AIIC CONVEGNO NAZIONALE AIIC. Fiera della Sardegna. associazione italiana ingegneri clinici. verso un approccio sempre più integrato

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "AIIC CONVEGNO NAZIONALE AIIC. Fiera della Sardegna. associazione italiana ingegneri clinici. verso un approccio sempre più integrato"

Transcript

1 AIIC XV CONVEGNO NAZIONALE AIIC I Dispositivi Medici: verso un approccio sempre più integrato Fiera della Sardegna CAGLIARI

2 PREMESSA - Presidente AIIC INTRODUZIONE - Presidente Comitato Scientifico Carissimi, benvenuti al XV Convengo Nazionale dell Associazione Italiana Ingegneri Clinici. Un evento divenuto negli anni sempre più un riferimento per i professionisti che si occupano di innovazione tecnologica in sanità e per il mondo industriale. Un momento di incontro giunto ormai alla sua quindicesima edizione che ha saputo evolversi negli anni, intercettare le tematiche di rilievo, offrendo spunti di discussione mai banali, migliorando di anno in anno l organizzazione, incrementando qualità e quantità dell offerta. Un momento di apprendimento ed aggiornamento professionale, in cui confrontarsi con i migliori esperti nazionali ed internazionali. Un occasione unica per fare rete, tra professionisti che condividono quotidianamente criticità ed opportunità di un impegno lavorativo, che pur se con prospettive diverse, contribuisce a fare salute. Per questo motivo la XV edizione del Convegno rappresenta un momento di incontro, non solo tra, ma tra tutti i professionisti che si occupano continuamente della valutazione e gestione dei dispositivi medici, con particolare riferimento all area ospedaliera. All interno del complesso sistema di gestione di una struttura ospedaliera quella dei dispositivi medici è una tematica molto articolata che per essere affrontata al meglio necessita di un dialogo continuo, che sappia intercettare anche le istanze del mondo dell industria e delle istituzioni, al fine di trovare soluzioni efficaci ed innovative. Il Convegno, con 16 sessioni scientifiche ed 8 corsi di formazione accreditati, vuole recepire tutte le istanze e i punti di vista delle diverse figure professionali coinvolte nella gestione dei dispositivi medici. Il tutto in una cornice geografica sempre diversa, in un contesto che di volta in volta con la sua peculiarità, stimola ed arricchisce. Vi aspetto a Cagliari! Cari Amici, la sfida insita nel dedicare il Convegno AIIC a questa tematica non era banale: nonostante i dispositivi medici non elettromedicali occupino una parte sempre più rilevante nell attività quotidiana di un ingegnere clinico, ci troviamo per la prima volta con la possibilità di esplorare a 360 questo complesso mondo. Già in occasione della scorsa Conferenza Nazionale sui DM ad AIIC era stato affidato il compito di organizzare (e con successo di pubblico e critica ) una sessione specifica sulla gestione dei DM all interno di una struttura sanitaria; il Convegno è la naturale evoluzione di quanto allora solo accennato, cioè il tentativo di trovare una risposta a queste domande: quali sono le problematiche legate alla valutazione e gestione dei DM in un ospedale? Quali sono i possibili modelli organizzativi per risolverle e qual è il ruolo possibile dell ingegnere clinico? Proprio su questi quesiti si incentrano le sessioni plenarie, mentre le sessioni parallele approfondiscono alcuni singoli aspetti, quali la sicurezza o la procedura di acquisizione, piuttosto che particolari classi di dispositivi la cui gestione, per il loro alto contenuto tecnologico, richiede un bagaglio di conoscenze che sicuramente l ingegnere clinico è in grado di garantire. Il programma vede coinvolti sia gli stakeholders istituzionali, rappresentati dai livelli più elevati, sia le altre professionalità con cui l ingegnere clinico si confronta quotidianamente, quali Farmacisti, Provveditori e Medici, rappresentate dai vertici delle rispettive società, fino ad arrivare al mondo accademico, anche per approfondire l aspetto della formazione sui DM. È stato infine riservato uno spazio importante alle esperienze dei produttori e fornitori, per concordare un apporto di valenza scientifica e non puramente commerciale, nell ottica di condividere un percorso di crescita professionale che passi anche attraverso una sana partnership. Al di là del tema principale del Convegno, sono state previste diverse sessioni su argomenti che sarebbe limitativo definire tradizionali, in quanto di grande attualità per l ingegnere clinico: dai service di gestione, tra problemi legati alla centralizzazione e le possibili evoluzioni, all innovazione in sala operatoria, fino alle tecnologie per l assistenza territoriale. Ringrazio tutti i colleghi del Comitato Scientifico che hanno permesso di arrivare a questo risultato, nonché i soci e gli altri professionisti che hanno risposto alla call for paper: potrete senz altro apprezzare sia il numero, sia, soprattutto, l elevata qualità dei lavori presentati. Buon Convegno! Il Presidente AIIC Ing. Lorenzo Leogrande Il Presidente del Comitato Scientifico Ing. Giovanni Guizzetti

3 comitati e governance programma scientifico Consiglio Direttivo Lorenzo LEOGRANDE Presidente Paola FREDA Past-President Gianluca BANDINI Stefano BERGAMASCO Emilio CHIAROLLA Umberto NOCCO Paolo PARI Francesco PEZZATINI Liliana DE VIVO Segretario Tesoriere Comitato Scientifico Giovanni GUIZZETTI Presidente Gianluca BANDINI Stefano BERGAMASCO Paolo CASSOLI Sergio CERUTTI Emilio CHIAROLLA Liliana DE VIVO Pietro DERRICO Paola FREDA Danilo GENNARI Andrea GHEDI Gianluca GIACONIA Paolo LAGO Mario LUGLI Umberto NOCCO Paolo PARI Francesco PEZZATINI Alessandro REOLON Maurizio RIZZETTO Leo TRALDI Riccardo ZANGRANDO Comitato Organizzatore Barbara PODDA Presidente Silvia TACCORI Giovanni SECCI Giulia ABIS Sandra DEMURTAS Gabriella FERRAI Antonio FESTI Antonio LUMBAU Giorgio MAIDA Giannicola MASSIDDA Christian MURA Ester MURA Federica TICCA Comitato Corsi Giovanni POGGIALINI Presidente Paolo CASSOLI Emilio CHIAROLLA Antonella CORTESE Liliana DE VIVO Gianluca GIACONIA Giulio IACHETTI Antonietta PERRONE Collegio dei Probiviri Angelo MAIANO Presidente Carla AMADIO Componente Danilo GENNARI Componente Giovedì 14 Maggio 08:30 REGISTRAZIONE 11:00 PADIGLIONE G - Inaugurazione area espositiva 14:00-14:30 AUDITORIUM - Apertura del XV Convegno Nazionale AIIC Introduzione Ing. Lorenzo LEOGRANDE - Presidente AIIC Saluti Autorità - Dott. Luigi Benedetto ARRU - Assessore Sanità Regione Sardegna - On. Pierpaolo VARGIU - Presidente XII Com. Affari Sociali, Camera dei Deputati - Dott. Massimo ZEDDA - Sindaco di Cagliari - Dott. Giuseppe SECHI - Direttore Generale Assessorato Sanità Regione Sardegna - Ing. Gaetano Attilio NASTASI - Presidente Ordine Ing. della Prov. di Cagliari - Prof.ssa Annalisa BONFIGLIO - Prorettore Università degli Studi di Cagliari - Ing. Gaetano Attilio NASTASI - Presidente dell Ordine Ing. Cagliari Video Messaggio: On. Beatrice LORENZIN - Ministro della Salute 14:30-16:30 AUDITORIUM - Sessione Plenaria Dall idea alla tecnologia: come nasce un dispositivo medico Moderatori: Ing. Stefano BERGAMASCO, Ing. Umberto NOCCO Innovazione e sviluppo: dall idea iniziale all applicazione degli ultrasuoni in chirurgia Dr. Joe AMARAL Nanotecnologie nell imaging molecolare Dott. Vito LORUSSO Medtronic Invatec: Un esperienza Ing. Roberto GHIDINI Novel Nonfluoroscopic 4D Navigation Technology for the Cardiac Mapping Eng. Adi RAVEH Ingegneria Clinica 2.0 Ing. Ferran RODRIGUEZ OMEDES Dalla ricerca all innovazione: le startup del settore med-tech Prof. Marco CANTAMESSA

4 16:30-18:00 AUDITORIUM - Tavola Rotonda Apparecchiature e DM, gestione integrata o convergenze parallele? Moderatore: Dott.ssa Ester MARAGO Introduzione: messaggio Sen. Emilia Grazia DE BIASI - Senato della Repubblica Avv. Tonino ACETI - Cittadinanzattiva Dott. Franco ASTORINA - FARE Dott.ssa Marina CERBO - Agenas Prof. Americo CICCHETTI - SiHTA Dott.ssa Laura FABRIZIO - SIFO Dott.ssa Fernanda GELLONA - Assobiomedica Ing. Giovanni GUIZZETTI - AIIC Dott. Francesco RIPA DI MEANA - FIASO Dott. Pierluigi RUSSO - AIFA Conclusioni: Dott.ssa Marcella MARLETTA - Ministero della Salute 18:00-19:00 AUDITORIUM - Assemblea AIIC Venerdì 15 Maggio 09:00-11:00 AUDITORIUM - Sessione Parallela Quando il software dispositivo medico si integra con la Personal Technology Moderatori: Ing. Maurizio RIZZETTO - Ing. Gianluca GIACONIA Mobile health tra rischi e benefici: uso sicuro di tecnologie del mobile in contesti sanitari Ing. Paolo PIASER Strumenti e tecnologie del mercato per le applicazioni mobile in sanità Ing. Antonio BOSIO Smart Pager, un applicazione MD per la gestione degli allarmi elettrofisiologici attraverso l uso di smartphone Dott. Roberto MAGGIONI La linea guida CEI Gestione del sw e delle reti IT-medicali nel contesto sanitario, alla luce dei dispositivi Mobile Dott. Francesco MARTELLI Diffusione dei dispositivi mobile nell homecare: opportunità e rischi Dott. Claudio SACCAVINI 09:00-11:00 SALA DELEDDA - Sessione Parallela Il processo di approvvigionamento dei DM: criticità, flussi informativi e modelli innovativi Moderatori: Dott. Virgilio FRAU - Ing. Daniela MOTTA I flussi informativi sulle tecnologie Dott.ssa Claudia BIFFOLI La gestione dei dispositivi medici in ospedale: quali strumenti di governance Dott.ssa Elisabetta STELLA Il MEPA come strumento per l acquisizione di DM Dott. Luca MASTROGREGORI Iniziative centralizzate a livello regionale Ing. Fabio BUFFOLINI Dispositivi Medici e costi di ricovero: una proposta di governance regionale e aziendale Ing. Daniela D ANGELA Il costo standard nella valutazione economica degli appalti pubblici finalizzati all esternalizzazione Ing. Stefano BELLUCCI Partnership pubblico-privato: soluzioni a supporto della sostenibilità Dott. Vincenzo GIANNATTASIO DELL ISOLA Ing. Giovanna LAZZARI 09:00-11:00 SALA DESSI - Sessione Parallela Il Progetto Innovazione di AIIC Moderatori: Ing. Paolo PARI - Prof. Marco CANTAMESSA Lo scenario della ricerca e sviluppo MedTech in Europa e nel Mondo Il contesto Italiano degli incubatori per l innovazione - Rappresentante PNICube Lo scouting delle grandi imprese in R&D I giovani dell AIIC tra opportunità lavorative e spazi imprenditoriali Ing. Sergio GARGIULO I programmi Europei per il finanziamento della ricerca scientifica Horizon Dott.ssa Simona SCALAS Presentazione delle Idee Innovative Presentazione delle Startup Innovative Premiazione delle migliori idee

5 09:00-11:00 SALA SATTA - Sessione Parallela Sicurezza nel ciclo di vita di un dispositivo: dal comitato etico alla segnalazione degli incidenti Moderatori: Ing. Alessandro REOLON - Ing. Pietro DERRICO Sperimentazione di DM Ing. Roberta PAVESI Valutazione del rischio per i DM Ing. Matteo RITROVATO Prevenzione dei rischi di DM impiantabili in Risonanza Magnetica Dott. Vittorio CANNATÀ Responsabilità penali per errate valutazioni di DM Avv. Massimo MARINI La Top 10 dei rischi legati alle tecnologie sanitarie per il 2015: l edizione in collaborazione tra AIIC ed ECRI Institute Ing. Stefano BERGAMASCO Innovazione nella sterilizzazione dei DM pluriuso Ing. Diego BEGNI 11:00-13:00 AUDITORIUM - Sessione Plenaria La nuova regolamentazione: stato dell arte e prospettive, in Europa e negli USA Moderatori: Prof. Walter RICCIARDI Come si regola l innovazione negli USA Dott. Federico SOLDANI Le prospettive in Comunità Europea Dott.ssa Annamaria DONATO New markets, new challenges Dr. Yadin DAVID Human Resources for Medical Devices Ing. Paolo LAGO Contesti regolati differenti: le strategie di una multinazionale Dott.ssa Pascale BRASSEUR 13:00-14:30 LUNCH 14:30-16:30 AUDITORIUM - Sessione Parallela I Dispositivi Medici impiantabili attivi Moderatori: Dott. Attilio MARTORANO - Ing. Paola FREDA Ausili tecnologici alla gestione clinica di pazienti candidati all impianto di dm attivi Dott. Ivan CAICO L acquisto di impiantabili. L esperienza emiliana Ing. Leo TRALDI Come individuare criteri di scelta e valutazione Ing. Giovanni CALCAGNINI Aspetti regolatori e di documentazione Dott.ssa Vincenza RICCIARDI Le sfide della valutazione economica ed HTA dei dispositivi medici impiantabili Ing. Giuditta CALLEA Raccolta e produzione di evidenze scientifiche per la valutazione di Dispositivi Medici impiantabili Ing. Federica CARDELLINI 14:30-16:30 SALA DELEDDA - Sessione Parallela Innovazione in Sala Operatoria: Chirurgia Robotica e Sala Ibrida Moderatori: Ing. Paolo CASSOLI - Ing. Gianluca BANDINI La chirurgia robotica multidisciplinare: potenzialità e limiti Dott. Bernardo ROCCO La Chirurgia Robotica: stato dell arte e prospettive future Ing. Claudio VARINELLI La sala operatoria ibrida dell AO di Cuneo: quando la tecnologia deve essere calata nell organizzazione multidisciplinare Dott. Alessandro LOCATELLI Una regia di immagini: come gestire le immagini e i filmati degli interventi operatori Ing. Mauro PIONTINI, Ing. Luca SARTORI Quando didattica e innovazione si incontrano: l esperienza dell AIMS Academy nella sperimentazione di nuove tecniche chirurgiche mininvasive Dott. Antonello FORGIONE Sviluppo di un modello di validazione quantitativa delle performance nell uso della Chirurgia laparoscopica 2D vs 3D Ing. Andrea GHEDI

6 14:30-16:30 SALA DESSI - Sessione Parallela Ingegneria Clinica a 360 Moderatori: Ing. Giuseppe PRATO - Ing. Armida TRAVERSA I benefici della navigazione virtuale nella Interventistica mininvasiva Dott. Piero LARIZZA Confronto tra catetere venoso centrale ad inserzione centrale (CICC) standard e il catetere venoso centrale ad inserzione periferica (PICC): equilibrio tra efficacia ed economicità Ing. Andrea D ATTIS Valutazione di HTA di un baropacer carotideo: una risposta rapida ed una revisione sistemica Ing. Camilla CATELLI Arcadia: strumenti software a supporto del processo di acquisto Ing. Michele ANDREOLETTI Servizi e soluzioni innovative per ottimizzare gli investimenti Dott.ssa Patrizia PALAZZI Dispositivi medici su misura: Additive Manufacturing guidato da immagini mediche Ing. Salvatore SCARAMUZZINO Criteri per l appropriatezza allocativa delle apparecchiature di imaging clinico nella Regione Veneto Ing. Erica CERESOLA 100 gare in un anno: con il 163/06 si può (?) Dott.ssa Maria RAITERI 14:30-16:30 SALA SATTA - Sessione Parallela Moderatori: Ing. Umberto NOCCO Ing. Danilo GENNARI Ing. Paolo PARI Ing. Olivia PARIGI 16:30-18:30 AUDITORIUM - Sessione Plenaria I DM in ospedale: appropriatezza, sicurezza e monitoraggio in un nuovo modello organizzativo Moderatori: Dott.ssa Elisabetta STELLA Individuazione delle competenze nel modello organizzativo della Area vasta Emilia Nord Ing. Mario LUGLI Criticità nei processi di valutazione e gestione Dott.ssa Luisa ALBERTI L industria: una partnership possibile Dott. Pasquale MOSELLA Potenzialità dei Flussi Regionali Automatizzati per il Monitoraggio dell assistenza e la generazione di Evidenze Scientifiche: un modello innovativo per l approvvigionamento dei Dispositivi Medici Ing. Giulia ABIS Il percorso multidisciplinare per la valutazione delle tecnologie sanitarie in Regione Toscana Ing. Fabrizio DORI Innovazione nella logistica dei DM nelle strutture sanitarie Ing. Fulvio RUDELLO 21:00 CENA SOCIALE Convento San Giuseppe Via Paracelso snc Prolungamento Via Parigi - Cagliari 14:30-16:00 Iniziative di centralizzazione dei servizi di gestione Discussione aperta: analisi struttura e discussione criticità della convenzione Consip SIGAE 4, case studies, prospettive future 16:00-16:30 Presentazione Progetto MED: un nuovo sistema integrato di gestione e qualificazione delle apparecchiature ed attrezzature mediche usate dismesse Mariano MAZZACANI

7 Sabato 16 Maggio 09:00-11:00 AUDITORIUM - Sessione Parallela Università e Formazione: chi è il dispositivista Moderatori: Prof. Sergio CERUTTI - Ing. Andrea GHEDI Le figure professionali nel mondo dei dispositivi medici Attilio DURANTINI Il dispositivista in ospedale Dott. Giancarlo TADDEI La formazione dell ingegnere dispositivista Prof. Riccardo PIETRABISSA Le aspettative degli utilizzatori Prof. Massimo CARLINI Il corso di laurea in Ingegneria Medica: l esperienza dell Università di Bergamo Prof. Andrea REMUZZI Sviluppo e sperimentazione di un dispositivo elettromedicale in ambito accademico Ing. Danilo PANI 09:00-11:00 SALA DELEDDA - Sessione Parallela Evoluzione dei service di gestione apparecchiature elettromedicali Moderatori: Ing. Liliana DE VIVO - Ing. Fabio FALTONI Nuovi modelli possibili per la gestione delle tecnologie Ing. Armando ARDESI L esternalizzazione della gestione delle tecnologie: cosa abbiamo imparato e dove vogliamo andare? Ing. Mirco MAGNANI Fornitura e manutenzione evolutiva di grandi apparecchiature Ing. Dario MONTI Modello di progettazione del Governo delle apparecchiature biomedicali Ing. Roberto LINCIANO Nuovo criterio per il dimensionamento di un Servizio di Ingegneria Clinica Ing. Gabriella AMATO Dalla manutenzione delle apparecchiature allo sviluppo dell Asset Management Dott.ssa Maria Cristina VICHI 09:00-11:00 SALA DESSI - Sessione Parallela Presentazione programmi ed attività gruppi di lavoro AIIC Moderatori: Ing. Carla AMADIO - Ing. Angelo MAIANO Aggiornamento progetto linee guida AIIC Ing. Francesco PEZZATINI Accreditamento regionale presentazione documento finale Ing. Giulia ABIS Progetto interassociativo AIIC, ANTAB, ANTEV, AIIGM su verifiche di sicurezza elettrica Dott. Massimo GIULIANI, Costantino CARRARO Riutilizzo dei beni ospedalieri dismessi per fini umanitari: la stesura delle prime linee guida nazionali Ing. Antonietta PERRONE Linee guida AIIC Federchimica Fare su capitolati PACS Dott. Claudio AMOROSO Cittadinanza attiva: Spending Review Documento AIIC- SIFO Ing. Mario LUGLI Federsanità ANCI - AIIC Ing. Giampaolo CATALANO Tavolo TIISO Dott. Enrico PERNAZZA Convenzione AIIC Project Management Institute Ing. Giulio IACHETTI

8 09:00-11:00 SALA SATTA - Sessione Parallela i Dispositivi Medici a supporto dell assistenza territoriale Moderatori: Ing. Danilo GENNARI - Ing. Alberto LANZANI Tecnologia a supporto del modello organizzativo Quali tecnologie (prevalentemente) a domicilio Ing. Andrea MARRI Assistenza tecnica e organizzazione attrezzature domiciliari Ing. Federica TICCA Esempi di elevato impegno tecnologico a domicilio del paziente Ing. Roberto NANNINI Il Fascicolo Sanitario Elettronico: la realizzazione nella Provincia Autonoma di Trento Ing. Valeria PISETTA Tavola rotonda: Dalla definizione di un elenco di adempimenti in capitolato all accreditamento delle cure a domicilio Dott.ssa Anna MANCONI - CARD Sardegna Ing. Leo TRALDI - Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico di Modena Dott. Emanuele TORRI - Assessorato alla Salute e Politiche Sociali - Provincia Autonoma di Trento Referente Assogastecnici-Federchimica 11:00-13:00 AUDITORIUM - Sessione Plenaria Valore ad una professione per una sanità che guarda al futuro Moderatori: Dott.ssa Maria Emilia BONACCORSO - Ing. Lorenzo LEOGRANDE Dott. Antonio ROMANO - Inarea - Identity and Design network Dr.ssa Maria Laura MAXIA - Cittadinanzattiva Dott. Nicola PINELLI - FIASO Ing. Angelo VALSECCHI - Consiglio Nazionale degli Ingegneri Prof. Sergio CERUTTI - Politecnico di Milano Ing. Werner RAINER - Biomedical Technology Consulting Dott. Massimiliano SABATINO - Consulta delle Professioni Sanitarie della Lombardia 13:30 CHIUSURA DEL CONVEGNO Workshop Aziende Johnson & Johnson SALA SATTA - Venerdì 15 Maggio ore Se sei SPECIALE devi validare - la convalida dei processi speciali EN ISO perché convalidare un processo di sterilizzazione - gas plasma e convalida secondo EN ISO 14937: criticità ed elementi chiave - la certificazione del servizio di convalida Massimo DUTTO, Communication Manager - Bureau Veritas Nicoletta PALESE, Health Care Leader - Bureau Veritas Bureau Veritas è azienda leader a livello mondiale nei servizi di controllo, verifica e certificazione per Qualità, Ambiente, Salute, Sicurezza e Responsabilità Sociale (QHSE-SA) SALA FENICOTTERI - Venerdì 15 Maggio ore 9-10 Simposio Interattivo Johnson & Johnson - Hands On Energy Based Devices Relatori: Emanuela Caputo Valerio Marconi, Johnson & Johnson Medical Sala Nuraghe - Da Giovedì 14 Maggio a Sabato 16 Maggio Formazione costante J&J ROCHE SALA FENICOTTERI - Venerdì 15 Maggio ore EVENTO NELL EVENTO Internet of Things in Sanità. Siamo pronti? SALA DELEDDA - Venerdì 15 Maggio ore Moderatore: Massimo Caruso, Direttore editoriale Andrea Gelmetti, CIO AOU S. Matteo Pavia Claudio Caccia - Presidente AISIS (intervento in videocollegamento) Maurizio Rizzetto - Responsabile S.C. Ingegneria Biomedicale e Sistema Informatico AO Pordenone Piergiorgio Annicchiarico - CIO ASL Sassari In collaborazione con: Lorenzo Chiari - Università di Bologna Antonio Casanova - Università di Cagliari Emanuele Cerroni - Noovle Italia Claudio Contini - Telecom Italia Graziano De Petris - Responsabile Ufficio Privacy AOU Trieste

9 EVENTO NELL EVENTO Venerdì 15 Maggio - Corso Accreditato ECM (9 Crediti) Sessione Parallela ICCS SALA DELEDDA - Venerdì 15 Maggio ore Esperienze tecniche a confronto da contesti internazionali complessi Corso realizzato in collaborazione con: Comitato Scientifico: Accreditamento ECM a cura di: Intro dei moderatori: La sicurezza degli operatori e le tipiche problematiche tecniche di integrazione nei progetti ospedalieri in contesti complessi Umberto VITALE: Avvio di un sistema di gestione manutentiva nel Kurdistan Iracheno negli Ospedali Azadi e Hevi di Duhok David CALLEJAS: Transition from the end of construction and equipment phase to maintenance start up: the experience of the Providence Hospital of Gonaives, Haiti Antonella CORTESE: Integrazione tra design infrastruttura e planning tecnologie in un progetto turn-key per la realizzazione di un Laboratorio Distrettuale di riferimento in Mozambico Bertrand KLAIBER: Research and integration of medical devices in low resources settings: from appropriate power supply systems in Cameroun to the development of low-cost digital radiography Conclusioni e dibattito Workshop A Sail For Health SALA FENICOTTERI - Venerdì 15 Maggio ore Esperienza sperimentale di traversata del Tirreno con equipaggio telemonitorato Moderatore: Ing. Alberto Lombardi La genesi dell esperienza - Ing. Giulio Iachetti Intro esperimento: finalità e obiettivi - Ing. Giovanni D Addio L innovazione nei materiali - Dr.ssa Rita Paradiso L innovazione nella piattaforma - Dr. Matteo Santoro Conclusioni - Ing. Giovanni D Addio Prof. Americo CICCHETTI Ing. Lorenzo LEOGRANDE Ing. Barbara PODDA PROGRAMMA Presentazione del Corso Ing. Lorenzo LEOGRANDE, Prof. Americo CICCHETTI MODERATORI Dott. Giuseppe SECHI - Ing. Emilio CHIAROLLA Evoluzione contesto Sanitario Prof. Walter RICCIARDI - Commissario ISS; Introduzione all HTA (storia, finestra internazionale, evoluzione contesto legislativo) Prof. Americo CICCHETTI Attori istituzionali, l Agenas Dott.ssa Marina CERBO Attori Istituzionali, l Aifa Dott. Pierluigi RUSSO Conclusioni Dott.ssa Marcella MARLETTA - Ministero della Salute MODERATORI Dott. Antonio ONNIS - Dott.ssa Donatella GARAU Gli Strumenti: La ricerca dell evidenza Dott.ssa Cinzia DEL GIOVANE La valutazione economica Prof. Francesco MENNINI La sicurezza e la valutazione tecnico funzionale Ing. Pietro DERRICO L hta in ospedale: Ing. Lorenzo LEOGRANDE

10 Poster Attivazione di un Nuovo Ospedale: il trasferimento da vecchio al nuovo Massimo Acerboni, Felice Melis, Pietro Cimmino, Maria Raiteri, Antonietta Perrone, Giovanni Poggialini Valutazione dell adozione della tecnologia PET/MR tramite un approccio Horizon Scanning R. Barbieri, P. Cassoli, Massimo Canevari, Letizia Songia, Camilla Cristina Catelli Criteri di priorità per le approvazioni a livello regionale delle donazioni di tecnologie biomediche Stefania Bellelli, F. Morena, C. Rivoiro, V. Romano, M. Fregonara Medici Misure di temperatura su contenitori criogenici ad azoto liquido (CCAL) in base direttiva europea 2006/86/CE richiamata dalle linee guida del Centro Nazionale Trapianti Manuale per la gestione di un PMA Strumenti per l applicazione dei d.lgs e A. Butini, D. Ventura, T. Bruè Misure di temperatura con caratterizzazione sistemi refrigeranti utilizzati per congelamento rapido del plasma in base alla guida alle attività di convalida dei processi nei Servizi Trasfusionali e nelle Unità di Raccolta del sangue e degli emocomponenti pubblicata in data febbraio 2014 dal Centro Nazionale Sangue A. Butini, D. Ventura, T. Bruè Dimensionamento misure in base alla guida alle attività di convalida dei processi nei Servizi Trasfusionali e nelle Unità di Raccolta del sangue e degli emocomponenti pubblicata in data febbraio 2014 dal Centro Nazionale Sangue: tenuta a pressione (TP) connessione sterile (CS) A. Butini, D. Ventura, T. Bruè, G. Spigarelli, M.Famiani Health Technology Assessment di una sala operatoria ibrida Calarco Pamela, Accardo Agostino, Attolini Lucio Medicina 2.0: il Fast and Easy Medical Alert Pasquale Casillo, Domenica Sorrentino, Gianluca Pennoni L applicazione di una matrice SWOT per la riprogettazione del modello HTA per la valutazione delle tecnologie sanitarie all interno dell Ingegneria Clinica della Fondazione IRCCS Ca Granda Ospedale Maggiore Policlinico Paolo Cassoli, Camilla Catelli, Maria Rita Magrì, Francesca Venturini Collaudo di una Rete per l Infarto del Miocardio Acuto Gianpaolo Catalano, Fabiana Franzese La scelta di introduzione della tomografia nell imaging mammografico: un approccio multidisciplinare Camilla Catelli, Mauro Campoleoni, Silvia Sfondrini, Paolo Cassoli Dispositivi medici innovativi: aumento o diminuzione del rischio?un analisi della sicurezza e dell appropriatezza d uso di guaine per videocistoscopio. Erica Ceresola, Ilaria Toffanello, Alfio Capizzi, Massimo Castoro, Francesca Menotto, Anna Gelisio, Andrea Marcolongo Dismissioni, donazioni e riutilizzo di Dispositivi Medici e Apparecchiature in Paesi in via di Sviluppo: Linee Guida, normativa e prospettive. Federico Cesari, Antonietta Perrone Hta e spending review: la nuova sfida del sic dell aou di cagliari Cristian Cocco, Silvia Taccori, Paola Casagrande Il trattamento dell acqua per macchine per dialisi come dispositivo medico Ivano Coretti, Lugli Mario, Traldi Leo, Di Palma Luisa, Di Virgilio Jessica, Giovannini Emanuele, Bizzini Adriano Gli avvisi di sicurezza-vigilanza sui dispositivi medici: il protocollo di gestione ospedaliero e il flusso-modello dei dati nazionali. Cravero Silvio, Carla Amadio Centralizzazione delle immagini ecografiche nel pacs aziendale della a.o. luigi sacco: studio di fattibilità Nicolangelo De Santis, Carla Amadio, Silvio Cravero CONSIP Sigae 4 e l Ingegnere Clinico Dubini Ferruccio, Salvatore Manetta Progettazione di un modello basato sui grafi per la verifica ed il dimensionamento dei servizi di emergenza-urgenza. Bruno Flora, Mariaconcetta Bilotta, Luca Salerno, Salvatore Scaramuzzino Uso in Elettrofisiologia di una nuova tecnologia di navigazione 4D non fluoroscopica Gaita Fiorenzo, Ferraris Federico, Anselmino Matteo, Golzio Pier Giorgio, Budano Carlo, Castagno Davide, Kapiris Matteo, Negro Andrea La TORS, metodica chirurgica innovativa, impatto economico ed organizzativo Anna Gelisio, Roberto di Carlo, Ilaria Toffanello, Erica Ceresola, Massimo Castoro, Stefano Ferretti, Francesca Menotto, Silvia Pollini Servizio di gestione telematica degli elettrocardiogrammi Andrea Gelmetti, Valeria Pierota, Gabriella Raggia Health Technology Assessment per la riorganizzazione e l automazione del Laboratorio Analisi dell IRCCS Ospedale Pediatrico Bambino Gesù Masucci Gerardina, L. De Vivo, P. Todarello, P.Derrico, A. Martino, M. Ritrovato, F. Faggiano Start up per la riorganizzazione e l automazione del Laboratorio Analisi dell IRCCS Ospedale Pediatrico Bambino Gesù: Analisi del contesto e delle esigenze clinicotecnologiche Masucci Gerardina, L. De Vivo, P. Todarello, P.Derrico, A. Martino, M. Ritrovato, F. Faggiano, V.Camisa Un nuovo strumento per la gestione dei processi complessi: metodologia O.G.C. (Online Guided Checklist) Gianluca Giaconia, Giuseppe Cafarella, Francesco Venneri, Cristina Giordano, Alberto Firenze, Antonietta Perrone

11 26 Il Contributo tecnico dell Ingegnere Clinico nei processi di accreditamento: l esempio dei servizi trasfusionali e delle unità di raccolta del sangue e degli emocomponenti Gruppo Regionale AIIC Lazio 39 Valutazione delle capacita atletiche nel tennis tramite l uso di bioimpedenza ed holter metabolico con algoritmi innovativi, introducendo l indice di performance Mario Parlagreco, Roberto Cannataro 27 Analisi dei flussi e dei carichi di lavoro delle attività infermieristiche e di supporto tramite simulatore ad eventi discreti Nunzia Guarino, Adriano Torri, Alessandro Pepino, Luisa Guardato, Felice Mainolfi 40 Riutilizzo dei beni ospedalieri dismessi per fini umanitari : la necessità dell adozione di Linee Guida Nazionali Antonietta Perrone, Francesco Ribolzi, Federico Cesari, Francesca Ottaviani 28 Analisi multicriterio per rispondere ai bisogni delle strutture sanitarie nei Paesi del Sud del Mondo Irene Lasorsa, Agostino Accardo 41 Il processo di certificazione secondo la norma uni en iso 9001:2008 del servizio di ingegneria clinica dell A.O.U. Federico ii Antonietta Perrone, Mario Cesarelli, Antonio Chiarelli, Giovanni Poggialini Metodologie di valutazione dei rischi relativi allo stato di obsolescenza delle apparecchiature biomediche - implementazione asl bn Alberto Lombardi, Tommaso Cerciello La convalida del processo di congelamento del plasma M.Mambretti, A.Livio, E.Malanchini, C.Antonini I dispositivi di rilevazione della temperatura: utilizzo in ambito trasfusionale Veronica Mari, Valeria Giordano, Valentina Molese, Eleonora Bartolini, Matteo Galletta, Cinzia Berdini, Angela Reveruzzi, Stefania Vaglio, Lorenzo Sommella Congelamento rapido del plasma in un officina trasfusionale: ottimizzazione delle tempistiche di convalida del processo Veronica Mari, Eleonora Bartolini, Valentina Molese Le tecnologie sanitarie: profili gestionali alla luce di un indagine empirica in una prospettiva economico-aziendale Eleonora Melis Opzioni strategiche e tecnico organizzative : equivalenza funzionale e rischio nell utilizzo di dm compatibili ma non originali Francesca Menotto, Anna Gelisio, Erica Ceresola, Ilaria Toffanello, Massimo Castoro D.Lgs. 196/03 Codice sulla privacy : problematiche e misure adottate nella gestione ospedaliera Martina Merati, Roberta Pavesi Ottimizzazione dei processi logistici di gestione dei farmaci attraverso sistemi RFId Pier Francesco Orrù, Cecilia Mascia, Martina Ketzer La tecnologia RFId per la tracciabilità del sangue: un approccio sperimentale per l analisi comparativa di diversi dispositivi Pier Francesco Orrù, Francesco Zedda, Gianluca Gatto, Giuseppe Mazzarella, Ivan Spano, Alessandro Fanti, Andrea Volpi, Gianluca Borelli L Ingegneria Clinica della ASL 1 Abruzzo: strategie nell acquisto di apparecchiature e servizi. Valentina Paldino, Alessandro Tammaro, Fabrizio Andreassi Il SW per la gestione delle Tecnologie Biomediche dell A.O.U. Federico II SoGeSIC Antonietta Perrone, Gabriele Denza, Giovanni Poggialini, Sandro Spinosa Il Percorso di Accreditamento JACIE del Centro di Riferimento di Medicina Trasfusionale e Immunoematologia della Regione Campania: il contributo dell Ingegneria Clinica Antonietta Perrone, Mario Cesarelli, Federica d Orso, Nicola Scarpato, Maria Triassi, Giovanni Poggialini Il progetto Defibrillatore Amico - Un esempio di gestione integrata di Tecnologie e Dispositivi Medici Antonietta Perrone, Mario Cesarelli, Sandro Spinosa, Vittoria Giovannini, Giovanni Poggialini Il Fascicolo Sanitario Elettronico: la realizzazione nella Provincia Autonoma di Trento. TreC, la Cartella Clinica del Cittadino Trentino Valeria Pisetta, Leonardo Sartori Comitato Etico: proposta di scheda di valutazione per esperto Dispositivi Medici Giovanni Poggialini, Antonietta Perrone La convalida dei processi applicata in medicina trasfusionale: uno studio sulla conservazione degli emocomponenti. Serena Polino, Fabiano Bini, Francesco Barbagli, Franco Marinozzi L HTA per la valutazione della chirurgia robotica in pediatria: l esperienza dell ospedale pediatrico Bambino Gesù Ritrovato Matteo, Tedesco Giorgia, Faggiano Francesco, Capussotto Carlo, Nocchi Federico, Derrico Pietro La verifica di compatibilità elettromagnetica delle apparecchiature elettromedicali, al proliferare delle fonti emittenti Ritrovato Matteo, Nocchi Federico, Antonio Meroni, Mariangela Di Paola, Capussotto Carlo L approvigionamento e la valutazione di Dispositivi Medici Cosimino Russo, Paolo Lago, Antonio Scarso, Ilaria Vallone

12 Forza di contatto, integrale forza-tempo, indice di lesione e riduzione dei potenziali: interpretazione di diversi parametri strumentali di interesse nell ablazione della fibrillazione atriale Paolo Sabbatani, Roberto Mantovan, Stefano Sanniti, Roberta Sacchetti, Stefano Severi, Cristiana Corsi, Luigi Landini, Giulia Ferrari, Igor Caporaso, Enrico Romano, Eliana Cipolla, Laura Sacchetti, Silvia Gilardone Le potenzialità dei dispositivi medici nella determinazione delle attività sanitarie soggette ad autorizzazione all esercizio. Salvatore Scaramuzzino, Giampaolo Pileggi Il rischio tecnologico: la gestione degli avvisi di sicurezza Antonio Scarso, Paolo Lago, Ilaria Vallone, Andrea Dessì Integrazione dei flussi informativi sanitari: un modello applicato nei processi HTA per l acquisizione di tecnologie nella Regione Veneto. Ilaria Toffanello, Erica Ceresola, Gabriele Nube, Mauro Bonin, Massimo Castoro, Teresa Gasparetto Dall approfondimento normativo alle Good Practices: implementazione di un innovativa scheda tecnica per i controlli funzionali e di sicurezza dei laser chirurgici e terapeutici Alessia Tonnetti, Paolo Abundo, Antonella Felici, Nicola Rosato Le sperimentazioni di Dispositivi Medici: esperienza del Comitato Etico della Fondazione Policlinico San Matteo di Pavia Ilaria Vallone, Paolo Lago, Antonio Scarso, Fabrizio Marongiu egovernance & ehealthcare strumenti di integrazione multidisciplinare per il management della rete regionale per le demenze in Calabria Simonetti Marco, Laganà Valentina, Colao Rosanna, Puccio Gianfranco, Curcio Sabrina, Smirne Nicoletta, Rocca Maurizio, Gareri Pietro, Castagna Alberto, Cupidi Chiara, Bruni Amalia Cecilia, Di Lorenzo Raffaele Applicazione di sistemi di comunicazione sensibile in contesto ospedaliero per il monitoraggio dei dispositivi medici Terje Solvoll, Irene Tagliente Processo di gestione delle apparecchiature elettromedicali e modello organizzativo Domenica Sorrentino F.E.M.A.(Fast and Easy Medical Alert): linee di indirizzo per una maggiore fruibilità Domenica Sorrentino, Pasquale Casillo ispiro - ispiro - Presentazione di App semplice e intuitiva realizzata per ipad (MFI) per misurare spirometria e ossimetria Irene Tagliente, Nicola Ullmann, Matteo Ritrovato, Chiara Pizziconi, Flavia Lombardi, Francesca Giovannini, Renato Cutrera L impatto dell introduzione una nuova tecnologia nel repertorio ospedaliero: il caso del sistema di termoablazione a radiofrequenza delle varici degli arti inferiori. Francesca Venturini, M.R. Magrì, C. Politano, M.C. Lodi, P. Cassoli, F. Auxilia Applicazioni di Workflow ed RFID per migliorare il flusso del paziente che accede al Dipartimento di Emergenza Verdoliva C., Di Cicco M. V., Ferraro A., Indizio L., Improta G., Russo M. A., Triassi M. Aspetti normativi per l mhealth in Europa e USA. Nicola Volonterio Potenzialità della stampa 3D in ambito medicale e contesto normativo europeo. Nicola Volonterio Analisi preliminare dei dati relativi al Flusso Grandi Apparecchiature in Regione Lombardia Zanardi Alessandra, Giovanni Guido Guizzetti 59 Al servizio dei pazienti diabetici pediatrici Irene Tagliente, Antonella Lorubbio, Matteo Ritrovato, Chiara Carducci, Riccardo Schiaffini 60 Definizione scientifica e sperimentazione clinica di un protocollo originale per la verifica di qualità della strumentazione endoscopica Paolo Todarello, Simona Bufalari, Matteo Ritrovato, Pietro Derrico, Roberta Leone 61 Protocollo tecnico per la valutazione prestazionale dei ventilatori oscillatori ad alta frequenza in Terapia Intensiva Neonatale Paolo Todarello, Federico Nocchi, Matteo Ritrovato, Carlo Capussotto, Pietro Derrico

13 Giovedì 14 Maggio - Corsi di Formazione 09:00-14:00 C1. Il Regolamento Attuativo del DLGS 163/06: Corso Di Approfondimento per L Acquisizione di Beni e Servizi Docenti: Massimiliano BRUGNOLETTI, Maria RAITERI Responsabile Scientifico: Paolo CASSOLI PRESENTAZIONE A quasi dieci anni di emanazione del Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture e a cinque dall emanazione del relativo decreto di attuazione, la normativa relativa agli appalti pubblici continua a rappresentare per i soggetti interessati, siano essi interni alle aziende sanitarie pubbliche che appartenenti ad aziende operanti sul mercato, una materia di ostica interpretazione. Nonostante gli iniziali obiettivi di semplificazione e sburocratizzazione, la continua dinamica evolutiva non ha certamente giovato agli operatori. L atteso Regolamento di attuazione del Codice (D.P.R. 207/2010), che trae per buona parte spunto dalla preesistente materia giuridica sui lavori pubblici (la cosiddetta Legge Merloni ), contiene interessanti elementi di innovazione per quanto riguarda l esecuzione ed il controlli dei contratti di servizi e forniture, profili contrattuali che per l Ingegnere Clinico sono certamente più usuali, rispetto all appalto di lavori ampiamente trattato negli anni dalla normativa vigente. OBIETTIVI Il corso intende fornire agli, ed alle altre figure appartenei all area amministrativa tecnica e professionale che si trovano ad operare nell ambito della fornitura di beni e servizi per le aziende sanitarie, un quadro generale del tema, ed un approfondimento specifico degli elementi di novità e dei primi orientamenti giurisprudenziali in materia. METODOLOGIA DIDATTICA L incontro formativo sarà caratterizzato dall intervento di un avvocato amministrativista esperto in contrattualistica pubblica che fornirà ai discenti sia un quadro degli strumenti normativi di base che alcuni esempi applicativi mirati in particolare ai contratti di servizi e forniture in ambito sanitario. DESTINATARI L incontro formativo è rivolto agli Ingegneri Clinici operanti nei settori pubblici e privati afferenti alle funzioni di Ingegneria Clinica, ai Direttore Generali, Amministrativi, Sanitari e Sanitari di Presidio ed alle società di forniture di beni e di servizi che operano in tale mercato. MATERIALI DIDATTICI Durante la giornata di formazione o immediatamente dopo lo svolgimento della stessa viene rilasciato del materiale didattico relativo agli argomenti della giornata. Oltre a copia in formato cartaceo ed elettronico del materiale presentato durante il corso, verranno forniti link a documentazioni di interesse e supporto successivo per chi desiderasse approfondire ulteriormente gli argomenti trattati. PROGRAMMA Le nuove Direttive europee su appalti e concessioni Principi generali Principali novità Il Regolamento al Codice dei contratti pubblici - D.P.R. 207/2010 Introduzione e principi Struttura del regolamento Focus su servizi e forniture La Programmazione nell acquisizione di servizi e forniture Applicabilità a servizi e forniture della programmazione del fabbisogno tradizionalmente riservato ai lavori La programmazione nel codice dei contratti e nel regolamento La programmazione negli ultimi interventi normativi La costruzione della gara Il dialogo tecnico Le specifiche tecniche I criteri di valutazione dell offerta La figura del Responsabile Unico del Procedimento Compiti e funzioni del R.U.P. Requisiti del R.U.P. negli appalti di servizi e forniture Il ruolo del R.U.P. negli acquisti attraverso centrali di committenza Profili di responsabilità del R.U.P. Esempi pratici La figura del Direttore dell esecuzione del contratto (D.E.C.) Compiti e funzioni del D.E.C. Requisiti del D.E.C. nei contratti di servizi e forniture Profili di responsabilità del D.E.C. Esempi pratici Orientamenti giurisprudenziali recenti nelle materie trattate Presentazione di un case study : l applicazione dell impianto normativo esistente (Codice e Regolamento) integrata con l utilizzo di strumenti e principi di Project Management TEST FINALE

14 Giovedì 14 Maggio - Corsi di Formazione 09:00-14:00 C2. Normativa e Gestione dei Dispositivi Medici impiantabili Attivi Docenti: Annamaria DONATO, Francesco CAMPANELLA, Giovanni CALCAGNINI Responsabile Scientifico: Emilio CHIAROLLA PRESENTAZIONE I Dispositivi Impiantabili attivi rappresentano una delle classi di dispositivi a maggior contenuto di innovazione tecnologica. Per la loro complessità di gestione i dispositivi impiantabili attivi sono disciplinati da una normativa separata dagli altri dispositivi medici. Inoltre L introduzione sul mercato di dispositivi compatibili con la risonanza magnetica (MR-conditional), rende necessario un approfondimento sulle possibili problematiche e prospettive di questa classe di tecnologie. MATERIALI DIDATTICI Durante la giornata di formazione o immediatamente dopo lo svolgimento della stessa viene rilasciato del materiale didattico relativo agli argomenti della giornata. Oltre a copia in formato cartaceo ed elettronico del materiale presentato durante il corso, verranno forniti link a siti web di interesse e supporto successivo per chi desiderasse approfondire ulteriormente gli argomenti trattati. PROGRAMMA Panoramica sui DM impiantabili Analisi dei vari DM Principi di funzionamento OBIETTIVI Obiettivo dell incontro formativo è fornire una panoramica sui principali dispositivi medici impiantabili attivi, principi di funzionamento e di interazione. Sarà inoltre illustrata sia l attuale normativa (DL 332/2000) che la bozza attualmente in discussione. Verranno inoltre affrontate le illustrate le problematiche della gestione dei DM impiantabili attivi compatibili con RM. METODOLOGIA DIDATTICA L incontro formativo sarà caratterizzato dalla presentazione di casi di studio che saranno messi a disposizione dei partecipanti. Lo svolgimento del corso basandosi sul problem solving favorisce lo sviluppo di discussioni e ricostruirà situazioni legate a problematiche specifiche. E, pertanto, prevista una elevata interazione con i partecipanti e un forte orientamento al trasferimento di competenze. La normativa sui DM Illustrazione della normativa attualmente in vigore Bozza della norma in discussione Compatibilità dei dispositivi impiantabili attivi con la Risonanza Magnetica Nucleare Interazioni e Rischi potenziali per device in ambiente MRI Device convenzionali e Device MRI conditional Normative: Normativa europea, Italiana e Linee guida TEST FINALE DESTINATARI L incontro formativo è rivolto ai professionisti pubblici e privati coinvolti nel processo di approvvigionamento e gestione dei DM impiantabili (Ingegneri Clinici, farmacisti, provveditori).

15 Giovedì 14 Maggio - Corsi di Formazione 09:00-14:00 C3. Sistemi RIS/PACS: Dal Capitolato alla Gestione Docenti: Alessandro PEPINO, Andrea GELMETTI, Riccardo ORSINI, Iuri DOTTA Responsabile Scientifico: Gianluca GIACONIA PRESENTAZIONE L area nella quale l informatizzazione dei processi clinici all interno delle aziende sanitarie oggi appare più stabile e assestata è sicuramente quella della diagnostica per immagini. Il suo grado di maturità, dettato principalmente dalla fortissima spinta che in passato si è avuta verso la dematerializzazione, è uno dei maggiori all interno del panorama dei Sistemi Informativi Sanitari e Ospedalieri. Questo maggiore consolidamento delle soluzioni RIS/PACS spesso porta a sottovalutare molti aspetti tecnologici e normativi di questi sistemi, affidandosi alla falsa convinzione che tutti i sistemi siano alla fine validi ed equivalenti. Anche la normativa di settore acquista, in questi ambiti, un importanza sostanziale. Su molti aspetti infatti, da quelli medico-legali a quelli legati alla gestione della privacy, il terreno che si invade è quello del codice penale. OBIETTIVI Obiettivo del corso è fornire le giuste nozioni, le giuste informazioni e i giusti strumenti alle figure che ricoprono i ruoli aziendali demandati al ciclo di vita di questi sistemi: da quale modello sia più giusto implementare, a come impostare la corretta procedura di acquisto, fino alle fasi di gestione e amministrazione di questi sistemi. METODOLOGIA DIDATTICA L incontro formativo verterà sul modello di lezione frontale con la presentazione delle principali linee guida e i principali riferimenti normativi, nonché su possibili modelli di implementazione e gestione. E prevista l interazione con i partecipanti e un forte orientamento al trasferimento di competenze. MATERIALI DIDATTICI Durante la giornata di formazione o immediatamente dopo lo svolgimento della stessa viene rilasciato del materiale didattico relativo agli argomenti della giornata. Oltre a copia in formato cartaceo ed elettronico del materiale presentato durante il corso, verranno forniti link a siti web di interesse e supporto successivo per chi desiderasse approfondire ulteriormente gli argomenti trattati. PROGRAMMA Modelli di RIS/PACS cenni storici i possibili modelli di implementazione i componenti di un sistema RIS/PACS Linee guida per le fasi di gara, progettazione ed esecuzione normativa di settore analisi delle criticità dei principali modelli attuali linee guida per le fasi di progettazione ed esecuzione di gara Amministrazione di sistemi RIS/PACS quadro legislativo e normativo competenze e mansioni dell amministratore di sistema RIS/PACS TEST FINALE DESTINATARI L incontro formativo è rivolto agli, ai Direttori delle unità di Radiodiagnostica, ai medici radiologi e ai tecnici sanitari di radiologia medica.

16 Corso di Formazione C4/8. L Addetto Sicurezza Laser nell Impiego di Sorgenti Laser: Aspetti Normativi, Operativi e Protezionistici Docenti: Riccardo DI LIBERTO, Matteo RITROVATO Responsabile Scientifico: Antonietta PERRONE PRESENTAZIONE Il crescente impiego di sorgenti laser in ambito medicale pone l attenzione sulla necessità di affrontare i problemi relativi alla gestione della sicurezza di tali apparecchiature durante tutto il loro ciclo di vita. Le normative tecniche e le norme cogenti applicabili richiedono una approfondita conoscenza dei principi di funzionamento dei laser medicali, delle diverse tipologie esistenti, dei diversi ambiti di applicazione e delle diverse tipologie di rischi e modalità per gestirli. La figura dell Addetto Sicurezza Laser (ASL), previsto da norme specifiche, assume un ruolo fondamentale per una corretta gestione di tale tipologia di rischio specifico all interno delle strutture sanitarie. OBIETTIVI La finalità di questo corso è di fornire gli elementi di base delle conoscenze necessarie ad una corretta gestione delle apparecchiature laser medicali dal punto di vista della loro sicurezza nella installazione, manutenzione ed uso. Verranno fornite le indicazioni essenziali per potere comprendere le diverse problematiche normative, operative e protezionistiche dei laser impiegati in ambito sanitario, con particolare riguardo ai compiti e alle responsabilità dell Addetto Sicurezza Laser, figura prevista dalla norma tecnica CEI 76-6, nonché alle modalità di gestione del rischio specifico. METODOLOGIA DIDATTICA Verranno effettuate lezioni frontali con uso di slides ad alto contenuto descrittivo, con immagini ed esempi pratici, nonché momenti di discussione ed interazione con i discenti durante le lezioni. DESTINATARI L incontro formativo è rivolto principalmente agli Ingegneri Clinici e Tecnici Biomedici, operanti nei settori pubblici e privati. MATERIALI DIDATTICI Durante la giornata di formazione o immediatamente dopo lo svolgimento della stessa viene rilasciato del materiale didattico relativo agli argomenti della giornata. Oltre a copia in formato cartaceo ed elettronico del materiale presentato durante il corso, verranno forniti link a siti web di interesse e supporto successivo per chi desiderasse approfondire ulteriormente gli argomenti trattati. PROGRAMMA I Parte - Giovedì 14 Maggio - 09: Dott. Riccardo Di Liberto Attività sanitarie con laser ed aspetti normativi della sicurezza nell impiego dei laser medicali; Aspetti fisici della radiazione laser, generazione della radiazione laser; tipologie di apparecchiature e ambiti di utilizzo in campo sanitario; Interazione laser-tessuto, effetti dell esposizione dell occhio e della pelle alla radiazione laser, precauzioni per la pelle e gli occhi, supervisione medica; Gestione dell apparecchio, gestione della sicurezza laser; Ruolo e nomina dell Addetto alla Sicurezza Laser, principi di assicurazione della qualità, la norma CEI 76-6; Ing. Matteo Ritrovato Attività sanitarie con laser Nomina ASL Integrazione delle attività sic-spp-asl Il Parere Tecnico Consultivo sui dispositivi laser Esempi di realizzazioni di sistemi interlock e di segnalazione (vincoli strutturali, organizzativi, tecnologici) II Parte - Sabato 16 Maggio - 14: Dott. Riccardo Di Liberto Principi di valutazione e gestione del rischio LASER, valori limite di esposizione, metodi di riduzione del rischio; La ZONA LASER CONTROLLATA, segnaletica di avvertimento, controllo dell accesso, pericoli di riflessione o assorbimento, pericoli diretti, indiretti o accidentali, pericoli associati alle miscele anestetiche, pericoli per il paziente, pericoli per il manutentore; Dispositivi di protezione collettiva ed individuale da radiazione laser e normativa tecnica di riferimento TEST FINALE

17 Giovedì 14 Maggio - Corsi di Formazione 09:00-14:00 C5. Il valore della Medicina di Laboratorio nei percorsi CLinico-assistenziali: aspetti normativi, tecnologici, organizzativi e sociali di un sistema produttivo Moderno, dinamico e complesso Docenti: Rosario SALICETI, Alessio MENICACCI, Federico LEGA, Lorenzo BERTORELLI, Stefano DI FELICE, Marco GORI Responsabile Scientifico: Antonella CORTESE PRESENTAZIONE La Medicina di Laboratorio di nuova concezione rappresenta un sistema complesso e dinamico, cui è universalmente riconosciuto un ruolo fondamentale nell ambito dei percorsi clinico assistenziali. Il miglioramento continuo dei processi è dunque una sentita necessità espressa dai professionisti di settore, che mirano, in un contesto di evoluzione organizzativa, al raggiungimento di alti livelli di performance complessiva e alla creazione di servizi efficaci, caratterizzati da tempi rapidi di risposta, ridotta variabilità operativa e limitazione dei costi impropri. Nei decenni recenti standardizzazione e progressi tecnologici hanno migliorato in modo significativo l affidabilità analitica dei risultati ed hanno diminuito sensibilmente la percentuale di errori. La fase analitica delle aree tradizionali ha raggiunto un grado di maturità tale da portare al raggiungimento di rilevanti risultati in termini di accuratezza, sensibilità, specificità e velocità di produzione dei dati. Anche la normativa di settore ha recepito questa forte necessità di cambiamento, ridisegnando la struttura dell offerta su importanti aspetti cardine, quali la stretta interrelazione tra tipo di ospedale e modello organizzativo del laboratorio, la continuità ospedale-territorio e la prossimalità al bisogno del paziente/del clinico, l importanza della formazione continua e della ricerca e l introduzione di metodologie d approccio innovativo (Technology Assessment, sistemi informatici, verifica esterna della qualità, promozione e controllo dell appropriatezza, sistema di reporting mirato). SINTETICA DESCRIZIONE DEI CONTENUTI La giornata di formazione si apre con l introduzione al mondo del Laboratorio d analisi e con una panoramica del contesto da un punto di vista organizzativo, finalizzata all individuazione e alla comprensione delle più diffuse aree diagnostiche, con riferimento ai rischi correlati e al corretto atteggiamento da mantenere al loro interno. Successivamente viene data trattazione del quadro normativo di riferimento con l obiettivo di definire lo stato attuale del panorama normativo di interesse per le tecnologie in uso, a confronto con le previsioni del nuovo Regolamento europeo. Cruciale sarà l intervento, tenuto da un esperto del settore, in tema di politica sanitaria, con trattazione ed approfondimento di tematiche specifiche. Nella seconda parte del Corso, grazie al coinvolgimento di alcuni dei principali soggetti operanti nel settore, viene fornito un approfondimento delle più innovative tecnologie diagnostiche e dei processi presenti nel Laboratorio d analisi di moderna concezione. Chiude la giornata una testimonianza d eccellenza: un evoluzione organizzativa a vantaggio della gestione dei processi e della riduzione dei costi di produzione. OBIETTIVI L incontro formativo ha come obiettivo principale la sensibilizzazione e/o il consolidamento di conoscenze in tema di Medicina di laboratorio, di cui il Corso intende rappresentare lo stato dell arte. METODOLOGIA DIDATTICA Il coinvolgimento di figure afferenti a aree diverse dello stesso settore vuole essenzialmente fornire una visione unitaria e multiprospettica dell argomento in oggetto, generando i presupposti di condivisione e dialogo attraverso un confronto aperto fra i soggetti interessati. DESTINATARI L incontro formativo è rivolto agli Ingegneri Clinici operanti nei settori pubblici e privati afferenti alle funzioni di Ingegneria Clinica, ai Direttore Generali, Amministrativi, Sanitari e Sanitari di Presidio. MATERIALI DIDATTICI Durante la giornata di formazione o immediatamente dopo lo svolgimento della stessa verrà rilasciato del materiale didattico relativo agli argomenti della giornata. Oltre a copia in formato cartaceo ed elettronico del materiale presentato durante il corso, verranno forniti link a siti web di interesse e supporto successivo per chi desiderasse approfondire ulteriormente gli argomenti trattati. PROGRAMMA Saluti e Introduzione alla Medicina di Laboratorio L evoluzione della Medicina di Laboratorio Il Laboratorio d analisi: breve excursus su settori e attività diagnostiche Come entrare in un Laboratorio d analisi: cenni di corretto atteggiamento Il contesto normativo Trattazione dell attuale panorama normativo di riferimento, con particolare focus sui Dispositivi Medico-Diagnostici in vitro (D. Lgs. 332/2000) Presentazione delle novità introdotte dalla proposta del nuovo Regolamento europeo ed i recenti provvedimenti del Decreto 23 Dicembre 2013 in tema di iscrizione degli IVD nel Repertorio ministeriale

Il ruolo degli ingegneri clinici sulla sicurezza dei dispositivi medici

Il ruolo degli ingegneri clinici sulla sicurezza dei dispositivi medici Il ruolo degli ingegneri clinici sulla sicurezza dei dispositivi medici Dott. Ing. PAOLA FREDA Direttore S.C. Ingegneria Clinica S. Giovanni Battista AO Città della Salute e della Scienza di Torino Coordinatore

Dettagli

XV Convegno Nazionale AIIC I Dispositivi medici: verso un approccio sempre più integrato

XV Convegno Nazionale AIIC I Dispositivi medici: verso un approccio sempre più integrato XV Convegno Nazionale AIIC I Dispositivi medici: verso un approccio sempre più integrato Cagliari, 14, 15 e 16 maggio 2015 N.B. tutti i relatori sono stati invitati. Giovedì 14 maggio 2015 11:00 INAUGURAZIONE

Dettagli

I Dispositivi medici: verso un approccio sempre più integrato

I Dispositivi medici: verso un approccio sempre più integrato XV Convegno Nazionale AIIC I Dispositivi medici: verso un approccio sempre più integrato Cagliari, 14, 15 e 16 maggio 2015 Giovedì 14 maggio 2015 11:00 INAUGURAZIONE AREA ESPOSITIVA 14:00-14:30 APERTURA

Dettagli

SOCIETA ITALIANA DI FARMACIA OSPEDALIERA E DEI SERVIZI FARMACEUTICI DELLE AZIENDE SANITARIE

SOCIETA ITALIANA DI FARMACIA OSPEDALIERA E DEI SERVIZI FARMACEUTICI DELLE AZIENDE SANITARIE Corso residenziale di aggiornamento a cura del Laboratorio HTA della SIFO HTA PER LA VALUTAZIONE DEI FARMACI Codice 313-122539 Verona, c/o Centro Culturale Marani 8 maggio 2015 Con il patrocinio di Sihta

Dettagli

SOCIETA ITALIANA DI FARMACIA OSPEDALIERA E DEI SERVIZI FARMACEUTICI DELLE AZIENDE SANITARIE

SOCIETA ITALIANA DI FARMACIA OSPEDALIERA E DEI SERVIZI FARMACEUTICI DELLE AZIENDE SANITARIE Corso residenziale di aggiornamento a cura della sezione regionale SIFO Piemonte-Valle d Aosta DISPOSITIVI MEDICI: AGGIORNAMENTO E INNOVAZIONI Edizione 2015 RAZIONALE Codice Evento 313-142473 Torino, 9

Dettagli

L Ingegnere Clinico nella Sanità Italiana. Lorenzo Leogrande Presidente AIIC

L Ingegnere Clinico nella Sanità Italiana. Lorenzo Leogrande Presidente AIIC L Ingegnere Clinico nella Sanità Italiana Lorenzo Leogrande Presidente AIIC 1 L AIIC ASSOCIAZIONE ITALIANA INGEGNERI CLINICI Fondata nel 1993 MISSION: Promuovere l'ingegnere Clinico e l'ingegneria Clinica

Dettagli

Corso Interregionale Itinerante a cura dell Area Scientifico-Culturale SIFO Logistica in collaborazione con la regione Sicilia

Corso Interregionale Itinerante a cura dell Area Scientifico-Culturale SIFO Logistica in collaborazione con la regione Sicilia Corso Interregionale Itinerante a cura dell Area Scientifico-Culturale SIFO Logistica in collaborazione con la regione Sicilia CORSO BASE: IL PROCESSO DELLA LOGISTICA FARMACEUTICA, PROSPETTIVE E SFIDE

Dettagli

Corso Interregionale Itinerante a cura dell Area Scientifico-Culturale SIFO Logistica in collaborazione con la regione Piemonte-Valle d'aosta

Corso Interregionale Itinerante a cura dell Area Scientifico-Culturale SIFO Logistica in collaborazione con la regione Piemonte-Valle d'aosta Corso Interregionale Itinerante a cura dell Area Scientifico-Culturale SIFO Logistica in collaborazione con la regione Piemonte-Valle d'aosta CORSO BASE: IL PROCESSO DELLA LOGISTICA FARMACEUTICA, PROSPETTIVE

Dettagli

"FONDAMENTI DI PROJECT MANAGEMENT" Cagliari 16 Maggio 2015 Dalle ore 14:00 alle ore 19:00

FONDAMENTI DI PROJECT MANAGEMENT Cagliari 16 Maggio 2015 Dalle ore 14:00 alle ore 19:00 Organizzazione scientifica a cura di AIIC in collaborazione con l'ordine degli ingegneri della provincia di Cagliari "FONDAMENTI DI PROJECT MANAGEMENT" Cagliari 16 Maggio 2015 Dalle ore 14:00 alle ore

Dettagli

Corsi Nazionali Itineranti a cura del Laboratorio HTA di SIFO

Corsi Nazionali Itineranti a cura del Laboratorio HTA di SIFO Corsi Nazionali Itineranti a cura del Laboratorio HTA di SIFO in collaborazione con ALTEMS Alta Scuola di Economia e Management Sanitario INTRODUZIONE ALL HTA. COME FARNE UNO STRUMENTO OPERATIVO: DALL

Dettagli

Master Universitario di II Livello in

Master Universitario di II Livello in Master Universitario di II Livello in Health Technology Assessment & Management (Valutazione e gestione delle tecnologie sanitarie) Anno Accademico 2009-2010 Master Universitario di II Livello 1 Presentazione

Dettagli

DOCENTE LAUREA/SPECIALIZZAZIONE RUOLO ATTUALMENTE RICOPERTO DOTT. GIANFRANCO FINZI Responsabile Scientifico e Docente

DOCENTE LAUREA/SPECIALIZZAZIONE RUOLO ATTUALMENTE RICOPERTO DOTT. GIANFRANCO FINZI Responsabile Scientifico e Docente PIANO FORMATIVO 2015 Tipologia evento RESIDENZIALE Titolo Congresso interregionale ANMDO SARDEGNA e ANMDO SICILIA INTEGRAZIONE OSPEDALE TERRITORIO: ESPERIENZE A CONFRONTO Sede HOLIDAY INN CAGLIARI, Viale

Dettagli

Piano degli studi. Master Universitario di II Livello in. (Valutazione e gestione delle tecnologie sanitarie) Roma, 18 gennaio 2010

Piano degli studi. Master Universitario di II Livello in. (Valutazione e gestione delle tecnologie sanitarie) Roma, 18 gennaio 2010 Master Universitario di II Livello in Health Technology Assessment & Management (Valutazione e gestione delle tecnologie sanitarie) Piano degli studi Roma, 18 gennaio 2010 Master Universitario di II Livello

Dettagli

sponsor unico econilpatrociniodi Comune di Pesaro Azienda Ospedaliera Ospedali Riuniti Marche Nord

sponsor unico econilpatrociniodi Comune di Pesaro Azienda Ospedaliera Ospedali Riuniti Marche Nord sponsor unico econilpatrociniodi Comune di Pesaro Azienda Ospedaliera Ospedali Riuniti Marche Nord PREMESSA Il quadro economico, sociale e demografico attuale è caratterizzato in maniera oramai strutturale

Dettagli

Applicazione dei principi e delle metodologie della Fisica alla medicina. F. Paolo Gentile FISICA MEDICA. Canale Monterano (RM)

Applicazione dei principi e delle metodologie della Fisica alla medicina. F. Paolo Gentile FISICA MEDICA. Canale Monterano (RM) F. Paolo Gentile Canale Monterano (RM) FISICA MEDICA Applicazione dei principi e delle metodologie della Fisica alla medicina 1 Chi è il Fisico medico? Il Fisico medico è una figura professionale che applica

Dettagli

CORSO DIFORMAZIONE MANAGERIALE PER DIRETTORI GENERALI, AMMINISRATIVI E PER

CORSO DIFORMAZIONE MANAGERIALE PER DIRETTORI GENERALI, AMMINISRATIVI E PER CORSO DIFORMAZIONE MANAGERIALE PER DIRETTORI GENERALI, AMMINISRATIVI E PER DIRIGENTI SANITARI IRCCS Rionero in Vulture (PZ) Regione Basilicata Università degli Studi di Roma Tor Vergata Prof. Marco Meneguzzo,

Dettagli

MEDICINA PERSONALIZZATA ED ORGANIZZAZIONE DEL DIPARTIMENTO DI MEDICINA DI LABORATORIO

MEDICINA PERSONALIZZATA ED ORGANIZZAZIONE DEL DIPARTIMENTO DI MEDICINA DI LABORATORIO provider n.148 Delegazione Regione Campania 2 Dicembre 2015 NAPOLI, Hotel delle Terme di Agnano MEDICINA PERSONALIZZATA ED ORGANIZZAZIONE DEL DIPARTIMENTO DI MEDICINA DI LABORATORIO IL PROGETTO Il progetto

Dettagli

L INTEGRAZIONE ASSISTENZA - RICERCA. Paolo Marchetti Facoltà di Medicina e Psicologia Azienda Ospedaliera Sant Andrea Sapienza Università di Roma

L INTEGRAZIONE ASSISTENZA - RICERCA. Paolo Marchetti Facoltà di Medicina e Psicologia Azienda Ospedaliera Sant Andrea Sapienza Università di Roma L INTEGRAZIONE ASSISTENZA - RICERCA Paolo Marchetti Facoltà di Medicina e Psicologia Azienda Ospedaliera Sant Andrea Sapienza Università di Roma 1 L INTEGRAZIONE ASSISTENZA - RICERCA I Cittadini debbono

Dettagli

SOCIETA ITALIANA DI FARMACIA OSPEDALIERA E DEI SERVIZI FARMACEUTICI DELLE AZIENDE SANITARIE

SOCIETA ITALIANA DI FARMACIA OSPEDALIERA E DEI SERVIZI FARMACEUTICI DELLE AZIENDE SANITARIE Corso residenziale di aggiornamento a cura della sezione regionale SIFO Piemonte-VdA e della sezione ANMDO Piemonte-VdA Giornate di Sinergia tra la Farmacia Ospedaliera e la Direzione Sanitaria: l HTA

Dettagli

Percorso di aggiornamento e confronto per Responsabili Sanitari delle Strutture Socio-Sanitarie della Lombardia

Percorso di aggiornamento e confronto per Responsabili Sanitari delle Strutture Socio-Sanitarie della Lombardia PROGRAMMA Percorso di aggiornamento e confronto per Responsabili Sanitari delle Strutture Socio-Sanitarie della Lombardia Anno 2013 2014 PREMESSA L ASL di Brescia, in collaborazione con SItI - Società

Dettagli

Invito. 1 E-Health Forum L innovazione tecnologica come driver di cambiamento della Sanità. www.formazione.ilsole24ore.com

Invito. 1 E-Health Forum L innovazione tecnologica come driver di cambiamento della Sanità. www.formazione.ilsole24ore.com www.formazione.ilsole24ore.com Invito 1 E-Health Forum L innovazione tecnologica come driver di cambiamento della Sanità Milano, 28 novembre 2006 Palazzo delle Stelline Corso Magenta, 61 Associate Sponsor:

Dettagli

Illuminiamo la salute Una Rete Nazionale per l Integrità

Illuminiamo la salute Una Rete Nazionale per l Integrità Illuminiamo la salute Una Rete Nazionale per l Integrità La rete per l integrità di illuminiamo la salute Obiettivo della rete nazionale di Illuminiamo la salute è quello di promuovere iniziative formative,

Dettagli

Le Raccomandazioni ministeriali per la prevenzione dei rischi in chirurgia: linee di indirizzo regionali di implementazione a livello aziendale

Le Raccomandazioni ministeriali per la prevenzione dei rischi in chirurgia: linee di indirizzo regionali di implementazione a livello aziendale Le Raccomandazioni ministeriali per la prevenzione dei rischi in chirurgia: linee di indirizzo regionali di implementazione a livello aziendale PREMESSA Il Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche

Dettagli

Corso di alta formazione per Energy Manager

Corso di alta formazione per Energy Manager Corso di alta formazione per Energy Manager Responsabile per la conservazione e l uso razionale dell energia L energia rappresenta sempre più un tema centrale a livello politico e sociale, su cui si giocheranno

Dettagli

Corso di Qualificazione per. Auditor Interni. dei. Sistemi di Gestione per la Qualità UNI EN ISO 9001:2008 PROGRAMMA DEL CORSO 24 ORE

Corso di Qualificazione per. Auditor Interni. dei. Sistemi di Gestione per la Qualità UNI EN ISO 9001:2008 PROGRAMMA DEL CORSO 24 ORE Corso di Qualificazione per Auditor Interni dei Sistemi di Gestione per la Qualità UNI EN ISO 9001:2008 PROGRAMMA DEL CORSO 24 ORE Responsabile del progetto formativo: Dott. Ing. Antonio Razionale Tutor:

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Nome. FABIO RUSSO Data di nascita 07/12/1948 Qualifica. Direttore Generale Amministrazione

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Nome. FABIO RUSSO Data di nascita 07/12/1948 Qualifica. Direttore Generale Amministrazione CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome FABIO RUSSO Data di nascita 07/12/1948 Qualifica Direttore Generale Amministrazione ASL Lodi Incarico attuale Direttore Generale Numero telefonico dell ufficio

Dettagli

DCR consulting email: info@dcrconsulting.it website: www.dcrconsulting.it - cellulare: 345.502.0019 - telefono: 0824.42.969 Partiva iva 01559270622

DCR consulting email: info@dcrconsulting.it website: www.dcrconsulting.it - cellulare: 345.502.0019 - telefono: 0824.42.969 Partiva iva 01559270622 PROGRAMMA CORSO MARKETING ED INNOVAZIONE NEL MERCATO FARMACEUTICO TITOLO RAZIONALE PRINCIPALI ARGOMENTI ORE Modulo 1 Modulo 2 Marketing strategico Marketing operativo Questo modulo introduce gli aspetti

Dettagli

Azienda ULSS n. 1 Belluno Ing. Alberto Vielmo

Azienda ULSS n. 1 Belluno Ing. Alberto Vielmo Azienda ULSS n. 1 Belluno Ing. Alberto Vielmo 1 2 3 4 5 6 7 8 Perché l accreditamento di eccellenza? Gli 8 concetti fondamentali dell eccellenza eccellenza orientamento ai risultati centralità dell utente

Dettagli

Corso di Qualificazione per. Auditor Interni. dei. Sistemi di Gestione della Sicurezza BS OHSAS 18001:2007 PROGRAMMA DEL CORSO 24 ORE

Corso di Qualificazione per. Auditor Interni. dei. Sistemi di Gestione della Sicurezza BS OHSAS 18001:2007 PROGRAMMA DEL CORSO 24 ORE Corso di Qualificazione per Auditor Interni dei Sistemi di Gestione della Sicurezza BS OHSAS 18001:2007 PROGRAMMA DEL CORSO 24 ORE Responsabile del progetto formativo: Dott. Ing. Antonio Razionale Tutor:

Dettagli

Il nuovo ruolo dell Ingegneria Clinica a supporto dell Appropriatezza dei Processi Sanitari

Il nuovo ruolo dell Ingegneria Clinica a supporto dell Appropriatezza dei Processi Sanitari 4 Convegno Nazionale L APPROPRIATEZZA NEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE Condivisione di Strategie tra Ospedale e Territorio Il nuovo ruolo dell Ingegneria Clinica a supporto dell Appropriatezza dei Processi

Dettagli

PROGRAMMA CONGRESSUALE

PROGRAMMA CONGRESSUALE DIREZIONE SCIENTIFICA 4 A CONFERENZA NAZIONALE Le SULLA dimensioni FORMAZIONE della Qualità nel CONTINUA Sistema IN ECM MEDICINA Ministero della Salute Commissione Nazionale Formazione Continua in collaborazione

Dettagli

INNOVAZIONE GESTIONALE IN SANITA

INNOVAZIONE GESTIONALE IN SANITA Agenzia Regionale Socio Sanitaria del Veneto INNOVAZIONE GESTIONALE IN SANITA Riorganizzazione dei processi tecnico amministrativi in materia di acquisti e logistica Avv. Stefano Danieli, dirigente Area

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE MANAGERIALE PER I DIRIGENTI DELLE AZIENDE SANITARIE

CORSO DI FORMAZIONE MANAGERIALE PER I DIRIGENTI DELLE AZIENDE SANITARIE UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PARMA CORSO DI FORMAZIONE MANAGERIALE PER I DIRIGENTI DELLE AZIENDE SANITARIE La certificazione manageriale 29/07/2014 PREMESSA In diverse realtà sono stati attivati corsi di

Dettagli

L AMBITO DI LAVORO DEL PROGETTO

L AMBITO DI LAVORO DEL PROGETTO IL CONTESTO Nel 2012 nell Unione Europea erano presenti 11.000 ospedali e 68.000 presidi sanitari (strutture per lungodegenza, ambulatori, studi specialistici, laboratori, ecc.) Si contavano circa 3.000.000

Dettagli

Sede Modulo corrispondente Argomento Docente. Inquadramento Istituzionale Regionale. Inquadramento Istituzionale Regionale

Sede Modulo corrispondente Argomento Docente. Inquadramento Istituzionale Regionale. Inquadramento Istituzionale Regionale PRO.GE.A. SRL CORSO PER DIRIGENTI DI STRUTTURA COMPLESSA AREA OSPEDALIERA Codice edizione PRG DSCO 1402 Data 02/04/14 03/04/14 08/04/14 Largo Ugo Dossena, 2, 26013 Crema (CR) Modulo Valutativo Politica

Dettagli

Moderatore 1: Michelangelo Bartolo, Responsabile UOS Telemedicina presso AO San Giovanni- Addolorata di Roma

Moderatore 1: Michelangelo Bartolo, Responsabile UOS Telemedicina presso AO San Giovanni- Addolorata di Roma ehealth Conference: 2 giorni (3 e 4 dicembre) Primo giorno: mattina: La sfida dell ospedale di nuova generazione: gestire l innovazione per garantire l accessibilità ai servizi. Ore 8:30 Registrazione

Dettagli

CENTRO DI FORMAZIONE A.O. OSPEDALI RIUNITI DI ANCONA

CENTRO DI FORMAZIONE A.O. OSPEDALI RIUNITI DI ANCONA Dipartimento: DIRMT Direttore: Dr. Mario Piani CORSO DI FORMAZIONE PER LA QUALIFICA DEL PERSONALE ADDETTO ALLA RACCOLTA DI SANGUE ED EMOCOMPONENTI IV^ Edizione Anno Direttore del Corso: Dott. Mario Piani

Dettagli

INNOVAZIONE, GOVERNO TECNOLOGICO E SICUREZZA IN SANITÁ

INNOVAZIONE, GOVERNO TECNOLOGICO E SICUREZZA IN SANITÁ INNOVAZIONE, GOVERNO TECNOLOGICO E SICUREZZA IN SANITÁ TORINO, 23-25 FEBBRAIO 2011 CENTRO CONGRESSI LINGOTTO COMITATO SCIENTIFICO Presidente: Dott. Ing. Pietro DERRICO Direttivo AIIC: Dott. Ing. Claudio

Dettagli

www.hcmschool.it APPROFONDIRE POTENZIARE APPLICARE

www.hcmschool.it APPROFONDIRE POTENZIARE APPLICARE www.hcmschool.it APPROFONDIRE POTENZIARE APPLICARE Sviluppare competenze manageriali innovative per il mondo della Sanità Health Care Management School Il Sistema Sanitario rappresenta uno dei settori

Dettagli

Report: Roma 1 ottobre 2014 Evento di Networking Nazionale GPP2020, Sfide e soluzioni per il GPP

Report: Roma 1 ottobre 2014 Evento di Networking Nazionale GPP2020, Sfide e soluzioni per il GPP Report: Roma 1 ottobre 2014 Evento di Networking Nazionale GPP2020, Sfide e soluzioni per il GPP L 1 ottobre 2014 presso l Acquario Romano-Casa dell Architettura, nell ambito del Forum Internazionale degli

Dettagli

Health Information Technology

Health Information Technology Health Information Technology IRCCS Ospedale Opera di San Pio da Pietrelcina San Giovanni Rotondo con il contributo di: disegno s.r.l. servizi e sistemi di archiviazione INTRODUZIONE In un contesto socio-economico

Dettagli

Il protagonista del mese Palmino Sacco. Percorsi Informativi Meeting Target La Spezia

Il protagonista del mese Palmino Sacco. Percorsi Informativi Meeting Target La Spezia 22 gen/feb 2013 Organo ufficiale di ISSN 2038-4238 Bimestrale - Anno V - Poste Italiane S.p.A. Sped. in Abb. Postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) Art. 1 Comma 1 - DCB Roma imaging digitale

Dettagli

1. Il 9 Forum Risk Management in Sanità avrà come punti di riferimento: innovazione organizzativa, gestionale, clinica, tecnologica.

1. Il 9 Forum Risk Management in Sanità avrà come punti di riferimento: innovazione organizzativa, gestionale, clinica, tecnologica. DRAFT PROGRAMMA DRAFT PROGRAMMA 1. Il 9 Forum Risk Management in Sanità avrà come punti di riferimento: a. b.. L accento dovrà essere posto su: innovazione organizzativa, gestionale, clinica, tecnologica..

Dettagli

TAVOLO DI LAVORO SULLA M-HEALTH

TAVOLO DI LAVORO SULLA M-HEALTH Dott.ssa TAVOLO DI LAVORO SULLA M-HEALTH Primi orientamenti mhealth La pratica della medicina supportata da dispositivi mobili (smartphone, palmari, tablet, personal digital assistants (PDAs) e altri dispositivi

Dettagli

Management dello sviluppo delle gestioni associate comunali

Management dello sviluppo delle gestioni associate comunali Corso di Alta Formazione Management dello sviluppo delle gestioni associate comunali Corso di Alta Formazione Formazione Permanente Milano, 24 ottobre - 29 novembre 2012 In collaborazione con: Finalità

Dettagli

Obiettivo formativo: Principi, procedure e strumenti per il governo clinico delle attività sanitarie

Obiettivo formativo: Principi, procedure e strumenti per il governo clinico delle attività sanitarie Mostra Dettagli Obiettivo formativo: Principi, procedure e strumenti per il governo clinico delle attività sanitarie Il sistema sanitario è un sistema complesso in cui interagiscono molteplici fattori

Dettagli

CONVEGNO FEDERALISMO SANITARIO E CONTINUITA DELL ASSISTENZA: LE PROPOSTE DI FEDERSANITA A.N.C.I. F.V.G. E VENETO

CONVEGNO FEDERALISMO SANITARIO E CONTINUITA DELL ASSISTENZA: LE PROPOSTE DI FEDERSANITA A.N.C.I. F.V.G. E VENETO Federazione Friuli V.G. CONVEGNO FEDERALISMO SANITARIO E CONTINUITA DELL ASSISTENZA: LE PROPOSTE DI FEDERSANITA A.N.C.I. F.V.G. E VENETO Lunedì 23 febbraio 2009 ore 8,30 Sala convegni Fondazione C.R.U.P.

Dettagli

SOCIETA ITALIANA DI FARMACIA OSPEDALIERA E DEI SERVIZI FARMACEUTICI DELLE AZIENDE SANITARIE

SOCIETA ITALIANA DI FARMACIA OSPEDALIERA E DEI SERVIZI FARMACEUTICI DELLE AZIENDE SANITARIE Corso regionale di aggiornamento a cura della sezione SIFO Piemonte Valle d Aosta DISPOSITIVI MEDICI SPECIALISTICI EDIZIONE 2012 Torino, 15 e 29 novembre 2012 c/o l aula C.E.R.M.S. Azienda Ospedaliera

Dettagli

Indice. Prefazione PARTE PRIMA LE FONDAZIONI DI PARTECIPAZIONE NELLE STRATEGIE COLLABORATIVE TRA AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE ED IMPRESE

Indice. Prefazione PARTE PRIMA LE FONDAZIONI DI PARTECIPAZIONE NELLE STRATEGIE COLLABORATIVE TRA AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE ED IMPRESE Indice Prefazione XI PARTE PRIMA LE FONDAZIONI DI PARTECIPAZIONE NELLE STRATEGIE COLLABORATIVE TRA AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE ED IMPRESE Capitolo 1 Le partnership pubblico-privato nei nuovi modelli di gestione

Dettagli

Audizione dell Associazione Italiana Ingegneri Clinici. Commissione 12 Igiene e Sanità. 8 luglio 2014, Roma

Audizione dell Associazione Italiana Ingegneri Clinici. Commissione 12 Igiene e Sanità. 8 luglio 2014, Roma Audizione dell Associazione Italiana Ingegneri Clinici Commissione 12 Igiene e Sanità 8 luglio 2014, Roma Oggetto: Esame del Disegno di legge n 1324 Deleghe al Governo in materia di sperimentazione clinica

Dettagli

GIOVANNI GUIDO GUIZZETTI. giovanni.guizzetti@aomelegnano.it

GIOVANNI GUIDO GUIZZETTI. giovanni.guizzetti@aomelegnano.it C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono E-mail GIOVANNI GUIDO GUIZZETTI giovanni.guizzetti@aomelegnano.it Nazionalità Italiana Luogo e data di nascita ESPERIENZA LAVORATIVA

Dettagli

Formazione residenziale a carattere regionale a cura della Area NC e Sezione Regionale Lombardia

Formazione residenziale a carattere regionale a cura della Area NC e Sezione Regionale Lombardia Formazione residenziale a carattere regionale a cura della Area NC e Sezione Regionale Lombardia NUTRIZIONE ARTIFICIALE IN OSPEDALE E SUL TERRITORIO: ATTUALITA CLINICHE E TECNICO-FARMACEUTICHE Milano,

Dettagli

Essere Comandanti di Polizia locale Percorso di Specializzazione dell Accademia di Polizia locale

Essere Comandanti di Polizia locale Percorso di Specializzazione dell Accademia di Polizia locale ACCADEMIA PER UFFICIALI E SOTTUFFICIALI DI POLIZIA LOCALE Essere Comandanti di Polizia locale Percorso di Specializzazione dell Accademia di Polizia locale Codice APL3003/AE Sede: Colonia Enrichetta, Via

Dettagli

Corso di perfezionamento in

Corso di perfezionamento in Corso di perfezionamento in GESTIONE STRATEGICA DEL PERSONALE IN SANITA Edizione n. 2 a.a. 2015-2016 In collaborazione con: Obiettivo La consapevolezza crescente che una cultura della gestione e dell'organizzazione

Dettagli

Corso di Alta Formazione in Economia e Management della Pediatria

Corso di Alta Formazione in Economia e Management della Pediatria con il patrocinio di Corso di Alta Formazione in Economia e Management della Pediatria Direttore Scientifico: Prof. Francesco Manfredi (manfredi@lum.it) Coordinatori Scientifici: Dott.ssa Teresa Cazzato

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

AICO 2013. Empowerment XV CONGRESSO NAZIONALE BOLOGNA. www.aicoitalia.it. Il valore delle competenze infermieristiche in Sala Operatoria

AICO 2013. Empowerment XV CONGRESSO NAZIONALE BOLOGNA. www.aicoitalia.it. Il valore delle competenze infermieristiche in Sala Operatoria A.I.C.O. Associazione Italiana Infermieri di Camera Operatoria Società Scientifica Patrocini Richiesti Obiettivi Presidenza della Repubblica Presidenza Consiglio dei Ministri Ministero della Salute Federazione

Dettagli

Odontoiatria sociale domiciliare: aspetti operativi e legislativi

Odontoiatria sociale domiciliare: aspetti operativi e legislativi Provider Nazionale n. 581 CORSO DI AGGIORNAMENTO Odontoiatria sociale domiciliare: aspetti operativi e legislativi Sabato 7 febbraio 2015 Ore 9.00 17.00 Sala Conferenze Ordine Roma Via A. Bosio 19/a (angolo

Dettagli

Curriculum della Sezione di Tecnologie Biomediche nel settore Ospedali e Strutture Sanitarie Complesse

Curriculum della Sezione di Tecnologie Biomediche nel settore Ospedali e Strutture Sanitarie Complesse Curriculum della Sezione di Tecnologie Biomediche nel settore Ospedali e Strutture Sanitarie Complesse 2010 Febbraio 2010 Convenzione con Istituti Ortopedici Rizzoli per lo studio di tecnologie innovative

Dettagli

Calendario degli incontri

Calendario degli incontri UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA Corso di Laurea Interfacoltà in COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO in collaborazione con UNIEXPORT PADOVA e CONFINDUSTRIA PADOVA Seminario di studio I processi di delocalizzazione

Dettagli

DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO

DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO ARTICOLAZIONE DEL DIPARTIMENTO Il Dipartimento Informativo e Tecnologico è composto dalle seguenti Strutture Complesse, Settori ed Uffici : Struttura Complessa Sistema

Dettagli

COMMUNICATION MIX MANAGEMENT:

COMMUNICATION MIX MANAGEMENT: PERCORSO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE PER IL PERSONALE CAMERALE COMMUNICATION MIX MANAGEMENT: SCEGLIERE E GESTIRE IN MODO INTEGRATO TUTTI GLI STRUMENTI DI COMUNICAZIONE DELLA CAMERA APRILE GIUGNO 2011

Dettagli

III CORSO DI AGGIORNAMENTO IN SCIENZE MEDICO FORENSI

III CORSO DI AGGIORNAMENTO IN SCIENZE MEDICO FORENSI III CORSO DI AGGIORNAMENTO IN SCIENZE MEDICO FORENSI ORGANIZZAZIONE: ORDINI DEGLI AVVOCATI DI IMPERIA E DI SANREMO COLLABORAZIONE: SEZIONE DI MEDICINA LEGALE, CRIMINOLOGIA, PSICHIATRIA FORENSE E BIOETICA

Dettagli

L aggiudicazione dei contratti pubblici con il criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa e il green public procurement

L aggiudicazione dei contratti pubblici con il criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa e il green public procurement in collaborazione con L aggiudicazione dei contratti pubblici con il criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa e il green public procurement Bologna, 17 dicembre 2015, 18 gennaio, 15 febbraio,

Dettagli

COLLEGIO IPASVI TREVISO Via Montello, 31 31100 Treviso Tel 0422 305011 Fax 0422 306034 SEMINARIO

COLLEGIO IPASVI TREVISO Via Montello, 31 31100 Treviso Tel 0422 305011 Fax 0422 306034 SEMINARIO COLLEGIO IPASVI TREVISO Tel 0422 305011 Fax 0422 306034 SEMINARIO IL MORAL DISTRESS (MD) PERCEPITO DAGLI INFERMIERI IN UN OSPEDALE DELLA PROVINCIA DI TREVISO: Presentazione dei Risultati di una Ricerca

Dettagli

MANAGEMENT PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE

MANAGEMENT PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE Facoltà di Medicina e Chirurgia A. Gemelli Istituto di Igiene FONDAZIONE POLIAMBULANZA ISTITUTO OSPEDALIERO BRESCIA 10 corso parallelo di Laurea triennale in Infermiere

Dettagli

Produrre in sicurezza e nel rispetto dell ambiente

Produrre in sicurezza e nel rispetto dell ambiente Produrre in sicurezza e nel rispetto dell ambiente ISO 14001 e OHSAS 18001 nuovi traguardi per una raffineria ogni giorno più compatibile, innovativa, responsabile api raffineria di ancona S.p.A. DUE TRAGUARDI

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA LA REGIONE TOSCANA, LE UNIVERSITA DI FIRENZE PISA E SIENA E LE AZIENDE OSPEDALIERO-UNIVERSITARIE

PROTOCOLLO D INTESA TRA LA REGIONE TOSCANA, LE UNIVERSITA DI FIRENZE PISA E SIENA E LE AZIENDE OSPEDALIERO-UNIVERSITARIE PROTOCOLLO D INTESA TRA LA REGIONE TOSCANA, LE UNIVERSITA DI FIRENZE PISA E SIENA E LE AZIENDE OSPEDALIERO-UNIVERSITARIE PER LA IMPLEMENTAZIONE DELL ATTIVITA DI DIDATTICA E DI RICERCA ALL INTERNO DELLE

Dettagli

Palazzo dei Congressi

Palazzo dei Congressi Palazzo dei Congressi venerdì 4 aprile dalle 10 :. 00 alle 18:30 sabato 5 aprile dalle 9 : 3 0 alle 18: 00 domenica 6 aprile dalle 9 : 3 0 alle 14 : 00 FarmacistaPiù, l'assise annuale dei farmacisti italiani

Dettagli

Prezzi di riferimento: confronto con Agenas

Prezzi di riferimento: confronto con Agenas Prezzi di riferimento: confronto con Agenas Il ruolo dell Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali Laura Velardi Milano, 14 marzo 2013 L Agenas L Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali

Dettagli

Master di II livello Medicina Generale III Edizione. Servizio Formazione Post-Lauream

Master di II livello Medicina Generale III Edizione. Servizio Formazione Post-Lauream Master di II livello Medicina Generale III Edizione Servizio Formazione Post-Lauream Direzione Scientifica Dott. Antonio Picardi Responsabile UOS di Epatologia Policlinico Universitario Campus Bio-Medico

Dettagli

Tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro: progetto di integrazione fra Sistemi di Gestione

Tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro: progetto di integrazione fra Sistemi di Gestione 12.10 Dott. Valerio Alberti Direttore Generale Azienda ULSS 3 Bassano del Grappa Coordinatore della Conferenza dei Direttori Generali delle Aziende Sanitarie del Veneto Vicepresidente FIASO L integrazione

Dettagli

55 ECMReg/B Rev. 0 del 06.02.2006

55 ECMReg/B Rev. 0 del 06.02.2006 UNITA OPERATIVA I^ GERIATRIA TITOLO DELL EVENTO Pagina 1 di 5 IL PAZIENTE ANZIANO IN FASE CRITICA: NUOVO APPROCCIO GESTIONALE NELL OSPEDALE CIVILE MAGGIORE DI VERONA 1.Presentazione: L aumento della durata

Dettagli

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Ottobre 2012

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Ottobre 2012 L Azienda Digitale Viaggio nell'italia che compete Executive Summary Ottobre 2012 Realizzato da NetConsulting per Repubblica Affari&Finanza e Samsung Evento Territoriale di Modena NetConsulting 2012 1

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITURIVA DI ATTO NOTORIO (D.P.R. 445/2000 ART. 47)

DICHIARAZIONE SOSTITURIVA DI ATTO NOTORIO (D.P.R. 445/2000 ART. 47) DICHIARAZIONE SOSTITURIVA DI ATTO NOTORIO (D.P.R. 445/2000 ART. 47) Il sottoscritto Bocchi Emanuele Franco, consapevole delle responsabilità penali cui può andare incontro in caso di dichiarazioni mendaci,

Dettagli

Comitati COMITATO SCIENTIFICO COMITATO ORGANIZZATORE. Paolo De Vivo Pasquale Mastronardi Jennifer Jackson Franco Astorina

Comitati COMITATO SCIENTIFICO COMITATO ORGANIZZATORE. Paolo De Vivo Pasquale Mastronardi Jennifer Jackson Franco Astorina Comitati Comitati COMITATO D ONORE Pietro Derrico Presidente AIIC Prof. Roberto Lagalla Rettore Università di Palermo Prof. Francesco Paolo La Mantia Preside Facoltà Ingegneria Università di Palermo Prof.

Dettagli

La legge individua due diverse tipologie di autorizzazioni:

La legge individua due diverse tipologie di autorizzazioni: IMPORTANTI NOVITA PER CHI DEVE APRIRE UNO STUDIO PROFESSIONALE Legge regionale n. 10 del 21.07.2006 AUTORIZZAZIONE ALL ESERCIZIO DI ATTIVITA SANITARIE. La Legge Regionale n. 10 del 21.07.2006 ha provveduto

Dettagli

Energy Management DI PRIMO LIVELLO

Energy Management DI PRIMO LIVELLO Energy Management MASTER MIP POLITECNICO DI MILANO DI PRIMO LIVELLO A PORDENONE Energy Management MASTER MIP POLITECNICO DI MILANO DI PRIMO LIVELLO Il Master si propone nel territorio in risposta alla

Dettagli

SOCIETA ITALIANA DI FARMACIA OSPEDALIERA E DEI SERVIZI FARMACEUTICI DELLE AZIENDE SANITARIE

SOCIETA ITALIANA DI FARMACIA OSPEDALIERA E DEI SERVIZI FARMACEUTICI DELLE AZIENDE SANITARIE Corso residenziale di aggiornamento a cura della sezione regionale SIFO Liguria LA GESTIONE DEI GAS MEDICINALI E LA NUOVA NORMATIVA Genova, 4 Febbraio 2016 c/o Centro Congressi Castello Simon Boccanegra

Dettagli

STATUTO DELL AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA MEYER INDICE SEZIONE

STATUTO DELL AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA MEYER INDICE SEZIONE STATUTO DELL AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA MEYER INDICE SEZIONE Titolo 3 - PROGRAMMAZIONE E SVILUPPO DELLA RETE PEDIATRICA REGIONALE Art. 20 - Art. 21 - Art. 22 - Art. 23 - Art. 24 - Art. 25 - Verso

Dettagli

LABORATORI IN SANITA : QUALITA, SICUREZZA, ORGANIZZAZIONE

LABORATORI IN SANITA : QUALITA, SICUREZZA, ORGANIZZAZIONE Programma preliminare CONVEGNO NAZIONALE AICQ Associazione Italiana Cultura Qualità LABORATORI IN SANITA : QUALITA, SICUREZZA, ORGANIZZAZIONE Contributi in tema di normativa, affidabilità, gestione del

Dettagli

LUISS GUIDO CARLI IL FORUM DELLA SANITA DIGITALE ROMA, 10/12.9.2015

LUISS GUIDO CARLI IL FORUM DELLA SANITA DIGITALE ROMA, 10/12.9.2015 Tre giorni di incontri e appuntamenti sulla trasformazione del sistema della salute in chiave digitale UN PROGETTO DI CON IL PATROCINIO DI IN COLLABORAZIONE CON CONFERENZA DELLE REGIONI E DELLE PROVINCIE

Dettagli

AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE DI RAVENNA

AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE DI RAVENNA AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE DI RAVENNA DIPARTIMENTO DI ONCOLOGIA ED EMATOLOGIA U.O. DI TERAPIA ANTALGICA E CURE PALLIATIVE VIVERE LA MALATTIA INGUARIBILE. I LIMITI DELLA TERAPIA NELLA ADEGUATEZZA DELLA

Dettagli

AZIENDA PROVINCIALE PER I SERVIZI SANITARI

AZIENDA PROVINCIALE PER I SERVIZI SANITARI Provincia Autonoma di Trento AZIENDA PROVINCIALE PER I SERVIZI SANITARI Trento via Degasperi 79 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE Reg. delib. n. 473 2011 OGGETTO: Riorganizzazione delle attività

Dettagli

LA SUMMER SCHOOL SUL DIALOGO SOCIALE PALERMO (CONVENTO DI BAIDA) SETTEMBRE 2015

LA SUMMER SCHOOL SUL DIALOGO SOCIALE PALERMO (CONVENTO DI BAIDA) SETTEMBRE 2015 LA SUMMER SCHOOL SUL DIALOGO SOCIALE PALERMO (CONVENTO DI BAIDA) SETTEMBRE 2015 La Summer School è promossa dalle Organizzazioni Datoriali coinvolte nel progetto Formare al cambiamento il dialogo sociale

Dettagli

CATALOGO CORSI FAD 2014

CATALOGO CORSI FAD 2014 CATALOGO CORSI FAD 2014 FORMULE IN FORMAZIONE PARTECIPAZIONE SERVIZI PROFESSIONALI Sanitanova, a fianco alle classiche proposte dei semplici corsi FAD, ha introdotto innovative formule di abbonamento che

Dettagli

Problemi gestionali nei rapporti fra Università e Aziende Ospedaliere

Problemi gestionali nei rapporti fra Università e Aziende Ospedaliere Problemi gestionali nei rapporti fra Università e Aziende Ospedaliere Presentazione dei dati raccolti attraverso i questionari elaborati dal gruppo sanità Firenze, 20 aprile 2012 Villa La Quiete Marigrazia

Dettagli

Ciclo di 8 corsi su: Direttive di prodotto europee

Ciclo di 8 corsi su: Direttive di prodotto europee Ordine degli Ingegneri della provincia di Brescia Commissione Industriale Organizza un: Ciclo di 8 corsi su: Direttive di prodotto europee presso la sede dell Ordine degli Ingegneri della Provincia di

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Cognome e Nome FARINELLI, MARIA CHIARA Indirizzo istituzionale corso Brunet 19 A Telefono istituzionale 0171643360

Dettagli

Da Energy Manager a Esperto in Gestione dell Energia

Da Energy Manager a Esperto in Gestione dell Energia Argomenti trattati Evoluzione delle figura professionale: da EM a EGE L Esperto in Gestione dell Energia Requisiti, compiti e competenze secondo UNI CEI 11339 Opportunità Schema di certificazione L Energy

Dettagli

Modalità di acquisizione delle grandi apparecchiature elettromedicali in ambito sanitario Padova, 21.4.2010

Modalità di acquisizione delle grandi apparecchiature elettromedicali in ambito sanitario Padova, 21.4.2010 Agenzia Regionale Socio Sanitaria del Veneto Modalità di acquisizione delle grandi apparecchiature elettromedicali in ambito sanitario Padova, 21.4.2010 Il ruolo della Regione e dell ARSS sul tema degli

Dettagli

ALTA FORMAZIONE ECONOMICO-GIURIDICA e TRIBUTARIA. TAX L@b 2015. Laboratorio di Fiscalità Internazionale

ALTA FORMAZIONE ECONOMICO-GIURIDICA e TRIBUTARIA. TAX L@b 2015. Laboratorio di Fiscalità Internazionale ALTA FORMAZIONE ECONOMICO-GIURIDICA e TRIBUTARIA TAX L@b 2015 Laboratorio di Fiscalità Internazionale Corso teorico-pratico per Professionisti, Fiscalisti d impresa, Tax Risk Manager, Tax Compliance Officer,

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Ospedale di Treviglio: riconosciuta l eccellenza per il tumore del retto.

COMUNICATO STAMPA. Ospedale di Treviglio: riconosciuta l eccellenza per il tumore del retto. COMUNICATO STAMPA Ospedale di Treviglio: riconosciuta l eccellenza per il tumore del retto. Domani, Martedì 1 luglio, l Ospedale di Treviglio vedrà riconosciuta da CERMET l altissima qualità del trattamento

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA INTER-ISTITUZIONALE PER IL COORDINAMENTO E IL

PROTOCOLLO D INTESA INTER-ISTITUZIONALE PER IL COORDINAMENTO E IL PROTOCOLLO D INTESA INTER-ISTITUZIONALE PER IL COORDINAMENTO E IL SUPPORTO DELLE ATTIVITÀ DELLA RETE DI INCUBAZIONE POLICENTRICA FIORENTINA Tra Università degli Studi di Firenze, con sede a Firenze, Piazza

Dettagli

INNOVAZIONE GESTIONALE IN SANITÀ. RIORGANIZZAZIONE DEI PROCESSI TECNICO AMMINISTRATIVI IN MATERIA DI ACQUISTI E LOGISTICA.

INNOVAZIONE GESTIONALE IN SANITÀ. RIORGANIZZAZIONE DEI PROCESSI TECNICO AMMINISTRATIVI IN MATERIA DI ACQUISTI E LOGISTICA. INNOVAZIONE GESTIONALE IN SANITÀ. RIORGANIZZAZIONE DEI PROCESSI TECNICO AMMINISTRATIVI IN MATERIA DI ACQUISTI E LOGISTICA. L esperienza del Friuli Venezia Giulia Ing. Claudio Giuricin Dipartimento Servizi

Dettagli

Ulss n.6 Vicenza Dipartimento/progetto dei Servizi per il Territorio VERSO UN DISTRETTO FORTE

Ulss n.6 Vicenza Dipartimento/progetto dei Servizi per il Territorio VERSO UN DISTRETTO FORTE FORUMPA SANITA' 2001 Ulss n.6 Vicenza Dipartimento/progetto dei Servizi per il Territorio VERSO UN DISTRETTO FORTE Parte 1: Anagrafica Titolo del Progetto: VERSO UN DISTRETTO FORTE Amministrazione proponente:

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA

AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA REGIONE DEL VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE n. 1033 del 03/10/2013 OGGETTO: Nomina del nuovo Comitato Etico per la Sperimentazione Clinica della Provincia di Padova

Dettagli

Corso di Alta Formazione/Specialist. Sistemi Qualità e HACCP Agroalimentare (ISO 9001, ISO 22000 e HACCP) (16 ore) ISTUM

Corso di Alta Formazione/Specialist. Sistemi Qualità e HACCP Agroalimentare (ISO 9001, ISO 22000 e HACCP) (16 ore) ISTUM Corso di Alta Formazione/Specialist Sistemi Qualità e HACCP Agroalimentare (ISO 9001, ISO 22000 e HACCP) (16 ore) ISTUM ISTITUTO DI STUDI DI MANAGEMENT Poli Didattici ROMA MILANO INIZIO FEBBRAIO 2016 Obiettivi

Dettagli

POLITICHE SANITARIE E MODELLI ORGANIZZATIVI IN MEDICINA DI LABORATORIO: UN PONTE VERSO IL FUTURO

POLITICHE SANITARIE E MODELLI ORGANIZZATIVI IN MEDICINA DI LABORATORIO: UN PONTE VERSO IL FUTURO Società Italiana di Biochimica Clinica e Biologia Molecolare Clinica SIBioC utlizza un Sistema di Gestione Qualità certificato ISO 9001:2000 per progettazione ed erogazione di eventi formativi Con il patrocinio

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per lo Sviluppo e la Competitività del Turismo Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per lo Sviluppo e la Competitività del Turismo Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per lo Sviluppo e la Competitività del Turismo Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Corso di alta formazione Manager per l innovazione turistica

Dettagli