Capitolo 11. Esercizi di contabilità e bilancio di Mario Calderini. Esercizio 1. Una Società, il presenta il seguente Stato Patrimoniale.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Capitolo 11. Esercizi di contabilità e bilancio di Mario Calderini. Esercizio 1. Una Società, il 31-12-2000 presenta il seguente Stato Patrimoniale."

Transcript

1 Capitolo 11 Esercizi di contabilità e bilancio di Mario Calderini Esercizio 1 Una Società, il presenta il seguente Stato Patrimoniale. Terreni Immobilizzazioni tecniche Immobilizzazioni immateriali Titoli a lungo Magazzini Crediti finanziari a breve a breve Riserve rivalutazione Riserva legale Altre riserve disponibili Fondo svalutazione crediti Fondo TFR convertibili a breve Nell anno 21 si registrano i seguenti avvenimenti: - I ricavi per le vendite sono pari a 8, gli incassi I costi per materie prime sono pari a I costi di manodopera sono pari a 26, comprensivi di una quota di 2 di accantonamento al TFR - Gli altri costi sono pari a 6. Tali costi comprendono una quota pari a 3 di costi per ricerca e sviluppo, che l impresa decide di capitalizzare, iniziando l ammortamento a partire dall anno I magazzini totali diminuiscono di 5. - La quota di ammortamento delle immobilizzazioni immateriali è pari a. Un ulteriore quota di ammortamento pari a 18 è suddivisa in parti uguali sulle restanti voci ammortizzabili. - Tutti i crediti finanziari vengono dichiarati inesigibili.

2 162 L algebra della contabilità generale e il bilancio dell impresa - Non si accantona nulla al fondo svalutazione crediti. - Il 5% delle obbligazioni vengono convertite in capitale proprio. - Viene venduto un impianto, acquistato al valore storico di 4, già ammortizzato per 2, ad un prezzo di 3. - Gli utili del 2 vengono così ripartiti: distribuiti come dividendi, 1 accantonati a riserva. - Il rateo attivo si riferisce ad un provento relativo ad una consulenza, effettuata tra il ed il , pagata al termine della prestazione per un importo di 2. - Il risconto passivo si riferisce ad un altra consulenza, effettuata tra il ed il , pagata anticipatamente per un importo di 6. - I titoli a lungo in portafoglio non prevedono nessuna cedola ed il loro valore di mercato il è di Le tasse (aliquota del 5%) vengono pagate pronta cassa. Redigere Stato Patrimoniale e Conto Economico 21. Soluzione Conto economico Flusso di cassa Altri ricavi Rateo attivo iniziale Risconto passivo iniziale Costo materie prime Costi manodopera Altri costi Capitalizzazione Magazzini Ammortamento immateriali Altri ammortamenti Plusvalenza Incassi Esborsi materie prime Esborsi manodopera Esborsi altri costi Vendita impianto Dividendi Incasso consulenza Tasse ante imposte Tasse Variazione di cassa 114 Terreni Immobilizzazioni tecniche Immobilizzazioni immateriali Titoli a lungo Magazzini Crediti finanziari a breve a breve Riserve rivalutazione Riserva legale Altre riserve disponibili Fondo svalutazione crediti Fondo TFR convertibili a breve

3 11 Esercizi di contabilità e bilancio 163 Esercizio 2 Una Società chiude l esercizio 1999 con il seguente Stato Patrimoniale: Terreni Impianti Ricerca e Sviluppo Marchi e brevetti Magazzini materie prime Magazzini prod. Finiti Anticipi Riserve legali Riserve disponibili Riserva rivalutazione TFR Fondo manutenzione Debiti a lungo Debiti vs erario a breve Nel 2 si registrano i seguenti fatti: - delle vendite pari a 3, incassi pari a 342 comprensivi dell incasso di un anticipo di 1 da clienti. - Acquisti di materie prime per 1, esborsi pari a 122. Gli anticipi a fornitori si riferiscono a transazioni che hanno luogo nell anno 2. - La Società capitalizza costi di Ricerca e Sviluppo per Costi per servizi pari a 9, esborsi per servizi pari 8. - Costi di manodopera pari a 5, tutti pagati. - Un dipendente termina il proprio rapporto di lavoro, percependo una liquidazione pari a 1 - I magazzini prodotti finiti aumentano di 2, mentre i magazzini materie prime finali diminuiscono di Il risconto attivo si riferisce al pagamento anticipato di un contratto di assicurazione pari a 2 relativo al periodo / La Società incasserà in data posticipatamente l intero ammontare (4) di un fitto attivo relativo al periodo / La Società vende il un brevetto del valore di 23 ad un prezzo di Gli impianti sono ammortizzati per 3. - I costi di Ricerca e Sviluppo sono ammortizzati per 2, i marchi e brevetti per 5. - Si accantona 14 al fondo manutenzione e 29 al fondo TFR. - Il si dispone l emissione di 1 obbligazioni del valore nominale di 1 lire con cedola 1% pagata alla fine di ogni esercizio, al prezzo di 11 lire. La scadenza è a due anni. - Gli utili vengono interamente distribuiti. - Le tasse, pari al 5% dell imponibile, vengono pagate pronta cassa. - I debiti verso l erario vengono estinti. Determinare Stato Patrimoniale e Conto Economico 1999.

4 164 L algebra della contabilità generale e il bilancio dell impresa Soluzione ante imposte Tasse Conto economico Magazzino prod. Finiti Rateo attivo (fitto) Capitalizzazione Materie prime Servizi Manodopera Magazzini materie prime Risconto attivo iniziale Ammortamento impianti Ammortamento RS Ammortamento marchi Accantonamento fondo manutenz. Accantonamento tfr Oneri finanziari (obblig.) Risconto passivo Provento finanziario (emissione) Plusvalenza Incassi Esborsi mp Esborsi Servizi Esborsi Manodopera Esborso obbligaz. Emissione obbligazioni Vendita brevetto Pagamento erario Utilizzo tfr Tasse Dividendi Variazione di cassa Flusso di cassa Terreni Impianti Ricerca e Sviluppo Marchi e brevetti Magazzini materie prime Magazzini prod. Finiti Anticipi Ratei Risconti Riserve legali Riserve disponibili Riserva rivalutazione (perdita) TFR Fondo manutenzione Debiti a lungo Debiti vs erario

5 11 Esercizi di contabilità e bilancio 165 Esercizio 3 Una Società chiude l esercizio 1999 con lo Stato Patrimoniale seguente. Crediti vs soci Immobilizzazioni materiali Immobilizzazioni immateriali Immobilizzazioni finanziarie Magazzini Prodotti finiti Magazzini Materie prime Titoli a breve Crediti Riserve disponibili Riserve indisponibili Fondo tfr Fondo svalutazione crediti Debiti a lungo Nel corso del 2 si registrano i seguenti eventi: - I ricavi derivanti dalle iscrizioni sono pari a 9. Gli incassi sono pari a Gli acquisti per materie prime sono pari a 1. Gli esborsi sono pari a 1. - La variazione dei magazzini prodotti finiti è pari a I magazzini materie prime finali sono pari a 5. - I costi per servizi sono pari a 5, gli esborsi per servizi sono pari a 5. - I costi di manodopera sono pari a 1, tutti pagati. - Viene venduto un impianto, acquisito al valore storico di 8, già ammortizzato per 4 al prezzo di 52. Si decide di sfruttare al massimo l agevolazione fiscali previste sulle plusvalenze. - Gli ammortamenti delle immobilizzazioni tecniche sono pari a 3, quelli relativi alle immobilizzazioni immateriali a 2. - Il 3 Settembre 2 si stipula un contratto di assicurazione per 4 lire, di validità annuale con pagamento anticipato. - La società affitta un immobile di sua proprietà al prezzo di 4, con un contratto di validità annuale stipulato in data 3-6-2, pagamento posticipato. - Viene disposto un aumento di capitale per 5 azioni del valore nominale di 1 lira al prezzo di 1,1. - Le obbligazioni prevedono interessi passivi del 1% e scadono tutte il Il mutuo (debiti a lungo), che prevede interessi passivi del 1% viene rimborsato il per l intero valore di 7. - L azienda distribuisce il 5% degli utili come dividendi. Le imposte sono pagate in corso d anno. - L accantonamento al TFR è pari a 2, non si fanno accantonamenti al fondo svalutazione crediti. - I crediti vs soci vengono interamente riscossi. - Un dipendente cessa il rapporto di lavoro percependo una liquidazione pari a 2. - I titoli a breve vengono venduti incassando 4. Determinare Stato Patrimoniale e Conto Economico 2.

6 166 L algebra della contabilità generale e il bilancio dell impresa Soluzione Conto economico Flusso di cassa Magazzini pf Rateo attivo Magazzini mp Costi mp Servizi Costi manodopera Oneri finanziari obbligaz. Ammortamento Immob. tecniche Ammortamento Immob. immateriali Risconto attivo Costo assicurazione Oneri finanziari mutuo Accantonamento tfr Plusvalenza ante imposte Imponibile Tasse Accantonamento fondo imposte Incassi Esborsi mp Esborsi servizi Esborso manodopera Vendita impianto Esborso assicurazione Aumento di capitale Interessi obbligazioni Interessi mutuo Dividendi Utilizzo tfr Riscossione crediti vs soci Cessione titoli breve Tasse Variazione di cassa ,5 Crediti vs soci Immobilizzazioni tecniche Immobilizzazioni immateriali Immobilizzazioni finanziarie Magazzini Prodotti finiti Magazzini Materie prime Titoli a breve Crediti Riserve disponibili Riserve indisponibili Fondo tfr Fondo svalutazione crediti Fondo imposte Debiti a lungo , ,5

7 11 Esercizi di contabilità e bilancio 167 Esercizio 4 Una Società presenta al il seguente Stato Patrimoniale: Impianti Macchinari Licenze & brevetti Oneri pluriennali Titoli a lungo Magazzini pf Magazzini mp Riserva legale Riserva sovrapprezzo Altre riserve disponibili Fondo tfr Fondo rischi Mutuo & banche Nel corso del 22 si registrano i seguenti avvenimenti: - Venduti prodotti per 85, si registrano incassi per 9. - I magazzini prodotti finiti aumentano di. - I costi per materie prime sono pari a 3. Gli esborsi relativi alle materie prime sono pari a 44. Il magazzino materie prime finale è pari a 5. - I costi per i salari sono pari a, tutti pagati. I versamenti dovuti all Istituto di Previdenza sociale sono pari a 5, tutti pagati. - I costi per servizi sono pari a 7, tutti pagati. - Una quota pari a 1 dei costi materie prime e una quota pari a 5 dei costi del personale sono relative ad attività di ricerca e sviluppo e devono essere capitalizzate. - L azienda stipula in data un contratto di assicurazione di durata annuale per un importo di 16 pagato anticipatamente. - Si ammortizza una quota di sugli impianti, sui macchinari, 1 sulle licenze e 1 sugli oneri pluriennali. - Viene venduto un macchinario del valore storico di 4, già ammortizzato per 3, a un prezzo di 3. - Le partecipazioni si riferiscono ad una quota del 5.1% (=5%) di azioni di una società B (italiana) il cui patrimonio netto al era così formato: CS = 2, RIS = 5, U = 5. La società distribuisce interamente gli utili 21 e nel 22 consegue nuovi utili per 5. - I titoli a lungo fruttano interessi del 1% pagati alla fine di ogni esercizio, scadono nel 24, e al valgono sul mercato La Società dispone un aumento di capitale gratuito pari a 1 nuove azioni del valore nominale di 1 lira. - Si distribuisce il 5% degli utili 21 come dividendi. - Si accantona 25 al tfr e agli altri rischi. - Il mutuo prevede interessi passivi del 1% e viene interamente rimborsato il

8 168 L algebra della contabilità generale e il bilancio dell impresa - Le obbligazioni prevedono interessi passivi del 1% e scadono nel Le tasse 5% sono pagate pronta cassa. Determinare Conto Economico e Stato Patrimoniale 22. Soluzione Variazione magazzino pf Capitalizzazione Costo materie prime Variazione magazzino mp Costo manodopera Costo INPS Costo servizi Altri costi Ammortamenti Accantonamenti Proventi da partecipazioni Proventi titoli Oneri obbligazioni Minusvalenza ante imposte Tasse Conto economico Incassi Esborsi mp Esborsi salari Pagamento INPS Esborso servizi Esborso assicurazione Vendita impianto Proventi partecipazioni Titoli Oneri obbligazioni Rimborso mutuo Tasse Dividendi Variazione di cassa Flusso di cassa Impianti Macchinari Licenze & brevetti Oneri pluriennali Titoli a lungo Magazzini pf Magazzini mp Riserva legale Riserva sovrapprezzo Altre riserve disponibili Fondo tfr Fondo rischi Mutuo e Banche

9 11 Esercizi di contabilità e bilancio 169 Esercizio 5 Una Società, il presenta il seguente Stato Patrimoniale: Immobilizzi tecnici Immobilizzi immateriali Immobilizzi finanziari Magazzini pf Magazzini mp Crediti finanziari Anticipi Riserve disponibili Altre riserve Fondo TFR Fondo sval. Crediti Mutuo Nel corso del 2 si registrano i seguenti avvenimenti: - Vengono venduti prodotti per 65, incassando 65. Inoltre i crediti pregressi vengono interamente saldati. I crediti finanziari invece aumentano di 1. - Viene venduto un impianto registrato all atto dell acquisto in SP ad un valore storico di 8, già ammortizzato per 6, ricavando 3. L ammortamento delle immobilizzazioni tecniche prevede per il 2 una quota di 4. Le altre poste ammortizzabili prevedono una quota di ammortamento di 2. - I magazzini prodotti finiti rimangono invariati, quelli di materie prime aumentano di 3. - Costi di manodopera per 1, tutti pagati. - Vengono acquistate materie prime per un valore di 3, con un esborso di 32. L acconto in SP si riferisce a materie prime pagate parzialmente nel 1999 e acquistate nel 2. Si decide di capitalizzare costi di materie prime per 2. - Il rateo passivo riguarda il pagamento posticipato di una quota assicurativa pari a 3 e relativa al periodo / Le obbligazioni scadono il e prevedono interessi passivi del 1%. Tutte le obbligazioni prevedono l opzione di conversione in Capitale Sociale alla scadenza. Tale opzione viene esercitata solo sul 5% del valore delle obbligazioni, il resto viene rimborsato. - Gli immobilizzi finanziari fruttano proventi per 1. - L azienda stipula un contratto d affitto di un immobile di terzi il per un importo di 4, pagamento anticipato, validità annuale. - Viene corrisposta l indennità di fine rapporto ad un dipendente per un valore di 1. - Si accantonano 2 al TFR e 1 al fondo svalutazione altri crediti. - Il si restituisce il 5% del mutuo che prevede interessi pari al 1% pagati a fine anno. - Il viene acquisita una partecipazione (5,1%) in una Società il cui patrimonio è così costituito: Capitale 3, Riserve 2, 1. Il prezzo pagato per le azioni è Il 5% dell utile del 1999 viene accantonato a riserva il resto pagato come dividendi. - Le imposte (5% dell utile ante imposte) vengono pagate pronta cassa.

10 17 L algebra della contabilità generale e il bilancio dell impresa Redigere Stato Patrimoniale e Conto Economico 2 e calcolare il valore dell autofinanziamento, il ROE, la dilazione di pagamento dei clienti (gg) e la durata del magazzino materie prime (mesi). Soluzione Conto economico Flusso di cassa Magazzino pf Capitalizzazione Costo mp Variazione magazzino mp Costo manodopera Costo assicurazione Rateo passivo Costo affitto Risconto attivo Ammortamenti tecnici Ammortamenti immateriali Accantonamento tfr Accantonamento fondo svalutazione Proventi finanziari Oneri mutuo Plusvalenza Incassi Esborsi mp Esborsi manodopera Esborso assicurazione Esborso affitto Oneri mutuo Tasse Vendita impianto Esborso interessi obbligazioni Utilizzo tfr Mutuo Acquisto azioni Dividendi ante imposte Tasse Variazione di cassa -465 Immobilizzi tecnici Immobilizzi immateriali Immobilizzi finanziari Magazzini pf Magazzini mp Crediti finanziari Anticipi Riserve disponibili Altre riserve Fondo TFR Fondo sval. Crediti Mutuo Indici Plusvalenza Accantonamenti Ammortamenti Dividendi Utilizzo tfr ROE (%) DCC (giorni) RMM (mesi) 4,6 16,8 2,2

11 11 Esercizi di contabilità e bilancio 171 Esercizio 6 Una Società ha presentato, al il seguente Stato Patrimoniale: Crediti vs soci Impianti Macchinari Oneri pluriennali Titoli a lungo Magazzini Riserve disponibili Riserve indisponibili Fondo tfr Fondo svalutazione crediti Debiti a lungo Nel corso del 2 si registrano i seguenti eventi: - I ricavi delle vendite sono pari a e gli incassi a 167. Crediti per 4 sono dichiarati inesigibili. - Gli acquisti per materie prime sono pari a 451. Gli esborsi sono pari a 5. Una quota pari a 3 dei costi di materie prime devono essere capitalizzati come oneri pluriennali.. - La variazione del magazzino materie prime è pari a +2, quella del magazzino prodotti finiti a I costi per servizi sono pari a 5, tutti pagati. - I costi di manodopera sono pari a 2, tutti pagati. - I titoli a lungo, acquistati al valore nominale di 39, prevedono interessi attivi pari a 1 pagati a inizio esercizio. I titoli scadono nel 21 e al valgono sul mercato Un incendio distrugge prodotti finiti a magazzino per un valore di 2. - Il viene acquistato un nuovo macchinario con un esborso di 12. Per tale impianto si prevede un utilizzo immediato una vita utile di 1 anni ed una politica di ammortamento anticipato. - Gli ammortamenti degli impianti presenti in Bilancio nel 1999 sono pari a 2, quelli dei macchinari presenti in Bilancio nel 1999 a 1, quelli relativi alle rimanenti poste a 1. - Il rateo attivo si riferisce ad un provento che verrà incassato interamente il 3-6-2, per un contratto di validità / La Società stipula il un contratto d affitto di validità annuale per un importo di 3 con pagamento posticipato. - Le partecipazioni al consistono in quote di minoranza in varie aziende partecipate che vengono mantenute in portafoglio anche per il 2. - Viene disposto un aumento di capitale mediante l emissione di 5 nuove azioni del valore nominale di 1 lira al prezzo di 1,4. - Le obbligazioni prevedono interessi passivi del 1% e scadono tutte il Il mutuo, che prevede interessi del 1% verrà rimborsato il per l intero valore di 8. - L azienda distribuisce gli utili pregressi come dividendi. Le imposte verranno pagate a maggio 1. - L accantonamento al TFR è pari a 7 e non si fanno accantonamenti al fondo svalutazione crediti.

12 172 L algebra della contabilità generale e il bilancio dell impresa - Un dipendente va in pensione e percepisce una liquidazione pari a 2. - I crediti vs soci vengono riscossi. Determinare Stato Patrimoniale e Conto Economico 2, redigere il prospetto Fonti / Impieghi e riclassificare il conto economico al Valore aggiunto e al Valore del Venduto. Soluzione Conto economico Magazzino pf Capitalizzazione Costi materia prima Magazzino mp Costi per servizi Costi manodopera Proventi finanziari Svalutazione titoli Insussistenza passiva Ammortamento nuovo impianto Ammortamento impianti Ammortamento macchine Ammortamento immateriali Accantonamento TFR Contratto (ra) Rateo attivo Rateo passivo Interessi passivi Interessi obbligazioni ante imposte Imposte Accantonamento fondo imposte Incassi Esborsi mp Esborsi servizi Esborsi mdo Proventi finanziari Acquisto macchinari Contratto (ra) Aumento capitale Interessi passivi Interessi mutuo Dividendi Liquidazione Riscossione crediti Variazione di cassa Flusso di cassa Crediti vs soci Impianti Macchinari Oneri pluriennali Titoli a lungo Magazzini Riserve disponibili Riserve indisponibili Fondo tfr Fondo svalutazione crediti Debiti a lungo Riserva ammortamento anticipato Debiti vs erario Fondo imposte

13 11 Esercizi di contabilità e bilancio 173 Fonti/Impieghi Accantonamento fondo imposte Accantonamento tfr Ammortamenti Insussistenza passiva Svalutazione titoli Utilizzo tfr Dividendi Vincolo di capitale Vincolo di debito Disinvestimenti Totale fonti Investimenti Riduzione passività Totale impieghi Conto economico riclassificato al costo del venduto Valore del venduto Magazzino pf Costi materia prima Magazzino mp Costi per servizi Capitalizzazione Costi manodopera Ammortamento nuovo impianto Ammortamento impianti Ammortamento macchine Ammortamento immateriali Accantonamento TFR Costo del venduto lordo industriale (RO) Capitalizzazione Magazzino pf Valore produzione caratteristica Costi materia prima Magazzino mp Costi per servizi Valore aggiunto Costi manodopera Margine operativo lordo Ammortamento nuovo impianto Ammortamento impianti Ammortamento macchine Ammortamento immateriali Accantonamento TFR Margine operativo netto Proventi finanziari Svalutazione titoli Interessi passivi Interessi obbligazioni Saldo gestione caratteristica Contratto (ra) Rateo attivo Rateo passivo Saldo gestione corrente Insussistenza passiva ante imposte Imposte Accantonamento fondo imposte Conto economico riclassificato al valore aggiunto

14 174 L algebra della contabilità generale e il bilancio dell impresa Esercizio 7 Una Società alla chiusura del 1998 (31/12) presenta il seguente prospetto di Stato Patrimoniale: Terreni Impianti Macchinari Immobilizzazioni Immateriali Titoli e partecipazioni Magazzini Crediti finanziari Capitale Sociale Riserve non disponibili Riserva rivalutazione Altre riserve disponibili Fondo ammortamento impianti e macchinari Fondo ammortamento imm. Immateriali Fondo beni in garanzia Fondo TFR Mutui Nel corso del 1999 si manifestano i seguenti avvenimenti: - Sono venduti prodotti per un valore di 1. incassando La gestione finanziaria frutta proventi per competenza pari a 5; gli oneri finanziari di competenza sono costituiti dagli oneri sul mutuo (1% annuo) e dagli oneri sui debiti commerciali (pari a 5 nel 1999). Il saldo netto di cassa della gestione finanziaria nel 1999 è pari a 5. - L azienda al si trova con i magazzini azzerati. - I costi di competenza per materie prime sono pari a 3, tutti pagati. I costi di competenza per servizi sono pari a 12, tutti pagati; i costi per manodopera sono pari a 14, comprensivi di un accantonamento al TFR pari a 4, il resto è interamente pagato. - Alcuni beni, che erano stati venduti in garanzia nel 1998 per un importo totale di 2 vengono restituiti nel 1999 perché difettosi; la garanzia prevede il rimborso del valore di prodotti pronta cassa. Quando utilizzato, il fondo garanzia deve essere reintegrato al valore originario. - Il Fondo ammortamenti immobilizzazioni materiali in Stato Patrimoniali è costituito in parti uguali dall ammortamento impianti e dall ammortamento macchinari. - Il viene venduto un impianto del valore di 5, già ammortizzato per 2, incassando 2; viene inoltre disposta una rivalutazione del valore netto dei macchinari (rispetto al valore riportato in chiusura 1998) del 5%. - La politica di ammortamento delle immobilizzazioni materiali prevede che, per le immobilizzazioni già presenti in SP al , vengano accantonate al fondo nel 1999 due quote uguali pari a 2; per quanto riguarda le immobilizzazioni immateriali, esse furono interamente acquistate il giorno e venne previsto il periodo di ammortamento massimo consentito dalla legge. - Il viene acquistato un nuovo impianto del valore di 5, per il quale si prevede una vita economica di cinque anni. L azienda decide di sfruttare già dal primo anno di vita dell impianto la possibilità di effettuare una politica di ammortamenti anticipati, contabilizzando l operazione in modo che essa non crei alcuna interferenza sul conto economico.

15 11 Esercizi di contabilità e bilancio Il rateo attivo si riferisce ad una consulenza prestata da un dipendente dell azienda tra il ed il per un importo di 3, interamente pagata al (transita in altri proventi). - I titoli al valgono sul mercato azionario il 19% in più del loro valore al L azienda è soggetta ad aliquota d imposta del 5% e non distribuisce dividendi. Redigere lo Stato Patrimoniale e il Conto Economico 1999 e il prospetto Fonti e Impieghi. Soluzione Conto economico Flusso di cassa Variazione magazzini Altri ricavi Rateo attivo iniziale Costi materie prime Costi servizi Costo manodopera Accantonamento fondo garanzia Ammortamento materiali Ammortamento immateriali Proventi finanziari Oneri finanziari Insussistenza fondo garanzia Minusvalenza ante imposte Imposte Accantonamento imposte differite Incassi Altri ricavi Esborso materie prime Esborso servizi Esborso manodopera Saldo gestione finanziaria Utilizzo fondo Vendita impianto Acquisto impianto Imposte pagate Variazione di cassa Terreni Impianti Macchinari Immobilizzazioni Immateriali Titoli e partecipazioni Magazzini Crediti finanziari Capitale Sociale Riserve non disponibili Riserva rivalutazione Altre riserve disponibili Fondo ammort. impianti e macchinari Fondo ammortamento Immateriali Fondo beni in garanzia Fondo TFR Fondo imposte differite Mutui

16 176 L algebra della contabilità generale e il bilancio dell impresa Accantonamento imposte Minusvalenza Utilizzo fondo garanzia Ammortamenti Accantonamenti Accantonamento tfr Vincolo di capitale Vincolo di debito Disinvestimenti Totale fonti Investimenti Riduzione passività Totale impieghi Fonti/Impieghi Esercizio 8 Una società presenta all anno il seguente Stato Patrimoniale: Impianti Immobilizzazioni immateriali Immobilizzazioni finanziarie Crediti finanziari Magazzini Ratei e Risconti Attivi Capitale Sociale Riserve legali Riserve disponibili Riserve di rivalutazione Fondo rischi svalutazione crediti Fondo TFR Finanziamento passivo a breve Ratei e risconti passivi I fatti intervenuti durante l anno 1 sono: - E stato venduto un impianto, del valore storico di 7, già ammortizzato per 5, al prezzo di 3; - Gli impianti sono stati ammortizzati in conto per 1; - Le immobilizzazioni immateriali sono state ammortizzate per 5; - Delle spese per materie prime, il 1% riguardante costruzioni interne è stato capitalizzato; - Le partecipazioni sono svalutate per ; - Un credito finanziario pari a 1 è stato dichiarato inesigibile; - I magazzini rimangono invariati; - I Ratei e finali dell anno riguardano l incasso di un fitto attivo per 5 che riguarda sei mesi dell anno e sei mesi dell anno 1, incassato posticipatamente (transita in altri ricavi); - Vengono emesse 1 azioni del valore nominale di 1 al prezzo di 1; - Non vengono distribuiti dividendi; - Accantonato 1 al Fondo svalutazione crediti, 25 al TFR; - E stato richiesto un ulteriore finanziamento passivo a breve dell importo di ; - I ratei e risconti passivi finali dell anno si riferiscono ad una consulenza pagata per 4 posticipatamente che si riferisce per sei mesi all anno e per sei mesi nell anno 1 (transita in Altri Costi);

17 11 Esercizi di contabilità e bilancio Le vendite ammontano a 5, tutti incassati. - I costi per materie prime ammontano a 3, tutti pagati; - I costi per il personale ammontano a 1, tutti pagati; - Gli oneri straordinari ammontano a 2, i proventi a 4 (al netto di eventuali plusvalenze/minusvalenze); - Le tasse (5%) vengono pagate pronta cassa; Determinare il Conto Economico e lo Stato Patrimoniale dell Anno 1 e il Prospetto Fabbisogni-Coperture. Soluzione Capitalizzazione Altri proventi Costi mp Costi manodopera Ratei / risconti attivi Altri costi Ratei / risconti passivi Ammortamento impianti Ammortamento immateriali Accantonamento fondo rischi Accantonamento fondo tfr Proventi straordinari Svalutazione Oneri straordinari Plusvalenza ante imposte Imposte Conto economico ,5 57,5 Incassi Esborsi materie prime Esborsi personale Esborso altri proventi Esborso altri costi Proventi straordinari Oneri straordinari Imposte Impianto Aumento capitale Finanziamento Variazione di cassa Flusso di cassa , ,5 Impianti Immobilizzazioni immateriali Immobilizzazioni finanziarie Crediti finanziari Magazzini Ratei e Risconti Attivi ,5 757,5 Capitale Sociale Riserve legali Riserve disponibili Riserve di rivalutazione Fondo rischi svalutazione crediti Fondo TFR Finanziamento passivo a breve Ratei e risconti passivi , ,5

18 178 L algebra della contabilità generale e il bilancio dell impresa Vincolo di capitale Vincolo di debito Disinvestimenti Fonti/Impieghi ,5 Totale fonti 267,5 112,5 Investimenti Riduzione passività Totale impieghi 247, ,5 Esercizio 9 Una Società ha presentato, al il seguente Stato Patrimoniale: terreni impianti macchinari oneri pluriennali marchi e brevetti partecipazioni Magazzini pf Magazzini mp crediti commerciali ratei attivi risconti attivi capitale sociale riserve disponibili riserve indisponibili utile fondo tfr fondo svalutazione crediti obbligazioni debiti a lungo debiti commerciali ratei passivi risconti passivi Nel corso del 2 si registrano i seguenti eventi: - I ricavi delle vendite sono pari a 18. Gli incassi sono pari all incasso totale delle vendite più l estinzione totale dei crediti commerciali pregressi. - Gli acquisti per materie prime sono pari a 4. Gli esborsi sono pari a 42, comprensivi di una quota di anticipo pari a 4 versata in acconto ad un fornitore. - La variazione del magazzino materie prime è pari a +8, quella del magazzino prodotti finiti a + 2. A fine anno, una stima del valore di mercato dei magazzini fornisce i seguenti risultati: materie prime = 2, prodotti finiti = 7. - I costi per servizi sono pari a 6. Questi costi sono tutti pagati. Inoltre viene pagato un debito verso un azienda di servizi di manutenzione pari a 1. - I costi di manodopera sono pari a 3. Questi costi comprendono un accantonamento pari a 5 al fondo tfr. Gli stipendi vengono pagati alla fine di ogni mese. - Viene dismesso un macchinario, acquisito al valore storico di 14, già ammortizzato per 13, ricavandone una somma pari a 1. - Gli ammortamenti degli oneri pluriennali sono pari a 3, quelli dei marchi e brevetti a 2, quelli relativi alle rimanenti poste a 4.

19 11 Esercizi di contabilità e bilancio Il risconto attivo si riferisce ad un costo di assicurazione, sostenuto interamente il , per un contratto di validità annuale. - In data l azienda acquisisce un immobile civile del valore di 5, che non verrà ammortizzato nel 2. Contestualmente l azienda stipula un contratto di affitto di tale immobile, che prevede un canone annuo pari a 16 pagati anticipatamente. - Le partecipazioni al consistono in quote di minoranza in varie aziende partecipate che vengono mantenute in portafoglio anche per il 2. Non si percepiscono dividendi. Tali azioni, quotate in borsa, valgono 9 al Viene disposto un aumento di capitale gratuito, pari a 1 azione ogni 5 possedute. Le azioni valgono 1 lira. - Le obbligazioni prevedono interessi passivi del 1% e scadono tutte il I debiti a lungo consistono in un mutuo, che prevede interessi passivi del 5% e verrà rimborsato il per l intero valore di 6. - L azienda distribuisce tutto l utile 1999 agli azionisti. Le imposte vengono pagate in corso d anno. - Non si fanno accantonamenti al fondo svalutazione crediti. - Il l azienda stipula un accordo con una piccola impresa relativo alla concessione del proprio marchio per un canone annuo pari a 12. Il pagamento del canone avviene al termine di ogni esercizio. Determinare lo Stato Patrimoniale e il Conto Economico 2 e il prospetto delle Fonti e degli Impieghi di fine 2. Soluzione ante imposte Imposte Conto economico Magazzino prodotti finiti Altri ricavi (affitto) Risconto passivo Altri ricavi (marchio) Costi mp Magazzino materie prime Costo servizi Costo manodopera Altri costi (risconto attivo) Ammortamento pluriennale Ammortamento marchi brevetti Ammortamento impianti macchinari Accantonamento tfr Interessi obbligazioni Interessi (mutuo) Svalutazione magazzino mp Incassi Affitto Marchio Esborsi materie prime Esborsi servizi Esborsi manodopera Interessi obbligazioni Interessi mutuo Imposte Vendita macchinario Immobile civile Dividendi Variazione di cassa Flusso di cassa

20 18 L algebra della contabilità generale e il bilancio dell impresa Terreni Impianti macchinari Immobili civili Oneri pluriennali Marchi e brevetti Magazzini pf Magazzini mp Anticipi Riserve disponibili Riserve indisponibili Fondo tfr Fondo svalutazione crediti Debiti a lungo Svalutazione Accantonamenti Ammortamenti Dividendi Vincolo di capitale Vincolo di debito Disinvestimenti Totale fonti Fonti/Impieghi Investimenti Riduzione passività Totale impieghi Esercizio 1 Una Società ha presentato, al il seguente Stato Patrimoniale: Impianti Oneri pluriennali Marchi e brevetti Titoli a lungo Magazzini mp Magazzini pf Riserve disponibili Riserve indisponibili Fondo tfr Fondo svalutazione crediti Debiti a lungo

21 11 Esercizi di contabilità e bilancio 181 Nel corso del 2 si registrano i seguenti eventi: - I ricavi derivanti dalle vendite sono pari a 8 e gli incassi a 8, comprensivi di un anticipo di 5 relativo a vendite che avverranno nel Gli acquisti per materie prime sono pari a 6. Gli esborsi relativi a tali acquisti sono pari a 6. Inoltre i debiti pregressi vengono saldati. - La variazione dei magazzini materie prime è pari a +1, il valore dei magazzini prodotti finiti finali valutati al costo è 3. - I costi per servizi sono pari a 1, gli esborsi per servizi sono pari a 1. - I costi di manodopera sono pari a 2, tutti pagati. - I titoli a lungo, acquistati il al valore nominale di 1 ed iscritti in SP a tale valore, non prevedono interessi attivi e scadono nel Viene venduto un brevetto registrato a 1, al prezzo di 3. - Gli ammortamenti di impianti sono pari a 18, quelli degli oneri pluriennali a 7, dei brevetti a 1. - Il risconto passivo si riferisce ad un provento per affitto, per un contratto di validità annuale per 3 stipulato il con pagamento anticipato. - Le partecipazioni si riferiscono ad una partecipazione (75%) valutata col patrimonio netto. Nel 2 l impresa controllata ottiene nuovi utili per 12 e distribuisce dividendi per 6. - Vengono capitalizzati costi di materie prime per 2. - Le obbligazioni prevedono interessi passivi del 1% e scadono tutte il L accantonamento al TFR è pari a 8, non si fanno accantonamenti al fondo. Un dipendente va in pensione percependo una liquidazione pari a 2. - Le tasse vengono pagate nel maggio 21. Determinare Stato Patrimoniale e Conto Economico 2. Soluzione Conto economico Flusso di cassa Magazzino pf Capitalizzazione Altri ricavi Costo materie prime Magazzini materie prime Costo servizi Costo manodopera Ammortamento fabbricati Ammortamento immateriali Accantonamento tfr Oneri obbligazioni Proventi finanziari Plusvalenza ante imposte Imposte Incassi Esborsi Pagamento debiti Esborso manodopera Esborso servizi Incasso brevetti Proventi finanziari Interessi obbligazioni Utilizzo tfr Variazione di cassa

22 182 L algebra della contabilità generale e il bilancio dell impresa Impianti Oneri pluriennali Marchi e brevetti Titoli a lungo Magazzini mp Magazzini pf Riserve disponibili Riserve indisponibili Fondo tfr Fondo svalutazione crediti Debiti a lungo Esercizio 11 Una Società ha chiuso l esercizio 1999 con il seguente Stato Patrimoniale: Impianto Macchinari Marchi e brevetti Oneri capitalizzati Titoli a lungo Magazzini prodotti finiti Magazzini materie prime Crediti finanziari Riserva legale Riserva disponibile Riserve indisponibili Fondo tfr Fondo sval crediti Fondo imposte Mutuo Nel corso del 2 si registrano i seguenti eventi: - Si fatturano vendite per 3. Gli incassi sono pari a 3. I crediti commerciali vengono riscossi. - I magazzini prodotti finiti finali sono pari a 2. - I costi di manodopera sono pari a 11, tutti pagati. - I costi per materie prime sono pari a 5, gli esborsi verso fornitori di materie prime sono pari a 76. I magazzini materie prime diminuiscono di 5. - I costi per servizi sono pari a, tutti pagati. - Viene venduto un impianto del valore storico di 1, già ammortizzato per il 5% del valore, ad un prezzo di 7. La società decide di sfruttare appieno le agevolazioni fiscali concesse per ciò che riguarda le plusvalenze. Gli ammortamenti degli impianti sono pari a 1, quelli dei macchinari a 8. Le restanti poste soggette ad ammortamento vengono ammortizzate per un totale di 1 ripartito in parti uguali tra le voci interessate.

23 11 Esercizi di contabilità e bilancio Le partecipazioni non fruttano proventi. I titoli sono registrati al valore storico e scadono nel 21, e fruttano interessi attivi del 1% pagati al termine di ogni esercizio. - Tutti i crediti finanziari vengono ceduti ad una società di factoring per Il risconto attivo si riferisce ad un contratto di assicurazione stipulato il per 4 con validità annuale pagato anticipatamente. Il rateo passivo si riferisce ad un fitto passivo relativo ad un contratto annuale dell importo di 4 stipulato il e pagato posticipatamente. - Vengono accantonati 5 al fondo TFR, 2 al fondo svalutazione crediti. - Il fondo imposte è relativo ad un contenzioso che è destinato a risolversi nell esercizio 21. Una parte del mutuo pari a 4 viene restituita il Il costo del mutuo è pari al 1% annuo sul valore del capitale. - Le obbligazioni in portafoglio fruttano agli obbligazionisti interessi del 5% pagati a fine esercizio e scadono a fine L uso di un brevetto della società del valore di 5 è concesso a titolo gratuito alla Società Y. - L utile 1999 è distribuito al 5% come dividendi, il resto accantonato. Le tasse (5%) sono pagate a pronti. Redigere Stato Patrimoniale e Conto Economico Soluzione Magazzini pf Costi manodopera Costi materia prima Magazzini materia prima Costi servizi Ammortamento impianti Ammortamento macchinari Altri ammortamenti Proventi finanziari Oneri finanziari Oneri obbligazioni Risconto attivo Rateo attivo Accantonamento tfr Accantonamento sval. crediti Plusvalenze ante imposte Imposte Acc fondo imposte Conto economico Incassi Esborso manodopera Esborso materie prime Esborso servizi Proventi finanziari Oneri finanziari Oneri obbligazioni Imposte Incasso crediti Vendita impianto Cessione crediti Restituzione mutuo Dividendi Affitto Flusso di cassa Variazione di cassa 572.5

24 184 L algebra della contabilità generale e il bilancio dell impresa Impianto Macchinari Marchi e brevetti Oneri capitalizzati Titoli a lungo Magazzini prodotti finiti Magazzini materie prime Crediti finanziari Riserva legale Riserva disponibile Riserve indisponibili Fondo tfr Fondo sval crediti Fondo imposte Mutuo , ,5 Esercizio 12 Una società chiude il 1997 con il seguente Stato Patrimoniale: Terreni Impianti e macchinari Ricerca e Sviluppo Marchi e brevetti Titoli Magazzini Crediti finanziari Altri crediti Riserva legale Riserva di rivalutazione Riserva di sovrapprezzo Altre riserve Fondo TFR Fondo Imposte Mutuo Nel 1998 si registrano i seguenti fatti: - Vengono fatti ammortamenti per 6. Di questi il 5% riguarda le immobilizzazioni tecniche e la restante parte è ripartita in parti uguali tra le rimanenti voci interessate. - Vengono venduti prodotti per 1., che originano nuovi crediti commerciali per 1. - Viene pagato 5 di spese per materie prime. Di questi, 8 sono serviti per la costruzione di un muro che cinge il terreno dove sorge il fabbricato industriale. I debiti commerciali flettono di 4. - I costi per la manodopera ammontano a 25. Tra questi costi vi è un accantonamento al TFR pari a 3, il resto è pagato. Inoltre, è noto che nei costi per la manodopera è compreso il salario pari a di un addetto che si è occupato esclusivamente di Ricerca e Sviluppo. - Viene venduto un impianto, registrato al valore netto di 3, al prezzo di 4.

25 11 Esercizi di contabilità e bilancio Il vengono venduti, ad un prezzo di 6, i titoli in portafoglio. Nello stesso giorno vengono acquistati nuovi titoli per 1. Tali titoli fruttano il 1% annuo, con incasso alla scadenza che è fissata per il I nuovi titoli acquistati, il giorno valgono sul mercato. - I magazzini diminuiscono di 1. - Oltre al rendimento dei titoli acquistati, la gestione finanziaria si compone dei proventi da partecipazioni, dal mutuo e dalle obbligazioni (entrambi 1% annuo del valore in SP). Proventi da partecipazioni, oneri da mutuo e da obbligazioni vengono pagati per la quota di competenza nel per 7 vengono convertite in data Gli utili del 1997 vengono distribuiti come dividendi. - Le imposte 1998 (aliquota = 5%) vengono pagate al 2%. La restante parte verrà pagata nel 1999 in data da destinarsi. Il Fondo Imposte 1997 è utilizzato per pagare le imposte pregresse. - Gli incassi relativi alla voce altri proventi sono pari a 5. Tale voce deve essere rettificata tenendo conto che il rateo attivo 1997 riguarda un fitto attivo di competenza per 1/3 del 1997 e 2/3 del Gli esborsi totali relativi alla voce altri costi sono pari a 5. Tale voce deve essere rettificata tenendo conto che il rateo passivo 1997 si riferisce ad altri costi sostenuti nel 1998 per 4. - La partecipazione si riferisce a quote (5%) della Società B, il cui stato patrimonialeal e 1998 è riportato di seguito. (La Società B ha distribuito nel 1998 tutto l utile 1997 come dividendi) Immobilizzazioni Capitale Circolante Riserve Debiti Redigere Stato Patrimoniale e Conto Economico 1998.

26 186 L algebra della contabilità generale e il bilancio dell impresa Soluzione Conto economico Flusso di cassa Magazzini Capitalizzazione R&S Capitalizzazione costi muro Altri proventi Costo materie prime Costo manodopera Altri costi Ammortamenti Proventi finanziari (rateo titoli) Proventi finanziari (partecipazioni) Oneri finanziari (mutuo) Oneri finanziari (obbligazioni) Proventi straordinari ante imposte Imposte Incassi Incassi altri proventi Esborso materie prime Esborso manodopera Esborso altri costi Proventi finanziari (partecipazioni) Oneri finanziari (mutuo) Oneri finanziari (obbligazioni) Imposte Vendita impianto Vendita titoli Acquisto titoli Dividendi Utilizzo fondo imposte Variazione di cassa Terreni Impianti e macchinari Ricerca e Sviluppo Marchi e brevetti Titoli Magazzini Crediti finanziari Altri crediti Riserva legale Riserva di rivalutazione Riserva di sovrapprezzo Altre riserve Fondo TFR Fondo Imposte Mutuo

A) VALORE DELLA PRODUZIONE

A) VALORE DELLA PRODUZIONE CONTO ECONOMICO A) VALORE DELLA PRODUZIONE: 1) Ricavi delle vendite e delle prestazioni merci conto vendite - resi su vendite - ribassi e abbuoni passivi 2) Variazioni delle rimanenze di prodotti in corso

Dettagli

Il metodo della partita doppia

Il metodo della partita doppia DISPENSA 4 Economia ed Organizzazione Aziendale Il metodo della partita doppia - Parte II - 1 La tecnica di redazione del bilancio Per la definizione delle varie voci di bilancio è necessario contabilizzare

Dettagli

Piano dei conti di un impresa industriale in forma di società per azioni Stato patrimoniale Conto economico

Piano dei conti di un impresa industriale in forma di società per azioni Stato patrimoniale Conto economico Piano dei conti di un impresa industriale in forma di società per azioni Stato patrimoniale Conto economico per la classe 4 a Istituti tecnici e Istituti professionali 01. Crediti verso soci per versamenti

Dettagli

Biblioteca di Economia aziendale. per il secondo biennio e il quinto anno. Istituti tecnici del settore economico

Biblioteca di Economia aziendale. per il secondo biennio e il quinto anno. Istituti tecnici del settore economico Biblioteca di Economia aziendale PIANO DEI CONTI DI UN IMPRESA INDUSTRIALE IN FORMA DI SOCIETÀ PER AZIONI Documento Piano dei conti BILANCIO DI UN IMPRESA INDUSTRIALE IN FORMA DI SOCIETÀ PER AZIONI STATO

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA SAPIENZA ANNO ACCADEMICO 2014/2015 CORSO DI LAUREA IN SCIENZE AZIENDALI PROF.SSA DANIELA COLUCCIA CANALE E-M

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA SAPIENZA ANNO ACCADEMICO 2014/2015 CORSO DI LAUREA IN SCIENZE AZIENDALI PROF.SSA DANIELA COLUCCIA CANALE E-M UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA SAPIENZA ESERCIZI RIASSUNTIVI (senza soluzione) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 CORSO DI LAUREA IN SCIENZE AZIENDALI PROF.SSA DANIELA COLUCCIA CANALE E-M CORSO DI ECONOMIA AZIENDALE

Dettagli

Modello e Teoria del Bilancio di Esercizio ALLOCAZIONE DI VALORI NEGLI SCHEMI DI BILANCIO. Normativa italiana

Modello e Teoria del Bilancio di Esercizio ALLOCAZIONE DI VALORI NEGLI SCHEMI DI BILANCIO. Normativa italiana ALLOCAZIONE DI VALORI NEGLI SCHEMI DI BILANCIO Normativa italiana 1. Allocazione di valori nello Stato patrimoniale Si proceda all individuazione delle poste di Stato patrimoniale nelle quali trovano iscrizione

Dettagli

SVOLGIMENTO TIPOLOGIA C

SVOLGIMENTO TIPOLOGIA C SVOLGIMENTO Una società per azioni che produce mobili in legno al termine dell esercizio n presenta una situazione di difficoltà: L esercizio si è chiuso con una perdita di 300.000 euro che ha portato

Dettagli

RICLASSIFICAZIONE IN QUESTA PARTE DEL CORSO LA RICLASSIFICAZIONE SI INTENDE APPLICATA AI PROSPETTI DI STATO PATRIMONIALE E CONTO ECONOMICO CIVILISTICI

RICLASSIFICAZIONE IN QUESTA PARTE DEL CORSO LA RICLASSIFICAZIONE SI INTENDE APPLICATA AI PROSPETTI DI STATO PATRIMONIALE E CONTO ECONOMICO CIVILISTICI RICLASSIFICAZIONE IN QUESTA PARTE DEL CORSO LA RICLASSIFICAZIONE SI INTENDE APPLICATA AI PROSPETTI DI STATO PATRIMONIALE E CONTO ECONOMICO CIVILISTICI (anche se logica di fondo vale anche per i prospetti

Dettagli

Riclassificazione del bilancio d esercizio

Riclassificazione del bilancio d esercizio Esercitazioni svolte 2014 Scuola Duemila 1 Esercitazione n. 9 Riclassificazione del bilancio d esercizio Marcella Givone COMPETENZE ABILITÀ CONOSCENZE Individuare e accedere alla normativa pubblicistica,

Dettagli

RAGIONERIA GENERALE 10 CFU Simulazione

RAGIONERIA GENERALE 10 CFU Simulazione Prof. Stefano Coronella Cognome: Nome: Matricola: Aula: Documento identità (tipo e numero; basta anche il solo libretto universitario) Rilasciato da: Firma Rilasciato il: Segnare con una l unica risposta

Dettagli

RAGIONERIA GENERALE 10 CFU Simulazione

RAGIONERIA GENERALE 10 CFU Simulazione Prof. Stefano Coronella Cognome: Nome: Matricola: Aula: Documento identità (tipo e numero; basta anche il solo libretto universitario) Rilasciato da: Firma Rilasciato il: Segnare con una X l unica risposta

Dettagli

COOPERATIVA MURATORI REGGIOLO S.c.r.l. Capogruppo. Sede Legale: Via G. di Vittorio, 2 Angolo Via Grandi, 1

COOPERATIVA MURATORI REGGIOLO S.c.r.l. Capogruppo. Sede Legale: Via G. di Vittorio, 2 Angolo Via Grandi, 1 Pagina n 1 Capogruppo COOPERATIVA MURATORI REGGIOLO S.c.r.l. Sede Legale: Via G. di Vittorio, 2 Angolo Via Grandi, 1-42046 REGGIOLO Iscritta al Registro delle Imprese di R. E. Cod. Fisc. e N. iscrizione

Dettagli

ESERCIZI RELATIVI AL CAP. 16 RENDICONTO FINANZIARIO A cura di N. Pecchiari

ESERCIZI RELATIVI AL CAP. 16 RENDICONTO FINANZIARIO A cura di N. Pecchiari 1 ESERCIZI RELATIVI AL CAP. 16 RENDICONTO FINANZIARIO A cura di N. Pecchiari ESERCIZIO (1) Variazioni del reddito, patrimonio, CCN e cassa Si ipotizzi di analizzare il bilancio della azienda BETA chiuso

Dettagli

TEMI SPECIALI DI BILANCIO. Il rendiconto finanziario OIC 10

TEMI SPECIALI DI BILANCIO. Il rendiconto finanziario OIC 10 TEMI SPECIALI DI BILANCIO Il rendiconto finanziario OIC 10 Parma, 1 Ottobre 2014 1 Indice 1. Finalità del principio 3 2. Ambito di applicazione 4 3. Definizioni 5 4. Contenuto e struttura 6 5. Classificazione

Dettagli

API - AZIENDA PER IL PATRIMONIO IMMOBILIARE ROZZANO S.R.L. IN LIQUIDAZIONE

API - AZIENDA PER IL PATRIMONIO IMMOBILIARE ROZZANO S.R.L. IN LIQUIDAZIONE API - AZIENDA PER IL PATRIMONIO Società con Socio Unico Società soggetta ad attività di direzione e coordinamento da parte del Comune di Rozzano Sede in Piazza Foglia 1-20089 Rozzano ( Mi) Capitale sociale

Dettagli

TRACCIA SOLUZIONE ESAME DI CONTABILITA AZIENDALE E BILANCIO 21 LUGLIO 2006

TRACCIA SOLUZIONE ESAME DI CONTABILITA AZIENDALE E BILANCIO 21 LUGLIO 2006 TRACCIA SOLUZIONE ESAME DI CONTABILITA AZIENDALE E BILANCIO 21 LUGLIO 2006 a cura di Ericka Costa SCRITTURE IN P.D. 1. L utile dell esercizio precedente viene distribuito come segue: 7.000 tra i soci,

Dettagli

STATO PATRIMONIALE DELLA MALUCLA' & COMPANY AL 31-12-2005

STATO PATRIMONIALE DELLA MALUCLA' & COMPANY AL 31-12-2005 STATO PATRIMONIALE DELLA MALUCLA' & COMPANY AL 31-12- STATO PATRIMONIALE ATTIVO PASSIVO A) CREDITI VERSO SOCI PER VERSAMENTI A) PATRIMONIO NETTO ANCORA DOVUTI (TOTALE) I - Capitale 18.000.000 Parte da

Dettagli

BILANCIO DELLE IMPRESE BANCARIE E INDUSTRIALI di Lucia BARALE

BILANCIO DELLE IMPRESE BANCARIE E INDUSTRIALI di Lucia BARALE Tema d esame BILANCIO DELLE IMPRESE BANCARIE E INDUSTRIALI di Lucia BARALE ATTIVITÀ DIDATTICHE 1 MATERIE AZIENDALI (classe 5 a ITC) Il tema proposto è articolato in tre parti, di cui l ultima con tre alternative

Dettagli

TRACCIA A ESERCIZIO 1

TRACCIA A ESERCIZIO 1 TRACCIA A ESERCIZIO 1 Nel corso del 2009 la ditta individuale Verdi ha effettuato, tra le altre, le operazioni di gestione di seguito riportate. Presentare le scritture a libro giornale (gestione e assestamenti;

Dettagli

Riclassificazione del bilancio. Vedere sussidio didattico sul bilancio

Riclassificazione del bilancio. Vedere sussidio didattico sul bilancio Riclassificazione del bilancio Vedere sussidio didattico sul bilancio RAGIONI DELLA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA DELLO STATO PATRIMONIALE raggruppare i valori delle attività e delle passività in poche

Dettagli

FONDAMENTI DI ECONOMIA AZIENDALE E IMPIANTISTICA INDUSTRIALE

FONDAMENTI DI ECONOMIA AZIENDALE E IMPIANTISTICA INDUSTRIALE FONDAMENTI DI ECONOMIA AZIENDALE E IMPIANTISTICA INDUSTRIALE Proff.. Alberto Baggini Marco Melacini A.A. 2008/2009 La contabilità esterna Il conto economico La redazione del documento finale di bilancio

Dettagli

Esame di Stato anno scolastico 2011/2012 Svolgimento Tema di Economia aziendale

Esame di Stato anno scolastico 2011/2012 Svolgimento Tema di Economia aziendale Esame di Stato anno scolastico 2011/2012 Svolgimento Tema di Economia aziendale Il tema assegnato per la seconda prova di Economia aziendale nell'indirizzo I.G.E.A. è incentrato sulla differenza tra reddito

Dettagli

Esercitazioni del corso di Ragioneria generale ed applicata Corso 50-99

Esercitazioni del corso di Ragioneria generale ed applicata Corso 50-99 Esercitazioni del corso di Ragioneria generale ed applicata Corso 50-99 ESERCITAZIONE N 2 ARGOMENTI CONSIDERATI: Fase di diritto e fase di fatto delle registrazioni contabili Registrazione dei finanziamenti

Dettagli

QUADERNO DI CONTABILITA GENERALE ESERCIZI N. 3: ECONOMIA AZIENDALE I. Insegnamento di CORSI DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE ED ECONOMIA E COMMERCIO

QUADERNO DI CONTABILITA GENERALE ESERCIZI N. 3: ECONOMIA AZIENDALE I. Insegnamento di CORSI DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE ED ECONOMIA E COMMERCIO Insegnamento di ECONOMIA AZIENDALE I CORSI DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE ED ECONOMIA E COMMERCIO UNIVERSITÀ DI FIRENZE A.A. 2007/08 A CURA DI GIACOMO MANETTI QUADERNO DI ESERCIZI N. 3: CONTABILITA GENERALE

Dettagli

Riclassificazione del bilancio

Riclassificazione del bilancio Riclassificazione del bilancio 02 2015-2016 Vedere sussidio didattico sul bilancio SIGNIFICATO DI RICLASSIFICAZIONE DEI DOCUMENTI DEL BILANCIO raggruppare i valori presenti nei documenti di bilancio in

Dettagli

ESERCIZI DI CONTABILITA PARTE 2

ESERCIZI DI CONTABILITA PARTE 2 ESERCIZI DI CONTABILITA PARTE 2 31/12 La società X fitta un capannone a 10000 annuali. La riscossione avviene il 20/5 di ogni anno, in maniera anticipata. Redigere le scritture. 31/12 La società X fitta

Dettagli

Allegato 3 al Progetto di fusione. Centrale del Latte di Firenze, Pistoia e Livorno S.p.A. Situazione Patrimoniale Ex art. 2501 quatercodice Civile

Allegato 3 al Progetto di fusione. Centrale del Latte di Firenze, Pistoia e Livorno S.p.A. Situazione Patrimoniale Ex art. 2501 quatercodice Civile Allegato 3 al Progetto di fusione Centrale del Latte di Firenze, Pistoia e Livorno S.p.A. Situazione Patrimoniale Ex art. 2501 quatercodice Civile PROSPETTO DELLA SITUAZIONE PATRIMONIALE FINANZIARIA -

Dettagli

IL BILANCIO EUROPEO LO STATO PATRIMONIALE

IL BILANCIO EUROPEO LO STATO PATRIMONIALE IL BILANCIO EUROPEO LO STATO PATRIMONIALE ATTIVO A) CREDITI V/S SOCI PER VERSAMENTI ANCORA DOVUTI B) IMMOBILIZZAZIONI C) ATTIVO CIRCOLANTE D) RATEI E RISCONTI PASSIVO A) PATRIMONIO NETTO B) FONDI PER RISCHI

Dettagli

Analisi per flussi. 1. Considerazioni generali

Analisi per flussi. 1. Considerazioni generali Capitolo 8 Analisi per flussi 1. Considerazioni generali Il rendiconto finanziario è un prospetto che raggruppa, in relazione a determinati scopi di formazione, le variazioni (flussi) intervenute nella

Dettagli

IL RENDICONTO FINANZIARIO.

IL RENDICONTO FINANZIARIO. IL RENDICONTO FINANZIARIO. Lezione 3 Castellanza, 3 Ottobre 2007 2 Il Rendiconto Finanziario Il Rendiconto Finanziario costituisce per l analisi della dinamica finanziaria ciò che il conto economico rappresenta

Dettagli

ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE

ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE LE SCRITTURE DI RETTIFICA E ASSESTAMENTO 1 LA COSTRUZIONE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO Dalla raccolta delle informazioni contabili alla loro sintesi L esercizio La competenza

Dettagli

ATTIVO: A) Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti, con separata indicazione della parte già richiamata.

ATTIVO: A) Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti, con separata indicazione della parte già richiamata. ATTIVO: A) Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti, con separata indicazione della parte già richiamata. B) Immobilizzazioni, con separata indicazione di quelle concesse in locazione finanziaria:

Dettagli

LE PRINCIPALI INNOVAZIONI DEL DOCUMENTO OIC

LE PRINCIPALI INNOVAZIONI DEL DOCUMENTO OIC S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO IL PRINCIPIO OIC 10 SUL RENDICONTO FINANZIARIO LE PRINCIPALI INNOVAZIONI DEL DOCUMENTO OIC IDA D ALESSIO 24 APRILE 2015 Rispetto al precedente OIC 12: Cambiamenti

Dettagli

ESERCIZI DI CONTABILITA PARTE 2

ESERCIZI DI CONTABILITA PARTE 2 ESERCIZI DI CONTABILITA PARTE 2 (prof. MICHELE GALEOTTI Economia aziendale) 31/12 La società X fitta un capannone a 10000 annuali. La riscossione avviene il 20/5 di ogni anno, in maniera anticipata. 31/12

Dettagli

AZIENDA LA LOGICA GENERALE DI DI COSTRUZIONE DEL BILANCIO DI DI ESERCIZIO IL IL SISTEMA AZIENDA CONDIZIONI PRODUTTIVE ACQUISITE

AZIENDA LA LOGICA GENERALE DI DI COSTRUZIONE DEL BILANCIO DI DI ESERCIZIO IL IL SISTEMA AZIENDA CONDIZIONI PRODUTTIVE ACQUISITE LA LOGICA GENERALE DI DI COSTRUZIONE DEL BILANCIO DI DI ESERCIZIO IL IL SISTEMA AZIENDA FATTORI CONDIZIONI PRODUTTIVE BENI E SERVIZI PRODOTTI USCITE MONETARIE O AUMENTO DI DEBITI AZIENDA ENTRATE MONETARIE

Dettagli

A.L.E.R. PAVIA. Bilancio al 31/12/2013

A.L.E.R. PAVIA. Bilancio al 31/12/2013 A.L.E.R. PAVIA Sede in VIA PARODI 35-27100 PAVIA (PV) Bilancio al 31/12/2013 Stato patrimoniale attivo 31/12/2013 31/12/2012 A) Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti (di cui già richiamati )

Dettagli

Traccia n. 1. Prospetto dei conti al 31 dicembre. Eccedenze

Traccia n. 1. Prospetto dei conti al 31 dicembre. Eccedenze Traccia n. 1 1. Il Candidato compili la Situazione Contabile dell impresa «Omega SpA», tenendo conto che il prospetto contabile di seguito presentato è stato redatto dopo la prima e la seconda fase dell

Dettagli

SITUAZIONE ECONOMICA FINALE

SITUAZIONE ECONOMICA FINALE SITUAZIONE ECONOMICA FINALE materie prime c/acquisti 2.., prodotti c/vendite 2.5., costi di trasporto 5., lavori su ordinazione 3., fitti passivi 2., materie prime c/rimanenze finali 25., salari e stipendi

Dettagli

Contabilità e bilancio 4/ed - Fabrizio Cerbioni, Lino Cinquini, Ugo Sòstero Copyright 2015 - McGraw-Hill Education (Italy) srl PIANO DEI CONTI

Contabilità e bilancio 4/ed - Fabrizio Cerbioni, Lino Cinquini, Ugo Sòstero Copyright 2015 - McGraw-Hill Education (Italy) srl PIANO DEI CONTI PIANO DEI CONTI 1. COMPONENTI POSITIVE DI REDDITO 1.1. Ricavi di vendita 1.1.1. Prodotti c/vendite 1.1.2. Merci c/vendite 1.1.3. Servizi c/vendite 1.1.4. Prodotti c/vendite estero 1.1.5. Merci c/vendite

Dettagli

ESERCITAZIONE: CONTABILITA E BILANCIO

ESERCITAZIONE: CONTABILITA E BILANCIO ESERCITAZIONE: CONTABILITA E BILANCIO L Alba Spa è società svolgente attività industriale e al 31/12/n prima di procedere alle scritture di assestamento di bilancio presenta le seguenti situazioni contabili:

Dettagli

CONTO SALDI DARE AVERE

CONTO SALDI DARE AVERE Simulazione n. 1 La situazione dei conti al 30/11/2014 della società Even Srl che svolge attività mercantile, presenta i seguenti saldi: CONTO SALDI DARE AVERE Attrezzature 200.000,00 Banca di Roma c/c

Dettagli

Bilancio con dati a scelta in presenza di un trend negativo

Bilancio con dati a scelta in presenza di un trend negativo Tracce di temi 2013 Scuola Duemila 1 Traccia n. 1 Bilancio con dati a scelta in presenza di un trend negativo Michele Devastato A fronte di una crisi che ha investito l intero settore, l impresa industriale

Dettagli

TEMA 1 Parte A VOCI 31/12/2004 31/12/2003

TEMA 1 Parte A VOCI 31/12/2004 31/12/2003 TEMA 1 Parte A Nel bilancio civilistico al 31/12/2004 dell azienda ALFA risultano, tra gli altri, i seguenti dati: VOCI 31/12/2004 31/12/2003 B) I. 2) Costi di ricerca, sviluppo e pubblicità 12.708 B)

Dettagli

H) SCRITTURE DI ASSESTAMENTO I) SCRITTURE DI EPILOGO E DI CHIUSURA

H) SCRITTURE DI ASSESTAMENTO I) SCRITTURE DI EPILOGO E DI CHIUSURA CONTABILITA GENERALE 21 H) SCRITTURE DI ASSESTAMENTO I) SCRITTURE DI EPILOGO E DI CHIUSURA 8 dicembre 2005 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1 H. Scritture di assestamento

Dettagli

FONDAZIONE DI PARTECIPAZIONE PERUGIASSISI 2019. Bilancio al 31/12/2014

FONDAZIONE DI PARTECIPAZIONE PERUGIASSISI 2019. Bilancio al 31/12/2014 FONDAZIONE DI PARTECIPAZIONE PERUGIASSISI 2019 Sede in Perugia - via Mazzini 21 Bilancio al 31/12/2014 Stato patrimoniale attivo 31/12/2014 31/12/2013 A) Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti

Dettagli

Elaborazione di un bilancio con dati a scelta a partir. tire e da indici

Elaborazione di un bilancio con dati a scelta a partir. tire e da indici Tracce di temi 2010 Scuola Duemila 1 Traccia n. 1 Elaborazione di un bilancio con dati a scelta a partir tire e da indici Olivia Leone Il candidato illustri brevemente quali sono i principali vincoli da

Dettagli

Il fido bancario quale forma di finanziamento delle imprese industriali

Il fido bancario quale forma di finanziamento delle imprese industriali Il fido bancario quale forma di finanziamento delle imprese industriali Traccia di Economia aziendale di Emanuele Perucci Il candidato, dopo aver sinteticamente illustrato le varie forme di finanziamento

Dettagli

FONDAZIONE PER LA CULTURA TORINO. Bilancio al 31/12/2014

FONDAZIONE PER LA CULTURA TORINO. Bilancio al 31/12/2014 Sede in VIA SAN FRANCESCO DA PAOLA, 3-10123 TORINO (TO) Fondo di dotazione Euro 100.000,00 i.v. Bilancio al 31/12/2014 FONDAZIONE PER LA CULTURA TORINO Stato patrimoniale attivo 31/12/2014 31/12/2013 A)

Dettagli

COLLEGIO DEI GEOMETRI DELLA PROVINCIA DI MODENA. Bilancio al 31/12/2014

COLLEGIO DEI GEOMETRI DELLA PROVINCIA DI MODENA. Bilancio al 31/12/2014 COLLEGIO DEI GEOMETRI DELLA PROVINCIA DI MODENA Sede in VIA SCAGLIA EST 144-41100 MODENA (MO) Bilancio al 31/12/2014 Stato patrimoniale attivo 31/12/2014 31/12/2013 A) Crediti verso soci per versamenti

Dettagli

AGENZIA PER L'ENERGIA E L'AMBIENTE S.R.L. Sede in VIA CORCIANESE 218-06132 PERUGIA (PG) Capitale sociale Euro 45.198,00 i.v. Bilancio al 30/06/2013

AGENZIA PER L'ENERGIA E L'AMBIENTE S.R.L. Sede in VIA CORCIANESE 218-06132 PERUGIA (PG) Capitale sociale Euro 45.198,00 i.v. Bilancio al 30/06/2013 AGENZIA PER L'ENERGIA E L'AMBIENTE S.R.L. Sede in VIA CORCIANESE 218-06132 PERUGIA (PG) Capitale sociale Euro 45.198,00 i.v. Bilancio al 30/06/2013 Reg. Imp. 02227380546 Rea 202246 Stato patrimoniale attivo

Dettagli

FIAT GROUP AUTOMOBILES S.P.A. O BREVEMENTE FIAT AUTO S.P.A.

FIAT GROUP AUTOMOBILES S.P.A. O BREVEMENTE FIAT AUTO S.P.A. FIAT GROUP AUTOMOBILES S.P.A. O BREVEMENTE FIAT AUTO S.P.A. Forma Giuridica S.P.A. a socio unico Data Costituzione 6/04/2000 Indirizzo CSO GIOVANNI AGNELLI, 200 Codice Postale 10134 Provincia Torino Regione

Dettagli

UNIVERSITA degli STUDI di PAVIA Facoltà di Economia CORSO DI ANALISI DI BILANCIO PARTE SECONDA (SALVO ERRATA CORRIGE) Docente Letizia Ubbiali

UNIVERSITA degli STUDI di PAVIA Facoltà di Economia CORSO DI ANALISI DI BILANCIO PARTE SECONDA (SALVO ERRATA CORRIGE) Docente Letizia Ubbiali UNIVERSITA degli STUDI di PAVIA Facoltà di Economia CORSO DI ANALISI DI BILANCIO PARTE SECONDA (SALVO ERRATA CORRIGE) Docente Letizia Ubbiali Professore a contratto Dottore di ricerca in Economia Aziendale

Dettagli

STATO PATRIMONIALE CONSOLIDATO MEDIASET ATTIVO 1.999 2.000 2001

STATO PATRIMONIALE CONSOLIDATO MEDIASET ATTIVO 1.999 2.000 2001 STATO PATRIMONIALE CONSOLIDATO MEDIASET ATTIVO 1.999 2.000 2001 CREDITI VERSO SOCI PER VERSAMENTI ANCORA DOVUTI - - B) IMMOBILIZZAZIONI: I IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 1 costi di impianto ed ampliamento

Dettagli

CASINO' S.P.A. BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2011

CASINO' S.P.A. BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2011 CASINO' S.P.A. BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2011 Sede legale: Corso degli Inglesi, 18 - Sanremo (Im) Capitale Sociale 120.000,00 i.v. Registro Imprese di Imperia 01297620088 - R.E.A. 114547 Codice fiscale 01297620088

Dettagli

AGENZIA PER LA MOBILITA TERRITORIALE S.P.A. in liquidazione. Bilancio al 31/12/2013

AGENZIA PER LA MOBILITA TERRITORIALE S.P.A. in liquidazione. Bilancio al 31/12/2013 Reg. Imp. 00205970320 Rea 74441 AGENZIA PER LA MOBILITA TERRITORIALE S.P.A. in liquidazione Sede in VIA D'ALVIANO 15-34144 TRIESTE (TS) Capitale sociale Euro 1.000.000,00 i.v. Bilancio al 31/12/2013 Stato

Dettagli

Il finanziamento alle imprese

Il finanziamento alle imprese Il finanziamento alle imprese Alberto Balestreri Corso di Economia ed organizzazione aziendale II ING-IND/35 Laurea Specialistica in Biotecnologie Industriali Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e

Dettagli

Commento al tema di Economia aziendale

Commento al tema di Economia aziendale Commento al tema di Economia aziendale Il tema di Economia aziendale proposto negli Istituti Tecnici è incentrato sulla crisi finanziaria ed è articolato in una parte obbligatoria e tre percorsi alternativi

Dettagli

Elaborazione del bilancio d esercizio

Elaborazione del bilancio d esercizio Esercitazioni svolte 2014 Scuola Duemila 1 Esercitazione n. 7 Elaborazione del bilancio d esercizio Antonia Mente COMPETENZE ABILITÀ CONOSCENZE Individuare e accedere alla normativa pubblicistica, civilistica

Dettagli

FONDO INTERBANCARIO DI TUTELA DEI DEPOSITI. Bilancio al 31/12/2013

FONDO INTERBANCARIO DI TUTELA DEI DEPOSITI. Bilancio al 31/12/2013 FONDO INTERBANCARIO DI TUTELA DEI DEPOSITI Registro Imprese 640399 Rea 8508/87 Sede in via Plebiscito, 102-00186 Roma Fondo Consortile 439.916,51 Codice Fiscale 08060200584 Partita IVA 01951041001 Bilancio

Dettagli

ESAMI DI STATO PER L ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI DOTTORE COMMERCIALISTA PRIMA SESSIONE 2005 UNIVERSITA di FERRARA

ESAMI DI STATO PER L ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI DOTTORE COMMERCIALISTA PRIMA SESSIONE 2005 UNIVERSITA di FERRARA ESAMI DI STATO PER L ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI DOTTORE COMMERCIALISTA PRIMA SESSIONE 2005 UNIVERSITA di FERRARA Svolgimento della prima prova scritta I temi scelti dalla Commissione

Dettagli

I piani aziendali prevedono, per il primo semestre dell'esercizio 2007, di cedere il 75% del lotto di terreno ad uso civile.

I piani aziendali prevedono, per il primo semestre dell'esercizio 2007, di cedere il 75% del lotto di terreno ad uso civile. NOTA DI RICLASSIFICAZIONE Come si evince dai prospetti di bilancio, l'azienda è proprietaria di un appezzamento di terreno: per il 50% è adibito ad uso industriale, mentre la restante parte ha destinazione

Dettagli

Il Bilancio e i Principi Internazionali IAS-IFRS: Il Conto Economico e il Rendiconto finanziario. anno accademico 2007-2008 Valentina Lazzarotti

Il Bilancio e i Principi Internazionali IAS-IFRS: Il Conto Economico e il Rendiconto finanziario. anno accademico 2007-2008 Valentina Lazzarotti Il Bilancio e i Principi Internazionali IAS-IFRS: Il Conto Economico e il Rendiconto finanziario anno accademico 2007-2008 Valentina Lazzarotti 1 Il Conto Economico Il prospetto di CE può essere redatto:

Dettagli

Tema n. 1 1 quesito: Prospetto 1

Tema n. 1 1 quesito: Prospetto 1 Tema n. 1 In data 31/12/02 si decide lo scorporo di un ramo d azienda dalla società Gamma S.p.A. - che ha i- niziato la propria attività in data 1/1/1995 - ed il suo successivo conferimento nella società

Dettagli

ABBANOA S.P.A. Bilancio al 31/12/2014. Stato patrimoniale attivo 31/12/2014 31/12/2013

ABBANOA S.P.A. Bilancio al 31/12/2014. Stato patrimoniale attivo 31/12/2014 31/12/2013 ABBANOA S.P.A. Sede in VIA STRAULLU 35-08100 NUORO (NU) Capitale sociale Euro 236.275.415 interamente versati Iscritta al Registro Imprese di Nuoro al numero e codice fiscale 02934390929 Numero Repertorio

Dettagli

ESERCIZI DI CONTABILITA PRIMA PARTE

ESERCIZI DI CONTABILITA PRIMA PARTE ESERCIZI DI CONTABILITA PRIMA PARTE ACQUISTO E VENDITA: In data 1/7 la società X paga fitti passivi per euro 6000, con denaro in cassa. In data 3/7la società riscuote, in contanti, fitti attivi per euro

Dettagli

LE SCRITTURE ASSESTAMENTO

LE SCRITTURE ASSESTAMENTO LE SCRITTURE DI ASSESTAMENTO SCRITTURE DI ASSESTAMENTO Le scritture di assestamento consentono di passare dal criterio della manifestazione finanziaria al criterio della competenza economica e sono effettuate

Dettagli

bilancio sintetico a stati comparati, Rendiconto finanziario, portafoglio sbf

bilancio sintetico a stati comparati, Rendiconto finanziario, portafoglio sbf Temi in preparazione alla maturità Analisi di bilancio, bilancio sintetico a stati comparati, Rendiconto finanziario, decisioni aziendali, portafoglio sbf di Rossana MANELLI ATTIVITÀ DIDATTICHE 1 MATERIA:

Dettagli

A) PREMI AL NETTO DELLA RIASSICURAZIONE - - Premi danni - Premi vita. B) SINISTRI NETTI PAGATI - Sinistri danni -Sinistri vita

A) PREMI AL NETTO DELLA RIASSICURAZIONE - - Premi danni - Premi vita. B) SINISTRI NETTI PAGATI - Sinistri danni -Sinistri vita A) PREMI AL NETTO DELLA RIASSICURAZIONE - - Premi danni - Premi vita B) SINISTRI NETTI PAGATI - Sinistri danni -Sinistri vita C) VARIAZIONE DELLE RISERVE TECNICHE -Riserve tecniche rami danni -Riserve

Dettagli

TUTORATI - FINANZA AZIENDALE 1 SOTTOPERIODO - BERGAMO

TUTORATI - FINANZA AZIENDALE 1 SOTTOPERIODO - BERGAMO TUTORATI - FINANZA AZIENDALE 1 SOTTOPERIODO - BERGAMO 1) Riclassificare secondo il criterio di pertinenza gestionale, presentando il prospetto sintetico: IMPIEGHI SP riclassificato secondo il criterio

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE DI NUORO BILANCIO di previsione triennale per gli anni 2014/2016

AZIENDA SANITARIA LOCALE DI NUORO BILANCIO di previsione triennale per gli anni 2014/2016 Allegato 22: Bilancio di Previsione Triennale Stato patrimoniale previsionale attivo 2014 2015 2016 A) Immobilizzazioni I. Immateriali 1) Costi di impianto e di ampliamento 2) Costi di ricerca, di sviluppo

Dettagli

Quadro dei conti di un azienda industriale in forma di s.p.a. e raccordo conlevoci di Stato patrimoniale e Conto economico

Quadro dei conti di un azienda industriale in forma di s.p.a. e raccordo conlevoci di Stato patrimoniale e Conto economico Quadro dei conti di un azienda industriale in forma di s.p.a. e raccordo conlevoci di Stato patrimoniale e Conto economico Quadro dei conti Voci di: Stato patrimoniale (art. 2424 c.c.) Conto economico

Dettagli

GARA NAZIONALE SIA 2015 PROVA DI ECONOMIA AZIENDALE

GARA NAZIONALE SIA 2015 PROVA DI ECONOMIA AZIENDALE ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE TECNICA E LICEALE Galileo Galilei GARA NAZIONALE SIA 2015 PROVA DI ECONOMIA AZIENDALE Firenze, 7 maggio 2015 E consentito l uso: - del codice Civile - della calcolatrice

Dettagli

Ragioneria Generale e Applicata. Esercitazione: La riclassificazione dei prospetti di bilancio

Ragioneria Generale e Applicata. Esercitazione: La riclassificazione dei prospetti di bilancio Esercitazione: La riclassificazione dei prospetti di bilancio 1 Parte I La riclassificazione dello Stato Patrimoniale Si proceda a collocare le voci sotto elencate riprese dal bilancio di esercizio 2009

Dettagli

ESERCITAZIONE DI CONTABILITÀ GENERALE

ESERCITAZIONE DI CONTABILITÀ GENERALE ESERCITAZIONE DI CONTABILITÀ GENERALE RIPASSO GENERALE DELLE REGOLE DI PARTITA DOPPIA NON È MATERIALE DIDATTICO DA STUDIARE AI FINI DEL CORSO DI ECONOMIA DELLE OPERAZIONI STRAORDINARIE D'IMPRESA A.A. 2010/2011

Dettagli

TEMPLATE DEL BILANCIO PER UNA STARTUP

TEMPLATE DEL BILANCIO PER UNA STARTUP TEMPLATE DEL BILANCIO PER UNA STARTUP Questo documento pdf è distribuito sotto licenza Creative Commons. Non sono ammesse modifiche e nemmeno utilizzo per fini commerciali. Sei libero di condividerlo,

Dettagli

Esercitazioni di economia aziendale (II modulo)

Esercitazioni di economia aziendale (II modulo) Università degli Studi di Pavia Facoltà di Economia Anno Accademico 2012-2013 Esercitazioni di economia aziendale (II modulo) Dario Capittini Economia aziendale - Esercitazioni 1 Il processo di rilevazione

Dettagli

ASCOLI SERVIZI COMUNALI S.R.L. Bilancio al 31/12/2014

ASCOLI SERVIZI COMUNALI S.R.L. Bilancio al 31/12/2014 ASCOLI SERVIZI COMUNALI S.R.L. Reg. Imp. 01765610447 Rea 171608 Sede in PIAZZA ARRINGO, 1-63100 ASCOLI PICENO (AP) Capitale sociale Euro 20.000,00 i.v. Bilancio al 31/12/2014 Stato patrimoniale attivo

Dettagli

IL RENDICONTO FINANZIARIO

IL RENDICONTO FINANZIARIO IL RENDICONTO FINANZIARIO Arezzo, 04 aprile 2014 1 IL RENDICONTO FINANZIARIO Resoconto di tutte le entrate ed uscite di denaro avvenuto in un certo periodo di tempo per effetto di: risultato della gestione;

Dettagli

A - CREDITI VERSO SOCI PER VERSAMENTI ANCORA DOVUTI I

A - CREDITI VERSO SOCI PER VERSAMENTI ANCORA DOVUTI I BILANCIO DI ESERCIZIO AL 31.12.2013 STATO PATRIMONIALE ATTIVO 31/12/2013 31/12/2012 A - CREDITI VERSO SOCI PER VERSAMENTI ANCORA DOVUTI I - Parte richiamata II - Parte non richiamata B - IMMOBILIZZAZIONI

Dettagli

SANITASERVICE AZIENDA POLICLINICO DI BARI SRL. Bilancio al 31/12/2014

SANITASERVICE AZIENDA POLICLINICO DI BARI SRL. Bilancio al 31/12/2014 SANITASERVICE AZIENDA POLICLINICO DI BARI SRL Società soggetta a direzione e coordinamento di AZ. OSPEDALIERO UNIVERSITARIA POLICLINICO DI BARI Società unipersonale Sede in PIAZZA GIULIO CESARE 11 - BARI

Dettagli

BENI STRUMENTALI GESTIONE DEL PERSONALE

BENI STRUMENTALI GESTIONE DEL PERSONALE BENI STRUMENTALI 1) In data 02/05/n l industriale Federico Pizzetto stipula un contratto di acquisto di un macchinario con la Vortici srl alle seguenti condizioni: costo complessivo 60.000 euro + iva ordinaria

Dettagli

FONDAZIONE OAT TORINO - Via Giolitti n. 1 CAPITALE SOCIALE: euro 77.468,53 interamente versato

FONDAZIONE OAT TORINO - Via Giolitti n. 1 CAPITALE SOCIALE: euro 77.468,53 interamente versato FONDAZIONE OAT TORINO - Via Giolitti n. 1 CAPITALE SOCIALE: euro 77.468,53 interamente versato BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2012 SITUAZIONE PATRIMONIALE ATTIVO A) CREDITI VERSO SOCI B) IMMOBILIZZAZIONI I. IMMOBILIZZAZIONI

Dettagli

ATTIVO: struttura finanziaria

ATTIVO: struttura finanziaria ATTIVO: Voci bilancio civilistico Riclassificazione SP secondo struttura finanziaria A) Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti, con separata indicazione della parte già richiamata - Quote non

Dettagli

CRITERI DI RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA DELLO STATO PATRIMONIALE

CRITERI DI RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA DELLO STATO PATRIMONIALE CRITERI DI RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA DELLO STATO PATRIMONIALE ATTIVITA : RAGGRUPPARE GLI ELEMENTI ATTIVI DEL CAPITALE IN RELAZIONE ALLA LORO ATTITUDINE A PROCURARE MEZZI DI PAGAMENTO, ATTRAVERSO LA

Dettagli

STATO PATRIMONIALE Riclassificazione Impieghi

STATO PATRIMONIALE Riclassificazione Impieghi STATO PATRIMONIALE Riclassificazione Impieghi IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Impianti e Macchinari 3.043 Attrezzature industriali 1.500 Automezzi 2.900 Fabbricati Industriali Mobili e Arredi 12.900 2.000 22.343

Dettagli

Appendice A: il calcolo dei flussi nella valutazione degli investimenti

Appendice A: il calcolo dei flussi nella valutazione degli investimenti 16 18-12-2007 19:11 Pagina 465 Le decisioni di lungo termine: gli elementi necessari alla valutazione di un investimento 465 rischio dei manager potrebbe condizionare il rifiuto di un progetto con un van

Dettagli

PROVA C. ESERCIZIO 1 Al 15 marzo 2013 la situazione contabile della Ellesse & C. S.p.a.. presenta, i seguenti saldi: ...

PROVA C. ESERCIZIO 1 Al 15 marzo 2013 la situazione contabile della Ellesse & C. S.p.a.. presenta, i seguenti saldi: ... PROVA C ESERCIZIO 1 Al 15 marzo 2013 la situazione contabile della Ellesse & C. S.p.a.. presenta, i seguenti saldi: Attrezzature 157.400,00 Riserva Legale 30.000,00 Capitale sociale 270.000,00 Crediti

Dettagli

SRR PALERMO PROVINCIA EST S.C.P.A.

SRR PALERMO PROVINCIA EST S.C.P.A. Registro Imprese 06258150827 Rea 309030 SRR PALERMO PROVINCIA EST S.C.P.A. Sede in Via Falcone e Borsellino 100/D - 90018 Termini Imerese (PA) Capitale Sociale Euro 120.000,00 di cui Euro 102.299,17 versati

Dettagli

Contenuto tabellare della nota integrativa al bilancio d'esercizio

Contenuto tabellare della nota integrativa al bilancio d'esercizio Tassonomia XBRL Principi Contabili Italiani Contenuto tabellare della nota integrativa al bilancio d'esercizio DICEMBRE 2015 Tavolo di lavoro società non quotate XBRL Italia Note Note Le tabelle con le

Dettagli

ASSOCIAZIONE ONLUS COMITATO ADDIO PIZZO

ASSOCIAZIONE ONLUS COMITATO ADDIO PIZZO ASSOCIAZIONE ONLUS COMITATO ADDIO PIZZO Sede: via Lincoln n. 131 Palermo (PA) Codice Fiscale: 972585825 PEC: addiopizzo@pec.it BILANCIO D'ESERCIZIO AL 31/12/213 STATO PATRIMONIALE ATTIVO 31/12/213 31/12/212

Dettagli

Il bilancio d esercizio

Il bilancio d esercizio ESAME DI STATO 2005 - TEMA DI ECONOMIA AZIENDALE - INDIRIZZO IGEA di Monica Ceccherelli Il bilancio d esercizio Il bilancio d esercizio è il principale documento di sintesi redatto per dare informazioni

Dettagli

ESERCITAZIONE N.1 MODELLO EQUILIBRIO MODELLO CONTABILE

ESERCITAZIONE N.1 MODELLO EQUILIBRIO MODELLO CONTABILE ESERCITAZIONE N.1 MODELLO EQUILIBRIO MODELLO CONTABILE Dopo avere completato la tabella a doppia entrata e analizzato le variazioni coinvolte, si rilevino con scritture cronologiche e sistematiche in partita

Dettagli

Bilancio al 31/12/2004

Bilancio al 31/12/2004 A.AM.P.S. Azienda Ambientale di Pubblico Servizio s.p.a. Sede Legale Via G. Bandi 15 57122 Livorno CF/PI 01168310496 Capitale sociale Euro 16.476.400,00 i.v. Reg. Imp. 18305 Rea 103518 Bilancio al 31/12/2004

Dettagli

NELLA CONTABILITA GENERALE

NELLA CONTABILITA GENERALE CONTABILITA GENERALE 9 H) SCRITTURE DI ASSESTAMENTO 24 novembre 2010 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1 CLASSIFICAZIONE DELLE SCRITTURE NELLA CONTABILITA GENERALE

Dettagli

ENTRIAMO IN AZIENDA 3

ENTRIAMO IN AZIENDA 3 ENTRIAMO IN AZIENDA 3 Imprese industriali sistema informativo di bilancio e imposizione fiscale TOMO 1 IL SISTEMA INFORMATIVO DI BILANCIO M O BILANCIO D U L O 3 BILANCIO D ESERCIZIO ANALISI PER INDICI

Dettagli

LE OPERAZIONI DELLA GESTIONE AZIENDALE SONO ALL ORIGINE DEL FLUSSO DELLE INFORMAZIONI CHE DESCRIVONO L ATTIVITA DELL AZIENDA

LE OPERAZIONI DELLA GESTIONE AZIENDALE SONO ALL ORIGINE DEL FLUSSO DELLE INFORMAZIONI CHE DESCRIVONO L ATTIVITA DELL AZIENDA LE OPERAZIONI DELLA GESTIONE AZIENDALE SONO ALL ORIGINE DEL FLUSSO DELLE INFORMAZIONI CHE DESCRIVONO L ATTIVITA DELL AZIENDA IL TRATTAMENTO CONTINUATIVO E SISTEMATICO DEL FLUSSO INFORMATIVO CONSENTE L

Dettagli

Stato patrimoniale al 31/12/n

Stato patrimoniale al 31/12/n Tema d esame Gestione economica delle imprese ristorative, analisi di bilancio e fonti di finanziamento di Grazia BATARRA ATTIVITÀ DIDATTICHE 1 MATERIE ECONOMICHE (Classe 5 a IP Tecnico servizi ristorativi)

Dettagli

Aeroporto Valerio Catullo di Verona Villafranca S.p.A.

Aeroporto Valerio Catullo di Verona Villafranca S.p.A. Aeroporto Valerio Catullo di Verona Villafranca S.p.A. LOC. CASELLE 37060 SOMMACAMPAGNA (VR) CAPITALE SOCIALE: Sottoscritto Euro 52.317.408,00 i.v. Codice Fiscale e Partita IVA n.00841510233 Iscritta al

Dettagli

Investimenti e disinvestimenti

Investimenti e disinvestimenti Investimenti e disinvestimenti CICLO finanziamenti Investimenti e realizzo Disinvestimenti o vendita 1 Sistema accadimenti, quantità economiche e valori Sistema accadimenti Categorie di operazioni a) Di

Dettagli

AEROPORTO VALERIO CATULLO DI VERONA VILLAFRANCA SPA. Bilancio al 31/12/2014

AEROPORTO VALERIO CATULLO DI VERONA VILLAFRANCA SPA. Bilancio al 31/12/2014 AEROPORTO VALERIO CATULLO DI VERONA VILLAFRANCA SPA LOC. CASELLE 37060 SOMMACAMPAGNA (VR) CAPITALE SOCIALE: Sottoscritto Euro 52.317.408,00 i.v. Codice Fiscale e Partita IVA n.00841510233 Iscritta al Registro

Dettagli