MEDICI Dirigente medico a rapp.esclusivo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MEDICI Dirigente medico a rapp.esclusivo"

Transcript

1 MODELLO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome [COGNOME, Nome] Data di nascita Qualifica PASCU DIANA SORINA 15-gen-68 MEDICI Dirigente medico a rapp.esclusivo Amministrazione Azienda Ulss n.20 Incarico attuale Incarico di natura prof. di base Numero telefonico dell ufficio 045/ Fax dell ufficio 045/ istituzionale TITOLI DI STUDIO E PROFESSIONALI ED ESPERIENZE LAVORATIVE Specializzazione in Igiene e Medicina Titolo di studio Preventiva conseguita il 19 ottobre 2001 presso la Scuola di Specializzazione in Igiene e Medicina Preventiva dell Università degli Studi di Verona discutendo la tesi Risk Assessment e Risk Management: le esperienze internazionali ed il progetto dell Azienda Ospedaliera di Verona Altri titoli di studio e professionali Diploma di Master in Clinical Risk Management conseguito l 11 dicembre 2007 presso l Università degli Studi di Padova, discutendo la tesi La cultura della sicurezza negli operatori sanitari: un indagine esplorativa nella realtà dell Azienda ULSS 20 di Verona 70 CFU; Laurea di Doctor-Medic in Medicina, conseguita il 23 settembre 1993 presso l Università di Medicina e Farmacia di Bucarest, discutendo la tesi Aspetti clinici e terapeutici nelle forme severe di trichinellosi umana. Riconoscimento, il 7 febbraio 1995, del titolo di Doctor-Medic conseguito presso l Università di Medicina e

2 Esperienze professionali (incarichi ricoperti) Farmacia di Bucarest come equipollente alla Laurea Italiana in Medicina e Chirurgia ai sensi dell art. 332 del T.U. delle leggi sull istruzione superiore approvato con R.D. 31 Agosto n Dal 8 ottobre 2008 ad oggi Responsabile aziendale delle funzioni per la sicurezza del paziente dell Azienda ULSS 20 di Verona con le seguenti mansioni e responsabilità: elaborazione della proposta di Piano annuale per la gestione del rischio clinico e la sicurezza del paziente, da sottoporre al Collegio di direzione; analisi, monitoraggio e coordinamento operativo dei flussi a supporto della sicurezza del paziente (schede di segnalazione di incidenti occorsi a pazienti ricoverati, schede di segnalazione microrganismi sentinella provenienti dal Laboratorio, analisi di consumo degli antibiotici provenienti dalla Farmacia, schede di rilevazione infezioni correlate a pratiche assistenziali, schede di non conformità correlate all uso di apparecchiature medicali o relative ai servizi in outsourcing, ecc.). Ultimato il processo di formazione di tutto il personale sulla gestione del rischio clinico, attualmente in corso, implementerà e curerà il flusso relativo alle schede di incident reporting; supervisione, organizzazione e formulazione di proposte di analisi e revisione dei processi assistenziali; coordinamento dei referenti medici ed infermieristici per la sicurezza del paziente; convocazione e del Comitato esecutivo per la sicurezza del paziente; comunicazione anche mediante diffusione di linee guida o altra documentazione utile per la sicurezza del paziente; verifica dell attuazione delle misure preventive adottate; promozione e monitoraggio dell attivazione degli indirizzi/linee guida individuati dal Comitato esecutivo e dal Collegio di direzione; elaborazione di proposte di piano per la formazione sulla sicurezza del paziente

3 da concordare con il Comitato esecutivo per la sicurezza del paziente; attivazione in particolari situazioni di urgenza e qualora ritenuto necessario specifici audit clinici; partecipazione all attivazione di audit clinici promossi dalla Regione; collaborazione con i Comitati per il controllo delle infezioni da assistenza sanitaria e per il buon uso del sangue. Dal 1 aprile 2004 ad oggi Dirigente Medico presso la Direzione Medica Ospedaliera dell Azienda ULSS 20 di Verona con le seguenti mansioni e responsabilità: attivazione del nuovo Ospedale e programmazione dei traslochi delle Unità Operative; igiene ospedaliera; valutazione della qualità percepita e della soddisfazione dell utente; valutazione e gestione del rischio; controllo degli appalti; radioprotezione; sicurezza degli operatori e degli ambienti di lavoro; fa parte del Comitato aziendale Infezioni da assistenza sanitaria e segue presso l Ospedale la sorveglianza ed il controllo delle infezioni ospedaliere; fa parte del Comitato di Supervisione Pubblicitaria e del Comitato Pari Opportunità. Dal 27 novembre 2001 a 31 marzo 2004 Dirigente Medico presso la Direzione Medica Ospedaliera c/o Ospedale Policlinico G.B. Rossi, Verona, con le seguenti mansioni e responsabilità: l efficienza delle sale operatorie; l analisi delle cadute accidentali dei pazienti; la qualità dei dati sanitari; radioprotezione; igiene ospedaliera; sicurezza nei laboratori di ricerca; sorveglianza delle infezioni ospedaliere; valutazione delle tecnologie; valutazione e gestione del rischio clinico; costruzione delle nuove sale operatorie,

4 Capacità linguistiche Capacità nell uso delle tecnologie Altro (partecipazione a convegni e seminari, pubblicazioni,collaborazione a riviste, ecc., ed ogni altra informazione che il dirigente ritiene di dover pubblicare) nonché la ristrutturazione del Blocco operatorio centrale e del lactarium; controllo degli appalti; ha fatto parte del Comitato Infezioni Ospedaliere aziendale ed è stata inoltre nominata responsabile del Gruppo Operativo Infezioni Ospedaliere dell Ospedale Policlinico. Inglese capacità di lettura: eccellente; capacità di scrittura: buona; capacità di espressione orale: buona. Francese capacità di lettura: eccellente; capacità di scrittura: buona; capacità di espressione orale: buona. Romeno capacità di lettura: eccellente; capacità di scrittura: eccellente; capacità di espressione orale: eccellente. Buone capacità e competenze tecniche nell utilizzo del computer (Microsoft Office, programmi di elaborazione immagini e video). Partecipazione a Convegni, Congressi e Corsi In qualità di moderatore: Convegno interattivo Dedalo 2008 I Sistemi Sanitari tra variabilità e appropriatezza: 8 discussioni su variabilità e appropriatezza, tenutosi a Roma, il 12/13 giugno In qualità di relatore: 1. Convegno Il contributo del Laboratorio al controllo delle infezioni acquisite nelle strutture sanitarie, tenutosi a San Bonifacio, il 12 giugno 2008, con la relazione Rischio clinico ed infezioni correlate a pratiche assistenziali ; 2. Corso SIQuAS Qualità è Sicurezza, tenutosi a Padova il 18 gennaio 2008 con la relazione La cultura della sicurezza negli operatori sanitari: un indagine esplorativa nella realtà dell Azienda Socio-Sanitaria n. 4 Medio Friuli e dell Azienda ULSS 20 di Verona ; 3. Corso Prevenzione delle infezioni tubercolari in ambito ospedaliero,

5 tenutosi a San Bonifacio il 30 ottobre ed il 19 novembre 2007, con la relazione Gestione del paziente con sospetta TBC bacillifera ; 4. Convegno Dedalo 2007 Il governo clinico è tenutosi a Roma, il 24/25 maggio 2007, con il commento Francesco e il suo robot: racconto o metafora? ; 5. XXXIV Corso: Cantieri in ospedale: la riqualificazione ospedaliera nei suoi aspetti igienico-sanitari e tecnici organizzato dalla Scuola Superiore di Epidemiologia e Medicina Preventiva G. D Alessandro ad Erice, dal 3 al 6 Marzo 2007, con la relazione L esperienza degli Ospedali dell Est Veronese: il cantiere navale ; 6. II incontro di Pneumologia in età pediatrica Alte e basse vie respiratorie. Percorsi diagnostici. Strategie riabilitative e terapeutiche, tenutosi a San Bonifacio, VR il 16 settembre 2006 con la relazione Uso, igiene e contaminazione dei nebulizzatori e distanziatori ; 7. Convegno Dedalo 2006 Apprendere ad apprendere: la diffusione delle conoscenze nelle organizzazioni sanitarie complesse, tenutosi a Roma, dall 8 al 9 giugno 2006 con la relazione Un ospedale che impara ad apprendere ; 8. Corso Valutazione e gestione del rischio in Terapia antalgica, tenutosi nei giorni 5, 6 e 7 giugno 2006, presso la Sezione Autonoma di Terapia Antalgica e Cure Palliative dell Azienda Ospedaliera Universitaria Pisana, nell ambito di uno studio multicentrico finalizzato alla definizione di un modello di risk management nelle Terapie Antalgiche, con la relazione Gestione del rischio (clinico) in Sanità ; 9. VIII Congresso Nazionale AIMI Le nuove frontiere delle malattie infettive, tenutosi ad Alghero, il maggio 2006, con la relazione L approccio sistematico alla valutazione e gestione del rischio in Sanità ; Congresso Nazionale SIMPIOS,

6 tenutosi a Bergamo, il maggio 2004, con la Comunicazione orale Il ruolo dell informazione / comunicazione sanitaria nella prevenzione delle infezioni ; 11. Corso Le responsabilità professionali nell ambito delle Aziende Sanitarie Pubbliche, tenutosi a San Bonifacio, VR, nei giorni 16 gennaio 2004, 3 dicembre e 14 novembre 2003, con la relazione Responsabilità e Risk Management ; 12. Convegno RezistenŃa la antibiotice, o problemă de Sănătate Publică (La resistenza agli antibiotici, un problema di Sanità Pubblica), tenutosi a Sinaia, Romania, il 31 maggio 1 giugno 2002, con la relazione IntervenŃii de Sănătate publică pentru supravegherea şi prevenirea infecńiilor cu bacterii resistente (Interventi di Sanità Pubblica per la sorveglianza e la prevenzione delle infezioni con germi multi resistenti); 13. Conferenza Internazionale Comunitatea contra cancerului de col (4C) (La Comunità contro il tumore del collo uterino) tenutasi a Satu-Mare (Romania) il 4-5 maggio 2001 con il tema EvoluŃia morbidităńii si mortalităńii prin tumori feminine in Comunitatea Europeană şi Italia (L evoluzione della morbosità e della mortalità per tumori femminili nella Comunità Europea ed in Italia); 14. Incontri su Organizzazione e Aziendalizzazione Comunicazione, gestione e valorizzazione delle risorse umane, organizzati a Thiene nel periodo aprile/maggio 2001; 15. Prima Conferenza Nazionale di Management dei Servizi Sanitari PriorităŃi şi Perspective pentru secolul XXI (Priorità e Prospettive per il XXI Secolo) tenutasi a Sinaia (Romania) tra 7-9 giugno 2000 con il tema Formarea specialistă în Igienă, Medicină Preventivă şi Sănătate Publică - Modelul Şcolii de Specializare al FacultăŃii de Medicină şi Chirurgie, Universitatea de Studii din Verona, Italia (La formazione

7 specialistica in Igiene Medicina Preventiva e Sanità Pubblica Il modello della Scuola di Specializzazione della Facoltà di Medicina e Chirurgia, Università degli Studi di Verona); In qualità di tutor/facilitatore: 1. Corso La Direzione dei Sistemi Complessi in Sanità Pubblica: l Ospedale e il Distretto, tenutosi a Verona, nei giorni ottobre, 3-5 ottobre, settembre, giugno, maggio, maggio 2002; 2. Corso QUORUM Qualità Organizzazione Risorse Umane Dirigere nella consapevolezza del ruolo e con tecniche appropriate organizzato a Caprino Veronese, nel periodo febbraio-giugno 2001; 3. in qualità di tutor e traduttore al Progetto La formazione professionale dei quadri dirigenti della Repubblica Moldova, tenutosi nell Azienda Ospedaliera Istituti Ospitalieri di Verona, dal 19 aprile al 21 maggio 1999 e dal 31 maggio al 2 luglio In qualità di uditore (dal 2003 ad oggi): 1. Corso La gestione del rischio clinico II livello, San Bonifacio, 20 e 25 maggio crediti ECM. 2. Corso di formazione per i referenti per la sicurezza del paziente, organizzato dall Agenzia Regionale Socio-Sanitaria del Veneto, tenutosi a Venezia, 8, 20 e 21 aprile 2009, 4, 6, 11 e 12 maggio 2009 e 18 e 19 maggio 2009 per un totale di 78 crediti ECM. 3. Incontro Gli Essentials: la proposta di Joint Commission International per ridurre il rischio negli ospedali italiani, tenutosi a Milano, il 2 aprile Corso Relazioni interpersonali e processi di cambiamento, tenutosi a Verona, il 23 febbraio, il 2, 9, 16 e 23 marzo ed il 28 aprile crediti ECM. 5. Corso La gestione del rischio clinico I livello, San Bonifacio, 7 marzo crediti ECM. 6. Convegno La Qualità del Servizio Sanitario dal punto di vista del

8 paziente, tenutosi a Padova, il 27 febbraio Corso La gestione del rischio clinico come fattore di qualità dei servizi, Feltre, dicembre crediti ECM. 8. III Forum di Risk Management in Sanità Innovazione, ricerca, formazione per la Sicurezza del Paziente, tenutosi ad Arezzo, il 25/26 novembre Conferenza Internazionale Healthcare Systems Ergonomics and Patient Safety 2008 Creating and designing the healthcare experience, tenutasi a Strasburgo, il giugno Corso monografico Gestione del rischio clinico e cultura della sicurezza, tenutosi a Verona, il 23/24 giugno crediti ECM. 11. Corso FAD Sicure Sicurezza dei pazienti e gestione del rischio clinico, organizzato da IPASVI e FNOMCEO, nell anno crediti ECM. 12. Corso SIQuAS Qualità è sicurezza dei pazienti, Padova, 18 gennaio XXXIV Corso: Cantieri in ospedale: la riqualificazione ospedaliera nei suoi aspetti igienico-sanitari e tecnici, Erice, 3-6 marzo Progetto Formativo Aziendale Attualità nell approccio alla gestione ed al controllo delle malattie infettive, Rovigo, 1 dicembre Convegno La qualità nascosta negli occhi del paziente: realtà a confronto, San Bonifacio, 22 novembre Convegno Apprendere ad apprendere: la diffusione delle conoscenze nelle organizzazioni sanitarie complesse, Roma, 8/9 giugno Convegno Nazionale Star bene in Ospedale. Accoglienza qualcosa è cambiato, Bologna, 26/27 maggio VIII Congresso Nazionale AIMI Le nuove frontiere delle malattie infettive, Alghero, 19/20 maggio Incontro Progetto di gestione del rischio clinico e implementazione sistema segnalazione incidenti (Incident Reporting), Venezia, 10 maggio 2006.

9 20. World Health Care Congress Europe, Chantilly, marzo Corso Patient Safety & Clinical Risk Management, 8 febbraio 2006, 22. Corso La corretta compilazione della Scheda di Dimissione Ospedaliera (SDO). Passaggio all ICD 9-CM-2002 ed alla Versione Grouper 19 della Classificazione DRG, San Bonifacio, 6 febbraio crediti ECM. 23. Convegno Scuola Medica Ospedaliera Integrazione Ospedale Territorio: il modello del Polo Ospedaliero dell Est Veronese e del Distretto Socio-Sanitario n. 4 dell ULSS 20 di Verona, San Bonifacio, 3 dicembre crediti ECM. 24. Convegno Internazionale Complessità e gestione del rischio in Sanità: il caso delle Infezioni Correlate a Pratiche Assistenziali (ICPA), Soave, 20/21 ottobre crediti ECM. 25. I Incontro di Tecnica e Organizzazione Ospedaliera Il Comparto Operatorio: un Sistema Complesso, Bologna, 9/10 giugno crediti ECM. 26. Corso La gestione del Rischio Clinico e della Sicurezza per il Paziente nelle Organizzazioni Sanitarie, Milano aprile Convegno Ospedale sicuro: la gestione del rischio da infezioni correlate a pratiche assistenziali (ICPA), Aviano, 11 marzo crediti ECM. 28. Corso Formazione degli operatori all utilizzo del Nuovo Ospedale Scaligero, San Bonifacio, 4 novembre crediti ECM. 29. Workshop L implementazione del Sistema di qualità Aziendale: Panorama e prospettive sul tema della qualità, Verona, 13 settembre Corso FAD dell area chirurgica critica in materia di igiene e sicurezza negli ambienti di lavoro, 30 luglio crediti ECM. 31. Workshop Progetto SISIOV Sistema di Sorveglianza delle Infezioni Ospedaliere nella Regione Veneto, Venezia, 29 giugno 2004.

10 32. Forum Dedalo 2004 III edizione, Roma, 17/18 giugno Congresso Nazionale SIMPIOS, Bergamo, 21/22 maggio crediti ECM. 34. Corso Precongressuale B La gestione delle epidemie ospedaliere, Bergamo, 20 maggio crediti ECM. 35. Corso Sicurezza del paziente e Risk Management, Padova, 2 marzo Corso La sorveglianza ed il controllo delle infezioni nelle strutture residenziali sanitarie e assistenziali territoriali, Cividale del Friuli, 27 febbraio crediti ECM. 37. Giornata di aggiornamento Le sfide della complessità in Sanità, Udine, 10 dicembre Giornata di aggiornamento Attualità nelle infezioni nosocomiali, Sassari, 29 settembre Corso di aggiornamento I luoghi di cura e l assistenza. Ambienti, simboli e spazi architettonici. Esperienze a confronto, Sassari, 27 settembre Corso di addestramento Uso corretto degli Apparati di Protezione delle Vie Respiratorie 3M serie 1800, Verona, luglio Corso di formazione per i rilevatori dell indagine di prevalenza regionale Progetto regionale SISIOV (Sistema Integrato Sorveglianza Infezioni Ospedaliere), Gazzo Padovano, 15/16 aprile crediti ECM. 42. Forum Dedalo 2003 II edizione, Bolsena, marzo Seminario Il governo dei sistemi complessi e la formazione dei medici di direzione, Abano Terme, 27/28 febbraio Pubblicazioni Libri: Bellandi T, Pascu D, Romano G, Tartaglia R. (edizione italiana a cura di) Patient Safety. La sicurezza del paziente di Charles Vincent. Esse Editrice s.r.l., Roma, Articoli pubblicati su riviste di specialità:

11 1. Barelli P, Pascu D, Baldantoni E. Modelli di approccio alla gestione del rischio clinico nel contesto chirurgico: analisi di una esperienza. Dedalo gestire sistemi complessi in Sanità. Complessità e Cultura dell Organizzazione. Vol VI, n. 3/2008, pag. 5-18; 2. Coppo C, Cereda D, Cuccaro P, Esposto E, Pascu D, Tardivo S. Gestione del rischio clinico e cultura della sicurezza. Riflessioni e considerazioni sui documenti prodotti nell ambito del Corso monografico tenuto a Verona (giugno 2008). Dedalo gestire sistemi complessi in Sanità. Complessità e Cultura dell Organizzazione. Vol VI, n. 3/2008, pag ; 3. Schonsberg A, Zerman T, Pascu D ed il gruppo Centrale 118. Sicurezza, rischio ed errore nei processi della Centrale Operativa del 118. Comparazione di due strumenti di analisi proattiva. Dedalo gestire sistemi complessi in Sanità. Complessità e Cultura dell Organizzazione. Vol VI, n. 3/2008, pag ; 4. Romano G, Tardivo S, Pascu D. Complessità dei percorsi tra ospedale e territorio. Atti del 1 Congresso Nazionale GISIO (Gruppo Italiano Studio Igiene Ospedaliera) Infezioni correlate all assistenza sanitaria, Pozzo Faceto di Fasano (BR), maggio Annali di Igiene, Medicina Preventiva e di Comunità. Vol 21, Suppl. 1 al N. 1, Gennaio Febbraio 2009, pag ; 5. Pascu D, Romano G, Bellandi T, Tartaglia R. L approccio sistemico: medicina e patient safety. Dedalo gestire sistemi complessi in Sanità. L approccio sistemico: medicina e patient safety. Vol V, n. 2/2008, pag. 3-8; 6. Lai A, Pascu D, Degano S. Costruzione di una mappa dei rischi dell Assistenza Domiciliare Integrata nel Distretto di Sassari: analisi delle attività e modelli teorici di riferimento. Dedalo gestire

12 sistemi complessi in Sanità. L approccio sistemico: medicina e patient safety. Vol V, n. 2/2008, pag ; 7. Pascu D, Pucci D, Lorenzoni M, Mondino S, Draghici T, Romano G. Francesco e il suo robot: racconto o metafora?. Dedalo gestire sistemi complessi in Sanità. Governo clinico e complessità. Vol V, n. 1/2007, pag ; 8. Romano G, Tardivo S, Pascu D, Locatelli C. Il modello della complessità applicato alla gestione dei cantieri ospedalieri: semplice, complicato, complesso. Atti del XXXIV Corso Cantieri in Ospedale. La riqualificazione ospedaliera nei suoi aspetti igienicosanitari e tecnici, Erice, 3-6 marzo 2007, Annali di Igiene Medicina Preventiva e di Comunità. Vol 19, Suppl. I al N. 5 Settembre Ottobre 2007, pag ; 9. Pascu D, Locatelli C, Lorenzoni M, Mondino S, Montresor P. L esperienza degli Ospedali dell Est Veronese: il cantiere navale. Atti del XXXIV Corso Cantieri in Ospedale. La riqualificazione ospedaliera nei suoi aspetti igienicosanitari e tecnici, Erice, 3-6 marzo 2007, Annali di Igiene Medicina Preventiva e di Comunità. Vol 19, Suppl. I al N. 5 Settembre Ottobre 2007, pag ; 10. Lorenzoni M, Mondino S, Pascu D. Un ospedale che impara ad apprendere. Dedalo gestire sistemi complessi in Sanità. Diffusione delle conoscenze nelle organizzazioni sanitarie complesse parte seconda. Vol IV, n. 2/2006, pag ; 11. Campagnari F, Fedrizzi F, Girelli R, Matiuzzi C, Montresor S, Zanin G, Pascu D. Approccio sistemico alla prevenzione dei comportamenti autolesivi nell età adolescenziale. Dedalo gestire sistemi complessi in Sanità. Sistemi, organizzazioni e complessità. Vol II, n. 1/2004, pag ; 12. Alberton F, Gianfilippi G, Gregu G, Marchiori M, Pascu D ed il gruppo

13 UniCa. La visione sistemica applicata alla valutazione ed al miglioramento dei dati clinici in Ospedale. UniCa: la cartella clinica unificata aziendale. Dedalo gestire sistemi complessi in Sanità. L approccio sistemico in Sanità. Vol I, n. 2/2003, pag ; 13. Zandonà E, Borin R, Cappellin M, Pascu D. La metodologia della formazione nel corso La direzione di sistemi complessi in Sanità Pubblica: l Ospedale ed il Distretto. Dedalo gestire sistemi complessi in Sanità. Verso la complessità. Vol I, n. 1/2003, pag ; 14. Marcantoni C, Brezzi B, Matalone M, Ortalda V, Bedogna V, Lo Schiavo C, Graziani MS, Pascu D, Poli A, Romano G, Maschio G. Increased Risk of Renal Abnormalities in Relatives of End-Stage- Renal-Disease (ESRD) Patients: A Case Control Study. J Am Soc Nephrol 2001; 12: 226 ; 15. Romano G, Alberti V, Majori S, Pascu D. Le infezioni ospedaliere: dall ospedale all assistenza integrata. Aspetti strutturali, tecnologici, organizzativi ed economici. Annali di Igiene Medicina Preventiva e di Comunità, vol 13, n. 1 gennaiofebbraio 2001 (suppl. n. 2), 21-28; 16. Gallo G, Majori S, Poli A, Pascu D, Zolin R, Piovesan C, Gazzola B. Valutazione della sottonotifica della tubercolosi attraverso il linkage tra cinque diversi flussi informativi (Provincia di Verona, ). Annali di Igiene Medicina Preventiva e di Comunità, Vol 12, fasc. 5 Settembre-Ottobre 2000, pag ; 17. Romano G, Majori S, Poli A, Tardivo S, Stopazzolo GP, Signorelli D, Pascu D, Padovani F. Un modello sperimentale di formazione specialistica in Sanità Pubblica. Nuove tendenze. Materiali di lavoro su Sanità e Salute della Fondazione Smith Kline, 2/2000. Fondazione Smith Kline, Milano, marzo/aprile 2000, pag ; 18. Majori S, Signorelli D, Bonizzato G, Poli A, Romano G and the HIEP

14 collaborative group: Gianfilippi G, Zavarise L, Pascu D, Falcone S, Nguyen TMD, Zolin R, Valsecchi V, Alberti V, Bosello O, Zavateri G, Pasoli C, Fusari GP, Rossini M, Adami S, Grezzana L, Arosio E. Evaluation of home injuries in elderly people (HIEP) in Verona area (North-East Italy). Journal of Preventive Medicine and Hygiene, vol. 40/2. Pacini Editore Medicina, agosto 1999, pag Abstract presentati a Congressi Internazionali: 1. Pascu D, Montresor P, Tessari L, Ugola F, Troiani M, Zerman T. Having fun and learning in Patient Safety consequences of an educational programme in Verona. Abstract accettato alla 26 a Conferenza Internazionale ISQua (International Society for Quality in Health Care), Dublino Ottobre 2009; 2. Schonsberg A, Cipolotti G, Zerman T, Romano G, Pascu D. Quality improvement in the processes of the Medical Emergency Dispatch Centre 118 of Verona Province, Italy. Abstract accettato alla 26 a Conferenza Internazionale ISQua (International Society for Quality in Health Care), Dublino Ottobre 2009; 3. Barelli P, Allegretti M, Pascu D, Baldantoni E. Joint Commission International Accreditation and London Protocol integration as a latent risk reduction strategy in surgery. Abstract presentato al 25 th International Forum on Quality and Safety, Berlino, 17/20 marzo 2009; 4. Poletti P, Degano S, Pascu D, Romano G, Zerman T. Evaluation of the safety culture in two Italian Healthcare Trust: Verona and Udine. Abstract presentato alla 25 a International Conference of the International Society for Quality in Health Care, Copenhagen, 19/22 ottobre 2008; 5. Romano G, Pascu D. Profesionalitate, Promovarea sănătăńii şi reorientare: trei elemente fundamentale pentru reforma sistemului de sănătate. Atti della I

15 Conferenza Nazionale di Management Sanitario Priorità e Prospettive per il 21 secolo, Sinaia, Romania, 7-9 giugno 2000, 83-90, ; 6. Romano G, Pascu D. Formarea Specialistă în Igienă, Medicină Preventivă şi Sănătate Publică - Modelul Şcolii de Specializare a FacultăŃii de Medicină şi Chirurgie, Universitatea de Studii din Verona (Italia). Atti della I Conferenza Nazionale di Management Sanitario Priorità e prospettive per il 21 secolo, Sinaia, Romania, 7-9 Giugno 2000, Abstract e comunicazioni orali presentati a Congressi Nazionali: 1. Romano G, Montresor P, Pascu D, Grattarola M, Tessari L, Caloi A, Lorenzoni M, Mondino S, Tardivo S, Mantovani W. ICPA: luci ed ombre di uno studio di incidenza. Atti del 42 Congresso Nazionale SItI: La prevenzione per la promozione della salute e l integrazione dei popoli, Catania, ottobre 2006, pag. 453; 2. Montresor P, Pascu D, Grattarola M, Tessari L, Caloi A, Lorenzoni M, Mondino S, Mantovani W, Tardivo S. Studio di incidenza in un ospedale di piccole-medie dimensioni: qual è lo standard? Atti del 2 Congresso Nazionale SIMPIOS, Riccione, maggio 2006, pag. 23; 3. Montresor P, Pascu D, Grattarola M, Tessari L, Caloi A, Lorenzoni M, Mondino S ed il gruppo Stella Polare. Stella Polare: tracciare la rotta per la grande nave dell Ospedale. CD degli Atti del V Convegno Nazionale Star bene in Ospedale Accoglienza: qualcosa è cambiato, Bologna, 27 aprile 2006; 4. Alberton D, Maimeri P, Montresor P, Grattarola M, Pascu D, Benvenuti K. Risk management nel blocco operatorio: realtà o utopia? Atti del I incontro di tecnica e riorganizzazione ospedaliera Il comparto operatorio: un sistema complesso, Bologna, 9-10 giugno 2005, pag. 103; 5. Montresor P, Grattarola M, Pascu D,

16 Benvenuti K, Alberton D, Maimeri P. Gestire il blocco operatorio: dal caos verso la complessità. Atti del I incontro di tecnica e riorganizzazione ospedaliera Il comparto operatorio: un sistema complesso, Bologna, 9-10 giugno 2005, pag. 105; 6. Alberton D, Maimeri P, Montresor P, Grattarola M, Pascu D, Benvenuti K. Il manuale operativo del blocco operatorio: strumento di gestione per la qualità e la sicurezza. Atti del I incontro di tecnica e riorganizzazione ospedaliera Il comparto operatorio: un sistema complesso, Bologna, 9-10 giugno 2005, pag. 107; 7. Montresor P, Grattarola M, Pascu D, Benvenuti K, Alberton D, Maimeri P. La complessità del comparto operatorio e le nuove norme per l autorizzazione e accreditamento della Regione Veneto. L esperienza dell Ospedale dell ULSS 20 di Verona G. Fracastoro. Atti del I incontro di tecnica e riorganizzazione ospedaliera Il comparto operatorio: un sistema complesso, Bologna, 9-10 giugno 2005, pag. 109; 8. Montresor P., Grattarola M., Pascu D., Alberton D., Maimeri P., Benvenuti K.: La gestione dei percorsi interni nel Nuovo Ospedale dell ULSS 20 di Verona Girolamo Fracastoro. CD degli Atti del 3 Convegno Nazionale di organizzazione, igiene e tecnica ospedaliera I nuovi ospedali. Esperienze a confronto. La logistica in ospedale e i servizi di diagnostica di laboratorio. Grado, marzo 2005, pag. 12; 9. Damiazzi L, Lo Cascio C, Bonadonna G, Montresor P, Pascu D, Grattarola M. Sorveglianza di laboratorio sulle resistenze batteriche in reparti ospedalieri non intensivi. Volume degli abstract 1 Congresso Nazionale SIMPIOS, Bergamo, maggio 2004, Giornale Italiano delle Infezioni Ospedaliere, pag. 5; 10. Montresor P, Pascu D, Grattarola M, Bonadonna G, Damiazzi L. Il ruolo dell informazione / comunicazione

17 sanitaria nella prevenzione delle infezioni. Volume degli abstract 1 Congresso Nazionale SIMPIOS, Bergamo, maggio 2004, Giornale Italiano delle Infezioni Ospedaliere, pag. 11; 11. Tardivo S, Bariani A, Bottazzi F, Lomeo A, Bercelli F, Pascu D, Bortolotti C, Majori S. Attivazione di un ambulatorio di continuità assistenziale per l età pediatrica. L esperienza di Verona. 40 Congresso Nazionale SItI: Sanità Pubblica nell era della globalizzazione, Cernobbio (Como), 8-11 settembre 2002, Abstract volume II, 320; 12. Montresor P, Benedetti F ed il gruppo di lavoro infermieristico, Tagliaferro V, Caldana M, Pascu D. Linee guida per l'assistenza a pazienti in isolamento stretto sottoposti a trapianto di midollo osseo. Comunicazione orale al Congresso Nazionale La Sanità nelle Regioni. Rimini, 9-11 maggio 2001; 13. Romano G, Majori S, Poli A, Padovani F, Pascu D. La formazione specialistica in Igiene, Medicina preventiva e Sanità Pubblica: il modello della Scuola di Specializzazione della Facoltà di medicina e chirurgia dell Università di Verona. Comunicazione orale al Convegno: Attualità in Sanità Pubblica e nuovi strumenti per la prevenzione. Oristano, Settembre 2000; 14. Romano G, Pascu D, Maffezzoli G. Strumenti per la valutazione di qualità. Atti del Convegno Il S. Cristoforo Hospice di Cologna Veneta: un laboratorio per la formazione e la qualità delle cure. Verona, 3 giugno Edizioni Libreria Cortina Verona, pag ; 15. Romano G, Berra P, Gianfilippi G, Pascu D, Zolin R. Assistenza sanitaria agli immigrati: aspetti organizzativi e accreditamento. 39 Congresso Nazionale SItI: La Promozione della Salute nel terzo Millennio. Ferrara, settembre 2000, Poster parte prima, pag ; 16. Majori S, Poli A, Nguyen TMD, Bonizzato G, Signorelli D, Pascu D,

18 Zivelonghi GB, Napoletano G, Poppini P, Friscia O, Soncini R, Romano G. Sperimentazione del vaccino combinato pentavalente DTPa-HBV-HIB-Polio orale. 39 Congresso Nazionale SItI: La Promozione della Salute nel terzo Millennio. Ferrara, settembre 2000, Poster parte prima, pag ; 17. Gallo G, Majori S, Pascu D, Zolin R, Piovesan C, Gazzola B, Romano G. La valutazione della sottonotifica della tubercolosi nella Provincia di Verona attraverso il linkage tra quattro diversi flussi informativi. 38 Congresso Nazionale SItI: Qualità in Sanità Pubblica: una strategia per l Europa. Fiuggi, settembre 1998, pag Attività di docenza Professore a contratto: Professore a contratto della Scuola di Specializzazione in Igiene e Medicina Preventiva dell Università degli Studi di Sassari, per lo svolgimento del corso su Risk Management - per un totale di 20 ore, aa. 2008/2009, 2007/2008 e 2006/2007. Docente in Master Europei: Master Europeo in Sustainable Regional Health Systems, per lo svolgimento del tema Practical approaches to Risk Management: prospective and retrospective analysis 8 ore, aa. 2008/2009. Docente in Master Universitari di II livello: Master in Gestione del rischio clinico e sicurezza del paziente Università degli Studi di Verona, per lo svolgimento dei moduli Introduzione alla gestione del rischio 4 ore e Strumenti per la gestione del rischio 24 ore, aa. 2009/2010, 2008/2009 e 2007/2008; Master in Epidemiologia Valutativa Università degli Studi di Verona, per lo svolgimento del tema La valutazione e la gestione del rischio: la sicurezza del paziente 4 ore, aa.2006/2008 e 2003/2004. Docente in Master Universitari di I livello: Master in Gestione della qualità, del rischio clinico e della sicurezza del

19 paziente Università degli Studi di Verona, per lo svolgimento del modulo Introduzione alla gestione del rischio 8 ore, aa.2009/2010; Master in Management per funzioni di coordinamento delle professioni sanitarie Università degli Studi di Verona, in convenzione con la Provincia Autonoma di Trento, per il tramite dell Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari, per lo svolgimento del tema Il Risk Management 10 ore, aa. 2008/2009; Master in Nursing avanzato per la sorveglianza epidemiologica ed il controllo delle infezioni correlate a pratiche assistenziali (ICPA) - Università degli Studi di Verona, in convenzione con la Provincia Autonoma di Trento, per il tramite dell Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari, per lo svolgimento del modulo Igiene e tecnica ospedaliera 7 ore, aa. 2005/2006; Master in Tecniche manageriali per i coordinatori delle professioni sanitarie - Università degli Studi di Verona, in convenzione con la Provincia Autonoma di Trento, per il tramite dell Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari, per lo svolgimento del tema Il Risk Management 5 ore, aa. 2004/2005; Master in Tecniche manageriali per i coordinatori dell Assistenza Infermieristica - Università degli Studi di Verona, in convenzione con la Provincia Autonoma di Trento, per il tramite dell Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari, per lo svolgimento del modulo Igiene Generale e applicata (programmazione sanitaria) nell ambito del Corso Integrato Organizzazione dei servizi come risposta ai problemi di salute 9 ore, aa. 2001/2002. Docente in Corsi di Perfezionamento: Corso di perfezionamento in Organizzazione, gestione e qualità dei percorsi assistenziali integrati Università degli Studi di Verona, per lo svolgimento del tema Principi generali di gestione del rischio e sicurezza del

20 paziente 6,5 ore, aa. 2007/2008. Docente in Corsi di Laurea: Corso di Laurea in Infermieristica Corso finalizzato per Infermieri diplomati dell Università degli Studi di Verona, per lo svolgimento del tema Risk Assessment e Risk Management 4 ore, aa. 2001/2002. Docente in Corsi di Specializzazione: Corso di Specializzazione in Igiene e Medicina Preventiva dell Università degli Studi di Verona, per lo svolgimento dei temi Ospedale e territorio 6 ore, Valutazione e gestione del rischio clinico 4 ore, La gestione dei sistemi complessi in Sanità 20 ore, L organizzazione e la progettazione ospedaliera, la sorveglianza dei blocchi operatori e delle aree critiche 24 ore aa. 2009/2010, 2008/2009, 2007/2008, 2006/2007, 2005/2006, 2004/2005, 2003/2004. Docente nei Corsi CUOA Sanità: La gestione del rischio clinico come fattore di qualità dei servizi Azienda ULSS 2, Feltre, dicembre 2008 e gennaio 2009 per un totale di 28 ore; Risk Management e gestione per processi nelle Aziende Sanitarie Azienda ULSS 15, Cittadella, e maggio 2007, 4-7 giugno per un totale di 56 ore. Docente in Corsi Aziendali: Gestione del rischio clinico II livello, Azienda ULSS 20 di Verona, San Bonifacio, e maggio 2009 per un totale di 22 ore 30 minuti. Gestione del rischio clinico I livello, Azienda ULSS 20 di Verona, San Bonifacio, 20 settembre, 3, 10, 24 e 31 ottobre, 7 e 22 novembre, 5 e 12 dicembre 2008, 7 e 21 marzo, 3, 17 e 29 aprile per un totale di 77 ore. Informazione e formazione degli operatori all utilizzo del Nuovo Ospedale Scaligero G. Fracastoro, Azienda ULSS 20 di Verona, San Bonifacio, 28 ottobre, 11 novembre e 9 dicembre 2004, 20 gennaio, 10 febbraio, 10 e 31

CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO. AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA Dirigente - U.O.C di Anestesia e Rianimazione

CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO. AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA Dirigente - U.O.C di Anestesia e Rianimazione INFORMAZIONI PERSONALI Nome Data di nascita 27/07/1957 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO II Fascia AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva.

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Mario Saia CIO: Normativa Italiana Circolare Ministeriale 52/1985 Lotta contro

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

EMANUELA NANNINI F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA

EMANUELA NANNINI F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE La sottoscritta Nannini Emanuela nata ad Arezzo il 20.08.1965, consapevole della decadenza dai benefici di cui all art. 75 del DPR 445/2000 e dalle norme penali

Dettagli

Dal 2002 a tutt oggi è Direttore Sanitario dell Ospedale di Mormanno.

Dal 2002 a tutt oggi è Direttore Sanitario dell Ospedale di Mormanno. C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome MARILENA MORANO Data di nascita 04-07-1956 Qualifica Direzione Sanitaria Amministrazione ASP COSENZA Incarico attuale DIRETTORE SANITARIO OSPEDALE

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3 Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DI LECCE GIOVANNI Indirizzo Via Lancisi, 137 61121 PESARO (PU) - ITALIA - Telefono Casa: 0721201445 cell. 3396173661 E-mail giangidile@libero.it Cittadinanza

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA

Dettagli

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Il CAS (Centro Assistenza Servizi): Aspetti organizzativi e criticità Dott. Vittorio Fusco ASO Alessandria La Rete Oncologica: obiettivi Rispondere all incremento

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura

Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura Dip.to di Continuità Assistenziale - U.O.C. di Geriatria Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura 1^ ed. 6 maggio 2014 Centro Servizi alla Persona Fondazione Zanetti di Oppeano

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE SEDE DI TRENTO A.A. 2012/13 Livello I Durata Annuale CFU 60 (1 anno) ANAGRAFICA DEL CORSO - A Lingua Italiano

Dettagli

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative Curriculum Vitae Nome Da Campo Gianluigi Data di nascita 07.12.1958 Qualifica Dirigente di 1 livello Amministrazione Azienda 12 Veneziana Incarico attuale Responsabile di struttura semplice in chirurgia

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome MONTU DOMENICO Data di nascita 26-03-1956 Amministrazione ASL CN1 Incarico attuale DIRETTORE SISP AMBITO FOSSANO-SALUZZO SAVIGLIANO Numero telefonico ufficio

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

2. Cos è una buona pratica

2. Cos è una buona pratica 2. Cos è una buona pratica Molteplici e differenti sono le accezioni di buona pratica che è possibile ritrovare in letteratura o ricavare da esperienze di osservatori nazionali e internazionali. L eterogeneità

Dettagli

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014 Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE v. 1.6 16 giugno 2014 Indice Indice...2 1. Introduzione...3 1.1 Il debito informativo del Co.Ge.A.P.S....3 1.2 Il debito informativo regionale...3

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E 1 F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome TELATTIN PIERLUIGI Indirizzo V.le Stadio 24/a 23100- SONDRIO (Italy) Telefono 0039/0342/201666; 0039/338/6421337

Dettagli

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna Principali attività e medico presso la Medicina e Chirurgia di Accettazione ed Urgenza (MCAU) del Pronto Soccorso Generale P.O. Garibaldi Centro. Attività svolta presso gli ambulatori di Medicina del Pronto

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

Torino, 03 Gennaio 1963 Cod. Fisc. DLPLRA63A43L219E

Torino, 03 Gennaio 1963 Cod. Fisc. DLPLRA63A43L219E Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DELPIANO Laura Indirizzo Via Torino n. 112 int. 2 10036 SETTIMO TORINESE Telefono 011.898.26.34 Mobile: 333.10.60.176 Fax 011.898.26.34 E-mail laura.delpiano@cespi-centrostudi.it

Dettagli

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE La sottoscritta Dr.ssa Franca CRINÒ, nata a Casignana (RC) il 04/03/1959, residente in Via Zittoro 19/4, 89030 - Casignana (RC) Tel.: 0964.956090, cell.:

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Alessandra Aste Indirizzo VIA IS MIRRIONIS 92, 09121 CAGLIARI Telefono 070 6095934 3346152648 Fax 0706096059

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a:

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a: 1 1.Obiettivi Il master ha l obiettivo di favorire lo sviluppo delle competenze manageriali nelle Aziende Sanitarie e Ospedaliere, negli IRCCS, nei Policlinici e nelle strutture di cura private approfondendo,

Dettagli

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza Commissione Nazionale dei Corsi di Laurea in Infermieristica La valutazione dei risultati dell apprendimento e qualità formativa dei Corsi di laurea in Infermieristica Milano, 10 giugno 2011 Realtà e problematiche

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI. Seduta del 20 dicembre 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI. Seduta del 20 dicembre 2001 (rep.atti n. 1358 del 20 dicembre 2001) CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 20 dicembre 2001 OGGETTO: Accordo tra il Ministro della salute, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano, sugli

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971. Numero telefonico dell ufficio. Fax dell ufficio 079217088

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971. Numero telefonico dell ufficio. Fax dell ufficio 079217088 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente Medico AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI

Dettagli

DRG e SDO. Prof. Mistretta

DRG e SDO. Prof. Mistretta DRG e SDO Prof. Mistretta Il sistema è stato creato dal Prof. Fetter dell'università Yale ed introdotto dalla Medicare nel 1983; oggi è diffuso anche in Italia. Il sistema DRG viene applicato a tutte le

Dettagli

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Con il patrocinio di Corso di formazione ECM con metodo Problem Based Learning LE MALFORMAZIONI VASCOLARI CONGENITE: IL SOSPETTO DIAGNOSTICO E LA COMUNICAZIONE

Dettagli

HYPERMAP IPERTENSIONE E DANNO D'ORGANO: DALLE LINEE GUIDA ALLA GESTIONE CLINICA DEL PAZIENTE IPERTESO

HYPERMAP IPERTENSIONE E DANNO D'ORGANO: DALLE LINEE GUIDA ALLA GESTIONE CLINICA DEL PAZIENTE IPERTESO HYPERMAP IPERTENSIONE E DANNO D'ORGANO: DALLE LINEE GUIDA ALLA GESTIONE CLINICA DEL PAZIENTE IPERTESO Generalità (per informazioni specifiche sui singoli corsi (date, sedi,) consultare il sito del provider

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

FORMAZIONE SUL CAMPO (FSC) E CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ECM ALLE ATTIVITA di FSC

FORMAZIONE SUL CAMPO (FSC) E CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ECM ALLE ATTIVITA di FSC FORMAZIONE SUL CAMPO (FSC) E CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ECM ALLE ATTIVITA di FSC La formazione sul campo (di seguito, FSC) si caratterizza per l utilizzo, nel processo di apprendimento, delle

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI RAZIONALE L Iperplasia Prostatica Benigna (IPB), a causa dell elevata prevalenza e incidenza, in virtù del progressivo invecchiamento della popolazione maschile, e grazie alla disponibilità di adeguati

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

Ministero, della Salute

Ministero, della Salute Ministero, della Salute DIPARTIMENTO DELLA QUALITÀ DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA UFFICIO III MORTE O GRAVE DANNO CONSEGUENTI

Dettagli

ENGLISH FOR NURSES 25 CREDITI ECM - ID: 1585-20939 IN PARTNERSHIP CON DE AGOSTINI

ENGLISH FOR NURSES 25 CREDITI ECM - ID: 1585-20939 IN PARTNERSHIP CON DE AGOSTINI ENGLISH FOR NURSES 25 CREDITI ECM - ID: 1585-20939 IN PARTNERSHIP CON DE AGOSTINI DESTINATARI: INFERMIERE, INFERMIERE PEDIATRICO INIZIO: 01/01/2012 FINE: 31/12/2012 COSTO: 84,70 (IVA INCLUSA) OBIETTIVI

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

Croce Rossa Italiana Sala Operativa Nazionale. Legnano, li 02 dicembre 2014 Protocollo: 11033/2014. Oggetto: Ebola.

Croce Rossa Italiana Sala Operativa Nazionale. Legnano, li 02 dicembre 2014 Protocollo: 11033/2014. Oggetto: Ebola. Legnano, li 02 dicembre 2014 Protocollo: 11033/2014 protocollo elettronico n. CRI/CC/0084024/2014 Oggetto: Ebola. Ai DRAE, loro sedi Ai Presidenti, loro sedi Ai Comitati Regionali, loro sedi All Ispettorato

Dettagli

GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE

GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE D r. C a r l o D e s c o v i c h U.O.C. Governo Clinico Staff Direzione Aziendale AUSL Bologna Bologna 26 Maggio 2010 INDICATORE

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Degl Innocenti Alessandro Data di nascita 4/10/1951 Qualifica Dirigente Amministrazione Comune di Pontassieve Incarico attuale Dirigente Area Governo del Territorio

Dettagli

Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post

Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post AGENZIA SANITARIA E SOCIALE REGIONALE ACCREDITAMENTO IL RESPONSABILE PIERLUIGI LA PORTA Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post D.Lgs. 229/99 I principi introdotti dal DLgs 502/92 art. 8

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile INFORMAZIONI PERSONALI Nome Attilio Vercelloni Data di nascita 28/01/1960 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio dirigente medico ASL DI VERCELLI Staff - S.C. Neuropsichiatria

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. Dr.ssa La Seta Concetta. Direttore U.O.C. di Farmacia C U R R I C U L U M V I T A E

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. Dr.ssa La Seta Concetta. Direttore U.O.C. di Farmacia C U R R I C U L U M V I T A E C U R R I C U L U M V I T A E Dr.ssa La Seta Concetta INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome Data di nascita Luogo di nascita Nazionalità Indirizzo Telefono La Seta Concetta 10 Febbraio 1963 Palermo Italiana

Dettagli

COSTITUZIONE COMITATO PER IL CONTROLLO DELLE INFEZIONI OSPEDALIERE

COSTITUZIONE COMITATO PER IL CONTROLLO DELLE INFEZIONI OSPEDALIERE AZIENDA OSPEDALIERA DI COSENZA COSTITUZIONE COMITATO PER IL CONTROLLO DELLE INFEZIONI OSPEDALIERE Delibera n. 328 del 25 marzo 211 COMITATO TECNICO PREPOSTO AL CONTROLLO DELLE INFEZIONI OSPEDALIERE Dr.

Dettagli

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze Evidence-Based Medicine Italian Group Workshop Evidence-based Medicine Le opportunità di un linguaggio comune Como, 9-11 maggio 2003 Sezione

Dettagli

Legge 15 marzo 2010, n. 38. Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. (G.U. 19 marzo 2010, n.

Legge 15 marzo 2010, n. 38. Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. (G.U. 19 marzo 2010, n. Legge 15 marzo 2010, n. 38 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore (G.U. 19 marzo 2010, n. 65) Art. 1. (Finalità) 1. La presente legge tutela il diritto del

Dettagli

IRCCS ASSOCIAZIONE OASI MARIA SS TROINA

IRCCS ASSOCIAZIONE OASI MARIA SS TROINA UFFICIO FORMAZIONE E ECM IRCCS ASSOCIAZIONE OASI MARIA SS TROINA Mod. -0701-08 a Rev. 02 Del 10/07/2011 LA COMUNICAZIONE AUMENTATIVA E ALTERNATIVA: STRATEGIE E STRUMENTI LOW ED HIGH TECH PER LA COMUNICAZIONE,

Dettagli

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE CENTRO ASSISTENZA PRIMARIA PRESSO IL DISTRETTO DI CIVIDALE Dicembre 2014 1 Indice Premessa 1) La progettualità

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari

Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari Sistema Regionale ECM Pagina 1 di 7 1 Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari 1. Presentazione: L evento, destinato alle figure professionali di Tecnici

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

LEGGE 15 Marzo 2010 n. 38: DISPOSIZIONI PER GARANTIRE L ACCESSO ALLE CURE PALLIATIVE E ALLA TERAPIA DEL DOLORE

LEGGE 15 Marzo 2010 n. 38: DISPOSIZIONI PER GARANTIRE L ACCESSO ALLE CURE PALLIATIVE E ALLA TERAPIA DEL DOLORE LEGGE 15 Marzo 2010 n. 38: DISPOSIZIONI PER GARANTIRE L ACCESSO ALLE CURE PALLIATIVE E ALLA TERAPIA DEL DOLORE SOMMARIO pag.4 Sintesi della normativa pag.6 LEGGE 15 Marzo 2010 n. 38: disposizioni per

Dettagli

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME PATROCINI E COLLABORAZIONI MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELLA SOLIDARIETA SOCIALE NOP NATIONAL O J E C T OUTCOME P R Assessorato alle Politiche Sociali Assessore Stefano Valdegamberi O sservatorio

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura INTRODUZIONE L obiettivo è fornire la migliore cura per i pazienti con il coinvolgimento di tutto il personale

Dettagli

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C. laformazione che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.M Premessa Di recente i disturbi specifici dell

Dettagli

Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione

Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione 1 di 11 ID_Candidato 19 Nome Cognome Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione fabrizio di bella Data_Nascita 31/01/1962 Luogo_Nascita Provincia_Nascita Residenza_Comune

Dettagli

Formazione a distanza nell Educazione Continua in Medicina

Formazione a distanza nell Educazione Continua in Medicina Formazione a distanza nell Educazione Continua in Medicina UN ESPERIENZA Dott.ssa Stefania Bracci Datré S.r.l via di Vorno 9A/4 Guamo (Lucca) s.bracci@datre.it Sommario In questo contributo presentiamo

Dettagli

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

Organigramma e funzionigramma Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6. DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus

Organigramma e funzionigramma Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6. DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus -ijp ASLLanusei Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6 Organigramma DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus DIREZIONE SANITARIA Direttore: dott. Maria Valentina Marras DIREZIONE AMMINISTRATIVA

Dettagli

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l università, l alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework

Dettagli

Iscrizione Albo Regione Sardegna n. 259

Iscrizione Albo Regione Sardegna n. 259 CURRICULUM VITAE EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI Nome Cognome Data e luogo di nascita ESPERIENZE LAVORATIVE ANTONELLO CATOGNO 13/06/1974 - Alghero (SS) Indirizzo Via Degli Orti, 68 Cap, Città 07041 Alghero

Dettagli

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITA DI PADOVA PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI Preparato da Gruppo di Lavoro Ambulatori Clinica Ostetrico- Ginecologica Verificato da Servizio Qualità Verifica per

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE (ai sensi degli articoli 46 e 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445)

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE (ai sensi degli articoli 46 e 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445) DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE (ai sensi degli articoli 46 e 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445) Il sottoscritto Salvatore Silvano Lopez, nato a Milano, il 10 ottobre 1954, residente in

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. ALEMANNO RICCARDO Data di nascita 21/02/1971

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. ALEMANNO RICCARDO Data di nascita 21/02/1971 INFORMAZIONI PERSONALI Nome ALEMANNO RICCARDO Data di nascita 21/02/1971 Qualifica I Fascia Amministrazione ASL CASERTA (EX ASL 1 e 2) Incarico attuale Dirigente ASL I fascia - Unità Operativa Veterinaria

Dettagli

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica Evento Formativo Residenziale PREVENZIONE ONCOLOGICA IN MEDICINA GENERALE Savona Aulla Magna,, Pallazziina Viigiiolla,,

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Nome / Cognome Assunta Guillari Indirizzo Telefono Viale 4 Aprile 59, 80144, Napoli. +39 0817384537 Cellulare: +39 3391845680 Fax E-mail assia_g70@libero.it

Dettagli

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi Allegato al Decreto del Direttore Generale n. 53.. del 04/02/14 REGOLAMENTO PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO EX ART. 15 SEPTIES DEL D.LGS. 502/92 AREA DIRIGENZA MEDICA E VETERINARIA E AREA DIRIGENZA

Dettagli

Corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Potassio cloruro. ed altre soluzioni contenenti Potassio

Corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Potassio cloruro. ed altre soluzioni contenenti Potassio cloruro cloruro Data Revisione Redazione Approvazione Autorizzazione N archiviazione 00/00/2010 e Risk management Produzione Qualità e Risk management Direttore Sanitario 1 cloruro INDICE: 1. Premessa

Dettagli

nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto per una terapia personalizzata nuovi paradigmi 31 gennaio 2014 Genova

nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto per una terapia personalizzata nuovi paradigmi 31 gennaio 2014 Genova Genova 31 gennaio 2014 CORSO RESIDENZIALE nuovi paradigmi per una terapia personalizzata nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto CON IL PATROCINIO DI Obiettivi Il trattamento del

Dettagli

Enrico Fontana. L Health Technology Assessment applicato ai Sistemi informativi. Prefazione di Massimiliano Manzetti. Presentazione di Nicola Rosso

Enrico Fontana. L Health Technology Assessment applicato ai Sistemi informativi. Prefazione di Massimiliano Manzetti. Presentazione di Nicola Rosso A09 Enrico Fontana L Health Technology Assessment applicato ai Sistemi informativi Prefazione di Massimiliano Manzetti Presentazione di Nicola Rosso Copyright MMXV ARACNE editrice int.le S.r.l. www.aracneeditrice.it

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

Giovedì 26 febbraio 2015 CONGRESSO NAZIONALE STAT

Giovedì 26 febbraio 2015 CONGRESSO NAZIONALE STAT Giovedì 26 febbraio 2015 CONGRESSO NAZIONALE STAT 9.00-11.00 I SESSIONE L essenziale di... in Anestesia Presidente: A. De Monte Udine Moderatori: F.E. Agrò Roma, Y. Leykin Pordenone 9.00 La gestione delle

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Nome(i) / Cognome(i) Indirizzo(i) Roberto CARUSO Corso Mazzini, 11-87100 Cosenza, Italia Telefono(i) Tel. + 39 0984681824 Fax+ 39 0984681322 E-mail Cittadinanza

Dettagli

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale.

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale. Progetto di audit clinico. Migliorare la gestione del paziente con BPCO in. Razionale. Numerose esperienze hanno dimostrato che la gestione del paziente con BPCO è subottimale. La diagnosi spesso non è

Dettagli

Il Presidente: GNUDI. Il Segretario: SINISCALCHI

Il Presidente: GNUDI. Il Segretario: SINISCALCHI intermedi di lavorazione del plasma, eccedenti i fabbisogni nazionali, al Þ ne di prevenirne la scadenza per mancato utilizzo, anche con recupero dei costi di produzione. 8. Per l attuazione di quanto

Dettagli

Master in Hospital Risk Management

Master in Hospital Risk Management Master in Hospital Risk Management XII Edizione (2014-2015) in memoria di Leonardo la Pietra con il patrocinio di* SIC SIOT * i patrocini sono in fase di aggiornamento. Master Destinatari Il master è rivolto

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli