La rete per l INFN: oggi e domani per LHC

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La rete per l INFN: oggi e domani per LHC"

Transcript

1 La rete per l INFN: oggi e domani per LHC Riunione sul Calcolo INFN CSN1 Perugia, 1112 Novembre 2002

2 il GARR e la Rete GARR GARR e il nome dell associazione tra Universita ed enti di ricerca governativi promossa da CRUI, CNR, ENEA e INFN con la benedizione del MIUR. GARRe anche il nome assegnato alla Rete informatica dell Universita e della Ricerca Scientifica italiana. La Rete GARR interconnette tutte le Universita (Statali e non) e tutte le sedi degli enti di ricerca scientifica (CNR, ENEA, INFN, Osservatori, etc.), nonche istituzioni culturali o di ricerca a carattere accademico, scientifico e tecnologico per un totale di circa 300 siti. E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

3 La Storia della Rete GARR Armonizzazione e sinergia tra Universita e Enti di Ricerca : reti indipendenti di CNR, ENEA,INFN e Universita : rete GARR(1), prima rete unitaria di Universita e Ricerca : rete GARR2, evoluzione di GARR : rete GARRB (Broadband) : rete GARRG (Giganet) E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

4 La Storia della Rete GARR (1/5) : reti indipendenti di CNR, ENEA,INFN e Universita (consorzi CILEA,CINECA,CSATA, etc.) Banda passante di accesso e trasporto tra 9.6 e 64Kbps (ma inizialmente anche dial up a Bit/sec) collegamenti internazionali: CNR(Pisa)USA a 64Kbit/sec (SatNet, Maggio 86) INFNCNAF(Bologna)CERN(Ginevra) a 2Mbit/sec (Luglio 89) Accessi diretti e indiretti a EBONE e EARN Partecipazione a Iniziativa Europea COSINE (2.o PQ europeo) Protocolli proprietari, Bitnet, Decnet, TCP/IP e X25 Applicazioni di remote login, mail, file transfer/access gateway per l interconnessione tra le reti E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

5 La Storia della Rete GARR (2/5) : rete GARR, prima rete unitaria di Universita e Ricerca infrastruttura su 7 PoP interconnessi a 2 Mbit/sec (AS137) MilanoCILEA, BolognaCINECA, BolognaCNAF, PisaCNUCE, FrascatiENEA, RomaINFN, BariCSATA collegamenti internazionali da INFNCNAF (Bologna): CERNGinevra (2Mbit/sec dal 27 Luglio 1989) ESNetPrinceton (64Kbit/sec) Reti Europee COSINE (64Kbps su X25) e Europanet (2Mbps su IP) accessi sedi universitarie e enti di ricerca fino a 2Mbit/sec Protocollo TCPIP e compatibilita Decnet e Bitnet Partecipazione ai progetti europei del 3.o Programma Quadro GARR fondatore e membro di Associazioni RARE, RIPE e ISOC. GARR membro di EARN cofinanziamento MURST di 5GL (CRCSMURST) Gestione amm.va Progetto: CILEA. Gestione GARRNOC: CINECA E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

6 La Storia della Rete GARR (3/5) : rete GARR2, evoluzione di GARR1 infrastruttura basata su 15 PoP (in sedi di universita, di consorzi o di enti di ricerca) interconnessi con circuiti di capacita compresa tra 2Mbps e 34Mbit/sec (15 AS) e capacita aggregata del backbone da 30Mbit/sec iniziali a 200Mbit/sec a finali collegamenti internazionali (AS137): ESNet(USA) a 1.5 Mbit/sec (fino a Marzo 2000) EuropaNet e CERN a 2Mbit/sec (fino a meta 97) TEN34 (ATM24Mbit/sec con Ginevra e ATM20Mbit/sec con Francoforte) a 34Mbit/sec (dalla meta del 97) protocolli TCPIP e compatibilita con Decnet; gw con Bitnet accessi a velocita tra 64Kbit/sec e 34Mbit/sec in CDN,F/R e ATM Partecipazione a Progetti R&D su ATM nel 4.o PQ europeo GARR fondatore e membro dell associazione TERENA (fusione di RARE e di EARN) e della Societa DANTE (1995) rete autofinanziata da CNR, ENEA, INFN, Universita e Consorzi Gestione amm.va Progetto coordinata da OTSGARR Gestione GARRNOC: INFNCNAF E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

7 La Storia della Rete GARR (4/5) : rete GARRB (Broadband) Convenzione Quadro MURSTINFN per realizzazione e gestione Progetto GARRB (promotori: CRUI, CNR, ENEA, INFN) autofinanziamento per sedi in aree fuori obiettivo cofinanziamento MURST (ex488) per le sedi in aree di obiettivo Rete Nazionale (progetto iniziale) 16 punti di presenza (PoP) per l accesso delle sedi degli enti backbone su 4 nodi di trasporto, (capacita aggregata di ~2.5Gbps) ATM (VC e VPN) e IPv4 circa 200 circuiti di accesso ai PoP in F/R o CDN fino a 155Mbit/sec (per un aggregato di ~1.8Gbit/sec) (al Marzo 2002) commodity nazionale a Roma (NAMEX) e Milano (MIX) [350Mbps] Collegamenti con le Reti della Ricerca internazionali TEN34 (fino a Febbraio 99) a 34Mbit/sec TEN155 (Feb.99Nov.2001) a 200Mbit/sec GEANT (dal Dicembre 2001) a 2.5Gbit/sec Global Internet (da 20Mbit/sec [Giu. 97] a 2.5Gbit/sec [Mar. 02]) E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

8 La Rete del Progetto GARRB Fase2 (1999) 4 nodi di Backbone su dorsale ridondata a 155M 16 PoP di accesso collegati a 34M 155M con il Backbone Capacita Aggregata del Backbone: circa 2.5Gbps (al Marzo 2002) Siti GARR connessi ai PoP con velocita tra 2M e 155Mbps Peering di commodity e di ricerca internazionale a 155 Mbps vedi: C.Vistoli, Progetto tecnico GARRB, CRCS97/2 E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

9 Gestione Progetto GARRB ( ) MIUR (DURST) Nomina Convenzione Quadro INFN Nomina CRCS (MIUR) OTSGARR (MIUR) Direzione Progetto GARRB (INFNGARR) E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

10 Gestione Progetto GARRB Alla Direzione INFNGARR sono demandate la realizzazione e la gestione del Progetto GARRB. La Direzione INFNGARR, secondo quanto previsto dal Progetto GARRB e in accordo con le decisioni discusse in GARROTS ed approvate dalla CRCS, cura: la pianificazione, l evoluzione, il coordinamento tecnico e il funzionamento della rete (gruppo GARRTEC, in accordo con gli APM (Access Port Manager) dei siti connessi alla rete il coordinamento della sperimentazione di nuove tecnologie della rete GARR e la partecipazione nei comitati e nei progetti internazionali la gestione amministrativa e scientifica Servizi di network del GARR sono: GARRNOC (call centre, GARRLIR (assegnazione indirizzi e reti IP, GARRNIC (domini di II livello SOLO per GARR, GARRCERT (CSIRT, security, [INFN Firenze] GARRMCAST (multicast, WebCache, FTPMirror [CILEA] Usenet News [SerRA, Universita di Pisa] E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

11 APA, APM e AUP del GARR Le AUP (Acceptable Use Policies) sono le norme di comportamento per gli utenti della rete GARR (http://www.garr.it/docs/garrbaup.shtml) Sono armonizzate con quelle delle Reti della Ricerca dei paesi europei Tra l altro, vietano espressamente il transito di traffico commerciale sulla Rete. L APA (Access Port Administrator) di una sede GARR e il responsabile amministrativo dell accesso alla Rete. E il delegato del Rettore dell Universita o del Direttore del Laboratorio di Ricerca per gli aspetti amministrativi e strategici Fa riferimento alle AUP e le fa rispettare Interagisce con la Direzione GARRB per questioni amministrative Interagisce con la sua Comunita di Riferimento (CRUI, CNR, etc.) L APM (Access Port Manager) e il responsabile tecnico dell accesso di una sede GARR alla Rete. E nominato dall APA e le sue prerogative sono descritte in Interagisce con i gruppi di Network Services (NOC, CERT, etc. ) del GARR E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

12 Lo stato dell arte del Progetto di Rete GARRB (Fase 4, Novembre 2002)

13 Infrastruttura di Rete Nazionale (GARRB Fase4, Novembre 2002) 7 Nodi di Backbone : MIG, BOG, RMG, MI, BO, RM, NA 3 Circuiti di Backbone a 155Mbps: RMNA, NAMI, MIBO 3 Circuiti di Backbone a 2.5Gbps: triangolo MIG,BOG,RMG 5 Circuiti Inter BB : MIG a 2.5G, BOG a 2*155M, RMG a 2*155M Capacita Aggregata del Backbone: circa 11Gbps 22 PoP: 2*MI, TO(155M), GE(2*34M), PD(155M), TS(2*34M), 2*BO, FI (155M), PI(155M), PD (155M) 2*RM, Frascati (155M), CA(2*34M), AQ (2*34M), PG(34M), NA, PA(34M), CT(2*34M), BA(2*34M), CS(34M) 30 Router e 17 Switch ATM di Backbone Accessi Utente: circa 300 siti con circuiti tra 2Mbps e 1Gbps Peering di Commodity: E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

14 GARRB Fase 4 (Novembre 2002) Backbone 3*155Mbps (RMNAMIBO) 3*2.5Gbps (MIBORMMI) 1*2.5Gbps+4*155M inter BB 22 PoP di accesso dei siti GARR Accessi: ~300 Peering di Ricerca (su MilanoG) (produzione) (sperimentazione) Peering di Commodity Nazionali: Roma Milano Peering di commodity internazionali: (31/03/02) (15/05/02) ) [backup su GEANT] E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

15 Evoluzione del Backbone di Rete Nazionale : rete GARR 12Mbit/sec :reteGARR Mbit/sec :reteGARRB 2.510Gbit/sec : rete GARRG... Fattore di crescita backbone rete GARR: >50 in 4 anni E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

16 Connettivita Internazionale Peering Ricerca Europea (GEANT) [Chiusura accesso a 200Mbps a TEN155 il 30 novembre 2001] Accesso a 2.5Gbps per produzione (IPv4, IPPremium, IPLBE, Multicast) Accesso a 2.5Gbps per sperimentazione (QoS,VC,VPN,etc.) Peering Ricerca Intercontinentale 3*2.5Gbit/sec tra GEANT e NordAmerica (Abilene,Esnet, Canarie, ) 155M tra GEANT e Giappone, 2Mbps con SudCorea, 155M con Russia Transito attraverso Abilene per tutte le altre reti della Ricerca mondiali. Peering Commodity Internazionale (Global Internet) [Chiusura circuito diretto MINY a 622 Mbps il Marzo 2002]) Circuito Global Crossing da Milano (2.5Gbps ridondati dal 14/3/02) Circuito Telia da Roma (622Mbps dal 30/5/02). Peering 6Net Accesso a 2*155M (IPv6 nativo) E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

17 Peering nazionali (Giugno 2002) NAP Milano (MIX) 155Mbps ATM attraverso MIX: Infostrada, Inet, etc. 94 peering con ISP privati NAP Roma (NAMEX) 200Mbps attraverso NAMEX: Interbusiness, Wind, etc. 89 peering con ISP privati E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

18 Evoluzione dei Peering di Commodity internazionale Accesso al Global Internet da GARRB Giugno 1997: 20Mbps Milano (TEN34) Agosto 1999: 45Mbps Napoli NY Giugno 2000: 155Mbps Napoli NY Settembre 2000: 622Mbps Milano NY MarMag 2002: 2.5Gbps Milano (GX), 622Mbps Roma (Telia) Fattore di crescita peering GARR: >100 in 5 anni E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

19 Accessi a GARRB Fase 4 (Novembre 2002) Circa 300 siti di istituzioni accademiche e di ricerca 75 Universita (statali e non statali) 56 siticnr 9 siti ENEA 37 sitiinfn 7 sitiasi 12 siti INAF (Osservatori Astronomici) 2 sitiinfm 8 siti INGV 12 Biblioteche (Centrali e Nazionali) e ICCU 41 siti di altre istituzioni di ricerca 3 Consorzi di Supercomputing (CILEA,CINECA,CASPUR) sede MIUR di P.le Kennedy (a 34Mbit/sec) sede MIUR di V.le Trastevere (a 8Mbit/sec) E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

20 Capacita aggregata di Accesso [BGA] di tutti i siti GARR(Giugno 2002) 2,000,000 BGA fuori obiettivo BGA in obiettivo BGA Totale 1,800,000 1,600,000 1,400,000 Total access capacity Kbps 1,200,000 1,000, , ,000 Highly developed areas 400, ,000 0 Less developed areas Oct98 Apr99 Oct99 Apr00 Oct00 Apr01 Oct01 Apr02 E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

21 800,000 Capacita aggregata di accesso (BGA) delle sedi INFN 700, , ,000 Kbps 400, , , ,000 0 Oct98 Apr99 Oct99 Apr00 Oct00 Apr01 Oct01 Apr02 Oct02 E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

22 Accessi Sedi INFN alla rete GARR (1/3) SEDE Aree in obiettivo Circuito Attuale BGA Attuale Data Attivazione Circuito Previsto BGA Prevista Data Attivazione Prevista Note INFN Bari UBA 34M /09/ MATM /12/2001 LS1010 INFN Cagliari 2*2M /10/ MATM /01/2002 INFN Catania 2*2M /10/ MATM /12/2001 Cavi persi?? INFN Cosenza 2MF/R /11/1999 Trasloco a PoPCS INFN L'Aquila 2*2M /06/2001 INFN Lecce 2MF/R /10/1999 ULE 34M /12/2001 INFN LNGS 34MATM /03/2001 INFN LNS 2*2M /11/ MATM /12/2001 router INFN INFN GCMessina 2MF/R /12/1999 CAR con UME? INFN Napoli UNA 34M /12/1999 UNA 155M /11/2001 Problema UniNA? INFN Pisa S.Piero 34MATM /11/2001 Trasloco? INFN Pisa Virgo 3*2M /11/2001 6*2M /12/ MATM giu INFN GCSalerno 2MF/R /11/1999 CAR con USA? INFN Trieste 34MATM /09/ MATM /12/2001 CAR? E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

23 Accessi Sedi INFN alla rete GARR (2/3) SEDE Aree in obiettivo Circuito Attuale BGA Attuale Data Attivazione Circuito Previsto BGA Prevista Data Attivazione Prevista Note INFN AC Frascati LNF 155M via LNF 27/01/2000 INFN Bologna CNAF 34M /09/ MATM /12/ /12? INFN CNAF Bologna IBO 34M /11/ MATM /12/ /12? INFN Ferrara 2*2M /10/2001 INFN FirenzeArcetri 2M /08/2000 INFN FirenzeSesto 2M /08/ MATM /01/2002 INFN Genova 2*2M /10/ MATM /12/2001 Cavi persi? INFN LNF 155MATM /01/2000 Fibra locale INFN LNL 34MATM /12/2001 INFN Milano UMI 155M /07/2001 INFN Milano Bicocca 34MATM /09/2000 INFN Padova 34MATM /03/ MATM /12/2001 INFN GCParma 2MF/R /11/1999 INFN Pavia 2*2M /04/ MATM /12/2001 Trasloco switch E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

24 Accessi Sedi INFN alla rete GARR (3/3) SEDE Aree in obiettivo Circuito Attuale BGA Attuale Data Attivazione Circuito Previsto BGA Prevista Data Attivazione Prevista Note INFN Perugia 2MF/R /11/ MATM /12/2001 Guasto sw. RM INFN Presidenza IRM1 155M via Roma1 03/11/1999 INFN Roma1 2*155MATM /09/2001 INFN Roma2 2*2M /12/2001 INFN Roma3 2M /10/1999 INFN GCSanita' IRM1 155M via Roma1 03/11/1999 INFN Torino 34MATM /08/ MATM /12/2001 INFN GCTrento 2MF/R /11/1999 CAR con UTN? INFN GCUdine 2MF/R /11/1999 CAR con UUD? E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

25 Weathermap di GARRB E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

26 Andamento delle Tariffe (ascissa in Mbit/sec, ordinata in MLit/anno) E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

27 La partecipazione del GARR ai Progetti di Ricerca e Sviluppo Internazionali

28 Partecipazioni Internazionali TERENA (TFNGN, Serenate, CSIRT, ) IETF (Messaging, IPv6, Optical, ) RIPE (Registry, Routing, IPv6, DNS, ) INTERNET2 (Multicast, videoconferenza, ) Collaborazioni trasversali con altri Progetti Europei E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

29 Partecipazione GARR ai Programmi (in corso) della Commissione Europea Nome Progetto Inizio Durata Costo GARR Contributo CE CAESAR Fase 1 e 2 (ALIS 01/04/ mesi 80% GEANT rete europea della Ricerca (ISTRN1) 01/11/ mesi 13.2 ML 48% 6NET (IPv6 Backbone) 01/01/ mesi % EUMEDCONNECT Fase 1 e 2 (EUMEDIS) 01/01/ (47) mesi 80% ecsirt (security) 01/04/ % E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

30 Progetto Europeo GEANT GEANT e un Progetto approvato nell ambito del 5.PQ della Unione Europea per l interconnessione delle Reti della Ricerca Europee e tra queste e le reti della ricerca: del Nordamerica del Sudamerica del bacino del Mediterraneo dei Paesi Asiatici sul Pacifico in futuro, forse, dei Paesi sull Oceano Indiano e dell Africa Questo Progetto, successore di TEN34 e TEN155 (Trans European Network) del 4.o PQ e di EuropaNet del 3.o PQ, ha una durata di 48 mesi ( ), un costo stimato di circa 170Meuro e un cofinanziamento europeo di 80Meuro. Al Progetto GEANT partecipano 32 reti della ricerca europee, tra cui il GARR per l Italia Lo sviluppo del Progetto e regolato dal Consorzio (virtuale) delle Reti della Ricerca Europee E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

31 EUMEDISEUMedConnect EUMEDISe un Programma della Unione Europea per lo sviluppo della Societa dell Informazione a beneficio di 12 paesi del Mediterraneo. Il Programma prevede la cooperazione tra i paesi dell unione europea e i paesi del mediterraneo su diversi temi. Esso e suddiviso in: Strand 1: 35 Meuro per applicazioni (16 Progetti approvati) Strand 2: 10 Meuro per infrastruttura di rete (fino a Giugno 2006) 1. Per lo Strand 2 e stato accettato e approvato un solo progetto, cioe EUMEDCONNECT, per la Interconnessione tra GEANT e le Reti della Ricerca di: Marocco, Algeria, Tunisia, Egitto, Palestina, Giordania, Siria, Libano, Turchia (cofinanziati da EUMEDIS) Malta, Cipro, Israele (cofinanziati dal 5.o e 6.o PQIST) 2. Al Progetto EUMEDCONNECT partecipano anche le reti della ricerca di Spagna, Francia, Italia (GARR) e Grecia (coordinatore DANTE) E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

32 ALISCAESAR ALIS e un Programma della Unione Europea per lo sviluppo della Societa dell Informazione a beneficio di tutti i paesi dell America Latina. Il Programma prevede la cooperazione tra i paesi dell unione europea e i paesi del Centro e Sudamerica su diversi temi. 1. L Unione Europea ha affidato al Consorzio delle Reti della Ricerca Europee il progetto, denominato CAESAR, per la Interconnessione tra la Rete della Ricerca Europea GEANT e le Reti della Ricerca di tutti i paesi dell America Latina Al Progetto CAESAR partecipano, in rappresentanza delle Reti della Ricerca Europee, le organizzazioni per le reti della ricerca di Spagna, Francia, Italia (GARR) e Portogallo (coordinatore DANTE) E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

33 Progetto Europeo 6NET 6NET e un Progetto approvato nell ambito del 5.PQIST della Commissione Europea (durata 24 mesi da Gen.2002 a Dic.2003) Ha per scopo il test a livello internazionale di un infrastruttura nativa di rete basata su protocollo IPv6 e di applicazioni native IPv6. Il Progetto 6NET, cui partecipano reti della ricerca europee, tra cui il GARR, e in stretta collaborazione con il Progetto analogo EURO6IX, cui partecipano principalmente operatori di tlc. Partecipanti italiani (GARR): CNR, INFN, 10 Universita e CASPUR Contatto per il GARR: E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

34 The Network Provided by 6NET partners Circuit dedicated initially 155Mbit/s Dedicated circuit added for redundancy (optional) Tunneled solution for cost reasons AsiaPacific North America UK FR NL DE SE CH IT AT GR E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

35 POLITECNICO DI TORINO The PoP TORINO POLITECNICO DI MILANO (s.j.) Network in Italy UNIVERSITA DI MILANO 6NET BACKBONE MILANO GARR 6NETGW CNR / IAT UNIVERSITA DI PISA PoP PISA PoP ROMA PoP BOLOGNA UNIVERSITA DI FERRARA UNIVERSITA DI FIRENZE GARR INFN/CNAF UNIVERSITA DI ROMA3 CASPUR UNIVERSITA DI BOLOGNA UNIVERSITA DI NAPOLI UNIVERSITA DI BARI E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

36 ecsirt:sicurezza della Rete Sistemi di calcolo sicuri e protetti (esigenza primaria per le griglie computazionali) CERT e CSIRT nelle reti della Ricerca per la gestione di interventi immediati legati alla sicurezza della rete Protezione proattiva da violazione dei sistemi, in coordinamento con gli APM nazionali e internazionali delle Reti Certification Authority: coordinamento internazionale certificati X.509 Autenticazione, Autorizzazione, Accounting Partecipanti: DE, IT, FR, UK, DK, NO, CH, PL, SI, ES, NL Progetto Europeo, 24 mesi (Aprile 2002 Marzo 2004) Contatto per il GARR: E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

37 SErvice QUality over Interconnected Domains (SEQUIN) Studio, Progettazione e Realizzazione di QoS a livello IP in GEANT e nelle Reti della Ricerca Europee Coordinamento con Task Force TFTANT e TFNGN Tra l altro: definizione Servizio Premium IP end to end su scala europea [gia reso operativo su GEANT] Progetto Europeo, 18 mesi (Nov Apr. 2002) [concluso] Partecipanti: Switch, DFN, Renater, GARR, UKERNA, Pol34, Grnet Contatto per il GARR: E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

38 Il GARR e le Reti della Ricerca internazionali

39 La rete della ricerca Europea TEN155 ( ) Progetto e Rete TEN155 (evoluzione della rete TEN34) Cofinanziamento CE (4 th FP) per 80M su un costo di ~170M Durata 36 mesi (1/12/98 30/11/01) Partecipanti: 20 NREN europee Rete operativa dall 1 Dic Peculiarita di TEN155: Backbone a Mbit/sec Accesso iniziale fino a 155M Gbit/sec Peering con tutte le reti della ricerca Supporto VC, VPN Accesso GARRB 200Mbit/sec su 2x155Mbps ATM: 155Mbit/sec produzione 45Mbit/sec sperimentazione E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

40 La Rete della Ricerca Europea GÉANT ( ) Progetto e Rete GÉANT (evoluzione della rete TEN155) Cofinanziamento CE (5 th FPISTRN1) per 80M su un costo di ~170M Durata 48 mesi (1/12/00 30/11/04) Partecipanti: 32 NREN europee Rete operativa dall 1 Dic Peculiarita di GÉANT: Backbone a 10Gbit/sec Accesso iniziale fino a 2.5 Gbit/sec Uso di circuiti su lambda Peering con tutte le reti della ricerca Supporto per QoS, VPN, MCAST Accesso GARR a 2.5Gbit/sec per produzione e 2.5Gbit/sec per sperimentazione E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

41 L evoluzione delle Reti della Ricerca Europee PanEuropean Research Networks: Caratteristiche Accesso GARR GÉANT countries Gbps Backbone IPv4 [v6] 2.5[+2.5]Gbps TEN countries Mbps Backbone IP, ATM 200Mbps TEN countries 34 Mbps Backbone IP, ATM 34Mbps EuropaNET countries 2 Mbps Backbone IP, CDN 2Mbps COSINE countries 64 Kbps Backbone IP, X25 64Kbps TEN34 network emerged from the TEN34 project in The accompanying Advanced ATM Testing programme was carried out by Task Force TEN (TFTEN). The QUANTUM project produced the TEN155 network in 1998; its accompanying testing programme is called QUANTUM Testing Programme (QTP), carried out by Task Force TANT (TFTANT, Testing of Advanced Networking Technologies). In the case of GÉANT, the project and network will carry the same name. The Managed Bandwidth Service and the testing programme will be continued as part of GÉANT, the latter by TFNGN (Task Force New Generation Networks) and by other projects like SEQUIN. Fattore di crescita peering GARR: >100 in 5 anni E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

42 La rete a supporto delle Computing Grid Problemi particolarmente complessi oggi richiedono sofisticate infrastrutture di calcolo (software e hardware) Ad esempio: per i futuri esperimenti di Fisica delle Alte Energie la potenza di calcolo necessaria non sara piu confinabile in un singolo sito potenza di calcolo (KSI PIII 800MHz!!! ) PetaByte di dati I modelli di calcolo distribuito oggi esistenti non sono sufficenti a risolvere il problema: clusters! fabrics produzioni/analisi locali! produzioni/analisi distribuite collaborazioni internazionali sempre piu grandi Grid E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

43 Che cos e la Grid Technology? L obiettivo principale dei progetti di Grid e lo sviluppo di un insieme coerente di risorse di calcolo ( Grid ), distribuite su scala geografica. La Grid dovra garantire la gestione di datasets di differenti Virtual Organizations (fino alla scala del PetaByte ) utilizzando computing power e storage distribuiti. Una Griglia Computazionale dovra fornire una interfaccia uniforme ai suoi utilizzatori (ed alle sue risorse), distribuendo un servizio affidabile e accessibile da qualsiasi luogo Paradigma delle Grid: analogia con le griglieelettriche (si inserisce un dispositivo nella presa nel muro e si opera senza preoccuparsi delle centrali elettriche di produzione, della rete di distribuzione, del trasporto su cavi ad alta tensione, etc.); si usa qualsiasi risorsa di calcolo e di storage disponibile sulla rete, similmente a quanto si fa col WWW. E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

44 LHC Data Grid Hierarchy (by H.Newman at HEPCCC 18nov2002) ~PByte/sec CERN/Outside Resource Ratio ~1:2 Tier0/(Σ Tier1)/(Σ Tier2) ~1:1:1 Experiment Tier1 IN2P3 Center ~2.5 Gbits/sec Online System RAL Center Tier 0 +1 ~ MBytes/sec INFN Center CERN 700k SI95 ~1 PB Disk; Tape Robot FNAL: 200k SI95; 600 TB Tier3 ~2.5 Gbps Tier2 2.5 Gbps Tier2 Center Tier2 Center Tier2 Center Tier2 Center Tier2 Center Physics data cache Institute Institute ~0.25TIPS Institute Mbits/sec Tier 4 Institute Tens of Petabytes by An Exabyte within ~5 Years later. Workstations E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

45 E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

46 GÉANT E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

47 ICFA SCIC: R&E Backbone and International Link Progress (by H.Newman, 18nov2002) [1/2] GEANT PanEuropean Backbone (http://www.dante.net/geant) Now interconnects >31 countries; many trunks 2.5 and 10 Gbps OK UK: SuperJANET Core at 10 Gbps 2.5 Gbps NYLondon, with 622 Mbps to ESnet and Abilene (???) France (IN2P3): 2.5 Gbps RENATER backbone by midoctober LyonCERN Link being Upgraded to 1 Gbps Ethernet OK Proposal for dark fiber to CERN by end 2003! SuperSINET (Japan): 10 Gbps IP and 10 Gbps Wavelength Core Tokyo to NY Links: Now 2 X 2.5 Gbps; Need to get to Starlight CA*net4 (Canada): Interconnect customerowned dark fiber nets across Canada at 10 Gbps, started July 2002 LambdaGrids by ~20045 GWIN (Germany): 2.5 Gbps Core; Connect to US at 2 X 2.5 Gbps; (???) Support for SILK Project: Satellite links to FSU Republics Russia: Now 155 Mbps links to Moscow MoscowStarlight Link to 155 Mbps (US NSF + Russia Support) MoscowStockholm Link; connect to GEANT at 155 Mbps E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

48 E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

49 E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

50 E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

51 E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

52 E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

53 Canet*3 network map E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

54 E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

55 Accesso GARR a GEANT PoP GEANT Ginevra 10 Gbit/sec [GEANT Backbone] PoP GEANT Milano 10 Gbit/sec PoP GEANT Francoforte 2.5 Gbit/sec (fibra locale) 2.5 Gbit/sec (fibra locale) PoP GARR Milano (produzione) GE (1Gbit/sec) PoP GARR Milano (sperimentazione) E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

56 Accesso GARR a GEANT PoP GEANT Ginevra 10 Gbit/sec [GEANT Backbone] PoP GEANT Milano 10 Gbit/sec PoP GEANT Francoforte 2.5 Gbit/sec (fibra locale) 2.5 Gbit/sec (fibra locale) PoP GARR Milano (produzione) GE (1Gbit/sec) PoP GARR Milano (sperimentazione) E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

57 E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

58 Accesso CERN a GEANT PoP GEANT Parigi 10 Gbit/sec [GEANT Backbone] PoP GEANT Ginevra 10 Gbit/sec PoP GEANT Milano 2.5 Gbit/sec (fibra locale) 2.5 Gbit/sec (fibra locale) PoP SWITCH Ginevra (produzione) GE (1Gbit/sec) CERN (sperimentazione) E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

59 La evoluzione del GARR e della sua Rete

60 La Storia della Rete GARR (5/5) : reti indipendenti di CNR, ENEA,INFN e Universita : rete GARR, prima rete unitaria di Universita e Ricerca : rete GARR2, evoluzione di GARR : rete GARRB (Broadband) : rete GARRG (Giganet) E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

61 Evoluzione delle tecnologie trasmissive Dal rame alla fibra, moltiplicazione delle fibre Fibra multimodale e fibra monomodale (G65x) Dai circuiti su fibra ai circuiti su lambda Evoluzione tecnologica: piu lambda per fibra + maggiore velocita per lambda ==> ==> maggiore capacita per fibra. Illuminate solo il 56% delle fibre installate IRU: Indefeasible Right of Use Effetto sul prezzo delle killer technology Nuovo tipo di fibre ===> nuove tecnologie trasmissive Coesistenza di piu operatori: competizione e accordi di interoperabilita E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

62 Flexible OADM Band 1 B S M Band 4 Band 2 Band 3 Ch 8 A/D 8 B S M Ch 1 A/D 1 Localinterface Passive Low Cost OAD M Format and Bit Rate Transparent 8Ch.OAD M Modularity up to 32 Capacity E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX Secure Stream PANORAMICA Il sistema Secure Stream è costituito da due appliance (Crypto BOX) in grado di stabilire tra loro un collegamento sicuro. Le Crypto BOX sono dei veri e propri router in grado

Dettagli

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento Reti Di cosa parleremo? - Definizione di Rete e Concetti di Base - Tipologie di reti - Tecnologie Wireless - Internet e WWW - Connessioni casalinghe a Internet - Posta elettronica, FTP e Internet Browser

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer:

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. <file> tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Cos è un protocollo? Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Ciao Ciao Hai l ora? 2:00 tempo TCP connection request TCP connection reply. Get http://www.di.unito.it/index.htm Domanda:

Dettagli

Il World Wide Web: nozioni introduttive

Il World Wide Web: nozioni introduttive Il World Wide Web: nozioni introduttive Dott. Nicole NOVIELLI novielli@di.uniba.it http://www.di.uniba.it/intint/people/nicole.html Cos è Internet! Acronimo di "interconnected networks" ("reti interconnesse")!

Dettagli

L Impresa Estesa come motore dell Innovazione

L Impresa Estesa come motore dell Innovazione L Impresa Estesa come motore dell Innovazione VOIP e RFID Andrea Costa Responsabile Marketing Clienti Enterprise 0 1. Innovazione: un circolo virtuoso per l Impresa Profondità e latitudine (l azienda approfondisce

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 Sistemi Web-Based - Terminologia Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 CLIENT: il client è il programma che richiede un servizio a un computer collegato in

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Forum PA Webinar, 21 luglio 2015 Parleremo di: Il Gruppo e il network di Data Center Panoramica sul Cloud Computing Success Case: Regione Basilicata

Dettagli

Qualità di Servizio - Tutorial - Mauro Campanella INFN-GARR Mauro.Campanella@garr.it

Qualità di Servizio - Tutorial - Mauro Campanella INFN-GARR Mauro.Campanella@garr.it Qualità di Servizio - Tutorial - Mauro Campanella INFN-GARR Mauro.Campanella@garr.it Agenda - Introduzione alla Qualità di Servizio - Definizione quantitativa della QoS - Architetture di QoS - QoS : compiti

Dettagli

La collaborazione come strumento per l'innovazione.

La collaborazione come strumento per l'innovazione. La collaborazione come strumento per l'innovazione. Gabriele Peroni Manager of IBM Integrated Communication Services 1 La collaborazione come strumento per l'innovazione. I Drivers del Cambiamento: Le

Dettagli

IL FUTURO DELLA RETE FISSA HA UN CUORE ANTICO

IL FUTURO DELLA RETE FISSA HA UN CUORE ANTICO 4 NETWORK IL FUTURO DELLA RETE FISSA HA UN CUORE ANTICO Giancarlo Lepidi, Roberto Giuseppe Opilio 5 La rete di Telecom Italia ha un cuore antico e il suo futuro, con la sua capacità di innovarsi e di rimanere

Dettagli

Routing (instradamento) in Internet. Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi:

Routing (instradamento) in Internet. Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi: Routing (instradamento) in Internet Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi: Stub AS: istituzione piccola Multihomed AS: grande istituzione (nessun ( transito Transit AS: provider

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP.

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP. Configurazione di indirizzi IP statici multipli Per mappare gli indirizzi IP pubblici, associandoli a Server interni, è possibile sfruttare due differenti metodi: 1. uso della funzione di Address Translation

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

Modello OSI e architettura TCP/IP

Modello OSI e architettura TCP/IP Modello OSI e architettura TCP/IP Differenza tra modello e architettura - Modello: è puramente teorico, definisce relazioni e caratteristiche dei livelli ma non i protocolli effettivi - Architettura: è

Dettagli

I servizi GARR - LIR e GARR - NIC

I servizi GARR - LIR e GARR - NIC I servizi GARR - LIR e GARR - NIC gabriella.paolini@garr.it con il contributo di Daniele Vannozzi IAT-CNR Indice GARR-LIR Il GARR-LIR Chi gestisce gli Indirizzi IP Cos e un LIR Regole di assegnazione Assegnazione

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho

Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho Tobia Castaldi Alessandro Amirante Lorenzo Miniero Simon Pietro Romano Giorgio Ventre 02/10/2009 GARR 2009 "Network

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

La gestione integrata della sicurezza in Agenzia ANSA: dal firewalling all'utm Michelangelo Uberti, Sales Engineer Babel S.r.l.

La gestione integrata della sicurezza in Agenzia ANSA: dal firewalling all'utm Michelangelo Uberti, Sales Engineer Babel S.r.l. La gestione integrata della sicurezza in Agenzia ANSA: dal firewalling all'utm Michelangelo Uberti, Sales Engineer Babel S.r.l. Babel S.r.l. - P.zza S. Benedetto da Norcia 33, 00040 Pomezia (RM) www.babel.it

Dettagli

MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa

MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa Cosa è MPLS MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa L idea di base consiste nell associare a ciascun pacchetto un breve identificativo

Dettagli

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e SIP - Session Initiation Protocol Il protocollo SIP (RFC 2543) è un protocollo di segnalazione e controllo in architettura peer-to-peer che opera al livello delle applicazioni e quindi sviluppato per stabilire

Dettagli

Redatto da Product Manager info@e4company.com. Verificato da E4 Team Supporto supporto@e4company.com

Redatto da Product Manager info@e4company.com. Verificato da E4 Team Supporto supporto@e4company.com Redatto da Product Manager info@e4company.com Verificato da E4 Team Supporto supporto@e4company.com 2 SOMMARIO 1 INTRODUZIONE... 4 2 SOLUTION OVERVIEW... 5 3 SOLUTION ARCHITECTURE... 6 MICRO25... 6 MICRO50...

Dettagli

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Protocolli di rete Sommario Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Configurazione statica e dinamica

Dettagli

QUADRO INTRODUTTIVO ALLA GARA MULTIFORNITORE

QUADRO INTRODUTTIVO ALLA GARA MULTIFORNITORE Centro Nazionale per l informatica nella Pubblica Amministrazione Allegato 2a alla lettera d invito QUADRO INTRODUTTIVO ALLA GARA MULTIFORNITORE GARA A LICITAZIONE PRIVATA PER L APPALTO DEI SERVIZI DI

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese.

Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese. Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese. Sistema di telecomunicazione Promelit ipecs MG. Descrizione del Sistema: L azienda di oggi deve saper anche essere estesa : non confinata in

Dettagli

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Uno degli aspetti progettuali più importanti di un sistema Control4 è la rete. Una rete mal progettata, in molti casi, si tradurrà

Dettagli

COME NON CADERE NELLA RETE. Guida alla progettazione di un cablaggio strutturato per le scuole secondarie superiori

COME NON CADERE NELLA RETE. Guida alla progettazione di un cablaggio strutturato per le scuole secondarie superiori COME NON CADERE NELLA RETE Guida alla progettazione di un cablaggio strutturato per le scuole secondarie superiori Come non cadere nella rete guida alla progettazione di un cablaggio strutturato per le

Dettagli

Esperienza di interoperabilità tra servizi bibliotecari tramite protocollo ISO-ILL. Colloquio standard ILL- SBN/Aleph e ILL-SBN /Sebina Open Library

Esperienza di interoperabilità tra servizi bibliotecari tramite protocollo ISO-ILL. Colloquio standard ILL- SBN/Aleph e ILL-SBN /Sebina Open Library Esperienza di interoperabilità tra servizi bibliotecari tramite protocollo ISO-ILL. Colloquio standard ILL- SBN/Aleph e ILL-SBN /Sebina Open Library A. Bardelli (Univ. Milano Bicocca), L. Bernardis (Univ.

Dettagli

INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione

INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione Bando Fondazione Cariplo Promuovere la Formazione di Capitale Umano di Eccellenza 2012-2014 soggetti coinvolti Libera Università di

Dettagli

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE Prof. PIER LUCA MONTESSORO Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Udine 1999 Pier Luca Montessoro (si veda la nota a pagina 2) 1 Nota di Copyright

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

Microsoft Innovation Center Roma. Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia

Microsoft Innovation Center Roma. Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia Microsoft Innovation Center Roma Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia Il MIC Roma Cos è Uno dei risultati dei protocolli di intesa tra il Ministero della Pubblica Amministrazione e l

Dettagli

IP number, DNS e nomi di dominio. Lezione n. 10

IP number, DNS e nomi di dominio. Lezione n. 10 IP number, DNS e nomi di dominio Lezione n. 10 IP, Domain Name Server, nome di dominio Gli IP sono numeri che identificano una determinata macchina Poiché è difficile ricordarsi i numeri nella pratica

Dettagli

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE 1 Premessa Il presente documento ha lo scopo di facilitare la disseminazione e il riuso

Dettagli

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Perugia, 17 febbraio 2013 Ai Soci CIPUR Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Cari colleghi, la progressiva implementazione

Dettagli

Internet,! i domini (.it) e! il Registro!

Internet,! i domini (.it) e! il Registro! Internet, i domini (.it) e il Registro Francesca Nicolini Stefania Fabbri La rete e il Domain Name System La rete ARPANET nel 1974 1 La rete e il Domain Name System (cont) Dalle origini a oggi: Rete sperimentale

Dettagli

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless La configurazione degli indirizzi IP Configurazione statica, con DHCP, e stateless 1 Parametri essenziali per una stazione IP Parametri obbligatori Indirizzo IP Netmask Parametri formalmente non obbligatori,

Dettagli

GLI ELEMENTI BASE PER LA CREAZIONE DI UNA RETE...

GLI ELEMENTI BASE PER LA CREAZIONE DI UNA RETE... GUIDA ALLE RETI INDICE 1 BENVENUTI... 4 2 GLI ELEMENTI BASE PER LA CREAZIONE DI UNA RETE... 5 2.1 COMPONENTI BASE DELLA RETE... 5 2.2 TOPOLOGIA ETHERNET... 6 2.2.1 Tabella riassuntiva... 7 2.3 CLIENT E

Dettagli

La nostra storia. 1994 : Fondazione. 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it

La nostra storia. 1994 : Fondazione. 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it Il Gruppo Aruba La nostra storia 1994 : Fondazione 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it 2000: Nascita del brand Aruba come fornitore di servizi hosting, registrazione

Dettagli

Architettura SPC e porta di dominio per le PA

Architettura SPC e porta di dominio per le PA Libro bianco sulla SOA v.1.0 Allegato 2_1 Architettura SPC e porta di dominio per le PA vs 02 marzo 2008 Gruppo di Lavoro SOA del ClubTI di Milano Premessa L architettura SPC e la relativa porta di dominio

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

Elementi di rete che permettono lo scambio dei messaggi di segnalazione

Elementi di rete che permettono lo scambio dei messaggi di segnalazione SEGNALAZIONE Segnalazione e sistemi di segnalazione Segnalazione Messaggi tra elementi di una rete a commutazione di circuito (apparecchi di utente e centrali o fra le varie centrali) che permettono la

Dettagli

Imola Prontuario di configurazioni di base

Imola Prontuario di configurazioni di base Imola Prontuario di configurazioni di base vers. 1.3 1.0 24/01/2011 MDG: Primo rilascio 1.1. 31/01/2011 VLL: Fix su peso rotte 1.2 07/02/2011 VLL: snmp, radius, banner 1.3 20/04/2011 VLL: Autenticazione

Dettagli

Company Profile Data centre d eccellenza. Competenze di cui fidarsi. Il maggior provider europeo di data centre carrier-independent.

Company Profile Data centre d eccellenza. Competenze di cui fidarsi. Il maggior provider europeo di data centre carrier-independent. Company Profile Data centre d eccellenza. Competenze di cui fidarsi. Il maggior provider europeo di data centre carrier-independent. Immagine copertina Verifica routing Questa pagina Visualizzazione spazio

Dettagli

Modulo di assunzione di responsabilità per l'acquisizionee il mantenimentodi uno spazio Web presso il Centro Servizi Informatici

Modulo di assunzione di responsabilità per l'acquisizionee il mantenimentodi uno spazio Web presso il Centro Servizi Informatici Modulo di assunzione di responsabilità per l'acquisizionee il mantenimentodi uno spazio Web presso il Centro Servizi Informatici Art. 1 Oggetto Il presente modulo di assunzione di responsabilità (di seguito

Dettagli

ALLEGATO 6 CAPITOLATO TECNICO SERVIZI DI TELEFONIA MOBILE AI SENSI DELL ART. 26 LEGGE N. 488/1999 E DELL ART. 58 LEGGE N.

ALLEGATO 6 CAPITOLATO TECNICO SERVIZI DI TELEFONIA MOBILE AI SENSI DELL ART. 26 LEGGE N. 488/1999 E DELL ART. 58 LEGGE N. ALLEGATO 6 CAPITOLATO TECNICO SERVIZI DI TELEFONIA MOBILE AI SENSI DELL ART. 26 LEGGE N. 488/1999 E DELL ART. 58 LEGGE N. 388/2000 LOTTO 1 Allegato 6 Capitolato Tecnico Lotto 1 pag. 1 di 100 INDICE 1 PREMESSA...

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI (Versione Abbreviata) Ultimo Aggiornamento: 24 Febbraio 2011 1 Posizioni Enrico Nardelli si è laureato nel 1983 in Ingegneria Elettronica (110/110 con lode) presso l

Dettagli

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete.

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete. Premessa. La traccia di questo anno integra richieste che possono essere ricondotte a due tipi di prove, informatica sistemi, senza lasciare spazio ad opzioni facoltative. Alcuni quesiti vanno oltre le

Dettagli

Manuale di configurazione per l accesso alla rete wireless Eduroam per gli utenti dell Università degli Studi di Cagliari

Manuale di configurazione per l accesso alla rete wireless Eduroam per gli utenti dell Università degli Studi di Cagliari Manuale di configurazione per l accesso alla rete wireless Eduroam per gli utenti dell Università degli Studi di Cagliari Rev 1.0 Indice: 1. Il progetto Eduroam 2. Parametri Generali 3. Protocolli supportati

Dettagli

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE In un mercato delle Telecomunicazioni sempre più orientato alla riduzione delle tariffe e dei costi di

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

Mai più offline. viprinet. Multichannel VPN Router Multichannel VPN Hub

Mai più offline. viprinet. Multichannel VPN Router Multichannel VPN Hub viprinet Mai più offline. Multichannel VPN Router Multichannel VPN Hub Adatti per la connettività Internet e reti VPN Site-to-Site Bounding effettivo delle connessioni WAN (fino a sei) Design modulare

Dettagli

Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01-00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma

Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01-00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01-00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma Ing. Gaetano Trotta Responsabile Unico di Progetto Nata nel 1978, è una Società di Ingegneria

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

Web Conferencing and Collaboration tool

Web Conferencing and Collaboration tool Web Conferencing and Collaboration tool La piattaforma Meetecho Piattaforma di Web Conferencing e Collaborazione on line in tempo reale Caratteristiche generali Soluzione client-server progettata per essere

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

Questo documento è allegato al libro Elettrotecnica, Elettronica, Telecomunicazioni e Automazione di

Questo documento è allegato al libro Elettrotecnica, Elettronica, Telecomunicazioni e Automazione di Questo documento è allegato al libro Elettrotecnica, Elettronica, Telecomunicazioni e Automazione di Trapa L., IBN Editore, a cui si può fare riferimento per maggiori approfondimenti. Altri argomenti correlati

Dettagli

Security Governance. Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007. Feliciano Intini

Security Governance. Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007. Feliciano Intini Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007 Security Governance Chief Security Advisor Microsoft Italia feliciano.intini@microsoft.com http://blogs.technet.com/feliciano_intini

Dettagli

Il sistema di registrazione dei nomi a dominio in Italia

Il sistema di registrazione dei nomi a dominio in Italia Il sistema di registrazione dei nomi a dominio in Italia Daniele Vannozzi Istituto Applicazioni Telematiche CNR Via G. Moruzzi,, 1 56124 Pisa E-mail: Daniele.Vannozzi Vannozzi@iat.cnr.it Assegnazione dei

Dettagli

Symbolic. Ambiti Operativi. Presente sul mercato da circa 10 anni Specializzata in Network Security Partner e distributore italiano di F-Secure Corp.

Symbolic. Ambiti Operativi. Presente sul mercato da circa 10 anni Specializzata in Network Security Partner e distributore italiano di F-Secure Corp. Symbolic Presente sul mercato da circa 10 anni Specializzata in Network Security Partner e distributore italiano di F-Secure Corp. La nostra mission è di rendere disponibili soluzioni avanzate per la sicurezza

Dettagli

[HOSTING] Shared (S) Entry (S) Professional (S) VPS (S) [CF] Cold Fusion9 9,00 39,00 79,00

[HOSTING] Shared (S) Entry (S) Professional (S) VPS (S) [CF] Cold Fusion9 9,00 39,00 79,00 [HOSTING] Shared (S) Entry (S) Professional (S) VPS (S) [CF] Cold Fusion9 9,00 39,00 79,00 [CF] Domain & Space - Dominio di 2 Liv. (.IT,.COM) 1 1 1 - Dominio di 3 Liv. (mapping IIS/Apache) 1 10 100 - Disk

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

Introduzione alle VLAN Autore: Roberto Bandiera 21 gennaio 2015

Introduzione alle VLAN Autore: Roberto Bandiera 21 gennaio 2015 Introduzione alle VLAN Autore: Roberto Bandiera 21 gennaio 2015 Definizione Mentre una LAN è una rete locale costituita da un certo numero di pc connessi ad uno switch, una VLAN è una LAN VIRTUALE (Virtual

Dettagli

Web Conferencing Open Source

Web Conferencing Open Source Web Conferencing Open Source A cura di Giuseppe Maugeri g.maugeri@bembughi.org 1 Cos è BigBlueButton? Sistema di Web Conferencing Open Source Basato su più di quattordici componenti Open-Source. Fornisce

Dettagli

Progetto VirtualCED Clustered

Progetto VirtualCED Clustered Progetto VirtualCED Clustered Un passo indietro Il progetto VirtualCED, descritto in un precedente articolo 1, è ormai stato implementato con successo. Riassumendo brevemente, si tratta di un progetto

Dettagli

Definizione di una policy per l archivio istituzionale ISS

Definizione di una policy per l archivio istituzionale ISS CONFERENCE Institutional archives for research: experiences and projects in open access Istituto Superiore di Sanità Rome, 30/11-1/12 2006 Definizione di una policy per l archivio istituzionale ISS Paola

Dettagli

Lezione n 1! Introduzione"

Lezione n 1! Introduzione Lezione n 1! Introduzione" Corso sui linguaggi del web" Fondamentali del web" Fondamentali di una gestione FTP" Nomenclatura di base del linguaggio del web" Come funziona la rete internet?" Connessione"

Dettagli

MASTER UNIVERSITARI CORSI di PERFEZIONAMENTO CORSI di FORMAZIONE AVANZATA

MASTER UNIVERSITARI CORSI di PERFEZIONAMENTO CORSI di FORMAZIONE AVANZATA Allegato 1 al bando di gara SCUOLA TELECOMUNICAZIONI FF.AA. CHIAVARI REQUISITO TECNICO OPERATIVO MASTER UNIVERSITARI CORSI di PERFEZIONAMENTO CORSI di FORMAZIONE AVANZATA MASTER DI 2 LIVELLO 1. DIFESA

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

Wi-Fi Personal Bridge 150 AP Router Portatile Wireless

Wi-Fi Personal Bridge 150 AP Router Portatile Wireless AP Router Portatile Wireless HNW150APBR www.hamletcom.com Indice del contenuto 1 Introduzione 8 Caratteristiche... 8 Requisiti dell apparato... 8 Utilizzo del presente documento... 9 Convenzioni di notazione...

Dettagli

IL LIVELLO APPLICAZIONI DNS, SNMP e SMTP

IL LIVELLO APPLICAZIONI DNS, SNMP e SMTP Reti di Calcolatori IL LIVELLO APPLICAZIONI DNS, SNMP e SMTP D. Talia RETI DI CALCOLATORI - UNICAL 6-1 Applicazioni di Rete Domain Name System (DNS) Simple Network Manag. Protocol (SNMP) Posta elettronica

Dettagli

Articolo. Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai

Articolo. Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai Articolo Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai INDICE Introduzione 3 Dieci cose che il vostro fornitore

Dettagli

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Procedure per la scansione di sicurezza Versione 1.1 Release: settembre 2006 Indice generale Finalità... 1 Introduzione... 1 Ambito di applicazione dei

Dettagli

Consulenza tecnologica globale

Consulenza tecnologica globale Orientamento al cliente Innovazione Spirito di squadra Flessibilità Un gruppo di professionisti dedicati alle imprese di ogni settore merceologico e dimensione, capaci di supportare il Cliente nella scelta

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Prova completa Mercoledì 2 Marzo 2005, ore 14.30

Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Prova completa Mercoledì 2 Marzo 2005, ore 14.30 Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Prova completa Mercoledì 2 Marzo 2005, ore 14.30 NB: alcune domande hanno risposta multipla: si richiede di identificare TUTTE le risposte corrette.

Dettagli

Sizing di un infrastruttura server con VMware

Sizing di un infrastruttura server con VMware Sizing di un infrastruttura server con VMware v1.1 Matteo Cappelli Vediamo una serie di best practices per progettare e dimensionare un infrastruttura di server virtuali con VMware vsphere 5.0. Innanzitutto

Dettagli

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO + DIREZIONE GENERALE PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO Coordinamento Cooperazione Universitaria LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO Criteri di orientamento e linee prioritarie per la cooperazione allo sviluppo

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

TEST INGEGNERIA 2014

TEST INGEGNERIA 2014 scienze www.cisiaonline.it TEST INGEGNERIA 2014 Ing. Giuseppe Forte Direttore Tecnico CISIA Roma, 1 ottobre 2014, Assemblea CopI DATI CISIA - MARZO, SETTEMBRE 2014 test erogati al 15 settmebre CARTACEI

Dettagli

Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei Server secondo il produttore di Storage Qsan

Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei Server secondo il produttore di Storage Qsan Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei secondo il produttore di Storage Qsan Milano, 9 Febbraio 2012 -Active Solution & Systems, società attiva sul mercato dal 1993, e da sempre alla

Dettagli

Servizio HP Hardware Support Exchange

Servizio HP Hardware Support Exchange Servizio HP Hardware Support Exchange Servizi HP Il servizio HP Hardware Support Exchange offre un supporto affidabile e rapido per la sostituzione dei prodotti HP. Studiato in modo specifico per i prodotti

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza

BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza AN001 Centro di Ateneo di Documentazione - Polo Villarey - Facoltà

Dettagli

Qualora il licenziatario si attenga alle condizioni del presente contratto di licenza, disporrà dei seguenti diritti per ogni licenza acquistata.

Qualora il licenziatario si attenga alle condizioni del presente contratto di licenza, disporrà dei seguenti diritti per ogni licenza acquistata. CONTRATTO DI LICENZA PER IL SOFTWARE MICROSOFT WINDOWS VISTA HOME BASIC WINDOWS VISTA HOME PREMIUM WINDOWS VISTA ULTIMATE Le presenti condizioni di licenza costituiscono il contratto tra Microsoft Corporation

Dettagli

Livello di applicazione. Reti di Calcolatori. Corso di Laurea in Ingegneria Informatica. Livello di applicazione DNS A.A.

Livello di applicazione. Reti di Calcolatori. Corso di Laurea in Ingegneria Informatica. Livello di applicazione DNS A.A. Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Reti di Calcolatori Livello di applicazione DNS A.A. 2013/2014 1 Livello di applicazione Web e HTTP FTP Posta elettronica SMTP, POP3, IMAP DNS Applicazioni P2P

Dettagli

Disaster Recovery, niente di più semplice. Gestione e monitoraggio dell infrastruttura per la Business-Critical Continuity TM

Disaster Recovery, niente di più semplice. Gestione e monitoraggio dell infrastruttura per la Business-Critical Continuity TM Gestione e monitoraggio dell infrastruttura per la Business-Critical Continuity TM ARGOMENTI TRATTATI Il livello elevato Il disastro più diffuso e più probabile L'esempio da 10 miliardi di dollari per

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 DATI ANAGRAFICI Cavarretta Giuseppe Alfredo Nato a CROTONE (KR) il 16/02/1954 Residente a 87036 RENDE (CS) Via R.

Dettagli

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP BOOTP e DHCP a.a. 2002/03 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/~auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea e Diploma in Informatica 1 Inizializzazione degli Host Un

Dettagli