglia 24/01/2014 L'Espresso Pericolo DEFLAZIONE 24/01/2014 L'Espresso DATEMI UN MEZZO vi muoverò il mondo SCENARIO PMI 24/01/2014 Corriere della Sera - Bergamo Costruzioni «Alcuni settori rischiano di sparire» 24/01/2014 Avvenire - Nazionale Lavoro e opportunità per donne e stranieri «Così le cooperative hanno resistito alla crisi» 24/01/2014 Libero - Nazionale L'uomo conta sempre meno Il digitale cancella 4 lavori su 10 24/01/2014 Il Foglio Al lavoro sul lavoro/2 24/01/2014 MF - Nazionale Ecco gli italiani che sfondano in Uk 24/01/2014 MF - Nazionale Da Intesa una mano alle aziende

5 CONFIMI 5 articoli

6 24/01/2014 QN - La Nazione - Umbria Pag. 24 (diffusione:136993, tiratura:176177) CONFERENZA Confimi Impresa 'Spazio all'indotto' - TERNI - CONFIMI Impresa Umbria si presenta oggi, alle 11.30, nella sala consiliare di Palazzo Spada. «Gli interessi economici e sindacali delle Pmi dell'indotto industriale - afferma l'associazione - devono essere rappresentati 'ufficialmente' in tutti i tavoli istituzionali di competenza a partire dal 'tavolo della crisi d'impresa'. Confimi intende dare voce alle piccole e medie industrie dell'indotto di grandi aziende nazionali e multinazionali affermando con forza che queste imprese hanno la stessa dignità ed eguale strategicità dell'azienda principale». Riccardo Ruggeri, presidente del consorzio Terni Risorse, è entrato nel consiglio direttivo. CONFIMI - Rassegna Stampa 24/01/2014 6

7 24/01/2014 Gazzetta di Modena - Ed. nazionale Pag. 7 (diffusione:10626, tiratura:14183) Striscia, aiuti e il Secchia che diventa Sarno Brumotti arriva nella Bassa, il Bologna Fc dona acqua e soldi e la solidarietà locale è già a regime I riflettori si stanno accendendo sulla Bassa alluvionata, o meglio qualche faro illumina una laguna di silenzio. A Bastiglia e Bomporto sono arrivate le troupe Rai - si è rivisto anche Antonio Farnè, che aveva rischiato di essere travolto dalla piena a Villavara - ma l'attenzione maggiore è stata riservata a Vittorio Brumotti, inviato di "Striscia la Notizia", che ha chiacchierato a lungo con la popolazione, esibendosi in alcune acrobazie in bici nell'acqua alta. Alcuni quotidiani nazionali stanno prendendo coscienza della situazione, concentrandosi soprattutto sulle polemiche e i pochi servizi televisivi dei rotocalchi vanno a caccia di storie strappalacrime. Capita anche che qualcuno annunci l'alluvione scambiando il Secchia per il Sarno, che si trova in Campania. Vabbè. Per raccontare poi l'indifferenza che regna sovrana sulla disgrazia modenese, basta affidarsi al post di Alle Tattoo, artista di Soliera, in prima linea negli aiuti alla sua terra. «Ci ha contattato il Bologna - scrive - donandoci 5 bancali d'acqua e 5mila euro per comprare materiale per gli alluvionati: una notizia positiva. Quella sconvolgente è che loro non avevano idea della gravità della situazione, per il 98% dell'italia è solo un po' di acqua in casa...». In compenso la corsa della solidarietà locale viaggia, come sempre, a ritmi forsennati. A Sassuolo, ad esempio, l'associazione La Calzetta, con Comune e Supermercato Conad di via Bologna, organizza una raccolta di beni di prima necessità. Appuntamento per domani, dalle 8 alle 20, al market. Oggi, invece, dalle 16 alle 18, a Finale, al mercatino di Manitese, raccolta, per famiglie di Bomporto, servono: stracci, spazzoloni, secchi, sacchi grandi per pattume, compressori, idropulitrici e gruppo elettrogeno trasportabile. Va ricordato che oltre 300 volontari sono a disposizione anche dei cittadini per avviare le operazioni di pulizia e sgombero. Info alla Consulta del Volontariato ( ). Apmi Confimi si propone come hub fra imprese danneggiate e quelle disponibili a dare supporto ai colleghi. «Chiediamo - dice Giovanni Gorzanelli - la cassa integrazione cumulativa per i dipendenti. C'è anche il problema del credito: a fine mese ci saranno delle insolvenze con automatiche segnalazioni in Centrale rischi: va sollecitata Abi». (f.d.) CONFIMI - Rassegna Stampa 24/01/2014 7

8 24/01/2014 La Voce di Romagna - Ravenna Pag. 15 (diffusione:30000) Da Cmc incentivi allo studio Confimi a colloquio col Prefetto Poste a sostegno delle imprese La stretta creditizia verso le piccole e medie imprese del territorio nell'ultimo trimestre dello scorso anno e le dicoltà di accesso ai prestiti sono stati gli argomenti discussi nel corso di un incontro tra gli specialisti di PosteImpresa Ravenna, cui ha partecipato Doriano Bolletta, responsabile dell'area Centro Nord. "Per le oltre 558mila imprese che operano in Emilia Romagna - ha sottolineato il dirigente - accedere a prestiti veloci nella maggior parte dei casi è una priorità. Un'oerta arriva da Prontissimo Aari Bancoposta, prodotto che prevede finanziamenti da e euro con una durata variabile da 24 a 84 mesi". Nei giorni scorsi una delegazione di Confimi Impresa si è recata in visita al nuovo Prefetto Fulvio Della Rocca per presentare l'associazione e confrontarsi su alcuni temi di particolare rilievo per la nostra provincia. Presenti all'incontro il presidente Gianni Lusa, il vice-presidente Valeria Giacomoni, i consiglieri Rachele Morini, Renzo Righini, Giampiero Aresu e Mauro Basurto, segretario generale dell'associazione. L'incontro si è focalizzato sulla crisi e sul tema della sicurezza con le relative implicazioni di ordine pubblico. A tale riguardo gli imprenditori hanno comunque ribadito il ruolo meritorio delle forze dell'ordine. Domenica mattina, alle 10, nella sede Cmc (via Trieste 76), si rinnoverà il tradizionale appuntamento sociale della consegna degli incentivi allo studio per i figli di soci e dipendenti. Un appuntamento che Cmc mantiene da molti anni e che riguarderà quest'anno 57 ragazzi frequentanti superiori e università. L'impegno economico di Cmc è di circa euro. Ospite dell'incontro Emanuele Bassetti, docente di Sociologia della comunicazione dell'università di Bologna, che prima della consegna delle borse di studio, cui parteciperà il presidente Massimo Matteucci, terrà una breve lezione sul tema "studio ecace nell'era digitale". CONFIMI - Rassegna Stampa 24/01/2014 8

9 24/01/2014 La Voce di Mantova Pag. 9 Il direttore dell' Api Giovanni Acerbi critica la classe politica che pensa a sé stessa e non allo sviluppo L'Imu: una tassa da pagare 4 volte «In Italia le tasse sono come le scatole a sorpresa che si trovavano nelle drogherie di Paese: nessuno sa mai cosa aspettarsi. L'Imu non fa eccezione e oramai gli imprenditori sanno che se per un'imposta si utilizza una sigla è perché dietro c'è quasi sempre una fregatura» inizia con una battuta lo sfogo di Giovanni Acerbi, direttore di Apindustria Mantova. L'as sociazione torna sul tema dell'imu che in questi giorni evidenzia ancora di più l'ina deguatezza della nostra classe politica che, invece di ragionare in termini di riduzione dei costi, aumenta sempre le imposte. «Le nostre imprese purtroppo continuano a "b o c c h eg g i a r e " rincara Acerbi - nonostante la crisi che da cinque anni sta massacrando il tessuto imprenditoriale italiano e gli appelli affinché il nostro Paese si doti finalmente di un nuovo sistema fiscale moderno, semplice, chiaro, equo e sostenibile. Tutto tace e l'imu rimane una tassa ingiustificata ed esosa, soprattutto per alcune tipologie di aziende come i prefabbricatori, che hanno necessità di capannoni e spazi enormi per la loro produzione». Avere mantenuto l'imu per i fabbricati industriali è una assurdità per un governo che continua a ribadire la sua vicinanza alle imprese e poi con imposte come questa mette a grave rischio i posti di lavoro in un momento in cui salvaguardare i livelli occupazionali è sempre più difficile. «Gli imprenditori non sono contro le tasse, ma contro i prelievi forzosi e non legati alla produttività aziendale. Infatti, l'imu è una tassa che va moltiplicata per quattro continua Acerbi - infatti non solo si paga l'imposta, ma si aggiunge l'indeducibilità dell'imu ai fini reddituali, l'in deducibilità dell'imu ai fini Irap e anche ai fini Ires del valore del terreno su cui sorge lo stabile». Anche Confimi, la confederazione nazionale dell'industria manifatturiera cui aderisce Apindustria, non ha perso occasione in ogni sede istituzionale e a tutti i tavoli di confronto per evidenziare che il capannone sta all'impresa manifatturiera come l'abitazione principale sta al cittadino, con l'ag gravio che nel primo caso non si è in presenza di un bene patrimonio, bensì di uno strumento di lavoro necessario per la produzione del reddito sul quale si "abbatte" una tassazione non più sostenibile. «Mi chiedo quando avremo un governo che penserà più alle cose da fare - conclude il direttore - invece di limitarsi a vivacchiare pensando più alla sua sopravvivenza che al bene del Paese? Occorre il rispetto del contribuente: in Europa se la ridono degli italiani in fila per pagare una tassa che pur essendo stata abolita a parole continua a risorgere come una fenice». CONFIMI - Rassegna Stampa 24/01/2014 9

10 24/01/2014 Prima Pagina - Modena Pag. 11 «Subito attivi per gli associati, ma servono provvedimenti» Apmi Confimi Modena si è fin da subito mobilitata per supportare le aziende associate, in modo da fornire loro tutto l'appoggio possibile. Ne parla Giovanni Gorzanelli ( fo t o ), vice presidente delle Pmi modenesi. «La nostra associazione opera un monitoraggio continuo della situazione esordisce Gorzanelli -. Sul piano operativo, le nostre imprese edili sono intervenute già da domenica con i loro mezzi per arginare l'alluvione; naturalmente ci siamo immediatamente attivati anche nei confronti delle istituzioni e abbiamo rilevato la pronta risposta della Provincia e della Regione, ma i provvedimenti necessari sono compito del Governo, e il primo è la dichiarazione di stato di emergenza. C'è poi la necessità della cassa integrazione cumulativa. Un'ultima nota sulla Camera di Commercio, che ha stanziato un milione di euro che però passeranno attraverso i Confidi. Ciò significherà probabilmente tempi lunghi e interventi in punto interessi. Il nostro giudizio è che si tratta di un provvedimento largamente insufficiente. Auspichiamo che l'ente intervenga invece in modo ben più sostanzioso e diretto». CONFIMI - Rassegna Stampa 24/01/

11 CONFIMI WEB 8 articoli

12 23/01/ :11 gazzettadimodena.gelocal.it Sito Web La prima "vittima": Af Frigoclima pagerank: 7 Bomporto. L'azienda di climatizzazione chiude: «Chiederemo i danni ad Aipo» alluvione 2014 BOMPORTO. «Siamo costretti a chiudere dopo quest'alluvione e abbiamo già fatto la richiesta di cassa integrazione per la maggior parte dei dipendenti. Avevamo investito tutto in questo capannone e l'acqua ha spazzato via il cuore dell'azienda: la tecnologia con cui serviamo clienti come Frecciarossa. Faremo un esposto in Procura contro Aipo e per capire chi è che non ci ha avvisato con tempestività, se ci avessero detto di evacuare la ditta domenica mattina l'avremmo salvata». È disperato e molto arrabbiato Francesco Aliano, titolare di Af Frigoclima di via Caduti di Nassirya, azienda che si occupa della climatizzazione ferroviaria e metropolitana. «Questo capannone ha un anno soltanto ed è stato costruito con certificazioni antisismiche e sistemi informatici all'avanguardia - spiega Aliano che è anche consigliere di Confimi Meccanica - Del gioiellino che era la nostra ditta rimangono solo le scrivanie e pochi altri documenti. Del resto, gli armadi con i faldoni relativi alle pratiche aziendali sono stati scardinati dall'acqua. Domenica siamo stati avvisati della piena dalla proprietaria del capannone, Manuela Gibertoni, e non ho fatto appena in tempo a venire qui con mio figlio di 9 anni. Ho sposato solo alcune cose, che subito la piena ha travolto la via e per poco non sono stato risucchiato dall'ondata. Se solo l'avviso di evacuazione fosse stato diramato la mattina, avremmo potuto salvare tutto. Chiudere è l'unica alternativa rimasta per noi, che avevamo investito tutto nell'attività e ora ci troviamo costretti a fare la conta dei danni. Ma costituiremo un comitato di imprenditori della zona che si batterà per avere risposte sulla possibilità di prevenzione di questa tragedia e su chi aveva il dovere di avvisare per tempo e non l'ha fatto. Sapevamo, infatti, che la piena era a Bastiglia, ma andavamo adeguatamente informati sullo spostamento dell'ondata verso Bomporto. Abbiamo un avvocato che ci difende gratuitamente e vogliamo i nomi dei responsabili del disastro. Chiederemo il conto all'aipo di quanto è successo e andremo fino in fondo con una class action». (s.a.) CONFIMI WEB - Rassegna Stampa 24/01/

13 23/01/ :03 Sito Web Apmi Confimi Modena si mobilita per le imprese alluvionate pagerank: 4 Apmi Confimi Modena si è fin da subito mobilitata per supportare le aziende associate, in modo da fornire loro tutto l'appoggio possibile. Ne parla Giovanni Gorzanelli, vice presidente delle Pmi modenesi. "La nostra associazione opera un monitoraggio continuo della situazione - esordisce Gorzanelli -; come in occasione del terremoto, ci poniamo come hub fra le imprese colpite dall'alluvione e quelle disponibili a fornire supporto ai colleghi colpiti. Come allora, di nuovo oggi, abbiamo il riscontro di come l'associazione possa svolgere una proficua azione di supporto. La Giunta di presidenza di mercoledì 22 ha impostato le operazioni che possono contribuire a dare aiuto alle molte imprese colpite da questa ulteriore calamità". "Per altro, sul piano operativo, le nostre imprese edili sono intervenute già da domenica con i loro mezzi per arginare l'alluvione - prosegue il vice presidente Apmi -, naturalmente ci siamo immediatamente attivati anche nei confronti delle istituzioni, e abbiamo rilevato la pronta risposta della Provincia, così come apprezziamo l'immediata mobilitazione della Regione, ma i provvedimenti necessari sono compito del Governo, e il primo è la dichiarazione di stato di emergenza, funzionale anche a superare i vincoli del patto di stabilità, quello stesso patto di stabilità che, frenando gli investimenti, forse va considerato fra le concause di quanto è successo". "Ci sono poi diversi altri fronti sui quali richiamiamo l'attenzione delle istituzioni, a partire dalla necessità della cassa integrazione cumulativa, come si fece in occasione del terremoto, per i dipendenti delle aziende danneggiate. Attenzione poi al problema del credito: a fine mese ci saranno sicuramente delle insolvenze, con le relative automatiche segnalazioni in Centrale rischi; occorre sollecitare anche Abi affinché al danno non si aggiunga anche la beffa". Conclude Giovanni Gorzanelli: "Un'ultima nota voglio riservarla al provvedimento annunciato dalla Camera di Commercio, che ha stanziato un milione di Euro che però passeranno attraverso i Confidi. Ciò significherà probabilmente tempi lunghi e interventi in punto interessi. Il nostro giudizio è che si tratta di un provvedimento largamente insufficiente. Auspichiamo che l'ente intervenga invece in modo ben più sostanzioso e diretto". CONFIMI WEB - Rassegna Stampa 24/01/

14 23/01/ :47 Sito Web Confimi Bergamo, uniti per assumere pagerank: 4 A Terno l'associazione parla di lavoro e il sindaco invita i 400 disoccupati Nata e cresciuta sul territorio, Confimi Apindustria Bergamo continua l'azione dal basso con due progetti che incrociano imprese e disoccupati nelle aree di Terno d'isola (412 persone iscritte nelle liste di mobilità) e di Treviglio (400), cofinanziati dalla Provincia. Il primo appuntamento si terrà domani a Terno (ore 18, oratorio Don Bosco di via Milano - zona chiesa), dove interverranno il presidente Paolo Agnelli, il direttore Edoardo Ranzini e il sindaco Corrado Centurelli per illustrare queste iniziative dedicate alla riqualificazione dei lavoratori in mobilità. Un'iniziativa analoga riguarderà nelle prossime settimane l'area della Bassa. «L'idea è semplice: creare una sorta di "matching" che aiuti sia le aziende che i lavoratori - ha spiegato il sindaco, intervistato a riguardo dal quotidiano L'Avvenire -. L'iniziativa ha immediatamente trovato il sostegno degli imprenditori: "Finalmente la politica si interessa di noi", mi hanno detto. Hanno ragione: troppe volte ci si ricorda di loro solo quando c'è da pagare Imu e tassa sui rifiuti». Durante la serata Confimi presenterà una ricerca finanziata dalla Provincia, che sarà effettuata di qui a giugno tra le imprese dell'isola e della Bassa per comprendere quali sono le figure professionali più ricercate. L'esito dello "screening" (eseguito da sei giovani neolaureati) sarà poi incrociato con i curriculum di chi è in mobilità, poi partiranno eventuali corsi di riqualificazione. «Spesso manca un'analisi seria che aiuti realmente a capire di cosa ha bisogno un'azienda e che cosa sa fare il lavoratore - conclude Edoardo Renzini, segretario di Confimi Bergamo -.Vogliamo innescare una sorta di dinamismo territoriale che speriamo possa dare buoni frutti». CONFIMI WEB - Rassegna Stampa 24/01/

15 23/01/ :03 Sito Web Apmi Confimi Modena si mobilita per le imprese alluvionate pagerank: 4 Apmi Confimi Modena si è fin da subito mobilitata per supportare le aziende associate, in modo da fornire loro tutto l'appoggio possibile. Ne parla Giovanni Gorzanelli, vice presidente delle Pmi modenesi. "La nostra associazione opera un monitoraggio continuo della situazione - esordisce Gorzanelli -; come in occasione del terremoto, ci poniamo come hub fra le imprese colpite dall'alluvione e quelle disponibili a fornire supporto ai colleghi colpiti. Come allora, di nuovo oggi, abbiamo il riscontro di come l'associazione possa svolgere una proficua azione di supporto. La Giunta di presidenza di mercoledì 22 ha impostato le operazioni che possono contribuire a dare aiuto alle molte imprese colpite da questa ulteriore calamità". "Per altro, sul piano operativo, le nostre imprese edili sono intervenute già da domenica con i loro mezzi per arginare l'alluvione - prosegue il vice presidente Apmi -, naturalmente ci siamo immediatamente attivati anche nei confronti delle istituzioni, e abbiamo rilevato la pronta risposta della Provincia, così come apprezziamo l'immediata mobilitazione della Regione, ma i provvedimenti necessari sono compito del Governo, e il primo è la dichiarazione di stato di emergenza, funzionale anche a superare i vincoli del patto di stabilità, quello stesso patto di stabilità che, frenando gli investimenti, forse va considerato fra le concause di quanto è successo". "Ci sono poi diversi altri fronti sui quali richiamiamo l'attenzione delle istituzioni, a partire dalla necessità della cassa integrazione cumulativa, come si fece in occasione del terremoto, per i dipendenti delle aziende danneggiate. Attenzione poi al problema del credito: a fine mese ci saranno sicuramente delle insolvenze, con le relative automatiche segnalazioni in Centrale rischi; occorre sollecitare anche Abi affinché al danno non si aggiunga anche la beffa". Conclude Giovanni Gorzanelli: "Un'ultima nota voglio riservarla al provvedimento annunciato dalla Camera di Commercio, che ha stanziato un milione di Euro che però passeranno attraverso i Confidi. Ciò significherà probabilmente tempi lunghi e interventi in punto interessi. Il nostro giudizio è che si tratta di un provvedimento largamente insufficiente. Auspichiamo che l'ente intervenga invece in modo ben più sostanzioso e diretto". CONFIMI WEB - Rassegna Stampa 24/01/

16 23/01/ :19 Sito Web Apmi Confimi Modena si mobilita per le imprese alluvionate pagerank: 4 Le iniziative dell'associazione delle Pmi sul fronte degli aiuti e del rapporto con le istituzioni Giovanni Gorzanelli Apmi Confimi Modena si è fin da subito mobilitata per supportare le aziende associate, in modo da fornire loro tutto l'appoggio possibile. Ne parla Giovanni Gorzanelli, vice presidente delle Pmi modenesi. "La nostra associazione opera un monitoraggio continuo della situazione - esordisce Gorzanelli -; come in occasione del terremoto, ci poniamo come hub fra le imprese colpite dall'alluvione e quelle disponibili a fornire supporto ai colleghi colpiti. Come allora, di nuovo oggi, abbiamo il riscontro di come l'associazione possa svolgere una proficua azione di supporto. La Giunta di presidenza di mercoledì 22 ha impostato le operazioni che possono contribuire a dare aiuto alle molte imprese colpite da questa ulteriore calamità". "Per altro, sul piano operativo, le nostre imprese edili sono intervenute già da domenica con i loro mezzi per arginare l'alluvione - prosegue il vice presidente Apmi -, naturalmente ci siamo immediatamente attivati anche nei confronti delle istituzioni, e abbiamo rilevato la pronta risposta della Provincia, così come apprezziamo l'immediata mobilitazione della Regione, ma i provvedimenti necessari sono compito del Governo, e il primo è la dichiarazione di stato di emergenza, funzionale anche a superare i vincoli del patto di stabilità, quello stesso patto di stabilità che, frenando gli investimenti, forse va considerato fra le concause di quanto è successo". "Ci sono poi diversi altri fronti sui quali richiamiamo l'attenzione delle istituzioni, a partire dalla necessità della cassa integrazione cumulativa, come si fece in occasione del terremoto, per i dipendenti delle aziende danneggiate. Attenzione poi al problema del credito: a fine mese ci saranno sicuramente delle insolvenze, con le relative automatiche segnalazioni in Centrale rischi; occorre sollecitare anche Abi affinché al danno non si aggiunga anche la beffa". Conclude Giovanni Gorzanelli: "Un'ultima nota voglio riservarla al provvedimento annunciato dalla Camera di Commercio, che ha stanziato un milione di Euro che però passeranno attraverso i Confidi. Ciò significherà probabilmente tempi lunghi e interventi in punto interessi. Il nostro giudizio è che si tratta di un provvedimento largamente insufficiente. Auspichiamo che l'ente intervenga invece in modo ben più sostanzioso e diretto". CONFIMI WEB - Rassegna Stampa 24/01/

17 23/01/ :03 Sito Web Apmi Confimi Modena si mobilita per le imprese alluvionate pagerank: 4 Apmi Confimi Modena si è fin da subito mobilitata per supportare le aziende associate, in modo da fornire loro tutto l'appoggio possibile. Ne parla Giovanni Gorzanelli, vice presidente delle Pmi modenesi. "La nostra associazione opera un monitoraggio continuo della situazione - esordisce Gorzanelli -; come in occasione del terremoto, ci poniamo come hub fra le imprese colpite dall'alluvione e quelle disponibili a fornire supporto ai colleghi colpiti. Come allora, di nuovo oggi, abbiamo il riscontro di come l'associazione possa svolgere una proficua azione di supporto. La Giunta di presidenza di mercoledì 22 ha impostato le operazioni che possono contribuire a dare aiuto alle molte imprese colpite da questa ulteriore calamità". "Per altro, sul piano operativo, le nostre imprese edili sono intervenute già da domenica con i loro mezzi per arginare l'alluvione - prosegue il vice presidente Apmi -, naturalmente ci siamo immediatamente attivati anche nei confronti delle istituzioni, e abbiamo rilevato la pronta risposta della Provincia, così come apprezziamo l'immediata mobilitazione della Regione, ma i provvedimenti necessari sono compito del Governo, e il primo è la dichiarazione di stato di emergenza, funzionale anche a superare i vincoli del patto di stabilità, quello stesso patto di stabilità che, frenando gli investimenti, forse va considerato fra le concause di quanto è successo". "Ci sono poi diversi altri fronti sui quali richiamiamo l'attenzione delle istituzioni, a partire dalla necessità della cassa integrazione cumulativa, come si fece in occasione del terremoto, per i dipendenti delle aziende danneggiate. Attenzione poi al problema del credito: a fine mese ci saranno sicuramente delle insolvenze, con le relative automatiche segnalazioni in Centrale rischi; occorre sollecitare anche Abi affinché al danno non si aggiunga anche la beffa". Conclude Giovanni Gorzanelli: "Un'ultima nota voglio riservarla al provvedimento annunciato dalla Camera di Commercio, che ha stanziato un milione di Euro che però passeranno attraverso i Confidi. Ciò significherà probabilmente tempi lunghi e interventi in punto interessi. Il nostro giudizio è che si tratta di un provvedimento largamente insufficiente. Auspichiamo che l'ente intervenga invece in modo ben più sostanzioso e diretto". CONFIMI WEB - Rassegna Stampa 24/01/

18 23/01/ :03 Sito Web Apmi Confimi Modena si mobilita per le imprese alluvionate pagerank: 4 Apmi Confimi Modena si è fin da subito mobilitata per supportare le aziende associate, in modo da fornire loro tutto l'appoggio possibile. Ne parla Giovanni Gorzanelli, vice presidente delle Pmi modenesi. "La nostra associazione opera un monitoraggio continuo della situazione - esordisce Gorzanelli -; come in occasione del terremoto, ci poniamo come hub fra le imprese colpite dall'alluvione e quelle disponibili a fornire supporto ai colleghi colpiti. Come allora, di nuovo oggi, abbiamo il riscontro di come l'associazione possa svolgere una proficua azione di supporto. La Giunta di presidenza di mercoledì 22 ha impostato le operazioni che possono contribuire a dare aiuto alle molte imprese colpite da questa ulteriore calamità". "Per altro, sul piano operativo, le nostre imprese edili sono intervenute già da domenica con i loro mezzi per arginare l'alluvione - prosegue il vice presidente Apmi -, naturalmente ci siamo immediatamente attivati anche nei confronti delle istituzioni, e abbiamo rilevato la pronta risposta della Provincia, così come apprezziamo l'immediata mobilitazione della Regione, ma i provvedimenti necessari sono compito del Governo, e il primo è la dichiarazione di stato di emergenza, funzionale anche a superare i vincoli del patto di stabilità, quello stesso patto di stabilità che, frenando gli investimenti, forse va considerato fra le concause di quanto è successo". "Ci sono poi diversi altri fronti sui quali richiamiamo l'attenzione delle istituzioni, a partire dalla necessità della cassa integrazione cumulativa, come si fece in occasione del terremoto, per i dipendenti delle aziende danneggiate. Attenzione poi al problema del credito: a fine mese ci saranno sicuramente delle insolvenze, con le relative automatiche segnalazioni in Centrale rischi; occorre sollecitare anche Abi affinché al danno non si aggiunga anche la beffa". Conclude Giovanni Gorzanelli: "Un'ultima nota voglio riservarla al provvedimento annunciato dalla Camera di Commercio, che ha stanziato un milione di Euro che però passeranno attraverso i Confidi. Ciò significherà probabilmente tempi lunghi e interventi in punto interessi. Il nostro giudizio è che si tratta di un provvedimento largamente insufficiente. Auspichiamo che l'ente intervenga invece in modo ben più sostanzioso e diretto". CONFIMI WEB - Rassegna Stampa 24/01/

19 23/01/ :03 Sito Web Apmi Confimi Modena si mobilita per le imprese alluvionate pagerank: 3 Apmi Confimi Modena si è fin da subito mobilitata per supportare le aziende associate, in modo da fornire loro tutto l'appoggio possibile. Ne parla Giovanni Gorzanelli, vice presidente delle Pmi modenesi. "La nostra associazione opera un monitoraggio continuo della situazione - esordisce Gorzanelli -; come in occasione del terremoto, ci poniamo come hub fra le imprese colpite dall'alluvione e quelle disponibili a fornire supporto ai colleghi colpiti. Come allora, di nuovo oggi, abbiamo il riscontro di come l'associazione possa svolgere una proficua azione di supporto. La Giunta di presidenza di mercoledì 22 ha impostato le operazioni che possono contribuire a dare aiuto alle molte imprese colpite da questa ulteriore calamità". "Per altro, sul piano operativo, le nostre imprese edili sono intervenute già da domenica con i loro mezzi per arginare l'alluvione - prosegue il vice presidente Apmi -, naturalmente ci siamo immediatamente attivati anche nei confronti delle istituzioni, e abbiamo rilevato la pronta risposta della Provincia, così come apprezziamo l'immediata mobilitazione della Regione, ma i provvedimenti necessari sono compito del Governo, e il primo è la dichiarazione di stato di emergenza, funzionale anche a superare i vincoli del patto di stabilità, quello stesso patto di stabilità che, frenando gli investimenti, forse va considerato fra le concause di quanto è successo". "Ci sono poi diversi altri fronti sui quali richiamiamo l'attenzione delle istituzioni, a partire dalla necessità della cassa integrazione cumulativa, come si fece in occasione del terremoto, per i dipendenti delle aziende danneggiate. Attenzione poi al problema del credito: a fine mese ci saranno sicuramente delle insolvenze, con le relative automatiche segnalazioni in Centrale rischi; occorre sollecitare anche Abi affinché al danno non si aggiunga anche la beffa". Conclude Giovanni Gorzanelli: "Un'ultima nota voglio riservarla al provvedimento annunciato dalla Camera di Commercio, che ha stanziato un milione di Euro che però passeranno attraverso i Confidi. Ciò significherà probabilmente tempi lunghi e interventi in punto interessi. Il nostro giudizio è che si tratta di un provvedimento largamente insufficiente. Auspichiamo che l'ente intervenga invece in modo ben più sostanzioso e diretto". CONFIMI WEB - Rassegna Stampa 24/01/

20 SCENARIO ECONOMIA 23 articoli

Fondo Monetario Internazionale e Italia

Fondo Monetario Internazionale e Italia Fondo Monetario Internazionale e Italia (analisi della Public Information Notice del 13/11/2003) Antonio Forte Tutti i diritti sono riservati INTRODUZIONE Nell ambito della funzione di sorveglianza svolta

Dettagli

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014 DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014 15/06/2014 Gazzetta di Modena Pagina 11 15/06/2014 Il Resto del Carlino (ed. Modena) Pagina 5 15/06/2014 Gazzetta di Modena Pagina 9 DOSSIER CONFCOMMERCIO

Dettagli

Dichiarazione conclusiva della missione del Fondo Monetario Internazionale nell Eurozona (Giugno 2014)

Dichiarazione conclusiva della missione del Fondo Monetario Internazionale nell Eurozona (Giugno 2014) RESeT INTERNAZIONALE Fondo Monetario Internazionale FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE ED. IT. DI ALDO CARBONE 19 Giugno 2014 Dichiarazione conclusiva della missione del Fondo Monetario Internazionale nell

Dettagli

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI PRIMO TRIMESTRE 2013

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI PRIMO TRIMESTRE 2013 ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI PRIMO TRIMESTRE 2013 1. IL QUADRO MACROECONOMICO I primi dati delle indagini congiunturali indicano una ripresa della crescita economica mondiale ancora modesta e disomogenea

Dettagli

Tassi di crescita reale, su base congiunturale e tendenziale, del PIL e delle sue voci nel secondo trimestre 2015 (variazioni percentuali) 0,3

Tassi di crescita reale, su base congiunturale e tendenziale, del PIL e delle sue voci nel secondo trimestre 2015 (variazioni percentuali) 0,3 IL QUADRO AGGREGATO Come già avvenuto nel primo trimestre dell anno, anche nel secondo il prodotto interno lordo ha conosciuto una accelerazione sia congiunturale che tendenziale. Tra aprile e giugno dell

Dettagli

Economia debole, profitti deboli. -Il 2012 si prospetta ancora più duro-

Economia debole, profitti deboli. -Il 2012 si prospetta ancora più duro- NOTIZIE n 42 Economia debole, profitti deboli -Il 2012 si prospetta ancora più duro- 20 settembre 2011 (Singapore) - La IATA (l Associazione internazionale del trasporto aereo) ha annunciato un aggiornamento

Dettagli

Investire nella crescita. Questa è oggi la priorità di chi governa l Europa, e di chi governa i singoli Stati europei.

Investire nella crescita. Questa è oggi la priorità di chi governa l Europa, e di chi governa i singoli Stati europei. Rome Investment Forum 2015: Financing Long-Term Europe Roma - Centro Congressi Palazzo Rospigliosi, Via XXIV Maggio 43 Antonio Tajani Primo Vicepresidente del Parlamento Europeo ***** (Saluti) Investire

Dettagli

Ottobre 2014. Nota congiunturale sintetica, aggiornamento al 26.09.2014

Ottobre 2014. Nota congiunturale sintetica, aggiornamento al 26.09.2014 Ottobre 2014 Nota congiunturale sintetica, aggiornamento al 26.09.2014 Eurozona Previsioni "La ripresa nella zona euro sta perdendo impulso, la crescita del PIL si è fermata nel secondo trimestre, le informazioni

Dettagli

Notiziario. Il Messaggero La minaccia da Londra: italiani fuori da Erasmus

Notiziario. Il Messaggero La minaccia da Londra: italiani fuori da Erasmus Notiziario Luglio 2013 Università Il Messaggero La minaccia da Londra: italiani fuori da Erasmus La Repubblica Promossa in chimica, rimandata in economia ecco la prima pagella della ricerca italiana Il

Dettagli

UNA BOLLA SPECULATIVA SUI TITOLI DI STATO?

UNA BOLLA SPECULATIVA SUI TITOLI DI STATO? 478 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com UNA BOLLA SPECULATIVA SUI TITOLI DI STATO? 24 giugno 2013 a cura di Renato Brunetta INDICE 2 Una bolla pronta a scoppiare? Le parole di un esperto

Dettagli

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA DEBITI P.A. decreto del fare Di Emanuele Bellano PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA L impegno che il Ministero dell Economia in particolare sta attuando con grande determinazione

Dettagli

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza Dopo aver letto attentamente il seguente articolo giornalistico, Il rischio debito affonda le Borse, il candidato risponda ai seguenti quesiti tenento conto che la risposta corretta è una soltanto. FRANCOFORTE.

Dettagli

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e Parlamento della Padania Sarego, 4 febbraio 2012 On. Maurizio Fugatti Grazie, buongiorno a tutti. Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e medie imprese

Dettagli

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015)

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) La Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) 1 ECONOMIA IN ITALIA In Italia, dopo tre cali annuali consecutivi (2012-2,8%, 2013-1,7%, 2014-0,4%), il CSC prevede una crescita del PIL dell 1%. quest

Dettagli

Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014. Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015

Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014. Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015 Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014 Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015 Discorso del Vice Ministro allo Sviluppo Economico, Carlo CALENDA Signor Presidente della Repubblica, Autorità

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

La congiuntura. internazionale

La congiuntura. internazionale La congiuntura internazionale N. 2 LUGLIO 2015 Il momento del commercio mondiale segna un miglioramento ad aprile 2015, ma i volumi delle importazioni e delle esportazioni sembrano muoversi in direzioni

Dettagli

USCIRE DALLA CRISI. Sintesi per la Stampa

USCIRE DALLA CRISI. Sintesi per la Stampa USCIRE DALLA CRISI Sintesi per la Stampa Roma 9 maggio 2013 LA CONTABILITÁ DELLA CRISI La perdita di prodotto La recessione che stiamo vivendo è diventata più profonda e lunga di quelle del secolo scorso,

Dettagli

Analisi condotta sulle regioni e sui settori del Made in Italy a cura di Euler Hermes Italia

Analisi condotta sulle regioni e sui settori del Made in Italy a cura di Euler Hermes Italia Euler Hermes Italia Analisi condotta sulle regioni e sui settori del Made in Italy a cura di Euler Hermes Italia Aggiornamento 3 Trimestre 2013 Il Report si basa sul monitoraggio giornaliero dei pagamenti

Dettagli

Nota Congiunturale Numero 2 Giugno 2009

Nota Congiunturale Numero 2 Giugno 2009 Nota Congiunturale Numero 2 Giugno 2009 Comitato per la qualificazione della spesa pubblica Comitato per lo sviluppo provinciale Sandro Trento Enrico Zaninotto Quadro internazionale: 2010 migliore, ma

Dettagli

IL I L R EAL A L EST S A T T A E T RESI S D I E D NZIA I L A E Paola Dezza

IL I L R EAL A L EST S A T T A E T RESI S D I E D NZIA I L A E Paola Dezza IL REAL ESTATE RESIDENZIALE Paola Dezza Immobiliare, asset class vincente Le ricerche sull impiego del capitale nel lungo periodo mostrano quasi sempre l ottima prestazione del mattone rispetto ad altre

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 22 novembre 2013 S.A.F.

Dettagli

La Cassa Depositi e Prestiti viene da lontano ed il suo lungo percorso storico è caratterizzato da tre

La Cassa Depositi e Prestiti viene da lontano ed il suo lungo percorso storico è caratterizzato da tre (bozza non corretta) Accesso al credito: il ruolo di Cassa depositi e prestiti. Gli strumenti di sostegno alle PMI ed alle Pubbliche Amministrazioni" GIOVEDI' 14 GIUGNO 2012 FERMO (Sala dei Ritratti -

Dettagli

Coordinamento Centro Studi Ance Salerno - Area Informatica

Coordinamento Centro Studi Ance Salerno - Area Informatica Centro Studi Il Report I DATI DELLA BANCA D ITALIA CONFERMANO LA SITUAZIONE DI CRITICITA PER IL COMPARTO DELLE COSTRUZIONI. ANCE SALERNO: EDILIZIA, CREDITO SEMPRE DIFFICILE Le sofferenze sui crediti totali

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

La congiuntura. italiana. Confronto delle previsioni

La congiuntura. italiana. Confronto delle previsioni La congiuntura italiana N. 3 FEBBRAIO 2014 Il Pil torna positivo nel quarto trimestre ma il dato è sotto le attese. La crescita si prospetta debole, penalizzata della mancanza di credito e per ora sostenuta

Dettagli

CONGIUNTURA FRIULI VENEZIA GIULIA Consuntivo 4 trimestre 2015 e previsioni 1 trimestre 2016

CONGIUNTURA FRIULI VENEZIA GIULIA Consuntivo 4 trimestre 2015 e previsioni 1 trimestre 2016 CONGIUNTURA FRIULI VENEZIA GIULIA Consuntivo 4 trimestre 2015 e previsioni 1 trimestre 2016 Trieste, 19 febbraio 2016 Corso Vittorio Emanuele II, 47-33170 Pordenone - Tel. +39 0434 381211 - fax +39 0434

Dettagli

Nel 2006, ultimo anno che ha fatto segnare un incremento delle vendite, si vendevano 5,5 milioni di copie al giorno; in un lustro si è bruciato

Nel 2006, ultimo anno che ha fatto segnare un incremento delle vendite, si vendevano 5,5 milioni di copie al giorno; in un lustro si è bruciato 1 Nel 2006, ultimo anno che ha fatto segnare un incremento delle vendite, si vendevano 5,5 milioni di copie al giorno; in un lustro si è bruciato quindi un milione di copie, pari a poco meno del 20% del

Dettagli

MILIONI DI PICCOLI E MEDI IMPRENDITORI NELLA TRAPPOLA DELLA POVERTÀ

MILIONI DI PICCOLI E MEDI IMPRENDITORI NELLA TRAPPOLA DELLA POVERTÀ RASSEGNA STAMPA - 16 aprile 2010 Tratto da San Marino Notizie www.sanmarinonotizie.com A San Marino la prima Unione Mondiale delle Piccole e Medie Imprese 14/04/10 17:29 [c.s.] San Marino ospita la prima

Dettagli

Ripresa in vista ma a passo lento: previsioni CSC per l Italia nel biennio 2013-2014

Ripresa in vista ma a passo lento: previsioni CSC per l Italia nel biennio 2013-2014 Ripresa in vista ma a passo lento: previsioni CSC per l Italia nel biennio 2013-2014 Indagine Confindustria sul mercato del lavoro nel 2012 Francesca Mazzolari In Italia segnali di fine caduta e ripresa

Dettagli

BANCA D ITALIA E U R O S I S T E M A

BANCA D ITALIA E U R O S I S T E M A BANCA D ITALIA E U R O S I S T E M A L economia del Veneto Venezia, 17 giugno 2014 Le imprese L'eredità della crisi Indice del PIL (2007=100) Nel Nord Est la riduzione cumulata del PIL è di 8 punti percentuali.

Dettagli

CREDITO ALLE INDUSTRIE

CREDITO ALLE INDUSTRIE CREDITO ALLE INDUSTRIE COFIRE: CONSORZIO FIDI DELL INDUSTRIA DI REGGIO EMILIA ASSEMBLEA DI BILANCIO 2015. OLTRE 36 MILIONI DI EURO EROGATI NELL ESERCIZIO NETTA CRESCITA SU ANNO PASSATO. RIPRESI GLI INVESTIMENTI

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 20 novembre 2014 S.A.F.

Dettagli

Nielsen Economic and Media Outlook

Nielsen Economic and Media Outlook Nielsen Economic and Media Outlook Giugno 2011 I CONTENUTI DI QUESTA EDIZIONE Scenario macroeconomico Tendenze nel mondo dei media Andamento dell advertising in Italia e nel mondo I contenuti di questa

Dettagli

LA GESTIONE DEL PORTAFOGLIO CREDITI 2002

LA GESTIONE DEL PORTAFOGLIO CREDITI 2002 Convegno LA GESTIONE DEL PORTAFOGLIO CREDITI 2002 Finanziamenti alle Imprese: nuove politiche di prezzo e nuove strategie commerciali delle Banche Perché la disciplina sul capitale di vigilanza delle banche

Dettagli

Rapporto dell ILO sul mondo del lavoro 2013: scenario UE

Rapporto dell ILO sul mondo del lavoro 2013: scenario UE Rapporto dell ILO sul mondo del lavoro 2013: scenario UE International Institute for Labour Studies Nella UE, mancano quasi 6 milioni di posti di lavoro per tornare alla situazione occupazionale pre-crisi

Dettagli

Zadir. Sezione Export Servizi per le Aziende. Paese di riferimento: Cina

Zadir. Sezione Export Servizi per le Aziende. Paese di riferimento: Cina Zadir Sezione Export Servizi per le Aziende Paese di riferimento: Cina La Zadir srl è una società di import-export che opera da molti anni in diversi paesi esteri con propri partner e collaboratori. La

Dettagli

TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE

TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE (febbraio 2015) Il ciclo internazionale, l area euro ed i riflessi sul mercato interno Il ciclo economico internazionale presenta segnali favorevoli che si accompagnano

Dettagli

Cos è la moneta. Teoria Monetaria Moderna interpretata da Paolo Barnard

Cos è la moneta. Teoria Monetaria Moderna interpretata da Paolo Barnard Cos è la moneta Teoria Monetaria Moderna interpretata da Paolo Barnard VI DEVO Lo STATO crea per primo la Moneta dal nulla Tramite Banca Centrale Per acquisire Beni o Servizi La moneta sovrana appartiene

Dettagli

L economia italiana nella Relazione della Banca d Italia

L economia italiana nella Relazione della Banca d Italia L economia italiana nella Relazione della Banca d Italia Paolo Sestito Servizio struttura Economica, Banca d Italia Modena, 4 giugno 215 Il contesto internazionale e l area dell euro 2 Nei paesi emergenti,

Dettagli

Relazione Presidente Carlo Paolo Beltrami. Assemblea Annuale di venerdì 9 ottobre ore 18.00

Relazione Presidente Carlo Paolo Beltrami. Assemblea Annuale di venerdì 9 ottobre ore 18.00 Relazione Presidente Carlo Paolo Beltrami Assemblea Annuale di venerdì 9 ottobre ore 18.00 Gentili ospiti Signore e Signori, Autorità e colleghi Costruttori, vi ringrazio della vostra presenza oggi alla

Dettagli

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Volume 16 DICEMBRE 2010 Microimprese ancora in affanno ma emergono i primi timidi segnali di miglioramento negli investimenti Calano

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

La congiuntura. internazionale

La congiuntura. internazionale La congiuntura internazionale N. 1 GIUGNO 2015 Il primo trimestre del 2015 ha portato con sé alcuni cambiamenti nelle dinamiche di crescita delle maggiori economie: alla moderata ripresa nell Area euro

Dettagli

Aprile 2014. Nota congiunturale sintetica

Aprile 2014. Nota congiunturale sintetica Aprile 2014 Nota congiunturale sintetica Eurozona La dinamica degli indicatori di fiducia basati sulle indagini congiunturali fino a marzo è coerente con il perdurare di una crescita moderata anche nel

Dettagli

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI Direzione Affari Economici e Centro Studi COSTRUZIONI: ANCORA IN CALO I LIVELLI PRODUTTIVI MA EMERGONO ALCUNI SEGNALI POSITIVI NEL MERCATO RESIDENZIALE, NEI MUTUI ALLE FAMIGLIE E NEI BANDI DI GARA I dati

Dettagli

VIII RAPPORTO SULL ECONOMIA ITALIANA

VIII RAPPORTO SULL ECONOMIA ITALIANA 1 VIII RAPPORTO SULL ECONOMIA ITALIANA 11 Giugno 2014 - ore 9,30-18,00 Roma, Via delle Coppelle 35 Palazzo Baldassini - Istituto Luigi Sturzo Sala Perin del Vaga II LE PREVISIONI EXECUTIVE SUMMARY 2 EXECUTIVE

Dettagli

INTERVENTO PROF. GIORGIO BARBA NAVARETTI

INTERVENTO PROF. GIORGIO BARBA NAVARETTI INTERVENTO PROF. GIORGIO BARBA NAVARETTI Grazie mille Gianni e grazie mille alla fondazione Italcementi Pesenti per questo invito. Credo che oggi il punto fondamentale sia cercare di ragionare su quella

Dettagli

Nel mondo ci sono molte classifiche che

Nel mondo ci sono molte classifiche che L opinione pubblica viene spesso bombardata da una grande quantità di statistiche sui sistemi Paese che dicono tutto e il contrario di tutto. Come orientarsi in questo mare magnum? E come si colloca il

Dettagli

Se il rapporto banca - agricoltori è consolidato anche dal formaggio

Se il rapporto banca - agricoltori è consolidato anche dal formaggio Credito agrario Se il rapporto banca - agricoltori è consolidato anche dal formaggio di Giorgio Setti Tavola rotonda organizzata a Modena da Bper Banca su agricoltura e prodotti tipici, con la partecipazione

Dettagli

SOCIAL SUMMIT CONSULTAZIONE CON LE PARTI SOCIALI E LE ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI

SOCIAL SUMMIT CONSULTAZIONE CON LE PARTI SOCIALI E LE ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI SOCIAL SUMMIT CONSULTAZIONE CON LE PARTI SOCIALI E LE ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI Domenica 29 marzo 2009 Sala delle Conferenze Internazionali Ministero degli Affari Esteri Intervento del Vice Presidente

Dettagli

Conferenza internazionale Global Connectivity with the Mediterranean Basin

Conferenza internazionale Global Connectivity with the Mediterranean Basin Comunicato stampa Conferenza internazionale Global Connectivity with the Mediterranean Basin La sfida del regime di free zone per i punti franchi di Trieste lanciata dal presidente Marina Monassi. Il messaggio

Dettagli

X RAPPORTO SULL'APPRENDISTATO Ministero del Lavoro Isfol (scheda di sintesi)

X RAPPORTO SULL'APPRENDISTATO Ministero del Lavoro Isfol (scheda di sintesi) X RAPPORTO SULL'APPRENDISTATO Ministero del Lavoro Isfol (scheda di sintesi) Presentazione X Rapporto di monitoraggio sullo stato di avanzamento dell apprendistato, appuntamento annuale dell Isfol, che

Dettagli

COSA HA VERAMENTE DETTO IL FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE (2) Concluding Statement of the IMF Mission

COSA HA VERAMENTE DETTO IL FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE (2) Concluding Statement of the IMF Mission 234 COSA HA VERAMENTE DETTO IL FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE (2) Concluding Statement of the IMF Mission 10 luglio 2013 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà

Dettagli

La crisi iniziata nel 2007

La crisi iniziata nel 2007 La crisi iniziata nel 2007 In questa lezione: Analizziamo lo scoppio della crisi finanziaria. Studiamo l effetto della crisi finanziaria sull economia reale. 300 L origine della Crisi Nell autunno del

Dettagli

Relazione Semestrale al 25 giugno 2013

Relazione Semestrale al 25 giugno 2013 Relazione Semestrale al 25 giugno 2013 Fondo comune di investimento mobiliare aperto di diritto italiano armonizzato alla Direttiva 2009/65/CE INDICE Considerazioni Generali - Commento Macroeconomico...

Dettagli

Presentazione del Rapporto L economia del Molise

Presentazione del Rapporto L economia del Molise Presentazione del Rapporto L economia del Molise Francesco Zollino Servizio di Congiuntura e politica monetaria Banca d Italia Università degli Sudi del Molise, Campobasso 18 giugno 215 Il contesto internazionale

Dettagli

Il ruolo del Credito in Sardegna

Il ruolo del Credito in Sardegna Il ruolo del Credito in Sardegna Seminario del 16 luglio 2007 Vorrei circoscrivere il perimetro del mio intervento alle problematiche che coinvolgono il target di clientela di Artigiancassa. Noi infatti

Dettagli

2.1 Gli effetti della crisi sulle imprese

2.1 Gli effetti della crisi sulle imprese Osservatorio economico,coesione sociale, legalità 3 Rapporto sulla coesione sociale nella provincia di Reggio Emilia 2.1 Gli effetti della crisi sulle imprese COMUNE DI REGGIO EMILIA La crisi economica

Dettagli

Proiezioni macroeconomiche per l area dell euro formulate dagli esperti dell Eurosistema

Proiezioni macroeconomiche per l area dell euro formulate dagli esperti dell Eurosistema Proiezioni macroeconomiche per l area dell euro formulate dagli esperti dell Eurosistema Sulla base delle informazioni disponibili al 20 novembre 2004, gli esperti dell Eurosistema hanno elaborato le proiezioni

Dettagli

Situazione economica internazionale... 2. Situazione economica Lazio... 4 PIL... 4. Regional Competitiveness Index... 6. Mercato del Lavoro...

Situazione economica internazionale... 2. Situazione economica Lazio... 4 PIL... 4. Regional Competitiveness Index... 6. Mercato del Lavoro... Indice Situazione economica internazionale... 2 Situazione economica Lazio... 4 PIL... 4 Regional Competitiveness Index... 6 Mercato del Lavoro... 7 Cassa Integrazione Guadagni... 10 Il credito alle imprese...

Dettagli

08.15 RAPPORTO MENSILE

08.15 RAPPORTO MENSILE 08.15 RAPPORTO MENSILE Agosto Crescita economica, Imprese 1 Mercato del lavoro 3 Inflazione 5 Commercio estero 6 Turismo 8 Credito 9 Frutticoltura, Costruzioni 10 Congiuntura internazionale 11 Autori Luciano

Dettagli

LAZIO: REGIONE E CONFPROFESSIONI, PATTO PER LO SVILUPPO E IL LAVORO

LAZIO: REGIONE E CONFPROFESSIONI, PATTO PER LO SVILUPPO E IL LAVORO Giovedì, 5 dicembre 2013 LAZIO: REGIONE E CONFPROFESSIONI, PATTO PER LO SVILUPPO E IL LAVORO (AGENPARL) - Roma, 05 dic- Programmazione dei fondi comunitari 2014-2020; agenda per la semplificazione del

Dettagli

Economia italiana e settori industriali

Economia italiana e settori industriali OPEN DAY ATTIVITÀ INTERNAZIONALI ANIE Economia italiana e settori industriali Stefania Trenti Direzione Studi e Ricerche Milano, 16 dicembre 2015 Italia: il gap con l Eurozona si sta riducendo Su base

Dettagli

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI SECONDO TRIMESTRE 2012

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI SECONDO TRIMESTRE 2012 ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI SECONDO TRIMESTRE 2012 1. EVOLUZIONE DELLA CRISI ECONOMICA INTERNAZIONALE Nel secondo trimestre del 2012 le incertezze sull evoluzione della crisi greca e le difficoltà del

Dettagli

MADE IN ITALY SENZA ITALY I nuovi scenari della Moda e del Lusso

MADE IN ITALY SENZA ITALY I nuovi scenari della Moda e del Lusso MADE IN ITALY SENZA ITALY I nuovi scenari della Moda e del Lusso Moda e lusso nell attuale contesto macroeconomico Intervento di Gregorio De Felice Chief Economist, Intesa Sanpaolo 8 Novembre 2013 (Sintesi)

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014 6 maggio 2013 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014 Nel 2013 si prevede una riduzione del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari all 1,4% in termini reali, mentre per il 2014, il recupero

Dettagli

EUROFIDI ED EUROCONS RISULTATI 2007 NEL SEGNO DELLA REDDITIVITÀ

EUROFIDI ED EUROCONS RISULTATI 2007 NEL SEGNO DELLA REDDITIVITÀ Comunicato stampa EUROFIDI ED EUROCONS RISULTATI 2007 NEL SEGNO DELLA REDDITIVITÀ Le imprese associate a Eurogroup sono quasi 37 mila (+8,6% rispetto al 2006) L avanzo di gestione ante imposte è di 6,3

Dettagli

COME FARE IMPRESA IN REPUBBLICA CECA

COME FARE IMPRESA IN REPUBBLICA CECA COME FARE IMPRESA IN REPUBBLICA CECA OPPORTUNITA DI INVESTIMENTO Nel corso dell ultimo anno, il sistema economico ceco ha dimostrato, nonostante il rallentamento economico globale ed europeo, di poter

Dettagli

Tendenze in atto e prospettive per il futuro. Luca Zanderighi (Università di Milano)

Tendenze in atto e prospettive per il futuro. Luca Zanderighi (Università di Milano) Tendenze in atto e prospettive per il futuro Luca Zanderighi (Università di Milano) Milano, 6 giugno 2012 Schema dell intervento La situazione internazionale L Italia di fronte a una svolta: prospettive

Dettagli

- comunicato stampa -

- comunicato stampa - - comunicato stampa - SPESA PUBBLICA E FEDERALISMO : L ITALIA SPRECA 26 MILIARDI DI EURO Il presidente Tessari: Gli enti periferici gestiscono il 37% della spesa pubblica complessiva col 42% del personale,

Dettagli

IL MERCATO DELLE OPERE PUBBLICHE NELLE PROVINCE DI: MILANO, MONZA E BRIANZA E LODI

IL MERCATO DELLE OPERE PUBBLICHE NELLE PROVINCE DI: MILANO, MONZA E BRIANZA E LODI per IL MERCATO DELLE OPERE PUBBLICHE NELLE PROVINCE DI: MILANO, MONZA E BRIANZA E LODI ELEMENTI DI SINTESI INVESTIMENTI IN OPERE PUBBLICHE: 3,9 miliardi il valore degli investimenti in opere pubbliche

Dettagli

Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini

Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini Grazie, vi ringrazio molto di avermi invitato. Come Ministro dell Ambiente ho tratto più di uno stimolo dalla

Dettagli

- 2 trimestre 2014 -

- 2 trimestre 2014 - INDAGINE TRIMESTRALE SULLA CONGIUNTURA IN PROVINCIA DI TRENTO - 2 trimestre 2014 - Sommario Riepilogo dei principali risultati... 2 Giudizio sintetico sul trimestre... 3 1. Il quadro generale... 4 1.1

Dettagli

QUADERNO DI LAVORO: GLI SCENARI ECONOMICI (gennaio 2007)

QUADERNO DI LAVORO: GLI SCENARI ECONOMICI (gennaio 2007) QUADERNO DI LAVORO: GLI SCENARI ECONOMICI (gennaio 2007) CRS PO-MDL 1 GLI SCENARI ECONOMICI Prima di affrontare una qualsiasi analisi del mercato del lavoro giovanile, è opportuno soffermarsi sulle caratteristiche

Dettagli

i dossier TOBIN TAX www.freefoundation.com 10 gennaio 2012 a cura di Renato Brunetta

i dossier TOBIN TAX www.freefoundation.com 10 gennaio 2012 a cura di Renato Brunetta 22 i dossier www.freefoundation.com TOBIN TAX 10 gennaio 2012 a cura di Renato Brunetta EXECUTIVE SUMMARY (1/2) 2 L incontro Sarkozy-Merkel del 9 gennaio 2012 ha rilanciato la Tobin Tax sulle transazioni

Dettagli

MEDIAZIONE E GIUSTIZIA ORDINARIA: TEMPI E COSTI PER LE IMPRESE ITALIANE

MEDIAZIONE E GIUSTIZIA ORDINARIA: TEMPI E COSTI PER LE IMPRESE ITALIANE MEDIAZIONE E GIUSTIZIA ORDINARIA: TEMPI E COSTI PER LE IMPRESE ITALIANE maggio 2010 commissione conciliazione Marcello Guadalupi Laura Pigoli Massimo Oldani Pietro Biagio Monterisi PREMESSA Il presente

Dettagli

l edilizia privata abitativa bloccata a causa della crisi, l edilizia pubblica ferma al palo per le carenze delle casse statali, non utilizzare e

l edilizia privata abitativa bloccata a causa della crisi, l edilizia pubblica ferma al palo per le carenze delle casse statali, non utilizzare e Palermo. Giovani imprenditori edili del Mezzogiorno impegnati nella seconda edizione dell annuale convegno che si svolgerà a Palermo venerdì mattina e che si colloca nella fase di avvio della programmazione

Dettagli

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per Verbale di Consiglio del 25 gennaio 2012 INTERPELLANZA DEI CONSIGLIERI PERNIGOTTI E OLIVERI IN MERITO AGLI STRUMENTI DA ADOTTARE PER COMUNICARE CON I PAESI EMERGENTI ED ECONOMICAMENTE FORTI COME LA CINA

Dettagli

SONO ORMAI PASSATE parecchie settimane dall insediamento

SONO ORMAI PASSATE parecchie settimane dall insediamento LE NUOVE MISURE FISCALI Taglio del cuneo fiscale, riduzione dell Irap e maggiore tassazione delle rendite finanziarie. Questi i tre maggiori interventi del nuovo premier, ma quale effettivo impatto avranno

Dettagli

CONFIMI. Rassegna Stampa del 24/09/2015

CONFIMI. Rassegna Stampa del 24/09/2015 CONFIMI Rassegna Stampa del 24/09/2015 La proprietà intellettuale degli articoli è delle fonti (quotidiani o altro) specificate all'inizio degli stessi; ogni riproduzione totale o parziale del loro contenuto

Dettagli

Intervento di Paolo Gallana LA POLITICA DI FRONTE AI DIRITTI, ALLE INEGUAGLIANZE SOCIALI, ALLE POVERTÀ, ALLO SPRECO

Intervento di Paolo Gallana LA POLITICA DI FRONTE AI DIRITTI, ALLE INEGUAGLIANZE SOCIALI, ALLE POVERTÀ, ALLO SPRECO Intervento di Paolo Gallana LA POLITICA DI FRONTE AI DIRITTI, ALLE INEGUAGLIANZE SOCIALI, ALLE POVERTÀ, ALLO SPRECO Art. 1 Dalla dichiarazione universale dei diritti dell uomo Tutti gli esseri umani nascono

Dettagli

CONGIUNTURA FRIULI VENEZIA GIULIA Consuntivo 3 trimestre 2015 e previsioni 4 trimestre 2015

CONGIUNTURA FRIULI VENEZIA GIULIA Consuntivo 3 trimestre 2015 e previsioni 4 trimestre 2015 CONGIUNTURA FRIULI VENEZIA GIULIA Consuntivo 3 trimestre 2015 e previsioni 4 trimestre 2015 Udine, 20 novembre 2015 Corso Vittorio Emanuele II, 47-33170 Pordenone - Tel. +39 0434 381211 - fax +39 0434

Dettagli

Caritas/Migrantes. Dossier Statistico Immigrazione 2009. XIX Rapporto. Immigrazione: conoscenza e solidarietà

Caritas/Migrantes. Dossier Statistico Immigrazione 2009. XIX Rapporto. Immigrazione: conoscenza e solidarietà Caritas/Migrantes Dossier Statistico Immigrazione 2009 XIX Rapporto Immigrazione: conoscenza e solidarietà In Europa, e specialmente nel nostro Paese, l immigrazione continua a crescere nonostante la crisi,

Dettagli

LA DEMOLIZIONE ITALIANA A CONVEGNO

LA DEMOLIZIONE ITALIANA A CONVEGNO Associazione Nazionale Demolitori Italiani LA DEMOLIZIONE ITALIANA A CONVEGNO Parma, 26 novembre 2005 Trascrizione dell intervento dal titolo: IL MERCATO DELLE DEMOLIZIONI ANNI 2000: DAL RECUPERO ALLA

Dettagli

17 luglio 2015. Italia: premi raccolti nei settori vita e danni

17 luglio 2015. Italia: premi raccolti nei settori vita e danni Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/2002 del 9/4/2002 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della

Dettagli

PIÙ e MENO IL SENSO DELLA NOSTRA PROPOSTA

PIÙ e MENO IL SENSO DELLA NOSTRA PROPOSTA PIÙ e MENO IL SENSO DELLA NOSTRA PROPOSTA PIÙ e MENO IL SENSO DELLA NOSTRA PROPOSTA ANCHE UNA LEGGE DI STABILITÀ CHE PROPONE MENO TASSE SULLA CASA MENO RISORSE PER LA SANITÀ MENO CONTROLLI SULL USO DEL

Dettagli

Come italiani, salviamo esseri umani, perché crediamo nei valori umani e nel rispetto della vita umana.

Come italiani, salviamo esseri umani, perché crediamo nei valori umani e nel rispetto della vita umana. signore e signori, è un grande onore per il mio Paese, per l Italia, essere qui oggi. Vorrei ringraziare la Repubblica Federale Democratica d Etiopia e il Presidente dell Assemblea Generale, Sam Kutesa,

Dettagli

La locomotiva tedesca arranca. E il problema è soprattutto l immagine (A. Allegri)

La locomotiva tedesca arranca. E il problema è soprattutto l immagine (A. Allegri) Data Pubblicazione 19/10/2015 La locomotiva tedesca arranca. E il problema è soprattutto l immagine (A. Allegri) Sito Web www.borse.it Orgoglio, efficienza, organizzazione, trasparenza: i quattro pilastri

Dettagli

GLI EFFETTI DELLA CRISI ECONOMICA SULLA LIBERA CIRCOLAZIONE DEI LAVORATORI ALL'INTERNO DELL'UNIONE EUROPEA. Prof.

GLI EFFETTI DELLA CRISI ECONOMICA SULLA LIBERA CIRCOLAZIONE DEI LAVORATORI ALL'INTERNO DELL'UNIONE EUROPEA. Prof. GLI EFFETTI DELLA CRISI ECONOMICA SULLA LIBERA CIRCOLAZIONE DEI LAVORATORI ALL'INTERNO DELL'UNIONE EUROPEA Prof. Daniel Navas Vega 1 SCHEMA LA LIBERA CIRCOLAZIONE DEI LAVORATORI? LE CARATTERISTICHE DELLO

Dettagli

Jeanine vive, e tu voltati

Jeanine vive, e tu voltati Data Jeanine vive, e tu voltati I diritti umani e soprattutto la loro violazione, devono stringere il mondo intero nella solidarietà. Ban Ki-moon 0 1 E tu voltati Indifferenza. Liliana Segre ne ha parlato

Dettagli

Opening Statement for the ECOFIN President attending the ECON meeting on 22 July 2014

Opening Statement for the ECOFIN President attending the ECON meeting on 22 July 2014 !1 COUNCIL OF THE EUROPEAN UNION Brussels, 22 July 2014 Opening Statement for the ECOFIN President attending the ECON meeting on 22 July 2014 Onorevole Presidente, Onorevoli Membri della Commissione, Sono

Dettagli

SCHEDA DATI STATISTICO-ECONOMICI NOVEMBRE 2013. La crisi economica colpisce soprattutto i lavoratori.

SCHEDA DATI STATISTICO-ECONOMICI NOVEMBRE 2013. La crisi economica colpisce soprattutto i lavoratori. SCHEDA DATI STATISTICO-ECONOMICI NOVEMBRE 2013 1 La crisi economica colpisce soprattutto i lavoratori. A luglio 2013 gli occupati sono il 55,9% ossia 22 milioni 509 mila, mentre i disoccupati sono 3 milioni

Dettagli

Rischio povertà. Una soluzione: dare dignità al mercato

Rischio povertà. Una soluzione: dare dignità al mercato Rischio povertà. Una soluzione: dare dignità al mercato Leonardo Becchetti, Angela Schito - 15/04/2009 (BENE COMUNE:NET) Una delle conseguenze della crisi che stiamo vivendo riguarderà senza dubbio le

Dettagli

COMUNICATO STAMPA DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE PER LA CRESCITA

COMUNICATO STAMPA DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE PER LA CRESCITA COMUNICATO STAMPA Siglato il quinto accordo tra il Gruppo bancario e Piccola Industria Confindustria DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE

Dettagli

ALEA SRL INFOALEA 61 02/09/2013

ALEA SRL INFOALEA 61 02/09/2013 FfffSAD ALEA SRL INFOALEA 61 02/09/2013 Un altra vergogna all italiana..la modifica e la quasi eliminazione delle detrazioni assicurative. La decisione di tagliare drasticamente la detrazione fiscale sulle

Dettagli

PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE

PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE I dati utilizzati per le elaborazioni sono aggiornati al 31/7/1 Pagina 1 Questa

Dettagli

Intervento Convegno: Strumenti di Microfinanza per la prevenzione dell Usura e l inclusione Sociale. Venerdì 24 Gennaio, ore 10:00

Intervento Convegno: Strumenti di Microfinanza per la prevenzione dell Usura e l inclusione Sociale. Venerdì 24 Gennaio, ore 10:00 Intervento Convegno: Strumenti di Microfinanza per la prevenzione dell Usura e l inclusione Sociale Venerdì 24 Gennaio, ore 10:00 Sala delle Assemblee del Banco di Napoli di Ercole P. Pellicanò L'alto

Dettagli

Sintesi dell Osservatorio Risparmi delle Famiglie 2013

Sintesi dell Osservatorio Risparmi delle Famiglie 2013 VALORI % Sintesi dell Osservatorio Risparmi delle Famiglie 2013 Abbiamo alle spalle ancora un anno difficile per le famiglie La propensione al risparmio delle famiglie italiane ha evidenziato un ulteriore

Dettagli