Descrizione e modalità d uso del pic-sms communicator

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Descrizione e modalità d uso del pic-sms communicator"

Transcript

1 MANUALE D USO PIC-SMS COMMUNICATOR Descrizione e modalità d uso del pic-sms communicator Rev.0704 Pag.1 di 27

2 INDICE 1. I MODULI SMS DESCRIZIONE GENERALE Microcontrollore utilizzato e configurazione I/O Tensioni +Vcc power e +Vcc relè Uscita impulsiva ed uscite digitali Ingressi digitali / allarme LE FUNZIONALITÀ LE NOVITÀ DEL PIC-SMS COMMUNICATOR Invio di messaggi sms da pc o plc Ricezione di messaggi sms ed inoltro al pc o plc Funzione estractor - ricezione ed inoltro messaggi NMEA Inoltro del numero chiamante al pc o plc Connessione remota data-mode Configurazione dell ingresso Particolarità relative all uso degli ingressi 2 e Funzione modem Ripristino del compact communicator FUNZIONALITÀ DI COMANDO DELLE USCITE DIGITALI Terminologia Accensione Spegnimento Accensione impulsiva Accensione temporizzata timer Verifica dello stato delle uscite FUNZIONALITÀ DI INPUT Tele-lettura ingressi digitali Ingressi come segnalatori d allarme Programmazione del testo dei messaggi d allarme Configurazione parametrica di allarmi e tempistiche Impostazione dei ritardi di accensione e d allarme Squilli e messaggi d allarme RUBRICA TELEFONICA Inserimento di un numero telefonico Cancellazione di un numero telefonico CONFERMA DI ESECUZIONE COMANDI Conferma mediante squillo telefonico Conferma mediante messaggio sms FUNZIONALITÀ TELEFONICHE Uscita impulsiva, funzione reset / apri-cancello Abilitazione dei numeri all attivazione impulsiva Attivazione/disattivazione allarme mediante squillo ISTRUZIONI PER L USO ACCENSIONE SPEGNIMENTO ACCESSORI DIMENSIONI E CASE Pic-sms communicator - 2 di 27 -

3 1. I MODULI SMS 1.1. Descrizione generale I moduli sms sono circuiti elettronici general purpose, studiati per la realizzazione di sistemi in grado di sfruttare le potenzialità delle reti di telefonia mobile Tramite short messages (sms) e chiamate telefoniche è possibile attivare a distanza le uscite digitali dei moduli stessi, leggere remotamente gli ingressi digitali o ricevere una segnalazione al variare del livello logico degli stessi. I moduli sms incorporano un dispositivo di telecomunicazione costituito da un modulo gsm e, tramite la rice-trasmissione di messaggi di testo e telefonate, consentono la realizzazione di sistemi innovativi di vario genere, ad esempio: Domotica azionamento a distanza (accensione/spegnimento) di elettrodomestici ed apparecchiature elettriche/elettroniche in generale (tipico il controllo di riscaldamenti e caldaie) Automazione industriale i moduli sms possono essere utilizzati per controllare macchine ed impianti produttivi, rilevandone a distanza i parametri di funzionamento e svincolando o limitando la necessità della presenza umana; Sicurezza e sorveglianza tramite sensori di vario tipo è possibile realizzare antifurti e sistemi d allarme oppure, con l uso di rilevatori di temperatura, gas etc. creare sistemi per la sicurezza domestica ed ambientale. Un sms viene inviato automaticamente dal modulo sms al verificarsi di un evento inatteso Innovazione di prodotti molte apparecchiature tradizionali possono essere innovate aggiungendo un modulo sms, rendendole comandabili a distanza o in grado di avvisare automaticamente una centrale operativa se esauriscono un componente o in caso di guasto Sistemi di tele-lettura collocati in siti lontani e/o poco accessibili, i moduli sms sono ottimi per effettuare il monitoraggio di valori ambientali, parametri di macchine, conteggio di eventi... Il dispositivo descritto nella presente documentazione, appartiene alla famiglia di telecontrolli picsms compact dai quali eredita tutte le funzionalità tradizionali. La novità di questo dispositivo, consiste nell aggiunta di una porta seriale che consente la comunicazione (da cui il nome di communicator ) con dispositivi esterni. Grazie al pic-sms communicator, plc e personal conputers possono agevolmente mandare e ricevere sms, consentendo l interazione remota tra l utente e la macchina o il software che su essa risiede. Il pic-sms communicator è compatibile con i gsm Siemens TC35, TC35i, MC35, MC35i, MC39i. Pic-sms communicator - 3 di 27 -

4 Microcontrollore utilizzato e configurazione I/O Il cuore della centralina elettronica è costituito da un microcontrollore PICmicro che conferisce al modulo prestazioni eccezionali a fronte di dimensioni e costi ridotti. Tra le caratteristiche hardware principali di cui è dotato il chip, si segnalano le seguenti: 2 output: azionabili ed interrogabili a distanza mediante messaggi sms 1 output azionabile in modo impulsivo mediante squillo telefonico 3 ingressi: interrogabili a distanza mediante messaggio sms, possono essere configurati come segnalatori d allarme al variare del livello logico applicato in ingresso; 1 porta seriale per l interfacciamento della scheda a dispositivi esterni (pc, plc...) Contatti della morsettiera (da sx verso dx): +Vcc relè, uscita apri-cancello, gnd, in1, in2, in3 Contatti della morsettiera (da sx verso dx): out1, out2, tx (*), rx (*), gnd, +Vcc power (*) pin riservati per sviluppi custom; in condizioni di normalità della comunicazione seriale, i due led retrostanti sono accesi Tensioni +Vcc power e +Vcc relè La tensione di alimentazione +Vcc micro consigliata per il circuito è di 12V, tuttavia il circuito è stabilizzato ed accetta un range ben più ampio, da 6V a 24V; si consiglia di utilizzare un alimentatore con una corrente d uscita di almeno 650mA (1000mA se la scheda pilota anche una sezione relè). La scheda può essere alimentata mediante i morsetti gnd (massa) e +Vcc power o in alternativa tramite la boccola frontale (che è in parallelo ai 2 morsetti di alimentazione), la cui polarità è la seguente: polo positivo interno, massa sul contatto esterno dello spinotto. La tensione d alimentazione è riportata anche sul morsetto +Vcc relè allo scopo di pilotare direttamente un relè; tale morsetto NON va utilizzato per alimentare la scheda. Pic-sms communicator - 4 di 27 -

5 Uscita impulsiva ed uscite digitali L uscita impulsiva del pic-sms, attivabile mediante squillo di telefono, fa capo ad una sezione circuitale in grado di pilotare direttamente lo stadio primario di un relè di potenza. Per effettuare il collegamento non servono altri componenti esterni oltre al relè, che va connesso direttamente ai morsetti Vcc relè e uscita impulsiva e che avrà tensione di lavoro pari alla tensione di alimentazione della scheda, +Vcc power. Le uscite digitali sono invece riportate direttamente sulla morsettiera, per consentire una maggiore flessibilità d uso. Possono dunque essere collegate ad una circuiteria esterna per pilotare dispositivi elettronici oppure pilotare circuiti di comando a relè per azionare indirettamente carichi di potenza Ingressi digitali / allarme Gli ingressi del pic-sms compact possono essere utilizzati come ingressi digitali, per la rilevazione a distanza di un valore logico (stato basso/alto) o come ingressi d allarme, in grado di scatenare automaticamente un sms di avvertimento al variare dello stato logico ad essi applicato. Si trovano normalmente allo stato logico alto, grazie al pull-up interno al microcontrollore che li polarizza alla tensione +Vcc micro. Lo schema circuitale di un generico ingresso digitale è il seguente: L accesso ad ogni ingresso può essere effettuato in modo indiretto o diretto, secondo la posizione del jumper corrispondente, posto a ridosso della morsettiera. Accesso indiretto Quando il jumper di selezione è posto sui due pin più esterni alla scheda (fig.in basso), l ingresso sulla morsettiera risulta collegato alla base di un transistor npn: in assenza di tensione, il transistor non conduce e non ha alcuna influenza sull ingresso; applicando tensione sulla morsettiera, il transistor va in conduzione e porta l ingresso a massa, cambiandone lo stato; quando la tensione cessa di essere presente sulla morsettiera, il transistor ritorna nella condizione di riposo e l'ingresso torna allo stato alto (grazie al pull-up precedentemente citato). Pic-sms communicator - 5 di 27 -

6 La base del transistor è preceduta da una resistenza di limitazione di 4.7kohm, sufficiente a mandare in conduzione il transistor con tensioni da pochi volt (es Vcc micro) sino a 12V; per valori superiori può essere aumentata accedendo alla morsettiera tramite un resistore aggiuntivo. Accesso diretto Quando il jumper di selezione è posto sui due pin più interni alla scheda (fig.in basso), i pin di ingresso del microcontrollore sono direttamente disponibili sulla morsettiera. Questa configurazione ha il pregio di consentire la variazione di un input anche solo tramite un pulsante o interruttore che colleghi (o scolleghi) un ingresso a massa: ad interruttore chiuso, il pin di input si porta allo stato logico basso, aprendo l interruttore invece, il pin di input torna automaticamente al livello logico alto (senza dover applicare una tensione esterna, grazie al pull-up). Di contro, l accesso diretto agli ingressi richiede una maggiore attenzione nelle fasi di sperimentazione. I pin di ingresso possono essere pilotati direttamente anche mediante una tensione binaria, tenendo conto che il microcontrollore accetta valori pari alla tensione di lavoro di 3,3V. Per valori di tensione superiori, si consiglia di utilizzare la modalità di accesso indiretta oppure adottare accorgimenti specifici (ad esempio un partitore di tensione per ridurre una tensione TTL o di valore più elevato) Soluzioni differenti sono altresì possibili, ad esempio pilotare gli ingressi con un relè o utilizzare un fotoaccoppiatore di protezione. Pic-sms communicator - 6 di 27 -

7 2. LE FUNZIONALITÀ 2.1. Le novità del pic-sms communicator Il modulo communicator è nato con la finalità di estendere la gamma di potenzialità dei moduli della famiglia compact di cui fa parte. Oltre alle funzionalità classiche di telecontrollo bidirezionale, è dotato di una porta di comunicazione seriale che gli consente di interfacciarsi con dispositivi come i pc o i plc. La presenza di un microcontrollore a bordo, ha consentito la realizzazione di funzioni predefinite, che ne consentono un utilizzo semplificato anche ad opera di utenti non tecnici. Per chi invece volesse un controllo totale del gsm, il communicator può essere configurato come modem e pilotato mediante i comandi AT, con un vantaggio competitivo in termini di prezzo rispetto a dispositivi analoghi Invio di messaggi sms da pc o plc Il pic-sms communicator può essere utilizzato da un pc o un plc come semplice strumento d invio di messaggi sms. La composizione dei messaggi è semplificata al massimo, occorre che il pc o il plc inviino al communicator la stringa seguente: m<numero a cui inviare il messaggio><testo del messaggio> Il carattere iniziale m indica l operazione da compiere, seguita dal numero di telefono del destinatario (scritta in formato internazionale, col +39 per l Italia) e dal testo del messaggio da inviare. Esempi: m< ><rilevato svuotamento del serbatoio 12> m< ><l incasso del giorno è di 1270 euro > Il vantaggio di tale modalità di invio messaggi è che il testo può essere composto a piacere dalla macchina (ha solo il limite di non superare i 158 caratteri) ed i numeri di telefono possono essere teoricamente infiniti (secondo la base dati del software). L invio dei messaggi può essere anche effettuato a mano, utilizzando il programma hyperterminal di windows (accessibile dal menù programmi/accessori/comunicazioni). L utente potrà osservare i caratteri inviati grazie alla funzione eco del telecontrollo, che ritrasmette sulla seriale i caratteri ricevuti. I parametri di comunicazione seriale da impostare sono: baud rate 19200, 1 start bit, 8 bit di dato, 1 stop bit, no parità. Per l invio dei messaggi occorre prestare attenzione alle seguenti tempistiche: Pic-sms communicator - 7 di 27 -

8 tra la trasmissione di un carattere ed il successivo deve trascorrere un intervallo di alcuni istanti, per consentire alla funzione eco di ritrasmettere il carattere ricevuto e per le elaborazioni d invio del gsm (l intervallo è pari a circa 2 byte, cioè circa 100micro secondi) tra la prima parte del comando, costituita dalla stringa m<numero destinatario> e la seconda parte del comando, costituita dal testo del messaggio, occorre attendere che il cursore si ponga sul rigo successivo (un paio di secondi), dopo la ricezione del numero (terminata dal carattere > ) Ricezione di messaggi sms ed inoltro al pc o plc Di solito l interazione con una macchina o con un software vengono effettuate premendo un pò di tasti, digitando una serie di caratteri mediante la tastiera di un pc, compilando una serie di campi e rispondendo ad una serie di domande per arrivare alla schermata cercata, per visualizzare un tabulato, per estrarre un report o una informazione. La funzione di inoltro dei messaggi è pensata per interagire a distanza con un software, che andrà concepito per modificare il proprio comportamento sulla base dei messaggi sms ricevuti a distanza. Ad esempio, se si volesse chiedere ad un programma gestionale che risiede su un pc remoto, quante fatture sono state emesse in un giorno e l importo totale, si potrebbe inviare al software un sms col testo fatt? e ricevere da esso risposta mediante la funzione d invio sms del paragrafo precedente. Analogamente, se si volesse chiedere ad un plc quante volte ha azionato la pompa dell acqua e a che temperatura si trova un serbatoio con un liquido, si potrebbero inviare i messaggi cont? oppure temp?. Il programma gestionale o il plc dovrebbero avere una funzione aggiuntiva che li rende capaci di ascoltare, interpretare ed eseguire le stringhe di comando ricevute. Il testo di comando è libero, non è predefinito, può essere inviato da qualsiasi punto mediante un comune cellulare; deve essere scritto secondo il seguente formato: msg=testo da mandare dove msg= è un testo fisso che comanda al communicator di inoltrare un testo, testo da mandare è il messaggio libero da inoltrare al pc o plc. Utilizzando l hyperterminal di windows, è possibile visualizzare il messaggio inviato sulla schermata del pc. Pic-sms communicator - 8 di 27 -

9 Funzione estractor - ricezione ed inoltro messaggi NMEA Il compact communicator inoltra sulla porta seriale anche i messaggi che hanno come primo carattere il simbolo $ (oltre che quelli che cominciano msg=, come descritto al paragrafo precedente). La lettera $ ha la particolarità di essere il primo carattere dei messaggi NMEA, le stringhe di dati inviate dai ricevitori satellitari, relative alla posizione geografica di un oggetto. La funzione estractor consente ad un utente di ricevere i messaggi sms provenienti da un localizzatore satellitare e dirottarli automaticamente ad un pc su cui è installato un software cartografico Inoltro del numero chiamante al pc o plc I numeri che effettuano una chiamata telefonica al communicator vengono inoltrati sulla porta seriale. Il software su pc o su plc può verificare, su una propria base dati, se il numero è abilitato o meno ad effettuare una operazione e dare il consenso al telecontrollo, inviandogli il carattere Y (acronimo di yes). Questa implementazione è solo un esempio delle possibili interazioni realizzabili in combinazione con un software; per modifiche, estensioni, personalizzazioni è possibile richiedere funzioni custom sulla base delle specifiche concordate. Pic-sms communicator - 9 di 27 -

10 Connessione remota data-mode Molti telecontrolli della famiglia compact oltre che mediante gli sms, possono essere comandati anche mediante pc, tramite una chiamata dati al modulo remoto. La connessione può essere effettuata tramite programmi auto-realizzati, in modalità manuale, tramite interfaccia hyperterminal, come descritto sui pdf dei prodotti che consentono questa modalità di controllo oppure in modo automatico, come di seguito descritto, per agevolare gli utenti meno tecnici. Tale tipo di connessione consente di colloquiare con i moduli scrivendo in modo più agevole sulla tastiera di un pc, invece che inviando sms e va bene per i telecontrolli di tipo classico. Nel caso in cui il modulo remoto sia dotato di gps e lo si voglia interfacciare direttamente con un software cartografico sul pc, la connessione automatica è praticamente indispensabile (la modalità manuale mediante hyperterminal risulterebbe possibile ma un pò macchinosa). Col compact communicator è stata realizzata una funzione automatica che consente di collegare automaticamente un dispositivo remoto con gsm integrato. Una volta collegato il communicator ad un pc, dopo aver programmato il numero del modulo da chiamare, denominato tel1, come descritto più avanti sulla documentazione, è possibile avviare la connessione automatica mediante un interruttore che metta a massa l ingresso 1, utilizzato in modalità diretta. La commutazione a livello basso dell ingresso 1 scatena immediatamente la composizione del numero tel1 programmato, segnalata dall accensione dell uscita 1 (che in questo caso è utilizzata con funzione di spia di stato piuttosto che come uscita). La chiamata telefonica è anche evidenziata dall accensione permanente del led gsm, per tutta la durata del collegamento. Se l operatore telefonico non consente il collegamento per qualsiasi ragione (una delle due sim non è abilitata al traffico dati, un numero non è raggiungibile, la rete è intasata...) la connessione cade o viene rifiutata ed il led gsm si spegne (hyperterminal visualizzerebbe la scritta no carrier ). Se ciò accade, occorre commutare l interruttore di chiamata in modo che l ingresso 1 torni allo stato alto, condizione che termina anche la chiamata in corso. Se il led gsm invece resta acceso contemporaneamente all uscita 1, vuol dire che la connessione è in corso ed occorre attendere alcune decine di secondi per ricevere i dati, perchè i tempi della rete gsm per mettere in comunicazione due gsm sono un pò lunghi. Ccon hyperterminal si vedrebbe apparire la scritta CONNECT seguita dalla velocità di comunicazione, tipicamente 9600 o in alcuni casi di rete libera 19200; se dopo oltre uno/due minuti le stringhe non arrivano, conviene rieseguire la sequenza. Il software su pc deve essere configurato alla stessa velocità di connessione, provando in prima battuta la velocità di 9600 baud (8 bit di dato, no parity, no flow control); alcuni software cartografici dispongono di una finestra testuale che visualizza anche i dati ricevuti; se fossero presenti caratteri strani è possibile che la velocità reale sia superiore (va reimpostata la connessione a 19200). La connessione dati richiede che il communicator sia alimentato adeguatamente con un alimentatore in grado di fornire la corrente sufficiente alla rice-trasmissione del gsm, che in questa fase eroga la massima potenza (dunque almeno 1000mA). Inoltre l integrato stabilizzatore deve essere dotato di dissipatore perchè tende a scaldarsi anche in modo notevole. Pic-sms communicator - 10 di 27 -

11 Configurazione dell ingresso 1 Quanto descritto al paragrafo precedente ha come implicazione la perdita di un ingresso d allarme in quanto l ingresso 1, è predisposto di default per l automazione delle connessioni dati. Chi non ha intenzione di effettuare chiamate dati, può recuperare il primo ingresso ritrasformandolo in un ingresso d allarme normale. A questo scopo occorre inviare al modulo un sms col testo: gpsn (ingresso 1 configurato come allarme). Per tornare all impostazione precedente occorre inviare invece il testo: gpsy (ingresso 1 configurato come allarme). Il testo deriva dal fatto che le connessioni dati sono nate principalmente per interfacciare da remoto i moduli con gps integrato per la localizzazione dei veicoli in tempo reale o per lo scarico dei dati storici memorizzati Particolarità relative all uso degli ingressi 2 e 3 Sempre nell ottica di una automazione spinta, anche eccessiva, è stato richiesto di comandare i moduli remoti mediante interruttori posti sugli ingressi 2 e 3, in grado di inviare automaticamente sms di comando. Come descritto di seguito, il testo dei messaggi d allarme è programmabile, ciò consente di personalizzarne il testo, cambiando la stringa predefinita. Se il nuovo messaggio è un comando valido (ad es. on1/off1) il modulo remoto riceve il messaggio e lo esegue, invia al communicator lo squillo di conferma, il communicator lo interpreta come squillo apri-cancello, esegue il comando ed invia lo squillo di conferma al modulo remoto, che lo interpreta come squillo apri-cancello... generando un ciclo infinito. Questo loop viene evitato disabilitando lo squillo di conferma quando il chiamante ha il numero master 1. E comunque attiva la funzione di inoltro del chiamante sulla porta seriale, per cui il riscontro dell esecuzione del messaggio di comando può essere effettuato via software, leggendo i dati sulla porta seriale. Pic-sms communicator - 11 di 27 -

12 Funzione modem Il compact communicator può essere impostato per svolgere la funzione di puro modem gsm. In modalità modem, la porta seriale è utilizzata per comunicare direttamente col gsm siemens, pertanto le funzionalità predefinite sono annullate e gli i/o del communicator non sono più telecontrollabili. Questa modalità di funzionamento consente di utilizzare il compact communicator esattamente come se fosse un terminal siemens o di altre marche (wavecom, falcom), col grande vantaggio economico di poter sostituire tali apparati gsm tradizionali con una scheda che ha costi nettamente inferiori. Per impostare il communicator in funzione modem, occorre inviargli un sms con il testo seguente: modem (comando sms di attivazione modalità modem). In risposta al comando, il communicator invierà come al solito lo squillo di conferma, spegnerà e riaccenderà il gsm ora controllabile direttamente e soltanto via porta seriale Ripristino del compact communicator Per ripristinare le funzionalità del compact communicator, occorre spegnere e riaccendere la scheda con l ingresso 1 allo stato basso (ossia a massa, se pilotato in modalità diretta o con una tensione pilota se in modalità indiretta). Una volta riattivate le funzionalità del communicator, la porta seriale non comunica più direttamente col gsm ma è utilizzabile per le funzioni predefinite programmate. Pic-sms communicator - 12 di 27 -

13 2.2. Funzionalità di comando delle uscite digitali Terminologia La presente sezione spiega come utilizzare i messaggi sms per dialogare con i moduli sms. Di seguito, col termine generico uscita, si farà riferimento ad un pin di output del modulo sms e, col termine accensione, si intenderà la commutazione dal livello logico basso (0V) al livello logico alto del microcontrollore utilizzato, pari a 3,3V (+Vcc micro). Analogamente, col termine spegnimento s intenderà il ritorno a 0V di un pin di output del modulo sms. Il termine ingresso dei moduli sms indicherà invece uno dei pin di input digitale di cui dispone il microcontrollore Accensione Il comando di accensione serve ad attivare le uscite base del modulo sms. Lo stato di accensione è permanente (sino a comando contrario), viene memorizzato all interno del pic-sms e ripristinato in caso di spegnimento o interruzione temporanea del servizio di distribuzione dell energia elettrica. Si realizza mediante l invio di un messaggio sms avente per testo on seguito dal numero # di uscita da attivare o seguito da x per agire contemporaneamente su tutte le uscite: On# (per attivare l uscita #) Onx (per attivare tutte le uscite contemporaneamente) Ad esempio on2 attiva l uscita 2 portandola a livello logico alto di +Vcc micro; l esecuzione del comando è evidenziata dall accensione del led corrispondente e confermata mediante uno squillo di conferma gratuito Spegnimento In modo analogo al comando precedente, lo spegnimento di una uscita si effettua con il testo off seguito dal numero # di uscita da disattivare o seguito da x per agire contemporaneamente su tutte le uscite: Off# (per disattivare l uscita #) Offx (per disattivare tutte le uscite contemporaneamente) Ad esempio off2 disattiva l uscita 2 portandola a livello logico basso di 0V; l esecuzione del comando è evidenziata dallo spegnimento del led corrispondente e confermata mediante uno squillo di conferma gratuito. Pic-sms communicator - 13 di 27 -

14 Accensione impulsiva Il comando di accensione impulsiva serve ad attivare temporaneamente le uscite del modulo sms. Si realizza mediante l invio di un messaggio sms avente per testo tmp seguito dal numero # di uscita da attivare o seguito da x per agire contemporaneamente su tutte le uscite: tmp# (per attivare temporaneamente l uscita #) tmpx (per attivare temporaneamente tutte le uscite) La durata dell impulso di accensione è differenziata per uscita, in modo che il pic-sms possa pilotare collegamenti esterni richiedenti tempistiche differenti Accensione temporizzata timer La funzione timer consente l attivazione temporizzata delle uscite digitali, ossia l accensione delle uscite seguita dallo spegnimento automatico delle stesse dopo un tempo programmabile. Il comando da inviare è in questo caso costituito dal testo tmr seguito dal numero # di uscita da attivare + spazio + tempo di accensione programmata espresso in minuti: tmr# minuti (per attivare l uscita # per il tempo espresso in minuti) Ad esempio, tmr1 60 attiva l uscita 1 per un ora (60 minuti). Il tempo impostabile varia da 1 a 9999 minuti (valori superiori vengono troncati al numero espresso dalle prime 4 cifre) Verifica dello stato delle uscite La lettura remota delle uscite (per controllare lo stato in cui si trovano) e la lettura degli ingressi digitali si effettuano mediante un unico messaggio di interrogazione costituito dal testo: In? (per leggere lo stato di ingressi ed uscite) Il modulo sms interrogato comporrà ed invierà un messaggio di risposta, indicando lo stato di tutti gli ingressi ed uscite digitali. I livelli logici alti (o di accensione, secondo la convenzione adottata) sono espressi dal termine on, mentre i livelli logici bassi (o di spegnimento) sono segnalati col termine off. Es. Stato ingressi: 1=on, 2=off, 3=off; stato uscite: 1=off, 2=off. Pic-sms communicator - 14 di 27 -

15 2.3. Funzionalità di input Tele-lettura ingressi digitali La lettura remota delle uscite e la lettura degli ingressi digitali condividono, come già detto, un unico messaggio di comando costituito dal testo: In? (per leggere lo stato di ingressi ed uscite) Ingressi come segnalatori d allarme Gli ingressi del modulo, oltre alle funzionalità di input digitale, sono in grado di scatenare una azione a fronte di una variazione di stato del livello logico ad essi applicato. L azione è costituita dall invio di un messaggio di segnalazione che informa l utente che il livello logico applicato su uno o più ingressi digitali è variato. Questa caratteristica rende i moduli sms particolarmente utili per costruire semplici ed efficaci sistemi di sicurezza, con un minimo di componentistica esterna (dal semplice interruttore ai più complessi sensori) Nel momento in cui la tensione su un ingresso passa dal livello logico alto al livello logico basso o viceversa, il modulo sms invia un messaggio (programmabile) in cui specifica gli ingressi che sono variati e lo stato logico degli stessi al momento in cui si è verificato l allarme (es. Ingresso 1 basso ingresso 2 alto). Le segnalazioni d allarme sono attivate automaticamente impostando nella mini-rubrica almeno uno dei due numeri telefonici a cui inviare il messaggio sms di allarme. Pic-sms communicator - 15 di 27 -

16 Programmazione del testo dei messaggi d allarme Il testo dei messaggi d allarme viene impostato in fase di produzione con un testo predefinito (allarme pin1 basso, allarme pin 2 alto,, allarme pin 4 alto). Per rendere più immediata l interpretazione del messaggio di allarme, il testo predefinito può essere riprogrammato con una stringa di caratteri più esplicativa lunga sino a 16 caratteri (ad es. apertura porta, intruso in area, liv. acqua alto, chiusura valvola, ). I messaggi sono differenziati anche in base allo stato dell ingresso, dunque ogni pin di allarme ha a disposizione 2 messaggi, uno che viene inviato quando l ingresso passa dal livello alto a quello basso, un altro quando l ingresso passa dal livello basso a quello alto. In tal modo è possibile differenziare la segnalazione (ad es. distinguendo apertura porta o chiusura porta) oppure impostare un unico testo per entrambi i casi. La programmazione del testo messaggi viene effettuata inviando un sms composto dal comando msg, seguito dal numero indicante l ingresso allarme, da uno spazio separatore e dal testo da programmare racchiuso tra virgolette (di lunghezza max 16 chars, i testi più lunghi vengono troncati): msg# testo (per programmare il testo dei messaggi d allarme) dove # = 1 o 2 rispettivamente per segnalare il livello basso o alto dell ingresso allarme 1; # = 3 o 4 per i livelli basso / alto dell allarme 2; # = 5 o 6 per i livelli basso / alto dell allarme 3; Ad es. impostando msg3 intrusione zona1, un sms col testo intrusione zona1 verrà inviato se l ingresso 2 si troverà a livello basso al momento dell avvio dell allarme. La programmabilità del testo dei messaggi di allarme consente anche l interazione tra moduli distinti, cioè un pic-sms primario può agire su un pic-sms secondario inviandogli un sms di comando come se fosse inviato da un utente. Ad esempio, se si programma come messaggio un testo di comando (ad es. on2 ), una variazione dell input del modulo primario causerà l invio del comando al modulo secondario ricevente che eseguirà l azione corrispondente (azionerà l uscita 2). Pic-sms communicator - 16 di 27 -

17 Configurazione parametrica di allarmi e tempistiche I pic-sms si sono nel tempo confrontati con una vasta gamma di esigenze ed idee applicative differenti, alcune delle quali si sono rivelate così specifiche e personali da richiedere una implementazione ad-hoc. Nei casi in cui si è ritenuto che le funzionalità richieste potessero essere di interesse generale, le modifiche al software sono entrate a far parte del prodotto standard e sono state rese attivabili mediante una selezione parametrica. Ad oggi i parametri impostabili sono i seguenti 7: 1) ritardo di accensione se il parametro è attivo, il pic-sms rimane in pausa per circa un minuto immediatamente dopo l accensione del circuito; 2) ritardo d allarme in caso di condizione di allarme, l invio del messaggio sms viene effettuato dopo un intervallo di alcuni secondi, differenziato in base al pin ingresso che ha scatenato l allarme; 3) prolungamento uscita apri cancello rispetto alla durata impostata di default, prolunga di alcuni secondi l impulso di attivazione dell uscita apri-cancello 4) prolungamento della durata degli squilli telefonici il pic-sms invia uno squillo di telefono a conferma dell esecuzione dei comandi ricevuti ed in caso di allarme (se l opzione è attiva); questo parametro prolunga la durata degli squilli rispetto all impostazione di default; 5) non implementato 6) attivazione/disattivazione dei messaggi d allarme via sms 7) attivazione/disattivazione degli squilli telefonici d allarme 8) attivazione /disattivazione degli allarmi su un solo fronte di variazione ingresso Per attivare/disattivare i parametri descritti, occorre inviare un messaggio di comando costituito dal testo: par# (per attivare/disattivare l impostazione #) dove # è il numero del parametro da variare, come da elenco precedente. Il comando è bistabile cioè lo stesso comando commuta il parametro, se è attivo lo disattiva, se è inattivo lo attiva (ad esempio per attivare il ritardo d avvio basta inviare un sms col testo par1, un altro messaggio par1 per disattivarlo). Le impostazioni sono permanenti, continuano ad essere attive in caso di spegnimento e riaccensione del pic-sms. Rispetto ai comandi visti in precedenza, le impostazioni parametriche sono meno intuitive e semplici da ricordare. In realtà sono anche meno frequenti da modificare perché generalmente, una volta individuata la configurazione di funzionamento desiderata, questi parametri non vengono più variati, la loro memorizzazione è permanente e continuano ad essere attivi in caso di spegnimento e riaccensione del pic-sms. Il senso di alcuni dei parametri descritti è di immediata comprensione, per gli altri sono fornite ulteriori spiegazioni nei paragrafi successivi. Pic-sms communicator - 17 di 27 -

18 Impostazione dei ritardi di accensione e d allarme Una volta acceso, il pic-sms rileva lo stato logico degli ingressi e lo memorizza come condizione di funzionamento iniziale, inviando un sms ad ogni variazione degli input. In molti casi pratici, è utile che la rilevazione dello stato iniziale degli ingressi sia ritardata e sia effettuata al completamento delle fasi di predisposizione iniziale. Un esempio per essere più chiari: - un utente ha collegato il pic-sms ad un contatto magnetico posto sulla porta di casa (oppure all interno della sua auto); - l utente esce di casa attivando l allarme realizzato col pic-sms (oppure parcheggia l auto e scende dalla vettura); - impostando il ritardo iniziale, ha il tempo di lasciare l abilitazione e chiudere la porta (o analogamente può chiudere la portiera dell auto) senza ricevere un sms; - scaduto il ritardo d avvio, il pic-sms si attiva e rileva la condizione iniziale (porta chiusa), rispetto alla quale segnalerà l allarme in caso di variazione (apertura porta). Analogamente, può essere utile che anche le fasi di invio dei messaggi di allarme siano precedute da un breve ritardo che ne consenta la disattivazione. Tornando all esempio: - l utente rientra in casa (torna al parcheggio e riprende la sua vettura) - sapendo di aver installato l antifurto pic-sms e conoscendone la collocazione esatta, ha alcuni secondi per disattivare il pic-sms spegnendolo (evitando di ricevere l allarme). I ritardi di accensione e di invio allarme possono essere attivati o disattivati secondo le esigenze, tramite i messaggi di comando descritti al paragrafo precedente. I ritardi di invio allarme sono inoltre differenziati per ingresso, in modo da rendere disponibili tempistiche differenti: l attivazione del pin 1 invia l allarme dopo un attesa di 30 secondi, il pin 2 dopo un minuto, il pin 3 dopo 100 s, il pin 4 immediatamente (concordare in fase di ordine tempistiche differenti. Lo stato di default (alla produzione) prevede che i ritardi d avvio e d allarme siano inattivi. Questa impostazione d uso è una eredità storica, è preferibile adottare la nuova modalità di attivazione/disattivazione degli allarmi mediante uno squillo di telefono, come descritto nel paragrafo dedicato alle funzionalità telefoniche. Pic-sms communicator - 18 di 27 -

19 Squilli e messaggi d allarme Esistono diverse preferenze e scuole di pensiero in merito all efficacia degli allarmi inviati mediante un sms o mediante una telefonata, alcuni preferiscono le segnalazioni tramite un messaggio, altri preferiscono uno squillo telefonico, chi vuole essere proprio sicuro di non perdersi l allarme li vuole entrambi. Storicamente i pic-sms hanno prediletto l invio degli allarmi mediante messaggi sms, i quali hanno un contenuto informativo (e purtroppo un costo) maggiore essendo in grado di dettagliare, con il testo che li accompagna, la causa che li ha originati. Tuttavia in molti casi l ingresso utilizzato è unico, non è importante conoscere la causa dell allarme (da giustificare un invio di un testo sms) oppure la variazione di un ingresso è utilizzata al fine di rilevare un evento che può essere anche frequente (ad esempio l apertura della porta del negozio mentre il commesso è nel retrobottega) e l economicità degli squilli telefonici, che sono gratuiti, assume una rilevanza assoluta. La presente versione implementa dunque anche l invio degli allarmi tramite una chiamata telefonica gratuita, che viene automaticamente interrotta dopo pochi squilli. L impostazione di default prevede che l invio degli allarmi mediante sms sia normalmente attivo e l invio di allarmi mediante squillo di telefono sia non attivo. Tuttavia è possibile disattivare (e riattivare) gli allarmi sms con il comando sms par6 o attivare (e disattivare) gli allarmi tramite squillo telefonico mediante il comando par7, oppure attivare entrambe le modalità d invio. Si ricorda che per abilitare l invio degli allarmi non è sufficiente selezionare la modalità d invio, occorre anche aver memorizzato uno o più numeri master nella mini-rubrica del modulo. Nel caso si volessero utilizzare gli ingressi come semplici input è possibile disabilitare gli allarmi come descritto (con i comandi par6 e 7). Un ultima nota riguarda il parametro 8. I pin d ingresso del pic-sms sono in grado di rilevare sia se lo stato d ingresso è a livello basso e viene portato a livello alto, sia viceversa, se dal livello logico alto vengono portati a livello logico basso. Gli allarmi vengono scatenati in entrambi i casi (impostazione di default), anche se spesso una variazione è la vera e propria condizione d allarme mentre la variazione opposta rappresenta il ritorno alla normalità e potrebbe non richiedere alcuna segnalazione. Impostando questo parametro (messaggio par8), gli allarmi vengono inviati solo sul fronte discendente della variazione, cioè se l ingresso passa dalla condizione di normalità (stato alto grazie ai pull-up interni al microcontrollore) allo stato basso; il ritorno allo stato alto non genera alcuna segnalazione ulteriore. Pic-sms communicator - 19 di 27 -

20 2.4. Rubrica telefonica Inserimento di un numero telefonico La mini-rubrica disponibile sui moduli pic-sms è costituita da due numeri telefonici che possono essere impostati mediante un sms di inserimento. Tale sms è costituito dal testo tel# numerotelefonico, dove # è la cifra 1 o 2 indicante rispettivamente il primo o secondo numero da memorizzare: tel# numerotelefonico (per inserire in rubrica un numero telefonico) Es.: Tel oppure Tel Il numero può essere anche scritto in formato internazionale (preceduto da +39 per l Italia) e non deve contenere caratteri intermedi (punti, separatori etc.). Per modificare un numero telefonico esistente è sufficiente sovrascriverlo con un altro numero Cancellazione di un numero telefonico Per cancellare una delle due locazioni della rubrica telefonica, è sufficiente inviare un messaggio di inserimento sostituendo il numero di telefono con il testo no tel# no (per cancellare un numero telefonico dalla rubrica) Ad es. Tel1 no (per cancellare il primo dei due numeri in rubrica). Pic-sms communicator - 20 di 27 -

Descrizione e modalità d uso dei moduli pic-sms digital con batteria

Descrizione e modalità d uso dei moduli pic-sms digital con batteria MANUALE D USO MODULI PIC-SMS Descrizione e modalità d uso dei moduli pic-sms digital con batteria Rev.1001 Pag.1 di 21 www.carrideo.it INDICE 1. I MODULI SMS... 3 1.1. DESCRIZIONE GENERALE... 3 1.2. DETTAGLI

Dettagli

Descrizione e modalità d uso dei moduli pic-sms digital-relè

Descrizione e modalità d uso dei moduli pic-sms digital-relè MANUALE D USO MODULI PIC-SMS Descrizione e modalità d uso dei moduli pic-sms digital-relè Rev.0710 Pag.1 di 21 www.carrideo.it INDICE 1. I MODULI SMS... 3 1.1. DESCRIZIONE GENERALE... 3 1.2. DETTAGLI SUL

Dettagli

Descrizione e modalità d uso del pic-sms w3 con modem wavecom

Descrizione e modalità d uso del pic-sms w3 con modem wavecom MANUALE D USO PIC-SMS W3 Descrizione e modalità d uso del pic-sms w3 con modem wavecom Rev.0808 Pag.1 di 20 www.carrideo.it INDICE 1. I MODULI SMS... 3 1.1.1. Introduzione... 3 1.1.2. Descrizione generale...

Dettagli

Descrizione e modalità d uso del pic-sms w3 con modem wavecom

Descrizione e modalità d uso del pic-sms w3 con modem wavecom MANUALE D USO PIC-SMS W3 Descrizione e modalità d uso del pic-sms w3 con modem wavecom Rev.0808 Pag.1 di 18 www.carrideo.it INDICE 1. I MODULI SMS... 3 1.1.1. Introduzione... 3 1.1.2. Descrizione generale...

Dettagli

Descrizione e modalità d uso dei moduli pic-gsm digital-relè

Descrizione e modalità d uso dei moduli pic-gsm digital-relè MANUALE D USO MODULI PIC-GSM Descrizione e modalità d uso dei moduli pic-gsm digital-relè Rev.1010 Pag.1 di 22 www.carrideo.it INDICE 1. I MODULI SMS... 3 1.1. DESCRIZIONE GENERALE... 3 1.2. DETTAGLI SUL

Dettagli

Descrizione e modalità d uso del modulo pic-sms-big

Descrizione e modalità d uso del modulo pic-sms-big MANUALE D USO MODULI PIC-SMS Descrizione e modalità d uso del modulo pic-sms-big Rev.0105 Pag.1 di 27 www.carrideo.it INDICE 1. I MODULI SMS... 3 1.1. DESCRIZIONE GENERALE... 3 1.2. DETTAGLI SUL MICROCONTROLLORE

Dettagli

Descrizione e modalità d uso del modulo Net-Edge TCP/IP

Descrizione e modalità d uso del modulo Net-Edge TCP/IP MANUALE D USO MODULO NET-EDGE TCP/IP Descrizione e modalità d uso del modulo Net-Edge TCP/IP Rev.1012 Pag.1 di 50 www.carrideo.it INDICE 1. IL NET-EDGE TCP/IP... 4 1.1. DESCRIZIONE GENERALE... 4 1.2. DETTAGLI

Dettagli

Modulo di controllo accessi ed apricancello Descrizione e modalità d uso

Modulo di controllo accessi ed apricancello Descrizione e modalità d uso MANUALE D USO CONTROLLO ACCESSI GSM Modulo di controllo accessi ed apricancello Descrizione e modalità d uso Rev.0710 Pag.1 di 8 www.carrideo.it INDICE 1. IL SISTEMA DI CONTROLLO ACCESSI - APRICANCELLO...

Dettagli

Big-wifi Descrizione e modalità d uso

Big-wifi Descrizione e modalità d uso TELECONTROLLO VIA RETE BIG-WIFI Big-wifi Descrizione e modalità d uso Rev.1509-1 - Pag.1 di 10 www.carrideo.it INDICE 1. IL TELECONTROLLO BIG-WIFI... 3 1.1. DESCRIZIONE GENERALE... 3 1.1.1. Uscite open-collector...

Dettagli

Descrizione e modalità d uso del modulo pic-sms big

Descrizione e modalità d uso del modulo pic-sms big MANUALE D USO MODULI PIC-SMS Descrizione e modalità d uso del modulo pic-sms big Rev.0807 Pag.1 di 43 www.carrideo.it INDICE 1. I MODULI SMS... 4 1.1. DESCRIZIONE GENERALE... 4 1.2. DETTAGLI SUL MICROCONTROLLORE

Dettagli

Telecontrollo Mini-Compact descrizione e modalità d uso

Telecontrollo Mini-Compact descrizione e modalità d uso TELECONTROLLO MINI COMPACT MANUALE D USO Telecontrollo Mini-Compact descrizione e modalità d uso Rev.1001 Pag.1 di 26 www.carrideo.it INDICE 1. IL MODULO MINI-COMPACT... 3 1.1. INTRODUZIONE... 3 1.2. MICROCONTROLLORE

Dettagli

Telecontrollo Mini-Compact descrizione e modalità d uso

Telecontrollo Mini-Compact descrizione e modalità d uso TELECONTROLLO MINI COMPACT MANUALE D USO Telecontrollo Mini-Compact descrizione e modalità d uso Rev.0807 Pag.1 di 26 www.carrideo.it INDICE 1. IL MODULO MINI-COMPACT... 3 1.1. INTRODUZIONE... 3 1.2. MICROCONTROLLORE

Dettagli

Descrizione e modalità d uso del modulo bluetooth pic-blu

Descrizione e modalità d uso del modulo bluetooth pic-blu MANUALE D USO MODULO PIC-BLU Descrizione e modalità d uso del modulo bluetooth pic-blu Rev.0809 Pag.1 di 15 www.carrideo.it INDICE 1. IL MODULO PIC-BLU... 3 1.1. INTRODUZIONE... 3 1.2. DESCRIZIONE GENERALE

Dettagli

WEB CONTROLLI NETOOLS. Descrizione e modalità d uso dei controlli web NeTools

WEB CONTROLLI NETOOLS. Descrizione e modalità d uso dei controlli web NeTools MANUALE D USO WEB CONTROLLI NETOOLS Descrizione e modalità d uso dei controlli web NeTools Rev.1309 Pag.1 di - 111 - www.carrideo.it INDICE 1. I WEB CONTROLLI NETOOLS... 3 1.1. INTRODUZIONE... 3 1.2. DESCRIZIONE

Dettagli

WEB CONTROLLI NETOOLS. Descrizione e modalità d uso dei controlli web NeTools

WEB CONTROLLI NETOOLS. Descrizione e modalità d uso dei controlli web NeTools MANUALE D USO WEB CONTROLLI NETOOLS Descrizione e modalità d uso dei controlli web NeTools Rev.1401 Pag.1 di - 114 - www.carrideo.it INDICE 1. I WEB CONTROLLI NETOOLS... 3 1.1. INTRODUZIONE... 3 1.2. DESCRIZIONE

Dettagli

Descrizione e modalità d uso dei moduli gsm-embedded con adc

Descrizione e modalità d uso dei moduli gsm-embedded con adc MANUALE D USO GSM-EMBEDDED CON ADC Descrizione e modalità d uso dei moduli gsm-embedded con adc Rev. 1105 Pag.1 di 33 www.carrideo.it INDICE 1. DESCRIZIONE CARATTERISTICHE HARDWARE... 3 1.1. INTRODUZIONE...

Dettagli

Descrizione e modalità d uso dei moduli gsm-embedded con adc

Descrizione e modalità d uso dei moduli gsm-embedded con adc MANUALE D USO MODULI PIC-SMS CON ADC Descrizione e modalità d uso dei moduli gsm-embedded con adc Rev. 1011 Pag.1 di 31 www.carrideo.it INDICE 1. DESCRIZIONE CARATTERISTICHE HARDWARE... 3 1.1. INTRODUZIONE...

Dettagli

OPZIONE HARDWARE + SOFTWARE DI TELECOMUNICAZIONE BIDIREZIONALE FRA CNC E TELEFONI GSM BASATA SU MESSAGGI SMS

OPZIONE HARDWARE + SOFTWARE DI TELECOMUNICAZIONE BIDIREZIONALE FRA CNC E TELEFONI GSM BASATA SU MESSAGGI SMS SelCONTROL-2 OPZIONE HARDWARE + SOFTWARE DI TELECOMUNICAZIONE BIDIREZIONALE FRA CNC E TELEFONI GSM BASATA SU MESSAGGI SMS Il SelCONTROL è la risposta a quegli utilizzatori, stampisti in particolare, che

Dettagli

Il compact-alarm con batteria al litio descrizione e modalità d uso

Il compact-alarm con batteria al litio descrizione e modalità d uso MANUALE D USO COMPACT ALARM Il compact-alarm con batteria al litio descrizione e modalità d uso Rev.0904 Pag.1 di 34 www.carrideo.it INDICE 1. IL COMPACT ALARM... 3 1.1. INTRODUZIONE... 3 1.2. MICROCONTROLLORE

Dettagli

Telecontrollo Mini-Compact descrizione e modalità d uso

Telecontrollo Mini-Compact descrizione e modalità d uso TELECONTROLLO MINI COMPACT MANUALE D USO Telecontrollo Mini-Compact descrizione e modalità d uso Rev.1104 Pag.1 di 32 www.carrideo.it INDICE 1. IL MODULO MINI-COMPACT... 3 1.1. INTRODUZIONE... 3 1.2. MICROCONTROLLORE

Dettagli

w w w.pr otexital i a. it DIGICOM combinatore telefonico GSM con modulo industriale MANUALE ISTRUZIONI

w w w.pr otexital i a. it DIGICOM combinatore telefonico GSM con modulo industriale MANUALE ISTRUZIONI w w w.pr otexital i a. it DIGICOM combinatore telefonico GSM con modulo industriale MANUALE ISTRUZIONI Edizione marzo 2008 1 INDICE Caratteristiche DIGICOM. Schema generale.. Descrizione morsetti. Programmazione

Dettagli

Fig. 1. Fig. 2 Fig. 3 6 6 Alloggiamento S I M - C A R D. Fig. 4

Fig. 1. Fig. 2 Fig. 3 6 6 Alloggiamento S I M - C A R D. Fig. 4 Fig. 1 1 Morsetto a 6 Poli Uscite: Relè, On-Off, Aux1 - Aux2 2 J4: Ponticello di Reset Totale e Configurazione D e f a u l t 3 C o n n e t t o re 8 Poli: Alimentazione e I n g ressi 1-2-3 4 Relè Allarme:

Dettagli

TB-SMS. Combinatore telefonico GSM-SMS Manuale di installazione ed uso. Ver. 1.6.10 31/07/07

TB-SMS. Combinatore telefonico GSM-SMS Manuale di installazione ed uso. Ver. 1.6.10 31/07/07 TB-SMS Combinatore telefonico GSM-SMS Manuale di installazione ed uso Ver. 1.6.10 31/07/07 MANUALE DI INSTALLAZIONE ED USO INTRODUZIONE. Il combinatore TB-SMS offre la possibilità di inviare sms programmabili

Dettagli

w w w.pr otexital i a. it DIGICOM combinatore telefonico GSM con modulo industriale MANUALE ISTRUZIONI Edizione aprile 2008 (dal lotto 326)

w w w.pr otexital i a. it DIGICOM combinatore telefonico GSM con modulo industriale MANUALE ISTRUZIONI Edizione aprile 2008 (dal lotto 326) w w w.pr otexital i a. it DIGICOM combinatore telefonico GSM con modulo industriale MANUALE ISTRUZIONI Edizione aprile 2008 (dal lotto 326) 1 INDICE Caratteristiche DIGICOM. Vista D insieme.. Visualizzazione

Dettagli

Descrizione e modalità d uso del telecontrollo big-wifi

Descrizione e modalità d uso del telecontrollo big-wifi TELECONTROLLO BIG-WIFI CON MODULI GSM E WIFI INTEGRATI Descrizione e modalità d uso del telecontrollo big-wifi Rev.1312 Pag.1 di 9 www.carrideo.it INDICE 1. IL BIG-WIFI... 3 1.1. DESCRIZIONE GENERALE...

Dettagli

Free_ring control gsm based

Free_ring control gsm based Free_ring control gsm based 1. Introduzione Il free_ring è un apparecchio per la generazione di controllo remoto mediante rete GSM, di conseguenza possiamo utilizzare chiamate, sms o app. Facile da installare

Dettagli

Manuale istruzioni. 01941 Comunicatore GSM.

Manuale istruzioni. 01941 Comunicatore GSM. Manuale istruzioni 094 Comunicatore GSM. Indice. Descrizione................................................................ 2 2. Campo di applicazione.......................................................

Dettagli

BY10870 AVVISATORE DISTACCO/RIPRISTINO DA DISTRIBUTORE. Sistema di sorveglianza e avviso GSM via SMS per sistema BY10850

BY10870 AVVISATORE DISTACCO/RIPRISTINO DA DISTRIBUTORE. Sistema di sorveglianza e avviso GSM via SMS per sistema BY10850 BY10870 AVVISATORE DISTACCO/RIPRISTINO DA DISTRIBUTORE Sistema di sorveglianza e avviso GSM via SMS per sistema BY10850 (versione firmware: BY10850-M1-V2) La presente documentazione è di proprietà esclusiva

Dettagli

TELECONTROLLO APRICANCELLO GSM GSM-CX340

TELECONTROLLO APRICANCELLO GSM GSM-CX340 TELECONTROLLO APRICANCELLO GSM GSM-CX340 Manuale di installazione e utilizzo Indice 1. Introduzione pag. 2 2. Informazioni pag. 3 2.1 istruzioni sulla sicurezza pag. 3 3. Collegamenti elettrici pag. 4

Dettagli

Il GSM COMMANDER mod. ELITE è il nuovo prodotto GSM con caratteristiche innovative.

Il GSM COMMANDER mod. ELITE è il nuovo prodotto GSM con caratteristiche innovative. Il GSM COMMANDER mod. ELITE è il nuovo prodotto GSM con caratteristiche innovative. Principali caratteristiche : - Permette, di attivare un contatto elettrico Contatto 2 (uscita digitale U6), attraverso

Dettagli

Descrizione e modalità d uso del modulo pic-sms gps

Descrizione e modalità d uso del modulo pic-sms gps MANUALE D USO MODULI PIC-SMS GPS Descrizione e modalità d uso del modulo pic-sms gps Rev.0709 Pag.1 di 29 www.carrideo.it INDICE 1. I MODULI PIC-SMS GPS... 3 1.1. INTRODUZIONE... 3 1.2. SCHEMA A BLOCCHI...

Dettagli

Descrizione e modalità d uso del modulo web-compact big

Descrizione e modalità d uso del modulo web-compact big MANUALE D USO MODULO WEB-COMPACT BIG Descrizione e modalità d uso del modulo web-compact big Rev.0810 Pag.1 di 56 www.carrideo.it INDICE 1. IL MODULO BIG-COMPACT... 4 1.1. DESCRIZIONE GENERALE... 4 1.2.

Dettagli

SMS-GPS MANAGER. Software per la gestione remota ed automatizzata dei telecontrolli gsm con e senza gps

SMS-GPS MANAGER. Software per la gestione remota ed automatizzata dei telecontrolli gsm con e senza gps SOFTWARE PER LA GESTIONE DEI TELECONTROLLI SMS-GPS MANAGER Software per la gestione remota ed automatizzata dei telecontrolli gsm con e senza gps Rev.0911 Pag.1 di 8 www.carrideo.it INDICE 1. DESCRIZIONE

Dettagli

Descrizione e modalità d uso del modulo pic-sms-blu

Descrizione e modalità d uso del modulo pic-sms-blu MANUALE D USO MODULO PIC-SMS BLU Descrizione e modalità d uso del modulo pic-sms-blu Rev.0604 Pag.1 di 13 www.carrideo.it INDICE 1. IL PIC-SMS BLU... 3 1.1. INTRODUZIONE... 3 1.2. FUNZIONALITÀ SOFTWARE

Dettagli

FT473K ESPANSIONE IN I 2 C-BUS A 8 RELE

FT473K ESPANSIONE IN I 2 C-BUS A 8 RELE ESPANSIONE IN I 2 C-BUS A 8 RELE Chi ha costruito e utilizzato il Controllo GSM bidirezionale con cellulari Siemens, descritto nel fascicolo n 71 della nostra rivista, ha certamente apprezzato le sue possibilità

Dettagli

Il compact-alarm con messaggi vocali e sistema anti-jammer descrizione e modalità d uso

Il compact-alarm con messaggi vocali e sistema anti-jammer descrizione e modalità d uso MANUALE D USO COMPACT ALARM Il compact-alarm con messaggi vocali e sistema anti-jammer descrizione e modalità d uso Rev.1301 Pag.1 di - 139 - www.carrideo.it INDICE 1. IL COMPACT ALARM... 4 1.1. INTRODUZIONE...

Dettagli

InterCom GSM. Manuale di Installazione

InterCom GSM. Manuale di Installazione Manuale di Installazione Sommario Descrizione delle funzioni del dispositivo... Pagina 3 Descrizione dei terminali della morsettiera... Pagina 3 Vantaggi... Pagina 4 Installazione e configurazione... Pagina

Dettagli

Il video-alarm descrizione e modalità d uso

Il video-alarm descrizione e modalità d uso TELECONTROLLO VIDEO-ALARM MANUALE D USO Il video-alarm descrizione e modalità d uso Rev.1211 Pag.1 di 18 www.carrideo.it INDICE 1. IL TELECONTROLLO VIDEO-ALARM... 3 1.1. INTRODUZIONE... 3 1.2. DESCRIZIONE

Dettagli

Nuovo Sekurvox GSM Manuale Tecnico di programmazione

Nuovo Sekurvox GSM Manuale Tecnico di programmazione Nuovo Sekurvox GSM Manuale Tecnico di programmazione Combinatore telefonico su linea GSM 2 SOMMARIO 10 Introduzione 4 20 Procedura di programmazione4 21 GESTIONE USCITE4 22 PROGRAMMA5 221 - NUMERI DI TELEFONO5

Dettagli

SISTEMA ANTIFURTO GPS/GSM PER AUTO HAMGSMGPS MANUALE UTENTE

SISTEMA ANTIFURTO GPS/GSM PER AUTO HAMGSMGPS MANUALE UTENTE SISTEMA ANTIFURTO GPS/GSM PER AUTO HAMGSMGPS MANUALE UTENTE V11052009 1 Introduzione A tutti i residenti nell Unione Europea Importanti informazioni ambientali relative a questo prodotto Questo simbolo

Dettagli

COMBINET 4 Combinatore per rete GSM con modulo industriale cod. 11.711 RoHS COMPLIANT 2002/95/CE Manuale di Installazione ed uso Combivox Srl Via S. M. Arosio, 15-70019 Triggiano (BA), Italy Tel. +39 080

Dettagli

COMBY GSM BUS. Combinatore GSM su BUS 485. Manuale di installazione ed uso. Made in Italy 13.07-M1.0-H1.0F0.0S1.2

COMBY GSM BUS. Combinatore GSM su BUS 485. Manuale di installazione ed uso. Made in Italy 13.07-M1.0-H1.0F0.0S1.2 COMBY GSM BUS Combinatore GSM su BUS 485 13.07-M1.0-H1.0F0.0S1.2 Manuale di installazione ed uso Made in Italy 1 PRIMA DI INSTALLARE IL SISTEMA LEGGERE CON ATTENZIONE TUTTE LE PARTI DEL PRESENTE MANUALE.

Dettagli

Descrizione e modalità d uso del modulo web-compact big

Descrizione e modalità d uso del modulo web-compact big MANUALE D USO MODULO WEB-COMPACT BIG Descrizione e modalità d uso del modulo web-compact big Rev.1008 Pag.1 di 56 www.carrideo.it INDICE 1. IL MODULO BIG-COMPACT... 4 1.1. DESCRIZIONE GENERALE... 4 1.2.

Dettagli

EasyCon GSM. Manuale di Installazione

EasyCon GSM. Manuale di Installazione Manuale di Installazione SOMMARIO Descrizione delle funzioni del dispositivo... pag. 3 Descrizione dei terminali della morsettiera... pag. 3 Istruzioni per l installazione... pag. 3 Segnalazioni LED...

Dettagli

Telecontrolo GSM - TEL11S

Telecontrolo GSM - TEL11S TELLAB Via Monviso, 1/B 24010 Sorisole (Bg) info@tellab.it Telecontrolo GSM - TEL11S Sistema per controllo remoto GSM tramite messaggi SMS e squilli Per i comandi SMS e telefonici Vedere il MANUALE COMANDI

Dettagli

Manuale d installazione ed uso

Manuale d installazione ed uso Combinatore per rete GSM COMBINET III + Cod. 11.710 Combivox 2004 Manuale d installazione ed uso RIVENDITORE AUTORIZZATO Combivox S.r.l. Via Suor Marcella Arosio, 15 70019 TRIGGIANO - BA Tel. + 39 080/4686111

Dettagli

SD-GSM 0-16/A72 Unità GSM per sistemi di protezione interfacce (SPI)

SD-GSM 0-16/A72 Unità GSM per sistemi di protezione interfacce (SPI) Manuale Utente SD-GSM 0-16/A72 Unità GSM per sistemi di protezione interfacce (SPI) Indice Informazioni preliminari 2 Prima accensione del dispositivo 2 Caratteristiche 2 Specifiche tecniche 3 Led di segnalazione

Dettagli

Big-wifi Descrizione e modalità d uso

Big-wifi Descrizione e modalità d uso TELECONTROLLO VIA RETE BIG-WIFI Big-wifi Descrizione e modalità d uso Rev.1509-1 - Pag.1 di 16 www.carrideo.it INDICE 1. IL TELECONTROLLO BIG-WIFI... 3 1.1. DESCRIZIONE GENERALE... 3 1.2. CONFIGURAZIONI

Dettagli

TEL32G Sistema di Allarme e Telecontrollo su rete GSM

TEL32G Sistema di Allarme e Telecontrollo su rete GSM TELLAB Via Monviso, 1/B 24010 Sorisole (Bg) info@tellab.it INDICE TEL32G Sistema di Allarme e Telecontrollo su rete GSM Informazioni per utilizzo... 2 Generali... 2 Introduzione... 2 Istruzioni per la

Dettagli

MANUALE DI PROGRAMMAZIONE

MANUALE DI PROGRAMMAZIONE w w w.pr otexital i a. it Combinatore Telefonico GSM MANUALE DI PROGRAMMAZIONE 8 numeri di telefono per canale 2 canali vocali o sms programmabili 2 teleattivazioni 2 risposte a teleattivazioni Display

Dettagli

CENTRALE RADIO SUPERVISIONATA CAF 528. MANUALE UTENTE Rel. 1.00

CENTRALE RADIO SUPERVISIONATA CAF 528. MANUALE UTENTE Rel. 1.00 CENTRALE RADIO SUPERVISIONATA CAF 528 MANUALE UTENTE Rel. 1.00 CAF528 è una centrale di semplice utilizzo da parte dell utente il quale può attivare l impianto in modo totale o parziale per mezzo dei PROGRAMMI

Dettagli

Combinatore telefonico GSM

Combinatore telefonico GSM Combinatore telefonico GSM Manuale certificazioni CE, CEI 79-2 SINTESI elettronica - Via Celli 1 60126 Ancona www.sintesinet.it 2 3 Indice I collegamenti... Introduzione e caratteristiche... Avviare il

Dettagli

EL35.002 MANUALE UTENTE. Telecontrollo GSM

EL35.002 MANUALE UTENTE. Telecontrollo GSM EL35.002 Telecontrollo GSM MANUALE UTENTE Il dispositivo EL35.002 incorpora un engine GSM Dual Band di ultima generazione. Per una corretta installazione ed utilizzo rispettare scrupolosamente le indicazioni

Dettagli

SUPERVISOR GSM SUPERVISOR

SUPERVISOR GSM SUPERVISOR Indice : 123456- Descrizione generale Norme per una corretta installazione Segnalazioni luminose e connessioni elettriche Configurazione del dispositivo mediante jumpers Comandi SMS Reset del dispositivo

Dettagli

Telecontrolo GSM - TELXXC

Telecontrolo GSM - TELXXC TELLAB Via Monviso, 1/B 24010 Sorisole (Bg) info@tellab.it Telecontrolo GSM - TELXXC Sistema per controllo remoto GSM tramite messaggi SMS Manuale Utente: uso Per i comandi SMS e telefonici Vedere il MANUALE

Dettagli

Manuale PC. MIra SEMPLICEMENTE SICUREZZA SIMPLY SECURITY. venitem.com

Manuale PC. MIra SEMPLICEMENTE SICUREZZA SIMPLY SECURITY. venitem.com Manuale PC MIra SEMPLICEMENTE SICUREZZA SIMPLY SECURITY venitem.com 2 venitem.com INDICE COLLEGAMENTO DEL CAVO TRA CENTRALE E PC ABILITARE LA CENTRALE PER IL COLLEGAMENTO AVVIARE IL COLLEGAMENTO MENU DI

Dettagli

SMS-GPS MANAGER. Software per la gestione remota ed automatizzata dei telecontrolli gsm con e senza gps

SMS-GPS MANAGER. Software per la gestione remota ed automatizzata dei telecontrolli gsm con e senza gps SOFTWARE PER LA GESTIONE DEI TELECONTROLLI SMS-GPS MANAGER Software per la gestione remota ed automatizzata dei telecontrolli gsm con e senza gps Rev.1009 Pag.1 di 10 www.carrideo.it INDICE 1. DESCRIZIONE

Dettagli

Modulo Vocale. Modello RP128EV00ITA. Istruzioni per l Uso e la Programmazione

Modulo Vocale. Modello RP128EV00ITA. Istruzioni per l Uso e la Programmazione Modulo Vocale Modello RP128EV00ITA Istruzioni per l Uso e la Programmazione Compatibile con le centrali Serie ProSYS RP116MC00ITA, RP140MC00ITA, RP128MC00ITA II LIVELLO Avvertenza Questo manuale è soggetto

Dettagli

CTDBS. Combinatore Telefonico Digitale BIDIREZIONALE per centrali AL20S+, AL32S, AL128S, AL16S, AL16F, ECO 832, ECO 896. www.progetto2000srl.

CTDBS. Combinatore Telefonico Digitale BIDIREZIONALE per centrali AL20S+, AL32S, AL128S, AL16S, AL16F, ECO 832, ECO 896. www.progetto2000srl. www.progetto2000srl.it CTDBS Combinatore Telefonico Digitale BIDIREZIONALE per centrali AL20S+, AL32S, AL128S, AL16S, AL16F, ECO 832, ECO 896 INTRODUZIONE Il Combinatore Telefonico Digitale CTDBS può essere

Dettagli

Il GSM COMMANDER mod. ADVANCE è il nuovo prodotto GSM con caratteristiche innovative.

Il GSM COMMANDER mod. ADVANCE è il nuovo prodotto GSM con caratteristiche innovative. Il GSM COMMANDER mod. ADVANCE è il nuovo prodotto GSM con caratteristiche innovative. Principali caratteristiche : - Permette, di attivare un contatto elettrico Contatto 2, attraverso una chiamata telefonica

Dettagli

FT518 TELEALLARME GSM A DUE INGRESSI. Schema Elettrico 1/5

FT518 TELEALLARME GSM A DUE INGRESSI. Schema Elettrico 1/5 TELEALLARME GSM A DUE INGRESSI E un dispositivo GSM molto semplice con due soli ingressi in grado di avvisarci con un SMS che un determinato apparato (al quale il teleallarme è collegato) si è attivato.

Dettagli

Astel. GSM remote controller. Guida per l utente Ver. 1.0.

Astel. GSM remote controller. Guida per l utente Ver. 1.0. Astel GSM remote controller Guida per l utente Ver. 1.0. Astel Electronics and industrial automation Via Rosselli,9 /a - 10015 Ivrea (TO) ITALY Tel. 0125 63.42.25 / 62.71.15 FAX 0125 64.89.11 e-mail: info@astel.it

Dettagli

Rev. Data Descrizione Redazione Approvazione

Rev. Data Descrizione Redazione Approvazione MANUALE UTENTE G-MOD Manuale di installazione, uso e manutenzione A Gennaio 2015 Prima Versione S. Zambelloni M. Carbone Rev. Data Descrizione Redazione Approvazione Rev.A Pag. 1 di 16 Le informazioni

Dettagli

Italiano. Manuale di uso e installazione. Serie GSM. MINI Rev. 6 01/2015 MITECH srl si riserva di modificare i dati senza preavviso.

Italiano. Manuale di uso e installazione. Serie GSM. MINI Rev. 6 01/2015 MITECH srl si riserva di modificare i dati senza preavviso. Italiano Serie GSM MINI Manuale di uso e installazione MINI Rev. 6 01/2015 MITECH srl si riserva di modificare i dati senza preavviso. Indice Descrizione delle funzioni del dispositivo 3 Descrizione dei

Dettagli

Manuale d installazione e programmazione

Manuale d installazione e programmazione Combinatore telefonico multifunzione a sintesi vocale INFORMA 600E (Cod. HEINF6E) INFORMA 600GSM (Cod. HEINF6G) INFORMA 600GSMVV (Cod. HEINF6V) INFORMA 600GSM-AE (Cod. HEINF6GAE) Manuale d installazione

Dettagli

Descrizione e modalità d uso telecontrollo gsm-gprs web-compact big

Descrizione e modalità d uso telecontrollo gsm-gprs web-compact big MANUALE D USO WEB-COMPACT BIG Descrizione e modalità d uso telecontrollo gsm-gprs web-compact big Rev.1209 Pag.1 di 60 www.carrideo.it INDICE 1. IL WEB-COMPACT BIG... 4 1.1. DESCRIZIONE GENERALE... 4 1.2.

Dettagli

Telecontrolo GSM - TEL11S

Telecontrolo GSM - TEL11S Telecontrolo GSM - TEL11S Sistema per controllo remoto GSM tramite messaggi SMS e squilli Per i comandi SMS e telefonici Vedere il MANUALE COMANDI Pag. 1 INDICE Manuale Telecontrollo TEL11S Generali...

Dettagli

MANUALE D USO E PROGRAMMAZIONE

MANUALE D USO E PROGRAMMAZIONE CARATTERISTICHE TECNICHE : Modulo Industriale GSM Tri-Band 8/9/8Siemens 2W (cl. 4) Programmazione SETUP e Numeri Telefonici direttamente su SIM Card e/o in modo remoto via SMS Segnalazione Allarmi ed invio

Dettagli

TELEVOX 903 COMBINATORE TELEFONICO GSM MANUALE TECNICO

TELEVOX 903 COMBINATORE TELEFONICO GSM MANUALE TECNICO TELEVOX 903 COMBINATORE TELEFONICO GSM MANUALE TECNICO Il combinatore TELEVOX 903 provvede alle segnalazioni telefoniche di allarme con messaggi vocali e scritti, utilizzando la rete GSM. Risponde alle

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE E USO

MANUALE DI INSTALLAZIONE E USO MANUALE DI INSTALLAZIONE E USO DESCRIZIONE Il GSM-CB33 è un combinatore telefonico GSM a 3 ingressi di allarme per la trasmissione di 3 messaggi vocali + 3 messaggi SMS (prioritari) relativi agli ingressi

Dettagli

PN SMS. Combinatore telefonico. Manuale di installazione ed uso

PN SMS. Combinatore telefonico. Manuale di installazione ed uso si riserva il diritto di modificare in qualsiasi momento i dati contenuti nel presente senza alcun preavviso Combinatore telefonico PN SMS Manuale di installazione ed uso Tutti i diritti sono riservati.

Dettagli

Manuale d installazione e programmazione

Manuale d installazione e programmazione Combinatore telefonico per linea urbana e rete GSM Combivox GSM III Combivox 2003 Manuale d installazione e programmazione RIVENDITORE AUTORIZZATO Combivox S.r.l. Via Suor Marcella Arosio, 15 70019 TRIGGIANO

Dettagli

Note di Montaggio TELxxY

Note di Montaggio TELxxY TEL11S.. se Ä inserito nella scatola, svitare le tre viti estrarre il circuito TEL11S.. Inserire La sim da mettere nel telecontrollo in un Telefono cellulare, togliere il PIN e cancellare dalla rubrica

Dettagli

MANUALE TECNICO PANDA 4. Combinatore Telefonico GSM CON MODULO INDUSTRIALE TRI-BAND 900+1800+1900

MANUALE TECNICO PANDA 4. Combinatore Telefonico GSM CON MODULO INDUSTRIALE TRI-BAND 900+1800+1900 MANUALE TECNICO PANDA 4 Combinatore Telefonico GSM CON MODULO INDUSTRIALE TRI-BAND 900+1800+1900 La Sima dichiara che questo prodotto è conforme ai requisiti essenziali delle direttive 1999/5/CE 89/336/CEE

Dettagli

sms per AUTO Allarme Il problema dei ladri d auto è uno dei più

sms per AUTO Allarme Il problema dei ladri d auto è uno dei più progettare & costruire di LUCA STANZANI In questo articolo cerchiamo di progettare un sistema di antifurto per automobili in grado di avvertire il proprietario del mezzo del tentativo di furto, ma non

Dettagli

CT2-GSM COMBINATORE TELEFONICO GSM MANUALE D USO E INSTALLAZIONE. Si consiglia di seguire attentamente le istruzioni contenute in questo manuale.

CT2-GSM COMBINATORE TELEFONICO GSM MANUALE D USO E INSTALLAZIONE. Si consiglia di seguire attentamente le istruzioni contenute in questo manuale. CT2-GSM COMBINATORE TELEFONICO GSM MANUALE D USO E INSTALLAZIONE Si consiglia di seguire attentamente le istruzioni contenute in questo manuale. NORME DI SICUREZZA PER L UTILIZZO: ATTENZIONE: NON EFFETTUARE

Dettagli

WarmBoy. by Alter Energy

WarmBoy. by Alter Energy WarmBoy by Alter Energy WarmBoy è un dispositivo che permette di accendere o spegnere il riscaldamento a distanza, mediante una chiamata ad un numero GSM. E possibile collegare un ingresso del WarmBoy

Dettagli

DUEMMEGI. VISUALIZZATORE DI ALLARMI E MESSAGGI Manuale d'uso. Versione 1.0 - Gennaio 2007

DUEMMEGI. VISUALIZZATORE DI ALLARMI E MESSAGGI Manuale d'uso. Versione 1.0 - Gennaio 2007 DUEMMEGI minidisp2 minidisp2 VISUALIZZATORE DI ALLARMI E MESSAGGI Manuale d'uso Versione 1.0 - Gennaio 2007 HOME AND BUILDING AUTOMATION Via Longhena 4-20139 MILANO Tel. 02/57300377 - FAX 02/55213686 www.duemmegi.it

Dettagli

OPERA Specifiche tecniche per moduli telegestione Hardware, Quadri di campo e di rete FV

OPERA Specifiche tecniche per moduli telegestione Hardware, Quadri di campo e di rete FV SPECIFICHE TECNICHE OPERA Specifiche tecniche per moduli telegestione Hardware, Quadri di campo e di rete FV RSST04I00 rev. 0 0113 SPECIFICA SIGLA TIPO DI PRODOTTO A DIM/F TELEGESTIONE QUADRI DI CAMPO

Dettagli

Descrizione e modalità d uso big-compact relè sd-usb

Descrizione e modalità d uso big-compact relè sd-usb TELECONTROLLO BIG-COMPACT RELÈ SD-USB CON GSM INTEGRATO Descrizione e modalità d uso big-compact relè sd-usb Rev.1305 Pag.1 di 48 www.carrideo.it INDICE 1. I MODULI COMPACT-GSM... 4 1.1. DESCRIZIONE GENERALE...

Dettagli

ANTIFURTO GSM/SMS LOCALIZZATORE SATELLITARE GPS SENZA COSTI DI ABBONAMENTO

ANTIFURTO GSM/SMS LOCALIZZATORE SATELLITARE GPS SENZA COSTI DI ABBONAMENTO ANTIFURTO GSM/SMS LOCALIZZATORE SATELLITARE GPS SENZA COSTI DI ABBONAMENTO MANUALE D USO E PROGRAMMAZIONE CARATTERISTICHE TECNICHE: Modulo Industriale GSM - GPS Quadri-band Programmazione SETUP e Numeri

Dettagli

Manuale utente. MIra. venitem.com

Manuale utente. MIra. venitem.com Manuale utente MIra venitem.com INDICE TASTIERA 1. Segnalazione sulla tastiera 2. Segnalazione sul display durante il normale funzionamento 3. Segnalazione sul display dopo la digitazione di un Codice

Dettagli

DISPONIBILE ANCHE L APPLICAZIONE PER ANDROID. SCARICABILE DAL MARKET SOTTO LA VOCE KINGSAT!

DISPONIBILE ANCHE L APPLICAZIONE PER ANDROID. SCARICABILE DAL MARKET SOTTO LA VOCE KINGSAT! DISPONIBILE ANCHE L APPLICAZIONE PER ANDROID. SCARICABILE DAL MARKET SOTTO LA VOCE KINGSAT! 1 COS E KINGSAT-ITALIA Kingsat-italia è un sistema di localizzazione satellitare di ultima generazione. Consente

Dettagli

Combivox NewLink Cod. 11.668 (in contenitore) Cod. 11.666 (solo scheda) Cod. 11.669 (senza alimentatore) Combivox 2010

Combivox NewLink Cod. 11.668 (in contenitore) Cod. 11.666 (solo scheda) Cod. 11.669 (senza alimentatore) Combivox 2010 Combivox NewLink Cod. 11.668 (in contenitore) Cod. 11.666 (solo scheda) Cod. 11.669 (senza alimentatore) Combivox 2010 RIVENDITORE AUTORIZZATO Combivox srl Unipersonale Via Suor Marcella Arosio, 15-70019

Dettagli

Vox. Manuale di Installazione ed Uso. - Versione 1.0 - www.amcelettronica.com. Vox

Vox. Manuale di Installazione ed Uso. - Versione 1.0 - www.amcelettronica.com. Vox Manuale di Installazione ed Uso - Versione 1.0 - Indice INTRODUZIONE 3 SCHEDA E COLLEGAMENTI 3 LED DI SEGNALAZIONE DELLO STATO OPERATIVO 4 DEFAULT RESET 4 PROGRAMMAZIONE 4 wizard tecnico 5 FUNZIONE INGRESSI

Dettagli

VISUALIZZATORE DI ALLARMI E MESSAGGI DISP 2. Manuale d uso

VISUALIZZATORE DI ALLARMI E MESSAGGI DISP 2. Manuale d uso VISUALIZZATORE DI ALLARMI E MESSAGGI DISP 2 Manuale d uso Note: Le informazioni contenute in questa documentazione possono essere modificate senza preavviso. Per ulteriori informazioni contattare: DUEMMEGI

Dettagli

VISUALIZZATORE DI ALLARMI E MESSAGGI CON INGRESSI IN CODICE BINARIO DISP XXXB. Manuale d uso

VISUALIZZATORE DI ALLARMI E MESSAGGI CON INGRESSI IN CODICE BINARIO DISP XXXB. Manuale d uso VISUALIZZATORE DI ALLARMI E MESSAGGI CON INGRESSI IN CODICE BINARIO DISP XXXB Manuale d uso Note Rel.: 1.2 Gennaio 2001 Le informazioni contenute in questa documentazione possono essere modificate senza

Dettagli

MANUALE TECNICO 080406 E SMS

MANUALE TECNICO 080406 E SMS IT MANUALE TECNICO 080406 E SMS MANUALE DI INSTALLAZIONE ED USO INTRODUZIONE. Il combinatore E-SMS offre la possibilità di inviare sms programmabili a numeri telefonici preimpostati e di attivare uscite

Dettagli

APRICANCELLO GSM GSM-CX84 CKEY GSM Gate Opener

APRICANCELLO GSM GSM-CX84 CKEY GSM Gate Opener APRICANCELLO GSM GSM-CX84 CKEY GSM Gate Opener Manuale di installazione e utilizzo Indice 1. Introduzione pag. 2 2. Informazioni pag. 3 2.1 Istruzioni sulla sicurezza pag. 3 3. Installazione pag. 4 3.1

Dettagli

LOGO! Avvio alla programmazione. Versione 1.0 Guida pratica per compiere i primi passi con LOGO!

LOGO! Avvio alla programmazione. Versione 1.0 Guida pratica per compiere i primi passi con LOGO! LOGO! Avvio alla programmazione Versione 1.0 Guida pratica per compiere i primi passi con LOGO! [Digitare il testo] [Digitare il testo] [Digitare il testo] CONTENUTI 1 INTRODUZIONE... 3 2 PRIMI PASSI PER

Dettagli

VISUALIZZATORE DI ALLARMI E MESSAGGI DISP 16D. Manuale d uso

VISUALIZZATORE DI ALLARMI E MESSAGGI DISP 16D. Manuale d uso VISUALIZZATORE DI ALLARMI E MESSAGGI DISP 16D Manuale d uso Note Rel.: 1.2 Gennaio 2001 Le informazioni contenute in questa documentazione possono essere modificate senza preavviso. MS-DOS e WINDOWS sono

Dettagli

MCA 808GSM. Centrale Allarme 8 zone. Manuale Tecnico di Installazione e Programmazione

MCA 808GSM. Centrale Allarme 8 zone. Manuale Tecnico di Installazione e Programmazione MCA 808GSM Centrale Allarme 8 zone Manuale Tecnico di Installazione e Programmazione Il codice di default è 67890 All accensione La centrale effettua una serie di TEST. Tali Test sono evidenziati dall

Dettagli

GSM Dialer. Ottimo dispositivo da collegare ad antifurti PSTN ma anche ad altre apparecchiature

GSM Dialer. Ottimo dispositivo da collegare ad antifurti PSTN ma anche ad altre apparecchiature COMPOSITORE GSM - DIALER Ottimo dispositivo da collegare ad antifurti PSTN ma anche ad altre apparecchiature Invia chiamate vocali a seguito di input telefonici (PSTN) oppure di semplici impulsi da altri

Dettagli

TEL32G Sistema di Allarme e Telecontrollo su rete GSM

TEL32G Sistema di Allarme e Telecontrollo su rete GSM INDICE Sistema di Allarme e Telecontrollo su rete GSM Informazioni per utilizzo... 2 Generali... 2 Introduzione... 2 Istruzioni per la sicurezza... 2 Inserimento della SIM (operazione da eseguire con spento)...

Dettagli

Combinatori telefonici GSM con messaggi vocali

Combinatori telefonici GSM con messaggi vocali ITALIANO ITALIANO Combinatori telefonici GSM con messaggi vocali MANUALE PER L'UTENTE ERMES /TM60GSM/ TDC30 /TDC22 /TM20GSM- Manuale per l'utente Indice Capitolo 1 Introduzione 3 1.1 Caratteristiche funzionali...3

Dettagli

CMP32 CMP64 CENTRALI ANTIFURTO

CMP32 CMP64 CENTRALI ANTIFURTO BPT Spa PREVENZIONE FURTO INCENDIO GAS Centro direzionale e Sede legale Via Cornia, 1/b 33079 Sesto al Reghena (PN) - Italia http://www.bpt.it mailto:info@bpt.it CMP32 CMP64 CENTRALI ANTIFURTO MANUALE

Dettagli

2CSC441001B0902. Apparecchi di comando System pro M compact. Moduli GSM ATT

2CSC441001B0902. Apparecchi di comando System pro M compact. Moduli GSM ATT 2CSC441001B0902 Apparecchi di comando System pro M compact Moduli ATT Per comandare le utenze elettriche con il telefono cellulare I vantaggi La gestione delle apparecchiature elettriche da remoto è un

Dettagli

GSM COMMANDER DUO + 2

GSM COMMANDER DUO + 2 GSM COMMANDER DUO + 2 Quanti problemi da risolvere, accendere la caldaia, inviare messaggi SMS di emergenza, aprire un cancello elettrico, spegnere le luci di casa, ma anche quelle del garage o accendere

Dettagli

Il video-alarm descrizione e modalità d uso

Il video-alarm descrizione e modalità d uso TELECONTROLLO VIDEO-ALARM MANUALE D USO Il video-alarm descrizione e modalità d uso Rev.1212 Pag.1 di 21 www.carrideo.it INDICE 1. IL TELECONTROLLO VIDEO-ALARM... 3 1.1. INTRODUZIONE... 3 1.2. DESCRIZIONE

Dettagli