Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download ""

Transcript

1 Catalogo 2012

2

3 RETE FORMAZIONE Condividere le eccellenze, aumentare le possibilità di confronto e scambio tra imprese provenienti da territori contigui, investirle su nuove proposte formative. È nata con questo spirito, con un contratto di rete siglato nel novembre 2011, Rete Formazione, di cui fanno parte i consorzi di formazione delle territoriali confindustriali di Verona (C.IM. & FORM.), Vicenza (Risorse in Crescita), Padova (Fòrema) e Rovigo (C.I.F.I.R.). Una rete aperta a nuove realtà, per gestire l attività formativa in modo aggregato, con il miglioramento del servizio offerto alle aziende, agli imprenditori, ai dipendenti. Rete Formazione è la prima esperienza di aggregazione tra associazioni imprenditoriali sul tema della formazione. Un tema decisivo per spingere l impresa verso un continuo miglioramento, necessario per giocare da protagonista sul mercato internazionale. Un forte segnale di positività per il mercato, le istituzioni e il territorio, in un momento congiunturale difficile. Rete Formazione non intende inglobare e duplicare le proposte formative degli enti che ne fanno parte, né annullare le specificità territoriali. Le varie realtà continueranno infatti ad operare sul territorio provinciale portando avanti le proprie attività e conservando la propria identità sul territorio di riferimento, ma con il valore aggiunto di arricchire la proposta formativa con prodotti evoluti e con eccellenze condivise. Abbiamo unito realtà formative di più province per: realizzare corsi specifici di alto livello pensati per imprenditori e managers mirati nei contenuti e competitivi nei costi; rispondere ai bisogni formativi di un bacino sempre più consistente di aziende, evitando la duplicazione dell offerta formativa e mirando a soddisfare le esigenze specifiche delle imprese; mettere in rete imprenditori di diversi territori, in contesti di esperienza formativa; diffondere tra gli imprenditori la cultura della rete; mettere in comune le esperienze e la creatività a beneficio delle imprese.

4

5 .Ogni volta che m accorgo di atteggiare le labbra al torvo, ogni volta che nell anima mi scende come un novembre umido e piovviginoso, ogni volta che mi accorgo di fermarmi involontariamente dinanzi alle agenzie di pompe funebri e di andar dietro a tutti i funerali che incontro, e specialmente ogni volta che il malumore si fa tanto forte in me che mi occorre un robusto principio morale per impedirmi di scendere risoluto in istrada e gettare metodicamente per terra il cappello alla gente, allora decido che è tempo di mettermi in mare al più presto. Herman Melville (Traduzione: Cesare Pavese) Come non lasciarci trasportare da cupi pensieri? Quale chiave di lettura dare a questi tempi di forti turbolenze nell affrontare la complessiva e rapida evoluzione dei mercati? Quali tecnologie, quali innovazioni, quali architetture organizzative potranno essere le più adatte per reggere alle fasi di recessione e quali invece quelle che potenzialmente ci potrebbero offrire la possibilità di crescere e staccare la concorrenza? Forse è anche per noi il momento di cambiare paradigma. Forse anche per noi è tempo di andar per mare.

6

7 Indice In vino veritas: la degustazione enologica come metafora del cogliere i segnali deboli nelle organizzazioni Pag. 6 Alle radici della Lean Production: il Toyota Production System 8 Come motivare i collaboratori in tempi di crisi 10 CINA: Business e Opportunità 12 Pianificazione strategica con il controllo di gestione 14 L organizzazione vincente: pianificazione, strategia e tattica 16 Problem solving e decision making per gestire il cambiamento 18 La comunicazione in tempo di crisi 20 Lo Zen e l arte di sopravvivere nelle organizzazioni. Stress e gestione delle emozioni 22 Il sogno americano : come fare start up d impresa negli U.S.A. 24 Business Intelligence per le decisioni aziendali 26 La vendita delle emozioni: le tecniche di vendita per persuadere all acquisto e fidelizzare la clientela 28 Web marketing e social business 30 Negoziare efficacemente per vincere la sfida dell internazionalizzazione 32 Aumentare la produttività negli uffici attraverso la lean production 34 L accesso al credito: percorsi di miglioramento gestionale dell impresa e di interazione con la banca 36 Tecniche di creatività. Se lo puoi sognare, lo puoi fare Fare rete per competere insieme e vincere le sfide 40 Sviluppare le vendite e razionalizzare i costi per migliorare la redditività aziendale 42 Segmentazione del mercato e pianificazione strategica di prodotto 44 CINA: il Business coglie l opportunità 48 Monozukury Japan Experience - Study Tour in Giappone 50 Silicon Valley Experience - Study Tour in U.S.A. 52

8 6 In vino veritas: la degustazione enologica come metafora del cogliere i segnali deboli nelle organizzazioni Obiettivi Il corso è finalizzato ad illustrare alcuni modelli di interpretazione e guida del cambiamento applicati ai processi dell organizzazione. Attraverso l analogia enologica, si comprenderanno le variabili predittrici dei fenomeni sociali al fine di allenare la percezione a cogliere gli indicatori eloquenti. Si esploreranno, in modo innovativo, le affinità tra l analisi di un vino, e l analisi della propria organizzazione tramite l allenamento a cogliere segnali deboli. In particolare ci si focalizzerà sui segnali che si possono osservare nelle persone e nei gruppi della propria organizzazione per comprenderne il peso in termini di precursori di malessere; ciò permetterà a imprenditori e manager di non subire gli indicatori negativi di un cambiamento in atto, ma di prevederlo e opportunamente gestirlo. Programma Il cambiamento subito e il cambiamento previsto Veggenza o Competenza? Il cambiamento guidato I segnali deboli: un empowerment di percezione Allestire un osservatorio nella propria organizzazione La degustazione enologica come metafora dell attenzione ai piccoli particolari Cod. VR/01 Date: 11 maggio 2012 Orario: Sede: Zenato Azienda Vitivinicola Srl, Peschiera Del Garda (VR)

9 Destinatari Imprenditori, Responsabili Risorse Umane, Direttori. 7 Metodologia La metodologia formativa sarà costituita da un efficace combinazione di moduli didattici attivi, visione di filmati, sessioni guidate di degustazione di vini, riflessione ed esercitazioni analogiche in gruppo e sottogruppi. Sarà posta attenzione sia al consolidamento dei concetti che all esperienza diretta su cui allenare l osservazione e costruire riflessioni. Ogni metodologia formativa comprenderà un approfondito de-briefing e continui riferimenti all esperienza personale e professionale dei partecipanti. Docente Simone Cordioli Dottore in Psicologia del Lavoro, consulente aziendale, formatore e counsellor, esperto di sviluppo organizzativo e coaching, Cultore della Materia presso l Università degli Studi di Verona, autore di diversi scritti sul tema della formazione e della gestione dei gruppi. Antonio Nocera Psicologo del Lavoro, consulente organizzativo e formatore, Professore a Contratto presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia e presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell Università degli Studi di Verona, autore di diversi scritti sui temi dello stress e della formazione degli adulti. Testimone d azienda Nadia Zenato, Titolare d azienda, Zenato Azienda Vitivinicola Srl Quote Associati a Confindustria PD, VR, VI, RO Associati al Sistema Confindustriale Non Associati e 380,00 + I.V.A. e 480,00 + I.V.A. e 600,00 + I.V.A. per informazioni Paola Bendinelli tel

10 Alle radici della Lean Production: il Toyota Production System 8 Obiettivi Innovarsi ed adattarsi alle continue variazioni del mercato, senza per questo perdere competitività, diventano oggi un imperativo per continuare a competere ed eccellere. Questo percorso si pone come obiettivo principale quello di avvicinare gli imprenditori al mondo del TPS - Toyota Production System - e far comprendere in che modo esso si presti ad essere implementato in qualsiasi tipologia organizzativa. Programma TPS: origini, ragioni del successo, confronto con modelli tradizionali Push & Pull: dall approccio tradizionale al Kaizen Genchi Genbutsu: ovvero andare alla sorgente per individuare i presupposti del decision making Toyota Way e TPS in pratica Investire: se, come e quanto Agli aspetti teorici del corso sarà associata una simulazione pratica grazie al TOYOTA PRODUC- TION SYSTEM SIMULATION GAME. L obiettivo dell attività è far percepire in prima persona ai partecipanti la trasformazione connessa al modello produttivo snello e consolidare le conoscenze TPS quale strumento di sviluppo del business. Cod. PD/02 Date: 24 maggio 2012 Orario: Sede: IL CUBO ROSSO C.F.E. Viale dell Industria, 62 (PD)

11 Destinatari Imprenditori, Manager, Responsabili Ricerca e Sviluppo. 9 Metodologia Agli aspetti teorici del corso si abbina una simulazione pratica TOYOTA PRODUCTION SYSTEM SIMULATION GAME - volta a far apprendere in modo facile e interattivo i principi base del TOYOTA WAY e del TPS. L obiettivo del gioco è la simulazione di un modello produttivo snello partendo da un modello tradizionale, introducendo azioni di miglioramento mirate a rimuovere i vincoli di quest ultimo. Docenti Emanuele Cesari Business Solutions Manager di Toyota Material Handling Italia. Ha maturato una significativa esperienza in ambito service e noleggio, gestione di Clienti Key Account e, in particolare, nella creazione di nuovi business aftersales. È TPS specialist di Toyota per il mercato italiano ed ideatore e fondatore della Academy di Toyota Material Handling Italia, con la quale ha contribuito all implementazione di numerosi processi di miglioramento continuo. Gianni Dal Pozzo Presidente dell Associazione Laureati in Ingegneria Gestionale dell Università di Padova. Ha maturato una significativa esperienza nell ambito della consulenza direzionale in una delle principali società italiane di management consulting. Esperto di operation management. È socio fondatore di una primaria società di consulenza. Quote Associati a Confindustria PD, VR, VI, RO Associati al Sistema Confindustriale Non Associati e 380,00 + I.V.A. e 480,00 + I.V.A. e 600,00 + I.V.A. per informazioni Chiara Rizzi tel

12 Come motivare i collaboratori in tempi di crisi 10 Obiettivi Il corso ha l obiettivo di migliorare a costo zero i seguenti indicatori: assenteismo, turnover, resa e redditività per addetto, numero di non conformità (a km zero e presso il cliente). Alla fine del modulo i partecipanti conosceranno: le evidenze scientifiche in materia di work motivation i modelli manageriali per la valutazione e l incentivazione delle prestazioni gli strumenti per la valutazione del livello di prestazione del collaboratore Alla fine dei moduli, i partecipanti saranno in grado di: indirizzare e sostenere l impegno dei collaboratori valutare le prestazioni dei collaboratori misurare la redditività dei collaboratori sviluppare le competenze dei collaboratori Programma Le pratiche manageriali evolute delle imprese: cosa possiamo migliorare e come? Difendersi dai cattivi consulenti: la work motivation tra mode, leggende, superstizioni ed evidenze scientifiche Motivazione al lavoro: la motivazione a fare, la motivazione a stare Tra soddisfazione lavorativa e motivazione al lavoro: quale relazione? Indicatori per riconoscere il livello di motivazione: il check-up della motivazione Gli obiettivi di ruolo; il check-up della variabile. Il goal setting e la motivazione La valutazione della posizione, della prestazione, del potenziale Lo sviluppo dei collaboratori: sviluppare le competenze La gestione per competenze dei collaboratori Cod. RO/03 Date: 31 maggio 2012 Orario: Sede: Corte Carezzabella, San Martino di Venezze (RO)

13 Destinatari Imprenditori, Responsabili Risorse Umane, Responsabili di area. 11 Metodologia La metodologia formativa sarà costituita da una discussione in plenaria su stimolo del docente e un analisi di casi presentati dai partecipanti. Seguiranno esercitazioni ed esperienze finalizzate al raggiungimento degli obiettivi specifici. Docente Filippo Ferrari Dipartimento di Management, Università Cà Foscari Venezia, da più di vent anni consulente di direzione e formatore. È stabilmente tra i primi 250 ricercatori al mondo in ambito Economics nel ranking internazionale Social Science Research Network. Quote Associati a Confindustria PD, VR, VI, RO Associati al Sistema Confindustriale Non Associati e 380,00 + I.V.A. e 480,00 + I.V.A. e 600,00 + I.V.A. per informazioni Elisabetta Emiliani tel

14 CINA: Business e Opportunità 12 Obiettivi Acquisire le conoscenze e le competenze essenziali per un approccio efficace alla cultura cinese ed al mondo del business in Cina Acquisire le conoscenze necessarie ad un dialogo con i business partners cinesi fondato sulle basi della mediazione culturale necessaria alla costruzione di relazioni commerciali affidabili e durature nel tempo Acquisire le conoscenze di base per poter accedere alle fonti legislative e regolamentari che consentono di operare con il mercato cinese Acquisire i principi e le regole di base della Business Communication con il mondo imprenditoriale, industriale e commerciale cinese Programma Business in Cina: Forme societarie ammissibili, Zone Economiche Speciali, documentazione necessaria, pratiche doganali, agevolazioni fiscali e legislazione di riferimento, identificazione e selezione di partners industriali e commerciali fidati, cosa è possibile importare ed esportare, le pratiche per la spedizione e la disciplina doganale cinese (dazi, iva, imposta sui consumi ed esenzioni). Il nuovo Catalogo per l orientamento degli investimenti esteri. Cultura cinese: elementi fondamentali per la conoscenza della cultura cinese e dei comportamenti sociali, attenzioni da prestare ed errori da evitare, dati socioeconomici, aspetti linguistici e mediazione culturale, importanza delle relazioni personali. Business communication: regole della comunicazione commerciale e della gestione delle trattative con i partners, i clienti ed i fornitori cinesi Legislazione cinese: alcuni elementi chiave di diritto cinese in relazione alle attività di business, accordi bilaterali, registrazione dei marchi e proprietà intellettuale, proprietà immobiliari ed uffici di rappresentanza, imprese straniere e regole per l assunzione di dipendenti cinesi Esempi di buone pratiche legate ai temi trattati Cod. VR/04 Date: 18 maggio 2012 Orario: Sede: DB Hotel Verona Airport And Congress - Sommacampagna (VR)

15 Destinatari Imprenditori, Manager, Responsabili area Operations. 13 Metodologia I partecipanti saranno accompagnati da esperti nell approfondimento di temi legati al contesto economico ed istituzionale cinese, alle relazioni ed alla scelta e selezione dei business partner, all accesso al mercato del lavoro cinese, alle competenze relative all import-export, alla legislazione cinese e alla businness-communication. Il percorso formativo alternerà contributi teorici, momenti di lavoro individuale e di gruppo, occasioni di discussione collettiva e confronti su buone pratiche legate ai temi trattati. Docenti Wu Shenkuo Laureato alla Zhongnan University of Economic and Law (Wuhan), ha ottenuto la laurea specialistica presso la East China University of Politics an Law (Shanghai) e ha conseguito il dottorato di Ricerca in Diritto ed Economica dell Impresa presso l Università di Verona. Nel 2005 ha conseguito l abilitazione alla Professione Legale conferita dal Ministero della Giustizia della Cina. Dal 2011 è assegnista di ricerca presso la Facoltà di Giurisprudenza dell Università di Verona. Wu Yinlan Mediatrice culturale, traduttrice ed interprete presso la Yizhong Educational Consulting. Quote Associati a Confindustria PD, VR, VI, RO Associati al Sistema Confindustriale Non Associati e 380,00 + I.V.A. e 480,00 + I.V.A. e 600,00 + I.V.A. per informazioni Paola Bendinelli tel

16 Pianificazione strategica con il controllo di gestione 14 Obiettivi Il corso si pone l obiettivo di proporre un approccio tecnico concreto ai problemi gestionali, trasferendo le metodologie e gli strumenti adeguati per un efficace controllo economico dell azienda e fornendo i parametri necessari per una corretta valutazione delle performance aziendali. Programma Contabilità direzionale e contesto aziendale Analisi dei costi aziendali e del sistema informativo aziendale Costi: terminologia, concetti e classificazione Il comportamento dei costi: analisi e impiego Progettazione dei sistemi di calcolo dei costi I metodi di calcolo dei costi: direct costing, variable costing, il full costing Determinazione dei costi standard e analisi degli scostamenti Le varianti di mercato e di produzione L analisi costi/volumi/risultati: la break even analysis La costruzione e lo sviluppo dei report: finalità, forma e presentazione L activity-based costing: modalità operative e analisi di un caso aziendale Analisi di casi aziendali Cod. VR/05 Date: 5 giugno 2012 Orario: Sede: Hotel Veronesi La Torre, Dossobuono di Villafranca (VR)

17 Destinatari Controller, Imprenditori, Responsabili Amministrazione, Finanza e Controllo. 15 Metodologia La metodologia didattica è orientata alla gestione pratica delle tematiche aziendali. Il corso prevede lezioni frontali con l ausilio di esemplificazioni tratte dalla realtà che hanno l obiettivo di fornire competenze in ambito del controllo della gestione aziendale. Gli argomenti teorici affrontati in aula trovano un immediato riscontro attraverso la realizzazione di discussioni di casi pratici. Docente Maurizio Pizzamiglio Dottore Commercialista, Revisore Contabile è Professore a Contratto di Pianificazione e controllo presso la Facoltà di Economia dell Università degli Studi di Verona e di Programmazione e controllo presso la Facoltà di Lingue e Letterature Straniere dell Università degli Studi di Verona. Nell ambito della propria attività ha sviluppato specifiche conoscenze in ambito di pianificazione e controllo di gestione, consulenza e pianificazione fiscale, problematiche societarie, ristrutturazioni aziendali, valutazioni di azienda. Ha pubblicato negli anni numerosi libri nelle aree del controllo di gestione, dell analisi di bilancio e del controllo societario. Quote Associati a Confindustria PD, VR, VI, RO Associati al Sistema Confindustriale Non Associati e 380,00 + I.V.A. e 480,00 + I.V.A. e 600,00 + I.V.A. per informazioni Paola Bendinelli tel

18 L organizzazione vincente: pianificazione, strategia e tattica 16 Obiettivi Tramite l innovativa disciplina sportiva del Soft Air i partecipanti saranno immersi in un percorso di apprendimento sul campo, in circostanze che richiedono un completo coinvolgimento psicofisico. Tale contesto richiede la messa in campo di risorse fisiche e mentali, in un contesto privo di punti di riferimento stabili e rassicuranti: in altre parole i protagonisti di questa giornata formativa saranno accompagnati fuori dalla quotidiana zona di confort, in condizioni non convenzionali, al fine di riflettere sulla crucialità delle competenze strategiche. Il Soft Air costituisce una cornice privilegiata per riflettere ed estrapolare contenuti formativi inerenti alla gestione strategica, ovvero l insieme di scelte e regole che una struttura deve condividere al fine di perseguire con successo la propria mission, in accordo con la strategia organizzativa definita, che deve essere costantemente adattata alle caratteristiche mutevoli dell ambiente esterno. Programma Strategia tattica e linee comportamentali Concetto di vision, mission e values L applicazione comportamentale dei valori Priorità, urgenze e allineamento decisionale Execution e accountability Creazione del valore attraverso l autoapprendimento Definizione degli standard operativi minimi e misurazione delle performance. Cod. PD/06 Date: 22 giugno 2012 Orario: Sede: Parco Regionale dei Colli Euganei

19 Destinatari Imprenditori, Manager, Responsabili Ricerca e Sviluppo. 17 Docenti Simone Sistici Consulente, formatore e personal coach. Opera principalmente nello sviluppo di percorsi di aula, in modalità outdoor e di coaching in situazioni di change management a supporto di processi di cambiamento organizzativo e di missione aziendale, in situazioni di cambio di governance e di ingegnerie organizzative. Ha iniziato la professione di personal coach in ambito aziendale e sportivo. Quest ultimo ambito ha come prerogativa il potenziamento delle risorse personali del coachee attraverso la gestione degli obiettivi, dello sviluppo dell area percettiva e la gestione dell area emotiva. Fabio Fanti Consulente e formatore. Dopo 12 anni trascorsi in un importante azienda del settore Information Technology decide di intraprendere il percorso di trainer. Attualmente lavora nel mondo della formazione per importanti aziende nazionali ed internazionali, non trascurando un continuo e costante aggiornamento sulle più moderne tecniche di apprendimento esperienziale, sia nell ambito della gestione dei team che dello sviluppo personale delle risorse umane. Quote Associati a Confindustria PD, VR, VI, RO e 800,00 + I.V.A. Associati al Sistema Confindustriale e 900,00 + I.V.A. Non Associati e 1.050,00 + I.V.A. per informazioni Chiara Rizzi tel

20 Problem solving e decision making per gestire il cambiamento 18 Obiettivi Il corso ha l obiettivo di trasmettere le principali metodologie per l analisi e la risoluzione di problemi e condividere un processo per l analisi del problema e la presa di decisione, sia singolarmente, sia nei gruppi di lavoro. Programma Problem Solving Definire il problema Identificare i problemi in ordine di priorità Scomporre il problema principale in problemi secondari Problem solving: ricercare e individuare possibili soluzioni al problema Decision Making Scelta della soluzione: valutare le alternative di soluzione, definendo le implicazioni e le conseguenze delle alternative Criteri decisionali: i risultati possibili e le risorse da utilizzare Piano operativo e definizione dei tempi Decision making: decidere come agire in base alle risposte ottenute Decision taking: passare all azione Cod. VI/07 Date: 15 giugno 2012 Orario: Sede: Colle Paradiso Az. Agr., Fara Vicentino (VI)

21 Destinatari Imprenditori, Amministratori Delegati, Responsabili di Funzione. 19 Metodologia I contenuti vengono veicolati attraverso una metafora che veste di significati i temi oggetto dell intervento formativo, questi entrano a far parte dei vissuti del partecipante non attraverso le consuete dinamiche d aula, ma attraverso la potente ancora dell esperienza vissuta, secondo i principi del modello di apprendimento di Kolb. Orienteering Obiettivo di questa esercitazione è capire come i piccoli gruppi prendono decisioni e risolvono i problemi. I partecipanti vengono suddivisi in gruppi e vengono addestrati all utilizzo dei materiali. I due sottogruppi vengono portati ai rispettivi punti di partenza dove si consegnano le coordinate della prima tappa intermedia. I gruppi, dopo aver progettato il percorso, iniziano il cammino verso la prima lanterna dove troveranno le informazioni per calcolare la posizione della seconda lanterna e così via. Avvicinamento al cavallo Obiettivo di questa esercitazione sarà l analisi di come ogni singolo individuo risolve situazioni a livello individuale. L attività sarà un percorso di avvicinamento al cavallo libero in un recinto. È necessario adottare varie tecniche di avvicinamento e prendere le decisioni al momento giusto. Docenti Roberto Gesuato Consulente aziendale nell area formazione e comportamento organizzativo, Trainer certificato Master in Outdoor Management Training Diego Sforza Psicologo del lavoro, formatore e consulente H.r. Practitioner in Outdoor Management Training Quote Associati a Confindustria PD, VR, VI, RO Associati al Sistema Confindustriale Non Associati e 500,00 + I.V.A. e 620,00 + I.V.A. e 750,00 + I.V.A. per informazioni Alessandra Rossi tel

22 La comunicazione in tempi di crisi 20 Obiettivi Raramente le organizzazioni dedicano l attenzione necessaria alla loro immagine. Spesso la sottovalutano e ne restano dominati. Le aziende di successo, quelle che vendono di più, curano invece attentamente la propria immagine: dal marchio al giardino aziendale. Il corso ha l obiettivo di: fornire strumenti pratici per dominare la propria immagine (invece di esserne dominati). Conoscere i fondamenti della comunicazione e della semiotica e le loro applicazioni pratiche in azienda. identificare i fattori di successo valutati dai diversi pubblici. adottare il modello di integrazione dell immagine aziendale con il branding. rinforzare l immagine attraverso la sede aziendale. strutturare un piano a medio termine. Programma Fondamenti di comunicazione e semiotica. La comunicazione aziendale. La scienza dei segni e la corporate image. Identità dei proprietari e immagine dell azienda. Un test di autovalutazione. Un modello pratico. La progettazione dell immagine aziendale. La regola aurea. I fattori di successo valutati dai diversi pubblici. Prevenire errori tipici e gravi. Un test percettivo. Formula per costruire e mantenere la propria immagine. Esercitazione. La sede aziendale. Importanza dell ambiente aziendale. Architettura e verde aziendale. Coerenza o integrazione con la corporate image. Strategie e soluzioni per scegliere bene. Esempi di successo. Il modello Customer-Based Brand Equity. La corporate image e il branding. Nove cattivi esempi. Cinque casi eccellenti. Sette attività post-vendita. Linee guida per i diversi settori dei partecipanti. Il piano di comunicazione aziendale. Le metodologie di formulazione del corporate image budget. Strumenti integrativi. Esercitazione. Riepilogo. Cod. RO/08 Date: 26 giugno 2012 Orario: Sede: Tenuta Ca Zen, Taglio di Po (RO)

23 Destinatari Imprenditori, Amministratori Delegati, Direttori Generali, Commerciali e del Marketing. 21 Docente Marco Galleri Consulente di direzione aziendale con pluriennale esperienza nel coaching e nella formazione. Saggista di tematiche come Il tempo per le decisioni importanti, La prima cassetta degli attrezzi, si definisce un facilitatore dell innovazione aziendale messo a disposizione del management. Quote Associati a Confindustria PD, VR, VI, RO Associati al Sistema Confindustriale Non Associati e 380,00 + I.V.A. e 480,00 + I.V.A. e 600,00 + I.V.A. per informazioni Elisabetta Emiliani tel

24 22 Lo Zen e l arte di sopravvivere nelle organizzazioni Stress e gestione delle emozioni Obiettivi Il corso è finalizzato ad illustrare il fenomeno dello stress e le sue connotazioni in termini di sintomi emozionali, pensieri e comportamenti. Partendo dalle convinzioni suggerite dal senso comune, il corso sfaterà alcuni miti con l aiuto della fisiologia, della psicologia e della filosofia Zen. L obiettivo principale sarà quello di fornire conoscenze e strumenti per prendere coscienza di alcune personali modalità di gestione dello stress e delle emozioni valutandole in un ottica di efficacia ai fini del proprio benessere. Il pensiero orientale accompagnerà la trattazione permettendo di completare l esperienza con una parte intuitiva sperimentata attraverso suggestioni e tecniche di meditazione zen. Programma Lo stress: ma cos è? Quando ci si mettono di mezzo gli ormoni: le conseguenze fisiologiche dello stress Cosa penso e cosa sento: sintomi mentali ed emozionali dello stress Mangiarsi le unghie o svuotare il frigo? Sintomi comportamentali dello stress Istruzioni per rendersi infelici: come peggiorare uno stato di malessere Di male in meglio: strategie cognitive ed emotive per far fronte allo stress Zen e psicologia: l importanza del qui ed ora Meditazione Zen e tecniche per migliorare il proprio benessere Cod. VR/09 Date: 28 giugno 2012 Orario: Sede: Villa Quaranta Park Hotel, Ospedaletto di Pescantina (VR)

25 Destinatari Imprenditori, Responsabili Risorse Umane, Direttori. 23 Metodologia La metodologia formativa sarà costituita da un efficace combinazione di moduli didattici attivi, costruiti con il supporto di filmati, sessioni guidate di riflessione e autodiagnosi e sperimentazione di tecniche di rilassamento e meditazione. Sarà posta attenzione sia al consolidamento dei concetti che all esperienza diretta su cui allenare l osservazione e costruire riflessioni. Ogni metodologia formativa comprenderà un approfondito de-briefing e continui riferimenti all esperienza personale e professionale dei partecipanti. Docenti Antonio Nocera Psicologo del Lavoro, consulente organizzativo e formatore, Professore a Contratto presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia e presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell Università degli Studi di Verona, autore di diversi scritti sui temi dello stress e della formazione degli adulti. Simone Cordioli Dottore in Psicologia del Lavoro, consulente aziendale, formatore e counsellor, esperto di sviluppo organizzativo e coaching, Cultore della Materia presso l Università degli Studi di Verona, autore di diversi scritti sul tema della formazione e della gestione dei gruppi. Quote Associati a Confindustria PD, VR, VI, RO Associati al Sistema Confindustriale Non Associati e 380,00 + I.V.A. e 480,00 + I.V.A. e 600,00 + I.V.A. per informazioni Paola Bendinelli tel

26 Il sogno americano : come fare start up d impresa negli U.S.A 24 Obiettivi La giornata ha l obiettivo di focalizzare l attenzione sugli Stati Uniti, importante mercato di sbocco per le aziende italiane. Si tratteranno le opportunità di collaborazione tra imprese italiane e sistema produttivo/ distributivo statunitense, analizzando gli aspetti doganali, contrattuali, fiscali e dei sistemi di pagamento e tutela Proprietà intellettuale. Programma Il sistema giuridico negli Stati Uniti La contrattualistica nelle operazioni di import/export con gli Stati Uniti Normativa sull esercizio di attività commerciali e la distribuzione dei prodotti negli Stati Uniti: - L agenzia commerciale - La distribuzione commerciale Il sistema doganale statunitense. Tecnica doganale nelle operazioni di import/export La tutela di marchi e brevetti Forme societarie negli Stati Uniti Case History: l esperienza GHIGI in U.S.A. Il sistema fiscale statunitense Il sistema bancario quale ponte per l interscambio e gli investimenti in U.S.A. Tecnica dei pagamenti internazionali nelle operazioni di import/export Cod. VI/10 Date: 5 luglio 2012 Orario: Sede: Villa Valmarana Morosini, Altavilla Vicentina (VI)

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE Management Risorse Umane MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE La formazione di eccellenza al servizio dei Manager PRESENTAZIONE Il Master Triennale di Formazione Manageriale è un percorso di sviluppo

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING

STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING Gianna Maria Agnelli Psicologa Clinica e Psicoterapeuta Clinica del Lavoro "Luigi Devoto Fondazione IRCCS Ospedale

Dettagli

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

Process Counseling Master. Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo

Process Counseling Master. Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo Process Counseling Master Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo Il percorso Una delle applicazioni più diffuse del Process Counseling riguarda lo sviluppo delle potenzialità

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento Sede corso:

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1. http://www.sinedi.com

ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1. http://www.sinedi.com http://www.sinedi.com ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1 L estrema competitività dei mercati e i rapidi e continui cambiamenti degli scenari in cui operano le imprese impongono ai

Dettagli

SPC Scuola di Process Counseling

SPC Scuola di Process Counseling SPC Scuola di Process Counseling In uno scenario professionale e sociale in cui la relazione è il vero bisogno di individui e organizzazioni, SPC propone un modello scientifico che unisce l attenzione

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI Organizzato da Impact Hub Rovereto in collaborazione con TrentunoTre con la supervisione scientifica di ISIPM SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling settembre dicembre

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

Excellence Programs executive. Renaissance management

Excellence Programs executive. Renaissance management Excellence Programs executive Renaissance management Renaissance Management: Positive leaders in action! toscana 24.25.26 maggio 2012 Renaissance Management: positive leaders in action! Il mondo delle

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

Master Universitario di I livello

Master Universitario di I livello Master Universitario di I livello In Obiettivi e sbocchi professionali: Il nostro obiettivo è quello di fornire ai partecipanti, gli strumenti adatti per gestire con efficacia progetti nel settore delle

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia NetworkNetwor erpreneurship Enterpreneu Network L Enterpreneurship Passion Leadership Istituzione indipendente per la formazione

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

ON LINE COACHING SCHOOL

ON LINE COACHING SCHOOL ON LINE COACHING SCHOOL ON LINE COACHING SCHOOL corso di coaching skills e avvio alla professione di coach Mentre si conclude la prima edizione, yucan.it e ICTF presentano il secondo corso online di avvio

Dettagli

Master in Fundraising e Project Management

Master in Fundraising e Project Management Master in Fundraising e Project Management Il Master in Fundraising e Project Management, in collaborazione con l Università degli Studi di Roma Tor Vergata, è volto a formare esperti di raccolta fondi

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

MASTER MAGPA Argomenti Project Work

MASTER MAGPA Argomenti Project Work MASTER MAGPA Argomenti Project Work MODULO I LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: PROFILO STORICO E SFIDE FUTURE Nome Relatore: Dott.ssa Ricciardelli (ricciardelli@lum.it) 1. Dal modello burocratico al New Public

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Partner Nome dell azienda Ferretticasa Spa Settore Engineering & Costruction Servizi e/o

Dettagli

TECNICHE DI NEGOZIAZIONE E DI REDAZIONE DEI CONTRATTI DI VENDITA E DI DISTRIBUZIONE COMMERCIALE

TECNICHE DI NEGOZIAZIONE E DI REDAZIONE DEI CONTRATTI DI VENDITA E DI DISTRIBUZIONE COMMERCIALE RIEPILOGO CORSI Tecniche di negoziazione e di redazione dei contratti di vendita e di distribuzione commerciale Talenti & Vendite: la gestione della relazione commerciale Capire per vendere Tecniche di

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI ALBERTO AGAZZI GENERALI IMMOBILIARE ITALIA Alberto Agazzi è nato a Milano il 18/06/1977 ed laureato in Ingegneria Edile presso il Politecnico

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA Carlo Carta Responsabile Commerciale ENGINEERING SARDEGNA e IL GRUPPO ENGINEERING La prima realtà IT italiana. oltre 7.000 DIPENDENTI 7% del mercato

Dettagli

Il CIO del futuro Report sulla ricerca

Il CIO del futuro Report sulla ricerca Il CIO del futuro Report sulla ricerca Diventare un promotore di cambiamento Condividi questo report Il CIO del futuro: Diventare un promotore di cambiamento Secondo un nuovo studio realizzato da Emerson

Dettagli

CISITA. Executive TOOLS PARMA IMPRESE. sviluppo risorse per l azienda STRUMENTI AVANZATI PER LO SVILUPPO MANAGERIALE 17 OTTOBRE 28 NOVEMBRE 2014

CISITA. Executive TOOLS PARMA IMPRESE. sviluppo risorse per l azienda STRUMENTI AVANZATI PER LO SVILUPPO MANAGERIALE 17 OTTOBRE 28 NOVEMBRE 2014 sviluppo risorse per l azienda CISITA PARMA IMPRESE Executive TOOLS STRUMENTI AVANZATI PER LO SVILUPPO MANAGERIALE 17 OTTOBRE 28 NOVEMBRE 2014 IN COLLABORAZIONE CON Executive TOOLS Executive Tools - Strumenti

Dettagli

FACILITARE APPRENDIMENTI SIGNIFICATIVI, MOTIVARE E COINVOLGERE GLI STUDENTI DELLA SCUOLA SUPERIORE. Progetto di formazione

FACILITARE APPRENDIMENTI SIGNIFICATIVI, MOTIVARE E COINVOLGERE GLI STUDENTI DELLA SCUOLA SUPERIORE. Progetto di formazione FACILITARE APPRENDIMENTI SIGNIFICATIVI, MOTIVARE E COINVOLGERE GLI STUDENTI DELLA SCUOLA SUPERIORE Progetto di formazione Questo progetto si articola in due diversi interventi: - un corso/laboratorio per

Dettagli

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita;

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita; .netbin. è un potentissimo strumento SVILUPPATO DA GIEMME INFORMATICA di analisi dei dati con esposizione dei dati in forma numerica e grafica con un interfaccia visuale di facile utilizzo, organizzata

Dettagli

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management Gli aspetti maggiormente apprezzabili nell utilizzo di BOARD sono la tempestività nel realizzare ambienti di analisi senza nessun tipo di programmazione

Dettagli

Sfide strategiche nell Asset Management

Sfide strategiche nell Asset Management Financial Services Banking Sfide strategiche nell Asset Management Enrico Trevisan, Alberto Laratta 1 Introduzione L'attuale crisi finanziaria (ed economica) ha significativamente inciso sui profitti dell'industria

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo Pagina 1 di 24 INTRODUZIONE SEZ 0 Manuale Operativo DOCUMENTO TECNICO PER LA CERTIFICAZIONE DEL PROCESSO DI VENDITA DEGLI AGENTI E RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO OPERANTI PRESSO UN AGENZIA DI RAPPRESENTANZA:

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R.

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R. Napoli Centro Psicopedagogico Formazione Studi e Ricerche OIDA Scuola di Formazione riconosciuta dal M.I.U.R. Decreto 3 agosto 2011 Scuola di Formazione riconosciuta dalla P.ED.I.AS. Comunicazione Efficace

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA novembre 2004 FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA CICLO DI FORMAZIONE SUL RUOLO E SULLA VALORIZZAZIONE DELLA MARCA NELLA VITA AZIENDALE 3, rue Henry Monnier F-75009 Paris www.arkema.com TEL (+33)

Dettagli

Garnell Garnell Garnell

Garnell Garnell Garnell Il veliero Garnell è un grande esempio di capacità di uscire dagli schemi, saper valutare il cambio di rotta per arrivare serenamente a destinazione, anche nei contesti più turbolenti Il 14 agosto 1919

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a:

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a: 1 1.Obiettivi Il master ha l obiettivo di favorire lo sviluppo delle competenze manageriali nelle Aziende Sanitarie e Ospedaliere, negli IRCCS, nei Policlinici e nelle strutture di cura private approfondendo,

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Risk management come opportunità per un nuovo welfare

Risk management come opportunità per un nuovo welfare Risk management come opportunità per un nuovo welfare Il contesto economico e sociale in cui operano i comitati Uisp condiziona la loro attività mettendoli di fronte a criticità di natura organizzativa,

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

6. Le ricerche di marketing

6. Le ricerche di marketing Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Corso di Laurea in Lingue e Cultura per l Impresa 6. Le ricerche di marketing Prof. Fabio Forlani Urbino, 29/III/2011

Dettagli

Business Process Modeling Caso di Studio

Business Process Modeling Caso di Studio Caso di Studio Stefano Angrisano, Consulting IT Specialist December 2007 2007 IBM Corporation Sommario Perché l architettura SOA? Le aspettative del Cliente. Ambito applicativo oggetto dell introduzione

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

Prosegue il percorso di riflessione

Prosegue il percorso di riflessione strategie WEB MARKETING. Strategie di Customer Journey per la creazione di valore Il viaggio del consumatore in rete Come le aziende possono calarsi nell esperienza multicanale del cliente per costruire

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master 2009 Executive Master PMI e Competitività Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master Universitario di primo livello, III edizione Marzo 2009

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

1. QUAL È LO SCOPO DI QUESTO MODULO?

1. QUAL È LO SCOPO DI QUESTO MODULO? Percorso B. Modulo 4 Ambienti di Apprendimento e TIC Guida sintetica agli Elementi Essenziali e Approfondimenti (di Antonio Ecca), e slide per i formatori. A cura di Alberto Pian (alberto.pian@fastwebnet.it)

Dettagli

Gli immobili sono nel nostro DNA.

Gli immobili sono nel nostro DNA. Gli immobili sono nel nostro DNA. FBS Real Estate. Valutare gli immobili per rivalutarli. FBS Real Estate nasce nel 2006 a Milano, dove tuttora conserva la sede legale e direzionale. Nelle prime fasi,

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

INTRODUZIONE 17. Introduzione

INTRODUZIONE 17. Introduzione INTRODUZIONE 17 Introduzione Questo libro nasce dal desiderio di raccogliere e condividere le idee elaborate dal nostro gruppo di lavoro nel corso della progettazione e realizzazione di progetti inerenti

Dettagli

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura INTRODUZIONE L obiettivo è fornire la migliore cura per i pazienti con il coinvolgimento di tutto il personale

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

Fabio Ciarapica Director PRAXI ALLIANCE Ltd

Fabio Ciarapica Director PRAXI ALLIANCE Ltd Workshop Career Management: essere protagonisti della propria storia professionale Torino, 27 febbraio 2013 L evoluzione del mercato del lavoro L evoluzione del ruolo del CFO e le competenze del futuro

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management Il Master universitario di 1 livello Banking and Financial Services Management è nato dall accordo tra la Scuola di Amministrazione Aziendale

Dettagli

SICUREZZA & INGEGNERIA

SICUREZZA & INGEGNERIA SICUREZZA & INGEGNERIA Centro Formazione AiFOS A707 MA.CI - S.R.L. AGENZIA FORMATIVA E SERVIZI PROFESSIONALI PER LE IMPRESE Organismo accreditato dalla Regione Toscana PI0769 C.F./Partita IVA 01965420506

Dettagli

Caratteristiche del Fondo

Caratteristiche del Fondo Caratteristiche del Fondo EQUI MEDITERRANEO FUND e un fondo costituito sotto forma di SICAV SIF ed è un comparto dedicato della piattaforma EQUI SICAV - SIF, una Società a capitale Variabile Lussemburghese

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli