10.4. La classe File e gli attributi di directory e file

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "10.4. La classe File e gli attributi di directory e file"

Transcript

1 pag La classe File e gli attributi di directory e file Questa classe, molto utile per operare con i file su disco, consente di accedere alle directory, verificare e acquisire le caratteristiche dei file presenti, cambiarne gli attributi, cancellare e rinominare file. File NOTE Costruttori File(String) Crea un file di Path e Nome indicati nella stringa. File(String, String) Separa il path genitore 1 string Dal path figlio 2 string Metodi di lettura Metodi di settaggio boolean exists() boolean canread() boolean canwrite() boolean isdirectory() boolean isfile() boolean ishidden() String getabsolutepath() String getname() String getparent() String[] list() long length() boolean createnewfile() boolean delete() void deleteonexit() boolean mkdir() boolean renameto(file) boolean setreadonly() Verifica l esistenza del file con cui è invocata. Esempio: String s= autoexec.bat ; File f=new File(s); if (f.exists()) Verifica se il file con cui è invocata e di sola lettura. Esempio: if (f.canread()) Idem per la lettura e scrittura. Verifica se si tratta di Directory Verifica se si tratta di File Verifica se il File è nascosto. Restituisce una stringa con il path completo del file. Restituisce una stringa con il nome del File. Restituisce una stringa con il solo path del file. Restituisce un array di stringhe con tutti i file e le sottodirectory se invocato con un nome di directory. File f=new File( C:\ ); String s[]=f.list(); Restituisce la lunghezza in byte del file invocante. Crea un file vuoto. Il boolean è true se l operazione ha avuto successo. Cancella il file. Setta il file per la sua cancellazione all uscita dal programma. Crea una directory Rinomina il file invocante con il nome del parametro. Setta il file in sola lettura. Il boolean è true se l operazione è riuscita.

2 pag.144 esempio 7. realizzare un programma che acquisisca una stringa corrispondente al nome fisico di un file presente su disco C:/.. e stampi un opportuno messaggio <Il file non esiste>, <Il file è lungo xxx byte. E di lettura/scrittura.>. a) Risolverlo rispettando la seguente scomposizione main() leggi() dove leggi() è la procedura di acquisizione del nome file; (vedi procedure di acquisizione da console nei capitoli precedenti). b) Risolverlo con il solo main() acquisendo la stringa come argomento del main(). Soluzione a) import java.io.*; class cap10_es_07_a{ static String leggi(){ int ch; StringBuffer S=new StringBuffer(); System.out.println("\n\n\nImmetti il nome del file cercato:"); try { while ((ch=system.in.read())!= '\n') // (1) S=S.append((char)ch); S=S.deleteCharAt(S.length()-1); // (2) catch (IOException e) { // (3) return S.toString(); public static void main(string arg[]){ String nome=leggi(); File f=new File(nome); // (4) if (!f.exists()) System.out.println("NON ESISTE il file "+nome); // (5) else { long dim=f.length(); // (6) System.out.print("Il file: "+nome+" e' lungo:"+dim+" byte."); if (f.canwrite()) // (7) System.out.println(" E' di lettura e scrittura."); else System.out.println(" E' di sola lettura."); Esecuzione: Il programma deve acquisire l input da console e quindi in RealJava è necessario eseguire il <Run With Console>. I risultati sono i seguenti: Commento al codice: Le note (1) e (3) mostrano una modalità di gestione delle eccezioni di IO, modalità diversa da quella adottata in precedenti input da console. La nota (2) evidenzia la necessità di eliminare il carattere di INVIO inserito dal ciclo di lettura nel Buffer. Le note da (4) a (7) evidenziano rispettivamente il costruttore del file, il metodo che ne testa l esistenza su disco, il metodo che ne determina la lunghezza in byte e infine il metodo che determina se il file è di sola lettura o anche di scrittura.

3 pag.145 Soluzione b) import java.io.*; class cap10_es_07_b{ public static void main(string arg[]){ String nome=""; if (arg.length>=1) nome=arg[0]; // (1) File f=new File(nome); // (2) if (!f.exists()) // (3) System.out.println("NON ESISTE il file "+nome); else { long dim=f.length(); // (4) System.out.print("Il file: "+nome+" e' lungo:"+dim+" byte."); if (f.canwrite()) // (5) System.out.println(" E' di lettura e scrittura."); else System.out.println(" E' di sola lettura."); Esecuzione: Prima di eseguire in RealJava il programma è necessario aprire l opzione <File: Preferences:> e attivare <Ask for input.> come dalle immagini sottostanti: L opzione attivata farà comparire all avvio del programma un campo in cui immettere una o più stringhe che sono gli argomenti del main(). La stringa c.\mio.txt viene inserita nell array arg[] del main() alla componente 0. L esecuzione stampa sulla finestra di output il messaggio desiderato. Commento al codice: La note (1) mostra come acquisire il nome del file dall array arg[]. Le note da (2) a (5) mostrano i metodi della classe File.

4 pag.146 esempio 8. realizzare un programma che acquisisca due stringhe corrispondenti al nome di una Directory e all estensione dei file da ricercare su disco C:/.. e stampi la lista dei file della directory che hanno l estensione desiderata. Risolverlo acquisendo le due stringhe come argomento del main(). Codifica: import java.io.*; class cap10_es_08{ public static void main(string arg[]){ String nome="",est=""; // (1) if (arg.length>=1) nome=arg[0]; // (2) if (arg.length>=2) est=arg[1]; // (3) File f=new File(nome); // (4) File a[]=f.listfiles(); // (5) for (int i=0; i<a.length;i++){ String s=a[i].tostring(); // (6) s=s.substring(s.length()-4); // (7) boolean b=(s.equalsignorecase(est)); // (8) if ((a[i].isfile()) && b) // (9) System.out.println(a[i].getName()); Esecuzione: Commento al codice: Le note (1),(2) e (3) mostrano come acquisire i due argomenti del main() e assegnarli alle variabili nome (della Directory) e est (estensione dei file da ricercare). Le note (4) e (5) sono rispettivamente, il costruttore che genera la Directory nella quale ricercare, e il metodo che estrae la lista di tutti i file contenuti in essa. Le note (6), (7) e (8) evidenziano rispettivamente che è necessario trasformare il nome del file a[i] in una stringa, estrarre dalla stringa i 4 caratteri finali che coincidono con l estensione e infine confrontare tale estensione con quella cercata (est) generando il flag booleano b.

5 pag.147 La nota (9) mostra infine che il nome del file viene stampato solo se b==true ovvero se ha l estensione desiderata. esempio 9. Si desidera costruire un programma che consenta di creare un file di testo immettendo dati da tastiera o di appendere testo in coda se il file è presente su disco. a) Il nome del file deve essere immesso come parametro del main(); b) Se il file non esiste, dopo un opportuno messaggio, deve essere possibile l immissione elementare di righe di testo da tastiera fino a quando non si invia un EOF (Ctrl-z);; c) Se il file esiste, dopo l opportuna segnalazione, il file viene stampato sulla console e quindi si rende disponibile l immissione fino a quando non si invia un EOF (Ctrl-z); d) Al termine dell immissione, a scopo di controllo il metodo stampa() mostra il risultato. Codifica: import java.io.*; class cap10_es_09{ public static void stampa(string n_fil)throws IOException { RandomAccessFile in=new RandomAccessFile(n_fil,"r"); System.out.print("\nil file lungo "+in.length()+" byte \n"); String dat; while ((dat=in.readline())!=null) System.out.println(dat); in.close(); public static void main(string arg[])throws IOException{ String nome="";int ch; RandomAccessFile io;inputstreamreader in; // (1) if (arg.length>=1) nome=arg[0]; // (2) File f=new File(nome); // (3) if (f.exists()){ // (4) stampa(nome); io=new RandomAccessFile(nome,"rw"); // (5) System.out.println("Il file ESISTE, Appendi:"); io.seek(io.length()); // (6) else { io=new RandomAccessFile(nome,"rw"); // (5) System.out.println("Il file NON ESISTE, Immetti:"); in=new InputStreamReader(System.in); // (7) while ((ch=in.read())!= -1) io.writebyte(ch); // (8) io.setlength(io.getfilepointer()); // (9) io.close(); stampa(nome); Commento al codice: (1) definisce i file io e lo stream di inpeu in. (2) acquisisce il nome del file. (3) crea l oggetto File necessario per testarne l esistenza con il metodo di nota (4). Le note (5) e (6) creano rispettivamente il file di output e posizionano il puntatore per appendere. Le note (7) e (8) mostrano il ciclo di acquisizione da tastiera e scrittura nel file io. Il ciclo si interrompe se da tastiera si preme Ctrl-Z. (9) chiude il file con EOF.

6 pag E Esercizi Esercizi che usano, in lettura o scrittura, File di caratteri, di testo o di record di lunghezza fissa in modo elementare usando la sola console. [main() unico] Si desidera costruire un programma che acquisito il nome di un file di testo (comprensivo del percorso path) memorizzato su disco, stampi il il testo e il numero delle righe di cui è costituito sulla console." realizzare il solo main() e acquisire il nome file come parametro Fare uso del metodo readln() per leggere e contare le righe Si desidera costruire un programma che acquisito il nome di un file di testo (comprensivo del percorso path) memorizzato su disco, lo stampi su console eliminando i marcatori di end_of_line". Indicazioni: Fare uso del metodo read() per leggere i singoli caratteri e ricordare che i marcatori di fine linea sono o '\n' oppure '\r' oppure la coppia \r\n. realizzare il solo main() e acquisire il nome file come parametro Si desidera costruire un programma che acquisito il nome di un file di testo (comprensivo del percorso path) memorizzato su disco, ne conti le vocali che contiene e stampi sia il risultato che il testo su console.". Indicazioni: Fare uso del metodo read() per leggere i singoli caratteri. realizzare il solo main() e acquisire il nome file come parametro Si desidera costruire un programma che acquisito il nome di un file di testo (comprensivo del percorso path) memorizzato su disco, ne generi uno nuovo e lo memorizzi su disco appendendo al termine una nuova riga che contenga la frase <ultima riga appesa>. Stampi il nuovo testo su console.". realizzare il solo main() e acquisire il nome dei file di Input e di Output come parametri Si desidera costruire un programma che Legga un file di testo da disco e Generi un nuovo file di testo e lo memorizzi sul disco eliminando dal file di input i marcatori di fine linea. Stampi il file ottenuto su console.". realizzare il solo main() e acquisire il nome dei file di Input e di Output come parametri Si desidera costruire un programma che acquisito il nome di un file di interi (comprensivo del percorso path) memorizzato su disco, stampi su console gli interi separati da uno spazio." realizzare il solo main() e acquisire il nome file come parametro Si desidera costruire un programma che generi e memorizzi su disco un file di interi costituito da 20 numeri generati casualmente e compresi tra e , stampi su console il file come verifica." realizzare il solo main() e acquisire il nome file come parametro

7 pag Si desidera costruire un programma che acquisito il nome di un file di interi (comprensivo del percorso path) memorizzato su disco, stampi su console gli interi separati da uno spazio e successivamente sovrascriva ogni intero superiore a 1000 con 999 e ristampi il file su Console." realizzare il solo main() e acquisire il nome file come parametro Esercizi con l'uso della classe File: Si desidera costruire un programma che acquisito il nome di un file qualsiasi (comprensivo del percorso path) memorizzato su disco, stampi un messaggio di esistenza/non esistenza e indichi la sua lunghezza in byte. o realizzare il solo main() e acquisire il nome file come parametro del main(string args[]) Si desidera costruire un programma che acquisito il nome di un file di testo (comprensivo del percorso path) memorizzato su disco, stampi un messaggio di esistenza/non esistenza, indichi la sua lunghezza in byte e stampi testo sulla console." realizzare il solo main() e acquisire il nome file come parametro Esercizi di riscrittura o fusione di file Si desidera costruire un programma che acquisito il nome di un file di double (comprensivo del percorso path) memorizzato su disco, stampi su console i numeri separati da uno spazio e successivamente costruisca un nuovo file che contiene numeri interi derivati dal primo file per troncamento. Ristampi in nuovo file su Console." realizzare il solo main() e acquisire il nome dei due file come parametri Si desidera costruire un programma che acquisito il nome di due file di double (comprensivo del percorso path) memorizzati su disco, crei il file fusione che contiene in ogni record la somma dei corrispondenti valori dei due file origine. Stampi i tre file per verificare la correttezza del procedimento." Nota: Se i due file di double sono di lunghezza diversa il programma deve completare il file fusione con i soli numeri residui. realizzare il solo main() e acquisire il nome dei tre file come parametri desidera costruire un programma che acquisito il nome di un file di record costituiti da una Stringa di dimensione 20 e da un intero, che rappresentano rispettivamente una città e i suoi abitanti e di un secondo file con lo stesso tipo di record che rappresenta l'incremento/decremento subito dalla popolazione. Fondere in un nuovo file i dati della popolazione aggiornati e stampare i tre file per verificare la correttezza del procedimento." Nota: Si faccia l'ipotesi che il file popolazione sia ordinato alfabeticamente rispetto al nome della città e che così sia anche per il file aggiornamento. Non necessariamente l'aggiornamento contiene tutte le città (una città potrebbe non aver subito modifiche).

8 pag.150 o Realizzare il solo main() e acquisire il nome dei due file popolazione e aggiornamento come parametri o Dopo aver usato un file temporaneo per la fusione, si dovrà cancellare il vecchio popolazione e aggiornamento e rinominare il file di fusione chiamandolo ancora popolazione. Problemi che usano File di caratteri o di testo in modo elementare su Frame con Eventi. (classe finestra con eventi comandi semplici) Come in 10.9, si desidera costruire un programma che acquisito il nome di un file qualsiasi (comprensivo del percorso path) memorizzato su disco, stampi in un campo di una frame il nome del file e un messaggio di esistenza/non esistenza con l'indicazione della sua lunghezza in byte. o il main(string args[]) deve acquisire il nome file come parametro di input e quindi chiamare il costruttore della classe finestra che mostra il risultato. o la classe finestra con i metodi dis_gui() fa_eventi() deve gestire il solo evento windowopened() al quale corrisponde il programma che stampa quanto richiesto Come in si desidera costruire un programma che acquisito il nome di un file di testo (comprensivo del percorso path) memorizzato su disco, stampi su una frame un messaggio di esistenza/non esistenza, indichi la sua lunghezza in byte e stampi testo contenuto." o il main(string args[]) deve acquisire il nome file come parametro di input e quindi chiamare il costruttore della classe finestra che mostra il risultato. o la classe finestra con i metodi dis_gui() fa_eventi() deve gestire il solo evento windowopened() al quale corrisponde il programma che stampa quanto richiesto Come il 10.1 ma con output su finestra. mostrare il messaggio in una text area, gestendo l'evento windowopened() Come il 10.2 ma con output su finestra. mostrare il testo in una text area, gestendo l'evento windowopened() Come il 10.3 ma con output su finestra. mostrare il testo e quanto richiesto in una text area, gestendo l'evento windowopened() Come il 10.4 ma con output su finestra. mostrare il file di input in una text area e rimostrare il file di output in una text area distinta Come il 10.5 ma con output su finestra. mostrare il file di input in una text area e rimostrare il file di output in una text area distinta. Problemi che usano File e Stream per progettare semplici classi con input/output su console. a) trattamento di testi e parole b) trattamento di file con record di lunghezza costante c) trasformazioni di file di testo in file di record e viceversa

9 pag.151 Categoria a) si desidera realizzare un programma che acquisito il nome di un file di testo (comprensivo del percorso path) memorizzato su disco, lo filtri restituendo a richiesta una delle seguenti funzionalità: il numero di parole che contiene, il numero di token numerici, il numero di righe, il numero di caratteri e il testo stesso sotto forma di stringa." o Progettare una classe filtro che fornisca le funzionalità richieste utilizzando al suo interno le funzionalità della classe StreamTokenizer. o Disegnare la classe prima di codificarla. o Realizzare un main() che testi il funzionamento delle funzionalità realizzate Si desidera realizzare un programma che Costruisca l'indice analitico di una parola di un testo. Acquisito il nome di un file di testo (comprensivo del percorso path) memorizzato su disco e la parola xxx si deve ottenere l'indice della parola nella forma: xxx pag. yy, zz, kk." o progettare (o ampliare) la classe filtro che fornisca le funzionalità richieste utilizzando al suo interno le funzionalità della classe StreamTokenizer, supporre che ad ogni fine pagina corrisponda un marcatore particolare ad esempio '\'." o Disegnare la classe prima di codificarla. o realizzare un main() che testi il funzionamento dei metodi realizzati. Categoria b) Si desidera realizzare un programma che Generi, con la funzione random, un file di dati costituito da numeri decimali (comprensivo del percorso path) memorizzato su disco e ne possa calcolare i seguenti numeri caratteristici: la media aritmetica, il massimo e il minimo. Deve inoltre fornire la possibilità di stampa del file" o Progettare una classe (indici) che esibisca le funzionalità richieste dal testo (Definire i Casi D'uso). o Realizzare un main() che ne testi il funzionamento Si desidera realizzare un programma che Acquisisca da tastiera e generi un file di dati costituito da numeri interi lo memorizzi su disco e lo stampi." Indicazioni: o utilizzare per l'input da tastiera dei numeri lo Stream di input più adatto. o progettare una classe (file_interi) che esibisca le funzionalità richieste dal testo (Definire i Casi D'uso). o Realizzare un main() che ne testi il funzionamento Si desidera realizzare un programma che Acquisisca da tastiera e generi un file di dati costituito da un'entità (record?) formato da una Stringa <nome> e da un intero che rappresenta il <peso> in Kg. Dopo averlo memorizzato su disco lo legga, calcoli la media e stampi sul video di

10 pag.152 fianco a ciascun nome il differenziale tra il suo peso e la media. Es Tizio Kg, Caio +7.5 Kg. ecc." o progettare una classe che esibisca le funzionalità richieste dal testo (Definire i Casi D'uso) Si desidera realizzare un programma come il precedente che Acquisisca da tastiera e generi un file di dati costituito da entità di tipo Stringa <nome> e da un intero che rappresenta il <peso> in Kg <idem es >. Successivamente generare un nuovo file che memorizzi Nome, Peso e Differenziale e lo stampi" Indicazioni: o Idem. o idem Categoria c) Si desidera realizzare un programma che Disponendo in input di un file di interi (o generandolo con la funzione random) lo trasformi in un file di testo con i numeri separati da uno spazio. Si richiede di disporre di una funzionalità che mostri a video il file di testo generato." o progettare una classe che esibisca le funzionalità richieste dal testo (Definire i Casi D'uso) Si desidera realizzare un programma che Dopo aver generato (random) un file di interi, lo trasformi in un file di testo con i numeri separati da uno spazio. Si richiede di disporre di una funzionalità che legga il file di testo e restituisca un array di interi." o progettare una classe che esibisca le funzionalità richieste dal testo (Definire i Casi D'uso). o realizzare un main() che ne testi il funzionamento e Stampare l'array come verifica." Si desidera realizzare un programma che Disponendo in input di un file di record, costituito da una Stringa nome e dal peso intero, <come esercizio 10.25>, lo trasformi in un file di testo nel quale ogni riga contenga Nome e Peso separati da uno spazio. Si desidera disporre della funzionalità di stampa del testo." o progettare una classe che esibisca le funzionalità richieste dal testo (Definire i Casi D'uso). Problemi che usano File e Stream per progettare semplici classi con input/output su Frame con Eventi.

11 pag Si desidera realizzare un programma che "consenta all'utente di immettere interi separati su ogni riga in un'area di una finestra e quindi li memorizzi, alla pressione di una coppia di Pulsanti a scelta o come file di testo o come file di interi." o all'evento di chiusura della frame, se non è stato salvato il lavoro in una delle due modalità, deve comparire una finestra di dialogo (Frame Dialog) che informi che non si è salvato e a conferma consenta di proseguire ugualmente o di ritornare alla frame per salvare. o Disegnare Casi d'uso e Classi e successivamente Codificare Si desidera realizzare un programma che "consenta all'utente di portare in un'area di una finestra un file di Interi (uno per ogni riga del campo) e quindi dopo eventuali modifiche li memorizzi, alla pressione di una coppia di Pulsanti a scelta o come file di testo o come file di interi." o all'evento di chiusura della frame, se non è stato salvato il lavoro in una delle due modalità, deve comparire una finestra di dialogo (Frame Dialog) che informi che non si è salvato e a conferma consenta di proseguire ugualmente o di ritornare alla frame per salvare. o Disegnare Casi d'uso e Classi e successivamente Codificare Si desidera realizzare un programma "che immetta in un'area della frame una coppia Nome,Numero separati da spazio e quindi li memorizzi, alla pressione di una coppia di Pulsanti a scelta, come file di testo (ogni riga Nome Numero) o come file di record." o all'evento di chiusura della frame, se non è stato salvato il lavoro in una delle due modalità, deve comparire una finestra di dialogo (Frame Dialog) che informi che non si è salvato e a conferma consenta di proseguire ugualmente o di ritornare alla frame per salvare.. o Disegnare Casi d'uso e Classi e successivamente Codificare.

10. File e loro attributi

10. File e loro attributi appunti java Capitolo 10 pag. 1 10. File e loro attributi In generale, in qualsiasi sistema operativo, il file system consente di operare su archivi di dati (data files) che possono essere organizzati

Dettagli

La gestione dell input/output da tastiera La gestione dell input/output da file La gestione delle eccezioni

La gestione dell input/output da tastiera La gestione dell input/output da file La gestione delle eccezioni La gestione dell input/output da tastiera La gestione dell input/output da file La gestione delle eccezioni Autore: Prof. Agostino Sorbara ITIS "M. M. Milano" Autore: Prof. Agostino Sorbara ITIS "M. M.

Dettagli

Introduzione al Linguaggio C

Introduzione al Linguaggio C Introduzione al Linguaggio C File I/O Daniele Pighin April 2009 Daniele Pighin Introduzione al Linguaggio C 1/15 Outline File e dati Accesso ai file File I/O Daniele Pighin Introduzione al Linguaggio C

Dettagli

Input/Output in Java

Input/Output in Java Corso Java Input/Output in Java Docente: Dott. Marco Bianchi Slide realizzate da Ing. A.Bei, Dott. M.Bianchi, Dott. F.Lombardi Input/Output in Java Per effettuare operazioni di I/O in Java è possibile

Dettagli

Studente (Cognome Nome): Corso di Informatica Corso di Laurea in Ingegneria Gestionale a.a. 2006-07 Secondo Compitino 21 Dicembre 2006

Studente (Cognome Nome): Corso di Informatica Corso di Laurea in Ingegneria Gestionale a.a. 2006-07 Secondo Compitino 21 Dicembre 2006 Studente (Cognome Nome): Matricola: Corso di Informatica Corso di Laurea in Ingegneria Gestionale a.a. 2006-07 Secondo Compitino 21 Dicembre 2006 Si noti che le soluzioni ai quesiti saranno considerate

Dettagli

Nascita di Java. Che cos e Java? Caratteristiche di Java. Java: linguaggio a oggetti

Nascita di Java. Che cos e Java? Caratteristiche di Java. Java: linguaggio a oggetti Nascita di Java L uscita di Java, verso la metà degli anni novanta, fu accolta con molto entusiasmo dalla comunità dei programmatori e dei provider di servizi internet perché permetteva agli utenti del

Dettagli

3. La sintassi di Java

3. La sintassi di Java pag.9 3. La sintassi di Java 3.1 I tipi di dati statici In Java, come in Pascal, esistono tipi di dati statici predefiniti e sono i seguenti: byte 8 bit da -128 a 127 short 16 bit coincide con l integer

Dettagli

Prova d Esame 07.04.2006 Compito A

Prova d Esame 07.04.2006 Compito A DOMANDA 1 (6 punti) Si analizzi il codice seguente e si scriva l output prodotto dai metodi main public class General { public static String s1 = "Ciao"; protected int n; public General() { n = 1; public

Dettagli

Corso sul linguaggio Java

Corso sul linguaggio Java Corso sul linguaggio Java Modulo JAVA6 A1 I file testo 1 Prerequisiti Programmazione base in Java Utilizzo di classi e oggetti Modello produttore consumatore Operazioni logiche su struttura file 2 1 Introduzione

Dettagli

BOZZA. cin per la comunicazione dal dispositivo di input standard, la tastiera, al programma (stream di input standard)

BOZZA. cin per la comunicazione dal dispositivo di input standard, la tastiera, al programma (stream di input standard) Capitolo 6 Input/output su file BOZZA 6.1 Stream e file L input/output in C ++, in particolare quello su file, avviene tramite stream. stream. Uno stream è un astrazione di un canale di comunicazione,

Dettagli

Comandi filtro: sed. Se non si specificano azioni, sed stampa sullo standard output le linee in input, lasciandole inalterate.

Comandi filtro: sed. Se non si specificano azioni, sed stampa sullo standard output le linee in input, lasciandole inalterate. Comandi filtro: sed Il nome del comando sed sta per Stream EDitor e la sua funzione è quella di permettere di editare il testo passato da un comando ad un altro in una pipeline. Ciò è molto utile perché

Dettagli

Prova d Esame 07.04.2006 Compito B

Prova d Esame 07.04.2006 Compito B DOMANDA 1 (6 punti) Si analizzi il codice seguente e si scriva l output prodotto dai metodi main public class General { public static String s1 = "ciao"; protected int n; public General() { n = 3; public

Dettagli

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE LA GESTIONE DEI FILE DI TESTO IN C++

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE LA GESTIONE DEI FILE DI TESTO IN C++ ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE G A L I L E O F E R R A R I S DIISPENSA DII IINFORMATIICA E SIISTEMII AUTOMATIICII LA GESTIONE DEI FILE DI TESTO IN C++ Le classi per la gestione dei file. Il C++ è

Dettagli

20 - Input/Output su File

20 - Input/Output su File 20 - Input/Output su File Programmazione e analisi di dati Modulo A: Programmazione in Java Paolo Milazzo Dipartimento di Informatica, Università di Pisa http://www.di.unipi.it/ milazzo milazzo di.unipi.it

Dettagli

I file di dati. Unità didattica D1 1

I file di dati. Unità didattica D1 1 I file di dati Unità didattica D1 1 1) I file sequenziali Utili per la memorizzazione di informazioni testuali Si tratta di strutture organizzate per righe e non per record Non sono adatte per grandi quantità

Dettagli

Progetto Automi e Linguaggi Parser svliluppato con JLex e cup

Progetto Automi e Linguaggi Parser svliluppato con JLex e cup Progetto Automi e Linguaggi Parser svliluppato con JLex e cup Sviluppato da Santoro Carlo Maurizio Matricola:0108/528 Sviluppo terminato il: 18/06/06 TRACCIA DEL PROGETTO Si costruisca, utilizzando la

Dettagli

Programmare in Java. Olga Scotti

Programmare in Java. Olga Scotti Programmare in Java Olga Scotti Linguaggi di programmazione linguaggio macchina assembler linguaggi ad alto livello Linguaggi ad alto livello istruzioni comprensibili linguaggio simile a quello naturale

Dettagli

Cos è ACCESS? E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un ambiente user frendly da usare (ambiente grafico)

Cos è ACCESS? E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un ambiente user frendly da usare (ambiente grafico) Cos è ACCESS? E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un ambiente user frendly da usare (ambiente grafico) 1 Aprire Access Appare una finestra di dialogo Microsoft Access 2 Aprire un

Dettagli

Uno stream o flusso di dati o canale è un percorso di comunicazione tra la sorgente di una certa informazione e la sua destinazione.

Uno stream o flusso di dati o canale è un percorso di comunicazione tra la sorgente di una certa informazione e la sua destinazione. pag.112 9. Input e output Nell informatica classica il concetto di input e output era strettamente legato all uso dei dispositivi esterni di memorizzazione (dischi, nastri) e quindi al concetto di file,

Dettagli

Tecnologie Web L-A. Java e HTTP. Dario Bottazzi Tel. 051 2093541, E-Mail: dario.bottazzi@unibo.it, SkypeID: dariobottazzi. Java e TCP/IP in a Nutshell

Tecnologie Web L-A. Java e HTTP. Dario Bottazzi Tel. 051 2093541, E-Mail: dario.bottazzi@unibo.it, SkypeID: dariobottazzi. Java e TCP/IP in a Nutshell Tecnologie Web L-A Java e HTTP Dario Bottazzi Tel. 051 2093541, E-Mail: dario.bottazzi@unibo.it, SkypeID: dariobottazzi Java e TCP/IP in a Nutshell! java.net.inetaddress: rappresenta un indirizzo IP e

Dettagli

OTTAVA ESPERIENZA DI LABORATORIO. L elaborazione dei files in C

OTTAVA ESPERIENZA DI LABORATORIO. L elaborazione dei files in C CORSO DI LABORATORIO DI INFORMATICA CORSO DI LAUREA IN SDM ANNO ACCADEMICO 2011-2012 Docente: R. Sparvoli Esercitazioni: R. Sparvoli, F. Palma OTTAVA ESPERIENZA DI LABORATORIO L elaborazione dei files

Dettagli

Corso sul linguaggio Java

Corso sul linguaggio Java Corso sul linguaggio Java Modulo JAVA1 1.3 - Le strutture di controllo 1 Prerequisiti Istruzioni semplici Strutture di controllo Scittura di semplici applicazioni Java 2 1 Introduzione In molti casi le

Dettagli

Flussi, lettori e scrittori

Flussi, lettori e scrittori Flussi, lettori e scrittori Per sequenze di byte, InputStream, OutputStream e loro sottoclassi. Es: InputStream in = ; int next = in. read(); if (next!= -1) byte b = (byte) next; Per sequenze di caratteri,

Dettagli

Indice. 1.13 Configurazione di PHP 26 1.14 Test dell ambiente di sviluppo 28

Indice. 1.13 Configurazione di PHP 26 1.14 Test dell ambiente di sviluppo 28 Indice 25 184 Introduzione XI Capitolo 1 Impostazione dell ambiente di sviluppo 2 1.1 Introduzione ai siti Web dinamici 2 1.2 Impostazione dell ambiente di sviluppo 4 1.3 Scaricamento di Apache 6 1.4 Installazione

Dettagli

Gestione dei File. dischi nastri cd

Gestione dei File. dischi nastri cd Gestione dei File Per mantenere disponibili i dati tra le diverse esecuzioni di un programma, questi si devono archiviare in file su memoria di massa (dati persistenti): dischi nastri cd Un file è un astrazione

Dettagli

A destra è delimitata dalla barra di scorrimento verticale, mentre in basso troviamo una riga complessa.

A destra è delimitata dalla barra di scorrimento verticale, mentre in basso troviamo una riga complessa. La finestra di Excel è molto complessa e al primo posto avvio potrebbe disorientare l utente. Analizziamone i componenti dall alto verso il basso. La prima barra è la barra del titolo, dove troviamo indicato

Dettagli

Chat. Si ha un server in ascolto sulla porta 4444. Quando un client richiede la connessione, il server risponde con: Connessione accettata.

Chat. Si ha un server in ascolto sulla porta 4444. Quando un client richiede la connessione, il server risponde con: Connessione accettata. Chat Si ha un server in ascolto sulla porta 4444 Quando un client richiede la connessione, il server risponde con: Connessione accettata. Nome: Il client deve rispondere con lo user name A questo punto

Dettagli

Appunti del corso di Informatica 1. 6 Introduzione al linguaggio C

Appunti del corso di Informatica 1. 6 Introduzione al linguaggio C Università di Roma Tre Dipartimento di Matematica e Fisica Corso di Laurea in Matematica Appunti del corso di Informatica 1 (IN110 Fondamenti) 6 Introduzione al linguaggio C Marco Liverani (liverani@mat.uniroma3.it)

Dettagli

Algoritmi di Ricerca. Esempi di programmi Java

Algoritmi di Ricerca. Esempi di programmi Java Fondamenti di Informatica Algoritmi di Ricerca Esempi di programmi Java Fondamenti di Informatica - D. Talia - UNICAL 1 Ricerca in una sequenza di elementi Data una sequenza di elementi, occorre verificare

Dettagli

Unità B3 Strutture di controllo

Unità B3 Strutture di controllo (A) CONOSCENZA TERMINOLOGICA Dare una breve descrizione dei termini introdotti: I/O su console Package Blocco di controllo Oggetto System.out Oggetto System.in Oggetto Tastiera Metodo readline() Strutture

Dettagli

Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica 2

Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica 2 Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica 2 Dispensa 10 Strutture collegate - 2 A. Miola Febbraio 2008 http://www.dia.uniroma3.it/~java/fondinf2/ Strutture collegate - 2 1 Contenuti!Strutture

Dettagli

Appunti del corso di Informatica 1 (IN110 Fondamenti) 6 Introduzione al linguaggio C

Appunti del corso di Informatica 1 (IN110 Fondamenti) 6 Introduzione al linguaggio C Università di Roma Tre Facoltà di Scienze M.F.N. Corso di Laurea in Matematica Appunti del corso di Informatica 1 (IN110 Fondamenti) 6 Introduzione al linguaggio C Marco Liverani (liverani@mat.uniroma3.it)

Dettagli

Corso di Reti di Calcolatori L-A

Corso di Reti di Calcolatori L-A Università degli Studi di Bologna Facoltà di Ingegneria Corso di Reti di Calcolatori L-A Esercitazione 2 (svolta) Socket Java con connessione Luca Foschini Anno accademico 2009/2010 Esercitazione 2 1 Architettura

Dettagli

GESTIONE INFORMATICA DEI DATI AZIENDALI

GESTIONE INFORMATICA DEI DATI AZIENDALI GESTIONE INFORMATICA DEI DATI AZIENDALI Alberto ZANONI Centro Vito Volterra Università Tor Vergata Via Columbia 2, 00133 Roma, Italy zanoni@volterra.uniroma2.it Rudimenti di programmazione Programming

Dettagli

Tipi primitivi. Ad esempio, il codice seguente dichiara una variabile di tipo intero, le assegna il valore 5 e stampa a schermo il suo contenuto:

Tipi primitivi. Ad esempio, il codice seguente dichiara una variabile di tipo intero, le assegna il valore 5 e stampa a schermo il suo contenuto: Tipi primitivi Il linguaggio Java offre alcuni tipi di dato primitivi Una variabile di tipo primitivo può essere utilizzata direttamente. Non è un riferimento e non ha senso tentare di istanziarla mediante

Dettagli

LAVORI ESTIVI DI INFORMATICA PER LA CLASSE IV Sez. Ainf (Prof. Tessore Luca)

LAVORI ESTIVI DI INFORMATICA PER LA CLASSE IV Sez. Ainf (Prof. Tessore Luca) Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Tecnico Industriale Statale Enrico Mattei Via Martiri di Cefalonia 46-20097 San Donato Milanese Tel. 0255691411 - Fax 025276676 itisando@tin.it

Dettagli

Airone Gestione Rifiuti Funzioni di Esportazione e Importazione

Airone Gestione Rifiuti Funzioni di Esportazione e Importazione Airone Gestione Rifiuti Funzioni di Esportazione e Importazione Airone Funzioni di Esportazione Importazione 1 Indice AIRONE GESTIONE RIFIUTI... 1 FUNZIONI DI ESPORTAZIONE E IMPORTAZIONE... 1 INDICE...

Dettagli

Jav@Lab Il linguaggio Java I file sequenziali

Jav@Lab Il linguaggio Java I file sequenziali Jav@Lab Il linguaggio Java I file sequenziali Input e Output Secondo i canoni dei linguaggi di programmazione "procedurali" il concetto di input e output è strettamente legato al tipo di dispositivo esterno

Dettagli

Corso di Informatica (Programmazione) Lezione 6 (31 ottobre 2008)

Corso di Informatica (Programmazione) Lezione 6 (31 ottobre 2008) Corso di Informatica (Programmazione) Lezione 6 (31 ottobre 2008) Introduzione a Java: primo programma, installazione dell ambiente di sviluppo, compilazione ed esecuzione 1 Introduzione Java è un linguaggio

Dettagli

Laboratorio di Informatica Lezione 4

Laboratorio di Informatica Lezione 4 Laboratorio di Informatica Lezione 4 Cristian Consonni 28 ottobre 2015 Cristian Consonni Laboratorio di Informatica, Lezione 4 1 / 42 Outline 1 Canali standard 2 Input da tastiera 3 Output 4 Esercizi (parte

Dettagli

12 - Introduzione alla Programmazione Orientata agli Oggetti (Object Oriented Programming OOP)

12 - Introduzione alla Programmazione Orientata agli Oggetti (Object Oriented Programming OOP) 12 - Introduzione alla Programmazione Orientata agli Oggetti (Object Oriented Programming OOP) Programmazione e analisi di dati Modulo A: Programmazione in Java Paolo Milazzo Dipartimento di Informatica,

Dettagli

Sistemi Operativi. Interfaccia del File System FILE SYSTEM : INTERFACCIA. Concetto di File. Metodi di Accesso. Struttura delle Directory

Sistemi Operativi. Interfaccia del File System FILE SYSTEM : INTERFACCIA. Concetto di File. Metodi di Accesso. Struttura delle Directory FILE SYSTEM : INTERFACCIA 8.1 Interfaccia del File System Concetto di File Metodi di Accesso Struttura delle Directory Montaggio del File System Condivisione di File Protezione 8.2 Concetto di File File

Dettagli

Gestione di errori e situazioni eccezionali. Gestione delle eccezioni. Gestione tradizionale di errori e situazioni eccezionali (2)

Gestione di errori e situazioni eccezionali. Gestione delle eccezioni. Gestione tradizionale di errori e situazioni eccezionali (2) Gestione di errori e situazioni eccezionali Gestione delle eccezioni Una procedura (utente o di libreria) deve poter segnalare l impossibilità di produrre un risultato significativo o la propria terminazione

Dettagli

Programmazione in Java (I modulo) Lezione 3: Prime nozioni

Programmazione in Java (I modulo) Lezione 3: Prime nozioni Programmazione in Java (I modulo) Lezione 3: Prime nozioni La volta scorsa Abbiamo avuto un primo assaggio! Abbiamo visto come usare l editor per scrivere un programma Java. Abbiamo analizzato riga per

Dettagli

/** * VETTORE DINAMICO elementi */ private Vector elementi; /** * METODO COSTRUTTORE */ public coda() { elementi=new Vector(); }

/** * VETTORE DINAMICO elementi */ private Vector elementi; /** * METODO COSTRUTTORE */ public coda() { elementi=new Vector(); } import java.util.*; class coda * Questa classe contiene tutti i metodi per la gestione della coda * @author D'Ambrosio Giovanni Classe 4D I.T.I.S. Grottaminarda * @version 26/02/2010 * VETTORE DINAMICO

Dettagli

La prima applicazione Java. Creazione di oggetti - 1. La prima applicazione Java: schema di esecuzione. Gianpaolo Cugola - Sistemi Informativi in Rete

La prima applicazione Java. Creazione di oggetti - 1. La prima applicazione Java: schema di esecuzione. Gianpaolo Cugola - Sistemi Informativi in Rete La prima applicazione Java Programma MyFirstApplication Il programma visualizza una finestra vuota sullo schermo. Importo il package delle classi usate nel seguito. Dichiaro la classe MyFirstApplication

Dettagli

Le variabili. Olga Scotti

Le variabili. Olga Scotti Le variabili Olga Scotti Cos è una variabile Le variabili, in un linguaggio di programmazione, sono dei contenitori. Possono essere riempiti con un valore che poi può essere riletto oppure sostituito.

Dettagli

Operazioni di input/output. Prof. Francesco Accarino IIS Altiero Spinelli Via Leopardi 132 Sesto San Giovanni

Operazioni di input/output. Prof. Francesco Accarino IIS Altiero Spinelli Via Leopardi 132 Sesto San Giovanni Operazioni di input/output Prof. Francesco Accarino IIS Altiero Spinelli Via Leopardi 132 Sesto San Giovanni Input /Output introduzione Per ottenere delle informazioni un programma apre un flusso (Stream)

Dettagli

4. Un ambiente di sviluppo per Java

4. Un ambiente di sviluppo per Java pag.15 4. Un ambiente di sviluppo per Java Esistono in commercio molti ambienti di sviluppo utilizzati dai programmatori Java, in particolare si tratta di editor complessi che mettono a disposizione tools

Dettagli

Gestione e allineamento delle Giacenze

Gestione e allineamento delle Giacenze Release 5.20 Manuale Operativo INVENTARIO Gestione e allineamento delle Giacenze Il modulo permette la contemporanea gestione di più inventari, associando liberamente ad ognuno un nome differente; può

Dettagli

10 - Programmare con gli Array

10 - Programmare con gli Array 10 - Programmare con gli Array Programmazione e analisi di dati Modulo A: Programmazione in Java Paolo Milazzo Dipartimento di Informatica, Università di Pisa http://www.di.unipi.it/ milazzo milazzo di.unipi.it

Dettagli

Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica

Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica Dispensa E04 Esempi di algoritmi e programmi C. Limongelli - A. Miola Novembre 2011 1 Contenuti q Somma di una sequenza di numeri interi

Dettagli

Il sistema operativo UNIX/Linux. Gli script di shell

Il sistema operativo UNIX/Linux. Gli script di shell Il sistema operativo UNIX/Linux Gli script di shell Introduzione Le shell permettono La gestione di comandi su linea di comando La shell comprende automaticamente quando il costrutto termina e lo esegue

Dettagli

Finestra.java. static String nomicolonne[] = {"ind.","cognome","nome","telefono","e-mail"}; //nomi delle colonne della tabella

Finestra.java. static String nomicolonne[] = {ind.,cognome,nome,telefono,e-mail}; //nomi delle colonne della tabella import java.awt.*; import java.awt.event.actionevent; import java.awt.event.actionlistener; import java.awt.event.windowevent; import java.awt.event.windowlistener; import java.io.*; import java.util.*;

Dettagli

Utilizzo delle classi

Utilizzo delle classi Utilizzo delle classi I metodi costruttore ed il loro utilizzo. Alcune classi di ingresso e uscita 2 Classi ed Oggetti predefiniti Oggetti predefiniti Sono presenti nel programma Non è necessario crearli

Dettagli

dall argomento argomento della malloc()

dall argomento argomento della malloc() Allocazione dinamica Quando? Tutte le volte in cui i dati possono crescere in modo non prevedibile staticamente a tempo di sviluppo Un array con dimensione i fissata a compile-time non è sufficiente È

Dettagli

Prova di Laboratorio di Programmazione

Prova di Laboratorio di Programmazione Prova di Laboratorio di Programmazione 6 febbraio 015 ATTENZIONE: Non è possibile usare le classi del package prog.io del libro di testo. Oltre ai metodi richiesti in ciascuna classe, è opportuno implementare

Dettagli

I Codici Documento consentono di classificare le informazioni e di organizzare in modo logico l archiviazione dei file.

I Codici Documento consentono di classificare le informazioni e di organizzare in modo logico l archiviazione dei file. Archivia Modulo per l acquisizione, l archiviazione e la consultazione di informazioni Il modulo Archivia permette l acquisizione, l archiviazione e la consultazione di informazioni (siano esse un immagine,

Dettagli

Microsoft Access - dispensa didattica ECDL Modulo 5 - a cura di Antonino Terranova PAG 1

Microsoft Access - dispensa didattica ECDL Modulo 5 - a cura di Antonino Terranova PAG 1 Microsoft Access - Determinare l input appropriato per il database...2 Determinare l output appropriato per il database...2 Creare un database usando l autocomposizione...2 Creare la struttura di una tabella...4

Dettagli

Struttura logica di un programma

Struttura logica di un programma Struttura logica di un programma Tutti i programmi per computer prevedono tre operazioni principali: l input di dati (cioè l inserimento delle informazioni da elaborare) il calcolo dei risultati cercati

Dettagli

13 - Gestione della Memoria nella Programmazione Orientata agli Oggetti

13 - Gestione della Memoria nella Programmazione Orientata agli Oggetti 13 - Gestione della Memoria nella Programmazione Orientata agli Oggetti Programmazione e analisi di dati Modulo A: Programmazione in Java Paolo Milazzo Dipartimento di Informatica, Università di Pisa http://www.di.unipi.it/

Dettagli

Blocco Note Blocco Note

Blocco Note Blocco Note Blocco Note Blocco Note Che cos è? È un programma che appartiene alla famiglia dei text editor. A che cosa serve? A generare file di testo, ossia a scrivere testi Nota: nella versione inglese il programma

Dettagli

Automatizzare i compiti ripetitivi. I file batch. File batch (1) File batch (2) Visualizzazione (2) Visualizzazione

Automatizzare i compiti ripetitivi. I file batch. File batch (1) File batch (2) Visualizzazione (2) Visualizzazione Automatizzare i compiti ripetitivi I file batch Anno accademico 2000-01 1 Spesso capita di dover eseguire ripetutatmente una data sequenza di comandi Introdurli uno a uno da tastiera è un processo lento

Dettagli

SAPIENZA Università di Roma Facoltà di Ingegneria dell Informazione, Informatica e Statistica

SAPIENZA Università di Roma Facoltà di Ingegneria dell Informazione, Informatica e Statistica SAPIENZA Università di Roma Facoltà di Ingegneria dell Informazione, Informatica e Statistica Esercitazioni di PROGETTAZIONE DEL SOFTWARE (Corsi di Laurea in Ingegneria Informatica ed Automatica ed Ingegneria

Dettagli

MODULO 5 Basi di dati (database)

MODULO 5 Basi di dati (database) MODULO 5 Basi di dati (database) I contenuti del modulo: questo modulo riguarda la conoscenza da parte del candidato dei concetti fondamentali sulle basi di dati e la sua capacità di utilizzarli. Il modulo

Dettagli

(VHUFLWD]LRQLGLEDVHVXOOH6RFNHWLQ-DYD 6RFNHWGLWLSRGDWDJUDP

(VHUFLWD]LRQLGLEDVHVXOOH6RFNHWLQ-DYD 6RFNHWGLWLSRGDWDJUDP (VHUFLWD]LRQLGLEDVHVXOOH6RFNHWLQ-DYD 6RFNHWGLWLSRGDWDJUDP D /LQH&OLHQWH6HUYHU Sviluppare un applicazione C/S in cui: i inviano al server pacchetti (vuoti) che vengono interpretati dal server come richiesta

Dettagli

esercizi Esercizi / problemi

esercizi Esercizi / problemi Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori): esercizi 1 Esercizi / problemi 1. Creare un applicazione che calcoli la media aritmetica dei seguenti valori interi: 35, 117, 23 e ne visualizzi il

Dettagli

Obiettivi del corso. Creare, modificare e formattare un semplice database costituito da tabelle, query, maschere e report utilizzando Access 2000.

Obiettivi del corso. Creare, modificare e formattare un semplice database costituito da tabelle, query, maschere e report utilizzando Access 2000. ECDL Excel 2000 Obiettivi del corso Creare, modificare e formattare un semplice database costituito da tabelle, query, maschere e report utilizzando Access 2000. Progettare un semplice database Avviare

Dettagli

BARCODE. Gestione Codici a Barre. Release 4.90 Manuale Operativo

BARCODE. Gestione Codici a Barre. Release 4.90 Manuale Operativo Release 4.90 Manuale Operativo BARCODE Gestione Codici a Barre La gestione Barcode permette di importare i codici degli articoli letti da dispositivi d inserimento (penne ottiche e lettori Barcode) integrandosi

Dettagli

Scrivere uno script php che, dato un array associativo PERSONE le cui chiavi sono i

Scrivere uno script php che, dato un array associativo PERSONE le cui chiavi sono i Esercizi PHP 1. Scrivere uno script PHP che produca in output: 1. La tabellina del 5 2. La tavola Pitagorica contenuta in una tabella 3. La tabellina di un numero ricevuto in input tramite un modulo. Lo

Dettagli

Soluzioni degli esercizi di riepilogo (Fondamenti di Informatica 1 Walter Didimo)

Soluzioni degli esercizi di riepilogo (Fondamenti di Informatica 1 Walter Didimo) Soluzioni degli esercizi di riepilogo (Fondamenti di Informatica 1 Walter Didimo) Soluzioni delle prove al calcolatore Esercizio 7 (esame del 08/01/2009) class TabellaDiNumeri{ private double[][] tabella;

Dettagli

L utility Unix awk [Aho-Weinberger-Kernighan]

L utility Unix awk [Aho-Weinberger-Kernighan] L utility Unix awk [Aho-Weinberger-Kernighan] L utility awk serve per processare file di testo secondo un programma specificato dall utente. L utility awk legge riga per riga i file ed esegue una o più

Dettagli

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO...

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO... Modulo A Programmiamo in Pascal Unità didattiche 1. Installiamo il Dev-Pascal 2. Il programma e le variabili 3. Input dei dati 4. Utilizziamo gli operatori matematici e commentiamo il codice COSA IMPAREREMO...

Dettagli

Sistemi Operativi. Organizzazione logica ed implementazione di un File System

Sistemi Operativi. Organizzazione logica ed implementazione di un File System Modulo di Sistemi Operativi per il corso di Master RISS: Ricerca e Innovazione nelle Scienze della Salute Unisa, 17-26 Luglio 2012 Sistemi Operativi Organizzazione logica ed implementazione di un File

Dettagli

Algebra di Boole: Concetti di base. Fondamenti di Informatica - D. Talia - UNICAL 1. Fondamenti di Informatica

Algebra di Boole: Concetti di base. Fondamenti di Informatica - D. Talia - UNICAL 1. Fondamenti di Informatica Fondamenti di Informatica Algebra di Boole: Concetti di base Fondamenti di Informatica - D. Talia - UNICAL 1 Algebra di Boole E un algebra basata su tre operazioni logiche OR AND NOT Ed operandi che possono

Dettagli

Input e Output in Java

Input e Output in Java Input e Output in Java Stream Redirecting Scomposizione dell input Uso di file Set di caratteri 1 Inserimento dati e test Riconsideriamo la versione iniziale della classe DataSet usata per illustrare le

Dettagli

L ACQUISIZIONE E LA GESTIONE DEI DOCUMENTI ELETTRONICI

L ACQUISIZIONE E LA GESTIONE DEI DOCUMENTI ELETTRONICI L ACQUISIZIONE E LA GESTIONE DEI DOCUMENTI ELETTRONICI DOCUSOFT integra una procedura software per la creazione e l'archiviazione guidata di documenti in formato elettronico (documenti Microsoft Word,

Dettagli

ALL FOR SCAN Versione Twain Manuale Utente. Versione 2.0A00. Luccarelli Srl

ALL FOR SCAN Versione Twain Manuale Utente. Versione 2.0A00. Luccarelli Srl ALL FOR SCAN Versione Twain Manuale Utente Versione 2.0A00 1. Cos è ALL FOR SCAN All For Scan è un software per l archiviazione ottica dei documenti, per scanner che usano le interfaccie Kofax o Twain.

Dettagli

ESAME SCRITTO DI ELEMENTI DI INFORMATICA E PROGRAMMAZIONE. 27 Gennaio 2015

ESAME SCRITTO DI ELEMENTI DI INFORMATICA E PROGRAMMAZIONE. 27 Gennaio 2015 COGNOME E NOME: MATRICOLA: Civile Ambiente e Territorio Non si possono consultare manuali, appunti e calcolatrici. Esercizio 1: [3 punto] Rappresentare i numeri 36 e 91 (in base 10) in notazione binaria

Dettagli

Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica 2

Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica 2 Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica 2 Dispensa E08 Soluzione Esercizi F. Gasparetti, C. Limongelli Marzo 2008 http://www.dia.uniroma3.it/~java/fondinf1/ Soluzione Esercizi

Dettagli

Corso di Informatica Corso di Laurea in Ingegneria Gestionale a.a. 2005-06 Secondo Compitino 17 Dicembre 2005

Corso di Informatica Corso di Laurea in Ingegneria Gestionale a.a. 2005-06 Secondo Compitino 17 Dicembre 2005 Studente (Cognome Nome): Matricola: Corso di Informatica Corso di Laurea in Ingegneria Gestionale a.a. 2005-06 Secondo Compitino 17 Dicembre 2005 Si noti che le soluzioni ai quesiti saranno considerate

Dettagli

Operazioni di input e output in Fortran 90

Operazioni di input e output in Fortran 90 Operazioni di input e output in Fortran 90 Ing. Luca De Santis DIS - Dipartimento di informatica e sistemistica Anno accademico 2006/2007 Fortran 90: file e formattazione DIS - Dipartimento di informatica

Dettagli

. A primi passi con microsoft a.ccepss SommarIo: i S 1. aprire e chiudere microsoft access Start (o avvio) l i b tutti i pro- grammi

. A primi passi con microsoft a.ccepss SommarIo: i S 1. aprire e chiudere microsoft access Start (o avvio) l i b tutti i pro- grammi Capitolo Terzo Primi passi con Microsoft Access Sommario: 1. Aprire e chiudere Microsoft Access. - 2. Aprire un database esistente. - 3. La barra multifunzione di Microsoft Access 2007. - 4. Creare e salvare

Dettagli

Appunti di Informatica www.mimmocorrado.it 1

Appunti di Informatica www.mimmocorrado.it 1 Installare Java Il programma può essere scaricato dal seguente indirizzo: http://www.java.com/it/download/windows_ie.jsp?locale=it&host=www.java.com Per installare la JDK è necessario: 1. scaricare il

Dettagli

ARRAY BIDIMENSIONALI float [][] mx = new float[3][4]; (float []) [] mx = new float[3][4];

ARRAY BIDIMENSIONALI float [][] mx = new float[3][4]; (float []) [] mx = new float[3][4]; ARRAY BIDIMENSIONALI Si possono definire array di qualunque tipo di dato, quindi anche di altre array float [][] mx = new float[3][4]; ovvero.. (float []) [] mx = new float[3][4]; La loro motivazione (storica)

Dettagli

Access. Microsoft Access. Aprire Access. Aprire Access. Aprire un database. Creare un nuovo database

Access. Microsoft Access. Aprire Access. Aprire Access. Aprire un database. Creare un nuovo database Microsoft Access Introduzione alle basi di dati Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale limitato Meccanismi di sicurezza, protezione di dati e gestione

Dettagli

Esercizi della lezione 5 di Java

Esercizi della lezione 5 di Java Esercizi della lezione 5 di Java Esercizio 5 Create il tipo di dato Counter dell Esercizio 1 come sottoclasse del tipo di dato SimpleCounter. Esercizio 1 Create un tipo di dato Counter che abbia: un valore

Dettagli

Interfaccia del file system

Interfaccia del file system Interfaccia del file system Concetto di file Modalità di accesso Struttura delle directory Montaggio di un file system Condivisione di file Protezione 9.1 File E un insieme di informazioni correlate e

Dettagli

La struttura dati ad albero binario

La struttura dati ad albero binario La struttura dati ad albero binario L albero è una struttura dati nella quale le informazioni sono organizzate in modo gerarchico, dall alto verso il basso. Gli elementi di un albero si chiamano nodi,

Dettagli

Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica

Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica Dispensa E01 Esempi di programmi A. Miola Ottobre 2011 1 Contenuti Vediamo in questa lezione alcuni primi semplici esempi di applicazioni

Dettagli

Informatica B. Sezione D. Scuola di Ingegneria Industriale Laurea in Ingegneria Energetica Laurea in Ingegneria Meccanica

Informatica B. Sezione D. Scuola di Ingegneria Industriale Laurea in Ingegneria Energetica Laurea in Ingegneria Meccanica Scuola di Ingegneria Industriale Laurea in Ingegneria Energetica Laurea in Ingegneria Meccanica Dipartimento di Elettronica, Informazione e Bioingegneria Informatica B Sezione D Franchi Alessio Mauro,

Dettagli

Esercizio 1. Esercizi 5. Esercizio 3. Esercizio 2 CICLI

Esercizio 1. Esercizi 5. Esercizio 3. Esercizio 2 CICLI Esercizi 5 Esercizio 1 Realizzare una funzione che, chiesto all utente un numero intero pari a N, ricavi e stampi a video tutte le terne pitagoriche con i cateti minori o uguali ad N. CICLI Una terna pitagorica

Dettagli

Esercizio 6 Realizzare una classe astratta per le Figure piane e due sottoclassi, la sottoclasse Quadrato e la sottoclasse Rettangolo.

Esercizio 6 Realizzare una classe astratta per le Figure piane e due sottoclassi, la sottoclasse Quadrato e la sottoclasse Rettangolo. Esercizio 6 Realizzare una classe astratta per le Figure piane e due sottoclassi, la sottoclasse Quadrato e la sottoclasse Rettangolo. public abstract class FiguraPiana2{ private double base; public FiguraPiana2(double

Dettagli

Microsoft Access Maschere

Microsoft Access Maschere Microsoft Access Maschere Anno formativo: 2007-2008 Formatore: Ferretto Massimo Mail: Skype to: ferretto.massimo65 Profile msn: massimoferretto@hotmail.com "Un giorno le macchine riusciranno a risolvere

Dettagli

Esercitazione 6. Tutor: Ing. Diego Rughetti. Anno Accademico 2007/2008

Esercitazione 6. Tutor: Ing. Diego Rughetti. Anno Accademico 2007/2008 Dipartimento di Informatica e Sistemistica Antonio Ruberti Sapienza Università di Roma Esercitazione 6 Corso di Tecniche di programmazione Laurea in Ingegneria Informatica (Canale di Ingegneria delle Reti

Dettagli

COMANDI MS-DOS. Per ulteriori informazioni su uno specifico comando, digitare HELP nome comando

COMANDI MS-DOS. Per ulteriori informazioni su uno specifico comando, digitare HELP nome comando COMANDI MS-DOS Per ulteriori informazioni su uno specifico comando, digitare HELP nome comando ASSOC Visualizza o modifica le applicazioni associate alle estensioni dei file. AT Pianifica l'esecuzione

Dettagli

Cifratura simmetrica

Cifratura simmetrica Cifratura Cifratura simmetrica Alice canale insicuro Bob 2 Cifratura simmetrica m Algoritmo di decifratura m Alice canale insicuro Algoritmo di cifratura Bob 3 Cifrari simmetrici chiave privata k chiave

Dettagli

Laboratorio di Programmazione 1. Docente: dr. Damiano Macedonio Lezione 18 31/03/2014

Laboratorio di Programmazione 1. Docente: dr. Damiano Macedonio Lezione 18 31/03/2014 Laboratorio di Programmazione 1 1 Docente: dr. Damiano Macedonio Lezione 18 31/03/2014 Funzioni: Dichiarazione e Definizione La dichiarazione di una funzione serve a comunicare al compilatore quali sono

Dettagli

S.C.S. - survey CAD system Tel. 045 / 7971883. Il menu file contiene tutti i comandi predisposti per:

S.C.S. - survey CAD system Tel. 045 / 7971883. Il menu file contiene tutti i comandi predisposti per: 1 - File Il menu file contiene tutti i comandi predisposti per: - l apertura e salvataggio di disegni nuovi e esistenti; - al collegamento con altri programmi, in particolare AutoCAD; - le opzioni di importazione

Dettagli