Contatto SUPSI t. +41 (0) f. +41 (0)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Contatto SUPSI t. +41 (0)58 666 61 53 f. +41 (0)58 666 61 01 gender@supsi.ch www.gender.supsi.ch"

Transcript

1 La famiglia si ingrandisce Servizio Gender Università della Svizzera Italiana (USI) Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana (SUPSI) Contatto SUPSI t. +41 (0) f. +41 (0) Contatto USI t. + 41(0) f. +41 (0)

2 Indice 1 Premessa Introduzione Gravidanza e maternità: regolamentazione nel mondo del lavoro Assunzione Protezione contro il licenziamento Consenso all occupazione e limitazione della durata del lavoro Protezione della salute Vacanze Assenza dal lavoro e riposo Disdetta del rapporto di lavoro Aiuti ai quali hanno diritto i genitori Assenze e congedi Allattamento Congedi Maternità Adozione Malattia dei figli Altri congedi pagati in relazione ai figli Organizzazione del tempo di lavoro Proposte di accoglienza per la prima infanzia Strutture d accoglienza per la prima infanzia Baby sitting 2 Prestazioni della cassa malati Indennità di maternità Condizioni di diritto Durata del diritto Importo Aiuti familiari Aiuti sociali Assegno di base Indirizzi utili Aiuti finanziari Preparazione al parto e allattamento Problemi giuridici Strutture di accoglienza infantile Associazioni Assegno per giovani in formazione o per giovani invalidi Assegno integrativo Assegno di prima infanzia

3 Servizio Gender USI SUPSI Premessa Il Servizio Gender USI SUPSI mette a disposizione queste schede per le persone che studiano o lavorano all Università della Svizzera italiana (USI) e alla Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana (SUPSI) e che aspettano un bambino o sono da poco genitori. L obiettivo è quello di riassumere in un solo fascicolo le normative in vigore all USI e alla SUPSI. Le informazioni in esse contenute riguardano la legislazione vigente a livello federale, cantonale e dei due istituti universitari ticinesi. Le schede, costantemente aggiornate, sono consultabili anche nei siti del Servizio gender USI SUPSI agli indirizzi URL: per l USI: per la SUPSI: Il Servizio gender USI SUPSI o il servizio del personale del vostro istituto universitario di appartenenza sono a vostra completa disposizione per ulteriori informazioni. Per un maggiore approfondimento del tema, si consiglia la lettura della pubblicazione del Segretariato di Stato dell economia (SECO), Maternità Protezione delle lavoratrici, ottenibile in versione pdf digitando l indirizzo: 36/01563/index.html?lang=it In omaggio, allegata a questo fascicolo, La Guida del Bébé. La sicurezza, tu e il tuo bambino, a cura dell Associazione consumatrici della Svizzera italiana e dell Ufficio svizzero per la prevenzione degli infortuni. Introduzione A partire dal 1. luglio 2005 le donne salariate, indipendenti o che lavorano nell azienda del coniuge con un salario in contanti hanno diritto a un indennità di maternità. Questa importante conquista risolve però solo in parte i numerosi interrogativi riguardo ai diritti e doveri dei (futuri) genitori, rispettivamente delle datrici e dei datori di lavoro. I diritti legati alla genitorialità (rispettivamente maternità e paternità) sono trattati in Svizzera da ben sei normative diverse: la legge federale sul lavoro che fissa la durata del lavoro e del riposo, la protezione delle donne incinte e delle madri che allattano (art. 35 e segg.) e Ordinanza 1 concernente la legge sul lavoro (art. 61 OLL 1); la legge federale sulle indennità di perdita di guadagno che introduce il diritto all indennità in caso di maternità (art. 16b e segg. LIPG) e Ordinanza sulle indennità di perdita di guadagno (art. 23 e segg. OIPG); il Codice delle obbligazioni che regola il diritto al congedo, la protezione contro il licenziamento e la durata delle vacanze (art. 319 e segg. CO); la legge federale sull assicurazione malattia, che fissa le prestazioni minime che devono essere coperte dalle casse malati in caso di maternità (art. 29, art. 30 e art. 74 LAMal); la legge federale sulla parità dei sessi (art. 3 cpv. 1, art. 5, art. 6, art. 8, art. 10 LPar); le convenzioni collettive e i contratti individuali di lavoro che possono prevedere condizioni migliori-ma mai peggiori-del minimo garantito dalle leggi. All USI e alla SUPSI, le normative riguardanti la genitorialità sono presenti: nel Regolamento sulle condizioni generali di lavoro per il corpo accademico (art. 15, art. 16, art.16 bis, art. 33, art. 33 bis, art. 37). nel Regolamento sulle condizioni generali di lavoro per il personale amministrativo, bibliotecario, tecnico e ausiliario (art. 18, art. 19, art. 19 bis, art. 29 bis, art. 39, art. 39 bis, art. 43). 1

4 1 Gravidanza e maternità: regolamentazione nel mondo del lavoro Assunzione In generale la donna non è tenuta a comunicare spontaneamente la sua gravidanza. Se in occasione del colloquio di assunzione le vengono poste domande come è incinta? o ha intenzione di avere figli? e se la gravidanza non ha conseguenze di rilievo sulle prestazioni lavorative, la donna non è tenuta a dare informazioni. Per contro la donna deve comunicare il suo stato di gravidanza nei casi in cui la stessa possa ostacolare l attività lavorativa. Vedi anche Scheda 1, Protezione della salute. Protezione contro il licenziamento La protezione contro il licenziamento si estende a tutta la durata della gravidanza e nelle sedici settimane dopo il parto. Un licenziamento da parte del datore di lavoro durante questo periodo è nullo e non esplica nessun effetto giuridico. Se il licenziamento è avvenuto prima della gravidanza, il termine di disdetta viene sospeso durante la gravidanza e riprende a decorrere solo dopo la sedicesima settimana che segue il parto. In questo periodo, se lo desidera, la donna può dare le dimissioni tenendo conto dei termini di disdetta. Vedi anche Scheda 1, Disdetta del rapporto di lavoro. Il Codice delle obbligazioni disciplina la protezione dal licenziamento, il termine di disdetta e l obbligo di continuare a versare il salario in caso di gravidanza e parto. Consenso all occupazione e limitazione della durata del lavoro Dopo il periodo di otto settimane di divieto di occupazione, le puerpere devono dare il loro consenso per essere occupate. Nel periodo durante la gravidanza e l allattamento, la durata ordinaria della giornata lavorativa prevista dal contratto non può essere prolungata e non può in nessun caso superare le nove ore di lavoro, neppure se il contratto prevede una durata superiore. Protezione della salute Le donne incinte e le madri allattanti possono essere occupate solo in modo e in condizioni di lavoro tali che la loro salute o la salute della bambina/del bambino non sia pregiudicata. Tra i lavori considerati pericolosi, vi sono in particolare lo spostamento manuale di carichi pesanti, i lavori che provocano urti, scosse o vibrazioni e i lavori che espongono al freddo, al caldo, all umidità, al contatto con sostanze tossiche o con malattie contagiose o a rumori intensi. In questi casi, se il datore/la datrice di lavoro non è in grado di offrire alla donna un lavoro equivalente1, questa ha diritto di rimanere a casa usufruendo dell 80% del salario. 1 Un lavoro è considerato equivalente se comporta un salario, requisiti intellettuali e competenze paragonabili a quelli del lavoro esercitato fino a quel momento. Vacanze La riduzione delle vacanze è possibile solo se l assenza durante la gravidanza si protrae oltre i due mesi. Le vacanze non possono essere ridotte per assenze dovute al congedo di maternità ai sensi della legge sull indennità di perdita di guadagno. Assenza dal lavoro e riposo Le donne incinte possono assentarsi o non presentarsi al lavoro mediante semplice avviso. Il datore/la datrice di lavoro può subordinare il versamento del salario alla presentazione di un certificato medico. Sul posto di lavoro la donna incinta deve avere la possibilità di ritirarsi durante la pausa in un locale di riposo e potersi rilassare. Le donne incinte che lavorano in piedi hanno diritto di beneficiare di una pausa di dieci minuti ogni due ore. A partire dal sesto mese di gravidanza, il lavoro esercitato in piedi non può superare complessivamente le quattro ore giornaliere. 2

5 Disdetta del rapporto di lavoro Il datore/la datrice di lavoro non può disdire il rapporto di lavoro di durata indeterminata di una lavoratrice, né durante la gravidanza, né durante le 16 settimane dopo il parto. Questo divieto vale indipendentemente dal motivo della disdetta (legato o meno alla maternità). Un licenziamento dato durante questo periodo di protezione è nullo, ossia privo di effetto. Se il datore/la datrice di lavoro disdice il contratto prima dell inizio del periodo di protezione (quindi prima che la lavoratrice rimanga incinta) per una data successiva all inizio della gravidanza, il termine di disdetta è sospeso durante tutto il periodo di protezione. Il termine di disdetta ricomincia a decorrere al termine della protezione (a partire dalla diciassettesima settimana dopo il parto). Se la data di cessazione del rapporto di lavoro così prorogata non coincide con un termine ordinario di disdetta (in generale alla fine del mese), la cessazione del rapporto è automaticamente rinviata a questo termine. Il periodo di divieto di licenziamento non si applica nei seguenti casi: se il rapporto di lavoro viene disdetto con effetto immediato per cause gravi; se la disdetta giunge durante il tempo di prova, durante la gravidanza, anche per una data successiva al tempo di prova; se le parti pongono fine al rapporto di lavoro di comune accordo; se il rapporto di lavoro ha durata determinata e scade alla data convenuta, senza che sia necessario disdirlo. Il divieto di licenziamento vale unicamente per il datore/la datrice di lavoro. La lavoratrice incinta, la puerpera o la madre allattante può disdire il rapporto di lavoro in qualsiasi momento,purché rispetti i termini di preavviso e di disdetta previsti dal contratto di lavoro, dal contratto collettivo di lavoro o dal Codice delle obbligazioni. Attenzione: lo scioglimento del rapporto di lavoro mediante disdetta da parte della lavoratrice o di comune accordo, per una data anteriore al parto, priva la lavoratrice del diritto di percepire indennità di perdita di guadagno in caso di maternità. Essa vi ha invece diritto se il contratto è disdetto per una data successiva al parto. 3

6 2 Aiuti ai quali hanno diritto i genitori Prestazioni della cassa malati L assicurazione obbligatoria contro le malattie copre tutte le spese mediche, quelle del parto e quelle della bambina/del bambino e in particolare: i controlli effettuati dal medico e dalla levatrice; franchi per un corso di preparazione al parto; il parto e il puerperio nel reparto comune di un ospedale o clinica, oppure il parto in casa e la copertura delle spese della levatrice sul luogo del parto; la visita a casa da parte della levatrice dopo il parto; un controllo 6 settimane dopo il parto; 3 consulenze sull allattamento. Queste prestazioni vengono assunte al 100% dalla cassa malati. Indennità di maternità All USI e alla SUPSI hanno diritto all indennità di maternità le donne che al momento della nascita della bambina /del bambino: hanno un contratto di lavoro valido con almeno una delle due istituzioni universitarie; hanno un contratto di lavoro valido, ma il cui diritto alla continuazione del versamento del salario o al versamento di indennità giornaliere è giunto a termine. Durata del diritto All USI e alla SUPSI il diritto inizia il giorno del parto e terminerà al più tardi dopo 16 settimane o 112 giorni. La collaboratrice può effettuare al massimo 6 settimane di congedo immediatamente prima del parto. In caso di degenza ospedaliera prolungata del neonato (almeno tre settimane dopo la nascita), la madre può chiedere che l indennità sia versata soltanto a partire dal giorno in cui il bambino è accolto a casa. Durante questo periodo però la madre rischia di essere privata del reddito. Importo All USI e alla SUPSI l indennità di maternità è versata come indennità giornaliera e ammonta al 100% del salario. Il formulario per la richiesta, rubrica Prestazioni IPG e maternità, è ottenibile presso il Servizio del personale dei due istituti universitari oppure può essere scaricato direttamente dall indirizzo: php&tipo=prestazioni Condizioni di diritto essere assicurata obbligatoriamente ai sensi della legge sull AVS durante i nove mesi immediatamente precedenti la nascita della bambina/del bambino. In caso di parto prematuro questo periodo è ridotto a: 6 mesi in caso di parto prima del settimo mese di gravidanza; 7 mesi in caso di parto prima dell ottavo mese di gravidanza; 8 mesi in caso di parto prima del nono mese di gravidanza; durante questo periodo ha esercitato un attività lucrativa per almeno cinque mesi. Sono computati anche i periodi di assicurazione o di lavoro in un paese UE/AELS. 4

7 Aiuti familiari Aiuti sociali La legge sugli assegni di famiglia prevede il versamento dell assegno di famiglia (assegno di base; assegno per giovani in formazione o per giovani invalidi; assegno integrativo; assegno di prima infanzia) al genitore con il quale la figlia/il figlio ha un vincolo di filiazione ai sensi del Codice civile svizzero, al futuro genitore adottivo, al genitore biologico. Assegno di base Ha diritto all assegno di base, per la figlia/il figlio, la collaboratrice / il collaboratore dell USI e della SUPSI che ha un contratto di lavoro valido. La salariata/il salariato ha diritto all assegno, per la figlia /il figlio, in proporzione al suo grado di occupazione. Ogni figlia / figlio dà diritto ad un solo assegno. Il diritto all assegno sorge il primo giorno del mese in cui nasce la figlia/il figlio e si estingue alla fine del mese di compimento dei 15 anni della figlia /del figlio o quando non sono più assolte le condizioni stabilite dalla legge. Assegno di prima infanzia Obiettivo di questo assegno è di garantire il minimo vitale dell economia domestica fino al compimento di 3 anni della figlia/del figlio più giovane. I criteri di base sono il domicilio in Ticino da almeno 3 anni, senza interruzioni consecutive superiori ai 12 mesi, di uno dei due genitori, e la coabitazione costante con la figlia/il figlio. La/il dipendente che ha figlie/figli inoltra la richiesta attraverso l apposito formulario che si può scaricare dal sito dell Istituto delle assicurazioni sociali del Cantone Ticino, rubrica Assegni di famiglia: php&tipo=prestazioni Assegno per giovani in formazione o per giovani invalidi La collaboratrice/il collaboratore dell USI e della SUPSI ha diritto all assegno, per la figlia/il figlio che ha compiuto i 15 anni,se la figlia/il figlio segue una formazione in Svizzera o se la figlia/il figlio segue una formazione speciale, a causa di un danno alla salute fisica o psichica. Il diritto a questo assegno, sorge il primo giorno del mese successivo a quello in cui si verifica quanto sopra. Nel caso di una formazione della figlia/del figlio in Svizzera, il diritto all assegno può durare fino alla fine della formazione, ma al più tardi fino alla fine del mese in cui la figlia/il figlio compie i 20 anni. Nel caso di una formazione speciale della figlia/del figlio a causa di un danno alla salute fisica o psichica, il diritto all assegno si estingue al momento in cui alla figlia/al figlio è riconosciuto un diritto ad una rendita intera dell assicurazione invalidità. Assegno integrativo Obiettivo di questo assegno è di garantire il minimo vitale per i figli e le figlie di età inferiore ai 15 anni. I criteri di base sono il domicilio in Ticino da almeno 3 anni, senza interruzioni consecutive superiori ai 12 mesi, di uno dei due genitori, e la coabitazione con la figlia/il figlio. 5

8 3 Assenze e congedi Allattamento Come durante la gravidanza, il datore/la datrice di lavoro deve occupare le madri allattanti in modo e in condizioni di lavoro tali che la loro salute e la salute della bambina/del bambino non sia pregiudicata. La madre ha diritto di disporre del tempo necessario per l allattamento. Durante il primo anno di vita della bambina/del bambino, il tempo dedicato all allattamento è considerato come tempo di lavoro secondo i seguenti principi: se la lavoratrice allatta all interno dei campus USI e SUPSI: tutto il tempo dedicato all allattamento è considerato tempo di lavoro; se la lavoratrice lascia il posto di lavoro per allattare: la metà del tempo di assenza va riconosciuto come tempo di lavoro; il tempo restante dedicato all allattamento non deve essere compensato. Il tempo necessario all allattamento non è considerato come riposo e non può essere dedotto né da un saldo di ore supplementari né dalle vacanze. Congedi Maternità Congedo pagato: vedi Scheda 2, Indennità di maternità. Congedo non pagato: la collaboratrice può beneficiare in caso di parto di un congedo non pagato, totale o parziale, per un massimo di 9 mesi; in alternativa, il congedo può essere ottenuto interamente o parzialmente dal padre. Adozione In caso di adozione di bambini estranei alla famiglia, di età non superiore ai 10 anni, la/il dipendente, per giustificati motivi, ha diritto a un congedo pagato fino ad un massimo di 8 settimane. In caso di adozione la/il dipendente può beneficiare di un congedo, totale o parziale, non pagato per un massimo di 9 mesi. Altri congedi pagati in relazione ai figli il padre, di 1 giorno in caso di nascita di un figlio/una figlia. di 2 giorni in caso di decesso di un figlio/una figlia. La/il dipendente deve sempre informare la sua/il suo diretta/o superiore. Ulteriori congedi pagati o non pagati devono essere autorizzati dalla direzione amministrativa. Per situazioni d emergenza, la Croce Rossa Svizzera offre servizi di sorveglianza a domicilio in caso di bambini malati. Vedi anche Scheda 4, Baby sitting. Organizzazione del tempo di lavoro Le forme d organizzazione del lavoro evolvono e esistono al giorno d oggi nuovi modelli d orario di lavoro che rispondono meglio alle esigenze dei genitori che esercitano un attività lucrativa. Questi modelli non sono necessariamente applicabili a tutti i posti offerti dall USI e dalla SUPSI. Vale tuttavia la pena di informarsi sulle possibilità esistenti e di prendere l iniziativa di proporre degli aggiustamenti se si presenta l occasione (p.es. nel corso del rinnovo contrattuale). La maternità e la paternità sono tra i motivi che possono giustificare una ridefinizione del modello di organizzazione del lavoro: congedo sabbatico, tempo parziale, job sharing, telelavoro, lavoro a domicilio, annualizzazione della durata del lavoro. Questo discorso si applica anche ai genitori che studiano. All USI, studentesse e studenti possono chiedere di poter ottenere un congedo durante gli studi (semestri sabbatici) o di effettuare per un periodo lo studio a tempo parziale con diminuzione delle tasse d iscrizione. Alla SUPSI, oltre alla possibilità di congedo, vi sono corsi di laurea paralleli agli impegni familiari. Per informazioni: Malattia dei figli È un obbligo legale quello di occuparsi della propria figlia /del proprio figlio malato, il datore/la datrice di lavoro deve quindi accordarvi il tempo necessario per gestire questo genere di situazioni. La/il dipendente può beneficiare,nel momento stesso in cui si manifesta l evento, previa presentazione di un certificato medico, di un congedo pagato: 6 di al massimo 10 giorni all anno per malattia di figli/figlie in età inferiore ai 15 anni compiuti; di al massimo 10 giorni all anno per grave malattia dei figli / delle figlie;

9 4 Proposte di accoglienza per la prima infanzia Strutture d accoglienza per la prima infanzia L USI non ha un asilo nido interno ai suoi due campus (Lugano e Mendrisio), ma si appoggia sull offerta privata e pubblica esistente sul territorio (asili nido e famiglie diurne). I genitori che hanno difficoltà finanziarie possono richiedere un sostegno per il pagamento delle rette. Alla pagina servizi/asilinido.htm trovate informazioni sempre aggiornate. La SUPSI dispone di un asilo nido per favorire la conciliazione tra gli impegni familiari, professionali e/o di studio di collaboratrici, collaboratori, studentesse e studenti. SUPSInido accoglie bambine/i di età compresa tra i 4 mesi e i 3 anni, prioritariamente figli del personale e del corpo studentesco SUPSI. Alla pagina php trovate utili informazioni sull ubicazione del nido, gli orari, le attività educative, il personale educativo. Ulteriori informazioni possono essere richieste a : SUPSInido Baby sitting La Croce Rossa Svizzera, Sezione del Luganese, offre servizi di: Baby Help, nel caso di bambini malati (età da 3 mesi a 12 anni). Si tratta di interventi a domicilio rapidi e di durata limitata; Mamy Help, a domicilio, nel caso di genitore malato e momentaneamente impossibilitato a curare i figli; Baby Sitting Diurno, a domicilio, nel caso di genitore che deve assentarsi per poche ore o per una giornata; Baby Sitting Serale, a domicilio; Mini Club, struttura che accoglie bambine/i dai 2 ai 4 anni, nel caso il genitore debba assentarsi per qualche ora durante la mattinata; Centro Insieme, struttura per il dopo scuola per bambine/i e ragazze/i da 6 a 11 anni. L USI può contribuire al pagamento del costo della prestazione (Baby Help o Mamy Help) se questa è richiesta da genitori che fanno già capo al sostegno per il pagamento delle rette in asili nido o in famiglie diurne. Vedi anche Scheda 4, Strutture d accoglienza per la prima infanzia Stabile Suglio Via Cantonale Manno Tel. +41 (0)

10 5 Indirizzi utili Aiuti finanziari Assegni familiari Istituto delle assicurazioni sociali Via Ghiringhelli 15a, CH-6500 Bellinzona tel. +41 (0) Altri aiuti finanziari Fondo di solidarietà madre e bambino CP 2297, CH-6500 Bellinzona tel. +41 (0) Optima (Opera ticinese della Maternità) CH-6900 Lugano tel. +41(0) Servizio cantonale SOS Madri in difficoltà Sì alla vita + Pro Filia CH-6900 Lugano tel +41 (0) Preparazione al parto e allattamento Federazione svizzera delle Levatrici Sezione Ticino Permanenza telefonica tel. +41 (0) Lega Leche Ticino CH-6500 Bellinzona tel. +41 (0) Strutture di accoglienza infantile SUPSInido Stabile Suglio Via Cantonale 18, CH-6928 Manno tel. +41 (0) USI Croce Rossa Svizzera Via Alla Campagna 9, CP 4064, CH-6900 Lugano tel. +41 (0) Famiglie diurne Associazione famiglie diurne del Mendrisiotto CP 72, CH-6833 Vacallo tel. +41 (0) /79 fax +41 (0) Associazione famiglie diurne del Sopraceneri Vicolo della Torre 5, CH-6600 Locarno tel. +41 (0) fax +41 (0) Associazione luganese famiglie diurne Via Daldini 4, 6943 Vezia tel. +41 (0) fax +41 (0) Problemi giuridici Consultorio giuridico donna e lavoro Federazione Associazioni Femminili Ticino Via Foletti 23, CH-6900 Massagno tel. +41 (0) Ufficio di conciliazione in materia di parità dei sessi c/o Segreteria Divisione della Giustizia Palazzo Governativo, CH-6501 Bellinzona tel. +41 (0) Associazioni Associazione famiglie monoparentali e ricostituite (ATFMR) CP 50, 6833 Vacallo tel./fax +41 (0) Associazione ticinese famiglie affidatarie (ATFA) Via Daldini 4, cp 40, CH-6943 Vezia tel. +41 (0) fax +41 (0) CEMEA Centri di esercitazione ai metodi dell educazione attiva Via Agostino Maspoli 37, CH-6850 Mendrisio tel. +41 (0)

11 Indirizzi URL dove trovare le leggi di riferimento LL LIPG CO LAMal LPar OLL 1 Legge federale sul lavoro nell industria, nell artigianato e nel commercio; Legge federale sulle indennità di perdita di guadagno per chi presta servizio e in caso di maternità; Codice delle obbligazioni; Legge federale sull assicurazione malattia; Legge federale sulla parità dei sessi; Ordinanza 1 concernente la LL; Legge cantonale sugli assegni di famiglia; 06_06.htm Regolamento sulle condizioni generali di lavoro per il corpo accademico dell USI e della SUPSI; vi_regcorpoaccademico.pdf Regolamento sulle condizioni generali di lavoro per il personale amministrativo, bibliotecario, tecnico e ausiliario dell USI e della SUPSI; nistrativi_regcorpoamministrativo.pdf OLL 3 OIPG OProMa Ordinanza 3 concernente la LL (igiene); Ordinanza d esecuzione della LIPG; Ordinanza del DFE sui lavori pericolosi o gravosi durante la gravidanza e la maternità (Ordinanza sulla protezione della maternità); 9

12

La famiglia si ingrandisce Servizio per le pari opportunità

La famiglia si ingrandisce Servizio per le pari opportunità La famiglia si ingrandisce Servizio per le pari opportunità Delegata per le pari opportunità Università della Svizzera italiana t. +41 (0)58 666 46 12 f. +41 (0)58 666 46 47 equality@usi.ch, www.equality.usi.ch

Dettagli

La famiglia si ingrandisce

La famiglia si ingrandisce Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana La famiglia si ingrandisce Servizio Gender e Diversity Contatto Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana T +41 (0)58 666 61

Dettagli

la legge federale sul lavoro che fissa la durata del lavoro e del riposo, la protezione delle donne incinte e delle madri che allattano;

la legge federale sul lavoro che fissa la durata del lavoro e del riposo, la protezione delle donne incinte e delle madri che allattano; Maternità e lavoro A partire dal 1 luglio 2005 le donne salariate dipendenti o che lavorano nell'azienda del coniuge con un salario in contanti hanno diritto a un'indennità di maternità. Questa importante

Dettagli

La famiglia si ingrandisce

La famiglia si ingrandisce Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana La famiglia si ingrandisce Servizio Gender e Diversity Contatto Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana T +41 (0)58 666 61

Dettagli

è importante sapere - edizione 2015 - L'OCST mette a tua disposizione i propri segretariati in ogni regione del Cantone. SEGRETARIATO CANTONALE

è importante sapere - edizione 2015 - L'OCST mette a tua disposizione i propri segretariati in ogni regione del Cantone. SEGRETARIATO CANTONALE L'OCST mette a tua disposizione i propri segretariati in ogni regione del Cantone. SEGRETARIATO CANTONALE v. Balestra 19 6900 Lugano +41 91 921 15 51 SEGRETARIATI REGIONALI (con prefisso +41 91) Bellinzona

Dettagli

I formatori sono tenuti a rispettare la salute della donna incinta, della madre e del bambino (permettendo brevi pause ed evitando lavori pesanti).

I formatori sono tenuti a rispettare la salute della donna incinta, della madre e del bambino (permettendo brevi pause ed evitando lavori pesanti). Promemoria 208 Gravidanza e maternità Una donna in formazione professionale di base che resta incinta o partorisce gode di una protezione legale particolare. Come formatori siete responsabili che tale

Dettagli

Maternità. &Lavoro GUIDA AI DIRITTI DEI NEO-GENITORI

Maternità. &Lavoro GUIDA AI DIRITTI DEI NEO-GENITORI Maternità &Lavoro GUIDA AI DIRITTI DEI NEO-GENITORI Il presente opuscolo si rivolge ai neo-genitori, alle donne in gravidanza, ai futuri papà e alle persone che intendono adottare, e vuole aiutarli a

Dettagli

Lavoro e gravidanza. I Suoi diritti sul posto di lavoro. Per ulteriori informazioni: Infoline: 0900 55 55 61 Fr. 3. /min.

Lavoro e gravidanza. I Suoi diritti sul posto di lavoro. Per ulteriori informazioni: Infoline: 0900 55 55 61 Fr. 3. /min. L offerta di Questo opuscolo nelle seguenti lingue: albanese bosniaco croato francese inglese italiano portoghese serbo spagnolo tamil tedesco turco Fr. 3. al pezzo; sconti per grandi quantitativi La Infoline

Dettagli

6.02 Stato al 1 gennaio 2010

6.02 Stato al 1 gennaio 2010 6.02 Stato al 1 gennaio 2010 Indennità in caso di maternità Aventi diritto 1 Hanno diritto all indennità di maternità le donne che al momento della nascita del bambino: esercitano un attività lucrativa

Dettagli

Maternità. Protezione delle. lavoratrici

Maternità. Protezione delle. lavoratrici Maternità Protezione delle lavoratrici seco Pubblicazione Condizioni di lavoro Effingerstrasse 31 35 3003 Berna e-mail ab.sekretariat@seco.admin.ch www.seco.admin.ch Dipartimento federale dell economia

Dettagli

Foglio informativo su gravidanza e maternità

Foglio informativo su gravidanza e maternità Foglio informativo su gravidanza e maternità Gravidanza e maternità hanno, dal punto di vista legale, vari effetti sul rapporto di lavoro. Qui di seguito esponiamo una panoramica dell attuale situazione

Dettagli

6.02 Prestazioni dell'ipg (servizio e maternità) Indennità in caso di maternità

6.02 Prestazioni dell'ipg (servizio e maternità) Indennità in caso di maternità 6.02 Prestazioni dell'ipg (servizio e maternità) Indennità in caso di maternità Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Le donne che esercitano un attività lucrativa hanno diritto all indennità di maternità

Dettagli

Maternità Protezione delle lavoratrici

Maternità Protezione delle lavoratrici Maternità Protezione delle lavoratrici SECO Condizioni di lavoro Nostra organizzazione Editore: SECO Direzione del lavoro Condizioni di lavoro www.seco.admin.ch Direzione della SECO Grafica: Michèle Petter

Dettagli

Assicurazione facoltativa d indennità giornaliera Secondo la Legge federale sull assicurazione malattie (LAMal)

Assicurazione facoltativa d indennità giornaliera Secondo la Legge federale sull assicurazione malattie (LAMal) Assicurazione facoltativa d indennità giornaliera Secondo la Legge federale sull assicurazione malattie (LAMal) Condizioni generali d assicurazione (CGA) Edizione gennaio 2009 (versione 2013) Ente assicurativo:

Dettagli

Convenzione quadro. (approvata il 21.12.2012 dalla Seco) (nome, indirizzo) e: Pietro Piccipocci

Convenzione quadro. (approvata il 21.12.2012 dalla Seco) (nome, indirizzo) e: Pietro Piccipocci (approvata il 21.12.2012 dalla Seco) tra la: Esempio SA (nome, indirizzo) e: Pietro Piccipocci (nome, indirizzo) 1. Campo d applicazione La presente è una convenzione quadro volta a regolare un numero

Dettagli

Diritti delle donne in gravidanza e maternità. Avv. Nora Jardini Croci Torti Consulente Coordinatrice Consultorio giuridico Donna & Lavoro (FAFT)

Diritti delle donne in gravidanza e maternità. Avv. Nora Jardini Croci Torti Consulente Coordinatrice Consultorio giuridico Donna & Lavoro (FAFT) Diritti delle donne in gravidanza e maternità Avv. Nora Jardini Croci Torti Consulente Coordinatrice Consultorio giuridico Donna & Lavoro (FAFT) Consultorio giuridico Donna & Lavoro Il Consultorio è promosso

Dettagli

Ordinanza sulle indennità di perdita di guadagno

Ordinanza sulle indennità di perdita di guadagno Ordinanza sulle indennità di perdita di guadagno (OIPG) 834.11 del 24 novembre 2004 (Stato 15 marzo 2005) Il Consiglio federale svizzero, visto l articolo 81 della legge federale del 6 ottobre 2000 1 sulla

Dettagli

del 31 ottobre 2007 (Stato 1 gennaio 2013)

del 31 ottobre 2007 (Stato 1 gennaio 2013) Ordinanza sugli assegni familiari (OAFami) 836.21 del 31 ottobre 2007 (Stato 1 gennaio 2013) Il Consiglio federale svizzero, visti gli articoli 4 capoverso 3, 13 capoverso 4, 21b capoverso 1, 21e e 27

Dettagli

Allegato 1 - Congedo maternità/paternità per i settori sociosanitario e pubblico (dati 2014)

Allegato 1 - Congedo maternità/paternità per i settori sociosanitario e pubblico (dati 2014) Allegato 1 - Congedo maternità/paternità per i settori sociosanitario e pubblico (dati 2014) 1. Settore sociosanitario Personale occupato presso gli Istituti dell EOC (CCL del 01.01.2014) Durata 16 settimane

Dettagli

CONTRATTO TIPO DI LAVORO PER MEDICO ASSISTENTE

CONTRATTO TIPO DI LAVORO PER MEDICO ASSISTENTE CONTRATTO TIPO DI LAVORO PER MEDICO ASSISTENTE Il presente contratto si applica a tutti i medici assistenti dell Ente ospedaliero cantonale Tra l Ente ospedaliero cantonale rappresentato dalla Direzione

Dettagli

Maternità e paternità. Decreto legislativo n. 80 del 15/06/2015

Maternità e paternità. Decreto legislativo n. 80 del 15/06/2015 Decreto legislativo n. 80 del 15/06/2015 aggiornato al 22 luglio 2015 (G.U. n. 144 del 24/06/2015) Misure per la conciliazione delle esigenze di cura, di vita e di lavoro, in attuazione dell art. 1 comma

Dettagli

Cassa Disoccupazione CRISTIANO SOCIALE. Informazioni generali

Cassa Disoccupazione CRISTIANO SOCIALE. Informazioni generali Cassa Disoccupazione CRISTIANO SOCIALE Informazioni generali sull assicurazione contro la disoccupazione 1. Disdetta del rapporto di lavoro 2. Annuncio 3. Diritto alle indennità 4. Informazioni varie 1.

Dettagli

Legge federale sull assicurazione per la maternità

Legge federale sull assicurazione per la maternità Termine di referendum: 9 aprile 1999 Legge federale sull assicurazione per la maternità (LAMat) del 18 dicembre 1998 L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visto l articolo 34 quinquies capoverso

Dettagli

Regolamento del personale

Regolamento del personale Regolamento del personale Approvato dal Consiglio della SUPSI l 11 luglio 2008 Versione 7, 19.06.2015 Regolamento del personale / v7-19.06.2015 1 Indice Numero capitolo Pagina Capitolo 1 Principi generali

Dettagli

Foglio ufficiale. Atti legislativi e dell Amministrazione. sugli assegni di famiglia. Legge. 103-104/2008 Martedì 23 dicembre 9313

Foglio ufficiale. Atti legislativi e dell Amministrazione. sugli assegni di famiglia. Legge. 103-104/2008 Martedì 23 dicembre 9313 103-104/2008 Martedì 23 dicembre 9313 Foglio ufficiale Atti legislativi e dell Amministrazione Legge sugli assegni di famiglia IL GRAN CONSIGLIO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO richiamate la legge federale

Dettagli

DIRETTIVE SALARIALI PER GLI IMPIEGATI EXTRAFAMILIARI IN AGRICOLTURA ANNO 2012

DIRETTIVE SALARIALI PER GLI IMPIEGATI EXTRAFAMILIARI IN AGRICOLTURA ANNO 2012 DIRETTIVE SALARIALI PER GLI IMPIEGATI EXTRAFAMILIARI IN AGRICOLTURA ANNO 2012 Nell agricoltura svizzera sono impiegati migliaia di lavoratori. È quindi importante che i rapporti di lavoro siano ben regolamentati.

Dettagli

IMPRESSUM: CON IL SOSTEGNO DI:

IMPRESSUM: CON IL SOSTEGNO DI: IMPRESSUM: Forum genitorialità, valorizzare le competenze Coordinamento: Rudy Novena Grafica e impaginazione: Cristian Franzese per YukDesign.com Testi: Anna Vidoli Immagine di copertina: @Dollarphotoclub_74015190

Dettagli

Maternità e Paternità alla luce del D.lgs 80/2015. A cura dell Ufficio della Consigliera di Parità regionale

Maternità e Paternità alla luce del D.lgs 80/2015. A cura dell Ufficio della Consigliera di Parità regionale Maternità e Paternità alla luce del D.lgs 80/2015 A cura dell Ufficio della Consigliera di Parità regionale Il decreto legislativo 80/2015 «Misure per la conciliazione delle esigenze di cura, di vita e

Dettagli

famiglie diurne SOPrACeneri

famiglie diurne SOPrACeneri famiglie diurne SOPRACENERI I bambini nascono con un patrimonio genetico proprio e con distinte predisposizioni e personalità. Tuttavia crediamo comunque che quello che succede loro dopo la nascita sia

Dettagli

ALESSIO BERTAGNIN & ASSOCIATI s.a.s. Società tra Professionisti

ALESSIO BERTAGNIN & ASSOCIATI s.a.s. Società tra Professionisti Padova, 13 luglio 2015 Circolare n 12/2015 Alla Spett.le Clientela IMPORTANTE!!! Oggetto: Jobs Act pubblicato il decreto per la conciliazione dei tempi di cura, di vita e di lavoro È entrato in vigore

Dettagli

ROC EOC 2014. Estratto del CCL per il personale EOC. Modifiche 1.1.2014

ROC EOC 2014. Estratto del CCL per il personale EOC. Modifiche 1.1.2014 ROC EOC 2014 Estratto del CCL per il personale EOC Modifiche 1.1.2014 Art. 9 Durata del lavoro cpv. 2 La ripartizione sull arco della settimana, come pure la definizione dell orario giornaliero sono di

Dettagli

Condizioni aggiuntive per l assicurazione indennità giornaliera (B, BI, C, CI) ai sensi della legge sul contratto d assicurazione (CAA/LCA)

Condizioni aggiuntive per l assicurazione indennità giornaliera (B, BI, C, CI) ai sensi della legge sul contratto d assicurazione (CAA/LCA) Condizioni aggiuntive per l assicurazione indennità giornaliera (B, BI, C, CI) ai sensi della legge sul contratto d assicurazione (CAA/LCA) Edizione 1.7.2005 www.egk.ch Condizioni aggiuntive per l assicurazione

Dettagli

FIAS. Indennità di perdita di guadagno (IPG), Indennità di maternità (IPG-mat), Assegni familiari (AF)

FIAS. Indennità di perdita di guadagno (IPG), Indennità di maternità (IPG-mat), Assegni familiari (AF) FIAS Federazione svizzera degli impiegati delle assicurazioni sociali Commissione centrale d esame Esame professionale 204 Indennità di perdita di guadagno (IPG), Indennità di maternità (IPG-mat), Assegni

Dettagli

Genitori adottivi o affidatari

Genitori adottivi o affidatari Genitori adottivi o affidatari Congedo di maternità Il congedo di maternità spetta, per un periodo massimo di cinque mesi, anche alle lavoratrici che abbiano adottato un minore. In caso di adozione nazionale,

Dettagli

6.4.2.1. Legge sul sostegno alle attività delle famiglie e di protezione dei minorenni (Legge per le famiglie) (del 15 settembre 2003)

6.4.2.1. Legge sul sostegno alle attività delle famiglie e di protezione dei minorenni (Legge per le famiglie) (del 15 settembre 2003) 6.4.2.1 Legge sul sostegno alle attività delle famiglie e di protezione dei minorenni (Legge per le famiglie) (del 15 settembre 2003) IL GRAN CONSIGLIO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO visto il messaggio

Dettagli

Salary LAMal Assicurazione facoltativa d indennità giornaliera secondo la Legge federale sull assicurazione malattie (LAMal)

Salary LAMal Assicurazione facoltativa d indennità giornaliera secondo la Legge federale sull assicurazione malattie (LAMal) Salary LAMal Assicurazione facoltativa d indennità giornaliera secondo la Legge federale sull assicurazione malattie (LAMal) Condizioni generali d assicurazione (CGA) Edizione settembre 2006 (versione

Dettagli

Il vostro capitale più grande e più importante: I collaboratori della vostra impresa.

Il vostro capitale più grande e più importante: I collaboratori della vostra impresa. Il vostro capitale più grande e più importante: I collaboratori della vostra impresa. Una guida sulla previdenza professionale (secondo pilastro): Assicurazione obbligatoria contro gli infortuni secondo

Dettagli

Condizioni aggiuntive per l assicurazione indennità gior naliera (B, BI, C, CI) ai sensi della legge sull assicurazione malattie (CAA/LAMal)

Condizioni aggiuntive per l assicurazione indennità gior naliera (B, BI, C, CI) ai sensi della legge sull assicurazione malattie (CAA/LAMal) Condizioni aggiuntive per l assicurazione indennità gior naliera (B, BI, C, CI) ai sensi della legge sull assicurazione malattie (CAA/LAMal) Edizione 1.7.2005 www.egk.ch Condizioni aggiuntive per l assicurazione

Dettagli

4.14 Stato al 1 gennaio 2012

4.14 Stato al 1 gennaio 2012 4.14 Stato al 1 gennaio 2012 Contributo per l assistenza dell AI In generale 1 Il contributo per l assistenza permette ai beneficiari di un assegno per grandi invalidi che desiderano vivere a domicilio

Dettagli

La tutela delle lavoratrici madri

La tutela delle lavoratrici madri angela cavallo* Molte donne al giorno d oggi non conoscono ancora tutti i diritti che la legge pone a loro favore al fine di proteggerle nella delicata fase della gravidanza e al fine di supportarle nel

Dettagli

I permessi per i genitori

I permessi per i genitori I permessi per i genitori Questa materia in questione é regolata dalla legge e dal contratto nazionale. Le normative che riassumiamo si applicano ai lavoratori metalmeccanici dell'industria e dell'artigianato

Dettagli

Sicurezza sociale. Ecco come siete assicurati in Svizzera secondo la legge. (Stato: gennaio 2015) ASSICURAZIONI SOCIALI DELLA SVIZZERA

Sicurezza sociale. Ecco come siete assicurati in Svizzera secondo la legge. (Stato: gennaio 2015) ASSICURAZIONI SOCIALI DELLA SVIZZERA sozialversicherungen der Schweiz ASSICURAZIONI SOCIALI DELLA SVIZZERA Sicurezza sociale. Ecco come siete assicurati in Svizzera secondo la legge. (Stato: gennaio 2015) Prestazioni Assicurazione per la

Dettagli

Congedi per maternità paternità e parentali di Barbara Busi UIL PA Coordinamento Università Ricerca

Congedi per maternità paternità e parentali di Barbara Busi UIL PA Coordinamento Università Ricerca Congedi per maternità paternità e parentali di Barbara Busi UIL PA Coordinamento Università Ricerca Il Decreto Legislativo 26 marzo 2001, n. 151 è il Testo Unico che ha riunito e riordinato le leggi in

Dettagli

CONGEDI PARENTALI: ISTRUZIONI PER L USO

CONGEDI PARENTALI: ISTRUZIONI PER L USO CONGEDI PARENTALI: ISTRUZIONI PER L USO di avvocato Erika Lievore 1 CONGEDO di MATERNITA (EX ASTENSIONE OBBLIGATORIA) DURATA ASTENSIONE OBBLIGATORIA DAL LAVORO: 5 MESI (2 MESI PRECEDENTI E 3 MESI SUCCESSIVI

Dettagli

Indennità di perdita di guadagno. Persone aventi diritto alle indennità

Indennità di perdita di guadagno. Persone aventi diritto alle indennità 6.01 Stato al 1 gennaio 2009 perdita di guadagno Persone aventi diritto alle indennità 1 Hanno diritto alle indennità di perdita di guadagno (IPG) le persone domiciliate in Svizzera o all estero che: prestano

Dettagli

6.01 Prestazioni dell'ipg (servizio e maternità) Indennità di perdita di guadagno

6.01 Prestazioni dell'ipg (servizio e maternità) Indennità di perdita di guadagno 6.01 Prestazioni dell'ipg ( e maternità) perdita di guadagno Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Le persone che prestano nell esercito svizzero, nel di protezione civile, nel civile, nel della Croce Rossa

Dettagli

Totale dei punti ottenuti su questa pagina

Totale dei punti ottenuti su questa pagina FIAS Federazione svizzera degli impiegati delle assicurazioni sociali Commissione centrale d esame Esame professionale 2011 per l attestato di specialista in assicurazioni sociali IPG / AMat / AF Numero

Dettagli

Contratto tipo di lavoro

Contratto tipo di lavoro Contratto tipo di lavoro tra la Dr.ssa/il Dr. med. e la Sig.ra si stipula il seguente contratto di lavoro. Durata del contratto, periodo di prova 1. L assistente di studio medico (in seguito: assistente)

Dettagli

Guida all assicurazione sociale per i dipendenti. Edizione 2015

Guida all assicurazione sociale per i dipendenti. Edizione 2015 Guida all assicurazione sociale per i dipendenti Edizione 2015 Indice Introduzione...3 Cambiamento di impiego...4 Disoccupazione...6 Congedo non pagato, perfezionamento professionale, soggiorni linguistici,

Dettagli

Assicurazioni sociali. Informazioni utili sulla sicurezza sociale/

Assicurazioni sociali. Informazioni utili sulla sicurezza sociale/ ssicurazioni sociali Informazioni utili sulla sicurezza sociale/ Sistema previdenziale in Svizzera Stato gennaio 2015 Cerchia delle persone assicurate Prestazioni Basi per il calcolo dell importo delle

Dettagli

CCNL I N D U S T R I A A L B E R G H I E R A & R I S T O R A Z I O N E

CCNL I N D U S T R I A A L B E R G H I E R A & R I S T O R A Z I O N E CCNL I N D U S T R I A A L B E R G H I E R A & R I S T O R A Z I O N E PARERE CONCERNENTE L APPLICAZIONE DEL CCNL DELL INDUSTRIA ALBERGHIERA E DELLA RISTORAZIONE NEGLI ISTITUTI AFFILIATI A CURAVIVA SVIZZERA

Dettagli

Qual è la mia copertura assicurativa? Piccola guida all assicurazione obbligatoria contro gli infortuni per i lavoratori dipendenti

Qual è la mia copertura assicurativa? Piccola guida all assicurazione obbligatoria contro gli infortuni per i lavoratori dipendenti Piccola guida all assicurazione obbligatoria contro gli infortuni per i lavoratori dipendenti 2 Questo opuscolo La informa sulla Sua situazione assicurativa spiegandole se e in che misura Lei è coperto

Dettagli

Questo congedo, qualora non venga richiesto dalla madre, è riconosciuto, alle stesse condizioni,

Questo congedo, qualora non venga richiesto dalla madre, è riconosciuto, alle stesse condizioni, La Legge 53 del 2000 è intitolata Disposizioni per il sostegno della maternità e della paternità, per il diritto alla cura e alla formazione e per il coordinamento dei tempi nelle città. E una legge che

Dettagli

Contratto normale di lavoro per giovani alla pari (CNL)

Contratto normale di lavoro per giovani alla pari (CNL) 1 Estratto dal Foglio ufficiale n. 16 del 24 febbraio 1995 (Testo unico aggiornato al 1. gennaio 2015, FU 101/2014 del 19.12.2014) Contratto normale di lavoro per giovani alla pari (CNL) L ufficio cantonale

Dettagli

Titolo XXIV Gravidanza e Puerperio

Titolo XXIV Gravidanza e Puerperio Titolo XXIV Gravidanza e Puerperio Le parti, visto la Legge n 53 dell 8 Marzo 2000, concernente i Congedi Parentali, hanno convenuto sull opportunità di aggiornare la disciplina contrattuale di tale Istituto

Dettagli

Mamma & Papà al lavoro. Opportunità e diritti per un equilibrio tra tempo di lavoro e di cura dei figli

Mamma & Papà al lavoro. Opportunità e diritti per un equilibrio tra tempo di lavoro e di cura dei figli Mamma & Papà al lavoro Opportunità e diritti per un equilibrio tra tempo di lavoro e di cura dei figli Congedi per lavoratrici/lavoratori dipendenti Certificato di gravidanza Il certificato di gravidanza,

Dettagli

TUTELA E SOSTEGNO DELLA MATERNITA E DELLA PATERNITA

TUTELA E SOSTEGNO DELLA MATERNITA E DELLA PATERNITA Settore Risorse umane, salute e sicurezza TUTELA E SOSTEGNO DELLA MATERNITA E DELLA PATERNITA Riferimenti normativi: Legge 53/2000; D.Lgs. 151/2001 Ccnl 14.9.2000 Dpr 1026/76 - D.Lgs. 119/11 D.Lgs. 5/2012

Dettagli

IL CONSIGLIO DELL UNIVERSITÀ DELLA SVIZZERA ITALIANA

IL CONSIGLIO DELL UNIVERSITÀ DELLA SVIZZERA ITALIANA Regolamento sulle condizioni generali di lavoro per il corpo accademico dell Università della Svizzera italiana (del 7 luglio 000, aggiornato il 7 ottobre 00) IL CONSIGLIO DELL UNIVERSITÀ DELLA SVIZZERA

Dettagli

Giovani lavoratori SCHEDA INFORMATIVA. I. Principi fondamentali. Requisiti per il datore di lavoro. Assicurazioni. Basi legali

Giovani lavoratori SCHEDA INFORMATIVA. I. Principi fondamentali. Requisiti per il datore di lavoro. Assicurazioni. Basi legali Giovani lavoratori SCHEDA INFORMATIVA Stato: luglio 2008 www.sse-sbv-ssic.ch L ordinanza sulla protezione dei giovani lavoratori, entrata in vigore il 1 gennaio 2008, ha abbassato a 18 anni l'età di protezione

Dettagli

FIAS. Indennità di perdita di guadagno (IPG), Indennità di maternità (IPG-mat), Assegni familiari (AF)

FIAS. Indennità di perdita di guadagno (IPG), Indennità di maternità (IPG-mat), Assegni familiari (AF) FIAS Federazione svizzera degli impiegati delle assicurazioni sociali Commissione centrale d esame Esame professionale 203 Indennità di perdita di guadagno (IPG), Numero della/del candidata/o: Durata dell

Dettagli

Diventerò genitore. Istruzioni per l uso

Diventerò genitore. Istruzioni per l uso Diventerò genitore Istruzioni per l uso 1 Diventare genitore Tutela della salute della donna e del bambino è un grande evento, e ti esprimiamo tutte le nostre più vive congratulazioni. La tutela riconosciuta

Dettagli

Condizioni generali d assicurazione ai sensi della legge sull assicurazione malattie (CGA/LAMal)

Condizioni generali d assicurazione ai sensi della legge sull assicurazione malattie (CGA/LAMal) Condizioni generali d assicurazione ai sensi della legge sull assicurazione malattie (CGA/LAMal) Edizione 1.9.2015 www.egk.ch Condizioni generali d assicurazione ai sensi della legge sull assicurazione

Dettagli

Ordinanza sul personale dell Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA)

Ordinanza sul personale dell Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA) Ordinanza sul personale dell Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA) (Ordinanza sul personale FINMA) del 11 agosto 2008 Approvata dal Consiglio federale il 27 agosto 2008. L autorità

Dettagli

CGA. Assicurazione facoltativa d indennità giornaliera secondo la LAMal

CGA. Assicurazione facoltativa d indennità giornaliera secondo la LAMal CGA (Condizioni generali d assicurazione) Visana SA, sana24 SA Valide dal 2014 Assicurazione facoltativa d indennità giornaliera secondo la LAMal Indice Pagina 3 3 4 6 7 7 1. Basi 2. Rapporto d assicurazione

Dettagli

Guida pratica. A cura della Segreteria di Gruppo. Maternità e PATERNITA. I tuoi diritti all arrivo di un nuovo figlio, naturale o adottivo

Guida pratica. A cura della Segreteria di Gruppo. Maternità e PATERNITA. I tuoi diritti all arrivo di un nuovo figlio, naturale o adottivo Guida pratica A cura della Segreteria di Gruppo Maternità e PATERNITA I tuoi diritti all arrivo di un nuovo figlio, naturale o adottivo SOMMARIO GESTANTI: PERMESSI E DIRITTI... 4 Quando va comunicato lo

Dettagli

Contratto collettivo di lavoro per il settore dei contact center e call center

Contratto collettivo di lavoro per il settore dei contact center e call center Contratto collettivo di lavoro per il settore dei contact center e call center stipulato tra contactswiss Kolumbanstrasse 2 Casella postale 148 CH-9008 San Gallo e Sindacato dei media e della comunicazione

Dettagli

MATERNITÀ E CONGEDI. A cura di Monica Lattanzi (Coordinatrice Uffici Vertenze CISL USR Emilia Romagna)

MATERNITÀ E CONGEDI. A cura di Monica Lattanzi (Coordinatrice Uffici Vertenze CISL USR Emilia Romagna) MATERNITÀ E CONGEDI A cura di Monica Lattanzi (Coordinatrice Uffici Vertenze CISL USR Emilia Romagna) Astensione Obbligatoria o Congedo di Maternità La tutela accordata dalla legge alle lavoratrici madri

Dettagli

Assicurazioni sociali e lavoro a tempo parziale. assegni famiglia.

Assicurazioni sociali e lavoro a tempo parziale. assegni famiglia. Assicurazioni sociali e lavoro a tempo parziale importanti per tutti coloro che lavorano a tempo parziale e allevano figli o assistono familiari. sull AVS, l AI, la previdenza professionale, nonché sull

Dettagli

A cura di Maria Dominique Feola Ultimo aggiornamento 14 aprile 2008

A cura di Maria Dominique Feola Ultimo aggiornamento 14 aprile 2008 I genitori che lavorano hanno diritto ad una serie di benefici atti a salvaguardare la loro salute a consentire loro di conciliare le esigenze lavorative con la cura dei figli ad impedire che, sul luogo

Dettagli

Contratto normale di lavoro per il personale domestico

Contratto normale di lavoro per il personale domestico Estratto dal Foglio ufficiale n. 102 del 22 dicembre 1989 (Testo completo aggiornato al 1 o gennaio 2015, FU 101/2014 del 19 dicembre 2014; precedente aggiornamento: FU 34/2014 del 29.04.2014) Contratto

Dettagli

Legge federale sull assicurazione per l invalidità (LAI) (6 a revisione AI, secondo pacchetto di misure)

Legge federale sull assicurazione per l invalidità (LAI) (6 a revisione AI, secondo pacchetto di misure) Decisioni del Consiglio degli Stati del 19.12.2011 Proposte della Commissione del Consiglio nazionale dell 11.10.2012 (minoranza: rinvio al Consiglio federale) Legge federale sull assicurazione per l invalidità

Dettagli

Guida alla maternità Per il personale dipendente da imprese di assicurazione

Guida alla maternità Per il personale dipendente da imprese di assicurazione Federazione Nazionale Assicuratori Guida alla maternità Per il personale dipendente da imprese di assicurazione A CURA DELLA COMMISSIONE FEMMINILE...hanno collaborato: Carla Prassoli Rita Mazzarella Armando

Dettagli

Cosa si intende con il termine congedo? congedo di maternità congedo di paternità

Cosa si intende con il termine congedo? congedo di maternità congedo di paternità 1 GUIDA AI CONGEDI PER LA CONCILIAZIONE Questo testo riscritto dal Comitato Unico di garanzia della Provincia di Varese raccoglie le principali informazioni utili per orientarsi nell ambito dei congedi

Dettagli

Helsana non vi abbandona.

Helsana non vi abbandona. Helsana non vi abbandona. Affidabile competente impegnata. Copertura assicurativa su misura grazie a soluzioni modulari. Assicuriamo le aziende e i loro collaboratori contro le conseguenze di malattia

Dettagli

Progetto Labor - Linea 4 Emersì Sicurezza nei luoghi di lavoro ed Emersione del lavoro irregolare

Progetto Labor - Linea 4 Emersì Sicurezza nei luoghi di lavoro ed Emersione del lavoro irregolare Progetto Labor - Linea 4 Emersì Sicurezza nei luoghi di lavoro ed Emersione del lavoro irregolare Prevenzione e promozione della sicurezza Tutela della maternità e della paternità 1 LA TUTELA DELLA MATERNITA

Dettagli

Congedi parentali Sostegno della maternità e della paternità

Congedi parentali Sostegno della maternità e della paternità Congedi parentali Sostegno della maternità e della paternità FILLEA ARTICOLI DI LEGGE CONTROLLI PRENATALI Art. 14 L.151/2001 Sono previsti permessi retribuiti per l effettuazione di esami prenatali, accertamenti

Dettagli

Assicurazione per perdita di guadagno LCA Condizioni generali di assicurazione (CGA)

Assicurazione per perdita di guadagno LCA Condizioni generali di assicurazione (CGA) Assicurazione per perdita di guadagno LCA Condizioni generali di assicurazione (CGA) Edizione 2014 Assicurazione per perdita di guadagno LCA Condizioni generali di assicurazione (CGA) Edizione 2014 Sympany

Dettagli

ART. 26 - MALATTIA E INFORTUNIO NON SUL LAVORO (diventerà art. 32)

ART. 26 - MALATTIA E INFORTUNIO NON SUL LAVORO (diventerà art. 32) ART. 26 - MALATTIA E INFORTUNIO NON SUL LAVORO (diventerà art. 32) 1. Il lavoratore malato deve avvertire di norma l azienda prima dell inizio del suo orario di lavoro e comunque entro il primo giorno

Dettagli

Modifica del 30 giugno 2008. Il Consiglio federale svizzero decreta:

Modifica del 30 giugno 2008. Il Consiglio federale svizzero decreta: Decreto del Consiglio federale che conferisce obbligatorietà generale al contratto collettivo di lavoro per il settore privato dei servizi di sicurezza Modifica del 30 giugno 2008 Il Consiglio federale

Dettagli

Decreto del Consiglio federale 221.215.328.4 concernente il contratto normale di lavoro per il personale sanitario

Decreto del Consiglio federale 221.215.328.4 concernente il contratto normale di lavoro per il personale sanitario Decreto del Consiglio federale 221.215.328.4 concernente il contratto normale di lavoro per il personale sanitario del 23 dicembre 1971 Il Consiglio federale svizzero, visto l'articolo 359a del Codice

Dettagli

L assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie

L assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie Degna di fiducia Edizione 2012 Assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie Regolamento Art. I. In generale Contenuto 1 Base 2 Forme particolari d assicurazione 3 II. III. IV. Rapporto assicurativo

Dettagli

Indice... 1 Introduzione... 3 Per le mamme... 4

Indice... 1 Introduzione... 3 Per le mamme... 4 Indice Indice... 1 Introduzione... 3 Per le mamme... 4 Congedo di maternita... 4 Anticipazione del congedo di maternità... 4 Prolungamento del congedo di maternità... 5 Flessibilità del congedo di maternità...

Dettagli

Updates. Internazionale. Stato: 1 gennaio 2016. Revisioni. Revisioni. Centro d informazione AVS/AI. Centro d informazione AVS/AI

Updates. Internazionale. Stato: 1 gennaio 2016. Revisioni. Revisioni. Centro d informazione AVS/AI. Centro d informazione AVS/AI Updates Stato: 1 gennaio 2016 2014.10 IPG O esecuzione 2015.1 PC 55 OPGA 9a PC 56 LPC 10 I lett. a IPG 49 OPGA 9a IPG 50 OIPG 36 AF 53 OPGA 9a 2015.2 IPG 51 LIPG 1a, 11 I, 20a 2016.1 AI 195 OMAI 15.02,

Dettagli

Assicurazioni secondo la LAMal

Assicurazioni secondo la LAMal Assicurazioni secondo la LAMal Regolamento Edizione 01. 2015 Indice I Disposizioni comuni 1 Validità 2 Adesione / ammissione 3 Sospensione della copertura del rischio d infortunio 4 Effetti giuridici della

Dettagli

Informazioni per datori di lavoro e collaboratori Assicurazione obbligatoria contro gli infortuni secondo la LAINF

Informazioni per datori di lavoro e collaboratori Assicurazione obbligatoria contro gli infortuni secondo la LAINF per datori di lavoro e collaboratori Assicurazione obbligatoria contro gli infortuni secondo la LAINF Prestazioni di cura e rimborso delle spese Indennità giornaliera Rendita d invalidità Indennità per

Dettagli

LE GUIDE DELLA FABI Maternità e congedi parentali

LE GUIDE DELLA FABI Maternità e congedi parentali LE GUIDE DELLA FABI Maternità e congedi parentali 1 1. LA GRAVIDANZA 1.1. QUANDO COMUNICARE IL PROPRIO STATO La legge non stabilisce alcun obbligo di comunicare il proprio stato prima degli ultimi due

Dettagli

Cosa bisogna sapere sulla Assicurazione contro la disoccupazione

Cosa bisogna sapere sulla Assicurazione contro la disoccupazione Cosa bisogna sapere sulla Assicurazione contro la disoccupazione Cara assicurata, Caro assicurato, per facilitarle il contatto diretto con i problemi burocratici relativi alla disoccupazione e con i vari

Dettagli

Contratto normale di lavoro per il personale di vendita al dettaglio (di seguito CNLV)

Contratto normale di lavoro per il personale di vendita al dettaglio (di seguito CNLV) 1 Estratto dal Foglio ufficiale n. 50 del 22 giugno 2001 e no. 27 del 4 aprile 2003 (Testo unico aggiornato al 1. gennaio 2015, FU 101/2014 del 19.12.2014) Contratto normale di lavoro per il personale

Dettagli

Contratto collettivo di lavoro per il mestiere di parrucchiere in Svizzera

Contratto collettivo di lavoro per il mestiere di parrucchiere in Svizzera Contratto collettivo di lavoro per il mestiere di parrucchiere in Svizzera Domande: Risposte: Art. 9 Art. 28 Par. 5 Art. 34 Par. 1 lett. a Art. 34 Par. 1 lett. a Art. 37.3 Art. 40.3 Art. 40.3 sospendere

Dettagli

Modifica delle norme di tutela della maternità. Flessibilità del l congedo di maternità

Modifica delle norme di tutela della maternità. Flessibilità del l congedo di maternità Modifica delle norme di tutela della maternità È stato pubblicato sulla G.U. n. 144 del 26 giugno 2015 Supplemento ordinario n. 34, il Decreto Legislativo 15 giugno 2015, n. 80 "Misure per la conciliazione

Dettagli

uno o due passi Per ottenere una o più prestazioni sociali per lei e la sua famiglia

uno o due passi Per ottenere una o più prestazioni sociali per lei e la sua famiglia Per ottenere una o più prestazioni sociali per lei e la sua famiglia si rechi alla cancelleria del suo comune di domicilio, che la informerà sulle prestazioni sociali cantonali. Non dovrà compilare nessun

Dettagli

Ingresso e soggiorno in Europa

Ingresso e soggiorno in Europa Ingresso e soggiorno in Europa CH-4501 Soletta Dornacherstrasse 28A Casella postale 246 Telefono 032 346 18 18 Telefax 032 346 18 02 info@ch-go.ch www.ch-go.ch Indice Introduzione... 3 1. Entrata in Europa...

Dettagli

Disoccupazione e infortunio L ABC dell assicurazione

Disoccupazione e infortunio L ABC dell assicurazione Disoccupazione e infortunio L ABC dell assicurazione Le persone disoccupate con diritto all'indennità di disoccupazione sono assicurate contro gli infortuni alla Suva. In caso di infortunio è opportuno

Dettagli

Bisogni e necessità delle famiglie con almeno un bambino fra 0 e 4 anni Risultati del sondaggio

Bisogni e necessità delle famiglie con almeno un bambino fra 0 e 4 anni Risultati del sondaggio Bisogni e necessità delle famiglie con almeno un bambino fra 0 e 4 anni Risultati del sondaggio Conferenza stampa Paolo Beltraminelli Direttore DSS 17 marzo 2015 Indice 1. Perché il sondaggio? 2. Questionario

Dettagli

CONGEDI PARENTALI UNA GUIDA A TUTTE LE AGEVOLAZIONI DELLA NUOVA LEGGE

CONGEDI PARENTALI UNA GUIDA A TUTTE LE AGEVOLAZIONI DELLA NUOVA LEGGE CONGEDI PARENTALI UNA GUIDA A TUTTE LE AGEVOLAZIONI DELLA NUOVA LEGGE * QUALI SONO I NUOVI DIRITTI E LE NUOVE OPPORTUNITA PER I NEO-GENITORI? ASPETTATIVA OBBLIGATORIA: - Resta l aspettativa obbligatoria

Dettagli