La rete per l INFN: oggi e domani per LHC

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La rete per l INFN: oggi e domani per LHC"

Transcript

1 La rete per l INFN: oggi e domani per LHC Riunione sul Calcolo INFN CSN1 Perugia, 1112 Novembre 2002

2 il GARR e la Rete GARR GARR e il nome dell associazione tra Universita ed enti di ricerca governativi promossa da CRUI, CNR, ENEA e INFN con la benedizione del MIUR. GARRe anche il nome assegnato alla Rete informatica dell Universita e della Ricerca Scientifica italiana. La Rete GARR interconnette tutte le Universita (Statali e non) e tutte le sedi degli enti di ricerca scientifica (CNR, ENEA, INFN, Osservatori, etc.), nonche istituzioni culturali o di ricerca a carattere accademico, scientifico e tecnologico per un totale di circa 300 siti. E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

3 La Storia della Rete GARR Armonizzazione e sinergia tra Universita e Enti di Ricerca : reti indipendenti di CNR, ENEA,INFN e Universita : rete GARR(1), prima rete unitaria di Universita e Ricerca : rete GARR2, evoluzione di GARR : rete GARRB (Broadband) : rete GARRG (Giganet) E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

4 La Storia della Rete GARR (1/5) : reti indipendenti di CNR, ENEA,INFN e Universita (consorzi CILEA,CINECA,CSATA, etc.) Banda passante di accesso e trasporto tra 9.6 e 64Kbps (ma inizialmente anche dial up a Bit/sec) collegamenti internazionali: CNR(Pisa)USA a 64Kbit/sec (SatNet, Maggio 86) INFNCNAF(Bologna)CERN(Ginevra) a 2Mbit/sec (Luglio 89) Accessi diretti e indiretti a EBONE e EARN Partecipazione a Iniziativa Europea COSINE (2.o PQ europeo) Protocolli proprietari, Bitnet, Decnet, TCP/IP e X25 Applicazioni di remote login, mail, file transfer/access gateway per l interconnessione tra le reti E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

5 La Storia della Rete GARR (2/5) : rete GARR, prima rete unitaria di Universita e Ricerca infrastruttura su 7 PoP interconnessi a 2 Mbit/sec (AS137) MilanoCILEA, BolognaCINECA, BolognaCNAF, PisaCNUCE, FrascatiENEA, RomaINFN, BariCSATA collegamenti internazionali da INFNCNAF (Bologna): CERNGinevra (2Mbit/sec dal 27 Luglio 1989) ESNetPrinceton (64Kbit/sec) Reti Europee COSINE (64Kbps su X25) e Europanet (2Mbps su IP) accessi sedi universitarie e enti di ricerca fino a 2Mbit/sec Protocollo TCPIP e compatibilita Decnet e Bitnet Partecipazione ai progetti europei del 3.o Programma Quadro GARR fondatore e membro di Associazioni RARE, RIPE e ISOC. GARR membro di EARN cofinanziamento MURST di 5GL (CRCSMURST) Gestione amm.va Progetto: CILEA. Gestione GARRNOC: CINECA E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

6 La Storia della Rete GARR (3/5) : rete GARR2, evoluzione di GARR1 infrastruttura basata su 15 PoP (in sedi di universita, di consorzi o di enti di ricerca) interconnessi con circuiti di capacita compresa tra 2Mbps e 34Mbit/sec (15 AS) e capacita aggregata del backbone da 30Mbit/sec iniziali a 200Mbit/sec a finali collegamenti internazionali (AS137): ESNet(USA) a 1.5 Mbit/sec (fino a Marzo 2000) EuropaNet e CERN a 2Mbit/sec (fino a meta 97) TEN34 (ATM24Mbit/sec con Ginevra e ATM20Mbit/sec con Francoforte) a 34Mbit/sec (dalla meta del 97) protocolli TCPIP e compatibilita con Decnet; gw con Bitnet accessi a velocita tra 64Kbit/sec e 34Mbit/sec in CDN,F/R e ATM Partecipazione a Progetti R&D su ATM nel 4.o PQ europeo GARR fondatore e membro dell associazione TERENA (fusione di RARE e di EARN) e della Societa DANTE (1995) rete autofinanziata da CNR, ENEA, INFN, Universita e Consorzi Gestione amm.va Progetto coordinata da OTSGARR Gestione GARRNOC: INFNCNAF E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

7 La Storia della Rete GARR (4/5) : rete GARRB (Broadband) Convenzione Quadro MURSTINFN per realizzazione e gestione Progetto GARRB (promotori: CRUI, CNR, ENEA, INFN) autofinanziamento per sedi in aree fuori obiettivo cofinanziamento MURST (ex488) per le sedi in aree di obiettivo Rete Nazionale (progetto iniziale) 16 punti di presenza (PoP) per l accesso delle sedi degli enti backbone su 4 nodi di trasporto, (capacita aggregata di ~2.5Gbps) ATM (VC e VPN) e IPv4 circa 200 circuiti di accesso ai PoP in F/R o CDN fino a 155Mbit/sec (per un aggregato di ~1.8Gbit/sec) (al Marzo 2002) commodity nazionale a Roma (NAMEX) e Milano (MIX) [350Mbps] Collegamenti con le Reti della Ricerca internazionali TEN34 (fino a Febbraio 99) a 34Mbit/sec TEN155 (Feb.99Nov.2001) a 200Mbit/sec GEANT (dal Dicembre 2001) a 2.5Gbit/sec Global Internet (da 20Mbit/sec [Giu. 97] a 2.5Gbit/sec [Mar. 02]) E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

8 La Rete del Progetto GARRB Fase2 (1999) 4 nodi di Backbone su dorsale ridondata a 155M 16 PoP di accesso collegati a 34M 155M con il Backbone Capacita Aggregata del Backbone: circa 2.5Gbps (al Marzo 2002) Siti GARR connessi ai PoP con velocita tra 2M e 155Mbps Peering di commodity e di ricerca internazionale a 155 Mbps vedi: C.Vistoli, Progetto tecnico GARRB, CRCS97/2 E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

9 Gestione Progetto GARRB ( ) MIUR (DURST) Nomina Convenzione Quadro INFN Nomina CRCS (MIUR) OTSGARR (MIUR) Direzione Progetto GARRB (INFNGARR) E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

10 Gestione Progetto GARRB Alla Direzione INFNGARR sono demandate la realizzazione e la gestione del Progetto GARRB. La Direzione INFNGARR, secondo quanto previsto dal Progetto GARRB e in accordo con le decisioni discusse in GARROTS ed approvate dalla CRCS, cura: la pianificazione, l evoluzione, il coordinamento tecnico e il funzionamento della rete (gruppo GARRTEC, in accordo con gli APM (Access Port Manager) dei siti connessi alla rete il coordinamento della sperimentazione di nuove tecnologie della rete GARR e la partecipazione nei comitati e nei progetti internazionali la gestione amministrativa e scientifica Servizi di network del GARR sono: GARRNOC (call centre, GARRLIR (assegnazione indirizzi e reti IP, GARRNIC (domini di II livello SOLO per GARR, GARRCERT (CSIRT, security, [INFN Firenze] GARRMCAST (multicast, WebCache, FTPMirror [CILEA] Usenet News [SerRA, Universita di Pisa] E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

11 APA, APM e AUP del GARR Le AUP (Acceptable Use Policies) sono le norme di comportamento per gli utenti della rete GARR (http://www.garr.it/docs/garrbaup.shtml) Sono armonizzate con quelle delle Reti della Ricerca dei paesi europei Tra l altro, vietano espressamente il transito di traffico commerciale sulla Rete. L APA (Access Port Administrator) di una sede GARR e il responsabile amministrativo dell accesso alla Rete. E il delegato del Rettore dell Universita o del Direttore del Laboratorio di Ricerca per gli aspetti amministrativi e strategici Fa riferimento alle AUP e le fa rispettare Interagisce con la Direzione GARRB per questioni amministrative Interagisce con la sua Comunita di Riferimento (CRUI, CNR, etc.) L APM (Access Port Manager) e il responsabile tecnico dell accesso di una sede GARR alla Rete. E nominato dall APA e le sue prerogative sono descritte in Interagisce con i gruppi di Network Services (NOC, CERT, etc. ) del GARR E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

12 Lo stato dell arte del Progetto di Rete GARRB (Fase 4, Novembre 2002)

13 Infrastruttura di Rete Nazionale (GARRB Fase4, Novembre 2002) 7 Nodi di Backbone : MIG, BOG, RMG, MI, BO, RM, NA 3 Circuiti di Backbone a 155Mbps: RMNA, NAMI, MIBO 3 Circuiti di Backbone a 2.5Gbps: triangolo MIG,BOG,RMG 5 Circuiti Inter BB : MIG a 2.5G, BOG a 2*155M, RMG a 2*155M Capacita Aggregata del Backbone: circa 11Gbps 22 PoP: 2*MI, TO(155M), GE(2*34M), PD(155M), TS(2*34M), 2*BO, FI (155M), PI(155M), PD (155M) 2*RM, Frascati (155M), CA(2*34M), AQ (2*34M), PG(34M), NA, PA(34M), CT(2*34M), BA(2*34M), CS(34M) 30 Router e 17 Switch ATM di Backbone Accessi Utente: circa 300 siti con circuiti tra 2Mbps e 1Gbps Peering di Commodity: E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

14 GARRB Fase 4 (Novembre 2002) Backbone 3*155Mbps (RMNAMIBO) 3*2.5Gbps (MIBORMMI) 1*2.5Gbps+4*155M inter BB 22 PoP di accesso dei siti GARR Accessi: ~300 Peering di Ricerca (su MilanoG) (produzione) (sperimentazione) Peering di Commodity Nazionali: Roma Milano Peering di commodity internazionali: (31/03/02) (15/05/02) ) [backup su GEANT] E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

15 Evoluzione del Backbone di Rete Nazionale : rete GARR 12Mbit/sec :reteGARR Mbit/sec :reteGARRB 2.510Gbit/sec : rete GARRG... Fattore di crescita backbone rete GARR: >50 in 4 anni E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

16 Connettivita Internazionale Peering Ricerca Europea (GEANT) [Chiusura accesso a 200Mbps a TEN155 il 30 novembre 2001] Accesso a 2.5Gbps per produzione (IPv4, IPPremium, IPLBE, Multicast) Accesso a 2.5Gbps per sperimentazione (QoS,VC,VPN,etc.) Peering Ricerca Intercontinentale 3*2.5Gbit/sec tra GEANT e NordAmerica (Abilene,Esnet, Canarie, ) 155M tra GEANT e Giappone, 2Mbps con SudCorea, 155M con Russia Transito attraverso Abilene per tutte le altre reti della Ricerca mondiali. Peering Commodity Internazionale (Global Internet) [Chiusura circuito diretto MINY a 622 Mbps il Marzo 2002]) Circuito Global Crossing da Milano (2.5Gbps ridondati dal 14/3/02) Circuito Telia da Roma (622Mbps dal 30/5/02). Peering 6Net Accesso a 2*155M (IPv6 nativo) E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

17 Peering nazionali (Giugno 2002) NAP Milano (MIX) 155Mbps ATM attraverso MIX: Infostrada, Inet, etc. 94 peering con ISP privati NAP Roma (NAMEX) 200Mbps attraverso NAMEX: Interbusiness, Wind, etc. 89 peering con ISP privati E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

18 Evoluzione dei Peering di Commodity internazionale Accesso al Global Internet da GARRB Giugno 1997: 20Mbps Milano (TEN34) Agosto 1999: 45Mbps Napoli NY Giugno 2000: 155Mbps Napoli NY Settembre 2000: 622Mbps Milano NY MarMag 2002: 2.5Gbps Milano (GX), 622Mbps Roma (Telia) Fattore di crescita peering GARR: >100 in 5 anni E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

19 Accessi a GARRB Fase 4 (Novembre 2002) Circa 300 siti di istituzioni accademiche e di ricerca 75 Universita (statali e non statali) 56 siticnr 9 siti ENEA 37 sitiinfn 7 sitiasi 12 siti INAF (Osservatori Astronomici) 2 sitiinfm 8 siti INGV 12 Biblioteche (Centrali e Nazionali) e ICCU 41 siti di altre istituzioni di ricerca 3 Consorzi di Supercomputing (CILEA,CINECA,CASPUR) sede MIUR di P.le Kennedy (a 34Mbit/sec) sede MIUR di V.le Trastevere (a 8Mbit/sec) E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

20 Capacita aggregata di Accesso [BGA] di tutti i siti GARR(Giugno 2002) 2,000,000 BGA fuori obiettivo BGA in obiettivo BGA Totale 1,800,000 1,600,000 1,400,000 Total access capacity Kbps 1,200,000 1,000, , ,000 Highly developed areas 400, ,000 0 Less developed areas Oct98 Apr99 Oct99 Apr00 Oct00 Apr01 Oct01 Apr02 E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

21 800,000 Capacita aggregata di accesso (BGA) delle sedi INFN 700, , ,000 Kbps 400, , , ,000 0 Oct98 Apr99 Oct99 Apr00 Oct00 Apr01 Oct01 Apr02 Oct02 E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

22 Accessi Sedi INFN alla rete GARR (1/3) SEDE Aree in obiettivo Circuito Attuale BGA Attuale Data Attivazione Circuito Previsto BGA Prevista Data Attivazione Prevista Note INFN Bari UBA 34M /09/ MATM /12/2001 LS1010 INFN Cagliari 2*2M /10/ MATM /01/2002 INFN Catania 2*2M /10/ MATM /12/2001 Cavi persi?? INFN Cosenza 2MF/R /11/1999 Trasloco a PoPCS INFN L'Aquila 2*2M /06/2001 INFN Lecce 2MF/R /10/1999 ULE 34M /12/2001 INFN LNGS 34MATM /03/2001 INFN LNS 2*2M /11/ MATM /12/2001 router INFN INFN GCMessina 2MF/R /12/1999 CAR con UME? INFN Napoli UNA 34M /12/1999 UNA 155M /11/2001 Problema UniNA? INFN Pisa S.Piero 34MATM /11/2001 Trasloco? INFN Pisa Virgo 3*2M /11/2001 6*2M /12/ MATM giu INFN GCSalerno 2MF/R /11/1999 CAR con USA? INFN Trieste 34MATM /09/ MATM /12/2001 CAR? E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

23 Accessi Sedi INFN alla rete GARR (2/3) SEDE Aree in obiettivo Circuito Attuale BGA Attuale Data Attivazione Circuito Previsto BGA Prevista Data Attivazione Prevista Note INFN AC Frascati LNF 155M via LNF 27/01/2000 INFN Bologna CNAF 34M /09/ MATM /12/ /12? INFN CNAF Bologna IBO 34M /11/ MATM /12/ /12? INFN Ferrara 2*2M /10/2001 INFN FirenzeArcetri 2M /08/2000 INFN FirenzeSesto 2M /08/ MATM /01/2002 INFN Genova 2*2M /10/ MATM /12/2001 Cavi persi? INFN LNF 155MATM /01/2000 Fibra locale INFN LNL 34MATM /12/2001 INFN Milano UMI 155M /07/2001 INFN Milano Bicocca 34MATM /09/2000 INFN Padova 34MATM /03/ MATM /12/2001 INFN GCParma 2MF/R /11/1999 INFN Pavia 2*2M /04/ MATM /12/2001 Trasloco switch E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

24 Accessi Sedi INFN alla rete GARR (3/3) SEDE Aree in obiettivo Circuito Attuale BGA Attuale Data Attivazione Circuito Previsto BGA Prevista Data Attivazione Prevista Note INFN Perugia 2MF/R /11/ MATM /12/2001 Guasto sw. RM INFN Presidenza IRM1 155M via Roma1 03/11/1999 INFN Roma1 2*155MATM /09/2001 INFN Roma2 2*2M /12/2001 INFN Roma3 2M /10/1999 INFN GCSanita' IRM1 155M via Roma1 03/11/1999 INFN Torino 34MATM /08/ MATM /12/2001 INFN GCTrento 2MF/R /11/1999 CAR con UTN? INFN GCUdine 2MF/R /11/1999 CAR con UUD? E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

25 Weathermap di GARRB E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

26 Andamento delle Tariffe (ascissa in Mbit/sec, ordinata in MLit/anno) E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

27 La partecipazione del GARR ai Progetti di Ricerca e Sviluppo Internazionali

28 Partecipazioni Internazionali TERENA (TFNGN, Serenate, CSIRT, ) IETF (Messaging, IPv6, Optical, ) RIPE (Registry, Routing, IPv6, DNS, ) INTERNET2 (Multicast, videoconferenza, ) Collaborazioni trasversali con altri Progetti Europei E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

29 Partecipazione GARR ai Programmi (in corso) della Commissione Europea Nome Progetto Inizio Durata Costo GARR Contributo CE CAESAR Fase 1 e 2 (ALIS 01/04/ mesi 80% GEANT rete europea della Ricerca (ISTRN1) 01/11/ mesi 13.2 ML 48% 6NET (IPv6 Backbone) 01/01/ mesi % EUMEDCONNECT Fase 1 e 2 (EUMEDIS) 01/01/ (47) mesi 80% ecsirt (security) 01/04/ % E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

30 Progetto Europeo GEANT GEANT e un Progetto approvato nell ambito del 5.PQ della Unione Europea per l interconnessione delle Reti della Ricerca Europee e tra queste e le reti della ricerca: del Nordamerica del Sudamerica del bacino del Mediterraneo dei Paesi Asiatici sul Pacifico in futuro, forse, dei Paesi sull Oceano Indiano e dell Africa Questo Progetto, successore di TEN34 e TEN155 (Trans European Network) del 4.o PQ e di EuropaNet del 3.o PQ, ha una durata di 48 mesi ( ), un costo stimato di circa 170Meuro e un cofinanziamento europeo di 80Meuro. Al Progetto GEANT partecipano 32 reti della ricerca europee, tra cui il GARR per l Italia Lo sviluppo del Progetto e regolato dal Consorzio (virtuale) delle Reti della Ricerca Europee E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

31 EUMEDISEUMedConnect EUMEDISe un Programma della Unione Europea per lo sviluppo della Societa dell Informazione a beneficio di 12 paesi del Mediterraneo. Il Programma prevede la cooperazione tra i paesi dell unione europea e i paesi del mediterraneo su diversi temi. Esso e suddiviso in: Strand 1: 35 Meuro per applicazioni (16 Progetti approvati) Strand 2: 10 Meuro per infrastruttura di rete (fino a Giugno 2006) 1. Per lo Strand 2 e stato accettato e approvato un solo progetto, cioe EUMEDCONNECT, per la Interconnessione tra GEANT e le Reti della Ricerca di: Marocco, Algeria, Tunisia, Egitto, Palestina, Giordania, Siria, Libano, Turchia (cofinanziati da EUMEDIS) Malta, Cipro, Israele (cofinanziati dal 5.o e 6.o PQIST) 2. Al Progetto EUMEDCONNECT partecipano anche le reti della ricerca di Spagna, Francia, Italia (GARR) e Grecia (coordinatore DANTE) E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

32 ALISCAESAR ALIS e un Programma della Unione Europea per lo sviluppo della Societa dell Informazione a beneficio di tutti i paesi dell America Latina. Il Programma prevede la cooperazione tra i paesi dell unione europea e i paesi del Centro e Sudamerica su diversi temi. 1. L Unione Europea ha affidato al Consorzio delle Reti della Ricerca Europee il progetto, denominato CAESAR, per la Interconnessione tra la Rete della Ricerca Europea GEANT e le Reti della Ricerca di tutti i paesi dell America Latina Al Progetto CAESAR partecipano, in rappresentanza delle Reti della Ricerca Europee, le organizzazioni per le reti della ricerca di Spagna, Francia, Italia (GARR) e Portogallo (coordinatore DANTE) E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

33 Progetto Europeo 6NET 6NET e un Progetto approvato nell ambito del 5.PQIST della Commissione Europea (durata 24 mesi da Gen.2002 a Dic.2003) Ha per scopo il test a livello internazionale di un infrastruttura nativa di rete basata su protocollo IPv6 e di applicazioni native IPv6. Il Progetto 6NET, cui partecipano reti della ricerca europee, tra cui il GARR, e in stretta collaborazione con il Progetto analogo EURO6IX, cui partecipano principalmente operatori di tlc. Partecipanti italiani (GARR): CNR, INFN, 10 Universita e CASPUR Contatto per il GARR: E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

34 The Network Provided by 6NET partners Circuit dedicated initially 155Mbit/s Dedicated circuit added for redundancy (optional) Tunneled solution for cost reasons AsiaPacific North America UK FR NL DE SE CH IT AT GR E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

35 POLITECNICO DI TORINO The PoP TORINO POLITECNICO DI MILANO (s.j.) Network in Italy UNIVERSITA DI MILANO 6NET BACKBONE MILANO GARR 6NETGW CNR / IAT UNIVERSITA DI PISA PoP PISA PoP ROMA PoP BOLOGNA UNIVERSITA DI FERRARA UNIVERSITA DI FIRENZE GARR INFN/CNAF UNIVERSITA DI ROMA3 CASPUR UNIVERSITA DI BOLOGNA UNIVERSITA DI NAPOLI UNIVERSITA DI BARI E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

36 ecsirt:sicurezza della Rete Sistemi di calcolo sicuri e protetti (esigenza primaria per le griglie computazionali) CERT e CSIRT nelle reti della Ricerca per la gestione di interventi immediati legati alla sicurezza della rete Protezione proattiva da violazione dei sistemi, in coordinamento con gli APM nazionali e internazionali delle Reti Certification Authority: coordinamento internazionale certificati X.509 Autenticazione, Autorizzazione, Accounting Partecipanti: DE, IT, FR, UK, DK, NO, CH, PL, SI, ES, NL Progetto Europeo, 24 mesi (Aprile 2002 Marzo 2004) Contatto per il GARR: E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

37 SErvice QUality over Interconnected Domains (SEQUIN) Studio, Progettazione e Realizzazione di QoS a livello IP in GEANT e nelle Reti della Ricerca Europee Coordinamento con Task Force TFTANT e TFNGN Tra l altro: definizione Servizio Premium IP end to end su scala europea [gia reso operativo su GEANT] Progetto Europeo, 18 mesi (Nov Apr. 2002) [concluso] Partecipanti: Switch, DFN, Renater, GARR, UKERNA, Pol34, Grnet Contatto per il GARR: E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

38 Il GARR e le Reti della Ricerca internazionali

39 La rete della ricerca Europea TEN155 ( ) Progetto e Rete TEN155 (evoluzione della rete TEN34) Cofinanziamento CE (4 th FP) per 80M su un costo di ~170M Durata 36 mesi (1/12/98 30/11/01) Partecipanti: 20 NREN europee Rete operativa dall 1 Dic Peculiarita di TEN155: Backbone a Mbit/sec Accesso iniziale fino a 155M Gbit/sec Peering con tutte le reti della ricerca Supporto VC, VPN Accesso GARRB 200Mbit/sec su 2x155Mbps ATM: 155Mbit/sec produzione 45Mbit/sec sperimentazione E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

40 La Rete della Ricerca Europea GÉANT ( ) Progetto e Rete GÉANT (evoluzione della rete TEN155) Cofinanziamento CE (5 th FPISTRN1) per 80M su un costo di ~170M Durata 48 mesi (1/12/00 30/11/04) Partecipanti: 32 NREN europee Rete operativa dall 1 Dic Peculiarita di GÉANT: Backbone a 10Gbit/sec Accesso iniziale fino a 2.5 Gbit/sec Uso di circuiti su lambda Peering con tutte le reti della ricerca Supporto per QoS, VPN, MCAST Accesso GARR a 2.5Gbit/sec per produzione e 2.5Gbit/sec per sperimentazione E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

41 L evoluzione delle Reti della Ricerca Europee PanEuropean Research Networks: Caratteristiche Accesso GARR GÉANT countries Gbps Backbone IPv4 [v6] 2.5[+2.5]Gbps TEN countries Mbps Backbone IP, ATM 200Mbps TEN countries 34 Mbps Backbone IP, ATM 34Mbps EuropaNET countries 2 Mbps Backbone IP, CDN 2Mbps COSINE countries 64 Kbps Backbone IP, X25 64Kbps TEN34 network emerged from the TEN34 project in The accompanying Advanced ATM Testing programme was carried out by Task Force TEN (TFTEN). The QUANTUM project produced the TEN155 network in 1998; its accompanying testing programme is called QUANTUM Testing Programme (QTP), carried out by Task Force TANT (TFTANT, Testing of Advanced Networking Technologies). In the case of GÉANT, the project and network will carry the same name. The Managed Bandwidth Service and the testing programme will be continued as part of GÉANT, the latter by TFNGN (Task Force New Generation Networks) and by other projects like SEQUIN. Fattore di crescita peering GARR: >100 in 5 anni E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

42 La rete a supporto delle Computing Grid Problemi particolarmente complessi oggi richiedono sofisticate infrastrutture di calcolo (software e hardware) Ad esempio: per i futuri esperimenti di Fisica delle Alte Energie la potenza di calcolo necessaria non sara piu confinabile in un singolo sito potenza di calcolo (KSI PIII 800MHz!!! ) PetaByte di dati I modelli di calcolo distribuito oggi esistenti non sono sufficenti a risolvere il problema: clusters! fabrics produzioni/analisi locali! produzioni/analisi distribuite collaborazioni internazionali sempre piu grandi Grid E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

43 Che cos e la Grid Technology? L obiettivo principale dei progetti di Grid e lo sviluppo di un insieme coerente di risorse di calcolo ( Grid ), distribuite su scala geografica. La Grid dovra garantire la gestione di datasets di differenti Virtual Organizations (fino alla scala del PetaByte ) utilizzando computing power e storage distribuiti. Una Griglia Computazionale dovra fornire una interfaccia uniforme ai suoi utilizzatori (ed alle sue risorse), distribuendo un servizio affidabile e accessibile da qualsiasi luogo Paradigma delle Grid: analogia con le griglieelettriche (si inserisce un dispositivo nella presa nel muro e si opera senza preoccuparsi delle centrali elettriche di produzione, della rete di distribuzione, del trasporto su cavi ad alta tensione, etc.); si usa qualsiasi risorsa di calcolo e di storage disponibile sulla rete, similmente a quanto si fa col WWW. E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

44 LHC Data Grid Hierarchy (by H.Newman at HEPCCC 18nov2002) ~PByte/sec CERN/Outside Resource Ratio ~1:2 Tier0/(Σ Tier1)/(Σ Tier2) ~1:1:1 Experiment Tier1 IN2P3 Center ~2.5 Gbits/sec Online System RAL Center Tier 0 +1 ~ MBytes/sec INFN Center CERN 700k SI95 ~1 PB Disk; Tape Robot FNAL: 200k SI95; 600 TB Tier3 ~2.5 Gbps Tier2 2.5 Gbps Tier2 Center Tier2 Center Tier2 Center Tier2 Center Tier2 Center Physics data cache Institute Institute ~0.25TIPS Institute Mbits/sec Tier 4 Institute Tens of Petabytes by An Exabyte within ~5 Years later. Workstations E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

45 E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

46 GÉANT E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

47 ICFA SCIC: R&E Backbone and International Link Progress (by H.Newman, 18nov2002) [1/2] GEANT PanEuropean Backbone (http://www.dante.net/geant) Now interconnects >31 countries; many trunks 2.5 and 10 Gbps OK UK: SuperJANET Core at 10 Gbps 2.5 Gbps NYLondon, with 622 Mbps to ESnet and Abilene (???) France (IN2P3): 2.5 Gbps RENATER backbone by midoctober LyonCERN Link being Upgraded to 1 Gbps Ethernet OK Proposal for dark fiber to CERN by end 2003! SuperSINET (Japan): 10 Gbps IP and 10 Gbps Wavelength Core Tokyo to NY Links: Now 2 X 2.5 Gbps; Need to get to Starlight CA*net4 (Canada): Interconnect customerowned dark fiber nets across Canada at 10 Gbps, started July 2002 LambdaGrids by ~20045 GWIN (Germany): 2.5 Gbps Core; Connect to US at 2 X 2.5 Gbps; (???) Support for SILK Project: Satellite links to FSU Republics Russia: Now 155 Mbps links to Moscow MoscowStarlight Link to 155 Mbps (US NSF + Russia Support) MoscowStockholm Link; connect to GEANT at 155 Mbps E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

48 E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

49 E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

50 E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

51 E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

52 E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

53 Canet*3 network map E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

54 E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

55 Accesso GARR a GEANT PoP GEANT Ginevra 10 Gbit/sec [GEANT Backbone] PoP GEANT Milano 10 Gbit/sec PoP GEANT Francoforte 2.5 Gbit/sec (fibra locale) 2.5 Gbit/sec (fibra locale) PoP GARR Milano (produzione) GE (1Gbit/sec) PoP GARR Milano (sperimentazione) E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

56 Accesso GARR a GEANT PoP GEANT Ginevra 10 Gbit/sec [GEANT Backbone] PoP GEANT Milano 10 Gbit/sec PoP GEANT Francoforte 2.5 Gbit/sec (fibra locale) 2.5 Gbit/sec (fibra locale) PoP GARR Milano (produzione) GE (1Gbit/sec) PoP GARR Milano (sperimentazione) E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

57 E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

58 Accesso CERN a GEANT PoP GEANT Parigi 10 Gbit/sec [GEANT Backbone] PoP GEANT Ginevra 10 Gbit/sec PoP GEANT Milano 2.5 Gbit/sec (fibra locale) 2.5 Gbit/sec (fibra locale) PoP SWITCH Ginevra (produzione) GE (1Gbit/sec) CERN (sperimentazione) E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

59 La evoluzione del GARR e della sua Rete

60 La Storia della Rete GARR (5/5) : reti indipendenti di CNR, ENEA,INFN e Universita : rete GARR, prima rete unitaria di Universita e Ricerca : rete GARR2, evoluzione di GARR : rete GARRB (Broadband) : rete GARRG (Giganet) E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

61 Evoluzione delle tecnologie trasmissive Dal rame alla fibra, moltiplicazione delle fibre Fibra multimodale e fibra monomodale (G65x) Dai circuiti su fibra ai circuiti su lambda Evoluzione tecnologica: piu lambda per fibra + maggiore velocita per lambda ==> ==> maggiore capacita per fibra. Illuminate solo il 56% delle fibre installate IRU: Indefeasible Right of Use Effetto sul prezzo delle killer technology Nuovo tipo di fibre ===> nuove tecnologie trasmissive Coesistenza di piu operatori: competizione e accordi di interoperabilita E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

62 Flexible OADM Band 1 B S M Band 4 Band 2 Band 3 Ch 8 A/D 8 B S M Ch 1 A/D 1 Localinterface Passive Low Cost OAD M Format and Bit Rate Transparent 8Ch.OAD M Modularity up to 32 Capacity E.Valente, La rete per l INFN: oggi e domani per LHC, CSN1Perugia 11/12 nov

Evoluzione del GARR e della Rete GARR

Evoluzione del GARR e della Rete GARR Evoluzione del GARR e della Rete GARR E. Valente IV Incontro di GARR-B Bologna, 26 Giugno 2002 La Storia della Rete GARR (5/5) 1973-1990: reti indipendenti di CNR, ENEA,INFN e Universita. 1990-1994: rete

Dettagli

Progetti di ricerca e servizi avanzati sulla rete GARR

Progetti di ricerca e servizi avanzati sulla rete GARR Progetti di ricerca e servizi avanzati sulla rete GARR M.Campanella Mauro.Campanella@garr.it Workshop sulle problematiche di calcolo e reti nell'infn 6-9 Maggio 2002 La Biodola - Isola d'elba Indice Overprovisioning

Dettagli

Infrastruttura di Rete GARR-G

Infrastruttura di Rete GARR-G Claudia Battista - Consortium GARR Infrastruttura di Rete GARR-G V Incontro del GARR GARR-G: istruzioni tecniche per l'uso Roma 24-26 Novembre 2003 Indice I principi ispiratori di GARR-Giganet Piano di

Dettagli

GARR e IPv6. Gabriella Paolini GARR. gabriella.paolini@garr.it

GARR e IPv6. Gabriella Paolini GARR. gabriella.paolini@garr.it GARR e IPv6 Gabriella Paolini GARR gabriella.paolini@garr.it Cos e il GARR La Rete GARR (il cui acronimo significa "Gestione Ampliamento Rete Ricerca") è composta da tutte le Entità che rappresentano la

Dettagli

Il GARR : comunità e Infrastruttura. Enzo Valente GARR

Il GARR : comunità e Infrastruttura. Enzo Valente GARR Il GARR : comunità e Infrastruttura Enzo Valente GARR Come nasce il GARR L acronimo GARR deriva da Gruppo per l Armonizzazione delle Reti della Ricerca Questo Gruppo si è autocostituito nel 1987 per rappresentare

Dettagli

Giuseppe Attardi. OTS GARR e SerRA, Università di Pisa

Giuseppe Attardi. OTS GARR e SerRA, Università di Pisa Giuseppe Attardi OTS GARR e SerRA, Università di Pisa Internet costruita da comunità internazionale di ricerca insieme di reti independenti collegate tra loro scambiandosi traffico tramite accordi reciproci

Dettagli

Conferenza GARR 2005 Pisa, 10-13 13 maggio 2005. Enzo Valente GARR GARR: il Consortium e la Rete

Conferenza GARR 2005 Pisa, 10-13 13 maggio 2005. Enzo Valente GARR GARR: il Consortium e la Rete Conferenza GARR 2005 Pisa, 10-13 13 maggio 2005 Enzo Valente GARR GARR: il Consortium e la Rete il Consortium GARR! L acronimo GARR deriva da Gruppo per l Armonizzazione delle Reti della Ricerca, che si

Dettagli

La rete, gli utenti al tempo di GARR-Giganet

La rete, gli utenti al tempo di GARR-Giganet La rete, gli utenti al tempo di GARR-Giganet Com è cambiata la rete e come sono cambiati gli utenti Massimo Carboni - GARR The GARR Network La rete GARR collega 500 sedi utente Università (Pubbliche and

Dettagli

GARR-x: la rete di prossima generazione

GARR-x: la rete di prossima generazione GARR-x: la rete di prossima generazione Riunione CCR-INFN - Roma, 3 ottobre 2006 Claudia Battista - Massimo Carboni Claudia.Battista@garr.it - Massimo.Carboni@garr.it 1 GARR-x: quali sono gli obiettivi?

Dettagli

GARR-X: Stato del Progetto. Massimo Carboni, INFN CCR 1/3/2010

GARR-X: Stato del Progetto. Massimo Carboni, INFN CCR 1/3/2010 GARR-X: Stato del Progetto Massimo Carboni, INFN CCR 1/3/010 Infrastruttura Trasmissiva GARR-X Fase0 Fibra + DWDM GARR Circa 4000 km di fibra Trasmissione con lambda 10G Richiesta di supporto del futuro

Dettagli

La Rete GARR. Chi siamo e cosa facciamo per la comunità dei Beni Culturali

La Rete GARR. Chi siamo e cosa facciamo per la comunità dei Beni Culturali La Rete GARR Chi siamo e cosa facciamo per la comunità dei Beni Culturali Chi siamo: GARR Da 20 anni il GARR: Progetta e gestisce la rete telematica nazionale dell'università e della Ricerca Gestisce l'interconnessione

Dettagli

Il Progetto Europeo. Un testbed per IPv6 nativo. Gabriella Paolini. gabriella.paolini@garr.it. 25/06/2002 - Bologna - IV incontro di GARR-B

Il Progetto Europeo. Un testbed per IPv6 nativo. Gabriella Paolini. gabriella.paolini@garr.it. 25/06/2002 - Bologna - IV incontro di GARR-B Il Progetto Europeo Un testbed per IPv6 nativo Gabriella Paolini gabriella.paolini@garr.it 25/06/2002 - Bologna - IV incontro di GARR-B Perchè un progetto su IPv6? La possibilita' di poter utilizzare un

Dettagli

Sommario RTRT. il TIX. RTRT e TIX. cos è, la storia, l infrastruttura primaria. l RTRT estesa prodotti e servizi collegamenti verso l esterno

Sommario RTRT. il TIX. RTRT e TIX. cos è, la storia, l infrastruttura primaria. l RTRT estesa prodotti e servizi collegamenti verso l esterno RTRT e TIX: infrastrutture per la società dell informazione GARR_WS7 17 novembre 2006 Direzione Generale O.S.I. Settore I.R.T.I.C. 1/24 Sommario RTRT cos è, la storia, l infrastruttura primaria il TIX

Dettagli

Aspetti critici rete LAN e WAN per i Tier-2. R.Gomezel

Aspetti critici rete LAN e WAN per i Tier-2. R.Gomezel Aspetti critici rete LAN e WAN per i Tier-2 R.Gomezel Modello rete FARM SAN Rack_farm Rack_farm NAS STK Tape Library Caratteristiche collegamenti Usare switch a 48 porte per ogni rack + numero uplink Porte

Dettagli

MOICANE. Multiple Organisation Interconnection for Collaborative Advaced Network Experiments. MOICANE: il progetto europeo di laboratorio virtuale

MOICANE. Multiple Organisation Interconnection for Collaborative Advaced Network Experiments. MOICANE: il progetto europeo di laboratorio virtuale IST 2000 25137 MOICANE Multiple Organisation Interconnection for Collaborative Advaced Network Experiments MOICANE: il progetto europeo di laboratorio virtuale IV incontro di GARR-B 25/06/2002 Sommario

Dettagli

COMITATO TECNICO OPERATORI VSIX

COMITATO TECNICO OPERATORI VSIX COMITATO TECNICO OPERATORI VSIX 15 Marzo 2012 Valter Fraccaro Direttore 1 Che cos è Il Centro di Calcolo d Ateneo Centro di Servizi Interdipartimentali Servizi per Didattica, Ricerca, Amministrazione Progetta

Dettagli

Inaf e Reti per la Ricerca

Inaf e Reti per la Ricerca Inaf e Reti per la Ricerca Nuova rete Garr-X (Convegno Aprile 2008 ) E-Vlbi e collegamento Radiotelescopi Lepida e Man Bologna Collegamento delle strutture Inaf Rete di Area Pop in Area??? Rete locale

Dettagli

Servizi End-To-End VPN

Servizi End-To-End VPN Servizi End-To-End VPN Marco Marletta Consortium GARR marco.marletta@garr.it Laura Leone Consortium GARR laura.leone@garr.it 2 AGENDA Qualità del servizio E2E Review dei servizi E2E MPLS Modelli di VPN

Dettagli

BGP e routing interdominio

BGP e routing interdominio BGP e routing interdominio Presentazione di scenari d uso reali di BGP per mettere a fuoco concetti teorici Saverio Proto GARR NOC Corso Reti di Trasporto, Tor Vergata, 03/02/12 Goal Presentarvi la rete

Dettagli

Il progetto METRO-CORE Stefano Giordano Gruppo di Ricerca Reti di Telecomunicazioni Dipartimento di Ingegneria della Informazione Università di Pisa

Il progetto METRO-CORE Stefano Giordano Gruppo di Ricerca Reti di Telecomunicazioni Dipartimento di Ingegneria della Informazione Università di Pisa Il progetto METRO-CORE Stefano Giordano Gruppo di Ricerca Reti di Telecomunicazioni Dipartimento di Ingegneria della Informazione Università di Pisa 27 Marzo 2001 Auditorium Centro Studi Cassa di Risparmio

Dettagli

Il progetto ha lo scopo di mettere a disposizione di tutte le Università e degli Enti di ricerca italiani una rete basata su una infrastruttura

Il progetto ha lo scopo di mettere a disposizione di tutte le Università e degli Enti di ricerca italiani una rete basata su una infrastruttura Il progetto ha lo scopo di mettere a disposizione di tutte le Università e degli Enti di ricerca italiani una rete basata su una infrastruttura nazionale ed internazionale a larga banda per la trasmissione

Dettagli

Le Reti Private. Cristina Vistoli INFN-CNAF. 25 giugno 2002 C.Vistoli Incontri GARR-B

Le Reti Private. Cristina Vistoli INFN-CNAF. 25 giugno 2002 C.Vistoli Incontri GARR-B Le eti Private Cristina Vistoli INFN-CNAF contenuto introduzione reti tradizionali e reti ottiche MPLS/Virtual outer VPN L2 VPN L3 ATM e Managed Bandwitdth GA-B basato su PVC ATM Prestazioni predefinite

Dettagli

Tiscali HDSL FULL. Offerta commerciale

Tiscali HDSL FULL. Offerta commerciale Tiscali HDSL FULL Offerta commerciale 09123 Cagliari pagina - 1 di 1- INDICE 1 LA RETE DI TISCALI S.P.A... 3 2 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO TISCALI HDSL... 4 2.1 I VANTAGGI... 4 2.2 CARATTERISTICHE STANDARD

Dettagli

Massimo Valiante GARR-X Progress Infrastruttura di rete per le Scuole

Massimo Valiante <Massimo.Valiante@garr.it> GARR-X Progress Infrastruttura di rete per le Scuole Massimo Valiante GARR-X Progress Infrastruttura di rete per le Scuole CNR - Area di Ricerca di Palermo, 02-Aprile-2014 GARR-X Progress - Scuole Proge&o GARR- X Progress finanziato

Dettagli

La RAN dell'insubria

La RAN dell'insubria La RAN dell Insubria Regional Area Network Marta Ferrari Matteo Valsasna (*) Università degli Studi dell Insubria Progetto SRI - Sviluppo Rete Informatica Tel. 031.238.9750 - Fax 031.238.9759 (*) anche

Dettagli

Reti di calcolatori: Introduzione

Reti di calcolatori: Introduzione Reti di calcolatori: Introduzione Vittorio Maniezzo Università di Bologna Reti di computer e Internet Rete: sistema di collegamento di più computer mediante una singola tecnologia di trasmissione Internet:

Dettagli

Internet. Evoluzione della rete Come configurare una connessione. Internet: Storia e leggenda

Internet. Evoluzione della rete Come configurare una connessione. Internet: Storia e leggenda Internet Evoluzione della rete Come configurare una connessione Internet: Storia e leggenda La leggenda Un progetto finanziato dal Ministero della Difesa USA con lo scopo di realizzare una rete in grado

Dettagli

Tempi e Modi di GARR-X

Tempi e Modi di GARR-X Tempi e Modi di GARR-X Claudia Battista claudia.battista@garr.it 1 Il Progetto GARR-X Raccolta dei requisiti degli utenti della rete In collaborazione con Universita, CNR, ENEA, INFN e con ASI, INAF, INGV,

Dettagli

Capitolo 1 - parte 2. Corso Reti ed Applicazioni Mauro Campanella

Capitolo 1 - parte 2. Corso Reti ed Applicazioni Mauro Campanella Capitolo 1 - parte 2 Corso Reti ed Applicazioni Mauro Campanella Modello a strati 5 4 applicazione trasporto Il modello che useremo prevede 5 strati che svolgono servizi per gli altri strati attraverso

Dettagli

Reti di elaboratori. Reti di elaboratori. Reti di elaboratori INFORMATICA PER LE DISCIPLINE UMANISTICHE 2 (13042)

Reti di elaboratori. Reti di elaboratori. Reti di elaboratori INFORMATICA PER LE DISCIPLINE UMANISTICHE 2 (13042) Reti di elaboratori Rete di calcolatori: insieme di dispositivi interconnessi Modello distribuito INFORMATICA PER LE DISCIPLINE UMANISTICHE 2 (13042) Funzioni delle reti: comunicazione condivisione di

Dettagli

offerti da Internet Calendario incontri

offerti da Internet Calendario incontri Introduzione ai principali servizi Come funziona Internet (9/6/ 97 - ore 16-19) offerti da Internet Calendario incontri Navigazione e motori di ricerca (11/6/ 97 - ore 16-19) Comunicazione con gli altri

Dettagli

AREA SCIENCE PARK. I servizi ICT

AREA SCIENCE PARK. I servizi ICT I servizi ICT AREA Science Park mette a disposizione dei suoi insediati una rete telematica veloce e affidabile che connette tra loro e a Internet tutti gli edifici e i campus di Padriciano, Basovizza

Dettagli

Internet. Evoluzione della rete Come configurare una connessione. Internet: Storia e leggenda

Internet. Evoluzione della rete Come configurare una connessione. Internet: Storia e leggenda Internet Evoluzione della rete Come configurare una connessione Internet: Storia e leggenda La leggenda Un progetto finanziato dal Ministero della Difesa USA con lo scopo di realizzare una rete in grado

Dettagli

Infrastrutture proprietarie in fibra, modalità di gestione

Infrastrutture proprietarie in fibra, modalità di gestione Infrastrutture proprietarie in fibra, modalità di gestione V Workshop GARR Roma 24-26, Novembre 2003 Massimo.Carboni@garr garr.it Premessa Criteri generali L infrastruttura di rete GARR è costruita a partire

Dettagli

VueTel Italia. The new global voice and data carrier

VueTel Italia. The new global voice and data carrier VueTel Italia. The new global voice and data carrier Africa and Mediterranean area are now more connected to the rest of the world SERVIZI DI TELECOMUNICAZIONE WHOLESALE voce dati internet A wholesale

Dettagli

La Rete di Lepida@Unife: Infrastruttura, Traffico, Risparmi

La Rete di Lepida@Unife: Infrastruttura, Traffico, Risparmi : Infrastruttura, Traffico, Risparmi Prof. Gianluca Mazzini Prof. Cesare Stefanelli Dipartimento di Ingegneria {gianluca.mazzini, cesare.stefanelli}@unife.it 22 Gennaio 2007 VISIONE Valorizzazione delle

Dettagli

Reti di Trasporto. Integrazioni al Blocco 3 AA2007/08. Aggiungere le slide seguenti dopo la slide 70

Reti di Trasporto. Integrazioni al Blocco 3 AA2007/08. Aggiungere le slide seguenti dopo la slide 70 Reti di Trasporto Integrazioni al Blocco 3 AA2007/08 1 Aggiungere le slide seguenti dopo la slide 70 2 Reti dati per le aziende 2) 10.0.2.x 3) 10.0.3.x 4) 10.0.4.x 1) 10.0.1.x 5) 10.0.5.x 8) 10.0.8.x 6)

Dettagli

Connettività a banda larga per le scuole torinesi

Connettività a banda larga per le scuole torinesi Connettività a banda larga per le scuole torinesi Il Progetto Scuola 2.0 Marcello Maggiora Politecnico di Torino Calogero Martorana CSI Piemonte Sandro Pera CSP Innovazione nelle ICT Roberto Recchia CSP

Dettagli

Le nuove tecnologie dell'informazione a supporto del cambiamento del sistema dell'istruzione e della ricerca

Le nuove tecnologie dell'informazione a supporto del cambiamento del sistema dell'istruzione e della ricerca Le nuove tecnologie dell'informazione a supporto del cambiamento del sistema dell'istruzione e della ricerca Alessandro Musumeci Direttore Generale dei Sistemi Informativi Milano, 15 marzo 2006 Tre linee

Dettagli

Lo scenario: la definizione di Internet

Lo scenario: la definizione di Internet 1 Lo scenario: la definizione di Internet INTERNET E UN INSIEME DI RETI DI COMPUTER INTERCONNESSE TRA LORO SIA FISICAMENTE (LINEE DI COMUNICAZIONE) SIA LOGICAMENTE (PROTOCOLLI DI COMUNICAZIONE SPECIALIZZATI)

Dettagli

VSIX Centro Servizi Informatici di Ateneo CONVEGNO ANNUALE VSIX. 16 Aprile 2014

VSIX Centro Servizi Informatici di Ateneo CONVEGNO ANNUALE VSIX. 16 Aprile 2014 CONVEGNO ANNUALE VSIX 16 Aprile 2014 VALTER FRACCARO Direttore Prof. GIANFRANCO BILARDI Prorettore all Informatica Prof. STEFANO MERIGLIANO Vicepresidente CINECA VALTER FRACCARO Direttore L Università

Dettagli

GARR. Gruppo per l Armonizzazione delle Reti della Ricerca. Dr Stelluccio Fiumara

GARR. Gruppo per l Armonizzazione delle Reti della Ricerca. Dr Stelluccio Fiumara GARR Gruppo per l Armonizzazione delle Reti della Ricerca Dr Stelluccio Fiumara GARR È la rete telematica nazionale italiana a banda ultra larga dedicata al mondo dell Università e della Ricerca. 2/37

Dettagli

Infracom: l operatore di rete indipendente

Infracom: l operatore di rete indipendente Infracom: l operatore di rete indipendente Il servizio INnanzitutto (dallo scavo al bit) : realizzazione e gestione di una Rete Nazionale Broadband per il GARR L esperienza Infracom Italia. Francesco Bandinelli

Dettagli

SERVIZIO DI QoS SULLA RETE GARR: PREMIUM IP

SERVIZIO DI QoS SULLA RETE GARR: PREMIUM IP SERVIZIO DI QoS SULLA RETE GARR: PREMIUM IP Alessandro Pancaldi e Fabrizio Ferri Consortium GARR 7 Workshop GARR Roma, 17 novembre 2006 La Quality of Service (QoS) in breve La QoS è un insieme di meccanismi

Dettagli

Protocolli stratificati (Intro III Parte)

Protocolli stratificati (Intro III Parte) Protocolli stratificati (Intro III Parte) Le reti sono complesse! olte parti : host router Link su mezzi diversi protocol hardware, software Domanda: Che speranza abbiamo di organizzare la struttura della

Dettagli

Specifica del Servizio InterConnessione di QXN

Specifica del Servizio InterConnessione di QXN di QXN Tipo Documento: Specifica Scopo del Documento: Il presente documento si prefigge di descrivere la soluzione della QXN relativa al Servizio di Connettività, sulla base degli elementi in ingresso

Dettagli

Sviluppo della rete informatica INAF 2008-2010

Sviluppo della rete informatica INAF 2008-2010 Sviluppo della rete informatica INAF 2008-2010 Mauro Nanni (IRA) - Responsabile Reti - Sistemi Informativi INAF Documento aggiornato al Gennaio 2008 La rete informatica dell'ente è l'infrastruttura che

Dettagli

Progettazione Reti IP. Corso Progetto di Impianti

Progettazione Reti IP. Corso Progetto di Impianti Progettazione Reti IP Corso Rete Pubblica IP Driver della progettazione della rete pubblica IP Piano di sviluppo elaborato sulla base dei programmi commerciali definiti dalle forze di Vendita; Stato di

Dettagli

Introduzione a Internet

Introduzione a Internet Contenuti Architettura di Internet Principi di interconnessione e trasmissione World Wide Web Posta elettronica Motori di ricerca Tecnologie delle reti di calcolatori Servizi Internet (come funzionano

Dettagli

Reti di computer. Agostino Lorenzi - Reti di computer - 2008

Reti di computer. Agostino Lorenzi - Reti di computer - 2008 Reti di computer Telematica : termine che evidenzia l integrazione tra tecnologie informatiche e tecnologie delle comunicazioni. Rete (network) : insieme di sistemi per l elaborazione delle informazioni

Dettagli

Reti di Calcolatori. Lezione 2

Reti di Calcolatori. Lezione 2 Reti di Calcolatori Lezione 2 Una definizione di Rete Una moderna rete di calcolatori può essere definita come: UN INSIEME INTERCONNESSO DI CALCOLATORI AUTONOMI Tipi di Rete Le reti vengono classificate

Dettagli

LA RETE DATI DELLA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI 1996-2005. GRUPPO RETI DELLA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI Pisa GARR 05

LA RETE DATI DELLA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI 1996-2005. GRUPPO RETI DELLA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI Pisa GARR 05 LA RETE DATI DELLA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI 1996-2005 GRUPPO RETI DELLA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI Pisa GARR 05 Nel 2006 l Università d Bari si estendeva su 4 principali macroaree denominate

Dettagli

b.dataline INTERCONNETTI LE SEDI DELLA TUA AZIENDA

b.dataline INTERCONNETTI LE SEDI DELLA TUA AZIENDA b.dataline INTERCONNETTI LE SEDI DELLA TUA AZIENDA DESCRIZIONE DEL SERVIZIO CARATTERISTICHE TECNICHE 2015 PAGINA 2 DI 10 DATA PRIVATE NETWORK INTRODUZIONE GENERALE Brennercom Data Private Network costituisce

Dettagli

AGENZIA NAZIONALE VALUTAZIONE SISTEMA UNIVERSITARIO Progetto Esecutivo

AGENZIA NAZIONALE VALUTAZIONE SISTEMA UNIVERSITARIO Progetto Esecutivo REDATTO: (Autore) VERIFICATO/ APPROVATO: B-PS/C.CSD B-PS/C.CSD Giovanni D Alicandro Alessandra De Pace (Proprietario) LISTA DI DISTRIBUZIONE: DESCRIZIONE ALLEGATI: Amministrazione richiedente, Consip Nell

Dettagli

Multicast Tutorial Il multicast nella rete dell'universita e della Ricerca: la conoscenza da uno a molti

Multicast Tutorial Il multicast nella rete dell'universita e della Ricerca: la conoscenza da uno a molti Multicast Tutorial Il multicast nella rete dell'universita e della Ricerca: la conoscenza da uno a molti Marco Marletta GARR-B NOC marco.marletta@garr.it 2 AGENDA Introduzione al Multicast Requisiti e

Dettagli

I primi passi di Internet in Italia

I primi passi di Internet in Italia I primi passi di Internet in Italia Consiglio Nazionale delle Ricerche Istituto di Informatica e Telematica Via Giuseppe Moruzzi 1 - Pisa marco.sommani@iit.cnr.it Gli anni 70: l era dei teorici Abbondano

Dettagli

Esempi di Router commerciali. Panoramica sull offerta commerciale di apparati Cisco

Esempi di Router commerciali. Panoramica sull offerta commerciale di apparati Cisco Esempi di Router commerciali Panoramica sull offerta commerciale di apparati Cisco Famiglia High-end Famiglie 12000: router di backbone 7600 / 7300: router mid-range (enterprise) 10000 / 10700: router

Dettagli

Progetto SRI: Sviluppo della Rete sul Territorio

Progetto SRI: Sviluppo della Rete sul Territorio Progetto SRI: Sviluppo della Rete sul Territorio Seminario informativo 19 aprile 2007 Dott.ssa Marta Ferrari Università dell Insubria Responsabile del progetto SRI 1 Agenda Genesi del progetto Finalità

Dettagli

Università di Genova Facoltà di Ingegneria

Università di Genova Facoltà di Ingegneria Università di Genova Facoltà di Ingegneria Telematica 2 1. Servizi Multimediali e Qualità del Servizio (QdS) su IP. VPN in ambienti MPLS Prof. Raffaele Bolla Background MPLS permette l inoltro dei pacchetti

Dettagli

Lightnet, la MAN di Trieste. Marco Marletta - GARR

Lightnet, la MAN di Trieste. Marco Marletta - GARR Lightnet, la MAN di Trieste - GARR LightNet, la genesi Trieste, la città con il più alto rapporto ricercatori/cittadini in Italia decine di sedi di enti di ricerca ed accademici presenti sul territorio

Dettagli

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE Prof. PIER LUCA MONTESSORO Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Udine 1999 Pier Luca Montessoro (si veda la nota a pagina 2) 1 Nota di Copyright

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN ESPERTO DI NETWORKING E RETI IP MULTISERVIZIO

MASTER DI II LIVELLO IN ESPERTO DI NETWORKING E RETI IP MULTISERVIZIO Ordine degli Studi a.a. 20/202 MASTER DI II LIVELLO IN ESPERTO DI NETWORKING E RETI IP MULTISERVIZIO L Università degli Studi dell Aquila, in collaborazione con Reiss Romoli, propone la riedizione del

Dettagli

Perché le reti di calcolatori. Terminologia e classificazione delle reti. Reti aziendali Reti domestiche Reti Mobili

Perché le reti di calcolatori. Terminologia e classificazione delle reti. Reti aziendali Reti domestiche Reti Mobili Perché le reti di calcolatori Reti aziendali Reti domestiche Reti Mobili Terminologia e classificazione delle reti Tecnologia di trasmissione Scala della rete 2 Diffusione della tecnologia digitale Distribuzione,

Dettagli

Il CRS4 e le connessioni ad alta velocità per la ricerca. Lidia Leoni Direttore Infrastrutture e Servizi di Calcolo e Reti CRS4

Il CRS4 e le connessioni ad alta velocità per la ricerca. Lidia Leoni Direttore Infrastrutture e Servizi di Calcolo e Reti CRS4 Il CRS4 e le connessioni ad alta velocità per la ricerca Lidia Leoni Direttore Infrastrutture e Servizi di Calcolo e Reti CRS4 Il CRS4, fondato dal Prof. Rubbia e dal Prof. Zanella nel 1990, fa parte del

Dettagli

Livelli di un protocollo

Livelli di un protocollo Livelli di un protocollo Le reti di telecomunicazione sono complesse! molte componenti: o host o router o canali di comunicazione (diversi mezzi trasmissivi) o applicazioni o protocolli o hardware, software

Dettagli

Master di II livello. Networking e Reti IP multiservizio. Coordinatore del Master Prof. Fabio Graziosi fabio.graziosi@univaq.it

Master di II livello. Networking e Reti IP multiservizio. Coordinatore del Master Prof. Fabio Graziosi fabio.graziosi@univaq.it Master di II livello Networking e Reti IP multiservizio Coordinatore del Master Prof. Fabio Graziosi fabio.graziosi@univaq.it Master Networking e Reti IP multiservizio L Università degli Studi dell Aquila,

Dettagli

Il Sistema Pubblico di Connettività e la Rete Internazionale

Il Sistema Pubblico di Connettività e la Rete Internazionale Il Sistema Pubblico di Connettività e la Rete Internazionale FORUM Roma, 10 maggio 2004 A cura del Dott. Francesco Pirro Area Infrastrutture Nazionali Condivise Ufficio servizi di connettività ed interoperabilità

Dettagli

Un caso di successo: TIM

Un caso di successo: TIM Un caso di successo: TIM Flavio Lucariello Servizi Informatici/Architettura TIM Coordinatore Progettazione Reti Aziendali Presenza TIM nel Mondo Case Study Iniziativa TIM Italia per la creazione di un

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14. Pietro Frasca. Parte II Lezione 1

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14. Pietro Frasca. Parte II Lezione 1 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14 Pietro Frasca Parte II Lezione 1 Martedì 4-03-2014 1 TESTO DI RIFERIMENTO RETI DI CALCOLATORI

Dettagli

Cosa bolle nella pentola di GARR-CERT

Cosa bolle nella pentola di GARR-CERT Cosa bolle nella pentola di GARR-CERT Roberto Cecchini coordinatore di GARR-CERT IV Incontro di GARR-B Bologna, 25 Giugno 2002 GARR-CERT Lo CSIRT della rete GARR: in attività dal Giugno 1999; opera in

Dettagli

Principio di Peter (1969)

Principio di Peter (1969) 26/05/2006 La rete della Ricerca come creatore di infrastruttura al Sud Il Caso Basilicata Principio di Peter (1969) Il Principio dice che in un organizzazione meritocratica ognuno viene promosso fino

Dettagli

Connettività Domenica 19 Dicembre 2010 17:32 - Ultimo aggiornamento Lunedì 24 Novembre 2014 19:34

Connettività Domenica 19 Dicembre 2010 17:32 - Ultimo aggiornamento Lunedì 24 Novembre 2014 19:34 La Suite di servizi Origine.net può essere erogata su reti di telecomunicazioni in tecnolgia Wired e/o Wireless. In base alle esigenze del cliente ed alla disponibilità di risorse tecnologiche, Origine.net

Dettagli

5. Internetworking L2/L3

5. Internetworking L2/L3 Università di Genova Facoltà di Ingegneria Reti di Telecomunicazioni e Telemedicina 1 5. Internetworking L2/L3 Prof. Raffaele Bolla dist! Sia l esistenza (almeno nella fase iniziale) di tecnologie diverse,

Dettagli

La virtualizzazione dell infrastruttura di rete

La virtualizzazione dell infrastruttura di rete La virtualizzazione dell infrastruttura di rete La rete: la visione tradizionale La rete è un componente passivo del processo che trasporta i dati meglio che può L attenzione è sulla disponibilità di banda

Dettagli

Fondamenti di Informatica

Fondamenti di Informatica Dalle reti a e Cazzaniga Paolo Dip. di Scienze Umane e Sociali paolo.cazzaniga@unibg.it Dalle reti a Outline 1 Dalle reti a Dalle reti a Le reti Quando possiamo parlare di rete di calcolatori? Quando abbiamo

Dettagli

Reti informatiche 08/03/2005

Reti informatiche 08/03/2005 Reti informatiche LAN, WAN Le reti per la trasmissione dei dati RETI LOCALI LAN - LOCAL AREA NETWORK RETI GEOGRAFICHE WAN - WIDE AREA NETWORK MAN (Metropolitan Area Network) Le reti per la trasmissione

Dettagli

La classificazione delle reti

La classificazione delle reti La classificazione delle reti Introduzione Con il termine rete si intende un sistema che permette la condivisione di informazioni e risorse (sia hardware che software) tra diversi calcolatori. Il sistema

Dettagli

Maurizio Binacchi MIUR. Maurizio.binacchi@istruzione.it

Maurizio Binacchi MIUR. Maurizio.binacchi@istruzione.it Maurizio Binacchi MIUR Maurizio.binacchi@istruzione.it IMPARIAMO: 10% di quello che leggiamo 20% di quello che ascoltiamo 30% di quello che vediamo 50% di quello che vediamo e sentiamo 70% di quello che

Dettagli

Introduzione. Sommario: Obiettivo:

Introduzione. Sommario: Obiettivo: Introduzione Obiettivo: Introduzione alle reti di telecomunicazioni approccio: descrittivo uso di Internet come esempio Sommario: Introduzione Cos è Internet Cos è un protocollo? network edge network core

Dettagli

Informatica per la Storia dell Arte. Anno Accademico 2014/2015. Docente: ing. Salvatore Sorce. Reti di calcolatori

Informatica per la Storia dell Arte. Anno Accademico 2014/2015. Docente: ing. Salvatore Sorce. Reti di calcolatori Università degli Studi di Palermo Dipartimento di Ingegneria Informatica Informatica per la Storia dell Arte Anno Accademico 2014/2015 Docente: ing. Salvatore Sorce Reti di calcolatori Sull uso dell e-mail

Dettagli

Il Consorzio NAMEX Bilancio 2014 e progetti 2015. Maurizio Goretti, Direttore Generale NaMeX

Il Consorzio NAMEX Bilancio 2014 e progetti 2015. Maurizio Goretti, Direttore Generale NaMeX Il Consorzio NAMEX Bilancio 2014 e progetti 2015 Maurizio Goretti, Direttore Generale NaMeX NaMeX oggi Gestire una infrastruttura di interconnessione per ISP con sede a Roma Creare opportunità per gli

Dettagli

Reti di calcolatori e Internet

Reti di calcolatori e Internet Università degli Studi di Palermo Dipartimento di Ingegneria Informatica Informatica ed Elementi di Statistica 3 c.f.u. Anno Accademico 2010/2011 Docente: ing. Salvatore Sorce Reti di calcolatori e Internet

Dettagli

Titolo progetto: ConsoliData. Ambito di intervento: ICT e dispositivi sensoriali. Struttura di riferimento : Coordinatore di progetto: INFN

Titolo progetto: ConsoliData. Ambito di intervento: ICT e dispositivi sensoriali. Struttura di riferimento : Coordinatore di progetto: INFN Titolo progetto: ConsoliData Ambito di intervento: ICT e dispositivi sensoriali Struttura di riferimento : Coordinatore di progetto: INFN Altri EPR coinvolti: - Altri organismi e soggetti coinvolti: Descrizione

Dettagli

Reti di Calcolatori GRIGLIE COMPUTAZIONALI

Reti di Calcolatori GRIGLIE COMPUTAZIONALI D. Talia RETI DI CALCOLATORI - UNICAL 10-1 Reti di Calcolatori GRIGLIE COMPUTAZIONALI D. Talia RETI DI CALCOLATORI - UNICAL 10-2 Griglie Computazionali Cosa è il Grid Computing? Architettura Ambienti Globus

Dettagli

GRIGLIE COMPUTAZIONALI

GRIGLIE COMPUTAZIONALI Reti di Calcolatori GRIGLIE COMPUTAZIONALI D. Talia RETI DI CALCOLATORI - UNICAL 10-1 Griglie Computazionali Cosa è il Grid Computing? Architettura Ambienti Globus D. Talia RETI DI CALCOLATORI - UNICAL

Dettagli

Reti: cenni storici. Who s who

Reti: cenni storici. Who s who 1967: DoD ARPAnet 1970: ALOHAnet Reti: cenni storici 1975: TCP/IP model per internetwork 1976: Ethernet 198: TCP/UDP/IP standard per ARPAnet 1987: la rete cresce DNS 1989-1991: web guiding principles:

Dettagli

Il modello telehouse di Infracom come gateway per lo sviluppo del territorio

Il modello telehouse di Infracom come gateway per lo sviluppo del territorio Il modello telehouse di Infracom come gateway per lo sviluppo del territorio Cristiano Zanforlin Direttore Commerciale Area Carrier Padova, 16 aprile 2014 Agenda 3 6 CORPORATE Chi siamo Asset Offerta 8

Dettagli

Introduzione. Corso Reti ed Applicazioni Mauro Campanella Como 2003

Introduzione. Corso Reti ed Applicazioni Mauro Campanella Como 2003 Introduzione Corso Reti ed Applicazioni Mauro Campanella Como 2003 Scopo del corso Introduzione concreta alle reti di trasmissione dati nei loro principi di progettazione e funzionamento. Al termine dei

Dettagli

INTRODUZIONE A RETI E PROTOCOLLI

INTRODUZIONE A RETI E PROTOCOLLI PARTE 1 INTRODUZIONE A RETI E PROTOCOLLI Parte 1 Modulo 1: Introduzione alle reti Perché le reti tra computer? Collegamenti remoti a mainframe (< anni 70) Informatica distribuita vs informatica monolitica

Dettagli

Concetti di base delle tecnologie ICT

Concetti di base delle tecnologie ICT Concetti di base delle tecnologie ICT Parte 2 Reti Informatiche Servono a collegare in modo remoto, i terminali ai sistemi di elaborazione e alle banche dati Per dialogare fra loro (terminali e sistemi)

Dettagli

Laboratorio di Informatica Corso di laurea in Lingue e Studi interculturali. AA 2010-2011. Paola Zamperlin. Internet. Parte prima

Laboratorio di Informatica Corso di laurea in Lingue e Studi interculturali. AA 2010-2011. Paola Zamperlin. Internet. Parte prima Laboratorio di Informatica Corso di laurea in Lingue e Studi interculturali. AA 2010-2011 Paola Zamperlin Internet. Parte prima 1 Definizioni-1 Una rete di calcolatori è costituita da computer e altri

Dettagli

Introduzione alle reti di calcolatori

Introduzione alle reti di calcolatori Introduzione alle reti di calcolatori Definizioni base. Collegamenti diretti e indiretti Strategie di multiplazione Commutazione di circuito e di pacchetto Caratterizzazione delle reti in base alla dimensione

Dettagli

Internet: Come siamo arriva/ fin qui e come possiamo andare oltre. Antonio Capone. Antonio Capone: Internet del futuro

Internet: Come siamo arriva/ fin qui e come possiamo andare oltre. Antonio Capone. Antonio Capone: Internet del futuro Internet: Come siamo arriva/ fin qui e come possiamo andare oltre Antonio Capone Come tutto è cominciato 2 La nascita di Internet: anni 60 o 1961: Kleinrock dimostra l efficacia della commutazione di pacchetto

Dettagli

I progetti di ricerca del Dipartimento

I progetti di ricerca del Dipartimento Università di Pisa Dipartimento di Informatica I progetti di ricerca del Dipartimento Pisa, 12 13 giugno 2003 Progetti di ricerca Mix di progetti in essenziale alla luce dell evoluzione delle tecnologie

Dettagli

Via Delle Scienze, 206 33100 Udine (lavorativo) +39 0432 558908 (lavorativo) claudio.castellano@uniud.it

Via Delle Scienze, 206 33100 Udine (lavorativo) +39 0432 558908 (lavorativo) claudio.castellano@uniud.it + Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Cognome(i/)/Nome(i) Indirizzo(i) Telefono(i) E-mail Cittadinanza Data di nascita e luogo di nascita Sesso Via Delle Scienze, 206 33100 Udine (lavorativo)

Dettagli

VPN: connessioni sicure di LAN geograficamente distanti. IZ3MEZ Francesco Canova www.iz3mez.it francesco@iz3mez.it

VPN: connessioni sicure di LAN geograficamente distanti. IZ3MEZ Francesco Canova www.iz3mez.it francesco@iz3mez.it VPN: connessioni sicure di LAN geograficamente distanti IZ3MEZ Francesco Canova www.iz3mez.it francesco@iz3mez.it Virtual Private Network, cosa sono? Le Virtual Private Networks utilizzano una parte di

Dettagli

Servizi di trasporto a Livello 2 al MIX Allegato A - Specifiche tecniche ed organizzative

Servizi di trasporto a Livello 2 al MIX Allegato A - Specifiche tecniche ed organizzative Servizi di trasporto a Livello 2 al MIX Allegato A - Specifiche tecniche ed organizzative Pag. 1 di 12 CODICE DOCUMENTO : MIX-112 VERSIONE : 1.0 REPARTO : CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE STATO : DEFINITIVO

Dettagli

Reti di calcolatori e Internet

Reti di calcolatori e Internet Università degli Studi di Palermo Dipartimento di Ingegneria Informatica C.I. 1 Informatica ed Elementi di Statistica 2cfu c.f.u. Anno Accademico 2009/2010 Docente: ing. Salvatore Sorce Reti di calcolatori

Dettagli