Azienda ULSS 4 Alto Vicentino CARTA DEI SERVIZI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Azienda ULSS 4 Alto Vicentino CARTA DEI SERVIZI"

Transcript

1 Azienda ULSS 4 Alto Vicentino CARTA DEI SERVIZI Aggiornamento Luglio 2015

2 INDICE Sezione 1 ULSS 4 ALTO VICENTINO Presentazione dell ULSS 4 Fini istituzionali 4 Dove siamo 5 Organizzazione 6 Sezione 2 I servizi dell ULSS L assistenza sanitaria per tutti 7 Iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale 7 Il medico di famiglia e il pediatra di libera scelta 8 Scelta e revoca del medico di famiglia e del pediatra di libera scelta 8 Cambio di residenza 9 L assistenza sanitaria per gli italiani non residenti 9 L assistenza sanitaria ai cittadini stranieri 10 Cittadini extra Unione Europea senza permesso di soggiorno 10 L assistenza sanitaria all estero 11 La Tessera Europea di Assicurazione Malattia - TEAM 12 Visite specialistiche ed esami 13 Prenotazioni e casse 14 Disdire la prenotazione 14 Poliambulatori 15 Il ticket per visite ed esami 16 Libera professione 17 Il ritiro dei referti 18 Prelievi di sangue 19 Certificati medico-legali 21 L emergenza 22 Continuità Assistenziale (ex guardia medica) 22 Il Il Pronto Soccorso 23 OBI (osservazione breve intensiva) 24 Il ricovero in ospedale 25 Ricovero presso strutture private 26 Ricovero e cure presso Centri di altissima specializzazione all estero 26 L Ospedale Alto Vicentino 27 Ingresso in Ospedale e parcheggi 27 Reparti e Servizi 28 Riconoscimento operatori 28 In caso di ricovero 29 Orari pasti e di visita 29 Servizi di comfort e di supporto 30 Consenso informato, riservatezza, informazioni mediche 31 Regole di comportamento 31 Dimissione 32 Distribuzione diretta farmaci 32 Ospedale senza dolore 33 Accompagnamento alla morte 33 Dichiarazione di volontà alla donazione di organi e tessuti 33 Richiedere la cartella clinica 34

3 Prevenzione e tutela della salute 35 Le vaccinazioni 35 Vaccinazioni pediatriche 35 Vaccinazioni per le adolescenti e le donne in età fertile 35 Vaccinazioni per adulti e per la terza età 36 Viaggiare protetti 36 Le malattie sessualmente trasmissibili 37 Gli screening oncologici 38 Tutela della salute e della sicurezza negli ambienti di vita 40 Servizio Igiene e Sanità Pubblica 40 Tutela della salute e della sicurezza negli ambienti di lavoro 41 Igiene degli alimenti e della nutrizione 42 Igiene degli alimenti di origine animale 42 Igiene degli allevamenti e delle produzioni zootecniche 43 Convivere con gli animali 43 Educazione alla Salute 44 Promozione della Salute delle Comunità Locali 44 Medicina dello Sport 44 Percorsi particolari 45 Per le donne 45 Consultorio familiare 45 Diventare mamma 46 Parto senza dolore 46 Corsi di preparazione al parto 47 Senologia e Centro Donna 47 Servizio di accompagnamento malati oncologici «Vieni con noi» 48 Per i bambini 49 Il pediatra di libera scelta 49 Servizi territoriali e di prevenzione per la tutela dell età infantile 49 Centri vaccinali e pediatria di comunità 49 Affidi e adozioni 50 Neuropsichiatria infantile e psicologia dell età evolutiva 50 Tutela dei minori 51 Per i giovani 51 Spazio Teenager 51 Per gli anziani 52 Anziani non autosufficienti 52 Le dimissioni dall ospedale e il percorso di continuità assistenziale 53 L Unità Valutativa Multidimensionale Distrettuale (UVMD) 54 Per i disabili 55 L invalidità civile, la cecità civile e la sordità 55 Accertamento dell handicap 57 I percorsi riabilitativi 58 L assistenza protesica e integrativa 59 Fornitura di prodotti dietetici e farmaci 61 L assistenza domiciliare 63 Centrale Unica Operativa 64 Le Cure Palliative 65 L assistenza infermieristica ambulatoriale 65 La salute psicologica 66 La salute mentale 66

4 Dipendenze patologiche 67 Disturbi del comportamento alimentare (DCA) 68 L assistenza farmaceutica 70 Il ticket farmaceutico 71 La donazione di sangue, organi, tessuti e cellule 73 SEZIONE 3 Principi Fondamentali 74 Diritti e doveri del cittadino 74 L Ufficio Relazioni con il Pubblico 76 Il Regolamento di Pubblica Tutela 76

5

6

7

8 SEZIONE I PRESENTAZIONE DELL AZIENDA Presentazione L Azienda Sanitaria ULSS n. 4 Alto Vicentino è stata istituita con Legge Regionale n. 56/1994 a decorrere dal 1 gennaio L Azienda, ai sensi e per gli effetti dell art. 3, comma 1-bis, del D. Lgs. n. 229/1999, è dotata di personalità giuridica di diritto pubblico e gode di autonomia imprenditoriale, allo scopo di perseguire i propri fini istituzionali. L ambito territoriale dell Azienda ULSS 4 è di 660,48 Kmq e comprende 32 Comuni, distribuiti in un Distretto Socio Sanitario unico. Il numero degli assistiti è di (popolazione al ), tra cittadini residenti e domiciliati. L ULSS 4 fornisce le risposte ai bisogni di salute dei cittadini attraverso il Dipartimento di Prevenzione, il Distretto Sanitario e l Ospedale. IL DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE: è la struttura organizzativa preposta all organizzazione e alla promozione delle attività di prevenzione primaria in ambiente di vita e di lavoro e di sanità pubblica veterinaria. IL DISTRETTO SOCIO SANITARIO: svolge una funzione di direzione, coordinamento e integrazione della rete dei servizi del territorio e assicura i servizi territoriali, direttamente o attraverso i dipartimenti operanti sul territorio. L OSPEDALE: è la struttura organizzativa che assicura le prestazioni in regime di degenza, nonché le prestazioni ambulatoriali specialistiche delle branche mediche e chirurgiche. Fini istituzionali L Azienda è responsabile del soddisfacimento dei bisogni di tutela della salute e socio-sanitari nel territorio di competenza. La sua missione consiste nel promuovere, mantenere e migliorare lo stato di salute, sia individuale che collettivo, della popolazione residente e comunque presente a qualsiasi titolo nel proprio ambito territoriale, garantendo l accesso a tutta la gamma dei processi socio-sanitari ricompresi nei Livelli Essenziali di Assistenza. 4

9 Dove siamo SEDE ULSS La sede legale dell Unità Locale Socio Sanitaria (ULSS) n. 4 "Alto Vicentino" è in Via BOLDRINI, 1 (ex ospedale) THIENE (VI). OSPEDALE ALTO VICENTINO L ospedale è situato a Santorso in Via Garziere, 42 Come raggiungere l ospedale in auto da Schio A)dalla zona del Campo Romano proseguire fino alla rotatoria che porta a Zanè, girare a sinistra in direzione di Santorso. Imboccata la via si intravede l ospedale. Alla rotatoria successiva girare a sinistra. B)dalla zona industriale di Schio, dirigendosi verso Santorso, percorrere Via Veneto e girare a destra in Via Garziere. in auto da Thiene A)dal casello dell autostrada prendere la tangenziale che porta a Schio. Giunti alla rotatoria prendere la seconda uscita, per Santorso. Alla rotatoria successiva girare a sinistra. B)Thiene zona Centro Sanitario Polifunzionale (ex ospedale): dal centro commerciale Emisfero proseguire per Zanè. Giunti alla rotatoria che porta a Schio o Santorso. Prendere la prima uscita a destra. Alla rotatoria successiva girare a sinistra. con i mezzi pubblici Autobus di linea n. 36 (Schio-Piovene Rocchette-Cogollo) Autobus di linea n. 37 (Schio-Piovene Rocchette-Arsiero) Autobus di linea n. 84 (Thiene-Ospedale) DISTRETTO Centro Sanitario Polifunzionale Via Boldrini,1 THIENE (ex ospedale) Casa della Salute Via De Lellis,1 SCHIO (ex ospedale) Arsiero Via Cartari, 1 Breganze Via Pieve Malo Largo Palladio, 9 Piovene Rocchette Piazzale Vittoria, 70 Zugliano Via E. Fermi DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE Centro Sanitario Polifunzionale Via Boldrini, 1 THIENE (ex ospedale) 5

10 AZIENDA U.L.S.S. N. 4 ALTO VICENTINO DIRETTORE GENERALE DIRETTORE AMMINISTRATIVO DIRETTORE SANITARIO DIRETTORE SERVIZI SOCIALI e della FUNZIONE TERRITORIALE SERVIZI DI STAFF SERVIZI DI STAFF SERVIZI DI STAFF SERVIZIO MEDICINA LEGALE E QUALITA DIREZIONE AMMINISTRATIVA DI OSPEDALE E TERRITORIALE DIREZIONE PROFESSIONII SANITARIE OSPEDALE DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE RISCHI SUL LAVORO UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO AFFARI GENERALI E LEGALI DIPARTIMENTO AMMINISTRATIVO GESTIONALE SERVIZIO PERSONALE DIPARTIMENTO TECNICO INFORMATICO SERVIZIO PROVVEDITORATO - ECONOMATO SERVIZIO FARMACIA SERVIZIO FARMACEUTICO TERRITORIALE SERVIZIO EPIDEMIOLOGICO DISTRETTO SOCIO SANITARIO DIPARTIMENTO DIPENDENZE DIPARTIMENTO SALUTE MENTALE UFFICIO PER LA FORMAZIONE DEL PERSONALE SERVIZIO FINANZIARIO SERVIZIO TECNICO SERVIZIO CONTROLLO DI GESTIONE UFFICIO INGEGNERIA CLINICA LEGENDA MACRO-STRUTTURE DIPARTIMENTI SERVIZIO RISORSE INFORMATICHE UNITÀ OPERATIVE COMPLESSE UNITÀ OPERATIVE SEMPLICI A VALENZA DIPARTIMENTALE UNITÀ OPERATIVE SEMPLICI UFFICI 6

11 SEZIONE II - PRESTAZIONI, SERVIZI, ACCESSO L assistenza sanitaria per tutti Istruzioni e indirizzi per iscriversi al Servizio Sanitario Nazionale, scegliere il medico di famiglia e il pediatra di libera scelta. Che cosa sono la tessera sanitaria e la nuova tessera TEAM. E in più, le norme per i cittadini stranieri e per ricevere assistenza sanitaria all estero. Iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale Per avere diritto all assistenza sanitaria, i cittadini italiani hanno l obbligo di iscriversi al Servizio Sanitario Nazionale (SSN). Al momento dell iscrizione è rilasciata la tessera sanitaria individuale, che deve essere esibita per fruire dei servizi. In caso di smarrimento o furto, su presentazione di apposita domanda, è rilasciato un duplicato. L iscrizione deve essere effettuata dall interessato (o da un familiare o da un soggetto anagraficamente convivente) presso il proprio Distretto socio-sanitario di residenza, presentando il codice fiscale del soggetto interessato. DOVE SEDI DISTRETTUALI Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Arsiero Via Cartari 1 Tel Breganze Via Pieve Tel :30-13:00 10:00-13:00 14:00-16:00 08:30-13:00 10:00-13:00 14:00-16:00 08:30-13:00 Malo Largo Palladio 9 Tel Piovene Rocchette Piazzale Vittoria 70 Tel Schio Casa della Salute (ex ospedale) Via De Lellis,1 Tel Thiene Centro Sanitario Polifunzionale (ex ospedale) Via Boldrini Tel Zugliano Via E. Fermi Tel

12 Il medico di famiglia e il pediatra di libera scelta L iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale garantisce l assistenza medica primaria da parte del medico di famiglia o del pediatra di libera scelta (per la fascia di etàda0a14 anni), che rappresentano il primo riferimento per la salute dei cittadini. L attività del medico di famiglia e del pediatra di libera scelta comprende: visite mediche ambulatoriali; visite mediche domiciliari; prescrizioni di farmaci; vaccinazione antinfluenzale; richieste di visite specialistiche ed esami; proposta di ricovero e di cure termali; rilascio di certificati legali gratuiti o a pagamento; assistenza domiciliare integrata (ADI) e assistenza domiciliare programmata (ADP). Vedi il capitolo L assistenza domiciliare ; prestazioni professionali varie (medicazioni, vaccinazione antitetanica, rimozione punti di sutura, ecc.). QUANDO Il medico di famiglia e il pediatra di libera scelta prestano attività in ambulatorio da lunedì a venerdì, secondo l orario che ciascuno espone nel proprio studio. Per gli utenti impossibilitati a recarsi in studio, la visita domiciliare, se richiesta entro le 10 (sabato compreso), sarà effettuata in giornata. Le richieste pervenute dopo tale ora potranno essere effettuate entro le 12 del giorno successivo. Scelta e revoca del medico di famiglia e del pediatra di libera scelta Il rapporto tra il cittadino e il medico di famiglia (o il pediatra di libera scelta) è fondato sulla fiducia. Al momento dell iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale, il cittadino ha quindi diritto a scegliere il proprio medico, tra quelli inseriti in un apposito elenco di cui può prendere visione presso le sedi del proprio Distretto (vedi in questo capitolo, al paragrafo Iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale ) purché non abbiano superato il numero massimo di assistiti. La scelta del medico di famiglia e del pediatra di libera scelta può essere revocata in qualsiasi momento, per effettuarne una nuova. Per i bambini tra i 6 e i 14 anni: i genitori possono decidere per i propri figli se affidarsi al medico di famiglia o al pediatra. È necessario presentare i seguenti documenti: tessera sanitaria cartacea; codice fiscale; documento di identità. In caso di impossibilità a recarsi direttamente agli sportelli il diretto interessato può incaricare un altra persona, tramite delega scritta. Oltre alla delega è necessario presentare documento di identità del delegante (fotocopia) e del delegato (originale). DOVE Sedi di Distretto (vedi in questo capitolo, al paragrafo L iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale ) pag. 7 8

13 Scelta del Medico di altro Distretto / ULSS La scelta del medico al di fuori del territorio dell'ulss viene definita "scelta in deroga". Con tale procedura, l ULSS può consentire, sentito il parere del Comitato Consultivo e dopo aver acquisito l autorizzazione del Medico scelto, l iscrizione di un cittadino nelle liste di un Medico appartenente ad altro Distretto della nostra Azienda o ad altra ULSS. La domanda deve essere presentata al distretto di appartenenza e motivata da ragioni di vicinanza o di migliore viabilità, quando la residenza del cittadino è limitrofa al territorio di altra ULSS, o da gravi e obiettive circostanze che ostacolino lanormale erogazione dell'assistenza. Cambio di residenza Normalmente all atto del cambio della residenza si deve scegliere un nuovo medico, fatto salvo il diritto alla continuità assistenziale. In caso di trasferimento del cittadino in un Comune diverso ma nell ambito della stessa ULSS potrà essere garantita la continuità dell assistenza presso il suo medico di fiducia. E necessario chiedere al medico formale autorizzazione scritta dapresentare agli sportelli del distretto. In questi casi l ULSS invia al cittadino ed al suo medico apposita comunicazione. E necessario presentare i seguenti documenti: autocertificazione su apposito modulo debitamente compilata, datata e sottoscritta dall interessato (si consiglia di compilare il modulo nelle parti di interesse prima dell accesso allo sportello: questo consentirà di abbreviare ulteriormente i tempi della prestazione) ricevuta rilasciata dal Comune attestante l avvenuta presentazione della domanda di residenza; tessera sanitaria regionale; tessera sanitaria nazionale (quella di plastica azzurra) DOVE Sedi di Distretto (vedi in questo capitolo, al paragrafo L iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale ) pag. 7 L assistenza sanitaria per gli italiani non residenti I cittadini italiani residenti in altre ULSS venete o fuori regione, che soggiornano temporaneamente sul territorio dell ULSS 4 per un periodo superiore a 3 mesi, hanno diritto all assistenza sanitaria e possono essere autorizzati a effettuare la scelta del medico, valutate le ragioni della loro permanenza sul territorio di competenza della ULSS. Nel caso invece di soggiorni inferiori ai 3 mesi, in caso di necessità, ci si può rivolgere a un medico di famiglia o a un pediatra di libera scelta, pagando al termine della visita la prestazione ricevuta direttamente al professionista. Al rientro presso la propria residenza, gli appartenenti alle seguenti categorie possono chiedere il rimborso parziale alla propria ULSS di appartenenza, dietro presentazione della fattura rilasciata: minori di anni 6; ultrasessantacinquenni il cui reddito sia inferiore a euro ,98 lordi l anno; cittadini portatori di handicap il cui grado di invalidità sia pari o superiore al 67 per cento. 9

14 L iscrizione temporanea deve essere effettuata dall interessato (o da un familiare o da un soggetto anagraficamente convivente), presentando i seguenti documenti: tessera sanitaria dell ULSS di residenza; codice fiscale. L iscrizione temporanea è annuale ed è rinnovabile se rimangono valide le condizioni per le quali è stata rilasciata l autorizzazione. DOVE Sedi di Distretto (vedi in questo capitolo, al paragrafo Iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale ) pag. 7 L assistenza sanitaria ai cittadini stranieri La normativa definisce i casi in cui la loro iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale (SSN) è obbligatoria o volontaria. Il cittadino straniero iscritto al SSN ha diritto alle stesse prestazioni garantite ai cittadini italiani. L iscrizione è obbligatoria nei seguenti casi: cittadini dell Unione Europea nei casi previsti dalla normativa vigente (Decreto Legislativo 6 febbraio 2007, n. 30); cittadini stranieri non appartenenti all Unione Europea regolarmente soggiornanti che abbiano in corso regolari attività di lavoro subordinato o autonomo o siano iscritti nelle liste di collocamento; cittadini stranieri regolarmente soggiornanti o che abbiano richiesto il rinnovo del titolo di soggiorno per: lavoro subordinato, lavoro autonomo, motivi familiari, asilo politico e umanitario, attesa adozione e affidamento, acquisto di cittadinanza e motivi di salute. Agli stranieri regolarmente soggiornanti, ma non iscritti al SSN, sono assicurate nelle strutture sanitarie pubbliche, equiparate o private accreditate: le prestazioni ospedaliere urgenti (in via ambulatoriale, in regime di ricoveroodi day hospital), per le quali devono essere corrisposte le relative tariffe regionali al momento della dimissione; le prestazioni sanitarie di elezione, previo pagamento delle relative tariffe regionali. Per i cittadini stranieri regolarmente soggiornanti in Italia in modo temporaneo valgono le stesse regole previste per i cittadini italiani che si recano temporaneamente all estero (vedi in questo capitolo, al paragrafo Assistenza sanitaria all estero ). DOVE Sedi di Distretto (vedi in questo capitolo, al paragrafo Iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale ) pag. 7 Cittadini extra unione europea senza permesso di soggiorno Ai cittadini stranieri non in regola con le norme relative all ingresso e al soggiorno sono assicurate, nelle strutture pubbliche del Servizio Sanitario Nazionale, le seguenti prestazioni sanitarie: le cure ambulatoriali e ospedaliere urgenti o comunque essenziali, anche se continuative, per malattia e infortunio. Per cure essenziali si intendono le prestazioni diagnostiche e terapeutiche relative a patologie non pericolose nel breve termine, ma che nel tempo potrebbero determinare maggiore danno alla salute o rischi per la vita (complicanze, cronicizzazioni o aggravamenti); la tutela della gravidanza e della maternità; l assistenza per l interruzione volontaria della gravidanza; la tutela della salute del minore; 10

15 le vaccinazioni previste dalla normativa nazionale e nell ambito di interventi di prevenzione collettiva autorizzati dalla Regione; le vaccinazioni internazionali; la profilassi, la diagnosi e il trattamento delle malattie infettive; gli interventi per la tossicodipendenza. Le prestazioni sanitarie sopra citate sono a totale carico dei cittadini stranieri. Lo stato di indigenza, attestato al momento dell assegnazione del codice STP (Stranieri temporaneamente presenti), esenta lo straniero dal pagamento dell intera prestazione a tariffa regionale piena, ma non lo esenta dal pagamento del ticket. Lo straniero indigente è esonerato dal ticket negli stessi casi previsti per i cittadini italiani. Non essendo iscritti né iscrivibili al Servizio Sanitario Nazionale, gli stranieri con tesserino STP non possono usufruire del medico di famiglia e del pediatra di libera scelta. Per le prestazioni di primo livello (prima visita e prescrizioni per accertamenti e consulenze specialistiche) possono comunque rivolgersi agli ambulatori diprimolivello istituiti dalle ULSS, dalle Aziende Ospedaliere, dagli Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS) e dai Policlinici universitari. In particolare, per la prima accoglienza dell età pediatrica, è possibile usufruire degli ambulatori pediatrici ospedalieri, dei consultori pediatrici, dei consultori familiari. Allo straniero privo del permesso di soggiorno è rilasciato dagli sportelli delle sedi distrettuali un apposito tesserino con un codice regionale a sigla STP (Straniero temporaneamente presente), che deve essere esibito per usufruire delle prestazioni sanitarie alle quali si ha diritto. Il tesserino ha validità semestrale ed è rinnovabile in caso di permanenza dello straniero. L utilizzo dei servizi sanitari non comporta alcuna segnalazione alla Polizia giudiziaria da parte degli operatori sanitari. L assistenza sanitaria all estero Se ci si reca all estero per vacanza o per un viaggio di lavoro o studio, si può avere l assistenza sanitaria secondo le seguenti modalità: nei Paesi dell Unione Europea (UE), SEE (Islanda, Liechtenstein, Norvegia) e in Svizzera: è sufficiente portare con sé la Tessera Europea di Assicurazione Malattia TEAM (vedi il box alla fine di questo paragrafo), che permette di ricevere le cure sanitarie necessarie (e non solo le cure urgenti che venivano assicurate in precedenza dal modello E111) a parità di condizioni con i cittadini del Paese ospitante; nei Paesi extra UE con i quali esistono accordi bilaterali (Argentina, Australia, Brasile, Capoverde, Croazia, Bosnia-Erzegovina, Macedonia, Serbia-Montenegro, Principato di Monaco, San Marino, Tunisia): si può godere dell assistenza sanitaria solamente se si rientra nelle categorie e nelle situazioni previste dalla convenzione. È dunque opportuno informarsi presso l ULSS prima di partire e dotarsi, compilando l apposita domanda, dei moduli necessari, che sono diversi per i vari Paesi; nei Paesi extra Ue con i quali non esistono accordi bilaterali: ogni prestazione sanitaria dovrà essere pagata dal cittadino, a costi che possono essere elevatissimi. Per questo motivo, prima della partenza, è consigliabile stipulare una polizza assicurativa privata, che preveda la copertura delle cure sanitarie. DOVE Sedi di Distretto (vedi in questo capitolo, al paragrafo Iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale ) pag. 7 11

16 Tessera Europea Assicurazione Malattia (TEAM) Con le decisioni n. 189, 190 e 191 del 18 giugno 2003, l Unione Europea ha disposto l introduzione progressiva, a partire dal 1 giugno 2004 della Tessera Europea di Assicurazione Malattia (TEAM). La tessera, rilasciata dal Ministero delle Finanze, è leggibile anche dalle persone non vedenti grazie ai caratteri braille. La TEAM non sostituisce la vecchia tessera sanitaria cartacea. La TEAM ha validità 5 anni. E valida sull intero territorio nazionale e permette di ottenere prestazioni sanitarie in tutti gli stati dell Unione Europea, nonché in Norvegia, Islanda, Liechtestein e Svizzera, sostituendo il vecchio modello cartaceo E111. Non può essere invece utilizzata nel caso di trasferimenti programmati all estero per ricevere cure in centri di alta specializzazione. La tessera è personale e contiene, oltre ai dati anagrafici, anche il codice fiscale del cittadino, che deve essere riportato su ogni ricetta di prescrizione di farmaci, visite ed esami specialistici, ricoveri e cure termali. Deve essere obbligatoriamente mostrata al farmacista insieme alla prescrizione del medico. Dal 1 gennaio 2008 è entrata in vigore la normativa che impone l'obbligo di emissione di scontrino fiscale "parlante" per la certificazione dell'acquisto dei farmaci da utilizzare ai fini della detrazione Irpef. In esso sono riportati il codice fiscale dell'acquirente, tipologia e quantità dei farmaci comprati. Per il rilascio dello "scontrino parlante" bisogna avere con sé, al momento dell' acquisto, la propria TEAM oppure si può comunicare il proprio codice fiscale. La TEAM è inviata a tutti i cittadini iscritti al Servizio Sanitario Nazionale all ultimo domicilio fiscale risultante all Anagrafe tributaria. Nel caso in cui il cittadino non abbia ricevuto, smarrisca o deteriori la tessera può chiederne un duplicato presso l Agenzia delle entrate, presso le sedi di Distretto (vedi in questo capitolo alla voce Iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale ) o via Internet all indirizzo 12

17 Visite specialistiche ed esami Come accedere alle visite specialistiche, agli accertamenti diagnostici e agli esami di laboratorio: documenti necessari, prenotazione, indirizzi e orari. Chi è esente dal ticket e le modalità di accesso alle prestazioni in libera professione dei medici. Tempi di attesa Per ottenere una visita, una prestazione specialistica o diagnostica a carico del SSN, di norma è necessaria la prescrizione del medico di famiglia. In caso di richiesta di prima visita o prime prestazioni diagnostico/terapeutiche la prescrizione deve riportare anche la classe di priorità della prestazione. La ricetta del medico dovrà indicare la diagnosi o il sospetto diagnostico. Qualoralaricettanon contenga alcuna indicazione sulla classe di priorità assegnata o sulla diagnosi/sospetto diagnostico la richiesta sarà sempre considerata come riconducibile alla classe C. Per prima visita s intende quella in cui il problema del cittadino è affrontato per la prima volta ed in cui viene predisposta una documentazione scritta (cartella ambulatoriale o scheda). Sono considerate prime visite anche quelle effettuate a pazienti noti, affetti da malattie croniche, che presentino una fase di riacutizzazione tale da rendere necessaria una rivalutazione complessiva ed un riaggiustamento della terapia. Classi di priorità Il tempo di erogazione decorre dalla data in cui il cittadino si presenta o richiedelaprestazione ed è il seguente: Classe U = Urgente. Recarsi direttamente al Pronto Soccorso Classe B = Breve. Prestazione da erogarsi entro 10 giorni. Per la classe B, l Azienda ULSS 4 ha attivato percorsi di accesso diretto ai servizi in caso di RX torace o scheletro per sospetta frattura, elettrocardiogramma, visita dermatologica Classe D = Differibile. Visite specialistiche da erogarsi entro 30 giorni ed esami diagnostici entro 60 giorni Classe P = Programmabile. Prestazioni da erogarsi entro 180 giorni per verifiche cliniche programmabili che non condizionano nell'immediato lo stato di salute. Attenzione Se non è una prima visita o un primo esame di accertamento diagnostico,se il cittadino non è assistito dall'ulss 4, in caso di rifiuto del primo appuntamento disponibile in agenda o se la prestazione non è tra quelle previste dalla Regione Veneto (indicate nell'allegato A della DGRV 600 del 13/03/2007), la prestazione rientra automaticamente in classe P. Classi Priorità (DGR 600/07) Standard regionale tempi erogazione Classi su ricetta SSN Legenda Classi Riportate su ricettario SSN Visite e/o Prestazioni Prestazioni strumentali A 10 gg B B = Breve A 10 gg B B = Breve Visite B 30 gg D D = Differibile Prestazioni strumentali Visite e prestazioni B 60 gg D D = Differibile C 180 gg P P = Programmato U U = Urgente. Visite da effettuare in Pronto Soccorso Classi di priorità controlli successivi Per i controlli successivi non sono previste priorità. Essi vengono garantiti secondo le indicazioni del Medico di famiglia o dello Specialista. 13

18 Prenotazioni e casse L accesso alle prestazioni sanitarie è, di regola, subordinato ad un appuntamento. Fanno eccezione le prestazioni di urgenza ed emergenza. Il CUP (Centro Unico di Prenotazione) è il servizio aziendale che permette al cittadino di prenotare le visite e le prestazioni specialistiche, in regime di SSN. Come prenotare 1. di persona agli sportelli CUP Santorso Ospedale Alto Vicentino Via Garziere n. 42 Schio Casa della Salute (ex ospedale) Via De Lellis, 1 Thiene Centro Sanitario Polifunzionale (ex ospedale) Via Boldrini, 1 dal lunedì al venerdì, dalle ore 8:00 alle ore 18:00 dal lunedì al venerdì, dalle ore 8:00 alle ore 12:30 e dalle 13:30 alle 16:00 Sportelli non abilitati per la prenotazione delle prestazioni in libera professione lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì ARSIERO Sede distrettuale Via Cartari 1 Tel :00-18:00 10:00-13:00 10:00-13:00 e 14:00-17:00 7:30-13:00 MALO Sede distrettuale Largo Palladio 9 Tel :00-13:00 08:00-13:00 e 14:00-18:00 08:00-13:00 08:00-13:00 e 14:00-18:00 08:00-13:00 PIOVENE Sede distrettuale Piazzale Vittoria, 70 Tel :00-13:00 10:00-13:00 e 14:00-17:00 10:00-13:00 e 14:30-18:00 10:00-13:00 10:00-13:00 2. telefonicamente: numero Il servizio è attivo dal lunedì al venerdì dalle 8:00 alle 17:30 Documenti necessari per la prenotazione la prescrizione del medico (ricetta). In caso di esenzione per patologia, verificare che il Medico abbia inserito nella prescrizione il codice di esenzione della propria patologia la tessera sanitaria cartacea e la tessera europea di Assicurazione Malattia -TEAM (tessera plastificata blu) una penna per annotare i dati comunicati dall'operatore (è necessario annotare, oltre alla data, l'ora ed il luogo in cui si usufruirà della prestazione) ATTENZIONE: l'eventuale ticket deve essere pagato prima dell erogazione della prestazione, all'atto della prenotazione o il giorno dell'appuntamento. 3. via mail o fax utilizzando il modulo presente nel sito aziendale (non per esami di laboratorio): https://secure.ulss4.veneto.it/web/ulss4/ospedale/prenotare_visite/modulo_ssn Disdire la prenotazione Per le prestazioni convenzionate con il SSN è necessario disdire le prenotazioni almeno 3 giorni prima (compresi i giorni festivi) della data di prestazione, altrimenti viene addebitato il ticket. telefonare al numero verde (attivo 24 ore su 24). Risponderà un operatore virtuale scrivere le informazioni richieste all'indirizzo di persona agli sportelli CUP Sono necessarie le seguenti informazioni: data di nascita, cognome e nome, prestazione, data appuntamento prestazione. 14

19 Poliambulatori Nel giorno prenotato il cittadino si presenterà presso la segreteria del poliambulatorio dove l operatore dedicato controllerà l impegnativa del medico, l eventuale esenzione e\o il pagamento del ticket e lo indirizzerà nella sala d attesa corrispondente. Se la segreteria dovesse essere chiusa, nel foglio riscontro prenotazione sarà indicato il numero dell ambulatorio dove presentarsi. Il controllo della documentazione verrà fatto dal personale dedicato all ambulatorio in questione. DOVE Santorso Ospedale Alto Vicentino Via Garziere, 42 Poliambulatorio 1 : Primo Piano Tel dalle 8:00 alle 20:00, fax Poliambulatorio 2: Primo Piano Tel dalle 8:00 alle 17:00, fax Ambulatori: Allergologia, Anestesia, Cardiologia, Chirurgia, Dermatologia, Logopedia, Medicina, Neurologia, Oculistica, Oncologia, Ortopedia, Ostetricia/Ginecologia, Otorino, Pediatria (0-16 anni), Pneumologia, Reumatologia, Ambulatorio Infermieristico Stomie Schio Casa della Salute (ex ospedale) Via De Lellis, 1 Gli ambulatori polispecialistici sono collocati al Piano Terra dietro l ufficio cassaprenotazioni. Ambulatori: Cardiologia, dermatologia, medicina pubblica, neurologia, oculistica, otorinolaringoiatria (ORL) Thiene Centro Sanitario Polifunzionale (ex ospedale) Via Boldrini, 1 Gli ambulatori polispecialistici sono collocati al primo piano sopra la portineria, gli ambulatori odontoiatrici al piano terra di fronte alla portineria Ambulatori esami audiometrici, cardiologia, dermatologia, infermieristico, infortuni sul lavoro, medicina pubblica, neurologia, oculistica, odontoiatria, ostetricia-ginecologia, otorinolaringoiatria (ORL), scienze dietetiche Riconoscimento operatori Gli operatori si possono identificare dal cartellino di riconoscimento dove sono riportati nome, cognome e qualifica. Qualora questo manchi è possibile chiedere al personale di qualificarsi. 15

20 Il ticket per visite ed esami Le visite e gli accertamenti diagnostici prevedono il pagamento di un ticket, il costo che la legge prevede a carico del cittadino per usufruire di prestazioni specialistiche, quale contributo o partecipazione alla spesa. Il ticket che può essere al massimo di 36,15 euro per ricetta. Ciascuna ricetta può contenere fino a 8 prestazioni della stessa branca specialistica. Fanno eccezione le prestazioni di medicina fisica e riabilitazione, per le quali ciascuna ricetta può contenere fino a 3 tipologie di prestazioni terapeutiche, per un massimo di 36 sedute. DOVE Il pagamento del ticket, se dovuto, si effettua tramite i Punti automatici di emissione ticket presenti in tutti i principali presidi dell ULSS (ospedali e poliambulatori). La ricevuta che attesta l avvenuto pagamento deve essere presentata quando si effettua la prestazione. CUP AZIENDALI CUP Casa della Salute (ex ospedale) Schio Via San Camillo De Lellis,1 CUP Centro Sanitario Polifunzionale (ex ospedale) Thiene Via Boldrini, 1 CUP Ospedale Via Garziere, 42 Santorso Pronto Soccorso Ospedale Via Garziere, 42 Santorso Orari: dal lunedì al venerdì, dalle 8:00 alle ore 12:30 e dalle 13:30 alle 16:00 Le casse automatiche sono usufruibili dalle 6.30 al dal lunedì al venerdì per i pagamenti in contanti e bancomat (NO carta di credito) Orari: dal lunedì al venerdì, dalle 8:00 alle ore 12:30 e dalle 13:30 alle 16:00 Le casse automatiche sono usufruibili dalle 6.30 al dal lunedì al venerdì per i pagamenti in contanti e bancomat (NO carta di credito) Orari: dal lunedì al venerdì, dalle 8:00 alle ore 18:00. I pagamenti tramite bancomat o carta di credito dalle ore 8:00 alle ore 18:00, mentre i pagamenti in contanti sono eseguibili dalle ore 8:00 alle ore e dalle ore 14:00 alle ore 17:00. Il sabato dalle 7:00 alle ore 9:45 per pagamenti bancomat o carta di credito, i pagamenti tramite contanti si dovranno seguire tramite le casse automatiche. Le casse automatiche sono usufruibili 7 giorni su 7, 24 ore al giorno e accettano sia contanti che bancomat (NO carta di credito) Cassa automatica con possibilità di pagamento in contanti e bancomat Sportelli nel Territorio Orari Sede distrettuale lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì ARSIERO Via Cartari 1 Tel BREGANZE Via Pieve Tel : MALO Largo Palladio 9 Tel PIOVENE Piazzale Vittoria, 70 Tel ZUGLIANO Via Fermi Tel

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione.

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione. L erogazione dell assistenza in favore dei cittadini stranieri non può prescindere dalla conoscenza, da parte degli operatori, dei diritti e dei doveri dei cittadini stranieri, in relazione alla loro condizione

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITA DI PADOVA PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI Preparato da Gruppo di Lavoro Ambulatori Clinica Ostetrico- Ginecologica Verificato da Servizio Qualità Verifica per

Dettagli

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda)

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) LE DOMANDE (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) 1. LA NUOVA MODALITÀ 1.1 Qual è in sintesi la nuova modalità per ottenere l esenzione ticket in base al reddito? 1.2 Da quando, per

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili U.O. AFFARI GENERALI E SEGRETERIA

Dettagli

Guida alle prestazioni ambulatoriali

Guida alle prestazioni ambulatoriali Az i e n d a O s p e d a l i e r a O s p e d a l i Riuniti Papardo-Piemonte M e s s i n a P r e s i d i o O s p e d a l i e r o P AP AR D O Guida alle prestazioni ambulatoriali Gentile Signore/a, l Azienda,

Dettagli

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013 STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA Aggiornamento dicembre 2013 1 ASPETTI DI SISTEMA 2 PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani CARTA DEI SERVIZI Questa Carta dei Servizi ha lo scopo di illustrare brevemente il nostro Poliambulatorio per aiutare i cittadini a conoscerci, a rendere comprensibili ed accessibili i nostri servizi,

Dettagli

1. Premessa. 2. Finalità ed obiettivi

1. Premessa. 2. Finalità ed obiettivi Allegato B REGOLAMENTO PER LA PREDISPOSIZIONE E PER IL FINANZIAMENTO DELLE IMPEGNATIVE DI CURA DOMICILIARE PER PERSONE CON GRAVE DISABILITÀ PSICHICA ED INTELLETTIVA (ICDp) 1. Premessa La normativa nazionale

Dettagli

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI pag. 7 DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MA 28 Rev. 1 del 22/10/2011 Pagina 1 di 6 MISSIONE E VALORI L U.O.C. di Oncologia Medica si prende

Dettagli

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014 PRESIDIO BORRI VARESE ACCETTAZIONE RICOVERI 18,9 0 22,84 77,16 PRESIDIO BORRI VARESE AFFARI GENERALI E LEGALI 4,35 15,53 19,88 80,12 PRESIDIO BORRI VARESE AMBULANZE 15,78 1,77 20,03 79,97 PRESIDIO BORRI

Dettagli

www.policlinico.mo.it A cura dell ufficio Comunicazione e accoglienza Ufficio stampa tel 059 4222213 poliurp@policlinico.mo.it

www.policlinico.mo.it A cura dell ufficio Comunicazione e accoglienza Ufficio stampa tel 059 4222213 poliurp@policlinico.mo.it A cura dell ufficio Comunicazione e accoglienza Ufficio stampa tel 059 4222213 poliurp@policlinico.mo.it Progetto grafico Avenida Stampa Artestampa srl Diffusione 50.000 copie Dicembre 2003 www.policlinico.mo.it

Dettagli

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità Hand 6 - COD.SR64 coniuge disabile in situazione di gravità (art. 42 comma 5 T.U. sulla maternità e paternità - decreto legislativo n. 151/2001, come modificato dalla legge n. 350/2003) Per ottenere i

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS)

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS) CANTONE TICINO DIPARTIMENTO DELLA SANITÀ E DELLA SOCIALITÀ Istituto delle assicurazioni sociali TEL: 0041 / (0)91 821 92 92 FAX: 0041 / (0)91 821 93 99 DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE

Dettagli

LA NUOVA MODALITA PER OTTENERE L ESENZIONE DAL TICKET PER LE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE IN BASE AL REDDITO

LA NUOVA MODALITA PER OTTENERE L ESENZIONE DAL TICKET PER LE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE IN BASE AL REDDITO LA NUOVA MODALITA PER OTTENERE L ESENZIONE DAL TICKET PER LE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE IN BASE AL REDDITO A. LA NUOVA MODALITA 3 B. RILASCIO DELL ATTESTATO DI ESENZIONE 5 C. REQUISITI PER L ESENZIONE

Dettagli

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30 TRATTAMENTI 1 Accesso e custodia C/C DH 2 Accesso e custodia dati pazienti informatizzati 3 Accesso e custodia faldoni cartacei referti 4 Agenda prenotazione esami interni 5 Agenda prenotazione visite

Dettagli

Regolamento sulle modalità di tenuta, conservazione e rilascio delle cartelle cliniche, referti clinici ed altra documentazione sanitaria -

Regolamento sulle modalità di tenuta, conservazione e rilascio delle cartelle cliniche, referti clinici ed altra documentazione sanitaria - Regolamento sulle modalità di tenuta, conservazione e rilascio delle cartelle cliniche, referti clinici ed altra documentazione sanitaria - ART. 1 - Oggetto: Il presente Regolamento disciplina i casi e

Dettagli

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI PREMESSO CHE Nel 2001 è stata adottata in Italia la prima Carta dei diritti dei bambini in ospedale. Tale Carta era già ispirata alle norme

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

GUIDA ALLA DETRAZIONE DELLA SPESA PER I FARMACI

GUIDA ALLA DETRAZIONE DELLA SPESA PER I FARMACI GUIDA ALLA DETRAZIONE DELLA SPESA PER I FARMACI Come si detraggono le spese per l acquisto dei farmaci? Cosa deve contenere lo scontrino fiscale emesso dalla farmacia? A cosa serve la tessera sanitaria?

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA PREMESSA Il ricovero in ambiente ospedaliero rappresenta per la persona e la sua

Dettagli

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E Assistenza sanitaria e sociale a domicilio Servizio medico specialistico: Cardiologi, Chirurghi, Dermatologi Ematologi, Nefrologi, Neurologi Pneumologi, Ortopedici,

Dettagli

.. QUANDO?.. DOVE?... COME?

.. QUANDO?.. DOVE?... COME? S.S.V.D. ASSISTENZA INTEGRATIVA E PROTESCA CHI?.. QUANDO?.. DOVE?... COME? Rag. Coll. Amm. Rita Papagna Dott.ssa Laura Signorotti PRESIDI EROGABILI DAL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE D.M. n.332 del 27 agosto

Dettagli

Legge 15 marzo 2010, n. 38. Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. (G.U. 19 marzo 2010, n.

Legge 15 marzo 2010, n. 38. Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. (G.U. 19 marzo 2010, n. Legge 15 marzo 2010, n. 38 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore (G.U. 19 marzo 2010, n. 65) Art. 1. (Finalità) 1. La presente legge tutela il diritto del

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 80,00 DIPARTIMENTO PREVENZIONE

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 80,00 DIPARTIMENTO PREVENZIONE Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso nel mese /. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge, avis, allattamento, matrimonio, lutto,

Dettagli

MODALITA DI PRENOTAZIONE

MODALITA DI PRENOTAZIONE DIPARTIMENTO DI SANITA PUBBLICA MEDICINA DELLO SPORT MODALITA DI PRENOTAZIONE U.O.C.- CENTRO DI MEDICINA DELLO SPORT DI 2 LIVELL O CASALECCHIO DI RENO AMBULATORI DI 1 LIVELLO Per prenotare le visite di

Dettagli

ISCRIZIONE AL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE PER I CITTADINI COMUNITARI E STRANIERI

ISCRIZIONE AL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE PER I CITTADINI COMUNITARI E STRANIERI ISCRIZIONE AL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE PER I CITTADINI COMUNITARI E STRANIERI A cura di Rossella Segurini Azienda Usl di Ravenna - U.O. Direzione Amministrativa dell Assistenza Distrettuale Procedimenti

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 95,45 DIPARTIMENTO PREVENZIONE

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 95,45 DIPARTIMENTO PREVENZIONE Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso nel mese /. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge, avis, allattamento, matrimonio, lutto,

Dettagli

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INAIL, IL DATORE DI LAVORO, IL LAVORATORE, COSA DEVONO FARE COSA DEVE SAPERE IL LAVORATORE QUANDO SUBISCE UN INFORTUNIO O

Dettagli

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE CENTRO ASSISTENZA PRIMARIA PRESSO IL DISTRETTO DI CIVIDALE Dicembre 2014 1 Indice Premessa 1) La progettualità

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

VÉÇá zä É exz ÉÇtÄx wxäät câzä t 1

VÉÇá zä É exz ÉÇtÄx wxäät câzä t 1 1 LEGGE REGIONALE Norme in materia sanitaria 2 LEGGE REGIONALE Norme in materia sanitaria Il Consiglio regionale ha approvato la seguente legge: Art. 1 (Integrazione del comma 40 dell articolo 3 della

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE CASERTA. Guida ai Servizi Territoriali del Distretto Socio-Sanitario N 20 CASAL DI PRINCIPE

AZIENDA SANITARIA LOCALE CASERTA. Guida ai Servizi Territoriali del Distretto Socio-Sanitario N 20 CASAL DI PRINCIPE AZIENDA SANITARIA LOCALE CASERTA Guida ai Servizi Territoriali del Distretto Socio-Sanitario N 20 CASAL DI PRINCIPE 2013 0 La Guida ai servizi territoriali del Distretto Socio-sanitario n. 20 : come e

Dettagli

PQ 31G/ PROCEDURA REGOLAMENTO DI ACCOGLIENZA ED ACCESSO ALLA RSA DON GIUSEPPE CUNI DI MAGENTA

PQ 31G/ PROCEDURA REGOLAMENTO DI ACCOGLIENZA ED ACCESSO ALLA RSA DON GIUSEPPE CUNI DI MAGENTA Pag. 1 di 5 REGOLAMENTO DI ACCOGLIENZA ED ACCESSO ALLA RSA DON GIUSEPPE CUNI DI MAGENTA Oggetto Art. 1 Il Servizio Art. 2 L Utenza Art. 3 La domanda di Accoglienza Art. 4 Il Processo di Accoglienza Art.

Dettagli

Carta Servizi. Poliambulatorio Sani.Med. 98 S.r.l. Medicina dello sport Medicina del lavoro 4 revisione- Gennaio 2015.

Carta Servizi. Poliambulatorio Sani.Med. 98 S.r.l. Medicina dello sport Medicina del lavoro 4 revisione- Gennaio 2015. Sani.Med. S.r.l. Via Palombarese km. 19,0 Marcosimone di Guidonia 00010 Roma Carta Servizi Prestazioni di: Fisioterapia Cardiologia Dermatologia Ginecologia Endocrinologia Oculistica Neurologia Reumatologia

Dettagli

Voucher: il sistema dei buoni lavoro

Voucher: il sistema dei buoni lavoro Voucher: il sistema dei buoni lavoro Cosa sono I buoni lavoro (o voucher) rappresentano un sistema di pagamento che i datori di lavoro (committenti) possono utilizzare per remunerare prestazioni di lavoro

Dettagli

ESENZIONI PER CONDIZIONE ECONOMICA ED ETA

ESENZIONI PER CONDIZIONE ECONOMICA ED ETA Esenzione dalla spesa farmaceutica Tabella Riepilogativa - Modalità di compilazione della a partire dal 1 luglio 2011 ESENZIONI PER CONDIZIONE ECONOMICA ED ETA a carico Esenzione Totale e quota E03 E04

Dettagli

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 MINIMI RETRIBUTIVI FISSATI DALLA COMMISSIONE NAZIONALE DECORRENZA 1 GENNAIO 2014 CONVIVENTI DI CUI ART. 15-2

Dettagli

Carta dei servizi dell'azienda USL di Ravenna

Carta dei servizi dell'azienda USL di Ravenna Carta dei servizi dell'azienda USL di Ravenna Carta dei Servizi dell'azienda USL di Ravenna Carta dei Servizi La presente Carta dei servizi è stata realizzata a cura di: - Qualità e Accreditamento dell

Dettagli

DRG e SDO. Prof. Mistretta

DRG e SDO. Prof. Mistretta DRG e SDO Prof. Mistretta Il sistema è stato creato dal Prof. Fetter dell'università Yale ed introdotto dalla Medicare nel 1983; oggi è diffuso anche in Italia. Il sistema DRG viene applicato a tutte le

Dettagli

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it COLF E BADANTI Lo sportello Colf e Badanti del Caf Cisl nasce per fornire alle famiglie tutta l assistenza necessaria per la gestione del rapporto di lavoro di colf, assistenti familiari, baby sitter,

Dettagli

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT)

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Fondamenti giuridici delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento Numerosi sono i fondamenti normativi e di principio che stanno alla base del diritto

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 62,39 S.O. OCULISTICA 83,23 U.O. S.O. CHIRURGIE 64,58 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 76,74 U.O.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 62,39 S.O. OCULISTICA 83,23 U.O. S.O. CHIRURGIE 64,58 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 76,74 U.O. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 0/201. Pag. 1 di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari

Dettagli

GUIDA ALLE PRESTAZIONI SANITARIE - REGIME DI ASSISTENZA DIRETTA E REGIME RIMBORSUALE

GUIDA ALLE PRESTAZIONI SANITARIE - REGIME DI ASSISTENZA DIRETTA E REGIME RIMBORSUALE GUIDA ALLE PRESTAZIONI SANITARIE - REGIME DI ASSISTENZA DIRETTA E REGIME RIMBORSUALE La presente guida descrive le procedure operative che gli Assistiti dovranno seguire per accedere alle prestazioni garantite

Dettagli

Invalido dal 33% al 73%

Invalido dal 33% al 73% Invalido dal 33% al 73% Definizione presente nel verbale: "Invalido con riduzione permanente della capacità lavorativa in misura superiore ad 1/3 (art. 2, L. 118/1971)". Nel certificato può essere precisata

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE E LA CONSEGNA DELLE DOMANDE DI ISCRIZIONE ANNO SCOLASTICO 2015/2016

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE E LA CONSEGNA DELLE DOMANDE DI ISCRIZIONE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 ISTITUTO COMPRENSIVO DI PASIAN DI PRATO Pasian di Prato (UD) - Via Leonardo da Vinci, 23 - C.A.P. 33037 tel/fax: 0432 699954 e-mail: ddpasian@tin.it udic856004@istruzione.it udic856004@pec.istruzione.it

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

Linee di indirizzo per l attività libero professionale intramuraria

Linee di indirizzo per l attività libero professionale intramuraria Linee di indirizzo per l attività libero professionale intramuraria 1/24 NORMATIVA DI RIFERIMENTO Decreto Legislativo 30.12.1992, n. 502 (e successive modificazioni ed integrazioni); Legge 23 dicembre

Dettagli

La sua cartella sanitaria

La sua cartella sanitaria La sua cartella sanitaria i suoi diritti All ospedale, lei decide come desidera essere informato sulla sua malattia e sulla sua cura e chi, oltre a lei, può anche essere informato Diritto di accesso ai

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

REaD REtina and Diabetes

REaD REtina and Diabetes Progetto ECM di formazione scientifico-pratico sulla retinopatia diabetica REaD REtina and Diabetes S.p.A. Via G. Spadolini 7 Iscrizione al Registro delle 20141 Milano - Italia Imprese di Milano n. 2000629

Dettagli

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale SERVIZIO SANITARIO REGIONALE BASILICATA Azienda Sanitaria Locale di Potenza INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP Relazione Generale A cura degli Uffici URP

Dettagli

ASSISTENZA SANITARIA AGLI STRANIERI NELL ASL di BRESCIA Indicazioni per l applicazione della normativa

ASSISTENZA SANITARIA AGLI STRANIERI NELL ASL di BRESCIA Indicazioni per l applicazione della normativa ASSISTENZA SANITARIA AGLI STRANIERI NELL ASL di BRESCIA Indicazioni per l applicazione della normativa Luglio 2014 Azienda Sanitaria Locale di Brescia DIPARTIMENTO CURE PRIMARIE Direttore: Dr. Fulvio Lonati

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA

Dettagli

Congedo parentale Domanda per i lavoratori dipendenti

Congedo parentale Domanda per i lavoratori dipendenti Domanda per i lavoratori dipendenti Per ottenere il congedo parentale, oltre a possedere i requisiti di legge, è necessario compilare il modulo in tutte le sue parti e consegnarlo sia al datore di lavoro

Dettagli

L Operatore Locale di Progetto OLP

L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto CHI E? Qualcuno piu esperto del volontario, con il quale stabilisce un rapporto da apprendista a maestro, dal quale imparera, sara seguito,

Dettagli

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità Dott. Mag. Nicola Torina Coordinatore infermieristico Unità Terapia Intensiva di Rianimazione Metodologie operative

Dettagli

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R.

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. /2007 Sommario PREMESSA COMUNE ALLE SEZIONI A E B...3 SEZIONE A - SERVIZI

Dettagli

DISABILITÀ E INVALIDITÀ NEL PUBBLICO IMPIEGO. guida alla richiesta di benefici e agevolazioni

DISABILITÀ E INVALIDITÀ NEL PUBBLICO IMPIEGO. guida alla richiesta di benefici e agevolazioni DISABILITÀ E INVALIDITÀ NEL PUBBLICO IMPIEGO guida alla richiesta di benefici e agevolazioni Disabilità e invalidità guida alla richiesta di benefici e agevolazioni ultimi decenni il mondo della disabilità

Dettagli

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI DEGLI UTENTI DELL AZIENDA USL DI PIACENZA - 2003/2006 I Comitati Consultivi Misti degli Utenti dell Azienda USL di Piacenza dal gennaio 2003 al

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI. Seduta del 20 dicembre 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI. Seduta del 20 dicembre 2001 (rep.atti n. 1358 del 20 dicembre 2001) CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 20 dicembre 2001 OGGETTO: Accordo tra il Ministro della salute, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano, sugli

Dettagli

Tracciato Import-Export CareStudio 2.0

Tracciato Import-Export CareStudio 2.0 Il seguente documento definisce i contenuti ed il formato delle informazioni importabili ed esportabili del sistema. Per ciascuna tipologia di informazione è previsto un file di testo codificato secondo

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 75,36 U.O. S.O. CHIRURGIE 83,52 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 78,20 U.O. ALLERGOLOGIA 90,00 U.O. A.L.P.I.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 75,36 U.O. S.O. CHIRURGIE 83,52 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 78,20 U.O. ALLERGOLOGIA 90,00 U.O. A.L.P.I. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 2/. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge,

Dettagli

Elenco provvidenze nuova mutualità

Elenco provvidenze nuova mutualità Elenco provvidenze nuova mutualità Tipologia sussidio Importo erogato Periodicità del sussidio Documentazione da allegare Ricovero 15,00 al giorno (per massimo 20 giorni all anno) Ogni anno Certificato

Dettagli

Il Presidente: GNUDI. Il Segretario: SINISCALCHI

Il Presidente: GNUDI. Il Segretario: SINISCALCHI intermedi di lavorazione del plasma, eccedenti i fabbisogni nazionali, al Þ ne di prevenirne la scadenza per mancato utilizzo, anche con recupero dei costi di produzione. 8. Per l attuazione di quanto

Dettagli

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF A cura di Adelmo Mattioli Direttore regionale Inca-Cgil Emilia Romagna Silverio Ghetti Segretario regionale Spi-Cgil Romagna L ASSEGNO

Dettagli

Legge 22 maggio 1978, n. 194. Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza

Legge 22 maggio 1978, n. 194. Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza Legge 22 maggio 1978, n. 194 Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza (Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale Gazzetta Ufficiale del 22 maggio 1978, n. 140)

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

Legge Regionale 23 Novembre 2006, n. 20. Istituzione del fondo regionale per la non autosufficienza. (BUR N. 34 del 9 dicembre 2006)

Legge Regionale 23 Novembre 2006, n. 20. Istituzione del fondo regionale per la non autosufficienza. (BUR N. 34 del 9 dicembre 2006) Legge Regionale 23 Novembre 2006, n. 20. Istituzione del fondo regionale per la non autosufficienza. (BUR N. 34 del 9 dicembre 2006) Art.1 (Oggetto e finalità) 1. La Regione con la presente legge, in armonia

Dettagli

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Art. 1 Personale avente diritto I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati nei confronti dei dipendenti comunali a tempo

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Comune di Castel San Pietro Terme Provincia di Bologna SERVIZIO RISORSE UMANE DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE GC. N. 159 IN DATA 4/11/2008 ART. 1 Oggetto Dipendenti

Dettagli

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale 1. I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati, a richiesta, nei

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

SJ. /.;j.,/!1f l.9-,ç; Prot. D.3Wledel

SJ. /.;j.,/!1f l.9-,ç; Prot. D.3Wledel SJ. '. :! I. l i,... ". ' ~i"ne 'Cumj'oniu f/$eddén&e Prot. D.3Wledel /.;j.,/!1f l.9-,ç; Ai Commissari Straordinari delle Aziende Sanitarie Locali Ai Direttori Generali delle Aziende Ospedaliere Ai Direttori

Dettagli

Guida ai diritti del malato

Guida ai diritti del malato Guida ai diritti del malato ERRORI MEDICI? DIMISSIONI FORZATE? INVALIDITÀ CIVILI NEGATE? LISTE D ATTESA INTERMINABILI? CARTE DEI SERVIZI INTROVABILI? DANNI DA TRASFUSIONI E DA VACCINAZIONI OBBLIGATORIE?

Dettagli

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia Pag. 1 di 6 Rev Data Redatto e elaborato Approvato Firma 0 04/03/2011 Coord.Infermieristico M.Renovi Dirigente Medico Resp. Dr. A. Stefanelli Direttore U.O.C. Medicina Generale Dott.ssa P. Lambelet Direttore

Dettagli

Articolo 3, comma 3- Viene così riformulato Il Contrassegno è predisposto per una validità di cinque anni. Approvato unanime.

Articolo 3, comma 3- Viene così riformulato Il Contrassegno è predisposto per una validità di cinque anni. Approvato unanime. 1 2 3 Preso atto, inoltre, che la I Commissione consiliare permanente - Affari Generali e Istituzionali con verbale del 29 settembre 2011, qui allegato, ha espresso parere favorevole, sulla proposta in

Dettagli

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi Allegato al Decreto del Direttore Generale n. 53.. del 04/02/14 REGOLAMENTO PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO EX ART. 15 SEPTIES DEL D.LGS. 502/92 AREA DIRIGENZA MEDICA E VETERINARIA E AREA DIRIGENZA

Dettagli

ŀregione Lazio Progetto Dioniso

ŀregione Lazio Progetto Dioniso Progetto Dioniso Screening audiologico per la sordità neonatale Ogni anno nascono 3 bambini su mille con problemi gravi di sordità. Con un esame semplicissimo, di pochi secondi, non invasivo, non doloroso

Dettagli

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 19 OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 2 Prefazione IL CAMMINO DELLA QUALITÀ Inps, come le altre pubbliche Amministrazioni

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 83,22 U.O. S.O. CHIRURGIE 80,29 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 79,44 U.O. ALLERGOLOGIA 95,51 U.O. A.L.P.I.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 83,22 U.O. S.O. CHIRURGIE 80,29 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 79,44 U.O. ALLERGOLOGIA 95,51 U.O. A.L.P.I. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 0/1. Pag. 1 di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge,

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura INTRODUZIONE L obiettivo è fornire la migliore cura per i pazienti con il coinvolgimento di tutto il personale

Dettagli

Il Servizio sanitario regionale dell Emilia-Romagna e il nuovo welfare

Il Servizio sanitario regionale dell Emilia-Romagna e il nuovo welfare STRUTTURE, SPESA, ATTIVITÀ Il Servizio sanitario regionale dell Emilia-Romagna e il nuovo welfare PROGRAMMI LE STRUTTURE, LA SPESA, LE ATTIVITÀ AL 31.12.2008 I PROGRAMMI, I MODELLI ORGANIZZATIVI MODELLI

Dettagli

LINEE-GUIDA DEL MINISTRO DELLA SANITÀ PER LE ATTIVITA DI RIABILITAZIONE

LINEE-GUIDA DEL MINISTRO DELLA SANITÀ PER LE ATTIVITA DI RIABILITAZIONE LINEE-GUIDA DEL MINISTRO DELLA SANITÀ PER LE ATTIVITA DI RIABILITAZIONE Premessa Obiettivo delle presenti linee-guida è fornire indirizzi per la organizzazione della rete dei servizi di riabilitazione

Dettagli

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna Principali attività e medico presso la Medicina e Chirurgia di Accettazione ed Urgenza (MCAU) del Pronto Soccorso Generale P.O. Garibaldi Centro. Attività svolta presso gli ambulatori di Medicina del Pronto

Dettagli

ENGLISH FOR NURSES 25 CREDITI ECM - ID: 1585-20939 IN PARTNERSHIP CON DE AGOSTINI

ENGLISH FOR NURSES 25 CREDITI ECM - ID: 1585-20939 IN PARTNERSHIP CON DE AGOSTINI ENGLISH FOR NURSES 25 CREDITI ECM - ID: 1585-20939 IN PARTNERSHIP CON DE AGOSTINI DESTINATARI: INFERMIERE, INFERMIERE PEDIATRICO INIZIO: 01/01/2012 FINE: 31/12/2012 COSTO: 84,70 (IVA INCLUSA) OBIETTIVI

Dettagli

Il Numero e la Tessera Social Security

Il Numero e la Tessera Social Security Il Numero e la Tessera Social Security Il Numero e la Tessera Social Security Avere un numero di Social Security è importante perché è richiesto al momento di ottenere un lavoro, percepire sussidi dalla

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

Croce Rossa Italiana Sala Operativa Nazionale. Legnano, li 02 dicembre 2014 Protocollo: 11033/2014. Oggetto: Ebola.

Croce Rossa Italiana Sala Operativa Nazionale. Legnano, li 02 dicembre 2014 Protocollo: 11033/2014. Oggetto: Ebola. Legnano, li 02 dicembre 2014 Protocollo: 11033/2014 protocollo elettronico n. CRI/CC/0084024/2014 Oggetto: Ebola. Ai DRAE, loro sedi Ai Presidenti, loro sedi Ai Comitati Regionali, loro sedi All Ispettorato

Dettagli

Cosa sappiamo sui costi dell assistenza sanitaria agli immigrati?

Cosa sappiamo sui costi dell assistenza sanitaria agli immigrati? Cosa sappiamo sui costi dell assistenza sanitaria agli immigrati? Patrizia Carletti, Osservatorio sulle Diseguaglianze nella Salute / ARS Marche Giovanna Valentina De Giacomi, Ares 118 Lazio Norma Barbini,

Dettagli