MODULO DI PRESENTAZIONE. per la valutazione e l accreditamento di progetti di AUDIT CLINICO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MODULO DI PRESENTAZIONE. per la valutazione e l accreditamento di progetti di AUDIT CLINICO"

Transcript

1 MODULO DI PRESENTAZIONE per la valutazione e l accreditamento di progetti di AUDIT CLINICO GENERALITÀ Titolo del progetto TEMATICHE RELATIVE ALLA GESTIONE COMPLESSA DEGLI ADOLESCENTI DIFFICILI AI CONFINI TRA DISAGIO RELAZIONALE, FAMILIARE, PROBLEMATICHE PSICHIATRICHE E USO DÌ SOSTANZE. Il corso si prefigge di far acquisire ai partecipanti le seguenti competenze: capacità di integrazione tra figure professionali diverse capacità di lavorare in équipe, in un servizio caratterizzato dalla multi professionalità, ed in collaborazione con altri Servizi coinvolti acquisizione di nuove conoscenze relative ai nuovi strumenti per la diagnosi precoce e per la riabilitazione per adolescenti Riferimenti del Provider ECM ID 20: Azienda Sanitaria ULSS n. 3 di Bassano del Grappa (Vicenza) C. F./P.I Sede legale e ufficiale Ospedale San Bassiano via dei Lotti n. 40 CAP36061 prov. VI Tel 0424/ (centralino) Il Provider ECM 20 ha una struttura dedicata alla formazione anche con funzioni di supervisione della FSC Si Il Provider ECM 20 coordina il progetto in una sede diversa dalla sede dell organizzatore al punto No Il progetto è organizzato in collaborazione con altri soggetti formativi: No Riferimenti del Garante Nome: FRANCESCA Cognome: BUSA Codice Fiscale BSUFNC58D48L157P Qualifica e funzione: Dirigente Medico specialista in Igiene, Epidemiologia e Sanità Pubblica Direttore Distretto Sociosanitario Unico ULSS3 Riferimenti del Responsabile Scientifico Nome: SIMONETTA Cognome: MARINANGELI Codice Fiscale MRNSNT61B52L736C Qualifica e funzione: Dirigente Medico specialista in Ginecologia e Ostetricia Responsabile Servizi per la Famiglia Riferimenti del/dei Esperto/i Nome: PAOLO Cognome: TITO Codice Fiscale TTIPLA53A19L736A Qualifica e funzione: Psichiatra Direttore Dipartimento Salute Mentale Nome: LUIGI Cognome: PILONI Codice Fiscale PLNLGU52M03D530K Qualifica e funzione: Psicologo Direttore SERD Nome: RUGGERO Cognome: BRAZZALE Codice Fiscale BRZRGR53L01E762L Qualifica e funzione: Dirigente Psicologo c/o Servizio di Psichiatria Territoriale - Responsabile Centro Adolescenza 1

2 Coordinatore attività di progetto Nome: SALVATORE Cognome: ME Codice Fiscale: MEXSVT64D29F205K Qualifica e funzione: Assistente Sociale Responsabile Servizio Protezione e Tutela Minori (SPTM) Nome: ISABELLA Cognome: TODARO Codice Fiscale TDRSLL56H61A703U Qualifica e funzione: Assistente Sociale Responsabile Centro per l Affido e la Solidarietà Familiare (CASF) Arco temporale nel quale si svolgerà il progetto. Da 07 settembre 2015 a 07 dicembre 2015 Responsabile Segreteria Organizzativa Nome: Paola Cognome: Spagnolo Codice Fiscale SPGPLA67D52E970D Telefono: Cellulare: / Sede di svolgimento dell evento formativo: Bassano del Grappa, Centro socio-sanitario Mons. Negrin, Via Cereria 14/B Professioni sanitarie e/o aree e/o discipline coinvolte: Medico Chirurgo (indicare anche le discipline di appartenenza): tot. 17 Igiene, Epidemiologia e Sanità Pubblica 1 Ginecologia e Ostetricia 4 Psichiatra 12 Psicologo (indicare anche le discipline di appartenenza): tot. 16 Psicologo 1 Psicoterapeuta 15 Educatore professionale: 5 Infermiere: 19 Ostetrica/o: 7 Assistenti sociali: 14 Totale partecipanti: 78 Ruolo Impegno complessivo in ore N. soggetti per ruolo Crediti ECM Responsabile scientifico 12 ore n. 1 // // Garante 6 ore n. 1 0 Coordinatore attività di 30 ore n progetto Esperto 6 ore 14 ore 6 ore Psicologo C. Adolescenza (Brazzale) n. 1 Psichiatra (Tito) n. 1 Psicologo SERD (Piloni) n Partecipanti 30 ore 12 ore 12 ore 18 ore Gruppo A n. 25 (Operatori Psicosociale + Tutela Minori + CASF) Gruppo B n. 15 (Operatori C.F. Sanitario) Gruppo C n. 3 (Operatori SERD) Gruppo D n. 28 (Operatori CSM)

3 OBIETTIVO FORMATIVO NAZIONALE L'EVENTO E' COERENTE CON IL SEGUENTE OBIETTIVO FORMATIVO Fragilità (minori, tossico-dipendenti, salute mentale): tutela degli aspetti assistenziali e socio-assistenziali DESCRIZIONE DELLE FASI OPERATIVE E DELLE RICADUTE FORMATIVE DEL PROGETTO Si prevede di attivare durante l anno 2015 un programma di incontri di audit all interno dei Servizi per la Famiglia, coinvolgendo anche alcuni operatori di altri servizi territoriali (CSM, SERD): - Tre incontri vedranno coinvolti operatori dei Servizi per la Famiglia, appartenenti sia ai Consultori Familiari ambito psicosociale, che al Servizio Protezione Tutela Minori (SPTM) e al Centro per l Affido e la Solidarietà Familiare (CASF), su tematiche comuni allo scopo di promuovere le collaborazioni tra le diverse equipes. La presentazione, discussione e confronto su casi riguarderanno situazioni di adolescenti con gravi problemi del comportamento e problematiche di tipo psichiatrico e/o relative alla dipendenza da sostanze. Questi incontri vedranno anche il coinvolgimento di operatori del Servizio di Salute Mentale, del Centro Adolescenti, del Servizio per le Dipendenze, al fine di migliorare la capacità collaborativa non solo tra equipe all interno dei servizi per la famiglia, ma, data la complessità delle situazioni, anche la collaborazione tra Servizi. - Un incontro sarà dedicato all approfondimento della conoscenza di strumenti per la diagnostica precoce e strumenti riabilitativi innovativi, da utilizzare con gli adolescenti in difficoltà. L incontro, oltre che a tutti gli operatori sopra menzionati, sarà rivolto anche agli operatori dell ambito sanitario consultoriale; - Agli incontri vi sarà anche la presenza di esperti aziendali (del Dipartimento Salute Mentale, del SERD, e del Centro Adolescenza) con i quali verrà arricchito il confronto sulle casistiche portate dagli operatori che di volta in volta presenteranno l incontro di audit e sulle tematiche affrontate. Questa attività formativa permetterà il confronto tra gli operatori dei Servizi per la Famiglia, ma anche con gli operatori del Servizio di Salute mentale, del Servizio per le dipendenze e del Centro Adolescenza al fine di stabilire ed ottimizzare i percorsi, implementare nuovi strumenti sia diagnostico-terapeutici che assistenziali e preventivi. In particolare, per diverse tematiche che verranno discusse, il confronto porterà alla elaborazione di procedure per la presa in carico degli adolescenti particolarmente fragili o con problematiche familiari, relazionali, psichiatriche e/o relative ad uso di sostanze. L attività strutturata prevede quindi: 1. l individuazione dei casi più complessi e delle problematiche più rilevanti riscontrate nell utenza relativa agli adolescenti dei Servizi per la Famiglia, ma che vedono coinvolti anche il Servizio psichiatrico e/o per le Dipendenze e/o il Centro Adolescenza tali da richiedere una discussione collettiva; 2. la preliminare condivisione tra operatori della letteratura scientifica di riferimento; 3. la condivisione tra operatori (e anche con gli esperti) dei casi individuati come complessi, al fine di consentire a tutti di documentarsi e di studiare i casi che andranno in discussione; 4. la presentazione (nel corso di un meeting periodico) dei casi precedentemente selezionati: ogni caso sarà presentato in modo approfondito da uno o più operatori proponenti e discusso collegialmente, alla presenza dell esperto; 5. la presentazione da parte degli esperti dei nuovi strumenti per la diagnostica precoce e presentazione dei nuovi strumenti per la riabilitazione Motivazioni della rilevanza formativa del progetto formativo: Scopi del percorso di audit proposto per il 2015 sono: migliorare le modalità di procedere e di interagire tra professionisti diversi e tra Servizi diversi, nell ambito di tematiche relative all adolescenza difficile con problematiche familiari, relazionali, psichiatriche e/o relative ad uso di sostanze, attraverso la condivisione e discussione della casistica comune. acquisire nuove conoscenze relative ai nuovi strumenti per la diagnosi precoce e per la riabilitazione delle situazioni degli adolescenti difficili o con problematiche familiari, relazionali, psichiatriche e/o relative ad uso di sostanze. Setting di apprendimento: Contesto di attività: Operativo (es. ospedaliero, Territoriale, etc.) Livello di attività: Entrambi Tipologia di attività: Elaborativa, di studio o di ricerca 3

4 Livello di acquisizione: Sviluppo/miglioramento L evento prevede integrazione con altre tipologie formative (Formazione residenziale, Formazione a distanza, autoapprendimento/autoformazione)? NO Viene fornito materiale scientifico ai partecipanti? CD ROM o materiale cartaceo: Verifica presenza dei partecipanti : firma di presenza Relazione firmata dal Responsabile e dal Provider Sistemi di valutazione delle attività: Soggetto valutatore: Valutazione da parte del Responsabile del progetto Oggetto della valutazione: Competenza, capacità, abilità acquisita Verifica apprendimento partecipanti: Relazione firmata dal Responsabile Sponsor: L evento è sponsorizzato? No Sono presenti altre forme di finanziamento? No 4

5 Progetto di audit clinico: schema di inserimento dati PROGETTO: FASI DI LAVORO AZIONE RUOLI COINVOLTI A) Definizione di criteri e standard concordati e misurabili e valutazione della pratica clinica in termini di processo B) Elaborazione di proposte di miglioramento Azione A1 Incontro con il coinvolgimento di tutti i partecipanti al fine di definire modalità operative comuni nella gestione delle situazioni complesse e che richiedono una maggiore integrazione multidisciplinare, interequipe, inter-servizi Azione B1 Incontro per la progettazione e condivisione di un percorso formativo e individuazione della letteratura/linee guida più recenti da studiareconsultare Azione B2 Incontro per individuazione dei casi clinici più complessi e che richiedono una maggiore integrazione multidisciplinare, interequipe e inter-servizi, tali da richiedere un audit Garante Responsabile Scientifico Coordinatori Partecipanti dei Gruppi: A B C - D Garante Responsabile Scientifico Coordinatori Partecipanti dei Gruppi: A B C - D Garante Responsabile Scientifico Coordinatori Partecipanti dei Gruppi: A B C - D RICADUTE FORMATIVE OBIETTIVI FORMATIVI COMPETENZE METODI DI LAVORO TEMPO DEDICATO Far acquisire Essere in grado di Lezione finalizzata alla 1 ora elementi effettuare una costruzione di una cognitivi autovalutazione e di base comune di indispensabili per elaborare una critica conoscenze, all analisi una efficace costruttiva, e comparazione di partecipazione al confrontandosi e dati progetto prendendo coscienza delle proprie modalità operative Far acquisire elementi cognitivi indispensabili per una efficace partecipazione al progetto Far acquisire competenze per l analisi e la risoluzione dei problemi in vari contesti Conoscere le modalità organizzative e di erogazione dell attività formativa Essere in grado di identificare i casi più complessi che necessitano di una valutazione multidisciplinare interprofessionale Lezione finalizzata alla costruzione di una base comune di conoscenze, all analisi e comparazione di dati Lavori in piccolo gruppo su problemi e casi 1 ora 2 ore 5

6 C) Applicazioni gestionali/organizzative delle proposte di miglioramento D) Valutazione dell impatto del cambiamento Azione C1 Studio del materiale di autoapprendimento e preparazione del materiale relativo al caso da presentare alla discussione collegiale Azione C2 Meeting periodici dei casi precedentemente selezionati (ogni caso presentato viene collegialmente discusso, con il supporto dei dati clinici) Azione D1 Valutazione dell impatto delle strategie applicate attraverso un follow-up dei casi clinici precedentemente discussi Responsabile Scientifico Coordinatori Partecipanti dei Gruppi: A B C - D Esperti Responsabile Scientifico Coordinatori Partecipanti dei Gruppi: A B C - D Esperti Garante Responsabile Scientifico Coordinatori Partecipanti dei Gruppi: A B C - D Far acquisire elementi cognitivi indispensabili per una efficace partecipazione al progetto Far acquisire competenze per l analisi e la risoluzione dei problemi in vari contesti Far acquisire competenze per l analisi e la risoluzione dei problemi in vari contesti Conoscere gli elementi teorici e di gestione clinica complessa necessari per la condivisione del programma Essere in grado di conoscere in modo approfondito i casi in discussione e le problematiche clinicoassistenziali correlate Essere in grado di: Conoscere in modo approfondito i casi proposti; Confrontarsi con i colleghi. Essere in grado di conoscere l esito delle strategie applicate, valutandone l appropriatezza e l accuratezza Lavoro individuale e in piccolo gruppo su problemi e casi Lavoro in piccolo gruppo su problemi e casi Lavoro in piccolo gruppo per l analisi e la discussione dei risultati del progetto e sul loro impatto in termini di miglioramento delle pratiche assistenziali Resp. Scient. 1 ora Coordinatori 4 ore Esperti Dr. Brazzale 1 ora Dr. Piloni 1 ora Dr. Tito 2 ore Partecipanti Gr. A 4 ore Gr. B 1 ora Gr. C 1 ora Gr. D 2 ore Partecipanti Gruppo A 20 ore (4 incontri di 5 ore ciascuno) Partecipanti Gruppo B 5 ore Gruppo C 5 ore Gruppo D 10 ore Responsabile Scient. 5 ore Coordinatori: 20 ore Esperti: Dr. Brazzale 5 ore Dr. Piloni 5 ore Dr. Tito 10 ore 2 ore 6

7 F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, NOME INDIRIZZO CITTA TITO PAOLO C/O C.S.S. MONS. NEGRIN VIA CERERIA, 14/B PAL. A SERVIZIO DI PSICHIATRIA TERRITORIALE ULSS BASSANO DEL GRAPPA PROVINCIA VI TELEFONO/FAX CODICE FISCALE TTIPLA53A19L736A ESPERIENZA LAVORATIVA Date (da a) Dal 2000 Nome e indirizzo del datore di lavoro Ulss 3 di Bassano del Grappa (VI) Via dei Lotti, 40 Tipo di azienda o settore Azienda Sanitaria Tipo di impiego Coordinatore del Dipartimento Salute Mentale e Direttore la U.O di Psichiatria Territoriale Principali mansioni e responsabilità Date (da a) Dal Nome e indirizzo del datore di lavoro Ulss 3 di Bassano del Grappa (VI) Via dei Lotti, 40 Tipo di azienda o settore Azienda Sanitaria Tipo di impiego Referente per l Area Salute Mentale Principali mansioni e responsabilità Date (da a) Dal 1990 al 1994 Nome e indirizzo del datore di lavoro Ulss 35 di Asiago (VI) Tipo di azienda o settore Azienda Sanitaria Tipo di impiego Coordinatore Sociale Principali mansioni e responsabilità Date (da a) Dal 1986 al 1990 Nome e indirizzo del datore di lavoro Ulss 35 di Asiago (VI) Tipo di azienda o settore Azienda Sanitaria Tipo di impiego Responsabile del Settore Sociale Principali mansioni e responsabilità

8 Date (da a) Aprile 1991 Nome e indirizzo del datore di lavoro Ulss 35 di Asiago (VI) Tipo di azienda o settore Azienda Sanitaria Tipo di impiego Primario Ospedaliero di Psichiatria Principali mansioni e responsabilità Date (da a) Da luglio 1986 al 1991 Nome e indirizzo del datore di lavoro Ulss 35 di Asiago (VI) Tipo di azienda o settore Azienda Sanitaria Tipo di impiego aiuto psichiatra presso il Servizio di Igiene Mentale per l età adulta, età evolutiva e le tossicodipendenze Principali mansioni e responsabilità sviluppa una particolare formazione nei confronti delle patologie a doppia diagnosi Date (da a) Dal al Nome e indirizzo del datore di lavoro Ulss di Venezia-Mestre Tipo di azienda o settore Azienda Sanitaria Tipo di impiego assistente psichiatra ai Servizi Psichiatrici della provincia di Venezia Principali mansioni e responsabilità ATTIVITÀ SCIENTIFICHE E DIDATTICHE E membro della SIP e della PSIVE e, nel 2000, ne diviene componente del Consiglio Direttivo. E autore di n. 15 pubblicazioni su argomenti vari, con particolare attenzione al problema dei trattamenti istituzionali. Ha partecipato inoltre, quale relatore, a vari convegni e conferenze su svariate tematiche psichiatriche e, nel ruolo di sperimentatore principale, a varie ricerche nell ambito di studi di tipo farmacologico applicati alla pratica dei servizi territoriali. ISTRUZIONE E FORMAZIONE Date (da a) 1984 Nome e tipo di istituto di istruzione o formazione Principali materie / abilità professionali oggetto dello studio Qualifica conseguita Livello nella classificazione nazionale (se pertinente) Date (da a) 1982 Nome e tipo di istituto di istruzione o formazione Principali materie / abilità professionali oggetto dello studio Qualifica conseguita Livello nella classificazione nazionale (se pertinente) specializzazione in Psichiatria con la tesi L approccio psicoterapeutico al paziente psichiatrico cronico: rischi di una cronicizzazione dell intervento Laurea in Medicina Generale e Chirurgia con la tesi Utilizzo del test PF 16 di Cattell nel trattamento dei pazienti emiplegici Dichiaro di essere informato ai sensi e per gli effetti dell art. 13 del D.lgs 196/2003, che il presente curriculum verrà allegato ai programmi di formazione programmati dal provider ECM Veneto VEN-ORG180 Azienda ULSS n. 3 di Bassano del Grappa (VI) e pubblicato nella banca dati presente nel sito a tal fine presto il consenso al trattamento dei dati personali ivi contenuti. Bassano del Grappa, lì 12/04/2013

9 F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E 2015 INFORMAZIONI PERSONALI Nome BRAZZALE RUGGERO ESPERIENZA LAVORATIVA Date (dal 1980 al 2007) Nome e indirizzo del datore di lavoro Tipo di azienda o settore Tipo di impiego Principali mansioni e responsabilità Psicologo Collaboratore consulente presso l'attuale ASL n.3 del Veneto dal 21 Febbraio 1980 al 30 novembre 1983, Psicologo Collaboratore straordinario presso la medesima ASL dal 1 dicembre1983 al 1 giugno 1986, Dirigente Psicologo Collaboratore (9' livello), di ruolo presso l'attuale ASL n.3 dal 1 giugno 1986 al 8 dicembre 1993, Dirigente Psicologo Coadiutore (10' livello), di ruolo presso la medesima ASL dal 9 dicembre 1993 a tutt'oggi, Autorizzato all attività libera professionale dal 1997 a tutt'oggi Az. ULSS n.3 del Veneto Settore Sanitario (Psichiatria) e socio-sanitario (Disabilità) Dirigente Sanitario e Psicologo psicoterapeuta Progettista e Coordinatore del Centro Diurno di Riabilitazione PsicoSociale del Dipartimento di Psichiatria dell'asl n.3 dal marzo 1990 al giugno 96, Dirigente responsabile del Servizio Disabilità dell ASL n.3 dal 1 luglio 1996 al 30 settembre 1997, Dirigente responsabile del Servizio Programmazione e Verifica della dirigenza e dei servizi sociali dell ASL n.3 dal 1 ottobre 1997 al 31 marzo 1998, Psicologo dirigente presso il Dipartimento di Psichiatria dell ASL n.3 dal 1 aprile 1998 a tuttora, Dirigente Referente dell Area Disabilità dal 1 luglio 1996 al 31 dicembre Responsabile progetto di ricerca CD5 (efficacia degli interventi riabilitativi in pazienti psichiatrici in trattamento semi-residenziale) effettuato in 9 Aziende Sanitarie della Regione Veneto, dal giungo 2004 al novembre 2006 Date (dal 1983 ad oggi) Nome e indirizzo del datore di lavoro Tipo di azienda o settore Tipo di impiego Principali mansioni e responsabilità Dal 1983 ad oggi Attività autonoma, Dirigente sanitario dipendente con scelta attività LIBERO PROFESSIONALE Extra moenia Attività libero professionale di Psicologia clinica Psicoterapia ad orientamento psicoanalitico e counseling psicologico per tardo adolescenti e adulti. Valutazione psicodiagnostica Attività libero professionale di Psicologia forense Attività di psicologia giuridica in ambito peritale: CTU per il Tribunale Civile di Bassano del Grappa e CTP (cause civili di separazione). Valutazione neuropsicologica per danno biologico e morale. Lavoratore autonomo Professione di Psicologo Psicoterapeuta Psicoterapia e counseling

10 Date (dal 1987 ad oggi Nome e indirizzo del datore di lavoro DAL 1987 AD OGGI Attività professionale: Responsabile del progetto Centro Adolescenza della ASL n.3 del Veneto Bassano del Grappa Co-Progettista, e consulente professionale per la direzione e la formazione del personale, della Cooperativa Sociale FERRACINA nell'anno 1987, Consulente e supervisore clinico per i programmi di trattamento nella Cooperativa Sociale PRIMAVERA NUOVA di Schio nell anno 1991, Co-Progettista, e consulente per la direzione e la programmazione, della Cooperativa Sociale IL PONTE negli anni 1993/94, Consulente per la direzione e la programmazione, della Cooperativa Sociale BASSANO SOLIDALE anni Consulente operativo di valutazione del clima organizzativo nello staff di amministrazione e gestione delle risorse umane della Cooperativa Sociale BASSANO SOLIDALE anni Consulente professionale per la programmazione delle politiche e degli indirizzi operativi dei servizi sociali dell amministrazione comunale di Bassano del Grappa (popolazione di 50mila abitanti) negli anni 1980 (144 ore), 1981 (140 ore) e 1990 (160 ore), Presidente della Associazione no-profit KORUS, per la realizzazione di progetti di sviluppo dei servizi sanitari di comunità e per la progettazione e sviluppo di reti di impresa in ambito sanitario e sociale dal 2006 a tutt oggi. Presidente Nazionale della Associazione Centri Diurni in Psichiatria Da aprile 2013 a tutt ora. Membro permanente del Consiglio Nazionale della associazione Centri Diurni Psichiatrici, dal 2009 a tutt oggi. Dirigente in distacco part-time presso il Servizio Tutela Salute Mentale, Direzione Piani e Programmi, Segreteria Regionale Sanità della Regione Veneto dal 2 Febbraio 2012 a tutt ora.) Tipo di azienda o settore Tipo di impiego Principali mansioni e responsabilità Inoltre: Membro della AIPP (Assne Italiana per l intervento precoce nelle psicos), MoDESM (Movimento Europeo per la Salute Mentale). SIRP, Sezione Triveneta della Società Italiana di Riabilitazione Psichiatrica, (socio fondatore), Coordinamento Nazionale Centri Diurni in Psichiatria (socio fondatore) Consulenza tecnica in Progettazione Servizi Socio-Sanitari Consulente libero professionale Supporto tecnico alla programmazione di servizi sociali e socio-sanitari

11 Date (dal 1998 a oggi) Attività libero professionale (Dal 1998 ad oggi) Dal 1998 ad oggi : Attività libero professionale Consulenza organizzativa libero professionale Attività di consulenza alle organizzazioni, analisi del clima relazionale e supervisione organizzativa. Attività di supervisore su casi clinici e aspetti organizzativi con le Cooperative Sociali Il Ponte (Bassano), Primavera Nuova (Schio), Ferracina (Bassano), Consulenza organizzativa e sul clima aziendale con la Cooperativa Bassano Solidale anno 2005/2006 Consulenza di organizzazioni, su relazione e comunicazione : Consulente dell Apindustria di Vicenza sulle problematiche del Passaggio generazionale nelle imprese, anche con docenza in corsi CEE per imprenditori ( ), nei seguenti ambiti: continuità d imprese e passaggio generazionale, clima relazionale nei gruppi di lavoro Docente corso API analisi del clima relazionale Bassano del Grappa, 19 giugno 2003 Il ho tenuto una relazione dal titolo il passaggio relazionale nelle imprese nell ambito dell evento dirigere l azienda nei momenti di crisi con la partecipazione del Prof. A. Obholzer, Portman and Tavistock, Londra, sede APIndustria, Vicenza. Docente di seminari con imprenditori e dirigenti d imprese private sulle problematiche relative al passaggio generazionale e alla continuità d impresa nel 1998 e nel 1999 nel progetto Relè dell Unione Europea. Docente di seminari relative al passaggio generazionale e alla continuità d impresa con l associazione dei commercialisti e consulenti al lavoro del comprensorio di Bassano nel 2000, Docente di seminari relative al passaggio generazionale e alla continuità d impresa per Studio Centro Veneto con le Associazioni Artigiani di Asolo, Cerea, Venezia, Vicenza, Thiene, Arzignano dal 2000 al 2006, Relatore nelle giornate seminariali promosse annualmente dall Apindustria di Vicenza negli anni dal 1998 al 2004 con il Prof. Obholzer (Tavistock Clinic e Portman Clinic di Londra) sui problemi della continuità d impresa, sulla gestione del cambiamento, sulla gestione dello staff di direzione nelle imprese, Docente di seminari con il gruppo Giovani Imprenditori dell Apindustria di Vicenza negli anni dal 1998 al 2002 sui problemi della continuità d impresa, sulla gestione del cambiamento e sulla gestione dello staff di direzione nelle imprese, Tipo di azienda o settore Tipo di impiego Principali mansioni e responsabilità Consulente operativo con imprenditori di imprese private su problemi relativi alla continuità d impresa, sulla gestione del cambiamento e sulla gestione dello staff di direzione nelle imprese, dal 2000 a tuttora, Consulente operativo con Professionisti coordinatori di Studi Associati su problemi relativi all identità, alla coesione e alla cooperazione di gruppo, alla gestione delle risorse umane e alla gestione dei criteri associativi dello studio. Dal 2002 a tuttora Partecipazione alle giornate seminariali promosse annualmente dall'apindustrie di Vicenza dal 1998 al 2004 con la partecipazione del Prof. Anton Obholzer (Tavistock Clinic and Portman Institute di Londra) sui temi della continuità d'impresa, sulla gestione del cambiamento, sulla gestione dello staff di direzione nelle imprese. Co-conduttore dei workshop del Prof. Anton Obholzer, tenuti a Vicenza nel dicembre 2001 con le organizzazioni del Privato Sociale e nel dicembre 2002/03 con i giovani imprenditori dell'apindustria. Consulente esecutivo nel Progetto ricerca-azione sui DISTRETTI PRODUTTIVI della Regione Veneto. Il progetto è stato commissionato dall Assessorato alle Politiche per l Impresa regione Veneto. Il progetto ha previsto interviste strutturate ai Rappresentanti di Distretto attraverso la progettazione e somministrazione di un questionario sull organizzazione, la gestione dei Distretti Produttivi ed il profilo dei Rappresentanti, giugno-dicembre Aziende socio-sanitarie e organizzazione non governative. Consulente e docente Predisposizione consulenza e piani formativi

12 ISTRUZIONE E FORMAZIONE Date (1991) Nome e tipo di istituto di istruzione o formazione Principali materie / abilità professionali oggetto dello studio Date (dal 1994 al 2000) Nome e tipo di istituto di istruzione o formazione Principali materie / abilità professionali oggetto dello studio 1996) Date (dal 1993 al Nome e tipo di istituto di istruzione o formazione Principali materie / abilità professionali oggetto dello studio Date (1997) Nome e tipo di istituto di istruzione o formazione Principali materie / abilità professionali oggetto dello studio Date (1993) Nome e tipo di istituto di istruzione o formazione Principali materie / abilità professionali oggetto dello studio Laurea in Psicologia Clinica Formazione Personale sui servizi informativi e informatici nei servizi sociosanitari (Labos-Roma 1991), Metodologia dei sistemi informativi ed informatici, elaborazione statistica dei risultati e valutazione dei dati. Formazione seminariale sulla qualità della relazione per Manager e sulle problematiche relazionali nel Management (Prof.Obholzer Direttore Tavistock Clinic di Londra) dall'aprile 1994 al 2000, Tavistock Clinic e Portman Intitute Competenze nella lettura e nella consulenza al management sulle dinamiche intrinseche nella relazione interpersonale, in particolare con lo staff e con la proprietà Università Di Bologna Collaboratore dell'istituto di Psicologia dell'università di Bologna (Prof.Brighetti), sul problema della valutazione dell'efficacia e dell efficienza nei servizi socio-sanitari dal 1993 al 1996 Collaborazione formativa sulle metodiche di studio e di applicazione di modelli di valutazione dell efficacia ed efficienza nei servizi sanitari. Bassano/ Asolo/ Camposampiero Partecipazione al Corso di Formazione "Il management nella direzione del Distretto socio-sanitario corso di formazione per abilitare al ruolo di Responsabile di Distretto Socio-Sanitario, Fondazione Zancan Diritto, leggi regionali e nazionali, il governo del personale, la gestione economicofinanziaria del Distretto, la gestione nelle pubbliche amministrazioni Gennaio - dicembre 1993 (11 incontri per 4 ore ciascuno per un totale di 44 ore). Corso di specializzazione e supervisione annuale con seminari di aggiornamento sulle "Tecniche Video in Psichiatria" tenuto dal dott. D. Manghi e dalla dott.ssa Mori Ubaldini, organizzato dall'istituto di Psicologia Clinica di Milano diretto dal Prof. G.C. Zapparoli Utilizzo delle tecniche video in psichiatria e nella pratica clinica Laureato presso l'università di Padova - Istituto di Psicologia nel Settembre 1978 con una Tesi clinica sulle cause gestionali e cliniche della cronicità nei pazienti psichiatrici (107/110), relatore prof.ssa Fava Viziello Ammesso, come neo-laureato, al gruppo di lavoro condotto dal Prof Barison, Università di Padova, dal febb al marzo Tale gruppo era costituito dai Docenti di Teoria e tecnica dei test e di Tecniche di indagine della Personalità della Facoltà di Psicologia dell Università di Padova (tra cui furono membri del gruppo di lavoro la profsssa Passi Tognazzo e il Prof Cattonaro). Il lavoro, di 4 ore continuative con cadenza settimanale, ha avuto come obiettivo lo studio, l approfondimento e l applicazione del test di Rorschach, individuale e di coppia, applicati a minori e adulti, siglati con metodo Bhom e con interpretazione clinico-psicopatologica e fenomenologia, Partecipazione al corso di formazione in Neuropsicologia Clinica, e valutazione testistica in neuropsicologia, Facoltà di Psicologia, Università di Padova, anno accademico Master di formazione sui servizi informativi e informatici nei servizi sociosanitari (Labos-Roma 1991), Formazione clinica mediante analisi psicoanalitica individuale con il Dott. Meschini (Venezia) e formazione didattica e supervisione con il dott. Freschi (Verona), dal formazione psicodinamica sui principi teorici della scuola inglese delle relazioni oggettuali.

13 Date ( ) Nome e tipo di istituto di istruzione o formazione Supervisione individuale mensile su casi clinici dall'aprile del 1991 a tutt'oggi. Supervisione di gruppo mensile di casi clinici dal 1991 fino al giugno Supervisione psicoanalitica didattica con lo Psichiatra-Psicanalista dott. Maurizio Freschi (membro associato della British and International Psycho-analytical Society) Partecipazione all attività didattica "Letture guidate su D. W. Winnicott" condotta dal Dr. Maurizio Freschi, psichiatra-psicoanalista, dall'aprile del 1995 al marzo del Supervisione istituzionale di gruppo su casi clinici condotta dal Prof. G. Gozzetti, a cadenza mensile marzo/dicembre 2001, presso il CSM di Bassano del Grappa. Principali materie / abilità professionali oggetto dello studio Supervisione istituzionale di gruppo su casi clinici condotta dal Prof. L. Boccanegra a cadenza mensile da novembre 2004 e tutt ora in corso, presso il CSM di Bassano del Grappa. Analisi clinica di casi in psicoterapia e supervisione delle tecniche psicoterapeutiche CAPACITÀ E COMPETENZE PERSONALI Acquisite nel corso della vita e della carriera ma non necessariamente riconosciute da certificati e diplomi ufficiali. MADRELINGUA ALTRE LINGUA Capacità di lettura Capacità di scrittura Capacità di espressione orale Capacità di lettura Capacità di scrittura Capacità di espressione orale Capacità di lettura Capacità di scrittura Capacità di espressione orale CAPACITÀ E COMPETENZE RELAZIONALI Vivere e lavorare con altre persone, in ambiente multiculturale, occupando posti in cui la comunicazione è importante e in situazioni in cui è essenziale lavorare in squadra (ad es. cultura e sport), ecc. CAPACITÀ E COMPETENZE ORGANIZZATIVE Ad es. coordinamento e amministrazione di persone, progetti, bilanci; sul posto di lavoro, in attività di volontariato (ad es. cultura e sport), a casa, ecc. CAPACITÀ E COMPETENZE TECNICHE Con computer, attrezzature specifiche, macchinari, ecc. ALTRE CAPACITÀ E COMPETENZE Competenze non precedentemente indicate. PATENTE O PATENTI italiano inglese DISCRETA ELEMENTARE DISCRETA Francese DISCRETA ELEMENTARE DISCRETA Spagnolo BUONA DISCRETA BUONA La mia formazione psicoanalitica e sulle dinamiche dei gruppi, nonché la lunga esperienza nell esercizio di tali competenze, mi ha permesso di affrontare la gestione di complessi e importanti gruppi di lavoro; anche mediante l utilizzo della leadership situazionale, la capacità di promuovere processi di team building. Tali competenze sono state applicate dal 1987 a tutt oggi nel mio campo di lavoro, in particolare nella gestione e nel coordinamento di gruppi di lavoro, allo sviluppo e alla realizzazione di progetti. Svolgo inoltre attività di consulente e supervisore di processi organizzativi e analisi del clima relazionale. Presso Aziende sanitarie: Coordinamento di servizi socio-sanitari (Centri Diurni Psichiatrici), Responsabilità e direzione di servizi complessi (Area Handicap, 90 dipendenti, budget di 2,5/3 milioni ), Coordinamento e stesura progetti relativi ai Piani di Zona, Coordinamento e responsabile finanziamento regionale del progetto di ricerca CD5 (12 aziende sanitarie, 118 pazienti in ricerca per due anni), Utilizzo pacchetto Office 2000 in particolare: word 2000, excel, power point, publisher. Internet Formazione tecnica in elaborazione statistica descrittiva (pacchetto software SPSS), competenza nel campo della composizione di modelli matematici di simulazione di processi sociali (topologia e modelli stocastici, Modelli Thom, Zemermann, Tonietti), formazione e competenza nel campo della analisi finanziaria ed economico gestionale di servizi socio-sanitari Patente di tipo B

14 ULTERIORI INFORMAZIONI ATTIVITA' DIDATTICA CLINICA Insegnamento di psicologia dell'età evolutiva nell'ambito della materia di insegnamento "Psicologia", nel corso per Educatori Professionali Animatori organizzato dalla Coop. "La Goccia" su autorizzazione della Regione Veneto con Delibera n del Ho tenuto, nel maggio del 1994, delle Esercitazioni Pratiche Guidate sull'utilizzo delle tecniche video nella riabilitazione psichiatrica ed in psicoterapia, presso il Corso di Laurea in Psicologia dell'università di Bologna (Prof.ssa Codispoti, sede di psicologia clinica di Cesena). Co-Conduttore del corso di formazione sull'utilizzo delle tecniche video nella riabilitazione psichiatrica dal titolo "VEDERSI ED ESSERE VISTI", Padova 25 novembre 1995, organizzato dalla F.I.P. (Federazione Italiana Psicologi). Docente di Psicologia generale e Psicologia della terza età in numerosi corsi per addetti all assistenza, educatori animatori, OTA, Docente di Psicopatologia dei disturbi alimentari nel seminario con il Prof Prior nel corso di Laurea in scienze infermieristiche Università di Padova, anno accademico Promotore e conduttore di un corso di Rorschach nell ambito delle iniziative formative nell anno 2001 dell ASL n.3 di Bassano del Grappa, corso destinato agli Psicologi del Dipartimento di Salute Mentale Conduttore di un corso di Rorschach nell ambito delle iniziative formative dell Associazione Psicologi Bassanesi, anno 2002 destinato agli Psicologi iscritti alla associazione. Docente nelle giornate di formazione per i dirigenti e gli operatori sanitari del Dipartimento di Psichiatria dell Asl di Venezia-Mestre, 16 ore di docenza nell anno 2007, 16 ore nell anno 2008 e 16 ore nel corso del I contenuti didattici hanno riguardato: La Valutazione nei processi di riabilitazione psichiatrica, 2007 La somministrazione di test nella individuazione dei bisogni personali dei pazienti psichiatrici in riabilitazione, 2008 L analisi del clima e delle relazioni nei gruppi di lavoro in ambiente psichiatrico, 2009, Docente al Congresso Nazionale Ass.ne Coordinamento Centri Diurni Psichiatrici, Parma maggio 2009, su Gli indicatori di qualità e la valutazione di esito nella semiresidenzialità e Chairman nella sessione pomeridiana del 29 Maggio Docente presso Università degli studi di Firenze, Dipartimento Scienze della Salute, al Master II Livello in Psichiatria, Psicopatologia Forense e Criminologia per 6 (sei) anni accademici a.a e l attuale anno accademico Area di docenza: Psicodiagnostica Forense a) Colloquio psicodiagnostico forense e clinico, limiti ostacoli, modalità di realizzazione, dati da rilevare nel colloquio psicodiagnostico. b) Valutazione Psicodiagnostica forense, anche con l ausilio di test proiettivi e non. Attenzione particolare della docenza ha riguardato la formazione sulla capacità di realizzare una valutazione sul rischio di aggressività auto ed etero diretta da parte dell esaminato, il contributo dello studio del profilo di personalità alla formulazione della capacità di intendere e volere, alle capacità di realizzare o leggere una diagnosi differenziale sulla capacità di stare a giudizio da parte di un imputato, la capacità dello stesso di sostenere il regime di custodia, e la valutazione del rischio che costui possa l esaminato, in determinate circostanze, reiterare il reato (Risk Managment) Psichiatria e riabilitazione psico-sociale, con particolare evidenziazione: Il management nei servizi di psichiatria, Valutazione efficacia dei trattamenti psicoterapici e farmacoterapici, Come progettare un servizio per la tutela dei minori, I problemi psicopatologici correlati all alcologia, La consulenza e il trattamento psicologico nell'ospedale generale, La consulenza agli operatori sanitari dell'ospedale generale, "TECNICHE VIDEO NELLA RIABILITAZIONE ED IN PSICOTERAPIA: IMPLICAZIONI PSICODINAMICHE E PROPOSTE PER UN MODELLO TERAPEUTICO", Brazzale Ruggero e Lunardon M.,.; Rivista Sperimentale di Freniatria; Vol. CXXI Fasc. I

15 ULTERIORI INFORMAZIONI "LA PSICOLOGIA A SERVIZIO DELLA QUALITA' DELLA VITA NEI SOGGETTI EMODIALIZZATI", F. Garonna, M. Lunardon, R. Brazzale, A. Fabris, Riv. Rene & Salute, "Psichiatria di Liaison in un Servizio di Emodialisi: caratteristiche psicologiche dell'utenza e approcci terapeutici", F. Garonna, R. Brazzale, Lunardon, A. Fabris, "Medicina Psicosomatica", Roma, Fasc. 2, Nonché coautore del Premio scientifico SIMP per il poster "Interventi di riabilitazione psico-sociale in un servizio di emodialisi: caratteristiche psicologiche dell'utenza e approcci terapeutici", presentato al XIII. Congresso Nazionale della Società Italiana di Medicina Psicosomatica dal titolo "La qualità della vita", svoltosi a Bologna il 2,3,4 maggio1991. E coautore di un cortometraggio sul teatro come mezzo espressivo nella riabilitazione psichiatrica, premio finale al convegno di Roma L immagine in psichiatria, INCARICHI ORGANIZZAZIONI SCIENTIFICHE Membro fondatore della Società Italiana di Riabilitazione Psichiatrica (SIRP) Sezione Triveneta Promotore e Coordinatore (dal 1993 al 1996) del Coordinamento Provinciale dei servizi di psichiatria, lavoro costituito da tutte le Équipe Psichiatriche della provincia di Vicenza sulle problematiche relative allo sviluppo e alla gestione dei servizi e dei trattamenti destinati alla Riabilitazione PsicoSociale, Co-fondatore e membro permanente del Coordinamento Nazionale dei Centri Diurni Psichiatrici. Presidente Nazione del COORDINAMENTO NAZIONALE DEI CENTRI DIURNI", dal 2013 a tutt oggi. ARTICOLI PUBBLICATI IN ORDINE CRONOLOGICO "LA PSICOLOGIA A SERVIZIO DELLA QUALITA' DELLA VITA NEI SOGGETTI EMODIALIZZATI", F. Garonna, M. Lunardon, R. Brazzale, A. Fabris, Riv. Rene & Salute, "Psichiatria di Liaison in un Servizio di Emodialisi: caratteristiche psicologiche dell'utenza e approcci terapeutici", F. Garonna, M. Lunardon, R. Brazzale, A. Fabris, "Medicina Psicosomatica", Roma, Fasc. 2, "TECNICHE VIDEO NELLA RIABILITAZIONE ED IN PSICOTERAPIA: IMPLICAZIONI PSICODINAMICHE E PROPOSTE PER UN MODELLO TERAPEUTICO", Lunardon M., Brazzale R.; Rivista Sperimentale di Freniatria; Vol. CXXI Fasc. I Coautore del Premio scientifico SIMP per il poster "Interventi di riabilitazione psicosociale in un servizio di emodialisi: caratteristiche psicologiche dell'utenza e approcci terapeutici", presentato al XIII Congresso Nazionale della Società Italiana di Medicina Psicosomatica dal titolo "La qualità della vita", svoltosi a Bologna il 2,3,4 maggio1991. Coutore di un cortometraggio sul teatro come mezzo espressivo nella riabilitazione psichiatrica, premio finale al convegno di Roma L immagine in psichiatria, 1997 Nonche Autore e coautore di numerosi altre pubblicazioni su autorevoli riviste scientifiche e interventi congressuali su temi quali: Psichiatria e riabilitazione psico-sociale, Il management nei servizi di psichiatria, Valutazione efficacia dei trattamenti psicoterapici e farmacoterapici, Come progettare un servizio per la tutela dei minori, I problemi psicopatologici correlati all alcologia, La consulenza e il trattamento psicologico nell'ospedale generale, La consulenza agli operatori sanitari dell'ospedale generale,

16

17

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E 1 F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome TELATTIN PIERLUIGI Indirizzo V.le Stadio 24/a 23100- SONDRIO (Italy) Telefono 0039/0342/201666; 0039/338/6421337

Dettagli

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile INFORMAZIONI PERSONALI Nome Attilio Vercelloni Data di nascita 28/01/1960 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio dirigente medico ASL DI VERCELLI Staff - S.C. Neuropsichiatria

Dettagli

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C. laformazione che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.M Premessa Di recente i disturbi specifici dell

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Alessandra Aste Indirizzo VIA IS MIRRIONIS 92, 09121 CAGLIARI Telefono 070 6095934 3346152648 Fax 0706096059

Dettagli

Torino, 03 Gennaio 1963 Cod. Fisc. DLPLRA63A43L219E

Torino, 03 Gennaio 1963 Cod. Fisc. DLPLRA63A43L219E Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DELPIANO Laura Indirizzo Via Torino n. 112 int. 2 10036 SETTIMO TORINESE Telefono 011.898.26.34 Mobile: 333.10.60.176 Fax 011.898.26.34 E-mail laura.delpiano@cespi-centrostudi.it

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

EMANUELA NANNINI F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA

EMANUELA NANNINI F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE La sottoscritta Nannini Emanuela nata ad Arezzo il 20.08.1965, consapevole della decadenza dai benefici di cui all art. 75 del DPR 445/2000 e dalle norme penali

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO. AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA Dirigente - U.O.C di Anestesia e Rianimazione

CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO. AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA Dirigente - U.O.C di Anestesia e Rianimazione INFORMAZIONI PERSONALI Nome Data di nascita 27/07/1957 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO II Fascia AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA

Dettagli

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME PATROCINI E COLLABORAZIONI MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELLA SOLIDARIETA SOCIALE NOP NATIONAL O J E C T OUTCOME P R Assessorato alle Politiche Sociali Assessore Stefano Valdegamberi O sservatorio

Dettagli

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014 Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE v. 1.6 16 giugno 2014 Indice Indice...2 1. Introduzione...3 1.1 Il debito informativo del Co.Ge.A.P.S....3 1.2 Il debito informativo regionale...3

Dettagli

p e r i l c u r r i c u l u m

p e r i l c u r r i c u l u m F o r m a t o e u r o p e o p e r i l c u r r i c u l u m v i t a e Informazioni personali Nome Indirizzo Ferraina Caterina Rosaria Località Feudotto compl. AZUR Vibo Valentia Telefono 0963.94428 328/2888930

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI RAZIONALE L Iperplasia Prostatica Benigna (IPB), a causa dell elevata prevalenza e incidenza, in virtù del progressivo invecchiamento della popolazione maschile, e grazie alla disponibilità di adeguati

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 Repertorio Atti n. 1161 del 22 febbraio 2001 Oggetto: Accordo tra il Ministro della sanità, il Ministro per la solidarietà sociale e le Regioni e Province

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE I Progetti Personalizzati sono rivolti a minori e adulti con disabilità, residenti nel territorio dell Azienda ULSS n.

Dettagli

Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione

Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione 1 di 11 ID_Candidato 19 Nome Cognome Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione fabrizio di bella Data_Nascita 31/01/1962 Luogo_Nascita Provincia_Nascita Residenza_Comune

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE SEDE DI TRENTO A.A. 2012/13 Livello I Durata Annuale CFU 60 (1 anno) ANAGRAFICA DEL CORSO - A Lingua Italiano

Dettagli

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi Allegato al Decreto del Direttore Generale n. 53.. del 04/02/14 REGOLAMENTO PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO EX ART. 15 SEPTIES DEL D.LGS. 502/92 AREA DIRIGENZA MEDICA E VETERINARIA E AREA DIRIGENZA

Dettagli

ACCREDITAMENTO EVENTI

ACCREDITAMENTO EVENTI E.C.M. Educazione Continua in Medicina ACCREDITAMENTO EVENTI Manuale utente Versione 1.5 Maggio 2015 E.C.M. Manuale utente per Indice 2 Indice Revisioni 4 1. Introduzione 5 2. Accesso al sistema 6 2.1

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

IRCCS ASSOCIAZIONE OASI MARIA SS TROINA

IRCCS ASSOCIAZIONE OASI MARIA SS TROINA UFFICIO FORMAZIONE E ECM IRCCS ASSOCIAZIONE OASI MARIA SS TROINA Mod. -0701-08 a Rev. 02 Del 10/07/2011 LA COMUNICAZIONE AUMENTATIVA E ALTERNATIVA: STRATEGIE E STRUMENTI LOW ED HIGH TECH PER LA COMUNICAZIONE,

Dettagli

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INTRODUZIONE L Ordine degli Psicologi del Friuli Venezia Giulia e l Ufficio Scolastico Regionale, firmatari di un Protocollo d Intesa stipulato

Dettagli

EDUCATRICE ed EDUCATORE PROFESSIONALE

EDUCATRICE ed EDUCATORE PROFESSIONALE EDUCATRICE ed EDUCATORE PROFESSIONALE 1. CARTA D IDENTITÀ...2 2. CHE COSA FA...4 3. DOVE LAVORA...5 4. CONDIZIONI DI LAVORO...6 5. COMPETENZE...7 CHE COSA DEVE ESSERE IN GRADO DI FARE...7 CONOSCENZE...10

Dettagli

UNITA DI PSICOLOGIA CLINICA RIABILITATIVA CENTRO DIURNO Responsabile Dr Caterina Iocca. PROGETTO CENTRO DIURNO - PRESIDIO DI GIRIFALCO

UNITA DI PSICOLOGIA CLINICA RIABILITATIVA CENTRO DIURNO Responsabile Dr Caterina Iocca. PROGETTO CENTRO DIURNO - PRESIDIO DI GIRIFALCO UNITA DI PSICOLOGIA CLINICA RIABILITATIVA CENTRO DIURNO Responsabile Dr Caterina Iocca. PROGETTO CENTRO DIURNO - PRESIDIO DI GIRIFALCO PREMESSA Nelle finalità del progetto riabilitativo complessivo dell

Dettagli

TARZIA SALVATORE. s.tarzia@regcal.it

TARZIA SALVATORE. s.tarzia@regcal.it C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O INFORMAZIONI PERSONALI Nome TARZIA SALVATORE Telefono 0961 857310 Fax 0961 857279 E mail s.tarzia@regcal.it Nazionalità Luogo di Nascita Data di

Dettagli

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento Sede corso:

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI. Seduta del 20 dicembre 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI. Seduta del 20 dicembre 2001 (rep.atti n. 1358 del 20 dicembre 2001) CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 20 dicembre 2001 OGGETTO: Accordo tra il Ministro della salute, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano, sugli

Dettagli

Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura

Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura Dip.to di Continuità Assistenziale - U.O.C. di Geriatria Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura 1^ ed. 6 maggio 2014 Centro Servizi alla Persona Fondazione Zanetti di Oppeano

Dettagli

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative Curriculum Vitae Nome Da Campo Gianluigi Data di nascita 07.12.1958 Qualifica Dirigente di 1 livello Amministrazione Azienda 12 Veneziana Incarico attuale Responsabile di struttura semplice in chirurgia

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3 Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DI LECCE GIOVANNI Indirizzo Via Lancisi, 137 61121 PESARO (PU) - ITALIA - Telefono Casa: 0721201445 cell. 3396173661 E-mail giangidile@libero.it Cittadinanza

Dettagli

Psicopatologia della DI, QdC, QdV

Psicopatologia della DI, QdC, QdV La psicopatologia nella disabilità intellettiva Dr. Luigi Croce psichiatra, docente all Università Cattolica di Brescia Ravenna 09/03/2012 Luigi Croce Università Cattolica Brescia croce.luigi@tin.it Disabilità,

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE (ai sensi degli articoli 46 e 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445)

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE (ai sensi degli articoli 46 e 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445) DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE (ai sensi degli articoli 46 e 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445) Il sottoscritto Salvatore Silvano Lopez, nato a Milano, il 10 ottobre 1954, residente in

Dettagli

COMUNITA SOL LEVANTE Carta dei Servizi 2010/2012

COMUNITA SOL LEVANTE Carta dei Servizi 2010/2012 COMUNITA SOL LEVANTE Carta dei Servizi 2010/2012 La Sol Levante nasce nel 1998 per dare una risposta alle esigenze delle persone, di ogni fascia d età, affette da disagio psichico e con problematiche in

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale.

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale. Progetto di audit clinico. Migliorare la gestione del paziente con BPCO in. Razionale. Numerose esperienze hanno dimostrato che la gestione del paziente con BPCO è subottimale. La diagnosi spesso non è

Dettagli

In questo servizio si svolgeranno le seguenti attività:

In questo servizio si svolgeranno le seguenti attività: Insieme si può Arcigay Pistoia La Fenice dopo le varie attività svolte sul territorio pistoiese e zone limitrofe, ha valutato l opportunità di realizzare un progetto con la collaborazione di personale

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: ANNO RICCO MI CI FICCO SETTORE e Area di Intervento: Settore A: Assistenza Aree: A02 Minori voce 5 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO OBIETTIVI DEL PROGETTO OBIETTIVI GENERALI

Dettagli

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Con il patrocinio di Corso di formazione ECM con metodo Problem Based Learning LE MALFORMAZIONI VASCOLARI CONGENITE: IL SOSPETTO DIAGNOSTICO E LA COMUNICAZIONE

Dettagli

Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari

Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari Sistema Regionale ECM Pagina 1 di 7 1 Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari 1. Presentazione: L evento, destinato alle figure professionali di Tecnici

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

FORMAZIONE SUL CAMPO (FSC) E CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ECM ALLE ATTIVITA di FSC

FORMAZIONE SUL CAMPO (FSC) E CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ECM ALLE ATTIVITA di FSC FORMAZIONE SUL CAMPO (FSC) E CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ECM ALLE ATTIVITA di FSC La formazione sul campo (di seguito, FSC) si caratterizza per l utilizzo, nel processo di apprendimento, delle

Dettagli

I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna

I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna Sono 33. Obiettivo: un CpF per ogni distretto sanitario. 10 sono in Romagna Aree di attività dei CpF: Informazione (risorse e servizi per bambini e genitori,

Dettagli

Disturbi dell Apprendimento

Disturbi dell Apprendimento Master in Disturbi dell Apprendimento in collaborazione con IPS nelle sedi di MILANO ROMA PADOVA BARI CAGLIARI CATANIA RAGUSA Questo modulo d iscrizione, unitamente alla fotocopia della ricevuta del versamento

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Organigramma e funzionigramma Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6. DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus

Organigramma e funzionigramma Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6. DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus -ijp ASLLanusei Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6 Organigramma DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus DIREZIONE SANITARIA Direttore: dott. Maria Valentina Marras DIREZIONE AMMINISTRATIVA

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE La sottoscritta Dr.ssa Franca CRINÒ, nata a Casignana (RC) il 04/03/1959, residente in Via Zittoro 19/4, 89030 - Casignana (RC) Tel.: 0964.956090, cell.:

Dettagli

Dal 2002 a tutt oggi è Direttore Sanitario dell Ospedale di Mormanno.

Dal 2002 a tutt oggi è Direttore Sanitario dell Ospedale di Mormanno. C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome MARILENA MORANO Data di nascita 04-07-1956 Qualifica Direzione Sanitaria Amministrazione ASP COSENZA Incarico attuale DIRETTORE SANITARIO OSPEDALE

Dettagli

D.P.R. 10-11-1999 Approvazione del Progetto-Obiettivo "Tutela della Salute Mentale" 1998-2000

D.P.R. 10-11-1999 Approvazione del Progetto-Obiettivo Tutela della Salute Mentale 1998-2000 D.P.R. 10-11-1999 Approvazione del Progetto-Obiettivo "Tutela della Salute Mentale" 1998-2000 IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Visto l'articolo 1 del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502, e successive

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

L ADOZIONE NELLA PROVINCIA DI TRENTO: LE PROBLEMATICHE DELLE FAMIGLIE E LE RISPOSTE DEI SERVIZI NEL PERIODO SUCCESSIVO AL PRIMO ANNO POST- ADOTTIVO.

L ADOZIONE NELLA PROVINCIA DI TRENTO: LE PROBLEMATICHE DELLE FAMIGLIE E LE RISPOSTE DEI SERVIZI NEL PERIODO SUCCESSIVO AL PRIMO ANNO POST- ADOTTIVO. L ADOZIONE NELLA PROVINCIA DI TRENTO: LE PROBLEMATICHE DELLE FAMIGLIE E LE RISPOSTE DEI SERVIZI NEL PERIODO SUCCESSIVO AL PRIMO ANNO POST- ADOTTIVO. Ricercatrice: Serena Bezzi Trento, gennaio 2009 - giugno

Dettagli

Process Counseling Master. Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo

Process Counseling Master. Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo Process Counseling Master Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo Il percorso Una delle applicazioni più diffuse del Process Counseling riguarda lo sviluppo delle potenzialità

Dettagli

Colloqui fiorentini 26 28 febbraio 2015. Indagine di autovalutazione svolta fra gli studenti partecipanti al convegno

Colloqui fiorentini 26 28 febbraio 2015. Indagine di autovalutazione svolta fra gli studenti partecipanti al convegno Liceo statale James Joyce (Linguistico e delle Scienze umane) Ariccia (Roma) Colloqui fiorentini 26 28 febbraio 2015 Indagine di autovalutazione svolta fra gli studenti partecipanti al convegno Questionari

Dettagli

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica Evento Formativo Residenziale PREVENZIONE ONCOLOGICA IN MEDICINA GENERALE Savona Aulla Magna,, Pallazziina Viigiiolla,,

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a:

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a: 1 1.Obiettivi Il master ha l obiettivo di favorire lo sviluppo delle competenze manageriali nelle Aziende Sanitarie e Ospedaliere, negli IRCCS, nei Policlinici e nelle strutture di cura private approfondendo,

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

Parma, 23 settembre 2011. Dal modello formativo europeo al percorso formativo per l assistente familiare non professionale

Parma, 23 settembre 2011. Dal modello formativo europeo al percorso formativo per l assistente familiare non professionale Parma, 23 settembre 2011 Dal modello formativo europeo al percorso formativo per l assistente familiare non professionale Dopo il meeting europeo svoltosi a Granada e partendo dal percorso formativo l

Dettagli

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome CAPPELLI CRISTINA Telefono Uff. 050 509750 Fax 050 509471 E-mail c.cappelli@sns.it Nazionalità ITALIANA ESPERIENZA LAVORATIVA Nome e

Dettagli

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali L Istituto Leopoldo Pirelli si propone di potenziare la cultura dell inclusione per rispondere in modo efficace alle necessità di

Dettagli

Principi base per un buon CV. La struttura del Curriculum

Principi base per un buon CV. La struttura del Curriculum Principi base per un buon CV Il curriculum vitae è il resoconto della vostra vita professionale, e può essere il vostro rappresentante più fedele, a patto che sia fatto bene. Concentratevi sui punti essenziali

Dettagli

GRUPPO DI LAVORO PER L INCLUSIONE DSA/BES/HANDICAP

GRUPPO DI LAVORO PER L INCLUSIONE DSA/BES/HANDICAP SCUOLA PRIMARIA PARITARIA SCUOLA PRIMARIA PARITARIA via Camillo de Lellis, 4 35128 Padova tel. 049/8021667 fax 049/850617 e-mail: primaria@donboscopadova.it website: www.donboscopadova.it GRUPPO DI LAVORO

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

INCONTR-AIOSS 2015 COMPETENZE E ETICA BEST PRACTICE VS. 15-17 Ottobre 2015 AIOSS. Hotel Serena Majestic Montesilvano Lido (PE)

INCONTR-AIOSS 2015 COMPETENZE E ETICA BEST PRACTICE VS. 15-17 Ottobre 2015 AIOSS. Hotel Serena Majestic Montesilvano Lido (PE) Brochure Montesilvano 2015 30/07/15 12: Pagina 1 Associazione Italiana Operatori Sanitari di Stomaterapia INCONTR- 2015 Certificazione EN ISO 9001:2008 IQ-0905-12 per formazione ed aggiornamento COMPETENZE

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

Corso ECM di formazione per gli operatori addetti alla gestione del Sistema Informativo sulle Malattie Professionali (Malprof )

Corso ECM di formazione per gli operatori addetti alla gestione del Sistema Informativo sulle Malattie Professionali (Malprof ) Centro nazionale per r la Prevenzione e il Controllo delle Malattie Conferenza dei Presidenti delle Regioni e delle Province Autonome Istituto Superiore per la Prevenzione e la Sicurezza del Lavoro Dipartimento

Dettagli

ENGLISH FOR NURSES 25 CREDITI ECM - ID: 1585-20939 IN PARTNERSHIP CON DE AGOSTINI

ENGLISH FOR NURSES 25 CREDITI ECM - ID: 1585-20939 IN PARTNERSHIP CON DE AGOSTINI ENGLISH FOR NURSES 25 CREDITI ECM - ID: 1585-20939 IN PARTNERSHIP CON DE AGOSTINI DESTINATARI: INFERMIERE, INFERMIERE PEDIATRICO INIZIO: 01/01/2012 FINE: 31/12/2012 COSTO: 84,70 (IVA INCLUSA) OBIETTIVI

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

REaD REtina and Diabetes

REaD REtina and Diabetes Progetto ECM di formazione scientifico-pratico sulla retinopatia diabetica REaD REtina and Diabetes S.p.A. Via G. Spadolini 7 Iscrizione al Registro delle 20141 Milano - Italia Imprese di Milano n. 2000629

Dettagli

Scheda di valutazione individuale area dirigenza. Competenze e comportamenti Leggenda: 0,5=molto indoddisfacente 1=insoddisfacente

Scheda di valutazione individuale area dirigenza. Competenze e comportamenti Leggenda: 0,5=molto indoddisfacente 1=insoddisfacente Scheda di valutazione individuale area dirigenza Sessione di valutazione Nome e Cognome Valutatore Competenze e comportamenti Leggenda:,=molto indoddisfacente =insoddisfacente anno Incarico: PESATURA:

Dettagli

DOMANDA DI AMMISSIONE

DOMANDA DI AMMISSIONE ALLEGATO A PARTE RISERVATA ALL UFFICIO AL DIRIGENTE DATA Direzione Risorse Umane e Organizzazione UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TRENTO PROT. N Via Verdi, 6-38100 TRENTO SELEZIONE PUBBLICA, PER TITOLI E PROVE

Dettagli

Università Vita~Salute San Raffaele

Università Vita~Salute San Raffaele Università Vita~Salute San Raffaele DECRETO RETTORALE N. 4185 IL RETTORE Visto lo Statuto dell'università Vita-Salute San Raffaele approvato con Decreto del Ministero dell'università e della Ricerca Scientifica

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post

Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post AGENZIA SANITARIA E SOCIALE REGIONALE ACCREDITAMENTO IL RESPONSABILE PIERLUIGI LA PORTA Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post D.Lgs. 229/99 I principi introdotti dal DLgs 502/92 art. 8

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%.

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%. COMUNE di SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI PROTOCOLLO D INTESA INTERISTITUZIONALE FINALIZZATO ALLA CONOSCENZA DEL FENOMENO DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA E ALLA PRIMA INDIVIDUAZIONE DI MISURE DI

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l università, l alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE dott. Renato Mason, nominato con D.P.G.R. n. 245 del 31.12.2007

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE dott. Renato Mason, nominato con D.P.G.R. n. 245 del 31.12.2007 Servizio Sanitario Nazionale - Regione del Veneto AZIENDA UNITÀ LOCALE SOCIO - SANITARIA N. 8 Sede Legale: Via Forestuzzo, 41 Asolo (TV) Comuni: Altivole, Asolo, Borso del Grappa, Caerano di San Marco,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) Via Acquasantianni s.n. - (Tel. 0874-871770 - Fax 0874-871770) Sito web: http://digilander.libero.it/ictrivento/ - e-mail: cbmm185005@istruzione.it

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015 UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE CORSO DI LAUREA IN BIOTECNOLOGIE Classe L2 Programmazione didattica a.a. 2014/2015 Per l anno accademico 2014-2015

Dettagli