ADSL & INTERNET dal mezzo fisico di accesso alla rete di backbone.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ADSL & INTERNET dal mezzo fisico di accesso alla rete di backbone."

Transcript

1 ADSL & INTERNET dal mezzo fisico di accesso alla rete di backbone. Brescia, Istituto Tecnico Industriale Statale Benedetto Castelli 16 Gennaio Giovanni De Caro

2 Agenda ADSL & INTERNET Centrale telefonica. Rete di accesso. Trasmissioni. Commutazione. Scenari futuri. 1

3 CENTRALE TELEFONICA Brescia, Istituto Tecnico Industriale Statale Benedetto Castelli 17 Gennaio Giovanni De Caro

4 ADSL & INTERNET Cosa contiene una centrale telefonica? residenziale fonia + dati aziendale fonia + dati Apparati trasmissivi Permutatore urbano Mondo esterno Autocommutatori Stazione di energia Sono due le categorie di collegamento tra gli autocommutatori e gli apparati trasmissivi: 1) Il traffico cliente che entra in centrale tramite gli apparati trasmissivi e che viene consegnato agli autocommutatori. 2) Il traffico prodotto dagli autocommutatori che tramite gli apparati trasmissivi viene inviato verso il mondo esterno per raggiungere le centrali remote. 3

5 Permutatore Il permutatore può essere un grosso scaffale presente in centrale Telecom o anche un piccolo armadio metallico provvisto di ante al cui interno sono presenti dei Blocchi di connessione (o strisce di permutazione) su cui si attestano i doppini telefonici provenienti dalla rete primaria. In orizzontale troviamo i blocchetti, su cui sono disponibili i vari servizi (ADSL, ISDN) che fanno da terminazione dalle altre apparecchiature quali DSLAM, mentre in verticale troviamo le strisce che sono composte da contatti che corrispondono al doppino di un utente. ADSL & INTERNET Attualmente vengono utilizzati dei sistemi ad innesto rapido dei cavi (non vengono avvolti e saldati). Foto archivio storico Telecom Italia. Torino,

6 ADSL & INTERNET Autocommutatori Impianto telefonico automatico che ha la funzione di stabilire il collegamento tra gli utenti nel momento in cui essi lo comandino. È l'evoluzione elettronica del tavolo di commutazione manuale nei quali il cordone di operatrice metteva in comunicazione il chiamante (terminazione entrante) con il chiamato (terminazione uscente). Esistono due principi di commutazione: Commutazione di circuito. Commutazione di pacchetto. Juniper M120 5

7 ADSL & INTERNET Apparati trasmissivi Gli apparati trasmissivi hanno il compito di inviare informazione su un canale fisico. Si ricorre a tecniche di multiplazione, ovvero a meccanismi per cui la capacità disponibile di un collegamento viene condivisa tra diversi canali trasmissivi, combinando più segnali analogici o flussi di dati digitali in un solo segnale trasmesso su un singolo collegamento fisico. Apparati che svolgono questa funzione sono chiamati MULTIPLEXER, abbreviato in MUX. Esistono due gerarchie trasmissive: PDH, la più antica, che non prevede un unico clock di sincronismo per l intera rete. SDH, Synchronous Digital Hierarchy attualmente in uso. Il compito dell'sdh è quello di aggregare flussi dati a bit rate diversi e ritrasmetterli tutti insieme su grandi distanze. A differenza del PDH, Plesiochronous Digital Hierarchy (Gerarchia Digitale Plesiocrona), il protocollo SDH si basa sul fatto che tutti gli elementi della rete sono tra loro sincronizzati con lo stesso clock. 6

8 ADSL & INTERNET Stazione di energia Le centrali sono alimentate a -48V DC, ottenuta da raddrizzatori a loro volta alimentati dalla trifase di rete. Oltre a convertire in tensione e corrente continue la tensione e corrente alternata prelevata da un sistema di distribuzione, garantisce continuità d'esercizio ai carichi che alimenta. La stazione di energia quindi si serve di accumulatori d'energia di diversa natura, quali le comuni batterie al piombo, per immagazzinare l'energia necessaria ad alimentare il carico a cui è connessa nel caso in cui venga a mancare la sorgente primaria. Può essere dotata anche di gruppi elettrogeni che intervengono in caso manchi rete per tempi prolungati. La stazione di energia, per la sua funzione, è equiparabile al sistema UPS, comunemente chiamato gruppo di continuità, e si distingue da questo per la natura del carico che essa va ad alimentare; nell'ups un carico alimentato in corrente e tensione alternate, nelle stazioni di energia un carico alimentato in corrente e tensione continue. Sala batteria Gruppo elettrogeno 7

9 Rete di accesso Brescia, Istituto Tecnico Industriale Statale Benedetto Castelli 17 Gennaio Giovanni De Caro

10 La rete di distribuzione in rame ADSL & INTERNET Casa dell utente Distributore La rete di distribuzione in rame Borchia Armadio ripartilinea Rete secondaria (cavi bassa capacità Pozzetto/ Cameretta d armadio Sfioccamento Giunto Chiusino Rete primaria (cavi bassa capacità.) Rilevazione Pressurizzazione Polifora Rete primaria (cavi alta capacità.) Altri sistemi di linea Orizzontale muffole Permutatore Centrale Sala AF Ripartitore TXTXTX Commutatore S.E. Cunicolo Inserzione Pressurizzazione Sala compressori (pressurizzazione) Sala muffole 9

11 ADSL & INTERNET ISDN Integrated Services Digital Network, o ISDN, è un servizio di telefonia digitale. Il collegamento ISDN si basa sua 2 canali (BRI): il doppino telefonico trasporta una banda di 144 Kbit/s suddivisa in due canali dati telefonici da 64 Kbit/s e un canale di segnalazione a 16 Kbit/s: se necessario, i due canali possono essere sfruttati in coppia per trasmissione dati (accesso a Internet, per esempio). A partire dagli anni 80 con la rete ISDN si assiste ad un primo tentativo di integrazione fra servizi di fonia e trasmissione dati. Ma siamo ancora nell ambito della commutazione a circuito e soprattutto a banda limitata (NarrowBand). 10

12 ADSL symmetric igital ubscriber ine ADSL & INTERNET Larga Banda su un solo doppino di rame, su cui transita: SEGNALE TELEFONICO FLUSSO DATI Asimmetrico: in INTERNET, il flusso maggiore di informazioni va dal PROVIDER al CLIENTE (downstream): è qui che serve velocità. L interfaccia telefonica è gestita in modo tradizionale. E UNA TECNICA DI MODULAZIONE DEL SEGNALE DIGITALE. IL TRAFFICO DATI CLIENTE VIENE TRASPORTATO SU UN CANALE PERMANENTE VIRTUALE (PVC) VERSO UN PROVIDER. TALE TRAFFICO NON OCCUPA LE FREQUENZE TELEFONICHE ( HZ). 11

13 ADSL: rete di accesso ADSL & INTERNET AUTOCOMMUTATORE TELEFONICO CLIENTE 1 NODO ATM Banda Larga Fonia SPLITTER modem CLIENTE 2 10BASE-T Ethernet USB CLIENTE 3 MUX ADSL Wi-Fi Internet CENTRALE CLIENTE 12

14 ADSL: modulazione ADSL & INTERNET Codifica DMT (Discrete MultiTone) La modulazione DMT è una di modulazione multiportante Il flusso di bit in ingresso viene suddiviso in un insieme di flussi paralleli I flussi così ottenuti modulano N sottoportanti con modulazione PSK (fase e ampiezza). Il bit-rate su ciascuna sottoportante è più o meno elevato a seconda del rapporto segnalerumore che si ha in quella zona dello spettro Separazione dei canali upstream ed downstream in frequenza Fonia Spettro spaziamento (4.3 khz) or =tono modulato PSK POTS 4 khz 32 khz 165 khz 1.1 MHz frequenza 13

15 ADSL & INTERNET I Multiplatori ADSL (detti anche MUX o DSLAM, Digital Subscriber Line Access Multiplexer) convertono il traffico di diversi clienti in formato numerico (ATM) e lo concentrano su di un unico portante. LINEE CLIENTE LINEE CLIENTE DSLAM ATM LINEE CLIENTE LINEE CLIENTE FLUSSO MULTIPLATO DOWNSTREAM UPSTREAM 14

16 ADSL2, ADSL2+ ADSL & INTERNET ADSL2 (G.992.3): rispetto al vecchio ADSL (o ADSL1 G992.1) viene migliorata la tecnica di modulazione. ADSL2+ (G.992.5): lo spettro delle frequenze in downstream viene esteso da 1,1 a 2,2 Mhz, ADSL2+ possiamo avere fino a 20 Mbit/s in downstream. 15

17 ADSL: esempio accesso ADSL & INTERNET La scelta di utilizzare ADSL per portare la LARGA BANDA nella rete di accesso, e quindi nelle case, si dimostra vincente grazie al fatto che in Italia esiste un infrastruttura capillare di centrali telefoniche distribuite nel territorio. ADSL PC MODEM MUX ADSL (DSLAM) ATM RETE IP DEL GESTORE INTERNET POP 16

18 ADSL & INTERNET xdsl DSL (o xdsl) è una famiglia di tecnologie che forniscono trasmissione digitale di dati attraverso l'ultimo miglio dei fili del telefono. La sigla significava digital subscriber line. Tipicamente, la banda trasmissiva in ricezione e trasmissione (downlink ed uplink) è per lo più compresa fra 160 kb/s e kb/s (52 Mb/s), a seconda della tecnologia DSL, delle condizioni della linea e del livello di servizio. La banda può essere simmetrica o asimmetrica, a seconda che ad essa sia riservato o meno lo stesso bit rate in upstream e downstream; tuttavia, in una trasmissione DSL, la banda in upstream non è mai superiore a quella in downstream. Esistono limitazioni in termini di distanza fra utente e centrale telefonica. Tali limitazioni sono più restrittive per le velocità di trasmissione più elevate. Alcuni esempi di tecnologie DSL ( dette anche codifica di linea) sono: High Data Rate Digital Subscriber Line (HDSL); Single-Pair high-speed digital subscriber line (SHDSL); Asymmetric Digital Subscriber Line (ADSL); Asymmetric Digital Subscriber Line 2 (ADSL2); Asymmetric Digital Subscriber Line 2+ (ADSL2+); Very-high-bit-rate Digital Subscriber Line (VDSL); Very High Speed Digital Subscriber Line 2 (VDSL2), una versione migliorata del VDSL; 17

19 Trasmissioni Brescia, Istituto Tecnico Industriale Statale Benedetto Castelli 17 Gennaio Giovanni De Caro

20 ADSL & INTERNET FDM FDM FDM, acronimo di Frequency Division Multiplexing, ovvero multiplazione a divisione di frequenza, si intende una tecnica di condivisione di un canale di comunicazione secondo la quale un canale trasmissivo è diviso in sottocanali, ognuno costituito da una banda (elettronica) di frequenza separata. Questo rende possibile la condivisione dello stesso canale da parte di diversi dispositivi che possono comunicare contemporaneamente. Apparati trasmissivi FDM trasportano segnali modulati analogici, sono stati dismessi da diversi anni. 19

21 ADSL & INTERNET PCM La pulse-code modulation (letteralmente "modulazione codificata di impulsi"), in acronimo PCM, è un metodo di rappresentazione digitale di un segnale analogico. Il metodo utilizza un campionamento dell'ampiezza del segnale a intervalli regolari; i valori letti vengono poi quantizzati e digitalizzati (in genere codificati in forma binaria). La PCM è ampiamente utilizzata nei sistemi di telefonia. Nel diagramma un onda sinusoidale (rossa) è campionata e quantizzata. L onda sinusoidale è campionata a intervalli regolari rappresentati dai trattini sull asse delle x. Per ogni campione, uno dei valori disponibili sull asse delle y è scelto da opportuni algoritmi. Questo produce una rappresentazione discreta del segnale di ingresso che può essere facilmente codificata in digitale per essere memorizzata e manipolata. Nel diagramma codifica a 4 bit. 20

22 ADSL & INTERNET PCM Apparati PCM in centrale sala trasmissioni La LO standard G.711 prevede l utilizzo di 8 bit per campione vocale prelevato ogni 125 microsecondi. Ciò equivale a dire che senza l utilizzo di tecniche di compressione ogni conversazione necessita di un flusso di 64 Kbit/s denominato time slot. Gli apparati nell immagine multiplano 32 time slot su di un unico portante realizzando un flusso a 2,048 Mbit/s. Questi time slot possono essere usati indifferentemente per traffico voce o traffico dati. 21

23 ADSL & INTERNET P.D.H. Plesiochronous Digital Hierarchy La Plesiochronous Digital Hierarchy è una tecnologia usata nelle reti di telecomunicazioni per trasportare grosse quantità di dati su un sistema di trasporto digitale come le fibre ottiche e i sistemi radio a microonde. Il termine plesiocrona deriva dal greco plesio, che significa vicino, e chronos, che significa tempo, e si riferisce al fatto che gli elementi delle reti PDH pur lavorando alla stessa frequenza di cifra nominale in realtà non sono sincroni tra loro. La tecnologia PDH consente la trasmissione di dati che hanno lo stesso tasso (rate) nominale ma tasso effettivo leggermente differente. Per analogia è come se due orologi fossero nominalmente sincronizzati, ma non essendoci nessun collegamento fra i due è probabile che uno vada più veloce. Lo svantaggio principale di un sistema PDH è che per estrarre un singolo tributario da un flusso multiplato di gerarchia superiore è necessario demultiplare l'intero flusso, compresi gli altri tributari (passanti) eseguendo un'operazione inversa a quella di multiplazione, dovendo poi rimultiplare di nuovo il tutto. 22

24 ADSL & INTERNET S.D.H. : Synchronous Digital Hierarchy (*) La gerarchia STM-0 è utilizzata solo nell'ambito SONET (Nord America). (**) La gerarchia STM-256 è standardizzata ma in realtà non utilizzata. Per queste capacità elevate si preferiscono tecniche di multiplazione ottica WDM, Wavelenght Division Multiplexing. SDH: è un protocollo di livello fisico usato per la trasmissione telefonica e di dati in reti geografiche su fibra ottica o via cavo elettrico. Il compito dell'sdh è quello di aggregare flussi dati a bit rate diversi e ritrasmetterli tutti insieme su grandi distanze. A differenza del PDH, il protocollo SDH si basa sul fatto che tutti gli elementi della rete sono tra loro sincronizzati con lo stesso clock. In combinazione a questo, la definizione di una speciale struttura di trama con l'aggiunta di informazioni di servizio (overhead) permette non solo l'estrazione di un singolo traffico tributario senza dover effettuare l'intera demultiplazione dell'intero flusso ma anche di trasferire informazioni essenziali per la corretta gestione della rete e per la sua auto-protezione a fronte di guasti o di condizioni anomale o di degrado. Il risultato finale è che il protocollo SDH consente di raggiungere elevatissimi livelli di qualità del servizio e notevoli strumenti per il controllo e monitoraggio in tempo reale dell'intera rete di trasmissione. 23

25 Fibre ottiche ADSL & INTERNET I principali vantaggi delle fibre rispetto ai cavi in rame nelle telecomunicazioni sono: bassa attenuazione, che rende possibile la trasmissione su lunga distanza senza ripetitori; grande capacità di trasporto di informazioni; immunità da interferenze elettromagnetiche, inclusi gli impulsi elettromagnetici nucleari (ma possono essere danneggiate da radiazioni alfa e beta); alta resistenza elettrica, quindi è possibile usare fibre vicino ad equipaggiamenti ad alto potenziale, o tra siti a potenziale diverso; peso e ingombro modesto; bassa potenza contenuta nei segnali; assenza di diafonia; ottima resistenza alle condizioni climatiche avverse; bassi valori di BER. Diagramma di fibra ottica in single mode (SM) 1.- Core 8 µm 2.- Cladding 125 µm 3.- Buffer 250 µm 4.- Jacket 400 µm 24

26 ADSL & INTERNET Fibre ottiche MULTIMODALE MONOMODALE Le fibre multimodali permettono l'uso di dispositivi più economici, ma subiscono il fenomeno della dispersione intermodale, per cui i diversi modi si propagano a velocità leggermente diverse, e questo limita la distanza massima a cui il segnale può essere ricevuto correttamente. Le fibre monomodali di contro hanno un prezzo molto più elevato rispetto alle multimodali, ma riescono a coprire distanze e a raggiungere velocità nettamente superiori. Le fibre multimodali possono essere divise ulteriormente in fibre step index e graded index. Nelle fibre step index l'indice di rifrazione è costante lungo tutta la sezione del core. Nelle fibre graded index l'indice di rifrazione cambia gradualmente dal core al cladding, permettendo l'uso di luce multicromatica. 25

27 Fibre Ottiche: Strumenti di Misura ADSL & INTERNET Connettori SC Connettori ST 26

28 Rete trasmissiva: CDN + RED = Rete flessibile ADSL & INTERNET F M U X SMUX/BC MBB/AV Mux 2M Mux 2M F M U X SMUX/BC Mux 2M F M U X SMUX/BC MBB/AV Mux 2M Mux 2M RED. RIPARTITORE ELETTRONICO DIGITALE MBB/AV Mux 2M Il circuito diretto numerico (CDN CDN) (c.d. linee dedicate) definisce dei collegamenti punto-punto o puntomultipunto mediante tecniche digitali con velocità n per 64 Kbit/s fino a 2 Mbit/s e nel caso di collegamenti diretti numerici "ad alta velocità" sono definiti tagli da 34 Mbit/s e 155 Mbit/s (622 Mbit/s, 2,5 Gbit/s). 27

29 Commutazione Brescia, Istituto Tecnico Industriale Statale Benedetto Castelli 17 Gennaio Giovanni De Caro

30 A CIRCUITO ADSL & INTERNET Multiplazione con struttura di trama e senza etichetta (PCM) Commutazione con connessione Allocazione di banda statica, assegnazione tipica 64 Kbit/s Tempi di attraversamento della rete bassi e costanti Adatti a servizi isocroni con bit rate costante (fonia) COMMUTAZIONE Orientato alla connessione Connection oriented A PACCHETTO Non orientato alla connessione Connectionless Multiplazione asincrona Con etichetta Allocazione di banda dinamica Tempi di attraversamento più alti e variabili Adatto ad applicazioni a bit rate variabile (dati) 29

31 ADSL & INTERNET Commutazione: Apparato: Tecnologia: Segnale fonico: di circuito. selettore di linea SMN2. elettromeccanica. analogico. 30

32 Commutazione di circuito. Centrali a tecnologia numerica e trasporto fonia digitale. Topologia gerarchica della rete telefonica italiana. Due soli livelli di gerarchia di centrali Stadio di Gruppo di Transito - SGT Stadio di Gruppo Urbano SGU ADSL & INTERNET Stadio di linea Stadio di Linea -SL (concentratori agganciati agli SGU) Oggi le centrali SGT non esistono più sostituite da centrali in IP. Gli stati di linea esistono solo nelle zone periferiche non coperte da centrale. 31

33 ADSL & INTERNET Commutazione di pacchetto. Pacchetto di dimensione fissa : cella ATM Dove devo andare Header Cosa devo dire Payload 53 32

34 Struttura semplificata rete ATM (commutazione di pacchetto) ADSL & INTERNET Area transito Area accesso Area feeder BPX MGX di Backbone BPX MGX di Accesso BPX - MGX Concentrazione (raccolta utenza) AXIS- MGX di accesso 33

35 L accesso al mondo IP ATMosfera Dominio A ADSL & INTERNET IP NNI ATMosfera Dominio B Area Accesso Area Transito Area Feeder 34

36 ADSL & INTERNET Architettura di accesso alla rete IP Sede periferica Altri provider modem router BPX MGX POP IP POP Azienda Schema semplificato 35

37 VoIP : Voice over IP Sistema di Controllo delle Chiamate (SCC) ADSL & INTERNET SEDE A LAN OFF NET TIR PBX 1.PSTN RTG 1.Hyperway IP TIR PBX ON NET Gateway di Rete LAN SEDE B Si definiscono conversazioni ON NET, quelle che rimangono interamente nell ambito IP. Si definiscono conversazioni OFF-NET quelle che per mezzo di appositi apparati di confine, si sviluppano anche verso la Rete Telefonica Generale (RTG, o PSTN in inglese Public Switching Telephon Network). 36

38 IP ADSL & INTERNET Al di sopra dei primi due livelli strettamente fisici di comunicazione, si inserisce la rete dal punto di vista UNIX e cioè un insieme di scatole identificate da un indirizzo IP. Esistono due versioni: IPV4 (a 32bit) e IPV6 (a 128bit). Il primo è quello ancora ufficialmente utilizzato, ma a causa del rapido esaurimento degli indirizzi disponibili nella comunità Internet, sta per essere presa in considerazione l introduzione del secondo. Gli indirizzi IP in versione 4, sono composti da una sequenza di 32bit, suddivisi in quattro gruppi da 8bit e rappresentati in modo decimale, separati da un punto(notazione notazione decimale puntata). 37

39 Brescia, Scenari futuri: Istituto Tecnico Industriale Statale Benedetto Castelli 17 Gennaio NGAN IPv6 Cloud Computing HTML5 LTE Giovanni De Caro

40 ADSL & INTERNET Evoluzione della rete di accesso: NGAN, Next Generation Access Network. Digital Divide: divario esistente tra chi ha accesso effettivo alle tecnologie dell'informazione e chi ne è escluso, in modo parziale o totale. Non dimentichiamo che l attuale rete telefonica in rame si è sviluppata nell arco di un secolo, per garantire il trasporto del segnale telefonico su linee di lunghezza anche di 7-8 Kilometri. La tecnologia ADSL raggiunge i suoi limiti già a 4-5 Km. Da qui il bisogno di ripensare la rete di accesso nazionale. Il progetto NGAN, inserito nell Agenda Digitale del governo, nasce con lo scopo di rendere disponibile l accesso LARGA BANDA (BroadBand) in modo diffuso, superando gli attuali limiti, identificati anche nella definizione del digital divide. 39

41 ADSL & INTERNET Evoluzione della rete di accesso: NGAN, Next Generation Access Network. Access Metro BackBone POP Copper CO Residential SME Business FTTE FTTCab Sito di Centrale Primaria ( m) FTTE FTTC Cabinet ONU VDSL2 Secondaria ( m) Rete di edificio ADSL Mbps <1 Mbps ADSL2+ VDSL2 12M M 2-10 M VDSL2 FTTE: Fiber to the Exchange FTTCab: FTTB: FTTH: Fiber To The Cabinet Fiber To The Building Fiber To The Home Posa fibra ottica in rete primaria Allestimento Street Cabinet con elettronica. FTTB FTTH FTTB FTTH VDSL2 30M M M VDSL Gbps Posa fibra ottica ANCHE in rete secondaria Allestimento elettronica distribuita negli edifici. Posa fibra ottica ANCHE in rete di edificio Terminazioni ottiche presso i clienti residenziali, small business, business. 40

42 ADSL & INTERNET Evoluzione della rete di accesso: NGAN, Next Generation Access Network. Molti operatori Europei si stanno orientando, perlomeno in una prima fase, verso soluzioni FTTC ossia Fiber to the Cabinet. Questa soluzione prevede di dispiegare la fibra ottica solo nel segmento di rete primaria (da Centrale a Cabinet) e di riutilizzare l esistente rete di distribuzione in rame per le tratte secondarie. L utilizzo di tecniche trasmissive VDSL2 nella tratta di rete secondaria consente, viste le brevi distanze da coprire nella tratta in rame, velocità di aggancio di tutto rispetto (ad es. fino a 60/30 Mbps Downstream/Upstream), anche se inferiori a quelle ottenibili con una soluzione completamente in fibra ottica FTTH. 41

43 IP v.6 ADSL & INTERNET Gli indirizzi IP attuali in IP v.4 sono in via di esaurimento. La nuova versione già standardizzata è denominata IP v.6. Il cambiamento più rilevante nel passaggio dall'ipv4 all'ipv6 è la lunghezza dell'indirizzo di rete. L'indirizzo IPv6 è lungo 128 bit, cioè 32 cifre esadecimali, che sono normalmente utilizzate nella scrittura dell'indirizzo. Questo cambiamento porta il numero di indirizzi esprimibili dall' IPv6 a 2 e128 = 16 e32 3, Notazione esadecimale estesa (esempio): 2001:0db8:0000:0000:0000:8a2e:0370:7344 Corrispondente notazione esadecimale sintetica: 2001:0db8::8a2e:0370:

44 CLOUD COMPUTING ADSL & INTERNET Possiamo definire in modo semplice il Cloud Computing come l utilizzo dell informatica senza averne il possesso, accedendo tramite la rete a capacità di calcolo e storage nel caso di IaaS: Infrastructure as a Service, oppure ad una piattaforma di sviluppo, una di collaborations o un DB nel caso di PaaS: Platform as a Service, ed infine a un qualunque applicativo, dall office automation all ERP, nel caso di SaaS: Software as a Service. Da questa modalità di fruizione di risorse informatiche come se fossero un servizio, il cliente si aspetta alcuni benefici come quello di non sostenere investimenti iniziali, ridurre i tempi di attivazione, pagare solo quello che effettivamente utilizza e poter scalare la capacità in funzione dell andamento del proprio business. 43

45 HTML 5 ADSL & INTERNET L'HTML HTML5 è un linguaggio di markup per la progettazione delle pagine web attualmente in fase di definizione (bozza) presso il World Wide Web Consortium.. L'intento iniziale che ha guidato il gruppo di lavoro è stato quello di proporre nuovi comandi e funzionalità fino ad allora ottenute in maniera nonstandard, ossia mediante il ricorso a plug-in o a estensioni proprietarie dei vari browser. Altro obiettivo è garantire una buona compatibilità con i browser esistenti, compresi quelli obsoleti o presenti su piattaforme mobili. L'HTML5 si propone come evoluzione dell'attuale HTML Il World Wide Web Consortium ha annunciato che sarà pronto per il luglio HTML: HyperText Markup Language In generale un linguaggio di markup è un insieme di regole che descrivono i meccanismi di rappresentazione (struttura, regole) di un testo che, utilizzando convenzioni standardizzate, sono utilizzabili su più supporti. La tecnica di composizione di un testo con l'uso di marcatori (o espressioni codificate) richiede quindi una serie di convenzioni, ovvero appunto di un linguaggio a marcatori di documenti. 44

46 LTE ADSL & INTERNET LONG TERM EVOLUTION nelle reti mobili TACS Total Access Comunications System. Standard per telefoni cellulari di prima generazione ora dismesso, non forniva servizi dati. Global system for mobile communications. Standard di 2 generazione, attualmente più diffuso al mondo, servizi dati con protocolli GPRS, EDGE. Universal Mobile Telecommunications System. Standard di 3 generazione, potenzia la velocità di trasmissione adottando tecniche di accesso multiplo al canale, protocolli dati HSDPA, HSUPA. Long term evolution. Standard di 3 generazione evoluto, spesso indicato come 4 G. Obiettivo di LTE è quello di promuovere l uso della larga banda in mobilità. 45

47 ADSL & INTERNET 46

ADSL & INTERNET dal mezzo fisico di accesso alla rete di backbone.

ADSL & INTERNET dal mezzo fisico di accesso alla rete di backbone. ADSL & INTERNET dal mezzo fisico di accesso alla rete di backbone. Brescia, Istituto Tecnico Industriale Statale Benedetto Castelli 24 Gennaio 2014 14.30-16.30 Giovanni De Caro Agenda ADSL & INTERNET Centrale

Dettagli

Architettura della tecnologia ADSL Tipologie delle tecnologie xdsl

Architettura della tecnologia ADSL Tipologie delle tecnologie xdsl Reti di Telecomunicazioni R. Bolla, L. Caviglione, F. Davoli Aspetti generali della tecnologia xdsl Architettura della tecnologia ADSL Tipologie delle tecnologie xdsl Il DSLAM 10.2 Genericamente le tecnologie

Dettagli

RETI DI TELECOMUNICAZIONI

RETI DI TELECOMUNICAZIONI Corso di Studi in Ing. delle Telecomunicazioni LAUREA in INGEGNERIA DELLE TELECOMUNICAZIONI RETI DI TELECOMUNICAZIONI Stefano Giordano Lezione n.17n Reti a collegamento diretto: soluzioni xdsl,, HFC, FTTB

Dettagli

SISTEMI XDSL PER L ACCESSO A LARGA BANDA SU COPPIE SIMMETRICHE

SISTEMI XDSL PER L ACCESSO A LARGA BANDA SU COPPIE SIMMETRICHE SISTEMI XDSL PER L ACCESSO A LARGA BANDA SU COPPIE SIMMETRICHE L acronimo xdsl indica una famiglia di sistemi che consente di impiegare il doppino telefonico in rame per trasportare il traffico numerico

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2014-15. Pietro Frasca. Parte II Lezione 3

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2014-15. Pietro Frasca. Parte II Lezione 3 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2014-15 Parte II Lezione 3 Giovedì 12-03-2015 Reti a commutazione di pacchetto datagram Le reti a commutazione

Dettagli

Accesso a larga banda. Accesso a larga banda (xdsl)

Accesso a larga banda. Accesso a larga banda (xdsl) Accesso a larga banda (xdsl) Accesso a larga banda (xdsl) xdsl = diverse tecniche di trasmissione numerica su doppino telefonico DSL = Digital Subscriber Line (Linea d Utente Numerica) Un sistema xdsl

Dettagli

DigitalSubscriberLine(DSL)

DigitalSubscriberLine(DSL) DigitalSubscriberLine(DSL) 1 La famiglia di tecnologie, nota come DSL (DigitalSubscriberLine), è stata introdotta allo scopo di aumentare il ritmo binario sulle ordinarie linee d utente fino a valori dell

Dettagli

ADSL (ASYMMETRIC DIGITAL SUBSCRIBER LINE) Prof. Ing. Maurizio Casoni

ADSL (ASYMMETRIC DIGITAL SUBSCRIBER LINE) Prof. Ing. Maurizio Casoni ADSL (ASYMMETRIC DIGITAL SUBSCRIBER LINE) Prof. Ing. Maurizio Casoni Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia GENERALITÀ Soluzione proposta per la realizzazione

Dettagli

DHCP e ISP. DHCP e ISP. DHCP e server. DHCP e server DSL. Soluzioni. Digital Subscriber Line. Regola di dimensionamento

DHCP e ISP. DHCP e ISP. DHCP e server. DHCP e server DSL. Soluzioni. Digital Subscriber Line. Regola di dimensionamento DHCP Dynamic Host Configuration Protocol 09CDUdc Reti di Calcolatori DHCP! RFC 2131, 2132! Protocollo client/server per configurare dinamicamente gli host di una rete! Permette l allocazione automatica

Dettagli

Il collegamento delle reti aziendali: DHCP, DSL, PPPoE

Il collegamento delle reti aziendali: DHCP, DSL, PPPoE Il collegamento delle reti aziendali: DHCP, DSL, PPPoE Contenuti del corso La progettazione delle reti Il routing nelle reti IP Il collegamento agli Internet Service Provider e problematiche di sicurezza

Dettagli

xdsl Generalità xdsl fa riferimento a tutti i tipi di Digital Subscriber Line

xdsl Generalità xdsl fa riferimento a tutti i tipi di Digital Subscriber Line xdsl Generalità xdsl fa riferimento a tutti i tipi di Digital Subscriber Line ADSL: asymmetric DSL SDSL: symmetric DSL HDSL: High-data-rate DSL VDSL: Very high DSL E una tecnologia utilizzata per fornire

Dettagli

Modem analogici. Modem Rete Modem

Modem analogici. Modem Rete Modem xdsl Modem analogici Linea telefonica Linea telefonica Modem Rete Modem Il canale telefonico ha una banda di circa 3,3 KHz ( tra 300 Hz e 3.400 Hz). I modem utilizzano tale banda per trasmettere i dati

Dettagli

Indirizzi in Internet

Indirizzi in Internet Contenuti Architettura di Internet Principi di interconnessione e trasmissione World Wide Web Posta elettronica Motori di ricerca Tecnologie delle reti di calcolatori Servizi Internet (come funzionano

Dettagli

Sistemi a larga banda (Broadband)

Sistemi a larga banda (Broadband) 61 Sistemi a larga banda (Broadband) Le applicazioni informatiche e i servizi multimediali (musica, film, manifestazioni sportive) offerti sulla grande rete Internet e attraverso la televisione digitale

Dettagli

Tecnologie per reti geografiche e protocolli di linea

Tecnologie per reti geografiche e protocolli di linea Tecnologie per reti geografiche e protocolli di linea Silvano Gai Pietro Nicoletti WAN-4-1 P. Nicoletti: si veda nota a pag. 2 Nota di Copyright Questo insieme di trasparenze (detto nel seguito slides)

Dettagli

Le reti e i servizi: il passato, il presente e il futuro. a cura HR Services (Gruppo Telecom Italia)

Le reti e i servizi: il passato, il presente e il futuro. a cura HR Services (Gruppo Telecom Italia) GRUPPO TELECOM ITALIA Il Digitale per lo sviluppo della mia Impresa Torino, 26 Novembre 2013 Le reti e i servizi: il passato, il presente e il futuro a cura HR Services (Gruppo Telecom Italia) Agenda Rete

Dettagli

Multiplexing. Multiplexing. Multiplexing a Divisione di Frequenza (FDM) Tipi di Multiplexing

Multiplexing. Multiplexing. Multiplexing a Divisione di Frequenza (FDM) Tipi di Multiplexing Multiplexing I semestre 02/03 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/~auletta/ Multiplexing In genere un utente non riesce ad utilizzare tutta la banda messa a disposizione

Dettagli

Reti di elaboratori. Reti di elaboratori. Reti di elaboratori INFORMATICA PER LE DISCIPLINE UMANISTICHE 2 (13042)

Reti di elaboratori. Reti di elaboratori. Reti di elaboratori INFORMATICA PER LE DISCIPLINE UMANISTICHE 2 (13042) Reti di elaboratori Rete di calcolatori: insieme di dispositivi interconnessi Modello distribuito INFORMATICA PER LE DISCIPLINE UMANISTICHE 2 (13042) Funzioni delle reti: comunicazione condivisione di

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 8 -

Informatica per la comunicazione - lezione 8 - Informatica per la comunicazione - lezione 8 - Esercizio Convertire i seguenti numeri da base 10 a base 2: 8, 23, 144, 201. Come procedere per risolvere il problema? Bisogna ricordarsi che ogni sistema,

Dettagli

Unbundling e xdsl. Mario Baldi

Unbundling e xdsl. Mario Baldi Unbundling e xdsl Mario Baldi Politecnico di Torino Dipartimento di Automatica e Informatica mario.baldi[at]polito.it http://staff.polito.it/mario.baldi Nota di Copyright Questo insieme di trasparenze

Dettagli

Banda larga per dare soluzione al Digital Divide e innovare il Paese

Banda larga per dare soluzione al Digital Divide e innovare il Paese Banda larga per dare soluzione al Digital Divide e innovare il Paese 14/02/2011 Fondamenti di informatica - Prof. Gregorio Cosentino 1 Servizio universale Acqua potabile Energia elettrica Telefono Servizio

Dettagli

Capitolo 15 Reti di calcolatori e sistemi distribuiti

Capitolo 15 Reti di calcolatori e sistemi distribuiti Capitolo 15 Reti di calcolatori e sistemi distribuiti Indice Mezzi e tecniche di trasmissione dati Cavi in rame Fibre ottiche Onde radio e sistemi wireless Modulazione e demodulazione Reti di calcolatori

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14. Pietro Frasca. Parte II Lezione 3

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14. Pietro Frasca. Parte II Lezione 3 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14 Pietro Frasca Parte II Lezione 3 Martedì 11-03-2014 1 Accesso alla rete Gli host possono connettersi

Dettagli

Reti di Calcolatori:

Reti di Calcolatori: Reti di Calcolatori: Internet, Intranet e Mobile Computing a.a. 2007/2008 http://www.di.uniba.it/~lisi/courses/reti/reti0708.htm dott.ssa Francesca A. Lisi lisi@di.uniba.it Orario di ricevimento: mercoledì

Dettagli

LE RETI OTTICHE PASSIVE

LE RETI OTTICHE PASSIVE LE RETI OTTICHE PASSIVE Prof. Ing. Maurizio Casoni Dipartimento di Ingegneria Enzo Ferrari Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia INDICE La rete di accesso Le reti ottiche passive Gli Standard

Dettagli

Mezzi trasmissivi e livello fisico. Reti di Accesso. Reti di accesso

Mezzi trasmissivi e livello fisico. Reti di Accesso. Reti di accesso Reti di Accesso Reti di accesso Per arrivare all utenza residenziale ( ultimo miglio ), l ultima tratta di rete viene detta rete d accesso ( local loop in inglese) Tecnologie nelle reti di accesso: Plain

Dettagli

Programmazione in Rete

Programmazione in Rete Programmazione in Rete a.a. 2005/2006 http://www.di.uniba.it/~lisi/courses/prog-rete/prog-rete0506.htm dott.ssa Francesca A. Lisi lisi@di.uniba.it Orario di ricevimento: mercoledì ore 10-12 Sommario della

Dettagli

Reti di Telecomunicazioni 1

Reti di Telecomunicazioni 1 Reti di Telecomunicazioni 1 Corso on-line - AA2005/06 Blocco 2 (v2) Ing. Stefano Salsano e-mail: stefano.salsano@uniroma2.it 1 Richiami sul concetto di multiplazione 2 Riprendendo il discorso sulle diverse

Dettagli

Pianificazione e progetto di reti geografiche

Pianificazione e progetto di reti geografiche Pianificazione e progetto di reti geografiche 1 Architettura delle reti di telecomunicazioni e contesto infrastrutturale regionale 1 Indice Architettura delle reti di Telecomunicazioni Banda Larga nella

Dettagli

Rete di accesso. Reti di accesso

Rete di accesso. Reti di accesso Rete di accesso Gruppo Reti TLC nome.cognome@polito.it http://www.telematica.polito.it/ INTRODUZIONE ALLE RETI TELEMATICHE - 1 Reti di accesso Per arrivare all utenza residenziale ( ultimo miglio ), l

Dettagli

RETI GEOGRAFICHE Introduzione alle reti geografiche Trasmissione dati su linea telefonica analogica. Lenee dedicate Reti a commutazione di pacchetto

RETI GEOGRAFICHE Introduzione alle reti geografiche Trasmissione dati su linea telefonica analogica. Lenee dedicate Reti a commutazione di pacchetto 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 RETI GEOGRAFICHE Introduzione alle reti geografiche Trasmissione dati su linea telefonica analogica ISDN ADSL RAS Lenee dedicate Reti a commutazione di pacchetto ATM Reti wireless

Dettagli

Si introdurranno poi le topologie delle reti di calcolatori per capire meglio come gli apparati vengono interconnessi e secondo quali standard.

Si introdurranno poi le topologie delle reti di calcolatori per capire meglio come gli apparati vengono interconnessi e secondo quali standard. Pagina 1 di 8 Installare e configurare componenti hardware di rete Topologie di rete In questo approfondimento si daranno alcune specifiche tecniche per l'installazione e la configurazione hardware dei

Dettagli

Inoltre si è detto che le reti vengono tradizionalmente classificate in base alla distanza:

Inoltre si è detto che le reti vengono tradizionalmente classificate in base alla distanza: Pagina 1 di 5 Topologie WAN Reti di reti Nel modulo 5 si è discusso delle topologie di rete e si è affermato che una rete di telecomunicazioni può essere rappresentata con un grafo, ossia una struttura

Dettagli

Le soluzioni per l accesso alle reti ad alta velocità

Le soluzioni per l accesso alle reti ad alta velocità Giornata di studio: Infrastrutture avanzate per reti ad alta velocità Modena, 5 Aprile 2006 Università di Modena e Reggio Emilia, Facoltà di Ingegneria Le soluzioni per l accesso alle reti ad alta velocità

Dettagli

Reti di accesso ottiche di nuova generazione (NGAN) Introduzione alle architetture e alle strategie di evoluzione

Reti di accesso ottiche di nuova generazione (NGAN) Introduzione alle architetture e alle strategie di evoluzione Reti di accesso ottiche di nuova generazione (NGAN) Introduzione alle architetture e alle strategie di evoluzione Politecnico di Milano Dip. di Elettronica e Informazione P.za Leonardo da Vinci 32, 20133

Dettagli

Corso di Sistemi di Telecomunicazione Ottici A. A. 2009/2010. Reti di accesso. Architettura di rete HFC FTTx

Corso di Sistemi di Telecomunicazione Ottici A. A. 2009/2010. Reti di accesso. Architettura di rete HFC FTTx Corso di Sistemi di Telecomunicazione Ottici Reti di accesso Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria delle Telecomunicazioni A.A. 2009/2010 Reti di accesso (1) Reti di accesso Architettura di rete

Dettagli

La telematica. Informatica per le discipline umanistiche Note sulla telematica. Segnale analogico / digitale

La telematica. Informatica per le discipline umanistiche Note sulla telematica. Segnale analogico / digitale Università degli Studi di Bergamo Facoltà di Lettere e Filosofia La telematica Informatica per le discipline umanistiche Note sulla telematica Marco Lazzari A.A. 2005-2006 Telematica: telecomunicazioni

Dettagli

L Aquila La nuova rete di TIM

L Aquila La nuova rete di TIM GRUPPO TELECOM ITALIA L Aquila, 22-23 Marzo 2016 Auditorium del Parco L Aquila La nuova rete di TIM Responsabile Creation Abruzzo e Molise La Nuova Rete de L Aquila Razionalizzazione dei Servizi Il progetto

Dettagli

Internet e il World Wide Web. Informatica Generale -- Rossano Gaeta 30

Internet e il World Wide Web. Informatica Generale -- Rossano Gaeta 30 Internet e il World Wide Web 30 Tecnologia delle Telecomunicazioni Uso di dispositivi e sistemi elettromagnetici per effettuare la comunicazione a lunghe distanze (telefoni, televisione, radio, etc) Comunicazione

Dettagli

Reti di accesso e mezzi trasmissivi

Reti di accesso e mezzi trasmissivi Reti di accesso e mezzi trasmissivi Domanda: come si connettono gli host agli edge router? Reti di accesso residenziale (da casa) Reti di accesso istituzionali (scuole, università, aziende) Reti di accesso

Dettagli

Ermes, internet veloce per la regione Friuli Venezia Giulia

Ermes, internet veloce per la regione Friuli Venezia Giulia Ermes, internet veloce per la regione Friuli Venezia Giulia Amaro, venerdì 10 aprile 2015 David Licursi Direttore Divisione Telecomunicazioni INDICE TECNOLOGIE PER LA BANDA LARGA LA BANDA LARGA SUL TERRITORIO

Dettagli

Le reti e i servizi: il passato, il presente e il futuro. a cura HR Services (Gruppo Telecom Italia)

Le reti e i servizi: il passato, il presente e il futuro. a cura HR Services (Gruppo Telecom Italia) Le reti e i servizi: il passato, il presente e il futuro a cura HR Services (Gruppo Telecom Italia) Ancona, 4 Luglio 2013 Agenda Rete di TLC: modelli architetturali e requisiti dei servizi Evoluzione tecnologica

Dettagli

Fondamenti di reti WAN

Fondamenti di reti WAN Indice generale Fondamenti di reti WAN...... Definizione:... Fondamenti di reti WAN Il termine Public Switched Telephone Network (PSTN) è riferito al servizio offerto dalla ditta telefonica per connettere

Dettagli

Componenti della rete

Componenti della rete Componenti della rete Nodi, Link e adattatori di rete (NIC) Modulazione e Multiplexing Tipologia di cavi - wireless Correzione d errore - rete affidabile Ethernet - reti ad anello - reti wireless - reti

Dettagli

Topologia generica di rete a commutazione di circuito. Il livello fisico. Gerarchia della rete telefonica

Topologia generica di rete a commutazione di circuito. Il livello fisico. Gerarchia della rete telefonica Novembre 2003 Reti e Sistemi Telematici - 2 Topologia generica di rete a commutazione di circuito Il livello fisico Gruppo Reti TLC giancarlopirani@telecomitaliait http://wwwtelematicapolitoit/ A B X C

Dettagli

Il livello fisico. Topologia generica di rete a commutazione di circuito

Il livello fisico. Topologia generica di rete a commutazione di circuito Novembre 2004 Reti e Sistemi Telematici Il livello fisico Gruppo Reti TLC giancarlo.pirani@telecomitalia.it http://www.telematica.polito.it/ GIANCARLO PIRANI TELECOM ITALIA LAB IL LIVELLO FISICO - 1 Topologia

Dettagli

Velocità su una linea ADSL

Velocità su una linea ADSL Cosa è l ADSL? ADSL (Asymmetric Digital Subscriber Line) è una tecnologia per la trasmissione digitale di informazioni ad alta velocità sulle linee telefoniche esistenti (in Italia monopolio di Telecom

Dettagli

Rete di accesso in rame Pag 1

Rete di accesso in rame Pag 1 Caratteristiche dei cavi a coppie simmetriche Rete di accesso in rame Pag 1 Tecnologie per l ultimo miglio Parametri di una linea trasmissiva in rame I 0 Cellula elementare I x G V 0 l g r c V x Linea

Dettagli

Anno Accademico 2013-2014. Lucidi del corso di Reti di Calcolatori e Comunicazione Digitale. Introduzione ( parte II) Topologie di rete

Anno Accademico 2013-2014. Lucidi del corso di Reti di Calcolatori e Comunicazione Digitale. Introduzione ( parte II) Topologie di rete INFORMATICA e COMUNICAZIONE DIGITALE Anno Accademico 2013-2014 Lucidi del corso di Reti di Calcolatori e Comunicazione Digitale Introduzione ( parte II) Prof. Sebastiano Pizzutilo Dipartimento di Informatica

Dettagli

Fondamenti di Informatica

Fondamenti di Informatica Dalle reti a e Cazzaniga Paolo Dip. di Scienze Umane e Sociali paolo.cazzaniga@unibg.it Dalle reti a Outline 1 Dalle reti a Dalle reti a Le reti Quando possiamo parlare di rete di calcolatori? Quando abbiamo

Dettagli

Connettività Domenica 19 Dicembre 2010 17:32 - Ultimo aggiornamento Lunedì 24 Novembre 2014 19:34

Connettività Domenica 19 Dicembre 2010 17:32 - Ultimo aggiornamento Lunedì 24 Novembre 2014 19:34 La Suite di servizi Origine.net può essere erogata su reti di telecomunicazioni in tecnolgia Wired e/o Wireless. In base alle esigenze del cliente ed alla disponibilità di risorse tecnologiche, Origine.net

Dettagli

Reti ottiche di accesso

Reti ottiche di accesso Reti in Fibra Ottica Reti ottiche di accesso (ultimi aggiornamenti: Giugno 2012) By R. Gaudino Roberto Gaudino 1.1 Situazione ad oggi (2012) delle reti di accesso Si intende per rete di accesso la parte

Dettagli

Connettività in Italia

Connettività in Italia Connettività in Italia Tipologie di connettività per clienti business e consumer Dott. Emiliano Bruni Tipologie di connettività PSTN ISDN CDA CDN Frame Relay ADSL HDSL Satellite Wireless Punto-punto Wireless

Dettagli

Mezzi trasmissivi e livello fisico

Mezzi trasmissivi e livello fisico Il livello fisico Gruppo Reti TLC nome.cognome@polito.it http://www.telematica.polito.it/ IL LIVELLO FISICO - 1 Mezzi e sistemi trasmissivi Elettrici Doppino non schermato Cavo coassiale Ottici Fibra ottica

Dettagli

R. Cusani, F. Cuomo: Telecomunicazioni Strato Fisico: Campionamento e Multiplexing, Marzo 2010

R. Cusani, F. Cuomo: Telecomunicazioni Strato Fisico: Campionamento e Multiplexing, Marzo 2010 1 8: Strato fisico: campionamento, multiplexing FDM e TDM Dati analogici, segnali numerici 2 Per poter trasmettere un dato analogico con una trasmissione digitale è necessario trasformare il dato analogico

Dettagli

NGN2 e scorporo della rete

NGN2 e scorporo della rete NGN2 e scorporo della rete Il piano NGN2: driver principali Stato della rete Saturazione fisica: il rapporto tra il n delle linee broadband ed il n dei doppini in rame si sta approssimando al suo limite

Dettagli

SISTEMI DI TELECOMUNICAZIONI

SISTEMI DI TELECOMUNICAZIONI SISTEMI DI TELECOMUNICAZIONI RETI TELEFONICHE Generalità Nessuna dipendenza dall estensione della rete Copertura locale Interconnessione a lunga distanza Trasporto della voce a commutazione di circuito

Dettagli

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer:

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. <file> tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Cos è un protocollo? Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Ciao Ciao Hai l ora? 2:00 tempo TCP connection request TCP connection reply. Get http://www.di.unito.it/index.htm Domanda:

Dettagli

Reti di computer. Tecnologie ed applicazioni

Reti di computer. Tecnologie ed applicazioni Reti di computer Tecnologie ed applicazioni Da I.T a I.C.T Con I.T (Information Tecnology) si intende il trattamento delle informazioni attraverso il computer e le nuove apparecchiature tecnologiche ad

Dettagli

Internet e il World Wide Web. Informatica di Base A -- Rossano Gaeta 1

Internet e il World Wide Web. Informatica di Base A -- Rossano Gaeta 1 Internet e il World Wide Web 1 Domande chiave 2.1 Quali sono i mezzi di connessione a Internet e qual è la loro velocità? 2.2 Quali sono i tre tipi di provider Internet e quali tipi di servizi offrono?

Dettagli

RETE DI TRASPORTO OTTICA

RETE DI TRASPORTO OTTICA RETE DI TRASPORTO OTTICA I sistemi di trasmissione WDM furono introdotti inizialmente per aumentare la capacità dei collegamenti punto-punto; con l introduzione di altri dispositivi come l Optical Add

Dettagli

Sistemi di Telecomunicazione

Sistemi di Telecomunicazione Sistemi di Telecomunicazione Parte 4: Tecnologie xdsl Universita Politecnica delle Marche A.A. 2013-2014 A.A. 2013-2014 Sistemi di Telecomunicazione 1/39 Tecnologie xdsl di nuova generazione Le tecniche

Dettagli

Le reti di Telecomunicazioni

Le reti di Telecomunicazioni La rete fissa 1 Le reti di Telecomunicazioni Internet oggi TEX MSC PSTN/ISDN LEX Dslam BSC 2G/3G network RNC Per 100 inhabitants Global ICT developments, 2000-2010 100 90 80 70 60 Mobile cellular telephone

Dettagli

Reti di calcolatori. Riferimenti: Curtin cap. 9 Console cap. 6 (vecchia ed.) o cap. 8 (nuova ed.)

Reti di calcolatori. Riferimenti: Curtin cap. 9 Console cap. 6 (vecchia ed.) o cap. 8 (nuova ed.) Reti di calcolatori Riferimenti: Curtin cap. 9 Console cap. 6 (vecchia ed.) o cap. 8 (nuova ed.) Reti di calcolatori Inizialmente, con l avvento dei PC, il mondo dell elaborazione dati era diviso in due

Dettagli

Pianificazione e progetto di reti geografiche

Pianificazione e progetto di reti geografiche Pianificazione e progetto di reti geografiche 1 e contesto infrastrutturale regionale 1 2 Modello della rete Architettura delle reti ditelecomunicazioni 3 4 Principali segmenti di rete Rete di accesso

Dettagli

Crescita di Internet. Torna alla prima pagina

Crescita di Internet. Torna alla prima pagina Crescita di Internet Ogni computer connesso ad Internet viene univocamente identificato dal proprio IP address: stringa di 32 bit costituita dall indirizzo della rete (net-id), e dall indirizzo del computer

Dettagli

Livello Fisico rappresentazione dell informazione

Livello Fisico rappresentazione dell informazione Reti di calcolatori mezzi trasmissivi Prof.ssa Simonetta Balsamo Dipartimento di Informatica Università Ca Foscari di Venezia balsamo@dsi.unive.it http://www.dsi.unive.it/~reti Livello fisico L'informazione

Dettagli

Telecomunicazioni RETI DI ELABORATORI

Telecomunicazioni RETI DI ELABORATORI Telecomunicazioni RETI DI ELABORATORI Fino a qualche anno fa, per poter gestire e trasmettere a distanza i dati elaborati si utilizzava il mainframe, in cui tutta la potenza di calcolo era concentrata

Dettagli

Sistemi di Telecomunicazione

Sistemi di Telecomunicazione Sistemi di Telecomunicazione Caratteristiche dei cavi a coppie simmetriche (seconda parte) Universita Politecnica delle Marche A.A. 2013-2014 A.A. 2013-2014 Sistemi di Telecomunicazione 1/22 Il doppino

Dettagli

La Core Network. Domanda fondamentale: come vengono trasferiti i dati attraverso la rete? Maglia di router interconnessi

La Core Network. Domanda fondamentale: come vengono trasferiti i dati attraverso la rete? Maglia di router interconnessi La Core Network Maglia di router interconnessi Domanda fondamentale: come vengono trasferiti i dati attraverso la rete? o Commutazione di pacchetto: i dati sono spediti attraverso la rete in quantità discrete

Dettagli

Capitolo 1 - parte 2. Corso Reti ed Applicazioni Mauro Campanella

Capitolo 1 - parte 2. Corso Reti ed Applicazioni Mauro Campanella Capitolo 1 - parte 2 Corso Reti ed Applicazioni Mauro Campanella Modello a strati 5 4 applicazione trasporto Il modello che useremo prevede 5 strati che svolgono servizi per gli altri strati attraverso

Dettagli

Sistemi di Telecomunicazione

Sistemi di Telecomunicazione Sistemi di Telecomunicazione Caratteristiche dei cavi a coppie simmetriche (seconda parte) Universita Politecnica delle Marche A.A. 2014-2015 A.A. 2014-2015 Sistemi di Telecomunicazione 1/32 Il doppino

Dettagli

Reti di computer. Agostino Lorenzi - Reti di computer - 2008

Reti di computer. Agostino Lorenzi - Reti di computer - 2008 Reti di computer Telematica : termine che evidenzia l integrazione tra tecnologie informatiche e tecnologie delle comunicazioni. Rete (network) : insieme di sistemi per l elaborazione delle informazioni

Dettagli

Intranet. Indirizzamento. Indirizzi Privati. Livello di Applicazione in Internet 9. Intranet ed interconnessione con Internet

Intranet. Indirizzamento. Indirizzi Privati. Livello di Applicazione in Internet 9. Intranet ed interconnessione con Internet Intranet Livello di Applicazione in Internet 9. Intranet ed interconnessione con Internet Il nome Intranet indica semplicemente una rete aziendale (quindi privata) che utilizza la tecnologia di Internet

Dettagli

ADSL fino a? Clausola indicata in quasi tutti i contratti dei maggiori operatori

ADSL fino a? Clausola indicata in quasi tutti i contratti dei maggiori operatori ADSL fino a? Clausola indicata in quasi tutti i contratti dei maggiori operatori TELECOM - ALICE 20 MEGA INTERNET H24 FINO A 20 MEGA Internet H24 fino a 20 Mega ADSL veloce, indispensabile per condividere

Dettagli

RETI DI TELECOMUNICAZIONI

RETI DI TELECOMUNICAZIONI Corso di Studi in Ing. delle Telecomunicazioni LAUREA in INGEGNERIA DELLE TELECOMUNICAZIONI RETI DI TELECOMUNICAZIONI Stefano Giordano Lezione n.12n Introduzione alle reti a collegamento diretto; Soluzioni

Dettagli

Evoluzione dei sistemi informatici

Evoluzione dei sistemi informatici Evoluzione dei sistemi informatici Cos è una rete? Insieme di calcolatori autonomi tra loro collegati mediante una rete di comunicazione Gli utenti sono in grado di interagire in modo esplicito con la

Dettagli

SISTEMI DI TELECOMUNICAZIONI

SISTEMI DI TELECOMUNICAZIONI SISTEMI DI TELECOMUNICAZIONI MODI DI TRASFERIMENTO SERVIZI DI TRASFERIMENTO DELL INFORMAZIONE L informazione da trasferire si ipotizza strutturata in IU Costituita da b bit Da consegnare in t secondi Se

Dettagli

LE RETI ARGOMENTI TRATTATI Definizione di rete Classificazione delle reti Apparecchiatura di rete Mezzi trasmissivi Indirizzi IP Http Html DEFINIZIONE DI RETE Una rete di computer è costituita da un insieme

Dettagli

Queste raccomandazioni definiscono le specifiche dei modem, delle interfacce, delle apparecchiature di test e la qualità delle linee.

Queste raccomandazioni definiscono le specifiche dei modem, delle interfacce, delle apparecchiature di test e la qualità delle linee. Pagina 1 di 10 Collegamenti telefonici analogici via modem Modem per collegamenti telefonici analogici La modulazione consiste nel modificare lo spettro di frequenze del segnale informativo digitale (codifica

Dettagli

NETWORKING: SEMINARIO DI STUDIO 1

NETWORKING: SEMINARIO DI STUDIO 1 NETWORKING: SEMINARIO DI STUDIO 1 Obiettivi: 1. Fornire una panoramica sulle reti di calcolatori, tecnologie, potenzialità, limiti, servizi, internet. 2. Fornire una panoramica sulle capacità di base per

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2014-15. Pietro Frasca. Parte II Lezione 4

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2014-15. Pietro Frasca. Parte II Lezione 4 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2014-15 Parte II Lezione 4 Martedì 17-03-2015 Mezzi trasmissivi I mezzi trasmissivi si dividono in

Dettagli

La Rete di Accesso in rame ed in fibra ottica

La Rete di Accesso in rame ed in fibra ottica La Rete di Accesso in rame ed in fibra ottica goffredo.cerquozzi@tin.it 31 gennaio 2008 Villa Mondragone Monte Porzio Catone RETE IN RAME Centrale borchia cavetto di raccordo armadio di distribuzione altri

Dettagli

2 - Canali e Multiplazione

2 - Canali e Multiplazione Università degli studi di Bergamo Università degli studi di Bergamo Dipartimento di Ingegneria dell Informazione e Metodi Matematici Reti di Calcolatori prof. F. Martignon 2 - Canali e Multiplazione 1

Dettagli

RACCOLTA ESEMPI ESAMI SCRITTI TELECOMUNICAZIONI 2013 2014

RACCOLTA ESEMPI ESAMI SCRITTI TELECOMUNICAZIONI 2013 2014 RACCOLTA ESEMPI ESAMI SCRITTI TELECOMUNICAZIONI 2013 2014 (NOTA BENE: GLI ESERCIZI E LE DOMANDE SI RIFERISCONO AL PROGRAMMA SVOLTO NELL A. A. 2013 14 E NON NECESSARIAMENTE TUTTE LE DOMANE/ESERCIZI SONO

Dettagli

I sistemi di accesso all utente per informazioni audiovisive

I sistemi di accesso all utente per informazioni audiovisive La rivoluzione digitale nella Televisione I sistemi di accesso all utente per informazioni audiovisive Da un passato con poche e ben definite soluzioni ad un mondo variegato per il futuro. Vannucchi, Politecnico

Dettagli

ALLEGATO 2 SOLUZIONI PER LA REPLICABILITÀ SU RETE NGAN DEI SERVIZI ATTUALMENTE OFFERTI TRAMITE RETE DI ACCESO LEGACY IN RAME 1 / 21

ALLEGATO 2 SOLUZIONI PER LA REPLICABILITÀ SU RETE NGAN DEI SERVIZI ATTUALMENTE OFFERTI TRAMITE RETE DI ACCESO LEGACY IN RAME 1 / 21 ALLEGATO 2 SOLUZIONI PER LA REPLICABILITÀ SU RETE NGAN DEI SERVIZI ATTUALMENTE OFFERTI TRAMITE RETE DI ACCESO LEGACY IN RAME 1 / 21 INDICE DEGLI ARGOMENTI 1 INTRODUZIONE... 3 2 SCENARIO DI TOTAL REPLACEMENT

Dettagli

Standard nelle fibre ottiche

Standard nelle fibre ottiche Standard nelle fibre ottiche Il protocollo ethernet ottico Ethernet è una suite di protocolli originariamente sviluppati per realizzare LAN (Local Area Networks): Ethernet ha avuto molto successo ed è

Dettagli

La TV nelle Reti di Nuova Generazione (NGN)

La TV nelle Reti di Nuova Generazione (NGN) La TV nelle Reti di Nuova Generazione (NGN) Francesco Matera Responsabile Area Tecnologie per Reti NGN mat@fub.it ; +39 06 5480 2215 Fondazione Ugo Bordoni Wireless Multicast TV Urbino, 5 maggio 2010 Sommario

Dettagli

Tecnologia ADSL. Che cos è l ADSL. Origini: ADSL e xdsl. Percorsi di informatica

Tecnologia ADSL. Che cos è l ADSL. Origini: ADSL e xdsl. Percorsi di informatica Che cos è l ADSL Tecnologia ADSL ADSL è l'acronimo di Asymmetric Digital Subscriber Line. È una vera e propria rivoluzione per la connessione di aziende e privati al Web, impensabile fino a qualche tempo

Dettagli

Reti Locali. Lezione tenuta presso l Istituto I.I.S.S. Egidio Lanoce Maglie, 26 Ottobre 2011 Prof Antonio Cazzato

Reti Locali. Lezione tenuta presso l Istituto I.I.S.S. Egidio Lanoce Maglie, 26 Ottobre 2011 Prof Antonio Cazzato Reti Locali Lezione tenuta presso l Istituto I.I.S.S. Egidio Lanoce Maglie, 26 Ottobre 2011 Prof Antonio Cazzato Reti di Calcolatori una rete di calcolatori è costituita da due o più calcolatori autonomi

Dettagli

Soluzioni di replicabilità dei servizi legacy su rete NGN FTTH

Soluzioni di replicabilità dei servizi legacy su rete NGN FTTH GRUPPO TELECOM ITALIA Soluzioni di replicabilità dei servizi legacy su rete NGN FTTH Giovanni Picciano Wireline Access Engineering Total Replacement NGN e migrazione dei servizi legacy Nel caso di Total

Dettagli

TECNOLOGIA DSL 56 Kb al secondo 128 Kb

TECNOLOGIA DSL 56 Kb al secondo 128 Kb TECNOLOGIA DSL 1 TECNOLOGIA DSL Internet è ormai divenuto strumento di comunicazione essenziale sia a livello residenziale che aziendale. La diffusione di massa che ne ha caratterizzato l evoluzione ha

Dettagli

FRANCESCO MARINO - TELECOMUNICAZIONI

FRANCESCO MARINO - TELECOMUNICAZIONI ESAME DI SAO DI ISIUO POFESSIONALE A.S. 2000/2001 Indirizzo: ECNICO DELLE INDUSIE ELEONICHE ema di: ELEONICA, ELECOMUNICAZIONI E APPLICAZIONI Il candidato, formulando di volta in volta tutte le ipotesi

Dettagli

Il Piano di Sviluppo di Telecom Italia

Il Piano di Sviluppo di Telecom Italia GRUPPO TELECOM ITALIA Il Piano di Sviluppo di Telecom Italia Focus sulla Qualità per il Cliente Finale Roma, 12 Giugno 2013 Telecom Italia/Technology GIUSEPPE ROBERTO OPILIO Sommario 1. Introduzione 2.

Dettagli

Mezzi e sistemi trasmissivi. Reti di Calcolatori AA 2010/2011. Il livello Fisico. Renato Lo Cigno. Quest opera è protetta dalla licenza:

Mezzi e sistemi trasmissivi. Reti di Calcolatori AA 2010/2011. Il livello Fisico. Renato Lo Cigno. Quest opera è protetta dalla licenza: 1 Reti di Calcolatori AA 2010/2011 http://disi.unitn.it/locigno/index.php/teaching-duties/computer-networks Il livello Fisico Renato Lo Cigno Copyright Quest opera è protetta dalla licenza: Creative Commons

Dettagli

Politecnico di Milano. Facoltà di Ingegneria dell Informazione. Reti Radiomobili. Prof. Antonio Capone

Politecnico di Milano. Facoltà di Ingegneria dell Informazione. Reti Radiomobili. Prof. Antonio Capone Politecnico di Milano Facoltà di Ingegneria dell Informazione Reti Radiomobili Prof. Antonio Capone Politecnico di Milano Facoltà di Ingegneria dell Informazione 1 - Introduzione al corso Reti Radiomobili

Dettagli

Reti di Calcolatori: nozioni generali il modello a livelli

Reti di Calcolatori: nozioni generali il modello a livelli Reti di Calcolatori: nozioni generali il modello a livelli Percorso di Preparazione agli Studi di Ingegneria Università degli Studi di Brescia Docente: Massimiliano Giacomin Elementi di Informatica e Programmazione

Dettagli