SOMMARIO 5 Management

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SOMMARIO 5 Management"

Transcript

1 Editoriale SOMMARIO 5 Management 6 Primo piano 7 Besta news 8 Besta news Approfondimenti Volontariato e Associazioni Eventi e Corsi anno V numero 4 novembre - dicembre 2007 A.P. 70% - Milano Periodico di informazione e comunicazione della Fondazione IRCCS - Istituto Neurologico Carlo Besta EDITORIALE c è uno splendido racconto di una donna italiana, premio Nobel per la letteratura nel 1926, intitolato «Il Dono di Natale», che mi viene in mente perché benché passino gli anni ogni volta che il Natale si avvicina e lo rileggo, mi sembra sempre più attuale. E una storia semplice, che probabilmente Vi sarà capitato di leggere: parla di poveri pastori, con quello stile caro a Grazia Deledda. Nella sua limpidezza, però, fa riflettere su una dimensione della Festività più importante del nostro calendario, forse un po dimenticata: la generosità. Come accade al giovane protagonista della novella, anche a noi succede spesso di non riuscire a essere felici se anche le persone che abbiamo accanto non sono partecipi delle nostre gioie. Dalla tradizione religiosa, ma anche da quella popolare, il Natale è infatti profondamente connotato da questo sentimento, bello nella sua dimensione umana. E per queste ragioni che in occasione del Natale oramai alle porte, non voglio parlare di bilanci né di progetti per questi le occasioni non mancheranno ma solo esprimere, a nome della Fondazione che ho l onore di rappresentare, la più profonda gratitudine a tutti coloro che, a vario titolo e per le più svariate ragioni hanno donato, vogliono donare o doneranno qualcosa al Besta. E non parlo, ovviamente, solo di donazioni economiche, ma anche di tempo, di impegno, di professionalità, di volontà e dedizione. So bene che ai medici, agli infermieri e a tutti coloro che ogni giorno si adoperano per far funzionare il Besta al meglio, capita spessissimo di dover assolvere compiti e assumere responsabilità che vanno ben oltre quello che è l adempimento dei loro doveri. Bene: è anche a questi gesti di generosità quotidiana, fatti magari nei confronti di un collega o di un paziente, che mi riferisco e verso i quali voglio esprimere la gratitudine di cui parlavo innanzi, perché ritengo che abbiano un peso importante non solo nel contribuire a garantire l efficienza dell organizzazione, ma anche e soprattutto nel rendere il Besta più vicino ai reali bisogni dei pazienti, che poi è la nostra vera missione istituzionale. Come non ricordare poi il prezioso e costante contributo delle Associazioni che collaborano con noi e che, con la loro esistenza e con i loro gesti, ci insegnano che la generosità può essere addirittura un motivo di aggregazione. E con questi sentimenti che, unitamente a Giuseppe De Leo - Direttore Generale - Ferdinando Cornelio - Direttore Scientifico - Roberto Pinardi - Direttore Amministrativo e Marco Triulzi - Direttore Sanitario, auguriamo il più sereno Natale, guardando all anno nuovo con fiducia e ottimismo, certi che sapremo camminare uniti verso gli importanti obiettivi che ci attendono. Buon Natale Il Presidente Alessandro Moneta

2 MANAGEMENT Servizio Socio Sanitario Regionale: regole di gestione 2008 Giuseppe De Leo Direttore Generale Roberto Pinardi Direttore Amministrativo Con Deliberazione n. VIII/5743 del 31/10/2007, la Giunta Regionale della Regione Lombardia ha dettato le Regole di gestione del Servizio Socio Sanitario Regionale per il nuovo anno. Il documento approvato presenta una sostanziale continuità con quanto era stato previsto per l anno 2007 con particolare riferimento a: - attenzione ai bisogni assistenziali del territorio di riferimento - equilibrio domanda-offerta - definizione di Piani di Programmazione e coordinamento dei servizi sanitari e socio-sanitari - rispetto integrale degli adempimenti previsti dall Intesa Stato-Regioni del 2005 e dal Patto per la Salute del 2006 Per quanto riguarda più in particolare gli adempimenti posti a carico delle AA.OO. e delle Fondazioni IRCCS, gli stessi sono così focalizzati: - conferma del coinvolgimento del personale, nello specifico i medici e gli altri operatori sanitari, negli atti di programmazione aziendali attraverso una valorizzazione delle attività del Collegio di Direzione (in sintonia peraltro con la recente proposta di Legge presentata dal Ministro Turco). Viene tra l altro prevista l istituzione di un Comitato misto di Dirigenti sanitari ed amministrativi per un proficuo confronto sull andamento gestionale a supporto del Direttore Generale - conferma dell assoluta necessità di mantenere l equilibrio economico attraverso anche una ulteriore razionalizzazione dell uso delle risorse a disposizione e dei costi complessivi - approvazione del Bilancio di Previsione entro il 15 Dicembre sviluppo delle gare consorziate, coinvolgenti cioè più Enti sanitari, e monitoraggio del prezzo d acquisto dei diversi prodotti in correlazione con la Centrale d acquisto regionale Nel campo della farmaceutica viene previsto un aumento del 7% della spesa territoriale e del 10% per il c.d. File F sul 2007 (il trend di aumento 2006/2007 è stato del 16%); in tale contesto viene confermato che l utilizzo dei farmaci Off label deve attenersi scrupolosamente alle vigenti disposizioni legislative. Per le attività di ricovero l incremento tendenziale sarà del 2,2% sul valore negoziato per il 2007, con un ulteriore incremento per l extraproduzione riferita ai cittadini lombardi nella misura del 30%; l esatta valorizzazione delle risorse disponibili attraverso la relativa contrattazione con l ASL di riferimento avverrà entro il 31/03/2008. Le ASL potranno altresì proporre nuovi contratti per le strutture di NPI sulla base di specifiche valutazioni. Verrà potenziata l attività di controllo delle ASL (NOC) con particolare riferimento ai ricoveri e con l obbligo di estensione del campione esaminato a tutta la casistica, qualora siano rilevate codifiche non corrette. Anche per il 2008 il Progetto SISS ed il suo consolidamento rappresentano un obiettivo prioritario per tutte le Aziende Sanitarie unitamente alla semplificazione dei percorsi di accoglienza del paziente, con l eliminazione delle code agli sportelli. Infine in materia di Organizzazione e Personale accanto ad una riduzione del 30% per spese di consulenza, viene prevista una revisione dei modelli organizzativi sull inserimento lavorativo degli OSS (cosa che peraltro ha già trovato pratica attuazione al Besta), ed un turn over non superiore al 50% delle cessazioni 2007, fatte salve quelle derivanti: - dal rispetto del D.Lgs. n. 66/ dall applicazione degli Accordi sul precariato - per le attività di prevenzione e controllo. Stefano Di Donato lascia le funzioni dirigenziali Dal luglio scorso Stefano Di Donato ha lasciato, per raggiunti limiti di età, il duplice incarico di Direttore dell UO di Biochimica e Genetica del Sistema Nervoso e di Direttore del Dipartimento di Ricerca Sperimentale e Diagnostica. Il dott. Di Donato è stato una delle figure più eminenti dell Istituto non solo in Stefano Di Donato quanto ha ricoperto anche il ruolo di Direttore Scientifico dal 1995 al 2002 ma anche e soprattutto perché, con altre figure storiche, ha contribuito a coniugare in modo armonico e sistematico l attività clinica e la ricerca pre-clinica dando origine a nuovi laboratori e linee di ricerca che hanno determinato l attuale efficace struttura organizzativa del nostro Ente anche per ciò apprezzato in campo nazionale ed internazionale. La sua attività scientifica, principalmente focalizzata allo studio e alla terapia dei disordini biochimici e genetici, gli hanno meritato numerosi riconoscimenti internazionali tra cui il premio Milano Medicina (1984), AIRH (1989), L. Schaefer Award (1992). Membro di numerose società scientifiche è stato anche presidente della Società Italiana Studio Errori Congeniti del Metabolismo, della Fondazione Italiana per lo Studio delle Malattie Ereditarie, della Società Europea di Neurologia. Il suo alto profilo professionale non ha mai comunque condizionato il suo tratto rispettoso e garbato nei rapporti con i collaboratori. Gli è succeduto in qualità di Direttore del Dipartimento Roberto Spreafico, direttore dell UO di Epilettologia Clinica e Neurofisiologia Sperimentale. Gaetano Finocchiaro è incaricato di dirigere l U.O. di Biochimica e genetica del Sistema Nervoso.

3 Nuovo Besta. Presentato a Dirigenti e Sindacati il progetto Scelte condivise per un opera di rilevanza internazionale La trasparenza ed il coinvolgimento ad ogni livello di tutte le parti interessate al Progetto: scelte condivise che non cadono dall alto. E questo uno dei punti fermi che il presidente della Fondazione, Alessandro Moneta, ha fissato nel corso della presentazione a dirigenti e sindacati - dell accordo di programma della nuova sede dell Istituto. Il Besta, l Istituto dei tumori e l ospedale Sacco, formeranno infatti, ognuno con le proprie specificità, un nuovo polo sanitario d eccellenza. All incontro, tenutosi lo scorso 12 ottobre presso la biblioteca di via Celoria, Gerolamo Corno, dirigente della Struttura Edilizia Sanitaria della Regione Lombardia, ha illustrato le linee guida della nuova opera in progetto, i possibili sviluppi per la residenzialità e l edilizia pubblica, nonché gli sviluppi dei sistemi di mobilità per raggiungere la nuova sede. Il nuovo insediamento sanitario e di ricerca sarà l occasione per la riqualificazione di un area vasta della città. I primi passaggi dell accordo di programma, tra questi l approvazione da parte dei comuni di Milano e di Novate Milanese delle varianti urbanistiche, sono in atto. Seguiranno in tempi stretti la stesura e l approvazione del progetto e l appalto delle opere per far si che entro la fine del 2008 si possa dare avvio ai lavori. Un primo passo verso il trasloco nella nuova sede si avrà nei primi mesi del 2009 quando l ospedale Sacco metterà a disposizione del Besta un nuovo stabile di circa metri quadrati dove verranno riuniti i laboratori di ricerca, non strettamente interessati alla gestione clinica, oggi localizzati in via Celoria e alla Bicocca. Usare il proprio mezzo per recarsi al lavoro? Può essere comodo ma valutiamo anche i rischi che si corrono in caso di incidente Marco Losi Direttore U.O. Risorse Umane Marco Scarcella Borsista U.O. Risorse Umane L infortunio sul lavoro è l evento, avvenuto per causa violenta ed in occasione di lavoro da cui derivi la morte del lavoratore o una sua inabilità al lavoro permanente o temporanea. Rientra nell ambito dell infortunio sul lavoro anche il c.d. infortunio in itinere che ha sempre destato, proprio per le peculiarità che lo contraddistinguono, numerose incertezze interpretative sia in dottrina che in giurisprudenza determinando, di conseguenza, dubbi in ordine al suo riconoscimento da parte dell INAIL. Nel corso degli ultimi anni è stata, al riguardo, alimentata una notevole casistica giurisprudenziale e la questione è stata anche oggetto di uno specifico intervento normativo (art. 12 Dlgs 38/2000). Vediamo adesso insieme di cosa si tratta e le problematiche connesse. - L infortunio in itinere considera i danni subiti dal lavoratore durante il tragitto casa-lavoro/lavoro-casa e, qualora non sia presente un servizio di mensa aziendale, durante il normale percorso di andata e ritorno dal luogo di lavoro a quello di consumazione abituale dei pasti. - Per quanto concerne la riconoscibilità dell infortunio in itinere ai fini assicurativi, nessun problema sorge nel caso cui questo avvenga utilizzando un mezzo pubblico, al contrario nel caso in cui il lavoratore opti per l uso di un mezzo privato l infortunio potrà essere riconosciuto solo se l utilizzo del mezzo privato sia necessitato, (ad es. a causa dell inesistenza di mezzi pubblici che colleghino l abitazione del lavoratore al luogo di lavoro, ovvero in presenza di una notevole incongruenza degli orari dei servizi pubblici con quelli lavorativi), oppure quando il mezzo privato è stato utilizzato dal lavoratore a seguito di esplicita richiesta da parte del datore di lavoro per far fronte ad esigenze lavorative. Il riconoscimento dell infortunio in itinere è di estrema importanza in quanto in caso di suo diniego il lavoratore non matura il diritto ad ottenere l indennità sia in presenza di un invalidità temporanea che permanente e l assenza del lavoratore sul posto di lavoro conseguente all evento lesivo viene fatta rientrare nell ambito della semplice malattia con conseguente applicazione della relativa disciplina nei limiti temporali previsti dalla legge. PRIMO PIANO Un bozzetto della nuova sede

4 BESTA NEWS FLASH Malattie e Disabilità. L Istituto Besta collabora con la rete dell OMS per la ricerca delle classificazioni internazionali Nel corso della conferenza mondiale dell OMS, tenutasi a Trieste lo scorso mese di ottobre, alla presenza di delegati di novanta paesi e rappresentanti di numerosi centri di ricerca internazionali, l Italia è stata proclamata nuovo Centro collaboratore dell OMS per le classificazioni internazionali, quali la classificazione delle malattie (ICD) e la nuova classificazione della disabilità (ICF). Del nuovo Centro di collaborazione italiano è parte integrante il nostro Istituto che vede, in veste di coordinatrice, Matilde Leonardi assieme all Associazione la Nostra Famiglia di Conegliano e l Istituto Nazionale di Statistica. Un riconoscimento importante che dimostra l impegno del Besta nel fornire il supporto scientifico tramite lo sviluppo di una serie di informazioni dettagliate e aggiornate su patologie quali il Parkinson, l epilessia, l ictus, le cefalee e le patologie cerebro-vascolari in genere. Gli studi di classificazione vengono affidati dall OMS a centri di alta specializzazione e di Ricerca, i quali sviluppano modalità di diagnosi e di cura, che saranno poi applicabili da tutte le strutture sanitarie. FLASH RIDIAMOCI SU (Athos) Un parco giochi all aperto per i piccoli ricoverati Un piccolo, ma completo, parco giochi a disposizione dei piccoli pazienti dell Istituto Besta, dedicato ad Alice Pilotto, una bimba di 6 anni ricoverata nell Unità operativa di Neurologia per lo Sviluppo e deceduta nel Il nuovo parco giochi maggio del 2005, è stato inaugurato il 22 novembre alla presenza del papà, Andrea. Le due strutture, un gazebo coperto attrezzato con svariati giochi ed un castello con scivoli, sono frutto di una generosa donazione di Andrea Pilotto e di una raccolta di fondi che il papà di Alice ha effettuato presso la scuola di Mariano Comense, che la Il nuovo gazebo di pediatria piccola frequentava. Un concreto aiuto è stato dato anche dall azienda Wesco Italia realizzatrice della struttura. Il signor Pilotto, ha voluto infine ringraziare i presenti ed in particolare l attenzione che Daria Riva - Direttore U.O. Neuropsichiatria Infantile - e tutto il personale dell Unità Operativa hanno voluto prestare alla piccola Alice nel corso della lunga e travagliata degenza, oltre ad Alberto Maspero - Dirigente Medico di Presidio - per l impegno alla concreta realizzazione di questo progetto

5 Neurotube La Rivista on-line di Neuroscienze Manuela Bloise - Ufficio Formazione Nel mese di ottobre è stata siglata la convenzione tra la Fondazione e la società Avenue Media s.r.l. che sancisce la nascita di Neurotube, il portale on-line di Neuroscienze che ambisce al raggiungimento di due obiettivi: realizzare uno strumento di comunicazione e divulgazione a disposizione degli specialisti delle neuroscienze per la condivisione, lo scambio ed il confronto di esperienze professionali strettamente connesse all attività clinica e di ricerca e costituire una piattaforma digitale per l erogazione di FAD (Formazione A Distanza), accreditabile ai fini del riconoscimento di crediti formativi. Il portale è in continua evoluzione sia dal punto di vista della grafica che dei contenuti e vanta ad oggi i contributi di numerosi esperti in materia. Il Direttore è Angelo Sghirlanzoni ed Il controllo dei contenuti è effettuato a cura di un board scientifico con una periodicità costante. Per informazioni: La Mid Term Conference del progetto NEUROWEB Luigi Cavalli Sforza Professore emerito dell Università di Stanford in California (Usa) Il 18 ottobre, nell ambito dello SMAU 2007 presso la Fiera di Milano di Rho-Pero, si è tenuta la Mid Term Conference del progetto NEUROWEB, sostenuta dalla Commissione della UE, organizzata dalla Regione Lombardia, in collaborazione con i partner del progetto. Il progetto, finanziato dalla Comunità Europea nel 2006, porterà alla costruzione di uno strumento informatico per correlare dati clinici ad aspetti genetici, finalizzato alla terapia ed alla prevenzione per le malattie cerebrovascolari, per migliorare e personalizzare la cura dei pazienti. Ospite d onore il prof. Luigi Luca Cavalli-Sforza, genetista delle popolazioni di fama mondiale, che ha portato il suo contributo teorico ad un metodo innovativo per la valutazione statistica dei dati prodotti da NEUROWEB e che, una volta verificato, rappresenterà la via italiana alla genetica delle malattie cerebrovascolari. Un secondo aspetto, particolarmente importante, - precisa Eugenio Parati (responsabile U.F. Cerebrovascolare), nel corso del suo intervento - è stato l utilizzo delle bioimmagini quale strumento per definire gruppi omogenei di pazienti. Protagonista del consesso scientifico non è stato più l ictus cerebrale ma, per una volta, il singolo malato con la precisa stenosi, con il preciso infarto cerebrale. Benvenuta medicina individuale! Santa Messa Natale 2007 Giovedì 20 dicembre alle ore nella Cappella di Istituto si celebrerà, come ogni anno, la Santa Messa Natalizia presieduta da monsignor Piero Cresseri già cappellano rettore dell ospedale Policlinico e responsabile dal 1 dicembre 2006 del Servizio diocesano per la Pastorale della Sanità. Monsignor Cresseri ha sostituito nell incarico monsignor Italo Monticelli e, in occasione della celebrazione in Istituto, avrà modo di conoscere e visitare il Besta. Dopo la cerimonia seguirà un momento di festa organizzato dai volontari AVO, che offriranno un gradito rinfresco. Invitiamo tutti i dipendenti e i loro familiari, i pazienti e i parenti a partecipare numerosi a questo momento di preghiera e di fraternità. BESTA NEWS

6 APPROFONDIMENTI Come valutare la letteratura scientifica? Saba Motta Responsabile Biblioteca Scientifica Il giorno 20 novembre, presso la Biblioteca della Fondazione, si è svolta la presentazione di SCOPUS, il più grande database multidisciplinare al mondo di letteratura scientifica e fonti web di qualità, che permette di visualizzare abstracts e citazioni bibliografiche. Sono più di i titoli di oltre 4000 editori internazionali nel campo della medicina, chimica, fisica, matematica, scienze sociali, psicologia, biologia, agricoltura, economia. Nell ultimo anno la banca dati, che è accessibile da tutti i terminali dell Istituto (http://www.scopus.com), è stata arricchita di nuove funzionalità per supportare l analisi bibliometrica, disciplina che consente la misurazione e il confronto delle performance di un autore, di un gruppo di autori, di un dipartimento o la valutazione dei risultati della ricerca di un istituto, non attraverso l indice di impatto di una rivista (Impact Factor), utilizzato talvolta in modo improprio, ma per mezzo di un indicatore h-index o Hirsch index (*) che valuta gli articoli di un ricercatore sulla base delle citazioni ricevute. La Direzione Scientifica intende adottare, nel 2008 in modo sperimentale, questo nuovo indicatore che associa dati quantitativi e qualitativi, al fine di ottenere un analisi più oggettiva della produttività scientifica della nostra Fondazione. (*) Nature Aug 18;436(7053): Invito alla musica L apertura della stagione dell orchestra I Pomeriggi Musicali Con le note dell Ode a Napoleone di Arnold Schonberg è iniziato il concerto d apertura della 63 stagione sinfonica dell orchestra I pomeriggi musicali, diretta dal maestro Antonello Manacorda, tenutosi lo scorso 25 ottobre al teatro Dal Verme di Milano. Al concerto, organizzato nell ambito dei BestaIncontri promossi dalla Presidenza della L'orchesta I Pomeriggi Musicali Fondazione, hanno assistito 150 ospiti del Besta che hanno apprezzato l eccellente proposta musicale e la perfezione dell esecuzione. «Da parte mia ha sottolineato il Presidente Moneta tengo a rivolgere un sentito ringraziamento ai Pomeriggi Musicali e in particolare al Direttore artistico Carlo Peruchetti per la disponibilità e l efficienza dell organizzazione messa in campo». «Il grande successo dell iniziativa prosegue Moneta ci spinge a immaginare nuove occasioni di collaborazione». Il concerto è proseguito con due opere di Ludwig van Beethhoven: il concerto n.5 per pianoforte e orchestra op.73 e la sinfonia n.3 op.55 detta Eroica. L evento fa parte del programma di Bestafriends, la cabina di regia che promuove le attività culturali della Fondazione Besta, coinvolgendo il mondo delle associazioni, dell arte, della musica e dello sport. FLASH Il CdA della Fondazione visita a Pavia il cantiere del Cnao Martedì 20 novembre 2007, il Presidente e il Consiglio di amministrazione della Visuale grafica del nuovo centro di Adroterapia Fondazione Besta hanno visitato i cantieri per la realizzazione del Centro nazionale di adroterapia oncologia (Cnao). I lavori in fase avanzata nella zona ospedaliera di Pavia, fanno prevedere che la struttura potrebbe entrare in funzione alla fine del 2008.Il Centro è suddiviso in due parti: un edificio principale con l accoglienza dei pazienti, le zone di trattamento e uffici; una seconda zona che ospita invece l alta tecnologia integrata con strutture tecniche e funzionali all'avanguardia. Il Cnao sarà il primo centro ospedaliero di adroterapia in Italia e curerà i pazienti affetti da tumori solidi mediante l'uso di fasci di protoni e ioni carbonio: gli adroni, appunto, dai quali il nome di adroterapia. Contemporaneamente verrà effettuata la ricerca scientifica per individuare strumenti sempre più efficaci nella lotta contro il cancro. L adroterapia non sostituisce la radioterapia convenzionale, ma è un arma in più a disposizione dei pazienti e dei medici in situazioni particolari. Al convegno di CasAmica interviene il Presidente Moneta In occasione del ventennale dell Associazione CasAmica onlus si è tenuto il secondo convegno dedicato all accoglienza a Milano dei malati e dei loro famigliari che provengono da tutta Italia. Al dibattito, coordinato dal giornalista di RAI3, Paolo Pardini, è intervenuto, per l Istituto Besta, il presidente della Fondazione, Alessandro Moneta. Data la particolarità degli interventi e delle cure ha precisato Moneta la presenza di un parente o di una persona cara, diventa elemento indispensabile per il paziente, soprattutto tenuto conto che il 53 per cento di questi proviene da altre regioni. Si può così capire come sia importante poter accogliere, spesso per tempi medio-lunghi, queste persone che non sempre dispongono di redditi

7 sufficienti per superare tali disagi. Il presidente Moneta ha poi ricordato che nel progetto di costruzione del nuovo Besta è stato dato particolare rilievo al problema dell accoglienza dei pazienti e dei loro accompagnatori per i quali si stanno studiando soluzioni idonee con costi contenuti. Milano e la Lombardia sono sempre più un punto di riferimento per la sanità italiana conclude Moneta. Questo ci fa onore, ma ci pone anche il problema dell affluenza dei pazienti provenienti dalle altre Regioni, che già nel breve periodo non sarà più sostenibile per le attuali strutture. Nostro compito sarà quindi quello di condividere con le altre Regioni le nostre esperienze, cercando accordi anche per la realizzazione di una rete di collaborazione tra centri specializzati. CasAmica oggi a Milano rappresenta una delle maggiori realtà per l accoglienza dei malati e per le loro famiglie. Nelle sue tre case, infatti, accoglie annualmente persone per circa pernottamenti. Sono circa le persone che ogni anno sono costrette a spostarsi dalla propria residenza per motivi sanitari e che si recano verso i centri ospedalieri milanesi. Di queste oltre sono pazienti e circa i loro accompagnatori. FLASH Con Enzo Iacchetti alla marcia di Giò Erano oltre 500 i partecipanti alla Marcia di Giò che lo scorso 21 ottobre si sono dati appuntamento all Arena di Milano per disputare la corsa podistica a passo libero per 4 chilometri all interno del parco Sempione, finalizzata a sensibilizzare i cittadini sugli sviluppi della ricerca sui tumori cerebrali, in particolare su quelli infantili. Il via alla corsa, dedicata a Giò il bimbo triestino colpito da un tumore cerebrale e venuto a mancare nel 2002, è stato dato da Enzo Iacchettti e dall Assessore Regionale allo Sport Piergiorgio Prosperini. L iniziativa, promossa dall Istituto Besta con l Associazione italiana dei tumori cerebrali, il Fondo di Giò, e con il contributo di Regione, Provincia e Il momento della partenza della Marcia di Giò Da sinistra: Il Presidente Moneta, la mamma di Giò ed Enzo Iacchetti Comune di Milano, è stata parte integrante della Marcia intorno al mondo per i tumori cerebrali 2007, fatta di tante analoghe competizioni che hanno formato un unica marcia Mondiale di km, pari alla circonferenza terrestre. La marcia di Giò si pone tre obiettivi: ha sottolineato la mamma di Giò, Francesca Scropetta nel corso della manifestazione sensibilizzare i cittadini sul dramma vissuto dalle famiglie e dai pazienti con queste gravi patologie, informarli adeguatamente sugli sviluppi della ricerca nel settore ed, infine, raccogliere i fondi necessari da destinare alla ricerca. FLASH Un sentito grazie a tutti i Volontari e a tutte le Associazioni Una lettera inviata da un paziente, che pubblichiamo qui di seguito, invita a riflettere sull importante contributo del volontariato in Istituto e rappresenta un occasione per ringraziare tutte le Associazioni che con il loro costante impegno e la loro solidarietà supportano i pazienti e i loro familiari nei momenti di maggiore fragilità e bisogno. Ai carissimi volontari AVO dell Istituto Besta La permanenza di P. in ospedale è stata resa meno problematica grazie al vostro indispensabile servizio. A Milano non ci siamo sentiti soli. La mia gratitudine e quella di P. è grande, avete sostituito al meglio la famiglia, tenuto compagnia e fatto sorridere P. Al nostro rientro abbiamo sentito la mancanza di volti amichevoli, qui siamo da soli con i nostri problemi senza l aiuto di nessuno. Un grazie grande per tutto quello che avete fatto e fate per tante persone che hanno bisogno. Un sorriso, un aiuto dato con gioia vale più di una vincita. La vostra missione è grande! Vi stringiamo tutti in un unico abbraccio, grazie! Baci a tutti! Sosta poetica... una pausa per lo spirito Rubrica a cura di Roberto Pinardi Direttore Amministrativo Ode al Vento occidentale (estratto) Selvaggio vento occidentale, alito dell autunno Che spingi invisibile le foglie morte Come fantasmi in fuga da un mago Gialle, nere, e di un rossore febbrile Turbe colpite dalla pestilenza Tu che conduci al buio letto invernale.. Spirito selvaggio che ti muovi ovunque Che distruggi e proteggi, ascolta, ascolta. Percy Bysshe Shelley ( ) Ed. Feltrinelli VOLONTARIATO E ASSOCIAZIONI

8 Formazione promossa dall Istituto Gennaio - Febbraio 2008 Per info: Aggiornamenti di Neuroscienze Incontri settimanali di aggiornamento, di discussione e analisi critica dei dati della letteratura scientifica Biblioteca Centrale Fondazione IRCCS Istituto Neurologico C. Besta 12.00/13.00 Responsabile organizzativo: Marco de Curtis 7 gennaio 2008 I marcatori layer-specifici della neocorteccia Relatore: Ramona Moroni RIDIAMOCI SU 14 gennaio 2008 Dalla self-tolleranza all autoimmunità: una nuova spiegazione nell AIRE? Relatore: Paola Cavalcante 21 gennaio 2008 Musica e neuroscienze Relatore: Giuliano Avanzini 28 gennaio 2008 Correlazione tra eventi ictali SPECT e registrazione in profondità in pazienti epilettici farmacoresistenti Relatore: Vadym Gnatkovski 4 febbraio 2008 CTLA -4 e CD28: la doppia faccia della sinapsi immunologica Relatore: Cristina Cappelletti 11 febbraio 2008 Canale del sodio ed ipossia Relatore: Elisa Colombo 18 febbraio 2008 La stimolazione profonda nelle epilessie farmacoresistenti del lobo temporale Relatore: Marina Casazza 25 febbraio 2008 Il coinvolgimento del sistema nervoso nella sarcoidosi: presentazione di una casistica Relatore: Marcella Curone e Massimo Leone Corsi formativi Up to date in Neuro-Oncologia: sempre solo speranze per il futuro? 19 gennaio 2008 Responsabile scientifico: Amerigo Boiardi Giovanni Broggi Emicrania: una patologia invalidante 8 febbraio 2008 Responsabile scientifico: Gennaro Bussone L evoluzione dell anestesia: nuove tecnologie per antiche pratiche La videolaringoscopia Corso teorico pratico febbraio 2008 Responsabile scientifico: Dario Caldiroli Amanda Oriana L analisi del liquor nelle malattie neurologiche marzo-aprile 2008 Responsabile scientifico: Emilio Ciusani (Athos) Fondazione IRCCS Istituto Neurologico Carlo Besta Milano - Via Celoria, 11 Tel Fax Direttore responsabile: Roberto Pinardi Coordinamento editoriale: Patrizia Meroni - Redazione:Via Celoria, 11 - Milano c/o URP Marco Losi - Matilde Leonardi - Angelo Carnelli - Elio Maccagnano Angelo Sghirlanzoni - Clara Moreschi - Guido Storchi - Lucia Angelini Livia Malesani - Patrizia Meroni - Athos Careghi - Enrica Alessi - Silvia Volpato Paolo Piana - Antonella Cremonese - Manuela Bloise - Milena Bianchi Si ringrazia Daniele Perobelli per il contributo fotografico Finito di stampare nel mese di Dicembre 2007 Stampa: GMB s.r.l. - Via C. Colombo Corsico (MI) Il periodico sarà scaricabile sul sito: Il periodico è gratuito reg. trib. Milano: n. 10 del 13/01/03

IL MINISTRO DELLA SALUTE DI CONCERTO CON IL MINISTRO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE

IL MINISTRO DELLA SALUTE DI CONCERTO CON IL MINISTRO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE Testo aggiornato al 5 dicembre 2007 Decreto ministeriale 22 Febbraio 2007, n. 43 Gazzetta Ufficiale 6 Aprile 2007, n. 81 Regolamento recante Definizione degli standard relativi all assistenza ai malati

Dettagli

Organizzazione dei servizi sanitari. Dr. Silvio Tafuri

Organizzazione dei servizi sanitari. Dr. Silvio Tafuri Organizzazione dei servizi sanitari Dr. Silvio Tafuri Premessa metodologica Classificazione dei sistemi sanitari in base alle fonti di finanziamento: n n n n Sistemi assicurativi Sistemi finanziati dalla

Dettagli

Assistenza domiciliare integrata (A.D.I.) cure palliative a favore di pazienti terminali residenti nei distretti di

Assistenza domiciliare integrata (A.D.I.) cure palliative a favore di pazienti terminali residenti nei distretti di FORUMPA SANITA' 2001 A.S.L. della Provincia di Milano n 1 Dipartimento ASSI Assistenza domiciliare integrata (A.D.I.) cure palliative a favore di pazienti terminali residenti nei distretti di Corsico e

Dettagli

Resoconto Attività 2010-2011. 20 dicembre 2011

Resoconto Attività 2010-2011. 20 dicembre 2011 Resoconto Attività 2010-2011 20 dicembre 2011 Programma! Benvenuto Prof. Alessandro Albisetti Preside Facoltà di Giurisprudenza! Un anno di attività Paolo Gambarini! Testimonianze CTiF Dott.ssa Luisa Della

Dettagli

Oltre 500 associazioni aderenti, di cui: 104 federate; 47 delegazioni di livello regionale e provinciale;

Oltre 500 associazioni aderenti, di cui: 104 federate; 47 delegazioni di livello regionale e provinciale; Le reti oncologiche: presente e futuro Auditorium i Ministero i della Salute, Roma Il ruolo del volontariato nelle reti oncologiche Davide Petruzzelli Membro Esecutivo Nazionale F.A.V.O. Federazione Italiana

Dettagli

Associazione CON NOI Via Risorgimento, 2 06081 Assisi (PG) Tel./Fax 075 8044336 email: info@associazioneconnoi.it Cod.Fisc.

Associazione CON NOI Via Risorgimento, 2 06081 Assisi (PG) Tel./Fax 075 8044336 email: info@associazioneconnoi.it Cod.Fisc. www.associazioneconnoi.it Associazione CON NOI Via Risorgimento, 2 06081 Assisi (PG) Tel./Fax 075 8044336 email: info@associazioneconnoi.it Cod.Fisc. 94050740540 Chi siamo "CON NOI" è un'associazione di

Dettagli

Ricerca. si cura meglio dove si fa ricerca

Ricerca. si cura meglio dove si fa ricerca Ricerca si cura meglio dove si fa ricerca Si cura meglio dove si fa ricerca Il grande impegno del Centro CARDIOLOGICO Monzino nella ricerca permette di ottenere risultati che tempestivamente possono essere

Dettagli

LA LAMPADA DI ALADINO Associazione Onlus per l assistenza globale al malato oncologico

LA LAMPADA DI ALADINO Associazione Onlus per l assistenza globale al malato oncologico Chi siamo Associazione nata a Brugherio nel 2000 da un gruppo di persone che ha vissuto l esperienza del tumore, convinti della necessità di dare risposta alle molteplici e complesse problematiche che

Dettagli

proposta di legge n. 405

proposta di legge n. 405 REGIONE MARCHE 1 ASSEMBLEA LEGISLATIVA proposta di legge n. 405 a iniziativa dei Consiglieri Marinelli, D Anna, Foschi, Natali, Bugaro presentata in data 20 marzo 2014 DISCIPLINA DELLA VALORIZZAZIONE E

Dettagli

ASSISTENZA HOSPICE: UNA NUOVA REALTA NELL ASL BT

ASSISTENZA HOSPICE: UNA NUOVA REALTA NELL ASL BT ASSISTENZA HOSPICE: UNA NUOVA REALTA NELL ASL BT G. Lella (1), F. V. Rizzi (2), C. Crapolicchio (1), L. N. Visaggio (1), D. Ancona (2) 1. Servizio di Farmacovigilanza; 2. Area Gestione Servizio Farmaceutico

Dettagli

VI Giornata Mondiale per la consapevolezza dell autismo. Le iniziative a Parma

VI Giornata Mondiale per la consapevolezza dell autismo. Le iniziative a Parma Conferenza stampa VI Giornata Mondiale per la consapevolezza dell autismo. Le iniziative a Parma Parma, 2 aprile 2013 Via La Spezia n. 147, ore 11,30 Intervengono Laura Rossi, Assessore al Welfare Comune

Dettagli

trent anni di azioni vere Catalogo NATALE 2009

trent anni di azioni vere Catalogo NATALE 2009 trent anni di azioni vere Catalogo NATALE 2009 Sede di Forlì: Corso Mazzini 65 Tel. 0543 35929 Fax 0543 21467 E-mail: info@ior-forli.it L Istituto Oncologico Romagnolo L Istituto Oncologico Romagnolo (IOR)

Dettagli

Laura Bono, Silvia Di Leo, Monica Beccaro, Gianluca Catania, Massimo Costantini Le core-competencies dell operatore socio-sanitario in cure palliative

Laura Bono, Silvia Di Leo, Monica Beccaro, Gianluca Catania, Massimo Costantini Le core-competencies dell operatore socio-sanitario in cure palliative Laura Bono, Silvia Di Leo, Monica Beccaro, Gianluca Catania, Massimo Costantini Le core-competencies dell operatore socio-sanitario in cure palliative pp. 128, 16,00 - e-book 14,00 Cod. 1370.45 Collana:

Dettagli

Fondazione ABIO Italia e Fondazione Coca-Cola HBC Italia insieme per i diritti dei bambini

Fondazione ABIO Italia e Fondazione Coca-Cola HBC Italia insieme per i diritti dei bambini ABIO VERCELLI Onlus c/o Rep. Pediatria Presidio Ospedaliero S. Andrea Corso Mario Abbiate, 21-13100 Vercelli Cell. 320.6567985 E-mail: abio.vercelli@libero.it Sito: www.abiovercelli.org Fondazione ABIO

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE DEL DIPARTIMENTO DI EMERGENZA ED ACCETTAZIONE

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE DEL DIPARTIMENTO DI EMERGENZA ED ACCETTAZIONE REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE DEL DIPARTIMENTO DI EMERGENZA ED ACCETTAZIONE PREMESSA Il presente Regolamento disciplina le modalità di funzionamento del Dipartimento di Emergenza ed Accettazione come previsto

Dettagli

Siamo piccoli ma cresceremo... e ci sposeremo

Siamo piccoli ma cresceremo... e ci sposeremo Siamo piccoli ma cresceremo... e ci sposeremo RACCONTO PER LE SCUOLE 28 febbraio 2013 Malattie Rare senza Frontiere Dedicato a Luigi Pio Memeo Siamo Piccoli ma cresceremo... e ci sposeremo a cura dell

Dettagli

ADOSITALIA onlus BRESCIA ASSOCIAZIONE DONNE OPERATE AL SENO BRESCIA. Via Tosio, N 1 Tel 03042155 brescia.adositalia@gmail.com

ADOSITALIA onlus BRESCIA ASSOCIAZIONE DONNE OPERATE AL SENO BRESCIA. Via Tosio, N 1 Tel 03042155 brescia.adositalia@gmail.com ADOSITALIA onlus BRESCIA ASSOCIAZIONE DONNE OPERATE AL SENO BRESCIA Via Tosio, N 1 Tel 03042155 brescia.adositalia@gmail.com ADOSITALIA ADOS = Associazione Donne Operate al Seno Siamo un associazione di

Dettagli

APRE A MONZA UN ECCELLENZA ASSISTENZIALE PER MALATI DI SLA E IN STATO VEGETATIVO

APRE A MONZA UN ECCELLENZA ASSISTENZIALE PER MALATI DI SLA E IN STATO VEGETATIVO APRE A MONZA UN ECCELLENZA ASSISTENZIALE PER MALATI DI SLA E IN STATO VEGETATIVO Verrà inaugurato il 18 gennaio prossimo alle ore 10,30 a Monza un innovativo centro destinato all accoglienza di malati

Dettagli

IL RETTORE. VISTO l art. 18 dello statuto della LUMSA, emanato con decreto rettorale 1 agosto 2011, n. 920; DECRETA

IL RETTORE. VISTO l art. 18 dello statuto della LUMSA, emanato con decreto rettorale 1 agosto 2011, n. 920; DECRETA Prot. n. 1226 IL RETTORE VISTO l art. 18 dello statuto della LUMSA, emanato con decreto rettorale 1 agosto 2011, n. 920; VISTO il decreto rettorale n. 987 del 26 gennaio 2012; VISTA la delibera del Senato

Dettagli

organizzazione della prevenzione e dell assistenza in oncologia.

organizzazione della prevenzione e dell assistenza in oncologia. Testo aggiornato al 15 dicembre 2005 Linee guida del Ministero della sanità 1 febbraio 1996 Gazzetta Ufficiale 20 febbraio 1996, n. 42 Linee guida in applicazione di quanto previsto nel Piano sanitario

Dettagli

Gruppo Italiano LES. Milano Sabato 23 Ottobre 2010

Gruppo Italiano LES. Milano Sabato 23 Ottobre 2010 Gruppo Italiano LES Milano Sabato 23 Ottobre 2010 INCONTRO MEDICI PAZIENTI e Assemblea Sociale Maria Teresa Tuccio Presidente Gruppo LES Gruppo Italiano LES Informazione Chi siamo e cosa facciamo è da

Dettagli

Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012

Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012 Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012 Intervento di Franco Gervasoni, direttore SUPSI SALUTO - Consigliere di Stato, Manuele Bertoli - Capodicastero Educazione, culto e partecipazioni comunali del Municipio

Dettagli

Convegno SItI CURE PRIMARIE TRA MITO E REALTA : IL RUOLO DEI PROFESSIONISTI 13 novembre 2009 Bergamo

Convegno SItI CURE PRIMARIE TRA MITO E REALTA : IL RUOLO DEI PROFESSIONISTI 13 novembre 2009 Bergamo Convegno SItI CURE PRIMARIE TRA MITO E REALTA : IL RUOLO DEI PROFESSIONISTI 13 novembre 2009 Bergamo L esperienza dell Azienda Sanitaria Locale della provincia di Varese ALCUNE CONSIDERAZIONI La creazione

Dettagli

Cosa ci dicono i dati

Cosa ci dicono i dati La scoperta del gene responsabile della fibrosi cistica ha permesso la messa a punto di un test genetico per identificare il «portatore» del gene della malattia. Si è aperto quindi per la fibrosi cistica

Dettagli

CITTADINO VOLONTARIO: PARLIAMO DEI VOLONTARI! Rete tra i Responsabili della gestione dei Volontari delle ODV

CITTADINO VOLONTARIO: PARLIAMO DEI VOLONTARI! Rete tra i Responsabili della gestione dei Volontari delle ODV CITTADINO VOLONTARIO: PARLIAMO DEI VOLONTARI! Rete tra i Responsabili della gestione dei Volontari delle ODV Riunione del 13/06//2013 celivo. - AIDO ass. donatori organi tessuti e cellule; - Ass. Il Cesto;

Dettagli

Conferenza Programmatica Regionale per l Oncologia

Conferenza Programmatica Regionale per l Oncologia Direzione Regionale Sanità e Servizi Sociali Centro di Riferimento Oncologico Regionale Conferenza Programmatica Regionale per l Oncologia L esperienza del CRO e il programma di una Rete Oncologica Regionale

Dettagli

L INTEGRAZIONE ASSISTENZA - RICERCA. Paolo Marchetti Facoltà di Medicina e Psicologia Azienda Ospedaliera Sant Andrea Sapienza Università di Roma

L INTEGRAZIONE ASSISTENZA - RICERCA. Paolo Marchetti Facoltà di Medicina e Psicologia Azienda Ospedaliera Sant Andrea Sapienza Università di Roma L INTEGRAZIONE ASSISTENZA - RICERCA Paolo Marchetti Facoltà di Medicina e Psicologia Azienda Ospedaliera Sant Andrea Sapienza Università di Roma 1 L INTEGRAZIONE ASSISTENZA - RICERCA I Cittadini debbono

Dettagli

Proposte per una legge che tuteli le donne affette da endometriosi Associazione Italiana Endometriosi Onlus

Proposte per una legge che tuteli le donne affette da endometriosi Associazione Italiana Endometriosi Onlus Proposte per una legge che tuteli le donne affette da endometriosi Associazione Italiana Endometriosi Onlus La risoluzione dell enigma endometriosi. Per affrontare con successo l enigma endometriosi, occorre

Dettagli

COMUNE DI SANT ILARIO D ENZA (Provincia di Reggio Emilia) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO INTERCOMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE

COMUNE DI SANT ILARIO D ENZA (Provincia di Reggio Emilia) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO INTERCOMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE COMUNE DI SANT ILARIO D ENZA (Provincia di Reggio Emilia) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO INTERCOMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n 65 del 29 novembre 2004 pubblicata

Dettagli

DGR n. 39-9947 del 14.7.2003

DGR n. 39-9947 del 14.7.2003 DGR n. 39-9947 del 14.7.2003 Individuazione della funzione di Coordinamento Regionale delle donazioni e dei prelievi. Nomina del Coordinatore Regionale delle donazioni e dei prelievi. Consolidamento funzioni

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 19/20/21 Settembre 2015

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 19/20/21 Settembre 2015 Pagina 1 di 7 rassegna stampa 19/20/21 Settembre 2015 IL CITTADINO Lodi La lotta contro il tumore al seno, un esame che può salvare la vita (19/09/2015) Alao in piazza per ricordare Elisa Votta (19/09/2015)

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Avere cura: un valore, un impegno, una opportunità SETTORE e Area di Intervento: ASSISTENZA Pazienti affetti da patologie temporaneamente e/o permanentemente

Dettagli

Il ruolo delle Associazioni. Roberto Cocci Presidente Diabete Forum (giovani e adulti uniti per il diabete)

Il ruolo delle Associazioni. Roberto Cocci Presidente Diabete Forum (giovani e adulti uniti per il diabete) Il ruolo delle Associazioni Roberto Cocci Presidente Diabete Forum (giovani e adulti uniti per il diabete) Perchè parlare di coinvolgimento Il coinvolgimento dei pazienti/cittadini nella progettazione,

Dettagli

A.I.N.P. ONLUS ASSOCIAZIONE ITALIANA NEUROPATIE PERIFERICHE

A.I.N.P. ONLUS ASSOCIAZIONE ITALIANA NEUROPATIE PERIFERICHE L Associazione Italiana Neuropatie Periferiche (A.I.N.P. Onlus) è una Associazione di e per pazienti affetti da neuropatia periferica. Sin dalla sua costituzione avvenuta nel 2001, l AINP Onlus ha cercato

Dettagli

Protocollo d Intesa. tra

Protocollo d Intesa. tra Allegato 1 delib. As n. 2_2015 Protocollo d Intesa tra l Associazione ONLUS La vita oltre lo specchio, il Comune di Pisa, la Società della Salute di Pisa e l Azienda USL 5 di Pisa. PREMESSO - che nel Gennaio

Dettagli

VOLONTARI LATINA SISTEMA SISTEMA SANITARIO REGIONALE. Centri di Servizio per il Volontariato del Lazio

VOLONTARI LATINA SISTEMA SISTEMA SANITARIO REGIONALE. Centri di Servizio per il Volontariato del Lazio VOLONTARI NEL IN DISTRETTO RETE 1 - ASL DI APRILIA ASL ASL LATINA SISTEMA SISTEMA SANITARIO REGIONALE Centri di Servizio per il Volontariato del Lazio VOLONTARI NEL IN DISTRETTO RETE 1 - ASL DI APRILIA

Dettagli

Invecchiare con cura: tutelare la libertà di scelta dell anziano e dei familiari

Invecchiare con cura: tutelare la libertà di scelta dell anziano e dei familiari Nono Seminario regionale della Rete europea dei difensori civici Cardiff 22 24 giugno Seconda sessione: Promuovere i diritti di una popolazione che invecchia Invecchiare con cura: tutelare la libertà di

Dettagli

Sai cosa fa l AIL per l Unità Operativa di Ematologia e Immunologia Clinica?

Sai cosa fa l AIL per l Unità Operativa di Ematologia e Immunologia Clinica? L A.I.L. - Sezione di Padova ONLUS e l U.O. di Ematologia e Immunologia Clinica di Padova INSIEME per la VITA Sai cosa fa l AIL per l Unità Operativa di Ematologia e Immunologia Clinica? Passato, presente,

Dettagli

La comunicazione della Fondazione svolge un doppio ruolo

La comunicazione della Fondazione svolge un doppio ruolo la comunicazione La comunicazione della Fondazione svolge un doppio ruolo Da una parte assolve il compito primario di informare e aggiornare gli stakeholder sulle sue attività istituzionali, attraverso

Dettagli

PROGETTO ITACA ONLUS. Per la mente, con il cuore. *i dati citati all interno della presentazione sono riferiti alla sola sede di Milano

PROGETTO ITACA ONLUS. Per la mente, con il cuore. *i dati citati all interno della presentazione sono riferiti alla sola sede di Milano PROGETTO ITACA ONLUS Per la mente, con il cuore *i dati citati all interno della presentazione sono riferiti alla sola sede di Milano Progetto Itaca: chi siamo Progetto Itaca Onlus è oggi l Associazione

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA E CONFINDUSTRIA

PROTOCOLLO D INTESA TRA DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA E CONFINDUSTRIA PROTOCOLLO D INTESA TRA DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA E CONFINDUSTRIA Premesso che il programma di Governo ha previsto una legislatura caratterizzata da profonde riforme istituzionali; che tale

Dettagli

Ridere li rende più forti!

Ridere li rende più forti! Ridere li rende più forti! La magia di un mondo a colori Fondazione Theodora nasce in Svizzera nel 1993 per offrire un sostegno concreto ai bambini ricoverati in ospedale e alle loro famiglie. A tale scopo,

Dettagli

Il Consiglio comunale dei ragazzi.

Il Consiglio comunale dei ragazzi. Il Consiglio comunale dei ragazzi. Un Progetto per le bambine e i bambini, per i ragazzi e le ragazze tra intenzioni e scelte Premessa L Amministrazione comunale di Cento, con questo progetto, intende

Dettagli

Alimentare la Salute. XI Edizione. 14 17 dicembre 2014. Forum internazionale della Salute. Palazzo dei Congressi P.le Kennedy, 1 Roma, Eur

Alimentare la Salute. XI Edizione. 14 17 dicembre 2014. Forum internazionale della Salute. Palazzo dei Congressi P.le Kennedy, 1 Roma, Eur Forum internazionale della Salute XI Edizione Alimentare la Salute 14 17 dicembre 2014 Palazzo dei Congressi P.le Kennedy, 1 Roma, Eur Mostra di prodotti e servizi per la salute Lezioni di cucina salutare

Dettagli

Il sistema di governo della programmazione. Ruoli, compiti, responsabilità e funzioni dei soggetti coinvolti nel processo programmatorio

Il sistema di governo della programmazione. Ruoli, compiti, responsabilità e funzioni dei soggetti coinvolti nel processo programmatorio Il sistema di governo della programmazione Ruoli, compiti, responsabilità e funzioni dei soggetti coinvolti nel processo programmatorio Gli organismi coinvolti nel processo programmatorio Assemblea Distrettuale

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato MISURACA

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato MISURACA Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 572 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato MISURACA Modifiche alla legge 16 marzo 1987, n. 115, recante disposizioni per la prevenzione

Dettagli

UNA LEZIONE DI ARTE NELLA CLASSE 1 ^ C

UNA LEZIONE DI ARTE NELLA CLASSE 1 ^ C P A G I N A 1 UNA LEZIONE DI ARTE NELLA CLASSE 1 ^ C Giorno 27 novembre, noi alunni della classe 5^ A Primaria del plesso Romana, ci siamo recati presso la sede centrale dell Istituto comprensivo Piero

Dettagli

Dalla rianimazione al domicilio. SERVIZIO ANESTESIA RIANIMAZIONE MEDICINA IPERBARICA P.O. MARINO Paolo Castaldi Fabiana Matta

Dalla rianimazione al domicilio. SERVIZIO ANESTESIA RIANIMAZIONE MEDICINA IPERBARICA P.O. MARINO Paolo Castaldi Fabiana Matta Dalla rianimazione al domicilio SERVIZIO ANESTESIA RIANIMAZIONE MEDICINA IPERBARICA P.O. MARINO Paolo Castaldi Fabiana Matta Dalla rianimazione al domicilio Problema Bisogni Risposta Piano personalizzato

Dettagli

Azienda ULSS n.8 Asolo - Regione del Veneto Direzione Medica Ospedaliera

Azienda ULSS n.8 Asolo - Regione del Veneto Direzione Medica Ospedaliera FORUMPA SANITA' 2001 Azienda ULSS n.8 Asolo - Regione del Veneto Direzione Medica Ospedaliera chi non fuma VINCE! Parte 1 : Anagrafica Titolo del Progetto : chi non fuma VINCE! Amministrazione proponente

Dettagli

Il Centro Territoriale per le Malattie Rare dell ASL di Brescia. A cura di Eliana Breda - Brescia 25 maggio 2013

Il Centro Territoriale per le Malattie Rare dell ASL di Brescia. A cura di Eliana Breda - Brescia 25 maggio 2013 Il Centro Territoriale per le Malattie Rare dell ASL di Brescia A cura di Eliana Breda - Brescia 25 maggio 2013 Il contesto normativo regionale DGR 7328 del 11 dicembre 2001 Individuazione della rete regionale

Dettagli

IL DONO È ALTRUISMO. UN AIUTO PER LA RICERCA È SOLIDARIETÀ. INSIEME DANNO UNA SPERANZA AL MONDO.

IL DONO È ALTRUISMO. UN AIUTO PER LA RICERCA È SOLIDARIETÀ. INSIEME DANNO UNA SPERANZA AL MONDO. IL DONO È ALTRUISMO. UN AIUTO PER LA RICERCA È SOLIDARIETÀ. INSIEME DANNO UNA SPERANZA AL MONDO. SABATO 21 E DOMENICA 22 NOVEMBRE Centro d Abruzzo Ipercoop San Giovanni Teatino www.centrodabruzzo.com Chi

Dettagli

Proposta di Deliberazione della Giunta Regionale POLITICHE PER LA PROMOZIONE DELLA SALUTE, DELLE PERSONE E DELLE PARI OPPORTUNITA

Proposta di Deliberazione della Giunta Regionale POLITICHE PER LA PROMOZIONE DELLA SALUTE, DELLE PERSONE E DELLE PARI OPPORTUNITA Proposta di Deliberazione della Giunta Regionale Area: POLITICHE PER LA PROMOZIONE DELLA SALUTE, DELLE PERSONE E DELLE PARI OPPORTUNITA Servizio: PROGRAMMAZIONE ASSISTENZA TERRITORIALE E PREVENZIONE Codice

Dettagli

ASSOCIAZIONE C.I.A.O. un ponte tra carcere, famiglia e territorio. Iniziativa NATALE INSIEME All interno del progetto Mamma, sempre e ovunque

ASSOCIAZIONE C.I.A.O. un ponte tra carcere, famiglia e territorio. Iniziativa NATALE INSIEME All interno del progetto Mamma, sempre e ovunque Unità d offerta accreditata dal Comune di Milano Assessorato Politiche Sociali e Cultura della Salute ASSOCIAZIONE C.I.A.O. un ponte tra carcere, famiglia e territorio Iniziativa NATALE INSIEME All interno

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Il Centenario Bologna in GOL con il Gozzadini. Parte la raccolta fondi per donare all ospedale una sala operatoria intelligente

COMUNICATO STAMPA. Il Centenario Bologna in GOL con il Gozzadini. Parte la raccolta fondi per donare all ospedale una sala operatoria intelligente COMUNICATO STAMPA Il Centenario Bologna in GOL con il Gozzadini Parte la raccolta fondi per donare all ospedale una sala operatoria intelligente Bologna Football Club 1909 e il Policlinico S.Orsola Malpighi,

Dettagli

DONAZIONE e TRAPIANTO di ORGANI e di TESSUTI

DONAZIONE e TRAPIANTO di ORGANI e di TESSUTI DONAZIONE e TRAPIANTO di ORGANI e di TESSUTI A cura del Coordinatore Locale Donazione e Trapianti Asl 1 dott. Ezio Szorenyi I TRAPIANTI NON ESISTONO SENZA DONAZIONI Ad oggi non è possibile sostituire un

Dettagli

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri.

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) Andare a visitare gli anziani all ospedale 2) Attività in gruppo: vengono proposte diverse immagini sull amore per discutere sui vari tipi di amore

Dettagli

CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO

CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO NONA LEGISLATURA PROGETTO DI LEGGE N. PROPOSTA DI LEGGE d'iniziativa dei Consiglieri Possamai ISTITUZIONE DELLE UNITA OPERATIVE COMPLESSE DI PSICOLOGIA Presentato alla Presidenza

Dettagli

RUOLO E FINALITA DELLE ASSOCIAZIONI FEMMINILI IN UNA SOCIETA IN RAPIDA E CONTINUA EVOLUZIONE

RUOLO E FINALITA DELLE ASSOCIAZIONI FEMMINILI IN UNA SOCIETA IN RAPIDA E CONTINUA EVOLUZIONE Carissime amiche, nel ringraziare ancora per avermi eletta nel ruolo di vice Presidente del Distretto Sud Est, vi saluto augurandovi un Anno Sociale all insegna dell impegno e dell amicizia vera. Il mio

Dettagli

DIPARTIMENTO ONCOLOGICO DELLA PROVINCIA DI PAVIA DOCUMENTO DI ANALISI E INDIRIZZO TRIENNALE

DIPARTIMENTO ONCOLOGICO DELLA PROVINCIA DI PAVIA DOCUMENTO DI ANALISI E INDIRIZZO TRIENNALE DIPARTIMENTO ONCOLOGICO DELLA PROVINCIA DI PAVIA DOCUMENTO DI ANALISI E INDIRIZZO TRIENNALE INDICE PREMESSA ANALISI DELLE CRITICITA' TERRITORIALI AREE PRIORITARIE DI INTERVENTO NEL RISPETTO DEGLI INDIRIZZI

Dettagli

Accompagnare le cronicità e le fragilità IL NUOVO PATTO STATO-REGIONI: TRA TAGLI ED EFFICIENZA

Accompagnare le cronicità e le fragilità IL NUOVO PATTO STATO-REGIONI: TRA TAGLI ED EFFICIENZA Accompagnare le cronicità e le fragilità IL NUOVO PATTO STATO-REGIONI: TRA TAGLI ED EFFICIENZA Direzione Generale Famiglia, Solidarietà Sociale e Volontariato Milano, 01 Marzo 2014 La domanda Gli anziani

Dettagli

Legge Regionale Liguria 26/4/1985 n.27. B.U.R. 15/5/1985 n.20 TUTELA DEI DIRITTI DELLE PERSONE CHE USUFRUISCONO DELLE STRUTTURE SANITARIE

Legge Regionale Liguria 26/4/1985 n.27. B.U.R. 15/5/1985 n.20 TUTELA DEI DIRITTI DELLE PERSONE CHE USUFRUISCONO DELLE STRUTTURE SANITARIE Legge Regionale Liguria 26/4/1985 n.27 B.U.R. 15/5/1985 n.20 TUTELA DEI DIRITTI DELLE PERSONE CHE USUFRUISCONO DELLE STRUTTURE SANITARIE Articolo 1 Finalità della legge In attuazione dei principi e delle

Dettagli

Premessa... 1. Fasi del processo... 3. Zone di rischio... 4

Premessa... 1. Fasi del processo... 3. Zone di rischio... 4 Sommario Premessa... 1 Fasi del processo... 3 Zone di rischio... 4 Premessa Le tecnologie informatiche hanno rivoluzionato da tempo il modo in cui lavorano le aziende e le organizzazioni in genere. Gestire

Dettagli

REGOLE SISTEMA REGIONALE SANITARIO 2015. Direzione Generale Sanità

REGOLE SISTEMA REGIONALE SANITARIO 2015. Direzione Generale Sanità REGOLE SISTEMA REGIONALE SANITARIO 2015 Direzione Generale Sanità 1 ARGOMENTI TRATTATI NELLE REGOLE DI SISTEMA 1. Inquadramento economico e finanziario: il bilancio ponte 2. Il livello programmatorio:

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Anno scolastico 2012 / 2013 Scuola Comunale dell infanzia Pollicinia Via Roma Potenza Tel. 0971 / 273041 DOVE SIAMO CHI SIAMO Potenza, capoluogo di regione, è la città della

Dettagli

GALLINA VECCHIA FA BUON BRODO!

GALLINA VECCHIA FA BUON BRODO! EDIZIONE 2014 CATEGORIA MANI IN PASTA GALLINA VECCHIA FA BUON BRODO! FONDAZIONE LA PELUCCA ONLUS RSA e CDI sede di via Boccaccio, SESTO SAN GIOVANNI (MI) con la collaborazione dell Istituto Comprensivo

Dettagli

Regolamento per la Formazione e l Aggiornamento professionale permanente

Regolamento per la Formazione e l Aggiornamento professionale permanente Regolamento per la Formazione e l Aggiornamento professionale permanente Associazione Italiana per la Pianificazione ed il Controllo di Gestione nelle Banche, nelle Società Finanziarie e nelle Assicurazioni

Dettagli

Tifa per l Italia che ami Vota il tuo luogo del cuore!

Tifa per l Italia che ami Vota il tuo luogo del cuore! Tifa per l Italia che ami Vota il tuo luogo del cuore! (13 maggio 30 novembre) VII Edizione 1 Vademecum del buon raccoglitore di firme Alcuni utili consigli su come attivarsi a favore del proprio Luogo

Dettagli

I caregiver familiari raccontano la loro vita agli "arresti domiciliari"

I caregiver familiari raccontano la loro vita agli arresti domiciliari I caregiver familiari raccontano la loro vita agli "arresti domiciliari" Parte la campagna #maipiùsoli : uno spot video, lanciato oggi in rete e prossimamente su reti Rai e Mediaset, racconta la quotidianità

Dettagli

Le principali tipologie di rimpatrio ex artt.23 e 24 del D.P.R. 200/67 riguardano: 1) il rimpatrio di connazionali non residenti all estero;

Le principali tipologie di rimpatrio ex artt.23 e 24 del D.P.R. 200/67 riguardano: 1) il rimpatrio di connazionali non residenti all estero; Circolare n. 14 del 20 novembre 1998 OGGETTO Rimpatri Consolari Al fine di razionalizzare le procedure di rimpatrio consolare, si è ritenuto opportuno, alla luce delle esperienze maturate, aggiornare le

Dettagli

LA PROMOZIONE DELLA SALUTE NELLA PIANIFICAZIONE URBANISTICA E TERRITORIALE Workshop di attivazione GL

LA PROMOZIONE DELLA SALUTE NELLA PIANIFICAZIONE URBANISTICA E TERRITORIALE Workshop di attivazione GL Federazione Friuli V.G LA PROMOZIONE DELLA SALUTE NELLA PIANIFICAZIONE URBANISTICA E TERRITORIALE Workshop di attivazione GL Venerdì 6 marzo 2009 Sede Regione FVG Via Sabbadini, 31 - UDINE ABSTRACT CONTRIBUTO

Dettagli

Programmazione e governo della rete dei servizi socio sanitari e sociali Direzione Generale Famiglia, Solidarietà Sociale e Volontariato

Programmazione e governo della rete dei servizi socio sanitari e sociali Direzione Generale Famiglia, Solidarietà Sociale e Volontariato Programmazione e governo della rete dei servizi socio sanitari e sociali Direzione Generale Famiglia, Solidarietà Sociale e Volontariato Lecco 27 Febbraio 2014 IL CAMBIAMENTO DEL CONTESTO E LE REGOLE DI

Dettagli

REGOLAMENTO del Centro Territoriale di Supporto Alceo Selvi

REGOLAMENTO del Centro Territoriale di Supporto Alceo Selvi Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Centro Territoriale di Supporto Alceo Selvi ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE PIAZZA MARCONI - VETRALLA P.

Dettagli

1. Il 9 Forum Risk Management in Sanità avrà come punti di riferimento: innovazione organizzativa, gestionale, clinica, tecnologica.

1. Il 9 Forum Risk Management in Sanità avrà come punti di riferimento: innovazione organizzativa, gestionale, clinica, tecnologica. DRAFT PROGRAMMA DRAFT PROGRAMMA 1. Il 9 Forum Risk Management in Sanità avrà come punti di riferimento: a. b.. L accento dovrà essere posto su: innovazione organizzativa, gestionale, clinica, tecnologica..

Dettagli

COMUNE DI CRESPELLANO Prov. di Bologna

COMUNE DI CRESPELLANO Prov. di Bologna COMUNE DI CRESPELLANO Prov. di Bologna ATTIVAMENTE azioni per il ben-essere Progetto per gli anni 2011 e 2012 Organizzazione di buone prassi per il mantenimento del benessere psico-fisico. SERVIZIO DESTINATARIO

Dettagli

Diversity management: Persone con disabilità in una P.A. aperta ed Inclusiva

Diversity management: Persone con disabilità in una P.A. aperta ed Inclusiva in collaborazione con annunciano il Seminario: Fondazione ASPHI Onlus www.asphi.it Diversity management: Persone con disabilità in una P.A. aperta ed Inclusiva Milano, 15-16 Novembre 2007 EIPA-CEFASS:

Dettagli

i giovani non sono soggetti da integrare ma parte della comunità con propri ruoli, potenzialità e responsabilità

i giovani non sono soggetti da integrare ma parte della comunità con propri ruoli, potenzialità e responsabilità Chiara Criscuoli chiara.criscuoli@giovanisi.it Il Progetto Giovanisì: i motivi I giovani sono coinvolti da alcuni cambiamenti dovuti sia a fattori socio economici che culturali: -Il prolungamento della

Dettagli

L ASSISTENZA PSICOLOGICA NELLE RESIDENZE PER ANZIANI. Raffaella Bonforte - Angelita Volpe

L ASSISTENZA PSICOLOGICA NELLE RESIDENZE PER ANZIANI. Raffaella Bonforte - Angelita Volpe L ASSISTENZA PSICOLOGICA NELLE RESIDENZE PER ANZIANI Raffaella Bonforte - Angelita Volpe "La R.S.A. è una struttura extra-ospedaliera per anziani disabili, prevalentemente non autosufficienti, non assistibili

Dettagli

IDEE IN COMUNE DESTINATION EXPO MILANO 2015

IDEE IN COMUNE DESTINATION EXPO MILANO 2015 IDEE IN COMUNE DESTINATION EXPO MILANO 2015 CALL RISERVATA AI COMUNI ITALIANI E AI LORO TERRITORI PER LA PRESENZA NEL PADIGLIONE DELLA SOCIETA CIVILE IN EXPO MILANO 2015 1. PREMESSA L'assegnazione a Milano

Dettagli

IL QUADRO LEGISLATIVO

IL QUADRO LEGISLATIVO CAPITOLO TERZO IL QUADRO LEGISLATIVO 1. LA COSTITUZIONE Le leggi riportate in questo capitolo sono ordinate in senso cronologico per meglio mettere in evidenza la crescente sensibilità del legislatore

Dettagli

Progetto. Mosaico. network di analisi delle terapie e studi epidemiologici

Progetto. Mosaico. network di analisi delle terapie e studi epidemiologici Progetto Mosaico network di analisi delle terapie e studi epidemiologici IMS Health IMS Health è un grande gruppo internazionale leader nel mondo nella fornitura di servizi di informazioni di mercato per

Dettagli

con la presente propongo la mia candidatura a Presidente Eletto della Società Italiana di Neurologia.

con la presente propongo la mia candidatura a Presidente Eletto della Società Italiana di Neurologia. Dipartimento di Neuroscienze, Riabilitazione, Oftalmologia, Genetica e Scienze Materno-Infantili Università degli Studi di Genova Largo Paolo Daneo, 3-16132 Genova Tel. 010/3537040 Fax 010/3538631 E-mail:

Dettagli

Riceverà una nostra lettera personalizzata e redatta più o meno così (il testo può essere concordato)

Riceverà una nostra lettera personalizzata e redatta più o meno così (il testo può essere concordato) Ecco una idea di valore per i REGALI DI NATALE Natale: solito problema del pensierino! Fortunatamente ormai ognuno di noi ha quasi tutto, quindi regalare qualcosa significa regalare il superfluo o l inutile.

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato RAISI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato RAISI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 639 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato RAISI Disposizioni in materia di ospedalizzazione domiciliare per i pazienti terminali Presentata

Dettagli

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità 1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità Roma, 21 Gennaio 2009 Palazzo Marini Sala delle Colonne Discorso di apertura, Luciano Baggiani Presidente ANEA Illustri ospiti,

Dettagli

ASSOCIAZIONE GRUPPO VOLONTARI UNITI E SOLIDALI PER CONVIVERE CON IL PARKINSON - ONLUS GR.VOL.PARK. - ONLUS

ASSOCIAZIONE GRUPPO VOLONTARI UNITI E SOLIDALI PER CONVIVERE CON IL PARKINSON - ONLUS GR.VOL.PARK. - ONLUS ASSOCIAZIONE GRUPPO VOLONTARI UNITI E SOLIDALI PER CONVIVERE CON IL PARKINSON - ONLUS GR.VOL.PARK. - ONLUS Padova 9 Marzo 2013 PERCHÉ È STATA COSTITUITA L ASSOCIAZIONE GR.VOL.PARK. ONLUS? per dare una

Dettagli

PROGETTO di ACCOMPAGNAMENTO EDUCATIVO POMERIDIANO Fuori Classe

PROGETTO di ACCOMPAGNAMENTO EDUCATIVO POMERIDIANO Fuori Classe Allegato DGC 110/2015 PROGETTO di ACCOMPAGNAMENTO EDUCATIVO POMERIDIANO Fuori Classe Premessa Negli ultimi anni si sta registrando una presenza di alunni che manifestano, all ingresso della scuola primaria

Dettagli

Con Antoniano gli auguri sono belli e buoni! scopri la nuova collezione Zecchino per la Solidarietà

Con Antoniano gli auguri sono belli e buoni! scopri la nuova collezione Zecchino per la Solidarietà Con Antoniano gli auguri sono belli e buoni! scopri la nuova collezione Zecchino per la Solidarietà Natale con Antoniano, ecco la nuova collezione Per rendere davvero unici i vostri auguri vi proponiamo

Dettagli

SEGRETERIA SCIENTIFICA Lorenzo Pavesi Fondazione IRCCS Fondazione Maugeri, Pavia Paolo Pedrazzoli Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo, Pavia

SEGRETERIA SCIENTIFICA Lorenzo Pavesi Fondazione IRCCS Fondazione Maugeri, Pavia Paolo Pedrazzoli Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo, Pavia 2 SEGRETERIA SCIENTIFICA Lorenzo Pavesi Fondazione IRCCS Fondazione Maugeri, Pavia Paolo Pedrazzoli Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo, Pavia Andrea Sagona Istituto Clinico Humanitas, Milano Adele

Dettagli

1) ASSOCIAZIONE LA LUNA BANCO DI SOLIDARIETA DI BUSTO ARSIZIO

1) ASSOCIAZIONE LA LUNA BANCO DI SOLIDARIETA DI BUSTO ARSIZIO 1) ASSOCIAZIONE LA LUNA BANCO DI SOLIDARIETA DI BUSTO ARSIZIO L ASSOCIAZIONE L Associazione ONLUS La Luna Banco di Solidarietà di Busto Arsizio, è stata costituita da 8 soci fondatori all inizio dell anno

Dettagli

LA RETE PER LE CURE PALLIATIVE NEL TERRITORIO AREA SUD DI MILANO

LA RETE PER LE CURE PALLIATIVE NEL TERRITORIO AREA SUD DI MILANO Centro Universitario di Ricerca Virgilio Floriani CURE PALLIATIVE NELLE MALATTIE AVANZATE INGUARIBILI E TERMINALI Azienda Ospedaliera San Paolo Polo Universitario Dipartimento di Oncologia LA RETE PER

Dettagli

LINEE D INDIRIZZO REGIONALE PROGETTO ETA LIBERA INVECCHIAMENTO ATTIVO - EDIZIONE 2011 -

LINEE D INDIRIZZO REGIONALE PROGETTO ETA LIBERA INVECCHIAMENTO ATTIVO - EDIZIONE 2011 - LINEE D INDIRIZZO REGIONALE PROGETTO ETA LIBERA INVECCHIAMENTO ATTIVO - EDIZIONE 2011 - 1. AZIONI DI PROTEZIONE delle persone anziane con fragilità fisiche e sociali: Azione 1.1 Consolidamento del Call

Dettagli

Sarà premura, dell Associazione, di fornire le informazioni necessarie per accedere a tali fondi, non appena in possesso delle informazioni necessarie

Sarà premura, dell Associazione, di fornire le informazioni necessarie per accedere a tali fondi, non appena in possesso delle informazioni necessarie La Regione Lombardia in data 06 agosto 2008 con D.G.R.n. 8/7915 ha pubblicato il decreto relativamente a Determinazione in ordine al miglioramento quali-quantitativo dell assistenza garantita a persone

Dettagli

"Empowerment dei pazienti: il ruolo delle associazioni"

Empowerment dei pazienti: il ruolo delle associazioni "Empowerment dei pazienti: il ruolo delle associazioni" Mario Melazzini Direttore Scientifico Centro Clinico NeMo, Fondazione Serena, Azienda Ospedaliera Niguarda Ca Granda, Milano Il punto di partenza

Dettagli

Problema Assistenza Anziani Cronici e Non Autosufficienti

Problema Assistenza Anziani Cronici e Non Autosufficienti Problema Assistenza Anziani Cronici e Non Autosufficienti La sanità integrativa è una realtà destinata a crescere in Italia per ragioni strutturali che metteranno sottopressione soprattutto alcuni settori

Dettagli

In Liguria una strategia per vincere la sfida del cambiamento demografico.

In Liguria una strategia per vincere la sfida del cambiamento demografico. In Liguria una strategia per vincere la sfida del cambiamento demografico. La complessità del quadro demografico Le persone ultra sessantenni sono oltre 540.000, di cui le donne sono 261.000; gli ultra

Dettagli

Intervento di Stefano Cuzzilla

Intervento di Stefano Cuzzilla Desenzano sul Garda, 25 marzo 2013 Intervento di Stefano Cuzzilla PRESIDENTE FASI Sono molto fiero di partecipare oggi a questo incontro perché qui, a Desenzano, abbiamo realizzato uno degli obiettivi

Dettagli

UNIONE TERRE DI CASTELLI OPPORTUNITÀ DELLO STARE INSIEME

UNIONE TERRE DI CASTELLI OPPORTUNITÀ DELLO STARE INSIEME QuickTime e un decompressore TIFF (Non compresso) sono necessari per visualizzare quest'immagine. UNIONE TERRE DI CASTELLI OPPORTUNITÀ DELLO STARE INSIEME ANALISI DI ECONOMICITÀ, EFFICACIA ED EFFICIENZA

Dettagli

Questionario Informativo

Questionario Informativo Medicina del Dolore e Cure Palliative Questionario Informativo Gentile Signore, Gentile Signora, Le chiediamo solo pochi minuti del Suo tempo per compilare il presente questionario: poche domande che hanno

Dettagli

VALUTAZIONE DEL RISCHIO DA STRESS LAVORO CORRELATO

VALUTAZIONE DEL RISCHIO DA STRESS LAVORO CORRELATO dott. rag. Marco Ansaldi e rag. Antonella Bolla CONSULENZA FISCALE E DEL LAVORO 06.08.2010 VALUTAZIONE DEL RISCHIO DA STRESS LAVORO CORRELATO I continui cambiamenti a livello di organizzazione del lavoro,

Dettagli