PROCEDURA AZIENDALE U.O.C. DI MEDICINA FISICA RIABILITATIVA AZIENDALE A DIREZIONE UNIVERSITARIA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROCEDURA AZIENDALE U.O.C. DI MEDICINA FISICA RIABILITATIVA AZIENDALE A DIREZIONE UNIVERSITARIA"

Transcript

1 PROCEDURA AZIENDALE U.O.C. DI MEDICINA FISICA RIABILITATIVA AZIENDALE A DIREZIONE UNIVERSITARIA Documento P.A.12 Revisione n.: 02 Data: Pag. 7 EROGAZIONE PRESTAZIONI DI MEDICINA FISICA E RIABILITATIVA IN REGIME AMBULATORIALE REDAZIONE VERIFICA APPROVAZIONE Data Funzione Posizione Organizzativa della Riabilitazione Nome Cognome Dott.ssa Anna Ceci Data Funzione Responsabile della Qualità Aziendale Nome Cognome Dott. Franco Santarellli Data Funzione Direttore UOC di MFR Aziendale a Direzione Universitaria Nome Cognome Prof. Gianfranco Properzi

2 ELENCO REVISIONI Paragrafo Descrizione Modifica Rev. N. Data Rev. 5. Responsabilità. Norme igieniche. Norme di cortesia. Valutazione dell andamento delle attività riabilitative da parte del Direttore dell UOC di MFR. 6. Modalità attuative Protocolli LEA per prestazioni di MFR Tipologie di prestazioni ammissibili erogabili Modalità presa in carico del paziente. 7. Gestione protocolli L.E.A. 8. Prestazioni erogabili dai servizi di MFR. Modifica prescrizione di terapie riabilitative da parte dei MMG e Specialisti. Verifica delle prescrizioni mediche Regolamentazione accesso per Ginnastica Posturale Conferma prenotazione da parte dell utente Eliminazione tetto massimo delle sedute e tempi standard di trattamento. Erogazione prestazioni in libera professione (intramoenia)

3 INDICE 1. Scopo... pag Campo di Applicazione MFR... pag Terminologia e Abbreviazioni... pag Riferimenti Normativi... pag Responsabilità... pag Modalità Attuative Protocolli L.E.A. per Prestazioni di M.F.R... pag. 3 Premessa... pag. 3 Tipologie di prestazioni ammissibili/erogabili... pag.4 Modalità di presa in carico del paziente:... pag.5 7. Gestione dei protocolli L.E.A.... pag. 5 Protocollo 1... pag. 6 Protocollo 2... pag. 6 Protocollo 3... pag. 6 Protocollo 4... pag. 6 Protocollo 5... pag. 6 Protocollo 6... pag Prestazioni Erogabili dai Servizi di M.F.R. della Asl di Teramo... pag Raccolta dei Dati Statistici delle Prestazioni Erogate... pag. 7 Erogazione di prestazioni di MFR ambulatoriali in allegato. Protocolli Regionali per prestazioni MFR in allegato

4 1. SCOPO Questo documento definisce la procedura Aziendale adottata nella ASL di Teramo per l'erogazione di prestazioni di Medicina Fisica e Riabilitativa Ambulatoriale. Attraverso le procedure di sistema l'organizzazione si propone a garantire adeguati livelli quali-quantitativi mediante: l'applicazione dei protocolli attestanti i Livelli Essenziali di Assistenza, come previsto dalla normativa regionale (L. E.A.); la pianificazione di tutte le attività operative secondo la procedura "Passo Passo" che va dall'accesso, all'accoglienza del paziente, fino alla dimissione dal Servizio di Medicina Fisica e Riabilitazione (MFR); la Standardizzazione delle Procedure del Servizio di Riabilitazione con l'individuazione delle priorità di accesso alle cure, tenendo conto della patologia di cui l'utente è affetto; la presente procedura predispone e garantisce che i documenti, siano messi a disposizione nei luoghi di svolgimento delle attività in essi descritte e siano sempre disponibili nella loro ultima revisione. 2. CAMPO DI APPLICAZIONE: SERVIZI MFR La presente procedura si applica a tutti i servizi di MFR della ASL 4 di Teramo, secondo quanto suggerito dalle Linee Guida in materia di Riabilitazione e dalle specifiche Normative fornite dalla Regione Abruzzo. 3. TERMINOLOGIA E ABBREVIAZIONI Elenco Acronimi: DGE DGR RDQ P LG RG PR MFR MMG FT L.E.A. Direzione Generale Delibera Giunta Regionale Rappresentante della Direzione Aziendale per la Qualità Procedura Linea Guida Regolamento Protocollo Medicina Fisica Riabilitativa Medico Medicina Generale Fisioterapista Livelli Essenziali di Assistenza 1

5 4. RIFERIMENTI NORMATIVI Legge 23 dicembre 1978, n. 833 "Istituzione del Servizio Sanitario Nazionale"; Ministero della Sanità: Linee guida sugli istituti e centri per il recupero e la riabilitazione funzionale; Decreto Min. San. Del 22 luglio 1996 "Prestazioni di assistenza specialistica ambulatoriale erogabili nell'ambito del Servizio Sanitario Nazionale e relative tariffe"; Dipartimento della programmazione del Ministero della Sanità -11 marzo 1998 "Linee guida per le attività di riabilitazione": Linee guida regione Abruzzo n del 01/12/1999; DPCM 29 novembre 2001: "Definizione dei LEA"; Delibera Regione Abruzzo del 22 Marzo 2002 n. 152: " Recepimento DPCM in materia di LEA Primi provvedimenti; Delibera Regione Abruzzo del 14 Giugno 2002 n. 413: "Modifica e integrazione della delibera di Giunta regionale n. 152 del 22 Marzo 2002"; Delibera regione Abruzzo del 02 Agosto 2002 n. 659: "recepimento DPCM 29 Novembre 2001 definizione dei LEA Ulteriori provvedimenti"; Delibera Regione Abruzzo del 01 Luglio 2003 n. 504: "LEA - ulteriori provvedimenti"; Delibera Regione Abruzzo del 29 dicembre 2004 n. 1361: "LEA - Ulteriori Provvedimenti relativi alle prestazioni di medicina fisica e riabilitazione ambulatoriale"; Delibera Regione Abruzzo del 19 giugno 2006 n. 675: "Approvazione Nomenclatore Tariffario Regionale - DM 22/07/96"; Delibera Regione Abruzzo del 17 luglio 2006 n. 805: "Modifica ed integrazioni della DGR 1361 del "; Delibera Regione Abruzzo n.1139 del 16 ottobre 2006: "Ulteriori modifiche ed integrazioni alle deliberazioni di giunta regionale n.1361 del e n. 805 del 17 luglio 2006"; Delibera Regione Abruzzo del 25 Maggio 2007 n. 485: "Recepimento del D.M. 12 settembre 2006: Prestazioni di Specialistica Ambulatoriale"; Delibera Regione Abruzzo del 07 Settembre 2007 n. 485; Circolare Regione Abruzzo n /13 del 19 settembre 2007: "Prestazioni dell'allegato 2A e 2B del DPCM 29 novembre 2001: definizioni dei livelli essenziali di assistenza" disposizioni; Piano Sanitario Regionale : "L.R. n. 5 del 10 marzo 2008"; Delibera Regione Abruzzo del 17 marzo 2008 n.200: "Approvazione nuovo nomenclatore Tariffario Regionale per le prestazioni di specialistica ambulatoriale"; Delibera Regione Abruzzo del 14 aprile 2008 n.315: "Rettifica e integrazione alla DGR n.200 del 17 marzo 2008". 2

6 5. RESPONSABILITA' La responsabilità dell'individuazione e prescrizione dei singoli Protocolli Riabilitativi è di competenza Medica, spetta dunque al Medico di Medicina Generale e/o al Medico Specialista la prescrizione dei singoli protocolli Riabilitativi. Lo Specialista del Servizio di Riabilitazione individuerà, all'interno del protocollo LEA segnalato dal MMG o dallo Specialista, le singole prestazioni riabilitative tra quelle previste nel Protocollo prescritto. Ai singoli Coordinatori compete la "presa in carico" del paziente dall'atto della prenotazione fino alla dimissione dal servizio di MFR. Ai Fisioterapisti spetta la responsabilità del trattamento Riabilitativo secondo quanto indicato dal Medico Specialista del Centro. Tutto il personale operante all'interno dei servizi è tenuto ad osservare le norme igieniche di base. Durante l'esecuzione delle cure metterà in atto tutte quelle norme di educazione e cortesia nei confronti dell'utente, indispensabili per la buona immagine del servizio. Il Titolare della Posizione Organizzativa della Riabilitazione effettua il monitoraggio delle attività erogate dai Servizi di MFR in regime ambulatoriale anche attraverso la raccolta dati e compilazione di specifici Report Aziendali. Il Direttore dell'u.o.c. di Medicina Fisica Riabilitativa Aziendale a Direzione Universitaria valuta l'andamento delle attività riabilitative erogate dai Servizi di MFR, propone eventuali azioni di miglioramento d'intesa con i Responsabili delle Articolazioni Organizzative. 6. MODALITA' ATTUATIVE PROTOCOLLI L.E.A. PER PRESTAZIONI DI MFR. 1. Premessa Sulla base di quanto previsto dalla vigente normativa regionale, le prestazioni di FKT sono erogate a carico del SSN limitatamente alle prestazioni comprese nei 6 (sei) protocolli L.E.A (c.f.r. allegato), ognuno dei quali riferito a specifiche Patologie e ad una tariffa fissa stabilita per seduta ( 30,00 protocolli ed 32,00 protocolli 2-3). Tranne gli esenti per reddito o patologia, l assistito deve versare il Ticket previsto per legge, unitamente alla Quota Ricetta, quando previsto e salvo modifiche. Dette terapie vengono ammesse a carico del S.S.N. solo se erogate per le specifiche Patologie indicate nei relativi Protocolli, in cicli della durata massima di dieci sedute. Allo stato attuale non è prevista alcuna limitazione sulla ripetibilità delle prestazioni 3

7 di MFR. E comunque prevista l effettuazione di controlli sull appropriatezza delle prescrizioni che pervengono al Servizio di MFR. Per poter fruire del Servizio di MFR l'utente deve recarsi dal MMG o dallo Specialista che deve compilare la ricetta/proposta avendo cura di inserire tutti i dati previsti dalla normativa, indicando la patologia del singolo distretto corporeo interessato ed il protocollo riabilitativo. La ricetta medica deve essere compilata correttamente con l indicazione della Patologia per la quale si richiede il trattamento e del Protocollo previsto per quella patologia. Dal 1 Dicembre 2012, in presenza di una ricetta incompleta, non si potrà procedere con la prenotazione dell appuntamento ed il paziente dovrà essere rinviato al Medico Prescrittore. Lo Specialista del Servizio di Riabilitazione individuerà, all'interno del protocollo LEA segnalato dal MMG o dallo Specialista, almeno due prestazioni riabilitative contenute nell'elenco del Protocollo prescritto. Ogni protocollo è comprensivo di tutte le valutazioni ex ante, in itinere ed ex post da parte dello specialista del Servizio o Centro di Medicina Fisica e Riabilitativa Ambulatoriale. Ogni ricetta deve contenere la prescrizione di un solo protocollo e deve essere effettuata sul ricettario del SSN. Le prescrizioni relative a "Prestazioni iscluse nei LEA" erogabili dai servizi di MFR, sono a totale carico dell'utente che verserà la tariffa stabilita dall'azienda. 2. Tipologie di prestazioni ammissibili/erogabili Le casse CUP delle strutture pubbliche aziendali accetteranno: le prescrizioni dei protocolli L.E.A (a carico del SSN), in esenzione o con il pagamento del ticket e della Quota Ricetta per i non esenti. le prestazioni incluse nei L.E.A in attività libero professionale (intramoenia) con tariffa a totale carico dell utente. Va precisato, inoltre: la non ammissione a carico del SSN dell Elettroterapia antalgica" e l'ammissione a carico del SSN per l'"ultrasuonoterapia" esclusivamente se erogata nell'ambito dei protocolli e della "Magnetoterapia" se erogata nell'ambito dei protocolli 3-5 (limitatamente a particolari patologie quali osteoporosi documentata con radiografia e MOC, esiti dr frattura con ritardo di consolidazione). La Ginnastica sia essa Posturale, Propriocettiva o Respiratoria viene erogata come prestazione di Gruppo e applicata per: Anomalie strutturali, quali scoliosi, iperlordosi, ipercifosi ecc.. Anomalie articolari cervicali, dorsali o lombari. Anomalie respiratorie che riguardino l escursione toracica, diaframmatica, la frequenza ed il ritmo ventilatorio. 4

8 Limitazioni funzionali post - traumatiche e post operatorie. Patologie dello sport, agonistico e non. Malattie neurologiche. Solo in casi di estrema gravità attentamente valutati e motivati potrà essere prescritta ed erogata come prestazione singola. Si ricorda che in ogni caso restano erogabili a carico del Servizio Sanitario Nazionale le visite specialistiche Fisiatriche. 3. Modalità di presa in carico del paziente La procedura "Passo Passo" della presa in carico del paziente presso le Strutture Riabilitative Aziendali sono le seguenti: Prenotazione: occorre l'impegnativa del MMG o Specialista. Questa deve essere compilata correttamente in tutti i suoi campi, con particolare attenzione alla descrizione della patologia e riferimento dei protocolli contenuti nei L.E.A.. Nel caso in cui il diretto interessato non potesse recarsi personalmente al servizio per effettuare la prenotazione, la persona da lui incaricato dovrà esibire la delega (scaricabile sul sito aziendale nella sezione servizi online/documentazione/privacy completa di documenti di riconoscimento del delegante e del delegato); Appuntamento: si acquisisce presso il Servizio di M.F.R. che rilascia una documentazione da esibire successivamente al CUP per la regolarizzazione del Ticket, Quota ricetta o Esenzione; Registrazione dell'utente: i dati dell 'utente la patologia e le prestazioni da effettuare verrànno trascritti su apposito registro informatico o cartaceo. L utente inoltre dovrà firmare il modulo del consenso al trattamento dei dati personali e sensibili. Le singole sedute giornaliere verranno trascritte sia sull'apposito registro che su un cartellino consegnato al paziente come riscontro delle terapie effettuate. Pagamento delle prestazioni e conferma della prenotazione: la conferma della prenotazione da parte dell utente ed il versamento del pagamento spettante dovrà essere saldato almeno 10 giorni prima dell inizio delle terapie; Effettuazione delle prestazioni: è necessario presentarsi al punto d'accesso almeno 10 minuti prima dell'orario stabilito; l utente, dopo aver ricevuto informazioni sui trattamenti da eseguire, dovrà firmare il modulo del consenso informato riguardanti le prestazioni fisioterapiche, in caso contrario le prestazioni non potranno essere effettuate. 7. GESTIONE DEI PROTOCOLLI L.E.A Al fine di promuovere e rispondere al reale bisogno di salute e ridurre le liste d'attesa, si mira a razionalizzare le risorse, individuando criteri di priorità delle cure riabilitative. Le prestazioni, in base ad un criterio determinato dal protocollo e dalla patologia, verranno inserite in fasce diverse in ragione dell urgenza del trattamento. fascia rossa priorità alta Protocollo 3-5 fascia verde priorità medio-alta Protocollo

9 fascia azzurra priorità media-alta Protocollo 6 fascia gialla priorità bassa Protocollo 4 Poiché la priorità della prestazione viene definita in base alla diagnosi ed al tipo di protocollo, a far data dal le impegnative che non risulteranno compilate correttamente e completamente non potranno essere accettate e verranno rinviate al Medico Prescrittore. Protocollo 1: Patologie Neurologiche Centrali e loro esiti (Ictus, Alzhaimer, Rammollimenti Cerebrali, Sclerosi Multipla, Demenza Senile, Menomazioni Sensoriali ecc.); Patologie Neurologiche Periferiche e loro esiti (Lombosciatalgie, Lombocruralgie, S.T.C., Neuropatie Diabetiche, Sindromi Canalicolari ecc..); verrà contrassegnato dalla fascia verde priorità medio- alta. Protocollo 2: Patologie Neurologiche Periferiche e loro esiti (Lombosciatalgie, Lombocruralgie, S.T.C., Neuropatie Diabetiche, Sindromi Canalicolari ecc..); verrà contrassegnato dalla fascia verde priorità medio-alta. Protocollo 3: Patologie Acute e Croniche Post Traumatiche Infiammatorie e Degenerative (Sindrome di Menière, Sindrome di Barrè Lieou, Fibromialgie inserzionali, Patologie Reumatiche e Traumatiche), verrà contrassegnato dalla fascia rossa con priorità alta per le patologie acute e dalla fascia verde per le croniche. Protocollo 4: Patologie Degenerative Articolari a carico della colonna vertebrale e/o degli arti superiori ed inferiori, verrà contrassegnato dalla fascia gialla con priorità media (pz. affetti da patologie croniche). Protocollo 5: Menomazioni Post Chirurgiche (Ricostruzioni Capsulo- Legamentose, Protesi Articolari, Ernie Discali e tutti gli Interventi Chirurgici del settore Ortopedico/ Traumatologico e Cutaneo limitanti la Funzione ecc..) verrà contrassegnato dalla fascia rossa con priorità assoluta. Protocollo 6: Paramorfismi e Dismorfismi Vertebrali, Atteggiamento cìfoscoliotico della colonna, Osteocondrosi vertebrale (utenti in età evolutiva). Terapia di gruppo, contrassegnata dalla fascia azzurra. Priorità medio-alta. 8. PRESTAZIONI EROGABILI DAI SERVIZI DI MFR DELLA ASL DI TERAMO Ogni struttura di M.F.R, nel proprio orario di servizio ambulatoriale ed in rapporto al numero di Operatori presenti nel servizio tratterà secondo i criteri di priorità già descritti le seguenti tipologie di prestazioni: Terapie Riabilitative incluse nei L.E.A.; 6

10 Terapie Riabilitative incluse nei LEA in attività libero professionale (intramoenia) con tariffa a totale carico dell'utente. 9. RACCOLTA DEI DATI STATISTICI DELLE PRESTAZIONI EROGATE Per il passaggio delle informazioni e delle istruzioni necessarie l'uso del materiale cartaceo o informatico prevede: registro prenotazioni, con numeri progressivi, affinché ci sia trasparenza nelle operazioni da effettuare; registro annotazioni pazienti contenente numero progressivo e dati personali; cartellini rilasciati ai pazienti all'atto della presa in carico, contenenti il tipo e la durata delle attività riabilitative; cartellonistica (varia), indicante i tipi di servizi erogati all'interno delle strutture; Trimestralmente i Coordinatori dei Servizi di MFR invieranno le statistiche delle prestazioni erogate (entro e non oltre il 15 giorno successivo al Trimestre di riferimento) al Titolare della Posizione Organizzativa che dovranno contenere: il numero di prestazioni Fisioterapiche giornaliere per singola tipologia di prestazione; resoconto delle prestazioni Fisioterapiche mensili; conteggio mensile del numero delle impegnative e dei protocolli effettuati. Il Titolare della Posizione Organizzativa produrrà specifici Report dei dati acquisiti che verranno trasmessi al Direttore dell'uoc di Medicina Fisica Riabilitativa Aziendale a direzione Universitaria. Teramo Il Direttore dell U.O.C. di Medicina Fisica e Riabilitazione (Prof. Gianfranco Properzi) 7

11 EROGAZIONE PRESTAZIONI DI MFR IN REGIME AMBULATORIALE AVVIO PERCORSO RIABILITATIVO NORME ED INDICAZIONI NAZIONALI E REGIONALI VALUTAZIONE E PRESCRIZIONE M.M.G/ SPECIALISTA PRESTAZIONE PREVISTA NEI L.EA.? SI EROGABILI CON TARIFFA A TOTALE CARICO DELL'UTENTE (INTRAMOENIA) SI PRENOTAZIONE TICKET ESENZIONE PRESA IN CARICO EROGAZIONE DIMISSIONI PRESA IN CARICO INDIVIDUAZIONE DELLE SINGOLE TERAPIE DA PARTE DEL LO SPECIALISTA DELLA STRUTTURA PR. 1-2 PR. 3 PR. 5 PR. 4 PR. 6 FASCIA VERDE FASCIA ROSSA DIMISSIONE DIMISSIONE FASCIA GIALLA FASCIA AZZURRA DIMISSIONE ffascia VERDE PATOLOG.IE DEGENERATIVE FASCIA ROSSA PATOLOGIE ACUTE DIMISSIONE DIMISSIONE DIMISSIONE DIMISSIONE

12 ALLEGATO 1 PATOLOGIE PROTOCOLLO n 1 Cod.Reg. FK 83 TERAPIE Patologie neurologiche A) Rieducazione Neuromotoria Assistita e centrali e loro esiti: degli organi di senso: Ictus, Alzhaimer, Rammollimenti cerebrali, Sclerosi multipla, Demenza senile, Menomazioni sensoriali, ecc Rieducazione motoria individuale in motuleso grave strumentalec omplessa Rieducazione Motoria individuale in motuleso grave semplice Rieducazione Motoria Individuale in motuleso segmentale strumentale complessa Rieducazione Motoria Individuale in motuleso segmentale semplice Rieducazione motoria in Gruppo Esercizi Posturali propriocettivi Esercizi Posturali propriocettivi seduta collettiva Training per Dislessia individuale (seduta individuale) Training per Dislessia (seduta collettiva) Training per Discalculia (seduta individuale) Training per Discalculia (seduta collettiva) Training Disfasia (seduta individuale) Training Disfasia (seduta collettiva) Riabilitazione del cieco (seduta individuale) Riabilitazione del cieco (seduta collettiva) Training condizionamento audiometrico infantile Training per disturbi cognitivi (seduta individuale) Training per disturbi cognitivi (seduta collettiva) TARIFFA. 30,00 per singola seduta omnicomprensiva di almeno due terapie e di tutte le valutazioni ex ante, in itinere ed ex post da parte dello specialista del Centro di Medicina Fisica e Riabilitativa ambulatoriale

13 B) Infrarossi: Irradiazione Infrarossi C) Elettroterapia di Stimolazione: Elettroterapia di muscoli normo o denervati della mano o del viso Elettroterapia di muscoli normo o denervati di altri distretti D) Ultrasuoni: Ultrasonoterapia. E) Terapia Occupazionale: Terapia Occupazionale Collettiva 2

14 ALLEGATO 1 PATOLOGIE PROTOCOLLO n. 2 Cod. Reg.. FK 86 TERAPIE Patologie neurologiche periferiche e loro esiti: Lombosciatalgie, Lombocruralgie, STC, Neuropatie diabetiche, Sindromi canalicolari, ecc. B) Mobilizzazioni vertebrali: Mobilizzazioni della colonna vertebrale Manipolazione della colonna vertebrale per seduta escluso : Manipolazione di articolazione temporo-mandibolare. C) Meccano-terapia strumentale: Rieducazione Motoria individuale in motuleso segmentale strumentale complessa. TARIFFA. 32,00 per singola seduta omnicomprensiva di almeno due terapie e di tutte le valutazioni ex ante, in itinere ed ex post da parte dello specialista del Centro di Medicina Fisica e Riabilitativa ambulatoriale E) Rieducazione Funzionale e Kinesi: Training deambulatori e del passo. F) Infrarossi Irradiazione Infrarossi H) Ultrasuoni Ultrasonoterapia I) Mobilizzazioni articolari: Mobilizzazioni di altre articolazioni - Manipolazione incruenta di rigidità di piccole articolazioni Escluso manipolazioni di articolazione temporo mandibolare. Q) Riabilitazione Pavimento Pelvico:

15 ALLEGATO 1 PATOLOGIE PROTOCOLLO n. 3 Cod. Reg.FK 87 TERAPIE Patologie acute e croniche, post traumatiche/infiammatorie e degenerative: Sindrome di Menière, Sindrome di Barré Lieou, Fibromialgie inserzionali, Patologie reumatiche e traumatiche, ecc. A) Rieducazione Neuromotoria Assistita: Esercizi Posturali propriocettivi Esercizi Posturali propriocettivi seduta collettiva B) Mobilizzazioni vertebrali: Mobilizzazioni della colonna vertebrale Manipolazione della colonna vertebrale per seduta escluso : Manipolazione di articolazione temporo-mandibolare. E) Rieducazione Funzionale e Kinesi: Training deambulatori e del passo TARIFFA. 32,00 per singola seduta omnicomprensiva almeno due terapie e di tutte le valutazioni ex ante, in itinere ed ex post da parte dello specialista del Centro di Medicina Fisica e Riabilitativa ambulatoriale di F) Infrarossi Irradiazione Infrarossi G) Elettroterapia di stimolazione: Elettroterapia di muscoli normo o denervati della mano o del viso Elettroterapia di muscoli normo o denervati di altri distretti. H) Ultrasuoni: Ultrasonoterapia I) Mobilizzazioni articolari: Mobilizzazioni di altre articolazioni - Manipolazione incruenta di rigidità di piccole articolazioni Escluso manipolazioni di articolazione temporo mandibolare. L) Ginnastica respiratoria : Esercizi respiratori (seduta individuale) Esercizi respiratori (seduta collettiva) 4

16 93.91 Respirazione a pressione positiva intermittente Altre procedure respiratorie (drenaggio posturale). N) Ginnastica cardio-vascolare: Riabilitazione cardiologica. L) Magnetoterapia: (Relativamente a particolari patologie quali: osteoporosi documentata con radiografia e MOC, esiti di frattura con ritardo di consolidazione) 5

17 ALLEGATO 1 PATOLOGIE PROTOCOLLO n. 4 Cod. Reg. FK 88 TERAPIE Patologie degenerative A) Rieducazione articolari a carico della Neuromotoria Assistita : colonna vertebrale e/o Esercizi Posturali degli arti superiori ed propriocettivi inferiori Esercizi Posturali propriocettivi seduta collettiva. B) Mobilizzazioni vertebrali: Mobilizzazioni della colonna vertebrale Manipolazione della colonna vertebrale per seduta escluso : Manipolazione di articolazione temporo-mandibolare. TARIFFA. 30,00 per singola seduta ominicomprensiva almeno due terapie e di tutte le valutazioni ex ante, in itinere ed ex post da parte dello specialista del Centro di Medicina Fisica e Riabilitativa ambulatoriale di E) Rieducazione Funzionale e Kinesi: Training deambulatori e del passo F) Infrarossi Irradiazione Infrarossi I) Mobilizzazioni articolari: Mobilizzazioni di altre articolazioni Manipolazione incruenta di rigidità di piccole articolazioni Escluso manipolazioni di articolazione temporo mandibolare Risoluzione manuale di aderenze articolari Altre correzioni forzate di deformità. 6

18 ALLEGATO 1 PATOLOGIE Menomazioni post chirurgiche: Ricostruzioni capsulolegamentose, Protesi articolari, Ernie discali, Tutti gli interventi chirurgici del settore rtopedico/traumatologico e cutaneo limitanti la funzione, ecc. PROTOCOLLO n. 5 Cod. Reg. FK89 TERAPIE A) Rieducazione Neuromotoria Assistita : Esercizi Posturali propriocettivi Esercizi Posturali propriocettivi seduta collettiva. B) Mobilizzazioni vertebrali: Mobilizzazioni della colonna vertebrale Manipolazione della colonna vertebrale per seduta escluso : Manipolazione di articolazione temporo-mandibolare. E) Rieducazione Funzionale e Kinesi: Training deambulatori e del passo. F) Infrarossi Irradiazione Infrarossi TARIFFA. 30,00 per singola seduta omnicomprensiva almeno due terapie e di tutte le valutazioni ex ante, in itinere ed ex post da parte dello specialista del Centro di Medicina Fisica e Riabilitativa ambulatoriale di G) Elettroterapia di stimolazione: Elettroterapia di muscoli normo o denervati della mano o del viso Elettroterapia di muscoli normo o denervati di altri distretti. I) Mobilizzazioni articolari: Mobilizzazioni di altre articolazioni - Manipolazione incruenta di rigidità di piccole articolazioni Escluso manipolazioni di articolazione temporo mandibolare Risoluzione manuale di aderenze articolari; O) Magnetoterapia: (relativamente a particolari patologie quali: osteoporosi documentata con radiografia e MOC, esiti di frattura con ritardo di consolidazione); 7

19 P) Paraffinoterapia: ; Q) Riabilitazione Pavimento Pelvico: I L) Massoterapia per drenaggio linfatico: Bendaggio adesivo elastico 8

20 ALLEGATO 1 PATOLOGIE PROTOCOLLO n. 6 Cod. Reg. F K 90 TERAPIE Paramorfismi e A) Rieducazione Neuromotoria Assistita : dismorfismi vertebrali: Atteggiamento cifoscoliotico della colonna, Osteocondrosi vertebrale. I) Esercizi Posturali propriocettivi J) Esercizi Posturali propriocettivi seduta collettiva B) Mobilizzazioni vertebrali: Mobilizzazioni della colonna vertebrale Manipolazione della colonna vertebrale per seduta escluso : Manipolazione di articolazione temporo-mandibolare. TARIFFE. 30,00 per singola seduta omnicomprensiva di almeno due terapie e di tutte le valutazioni ex ante, in itinere ed ex post da parte dello specialista del Centro di Medicina Fisica e Riabilitativa ambulatoriale C) Meccano-terapia strumentale: Rieducazione Motoria individuale in motuleso segmentale strumentale complessa. E) Rieducazione Funzionale e Kinesi: Training deambulatori e del passo. F) Infrarossi Irradiazione Infrarossi I) Mobilizzzazioni articolari: Mobilizzazioni di altre articolazioni Manipolazione incruenta di rigidità di piccole articolazioni escluso : Manipolazione di articolazione temporomandibolare. 9

Condizioni generali e specifiche di erogazione delle prestazioni di medicina fisica e riabilitativa

Condizioni generali e specifiche di erogazione delle prestazioni di medicina fisica e riabilitativa Allegato 1 alla D.G.R. n. 11/7 del 21.3.2006 Condizioni generali e specifiche di erogazione delle prestazioni di medicina fisica e riabilitativa Le prestazioni afferenti alla branca specialistica di medicina

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE REGIONE DEL VENETO Azienda Unità Locale Socio Sanitaria n. 9 Treviso Sede Legale via Sant Ambrogio di Fiera, 37 31100 Treviso DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE 31/10/2014, n. 985 Il Direttore generale

Dettagli

DPCM del 29.11.2001 (Allegato 2A e 2 B)

DPCM del 29.11.2001 (Allegato 2A e 2 B) ALLEGATO 3 DPCM del 29.11.2001 (Allegato 2A e 2 B) Allegato 2A Prestazioni totalmente escluse dai LEA: a. chirurgia estetica non conseguente ad incidenti, malattie o malformazioni congenite; b. circoncisione

Dettagli

Procedura per la gestione delle prestazioni aziendali delle attività FKT minimali Tipologia A DGRC 377/98

Procedura per la gestione delle prestazioni aziendali delle attività FKT minimali Tipologia A DGRC 377/98 REGIONE CAMPANIA AZIENDA SANITARIA LOCALE CASERTA Procedura per la gestione delle prestazioni aziendali delle attività FKT minimali Tipologia A DGRC 377/98 1 Indice 1. Scopo e campi di applicazione...

Dettagli

Carta dei Servizi rev. 15 giugno 2007. Servizi di fisioterapia

Carta dei Servizi rev. 15 giugno 2007. Servizi di fisioterapia Carta dei Servizi rev. 15 giugno 2007 Servizi di dellʼazienda Ulss 22: Ospedale di Bussolengo Direttore: Dott. Sandro Perbellini Coordinatrice: Rinalda Fedrigo Telefono: 045 6712173 Ospedale di Caprino

Dettagli

Istruzione di Lavoro: Guida ai Servizi

Istruzione di Lavoro: Guida ai Servizi prima pagina Istruzione di Lavoro: Guida ai Servizi N Copia Master 3 10/04/15 Quinta emissione RQ (Vice ) 2 10/04/14 Terza emissione RQ () 1 30/10/12 Seconda emissione RQ () 0 01/12/10 Prima emissione

Dettagli

U.O.C. MEDICINA FISICA E RIABILITATIVA sede Noale ATTIVITA' RIABILITATIVE

U.O.C. MEDICINA FISICA E RIABILITATIVA sede Noale ATTIVITA' RIABILITATIVE U.O.C. MEDICINA FISICA E RIABILITATIVA sede attività ambulatoriali tempi di attesa max per accedere alla sede di erogazione e orari di erogazione ATTIVITA' RIABILITATIVE rieducazione funzionale per patologia

Dettagli

2b 93.01.2 VALUTAZIONE FUNZIONALE SEGMENTARIA. 2b 93.01.3 VALUTAZIONE MONOFUNZIONALE. 2b 93.01.4 VALUTAZIONE FUNZIONALE DELLE FUNZIONI

2b 93.01.2 VALUTAZIONE FUNZIONALE SEGMENTARIA. 2b 93.01.3 VALUTAZIONE MONOFUNZIONALE. 2b 93.01.4 VALUTAZIONE FUNZIONALE DELLE FUNZIONI ALLEGATO B DPCM 29/11/01 allegati Cod. Naz. Prestazioni di Medicina Fisica e Riabilitazione Recupero e Rieducazione Funzionale dei Motulesi e Neurolesi Nomenclatore Nazionale D.M. 22/7/96 Tempo in Criteri

Dettagli

UNITA OPERATIVA DI RIABILITAZIONE GENERALE IN REGIME DIURNO CONTINUO PER ETA EVOLUTIVA

UNITA OPERATIVA DI RIABILITAZIONE GENERALE IN REGIME DIURNO CONTINUO PER ETA EVOLUTIVA UNITA OPERATIVA DI RIABILITAZIONE GENERALE IN REGIME DIURNO CONTINUO PER ETA EVOLUTIVA DEFINIZIONE E UTENZA: L Unità Operativa di Riabilitazione Generale in Regime Diurno Continuo, accreditata presso il

Dettagli

Ciascuna ricetta medica a lettura ottica deve riportare, scritti in modo chiaro e leggibile tutti i dati previsti. Quelli sottolineati sono

Ciascuna ricetta medica a lettura ottica deve riportare, scritti in modo chiaro e leggibile tutti i dati previsti. Quelli sottolineati sono Ciascuna ricetta medica a lettura ottica deve riportare, scritti in modo chiaro e leggibile tutti i dati previsti. Quelli sottolineati sono obbligatori: -cognome, nome dell assistito o iniziali, dove prescritto

Dettagli

S.C. di MEDICINA FISICA E RIABILITATIVA

S.C. di MEDICINA FISICA E RIABILITATIVA PRESENTAZIONE DELLA STRUTTURA S.C. di MEDICINA FISICA E RIABILITATIVA La Struttura Complessa di Medicina Fisica e Riabilitativa dell Ospedale San Bassiano fa parte del Dipartimento Internistico. Il concetto

Dettagli

Carta dei Servizi rev. 1 del 25 luglio 2011. Unità operativa di Medicina Fisica e Riabilitativa Ospedale di Villafranca

Carta dei Servizi rev. 1 del 25 luglio 2011. Unità operativa di Medicina Fisica e Riabilitativa Ospedale di Villafranca Carta dei Servizi rev. 1 del 25 luglio 2011 Unità operativa di Azienda ULSS n. 22 Bussolengo VR Dipartimento di e Riabilitazione Unità operativa di Piano 2 corpo A: telefono reparto 045 6338258-045 6338107

Dettagli

Carta dei servizi Centro Medico di Fisioterapia ed Estetica S.n.c. Villa Sarina

Carta dei servizi Centro Medico di Fisioterapia ed Estetica S.n.c. Villa Sarina Carta dei servizi Centro Medico di Fisioterapia ed Estetica S.n.c. Villa Sarina Rev 02 del 31.12.07 File Carta dei servizi Pagina 1 di 10 Informazioni generali Informazioni generali La Carta dei Servizi

Dettagli

PROCEDURA AZIENDALE. PA SQ - 32 Rev. 0 del 02/04/2013. Certificato N 9122 AOLS. Data applicazione Redazione Verifica Approvazione

PROCEDURA AZIENDALE. PA SQ - 32 Rev. 0 del 02/04/2013. Certificato N 9122 AOLS. Data applicazione Redazione Verifica Approvazione PA SQ - 32 Rev. 0 del 02/04/2013 Certificato N 9122 AOLS Data applicazione Redazione Verifica Approvazione 02/04/2013 Dr.ssa G. Saporetti Sig.ra Pallone Dr.ssa G. Saporetti Dr.ssa L. Di Palo Dr. M. Agnello

Dettagli

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA Prot. n. (BAS/02/30349) LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA Richiamata la propria precedente deliberazione n. 295 del 25.2.2002 avente ad oggetto: Recepimento del DPCM 29 novembre 2001 definizione dei

Dettagli

MEDICINA FISICA RIABILITATIVA AMBULATORIALE

MEDICINA FISICA RIABILITATIVA AMBULATORIALE MEDICINA FISICA RIABILITATIVA AMBULATORIALE Definizione dei livelli essenziali di assistenza (LEA) disposizioni applicative ai sensi della Deliberazione della Giunta Regionale n. 2227 del 09.08.2002 e

Dettagli

Regione Calabria ASP COSENZA Distretto socio-sanitario Valle Crati Direttore Dott. Achille Straticò. POLIAMBULATORIO Castrolibero

Regione Calabria ASP COSENZA Distretto socio-sanitario Valle Crati Direttore Dott. Achille Straticò. POLIAMBULATORIO Castrolibero Regione Calabria ASP COSENZA Distretto socio-sanitario Valle Crati Direttore Dott. Achille Straticò POLIAMBULATORIO Castrolibero Via Papa Giovanni XXIII -87040- Castrolibero Centralino Guardia Medica CONTATTI

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI REV. 1 Data Emissione 08/08/2011

CARTA DEI SERVIZI REV. 1 Data Emissione 08/08/2011 Sommario Presentazione e Missione...2 Organigramma Nominativo...3 Struttura...4 Sistema informatico...4 Orari e Modalità d accesso...5 Prenotazione...5 Accettazione, Privacy e trattamento dei dati sensibili...6

Dettagli

Regolamento Dell Unità Riabilitativa Domiciliare

Regolamento Dell Unità Riabilitativa Domiciliare Centro Di Riabilitazione Vaclav Vojta Regolamento Dell Unità Riabilitativa Domiciliare Pagina2 VEC Sommario UNITÀ DI RIABILITAZIONE DOMICILIARE 3 Destinatari 4 Capacità ricettiva e Prestazioni 4 Funzionamento

Dettagli

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITA DI PADOVA PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI Preparato da Gruppo di Lavoro Ambulatori Clinica Ostetrico- Ginecologica Verificato da Servizio Qualità Verifica per

Dettagli

Regolamento Dell Unità Riabilitativa Adulti e Dismorfismi dell Età Evolutiva

Regolamento Dell Unità Riabilitativa Adulti e Dismorfismi dell Età Evolutiva Centro Di Riabilitazione Vaclav Vojta Regolamento Dell Unità Riabilitativa Adulti e Dismorfismi Pagina2 VEC Sommario Finalità 3 Destinatari 4 Capacità ricettiva e Prestazioni 4 Funzionamento 5 Criteri

Dettagli

C A R T A d e i S E R V I Z I S A N I T A R I

C A R T A d e i S E R V I Z I S A N I T A R I C A R T A d e i S E R V I Z I S A N I T A R I CEMES srl Centro Medico Specialistico Contrà Porta Santa Croce, 45/49 Contrà Porta Santa Croce, 26/28 Tel. 0444 324967 Fax. 0444 528274 36100 Vicenza SOCIETÀ

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI CENTRO DI RIABILITAZIONE SAN VINCENZO CENTRO DIURNO IL VELIERO

CARTA DEI SERVIZI CENTRO DI RIABILITAZIONE SAN VINCENZO CENTRO DIURNO IL VELIERO CARTA DEI SERVIZI CENTRO DI RIABILITAZIONE SAN VINCENZO CENTRO DIURNO IL VELIERO 1. L'Istituto San Vincenzo L'Istituto San Vincenzo è un ente religioso legalmente riconosciuto che dipende dalla Arcidiocesi

Dettagli

CENTRO DI FISIOKINESITERAPIA E RIABILITAZIONE

CENTRO DI FISIOKINESITERAPIA E RIABILITAZIONE ISTITUTO GALENO S.r.l. CENTRO DI FISIOKINESITERAPIA E RIABILITAZIONE CARTA DEI SERVIZI Via del Lavoro, 20 73100 Brindisi Tel: 0831.587866 Fax: 0831.451750 Gentile Utente, Con questa Carta dei Servizi spero

Dettagli

L'assistenza integrativa e protesica nei soggetti in età geriatrica non autosufficienti

L'assistenza integrativa e protesica nei soggetti in età geriatrica non autosufficienti REGIONE PIEMONTE ASL NO SEDE LEGALE: VIA DEI MILLE 2-28100 NOVARA P.IVA 01522670031 L'assistenza integrativa e protesica nei soggetti in età geriatrica non autosufficienti dott. Lorenzo Brusa Novara 17

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DEL POLIAMBULATORIO CESALPINO s.r.l. BRANCA DI MEDICINA FISICA E RIABILITAZIONE

CARTA DEI SERVIZI DEL POLIAMBULATORIO CESALPINO s.r.l. BRANCA DI MEDICINA FISICA E RIABILITAZIONE CARTA DEI SERVIZI REV. 1 del 16-01-2007 PAG 1 DI 5 CARTA DEI SERVIZI DEL POLIAMBULATORIO CESALPINO s.r.l. BRANCA DI MEDICINA FISICA E RIABILITAZIONE LA NOSTRA STORIA Il Poliambulatorio Cesalpino nasce

Dettagli

Carta dei Servizi rev. 3 del 4 novembre 2013. Unità operativa di Medicina Fisica e Riabilitazione Ospedale di Malcesine

Carta dei Servizi rev. 3 del 4 novembre 2013. Unità operativa di Medicina Fisica e Riabilitazione Ospedale di Malcesine Carta dei Servizi rev. 3 del 4 novembre 2013 Unità operativa di Medicina Fisica e Azienda ULSS n. 22 Bussolengo (VR) Dipartimento di Medicina e Unità operativa semplice di Padiglione A: 1 piano telefono

Dettagli

Centro di FisioKinesiterapia CARTA DEI SERVIZI. Aggiornato al 01.05.12

Centro di FisioKinesiterapia CARTA DEI SERVIZI. Aggiornato al 01.05.12 Centro di FisioKinesiterapia CARTA DEI SERVIZI Aggiornato al 01.05.12 Gentile Ospite, abbiamo il piacere di presentarle la nostra Carta dei Servizi. Questo strumento ci consente di migliorare la qualità

Dettagli

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N.4 MEDIO FRIULI

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N.4 MEDIO FRIULI REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N.4 MEDIO FRIULI DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 482 DEL 12/09/2011 O G G E T T O Adozione documento "Piano di contenimento

Dettagli

GUIDA AI SERVIZI FISIOKINESITERAPIA E RIABILITAZIONE

GUIDA AI SERVIZI FISIOKINESITERAPIA E RIABILITAZIONE GUIDA AI SERVIZI FISIOKINESITERAPIA E RIABILITAZIONE FISIOKINESITERAPIA E RIABILITAZIONE group Sedi di Acerra (NA) - Via Alcide De Gasperi, 25 DIRETTORE TECNICO: Dott. ssa A. NOVIELLO TRATTAMENTI DI FISIOKINESITERAPIA:

Dettagli

UOSD Unità Operativa Semplice Dipartimentale CENTRO SCLEROSI MULTIPLA FIGURE PROFESSIONALI DI RIFERIMENTO L ATTIVITÀ ASSISTENZIALE

UOSD Unità Operativa Semplice Dipartimentale CENTRO SCLEROSI MULTIPLA FIGURE PROFESSIONALI DI RIFERIMENTO L ATTIVITÀ ASSISTENZIALE Centro di riferimento della Regione Lazio per la Sclerosi Multipla [Prof. Diego Centonze] Carta dei Servizi FIGURE PROFESSIONALI DI RIFERIMENTO L ATTIVITÀ ASSISTENZIALE L AMBULATORIO GENERALE L AMBULATORIO

Dettagli

M A S S A G G I A T O R E E CAPO BAGNINO DEGLI STABILIMENTI IDROTERAPICI

M A S S A G G I A T O R E E CAPO BAGNINO DEGLI STABILIMENTI IDROTERAPICI M A S S A G G I A T O R E E CAPO BAGNINO DEGLI STABILIMENTI IDROTERAPICI Riconoscimento profilo mansioni Il Massaggiatore e Capo Bagnino degli Stabilimenti Idroterapici è un Arte Ausiliaria delle Professioni

Dettagli

30 MARZO 2 APRILE 2004

30 MARZO 2 APRILE 2004 CORSO DI AGGIORNAMENTO SUL SISTEMA INFORMATIVO DELL ASSISTENZA SPECIALISTICA AMBULATORIALE ED IL CENTRO UNICO DI PRENOTAZIONE SIAS - CUP 30 MARZO 2 APRILE 2004 La prescrizione di prestazioni specialistiche

Dettagli

Carta dei servizi Centro di Medicina Fisica e Riabilitazione Centro SANVITO s.a.s.

Carta dei servizi Centro di Medicina Fisica e Riabilitazione Centro SANVITO s.a.s. Carta dei servizi Centro di Medicina Fisica e Riabilitazione Centro SANVITO s.a.s. Informazioni generali Informazioni generali La Carta dei Servizi Sanitari è il documento che formalizza il patto stipulato

Dettagli

SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA SOCIO SANITARIA (S.A.D.I.S.)

SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA SOCIO SANITARIA (S.A.D.I.S.) REGOLAMENTO SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA SOCIO SANITARIA (S.A.D.I.S.) Approvato con delibera del Commissario Straordinario n.14del 26/02/2010 PREMESSA L'A.D.I. (Assistenza Domiciliare Integrata)

Dettagli

REGOLAMENTO SANITARIO PER L EROGAZIONE IN REGIME AMBULATORIALE DI PRESTAZIONI DI RECUPERO E RIEDUCAZIONE FUNZIONALE A FAVORE DI PAZIENTI ESTERNI

REGOLAMENTO SANITARIO PER L EROGAZIONE IN REGIME AMBULATORIALE DI PRESTAZIONI DI RECUPERO E RIEDUCAZIONE FUNZIONALE A FAVORE DI PAZIENTI ESTERNI A.P.S.P. GIUDICARIE ESTERIORI Frazione Santa Croce nr. 41 38071 BLEGGIO SUPERIORE (TN) REGOLAMENTO SANITARIO PER L EROGAZIONE IN REGIME AMBULATORIALE DI PRESTAZIONI DI RECUPERO E RIEDUCAZIONE FUNZIONALE

Dettagli

Il ticket di pronto soccorso principali caratteristiche dei sistemi regionali vigenti al 10 aprile 2011

Il ticket di pronto soccorso principali caratteristiche dei sistemi regionali vigenti al 10 aprile 2011 Il ticket di pronto soccorso principali caratteristiche dei sistemi regionali vigenti al 10 aprile 2011 L'art. 1, comma 796, punto p) della legge n. 296/2006 (Finanziaria 2007) ha stabilito che Per le

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute DIPARTIMENTO DELLA QUALITA DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA Aggiornamento delle Linee guida per la metodologia

Dettagli

RICHIESTA DI TRATTAMENTO RIABILITATIVO IN ACCREDITAMENTO

RICHIESTA DI TRATTAMENTO RIABILITATIVO IN ACCREDITAMENTO ENTE GIURICAMENTE RICONOSCIUTO CON D.P.R. 10 NOVEMBRE 1963 N. 2368 00164 ROMA VIA DELLA NOCETTA, 162 DIREZ. AMMINISTRATIVA DIREZ. SANITARIA TEL. 066631051 TEL. FAX 066637268 Sito internet: www.coesonlus.it

Dettagli

Guida illustrata all uso della nuova ricetta unificata per medici prescrittori ed erogatori

Guida illustrata all uso della nuova ricetta unificata per medici prescrittori ed erogatori Guida illustrata all uso della nuova ricetta unificata per medici prescrittori ed erogatori ISTRUZIONI PER LA CORRETTA COMPILAZIONE DELLA RICETTA SSN 1 Modalità di compilazione Il modello unico di ricetta

Dettagli

VALLE D'AOSTA INDICE CRONOLOGICO DELLA NORMATIVA REGIONALE

VALLE D'AOSTA INDICE CRONOLOGICO DELLA NORMATIVA REGIONALE VALLE D'AOSTA NDCE CRONOLOGCO DELLA NORMATA REGONALE AVVSO A LETTOR Gli indici cronologici sono stati realizzati per facilitare la ricerca di una specifica norma di legge. Per consultarne il testo è comunque

Dettagli

PROSPETTO DEI TICKET IN VIGORE IN LOMBARDIA DAL 1 GIUGNO 2007

PROSPETTO DEI TICKET IN VIGORE IN LOMBARDIA DAL 1 GIUGNO 2007 PROSPETTO DEI TICKET IN VIGORE IN LOMBARDIA DAL 1 GIUGNO 2007 FARMACI a) Pagano un ticket di 2 euro a confezione con un massimo di 4 euro per ricetta coloro che non rientrano nelle categorie esenti (vedi

Dettagli

UNITÁ OPERATIVA DI CHIRURGIA MAXILLO- FACCIALE DIPARTIMENTO CHIRURGICO

UNITÁ OPERATIVA DI CHIRURGIA MAXILLO- FACCIALE DIPARTIMENTO CHIRURGICO UNITÁ OPERATIVA DI CHIRURGIA MAXILLO- FACCIALE DIPARTIMENTO CHIRURGICO 1/6 Attività L unità operativa di Chirurgia Maxillo-Facciale rappresenta un centro di eccellenza nel suo settore e si rivolge ai cittadini

Dettagli

Dr. Bruno FRANCHINI Dr.Marina PALEARI Dr.Vincenzo VALESI

Dr. Bruno FRANCHINI Dr.Marina PALEARI Dr.Vincenzo VALESI CARTA INFORMATIVA DEI SERVIZI DEI MEDICI IN GRUPPO Dr. Bruno FRANCHINI Dr.Marina PALEARI Dr.Vincenzo VALESI MEDICINA DI GRUPPO SAN DAMIANO 4 NOVEMBRE 12 - BRUGHERIO IL MEDICO DI MEDICINA GENERALE ha il

Dettagli

A relazione dell'assessore Monferino:

A relazione dell'assessore Monferino: REGIONE PIEMONTE BU42 20/10/2011 Deliberazione della Giunta Regionale 3 ottobre 2011, n. 18-2663 Proseguimento e consolidamento a regime del percorso per la Gestione integrata del diabete di tipo 2 nell'adulto,

Dettagli

Principi generali per l erogazione delle prestazioni di assistenza protesica e principi generali per l erogazione dei dispositivi medici monouso

Principi generali per l erogazione delle prestazioni di assistenza protesica e principi generali per l erogazione dei dispositivi medici monouso Principi generali per l erogazione delle prestazioni di assistenza protesica e principi generali per l erogazione dei dispositivi medici monouso Principi generali di erogazione delle prestazioni di assistenza

Dettagli

tariffa ASP dal 1/1/2010

tariffa ASP dal 1/1/2010 codice terapia descrizione tariffa ASP dal 1/1/2010 8722 RADIOGRAFIA DELLA COLONNA CERVICALE 20,00 8723 RADIOGRAFIA DELLA COLONNA DORSALE 20,00 8724 RADIOGRAFIA DELLA COLONNA LOMBOSACRALE 20,00 8729 RADIOGRAFIA

Dettagli

Ruolo dei diversi attori e processi di erogazione: analisi normativa e criticità

Ruolo dei diversi attori e processi di erogazione: analisi normativa e criticità S.It.I. Milano 8 febbraio 2012 Ruolo dei diversi attori e processi di erogazione: analisi normativa e criticità 16-02-2012 1 Nomenclatore Tariffario delle Protesi DECRETO MINISTERIALE n. 332. 27 agosto

Dettagli

FAQ Domande e Risposte

FAQ Domande e Risposte CERTIFICATI DI MALATTIA IN SEDE DI DIMISSIONE DA RICOVERO (DM 18/04/2012) FAQ Domande e Risposte Codice Documento: ******* Revisione del Documento: 01 Data revisione: 10-04-2014 Pagina 1 di 9 Cronologia

Dettagli

La Riabilitazione: analisi della situazione in Italia. Giovanna Beretta

La Riabilitazione: analisi della situazione in Italia. Giovanna Beretta La Riabilitazione: analisi della situazione in Italia Giovanna Beretta SOTTOGRUPPO 1 Rilevanza della Medicina Riabilitativa Rappresentanti Conferenza Stato-Regioni Abruzzo Campania Emilia Romagna Lombardia

Dettagli

VISITE SPECIALISTICHE ED ESAMI

VISITE SPECIALISTICHE ED ESAMI VISITE SPECIALISTICHE ed ESAMI Come accedere alle visite specialistiche, agli accertamenti diagnostici e agli esami di laboratorio: documenti necessari, prenotazione, indirizzi e orari. Chi deve pagare

Dettagli

REGIONE LAZIO. GIUNTA REGIONALE DELIBERAZIONE n. 1431 del 31 ottobre 2002

REGIONE LAZIO. GIUNTA REGIONALE DELIBERAZIONE n. 1431 del 31 ottobre 2002 REGIONE LAZIO GIUNTA REGIONALE DELIBERAZIONE n. 1431 del 31 ottobre 2002 Oggetto: LIVELLI ESSENZIALI DI ASSISTENZA: individuazione dei criteri di erogazione delle prestazioni di cui all allegato 2B del

Dettagli

documento di specifiche tecniche pubblicate sul sito Internet del Ministero all indirizzo www.nsis.salute.gov.it. ;

documento di specifiche tecniche pubblicate sul sito Internet del Ministero all indirizzo www.nsis.salute.gov.it. ; documento di specifiche tecniche pubblicate sul sito Internet del Ministero all indirizzo www.nsis.salute.gov.it. ; g) al paragrafo 3.1. Alimentazione del Sistema informativo, la tabella 2: alimentazione

Dettagli

La sanità d iniziativa e l attività fisica adattata

La sanità d iniziativa e l attività fisica adattata Ausl 8 Arezzo La sanità d iniziativa e l attività fisica adattata Riferimenti normativi La DGRT 595 /05 Percorso assistenziale per le prestazioni specialistiche di medicina fisica e riabilitazione. Percorso

Dettagli

LA COMUNICAZIONE DEI COMPENSI RISCOSSI NEL 2012 DA PARTE DELLE STRUTTURE SANITARIE PRIVATE

LA COMUNICAZIONE DEI COMPENSI RISCOSSI NEL 2012 DA PARTE DELLE STRUTTURE SANITARIE PRIVATE INFORMATIVA N. 090 0 APRILE 20 ADEMPIMENTI LA COMUNICAZIONE DEI COMPENSI RISCOSSI NEL 202 DA PARTE DELLE STRUTTURE SANITARIE PRIVATE Art., commi da 8 a 42, Legge n. 296/2006 Provvedimento Agenzia Entrate.2.2007

Dettagli

REGIONE CAMPANIA AZIENDA SANITARIA LOCALE CASERTA

REGIONE CAMPANIA AZIENDA SANITARIA LOCALE CASERTA REGIONE CAMPANIA AZIENDA SANITARIA LOCALE CASERTA PROCEDURA DI ASSISTENZA PROTESICA Decreto Ministeriale 332/99 INDICE 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE... 3 2. RIFERIMENTI NORMATIVI E DOCUMENTALI... 3

Dettagli

Persone ricoverate presso la degenza riabilitativa di Castellamonte

Persone ricoverate presso la degenza riabilitativa di Castellamonte Il Servizio di Medicina Fisica e Riabilitazione dell ASL 9: una rete di servizi ospedaliera, territoriale e domiciliare per l utente con necessità di riabilitazione e assistenza L intervento riabilitativo

Dettagli

Accordo Regionale per la Medicina Generale

Accordo Regionale per la Medicina Generale Accordo Regionale per la Medicina Generale Art. 58 Accordi regionali L accordo regionale reso esecutivo con DGR 2289/07 viene confermato e integrato con i seguenti articoli e resterà in vigore in regime

Dettagli

San Raffaele Appia. Carta dei Servizi. San Raffaele S.p.A.

San Raffaele Appia. Carta dei Servizi. San Raffaele S.p.A. San Raffaele Appia Carta dei Servizi 2014 San Raffaele S.p.A. Presentazione La Carta dei Servizi ha l intento di far conoscere le attività ed i servizi messi a disposizione dal nostro Centro e le modalità

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 28 DEL 26 GIUGNO 2006

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 28 DEL 26 GIUGNO 2006 REGIONE CAMPANIA - Giunta Regionale - Seduta del 6 giugno 2006 - Deliberazione N. 737 - Area Generale di Coordinamento N. 20 - Assistenza Sanitaria - Regolamentazione farmaci di fascia H: modalita di prescrizione

Dettagli

Per ticket si intende la quota di partecipazione al costo della prestazione sanitaria dovuta dal cittadino.

Per ticket si intende la quota di partecipazione al costo della prestazione sanitaria dovuta dal cittadino. T I C K E T Per ticket si intende la quota di partecipazione al costo della prestazione sanitaria dovuta dal cittadino. Le per le quali è dovuto il ticket, possono essere così riassunte: - specialistiche

Dettagli

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITÀ LOCALE SOCIO SANITARIA N. 10 VENETO ORIENTALE

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITÀ LOCALE SOCIO SANITARIA N. 10 VENETO ORIENTALE CONDIZIONI DI DALLA PARTECIPAZIONE ALLA SPESA FARMACEUITICA E SPECIALISTICA E I CODICI DI O DI Codice delle patologie croniche e invalidanti esenti ai sensi del D.M. 28.05.1999 n. 329 e succ. modifiche

Dettagli

DATI ANAGRAFICI DELLE STRUTTURE SANITARIE

DATI ANAGRAFICI DELLE STRUTTURE SANITARIE DATI ANAGRAFICI DELLE STRUTTURE SANITARIE Con il modello si intende costituire, al 1 gennaio 2007, l anagrafe delle strutture sanitarie pubbliche e private accreditate e delle strutture sociosanitarie

Dettagli

Ecografia Addominale

Ecografia Addominale AGENZIA REGIONALE DELLA SANITÀ PROGRAMMA LISTE DI ATTESA A R S Sistema di accesso alle prestazioni di specialistica ambulatoriale organizzato per priorità clinica Ecografia Addominale SETTEMBRE 2008 PREMESSA

Dettagli

Il distretto sanitario di Cividale si presenta. A cura di Graziella Mauro Responsabile infermieristica Distretto di Cividale

Il distretto sanitario di Cividale si presenta. A cura di Graziella Mauro Responsabile infermieristica Distretto di Cividale Il distretto sanitario di Cividale si presenta A cura di Graziella Mauro Responsabile infermieristica Distretto di Cividale Il Distretto è una struttura dell Azienda per i servizi sanitari territoriali

Dettagli

INCENTIVARE L USO APPROPRIATO DEL RICETTARIO SSR DA PARTE DEGLI SPECIALISTI OSPEDALIERI

INCENTIVARE L USO APPROPRIATO DEL RICETTARIO SSR DA PARTE DEGLI SPECIALISTI OSPEDALIERI Modalità da seguire da parte dei Medici Specialisti per il corretto uso del ricettario SSR definite fra ASL Città di Milano e le seguenti strutture di ricovero e cura pubbliche e private accreditate: (versione

Dettagli

Legge n. 170 del 08-10-2010 LEGGE 8 ottobre 2010, n. 170 Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico. (GU n.

Legge n. 170 del 08-10-2010 LEGGE 8 ottobre 2010, n. 170 Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico. (GU n. Legge n. 170 del 08-10-2010 LEGGE 8 ottobre 2010, n. 170 Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico. (GU n. 244 del 18-10- 2010 ). La Camera dei deputati ed il Senato

Dettagli

Ambito Territoriale dei Servizi Sociali Comune Capofila Marcianise

Ambito Territoriale dei Servizi Sociali Comune Capofila Marcianise Ambito Territoriale dei Servizi Sociali Comune Capofila Marcianise Approvato dal Coordinamento Istituzionale Ambito Territoriale C05 nella seduta del 08.10.2014 Art.1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO Il servizio

Dettagli

Oggetto: Deliberazione Giunta Regionale del 5 maggio 2009 n. 247 Partecipazione alla spesa sanitaria ticket.

Oggetto: Deliberazione Giunta Regionale del 5 maggio 2009 n. 247 Partecipazione alla spesa sanitaria ticket. Regione Calabria Dipartimento Tutela della Salute e Politiche Sanitarie Il Dirigente Generale Prot. n. Ai Direttori Generali e Commissari Straordinari Aziende Sanitarie ed Ospedaliere Al Presidente Fondazione

Dettagli

CORSO DI STUDIO IN FISIOTERAPIA

CORSO DI STUDIO IN FISIOTERAPIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA DIPARTIMENTO DI SCIENZE CLINICHE E SPERIMENTALI CORSO DI STUDIO IN FISIOTERAPIA CONTRATTO DI TIROCINIO SERVIZIO RIABILITAZIONE I anno - Anno Accademico STUDENTE SEZIONE

Dettagli

La prescrizione di ausili : momento terapeutico o momento burocratico?

La prescrizione di ausili : momento terapeutico o momento burocratico? Università Cattolica del Sacro Cuore Facoltà di Scienze della Formazione Milano Fondazione Don Carlo Gnocchi ONLUS Polo tecnologico Milano La prescrizione di ausili : momento terapeutico o momento burocratico?

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI MEDISETTE

CARTA DEI SERVIZI MEDISETTE CARTA DEI SERVIZI Forma Associativa di Medicina in Rete MEDISETTE (accordi regionali 2009) Medici Associati LODI ASL 306 DOTT. ARAGIUSTO GIUSEPPE Specialista in Malattie dell Apparato Respiratorio Medico

Dettagli

Medici di Famiglia Cislago Via C. Battisti 1451, Cislago Tel. 0296382050 Fax 0296382050. Carta dei servizi

Medici di Famiglia Cislago Via C. Battisti 1451, Cislago Tel. 0296382050 Fax 0296382050. Carta dei servizi Medici di Famiglia Cislago Via C. Battisti 1451, Cislago Tel. 0296382050 Fax 0296382050 Carta dei servizi INFORMAZIONI GENERALI Scopo di questa Carta dei servizi è quello di offrire le informazioni per

Dettagli

Calabria: Deliberazione Giunta regionale del 5 maggio 2009 n. 247 - Partecipazione alla spesa sanitaria - ticket.

Calabria: Deliberazione Giunta regionale del 5 maggio 2009 n. 247 - Partecipazione alla spesa sanitaria - ticket. Calabria: Deliberazione Giunta regionale del 5 maggio 2009 n. 247 - Partecipazione alla spesa sanitaria - ticket. Area d'interesse: Tutela della Salute e Politiche Sanitarie Data pubblicazione: giovedì

Dettagli

Regolamento aziendale Gestione agende Cup. (Specialistica ambulatoriale)

Regolamento aziendale Gestione agende Cup. (Specialistica ambulatoriale) Regolamento aziendale Gestione agende Cup (Specialistica ambulatoriale) SOMMARIO Art. 1 Premessa... 3 Art. 2 Obiettivi... 3 Art. 3 Livelli di Responsabilità... 4 Art. 4 Modalità operative... 5 Art. 5 Accesso

Dettagli

Tariffari e politiche di rimborsi regionali

Tariffari e politiche di rimborsi regionali L attività di day surgery nella Regione Lombardia è praticata sin dagli anni 70 in diverse strutture ospedaliere della Regione; dove venivano trattate in day hospital alcune patologie ortopediche pediatriche

Dettagli

MR3000 S.r.l. Carta dei Servizi. San Raffaele S.p.A.

MR3000 S.r.l. Carta dei Servizi. San Raffaele S.p.A. MR3000 S.r.l. Carta dei Servizi 2011 San Raffaele S.p.A. Presentazione La Carta dei Servizi ha l intento di far conoscere le attività ed i servizi messi a disposizione dal nostro Centro e le modalità per

Dettagli

Federazione Associazioni Italiane Paratetraplegici Associazione di Promozione Sociale

Federazione Associazioni Italiane Paratetraplegici Associazione di Promozione Sociale Il percorso clinico assistenziale riabilitativo L'Unità Spinale Unipolare (U.S.U.) rappresenta una struttura complessa unipolare espressamente destinata all'assistenza delle Persone con lesioni al midollo

Dettagli

P.A. CROCE VERDE SESTRI LEVANTE in convenzione con ASL 4 CHIAVARESE CUP IN CROCE VERDE. si prenotano

P.A. CROCE VERDE SESTRI LEVANTE in convenzione con ASL 4 CHIAVARESE CUP IN CROCE VERDE. si prenotano P.A. CROCE VERDE SESTRI LEVANTE in convenzione con ASL 4 CHIAVARESE CUP IN CROCE VERDE si prenotano Tutte le prestazioni specialistiche prescritte su ricetta rossa, correttamente compilata, anche per assistiti

Dettagli

Integrazione Ospedale-Territorio:

Integrazione Ospedale-Territorio: Integrazione Ospedale-Territorio: malattie rare ed assistenza integrativa Relatore Dott.ssa Francesca Canepa S.C. Assistenza Farmaceutica Convenzionata LEA I Livelli essenziali di assistenza (LEA) sono

Dettagli

PREFAZIONE...XI INTRODUZIONE... XV

PREFAZIONE...XI INTRODUZIONE... XV PREFAZIONE...XI INTRODUZIONE... XV Parte prima - CONCORSI E TEST 1 CONCORSI E TEST...3 1.1 Generalità sui concorsi pubblici... 4 1.2 I concorsi pubblici per fisioterapista... 7 1.3 Fac-simile di bando

Dettagli

PIANO DEGLI STUDI DEL CORSO DI LAUREA IN FISIOTERAPIA (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista) A.A. 2008/09

PIANO DEGLI STUDI DEL CORSO DI LAUREA IN FISIOTERAPIA (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista) A.A. 2008/09 PIANO DEGLI STUDI DEL CORSO DI LAUREA IN FISIOTERAPIA (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista) A.A. 008/09 Corso Integrato I anno I semestre (9) C.I. Bioscienze (esame[]) BIO/ Biologia

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 8 Cagliari CONVENZIONE

AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 8 Cagliari CONVENZIONE AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 8 Cagliari CONVENZIONE PER LA RICEZIONE DELLE ISTANZE DI ESENZIONE TICKET PER CONDIZIONE ECONOMICA E RELATIVO RILASCIO DI CERTIFICATO PROVVISORIO. L anno 2013, addì 26 del mese

Dettagli

CENTRO DIURNO A VALENZA SOCIORIABILITATIVA PER PERSONE CON DISABILITA IN SITUAZIONE DI GRAVITA

CENTRO DIURNO A VALENZA SOCIORIABILITATIVA PER PERSONE CON DISABILITA IN SITUAZIONE DI GRAVITA È una struttura territoriale di tutela sociosanitario a carattere diurno rivolta a persone con disabilità grave, in età postscolare o adulta/anziana che possono presentare anche disturbi psico-organici

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE PELUFFO, COCCIA, MARTELLA, VERINI. Istituzione della figura dell odontoiatra di famiglia

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE PELUFFO, COCCIA, MARTELLA, VERINI. Istituzione della figura dell odontoiatra di famiglia Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 239 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI PELUFFO, COCCIA, MARTELLA, VERINI Istituzione della figura dell odontoiatra di famiglia Presentata

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Sede Telefono Fax Mail Ospedale di Noale

CARTA DEI SERVIZI. Sede Telefono Fax Mail Ospedale di Noale Servizio Sanitario Nazionale Regione Veneto AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO - SANITARIA N.13 Unità Operativa Complessa di MEDICINA dello SPORT e dell ESERCIZIO FISICO Presidio Ospedaliero di Noale (VE) Direttore:

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE AZIENDALE PER L ATTIVITÀ FISICA ADATTATA

REGOLAMENTO GENERALE AZIENDALE PER L ATTIVITÀ FISICA ADATTATA REGOLAMENTO GENERALE AZIENDALE PER L ATTIVITÀ FISICA ADATTATA Art. 1 Definizione Per Attività Fisica Adattata (d ora in avanti AFA) si intendono programmi di esercizi non sanitari, svolti in gruppo, appositamente

Dettagli

TRATTAMENTI DI OSTEOPATIA & FISIOTERAPIA in collaborazione con lo Studio Atollo

TRATTAMENTI DI OSTEOPATIA & FISIOTERAPIA in collaborazione con lo Studio Atollo TRATTAMENTI DI OSTEOPATIA & FISIOTERAPIA in collaborazione con lo Studio Atollo I TRATTAMENTI LA PROFESSIONALITÀ Lo studio Atollo si avvale di un equipe di professionisti nel settore della Fisioterapia

Dettagli

TARIFFA: Osservazioni generali:

TARIFFA: Osservazioni generali: TARIFFA: Osservazioni generali: 1 Nell'ambito della prescrizione medica, delle disposizioni legali e delle sue competenze professionali, il fisioterapista è libero nella scelta dei metodi di trattamento.

Dettagli

LEGGE 8 ottobre 2010, n. 170. Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico. (10G0192)

LEGGE 8 ottobre 2010, n. 170. Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico. (10G0192) Gazzetta Ufficiale N. 244 del 18 Ottobre 2010 LEGGE 8 ottobre 2010, n. 170 Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico. (10G0192) La Camera dei deputati ed il Senato

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Centro Fisioterapico Dott. Rapisardi Emanuele S.r.l. Aci Castello (CT) Tel./Fax 095 271812

CARTA DEI SERVIZI. Centro Fisioterapico Dott. Rapisardi Emanuele S.r.l. Aci Castello (CT) Tel./Fax 095 271812 CARTA DEI SERVIZI Centro Fisioterapico Dott. Rapisardi Emanuele S.r.l. Aci Castello (CT) via Di Stefano, 17 Tel./Fax 095 271812 Indice Presentazione e Missione... 3 Organigramma Nominativo... 4 Struttura...

Dettagli

A.D.I. S. FRANCESCO ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA

A.D.I. S. FRANCESCO ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA A.D.I. S. FRANCESCO ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA Carta dei Servizi L Istituto Suore Cappuccine di M. Rubatto, perseguendo nel tempo il proprio carisma, ha voluto iniziare questa nuova attività sociosanitaria

Dettagli

Regolamento Trasporto Sociale

Regolamento Trasporto Sociale Regolamento Trasporto Sociale art. 1 - art. 2 - art. 3 - art. 4 - art. 5 - art. 6 - art. 7 - art. 8 - art. 9 - art. 10 - art. 11 finalità del servizio oggetto del regolamento destinatari del servizio mezzi

Dettagli

Dr.Piergiorgio Trevisan

Dr.Piergiorgio Trevisan LE CURE PRIMARIE Le AFT: stato dell arte del progressivo inserimento dei MMG e dei MCA nella struttura distrettuale per un distretto casa dei Medici di Assistenza Primaria Dr.Piergiorgio Trevisan L Azienda

Dettagli

Esenzione sui Farmaci e sulle Prestazioni Specialistiche

Esenzione sui Farmaci e sulle Prestazioni Specialistiche Esenzione sui Farmaci e sulle Prestazioni Specialistiche ESENZIONE SUI FARMACI 2 Elenco esenzioni sui farmaci Tipologia di esenzione Codice Subcodice Ticket Cittadini di età inferiore a 6 anni e superiore

Dettagli

WINFISIO. Sistema di gestione per Centri di Fisioterapia. Semplice Veloce Sicuro Da usare. Convenzione Integrazione Archiviazione S.S.R.

WINFISIO. Sistema di gestione per Centri di Fisioterapia. Semplice Veloce Sicuro Da usare. Convenzione Integrazione Archiviazione S.S.R. WINFISIO Sistema di gestione per Centri di Fisioterapia Semplice Veloce Sicuro Da usare Convenzione Integrazione Archiviazione S.S.R. Facilità d uso WinFisio ha interfacce intuitive e orientate all utente.

Dettagli

TEMPO ESECUZIONE MEDIO

TEMPO ESECUZIONE MEDIO Fidenza (PR), 30 novembre 2011 TEMPARIO PREZZARIO DELLE PROFESSIONALI DEL TECNICO AUDIOMETRISTA (APPROVATO dall Assemblea dei Soci del 05/03/2011 e Consiglio Direttivo del 28/10/2011) : si intende l esecuzione

Dettagli

Il presidente del Consorzio di Rosa Marina

Il presidente del Consorzio di Rosa Marina Avviso pubblico per la formazione di una short list di medici disponibili a svolgere attività di ambulatorio e primo soccorso presso il punto di assistenza medica del Consorzio di Rosa Marina- Ostuni Il

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. LA CASA DEL SOLE CARTA DEI SERVIZI Cure ADI e Cure Palliative Via L. il Moro, 57 Milano Tel. 0289126551. Indice

CARTA DEI SERVIZI. LA CASA DEL SOLE CARTA DEI SERVIZI Cure ADI e Cure Palliative Via L. il Moro, 57 Milano Tel. 0289126551. Indice Pagina 1 di 9 Indice 1.1 mission 1.2 servizi offerti 1.3 struttura organizzativa 1.4 l'equipe della cooperativa 1.5 qualità e standard 1.6 gli utenti e il miglioramento 1.7 gestione dei reclami 1.8 numeri

Dettagli

Regione del Veneto AZIENDA U.L.S.S. N. 16 PADOVA

Regione del Veneto AZIENDA U.L.S.S. N. 16 PADOVA Regione del Veneto AZIENDA U.L.S.S. N. 16 PADOVA Accordo Contrattuale ex art. 17 l.r. 16.8.2002, n. 22 ed art. 8 quinquies d.lgs. 30.12.1992, n. 502 tra L Azienda Ulss e gli erogatori privati accreditati

Dettagli