Il Piano di azione nazionali per le fonti rinnovabili. Le implicazioni del conseguimento degli obiettivi

Save this PDF as:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il Piano di azione nazionali per le fonti rinnovabili. Le implicazioni del conseguimento degli obiettivi"

Transcript

1 Il Piano di azione nazionali per le fonti rinnovabili. Le implicazioni del conseguimento degli obiettivi Massimo Gallanti Milano 30 giugno 2010 ERSE (già CESI RICERCA)

2 Obiettivo della presentazione Lettura in controluce dei valori quantitativi contenuti nel Piano di Azione Nazionale delle Rinnovabili (PAN): Implicazioni Direzioni di sviluppo Dal PAN si ricava un quadro che va oltre l impiego delle FER Consumi finali Mobilità Efficienza energetica nel residenziale Dal PAN è possibile ricavare la traccia della Strategia Energetica Nazionale 2

3 Dati di sintesi del Piano di Azione per le fonti rinnovabili Risultato di due effetti: Fonte: Ministero Sviluppo Economico Stabilizzazione dei consumi finali Incremento più che doppio rispetto al 2008 dei consumi da FER 3

4 Ipotesi Consumo Finale Lordo al 2020 Consumo finale Lordo anno 2020 Scenario di riferimento (EU baseline dicembre 2009) Scenario PAN (efficiente) [Mtep] riduzione Industria ,8% Civile + agricoltura ,6% Trasporti ,9% Perdite di rete e ausilari TOTALE ,9% Fonte: elaborazione ERSE su dati UE e Ministero Sviluppo Economico Necessario uno sforzo supplementare per la riduzione dei consumi finali di energia Non confondere riduzione dei consumi con sostituzione con fonti rinnovabili 4

5 Confronto con altri studi Previsione consumo finale al 2020 [Mtep] Fonte: valutazioni GSE 2005: 141,2 Mtep : 131,6 Mtep PRIMES 2009 Baseline ERSE PAN BAT UP/RIE Sc.Obiett. Obiet. APER Fond. FSS Sviluppo REF Amici AdT* della Sostenibile Terra* Scenario di di riferimento Scenario a efficienza supplementare * Dato ricavato 5

6 [TWh] Confronto con altri studi Previsione consumo lordo elettricità al 2020 Fonte: valutazioni GSE 2009: 330 TWh 0 PRIMES 2009 Baseline PAN TERNA Base * * I dati indicati sono una proiezione sulla base delle traiettorie TERNA che si arrestano al TERNA Sviluppo * REF 6

7 Incremento FER per conseguire l obiettivo l al 2020 Fonte: elaborazione ERSE su dati Ministero Sviluppo Economico Crescita delle FER per calore (novità nel contesto energetico nazionale) Conferma degli impegni sulle FER elettriche 7

8 Produzione lorda di energia elettrica da FER al 2020 Produzione lorda energia elettrica da FER anno 2020 MW ore GWh < 1MW MW > 10 MW Idroelettrico complessivo Eolico terrestre Eolico off shore Eolico complessivo Fotovoltaico Solare termodinamico Bozza decreto Nuovo Conto Energia Geotermico Termovalorizzazione RSU (contributo rinnovabili) Biogas Biomasse Bioliquidi Biomasse complessivo Forte incremento rispetto a Position Paper GWh in cogenerazione! (1/3 del totale) TOTALE Fonte: elaborazione ERSE su dati Ministero Sviluppo Economico 8

9 Immissione di energia elettrica in rete al 2020 nell ipotesi del Piano Nazionale delle FER Fonte Ipotesi 2020 [TWh] Situazione al 2008 [TWh] Gas naturale Carbone Prodotti petroliferi e altre fonti Fonti rinnovabili Pompaggio 7 6 Importazioni TOTALE Fonte: stima ERSE su dati Ministero Sviluppo Economico La produzione da gas naturale e da prodotti petroliferi include gli impianti cogenerativi Riduzione produzione da gas naturale Incremento della produzione a carbone Riduzione delle importazioni a causa dell overcapacity di produzione 9

10 Le FER per riscaldamento e raffrescamento: la sfida Presupposto di base: il calore deve essere consumato dove è prodotto Come valutare il potenziale tecnico delle FER per riscaldamento/raffrescamento? E necessario adottare un approccio combinato Valutazione tecnico/economica a partire dalla risorsa (fonte) (valutazione offerta) Es: biomassa disponibile, accessibilità della risorsa (vincoli di utilizzo) Valutazione tecnico/economica a partire dagli impieghi (valutazione a partire dalla domanda) Domanda di riscaldamento/acqua calda sanitaria nel settore civile, domanda calore nel settore industriale/agricolo 10

11 Consumi finali di calore da FER al 2020 Una possibile ripartizione Stima consumi finali calore da FER al 2020 [ktep] Biomassa Geotermica/ Aerotermica/ Idrotermica PdC Uso diretto Solare termico Totale Civile (residenziale e terziario) riscaldamento diretto teleriscaldamento acqua calda sanitaria Industria produzione calore Agricoltura produzione calore TOTALE Biomassa Geotermia diretta Pompe di calore Solare termico Sintesi per impiego riscaldamento diretto teleriscaldamento acqua calda sanitaria calore industria calore agricoltura TOTALE Sintesi per fonte di cui Teleriscaldamento Di cui circa ktep prodotti in cogenerazione Fonte: stiima ERSE su dati Ministero Sviluppo Economico 11

12 Le sfide del Piano di Azione Nazionale delle FER: il teleriscaldamento Situazione al 2008: 220 Mni m 3 di volumetria teleriscaldata calore erogato: 0,55 Mtep, di cui il 17% da FER Ipotesi al 2020: Mni m 3 di volumetria teleriscaldata calore erogato: 3 Mtep, di cui il 0,9 Mtep (il 30% del calore da teleriscaldamento) da FER Sforzo molto rilevante (incremento di 7 volte rispetto alla situazione attuale) Il teleriscaldamento si presta all impiego di differenti tipi di FER Biomassa, geotermia in uso diretto, geotermia in pompa di calore 12

13 Le sfide del Piano di Azione Nazionale delle FER: le pompe di calore nel residenziale La pompa di calore può essere utilizzata sia per riscaldamento, sia per acqua calda sanitaria (sia combinata al riscaldamento, sia per sola produzione di acqua calda sanitaria) Si ipotizza che siano riscaldati con pompa di calore, circa 2 milioni di alloggi, in edifici nuovi o completamente ristrutturati. Circa il 30% degli edifici nuovi o ristrutturati nel periodo Pompe di calore a compressione (COP = 4), per abitazioni collocate in zone climatiche non troppo fredde (fabbisogno medio annuo : 0,4 tep/alloggio) Pompe di calore ad assorbimento (GUE = 140), per abitazioni collocate in zone climatiche fredde (fabbisogno medio annuo : 1 tep/alloggio) Nelle ipotesi precedenti, il contributo FER è pari a 0,6 Mtep 13

14 Le sfide del Piano di Azione Nazionale delle FER: le pompe di calore nel terziario E attesa una maggior diffusione rispetto al residenziale, in virtù di minori vincoli sulla logistica e sulla distribuzione del calore Si ipotizza che in quasi il 30% degli edifici del terziario il fabbisogno di riscaldamento e acqua calda sanitaria sia soddisfatto da pompa di calore Nelle ipotesi precedenti, il contributo FER è pari a 1,9 Mtep 14

15 Le sfide del Piano di Azione Nazionale delle FER: il solare termico nel settore civile Situazione al 2008: 1,5 Mni m 2 di pannelli installati ( m 2 installati all anno) 0,1 Mtep di calore da FER Ipotesi al 2020: 21,5 Mni m 2 di pannelli installati (circa m 2 installati all anno) 1,4 Mtep di calore da FER Ipotizzando che siano tutti installati su edifici residenziali: Dotare di pannelli solari 4 Mni di alloggi monofamiliari (su 6 Mni complessivi) (2,5 m 2 di pannelli per edificio) Dotare di pannelli solari 1,1 Mni di condomini (10 m 2 di pannelli per edificio) 15 Devono essere condomini con acqua calda centralizzata

16 Le sfide del Piano di Azione Nazionale delle FER: Le biomasse nel settore civile impianti autonomi Situazione al 2008: Mancano dati ufficiali sull attuale utilizzo delle biomasse (legna, cippato, pellet) per riscaldamento domestico Ipotesi al 2020: Si ipotizza che circa 3 Mni di alloggi facciano uso di biomassa per riscaldamento autonomo. Prevalentemente in zone montane (fabbisogno medio annuo: 1 tep/alloggio) 3,6 Mtep di calore (consumo finale lordo) da FER Attenzione all impatto ambientale (polveri sottili) degli impianti di riscaldamento domestici a biomassa in zone ambientalmente critiche (es. centri abitati in pianura padana) 16

17 Impieghi fonti energetiche per riscaldamento nel settore civile Fonte: elaborazione ERSE su dati Ministero Sviluppo Economico

18 Impieghi fonti energetiche per acqua calda sanitaria nel settore civile Fonte: elaborazione ERSE su dati Ministero Sviluppo Economico 18

19 Impiego delle fonti energetiche per riscaldamento nell industria e nell agricoltura In questi due settori la FER impiegata per usi termici è prevalentemente la biomassa: Biomassa da scarti di lavorazione e da rifiuti Biomassa vergine I meccanismi di incentivazione sull impiego per produzione elettrica oggi penalizzano gli usi termici della biomassa Riequilibrare la situazione, premiando l impiego della biomassa in cogenerazione Fonte: stima ERSE su dati Ministero Sviluppo Economico 19

20 Quadro dei consumi per trasporto al 2020 risultanti dal PAN Combustibili per trasporti al 2020 [Mtep] tipo di trasporto Altri combust. Elettrico Stradale 35,1 0,4 Ferroviario 1,1 Acqua 0,2 Aereo 4,3 TOTALE 39,6 1,5 TOTALE 41,1 1,5 mni di auto elettriche circolanti al 2020 Riduzione di 1 Mtep rispetto ai consumi del 2008 GPL e metano in crescita contenuta Altri combustibili [Mtep] biocarburanti 2,53 GPL 2 Metano 1 Carboturbo 4,3 benzina&gasolio 29,77 TOTALE 39,6 Ripartizione biocarburanti al 2020 [Mtep] di cui di cui Totale importaz. 2a generaz. bioetan. e ETBE 0,6 0,2 0,1 biodiesel 1,88 0,8 0,25 biogas e oli v. 0,05 TOTALE 2,53 1 0,35 Fonte: stima ERSE su dati Ministero Sviluppo Economico 20

21 Impiego delle FER nei trasporti Formula che premia l impiego dei combustibili non convenzionali (su cui non si applica la percentuale del 10%) GPL, gas naturale, trasporti elettrici su strada Biocarburanti di 1a e 2a generazione Preferenza per il biodiesel Le scelte: 1. Importare i biocarburanti 2. Importare le materie prime e produzione nazionale del biocarburante (sfruttando gli impianti di produzione nazionale 3. Produrre il biocarburante con materie prime di produzione nazionale 21

22 Il contributo delle biomasse per il raggiungimento del 17% del Consumo Finale Lordo da FER al 2020 Le bioenergie forniscono il loro contributo in tutti e tre i settori considerati dal PAN Produzione Energia Elettrica Produzione elettrica da biomassa solida, bioliquidi, biogas, frazione organica RSU Riscaldamento/raffrescamento Uso di biomassa solida (es. legna, cippato) in ambito domestico; anche di altri biocombustibili tramite reti di teleriscaldamento (grazie anche alla cogenerazione) Trasporti Biocarburanti (biodiesel e bioetanolo) 22

23 Impatti Costi di incentivazione Incentivazione FER elettriche: meccanismi esistenti estrapolabili al 2020, ma con le opportune riduzioni, per tenere conto della curva di apprendimento Valorizzazione secondo l approccio a minimi costi Gli incentivi ai nuovi impianti per FER elettriche vengono costantemente adeguati (al ribasso) per rimanere competitive rispetto alla produzione a ciclo combinato Valutazione di massima dei costi di incentivazione: 50 Miliardi per 50 Mtep nel periodo

24 Valutazione dell ammontare dell incentivazione delle FER elettriche 6000 M Certificati Verdi Tariffa Onnicomp. Fotovoltaico Sol. Termodinamico Import CIP 6 Rinnovabili CIP 6 Assimilate

25 Valutazione dell ammontare dell incentivazione delle FER termiche Incentivazione FER termiche Meccanismi da definire. Possibili soluzioni: Detrazioni fiscali del 55% per la riqualificazione energetica Detrazione fiscale del 36% o strumenti equivalenti Certificati bianchi (eventualmente maggiorati) Fondi di garanzia Valutazione di massima dei costi di incentivazione: 15 Miliardi per 70 Mtep nel periodo

26 Conclusioni Riequilibrio degli incentivi tra fonte elettrica e fonte termica Competizione sull impiego delle biomasse I meccanismi di incentivazione sull impiego per produzione elettrica penalizzano gli usi termici della biomassa Riequilibrare la situazione, premiando l impiego della biomassa in cogenerazione Favorire l efficienza energetica Valutazione dei benefici indiretti derivanti dallo sviluppo delle FER: Crescita dell occupazione: circa occupati in più al

27 Grazie per l attenzione 27