Intervista con l Onorevole Luigi Bobba, sottosegretario al ministero del Lavoro. Il nostro impegno a tutto campo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Intervista con l Onorevole Luigi Bobba, sottosegretario al ministero del Lavoro. Il nostro impegno a tutto campo"

Transcript

1

2

3 Onorevole Luigi Bobba (www.vita.it) Intervista con l Onorevole Luigi Bobba, sottosegretario al ministero del Lavoro Il nostro impegno a tutto campo Jobs Act e responsabilità sociale, solidarietà e volontariato. I progetti e le iniziative del governo. a pagina 5 Carta canta Ginetto, belìn Il compagno Ginetto Paoli, eletto come deputato fra le file del PCI nel 1987 ed ex presidente Siae, viene beccato dalla Guardia di Finanza. Avrebbe portato illegalmente in Svizzera due milioni di euro. Frutto, anche, di compensi per i suoi concerti alle feste dell Unità. Pagati in nero, rigorosamente in nero. Ma come? Da quelle parti il colore dominante non era il rosso? periodico quindicinale marzo 2015 anno 6 - numero 3 direttore responsabile Angelo Frigerio direttore editoriale Riccardo Colletti L UE BACCHETTA LA SIAE Bocciata! hitech RETAIL, ELDOM, CONSUMER ELECTRONICS, ICT, ENTERTAINMENT eldom magazine L inserto da pagina 19 a pagina 30 Candy Group: addio a Peppino Fumagalli Una sentenza della Corte di Giustizia Europea mette precisi paletti all equo compenso. Stabilendo che può essere applicato solo nei casi in cui l acquisto dei supporti sia realizzato da persone fisiche. La replica dell ente di viale della Letteratura. di Andrea Dusio Una sentenza della Corte di Giustizia Europea rimescola le carte in materia di copia privata. Il giudizio, pubblicato il 5 marzo, stabilisce che i dispositivi e i supporti di archiviazione dati che siano venduti a soggetti diversi da persone fisiche a fini estranei a quelli della riproduzione per uso privato devono essere esentati dall obbligo del compenso. Un caso di esenzione applicato a smartphone, tablet, opc, schede di memoria, hard disk e qualsiasi altro supporto di memorizzazione che venga dunque acquistato da utenze professionali. Davanti alla Quarta Sezione della Corte Ue erano infatti comparse da un lato la società danese Copydan e dall altro Nokia. La prima chiedeva alla filiale locale del colosso finlandese il pagamento dell equo compenso legato all acquisto di device fornite di memory card relativamente agli anni 2004/2009. Il giudice ha ritenuto questa richiesta incompatibile con la direttiva in materia di copia privata. Viene così rimessa in discussione quella parte della disciplina in virtù di cui sino a oggi Siae ha avocato a sé il diritto di stipulare eventuali convenzioni mirate a esentare dall onere del pagamento del compenso le categorie in essere. E parrebbero esserci i presupposti perché tutte quelle società che a oggi hanno pagato la parte legata agli oneri da copia privata possano chiedere di essere rimborsate. Qual è l impatto in soldoni della sentenza? Probabilmente, alla luce dei dati di bilancio Siae in cui vengono contabilizzate le entrate legate all equo compenso, possiamo parlare di qualche milione di euro. (...) segue a pagina 4 MOBILE FIRST I NUMERI I NUMERI 93 +5% MILA visitatori provenienti da 200 PAESI REPORTAGE MWC 2015 rispetto all edizione giornalisti e analisti 100 MILA metri quadrati di superficie espositiva da pagina 8 a pagina 42 2MILA espositori Hell s Kitchen, per veri chef Termozeta lancia una linea di piccoli elettrodomestici da cucina. SPECIALE CLIMA La guida pratica per buyer e retailer. Tutte le novità da mettere a scaffale. intervista La qualità affidabile Nedis: parla il country manager, Cristiano Longo a pagina 6

4 il caso Segue dalla prima pagina - L Ue bacchetta la Siae Bocciata! (...) Ma è chiaro che il discrimine introdotto dal pronunciamento della Corte di Giustizia è destinato ad avere un impatto molto più ampio in futuro, quando chi vorrà comperare un dispositivo fornito di memoria dati potrà in parecchi casi decidere di finalizzare l acquisto attraverso la modalità che consenta di aggirare il pagamento del compenso. La sentenza parla di fini manifestamente estranei a quelli della riproduzione per uso privato, e dunque investe l ampio mondo delle professioni, la pubblica amministrazione, le società e associazioni, e così via. Alla luce della decisione il Mibact sembrerebbe dunque obbligato a rimettere mano al Decreto con cui ha aggiornato le tariffe legate all equo compenso (da poco confermato dal Consiglio di Stato), riscrivendo la normativa in maniera che sia chiaro che nulla può essere preteso nel caso in cui l acquisto del supporto o dispositivo riguardi uno dei casi di cui sopra. Attenzione però, perché, come ha rilevato l avvocato Guido Scorza in un articolo comparso su Il Fatto Quotidiano venerdì 6 marzo, all indomani della pubblicazione della sentenza, c è un altro aspetto di cui va tenuto conto, e che riguarda le procedure di rimborso a tutti quei soggetti che non dovevano pagare il compenso. Esiste, si domanda Scorza, una documentazione delle richieste di rimborso arrivate in tal senso a viale della Letteratura? Il Mibact l ha mai chiesta? Quali sono i tempi necessari per riavere l equivalente del compenso indebitamente versato? Quali le procedure? In attesa di una risposta, va detto che sentenza ed articolo hanno costretto Siae agli straordinari. A cavallo del fine settimana è giunta infatti una replica, pubblicata sul sito del Fatto Quotidiano, in cui si spiega che secondo la Corte di Giustizia quando si parla di apparecchiature o dispositivi a larga diffusione è impossibile individuare i singoli utenti o acquirenti privati e chiedere ad essi il pagamento del compenso di copia privata. Ed è per questo che è giusto che il compenso sia a carico non dei privati stessi ma di coloro che producono, importano o distribuiscono apparecchiature di riproduzione o che mettono tali apparecchiature a disposizione dei privati. Ancora: secondo la Corte non è necessario accertare se le persone fisiche realizzino effettivamente copie private. È legittimo presumere che chi abbia a disposizione funzioni di riproduzione sfrutti prima o poi una tale disponibilità. Ed è anche per questa stessa ragione che è irrilevante il fatto che un supporto sia unifunzionale o plurifunzionale, dal momento che è la semplice capacità di realizzare copie che giustifica l applicazione del compenso per copia privata. La replica si concentra poi sui casi di esenzione: La Corte di Giustizia chiarisce anche che, quando si è di fronte ad operatori (è il caso ad esempio degli importatori o dei distributori o rivenditori) che per attività professionale acquistano apparecchiature o dispositivi di riproduzione per poi rivenderli sul mercato senza sapere quale sarà l uso finale (se professionale o privato), il sistema della copia privata deve restare esattamente quello sopra descritto. Del resto, ove ci siano catene commerciali lunghe o complesse è impossibile determinare da subito (cioè dal momento della prima immissione nel mercato) la destinazione dei dispositivi. È però giusto che il sistema normativo consenta l esenzione dalla copia privata ove i detti operatori siano subito in grado di dimostrare di aver fornito i dispostivi in questione a soggetti diversi da persone fisiche e quindi dagli utenti finali (ad es. altri importatori, distributori o rivenditori o altri soggetti cui spetti effettivamente l esenzione) e per fini manifestamente estranei a quelli di riproduzione privata (uso professionale). Ed è del pari giusto che il sistema normativo preveda un diritto al rimborso del pagamento della copia privata (sempre e solo in caso di uso professionale) che non renda eccessivamente difficile la restituzione del pagamento stesso. Anzi: secondo la Corte il fatto stesso che l acquirente finale possa ottenere il rimborso del compenso di copia privata, ove appunto ricorra l uso professionale, rende in sé irrilevante il problema dell esenzione per i produttori o importatori tenuti a versare il compenso. Il sistema appena descritto è esattamente quello esistente in Italia. Detto per le spicce: dal momento che esiste la possibilità di avere un rimborso (coi tempi e coi modi della Siae) non serve cambiare il Decreto. E questo naturalmente perché - sostiene l ente di viale della Letteratura - l equo compenso è un vantaggio per il consumatore. Anche in Italia, la copia privata compensa la possibilità concessa da dispositivi di riproduzione di copiare (appunto) privatamente un opera senza necessità di chiedere tutte le volte una nuova autorizzazione al titolare dell opera stessa. Anche in Italia il compenso di copia privata è posto a carico non dei privati ma di coloro che producono, importano o distribuiscono apparecchiature e dispositivi di riproduzione. Ed anche in Italia la copia privata è null altro che un vantaggio per l utente giacché gli assegna una indubbia libertà in più: quella di godere delle funzionalità dei dispositivi acquistati potendo effettuare copie delle opere soggette a diritto d autore. Anche in Italia, poi, in caso di uso professionale, all acquirente finale spetta il diritto ad ottenere il rimborso, presentando a tal fine una specifica richiesta. Ed il sistema di rimborso è tutt altro che farraginoso, essendo basato sul mero invio anche via di un modulo (di richiesta appunto del rimborso) disponibile sul sito Siae. La vision della Siae è dunque questa: bisogna continuare a pagare in ogni caso, anche se si rientra nei casi di esenzione, e poi chiedere il rimborso. Che dire? Comodo, corretto, efficiente. E perfettamente in linea con l abitudine dell ente di tenere in pancia cifre che non le spettano, maturando interessi al posto degli altri. C è insomma la sentenza dell Ue e la sentenza dell Eur. Ed è alla seconda che il Mibact sembra tenuto a doversi attenere. hitech RETAIL, ELDOM, CONSUMER ELECTRONICS, ICT, ENTERTAINMENT hitech magazine anno 6 - numero 3 - marzo Zanzata di una notte di mezza estate Il Rapporto della Cisac, Confederazione mondiale delle società di gestione dei diritti d autore, svela che non ha senso il pesante aumento dell equo compenso. I dati dimostrano che nel 2013 la Siae ha raccolto più di un quarto del totale valore mondiale della copia privata. Scusate se è poco E dopo il previsionale Siae, vennero i dati Cisac. La Confederazione mondiale delle società di gestione dei diritti d autore ha pubblicato il proprio paper, relativamente ai numeri del mercato dei diritti d autore nel Numeri dunque non nuovissimi, ma che proprio perché risalenti a prima dell introduzione delle nuove tariffe sull equo compenso si prestano ad alcune riflessioni sulle richieste di Siae che hanno portato all adeguamento dell emolumento, voluto dal ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini ed entrato in vigore a luglio Ora, guardando retrospettivamente a quanto Siae aveva raccolto nell anno precedente e soprattutto inquadrando quei dati nello scenario europeo, qualche osservazione è inevitabile. Ma partiamo dai dati macro. Nel 2013 il mercato globale del diritto d autore ha totalizzato un valore di 7,8 miliardi di euro. Di questi solo il 5% è riferibile al comparto digitale. Si tratta comunque di una quota in forte crescita, se è vero che il trend d incremento anno su anno è del 25%. Teniamo presente che il dato non beneficia ancora del vero e proprio boom registrato nel 2014 dallo streaming, che è il segmento del comparto a più veloce crescita. Entrando nello specifico della copia privata, a livello mondiale sono stati raccolti circa 237 milioni di euro, frutto dell attività di 250 collecting aderenti alla Cisac, in rappresentanza degli aventi diritto di 120 Paesi. Colpisce da subito il confronto con i 67,1 milioni di euro raccolti nella sola Italia nel 2013, con le vecchie tariffe che pure Siae considerava da adeguare perché troppo basse. I numeri relativi al totale Europa parlano di 204 milioni di euro. Quanto recuperato dall ente di viale della Letteratura già prima dell entrata in vigore del Decreto Franceschini rappresentava più di un terzo del totale raccolto in Europa e più di un quarto degli introiti per copia privata a livello mondiale. Cifre a confronto che sono state pubblicate in primis dall avvocato Guido Scorza e poi da Punto Informatico suscitando la reazione di Fimi, nella persona del presidente della Federazione dei discografici, Enzo Mazza. Per quanto riguarda la copia privata i dati comprendono ricavi sia per cassa che per competenza, rendendo il confronto non praticabile. I dati italiani riflettono incassi su più anni, accordi giudiziari per arretrati e via dicendo. Utilizzare strumentalmente un documento estremamente generico come il Rapporto Cisac non consente di verificare con certezza quanto siano gli effettivi ricavi da copia privata nei singoli Paesi membri, rendendo l esercizio puramente mediatico e non di sostanza, ha spiegato Enzo Mazza. Proviamo allora a verificare quanto raccolgono in diritti d autore i singoli Paesi pro capite. La media mondiale è di 1,30 euro. In Europa si sale a 5,32 euro. In Italia si arriva a 8 euro. La cifra è molto vicina a quella di territori come Uk e Germania, che però hanno mercati molto più ampi in termini di dimensioni. Davanti ci sono solo le nazioni del Nord Europa, a scarsa densità abitativa, e la Svizzera. Ma c è un confronto che non ha ancora fatto nessuno. I diritti di copia privata rappresentano il 4,4% di quanto raccolto complessivamente a livello europeo e il 4,9% a livello mondiale. In Italia, sempre stando al 2013, Siae ha invece incassato in totale per il diritto d autore 522 milioni di euro. Dunque i 67,1 milioni citati sopra rappresentano più del 10% e dunque il doppio della media sia globale, sia continentale. E attenzione, perché le cose cambiano notevolmente se invece del dato 2014 usiamo il previsionale Siae Con 117,5 euro Siae arriverebbe a raccogliere l equivalente della metà di quanto incassato a livello mondiale per la copia privata. Il motivo è semplice. Il trend di crescita degli introiti legati all equo compenso è globalmente di circa il 5% annuo. Siae invece mette a previsionale una crescita del 75% anno su anno... Vale infine la pena di inserire nell analisi un ultimo elemento, cui abbiamo accennato in precedenza. E lo facciamo in questo caso basandoci proprio su dati Fimi. Il peso del digitale sugli incassi dell industria musicale italiana è cresciuto nel 2014 sino al 38%. Ma il download si è contratto del 15%, e ora rappresenta il 43% del segmento. Mentre lo streaming, in forte crescita, è arrivato a valere il 57% del mercato digitale. Ancora nel 2013 rappresentava il 12% del totale del mercato musicale italiano, ora è oltre il 22%, mentre il download è sceso sotto il 20%. Pertanto, emerge inequivocabile una realtà: mentre Siae otteneva che le tariffe dell equo compenso fossero alzate in omaggio a un aumentato utilizzo dei sistemi di archiviazione digitale, il pubblico sta progressivamente smettendo di scaricare la musica e la consuma direttamente. Senza archiviarla. E allora cosa facciamo? Diminuiamo le tariffe? O ci teniamo queste, che di equo non hanno proprio nulla, visto che compensano per una modalità di utilizzo che va scomparendo? Direttore Responsabile: ANGELO FRIGERIO Direttore Editoriale: RICCARDO COLLETTI Editore: Edizioni Turbo Srl Redazione: Palazzo di Vetro Corso della Resistenza, Meda (MB) - Tel /4/5 - Fax: / Registrazione al Trib. di Milano n 66 del 1 febbraio Periodico quindicinale - Anno 6 - n 3 - marzo 2015 Stampa: Italgrafica - Novara Una copia 1,00 euro - Poste Italiane S.P.A. Spedizione Abbonamento Postale D.L. 353/ Conv. in L 46/ Art. 1 - Comma 1 - LO/MI L editore garantisce la massima riservatezza dei dati personali in suo possesso. Tali dati saranno utilizzati per la gestione degli abbonamenti e per l invio di informazioni commerciali. In base all Art. 13 della Legge n 196/2003, i dati potranno essere rettificati o cancellati in qualsiasi momento scrivendo a: Edizioni Turbo S.r.l. - Responsabile dati: Riccardo Colletti Corso della Resistenza, Meda (MB) Il numero è stato chiuso in redazione il 12 marzo 2015 magazine 4

5 primo piano hitech magazine anno 6 - numero 3 - marzo Intervista con l Onorevole Luigi Bobba, sottosegretario al ministero del Lavoro Il nostro impegno a tutto campo Jobs Act e responsabilità sociale, solidarietà e volontariato. Temi caldi, di stretta attualità che animano quotidianamente l attività al ministero del Lavoro: dall occupazione, dove l Italia deve recuperare terreno, alla formazione. Senza dimenticare il ruolo che svolge il Terzo Settore. E ancora: la tematica della Responsabilità Sociale e le attività promosse dal volontariato e dai Banchi della Solidarietà. Hitech Magazine ne ha parlato con l Onorevole Luigi Bobba, sottosegretario al ministero del Lavoro, che in questa intervista delinea il piano operativo messo a punto dal governo. Onorevole Bobba, partiamo dal tema scottante dell occupazione. Il governo ha varato recentemente il Jobs Act. Quali punti premianti di questa riforma? Il tema dell occupazione è stato da subito una priorità per il governo e continua ad esserlo. Per questo abbiamo puntato al riordino della normativa, finalizzato ad un governo effettivo del mercato del lavoro. Il punto focale del Jobs Act attiene all introduzione del contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti, nonché alla messa in opera di una rete di servizi per il lavoro e allo sviluppo di politiche attive. Non meno importanti sono la revisione delle forme di tutela in costanza di rapporto di lavoro; gli strumenti di sostegno in caso di disoccupazione involontaria; le misure per l inserimento lavorativo delle persone con disabilità; la revisione delle tipologie contrattuali dei rapporti di lavoro; la semplificazione dell attività ispettiva; le ulteriori misure in tema di maternità e conciliazione dei tempi. A questi elementi di innovazione viene associato un obiettivo di semplificazione e di razionalizzazione delle procedure e degli adempimenti a carico di cittadini e di imprese. Il Jobs Act prevede, dunque, un complesso quadro di deleghe da tradurre in specifici decreti attuativi. Il consiglio dei ministri del 20 febbraio scorso ne ha esaminati diversi; tra questi, sono stati varati in via definitiva il provvedimento relativo al contratto di lavoro a tutele crescenti e quello riguardante le nuove forme di sostegno al reddito Naspi, Asdi, e Dis-Col. Il Terzo Settore e il Non Profit in particolare possono operare in maniera positiva nell ottica di formare le persone anche in cerca di occupazione. Il governo ha in animo di sostenere iniziative in questa direzione? Il variegato mondo del Terzo Settore e del Non Profit mobilita sicuramente una vasta mole di risorse umane ed economiche delle comunità territoriali di riferimento rappresentando così un importante forza per la costruzione di una società coesa, inclusiva e sostenibile. Le statistiche ci dicono che l attività delle organizzazioni del Terzo settore in diversi paesi europei tra cui l Italia contribuisce al Pil nella misura del 10% circa e, secondo recenti stime, l intero settore in Europa registra oltre 16 milioni di lavoratori occupati in forme varie. Sicuramente l attività di volontariato e impegno civile costituiscono un momento a forte valenza formativa sia per l acquisizione di competenze professionali che per lo sviluppo di reti di relazioni sociali. Non a caso nel disegno di Legge Delega per la riforma del Terzo Settore, il governo propone di istituire un Servizio civile universale inteso anche come esperienza propedeutica al successivo inserimento nel mondo del lavoro. Per questo si prevede il riconoscimento e la valorizzazione delle competenze acquisite durante l espletamento del Servizio civile in modo che siano spendibili nei percorsi di formazione e in ambito lavorativo. Veniamo al tema della Corporate Social Responsability (CSR). Secondo la Direttiva Europea 2013/34 le aziende con oltre 500 dipendenti e un fatturato netto di almeno 40 milioni di euro devono integrare il Bilancio Economico anche con quello Sociale o di Sostenibilità. Quanto è importante questo aspetto? Perché? Innanzitutto, è importante sottolineare che la Direttiva 2013/34/UE che disciplina i bilanci d esercizio, i bilanci consolidati e le relative relazioni, di talune tipologie di Onorevole Luigi Bobba Il profilo di Luigi Bobba Luigi Bobba è sottosegretario al ministero del Lavoro dal febbraio Laureato in Scienze Politiche, ha esercitato l attività di giornalista pubblicista, di ricercatore e di professore a contratto. Già presidente delle Acli, è animatore e protagonista del Terzo Settore del quale ha significativamente contribuito alla crescita. Sensibile ai temi della formazione e dell occupazione soprattutto giovanile. Nella politica ha portato la sua storia personale, professionale e associativa, assumendosi la responsabilità di promuovere il bene comune e di contribuire alla realizzazione della giustizia come banco di prova della democrazia. (www.vita.it) imprese, ha unificato tutte le disposizioni precedenti. In pratica i documenti relativi al bilancio devono possedere caratteristiche di accountability e di trasparenza. Ciò assume grande rilevanza, in quanto risponde sia alle esigenze dei cittadini, delle associazioni di categoria e delle imprese, che alle indicazioni contenute nei documenti europei in materia di responsabilità. La novità contenuta nella Direttiva per cui le aziende con oltre 500 dipendenti sono tenute ad integrare il Bilancio Economico con quello Sociale o di Sostenibilità, risponde alla necessità di comunicare sui temi non-finanziari, ovvero fornire una serie di informazioni ambientali, sociali, attinenti al personale, al rispetto dei diritti umani e alla lotta contro la corruzione attiva e passiva in misura necessaria alla comprensione dell andamento dell impresa, dei suoi risultati, della sua situazione e dell impatto della sua attività. Cosa sta facendo il governo per sensibilizzare queste aziende sulla materia e più in generale sulla CSR? Riguardo alla sensibilizzazione delle imprese su questi temi e alla promozione e diffusione della CSR, già nel Piano di Azione Nazionale sulla Responsabilità sociale delle imprese, adottato dal governo italiano per il periodo , in corso di aggiornamento per il prossimo biennio sono presenti i temi contenuti nelle direttive e riguardano i tre paradigmi degli ambiti della sostenibilità: ambientale, sociale, finanziaria ed economica delle Pmi e delle grandi imprese. Le attività di sensibilizzazione, riconducibili a tematiche importanti per il tessuto sociale ed economico, si realizzano attraverso uno stretto raccordo tra le amministrazioni nazionali competenti (in primis i ministeri del Lavoro e delle Politiche Sociali e quello dello Sviluppo Economico), le regioni, le imprese e le organizzazioni di Terzo Settore. Relativamente alle azioni di CSR, sono previsti sostegni o benefit economici particolari per le aziende da parte delle istituzioni pubbliche. Vi sono novità governative in vista? La Responsabilità Sociale nasce come insieme di comportamenti assunti spontaneamente da parte delle imprese, anche in assenza di specifiche forme di incentivazione per la realizzazione degli stessi. Tuttavia, alcune iniziative, soprattutto a livello regionale, hanno previsto la possibilità di riconoscere punteggi aggiuntivi nell ambito di procedure per l assegnazione di appalti pubblici ad imprese che fossero in grado di rispettare specifici standard di condotte socialmente responsabili. Ci sono case history da portare ad esempio e a modello circa azioni di co-progettazione che coinvolgano la PA, le aziende e il Terzo Settore? Un valido esempio di partenariato può essere quello promosso dalla Fondazione ANT Italia Onlus, che da anni realizza un progetto per l assistenza sociosanitaria gratuita a domicilio per bambini colpiti da tumore, con il contributo di alcune imprese. Inoltre, il Gruppo Telecom in collaborazione con il Ministero dell Istruzione, la Fondazione Movimento Bambino e Save the Children ha realizzato il progetto Navigare Sicuri, dedicato alla promozione e alla diffusione della cultura dell uso consapevole e responsabile di Internet e dei media digitali. Da ultimo, si evidenzia la misura sperimentale introdotta dal governo #diamociunamano che si pone l obiettivo di favorire il coinvolgimento attivo di persone che beneficiano di strumenti di sostegno al reddito in attività di volontariato a fini di utilità sociale, in progetti realizzati da organizzazioni del Terzo Settore con Comuni ed enti locali. Ritiene importante il ruolo svolto dai Banchi di Solidarietà sia nell ambito della tecnologia sia nel mondo alimentare? Come possono essere sostenute e incrementate queste iniziative specialmente in un ottica di riduzione degli sprechi? Certamente. La realtà dei Banchi di Solidarietà è già da molti anni presente in tutto il territorio italiano: particolarmente innovativa è l esperienza dei banchi tecnologici solidali perché orientata al riuso di strumenti informatici per le attività lavorative delle organizzazioni non profit. Queste originali forme di solidarietà sono orientate a migliorare le condizioni delle persone in situazione di difficoltà, ma sono anche capaci di mobilitare energie volontarie in campi finora poco praticati. Vi sono alcune misure di sostegno a queste iniziative: nell ambito del Fondo Aiuti Europei agli Indigenti (Fead) sono stati stanziati milioni di euro per contrastare la povertà alimentare e per dare risposte ai bisogni primari. Nel nostro Paese le organizzazioni non profit e quelle caritative provvederanno alla distribuzione di prodotti alimentari - acquisiti anche attraverso le donazioni, nell ottica della riduzione degli sprechi - verso soggetti che subiscono la deprivazione alimentare. In che modo il suo dicastero ha affrontato il tema del volontariato, la sua riorganizzazione e il suo rilancio? Partendo dalle Linee guida del presidente del Consiglio del maggio scorso, abbiamo ritenuto opportuno ascoltare la voce dei protagonisti prima di intervenire con l adozione di un disegno di legge di riforma. Una consultazione pubblica online, alla quale hanno partecipato soggetti del Terzo Settore, ha apportato un notevole contributo di idee per la stesura del disegno di Legge Delega, attualmente all esame della commissione Affari Sociali della Camera dei Deputati. Molti sono gli obiettivi fissati, che prevedono una cooperazione virtuosa tra pubblico e privato, per l erogazione di servizi ai cittadini secondo principi di equità, efficienza e solidarietà. Sono previsti, inoltre, la valorizzazione del potenziale occupazionale del Terzo Settore e adeguati strumenti di sostegno per il rilancio del settore. Ci sono tutte le premesse per pervenire ad un buon risultato: è prevista per la fine di questo mese la conclusione dei lavori della commissione, cui seguirà l esame del provvedimento da parte della Camera nei primi giorni di aprile. Il nostro auspicio è che l iter parlamentare si concluda rapidamente e con il più ampio sostegno politico, nella convinzione che questo processo costituisce un ulteriore passo verso la realizzazione di una società coesa, inclusiva ed economicamente sostenibile. 5

6 attualità hitech magazine anno 6 - numero 3 - marzo Aires festeggia 10 anni con un logo celebrativo Aires, l Associazione italiana retailer elettrodomestici specializzati, celebra quest anno dieci anni di attività. Più Forti Insieme è il claim del logo celebrativo della ricorrenza: le imprese agiscono insieme tra loro e insieme ai propri clienti, i consumatori, per evolvere ad uno stadio superiore in un mondo sempre più tecnologico, digitale e connesso. Aires nasce nell ottobre 2005 grazie alla volontà e all impegno delle principali catene distributive italiane: Elite, Euronics, Expert, Gre, Mediamarket e Unieuro. L allora Presidente di Euronics Italia, Albino Sonato, ha guidato l associazione dal 2005 al Da dieci anni rappresentiamo un settore che è diventato un fiore all occhiello dell economia italiana, non solo per il fatturato, ma per l importante ruolo di vetrina dell innovazione che si è costruito nel tempo, ricorda l attuale presidente, Alessandro Butali. Nei nostri negozi, gli italiani non solo trovano tecnologia all avanguardia, ma possono respirare il futuro, toccando con mano e sperimentando in prima persona gli strumenti che hanno cambiato e cambieranno la loro vita quotidiana. Innovazione, specializzazione, qualità dei servizi offerti: sono questi i concetti che ispirano quotidianamente il nostro lavoro. Il futuro è promettente per chi investe nel nostro settore. Unieuro: nel 2015 la sfida è la multicanalità La multicanalità sarà al centro della strategia commerciale di Unieuro anche nel Lo scorso 26 febbraio, a Forlì, si è svolto il meeting annuale di Sgm Distribuzione con partner e affiliati, che ha riunito oltre 300 persone. Alla vigilia della chiusura del nostro anno fiscale, questo momento ha l obiettivo di trasferire lo spirito che ha sempre caratterizzato la nostra realtà e rappresenta il punto di partenza per le sfide che ci attendono quest anno, ha commentato Giancarlo Nicosanti, amministratore delegato della società. Nell ottica di una maggiore crescita e capillarità sul territorio per noi sono imprescindibili la costruzione di un gruppo coeso e la condivisione del percorso comune. L appuntamento è stato un occasione di incontro e confronto con tutti i protagonisti del viaggio della nuova Unieuro, durante la quale i vertici dell azienda hanno fatto il punto sull andamento del mercato nel 2014, hanno condiviso i risultati ottenuti negli ultimi 12 mesi e illustrato il piano commerciale e le strategie della prima parte del Sono stati inoltre annunciati gli obiettivi della rete e raccontati i progetti di comunicazione e sviluppo che coinvolgeranno il Gruppo. In particolare sono stati illustrati alcuni progetti innovativi volti a far crescere ulteriormente il brand su tutti i canali. Nedis Italia: parla il country manager, Cristiano Longo La qualità affidabile Cristiano Longo Con oltre 30 anni di esperienza Nedis è una delle aziende di primo livello su scala europea nell ambito della distribuzione di prodotti di elettronica e dell accessoristica. Un partner affidabile e solido, che opera su vari canali di vendita: dalla Gds ai rivenditori al dettaglio specializzati e indipendenti, fino ai cosiddetti e-tailer. Nedis che dispone di un catalogo di referenze amplissimo, connotato sia da marchi proprietari sia da brand distribuiti in esclusiva è attiva anche in Italia. E dal 2014 ha intrapreso un cammino di rinnovamento. A guidare la filiale è il country manager Cristiano Longo, che vanta una lunga esperienza nel settore, e che in questa intervista con Hitech Magazine delinea il nuovo percorso strategico intrapreso. Cristiano Longo, qual è il bilancio del business 2014 per Nedis? Il bilancio è stato comunque positivo nonostante le importanti sfide che abbiamo portato avanti relativamente al cambio di business model e alla riorganizzazione che ha coinvolto Nedis Europe. Quali i cambiamenti operati e come si presenta la struttura attuale? Ora le entità in ogni country sono molto focalizzate agli aspetti commerciali e marketing con un occhio di riguardo alla customer satisfaction. Inoltre, nel corso dei prossimi mesi, a cominciare da aprile precisamente, lasceremo la storica sede di Udine che ci ha ospitato per oltre vent anni per spostarci a Milano nel cuore del business. In che modo è strutturata l azienda sotto il profilo commerciale? L azienda in Italia è composta da un team di dieci persone che si occupa di tutti gli aspetti commerciali, dalle vendite al marketing, in virtù del lavoro svolto da due coordinatori che si suddividono i diversi canali di vendita coadiuvati da oltre 15 agenzie sul territorio. Sempre in Italia, oltre all ufficio amministrativo, abbiamo un front office che si occupa di gestire i clienti in ogni fase, anche grazie al supporto del customer service nel nostro quartier generale olandese situato a Hertogenbosch. Su quali canali distribuite i prodotti? Avendo oltre 17mila prodotti nel nostro portfolio abbiamo diverse tipologie di canali dove proporci. Indubbiamente il più storico è quello del trade, che annovera rivenditori/reseller indipendenti specializzati in elettronica e materiale elettrico. Ma ormai da diverso tempo siamo focalizzati anche sul il retail in tutte le sue declinazioni: dai consumer electronic store ai mass merchandiser fino al cosiddetto fai da te. Il tutto senza trascurare i retailer specializzati in Ict, audio e musica e il canale e-commerce. Quali sono le linee di prodotto e i brand che commercializzate? Sono davvero numerose, articolate e svariate. Ne cito alcune tra le più importanti. Nell ambito Connectivity ci presentiamo con quattro diversi brand di proprietà, vale a dire Valueline, Konig Bandridge e Profigold, portando sul mercato oltre 3500 referenze. Nel comparto Security disponiamo di una line up di prodotti che copre le più disparate esigenze, quali videosorveglianza, videocamere finte, wireless e IP, sistemi di prevenzione domestica, allarmi anti intrusione e gestione dei dispositivi domestica via IP e Cloud. Qui ci presentiamo al mercato con tre diversi brand: Valueline e Konig di nostra proprietà e OpLink che distribuiamo in esclusiva. Ci sono poi svariate referenze nell ambito dei supporti Tv con Valueline, Konig e Omnimount altro marchio che distribuiamo in esclusiva, mentre nel comparto Lighting ed energia vantiamo una vasta gamma di soluzioni proprietarie firmate HQ. Ci sono poi gli accessori legati al mondo della fotografia Esatto. Qui operiamo con i nostri brand Camlink e Konig. Mentre nel segmento Audio il panel di prodotti spazia dagli speaker portatili Bluetooth ai modelli Attive Bluetooth a cui si aggiungono altri accessori Bluetooth e Radio Dab con i brand Konig e Sweex con i quali operiamo anche nell ambito It e smartmedia - di proprietà e Thonet & Vander che distribuiamo in esclusiva. Infine, nel mondo del piccolo elettrodomestico proponiamo prodotti legati alla stagionalità come ventilatori e stufe elettriche. Insomma, uno spettro davvero ampio che merita di essere approfondito. Per questa ragione invito tutti gli operatori a visitare il nostro sito Quali i prodotti su cui focalizzerete l attenzione nel 2015? Senza dubbio conferiremo un significativo impulso ai mondi Security, Connectivity e Audio, per i quali stiamo preparando una forte campagna di comunicazione oltre che attività tramite social network e viral marketing. In che modo agirete sul canale retail della Gd e della Gds? Stiamo ottenendo riscontri positivi sia con le realtà con le quali stiamo collaborando da diverso tempo e posso dire che i primi mesi dell anno sono stati molto interessanti per quanto riguarda la definizione di nuove partnership. Siamo pronti a gestirle e a intensificarle grazie alla grande esperienza commerciale e grazie alle diverse soluzioni che possiamo proporre in maniera innovativa e calibrata in funzione delle necessità dei clienti. Quali sono le aspettative, gli obiettivi e le strategie di Nedis per il 2015? Volgiamo continuare a crescere nei canali del retail moderno senza però perdere il focus sul trade e sull e-commerce. L ormai imminente apertura dell ufficio a Milano indica la volontà di essere ancora più vicini ai nostri vecchi e nuovi clienti garantendo massimo presidio e supporto a tutti i nostri partner. R.C. Mazzanti purchasing director Mediamarket Marco Mazzanti (nella foto) è stato nominato purchasing director di Mediamarket, riporterà direttamente al ceo Joachim Rösges. Marco Mazzanti vanta già una lunga esperienza all interno della società, iniziata nel 1996 come direttore del punto vendita Media World di Rimini e culminata nel ruolo di direttore acquisti, ricoperto dal 2007 al Ho sempre dato il 100% in tutti i miei percorsi professionali, ha commentato Marco Mazzanti. Sono contento di questa opportunità, perché una storia pluriennale mi lega a Mediamarket, una società che mi ha sempre permesso di crescere professionalmente e di affrontare nuove sfide commerciali. Storico accordo tra Elite ed Expert Continuano le grandi manovre sul versante delle catene specializzate e delle insegne consumer electronics. Protagoniste sono il Consorzio Elite e il gruppo Expert che hanno raggiunto e perfezionato un importante e strategico accordo tra i soci. A seguito dell ingresso dei soci Elite in Expert nascerà un gruppo il cui fatturato previsto è di circa 1,8 miliardi di euro al sell-out iva esclusa. Tommaso Leso Roberto Omati Il presidente di Elite Fabio Cecchi, a cui verrà affidata la direzione commerciale del gruppo, ha dichiarato: I soci del Consorzio Elite dopo quasi 15 anni di successi hanno dato ancora una volta prova di lungimiranza e concretezza commerciale. Abbiamo posto le basi per essere ancora grandi protagonisti in un contesto di mercato sempre più competitivo. La sede del gruppo sarà quella attuale di Expert, ubicata in via Gustavo Fara 35 a Milano: confermati alla direzione generale Roberto Omati e alla presidenza Tommaso Leso, mentre entreranno a far parte del consiglio di amministrazione Luciano Tisiotto e Marco Cervellati. Si rimescola e si ricompone il mosaico distributivo che nell ultimo periodo è stato al centro di significativi cambiamenti, a cominciare dall uscita di Sgm Distribuzione dalla compagine di Expert, dopo la decisione di acquisire l insegna Unieuro. Fabio Cecchi 6

UPPLEVA. 5 anni di GARANZIA. Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno.

UPPLEVA. 5 anni di GARANZIA. Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno. UPPLEVA Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno. 5 anni di GARANZIA INCLUSA NEL PREZZO I televisori, i sistemi audio e gli occhiali 3D UPPLEVA sono garantiti 5 anni. Per saperne

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Francesco Fumelli. iphone. Cos è, come funziona. Simonelli electronic Book

Francesco Fumelli. iphone. Cos è, come funziona. Simonelli electronic Book Francesco Fumelli iphone The Line by Simonelli Editore Cos è, come funziona Simonelli electronic Book Simonelli electronic Book «iphone: Cos è, come funziona» di Francesco Fumelli ISBN 978-88-7647-327-2

Dettagli

Logistica digitale delle Operazioni a premio

Logistica digitale delle Operazioni a premio Logistica digitale delle Operazioni a premio La piattaforma logistica delle operazioni a premio digitali BITGIFT è la nuova piattaforma dedicata alla logistica digitale delle vostre operazioni a premio.

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI

I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI LO STRUMENTO PER GESTIRE A 360 LE ATTIVITÀ DELLO STUDIO, CON IL MOTORE DI RICERCA PIÙ INTELLIGENTE, L UNICO CHE TI CAPISCE AL VOLO. www.studiolegale.leggiditalia.it

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi.

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. LIBERI DI NON PENSARCI Basta preoccupazioni per il back-up e la sicurezza dei tuoi dati. Con la tecnologia Cloud Computing l archiviazione e la protezione dei

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

Vodafone Case Study Pulitalia

Vodafone Case Study Pulitalia Quello con Vodafone e un vero è proprio matrimonio: un lungo rapporto di fiducia reciproca con un partner veramente attento alle nostre esigenze e con un account manager di grande professionalità. 1 Il

Dettagli

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Paola Garrone, Marco Melacini e Alessandro Perego Politecnico di Milano Indagine realizzata da Fondazione per la Sussidiarietà e

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

ghd crea una comunità online professionale che si dedica all acconciatura. Grazie a hybris.

ghd crea una comunità online professionale che si dedica all acconciatura. Grazie a hybris. ghd crea una comunità online professionale che si dedica all acconciatura. Grazie a hybris. Sin dal lancio, avvenuto dieci anni fa, il marchio ghd è diventato sinonimo di prodotti di hair styling di fascia

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

Consulenza tecnologica globale

Consulenza tecnologica globale Orientamento al cliente Innovazione Spirito di squadra Flessibilità Un gruppo di professionisti dedicati alle imprese di ogni settore merceologico e dimensione, capaci di supportare il Cliente nella scelta

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

Manuale d uso. Congratulazioni per aver scelto e-tab. Ti ringraziamo per la Tua fiducia e la decisione di comprare il nostro prodotto!

Manuale d uso. Congratulazioni per aver scelto e-tab. Ti ringraziamo per la Tua fiducia e la decisione di comprare il nostro prodotto! Manuale d uso Congratulazioni per aver scelto e-tab. Ti ringraziamo per la Tua fiducia e la decisione di comprare il nostro prodotto! Giacchè noi costantemente aggiorniamo e miglioriamo il Tuo e-tab, potrebbero

Dettagli

Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza

Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza X-Pay Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza Agenda CartaSi e l e-commerce Chi è CartaSi CartaSi nel mercato Card Not Present I vantaggi I vantaggi offerti da X-Pay I vantaggi offerti da

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente.

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. Solar Impulse Revillard Rezo.ch Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. La visione di ABB ABB è orgogliosa della sua alleanza tecnologica e innovativa con Solar Impulse, l aereo

Dettagli

Il mobile e lo shopping on demand. Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto. tradedoubler.com

Il mobile e lo shopping on demand. Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto. tradedoubler.com Il mobile e lo shopping on demand Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto tradedoubler.com I canali di performance marketing mobile stanno trasformando l esperienza di acquisto

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

L 8 maggio 2002 il Ministero

L 8 maggio 2002 il Ministero > > > > > Prima strategia: ascoltare le esigenze degli utenti, semplificare il linguaggio e la navigazione del sito. Seconda: sviluppare al nostro interno le competenze e le tecnologie per gestire in proprio

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Telecom Italia Dicembre 2013

Telecom Italia Dicembre 2013 RICARICABILE BUSINESS TIM : PROPOSIZIONE ESCLUSIVA PER MEPA Telecom Italia Dicembre 2013 Ricaricabile Business TIM La piattaforma ricaricabile business di Telecom Italia prevede un basket per singola linea.

Dettagli

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA novembre 2004 FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA CICLO DI FORMAZIONE SUL RUOLO E SULLA VALORIZZAZIONE DELLA MARCA NELLA VITA AZIENDALE 3, rue Henry Monnier F-75009 Paris www.arkema.com TEL (+33)

Dettagli

TELECAMERA SUBACQUEA MINI DV RD31 DIVERS

TELECAMERA SUBACQUEA MINI DV RD31 DIVERS www.gmshopping.it TELECAMERA SUBACQUEA MINI DV RD31 DIVERS MANUALE UTENTE Questo documento è di proprietà di Ciro Fusco ( Cfu 2010 ) e protetto dalle leggi italiane sul diritto d autore (L. 633 del 22/04/1941

Dettagli

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Forum PA Webinar, 21 luglio 2015 Parleremo di: Il Gruppo e il network di Data Center Panoramica sul Cloud Computing Success Case: Regione Basilicata

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

Soluzioni per la comunicazione al pubblico Plena Un approccio flessibile per la gestione audio

Soluzioni per la comunicazione al pubblico Plena Un approccio flessibile per la gestione audio Soluzioni per la comunicazione al pubblico Plena Un approccio flessibile per la gestione audio 2 Soluzioni per la comunicazione al pubblico Plena Il vostro sistema per la comunicazione al pubblico di facile

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco Il canale distributivo Prima e dopo Internet Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco La distribuzione commerciale Il canale distributivo è un gruppo di imprese

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Uno degli aspetti progettuali più importanti di un sistema Control4 è la rete. Una rete mal progettata, in molti casi, si tradurrà

Dettagli

Tutorial Sky Go su Samsung v.1.1

Tutorial Sky Go su Samsung v.1.1 Tutorial Sky Go su Samsung v.1.1 1.1 Presentazione...2 2.2 Download e installazione...2 2.2 Login...3 2.2.1 Limitazioni all'accesso...4 2.3 Profili di visione...6 2.4 Reti...7 2.5 Diritti...7 3.0 Fruizione

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade)

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade) AGENDA DIGITALE ITALIANA 1. Struttura dell Agenda Italia, confronto con quella Europea La cabina di regia parte con il piede sbagliato poiché ridisegna l Agenda Europea modificandone l organizzazione e

Dettagli

19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015

19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015 19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015 Pag. 33 (diffusione:581000) La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

HO SCELTO IL SOFTWARE GESTIONALE CHE SI ADATTA A TUTTE LE MIE ESIGENZE. GRUPPO BUFFETTI S.p.A. - DIVISIONE RISTORAZIONE

HO SCELTO IL SOFTWARE GESTIONALE CHE SI ADATTA A TUTTE LE MIE ESIGENZE. GRUPPO BUFFETTI S.p.A. - DIVISIONE RISTORAZIONE HO SCELTO IL SOFTWARE GESTIONALE CHE SI ADATTA A TUTTE LE MIE ESIGENZE GRUPPO BUFFETTI S.p.A. - DIVISIONE RISTORAZIONE FACILITÀ TECNOLOGIA DISPONIBILITÀ ASSISTENZA D USO WI-FI IN 8 LINGUE TECNICA Collegamento

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo SOMMARIO Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Dettagli

nasce il futuro v secolo a. c. agorà virtuale

nasce il futuro v secolo a. c. agorà virtuale dell e-learning nasce il futuro v secolo a. c. Con Agorà, nell antica Grecia, si indicava la piazza principale della polis, il suo cuore pulsante, il luogo per eccellenza di una fertilità culturale e scientifica

Dettagli

FINALMENTE HAI UN'ALTERNATIVA.

FINALMENTE HAI UN'ALTERNATIVA. MUSICA PER IL PUNTO VENDITA FINALMENTE HAI UN'ALTERNATIVA. DALL'EUROPA ARRIVA SOUNDREEF. EVOLUTA, CONVENIENTE, TUA. www.soundreef.com Finalmente sei libero di scegliere. Soundreef rivoluziona il settore

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

Modelli di consumo e di risparmio del futuro. Nicola Ronchetti GfK Eurisko

Modelli di consumo e di risparmio del futuro. Nicola Ronchetti GfK Eurisko Modelli di consumo e di risparmio del futuro Nicola Ronchetti GfK Eurisko Le fonti di ricerca Multifinanziaria Retail Market: universo di riferimento famiglie italiane con capofamiglia di età compresa

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Caratteristiche. Camcorder Full HD 3D/2D compatto con sensori CMOS Exmor R da 1/4" e software di editing Vegas. www.pro.sony.

Caratteristiche. Camcorder Full HD 3D/2D compatto con sensori CMOS Exmor R da 1/4 e software di editing Vegas. www.pro.sony. Camcorder Full HD 3D/2D compatto con sensori CMOS Exmor R da 1/4" e software di editing Vegas Pro* Operazioni versatili per registrazioni Full HD 3D e 2D professionali HXR-NX3D1E è un camcorder professionale

Dettagli

Resellers Kit 2003/01

Resellers Kit 2003/01 Resellers Kit 2003/01 Copyright 2002 2003 Mother Technologies Mother Technologies Via Manzoni, 18 95123 Catania 095 25000.24 p. 1 Perché SMS Kit? Sebbene la maggior parte degli utenti siano convinti che

Dettagli

La gestione avanzata della forza vendita: mobile e off-line, ma integrata nei processi aziendali.

La gestione avanzata della forza vendita: mobile e off-line, ma integrata nei processi aziendali. La gestione avanzata della forza vendita: mobile e off-line, ma integrata nei processi aziendali. Gabriele Ottaviani product manager - mobile solutions - Capgemini BS Spa premesse...dovute soluzione off-line...ma

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

DICHIARAZIONE DELL ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO SUI PRINCIPI E I DIRITTI FONDAMENTALI NEL LAVORO E SUOI SEGUITI

DICHIARAZIONE DELL ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO SUI PRINCIPI E I DIRITTI FONDAMENTALI NEL LAVORO E SUOI SEGUITI DICHIARAZIONE DELL ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO SUI PRINCIPI E I DIRITTI FONDAMENTALI NEL LAVORO E SUOI SEGUITI adottata dalla Conferenza internazionale del Lavoro nella sua Ottantaseiesima

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore

un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore VOI esprime sia una dedica ai nostri graditissimi ospiti, destinatari delle nostre attenzioni quotidiane, sia l acronimo di VERA OSPITALITÀ ITALIANA,

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO LA NOSTRA VISIONE COMUNE Noi, governi locali europei, sostenitori della Campagna delle Città Europee Sostenibili, riuniti alla conferenza di Aalborg+10, confermiamo la nostra

Dettagli

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE FAMIGLIA IN COMPAGNIA (allegato n. 2) PREMESSA Il Progetto FAMIGLIA IN COMPAGNIA mette al

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO

IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO La ricerca europea in azione IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO (7º PQ) Portare la ricerca europea in primo piano Per alzare il livello della ricerca europea Il Settimo programma quadro per la ricerca e lo sviluppo

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

Bus di sistema. Bus di sistema

Bus di sistema. Bus di sistema Bus di sistema Permette la comunicazione (scambio di dati) tra i diversi dispositivi che costituiscono il calcolatore E costituito da un insieme di fili metallici che danno luogo ad un collegamento aperto

Dettagli

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale Il Fondo sociale europeo al lavoro Aiutare le persone a trovare lavoro Il Fondo sociale europeo (FSE) finanzia progetti in tutta l UE per consentire a più persone di trovare posti di lavoro migliori, attraverso

Dettagli

Smartphone Innovations S.r.l. gestisce il sito www.stonexone.com ( Sito ). Smartphone Innovations S.r.l.

Smartphone Innovations S.r.l. gestisce il sito www.stonexone.com ( Sito ). Smartphone Innovations S.r.l. TERMINI E CONDIZIONI Smartphone Innovations S.r.l. gestisce il sito www.stonexone.com ( Sito ). Smartphone Innovations S.r.l. ha predisposto le seguenti Condizioni generali per l utilizzo del Servizio

Dettagli

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 9306 LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 Norme per la sicurezza, la qualità e il benessere sul lavoro. IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:

Dettagli

INTRODUZIONE 17. Introduzione

INTRODUZIONE 17. Introduzione INTRODUZIONE 17 Introduzione Questo libro nasce dal desiderio di raccogliere e condividere le idee elaborate dal nostro gruppo di lavoro nel corso della progettazione e realizzazione di progetti inerenti

Dettagli

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro.

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro. La collana TOP è una famiglia di applicazioni appositamente studiata per il Terzo Settore. Essa è stata infatti realizzata in continua e fattiva collaborazione con i clienti. I programmi di questa collana

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

AUTOMAZIONE DI FABRICA IDENTIFICAZIONE DEI CODICI 1D E 2D LETTORI PORTATILI DI CODICI DATA MATRIX

AUTOMAZIONE DI FABRICA IDENTIFICAZIONE DEI CODICI 1D E 2D LETTORI PORTATILI DI CODICI DATA MATRIX AUTOMAZIONE DI FABRICA IDENTIFICAZIONE DEI CODICI 1D E 2D LETTORI PORTATILI DI CODICI DATA MATRIX ADATTATO PER QUALSIASI APPLICAZIONE DISPOSITIVI PORTATILI DI PEPPERL+FUCHS SICUREZZA INTRINSECA I lettori

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

La informiamo che Utroneo s.r.l. è il titolare del trattamento dei suoi dati personali.

La informiamo che Utroneo s.r.l. è il titolare del trattamento dei suoi dati personali. Come utilizziamo i suoi dati è un prodotto di ULTRONEO SRL INFORMAZIONI GENERALI Ultroneo S.r.l. rispetta il Suo diritto alla privacy nel mondo di internet quando Lei utilizza i nostri siti web e comunica

Dettagli

Fatti trovare... Fatti preferire! Web Site» E-Commerce» Social Media» Web Marketing» Photo» Video» Graphic design

Fatti trovare... Fatti preferire! Web Site» E-Commerce» Social Media» Web Marketing» Photo» Video» Graphic design Fatti trovare... Fatti preferire! Web Site» E-Commerce» Social Media» Web Marketing» Photo» Video» Graphic design Come si trovano oggi i clienti? Così! ristorante pizzeria sul mare bel Perchè è importante

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI

IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI Con decreto direttoriale del 7 ottobre 2013, il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ha adottato il Programma Nazionale di

Dettagli

Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Dipartimento della pesca mediterranea

Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Dipartimento della pesca mediterranea Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Dipartimento della pesca mediterranea Ufficio del Responsabile Unico della Regione Sicilia per il Cluster Bio-Mediterraneo

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

La comunicazione multicanale per il Customer Management efficace. Milano, Settembre 2014

La comunicazione multicanale per il Customer Management efficace. Milano, Settembre 2014 Milano, Settembre 2014 la nostra promessa Dialogare con centinaia, migliaia o milioni di persone. Una per una, interattivamente. 10/1/2014 2 la nostra expertise YourVoice è il principale operatore italiano

Dettagli

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M REAL ESTATE GRUPPORIGAMONTI.COM 2 Rigamonti Real Estate La scelta giusta è l inizio di un buon risultato Rigamonti Founders Rigamonti REAL ESTATE Società consolidata nel mercato immobiliare, con più di

Dettagli

Indice dell'economia e della società digitali 1 2015 2

Indice dell'economia e della società digitali 1 2015 2 Indice dell'economia e della società digitali 1 2015 2 Profilo per paese L', con un 3 complessivo pari a 0,36, è venticinquesima nella classifica dei Stati membri dell'. Nell'ultimo anno ha fatto progressi

Dettagli

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA I DESTINATION CENTER I Destination Center COS è UN DESTINATION CENTER? SHOPPING SPORT DIVERTIMENTO Un Destination Center e una combinazione di aree tematiche,

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

di Francesco Verbaro 1

di Francesco Verbaro 1 IL LAVORO PUBBLICO TRA PROCESSI DI RIORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE PARTE II - CAPITOLO 1 I L L A V O R O P U B B L I C O T R A P R O C E S S I D I R I O R G A N I Z Z A Z I O N E E I N N O V A Z I O N E

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo.

DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo. DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo. Consiglio dei Ministri: 05/04/2007 Proponenti: Esteri ART. 1 (Finalità

Dettagli