REQUISITI DI FORNITURA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REQUISITI DI FORNITURA"

Transcript

1 Pag. 1 di 8 CONDIZIONI GENERALI DI DELLA BRUNO NESTORE s.r.l. e REQUISITI DI FORNITURA EMESSA e VERIFICATA DA: R.A. P. PALLAVIDINO FIRMA APPROVATA DA: D.G. NESTORE BRUNO FIRMA TEL TEL

2 Pag. 2 di 8 INDICE INDICE PAG. 2 1 GENERALITA' PAG. 3 2 ACCETTAZIONE DELL'ORDINE PAG. 3 3 PREZZI PAG. 3 4 TERMINI DI CONSEGNA PAG. 3 5 MODALITA' DI TRASPORTO E CONSEGNA PAG. 4 6 QUALITA' DELLE FORNITURE E DOCUMENTAZIONE PAG. 4 7 CAMPIONATURE PER BENESTARE PAG. 5 8 IMBALLAGGIO E IDENTIFICAZIONE PAG. 5 9 PARTI DI RICAMBIO E SERVIZIO DI MANUTENZIONE PAG DEROGHE PAG OSSERVAZIONI DI COLLAUDO E AZIONI CORRETTIVE PAG GARANZIA PAG VALUTAZIONE DEI FORNITORI PAG DOCUMENTI AMMINISTRATIVI PAG INFORMAZIONI RISERVATE PAG CONTROVERSIE PAG. 8

3 Pag. 3 di 8 1 GENERALITA' La BRUNO NESTORE S.r.l. si prefigge l'obiettivo di instaurare un rapporto di partnership efficace ed efficiente con tutti i propri fornitori, in modo da assicurare: la chiara definizione dei requisiti di fornitura relativo a tutti i prodotti/ servizi approvvigionati che tutti i prodotti/ servizi approvvigionati soddisfino tali requisiti un efficace comunicazione tra le parti il continuo miglioramento da parte dei Fornitori Le condizioni generali di cui appresso si intendono valide per ogni Ordine di Acquisto emesso dalla BRUNO NESTORE S.r.l. ed è la manifestazione integrale degli accordi intervenuti tra la BRUNO NESTORE S.r.l. ed il Fornitore e non può essere modificato se non in base ad un accordo scritto. 2 ACCETTAZIONE DELL'ORDINE Il Fornitore è tenuto a restituire la copia dell'ordine firmata per accettazione delle presenti condizioni e di quelle specifiche espresse nell'ordine stesso. Qualora la BRUNO NESTORE S.r.l. non riceva la copia dell ordine, firmata per accettazione, entro 5gg., l'esecuzione della fornitura da parte del Fornitore implicherà l accettazione tacita delle presenti condizioni e di quelle specifiche espresse nell'ordine stesso. Nel caso in cui intervengano circostanze tali da far prevedere che il Fornitore non sarà in grado di assicurare l'assolvimento corrente degli impegni assunti, deve comunicarlo immediatamente alla BRUNO NESTORE s.r.l. che, dopo un attenta verifica, potrà liberamente decidere di recedere dal rapporto contrattuale mediante una semplice comunicazione scritta. Gli impianti, le macchine, le attrezzature, i servizi ed i materiali di ogni classe merceologica devono rispondere alle prescrizioni richieste dalle vigenti Norme di Legge per la sicurezza e la salute dei lavoratori, per l'igiene del lavoro e Norme di Legge di settore o prodotto (con successive modifiche e integrazioni). 3 PREZZI I prezzi indicati nell'ordine sono fissi; sono perciò escluse variazioni sulla base di successivi aumenti di costo, fatto unicamente salvo quanto diversamente e specificatamente pattuito per iscritto. 4 TERMINI DI CONSEGNA I termini di consegna indicati nell'ordine sono tassativi ed essenziali. La BRUNO NESTORE S.r.l. ha la facoltà di rifiutare consegne effettuate in anticipo. Nel caso di ritardi, anche per una sola parte dell'ordine, non imputabili a comprovate cause di forza maggiore, è facoltà della BRUNO NESTORE S.r.l. di risolvere con effetto immediato l'ordine di pieno diritto ai sensi ed agli effetti dell'art C.C. mediante semplice comunicazione al Fornitore e applicare a carico del Fornitore una penale pari al 10% fino ad un massimo del 30% dell importo presunto della fornitura (e determinabile sulla base della quantità complessiva indicata nell ordine di acquisto) per ogni giorno di ritardo. Inoltre, fermo restando quanto scritto precedentemente, la BRUNO NESTORE s.r.l. avrà la facoltà di procedere ad una richiesta danni (che dovranno essere documentati e quantificati) nei confronti del Fornitore in quanto alla fornitura sono legate tutta una serie di lavorazioni ad essa

4 Pag. 4 di 8 connesse e, quindi, un eventuale ritardo avrebbe ripercussioni pesanti su tutte le attività concatenate, al momento non quantificabili. 5 MODALITA' DI TRASPORTO E CONSEGNA La merce, durante il trasporto, viaggia a rischio e pericolo del Fornitore anche se spedita in porto assegnato, secondo le Norme di Legge vigenti e successive modifiche e integrazioni. La merce deve essere consegnata con imballo idoneo al trasporto, conforme alle vigenti Norme di Legge per la sicurezza e la prevenzione degli infortuni e successive modifiche e integrazioni e conforme a quanto specificato eventualmente negli ordini di acquisto. Ogni consegna deve essere accompagnata dal documento di trasporto con indicato il numero e la data dell'ordine di acquisto a cui si riferiscono. Gli stessi dati devono essere riportati sulle fatture (ved. paragrafo 13). Ogni collo deve essere identificato secondo quanto riportato nel par QUALITA' DELLE FORNITURE E DOCUMENTAZIONE Per garantire la qualità delle forniture, i Fornitori devono avviare un processo di controllo dei prodotti e dei processi di lavorazione, affinché sia sempre garantita la conformità dei prodotti ai requisiti specificati. I Fornitori il cui prodotto o servizio abbia diretta influenza sulla qualità delle forniture del prodotto automotive devono possedere un sistema di gestione qualità conforme alla norma UNI EN ISO 9001 e/ o, possibilmente, secondo lo schema UNI ISO TS 16949; in caso non sia il produttore diretto, deve essere in grado di presentare un certificato mostrando l evidenza che il prodotto o semi-lavorato è stato elaborato da un produttore certificato. E responsabilità del Fornitore rispettare scrupolosamente procedure, norme, disegni, piani di controllo e quanto richiesto nell ordine e nei documenti in esso richiamati e assicurare la conformità ai requisiti cogenti applicabili. Il fornitore deve garantire una gestione adeguata dei processi di produzione tramite controlli pianificati e documentati delle caratteristiche importanti del prodotto. La ricezione della merce da parte della BRUNO NESTORE S.r.l. non ne presuppone la conformità qualitativa e la BRUNO NESTORE S.r.l. si riserva, previo controllo, di rilevare eventuali non conformità e richiedere la tempestiva sostituzione ed addebitare al Fornitore eventuali danni. E facoltà del Cliente stesso verificare, presso i Fornitori della BRUNO NESTORE s.r.l., che i prodotti acquistati siano conformi ai requisiti specificati. Tale verifica non solleva il Fornitore dalla responsabilità di fornire prodotti accettabili. Per ogni nuova fornitura deve essere allegata la scheda di sicurezza (SCHEDA INFORMATIVA IN MATERIA DI SICUREZZA) del materiale approvvigionato secondo le Norme di Legge vigenti e successive modifiche e integrazioni; per i materiali che non necessitano di tale scheda, basterà inviare una dichiarazione che il materiale non è soggetto ad essere accompagnato dalla scheda di sicurezza e specificare, in breve, le motivazioni. Ad ogni modifica del materiale, il Fornitore si impegna a consegnare alla BRUNO NESTORE S.r.l. la scheda di sicurezza aggiornata. Quando richiesto, la merce deve essere accompagnata da una dichiarazione di conformità ai disegni, capitolati, schede tecniche, norme o tabelle... con il quale il Fornitore certifica che il materiale è stato adeguatamente collaudato e che a seguito di tale collaudo è risultato idoneo. Il Fornitore si obbliga a d effettuare/ far effettuare tutte le prove e/o i controlli atti a stabilire l'affidabilità e l'idoneità del particolare all'impiego previsto nonchè la sua conformità alle prescrizioni richieste dalle Norme di Legge italiane ed estere (e successive modifiche e integrazioni).

5 Pag. 5 di 8 Ad ogni modifica del materiale il Fornitore si impegna a consegnare alla BRUNO NESTORE S.r.l. la scheda tecnica aggiornata. Quando richiesto, il Fornitore è tenuto a consegnare certificazioni che il materiale sia conforme a specifiche Norme di Legge e Regolamentazioni di prodotto (es: Direttive Europee 2000/53/CE, 2003/11/CE, 2002/95/CE ). Tutta la documentazione richiesta (o obbligatoria secondo le Norme di Legge) è da considerarsi parte integrante delle forniture in ordine: qualora non venga consegnata la BRUNO NESTORE s.r.l. provvederà alla sospensione dei pagamenti; in questo caso non verranno riconosciuti interessi di mora sui pagamenti in argomento anche se corrisposti dopo i termini contrattuali. Il Fornitore deve possedere un sistema di gestione e di continuo aggiornamento delle prescrizioni legali internazionali, nazionali, regionali, locali e qualsiasi requisito cogente. 7 CAMPIONATURE PER BENESTARE Quando richiesto, per forniture nel settore automotive, il Fornitore deve integrare le campionature con la seguente documentazione PPAP: Certificato dimensionale Certificato materiale e scheda tecnica Flow Chart di processo FMEA di processo Piano di controllo Report di prove specifiche Capability di processo e studi statistici Dati composizione chimica per il sistema IMDS Certificati in accordo con regolamentazioni di prodotto Il Fornitore deve aggiornare i documenti a fronte di modifiche/ non conformità del prodotto e inviarli tempestivamente alla BRUNO NESTORE s.r.l. Per campionature relative ad altri settori si richiede principalmente scheda tecnica, certificato del materiale e dimensionale e certificati relativi a regolamentazioni di prodotto. 8 IMBALLAGGIO E IDENTIFICAZIONE L imballaggio di ogni prodotto deve essere integro e conforme alle norme o alle specifiche d ordine e in ogni caso adatto a tutelare l integrità del contenuto durante le movimentazioni e l immagazzinamento mediante l uso di attrezzature standard. L identificazione del materiale sull imballo deve essere ben visibile, corretta, scritta in chiaro secondo quanto specificato sull ordine e deve contenere i dati relativi a: u Codice e descrizione del materiale u n DDT u Quantità per ogni imballo Per prodotti classificati pericolosi o altro, l etichettatura deve essere conforme alle Norme di Legge vigenti (e s.m.i) 9 PARTI DI RICAMBIO E SERVIZIO DI MANUTENZIONE Il Fornitore assicura la disponibilità, a prezzi concorrenziali, delle parti di ricambio e del servizio di manutenzione relativi ai prodotti forniti per un periodo di almeno 2 anni a decorrere dalla data di cessazione della produzione del tipo cui appartengono i prodotti forniti.

6 Pag. 6 di 8 Il Fornitore si obbliga a comunicare alla BRUNO NESTORE s.r.l. la cessazione della produzione del tipo cui appartengono i prodotti forniti con almeno 3 mesi di preavviso. 10 DEROGHE Il fornitore non può in alcun modo effettuare modifiche sul prodotto o sul processo produttivo senza preventiva autorizzazione da parte della BRUNO NESTORE s.r.l. Per le modifiche richieste dalla BRUNO NESTORE s.r.l., il Fornitore dovrà essere in grado di garantire che non siano consegnati prodotti ante-modifica in date seguenti a quelle concordate. La prima consegna di prodotto modificato dovrà essere accompagnata dalla scritta MODIFICA sul cartellino di identificazione e/o in altra posizione visibile. Qualora il Fornitore, per proprie esigenze di produzione, non possa rispettare quanto prescritto dalla BRUNO NESTORE s.r.l., prima di procedere dovrà chiederne autorizzazione all ufficio acquisti. In funzione delle conseguenze che il mancato rispetto delle prescrizioni comporta, la BRUNO NESTORE s.r.l. può: negare l autorizzazione a procedere dare l autorizzazione a procedere con limite di tempo e/o quantità dare l autorizzazione a procedere modificando le proprie prescrizioni secondo quanto richiesto dal Fornitore. 11 OSSERVAZIONI DI COLLAUDO E AZIONI CORRETTIVE A seguito di ogni rilevamento di difettosità, per la relativa contestazione verrà emessa un Osservazione di Collaudo sulla quale saranno indicati in maniera dettagliata i difetti riscontrati e gli estremi utili al Fornitore per identificare il lotto. Il Fornitore dovrà immediatamente adottare tutti i provvedimenti necessari ad eliminare le cause che hanno provocato il difetto, affinché non si verifichi più, dandone comunicazione scritta alla BRUNO NESTORE s.r.l. entro al massimo 3 giorni lavorativi, specificandone le cause, le azioni correttive adottate e la relativa data di attuazione. In caso di costi indotti dalle non conformità, la BRUNO NESTORE s.r.l. si riserva di addebitarli al Fornitore. 12 GARANZIA Il fornitore porrà rimedio, a propria cura e spese, ad ogni malfunzionamento, difetto o difformità da quanto pattuito dei prodotti consegnati, siano essi dovuti a difetti di progettazione, di fabbricazione od a difetti dei materiali impiegati. Tale responsabilità è circoscritta ai malfunzionamenti, difetti e difformità che emergano nel termine di 2 anni dalla data di consegna dei prodotti. I prodotti riparati o sostituiti in applicazione di quanto qui previsto godranno di una nuova garanzia, decorrente dalla data nella quale l'efficienza del sia stata integralmente ripristinata e di durata e contenuto identici a quelli della garanzia originaria. La BRUNO NESTORE s.r.l. denuncerà, per iscritto, ogni malfunzionamento, difetto o difformità da quanto pattuito che dovesse rilevare entro 30 giorni dalla data di rilevamento. Ricevuta tale denuncia, il Fornitore provvederà immediatamente, a proprie spese, a porre rimedio al malfunzionamento, difetto o difformità dell'impianto, con modalità tali da minimizzare il disagio. Qualora il Fornitore rifiuti od ometta di provvedere a quanto qui previsto, la BRUNO NESTORE s.r.l. avrà facoltà di provvedervi, a spese e rischio del Fornitore e gli addebiterà compensandola con il primo pagamento utile.

7 Pag. 7 di 8 Ove i vizi vengano rilevati da terzi a cui la BRUNO NESTORE s.r.l. rivende i prodotti il Fornitore si impegna ad effettuare la manutenzione con gli stessi termini previsti precedentemente e manleverà la BRUNO NESTORE s.r.l. da ogni conseguenza anche economica. Nel caso in cui il cliente dovesse addebitare alla BRUNO NESTORE s.r.l. delle penali il Fornitore si impegna sin da ora a manlevare la BRUNO NESTORE s.r.l. effettuando il pagamento. 13 VALUTAZIONE DEI FORNITORI La valutazione dei Fornitori si basa sui seguenti criteri principali: la capacità di soddisfare i requisiti richiesti, inclusi i requisiti relativi al Sistema Qualità e/ o Ambientale la capacità di mantenere nel tempo la qualità delle forniture la puntualità nelle consegne il rispetto dei termini contrattuali Per poter procedere all approvvigionamento dei prodotti, il Fornitore deve risultare idoneo. Vengono considerati fornitori preferenziali quelli che dispongono di certificazione del loro Sistema Qualità secondo le norme UNI EN ISO 9001, UNI ISO TS e Ambientale secondo la norma UNI EN ISO In caso risulti necessario il Fornitore potrà essere sottoposto a un audit di sistema o di processo. Previa comunicazione e accordo con il Fornitore, l audit verrà pianificato ed effettuato considerando i requisiti della norma UNI EN ISO 9001 (e UNI ISO TS per prodotti appartenenti al settore auto motive), utilizzando liste di riscontro della BRUNO NESTORE s.r.l. Annualmente viene monitorata la performance dei Fornitori attraverso parametri che tengono conto: dell andamento della qualità delle forniture della puntualità delle consegne della capacità di fornire la documentazione richiesta del rapporto qualità/ prezzo del possesso di certificazioni di sistema o prodotto 14 DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Il Fornitore è tenuto consegnare tutti i documenti previsti dalle Norme di Legge. I documenti di trasporto e le fatture devono obbligatoriamente contenere i riferimenti dell ordine, il codice e la descrizione dell articolo, la quantità ed il relativo prezzo (quest ultimo anche solo in fattura). 15 INFORMAZIONI RISERVATE Il Fornitore è tenuto a trattare come informazioni riservate tutte le informazioni commerciali e tecniche, che non fossero già notorie, di cui sia venuto a conoscenza per le forniture della BRUNO NESTORE S.r.l. Si ricorda che i documenti di proprietà BRUNO NESTORE s.r.l. sono riservati per tanto ne è vietata la copia e la diffusione.

8 Pag. 8 di 8 16 CONTROVERSIE Qualsiasi controversia concernente il presente contratto o comunque connessa allo stesso - comprese quelle relative alla sua interpretazione, validità, esecuzione e risoluzione - sarà sottoposta ad arbitrato rituale, secondo la procedura di arbitrato ordinario o di arbitrato rapido a seconda del valore, in conformità al Regolamento della Camera Arbitrale del Piemonte. In caso di procedura ordinaria, la controversia sarà decisa da un arbitro unico o da un collegio arbitrale in conformità a tale Regolamento. In caso di Arbitrato Rapido, l'arbitro sarà unico e deciderà in via rituale secondo equità. DATA BRUNO NESTORE s.r.l. IL FORNITORE (Timbro e Firma) Il Fornitore dichiara di aver letto, approvato e sottoscritto integralmente in ogni suo punto il presente documento (per espressa accettazione ai sensi degli artt c.c. di tutte le clausole) DATA BRUNO NESTORE s.r.l. IL FORNITORE (Timbro e Firma)

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO LEVA SRL

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO LEVA SRL CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO LEVA SRL Le presenti Condizioni Generali di Acquisto rappresentano le Condizioni Generali di Acquisto della ditta Leva s.r.l. (di seguito indicata come Committente ). Esse

Dettagli

1. INTRODUZIONE 2. VALUTAZIONE PRELIMINARE DEL FORNITORE

1. INTRODUZIONE 2. VALUTAZIONE PRELIMINARE DEL FORNITORE PQO.07 Pagina N : 1 Elaborato RESP. UFF. ACQUISTI : N Tot. Pagine: 8 Indice Rev.: 1 Verificato DIRETTORE GENERALE: Data emissione: 01-09-2004 Approvato RESP. ASS. : 1. INTRODUZIONE Nel presente Capitolato

Dettagli

ALLEGATO ALLA PROCEDURA PROCEDURA N. PQ 7.4-01

ALLEGATO ALLA PROCEDURA PROCEDURA N. PQ 7.4-01 N. SOMMARIO PAGINA 1 SCOPO 2 2 CAMPO DI APPLICAZIONE 2 3 RIFERIMENTI E DOCUMENTI RICHIAMATI 2 4 TERMINI E DEFINIZIONI 2 5 RESPONSABILITÀ 2 6 MODALITÀ OPERATIVE 2 TIPO COPIA N. COPIA DESTINATARIO/ UBICAZIONE

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. AMBITO DI APPLICAZIONE 1.1 Il rapporto contrattuale conseguente al perfezionamento dell'ordine è retto dalle presenti condizioni generali e da quelle specifiche espresse

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO COMEC-BINDER S.r.l.

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO COMEC-BINDER S.r.l. CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO COMEC-BINDER S.r.l. 1. Oggetto del contratto Le forniture di materiali, semilavorati e prodotti finiti a COMEC-BINDER S.r.l. (nel seguito per brevità COMEC ) sono regolate

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI FORNITURA

CONDIZIONI GENERALI DI FORNITURA 1 SCOPO... 1 2 RIFERIMENTI... 1 3 APPLICABILITÀ... 1 4 CLAUSOLE GENERALI... 2 4.1 Accesso allo stabilimento... 2 4.2 Riservatezza... 2 4.3 Sub-fornitura... 2 4.4 Garanzia... 2 5 DISPOSIZIONI IN MATERIA

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO Art.1 Prescrizioni Generali Le Condizioni Generali d Acquisto costituiscono parte integrante dell ordine d acquisto e vengono applicate come clausole essenziali dello stesso.

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI Dl ACQUISTO DELLA COFELY ITALIA S.p.A.

CONDIZIONI GENERALI Dl ACQUISTO DELLA COFELY ITALIA S.p.A. Mod. Cond. Gen. ACQUI 001 Revisione 0 08.01.10 CONDIZIONI GENERALI Dl ACQUISTO DELLA COFELY ITALIA S.p.A. ARTICOLO 1 - NORME E PRESCRIZIONI GENERALI Le Condizioni Generali di Acquisto costituiscono parte

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO DI FORNITURA

CAPITOLATO TECNICO DI FORNITURA CAPITOLATO TECNICO DI FORNITURA ultimo aggiornamento: luglio 2012 1 GENERALITA...2 2 CAMPO DI APPLICAZIONE...2 3 CONDIZIONI DI FORNITURA...2 3.1 ACCETTAZIONE ORDINI...2 3.2 IDENTIFICAZIONE E RINTRACCIABILITA...3

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Disposizioni generali Le presenti Condizioni, oggetto di discussione e negoziazione tra le Parti riguardo ciascuna clausola, ove non derogate da condizioni particolari

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI FORNITURA DI PRODOTTI ACQUISTI MEZZI & SERVIZI DI PIAGGIO & C. SPA

CONDIZIONI GENERALI DI FORNITURA DI PRODOTTI ACQUISTI MEZZI & SERVIZI DI PIAGGIO & C. SPA CONDIZIONI GENERALI DI FORNITURA DI PRODOTTI ACQUISTI MEZZI & SERVIZI DI PIAGGIO & C. SPA Le presenti condizioni generali di fornitura regoleranno i rapporti intercorrenti tra: Piaggio & C. S.p.A., con

Dettagli

Friuli Innovazione Condizioni generali di contratto Applicabili ai lavori, servizi e forniture Rev.1 21/9/2012

Friuli Innovazione Condizioni generali di contratto Applicabili ai lavori, servizi e forniture Rev.1 21/9/2012 Friuli Innovazione Condizioni generali di contratto Applicabili ai lavori, servizi e forniture Rev.1 21/9/2012 INDICE Art. 1 - Ambito di applicazione e principi generali Art. 2 - Decorrenza e durata del

Dettagli

3. ALLEGATO PR02-3 Prescrizioni generali per la fornitura

3. ALLEGATO PR02-3 Prescrizioni generali per la fornitura Paragrafo 7.4. e 7.4.2 della norma UNI EN ISO 900:2000 Pagina 4 di 9 3. ALLEGATO -3 Prescrizioni generali per la fornitura 3. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE Scopo del presente documento è di definire i

Dettagli

CONTRATTO DI FORNITURA

CONTRATTO DI FORNITURA CONTRATTO DI FORNITURA Contratto di fornitura tra la società UNION srl con sede in Via Trasporti 23, 41012 CARPI, in persona del suo legale rappresentante Ing. Arrigo Po, Codice Fiscale e Partita IVA 00664520368,

Dettagli

Condizioni generali di acquisto

Condizioni generali di acquisto Condizioni generali di acquisto 1. Generalità 1.1 Ogni ordine è valido solo se recante la firma del Committente 1.2 L'evasione dell ordine comporta l'esplicita accettazione delle presenti condizioni di

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA SATI S.r.l.

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA SATI S.r.l. CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA SATI S.r.l. 1. OGGETTO Le presenti condizioni generali di vendita regolano e disciplinano in via esclusiva i rapporti commerciali di compravendita tra SATI S.r.l. e i propri

Dettagli

ALLEGATO B. Capitolato Speciale d Appalto (C.S.A.) relativo a FORNITURA IMBARCAZIONE AD USO DI POLIZIA LOCALE

ALLEGATO B. Capitolato Speciale d Appalto (C.S.A.) relativo a FORNITURA IMBARCAZIONE AD USO DI POLIZIA LOCALE ALLEGATO B Capitolato Speciale d Appalto (C.S.A.) relativo a FORNITURA IMBARCAZIONE AD USO DI POLIZIA LOCALE 1 INDICE ART. 1 ART. 2 ART. 3 ART. 4 ART. 5 ART. 6 ART. 7 ART. 8 ART. 9 ART. 10 ART. 11 ART.

Dettagli

Condizioni generali della Holcim (Svizzera) SA per l acquisto di merci e servizi

Condizioni generali della Holcim (Svizzera) SA per l acquisto di merci e servizi Condizioni generali della Holcim (Svizzera) SA per l acquisto di merci e servizi I. Disposizioni generali 1. Validità Le presenti condizioni generali disciplinano la conclusione, il testo e l esecuzione

Dettagli

Condizioni generali di contratto per la realizzazione di impianti termoidraulici ed elettrici ad uso domestico concordato fra

Condizioni generali di contratto per la realizzazione di impianti termoidraulici ed elettrici ad uso domestico concordato fra Condizioni generali di contratto per la realizzazione di impianti termoidraulici ed elettrici ad uso domestico concordato fra e e promosso dalla Camera di Commercio di Pisa in virtù dei poteri ad essa

Dettagli

Descrizione processo : GESTIONE DELL OFFERTA E DELL ORDINE ALLEGATO PR01-2

Descrizione processo : GESTIONE DELL OFFERTA E DELL ORDINE ALLEGATO PR01-2 ALLEGATO -2 Paragrafo 7.2 della norma UNI EN ISO 900:2000 Pagina 8 di 2 5.2 CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 5.2. Applicazione delle condizioni Le Condizioni descritte nel presente documento regolano tutti

Dettagli

GD Srl CAPITOLATO GENERALE DI FORNITURA. N 1 Specificato il Foro Competente AQ DIR 05/02/15. Torchio. Barigazzi. Giannitti

GD Srl CAPITOLATO GENERALE DI FORNITURA. N 1 Specificato il Foro Competente AQ DIR 05/02/15. Torchio. Barigazzi. Giannitti PAG. / 9 GD Srl N Specificato il Foro Competente AQ CQ DIR 05/02/5 Barigazzi Torchio Giannitti N 0 Allineamento ai requisiti della norma UNI EN ISO 900:2008 e della specifica tecnica ISO/TS 6949:2009 AQ

Dettagli

Condizioni generali di Acquisto Tower Automotive Italia

Condizioni generali di Acquisto Tower Automotive Italia I rapporti contrattuali tra il Fornitore e l impresa committente Tower Automotive (di seguito denominata Committente ) sono regolati dalle seguenti CONDIZIONI DI ACQUISTO, salvo quanto eventualmente diversamente

Dettagli

SPECIFICA DI ASSICURAZIONE QUALITA

SPECIFICA DI ASSICURAZIONE QUALITA QUALITA 1 di 11 PRESCRIZIONI PER LA GESTIONE DI FORNITURE DI PRODOTTI SULLA BASE DI DOCUMENTI DI PIANIFICAZIONE DELLA Parte PARTE I I.1 PREMESSA Titolo I.2 SCOPI I.3 PRESCRIZIONI RELATIVE ALL'ORGANIZZAZIONE

Dettagli

Modulo 3.7 Revisione4 Pagina 1 di 5

Modulo 3.7 Revisione4 Pagina 1 di 5 Italcuscinetti S.p.A. CAPITOLATO DI FORNITURA (CONDIZIONI GENERALI) Introduzione Le forniture dei prodotti, presenti in questo documento redatto da Italcuscinetti S.p.A., sono gestite e regolate dalle

Dettagli

CONTRATTO DI FORNITURA

CONTRATTO DI FORNITURA VIA DEL GAVARDELLO, 29 25018 MONTICHIARI (BS) TEL. 030 9962701 FAX. 030 9962564 info@furgokit.it www.furgokit.it CONTRATTO DI FORNITURA Tra la società Furgokit srl, con sede in Via del Gavardello n. 29,

Dettagli

MyMax PROCEDURA QUALITA Processo di Approvvigionamento PQ07b Ed. 0 Rev. 1 Pag. 1 di 10

MyMax PROCEDURA QUALITA Processo di Approvvigionamento PQ07b Ed. 0 Rev. 1 Pag. 1 di 10 PQ07b Ed. 0 Rev. 1 Pag. 1 di 10 1.0 Scopo e campo di applicazione Lo scopo della procedura è quello di definire le principali attività svolte dall Organizzazione per garantire l'affidabilità degli approvvigionamenti

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI E TERMINI DI UTILIZZO. Art.1 Oggetto dell accordo

CONDIZIONI GENERALI E TERMINI DI UTILIZZO. Art.1 Oggetto dell accordo CONDIZIONI GENERALI E TERMINI DI UTILIZZO Art.1 Oggetto dell accordo a- Le parti stipulano alle condizioni descritte un contratto della durata di un anno per i servizi espressamente scelti dal CLIENTE,

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA Le presenti condizioni generali di vendita si applicano ai contratti conclusi tra SOLON S.p.A. (di seguito SOLON ), persona giuridica che agisce nell esercizio della propria

Dettagli

Agosto 2015 EUR/A/IM CONDIZIONI

Agosto 2015 EUR/A/IM CONDIZIONI ACQUISTI MICHELIN ITALIA Agosto 2015 EUR/A/IM CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1 CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. Premessa... 3 2. Principi etici... 3 3. Prezzi... 3 4. Consegna della fornitura... 3 5.

Dettagli

Federmobili FEDERAZIONE NAZIONALE COMMERCIANTI MOBILI E ARREDAMENTO. Unioncamere Unione Italiana delle Camere di Commercio Industria Artigianato

Federmobili FEDERAZIONE NAZIONALE COMMERCIANTI MOBILI E ARREDAMENTO. Unioncamere Unione Italiana delle Camere di Commercio Industria Artigianato Federmobili FEDERAZIONE NAZIONALE COMMERCIANTI MOBILI E ARREDAMENTO in collaborazione con e con l adesione di Unioncamere Unione Italiana delle Camere di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura SCHEMA

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DI SACCHI IN LDPE E MATERIALE BIODEGRADABILE DA ADIBIRE AL CONTENIMENTO DI RIFIUTI

CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DI SACCHI IN LDPE E MATERIALE BIODEGRADABILE DA ADIBIRE AL CONTENIMENTO DI RIFIUTI CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DI SACCHI IN LDPE E MATERIALE BIODEGRADABILE DA ADIBIRE AL CONTENIMENTO DI RIFIUTI ART. 1 OGGETTO Forma oggetto del presente capitolato speciale è la fornitura di sacchi

Dettagli

M180 Rev. 0 Pag. 1 di 5 CONDIZIONI GENERALI DI QUALITÀ SOMMARIO

M180 Rev. 0 Pag. 1 di 5 CONDIZIONI GENERALI DI QUALITÀ SOMMARIO Pag. 1 di 5 SOMMARIO SOMMARIO...1 1. GENERALITA...2 1.1.1. Criteri di qualifica... 2 1.1.2. Sviluppo sistema qualità fornitore... 2 1.1.3. Attività di Valutazione... 2 1.1.4. Valutazione annuale... 2 1.1.5.

Dettagli

SUTURATRICI MECCANICHE PER CHIRURGIA APERTA E SERVIZI CONNESSI PER LE AZIENDE DEL SERVIZIO SANITARIO REGIONALE DI CUI ALL ART.

SUTURATRICI MECCANICHE PER CHIRURGIA APERTA E SERVIZI CONNESSI PER LE AZIENDE DEL SERVIZIO SANITARIO REGIONALE DI CUI ALL ART. GARA EUROPEA PER LA FORNITURA DI SUTURATRICI MECCANICHE PER CHIRURGIA APERTA E SERVIZI CONNESSI PER LE AZIENDE DEL SERVIZIO SANITARIO REGIONALE DI CUI ALL ART. 3 COMMA 1 lettera a) L.R. 19/2007 CAPITOLATO

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Campo di applicazione Qualsiasi contratto stipulato tra Nossa Elettronica s.a.s (d ora in poi Nossa) per la fornitura dei propri Prodotti/Servizi (d ora in poi Prodotto)

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO ultima versione di data 29/12/2010

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO ultima versione di data 29/12/2010 CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO ultima versione di data 29/12/2010 Le seguenti condizioni sono applicabili ai rapporti contrattuali tra: OVH Srl, con sede legale in Largo Volontari del Sangue, 10, 20097

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA. 1 CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA E GARANZIA ASEM S.P.A... 1 2 RIPARAZIONI... 4

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA. 1 CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA E GARANZIA ASEM S.P.A... 1 2 RIPARAZIONI... 4 SOMMARIO CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA. 1 CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA E GARANZIA ASEM S.P.A.... 1 1.1 AMBITO DI APPLICAZIONE... 1 1.2 APPROVAZIONE DEL CONTRATTO QUALITA DEL MATERIALE... 1 1.3 CONSEGNA...

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA ON LINE E INSTALLAZIONE

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA ON LINE E INSTALLAZIONE CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA ON LINE E INSTALLAZIONE ART. 1 - ORDINI 1.1 Le presenti condizioni generali di vendita e installazione, disponibili sul sito www.landi.it sezione Fai il tuo preventivo (all

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER LA FORNITURA DI ARREDI PER GLI ASILI NIDO COMUNALI DI PALERMO

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER LA FORNITURA DI ARREDI PER GLI ASILI NIDO COMUNALI DI PALERMO C O M U N E D I P A L E R M O PUBBLICA ISTRUZIONE CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER LA FORNITURA DI ARREDI PER GLI ASILI NIDO COMUNALI DI PALERMO Pagina 1 di 7 CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER LA FORNITURA

Dettagli

COMUNE DI FOLLONICA DISCIPLINARE DI GARA

COMUNE DI FOLLONICA DISCIPLINARE DI GARA COMUNE DI FOLLONICA DISCIPLINARE DI GARA Per rispondere alle necessità operative di vari uffici dell Ente si effettua la gara per le seguenti forniture: QUANTITÀ DESCRIZIONE n. 1 PC n. 1 Monitor LCD TFT

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA Premessa : ogni fornitura comprende esclusivamente la merce e i servizi indicati nel relativo ordine d acquisto, nel preventivo e/o nella lettera di conferma d ordine accettati

Dettagli

Direttive di qualità DIRETTIVE DI QUALITÀ. 1. Premessa

Direttive di qualità DIRETTIVE DI QUALITÀ. 1. Premessa DIRETTIVE DI QUALITÀ 1. Premessa Per garantire la concorrenzialtà anche in futuro è necessario prestare particolare attenzione all aspetto della qualità. Rientrano nel concetto di qualità La qualità del

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1) Definizioni 1.1 Ai fini delle presenti condizioni generali di vendita (di seguito denominate Condizioni di Vendita ), i seguenti termini avranno il significato di seguito

Dettagli

www.elsaweb.it CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DI PRODOTTI E SERVIZI

www.elsaweb.it CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DI PRODOTTI E SERVIZI Imola, 01/01/2013 CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DI PRODOTTI E SERVIZI 1 GENERALITA 1.1 Le seguenti condizioni generali di vendita si intendono valide per qualsiasi Conferma di Ordine (di seguito CdO )

Dettagli

Condizioni generali di vendita taglio. Termini di garanzia

Condizioni generali di vendita taglio. Termini di garanzia Condizioni generali di vendita taglio Termini di garanzia A UNO TEC S.r.l., di seguito chiamata Costruttore, dichiara che l apparecchiatura non è difettosa e garantisce il suo buon funzionamento, sia per

Dettagli

Laminati Lunghi Condizioni Generali di Vendita

Laminati Lunghi Condizioni Generali di Vendita pag. 1 di 6 ART. 1 - DISCIPLINA DELLE FORNITURE 1.1 II rapporto di fornitura è regolato - esclusivamente - dai patti e dalle condizioni di cui alle presenti condizioni generali, che saranno integrate da

Dettagli

CGA Condizioni Generali di Acquisto

CGA Condizioni Generali di Acquisto CGA 01 Pagina 1 di 13 Condizioni Generali di CGA 01 Condizioni Generali di Ultima Revisione Rev. Data Preparata da FAA Verificata da RGQ Approvata da DR 3 28/04/2015 Marella Baudano Giorgio Gramolelli

Dettagli

Condizioni generali di acquisto

Condizioni generali di acquisto 1- PREMESSE GENERALI E DEFINIZIONI Per Acquirente si intende la società T.E.M.A. S.p.A., mentre per Fornitore si intende il fornitore designato. Il termine Parti si riferisce al Fornitore a all Acquirente.

Dettagli

REGIONE CAMPANIA AZIENDA SANITARIA LOCALE AVELLINO U.O.C. G.U.M. - ECONOMATO tel. 0825/292157 - fax. 0825/292022

REGIONE CAMPANIA AZIENDA SANITARIA LOCALE AVELLINO U.O.C. G.U.M. - ECONOMATO tel. 0825/292157 - fax. 0825/292022 ALLEGATO C) REGIONE CAMPANIA AZIENDA SANITARIA LOCALE AVELLINO U.O.C. G.U.M. - ECONOMATO tel. 0825/292157 - fax. 0825/292022 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER LA FORNITURA DI CONSUMABILI PER MACCHINE D

Dettagli

CAPITOLATO FORNITURA

CAPITOLATO FORNITURA D-CAPFOR CAPITOLATO FORNITURA EDIZIONE 03 01/09/2010 per UNI EN ISO9001:2008 VARIANTI EDIZIONE 02 Inserito paragrafo Scopo e Campo di applicazione + riferimento al documento Lavorazioni Esterne D-LAVEST

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI FORNITURA

CONDIZIONI GENERALI DI FORNITURA Federazione delle Associazioni Nazionali dell Industria Meccanica Varia ed Affine 20161 Milano Via Scarsellini 13 Tel. 02/45418.500 ric. aut. Telefax 02/45418.716 URL: http: / /www.ucif.net e-mail: info@ucif.net

Dettagli

MANUALE di GESTIONE per la QUALITA

MANUALE di GESTIONE per la QUALITA Pagina 1 di 5 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE Scopo della presente sezione del MQ è definire le modalità e i criteri adottati dalla No Problem Parking spa per pianificare ed attuare i processi di misurazione

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1 - Generalità - Applicabilità 2 - Richieste e offerte 3 - Ordini e conferme d ordine 4 - Prezzi ed imposte 5 - Condizioni di pagamento 6 - Termini e condizioni di consegna

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA. Articolo 1 Definizioni

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA. Articolo 1 Definizioni CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA Articolo 1 Definizioni Ai fini del presente contratto si intende per: "Venditore", la società BBang S.r.l. (P.IVA 02716060302), avente sede a Tavagnacco (fraz. Feletto Umberto)

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA TRENTOFRUTTA S.p.A.

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA TRENTOFRUTTA S.p.A. Ai sensi e per gli effetti degli artt.1469 bis e segg. c.c. le parti dichiarano che l'intero contratto ed ogni sua clausola è stato tra le stesse trattato e negoziato. 1. Ambito di validità - Natura del

Dettagli

Condizioni Generali di Vendita di Licenze Software e Servizi Professionali

Condizioni Generali di Vendita di Licenze Software e Servizi Professionali Condizioni Generali di Vendita di Licenze Software e Servizi Professionali 1. Accettazione, validità e diritto di modifica delle condizioni generali 1.1. Qualsiasi contratto tra Comparex Italia S.r.l.

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO ATTREZZATURE INDICE

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO ATTREZZATURE INDICE CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO ATTREZZATURE INDICE Art. 1 Oggetto della fornitura Art. 2 Importo dell appalto Art. 3 Caratteristiche della fornitura Art. 4 Criteri di aggiudicazione Art. 5 Termini e luoghi

Dettagli

Capitolato Fornitori. Edizione 2013 Rev00

Capitolato Fornitori. Edizione 2013 Rev00 Capitolato Fornitori Edizione 2013 Rev00 CONDIZIONI GENERALI DI FORNITURA DEL GRUPPO TESMEC 1. GENERALITA 1.1 Le presenti Condizioni Generali di Fornitura (le Condizioni Generali ) sono da intensi parte

Dettagli

divisione Albacert OGGETTO: offerta per valutazione di pannelli fotovoltaici.

divisione Albacert OGGETTO: offerta per valutazione di pannelli fotovoltaici. Spett.le SCENERG SpA Via dell Artigianato, 33/35 37012 Bussolengo (VR) Mail: scenerg@scenerg.com offerta PV 03-09 data: 05 febbraio 2009 c.a. Sig. Munari Mario OGGETTO: offerta per valutazione di pannelli

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO Acquisto di n. 1 mini escavatore da impiegare nei lavori di manutenzione delle strade SALERNO, 10 ottobre 2012 IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO (ing. Bernardo Saja) Oggetto

Dettagli

(Edizione giugno 2015)

(Edizione giugno 2015) SCHEMA DI ACCORDO TRA IL PARTECIPANTE DIRETTO E L AGENTE DI REGOLAMENTO (CLAUSOLE MINIMALI) (Edizione giugno 2015) ACCORDO TRA IL PARTECIPANTE DIRETTO E L AGENTE DI REGOLAMENTO (CLAUSOLE MINIMALI) TRA

Dettagli

PREMESSO. A) che con delibera del 6 aprile 2000 l' Autorità per l'informatica nella Pubblica

PREMESSO. A) che con delibera del 6 aprile 2000 l' Autorità per l'informatica nella Pubblica CONVENZIONE TRA INFOCAMERE SCpA E CIRCUITO DI GARANZIA NAZIONALE PROFESSIONISTI E IMPRESE SRL PER LO SVOLGIMENTO DI ATTlVITA' DI UFFICIO DI REGISTRAZIONE E RILASCIO DI CERTIFICATI DIGITALI DI SOTTOSCRIZIONE

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO PER LE FORNITURE DI BENI E SERVIZI AZIENDA U.L.S.S. 20 VERONA SOMMARIO

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO PER LE FORNITURE DI BENI E SERVIZI AZIENDA U.L.S.S. 20 VERONA SOMMARIO CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO PER LE FORNITURE DI BENI E SERVIZI AZIENDA U.L.S.S. 20 VERONA SOMMARIO Art. 1 - OGGETTO Art. 2 - COMUNICAZIONI Art. 3 - DECORRENZA E DURATA DELLA FORNITURA Art. 4 - DEPOSITI

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO-TIPO

SCHEMA DI CONTRATTO-TIPO SCHEMA DI CONTRATTO-TIPO CONTRATTO DI APPALTO PRIVATO PER OPERE RELATIVE A IMMOBILI CIVILI Tra... d ora in avanti denominato il committente residente in. C.F... P. IVA - da una parte e.. d ora in avanti

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI SERVER DEDICATO Versione 1.1 1) Premesse e Allegati 1.1 Premesso che il servizio oggetto del contratto viene offerto dalla società fornitrice attraverso

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO Articolo 1. PRINCIPI GENERALI 1.1 Le seguenti Condizioni Generali di Acquisto e le condizioni particolari riportate su ogni singolo ordine sono le uniche che disciplinano gli ordini emessi, le pianificazioni

Dettagli

PRESCRIZIONI TECNICHE DI ALTRE FORNITURE (PARTICOLARI SU DISEGNI CATRA)

PRESCRIZIONI TECNICHE DI ALTRE FORNITURE (PARTICOLARI SU DISEGNI CATRA) Pag.1 di 15 PRESCRIZIONI TECNICHE DI ALTRE (PARTICOLARI SU DISEGNI CATRA) 3 25/06/04 Aggiornati tutti i paragrafi Mascali M. Panzeri F. Panzeri F. RAQ ACQ Presidente 2 07/03/00 Aggiornato capitoli n 1

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI FORNITURA E VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI FORNITURA E VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI FORNITURA E VENDITA PREMESSE Le presenti condizioni generali di fornitura e vendita si applicano integralmente a tutte le offerte di vendita emesse e a tutte le vendite effettuate

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI Capitolato speciale d Appalto per il servizio di manutenzione da effettuarsi mediante somministrazione - di tutti gli estintori

Dettagli

1. CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

1. CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA Le presenti Condizioni Generali condizionano i contratti di vendita o di fornitura di prodotti del Venditore ( di seguito denominati Prodotti Contrattuali ). A tali contratti

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici CAPITOLATO SPECIALE Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ammonta ad. 10250 oltre IVA al

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO Prot. 9770 del 09/11/2012 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO Fornitura in Full Rent di n. 2 autovetture 4x4 SALERNO, 09/11/2012 IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO ing. Bernardo Saja Oggetto dell appalto Qualità

Dettagli

Condizioni generali di vendita.

Condizioni generali di vendita. Maffi G Figli S.r.l. Via Emilia 8 Frazione Manzo 27046 Santa Giuletta (PV) Tel. 0383 899071 Fax 0383 899736 www.maffi.it P.IVA01346500182 C.F. 01392680060 iscrizione registro imprese Pavia num. R.E.A.

Dettagli

CONTRATTO PER LA FORNITURA DI BUONI PASTO CIG 4430974B68

CONTRATTO PER LA FORNITURA DI BUONI PASTO CIG 4430974B68 CONTRATTO PER LA FORNITURA DI BUONI PASTO CIG 4430974B68 FRA Camera di Commercio di Lodi, con sede in Lodi via Haussmann, 15 (cap. 26900) P.IVA 11125130150, nella persona del Segretario Generale f.f.,

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA VENETA TRAFILI SPA Società Unipersonale Stabilimento ed Amministrazione: 36075 Montecchio Maggiore (Vicenza) Italy Via E. Majorana 9 Zona Industriale Tel. +39 0444 499322 - Fax +39 0444 492157 E-mail info@venetatrafili.com

Dettagli

Condizioni di vendita

Condizioni di vendita Condizioni di vendita Le Condizioni Generali di Vendita disciplinano l'offerta e la vendita on-line dei prodotti presenti sul sito www.gidielle.com (di seguito denominato "Sito"). Disposizioni Generali

Dettagli

Regolamento per la certificazione di sistemi di gestione sostenibile degli eventi

Regolamento per la certificazione di sistemi di gestione sostenibile degli eventi Regolamento per la certificazione di sistemi di gestione sostenibile degli eventi In vigore dal 25/06/2014 RINA Services S.p.A. Via Corsica, 12 16128 Genova Tel. +39 010 53851 Fax +39 010 5351000 E-MAIL:

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI (di seguito Condizioni Generali )

CONDIZIONI GENERALI (di seguito Condizioni Generali ) CONDIZIONI GENERALI (di seguito Condizioni Generali ) 1. OGGETTO DEL CONTRATTO 1.1. Sito. Il sito internet www.larimonta.it (di seguito Sito ) è di titolarità di con sede legale in Milano, via Carlo Freguglia

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DUXILON STORE

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DUXILON STORE CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DUXILON STORE Duxilon è un marchio di proprietà di TREM SRL Via Segaluzza, 11 / A 33170 Pordenone (PN) - Italia C.F. e P.I. 01280430933 Tel: +39 0434 610782 Fax: +39 0434

Dettagli

CONTRATTO. Servizio di ricezione e conservazione delle fatture elettroniche PA. YouPA Pubbliche Amministrazioni

CONTRATTO. Servizio di ricezione e conservazione delle fatture elettroniche PA. YouPA Pubbliche Amministrazioni CONTRATTO Servizio di ricezione e conservazione delle fatture elettroniche PA YouPA Pubbliche Amministrazioni Fra: Menocarta.net, rete d impresa, con sede in via Laurentina 569, 00143 Roma, Codice Fiscale

Dettagli

Spett. le. Oggetto: Affidamento fornitura di n. 2 autobus interurbani di linea CIG [4772112765]

Spett. le. Oggetto: Affidamento fornitura di n. 2 autobus interurbani di linea CIG [4772112765] Spett. le.. Inviata a mezzo fax. Vs. rif. Protocollo n. Ns. rif. Protocollo n. Verbania,. Oggetto: Affidamento fornitura di n. 2 autobus interurbani di linea CIG [4772112765] La presente per comunicarvi

Dettagli

SERVIZIO CARTA FIDELITY SPRINT GAS. Regolamento

SERVIZIO CARTA FIDELITY SPRINT GAS. Regolamento SERVIZIO CARTA FIDELITY SPRINT GAS Regolamento ) Oggetto del servizio Il servizio Carta Fidelity Sprint Gas dà diritto al titolare della Carta di acquistare, alle condizioni generali meglio in appresso

Dettagli

Axioma srl Condizioni generali di contratto

Axioma srl Condizioni generali di contratto Axioma srl Condizioni generali di contratto 1. Premessa Il presente documento definisce i termini, le modalità, le responsabilità e le limitazioni, nonché le altre informazioni essenziali concernenti la

Dettagli

La Società con sede e domicilio fiscale in rappresentata da in qualità di, di seguito identificata come Fornitore da una parte

La Società con sede e domicilio fiscale in rappresentata da in qualità di, di seguito identificata come Fornitore da una parte CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PRELIEVO, CARICO, TRASPORTO IN REGIME ADR (SE PREVISTO DALLE NORME), CONFERIMENTO AD IMPIANTO AUTORIZZATO PER RECUPERO E/O SMALTIMENTO DEI RIFIUTI PRODOTTI PRESSO

Dettagli

PROCEDURA COTTIMO FIDUCIARIO PER SELEZIONE FORNITORE SERVIZIO BUONI PASTO

PROCEDURA COTTIMO FIDUCIARIO PER SELEZIONE FORNITORE SERVIZIO BUONI PASTO CAPITOLATO Pag. 1 di 6 Art. 1 - Oggetto dell appalto 1. L Agenzia per la Mobilità Metropolitana (AMM) provvede all affidamento del servizio sostitutivo di mensa per i propri dipendenti mediante l erogazione

Dettagli

MODELLO DI CONTRATTO QUADRO DI FORNITURA PRODOTTI AGRICOLI LOCALI PER LA RISTORAZIONE COLLETTIVA

MODELLO DI CONTRATTO QUADRO DI FORNITURA PRODOTTI AGRICOLI LOCALI PER LA RISTORAZIONE COLLETTIVA MODELLO DI CONTRATTO QUADRO DI FORNITURA PRODOTTI AGRICOLI LOCALI PER LA RISTORAZIONE COLLETTIVA TRA - XXXXXX, in persona del suo legale rappresentante pro tempore con sede in,, P.IVA di seguito Acquirente

Dettagli

COMUNE DI PISA. Capitolato speciale d appalto per la fornitura e posa in opera di arredi per l asilo nido di Via Puglia in Pisa

COMUNE DI PISA. Capitolato speciale d appalto per la fornitura e posa in opera di arredi per l asilo nido di Via Puglia in Pisa COMUNE DI PISA Direzione Finanze e Politiche Tributarie Ufficio Economato-Provveditorato U.O. Provveditorato Capitolato speciale d appalto per la fornitura e posa in opera di arredi per l asilo nido di

Dettagli

DOCUMENTO DI VENDITA

DOCUMENTO DI VENDITA DOCUMENTO DI VENDITA - il presente listino annulla tutti i precedenti. - i prezzi devono essere intesi franco nostro magazzino di Matera (MT) - iva esclusa. - i prezzi possono comunque subire dei cambiamenti

Dettagli

Come di seguito riportato:

Come di seguito riportato: Spett.le Studio Professionale, nel rispetto dell ottemperanza normativa in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, disposta dal D. Lgs. 81/08 e ss. mm. ii. è necessario provvedere a: a. identificare

Dettagli

Essere fornitore di Benelli

Essere fornitore di Benelli Essere fornitore di Benelli Soddisfazione del cliente Qualità Motivazione Costi Servizio Essere fornitore di Benelli Soddisfazione del cliente Qualità Motivazione Costi Servizio PUNTI FONDAMENTALI VISION

Dettagli

PROCEDURA DELLA QUALITÀ

PROCEDURA DELLA QUALITÀ Pagina 1 di 8 PROCEDURA DELLA QUALITÀ GESTIONE DEL PRODOTTO NON CONFORME INDICE 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE 2. PROCEDURE E ISTRUZIONI OPERATIVE COLLEGATE 3. DEFINIZIONI E ABBREVIAZIONI 4. MODALITA

Dettagli

TECNICO PER L AFFIDAMENTO DELL INCARICO DI COORDINATORE DELLA SICUREZZA IN FASE DI PROGETTAZIONE (D.

TECNICO PER L AFFIDAMENTO DELL INCARICO DI COORDINATORE DELLA SICUREZZA IN FASE DI PROGETTAZIONE (D. ACEA S.p.A. DISCIPLINARE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DELL INCARICO DI COORDINATORE DELLA SICUREZZA IN FASE DI PROGETTAZIONE (D. Lgs. 81/2008 - Art. 89 punto 1 lett. e) e Art. 91) Roma, marzo 2015 Disciplinare

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO Le seguenti condizioni sono applicabili ai rapporti contrattuali tra: Ultima versione di data 27/06/2015, con sede legale in Via Nazario Sauro, 106 55049 Viareggio (Lu)

Dettagli

ACCORDO. tra Intrachannel Srl in seguito RIVENDITORE AMS o anche solo RIVENDITORE ) e (in seguito GESTORE POINT o anche solo GESTORE )

ACCORDO. tra Intrachannel Srl in seguito RIVENDITORE AMS o anche solo RIVENDITORE ) e (in seguito GESTORE POINT o anche solo GESTORE ) ACCORDO tra Intrachannel Srl in seguito RIVENDITORE AMS o anche solo RIVENDITORE ) e (in seguito GESTORE POINT o anche solo GESTORE ) congiuntamente le Parti, 1 - premesso che AMS - ARABIA MOBILE SERVICES

Dettagli

Indicazioni per un aggiornamento della documentazione ai sensi della Direttiva 2007/47

Indicazioni per un aggiornamento della documentazione ai sensi della Direttiva 2007/47 Indicazioni per un aggiornamento della documentazione ai sensi della Direttiva 2007/47 Modifiche alla fascicolazione tecnica: Come noto la fascicolazione tecnica di un dispositivo medico su misura, che

Dettagli

INDICE 1. SCOPO 3 2. CAMPO DI APPLICAZIONE 3 3. DEFINIZIONI 3 4. MODALITÀ OPERATIVE 3 5. SICUREZZA MAGAZZINO 6 6. RESPONSABILITÀ 7 7.

INDICE 1. SCOPO 3 2. CAMPO DI APPLICAZIONE 3 3. DEFINIZIONI 3 4. MODALITÀ OPERATIVE 3 5. SICUREZZA MAGAZZINO 6 6. RESPONSABILITÀ 7 7. Foglio 2 di 8 INDICE 1. SCOPO 3 2. CAMPO DI APPLICAZIONE 3 3. DEFINIZIONI 3 3.1. Abbreviazioni 3 4. MODALITÀ OPERATIVE 3 4.1. Controlli in ingresso 3 4.2. Gestione del magazzino e delle aree di stoccaggio

Dettagli

ALLEGATO A CAPITOLATO TECNICO PER LA FORNITURA DI GAS NATURALE E DEI SERVIZI CONNESSI

ALLEGATO A CAPITOLATO TECNICO PER LA FORNITURA DI GAS NATURALE E DEI SERVIZI CONNESSI ALLEGATO A CAPITOLATO TECNICO PER LA FORNITURA DI GAS NATURALE E DEI SERVIZI CONNESSI INDICE: 1. DEFINIZIONI... 3 2. OGGETTO DELL APPALTO... 4 3. CONSUMI STIMATI DI GAS NATURALE... 4 4. ATTIVAZIONE DELLA

Dettagli

Approvazione del processo produttivo e del prodotto (Accettazione campioni primari)

Approvazione del processo produttivo e del prodotto (Accettazione campioni primari) Approvazione del processo produttivo e del prodotto (Accettazione campioni primari) Norme aziendali Confidenziale. Tutti i diritti riservati. Copyright secondo ISO 16016. Novembre 2005 VN 3205 ICS 01.110

Dettagli

CAPITOLATO AMMINISTRATIVO PER LA FORNITURA DI PRODOTTI SURGELATI

CAPITOLATO AMMINISTRATIVO PER LA FORNITURA DI PRODOTTI SURGELATI ART.1 OGGETTO DELL APPALTO Oggetto del presente documento sono le clausole amministrative relative al contratto di appalto per la fornitura di prodotti alimentari surgelati per le esigenze delle mense

Dettagli

SCHEMA. Mandato CEN M/120 - Prodotti metallici per impiego strutturale e loro accessori

SCHEMA. Mandato CEN M/120 - Prodotti metallici per impiego strutturale e loro accessori SCHEMA per la certificazione del controllo della produzione in fabbrica ai fini della marcatura CE di componenti per strutture di acciaio e d alluminio cui alla norma UNI EN 1090-1:2012 0 STORIA Edizione

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO Società con unico socio soggetta a direzione e coordinamento di AstraZeneca PLC Capitale soc. 39.520.000 Euro Interamente Versato Iscritta al Registro delle Imprese di Milano Numero di Iscrizione, Codice

Dettagli