LA FINANZIARIA PER NOI

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA FINANZIARIA PER NOI"

Transcript

1 LA FINANZIARIA PER NOI Rapporto della campagna Sbilanciamoci! sulla finanziaria del 2008 Roma - 17 Ottobre 2007

2 Giudizio di Sbilanciamoci sulla Finanziaria 2008 Una finanziaria con luci ed ombre Limiti di fondo: incapace di futuro non investe su un nuovo modello di sviluppo persa l occasione di utilizzare il momento favorevole (crescita PIL, lotta all evasione, riduzione deficit) per politiche di espansione politica economica restrittiva guidata prevalentemente da due obiettivi: riduzione spesa e riduzione tasse

3 Finanziaria 2008 LUCI Non taglia le spese ad enti locali, sanità, pensioni Misure più consistenti per le politiche sociali (casa, incapienti, ecc.) Effetti redistributivi Conferma delle misure ambientali della scorsa finanziaria Pagamento debiti internazionali della cooperazione allo sviluppo OMBRE Aumento delle spese militari (+11%) Misure sociali una tantum Riduzioni fiscali per le imprese ma non per i lavoratori Poche risorse per scuola e università Ancora soldi per le grandi opere Niente tassazione sulle rendite finanziarie Mancato rispetto impegni APS

4 Misure presenti nella finanziaria 2008 proposte negli anni passati da Sbilanciamoci! Aumento fondi politiche sociali (+17%) Reiterazione delle misure di detrazione per impianti ecoefficienti (panneli solari, caldaie, ecc.) Aumento fondo non autosufficienza 150 milioni per garantire l innalzamento dell obbligo scolastico Misure di redistribuzione e di lotta alla povertà (incapienti e casa) Pagamento debiti Fondo Globale e cooperazione allo sviluppo 50 milioni per l inclusione sociale degli immigrati Trasporto pubblico locale e ferrovie per i pendolari

5 Le proposte di Sbilanciamoci! Da una politica economica restrittiva ad una politica di investimenti pubblici e rilancio dei consumi collettivi Da una politica finalizzata a ridurre le tasse e a contenere la spesa ad una politica di sviluppo economico e sociale e di redistribuzione Da un economia liberista ad un modello di sviluppo sostenibile e di qualità Da una politica di riduzioni del costo del lavoro ad una politica che investe sul capitale umano e sociale Da una politica assistenziale alle imprese a scelte selettive di politica industriale Da una politica e un economia militarizzata ad una politica di pace e di solidarietà internazionale

6 Le proposte di Sbilanciamoci Riduzione della spesa pubblica (ma non quella di TPS) Politica di legalità ma anche di giustizia fiscale Piano di investimenti pubblici nel welfare, nella ricerca e nell innovazione, nella scuola e nell università, nell ambiente Politiche per un economia sostenibile ed un modello di sviluppo di qualità Politiche di pace e di disarmo

7 La manovra di Sbilanciamoci! RISORSE Maggiori entrate Rendite finanziarie Progressività IRPEF Tasse di scopo 927 Minori uscite Abolizione CPT 122 Riordino convenzioni sanità 700 Contributi scuole private 732 Grandi opere 855 Spese militari Open Source Costi della politica G8 30 Fiere 74 UTILIZZI Politiche sociali, lotta alla povertà Immigrazione 122 Lavoro Sanità 720 Istruzione Ambiente937 Energie pulite 310 Infrastrutture sostenibil Pace e disarmo 225 Cooperazione 750 Imprese e innovazione Economia sociale 203 Economia sostenibile 159 Fondo politica partecipata 200 A deficit TOTALE TOTALE

8 Le riduzioni della spesa pubblica per Sbilanciamoci! Riduzione spese militari 4.003* Risparmi convenzioni privati in sanità 700 Aiuti alle scuole private 732 Abrogazione dei CPT 122 Risparmio sulle grandi opere 855 Riduzione costi politica Abrogazione fondo G8 La Maddalena 30 Passaggio ai sistemi open source nella PA Abrogazione aiuti a imprese per fiere ed expo 74 TOTALE * in milioni di euro

9 Le maggiori entrate da giustizia fiscale per Sbilanciamoci! Armonizzazione rendite al 23% Aliquota 49% su redditi oltre i 200mila euro annui Tassazione aggiuntiva sul porto d armi 230 Tassazione sulla pubblicità 450 Diritti televisivi sport spettacolo 40 Tassa carburanti aerei 100 Canoni acque minerali 7 Tassazione 1 cent bottiglie acque minerali 100 TOTALE In milioni di euro

10 LE RISORSE DI SBILANCIAMOCI! Da riduzioni di spesa (68,6%) Da maggiori entrate fiscali (31,4%)

11 Proposte di Sbilanciamoci! per la finanziaria Politiche fiscali Armonizzazione delle rendite al 23% Aliquota al 49% per i redditi sopra i euro

12 Proposte di Sbilanciamoci! per la finanziaria Welfare Piano straordinario per 3000 nuovi asili nido 1 miliardo per l introduzione dei LIVEAS Gender auditing e 50 centri antiviolenza Aumento assegni familiari per le famiglie povere Sostegno al canone agevolato

13 Proposte di Sbilanciamoci! per la finanziaria IMMIGRAZIONE Chiusura dei CPT Interventi per la casa Politiche di inclusione sociale per i giovani immigrati LAVORO 1miliardo per l assunzione di co.pro Indennità per sei mesi per disoccupazione dei co.pro Cumulabilità assegno sociale e e pensione contributiva per i co.co.pro

14 Proposte di Sbilanciamoci! per la finanziaria SANITA Razionalizzazione delle convenzioni con i privati Revisione dei Livelli Essenziali di Assistenza 100 milioni per Fondo accesso farmaci ai malati cronici SCUOLA E UNIVERSITA Ridurre 732 milioni alle scuole private 350 milioni per l edilizia scolastica 50 milioni per le borse di studio 200 milioni per gli alloggi universitari

15 Proposte di Sbilanciamoci! per la finanziaria AMBIENTE 500 milioni per il protocollo di Kyoto 100 milioni per la lotta alle ecomafie 100 milioni per migliorare l efficienza delle reti idriche 110 milioni di incentivi per il fotovoltaico 300 milioni per un piano di mobilità sostenibile 700 milioni per le ferrovie per i pendolari Riduzioni di 850 milioni per le grandi opere 30 milioni per il riciclo imballaggi, latta e vetro

16 Proposte di Sbilanciamoci! per la finanziaria PACE E DISARMO 200 milioni in più per il servizio civile 20 milioni per i corpi di pace Riduzione di 135 milioni per le fregate FREMM 200 milioni per la riconversione dell industria bellica Riduzione di 968 milioni per l Eurofighter COOPERAZIONE 750 milioni in più per l APS 100 milioni i più grazie alla tassa sui carburanti aerei Riduzione di 30 milioni per il G8 a La Maddalena 2 milioni per una legge nazionale su beni comuni

17 Le proposte di Sbilanciamoci! per la finanziaria Imprese & Innovazione Altra economia 400 milioni per l auto imprenditorialità sociale 1 miliardo per le piccole opere nel Mezzogiorno Open Source nella Pubblica Amministrazione (risp. 2 mld) Aumento indennità per dottorati di ricerca Inserimento lavorativo 4000 giovani ricercatori 10 milioni per i Distretti di Economia Solidale Sostegno ai GAS (1 milione) 20 milioni per la finanza etica Riduzione IVA caffè del commercio equo Social Public Procurement

18 Le proposte di Sbilanciamoci! per la finanziaria Riduzione dei costi della politica Proposta Zapatero Riduzione delle spese Parlamento e Regioni Proposta Sarkozy Riduzione indennità e n ministri e sottosegretari 60 Proposta Merkel Riduzione finanziamento pubblico ai partiti 155 Abolizione Province Creazione di un fondo per la politica partecipata 200

19 Conclusioni E necessaria un inversione di rotta della politica economica: capace di futuro No alla politica dei due tempi Un nuovo modello di sviluppo sostenibile e di qualità Emendamenti in finanziaria Petizione ed emendamenti per cambiare la finanziaria

20 GRAZIE DELL ATTENZIONE

30 MILIARDI CONTRO LA CRISI

30 MILIARDI CONTRO LA CRISI La contromanovra di Sbilanciamoci! 2011-2012 30 MILIARDI CONTRO LA CRISI Le proposte della campagna Sbilanciamoci! La campagna Sbilanciamoci! presenta la sua contromanovra, alternativa a quella che il

Dettagli

LA STRADA GIUSTA. Osservazioni di SEL alla legge di stabilità

LA STRADA GIUSTA. Osservazioni di SEL alla legge di stabilità LA STRADA GIUSTA Osservazioni di SEL alla legge di stabilità UNA LEGGE DI STABILITÀ INUTILE La Legge di Stabilità per il 2014 è un provvedimento che non porta equità e sollievo al paese, non combatte la

Dettagli

DPEF 2007-2011: un'occasione mancata

DPEF 2007-2011: un'occasione mancata DPEF 2007-2011: un'occasione mancata 20/07/2006, a cura di Sbilanciamoci! Il DPEF presentato dal nuovo governo si trova ad affrontare una situazione economica e finanziaria difficilissima, sotto il profilo

Dettagli

Attuazione del Programma di Governo

Attuazione del Programma di Governo Attuazione del Programma di Governo 17 maggio-17 novembre 2006 Sei mesi di Governo dell Italia Una pubblica amministrazione di qualità Modernizzazione ed efficienza delle amministrazioni pubbliche Tempi

Dettagli

OBIETTIVI RIDUZIONE DEL DEFICIT 14.8. - 5,5 Taglio cuneo fiscale - 13.1 Interventi vari. dal 2007 dal 2006

OBIETTIVI RIDUZIONE DEL DEFICIT 14.8. - 5,5 Taglio cuneo fiscale - 13.1 Interventi vari. dal 2007 dal 2006 SCHEDA FINANZIARIA 2007 ( Prima bozza ) PORTATA DELLA MANOVRA FINANZIARIA 33,4 MILIARDI DI EURO ENTRATE ATTESE 13.0 TAGLI ALLA SPESA 20.4 Effetti revisione IRPEF 2.0 Patto di stabilità interno 4.3 Misure

Dettagli

IL TRENTINO E IN CRESCITA GETTITO COSTANTE L ECONOMIA TIENE PIL IN CRESCITA BILANCIO 2016

IL TRENTINO E IN CRESCITA GETTITO COSTANTE L ECONOMIA TIENE PIL IN CRESCITA BILANCIO 2016 BILANCIO 2016 IL TRENTINO E IN CRESCITA L ECONOMIA TIENE PIL IN CRESCITA GETTITO COSTANTE BILANCIO 2016 GLI OBIETTIVI DELLA MANOVRA 1 CITTADINI SOSTEGNO ALLA AL CENTRO CRESCITA Garantire la qualità dei

Dettagli

LE PROPOSTE PER UN PERCORSO DI RIFORMA CONDIVISO TRA LE PARTI SOCIALI

LE PROPOSTE PER UN PERCORSO DI RIFORMA CONDIVISO TRA LE PARTI SOCIALI LE PROPOSTE PER UN PERCORSO DI RIFORMA CONDIVISO TRA LE PARTI SOCIALI 1. RIDURRE IL CARICO FISCALE - Aumento della detrazione da lavoro dipendente e contestuale aggiustamento lineare della decrescenza

Dettagli

LA LEGGE DI STABILITA 2015

LA LEGGE DI STABILITA 2015 LA LEGGE DI STABILITA 2015 Ecco le principali novità della Manovra varata dal Governo SLIDE ILLUSTRATIVE salvo modifiche al testo finale. La manovra quest anno vale 29,6 miliardi di euro. LE RISORSE -14,6

Dettagli

BILANCIO 2016: LINEE GUIDA

BILANCIO 2016: LINEE GUIDA IL TRENTINO E IN CRESCITA L ECONOMIA TIENE PIL IN CRESCITA GETTITO COSTANTE GLI OBIETTIVI DELLA MANOVRA 1 CITTADINI SOSTEGNO ALLA AL CENTRO CRESCITA Garantire la qualità dei servizi Tutelare il reddito

Dettagli

FISCO Gli sconti per la casa

FISCO Gli sconti per la casa Con le novità introdotte in Parlamento FISCO Gli sconti per la casa Per i proprietari: Ici, interessi sui mutui, ristrutturazioni ed efficienza energetica. Per gli inquilini: sconti Irpef Redistribuzione

Dettagli

Finanziaria 2008. www.governo.it. Consiglio dei Ministri del 28.09.2007 FISCO. Ministero dell Economia e delle Finanze.

Finanziaria 2008. www.governo.it. Consiglio dei Ministri del 28.09.2007 FISCO. Ministero dell Economia e delle Finanze. Consiglio dei Ministri del 28.09.2007 FISCO Fisco semplice per i piccoli imprenditori Addio libri contabili, Iva e Irap. Per le piccole imprese solo un forfait. Un milione di imprenditori minimi e marginali,

Dettagli

TUTTA LA LEGGE DI STABILITÀ 2013 ARTICOLO PER ARTICOLO

TUTTA LA LEGGE DI STABILITÀ 2013 ARTICOLO PER ARTICOLO 166 i dossier www.freefoundation.com Primo approfondimento TUTTA LA LEGGE DI STABILITÀ 2013 ARTICOLO PER ARTICOLO 10 ottobre 2012 a cura di Renato Brunetta INDICE 2 La Legge di Stabilità 2013 in 10 punti

Dettagli

Cosa cambia per i redditi da lavoro

Cosa cambia per i redditi da lavoro Le novità della Legge di Stabilità per il 2016 Cosa cambia per i redditi da lavoro Slide a cura di Viviana Bertoldi 1 Sommario Atleti professionisti Borse di studio Premi Produttività Welfare aziendale

Dettagli

Politiche per la famiglia e Fattore famiglia

Politiche per la famiglia e Fattore famiglia Politiche per la famiglia e Fattore famiglia Maria Cecilia Guerra Modena, 3 novembre 21 OBIETTIVI DELLE POLTICHE PER LE FAMIGLIE Sostegno alle responsabilità familiari natalità partecipazione femminile

Dettagli

Il PON Ricerca e Competitività 2007-2013 Ricerca Ricerca, impresa e innovazione per far crescere l intero Paese

Il PON Ricerca e Competitività 2007-2013 Ricerca Ricerca, impresa e innovazione per far crescere l intero Paese Il PON Ricerca e Competitività 2007-2013 Ricerca Ricerca, l intero Paese Logiche d intervento nell utilizzo dei Fondi Strutturali: Adattamento ed evoluzione. Pasquale D Alessandro DG REGIO Unità G3: Italia

Dettagli

RAPPORTO 2011. Come usare la spesa pubblica per i diritti, la pace e l'ambiente. Abstract per la stampa

RAPPORTO 2011. Come usare la spesa pubblica per i diritti, la pace e l'ambiente. Abstract per la stampa RAPPORTO 2011 Come usare la spesa pubblica per i diritti, la pace e l'ambiente Abstract per la stampa Introduzione Il Rapporto di Sbilanciamoci prende le mosse -anche quest'anno- dalla grave crisi economia

Dettagli

15 MOSSE PER USCIRE DALLA CRISI CON UN NUOVO MODELLO DI SVILUPPO. Dalla parte del lavoro, dell'ambiente, della solidarietà, dei diritti

15 MOSSE PER USCIRE DALLA CRISI CON UN NUOVO MODELLO DI SVILUPPO. Dalla parte del lavoro, dell'ambiente, della solidarietà, dei diritti 15 MOSSE PER USCIRE DALLA CRISI CON UN NUOVO MODELLO DI SVILUPPO Dalla parte del lavoro, dell'ambiente, della solidarietà, dei diritti www.sbilanciamoci.org Premessa 15 mosse per uscire o almeno per fronteggiare

Dettagli

I 10 Obiettivi dell'anno

I 10 Obiettivi dell'anno Per un Italia capace di futuro I 10 Obiettivi dell'anno Le proposte di Sbilanciamoci per la finanziaria del 2008 e per l azione di governo e parlamento nei prossimi 12 mesi Marghera, 6 9 Settembre 2007

Dettagli

IRPEF Il calcolo dell imposta netta

IRPEF Il calcolo dell imposta netta IRPEF Il calcolo dell imposta netta Di cosa parliamo 1 Deduzioni 2 Aliquote 3 Detrazioni 4 Aliquote marginali effettive Gli oneri deducibili Le deduzioni più rilevanti presenti nella determinazione dell

Dettagli

CONVEGNO IL NUOVO ISEE Quale impatto sulle famiglie e gli enti locali? Firenze, 14 luglio 2015

CONVEGNO IL NUOVO ISEE Quale impatto sulle famiglie e gli enti locali? Firenze, 14 luglio 2015 CONVEGNO IL NUOVO ISEE Quale impatto sulle famiglie e gli enti locali? Firenze, 14 luglio 2015 GLI EFFETTI DELLA RIFORMA SULLE FAMIGLIE TOSCANE Letizia Ravagli e Nicola Sciclone Sulla crisi, il welfare

Dettagli

Proposta di emendamenti

Proposta di emendamenti DDL A.C.2561 Conversione in legge del Decreto Legge 01/07/2009 n. 78, Provvedimenti anticrisi, nonché proroga di termini e della partecipazione italiana a missioni internazionali Proposta di emendamenti

Dettagli

AIUTARE LA FAMIGLIA: MENO TASSE PER LAVORATORI E PENSIONATI UNA TRACCIA DI ANALISI E DI APPROFONDIMENTO PER LA DISCUSSIONE

AIUTARE LA FAMIGLIA: MENO TASSE PER LAVORATORI E PENSIONATI UNA TRACCIA DI ANALISI E DI APPROFONDIMENTO PER LA DISCUSSIONE AIUTARE LA FAMIGLIA: MENO TASSE PER LAVORATORI E PENSIONATI UNA TRACCIA DI ANALISI E DI APPROFONDIMENTO PER LA DISCUSSIONE 1. Riduzione del carico fiscale su lavoratori dipendenti e pensionati 2. Sostegno

Dettagli

I PRINCIPALI INTERVENTI IN MATERIA FISCALE INTRODOTTI DALLA MANOVRA ECONOMICA APPROVATA IN VIA DEFINITIVA DAL PARLAMENTO IL 15 LUGLIO 2011

I PRINCIPALI INTERVENTI IN MATERIA FISCALE INTRODOTTI DALLA MANOVRA ECONOMICA APPROVATA IN VIA DEFINITIVA DAL PARLAMENTO IL 15 LUGLIO 2011 I PRINCIPALI INTERVENTI IN MATERIA FISCALE INTRODOTTI DALLA MANOVRA ECONOMICA APPROVATA IN VIA DEFINITIVA DAL PARLAMENTO IL 15 LUGLIO 2011 Servizio Politiche Fiscali UIL Il 15 luglio 2011 il Parlamento

Dettagli

Prospettive delle politiche di efficienza energetica e opportunità per l Italia

Prospettive delle politiche di efficienza energetica e opportunità per l Italia Seconda Conferenza nazionale sull efficienza energetica, Roma, 19 ottobre, 2010 Prospettive delle politiche di efficienza energetica e opportunità per l Italia Molocchi, resp. Studi Amici della Terra Italia

Dettagli

BANDI APERTI PER LE IMPRESE

BANDI APERTI PER LE IMPRESE Inserire un disegno BANDI APERTI PER LE IMPRESE RIEPILOGO BANDI APERTI PER LE IMPRESE OTTOBRE 2013 INDICE 1 2 3 4 CONTRIBUTI PER INVESTIMENTI REALIZZATI CONTRIBUTI A FONDO PERSO PER RICERCA ED INNOVAZIONE

Dettagli

Aiuto alla lettura elaborato dall Associazione Malati di Reni

Aiuto alla lettura elaborato dall Associazione Malati di Reni Aiuto alla lettura elaborato dall Associazione Malati di Reni REGIONE LAZIO Legge Regionale 30 dicembre 2013, n. 13 Legge di stabilità regionale 2014 Diritti sociali, politiche 2 Interventi per la disabilità

Dettagli

Politiche e programmi per promuovere gli investimenti in efficienza energetica

Politiche e programmi per promuovere gli investimenti in efficienza energetica Percorsi e strumenti finanziari per lo sviluppo degli investimenti in ambito ambientale e dell efficienza energetica per le Imprese Politiche e programmi per promuovere gli investimenti in efficienza energetica

Dettagli

Roma, 22 Ottobre 2015. Presentazione del Rapporto 2015 sull Economia dell Immigrazione. «Stranieri in Italia, attori dello sviluppo»

Roma, 22 Ottobre 2015. Presentazione del Rapporto 2015 sull Economia dell Immigrazione. «Stranieri in Italia, attori dello sviluppo» Roma, 22 Ottobre 2015 Presentazione del Rapporto 2015 sull Economia dell Immigrazione «Stranieri in Italia, attori dello sviluppo» Il contesto internazionale ANNO EUROPEO PER LO SVILUPPO Il 2015 è dedicato

Dettagli

Le principali novità in materia di Lavoro della legge di stabilità 2016 Legge 28 dicembre 2015, n. 208. Direzione Sindacale Sicurezza sul lavoro

Le principali novità in materia di Lavoro della legge di stabilità 2016 Legge 28 dicembre 2015, n. 208. Direzione Sindacale Sicurezza sul lavoro Le principali novità in materia di Lavoro della legge di stabilità 2016 Legge 28 dicembre 2015, n. 208 Direzione Sindacale Sicurezza sul lavoro Gli interventi in materia di Lavoro nel 2015 SEMPLIFICAZIONE

Dettagli

BANDI APERTI PER LE IMPRESE

BANDI APERTI PER LE IMPRESE BANDI APERTI PER LE IMPRESE 1) Contributi per investimenti realizzati; 2) Contributi a fondo perso per ricerca ed innovazione; 3) Assunzione personale; 4) Passaggio generazionale; 5) Aiuti all export;

Dettagli

LA LEGGE DI STABILITÀ. www.governo.it

LA LEGGE DI STABILITÀ. www.governo.it LA LEGGE DI STABILITÀ INTERVENTI PER PERSONE, FAMIGLIE, SOCIETÀ INTERVENTI PER LE IMPRESE INVESTIMENTI LA SERVICE TAX IL COFINANZIAMENTO DEI FONDI STRUTTURALI EUROPEI 2014-2020 INTERVENTI PER PERSONE,

Dettagli

AUDIZIONE. MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Federica Guidi. X Commissione del Senato - X Commissione della Camera. Roma, 27 marzo 2014

AUDIZIONE. MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Federica Guidi. X Commissione del Senato - X Commissione della Camera. Roma, 27 marzo 2014 AUDIZIONE MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Federica Guidi X Commissione del Senato - X Commissione della Camera Roma, 27 marzo 2014 CICLO ECONOMICO IN MIGLIORAMENTO 2 CICLO ECONOMICO IN MIGLIORAMENTO

Dettagli

I TAGLI AI FONDI PER LE POLITICHE SOCIALI E AI SERVIZI DI WELFARE LOCALE

I TAGLI AI FONDI PER LE POLITICHE SOCIALI E AI SERVIZI DI WELFARE LOCALE I TAGLI AI FONDI PER LE POLITICHE SOCIALI E AI SERVIZI DI WELFARE LOCALE La politica di riduzione delle risorse per il welfare e per i servizi sociali locali si sta realizzando attraverso la combinazione

Dettagli

la Finanziaria per noi

la Finanziaria per noi Le proposte di Sbilanciamoci! per il 2008 Come usare la spesa pubblica per i diritti, la pace e l ambiente la Finanziaria per noi i Nota redazionale Questo rapporto è frutto di un lavoro collettivo al

Dettagli

Scienza delle finanze 6061 Cleam 2. Lezione 4

Scienza delle finanze 6061 Cleam 2. Lezione 4 Scienza delle finanze 6061 Cleam 2 Lezione 4 Gli oneri deducibili (d) Le deduzioni più rilevanti presenti nella determinazione dell'irpef sono: contributi previdenziali ed assistenziali obbligatori (versati

Dettagli

La partenza ritardata e lenta I fondi europei leva per uscire dalla crisi

La partenza ritardata e lenta I fondi europei leva per uscire dalla crisi discussione di Scenari economici n. 20 La partenza ritardata e lenta I fondi europei leva per uscire dalla crisi Alessandra Staderini Servizio Struttura economica, Banca d Italia Roma, 26 giugno 2014 Confindustria,

Dettagli

Milano 22 settembre 2011 Roma luglio 2011

Milano 22 settembre 2011 Roma luglio 2011 Ordine Nazionale Attuari Seminario LA PREVIDENZA PUBBLICA NEI 150 ANNI DELL UNITA D ITALIA Cinzia Ferrara* Milano 22 settembre 2011 Roma luglio 2011 (*) La relazione è svolta a titolo personale 150 D ITALIA

Dettagli

UN PIANO GIOVANI DI SBILANCIAMOCI IN 10 PROPOSTE

UN PIANO GIOVANI DI SBILANCIAMOCI IN 10 PROPOSTE UN PIANO GIOVANI DI SBILANCIAMOCI IN 10 PROPOSTE Introduzione Oggi la condizione dei giovani in Italia è particolarmente drammatica e la crisi economica ha accentuato le difficoltà che in Italia sono strutturali

Dettagli

La legge di stabilità 2016

La legge di stabilità 2016 La legge di stabilità 2016 26 ottobre 2015 Presentazione a cura del Senatore Giorgio Santini www.giorgiosantini.it giorgio.santini@senato.it 1. Introduzione Il contesto macroeconomico - stima aumento PIL

Dettagli

LE PROPOSTE DELL UNIONE

LE PROPOSTE DELL UNIONE LE PROPOSTE DELL UNIONE Convegno #UNIONEobiettivoPREVIDENZA Forte dei Marmi (LU) 10 marzo 2016 -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

OGGI PRECARIETÀ DOMANI LAVORO

OGGI PRECARIETÀ DOMANI LAVORO PRECARIETÀ LAVORO Ridurre di 5 punti il carico contributivo sul lavoro dipendente entro il primo anno della legislatura. E un provvedimento che aiuterà i lavoratori (che avranno più soldi in busta paga)

Dettagli

A cura del Dipartimento Ds infanzia e adolescenza PROSPETTO SPESA PER INFANZIA E ADOLESCENZA DAL 2001 AL 2006

A cura del Dipartimento Ds infanzia e adolescenza PROSPETTO SPESA PER INFANZIA E ADOLESCENZA DAL 2001 AL 2006 A cura del Dipartimento Ds infanzia e adolescenza PROSPETTO SPESA PER INFANZIA E ADOLESCENZA DAL 2001 AL 2006 Capitolo/Anno 2001 2002 2003 2004 2005 2006 Legge 451 Capitolo 1655/3284 Centro Nazionale e

Dettagli

Fisco come welfare per le famiglie

Fisco come welfare per le famiglie Politica fiscale Fisco come welfare per le famiglie Accanto a trasferimenti monetari e servizi (in Italia i primi dominano rispetto ai secondi), vi sono misure fiscali che funzionano come compensazione

Dettagli

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI Gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: ONERI DETRAIBILI E DEDUCIBILI NELLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI DELLE PERSONE FISICHE - MODELLO UPF 2014 E MODELLO 730/2014 PER L ANNO

Dettagli

Camera dei deputati. Agevolazioni fiscali e contributive per l assunzione di determinate categorie di lavoratori

Camera dei deputati. Agevolazioni fiscali e contributive per l assunzione di determinate categorie di lavoratori Camera dei deputati XVII LEGISLATURA Agevolazioni fiscali e contributive per l assunzione di determinate categorie di lavoratori Servizio studi Dipartimenti Lavoro e Finanze 17 Giugno 2014 1 AGEVOLAZIONI

Dettagli

Finanziaria 2007 Provvedimenti in materia di Politiche giovanili

Finanziaria 2007 Provvedimenti in materia di Politiche giovanili Presidenza del Consiglio dei Ministri Ministro per le Politiche giovanili e le Attività sportive Finanziaria 2007 Provvedimenti in materia di Politiche giovanili a cura dell Ufficio Stampa Il progetto

Dettagli

NOVITA FISCALI 2015 E PROFILI PREVIDENZIALI DEI COMPENSI NELLE ASD/SSD. Commissione No Profit Dott. Gaetano Strano

NOVITA FISCALI 2015 E PROFILI PREVIDENZIALI DEI COMPENSI NELLE ASD/SSD. Commissione No Profit Dott. Gaetano Strano NOVITA FISCALI 2015 E PROFILI PREVIDENZIALI DEI COMPENSI NELLE ASD/SSD Commissione No Profit Dott. Gaetano Strano AGEVOLAZIONI FISCALI DELLE EROGAZIONI LIBERALI LIBERALITA ALLE ASSOCIAZIONI E SOCIETA SPORTIVE

Dettagli

Il rilancio parte da sinistra

Il rilancio parte da sinistra Il rilancio parte da sinistra Come fare ridere i poveri senza fare piangere i ricchi Luglio 2013 UNA CRISI CHE VIENE DA LONTANO La crisi economica e sociale del paese non nasce nel 2011, ne nel 2008. Ha

Dettagli

LAVORO. Ecco le nostre proposte: Combattere il lavoro nero e rivedere la normativa sulla sicurezza nei luoghi di lavoro.

LAVORO. Ecco le nostre proposte: Combattere il lavoro nero e rivedere la normativa sulla sicurezza nei luoghi di lavoro. OGGI PRECARIETÀ LAVORO Ridurre di 5 punti il carico contributivo sul lavoro dipendente entro il primo anno della legislatura.è un provvedimento che aiuterà le imprese (che avranno una riduzione della pressione

Dettagli

IL QUADRO NORMATIVO E LA LEGGE DI STABILITA 2015 PER GLI ENTI LOCALI

IL QUADRO NORMATIVO E LA LEGGE DI STABILITA 2015 PER GLI ENTI LOCALI IL QUADRO NORMATIVO E LA LEGGE DI STABILITA 2015 PER GLI ENTI LOCALI 17 ottobre 2014 A cura di : sen. Magda Zanoni QUADRO NORMATIVO COMPLESSO MOLTA BUONA VOLONTA, MOLTA VOGLIA DI FARE MOLTE NORME BUONE

Dettagli

RIQUALIFICAZIONI ENERGETICHE:

RIQUALIFICAZIONI ENERGETICHE: RIQUALIFICAZIONI ENERGETICHE: GLI INCENTIVI PER LE COOPERATIVE DI ABITANTI Sara Zoni, Finabita Legacoop Abitanti RIMINI, 6 NOVEMBRE 2015 I PRINCIPALI SCHEMI DI FINANZIAMENTO E DI INCENTIVO Le principali

Dettagli

Sistema paese e sicurezza economica. Maurizio Franzini Sapienza, Università di Roma

Sistema paese e sicurezza economica. Maurizio Franzini Sapienza, Università di Roma Sistema paese e sicurezza economica Maurizio Franzini Sapienza, Università di Roma I nostri temi Invece di un sistema-paese, un paese diviso e gravato da varie forme di insicurezza economica In che senso

Dettagli

Fattore Famiglia:.oltre il Quoziente Familiare. Roberto Bolzonaro

Fattore Famiglia:.oltre il Quoziente Familiare. Roberto Bolzonaro Fattore Famiglia:.oltre il Quoziente Familiare Roberto Bolzonaro 1 Politiche Politiche familiari familiari Fiscalità Il costo del figlio è tassabile? Art. 30 È dovere e diritto dei genitori mantenere,

Dettagli

Centro di Assistenza Fiscale Dipendenti e Pensionati. Modello 730/2015 LE PRINCIPALI NOVITA'

Centro di Assistenza Fiscale Dipendenti e Pensionati. Modello 730/2015 LE PRINCIPALI NOVITA' Centro di Assistenza Fiscale Dipendenti e Pensionati Modello 730/2015 LE PRINCIPALI NOVITA' Le principali novità contenute nel modello 730/2015 sono le seguenti: - il CUD è stato sostituito dalla Certificazione

Dettagli

PRIMO RAPPORTO SULLA COOPERAZIONE IN ITALIA. Giuseppe Roma DG Censis. Roma 29 novembre 2012

PRIMO RAPPORTO SULLA COOPERAZIONE IN ITALIA. Giuseppe Roma DG Censis. Roma 29 novembre 2012 PRIMO RAPPORTO SULLA COOPERAZIONE IN ITALIA Giuseppe Roma DG Censis Roma 29 novembre 2012 La forza della cooperazione nell economia italiana 80 mila cooperative Circa 1 milione 350 mila occupati (7,2%

Dettagli

PUBBLICHIAMO LA SEGUENTE DOCUMENTAZIONE

PUBBLICHIAMO LA SEGUENTE DOCUMENTAZIONE www.forzearmate.org Servizi di Informazione Assistenza - Consulenza legale Diritti - Banca dati - Convenzioni CHI SIAMO E COSA FACCIAMO SIDEWEB è una società di servizi nata dall entusiasmo e dall esperienza

Dettagli

La finanziaria per noi

La finanziaria per noi La finanziaria per noi Le proposte di Sbilanciamoci! per il 2007 Come usare la spesa pubblica per i diritti, la pace e l ambiente. cambiamo la finanziaria 1 Nota redazionale Questo rapporto è frutto di

Dettagli

Interventi urgenti a sostegno della crescita

Interventi urgenti a sostegno della crescita Interventi urgenti a sostegno della crescita Misure di accelerazione dell utilizzo delle risorse della politica di coesione (Fondo Sviluppo e Coesione, Piano Azione Coesione e Programmi dei Fondi Strutturali

Dettagli

Indice. il contesto. i tagli. le tasse comunali. le linee guida. il bilancio

Indice. il contesto. i tagli. le tasse comunali. le linee guida. il bilancio Indice il contesto i tagli le tasse comunali le linee guida il bilancio 02 La crisi: meno risorse, meno investimenti, più domanda di servizi 03 La finanza dei comuni dal 2008 ad oggi: meno risorse, meno

Dettagli

Incentivi e strumenti di finanziamento Quadro riassuntivo delle principali iniziative europee, nazionali e regionali

Incentivi e strumenti di finanziamento Quadro riassuntivo delle principali iniziative europee, nazionali e regionali ALLEGATO INCENTIVI E STRUMENTI DI FINANZIAMENTO Incentivi e strumenti di finanziamento Quadro riassuntivo delle principali iniziative europee, nazionali e regionali Programmi UE: ELENA (European Local

Dettagli

Premessa. La spesa e le politiche per l Assistenza in Italia

Premessa. La spesa e le politiche per l Assistenza in Italia Bosi (a cura di), Corso di scienza delle finanze, il Mulino, 2012 1 Capitolo VII. Premessa La spesa e le politiche per l Assistenza in Italia Necessità di fornire informazioni sulla dimensione della spesa

Dettagli

PER UN' PROJECT BONDs ENERGETICA. miliardi ENERGIE. Dal 2014 al 2020

PER UN' PROJECT BONDs ENERGETICA. miliardi ENERGIE. Dal 2014 al 2020 UN NEW DEAL PER UN' EUROPA SOSTENIBILE 582 MILIARDI DI INVESTIMENTI E 5 MILIONI DI POSTI DI LAVORO in 3 ANNI UN PIANO DI investimenti 194 miliardi ALL'ANNO infrastrutture i trasporti ENERGIE RINNOVabili

Dettagli

DEF 2012. Il programma di stabilità e il programma nazionale di riforma. Governo Italiano. 18 Aprile 2012

DEF 2012. Il programma di stabilità e il programma nazionale di riforma. Governo Italiano. 18 Aprile 2012 DEF 2012 Il programma di stabilità e il programma nazionale di riforma Governo Italiano 18 Aprile 2012 Indice Finanze pubbliche in equilibrio verso una crescita più solida Il Programma di Stabilità - Obiettivi

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Presidenza del Consiglio dei Ministri Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Presidenza del Consiglio dei Ministri Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare PATTO PER L AMBIENTE per la lotta ai cambiamenti climatici e all inquinamento, per un Italia che,

Dettagli

Tabella 1 Costi unitari medi per l attestazione energetica degli edifici.

Tabella 1 Costi unitari medi per l attestazione energetica degli edifici. Relazione tecnica Schema di decreto-legge per il recepimento della Direttiva 2010/31/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 19 maggio 2010, sulla prestazione energetica nell'edilizia, per la definizione

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. 1 Nel 2009 si era registrato un forte calo dei contribuenti che dichiaravano un reddito da lavoro dipendente (-273 mila).

COMUNICATO STAMPA. 1 Nel 2009 si era registrato un forte calo dei contribuenti che dichiaravano un reddito da lavoro dipendente (-273 mila). COMUNICATO STAMPA Il Dipartimento delle Finanze pubblica le statistiche sulle dichiarazioni delle persone fisiche (IRPEF) relative all'anno d'imposta 2010, a sei mesi dal termine di presentazione (settembre

Dettagli

Gian Luca Cazzola Resp. Servizio Imprese Cassa di Risparmio di Cento Spa

Gian Luca Cazzola Resp. Servizio Imprese Cassa di Risparmio di Cento Spa Gian Luca Cazzola Resp. Servizio Imprese Cassa di Risparmio di Cento Spa La visione di Cassa di Risparmio di Cento Spa: Finanziare l efficienza energetica e le energie rinnovabili: per la crescita economica

Dettagli

Chi siamo In cosa crediamo In chi crediamo

Chi siamo In cosa crediamo In chi crediamo I successi del 2009-2014 Chi siamo Siamo la più grande famiglia politica europea, ispirata da una visione politica di centrodestra. Siamo il Gruppo del Partito Popolare Europeo al Parlamento europeo.

Dettagli

Le slide che Renzi non vi farà vedere sui due anni di governo di Giulio Marcon

Le slide che Renzi non vi farà vedere sui due anni di governo di Giulio Marcon Le slide che Renzi non vi farà vedere sui due anni di governo di Giulio Marcon Ci sono delle slide che Renzi in occasione dei due anni dall insediamento del suo governo (22 gennaio 2014) non vi farà certamente

Dettagli

(15) Le nostre idee per un programma per l Europa. Leader, candidati e programma vincenti

(15) Le nostre idee per un programma per l Europa. Leader, candidati e programma vincenti (15) Le nostre idee per un programma per l Europa. Leader, candidati e programma vincenti 61 I. L Europa che vogliamo II. III. IV. I valori del Partito popolare europeo L Europa delle libertà L Europa

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per le politiche della famiglia Roma, 1 ottobre 2009 Piano In risposta alla pronuncia della Corte di giustizia delle comunità europee del 13 novembre

Dettagli

Centro Studi CNA SCHEDE SINTETICHE

Centro Studi CNA SCHEDE SINTETICHE SCHEDE SINTETICHE Tabella di sintesi Interventi In vigore dal Innovazione Voucher IT (Information Technology) 24 dicembre 2013 Credito d imposta 24 dicembre 2013 Finanziamenti per progetti di R&S 26 giugno

Dettagli

7 giugno 2016. La casa nella dichiarazione dei redditi degli italiani: bilancio e prospettive

7 giugno 2016. La casa nella dichiarazione dei redditi degli italiani: bilancio e prospettive La casa nella dichiarazione dei redditi degli italiani: bilancio e prospettive Fabrizia Lapecorella Direttore Generale delle Finanze (MEF) 7 giugno 2016 La casa nella dichiarazione dei redditi degli italiani:

Dettagli

Nuova residenza anagrafica. Variazioni stato civile. Coniuge e figli fiscalmente a carico. Altri familiari fiscalmente a carico

Nuova residenza anagrafica. Variazioni stato civile. Coniuge e figli fiscalmente a carico. Altri familiari fiscalmente a carico Pagina 1 DOCUMENTI ANAGRAFICI In via generale si ricorda che il contribuente deve esibire la documentazione necessaria per permettere la verifica della conformità dei dati esposti nella propria dichiarazione

Dettagli

Legge di stabilità 2015. Dipartimento Formazione Cisl ER Versione 1.0

Legge di stabilità 2015. Dipartimento Formazione Cisl ER Versione 1.0 Legge di stabilità 2015 Dipartimento Formazione Cisl ER Versione 1.0 1 Indice L Europa e la legge di stabilità Il DEF La direzione complessiva della manovra Cosa non c è I principali provvedimenti Primo

Dettagli

Circolare 20. del 29 luglio 2015. School bonus e detrazione IRPEF per le spese scolastiche Novità della L. 13.7.2015 n. 107 INDICE

Circolare 20. del 29 luglio 2015. School bonus e detrazione IRPEF per le spese scolastiche Novità della L. 13.7.2015 n. 107 INDICE Circolare 20 del 29 luglio 2015 School bonus e detrazione IRPEF per le spese scolastiche Novità della L. 13.7.2015 n. 107 INDICE 1 Premessa... 2 2 Credito d imposta per le erogazioni liberali agli istituti

Dettagli

Canali di finanziamento e buone pratiche in corso di realizzazione

Canali di finanziamento e buone pratiche in corso di realizzazione Progetto D.A.R.E. Bio Difesa dell Ambiente, Risparmio energetico, Edilizia sostenibile Canali di finanziamento e buone pratiche in corso di realizzazione IV Forum plenario dell Agenda 21 del Comune di

Dettagli

Alberto Gagliardi Sottosegretario agli Affari Regionali

Alberto Gagliardi Sottosegretario agli Affari Regionali Alberto Gagliardi Sottosegretario agli Affari Regionali Verso la conferenza nazionale per la casa Torino 19 novembre 2004 1 Intervento del Sottosegretario di Stato Alberto Gagliardi Presidente, autorità,

Dettagli

POR FSE 2007-2013. L alta formazione finanziata dal POR FSE Sardegna 2007-2013

POR FSE 2007-2013. L alta formazione finanziata dal POR FSE Sardegna 2007-2013 POR FSE 2007-2013 L alta formazione finanziata dal POR FSE Sardegna 2007-2013 Cagliari, 14 Novembre 2013 Lo sviluppo del capitale umano nel PO Con gli interventi finanziati dal POR assi IV e V - la Regione

Dettagli

IV.3 Politiche per l equità

IV.3 Politiche per l equità IV.3 Politiche per l equità L indice di povertà relativa, misurato con la metodologia comunitaria, è nel nostro paese del 19 per cento (quota della popolazione che vive sotto la linea di povertà relativa),

Dettagli

Funzioni di un sistema di ammortizzatori sociali

Funzioni di un sistema di ammortizzatori sociali Funzioni di un sistema di ammortizzatori sociali Oltre che ad evidenti obiettivi di equità, un sistema di assicurazione sociale contro la disoccupazione risponde a motivazioni di efficienza economica,

Dettagli

(Finalità e oggetto)

(Finalità e oggetto) Delega al Governo per la riforma del Terzo settore, dell impresa sociale e per la disciplina del Servizio civile universale Art. 1. (Finalità e oggetto) 1. Il Governo è delegato ad adottare, entro dodici

Dettagli

Le politiche per lo sviluppo Il ruolo della Provincia Autonoma di Trento. Trento, 8 luglio 2011

Le politiche per lo sviluppo Il ruolo della Provincia Autonoma di Trento. Trento, 8 luglio 2011 Le politiche per lo sviluppo Il ruolo della Provincia Autonoma di Trento Trento, 8 luglio 2011 Ivano Dalmonego - Better policies for better lives - Trento, 8 luglio 2011 IL RUOLO DELLA PROVINCIA PER LE

Dettagli

Legge di Stabilità 2016: le novità in materia di lavoro Esonero contributo 2016 ed altre agevolazioni per le imprese

Legge di Stabilità 2016: le novità in materia di lavoro Esonero contributo 2016 ed altre agevolazioni per le imprese Legge di Stabilità 2016: le novità in materia di lavoro Esonero contributo 2016 ed altre agevolazioni per le imprese Enzo De Fusco Consulente del Lavoro e Membro della Fondazione studi dell'ordine Nazionale

Dettagli

Più opportunità dal tuo fondo pensione

Più opportunità dal tuo fondo pensione fondo pensione per il personale del gruppo helvetia e del gruppo nationale suisse Più opportunità dal tuo fondo pensione Più adesioni con i fiscalmente a carico, più contribuzione da parte del datore di

Dettagli

LE PROPOSTE DELL UNIONE

LE PROPOSTE DELL UNIONE LE PROPOSTE DELL UNIONE ----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- 1.

Dettagli

1. REDDITO MINIMO GARANTITO

1. REDDITO MINIMO GARANTITO 1. REDDITO MINIMO GARANTITO 28% delle famiglie pugliesi vivono in condizioni di povertà relativa La Puglia è al quartultimo posto per reddito medio in Italia Fonte: Dati Svimez 2012 e ISTAT 2013 2. DIRITTO

Dettagli

regioni ricche e povere. La Sinistra l Arcobaleno lancia un piano di asili come cardine della rete dei servizi per le bambine e i bambini.

regioni ricche e povere. La Sinistra l Arcobaleno lancia un piano di asili come cardine della rete dei servizi per le bambine e i bambini. Programma 1. Dignità e diritti nel lavoro: la sicurezza Ogni giorno in Italia muoiono in media 4 persone mentre lavorano. Grazie a una legge voluta dal Governo Berlusconi si può lavorare anche 13 o 14

Dettagli

L entità della risorse

L entità della risorse Per l Europa: Becker et al. (2010) mostrano che i sussidi europei hanno accelerato la crescita del PIL pro capite di circa 1-1,5 punti percentuali nel corso di un periodo di programmazione di 7 anni. Busillo

Dettagli

DETRAZIONI FISCALI 55% - 50 % (ex 36%)

DETRAZIONI FISCALI 55% - 50 % (ex 36%) DETRAZIONI FISCALI 55% - 50 % (ex 36%) GUIDA ALL APPLICAZIONE DEL DECRETO 83/2012 ART. 11 CONVERTITO CON LEGGE 7 AGOSTO 2012 N 134 (SETTEMBRE 2012) Indice: 1. INTRODUZIONE...2 2. TESTO DISPOSIZIONE: ARTICOLO

Dettagli

L internazionalizzazione delle PMI nella programmazione regionale 2014-2020

L internazionalizzazione delle PMI nella programmazione regionale 2014-2020 I Fondi Europei per la competitività e l innovazione delle PMI campane: strategie e opportunità di finanziamento L internazionalizzazione delle PMI nella programmazione regionale 2014-2020 Dr. Ennio Parisi

Dettagli

RIASSUNTO DELLA SPESA PER STRATEGIE E FUNZIONI OBIETTIVO

RIASSUNTO DELLA SPESA PER STRATEGIE E FUNZIONI OBIETTIVO RIASSUNTO DELLA SPESA PER STRATEGIE E FUNZIONI OBIETTIVO 01 ISTITUZIONALI - LA RIFORMA DELLA REGIONE: semplificazione ed efficienza 01 Organizzazione Istituzionale FR 10.638 92.229 92.152 92.052 276.433

Dettagli

Certificazione energetica negli edifici 19 luglio 2007

Certificazione energetica negli edifici 19 luglio 2007 Certificazione energetica negli edifici 19 luglio 2007 Seminario Strumenti finanziari ed incentivi a supporto del risparmio energetico Incentivi statali la Finanziaria 2007 La Finanziaria 2007 ha introdotto

Dettagli

Relazione del Presidente dell Upi Achille Variati

Relazione del Presidente dell Upi Achille Variati Relazione del Presidente dell Upi Achille Variati La spesa pubblica italiana TUTTA LA PA 827.146 incidenza percentuale stato centrale * 588.460 71% regioni 162.974 20% province 8.999 1% comuni 66.713 8%

Dettagli

Dalla crisi economica alla crisi sociale: cause e rimedi

Dalla crisi economica alla crisi sociale: cause e rimedi Dalla crisi economica alla crisi sociale: cause e rimedi I numeri della disoccupazione Cercano lavoro 3 milioni 12% Scoraggiati 3 milioni 12% TOTALE 6 MILIONI 24% DISOCCUPAZIONE GIOVANILE 40% (700mila)

Dettagli

I GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALE

I GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALE I GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALE Esperienze e prospettive in Italia Milano, 15 maggio 2012 E nel modo con cui spendiamo il denaro ed è nelle cose in cui impegniamo le energie ed il tempo, che le nostre idee,

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO BILANCIO DI PREVISIONE DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PER GLI ESERCIZI FINANZIARI 2016-2018

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO BILANCIO DI PREVISIONE DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PER GLI ESERCIZI FINANZIARI 2016-2018 PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO DI PREVISIONE DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PER GLI ESERCIZI FINANZIARI 2016-2018 DISEGNO DI LEGGE DI PREVISIONE DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO 2016-2018 Art. 1 Bilancio

Dettagli

Oneri deducibili risparmio pensionistico liberalità

Oneri deducibili risparmio pensionistico liberalità LE IMPOSTE Irpef Oneri deducibili Gli oneri deducibili più rilevanti ai fini della determinazione dell IRPEF sono: quelli legati al risparmio pensionistico: deduzione dei contributi previdenziali e assistenziali

Dettagli

SNADIR Segreteria Nazionale Piazza Confienza, 3 00185 ROMA Tel. 06 45492246 Fax 06 45492085 www.snadir.it e.mail snadir@snadir.it

SNADIR Segreteria Nazionale Piazza Confienza, 3 00185 ROMA Tel. 06 45492246 Fax 06 45492085 www.snadir.it e.mail snadir@snadir.it (Legge 24 Dicembre 2007, n. 244, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 300 del 28 dicembre 2007) Art.1, comma 207. Detrazione per spese aggiornamento Art.1, comma 207. Per l anno 2008 ai docenti delle

Dettagli

Le risorse pubbliche e il modello per tornare a crescere

Le risorse pubbliche e il modello per tornare a crescere Il bilancio delle risorse in Piemonte: recuperare il federalismo fiscale per tornare a crescere Non consiste tanto la prudenza della economia nel sapersi guardare dalle spese, perché sono molte volte necessarie,

Dettagli