CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO (C.I.G. ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO (C.I.G. ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO"

Transcript

1 Pagina 1 di 11 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO (C.I.G E6C) PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO BIENNALE DI MANUTENZIONE ORDINARIA DELLE AREE VERDI DELLA SEDE CENTRALE DELL ISTITUTO E DELLE SEZIONI PROVINCIALI DI BENEVENTO, CASERTA E SALERNO. ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO Oggetto dell appalto è l espletamento del servizio di potatura annuale, con le opportune cure fitosanitarie alle alberature delle pertinenti aree verdi della Sede Centrale dell Istituto (via Salute n. 2 Portici), e la manutenzione ordinaria delle aree verdi delle Sezioni Provinciali di Caserta (via A. Jervolino n. 19, loc. Tuoro), Salerno (S.S. 18 Via delle Calabrie, 27 loc. Fuorni), Benevento (Contrada S. Chirico). Per una migliore individuazione quantitativa del servizio da espletare, le Ditte interessate dovranno effettuare obbligatoriamente un sopralluogo preliminare presso le suindicate Unità Operative. Nel caso di imprese appositamente e temporaneamente raggruppate, tale sopralluogo dovrà essere effettuato da tutte le Ditte facenti parte del R.T.I. E consentita la partecipazione al sopralluogo anche ad una sola o più Ditte facenti parte del R.T.I., previa presentazione di apposita delega, anche in carta semplice, rilasciata da ciascuna Ditta che non partecipa al sopralluogo. La delega dovrà essere corredata da copia di un valido documento di identità del sottoscrittore. Il sopralluogo, per la presa d atto dei luoghi delle predette Unità Operative, dovrà essere effettuato previa intesa telefonica con i sottoelencati Responsabili, tutti i giorni feriali escluso il sabato, dalle ore 9.00 alle ore 12.00: Sede Centrale di Portici rag. Massimo Picarelli tel Sezione di Caserta dr.ssa Antonella Pesce tel Sezione di Salerno dr.ssa Esterina De Carlo tel Sezione di Benevento dr. Ugo Mariani tel Ad ultimazione del sopralluogo, i predetti Responsabili, o personale appositamente da loro incaricato, rilascerà apposita certificazione attestante l avvenuta presa visione dei luoghi. Successivamente, sarà cura delle Ditte interessate far pervenire copie delle suddette certificazioni, secondo le modalità specificate di seguito specificate. ART. 2 VALORE DELL APPALTO Importo complessivo dell appalto (comprensivo degli oneri per la sicurezza): ,00 oltre Iva; Importo di gara soggetto a ribasso: ,00 oltre Iva; Oneri per l attuazione dei piani della sicurezza, non soggetti a ribasso: 2.400,00 oltre Iva. Con il corrispettivo di aggiudicazione, la Ditta si intende compensata di tutte le prestazioni richieste dal presente capitolato, senza alcun diritto a nuovi o maggiori compensi, essendo soddisfatta in tutto dall Istituto, con il pagamento del canone. ART. 3 DURATA DEL SERVIZIO La durata dell appalto è stabilita in anni 2 (due) dall al Qualora l Istituto avesse necessità di prorogare per un massimo di mesi 2 (due) la durata dell appalto, la Ditta appaltatrice dovrà continuare a prestare il servizio alle stesse condizioni economiche ed operative stabilite in sede di aggiudicazione del presente appalto. ART. 4 CONFERIMENTO DELL APPALTO L appalto in oggetto verrà aggiudicato mediante procedura aperta, secondo il criterio del prezzo più basso ex art. 82, comma 2, D.Lgs n. 163, determinato mediante ribasso sull importo biennale posto a base di gara pari ad ,00, esclusi I.V.A. ed oneri di sicurezza per rischi di natura interferenziale.

2 Pagina 2 di 11 La valutazione dell anomalia delle offerte presentate verrà effettuata ai sensi dell art. 86 e seguenti del predetto Decreto. L appalto sarà aggiudicato anche nel caso in cui fosse pervenuta una sola offerta valida, sempre che sia ritenuta congrua e conveniente. L Istituto si riserva la facoltà, qualora ricorrano motivi di opportunità e convenienza, di non procedere all aggiudicazione. ART. 5 PARTECIPANTI ALLA GARA Possono partecipare alla procedura di gara imprese singole o associate, secondo le modalità di cui all art. 37 del D.Lgs. n. 163/06. E consentita la presentazione di offerta da parte di imprese appositamente e temporaneamente raggruppate, ai sensi degli artt. 34 e 37 del D.Lgs. n. 163/06, con le modalità ivi previste. La Ditta che partecipa ad un raggruppamento o consorzio non può intervenire, a pena di esclusione, a titolo individuale, né può far parte di altro raggruppamento o consorzio. ART. 6 MODALITA DEL SERVIZIO Il servizio in questione dovrà essere espletato nel rigoroso rispetto delle norme generali per l igiene del lavoro, delle norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro e tutto quant altro previsto dalla normativa di riferimento ex D.Lgs n. 81 e successive modificazioni ed integrazioni. Le opere che formano oggetto dell'appalto possono riassumersi come sotto specificato, salvo più precise indicazioni che potranno essere impartite dai Responsabili delle sedi competenti all'atto esecutivo: Interventi Sede Centrale di PORTICI Potatura di contenimento di esemplari arborei decidui a chioma espansa in parchi e giardini secondo la forma campione stabilita dalla D.L. comunque sempre secondo il criterio della potatura a tutta cima e del taglio di ritorno. Intervento completo di ogni onere, attrezzatura, mezzo meccanico necessari, raccolta e conferimento del materiale di risulta, incluso l onere di smaltimento. Potatura di contenimento annuale di latifoglie sempreverdi (Quercus ilex, Ligustrum) fino all'altezza di 16 mt. Intervento completo di ogni onere, attrezzatura, mezzo meccanico necessari, raccolta e conferimento del materiale di risulta, incluso l onere di smaltimento. Potatura di palma di alto fusto mediante taglio di tutte le foglie secche, infiorescenze e datteri, due giri delle foglie verdi e scalpellatura dei tacchi in forma allungata, come da pianta campione stabilita dalla D.L. Intervento comprensivo di ogni onere, macchina operatrice ed attrezzatura, nonché di raccolta e conferimento del materiale di risulta, incluso l onere dello smaltimento. Trattamenti antiparassitari con l impiego di prodotti fitosanitari per un intervento mensile alle rimanenti piante Phoenix Canariensis n.5 Unità Potatura di contenimento annuale di latifoglie sempreverdi (Quercus ilex, Ligustrum) fino all'altezza di 16 mt. Intervento completo di ogni onere, attrezzatura, mezzo meccanico necessari, raccolta e conferimento del materiale di risulta, incluso l onere di smaltimento. Potatura su arbusti e cespugli isolati o in macchie, intervento completo e comprensivo di ogni attrezzo, attrezzatura, mezzo meccanico necessario, nonché di Eucaliptu n. 150 Quercus Ilex n. 58 Palme n. 12 Ligustrum (alberi) n. 24 Lantana ml. 50

3 Pagina 3 di 11 raccolta, carico, trasporto e conferimento del materiale di risulta, incluso l onere di smaltimento. Rimonda del secco di conifere (Cedrus...), con taglio Magnolia Grandiflora n. 1 dei rami non vegeti. Intervento comprensivo di ogni onere, macchina operatrice ed attrezzatura, nonché di raccolta e conferimento del materiale di risulta, incluso l onere di smaltimento. Spalcatura di conifere (Pinus...), con taglio di rami Pinus Pinea n. 1 lungo il fusto fino alla prima impalcatura con contemporanea rimonda del secco ed eventuale rialzo della chioma. Intervento comprensivo di ogni onere, macchina operatrice ed attrezzatura, nonché di raccolta e conferimento del materiale di risulta, incluso l onere di smaltimento. Potatura di risanamento e ringiovanimento di alberi da Agrumi n. 45 frutto e da fiore in fase di maturità o senescenza, al fine di garantire la ripresa vegetativa e la fioritura, da effettuarsi mediante l eliminazione delle parti secche o prive di vigore, compreso il taglio di branche o rami principali. Intervento completo di ogni onere, attrezzatura, mezzo meccanico necessari, raccolta e conferimento del materiale di risulta, incluso l onere di smaltimento. Potatura di allevamento/sagomatura. Pittosporum (alberello) n. 4 Asportazione dei nidi sericei di Taumatopea se presenti. Pinus Pinea n. 1 Rigenerazione dei tappeti erbosi con mezzi meccanici, operazione consistente in una fessurazione e/o bucatura del cotico asportazione feltro, asportazione carote di terra e/o passaggio con rete metallica, semina meccanica con miscuglio apposito per rigenerazioni con Prato mq g/ mq di seme. Taglio, rifilitura dei prati e rimozione del materiale vegetale con asportazione meccanica. Spontatura e sagomatura delle siepi perimetrali e centrali. Trattamento antiparassitario agli alberi di agrumi e ornamentali in genere. Concimazione chimica a base di N.P.K. in tutte le aree. Spazzamento meccanico di tutte le aree pavimentate, intervento completo e comprensivo di ogni attrezzo, attrezzatura, mezzo meccanico necessario, nonché di raccolta, carico, trasporto e conferimento del materiale di risulta, incluso l onere di smaltimento. Prato n. 32 interventi annui, così distinti: Manutenzione ordinaria impianto di irrigazione A corpo mt. 350 lineari Interventi Sezione di CASERTA Potatura di contenimento annuale di latifoglie Quercus Ilex n. 2 sempreverdi (Quercus ilex, Ligustrum). Intervento completo di ogni onere, attrezzatura, mezzo meccanico necessari, raccolta e conferimento del materiale di risulta, incluso l onere di smaltimento. Rimonda dal secco. Cedrus n. 1 Potatura. Mimosa n. 1 Potatura su arbusti e cespugli isolati o in macchie, intervento completo e comprensivo di ogni attrezzo, attrezzatura, mezzo meccanico necessario, nonché di raccolta, carico, trasporto e conferimento del materiale Alloro ml. 130 n. 2 interventi mensili nei mesi di Gennaio, Febbraio, Novembre, Dicembre; n. 3 interventi mensili nei restanti mesi dell anno.

4 Pagina 4 di 11 di risulta, incluso l onere di smaltimento. Potatura su arbusti e cespugli isolati o in macchie, Vari n. 30 intervento completo e comprensivo di ogni attrezzo, attrezzatura, mezzo meccanico necessario, nonché di raccolta, carico, trasporto e conferimento del materiale di risulta, incluso l onere di smaltimento. Potatura su siepi di c.a 3 mt., intervento completo e Cup. Leylandii n. 6 comprensivo di ogni attrezzo, attrezzatura, mezzo meccanico necessario, nonché di raccolta, carico, trasporto e conferimento del materiale di risulta, incluso l onere di smaltimento. Scerbatura manuale in aiuole fiorite. Intervento Vari mq. 12 completo di raccolta e conferimento del materiale di risulta, escluso l onere dello smaltimento. Rigenerazione dei tappeti erbosi con mezzi meccanici, Prato mq. 850 operazione consistente in una fessurazione e/o bucatura del cotico asportazione feltro, asportazione carote di terra e/o passaggio con rete metallica, semina meccanica con miscuglio apposito per rigenerazioni con 30 g/ mq di seme, esclusa irrigazione. Manutenzione ordinaria impianto di irrigazione. A corpo mq. 850 Scerbatura manuale di siepi e cespugli, eliminazione di ogni ripullulo di specie estranee, intervento completo e comprensivo di ogni attrezzo, mezzo meccanico necessario, nonché di raccolta e conferimento del materiale di risulta, incluso l onere di smaltimento. A corpo mq. 850 Interventi Sezione di BENEVENTO Scerbatura manuale di siepi e cespugli, eliminazione di Varie mq ogni ripullulo di specie estranee, intervento completo e comprensivo di ogni attrezzo, mezzo meccanico necessario, nonché di raccolta e conferimento del materiale di risulta, incluso l onere di smaltimento Potatura di allevamento di un pergolato di vite. Vitis n. 30 Governo di un'aiuola all'ingresso. Varie mq. 40 Pulizia e decespugliamento dalle infestanti spontanee Varie ml. 120 sulle banchine della strada di accesso ogni qualvolta raggiungano un'altezza di 40 cm. Monitoraggio ciclico fitosanitario delle essenze arboree A corpo e delle occorrenze profilattiche e terapeutiche. Fornitura di piante stagionali all'ingresso della sezione. A corpo Trattamenti fitosanitari alle piante di agrumi o di tutte le eventuali occorrenze di routine. A corpo Interventi Sezione di SALERNO Scerbatura manuale di siepi e cespugli, eliminazione di ogni ripullulo di specie estranee, intervento completo e comprensivo di ogni attrezzo, mezzo meccanico necessario, nonché di raccolta e conferimento del materiale di risulta, incluso l onere di smaltimento. Potatura di risanamento e ringiovanimento di alberi da frutto e da fiore in fase di maturità o senescenza, al fine di garantire la ripresa vegetativa e la fioritura, da effettuarsi mediante l eliminazione delle parti secche o prive di vigore, compreso il taglio di branche o rami principali. Intervento completo di ogni onere, Varie a corpo mq. 200 Agrumi n. 2

5 Pagina 5 di 11 attrezzatura, mezzo meccanico necessari, raccolta e conferimento del materiale di risulta, incluso l onere di smaltimento. Potatura piante arbusti e cespugli isolati o in macchie, intervento completo e comprensivo di ogni attrezzo, attrezzatura, mezzo meccanico necessario, nonché di raccolta, carico, trasporto e conferimento del materiale di risulta, incluso l onere di smaltimento. Trattamenti fitosanitari alle piante di agrumi o di tutte le eventuali occorrenze di routine. Rigenerazione dei tappeti erbosi con mezzi meccanici, operazione consistente in una fessurazione e/o bucatura del cotico asportazione feltro, asportazione carote di terra e/o passaggio con rete metallica, semina meccanica con miscuglio apposito per rigenerazioni con 30 g/ mq di seme, esclusa irrigazione. Varie n. 17 Prato mq. 200 Le Ditte partecipanti dovranno comunicare il nominativo dell agronomo o perito agrario iscritto all albo professionale. Tutti gli interventi da eseguire, (potature, cure al prato, interventi cesori ad arbusti e siepi e quant altro contemplato nelle opere di ordinaria manutenzione), pianificati anticipatamente con il Responsabile del Servizio Manutenzione o con il Dirigente della Sezione, dovranno essere certificati dal predetto professionista circa la razionalità d esecuzione. Ad ogni intervento effettuato dalla Ditta appaltatrice, il Responsabile della Manutenzione e il Dirigente della Sezione o un suo delegato, controfirmeranno la certificazione dei lavori eseguiti. Eventuali interventi di manutenzione straordinaria dovranno essere concordati preventivamente con il Responsabile del Servizio Manutenzione. Per tali prestazioni, la Ditta appaltatrice dovrà applicare i prezzi di listino nazionale previsti dall Assoverde per le opere e forniture. ART. 7 REQUISITI PER LA PARTECIPAZIONE Per la partecipazione sono richieste le seguenti capacità dei concorrenti: 1) ISCRIZIONI: Le Ditte partecipanti dovranno: - essere in possesso di iscrizione nel registro della C.C.I.A.A. per l attività oggetto dell appalto; - se costituenti cooperativa, essere iscritte nell apposito Registro Prefettizio; - se costituenti consorzio fra cooperative, essere iscritte nello schedario generale della cooperazione presso il Ministero del Lavoro. 2) ASSENZE DI CAUSE DI ESCLUSIONE: Le Ditte, e per esse, con riferimento ai requisiti personali, i legali rappresentanti e costituenti il consiglio di amministrazione, a pena di esclusione, dovranno: essere esenti dalle cause di esclusione dalla partecipazione alle gare d'appalto previste dall art comma 1 - del D.Lgs n. 163; essere in regola, ai sensi dell'art. 17 Legge n. 68/99, con le norme che disciplinano il diritto al lavoro dei disabili; non avere rapporti di collegamento o controllo con altre imprese partecipanti alla gara, intesi in relazione all'art c.c., in forma singola o raggruppata. ART. 8 CAPACITA ECONOMICO-FINANZIARIA E TECNICO-PROFESSIONALE A pena di esclusione, il concorrente dovrà fornire dimostrazione della capacità economico e finanziaria attraverso la presentazione di una dichiarazione, in originale o resa autentica nelle forme di legge, di almeno un istituto bancario o intermediario autorizzato al sensi del D.Lgs. 1 settembre l993 n. 385, attestante la solidità economica e finanziaria ai fini dell'assunzione del presente servizio; in caso di R.T.I. la dichiarazione dovrà essere presentata da ciascuna delle ditte facenti parte del raggruppamento.

6 Pagina 6 di 11 Inoltre, saranno ammesse a partecipare alla procedura di gara esclusivamente le ditte che abbiano conseguito un fatturato globale per servizi eseguiti nel settore oggetto della gara, nel triennio , il cui ammontare complessivo non sia inferiore ad ,00 oltre Iva. A dimostrazione del possesso della capacità tecnica e professionale, la ditta concorrente dovrà rendere dichiarazione attestante l elenco dei principali servizi analoghi eseguiti negli ultimi tre esercizi finanziari ( ) a favore di enti pubblici e/o privati, con l indicazione dei relativi importi, delle date e dei destinatari. A pena di esclusione, i concorrenti dovranno dimostrare di aver effettuato, nel suddetto triennio, almeno un servizio analogo, di importo non inferiore a quello posto a base d asta, Iva esclusa. ART. 9 RAGGRUPPAMENTI DI IMPRESE Sono ammesse a presentare offerta anche imprese appositamente e temporaneamente raggruppate secondo le modalità di cui all art. 37 del D.lgs. 163/2006 e s.m.i., gruppi europei di interesse economico e consorzi di imprese e/o cooperative secondo le modalità previste all art. 34 del D.lgs. 163/2006 e s.m.i.. Le imprese sono tenute al rispetto delle prescrizioni e dei divieti di cui agli artt. 36 e 37 del D.lgs. 163/2006 e s.m.i., pena l esclusione dalla gara. In relazione al precedente art. 7, i requisiti di ordine generale e di idoneità professionale debbono essere soddisfatti da ciascuna Ditta facente parte del raggruppamento. Le capacità economiche, finanziarie e tecniche richieste potranno essere soddisfatte attraverso la sommatoria dei requisiti posseduti da ciascuna impresa facente parte del raggruppamento. Le referenze bancarie richieste al successivo art lettera e), dovranno essere presentate da ciascuna impresa facente parte del raggruppamento. ART. 10 MODALITÀ' DI PRESENTAZIONE DELL'OFFERTA: Le Ditte, a pena di esclusione, per partecipare alla procedura di gara devono far pervenire all'ufficio Protocollo dell'istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno via Salute n Portici (Na) - entro le ore 13 del un plico chiuso debitamente controfirmato sui lembi di chiusura e sigillato con nastro adesivo trasparente recante all'esterno la seguente dicitura: OFFERTA GARA PER IL SERVIZIO BIENNALE DI MANUTENZIONE DELLE AREE VERDI con indicazione del nominativo del mittente. Il suddetto plico dovrà pervenire nei seguenti modi: a mezzo del Servizio Postale di Stato; a mezzo di agenzia autorizzata; a mano, nei giorni feriali, escluso il sabato, dalle ore 9.00 alle ore Il suddetto plico dovrà contenere n. 2 (due) buste separate, debitamente chiuse con sigilli o nastro adesivo trasparente, controfirmate sui lembi di chiusura, e recanti sul dorso la ragione sociale, l indirizzo della Ditta offerente e l oggetto della gara, contraddistinte nel modo seguente: 1. Una busta recante l'indicazione "DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA"; 2. Una busta recante l'indicazione "OFFERTA ECONOMICA". DOCUMENTAZIONE RICHIESTA: 1. La busta recante l'indicazione "DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA" dovrà contenere, a pena di esclusione, quanto segue: - a) ISTANZA DI PARTECIPAZIONE alla gara redatta utilizzando il modello Allegato A, resa dal legale rappresentante dell'impresa ai sensi degli artt. 46, 47 e 76 del DPR n. 445, corredata da copia fotostatica non autenticata di un documento di identità valido del sottoscrittore. - b) CAUZIONE PROVVISORIA di importo pari a 1.648,00 da presentare in conformità ed alle condizioni previste dall' art.12 del presente Capitolato Speciale d Appalto. - c) COPIA DEL PRESENTE CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO sottoscritto dal legale rappresentante per accettazione incondizionata. - d) N. 4 CERTIFICAZIONI attestanti che la ditta ha effettuato il SOPRALLUOGO presso ognuna delle sedi

7 Pagina 7 di 11 in cui dovrà essere svolto il servizio; - e) N.1 DICHIARAZIONE da cui risulti la solidità economica e finanziaria del concorrente, rilasciata da istituto bancario o intermediario autorizzato ex D.Lgs n. 385; - f) MODELLO D.U.V.R.I., debitamente timbrato e sottoscritto in ogni sua pagina dal legale rappresentante per accettazione incondizionata, ai sensi dell art. 26, comma 3, del D. Lgs. 9 aprile 2008, n. 81 e successive modificazioni ed integrazioni. 2. La busta recante l'indicazione "OFFERTA ECONOMICA" dovrà contenere quanto segue: una DICHIARAZIONE D'OFFERTA, in bollo nelle forme di legge, redatta utilizzando il modello predisposto di cui all Allegato B. Tale offerta dovrà essere, a pena di esclusione, timbrata e sottoscritta dal legale rappresentante della Ditta concorrente, con firma leggibile e per esteso. L offerta compilata in contravvenzione della legge sul bollo, comporterà la comunicazione all Ufficio Finanziario competente e l applicazione delle sanzioni in vigore previste dal D.P.R. n. 642/72 e successive modificazioni e d integrazioni. In caso di partecipazione alla gara di imprese appositamente e temporaneamente raggruppate, ai sensi dell art. 37 del D.Lgs. n. 163/06, l offerta dovrà essere sottoscritta da tutte le imprese raggruppate e dovrà specificare le parti del servizio che saranno eseguite dalle singole imprese. NORME GENERALI: l offerta avrà validità per 90 giorni dalla data di scadenza fissata per la ricezione delle stesse, trascorsi i quali, senza formale comunicazione di affidamento del servizio, le imprese potranno svincolarsi da ogni impegno. Resta inteso che il recapito dei plichi rimane ad esclusivo rischio del mittente ove per qualsiasi motivo gli stessi non giungano a destinazione in tempo utile. Oltre il termine di scadenza non si riterrà valida alcuna offerta anche se sostitutiva e/o aggiuntiva ad offerta precedente. A tal fine farà fede il timbro d'arrivo apposto dall'ufficio Protocollo dell Istituto. Non saranno presi in considerazione i plichi che non risultino pervenuti entro le ore del , che non rispettano le modalità previste nel presente capitolato o sui quali non sia apposta l'indicazione dell'oggetto della gara, oppure non sia apposta l'indicazione del mittente. SVOLGIMENTO DELLE OPERAZIONI DI GARA: Il giorno alle ore 10.00, presso la sede dell Istituto via Salute n. 2, in Portici, la Commissione, in prima seduta pubblica, procederà alle operazioni di gara che si svolgeranno secondo le sottonotate fasi: PRIMA SEDUTA PUBBLICA Nella prima seduta pubblica, il Presidente della gara procederà alle seguenti operazioni: verifica del rispetto del termine perentorio di ricezione e la regolarità esterna dei plichi presentati; apertura dei plichi dei concorrenti ammessi a tale fase della gara; verifica della presenza all interno di ciascun plico delle seguenti buste: o Documentazione Amministrativa o Offerta Economica accantonamento delle buste contenenti le offerte economiche; apertura delle buste Documentazione Amministrativa per l ammissione alla gara di ogni singolo concorrente e verifica della completezza e regolarità della documentazione amministrativa richiesta nonché verifica del possesso delle iscrizioni e dei requisiti di capacità soggettiva, finanziaria, economica e tecnica; ammissione alla fase successiva delle Ditte la cui documentazione amministrativa sia risultata completa e conforme a quanto richiesto o esclusione motivata delle stesse; sorteggio pubblico per individuare un numero di offerenti non inferiore al 10 per cento delle offerte presentate, arrotondato all unità superiore, cui verrà richiesto di comprovare, entro dieci giorni dalla data della richiesta, il possesso dei requisiti di capacità economicofinanziaria e tecnico-organizzativa, mediante presentazione, ai fini dell applicazione dell art.

8 Pagina 8 di 11 48, comma 1, del D.Lgs. n. 163/06, la seguente documentazione: bilanci o estratti di bilanci riferiti agli ultimi tre esercizi finanziari; certificati rilasciati e vistati da enti pubblici e/o privati, riferiti ai servizi analoghi svolti nel triennio Qualora tale prova non fosse fornita, ovvero non fossero confermate le dichiarazioni contenute nel istanza di partecipazione di cui all Allegato A, l IZSM procederà all esclusione del concorrente dalla gara, all incameramento della cauzione provvisoria ed alla segnalazione del fatto all Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture, per l irrogazione delle sanzioni previste. SECONDA SEDUTA PUBBLICA Nella seconda seduta pubblica, che avrà luogo presso la sede dell Istituto via Salute n. 2, in Portici, in data ed ora che saranno comunicate sul sito internet dell Ente, con un preavviso di almeno cinque giorni, il Presidente della gara procederà alla apertura della busta Offerta economica dei soli concorrenti ammessi a questa fase della gara. La Commissione di gara disporrà l aggiudicazione provvisoria del servizio a favore del concorrente che avrà presentato l offerta più vantaggiosa sotto il profilo economico, fatta salva la verifica della sua congruità. ART. 11 FASI DI AGGIUDICAZIONE Il Presidente della gara procederà all aggiudicazione in via provvisoria. L aggiudicazione, immediatamente vincolante per il soggetto aggiudicatario, non è obbligatoria per l Amministrazione sino a quando non sarà approvata con formale atto deliberativo da parte del Competente Organo di Gestione. L aggiudicazione definitiva è comunque subordinata alla verifica delle dichiarazioni rese in sede di gara, nonché alla verifica dell insussistenza delle cause ostative previste dal precedente art. 7. Qualora l aggiudicatario non fornisca tale prova, ovvero non confermi le dichiarazioni contenute nel modulo Allegato A, l Istituto procederà all esclusione del concorrente dalla gara, all escussione della relativa cauzione provvisoria e alla segnalazione del fatto all Autorità per i provvedimenti di cui all art. 6, comma 11, del D.Lgs. n. 163/06. ART. 12 CAUZIONE PROVVISORIA L'appaltatore deve corredare l'offerta con una cauzione provvisoria, a pena di inammissibilità, a garanzia della irrevocabilità dell offerta, della veridicità e autenticità delle dichiarazioni rese e documentazione prodotta, pari al 2% dell importo a base d asta al netto di IVA e pertanto corrispondente ad 1.648,00. Tale cauzione può essere prestata anche mediante fideiussione bancaria o polizza assicurativa, rilasciata dagli intermediari finanziari iscritti nell elenco speciale di cui all art. 107 del D.Lgs. n. 385/93, che, a pena di inammissibilità deve: a) indicare testualmente il seguente oggetto gara con procedura aperta per l affidamento del servizio biennale di manutenzione ordinaria delle aree verdi ; b) garantire l obbligazione di sottoscrivere il contratto alle condizioni indicate nell offerta in ipotesi di aggiudicazione della gara; c) prevedere espressamente la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale; d) prevedere che il pagamento garantito avverrà non oltre quindici giorni dal ricevimento della semplice richiesta scritta dall Amministrazione, presentata a mezzo di lettera raccomandata A/R; e) avere validità di almeno novanta giorni dalla data di scadenza delle offerte come previste nel bando di gara. Per l aggiudicatario, la cauzione provvisoria è svincolata automaticamente al momento della sottoscrizione del contratto medesimo,mentre ai non aggiudicatari, sarà restituita entro trenta giorni all aggiudicazione. Nel caso di raggruppamento temporaneo di imprese, la cauzione dovrà essere presentata dalla mandataria. ART. 13 CAUZIONE DEFINITIVA Entro 10 (dieci) giorni naturali e continui dall'avvenuta comunicazione dell'aggiudicazione, la Ditta interessata dovrà provvedere alla costituzione del deposito cauzionale, nella misura del 10% dell'importo dell'aggiudicazione, mediante presentazione di fidejussione bancaria o polizza fidejussoria rilasciata da

9 Pagina 9 di 11 Assicurazione in possesso dei requisiti previsti dalla legge n. 348 e successivi aggiornamenti (D.Lgs. n. 385/93 ), per la costituzione di cauzioni con polizze fidejussorie a garanzia delle obbligazioni assunte verso lo Stato ed altri enti pubblici. In caso di aggiudicazione con importo da cui risulti un ribasso rispetto all importo a base di gara superiore al 10 per cento, la garanzia fideiussoria è aumentata di tanti punti percentuali quanti sono quelli eccedenti il 10 per cento, ove il ribasso sia superiore al 20 per cento, l aumento è di due punti percentuali per ogni punto di ribasso superiore al 20 per cento. La fidejussione bancaria o la polizza assicurativa di cui al primo capoverso, dovrà prevedere espressamente la rinuncia da parte della Società Assicuratrice della preventiva escussione da parte del debitore principale e la sua operatività entro 15 giorni a semplice richiesta scritta dell Istituto. Nel caso in cui la Ditta aggiudicataria non provvederà a costituire la cauzione nei termini indicati, l'istituto dichiarerà la Ditta decaduta dall aggiudicazione e dal diritto di eseguire la prestazione. La cauzione sarà restituita solo dopo la conclusione del contratto. Nessun interesse è dovuto sulle somme e sui valori costituenti il deposito cauzionale. Nel caso di raggruppamento temporaneo di imprese, la cauzione dovrà essere presentata dalla mandataria. ART. 14 PRESCRIZIONI Per lo svolgimento del servizio la Ditta dovrà impiegare esclusivamente personale di sicura moralità e si obbliga a sollevare l Istituto da qualsiasi responsabilità derivante da eventuali azioni proposte direttamente nei confronti dell Istituto stesso, da parte di dipendenti della Ditta ai sensi dell art C.C., così come si obbliga a sollevare lo stesso Istituto da qualsiasi conseguenza dannosa che terzi, persone o cose dovessero subire, in dipendenza del servizio prestato. L Istituto non assume alcuna responsabilità per danni, infortuni ed altro che dovessero derivare all Impresa ed ai suoi dipendenti nella esecuzione del servizio. La Ditta, inoltre, si impegna al rispetto delle norme contrattuali collettive nazionali ed integrative, previdenziali ed antinfortunistiche vigenti per il settore cui appartiene, con particolare riferimento alle norme che garantiscono l'occupazione, impegnandosi a fornire la prova di avere regolarmente adempiuto gli obblighi relativi al rapporto di lavoro con esso instaurato ed alle norme sulla sicurezza ed igiene del lavoro. A tal proposito la Ditta aggiudicataria dovrà sottoscrivere prima dell inizio dell appalto il piano di sicurezza generale predisposto dall Istituto e richiedere al Servizio Prevenzione e Protezione, tutte le informazioni relative agli obblighi da osservare ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e successive modificazioni ed integrazioni durante l esecuzione del contratto. ART. 15 PENALI L appaltatore è responsabile dell operato del personale dipendente da esso. Nella eventualità che si accertasse la responsabilità del personale della Ditta appaltatrice, la stessa risponderà direttamente nella misura che sarà accertata dall Amministrazione. L appaltatore si impegna altresì a stipulare e a mantenere in vigore una polizza assicurativa per la responsabilità civile presso terzi per fatti propri o dei propri dipendenti nell esercizio delle loro attività con il massimale previsto dalle vigenti disposizioni. Per ogni inadempimento di lieve entità e/o ritardo nell esecuzione del servizio, nonché cattiva esecuzione dello stesso, a carico dell appaltatore verrà applicato una penale variabile tra 100,00 ed 400,00 oltre le spese. L applicazione delle penali e/o la risoluzione del contratto saranno precedute da formali contestazioni degli addebiti da parte della Direzione dell Istituto a mezzo lettera raccomandata A.R. All appaltatore è assegnato il termine di giorni cinque per presentare eventuali controdeduzioni. ART. 16 RISOLUZIONE DEL CONTRATTO L istituto si riserva la facoltà di risolvere immediatamente il contratto qualora si verifichino, da parte della ditta appaltatrice, gravi inadempienze o gravi negligenze contestate per iscritto dal competente Ufficio dell Istituto. Alla risoluzione del Contratto, ai sensi e per gli effetti dell'art C.C., si addiviene a) nel caso di subappalto del servizio e/o cessione anche parziale del contratto stesso; b) nel caso di impiego di personale non sufficiente a garantire il livello di efficienza del servizio;

10 Pagina 10 di 11 c) nel caso di comportamento non corretto da parte dei dipendenti e comunque non consono all'ambiente nel quale svolgere il servizio; d) nel caso di inadempimento degli obblighi a carico della ditta previsti nel presente Capitolato relativo alle assicurazioni e obblighi derivanti dal rapporto di lavoro subordinato. Nei casi riportati alle precedenti lettere a), b), c), la risoluzione si verifica di diritto, spettando all'istituto il solo onere di dichiarare per iscritto alla ditta appaltatrice che intende avvalersi della clausola risolutiva espressa. Nel caso riportato alla precedente lettera d) la risoluzione del contratto si avrà quando sarà decorso inutilmente il termine di 15 (quindici) giorni dal ricevimento della diffida ad adempiere che l'istituto invierà per iscritto alla ditta appaltatrice. In tutti i casi di risoluzione del contratto la cauzione definitiva sarà incamerata dall Istituto a titolo di penale e fatti salvi comunque i maggiori danni. ART. 17 ONERI CONTRATTUALI La Ditta appaltatrice dovrà assumere a totale suo carico l onere e le spese riguardanti la registrazione del contratto presso il competente Ufficio del Registro. L Istituto ha la facoltà di dichiarare decaduta l aggiudicazione nel caso in cui l aggiudicatario non provveda nel termine stabilito alla stipula del contratto. ART. 18 ASSICURAZIONI Qualora la Ditta aggiudicataria non ne fosse già in possesso, dovrà provvedere alla stipula di adeguata polizza assicurativa a copertura di eventuali rischi derivanti dalle operazioni svolte nell'ambito del servizio e sollevando l'ente medesimo da qualsiasi responsabilità diretta o indiretta derivante. ART. 19 OBBLIGHI DELL APPALTATORE L appaltatore è tenuto ad applicare, nei confronti del personale dipendente, il contratto nazionale di lavoro per la categoria e tutte le disposizioni vigenti in materia di assicurazioni sociali e previdenziali, fiscali, tributarie e di sicurezza ed igiene del lavoro. Eventuale risarcimenti nei confronti dei lavoratori dipendenti derivanti da inadempienza al C.C.N.L. e/o da infortuni rimangono a carico della ditta aggiudicataria. ART. 20 PAGAMENTI 1. Ai fini del pagamento del canone complessivo, la Ditta aggiudicataria dovrà emettere fatture mensili in maniera distinta per le n. 4 Unità Operative. Ogni fattura dovrà riportare il corrispettivo dovuto per le prestazioni effettuate periodicamente presso la relativa sede. 2. Le fatture in regola con le vigenti disposizioni legislative, debitamente corredate della certificazione di esecuzione della prestazione a regola d arte, rilasciata dal Responsabile del Servizio Manutenzione ed il Dirigente della Sezione o un suo delegato, saranno ammesse al pagamento a mezzo bonifico bancario entro trenta giorni dal ricevimento della fattura. 3. Dall importo della fattura, in sede di liquidazione, verrà defalcato l'ammontare delle eventuali penalità comminate ai sensi del presente Capitolato d'appalto. 4. Pena il mancato pagamento, ogni fatturazione dovrà essere corredata altresì della bolla ecologica dalla quale risulti,fra l altro, l impianto di smaltimento finale dei rifiuti. La Ditta aggiudicataria dovrà ottemperare, a pena di nullità dell affidamento, agli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari di cui all art. 3 della Legge , n. 136 e succ. mod. ed int. Ai sensi dell art. 3, comma 7, della suddetta Legge, la Ditta stessa dovrà comunicare all Istituto gli estremi identificativi dei conti correnti dedicati, di cui al comma 1 del medesimo articolo, entro sette giorni dalla loro accensione, nonché, nello stesso termine, le generalità e il codice fiscale delle persone delegate ad operare su di essi. ART OBBLIGHI DI RISERVATEZZA E DI SEGRETEZZA - TUTELA DELLA PRIVACY L'Impresa assume l'obbligo di agire in modo che il personale dipendente, incaricato di effettuare le prestazioni contrattuali, mantenga riservati i dati e le informazioni di cui venga in possesso, non li divulghi e non ne faccia

11 Pagina 11 di 11 oggetto di sfruttamento. L'Amministrazione, parimenti, assume l'obbligo di mantenere riservate le informazioni tecniche portate a sua conoscenza dall'impresa, nello svolgimento del rapporto contrattuale, come informazioni riservate. Ai sensi del D.Lgs. 196/2003, i dati forniti dai partecipanti alla gara saranno raccolti e pubblicati come previsto dalle norme in materia di appalti pubblici. Il conferimento dei dati ha natura facoltativa, e si configura più esattamente come onere, nel senso che il concorrente, se intende partecipare alla gara o aggiudicarsi l appalto, deve rendere la documentazione richiesta dall'amministrazione aggiudicatrice in base alla vigente normativa; la conseguenza di un eventuale rifiuto di rispondere consiste nell'esclusione dalla gara o nella decadenza dall'aggiudicazione. L Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno informa le Ditte partecipanti che tratterà i dati personali forniti e quelli raccolti presso altre PP. AA. esclusivamente in virtù di quanto previsto dalla normativa sugli appalti (D.Lgs. 163/06 e ss.mm.ii.) applicabile al bando in oggetto e con la sola finalità di procedere alla verifica dell esistenza dei requisiti tecnici e professionali richiesti per procedere alla valutazione ed all eventuale aggiudicazione dell appalto. Le informazioni, consistenti in dati comuni e giudiziari (dati del casellario giudiziale) saranno trattate con modalità strettamente necessarie al perseguimento delle predette finalità da dipendenti dell Istituto, appositamente individuati quali incaricati e/o responsabili del trattamento. Tali dati saranno conservati in archivi cartacei ed informatici per il periodo strettamente necessario per le finalità del trattamento. Le Ditte partecipanti potranno esercitare i diritti di cui all art. 7 D.Lgs. 196/03 e, in particolare, il diritto di accedere ai propri dati personali, di chiederne la rettifica, l aggiornamento e la cancellazione, se incompleti, erronei o raccolti in violazione della legge, nonché di opporsi al loro trattamento per motivi legittimi, rivolgendosi all Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno in persona del Commissario, legale rappresentante, in qualità di Titolare del trattamento, con sede in Portici, alla via Salute n. 2, tramite istanza indirizzata al Servizio Provveditorato. ART. 22 SUBAPPALTO E ammesso il subappalto secondo forme e limiti di cui all art. 118 del D.Lgs. n. 163/06. In ogni caso, il subappalto sarà consentito soltanto a condizione che i concorrenti già all atto dell offerta abbiano indicato le parti del servizio che intendono subappaltare. Il pagamento del dovuto avverrà unicamente in favore della Ditta aggiudicataria del servizio e/o servizi, il quale dovrà conformarsi alle disposizioni previste dall art comma 3 - della prefata normativa. ART. 23 RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO Il Responsabile Unico del Procedimento, ai sensi dell art. 10 del D.Lgs. 163/06 è il rag. Massimo Picarelli, Coordinatore dei Servizi Tecnici dell Istituto, al quale le Ditte concorrenti potranno rivolgere eventuali richieste di chiarimento riguardanti il servizio oggetto del presente appalto, al recapito telefonico 081/ ART. 24 RICHIESTA INFORMAZIONI Informazioni di carattere amministrativo possono essere richieste all Ufficio Provveditorato dalle ore 9,00 alle ore 13,00 dei giorni feriali, sabato escluso, sia di persona che a mezzo telefono (tel. 081/ ). ART. 25 RICHIAMO ALLA NORMATIVA GENERALE E FORO COMPETENTE 1. Per quanto non espressamente disciplinato e previsto nel presente capitolato, si rinvia alla vigente normativa in materia di contabilità dello Stato, di appalti pubblici di forniture e servizi e di contratti. 2. Per ogni e qualsivoglia controversia che dovesse insorgere in dipendenza della presente gara è competente il Foro di Napoli. RE/re IL COMMISSARIO Dr. Antonio LIMONE

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELL OFFERTA E CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELL OFFERTA E CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE ALL. A AFFIDAMENTO AI SENSI DELL ART. 125 COMMI 10 E 11 DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. DEL SERVIZIO DI PULIZIA E FACCHINAGGIO PER LA SEDE DELLA SOGESID S.P.A. DI ROMA E PER LA FORESTERIA MODALITÀ DI PRESENTAZIONE

Dettagli

CIG 567040563B. 1. STAZIONE APPALTANTE : MILANO RISTORAZIONE S.p.A.- Ufficio Acquisti e Contratti - Via B. Quaranta n.41- Milano. tel.

CIG 567040563B. 1. STAZIONE APPALTANTE : MILANO RISTORAZIONE S.p.A.- Ufficio Acquisti e Contratti - Via B. Quaranta n.41- Milano. tel. BANDO DI GARA: APPALTO N. 1/2014 CIG 567040563B 1. STAZIONE APPALTANTE : MILANO RISTORAZIONE S.p.A.- Ufficio Acquisti e Contratti - Via B. Quaranta n.41- Milano. tel. 02/88463.267 Fax 02/884.66.237 2.

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L INDIVIDUAZIONE DI UN SOGGETTO CUI AFFIDARE IL SEGUENTE SERVIZIO:

AVVISO PUBBLICO PER L INDIVIDUAZIONE DI UN SOGGETTO CUI AFFIDARE IL SEGUENTE SERVIZIO: AVVISO PUBBLICO PER L INDIVIDUAZIONE DI UN SOGGETTO CUI AFFIDARE IL SEGUENTE SERVIZIO: REALIZZAZIONE COLLEGAMENTI INTERNET FRA LE SEDI COMUNALI, FRA LE SEDI COMUNALI E SITI ESTERNI OVVERO FRA SITI ESTERNI

Dettagli

ParmaInfanzia S.p.A.

ParmaInfanzia S.p.A. Sede Legale: via Tonale n. 6, 43100 Parma - Tel. 0521/709511; Sede Amministrativa: via Colorno n. 63, 43100 Parma; Tel. 0521/600611, Fax 0521/606260; Bando di gara mediante Pubblico Incanto per la gestione

Dettagli

COMUNE DI AREZZO DIREZIONE SERVIZI FINANZIARI SERVIZIO GARE E PATRIMONIO DISCIPLINARE DI GARA

COMUNE DI AREZZO DIREZIONE SERVIZI FINANZIARI SERVIZIO GARE E PATRIMONIO DISCIPLINARE DI GARA COMUNE DI AREZZO DIREZIONE SERVIZI FINANZIARI SERVIZIO GARE E PATRIMONIO DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE 1 In esecuzione della deliberazione di Consiglio

Dettagli

BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA UFFICI E SERVIZI COMUNALI E DI CUSTODIA DI PALAZZO CUSANO ANNO 2010

BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA UFFICI E SERVIZI COMUNALI E DI CUSTODIA DI PALAZZO CUSANO ANNO 2010 BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA UFFICI E SERVIZI COMUNALI E DI CUSTODIA DI PALAZZO CUSANO ANNO 2010 ENTE APPALTANTE: Comune di Cusano Milanino Piazza Martiri di

Dettagli

9LD'H/HR%ULQGLVL 8IISURYYHGLWRUDWRHG(FRQRPDWRWHO BANDO DI GARA

9LD'H/HR%ULQGLVL 8IISURYYHGLWRUDWRHG(FRQRPDWRWHO BANDO DI GARA PROVINCIA DI BRINDISI 9LD'H/HR%ULQGLVL 8IISURYYHGLWRUDWRHG(FRQRPDWRWHO BANDO DI GARA FORNITURA ARREDI SCOLASTICI (poltroncine per auditorium) PER LE ESIGENZE DEGLI ISTITUTI DI PERTINENZA PROVINCIALE. Per

Dettagli

Bando fornitura mezzi centro trasferenza di Atina BANDO DI GARA PER L APPALTO DI FORNITURA DI N.1 AUTOMEZZO PER TRASPORTO DEI RIFIUTI

Bando fornitura mezzi centro trasferenza di Atina BANDO DI GARA PER L APPALTO DI FORNITURA DI N.1 AUTOMEZZO PER TRASPORTO DEI RIFIUTI BANDO DI GARA PER L APPALTO DI FORNITURA DI N.1 AUTOMEZZO PER TRASPORTO DEI RIFIUTI A. AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE Società Ambiente Frosinone S.p.A. S.P. Ortella Km. 3 03030 Colfelice (Frosinone) Tel.

Dettagli

COMUNE DI GROSSETO DIREZIONE PROVVEDITORATO

COMUNE DI GROSSETO DIREZIONE PROVVEDITORATO COMUNE DI GROSSETO DIREZIONE PROVVEDITORATO Appalto per la fornitura di cancelleria, oggettistica per ufficio e carta per fotocopie e buste. DISCIPLINARE DI GARA Il presente disciplinare di gara, che costituisce

Dettagli

CITTA DI MONTEGROTTO TERME

CITTA DI MONTEGROTTO TERME Allegato 2) alla determinazione dei Servizi Sociali n.... del... CITTA DI MONTEGROTTO TERME PROVINCIA DI PADOVA Servizi Sociali BANDO DI GARA DI PUBBLICO INCANTO RELATIVO ALL APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA

Dettagli

COMUNE DI FRABOSA SOTTANA P r o v i n c i a d i C u n e o

COMUNE DI FRABOSA SOTTANA P r o v i n c i a d i C u n e o COMUNE DI FRABOSA SOTTANA P r o v i n c i a d i C u n e o Via IV Novembre, 12 C.A.P. 12083 - Tel.0174/244481-2 - Fax.0174/244730 e-mail: comune@comune.frabosa-sottana.cn.it PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Procedura negoziata con aggiudicazione mediante il ricorso al criterio del prezzo più basso per la fornitura di lavoratori in somministrazione 1. Finalità e oggetto. Il presente atto

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA A1993/08-3 DISCIPLINARE DI GARA Allegato B) Alla determina n. del OGGETTO: Disciplinare di gara per il servizio di somministrazione lavoro a tempo determinato. Art. 1 Procedura semplificata ai sensi degli

Dettagli

M A R I G L I A N O BANDO DI GARA OGGETTO: GARA DI PUBBLICO INCANTO PER APPALTO SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI IL RESPONSABILE RENDE NOTO

M A R I G L I A N O BANDO DI GARA OGGETTO: GARA DI PUBBLICO INCANTO PER APPALTO SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI IL RESPONSABILE RENDE NOTO M A R I G L I A N O BANDO DI GARA OGGETTO: GARA DI PUBBLICO INCANTO PER APPALTO SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI IL RESPONSABILE In esecuzione della determina n.879 del 30.12.2005 RENDE NOTO

Dettagli

ISTITUTO DI SANTA MARGHERITA Piazza Santa Balbina, 8-00153 Roma, Tel 06 5750955 Fax 0657138655

ISTITUTO DI SANTA MARGHERITA Piazza Santa Balbina, 8-00153 Roma, Tel 06 5750955 Fax 0657138655 DISCIPLINARE DI GARA Art. 1 - OGGETTO DELL APPALTO L'appalto ha per oggetto il servizio di pulizia dei locali della sede dell Istituto di Santa Margherita. Art. 2 - LUOGO DI ESECUZIONE DELL'APPALTO I servizi

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLE REGIONI LAZIO E TOSCANA DISCIPLINARE DI GARA Procedura negoziata di cottimo fiduciario per l affidamento della fornitura biennale di gas speciali e azoto liquido

Dettagli

COMUNE DI GUAGNANO PROVINCIA DI LECCE BANDO DI GARA

COMUNE DI GUAGNANO PROVINCIA DI LECCE BANDO DI GARA COMUNE DI GUAGNANO PROVINCIA DI LECCE SETTORE SERVIZI SOCIALI via Emilia Romagna tel. 0832/704360 fax 0832/705009 E-mail: servizisociali@comune.guagnano.le.it BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER L ACQUISTO

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA CESSIONE DEL CREDITO PRO SOLUTO

DISCIPLINARE DI GARA CESSIONE DEL CREDITO PRO SOLUTO DISCIPLINARE DI GARA CESSIONE DEL CREDITO PRO SOLUTO ART. 1 - OGGETTO DEL SERVIZIO Napoli Sociale S.p.A. di seguito più semplicemente Azienda, ha indetto gara, a mezzo procedura aperta ai sensi del D.lgs.

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI DISCIPLINARE DI GARA Procedura negoziata di cottimo fiduciario per l affidamento della fornitura di n. 10 contatori automatizzati

Dettagli

Disciplinare di gara. Il plico contenente la domanda di partecipazione unitamente alle offerte, pena l esclusione dalla

Disciplinare di gara. Il plico contenente la domanda di partecipazione unitamente alle offerte, pena l esclusione dalla PUBBLICO INCANTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI LAVAGGIO E SISTEMAZIONE DELLA VETRERIA E DEI MATERIALI DI LABORATORIO, PULIZIA DELLA STRUMENTAZIONE E DELLE SUPPELLETTILI DI LABORATORIO DELL AGENZIA

Dettagli

ENTE PARCO REGIONALE MIGLIARINO SAN ROSSORE MASSACIUCCOLI BANDO DI GARA

ENTE PARCO REGIONALE MIGLIARINO SAN ROSSORE MASSACIUCCOLI BANDO DI GARA ENTE PARCO REGIONALE MIGLIARINO SAN ROSSORE MASSACIUCCOLI BANDO DI GARA L Ente-Parco Regionale Migliarino San Rossore Massaciuccoli intende esperire pubblica gara a norma dell art. 6 lett. a) del d.lgs

Dettagli

APPALTI. REGIONE CAMPANIA - Bando di gara relativo alla trattativa multipla per l installazione di sistemi di allarme per l emergenza.

APPALTI. REGIONE CAMPANIA - Bando di gara relativo alla trattativa multipla per l installazione di sistemi di allarme per l emergenza. BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 9 DEL 20 FEBBRAIO 2006 APPALTI REGIONE CAMPANIA - Bando di gara relativo alla trattativa multipla per l installazione di sistemi di allarme per l emergenza.

Dettagli

Articolo 1 PROCEDURA DI GARA

Articolo 1 PROCEDURA DI GARA DISCIPLINARE DI GARA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI STABILI SEDE DEGLI UFFICI DEL CONSIGLIO REGIONALE IN TRIESTE LOTTO UNICO PERIODO TRE ANNI Articolo 1 PROCEDURA DI GARA L aggiudicazione

Dettagli

MODELLO DI ISTANZA DI AMMISSIONE E DI DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELLA DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA

MODELLO DI ISTANZA DI AMMISSIONE E DI DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELLA DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA MODELLO DI ISTANZA DI AMMISSIONE E DI DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELLA DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA Spett.le Trasporti Pubblici Monzesi S.P.A. Via Borgazzi, 35 20052 MONZA. OGGETTO : Istanza di ammissione

Dettagli

RETTIFICA BANDO DI GARA

RETTIFICA BANDO DI GARA AREA TECNICA SETTORE 7 URBANISTICA E AMBIENTE PEC: edilizia@pec.comune.roggianogravina.cs.it Via Bufaletto n 18-87017 Roggiano Gravina Tel. 0984/501538 Fax 0984/507389 C.F. 00355760786 Prot. 3418 del 17/04/

Dettagli

OSSERVATORIO ASTRONOMICO DI ROMA Economato

OSSERVATORIO ASTRONOMICO DI ROMA Economato GARA DA ESPERIRE MEDIANTE PROCEDURA RISTRETTA (LICITAZIONE PRIVATA) PER L AFFIDAMENTO ANNUALE DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLA SEDE DELL OSSERVATORIO ASTRONOMICO DI ROMA SITA IN MONTE PORZIO CATONE (RM) E

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI UN GRUPPO DI SPREMITURA A FREDDO PER LA PRODUZIONE DI OLIO VEGETALE COMBUSTIBILE DISCIPLINARE DI GARA

PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI UN GRUPPO DI SPREMITURA A FREDDO PER LA PRODUZIONE DI OLIO VEGETALE COMBUSTIBILE DISCIPLINARE DI GARA PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI UN GRUPPO DI SPREMITURA A FREDDO PER LA PRODUZIONE DI OLIO VEGETALE COMBUSTIBILE DISCIPLINARE DI GARA I N D I C E Art. 1 Premessa Art. 2 Condizioni di ammissione alla

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 67 DEL 19 DICEMBRE 2005

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 67 DEL 19 DICEMBRE 2005 REGIONE CAMPANIA - Settore Provveditorato ed Economato - Via P. Metastasio, 25 80125 Napoli - Bando di gara proceduraper l affidamento per un biennio del servizio di stampa e distribuzione dei cedolini

Dettagli

REGIONE VENETO AZIENDA ULSS 16 DI PADOVA PADOVA FORNITURA DI UNA SOLUZIONE INFORMATICA-SOFTWARE E

REGIONE VENETO AZIENDA ULSS 16 DI PADOVA PADOVA FORNITURA DI UNA SOLUZIONE INFORMATICA-SOFTWARE E DISCIPLINARE DI PROCEDURA IN ECONOMIA REGIONE VENETO AZIENDA ULSS 16 DI PADOVA PADOVA FORNITURA DI UNA SOLUZIONE INFORMATICA-SOFTWARE E RELATIVI SERVIZI DI IMPLEMENTAZIONE E MANUTENZIONE PER IL CONTROLLO

Dettagli

C O M U N E D I C I N I S I P R O V I N C I A D I P A L E R M O

C O M U N E D I C I N I S I P R O V I N C I A D I P A L E R M O C O M U N E D I C I N I S I P R O V I N C I A D I P A L E R M O III Settore Lavori Pubblici I Ripartizione Lavori Pubblici Lettera d invito AFFIDAMENTO DI INCARICO PROFESSIONALE DI IMPORTO INFERIORE A

Dettagli

NORME DI QUALIFICAZIONE 2013

NORME DI QUALIFICAZIONE 2013 SISTEMA DI QUALIFICAZIONE PER FORNITURE DI GAS NATURALE NORME DI QUALIFICAZIONE 2013 Premessa: Brescia Trasporti S.p.A. intende istituire un proprio sistema di qualificazione al fine di selezionare operatori

Dettagli

FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA DISCIPLINARE DI GARA

FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA DISCIPLINARE DI GARA FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA DISCIPLINARE DI GARA OGGETTO DELLA FORNITURA Il presente appalto è relativo alla fornitura, consegna e installazione di attrezzature cardiovascolari, isotoniche e altro

Dettagli

Struttura flessibile La Venaria Reale e altri beni culturali. alberto.vanelli@regione.piemonte.it

Struttura flessibile La Venaria Reale e altri beni culturali. alberto.vanelli@regione.piemonte.it Struttura flessibile La Venaria Reale e altri beni culturali alberto.vanelli@regione.piemonte.it LETTERA D INVITO: PROCEDURA PER IL SERVIZIO DI FORNITURA E POSA DI NUOVA CALDAIA COMPLETA DI BRUCIATORE,

Dettagli

Prot. 3108/C27/d Venafro, 12 settembre 2013 RICHIESTA OFFERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI ASSICURAZIONE DEGLI ALUNNI A.S.

Prot. 3108/C27/d Venafro, 12 settembre 2013 RICHIESTA OFFERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI ASSICURAZIONE DEGLI ALUNNI A.S. ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE L. Pilla Via Maiella tel. 0865904216 fax 0865904216 cod fisc.80003310945 e-mail: isic82500p@istruzione.it PEC: istitutoleopoldopillavenafro@ecert.it 86079 V E N A F R O (IS)

Dettagli

SO.G.AER. S.p.A. FORNITURA DI N. 1 SPAZZATRICE AEROPORTUALE DISCIPLINARE DI GARA MODALITA' DI PRESENTAZIONE DELL'OFFERTA E DI AGGIUDICAZIONE

SO.G.AER. S.p.A. FORNITURA DI N. 1 SPAZZATRICE AEROPORTUALE DISCIPLINARE DI GARA MODALITA' DI PRESENTAZIONE DELL'OFFERTA E DI AGGIUDICAZIONE SO.G.AER. S.p.A. FORNITURA DI N. 1 SPAZZATRICE AEROPORTUALE DISCIPLINARE DI GARA MODALITA' DI PRESENTAZIONE DELL'OFFERTA E DI AGGIUDICAZIONE 1. Modalità di presentazione delle offerte Le offerte dovranno

Dettagli

ANCONAMBIENTE S.p.A. Via del Commercio n. 27-60127 Ancona AN

ANCONAMBIENTE S.p.A. Via del Commercio n. 27-60127 Ancona AN ANCONAMBIENTE S.p.A. Via del Commercio n. 27-60127 Ancona AN DISCIPLINARE DI GARA Servizio di recupero della frazione organica proveniente dalla raccolta differenziata 2014. CIG: 5387177717 CPV: 90513000

Dettagli

REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA PROTEZIONE CIVILE DELLA REGIONE

REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA PROTEZIONE CIVILE DELLA REGIONE Pagina 1 di 5 REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA PROTEZIONE CIVILE DELLA REGIONE CORSI DI GUIDA IN SICUREZZA DEI MEZZI FUORISTRADA PER I COORDINATORI, CAPISQUADRA E VOLONTARI DEI GRUPPI COMUNALI DI

Dettagli

TERMINE DI ESECUZIONE:

TERMINE DI ESECUZIONE: C O M U N E D I M O L A D I B A R I Provincia di Bari Settore VIII Lavori Pubblici e Manutenzioni Profilo Committente: www.comune.moladibari.ba.it BANDO DI GARA 1. STAZIONE APPALTANTE: Comune di Mola di

Dettagli

BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA

BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA procedura: art. 3, comma 37 e art. 55, comma 5, decreto legislativo n. 163 del 2006 criterio: offerta economicamente più vantaggiosa ai sensi dell art. 83 del decreto

Dettagli

Comune di Morino. Provincia di L Aquila. Ufficio Finanziario. OGGETTO: Invito a gara di licitazione privata per il Servizio di Tesoreria Comunale

Comune di Morino. Provincia di L Aquila. Ufficio Finanziario. OGGETTO: Invito a gara di licitazione privata per il Servizio di Tesoreria Comunale Raccom. A.R. Prot. del 04.02.2011 Spett.Le BANCA OGGETTO: Invito a gara di licitazione privata per il Servizio di Tesoreria Comunale E indetta da questa Amministrazione Comunale una gara di procedura negoziata

Dettagli

Provincia dell Aquila

Provincia dell Aquila Provincia dell Aquila B A N D O DI GARA MEDIANTE PUBBLICO INCANTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO ASSICURATIVO PER LA COPERTURA DEL RISCHIO RCT RCO L Amministrazione Provinciale dell Aquila Via S. Agostino

Dettagli

Tariffa Oraria Accordo Quadro x Ore stimate per la realizzazione =

Tariffa Oraria Accordo Quadro x Ore stimate per la realizzazione = Spettabile (Ragione Sociale Impresa) (Indirizzo completo) (cap) (Città) (Sigla Provincia) Richiesta di offerta trasmessa a mezzo (PEC/fax) OGGETTO: APPALTO SPECIFICO NELL AMBITO DELL ACCORDO QUADRO STIPULATO,

Dettagli

BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO CENTRO SOCIALE POLIFUNZIONALE IN FAVORE DI PERSONE DIVERSAMENTE ABILI DI ETA COMPRESA TRA I 18-65 ANNI

BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO CENTRO SOCIALE POLIFUNZIONALE IN FAVORE DI PERSONE DIVERSAMENTE ABILI DI ETA COMPRESA TRA I 18-65 ANNI COMUNE DI MUGNANO DEL CARDINALE (Provincia di Avellino) AMBITO TERRITORIALE A6 ISTITUZIONE SOCIALE BAIANESE VALLO di LAURO Organismo di gestione del Piano di zona sociale L.n. 328/00 Prot. n. 2576 del

Dettagli

Spett. le Ditta : Dipartimento Amministrativo Servizio Acquisizioni Beni

Spett. le Ditta : Dipartimento Amministrativo Servizio Acquisizioni Beni Spett. le Ditta : Dipartimento Amministrativo Servizio Acquisizioni Beni Oggetto: Invito a Gara in economia per la fornitura chiavi in mano di n. 1 autovettura modello Alfa Romeo 159 2.0 JTDm. Codesta

Dettagli

AZIENDA METROPOLITANA TRASPORTI CATANIA S.P.A. BANDO DI GARA CODICE CIG:60274297C1

AZIENDA METROPOLITANA TRASPORTI CATANIA S.P.A. BANDO DI GARA CODICE CIG:60274297C1 1 AZIENDA METROPOLITANA TRASPORTI CATANIA S.P.A. BANDO DI GARA CODICE CIG:60274297C1 1) Ente appaltante Azienda Metropolitana Trasporti Catania S.p.A. Via S. Euplio n 168, 95125 Catania (CT) Tel. 095/7519111

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACQUISTO DI BENI E SERVIZI DI FONDAZIONE COGEME ONLUS

REGOLAMENTO PER L ACQUISTO DI BENI E SERVIZI DI FONDAZIONE COGEME ONLUS REGOLAMENTO PER L ACQUISTO DI BENI E SERVIZI DI FONDAZIONE COGEME ONLUS INDICE 1) OGGETTO DEL REGOLAMENTO 2) NORMATIVA DI RIFERIMENTO PARTE I PRINCIPI GENERALI PARTE II CONTRATTI SOPRA SOGLIA 3) ACQUISTO

Dettagli

U.O. Protocollo dell Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie Viale dell Università n. 10 35020 Legnaro (PD).

U.O. Protocollo dell Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie Viale dell Università n. 10 35020 Legnaro (PD). Spett.le Ditta Oggetto: invito a gara a evidenza pubblica a mezzo procedura ristretta, per l affidamento del servizio di noleggio e di lavaggio, dei capi di vestiario da lavoro del personale che opera

Dettagli

Sono comprese nell'affidamento le attività indicate nel Capitolato Speciale d'appalto, parte integrante del presente avviso.

Sono comprese nell'affidamento le attività indicate nel Capitolato Speciale d'appalto, parte integrante del presente avviso. INDAGINE DI MERCATO PER AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DENOMINATO DOPOSCUOLA- LUDOTECA ARCOBALENO DA REALIZZARSI NEL COMUNE DI PONSACCO DA GENNAIO A GIUGNO 2016 A CURA DI FARMAVALDERA SRL. 1. Oggetto Farmavaldera

Dettagli

La procedura trova copertura su fondi del bilancio aziendale. L asta sarà presieduta dal Responsabile dell Unità Operativa Appalti e Contratti.

La procedura trova copertura su fondi del bilancio aziendale. L asta sarà presieduta dal Responsabile dell Unità Operativa Appalti e Contratti. AZIENDA METROPOLITANA TRASPORTI CATANIA S.P.A. BANDO DI GARA - CODICE CIG 66524363DA 1) Ente appaltante: Azienda Metropolitana Trasporti Catania S.p.A. via S. Euplio n. 168 95125 Catania (CT) tel. 095/7519111

Dettagli

BANDO DI GARA PROCEDURA RISTRETTA

BANDO DI GARA PROCEDURA RISTRETTA ASSESSORATO DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA DIREZIONE GENERALE DELLA PIANIFICAZIONE URBANISTICA TERRITORIALE E DELLA VIGILANZA EDILIZIA Servizio Affari Generali e Giuridici BANDO DI GARA PROCEDURA

Dettagli

1 PREMESSE 1.1 DEFINIZIONI

1 PREMESSE 1.1 DEFINIZIONI DISCIPLINARE DI GARA 1 PREMESSE Il presente Capitolato Speciale d Appalto descrive e disciplina le condizioni, le modalità ed i termini di esecuzione della fornitura di opere librarie e documentarie per

Dettagli

COMUNE DI FORMIA Provincia di Latina

COMUNE DI FORMIA Provincia di Latina COMUNE DI FORMIA Provincia di Latina GARA D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MONITORAGGIO, RAZIONALIZZAZIONE E CONTABILIZZAZIONE DEI COSTI RELATIVI AI SERVIZI DI TELEFONIA FISSA E MOBILE, ENERGIA

Dettagli

I.2) TIPO DI AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE E PRINCIPALI

I.2) TIPO DI AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE E PRINCIPALI MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE GUARDIA DI FINANZA REPARTO TECNICO LOGISTICO AMMINISTRATIVO LIGURIA BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

Dettagli

COMUNE DI PIETRAPERZIA

COMUNE DI PIETRAPERZIA COMUNE DI PIETRAPERZIA PROVINCI DI ENNA BANDO DI GARA OGGETTO: Affidamento del servizio Assistenza domiciliare anziani nel Comune di Pietraperzia in esecuzione della Delibera di Giunta Comunale n. 105

Dettagli

C O M U N E D I P I A N O R O

C O M U N E D I P I A N O R O CAPITOLATO RELATIVO ALLA GESTIONE DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA PER ALUNNI DISABILI Art. 1 - Oggetto e modalità di svolgimento del servizio Oggetto del presente capitolato è la gestione delle attività di

Dettagli

Bando di gara per l alienazione di automezzi dichiarati fuori uso.

Bando di gara per l alienazione di automezzi dichiarati fuori uso. Direzione generale Oggetto: Bando di gara per l alienazione di automezzi dichiarati fuori uso. La presente richiesta ha per oggetto il ritiro degli automezzi fuori uso depositati presso il Servizio Territoriale

Dettagli

S.C. TELECOMUNICAZIONI. Procedura negoziata per la manutenzione degli apparati fax Gara 08/D.04/10. Art. 1 Oggetto della procedura

S.C. TELECOMUNICAZIONI. Procedura negoziata per la manutenzione degli apparati fax Gara 08/D.04/10. Art. 1 Oggetto della procedura S.C. TELECOMUNICAZIONI SEDE LEGALE: Via San Secondo, 29 Torino, 22/11/2010 Prot. n. 124751/D.04.01.07.01 Spett. Ditta Oggetto: Procedura negoziata per la manutenzione degli apparati fax Gara 08/D.04/10

Dettagli

Istituto di Istruzione Secondaria Superiore

Istituto di Istruzione Secondaria Superiore LICEO "Francesco Crispi" TECNICO "Giovanni XXIII" PROFESSIONALE "A. Miraglia" Istituto di Istruzione Secondaria Superiore "Francesco Crispi" Via Presti, 2-92016 Ribera (Ag) Tel. 0925 61523 - Fax 0925 62079

Dettagli

DISCIPLINARE. La procedura è in attuazione alla Determinazione n. 81 del 25/02/2014 del Dirigente dell Area Economico Finanziaria.

DISCIPLINARE. La procedura è in attuazione alla Determinazione n. 81 del 25/02/2014 del Dirigente dell Area Economico Finanziaria. FORNITURA DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE ATTREZZATURE INFORMATICHE DI PROPRIETA DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI NAPOLI AL DI FUORI DEL PERIODO DI GARANZIA INIZIALE ON SITE - CIG: 5654825D33 DISCIPLINARE Il

Dettagli

CITTÀ DI ALBINO (Provincia di Bergamo) Area Servizi alla persona

CITTÀ DI ALBINO (Provincia di Bergamo) Area Servizi alla persona CITTÀ DI ALBINO (Provincia di Bergamo) Area Servizi alla persona AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE IN USO GRATUITO DELLA SCUOLA DELL INFANZIA DI DESENZANO PER LA REALIZZAZIONE DI UN SERVIZIO RICREATIVO

Dettagli

COMUNE di BADESI PROVINCIA OLBIA-TEMPIO Area Servizi Sociali BANDO DI GARA ART. 1

COMUNE di BADESI PROVINCIA OLBIA-TEMPIO Area Servizi Sociali BANDO DI GARA ART. 1 COMUNE di BADESI PROVINCIA OLBIA-TEMPIO Area Servizi Sociali BANDO DI GARA Il responsabile dell Area Servizi Sociali rende noto che questo Comune intende procedere all appalto del servizio in oggetto:

Dettagli

CIG: 1724479D13. DISCIPLINARE DI AFFIDAMENTO

CIG: 1724479D13. DISCIPLINARE DI AFFIDAMENTO ALL. B AFFIDAMENTO AI SENSI DEGLI ARTT. 19 E 27 DEL D. LGS. 163/2006 E S.M.I. DELLE ATTIVITÀ DI CONSULENZA SPECIALISTICA PER L ELABORAZIONE DEL MODELLO DI FLUSSO DEGLI ACQUIFERI E DI DISPERSIONE DEGLI

Dettagli

COMUNE DI PALERMO SETTORE CITTÀ STORICA

COMUNE DI PALERMO SETTORE CITTÀ STORICA COMUNE DI PALERMO SETTORE CITTÀ STORICA U.O. Progettazione e d.l. Beni Artistici Monumentali Immobili Vincolati Via Foro Umberto I, 14 tel 091/7406802/ 6829 - fax 091/7406888 e-mail: settorecentrostorico@cert.comune.palermo.it

Dettagli

Provincia di Pordenone MEDAGLIA D ORO AL V.M.

Provincia di Pordenone MEDAGLIA D ORO AL V.M. Alla Ditta RACCOMANDATA A.R. OGGETTO: procedura negoziata per il servizio di archiviazione cartacea e gestione Documentale. Cod. Ditta è invitata a partecipare alla gara ufficiosa, ai sensi del Codice

Dettagli

BUSTA A: chiusa e sigillata con scritto Documentazione amministrativa : 1) da fac simile allegato; 2) 3)

BUSTA A: chiusa e sigillata con scritto Documentazione amministrativa : 1) da fac simile allegato; 2) 3) 89900 - Vibo Valentia - Piazza Martiri d Ungheria - P.I. 00302030796 Telefono 0963/599111 - Telefax 0963/43877 DISCIPLINARE DI GARA INFORMALE Procedura per l individuazione di una ditta cui affidare il

Dettagli

SETTORE AFFARI GENERALI ED ISTITUZIONALI

SETTORE AFFARI GENERALI ED ISTITUZIONALI AVVISO DI PUBBLICO INCANTO PER LA COPERTURA ASSICURATIVA DELLA TUTELA GIUDIZIARIA DI AMMINISTRATORI COMUNALI, SEGRETARIO GENERALE, DIRIGENTI E DIPENDENTI. LA RESPONSABILE SETTORE AFFARI GENERALI ED ISTITUZIONALI

Dettagli

Procedura di gara e criteri di aggiudicazione: procedura aperta con il criterio del prezzo più

Procedura di gara e criteri di aggiudicazione: procedura aperta con il criterio del prezzo più PROVINCIA DI PISTOIA Piazza S. Leone n. 1, Pistoia Tel. 0573/374249, Fax 0573/374543: DISCIPLINARE DI GARA PROCEDURA APERTA PER PROVVISTA DI FONDI TRIENNIO 2006/2008 PER IL FINANZIAMENTO DI OPERE PUBBLICHE

Dettagli

Prot. n. 381 /C14e Roma, li 20.01.2016 SITO WEB: WWW.SCUOLAREGINAMARGHERITA.GOV.IT. IL Dirigente Scolastico

Prot. n. 381 /C14e Roma, li 20.01.2016 SITO WEB: WWW.SCUOLAREGINAMARGHERITA.GOV.IT. IL Dirigente Scolastico MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio ISTITUTO COMPRENSIVO Regina Margherita Via Madonna dell Orto,2 00153 ROMA 065809250 Fax: 065812015 Distretto

Dettagli

Istituto Incremento Ippico della Sardegna

Istituto Incremento Ippico della Sardegna DISCIPLINARE DI GARA SERVIZIO DI RACCOLTA, TRASPORTO E SMALTIMENTO RIFIUTI SPECIALI 1) Ente appaltante:, P.zza Duchessa Borgia, n. 4-07014 OZIERI - tel. 079/781600- Fax 787229, e.mail:istituto.incremento.ippico@regione.sardegna.it.

Dettagli

Allegato B. Spett. le. Via Cap - Città

Allegato B. Spett. le. Via Cap - Città Prot. n. Cagliari, Spett. le Via Cap - Città OGGETTO: Procedura di affidamento diretto del servizio in economia inerente all imputazione sul SIL Sardegna dei dati relativi allo stato di attuazione degli

Dettagli

COMUNE DI TERNO D ISOLA Provincia di Bergamo Servizio Gestione del Territorio

COMUNE DI TERNO D ISOLA Provincia di Bergamo Servizio Gestione del Territorio IL RESPONSABILE DEL SETTORE GESTIONE TERRITORIO In esecuzione della deliberazione del Consiglio Comunale n. 32 del 4 settembre 2012 della deliberazione di Giunta Comunale n. 146 del 6 settembre 2012 della

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE DI CASEERTA Via Unità Italiana 28 81100 CASERTA

AZIENDA SANITARIA LOCALE DI CASEERTA Via Unità Italiana 28 81100 CASERTA AZIENDA SANITARIA LOCALE DI CASEERTA Via Unità Italiana 28 81100 CASERTA Questa Azienda indice la seguente gara: Procedura negoziata per la fornitura e messa in opera chiavi in mano in economia ai sensi

Dettagli

SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO

SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO REPUBBLICA ITALIANA L anno duemila. il giorno. del mese di. nella sede della stazione appaltante sita.., alla via.. n..., avanti a me dott, autorizzato a ricevere atti e contratti

Dettagli

Ministero per i Beni e le Attività Culturali Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze

Ministero per i Beni e le Attività Culturali Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze Ministero per i Beni e le Attività Culturali Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze Piazza Cavalleggeri 1 50122 Firenze Tel.: 055 249191 Fax 055 2342482 Allegato F GARA EUROPER DISCIPLINARE Premessa

Dettagli

BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA Codice Identificativo Gara (CIG) 5493686D17. denominazione UNIVERSITA DEGLI STUDI SUOR ORSOLA BENINCASA UNISOB

BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA Codice Identificativo Gara (CIG) 5493686D17. denominazione UNIVERSITA DEGLI STUDI SUOR ORSOLA BENINCASA UNISOB BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA Codice Identificativo Gara (CIG) 5493686D17 1. Amministrazione aggiudicatrice: denominazione UNIVERSITA DEGLI STUDI SUOR ORSOLA BENINCASA UNISOB indirizzo VIA SUOR ORSOLA

Dettagli

COMUNE DI TRIGOLO PROVINCIA DI CREMONA

COMUNE DI TRIGOLO PROVINCIA DI CREMONA COMUNE DI TRIGOLO PROVINCIA DI CREMONA ALLEGATO ALLA DETERMINAZIONE R.F N. 91 DEL 30.11.2015_ BANDO/DISCIPLINARE DI GARA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PERIODO DALL 01/01/2016

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER: FORNITURA DI CARTOGRAFIA NUMERICA ALLA SCALA 1:500 DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI FIRENZE E SUO AGGIORNAMENTO DISCIPLINARE DI GARA

PROCEDURA APERTA PER: FORNITURA DI CARTOGRAFIA NUMERICA ALLA SCALA 1:500 DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI FIRENZE E SUO AGGIORNAMENTO DISCIPLINARE DI GARA COMUNE DI FIRENZE DIREZIONE SISTEMI INFORMATIVI PROCEDURA APERTA PER: FORNITURA DI CARTOGRAFIA NUMERICA ALLA SCALA 1:500 DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI FIRENZE E SUO AGGIORNAMENTO DISCIPLINARE DI GARA Il

Dettagli

COMUNE DI GALATINA Provincia di Lecce

COMUNE DI GALATINA Provincia di Lecce BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO 1. AMMINISTRAZIONE APPALTANTE COMUNE di GALATINA Corso Umberto I, 40 73013 Galatina (LE) Tel. 0836/633111 Fax 0836/561543, ogni

Dettagli

BANDO DI GARA PER PUBBLICO INCANTO

BANDO DI GARA PER PUBBLICO INCANTO COMUNE DI LUSERNA SAN GIOVANNI Provincia di Torino BANDO DI GARA PER PUBBLICO INCANTO In esecuzione della D.C.C. n. 28 del 30/07/2015 e della determinazione n. 274 del 21/09/2015 si rende noto che il Comune

Dettagli

Via Roma 20 21047 Saronno (VA) Tel. 02.962.88.220 Fax 02.962.48.896 www.saronnoservizi.it CIG: ZD1100E36D

Via Roma 20 21047 Saronno (VA) Tel. 02.962.88.220 Fax 02.962.48.896 www.saronnoservizi.it CIG: ZD1100E36D Saronno, 07 luglio 2014 Prot. 1666 / 2014 OGGETTO: Invito alla procedura negoziata per la messa in sicurezza definitiva del pozzo dismesso Amendola e trasformazione in piezometro del pozzo ad uso potabile

Dettagli

S.C. TELECOMUNICAZIONI. Procedura negoziata per la manutenzione degli apparati fax Gara 6/D.04/2011. Art. 1 Oggetto della procedura

S.C. TELECOMUNICAZIONI. Procedura negoziata per la manutenzione degli apparati fax Gara 6/D.04/2011. Art. 1 Oggetto della procedura S.C. TELECOMUNICAZIONI SEDE LEGALE: Via San Secondo, 29 Torino, 24.10.2011 Prot. n. 105643/D.04.01.07.01 Spett. Ditta Oggetto: Procedura negoziata per la manutenzione degli apparati fax Gara 6/D.04/2011

Dettagli

Comune di Firenze. Direzione SICUREZZA SOCIALE Servizio Cimiteri

Comune di Firenze. Direzione SICUREZZA SOCIALE Servizio Cimiteri 1 Comune di Firenze Direzione SICUREZZA SOCIALE Servizio Cimiteri PROCEDURA APERTA PER: Affidamento della concessione del servizio di gestione e manutenzione impianto di distribuzione energia elettrica

Dettagli

REGIONE MARCHE CONSIGLIO REGIONALE AREA GESTIONE AMMINISTRATIVA ANCONA AVVISO DI GARA Tel. 07122981 Fax 0712298472

REGIONE MARCHE CONSIGLIO REGIONALE AREA GESTIONE AMMINISTRATIVA ANCONA AVVISO DI GARA Tel. 07122981 Fax 0712298472 REGIONE MARCHE CONSIGLIO REGIONALE AREA GESTIONE AMMINISTRATIVA ANCONA AVVISO DI GARA Tel. 07122981 Fax 0712298472 Per il giorno 6 APRILE 2005 alle ore 11.00 presso la sede del Consiglio regionale delle

Dettagli

4. PROCEDURA E CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE: Procedura aperta, da aggiudicarsi utilizzando il criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa.

4. PROCEDURA E CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE: Procedura aperta, da aggiudicarsi utilizzando il criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa. BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA SOTTO SOGLIA PER L AFFIDAMENTO A TITOLO GRATUITO DELLA CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA DEL CONSORZIO INTERUNIVERSITARIO ALMALAUREA PERIODO 01.01.2014-31.12.2017

Dettagli

FONDAZIONE ENASARCO. manutenzione dei giardini e spazi a verde condominiale negli. Bando di gara d appalto. Servizi

FONDAZIONE ENASARCO. manutenzione dei giardini e spazi a verde condominiale negli. Bando di gara d appalto. Servizi FONDAZIONE ENASARCO I Roma: Procedura ristretta per l affidamento del servizio di manutenzione dei giardini e spazi a verde condominiale negli stabili di proprietà della Fondazione siti in Roma, Acilia

Dettagli

Comune di Castel Maggiore Provincia di Bologna

Comune di Castel Maggiore Provincia di Bologna Comune di Castel Maggiore Provincia di Bologna AVVISO DI GARA AD ASTA PUBBLICA Questa Amministrazione indice per il giorno 28/11/2005 alle ore 9,30, presso la Sala delle riunioni 1 piano del Municipio,

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA LOCAZIONE E LA GESTIONE DELLA CASA DI FUSINO

BANDO DI GARA PER LA LOCAZIONE E LA GESTIONE DELLA CASA DI FUSINO COMUNE DI GROSIO Provincia di Sondrio Via Roma n. 34 2303 GROSIO (SO) BANDO DI GARA PER LA LOCAZIONE E LA GESTIONE DELLA CASA DI FUSINO Art. 1 Finalità Il Comune di Grosio, - Via Roma n. 34 23033 GROSIO

Dettagli

del d.lgs. 163 del 2006 e s.m.i. recante il Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture.

del d.lgs. 163 del 2006 e s.m.i. recante il Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture. BANDO DI GARA GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER l AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEL MUSEO NAZIONALE DELLE ARTI DEL XXI SECOLO - MAXXI CIG 593815615A SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE DENOMINAZIONE,

Dettagli

COMUNE DI CAMPOSANO Provincia di Napoli Piazza Umberto I 80030 Camposano (NA)

COMUNE DI CAMPOSANO Provincia di Napoli Piazza Umberto I 80030 Camposano (NA) COMUNE DI CAMPOSANO Provincia di Napoli Piazza Umberto I 80030 Camposano (NA) BANDO DI GARA LAVORI DI ADEGUAMENTO E SISTEMAZIONE DELLA SCUOLA MEDIA STATALE VIRGILIO CODICE CIG 6046901C8D CODICE CUP C61E14000010006

Dettagli

COMUNE DI SELEGAS Provincia di Cagliari

COMUNE DI SELEGAS Provincia di Cagliari COMUNE DI SELEGAS Provincia di Cagliari Via Daga 4, 09040 Selegas (CA) Telefono 070.985828 0707.985343 Fax 070.985785 Sede: Via Daga 4 09040 Selegas tel.: 070.985828 fax: 070.985785 E mail: selegas.ing@tiscali.it

Dettagli

AGENZIA PER I SERVIZI Ufficio Gestione Gare. Nota del 28 agosto 2009 - Prot. n. 6067/39/09/D

AGENZIA PER I SERVIZI Ufficio Gestione Gare. Nota del 28 agosto 2009 - Prot. n. 6067/39/09/D AGENZIA PER I SERVIZI Ufficio Gestione Gare AVVISO DI RETTIFICA Nota del 28 agosto 2009 - Prot. n. 6067/39/09/D Avviso di rettifica del bando di gara prot. n. 5188/39/09/D dd. 6 agosto 2009 procedura aperta

Dettagli

Richiesta di preventivo di spesa, finalizzata all affidamento diretto in economia.

Richiesta di preventivo di spesa, finalizzata all affidamento diretto in economia. Prot. n. 2015/0030845 Borgomanero lì, 20 agosto 2015 Tit. 6 Cl. 4 Fasc. 256 C.so Cavour n. 16 28021 Borgomanero (No) DIVISIONE TECNICA tel. 0322 837731 fax 0322 837712 PEC: protocollo@pec.comune.borgomanero.no.it

Dettagli

RICHIESTA D OFFERTA ai sensi dell art. 24 del Regolamento di Acquisizione in economia di lavori, beni e servizi approvato con DDG n 32 del 11/03/2009

RICHIESTA D OFFERTA ai sensi dell art. 24 del Regolamento di Acquisizione in economia di lavori, beni e servizi approvato con DDG n 32 del 11/03/2009 RICHIESTA D OFFERTA ai sensi dell art. 24 del Regolamento di Acquisizione in economia di lavori, beni e servizi approvato con DDG n 32 del 11/03/2009 Oggetto: Affidamento del servizio triennale di sfalcio

Dettagli

Amministrazione Aggiudicatrice Oggetto dell appalto : Esclusa Condizioni partecipazione

Amministrazione Aggiudicatrice Oggetto dell appalto : Esclusa Condizioni partecipazione DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA PER LE SCUOLE PRIMARIE DI PRIMO GRADO SITE NEL COMUNE DI BORZONASCA PER GLI ANNI SCOLASTICI 2010/2011, 2011/2012 E 2012/2013 Amministrazione

Dettagli

COMUNE DI FONTE NUOVA Provincia di Roma

COMUNE DI FONTE NUOVA Provincia di Roma COMUNE DI FONTE NUOVA Provincia di Roma DISCIPLINARE DI GARA Procedura semplificata ai sensi degli artt. 20 e 27 del D. Lgs. n 163/2006 per la conclusione di un accordo quadro con unico operatore per l

Dettagli

COMUNE DI GRAGNANO (Provincia di Napoli)

COMUNE DI GRAGNANO (Provincia di Napoli) Allegato A BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA IL COMUNE DI GRAGNANO RENDE NOTO che in esecuzione della Deliberazione C.C. n. 85 del 26.10.2015 e della Determinazione Settore Finanziario n del (R.G. n.

Dettagli

PROVINCIA DI CAGLIARI PROVINCIA DE CASTEDDU SETTORE ECOLOGIA E POLIZIA PROVINCIALE Via Cadello, 9/b - 09121 Cagliari Tel. 4092851-4092795 Fax 4092865

PROVINCIA DI CAGLIARI PROVINCIA DE CASTEDDU SETTORE ECOLOGIA E POLIZIA PROVINCIALE Via Cadello, 9/b - 09121 Cagliari Tel. 4092851-4092795 Fax 4092865 PROVINCIA DI CAGLIARI PROVINCIA DE CASTEDDU SETTORE ECOLOGIA E POLIZIA PROVINCIALE Via Cadello, 9/b - 09121 Cagliari Tel. 4092851-4092795 Fax 4092865 AVVISO PROCEDURA APERTA Vendita mezzi pesanti operativi

Dettagli

COMUNE DI SARROCH. Provincia di Cagliari

COMUNE DI SARROCH. Provincia di Cagliari COMUNE DI SARROCH Provincia di Cagliari S E T T O R E S E R V I Z I S O C I A L I AVVISO PUBBLICO PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE, FINALIZZATO ALL AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE IN

Dettagli

FONDAZIONE ENASARCO. I Roma: Procedura ristretta per l affidamento del servizio di. sollevamento acque reflue, acque nere e pozzi artesiani installati

FONDAZIONE ENASARCO. I Roma: Procedura ristretta per l affidamento del servizio di. sollevamento acque reflue, acque nere e pozzi artesiani installati FONDAZIONE ENASARCO I Roma: Procedura ristretta per l affidamento del servizio di manutenzione e controllo degli impianti autoclave, pompe di sollevamento acque reflue, acque nere e pozzi artesiani installati

Dettagli

AREA TECNICA. BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA (ai sensi dell art. 3, comma 37 e art. 55, comma 5, del vigente D.Lgs.

AREA TECNICA. BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA (ai sensi dell art. 3, comma 37 e art. 55, comma 5, del vigente D.Lgs. BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA (ai sensi dell art. 3, comma 37 e art. 55, comma 5, del vigente D.Lgs. 163/2006) Per l appalto dei lavori di Riqualificazione urbanistica delle aree periferiche

Dettagli