Ambrosetti Am riduce l'azionario in portafoglio

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ambrosetti Am riduce l'azionario in portafoglio"

Transcript

1 07/12/2015 Ambrosetti Am riduce l'azionario in portafoglio L'analisi dei mercati a cura dell'ad Allegri. A dicembre meno esposizione al rischio, mentre aumenta la selezione settoriale Pubblichiamo l'analisi mensile dei mercati realizzata da Alessandro Allegri, A.D. di Ambrosetti Asset Management SIM, società specializzata nell'analisi e nella consulenza finanziaria indipendente. La significativa positività di inizio trimestre ha incontrato un naturale ridimensionamento in Novembre, mese in cui, tuttavia, sono state ampiamente confermate le solide impostazioni di fondo sui principali mercati azionari, scossi solo in parte dalle recenti e tragiche tensioni di carattere geopolitico. Il saldo di performance (MSCI World LC AC: +0.16% MTD e +1.51% YTD) cela in sé molte informazioni: le borse sono giunte ad una fase più matura del ciclo di crescita con i recenti segnali di recupero che parlano di mercati capaci di reagire agli imprevisti ma che devono ancora dimostrare la capacità di sostenere un ciclo rialzista solido e duraturo. Il contesto rimane caratterizzato da elementi contrastanti con i dati macro, estesi a livello globale, che alternano indicazioni costruttive con altre decisamente più deludenti, tutti elementi che contribuiscono ad alimentare una certa confusione. In questo quadro un punto fisso rimane il percorso delle Banche Centrali di Giappone ed Euro profondamente determinate a sostenere il ciclo economico con una politica monetaria espansiva a fronte di livelli di inflazione strutturalmente bassi, ma con effetti già ampiamente incorporati in particolare nelle quotazioni degli strumenti obbligazionari. Giungono invece dal fronte Usa le principali incertezze, non tanto sul probabile incremento dei tassi, ormai dato di fatto, quanto dalla dinamica dello stesso e dalla reazione degli operatori di fronte ad uno scenario strutturale "nuovo". Mentre su questi temi si concentrano le incertezze e le attese della maggior parte degli operatori finanziari, sulle azioni ha continuato a prevalere la positività. Guidano le performance i mercati azionari Euro (+2.58% Eurostoxx50) trainati in particolare dalla Germania (Dax +4.90%) ed accompagnati dal Giappone (+1.42%). Bene in Usa il mercato tecnologico (Nasdaq +1.09%) mentre fatica di più l'indice generale (S&P %) a ridosso dei suoi massimi storici. Rimane più critica la situazione sui Paesi Emergenti (-3.96% l'indice generale nel mese) penalizzati anche da un Dollaro in rafforzamento. Poche le tematiche settoriali dove emergono in particolare le difficoltà di Energy, Materials ed Utilities con gli altri comparti invece allineati in termini di performance. Anche nel mese di Novembre gli investimenti obbligazionari hanno continuato a mostrare due facce, allineate con i dettami delle Banche Centrali. I Bond Governativi Euro hanno guadagnato ancora (+0.72% Italia, +0.11% Germania) mentre sul fronte Usa i risultati sono stati negativi (-0.40%). Lo stesso quadro si è riproposto sulle obbligazioni societarie con i corporate del vecchio continente decisamente in crescita. Chiudono invece il mese negativamente gli investimenti obbligazionari dei paesi emergenti. Ultima nota sullo spread BTP-Bund, ormai ampiamente sotto quota 95 a delineare un clima chiaramente più disteso all'interno dell'area Euro. Sul lato valutario appare deciso ed in evoluzione il ribasso della valuta Euro. La spinta della BCE ad avere una valuta debole sta portando i suoi effetti con un rapporto Eur/Usd a quota (-4.01% nel mese) accompagnato da significative discese anche per

2 Eur/Yen e Eur/Gbp. Infine il mercato delle Commodities in seria difficoltà dove alla continua discesa del prezzo del Petrolio (- 10,08%) si affianca la debolezza dell'oro (-6.78%) con uno scenario di fondo incrinato ed una incertezza che caratterizzerà anche i mesi entranti. Il contesto finanziario si avvia a chiudere l'anno in un clima positivo, seppur di fronte a molteplici variabili che rendono complessa per gli investitori l'interpretazione degli scenari futuri. Effettuare alleggerimenti tattici sia sul fronte azionario che obbligazionario, in questo frangente, permette di stabilizzare i risultati ed offre disponibilità immediate per un riposizionamento strategico contestuale con l'inizio dell'anno nuovo. Per il MESE DI DICEMBRE viene ridotto il peso della componente azionaria complessiva per una minore esposizione al rischio. A livello di allocazione gli equilibri qualitativi cambiano solo parzialmente, vengono ridotte le posizioni azionarie in area Euro ed in Usa aumentando parzialmente, in termini relativi, il ruolo della selezione settoriale rispetto alle principali aree. Sul lato obbligazionario si evidenziano solo marginali cambiamenti con una maggiore esposizione a favore di tematiche globali. Stabile l'esposizione valutaria orientata a sfruttare la debolezza della valuta Euro.

3 04/12/2015 Allegri, Ambrosetti Asset Management Sim: Il contesto finanziario si avvia a chiudere l'anno in un clima positivo Alessandro Allegri, ad di Ambrosetti Asset Management Sim La significativa positività di inizio trimestre ha incontrato un naturale ridimensionamento in novembre, mese in cui, tuttavia, sono state ampiamente confermate le solide impostazioni di fondo sui principali mercati azionari, scossi solo in parte dalle recenti e tragiche tensioni di carattere geopolitico. Il saldo di performance (MSCI World LC AC: +0.16% MTD e +1.51% YTD) cela in sé molte informazioni: le borse sono giunte a una fase più matura del ciclo di crescita con i recenti segnali di recupero che parlano di mercati capaci di reagire agli imprevisti ma che devono ancora dimostrare la capacità di sostenere un ciclo rialzista solido e duraturo. Il contesto rimane caratterizzato da elementi contrastanti con i dati macro, estesi a livello globale, che alternano indicazioni costruttive con altre decisamente più deludenti, tutti elementi che contribuiscono ad alimentare una certa confusione. In questo quadro un punto fisso rimane il percorso delle banche centrali di Giappone ed Euro Zona, profondamente determinate a sostenere il ciclo economico con una politica monetaria espansiva a fronte di livelli di inflazione strutturalmente bassi, ma con effetti già ampiamente incorporati in particolare nelle quotazioni degli strumenti obbligazionari. Giungono invece dal fronte Usa le principali incertezze, non tanto sul probabile incremento dei tassi, ormai dato di fatto, quanto dalla dinamica dello stesso e dalla reazione degli operatori di fronte ad uno scenario strutturale nuovo. Mentre su questi temi si concentrano le incertezze e le attese della maggior parte degli operatori finanziari, sulle azioni ha continuato a prevalere la positività. Guidano le performance i mercati azionari Euro (+2.58% Eurostoxx50) trainati in particolare dalla Germania (Dax +4.90%) ed accompagnati dal Giappone (+1.42%). Bene in Usa il mercato tecnologico (Nasdaq +1.09%) mentre fatica di più l indice generale (S&P %) a ridosso dei suoi massimi storici. Rimane più critica la situazione sui Paesi emergenti (-3.96% l indice generale nel mese) penalizzati anche da un Dollaro in rafforzamento. Poche le tematiche settoriali dove emergono in particolare le difficoltà di Energy, Materials ed Utilities con gli altri comparti invece allineati in termini di performance.

4 Anche nel mese di novembre gli investimenti obbligazionari hanno continuato a mostrare due facce, allineate con i dettami delle banche centrali. I bond governativi euro hanno guadagnato ancora (+0.72% Italia, +0.11% Germania) mentre sul fronte Usa i risultati sono stati negativi (-0.40%). Lo stesso quadro si è riproposto sulle obbligazioni societarie con i corporate del vecchio continente decisamente in crescita. Chiudono invece il mese negativamente gli investimenti obbligazionari dei paesi emergenti. Ultima nota sullo spread BTP-Bund, ormai ampiamente sotto quota 95 a delineare un clima chiaramente più disteso all interno dell area euro. Sul lato valutario appare deciso ed in evoluzione il ribasso della valuta euro. La spinta della Bce ad avere una valuta debole sta portando i suoi effetti con un rapporto Eur/Usd a quota (-4.01% nel mese) accompagnato da significative discese anche per Eur/Yen e Eur/Gbp. Infine il mercato delle Commodities in seria difficoltà dove alla continua discesa del prezzo del Petrolio (-10,08%) si affianca la debolezza dell Oro (-6.78%) con uno scenario di fondo incrinato ed una incertezza che caratterizzerà anche i mesi entranti. Il contesto finanziario si avvia a chiudere l anno in un clima positivo, seppur di fronte a molteplici variabili che rendono complessa per gli investitori l interpretazione degli scenari futuri. Effettuare alleggerimenti tattici sia sul fronte azionario che obbligazionario, in questo frangente, permette di stabilizzare i risultati ed offre disponibilità immediate per un riposizionamento strategico contestuale con l inizio dell anno nuovo.

5 04/12/2015 Quali sono le incertezze degli operatori finanziari? Alessandro Allegri, A.D. di Ambrosetti Asset Management SIM, spiega che la significativa positività di inizio trimestre ha incontrato un naturale ridimensionamento in Novembre, mese in cui, tuttavia, sono state ampiamente confermate le solide impostazioni di fondo sui principali mercati azionari, scossi solo in parte dalle recenti e tragiche tensioni di carattere geopolitico. Il saldo di performance (MSCI World LC AC: +0.16% MTD e +1.51% YTD) cela in sé molte informazioni: le borse sono giunte ad una fase più matura del ciclo di crescita con i recenti segnali di recupero che parlano di mercati capaci di reagire agli imprevisti ma che devono ancora dimostrare la capacità di sostenere un ciclo rialzista solido e duraturo. Il contesto rimane caratterizzato da elementi contrastanti con i dati macro, estesi a livello globale, che alternano indicazioni costruttive con altre decisamente più deludenti, tutti elementi che contribuiscono ad alimentare una certa confusione. Alessandro Allegri spiega che in questo quadro un punto fisso rimane il percorso delle Banche Centrali di Giappone ed Euro profondamente determinate a sostenere il ciclo economico con una politica monetaria espansiva a fronte di livelli di inflazione strutturalmente bassi, ma con effetti già ampiamente incorporati in particolare nelle quotazioni degli strumenti obbligazionari. Giungono invece dal fronte Usa le principali incertezze, non tanto sul probabile incremento dei tassi, ormai dato di fatto, quanto dalla dinamica dello stesso e dalla reazione degli operatori di fronte ad uno scenario strutturale nuovo. Mentre su questi temi si concentrano le incertezze e le attese della maggior parte degli operatori finanziari, sulle azioni ha continuato a prevalere la positività. Guidano le performance i mercati azionari Euro (+2.58% Eurostoxx50) trainati in particolare dalla Germania (Dax +4.90%) ed accompagnati dal Giappone (+1.42%). Bene in Usa il mercato tecnologico (Nasdaq +1.09%) mentre fatica di più l indice generale (S&P %) a ridosso dei suoi massimi storici. Rimane più critica la situazione sui Paesi Emergenti (-3.96% l indice generale nel mese) penalizzati anche da un Dollaro in rafforzamento. Poche le tematiche settoriali dove emergono in particolare le difficoltà di Energy, Materials ed Utilities con gli altri comparti invece allineati in termini di performance. Anche nel mese di Novembre gli investimenti obbligazionari hanno continuato a mostrare due facce, allineate con i dettami delle Banche Centrali - afferma Alessandro Allegri -. I Bond Governativi Euro hanno guadagnato ancora (+0.72% Italia, +0.11% Germania) mentre

6 sul fronte Usa i risultati sono stati negativi (-0.40%). Lo stesso quadro si è riproposto sulle obbligazioni societarie con i corporate del vecchio continente decisamente in crescita. Chiudono invece il mese negativamente gli investimenti obbligazionari dei paesi emergenti - afferma Alessandro Allegri -. Ultima nota sullo spread BTP-Bund, ormai ampiamente sotto quota 95 a delineare un clima chiaramente più disteso all interno dell area Euro. Sul lato valutario appare deciso ed in evoluzione il ribasso della valuta Euro. La spinta della BCE ad avere una valuta debole sta portando i suoi effetti con un rapporto Eur/Usd a quota (-4.01% nel mese) accompagnato da significative discese anche per Eur/Yen e Eur/Gbp. Infine il mercato delle Commodities in seria difficoltà dove alla continua discesa del prezzo del Petrolio (-10,08%) si affianca la debolezza dell Oro (-6.78%) con uno scenario di fondo incrinato ed una incertezza che caratterizzerà anchei mesi entranti. Il contesto finanziario si avvia a chiudere l anno in un clima positivo, seppur di fronte a molteplici variabili che rendono complessa per gli investitori l interpretazione degli scenari futuri - afferma Alessandro Allegri -. Effettuare alleggerimenti tattici sia sul fronte azionario che obbligazionario, in questo frangente, permette di stabilizzare i risultati ed offre disponibilità immediate per un riposizionamento strategico contestuale con l inizio dell anno nuovo. Per il mese di dicembre viene ridotto il peso della componente azionaria complessiva per una minore esposizione al rischio. A livello di allocazione gli equilibri qualitativi cambiano solo parzialmente, vengono ridotte le posizioni azionarie in area Euro ed in Usa aumentando parzialmente, in termini relativi, il ruolo della selezione settoriale rispetto alle principali aree. Sul lato obbligazionario si evidenziano solo marginali cambiamenti con una maggiore esposizione a favore di tematiche globali. Stabile l esposizione valutaria orientata a sfruttare la debolezza della valuta Euro. Autore: Pierpaolo Molinengo Fonte: News Trend Online

7 04/12/2015 MF DOW JONES Story close window 04 Dec :37 WEST MARKET TALK: Borse, effettuare alleggerimenti tattici (sentiment) MILANO (MF-DJ)--Ftse Mib -0,48% a punti. "Per il mese di dicembre viene ridotto il peso della componente azionaria complessiva per una minore esposizione al rischio", afferma Alessandro Allegri, a.d. di Ambrosetti Asset Management Sim. "Il contesto finanziario si avvia a chiudere l'anno in un clima positivo, seppur di fronte a molteplici variabili che rendono complessa per gli investitori l'interpretazione degli scenari futuri. Effettuare alleggerimenti tattici sia sul fronte azionario che obbligazionario, in questo frangente, permette di stabilizzare i risultati e offre disponibilita' immediate per un riposizionamento strategico contestuale con l'inizio dell'anno nuovo", aggiunge l'esperto. "La significativa positivita' di inizio trimestre ha incontrato un naturale ridimensionamento a novembre, mese in cui, tuttavia, sono state ampiamente confermate le solide impostazioni di fondo sui principali mercati azionari, scossi solo in parte dalle recenti e tragiche tensioni di carattere geopolitico", ricorda l'a.d., che sottolinea come il contesto resti "caratterizzato da elementi contrastanti, con i dati macro, estesi a livello globale, che alternano indicazioni costruttive con altre decisamente piu' deludenti, tutti elementi che contribuiscono ad alimentare una certa confusione". pl (END) Dow Jones Newswires December 04, :37 ET (14:37 GMT) Copyright (c) 2015 MF-Dow Jones News Srl. Related News Subjects Analysts' Comments & Ratings of Stocks(N/ANL) N/ANL LL di 1 10/12/

8 04/12/2015 Quali sono le incertezze degli operatori finanziari Anche nel mese di Novembre gli investimenti obbligazionari hanno continuato a mostrare due facce, allineate con i dettami delle Banche Centrali. Alessandro Allegri, A.D. di Ambrosetti Asset Management SIM, spiega che la significativa positività di inizio trimestre ha incontrato un naturale ridimensionamento in Novembre, mese in cui, tuttavia, sono state ampiamente confermate le solide impostazioni di fondo sui principali mercati azionari, scossi solo in parte dalle recenti e tragiche tensioni di carattere geopolitico. Il saldo di performance (MSCI World LC AC: +0.16% MTD e +1.51% YTD) cela in sé molte informazioni: le borse sono giunte ad una fase più matura del ciclo di crescita con i recenti segnali di recupero che parlano di mercati capaci di reagire agli imprevisti ma che devono ancora dimostrare la capacità di sostenere un ciclo rialzista solido e duraturo. Il contesto rimane caratterizzato da elementi contrastanti con i dati macro, estesi a livello globale, che alternano indicazioni costruttive con altre decisamente più deludenti, tutti elementi che contribuiscono ad alimentare una certa confusione. Alessandro Allegri spiega che in questo quadro un punto fisso rimane il percorso delle Banche Centrali di Giappone ed Euro profondamente determinate a sostenere il ciclo economico con una politica monetaria espansiva a fronte di livelli di inflazione strutturalmente bassi, ma con effetti già ampiamente incorporati in particolare nelle quotazioni degli strumenti obbligazionari. Giungono invece dal fronte Usa le principali incertezze, non tanto sul probabile incremento dei tassi, ormai dato di fatto, quanto dalla dinamica dello stesso e dalla reazione degli operatori di fronte ad uno scenario strutturale nuovo.

9 04/12/2015 Quali sono le incertezze degli operatori finanziari it.finance.yahoo.com Alessandro Allegri, A.D. di Ambrosetti Asset Management SIM, spiega che la significativa positività di inizio trimestre ha incontrato un naturale ridimensionamento in Novembre, mese in cui, tuttavia, sono state ampiamente confermate le solide impostazioni di fondo sui principali mercati azionari, scossi solo in parte dalle recenti e tragiche tensioni di carattere geopolitico. Il saldo di performance (MSCI World LC AC: +0.16% MTD e +1.51% YTD) cela in sé molte informazioni: le borse sono giunte ad una fase più matura del ciclo di crescita con i recenti segnali di recupero che parlano di mercati capaci di reagire agli imprevisti ma che devono ancora dimostrare la capacità di sostenere un ciclo rialzista solido e duraturo. Il contesto rimane caratterizzato da elementi contrastanti con i dati macro, estesi a livello globale, che alternano indicazioni costruttive con altre decisamente più deludenti, tutti elementi che contribuiscono ad alimentare una certa confusione. Alessandro Allegri spiega che in questo quadro un punto fisso rimane il percorso delle Banche Centrali di Giappone ed Euro profondamente determinate a sostenere il ciclo economico con una politica monetaria espansiva a fronte di livelli di inflazione strutturalmente bassi, ma con effetti già ampiamente incorporati in particolare nelle quotazioni degli strumenti obbligazionari. Giungono invece dal fronte Usa le principali incertezze, non tanto sul probabile incremento dei tassi, ormai dato di fatto, quanto dalla dinamica dello stesso e dalla reazione degli operatori di fronte ad uno scenario strutturale nuovo. Mentre su questi temi si concentrano le incertezze e le attese della maggior parte degli operatori finanziari, sulle azioni ha continuato a prevalere la positività. Guidano le performance i mercati azionari Euro (+2.58% Eurostoxx50) trainati in particolare dalla Germania (Dax +4.90%) ed accompagnati dal Giappone (+1.42%). Bene (Londra: 0N6T.L - notizie ) in Usa il mercato tecnologico (Nasdaq +1.09%) mentre fatica di più l'indice generale (S&P %) a ridosso dei suoi massimi storici. Rimane più critica la situazione sui Paesi Emergenti (-3.96% l'indice generale nel mese) penalizzati anche da un Dollaro in rafforzamento. Poche le tematiche settoriali dove emergono in particolare le difficoltà di Energy, Materials ed Utilities con gli altri comparti invece allineati in termini di performance. Anche nel mese di Novembre gli investimenti obbligazionari hanno continuato a mostrare due facce, allineate con i dettami delle Banche Centrali - afferma Alessandro Allegri -. I Bond Governativi Euro hanno guadagnato ancora (+0.72% Italia, +0.11% Germania) mentre sul fronte Usa i risultati sono stati negativi (-0.40%). Lo stesso quadro si è riproposto sulle obbligazioni societarie con i corporate del vecchio continente decisamente in crescita. Chiudono invece il mese negativamente gli investimenti obbligazionari dei paesi emergenti - afferma Alessandro Allegri -. Ultima nota sullo spread BTP-Bund, ormai ampiamente sotto quota 95 a delineare un clima chiaramente più disteso all'interno dell'area Euro. Sul lato valutario appare deciso ed in evoluzione il ribasso della valuta Euro. La spinta della BCE (Toronto: BCE-PA.TO - notizie ) ad avere una valuta debole sta portando i suoi effetti con un rapporto Eur/Usd a quota (-4.01% nel mese) accompagnato da significative discese anche per Eur/Yen e Eur/Gbp. Infine il mercato delle Commodities in seria difficoltà dove alla continua discesa del prezzo del Petrolio (-10,08%) si affianca la debolezza dell'oro (-6.78%) con uno scenario di fondo incrinato ed una incertezza che caratterizzerà anchei mesi entranti. Il contesto finanziario si avvia a chiudere l'anno in un clima positivo, seppur di fronte a molteplici variabili che rendono complessa per gli investitori l'interpretazione degli scenari futuri - afferma Alessandro Allegri -. Effettuare alleggerimenti tattici sia sul fronte azionario che obbligazionario, in questo frangente, permette di stabilizzare i risultati ed offre disponibilità immediate per un riposizionamento strategico contestuale con l'inizio dell'anno nuovo. Per il mese di dicembre viene ridotto il peso della componente azionaria complessiva per una minore esposizione al rischio. A livello di allocazione gli equilibri qualitativi cambiano solo parzialmente, vengono ridotte le posizioni azionarie in area Euro ed in Usa aumentando parzialmente, in termini relativi, il ruolo della selezione settoriale rispetto alle principali aree. Sul lato obbligazionario si evidenziano solo marginali cambiamenti con una maggiore esposizione a favore di tematiche globali. Stabile l'esposizione valutaria orientata a sfruttare la debolezza della valuta Euro. Autore: Pierpaolo Molinengo Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

10 09/12/ Ambrosetti asset managment: a novembre confermate le solide impostazioni di fondo sui principali mercati azionari Condividi 0 La significativa positività di inizio trimestre ha incontrato un naturale ridimensionamento in Novembre, mese in cui, tuttavia, sono state ampiamente confermate le solide impostazioni di fondo sui principali mercati azionari, scossi solo in parte dalle recenti e tragiche tensioni di carattere geopolitico. Il saldo di performance (MSCI World LC AC: +0.16% MTD e +1.51% YTD) cela in sé molte informazioni: le borse sono giunte ad una fase più matura del ciclo di crescita con i recenti segnali di recupero che parlano di mercati capaci di reagire agli imprevisti ma che devono ancora dimostrare la capacità di sostenere un ciclo rialzista solido e duraturo. Il contesto rimane caratterizzato da elementi contrastanti con i dati macro, estesi a livello globale, che alternano indicazioni costruttive con altre decisamente più deludenti, tutti elementi che contribuiscono ad alimentare una certa confusione. In questo quadro un punto fisso rimane il percorso delle Banche Centrali di Giappone ed Euro profondamente determinate a sostenere il ciclo economico con una politica monetaria espansiva a fronte di livelli di inflazione strutturalmente bassi, ma con effetti già ampiamente incorporati in particolare nelle quotazioni degli strumenti obbligazionari. Giungono invece dal fronte Usa le principali incertezze, non tanto sul probabile incremento dei tassi, ormai dato di fatto, quanto dalla dinamica dello stesso e dalla reazione degli operatori di fronte ad uno scenario strutturale 'nuovo'. Mentre su questi temi si concentrano le incertezze e le attese della maggior parte degli operatori finanziari, sulle azioni ha continuato a prevalere la positività. Guidano le performance i mercati azionari Euro (+2.58% Eurostoxx50) trainati in particolare dalla Germania (Dax +4.90%) ed accompagnati dal Giappone (+1.42%). Bene in Usa il mercato tecnologico (Nasdaq +1.09%) mentre fatica di più l'indice generale (S&P %) a ridosso dei suoi massimi storici. Rimane più critica la situazione sui Paesi Emergenti (-3.96% l'indice generale nel mese) penalizzati anche da un Dollaro in rafforzamento. Poche le tematiche settoriali dove emergono in particolare le difficoltà di Energy, Materials ed Utilities con gli altri comparti invece allineati in termini di performance. Anche nel mese di Novembre gli investimenti obbligazionari hanno continuato a mostrare due facce, allineate con i dettami delle Banche Centrali. I Bond Governativi Euro hanno guadagnato ancora (+0.72% Italia, +0.11% Germania) mentre sul fronte Usa i risultati sono stati negativi (-0.40%). Lo stesso quadro si è riproposto sulle obbligazioni societarie con i corporate del vecchio continente decisamente in crescita. Chiudono invece il mese negativamente gli investimenti obbligazionari dei paesi emergenti. Ultima nota sullo spread BTP-Bund, ormai ampiamente sotto quota 95 a delineare un clima chiaramente più disteso all'interno dell'area Euro. Sul lato valutario appare deciso ed in evoluzione il ribasso della valuta Euro. La spinta della BCE ad avere una valuta debole sta portando i suoi effetti con un rapporto Eur/Usd a quota (-4.01% nel mese) accompagnato da significative discese anche per Eur/Yen e Eur/Gbp. Infine il mercato delle Commodities in seria difficoltà dove alla continua discesa del prezzo del Petrolio (- 10,08%) si affianca la debolezza dell'oro (-6.78%) con uno scenario di fondo incrinato ed una incertezza che caratterizzerà anche i mesi entranti. Il contesto finanziario si avvia a chiudere l'anno in un clima positivo, seppur di fronte a molteplici variabili che rendono complessa per gli investitori l'interpretazione degli scenari futuri. Effettuare alleggerimenti tattici sia sul fronte azionario che obbligazionario, in questo frangente, permette di stabilizzare i risultati ed offre disponibilità immediate per un riposizionamento strategico contestuale con l'inizio dell'anno nuovo. Per il MESE DI DICEMBRE viene ridotto il peso della componente azionaria complessiva per una minore esposizione al rischio. A livello di allocazione gli equilibri qualitativi cambiano solo parzialmente, vengono ridotte le posizioni azionarie in area Euro ed in Usa aumentando parzialmente, in termini relativi, il ruolo della selezione settoriale rispetto alle principali aree. Sul lato obbligazionario si evidenziano solo marginali cambiamenti con una maggiore esposizione a favore di tematiche globali. Stabile l'esposizione valutaria orientata a sfruttare la debolezza della valuta Euro. < Prec Succ > nagment-a-novembre-confermate-le-solide-impostazioni-di-fondo-sui-principali-mercati-azionari.html

11 14/12/2015 Pag. 20 N dicembre 2015 diffusione:88589 tiratura:133263

MERCATI-Ambrosetti A.M. SIM: commento giugno 2015, stabile l esposizione azionaria complessiva

MERCATI-Ambrosetti A.M. SIM: commento giugno 2015, stabile l esposizione azionaria complessiva Data Pubblicazione 04/06/2015 Sito Web www.impresamia.com MERCATI-Ambrosetti A.M. SIM: commento giugno 2015, stabile l esposizione azionaria complessiva Commento mensile di Giugno 2015 a firma di Alessandro

Dettagli

Ambrosetti AM: il punto della settimana - PAROLA AL MERCATO

Ambrosetti AM: il punto della settimana - PAROLA AL MERCATO Data Pubblicazione 06/05/2016 Ambrosetti AM: il punto della settimana - PAROLA AL MERCATO Sito Web www.borsaitaliana.it_radiocor da Alessandro Allegri * (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 06 mag

Dettagli

Fondo Raiffeisen Strategie Fonds

Fondo Raiffeisen Strategie Fonds Relazione Semestrale al 30.06.2013 Fondo ADVAM Partners SGR S.p.A. Sede Legale: Via Turati 9, 20121 Milano Tel 02.620808 Telefax 02.874984 Capitale Sociale Euro 1.903.000 i.v. Codice Fiscale, Partita IVA

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria

Strategia d investimento obbligazionaria Strategia d investimento obbligazionaria Valutazione del mercato Analisi delle variabili del reddito fisso Strategia d investimento per gli asset obbligazionari Bollettino mensile no. 6 giugno A cura dell

Dettagli

Per maggiori notizie e analisi più approfondite, vai su www.etoro.net

Per maggiori notizie e analisi più approfondite, vai su www.etoro.net Analisi Settimanale dei rcati Visita il nuovo network di social trading di etoro: openbook.etoro.com Performance deludenti per i titoli e le materie prime a più alto rischio dal momento che questa settimana

Dettagli

2014 meglio del 2013?

2014 meglio del 2013? S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La congiuntura economica 2014 meglio del 2013? Roberto Cesarini Intesa Sanpaolo Private Banking 20 marzo 2014 - Milano Contesto 1/2 Quadro economico in lento

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 5 maggio 2014 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 5 maggio 2014 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Strategia d investimento obbligazionaria Bollettino mensile no. maggio A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Disclaimer: tutte le informazioni e le opinioni contenute in questo documento rivestono unicamente

Dettagli

FR0010222224 LU0613540185 FR0010344853 LU0533032859

FR0010222224 LU0613540185 FR0010344853 LU0533032859 Vediamo di aggiornare l Etf Portfolio in ottica di Investimento, che avevo introdotto a fine gennaio 2009. (a fondo articolo metto anche un portafoglio per chi inizia adesso, chiaramente con differenti

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria

Strategia d investimento obbligazionaria Strategia d investimento obbligazionaria Valutazione del mercato Analisi delle variabili del reddito fisso Strategia d investimento per gli asset obbligazionari Bollettino mensile no. 8 agosto A cura dell

Dettagli

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI PRIMO TRIMESTRE 2013

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI PRIMO TRIMESTRE 2013 ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI PRIMO TRIMESTRE 2013 1. IL QUADRO MACROECONOMICO I primi dati delle indagini congiunturali indicano una ripresa della crescita economica mondiale ancora modesta e disomogenea

Dettagli

L anno appena trascorso è stato caratterizzato da alcuni eventi rilevanti:

L anno appena trascorso è stato caratterizzato da alcuni eventi rilevanti: MARKET OUTLOOK 2016 Cosa ci lascia in eredità il 2015 L anno appena trascorso è stato caratterizzato da alcuni eventi rilevanti: - La fine della politica dei tassi zero in USA - L avvio del QE in Europa

Dettagli

NOTA FINANZIARIA. 31 marzo 2014 (weekly) I MERCATI FINANZIARI NELLA SCORSA SETTIMANA

NOTA FINANZIARIA. 31 marzo 2014 (weekly) I MERCATI FINANZIARI NELLA SCORSA SETTIMANA I MERCATI FINANZIARI NELLA SCORSA SETTIMANA MERCATO MONETARIO E MERCATO OBBLIGAZIONARIO La scorsa settimana ha visto un andamento differenziato dei tassi tra area euro ed area dollaro: se infatti quelli

Dettagli

Asset class: Fondi Obbligazionari Speaker: Giovanni Radicella- Responsabile Investimenti Obbligazionari Moderatore: Marco Parmiggiani Responsabile

Asset class: Fondi Obbligazionari Speaker: Giovanni Radicella- Responsabile Investimenti Obbligazionari Moderatore: Marco Parmiggiani Responsabile Asset class: Fondi Obbligazionari Speaker: Giovanni Radicella- Responsabile Investimenti Obbligazionari Moderatore: Marco Parmiggiani Responsabile Sviluppo Rete Arca Fund Manager Webinar Fondi Obbligazionari

Dettagli

I punti di forza del mercato azionario europeo rispetto al resto del mondo

I punti di forza del mercato azionario europeo rispetto al resto del mondo I punti di forza del mercato azionario europeo rispetto al resto del mondo No. 5 - Settembre 2013 2 I punti di forza del mercato azionario europeo rispetto al resto del mondo Con il mercato obbligazionario

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 4 aprile 2014 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 4 aprile 2014 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Strategia d investimento obbligazionaria Bollettino mensile no. 4 aprile A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Disclaimer: tutte le informazioni e le opinioni contenute in questo documento rivestono unicamente

Dettagli

Morning Call 14 GENNAIO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: cresce la produzione industriale in Italia, in forte calo l inflazione nel Regno Unito

Morning Call 14 GENNAIO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: cresce la produzione industriale in Italia, in forte calo l inflazione nel Regno Unito Morning Call 14 GENNAIO 2015 Sotto i riflettori Rendimento del Btp a 10 anni: andamento I temi del giorno Macro: cresce la produzione industriale in Italia, in forte calo l inflazione nel Regno Unito Tassi:

Dettagli

Morning Call 11 NOVEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: in Italia la produzione industriale a settembre in crescita dell 1,7% su base annua

Morning Call 11 NOVEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: in Italia la produzione industriale a settembre in crescita dell 1,7% su base annua Morning Call 11 NOVEMBRE 2015 Sotto i riflettori Eur/Usd: andamento a 5 giorni I temi del giorno Macro: in Italia la produzione industriale a settembre in crescita dell 1,7% su base annua Tassi: le aspettative

Dettagli

KAIROS PARTNERS SGR S.p.A.

KAIROS PARTNERS SGR S.p.A. KAIROS PARTNERS SGR S.p.A. Relazione Semestrale al 30.06.2015 FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO MOBILIARE APERTO Kairos Income Kairos Partners SGR S.p.A. Sede Legale: Via San Prospero 2, 20121 Milano Tel 02.777181

Dettagli

VIEW SUI MERCATI (16/04/2015)

VIEW SUI MERCATI (16/04/2015) VIEW SUI MERCATI (16/04/2015) STOXX600 Europe Lo STOXX600 ha superato l importante resistenza toccata nel 2007 a quota 400, confermando le nostre previsioni di un mese fa. Il trend di medio-lungo periodo

Dettagli

Comitato Investimenti 11.1.2016

Comitato Investimenti 11.1.2016 Comitato Investimenti 11.1.2016 1 SNAPSHOT Il 2016 non dovrebbe presentare delle sorprese nell'euro-zona, con ciò il Comitato Investimenti intende un rialzo dei rendimenti, perché l'inflazione è modesta

Dettagli

Il ruolo dei fondi alternativi multi-manager nell attuale scenario di mercato

Il ruolo dei fondi alternativi multi-manager nell attuale scenario di mercato Il ruolo dei fondi alternativi multi-manager nell attuale scenario di mercato No. 10 giugno 2015 N. 10 giugno 2015 2 Le principali Banche Centrali hanno aumentato complessivamente di oltre 6.000 miliardi

Dettagli

giugno 2016 sotto lo 0,30%, il dicembre 2016 a ridosso dello 0,40%.

giugno 2016 sotto lo 0,30%, il dicembre 2016 a ridosso dello 0,40%. Morning Call 12 AGOSTO 2014 Sotto i riflettori Rendimento Schatz tedesco a 2 anni: andamento I temi del giorno Moody s abbassa le stime per il Pil italiano: -0,1% a/a nel 2014; più ottimista l Ocse Situazione

Dettagli

CFA Italy Financial Business Survey and Sentiment Index, maggio 2015 Rassegna Stampa. Il Sole 24 Ore Radiocor 4 maggio 2015

CFA Italy Financial Business Survey and Sentiment Index, maggio 2015 Rassegna Stampa. Il Sole 24 Ore Radiocor 4 maggio 2015 CFA Italy Financial Business Survey and Sentiment Index, maggio 2015 Rassegna Stampa Il Sole 24 Ore Radiocor 4 maggio 2015 Cfa Society: +56,8 pt Italy sentiment in maggio, fiducia confermata 2015-05-04

Dettagli

Piccole imprese grandi opportunità. Small Cap

Piccole imprese grandi opportunità. Small Cap Small Cap Piccole imprese grandi opportunità. A sei anni dall inizio della crisi finanziaria internazionale, l economia mondiale sembra recuperare, pur in presenza di previsioni di crescita moderata. In

Dettagli

Portafogli Modello Giugno 2014

Portafogli Modello Giugno 2014 Portafogli Modello Giugno 2014 Investment Advisory 10 Giugno 2014 Milano Indice Commento Generale (p. 3) Portafoglio Obbligazionario (p. 4) Portafoglio Bilanciato (p. 6) Portafoglio Azionario (p. 8) Ranking

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria

Strategia d investimento obbligazionaria Strategia d investimento obbligazionaria Valutazione del mercato Analisi delle variabili del reddito fisso Strategia d investimento per gli asset obbligazionari Bollettino mensile no. 7 luglio A cura dell

Dettagli

Morning Call 4 NOVEMBRE 2014 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: Ism manifatturiero in rialzo ad ottobre sopra le attese a 59

Morning Call 4 NOVEMBRE 2014 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: Ism manifatturiero in rialzo ad ottobre sopra le attese a 59 Morning Call 4 NOVEMBRE 2014 Sotto i riflettori Eur/Jpy: andamento I temi del giorno Macro: Ism manifatturiero in rialzo ad ottobre sopra le attese a 59 Tassi: Treasury a 10 anni in lieve rialzo al 2,35%;

Dettagli

Asset allocation: settembre 2015. www.adviseonly.com www.adviseonly.com/blog

Asset allocation: settembre 2015. www.adviseonly.com www.adviseonly.com/blog Asset allocation: settembre 2015 /blog Come sono andati i mercati? Il rallentamento della Cina, la crisi in Grecia, il crollo delle materie prime e la moderata crescita dell economia americana hanno sollevato

Dettagli

Previsioni di Mercato Raiffeisen

Previsioni di Mercato Raiffeisen Previsioni di Mercato Raiffeisen di Raiffeisen Capital Management per Cassa Raiffeisen di Brunico Aprile 2015 Quo vadis, FED? Ancora una volta un trimestre è stato fortemente influenzato dalle banche centrali.

Dettagli

MEDIOLANUM RISPARMIO REDDITO

MEDIOLANUM RISPARMIO REDDITO MEDIOLANUM RISPARMIO REDDITO RELAZIONE SEMESTRALE AL 29/06/2007 86 MEDIOLANUM RISPARMIO REDDITO NOTA ILLUSTRATIVA SULLA RELAZIONE SEMESTRALE DEL FONDO AL 29 GIUGNO 2007 Signori Partecipanti, il 29 giugno

Dettagli

8a+ Investimenti Sgr. Latemar

8a+ Investimenti Sgr. Latemar 8a+ Investimenti Sgr Fondo Comune d Investimento Mobiliare Aperto Latemar RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2007 Sede Legale: Varese, Piazza Monte Grappa 4 Tel 0332-251411 Telefax 0332-251400 Capitale

Dettagli

Morning Call 15 APRILE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Le nuove stime del Fondo Monetario Internazionale, Pil Italia 2015 a +0,5%, +1,1% nel 2016

Morning Call 15 APRILE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Le nuove stime del Fondo Monetario Internazionale, Pil Italia 2015 a +0,5%, +1,1% nel 2016 Morning Call 15 APRILE 2015 Sotto i riflettori Irs a 5 anni: andamento I temi del giorno Le nuove stime del Fondo Monetario Internazionale, Pil Italia 2015 a +0,5%, +1,1% nel 2016 Pil della Cina nel primo

Dettagli

Alla ricerca del rendimento perduto

Alla ricerca del rendimento perduto Milano, 10 aprile 2012 Alla ricerca del rendimento perduto Dalle obbligazioni alle azioni. La ricerca del rendimento perduto passa attraverso un deciso cambio di passo nella composizione dei portafogli

Dettagli

MEDIOLANUM RISPARMIO ITALIA CRESCITA

MEDIOLANUM RISPARMIO ITALIA CRESCITA MEDIOLANUM RISPARMIO ITALIA CRESCITA RELAZIONE SEMESTRALE AL 29/06/2007 80 MEDIOLANUM RISPARMIO ITALIA CRESCITA NOTA ILLUSTRATIVA SULLA RELAZIONE SEMESTRALE DEL FONDO AL 29 GIUGNO 2007 Signori Partecipanti,

Dettagli

Morning Call 18 DICEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: Ifo tedesco in calo a dicembre a 108,70

Morning Call 18 DICEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: Ifo tedesco in calo a dicembre a 108,70 Morning Call 18 DICEMBRE 2015 Sotto i riflettori Curva a scadenza dei Treasury: oggi e al 30 settembre 2015 I temi del giorno L analisi dei mercati Macro: Ifo tedesco in calo a dicembre a 108,70 Mercati

Dettagli

Morning Call 12 NOVEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: oggi l inflazione in Germania e Francia e la. nell Area euro

Morning Call 12 NOVEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: oggi l inflazione in Germania e Francia e la. nell Area euro Morning Call 12 NOVEMBRE 2015 Sotto i riflettori Rendimento Btp a 10 anni: andamento I temi del giorno Macro: oggi l inflazione in Germania e Francia e la produzione industriale nell Area euro Tassi: per

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 8 agosto 2015 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 8 agosto 2015 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Strategia d investimento obbligazionaria Bollettino mensile no. 8 agosto 2015 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Disclaimer: tutte le informazioni e le opinioni contenute in questo documento rivestono

Dettagli

Ambrosetti Am, l'allocation a marzo

Ambrosetti Am, l'allocation a marzo Data Pubblicazione 08/03/2016 Ambrosetti Am, l'allocation a marzo Pi peso relativo all'azionario, fra i settori restano privilegiati healthcare, consumi ciclici e non ciclici Di seguito l'analisi mensile

Dettagli

Morning Call 21 AGOSTO 2014 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: oggi le prime stime dei Pmi dell Area euro

Morning Call 21 AGOSTO 2014 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: oggi le prime stime dei Pmi dell Area euro Morning Call 21 AGOSTO 2014 Sotto i riflettori Eur/Usd: andamento I temi del giorno Macro: oggi le prime stime dei Pmi dell Area euro Minute Fed: la ripresa Usa sarà più forte nella seconda parte dell

Dettagli

Europa: oggi nessun dato di rilievo. Stati Uniti: oggi il dato finale sul Pil del Q3 e le vendite delle case esistenti.

Europa: oggi nessun dato di rilievo. Stati Uniti: oggi il dato finale sul Pil del Q3 e le vendite delle case esistenti. Morning Call 22 DICEMBRE 2015 Sotto i riflettori Indice Ibex: andamento I temi del giorno Macro: oggi il dato finale del Pil Usa del terzo trimestre Il voto spagnolo e lo stallo politico pesano su azionario

Dettagli

Piano Economico Finanziario 2008. Consiglio Generale: seduta del 26 Ottobre 2007

Piano Economico Finanziario 2008. Consiglio Generale: seduta del 26 Ottobre 2007 Piano Economico Finanziario 2008 e previsioni anni 2009 e 2010 Consiglio Generale: seduta del 26 Ottobre 2007 Indice Scenario & Previsioni PIANO ANNUALE 2008 1Fonti di finanziamento 2Impieghi 3Ricavi 4Costi

Dettagli

Morning Call 22 GIUGNO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Giornata decisiva per gli sviluppi della situazione greca: ieri nuova proposta di Tsipras

Morning Call 22 GIUGNO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Giornata decisiva per gli sviluppi della situazione greca: ieri nuova proposta di Tsipras Morning Call 22 GIUGNO 2015 Sotto i riflettori Rendimento del Btp a 10 anni: andamento I temi del giorno L analisi dei mercati Giornata decisiva per gli sviluppi della situazione greca: ieri nuova proposta

Dettagli

Morning Call 21 LUGLIO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Grecia, ha effettuato il rimborso per 6,8mld a Fmi, Bce e Banca di Grecia

Morning Call 21 LUGLIO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Grecia, ha effettuato il rimborso per 6,8mld a Fmi, Bce e Banca di Grecia Morning Call 21 LUGLIO 2015 Sotto i riflettori Indie FtseMib: andamento I temi del giorno L analisi dei mercati Grecia, ha effettuato il rimborso per 6,8mld a Fmi, Bce e Banca di Grecia Prosegue la tendenza

Dettagli

Relazione Semestrale al 25 giugno 2013

Relazione Semestrale al 25 giugno 2013 Relazione Semestrale al 25 giugno 2013 Fondo comune di investimento mobiliare aperto di diritto italiano armonizzato alla Direttiva 2009/65/CE INDICE Considerazioni Generali - Commento Macroeconomico...

Dettagli

Europa: oggi i prezzi al consumo tedeschi e francesi e le minute della Bce. Stati Uniti: oggi le vendite al dettaglio.

Europa: oggi i prezzi al consumo tedeschi e francesi e le minute della Bce. Stati Uniti: oggi le vendite al dettaglio. Morning Call 13 AGOSTO 2015 Sotto i riflettori Rendimento del benchmark tedesco a 2 anni: andamento I temi del giorno L analisi dei mercati Market movers Cina: terza svalutazione per lo yuan, nuova parità

Dettagli

Europa: oggi i prezzi alla produzione dell Area euro. Stati Uniti: oggi l occupazione Adp, gli ordini di fabbrica e il Beige Book della Fed.

Europa: oggi i prezzi alla produzione dell Area euro. Stati Uniti: oggi l occupazione Adp, gli ordini di fabbrica e il Beige Book della Fed. Morning Call 2 SETTEMBRE 2015 Sotto i riflettori Indice Dow Jones: andamento I temi del giorno Macro: nella manifattura in calo l Ism (Usa), stabile il Pmi (Area euro) Fmi: il rallentamento della Cina

Dettagli

Fondo Interno Core. 31 luglio 2012

Fondo Interno Core. 31 luglio 2012 Fondo Interno Core 31 luglio 2012 Indice FIDEURAM VITA INSIEME Commento mensile FVI - Fondo Interno Core Classe K FVI - Fondo Interno Core Classe Y FVI - Fondo Interno Core Classe Z Indice Luglio 2012

Dettagli

View. Mercati Obbligazionari

View. Mercati Obbligazionari 12 maggio 2016 View Fideuram Investimenti Indice Sintesi scenario 1 Macroeconomia 2 Mercati Azionari 3 Mercati Obbligazionari 5 Scenario macroeconomico Dopo la revisione al ribasso apportata alle stime

Dettagli

Fondo Raiffeisen Strategie Fonds

Fondo Raiffeisen Strategie Fonds Relazione Semestrale al 30.06.2014 Fondo ADVAM Partners SGR S.p.A. Sede Legale: Via Turati 9, 20121 Milano Tel 02.620808 Telefax 02.874984 Capitale Sociale Euro 2.200.000 i.v. Codice Fiscale, Partita IVA

Dettagli

Morning Call 4 SETTEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori

Morning Call 4 SETTEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori Morning Call 4 SETTEMBRE 2015 Sotto i riflettori Indice FtseMib: andamento I temi del giorno Macro: Pmi dei servizi (Area euro) in miglioramento, Ism non manifatturiero (Usa) in calo sotto i 60 punti Bce:

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria

Strategia d investimento obbligazionaria Strategia d investimento obbligazionaria Bollettino mensile no. 5 - Maggio A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Disclaimer: tutte le informazioni e le opinioni contenute in questo documento rivestono

Dettagli

ANTEPRIMA OUTLOOK PREVISIONALE 2016

ANTEPRIMA OUTLOOK PREVISIONALE 2016 FRN TRADING STRATEGIES VIA COPERNICO 38 20125 MILANO TEL. +39.349.5974473 INFO@FRNTRADING.COM - WWW.FRNTRADING.COM ANTEPRIMA OUTLOOK PREVISIONALE 2016 Il contenuto del presente documento, del sito FRN

Dettagli

L economia australiana brilla sulle altre

L economia australiana brilla sulle altre L economia australiana brilla sulle altre 28 marzo 2011 Le stime sulla crescita per molti paesi sviluppati hanno subito una flessione a causa della tragedia che continua a investire il Gippone, uno dei

Dettagli

Fonditalia Core MERCATO CARATTERISTICHE. Azionario. Obbligazionario. Valute. Strategia del prodotto

Fonditalia Core MERCATO CARATTERISTICHE. Azionario. Obbligazionario. Valute. Strategia del prodotto 29 Settembre 2015 Fonditalia Core MERCATO Azionario Da metà aprile gli indici azionari hanno corretto al ribasso dopo il rialzo di inizio anno (prima a causa dell acuirsi della crisi greca, poi per via

Dettagli

Questo ciclo è esemplificativo di quelli degli altri future su indici azionari che seguo.

Questo ciclo è esemplificativo di quelli degli altri future su indici azionari che seguo. Prima di parlare dei problemi dell Euro, facciamo prima un breve aggiornamento ciclico. Vediamo il Ciclo settimanale per l Eurostoxx future iniziato il 12 luglio intorno alle ore 16:30 (dati a 15 minuti

Dettagli

Strategie di investimento per i mercati azionari

Strategie di investimento per i mercati azionari Strategie di investimento per i mercati azionari Aggiornamento al giugno 2006 Torino, 22 giugno 2006 I mercati azionari nel 2006 I mercati internazionali Le performance dei principali mercati mondiali

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria

Strategia d investimento obbligazionaria Strategia d investimento obbligazionaria Valutazione del mercato Analisi delle variabili del reddito fisso Strategia d investimento per gli asset obbligazionari Bollettino mensile no. 3 marzo A cura dell

Dettagli

ILR con. Posizione. attuale.

ILR con. Posizione. attuale. ILR con il gestore G. Spinola del 16/04/15 Trend vs. Msci World Dal lancio ( 15/02/93 ) al 16/04/15. Posizione attuale. 63% %* in Azioni (profilo di rischio teoricoo del portafoglio mediamente in lineaa

Dettagli

IL CONTESTO Dove Siamo

IL CONTESTO Dove Siamo IL CONTESTO Dove Siamo INFLAZIONE MEDIA IN ITALIA NEGLI ULTIMI 60 ANNI Inflazione ai minimi storici oggi non è più un problema. Tassi reali a: breve termine (1-3 anni) vicini allo 0 tassi reali a medio

Dettagli

DOW JONES grafico daily. Aggiornamento del 17/03/13

DOW JONES grafico daily. Aggiornamento del 17/03/13 DOW JONES grafico daily Se per S&P500 la correzione è stata breve quella sul Dow Jones è stata inesistente, un consolidamento sui massimi è stato sufficiente per assorbire le prese di beneficio e riprendere

Dettagli

Per maggiori notizie e analisi più approfondite, vai su www.etoro.net

Per maggiori notizie e analisi più approfondite, vai su www.etoro.net 10 otto, 2010 Visita il nuovo network di social trading di etoro: openbook.etoro.com Il mercato azionario ha avuto un impennata a metà settimana per poi consolidarsi durante gli ultimi giorni dal momento

Dettagli

Per maggiori notizie e analisi più approfondite, vai su www.etoro.net

Per maggiori notizie e analisi più approfondite, vai su www.etoro.net Visita il nuovo network di social trading di etoro: openbook.etoro.com Rialzo dei mercato azionari durante questa settimana grazie ai dati migliori delle attese provenienti dalla Cina che hanno ridato

Dettagli

Snam e i mercati finanziari

Snam e i mercati finanziari Snam e i mercati finanziari Nel corso del 2012 i mercati finanziari europei hanno registrato rialzi generalizzati, sebbene in un contesto di elevata volatilità. Nella prima parte dell anno le quotazioni

Dettagli

MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO

MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO RELAZIONE SEMESTRALE AL 29/06/2007 98 MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO NOTA ILLUSTRATIVA SULLA RELAZIONE SEMESTRALE DEL FONDO AL 29 GIUGNO 2007 Signori Partecipanti, il semestre

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 1 Gennaio 2013 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 1 Gennaio 2013 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Strategia d investimento obbligazionaria Bollettino mensile no. 1 Gennaio A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Strategia d investimento obbligazionaria Considerazioni riassuntive degli indicatori analizzati

Dettagli

Fondi & Gestioni Gennaio 2014. Rispondiamo in tempo reale alle domande sui fondi e le gestioni di AcomeA SGR su Twitter. Utilizza l hashtag #aad

Fondi & Gestioni Gennaio 2014. Rispondiamo in tempo reale alle domande sui fondi e le gestioni di AcomeA SGR su Twitter. Utilizza l hashtag #aad Fondi & Gestioni Gennaio 2014 Rispondiamo in tempo reale alle domande sui fondi e le gestioni di AcomeA SGR su Twitter. Utilizza l hashtag #aad Indice Classifiche: rassegna stampa fondi...3 AcomeA Classifiche

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria

Strategia d investimento obbligazionaria Strategia d investimento obbligazionaria Valutazione del mercato Analisi delle variabili del reddito fisso Strategia d investimento per gli asset obbligazionari Bollettino mensile no. 11 novembre A cura

Dettagli

Classe A NAV 102,40. Obiettivi del Fondo TORTA TIPOLOGIA FONDO. 1) Azionario 73,51% 2) Corporate 2,04% 3) Bilanciato 2,56% 4) Governativo 21,88%

Classe A NAV 102,40. Obiettivi del Fondo TORTA TIPOLOGIA FONDO. 1) Azionario 73,51% 2) Corporate 2,04% 3) Bilanciato 2,56% 4) Governativo 21,88% Classe A NAV 0,40 0 aprile 05 Carta d' Identita Linea Obiettivo della linea Orizzonte temporale Grado di rischio (-7) 4 Total return Crescita del patrimonio nel medio lungo periodo - 5 anni Obiettivi del

Dettagli

Morning Call 1 SETTEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori

Morning Call 1 SETTEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori Morning Call 1 SETTEMBRE 2015 Sotto i riflettori Spread Btp/Bund a 10 anni: andamento I temi del giorno Macro Area euro: inflazione in ripresa in Italia, +0,2% a/a l indice nazionale e +0,5% a/a quello

Dettagli

Alternative Spot. HEDGE INVEST (SUISSE) SA Via Balestra 27, 6900 Lugano (Svizzera) T +41 91 912 57 10

Alternative Spot. HEDGE INVEST (SUISSE) SA Via Balestra 27, 6900 Lugano (Svizzera) T +41 91 912 57 10 Alternative Spot Dic 2013 L outlook di Hedge Invest per il 2014 Scenario macroeconomico: la visione per il 2014 EUROZONA Prevediamo ancora pressioni al ribasso sulla crescita a breve termine, a causa di

Dettagli

Previsioni di Mercato Raiffeisen

Previsioni di Mercato Raiffeisen Previsioni di Mercato Raiffeisen di Raiffeisen Capital Management per Cassa Raiffeisen di Brunico Settembre 2015 La volatilità torna alla ribalta Nel 2015 l indice azionario S&P 500 non solo ha fatto registrare

Dettagli

Prospettive 2015 - Divergenze

Prospettive 2015 - Divergenze NOVEMBRE 2014 Prospettive 2015 - Divergenze Jean-Sylvain Perrig, CIO Union Bancaire Privée, UBP SA Rue du Rhône 96-98 CP 1320 1211 Ginevra 1, Svizzera Tel. +4158 819 21 11 Fax +4158 819 22 00 ubp@ubp.com

Dettagli

Schroder ISF EURO Short Term Bond

Schroder ISF EURO Short Term Bond Pagina 1 Indice Review su mercato e fondo pag. 2 Il mercato Il fondo Cosa ci aspettiamo dal mercato e dal fondo pag. 3 Uno sguardo al mercato Le scelte strategiche I risultati di pag. 4 Descrizione del

Dettagli

Classe A NAV 101,18. Obiettivi del Fondo TORTA TIPOLOGIA FONDO. 1) Azionario 72,68% 2) Corporate 2,11% 3) Bilanciato 2,57% 4) Governativo 22,65%

Classe A NAV 101,18. Obiettivi del Fondo TORTA TIPOLOGIA FONDO. 1) Azionario 72,68% 2) Corporate 2,11% 3) Bilanciato 2,57% 4) Governativo 22,65% Classe A NAV 0,8 marzo 05 Carta d' Identita Linea Obiettivo della linea Orizzonte temporale Grado di rischio (-7) 4 Total return Crescita del patrimonio nel medio lungo periodo - 5 anni Obiettivi del Fondo

Dettagli

Schroders Private Banking

Schroders Private Banking Schroders Private Banking Weekly newsletter Schroders Italy SIM S.p.A. Via della Spiga, 30-20121 Milano Tel: 0276377.1 Fax: 0276377300 www.schroders.it 1 Il Mercato Europeo Andamento dei principali indici

Dettagli

La congiuntura. internazionale

La congiuntura. internazionale La congiuntura internazionale N. 1 GIUGNO 2015 Il primo trimestre del 2015 ha portato con sé alcuni cambiamenti nelle dinamiche di crescita delle maggiori economie: alla moderata ripresa nell Area euro

Dettagli

Il tramonto del risk free: flessibilità e disciplina come bussola per la navigazione

Il tramonto del risk free: flessibilità e disciplina come bussola per la navigazione c è una rotta fuori dai porti sicuri? Il tramonto del risk free: flessibilità e disciplina come bussola per la navigazione Giovanni Landi, Senior Partner Anthilia Capital Partners Anthilia Capital Partners

Dettagli

La situazione dell investitore è chiaramente scomoda e occorre muoversi su due fronti:

La situazione dell investitore è chiaramente scomoda e occorre muoversi su due fronti: Analisti e strategisti di mercato amano interpretare le dinamiche dei mercati azionari in termini di fasi orso, fasi toro, cercando una chiave interpretativa dei mercati, a dimostrazione che i prezzi non

Dettagli

La congiuntura. internazionale

La congiuntura. internazionale La congiuntura internazionale N. 2 LUGLIO 2015 Il momento del commercio mondiale segna un miglioramento ad aprile 2015, ma i volumi delle importazioni e delle esportazioni sembrano muoversi in direzioni

Dettagli

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale - l Euro/Dollaro si è ripreso chiudendo poco sotto quota 1,35 - l Oro resta mediamente debole e sotto 1300 dollari (ha chiuso come venerdì scorso a 1289) -

Dettagli

Morning Call 18 AGOSTO 2014 DAILY. Sotto i riflettori. Macro Area euro: invariato t/t il Pil dell Area nel Q2, +0,7% su base annua

Morning Call 18 AGOSTO 2014 DAILY. Sotto i riflettori. Macro Area euro: invariato t/t il Pil dell Area nel Q2, +0,7% su base annua Morning Call 18 AGOSTO 2014 Sotto i riflettori Rendimento Btp a 10 anni: andamento I temi del giorno Macro Area euro: invariato t/t il Pil dell Area nel Q2, +0,7% su base annua Nuovi minimi storici per

Dettagli

Scenario economico e politiche

Scenario economico e politiche Scenario economico e politiche Fedele De Novellis Bergamo, 14 giugno 2013 www.refricerche.it Schema generale Rallentamento economia globale nel 2012 (crisi della periferia europea) Reazione politiche monetarie

Dettagli

Obbligazioni bancarie quotate direttamente sul MOT.

Obbligazioni bancarie quotate direttamente sul MOT. Napoli, 23 novembre 2011 Obbligazioni bancarie quotate direttamente sul MOT. Nicola Francia Responsabile prodotti quotati Italia Agenda Obbligazioni strutturate e plain vanilla: diavolo e acqua santa?

Dettagli

Europa: oggi i prezzi al consumo nel Regno Unito. Stati Uniti: oggi le nuove costruzioni abitative ed i permessi edilizi.

Europa: oggi i prezzi al consumo nel Regno Unito. Stati Uniti: oggi le nuove costruzioni abitative ed i permessi edilizi. Morning Call 18 AGOSTO 2015 Sotto i riflettori Rendimento del Bund a 10 anni: andamento I temi del giorno Questa mattina scende di oltre il 6,0% la Borsa di Shanghai su timori di ulteriori svalutazioni

Dettagli

Previsioni di Mercato Raiffeisen

Previsioni di Mercato Raiffeisen Previsioni di Mercato Raiffeisen di Raiffeisen Capital Management per Cassa Raiffeisen di Brunico Marzo 2015 Rischio? Quale rischio? Le prime settimane dell anno nuovo sono state caratterizzate dai temi

Dettagli

LA NOSTRA STORIA Esperienza e professionalità. I VALORI Etica, qualità e impegno costante. I CLIENTI Attenzione alle esigenze del Cliente

LA NOSTRA STORIA Esperienza e professionalità. I VALORI Etica, qualità e impegno costante. I CLIENTI Attenzione alle esigenze del Cliente INDICE PAG. 2 LA NOSTRA STORIA Esperienza e professionalità PAG. 4 I VALORI Etica, qualità e impegno costante PAG. 6 I CLIENTI Attenzione alle esigenze del Cliente 1 PAG. 7 GLI OBIETTIVI Stabilità e continuità

Dettagli

Morning Call 14 GENNAIO 2016 DAILY. Sotto i riflettori

Morning Call 14 GENNAIO 2016 DAILY. Sotto i riflettori Morning Call 14 GENNAIO 2016 Sotto i riflettori Indice S&P500: andamento I temi del giorno Macro Area euro: calo marcato per la produzione industriale dell Area, a dicembre -0,7% su base mensile Banche

Dettagli

La nuova formula dell evoluzione finanziaria.

La nuova formula dell evoluzione finanziaria. FINANZA RAS MULTIPARTNER FONDO DI FONDI AMERICAN EXPRESS BNP PARIBAS Asset Management LCF ROTHSCHILD FUND FRANKLIN TEMPLETON JPMORGAN FLEMING A.M. MORGAN STANLEY MERRILL LYNCH I.M. ALLIANZ A.M. GROUP CREDIT

Dettagli

Morning Call 23 DICEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: Pil Usa del terzo trimestre rivisto al +2,1% trimestrale annualizzato

Morning Call 23 DICEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: Pil Usa del terzo trimestre rivisto al +2,1% trimestrale annualizzato Morning Call 23 DICEMBRE 2015 Sotto i riflettori Curva spot a scadenza dei tassi Euribor I temi del giorno Macro: Pil Usa del terzo trimestre rivisto al +2,1% trimestrale annualizzato Scambi ridotti in

Dettagli

Analisi, Ricerche e Testi Luglio 2015 Anno II N. 6 A cura dell Ufficio Studi AVM. Gianluigi Montagner

Analisi, Ricerche e Testi Luglio 2015 Anno II N. 6 A cura dell Ufficio Studi AVM. Gianluigi Montagner Analisi, Ricerche e Testi Luglio 2015 Anno II N. 6 A cura dell Editoriale La parola al Direttore Generale Italia Cosa aspettarsi dai mercati da qui alla fine dell anno? Ci sono tanti temi caldi che tratteremo

Dettagli

MIGLIORA PER LE IMPRESE ITALIANE L ACCESSO AI FINANZIAMENTI

MIGLIORA PER LE IMPRESE ITALIANE L ACCESSO AI FINANZIAMENTI MIGLIORA PER LE IMPRESE ITALIANE L ACCESSO AI FINANZIAMENTI Silvano Carletti * Nei suoi primi cinque appuntamenti (l ultimo a fine settembre 2015) il Targeted Longer-Term Refinancing Operations (TLTRO)

Dettagli

Morning Call 30 MARZO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: Pil Usa nel Q4 in crescita del 2,2% trimestrale annualizzato

Morning Call 30 MARZO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: Pil Usa nel Q4 in crescita del 2,2% trimestrale annualizzato Morning Call 30 MARZO 2015 Sotto i riflettori Rendimento del benchmark tedesco a 2 anni: andamento I temi del giorno Macro: Pil Usa nel Q4 in crescita del 2,2% trimestrale annualizzato Tassi: resta sui

Dettagli

Global Asset Allocation

Global Asset Allocation Global Asset Allocation L impatto dell incremento dei rendimenti obbligazionari sul ciclo economico e sulla nostra view Aprile 0 Punti chiave PROSPETTIVE Giordano Lombardo Group CIO, Pioneer Investments

Dettagli

La gestione patrimoniale che stai cercando.

La gestione patrimoniale che stai cercando. La gestione patrimoniale che stai cercando. Vorrei investire professionalmente i miei risparmi Vorrei avere un referente competente e riservato che sappia ascoltarmi Vorrei scegliere tra prodotti d investimento

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 2 febbraio 2013 A cura dell Ufficio Ricerca e

Dettagli

GUIDA ALLA LETTURA DELLE SCHEDE FONDI

GUIDA ALLA LETTURA DELLE SCHEDE FONDI GUIDA ALLA LETTURA DELLE SCHEDE FONDI Sintesi Descrizione delle caratteristiche qualitative con l indicazione di: categoria Morningstar, categoria Assogestioni, indice Fideuram. Commenti sulla gestione

Dettagli

ALETTI GESTIELLE SGR: View e strategie. Valentino Bidone Senior Portfolio Manager Comparto Absolute Return Funds

ALETTI GESTIELLE SGR: View e strategie. Valentino Bidone Senior Portfolio Manager Comparto Absolute Return Funds ALETTI GESTIELLE SGR: View e strategie Valentino Bidone Senior Portfolio Manager Comparto Absolute Return Funds 1 Sintesi Gli attuali squilibri Le prospettive Le strategie nelle varie asset class 2 Gli

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 6 giugno 2014 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 6 giugno 2014 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Strategia d investimento obbligazionaria Bollettino mensile no. 6 giugno 2014 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Disclaimer: tutte le informazioni e le opinioni contenute in questo documento rivestono

Dettagli

Per maggiori notizie e analisi più approfondite, vai su www.etoro.net

Per maggiori notizie e analisi più approfondite, vai su www.etoro.net Analisi Settimanale dei Mercati 26 settem, 2010 Visita il nuovo network di social trading di etoro: openbook.etoro.com Si sono mossi al rialzo i mercati azionari nel corso di questa settimana sulla scia

Dettagli

Composizione del benchmark. Obbligazioni

Composizione del benchmark. Obbligazioni Obbligazionario Governativo È la linea indicata per chi intende ottenere una redditività stabile in un orizzonte temporale limitato, privilegiando l investimento del proprio capitale in titoli di Stato

Dettagli