L esperienza del Comitato Unico di Garanzia INAIL. Marta Clemente CUG Inail

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L esperienza del Comitato Unico di Garanzia INAIL. Marta Clemente CUG Inail"

Transcript

1 L esperienza del Comitato Unico di Garanzia INAIL Marta Clemente CUG Inail

2 Il contributo del CUG per il benessere sul lavoro e il contrasto alle discriminazioni Il Collegato al lavoro legge 183 del 2010 e i Comitati Unici di Garanzia per le Pari Opportunità, il benessere di chi lavoro e contro le discriminazioni Il CUG unifica i Comitati per le pari opportunità e i Comitati per il contrasto del fenomeno del mobbing Sono stati ampliati i compiti e l ambito di intervento: contrasto alle discriminazioni di genere, razza,origine etnica, orientamento sessuale, religione, lingua, età, disabilità area del benessere lavorativo INAIL ha costituito il CUG con provvedimento del Direttore Generale n. 41 del 15 luglio 2011

3 Dal passato al.. futuro Per conciliare vita lavorativa e familiare ASILI NIDO LUDOTECHE ORARIO FLESSIBILE TELELAVORO PROGETTO MATERNITÀ E LUNGHE ASSENZE ecc prevenzione oncologica prevenzione di infortuni e malattie professionali in ottica di genere Codice di condotta contro le molestie sessuali e psicologiche Codice di condotta da adottare nella lotta contro le violenze morali e la persecuzione psicologica a tutela della dignità delle donne e degli uomini nell ambiente di lavoro (mobbing)

4 CUG INAIL e il suo doppio impegno L INAIL è: inteso come datore di lavoro pubblico inteso come portatore di una importante «mission sociale» per la salute e la sicurezza di lavoratori e lavoratrici

5 Versante esterno La nascita del progetto Il CUG promuove la realizzazione del progetto SaluteSicurezza sul lavoro, una questione anche di Genere La DR Toscana realizza il progetto pilota

6 Versante esterno Il progetto pilota INAIL Toscana Il progetto pilota realizzato dalla Direzione INAIL Toscana in collaborazione con l Università di Pisa, anzitutto, ha inteso fornire una definizione operativa del concetto di genere che, pur introdotto dal D.lgs.81/2008 non trova una definizione specifica né nell articolo dedicato a fornire le definizioni utili «ai fini e agli effetti» della norma (art.2) né altrove.

7 Versante esterno Il percorso del progetto pilota Il percorso progettuale 1. Costituzione gruppo di progetto esperti e professionisti interni ed esterni ad INAIL Università: Firenze prima, Pisa poi 2 Ricerca documentale e letteratura scientifica 3 Scelte strategiche, metodologiche ed epistemologiche 4 Pubblicazione dei volumi I e II 5 Scelta ambiti sviluppo strumenti di integrazione di genere 6 Coinvolgimento aziende pilota in Toscana 7 Co-validazione o sperimentazione strumenti per integrazione del genere nel SGSL e nel processo di valutazione dei rischi Oggi

8 Versante esterno EAGE INDEX Autovalutazione dell integrazione di genere nel SGSL Il progetto pilota: gli strumenti in sintesi In ultimazione l applicativo. Perso -nale Form a- zione Esiti di salute Data base aziendale Questionario di autovalutazione aziendale In fase di realizzazione l applicativo Mappe di rischio per comparto DVR-G Schede di rischio Questionario sugli infortuni in itinere validato, utilizzabile sia in INAIL che nel resto della PA, adattabile anche per il settore privato Disponibili per la compilazione INDAGINE INAIL TOSCANA INFORTUNI IN ITINERE SETTORE: Le chiediamo di fornirci alcuni dati socio-anagrafici utili ai fini della presente indagine (Il periodo di riferimento è quello in cui è accaduto l infortunio) Età Titolo di studio Sesso maschio femmina Nazionalità Residenza Domicilio Qualifica/Inquadramento Tipologia di contratto Dirigente Quadro/Funzionario Impiegato Professionista/tecnico Operaio Altro Orario di lavoro Diurno (orario standar Solo notturno A turni solo diurno A turni anche notturno Giorni di riposo settimanale Due consecutivi Due non consecutivi Uno licenza elementare licenza media inferiore diploma di scuola media superiore laurea Di seguito le viene chiesto di fornire alcune informazioni relative alle modalità di accadimento dell infortunio. 8. In quale giorno della settimana si è verificato l infortunio? 9. Al momento dell infortunio stava: LUN MAR MER Andando al lavoro GIO VEN SAB Tornando dal lavoro DOM In pausa pranzo 10. A che ora è avvenuto l infortunio? 11. Al momento dell infortunio viaggiava su un mezzo di h h m m trasporto? Sì No 12. Se ha risposto sì alla domanda n. 11, il mezzo era: 13. In caso di mezzo privato, si trattava di: Pubblico Bicicletta Scooter/ Moto guidato personalmente Privato Scooter/Moto guidato da altri Auto guidata personalmente Auto guidata da altri 14. Dagli accertamenti effettuati dall Autorità intervenuta sul luogo dell infortunio o dai periti dell assicurazione nell incidente lei è stata: Vittima Responsabile Responsabile in parte Tempo indeterminato Tempo pieno Part-time verticale 1 Part-time orizzontale 2 Altre tipologie contrattuali (determinato CoCoPro Tempo pieno Part-time verticale 1 Part-time orizzontale 2 verticale:lavora a tempo pieno, ma solo in alcuni settimana, del mese, o dell'anno; rizzontale: lavora tutti i giorni a orario ridotto

9 Gli infortuni in itinere Per i dipendenti Conto Stato le denunce al femminile sono il 71,5% del totale INFORTUNI IN ITINERE Donne: una denuncia ogni 6 riguarda un infortunio in itinere Uomini: una denuncia ogni 12 riguarda un infortunio in itinere 51 su un totale di 89 Fonte: INAIL, Banca Dati Statistica aggiornata al 31/10/2012

10 Versante esterno Gli strumenti Elaborazione Creazione dei grafici relativi alle elaborazioni statistiche sui dati importati Realizzazione di un report già pronto in pdf Tratto da C. Breschi

11 Versante esterno Il progetto pilota INAIL Toscana Elementi di forza del progetto pilota Salute e sicurezza sul lavoro una questione anche di genere Il dialogo costruttivo tra le Direzioni Regionali e Centrali e tra queste tutte e il CUG La multidisciplinarità e lo sviluppo applicativo della ricerca La messa a punto di strumenti La sperimentazione e la validazione dei risultati attraverso la collaborazione con le imprese La trasferibilità della metodologia progettuale ad altri contesti territoriali La trasferibilità del progetto ad altre condizioni: età, provenienza, tipologia contrattuale Il CUG come soggetto di sistematizzazione e raccolta e diffusione dei progetti che riguardano pari opportunità, benessere lavorativo e contrasto alle discriminazioni L utilizzo dei risultati per la messa a punto di linee guida

12 Versante interno Le azioni Come attuare una prevenzione in ottica di genere che sia efficace e non un mero adempimento Alcuni spunti di riflessione in una materia ancora in costruzione Partiamo da : I soggetti Gli obiettivi Gli interventi

13 Versante interno I soggetti I soggetti coinvolti nella costruzione di un sistema di salute e sicurezza in ottica di genere Sono quelli di cui al D.Lgs 81/2008: Datore di lavoro RSPP Medico competente Nel lavoro pubblico svolgono un ruolo importante alla costruzione del sistema anche: il CUG l OIV la Consigliera di parità (dall esterno, rispetto all organizzazione)

14 Versante interno I soggetti RSPP Ufficio del Personale Medico competente datore di lavoro RLS, ecc. OIV CUG

15 Versante interno Strumenti adozione di idonei strumenti di conciliazione e in genere di Work Life Balance tensione tra ruolo familiare e lavorativo inefficienza e minore produttività maggiori tassi di incidenti e infortuni

16 Versante interno MISURE DI CONCILIAZIONE Strumenti FLESSIBILITÀ Oganizzazione del lavoro Flessibilità Oraria Il Telelavoro è sicuramente un importante strumento di flessibilità spaziale, attuato all INAIL in maniera esemplare, rispetto alle altre PA. Nel 2013: 247 dipendenti ( di cui 203 donne e 44 uomini) Età anni n anni n anni n 22 Il Part-time Misure per facilitare il bilanciamento degli impegni lavorativi e familiari Asilo nidi aziendali Polizza sanitaria Prestiti Personali, Mutui ipotecari ecc

17 Versante interno Strumenti Codici di condotta e codici etici come strumenti di prevenzione nel lavoro pubblico e privato strumenti di autonormazione (lavoro privato e pubblico) di adozione spontanea o previsti dalla legge inefficaci senza modalità e soggetti di attuazione quali i consiglieri di fiducia strumenti di prevenzione per la salute e sicurezza sul lavoro

18 Versante interno Strumenti Lo Sportello di ascolto Lo Sportello di ascolto è un opportunità di orientamento e supporto nel caso di problematiche lavorative, personali, o che investano entrambe le aree. Le tensioni sul posto di lavoro si ripercuotono inevitabilmente sulla serenità dell intera persona; come pure le preoccupazioni in diversi ambiti della vita possono impedire di lavorare con serenità. Lo Sportello di ascolto vuole essere quindi un punto di orientamento e supporto, nonché di mediazione, che può aiutare la persona a focalizzare la propria situazione e a progettare possibili percorsi, personali e/o organizzativi.

19 Versante interno Una ipotesi di intervento Strumenti il CUG si pone quale centro di raccolta in termini statistici dei disagi evidenziati dai dipendenti e relazionati periodicamente dal Consigliere di fiducia, al fine di elaborare proposte di intervento a carattere generale; il Consigliere di fiducia assume specifiche funzioni in ordine alla trattazione dei casi singoli a lui segnalati direttamente dai dipendenti Lo Sportello di ascolto eroga sul territorio un primo e immediato servizio di supporto e consulenza dei dipendenti

20 Versante interno Il/la Consigliere/a Il/la Consigliere/a di fiducia sono esperti chiamati a : prevenire, gestire, risolvere i casi di molestie, mobbing e discriminazioni laddove esista un codice di comportamento approvato dall Ente o dall impresa di riferimento Questi compiti tendono ad aumentare con i rischi stress lavoro correlato e le nuove tipologie di rischio legate alle differenze di genere, di nazionalità e di contratto di lavoro Una nuova proposta per il reclutamento dei consiglieri e la sinergia tra le amministrazioni Strumenti

21 Marta Clemente Dirigente Medico II Livello Responsabile Settore II - Medicina Legale Assicurativo Previdenziale Inail - Sovrintendenza Medica Generale