SOMMARIO 5 Management

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SOMMARIO 5 Management"

Transcript

1 Editoriale SOMMARIO 5 Management 6 Primo piano 7 Besta news 8 Besta news Approfondimenti Volontariato e Associazioni Eventi e Corsi anno V numero 4 novembre - dicembre 2007 A.P. 70% - Milano Periodico di informazione e comunicazione della Fondazione IRCCS - Istituto Neurologico Carlo Besta EDITORIALE c è uno splendido racconto di una donna italiana, premio Nobel per la letteratura nel 1926, intitolato «Il Dono di Natale», che mi viene in mente perché benché passino gli anni ogni volta che il Natale si avvicina e lo rileggo, mi sembra sempre più attuale. E una storia semplice, che probabilmente Vi sarà capitato di leggere: parla di poveri pastori, con quello stile caro a Grazia Deledda. Nella sua limpidezza, però, fa riflettere su una dimensione della Festività più importante del nostro calendario, forse un po dimenticata: la generosità. Come accade al giovane protagonista della novella, anche a noi succede spesso di non riuscire a essere felici se anche le persone che abbiamo accanto non sono partecipi delle nostre gioie. Dalla tradizione religiosa, ma anche da quella popolare, il Natale è infatti profondamente connotato da questo sentimento, bello nella sua dimensione umana. E per queste ragioni che in occasione del Natale oramai alle porte, non voglio parlare di bilanci né di progetti per questi le occasioni non mancheranno ma solo esprimere, a nome della Fondazione che ho l onore di rappresentare, la più profonda gratitudine a tutti coloro che, a vario titolo e per le più svariate ragioni hanno donato, vogliono donare o doneranno qualcosa al Besta. E non parlo, ovviamente, solo di donazioni economiche, ma anche di tempo, di impegno, di professionalità, di volontà e dedizione. So bene che ai medici, agli infermieri e a tutti coloro che ogni giorno si adoperano per far funzionare il Besta al meglio, capita spessissimo di dover assolvere compiti e assumere responsabilità che vanno ben oltre quello che è l adempimento dei loro doveri. Bene: è anche a questi gesti di generosità quotidiana, fatti magari nei confronti di un collega o di un paziente, che mi riferisco e verso i quali voglio esprimere la gratitudine di cui parlavo innanzi, perché ritengo che abbiano un peso importante non solo nel contribuire a garantire l efficienza dell organizzazione, ma anche e soprattutto nel rendere il Besta più vicino ai reali bisogni dei pazienti, che poi è la nostra vera missione istituzionale. Come non ricordare poi il prezioso e costante contributo delle Associazioni che collaborano con noi e che, con la loro esistenza e con i loro gesti, ci insegnano che la generosità può essere addirittura un motivo di aggregazione. E con questi sentimenti che, unitamente a Giuseppe De Leo - Direttore Generale - Ferdinando Cornelio - Direttore Scientifico - Roberto Pinardi - Direttore Amministrativo e Marco Triulzi - Direttore Sanitario, auguriamo il più sereno Natale, guardando all anno nuovo con fiducia e ottimismo, certi che sapremo camminare uniti verso gli importanti obiettivi che ci attendono. Buon Natale Il Presidente Alessandro Moneta

2 MANAGEMENT Servizio Socio Sanitario Regionale: regole di gestione 2008 Giuseppe De Leo Direttore Generale Roberto Pinardi Direttore Amministrativo Con Deliberazione n. VIII/5743 del 31/10/2007, la Giunta Regionale della Regione Lombardia ha dettato le Regole di gestione del Servizio Socio Sanitario Regionale per il nuovo anno. Il documento approvato presenta una sostanziale continuità con quanto era stato previsto per l anno 2007 con particolare riferimento a: - attenzione ai bisogni assistenziali del territorio di riferimento - equilibrio domanda-offerta - definizione di Piani di Programmazione e coordinamento dei servizi sanitari e socio-sanitari - rispetto integrale degli adempimenti previsti dall Intesa Stato-Regioni del 2005 e dal Patto per la Salute del 2006 Per quanto riguarda più in particolare gli adempimenti posti a carico delle AA.OO. e delle Fondazioni IRCCS, gli stessi sono così focalizzati: - conferma del coinvolgimento del personale, nello specifico i medici e gli altri operatori sanitari, negli atti di programmazione aziendali attraverso una valorizzazione delle attività del Collegio di Direzione (in sintonia peraltro con la recente proposta di Legge presentata dal Ministro Turco). Viene tra l altro prevista l istituzione di un Comitato misto di Dirigenti sanitari ed amministrativi per un proficuo confronto sull andamento gestionale a supporto del Direttore Generale - conferma dell assoluta necessità di mantenere l equilibrio economico attraverso anche una ulteriore razionalizzazione dell uso delle risorse a disposizione e dei costi complessivi - approvazione del Bilancio di Previsione entro il 15 Dicembre sviluppo delle gare consorziate, coinvolgenti cioè più Enti sanitari, e monitoraggio del prezzo d acquisto dei diversi prodotti in correlazione con la Centrale d acquisto regionale Nel campo della farmaceutica viene previsto un aumento del 7% della spesa territoriale e del 10% per il c.d. File F sul 2007 (il trend di aumento 2006/2007 è stato del 16%); in tale contesto viene confermato che l utilizzo dei farmaci Off label deve attenersi scrupolosamente alle vigenti disposizioni legislative. Per le attività di ricovero l incremento tendenziale sarà del 2,2% sul valore negoziato per il 2007, con un ulteriore incremento per l extraproduzione riferita ai cittadini lombardi nella misura del 30%; l esatta valorizzazione delle risorse disponibili attraverso la relativa contrattazione con l ASL di riferimento avverrà entro il 31/03/2008. Le ASL potranno altresì proporre nuovi contratti per le strutture di NPI sulla base di specifiche valutazioni. Verrà potenziata l attività di controllo delle ASL (NOC) con particolare riferimento ai ricoveri e con l obbligo di estensione del campione esaminato a tutta la casistica, qualora siano rilevate codifiche non corrette. Anche per il 2008 il Progetto SISS ed il suo consolidamento rappresentano un obiettivo prioritario per tutte le Aziende Sanitarie unitamente alla semplificazione dei percorsi di accoglienza del paziente, con l eliminazione delle code agli sportelli. Infine in materia di Organizzazione e Personale accanto ad una riduzione del 30% per spese di consulenza, viene prevista una revisione dei modelli organizzativi sull inserimento lavorativo degli OSS (cosa che peraltro ha già trovato pratica attuazione al Besta), ed un turn over non superiore al 50% delle cessazioni 2007, fatte salve quelle derivanti: - dal rispetto del D.Lgs. n. 66/ dall applicazione degli Accordi sul precariato - per le attività di prevenzione e controllo. Stefano Di Donato lascia le funzioni dirigenziali Dal luglio scorso Stefano Di Donato ha lasciato, per raggiunti limiti di età, il duplice incarico di Direttore dell UO di Biochimica e Genetica del Sistema Nervoso e di Direttore del Dipartimento di Ricerca Sperimentale e Diagnostica. Il dott. Di Donato è stato una delle figure più eminenti dell Istituto non solo in Stefano Di Donato quanto ha ricoperto anche il ruolo di Direttore Scientifico dal 1995 al 2002 ma anche e soprattutto perché, con altre figure storiche, ha contribuito a coniugare in modo armonico e sistematico l attività clinica e la ricerca pre-clinica dando origine a nuovi laboratori e linee di ricerca che hanno determinato l attuale efficace struttura organizzativa del nostro Ente anche per ciò apprezzato in campo nazionale ed internazionale. La sua attività scientifica, principalmente focalizzata allo studio e alla terapia dei disordini biochimici e genetici, gli hanno meritato numerosi riconoscimenti internazionali tra cui il premio Milano Medicina (1984), AIRH (1989), L. Schaefer Award (1992). Membro di numerose società scientifiche è stato anche presidente della Società Italiana Studio Errori Congeniti del Metabolismo, della Fondazione Italiana per lo Studio delle Malattie Ereditarie, della Società Europea di Neurologia. Il suo alto profilo professionale non ha mai comunque condizionato il suo tratto rispettoso e garbato nei rapporti con i collaboratori. Gli è succeduto in qualità di Direttore del Dipartimento Roberto Spreafico, direttore dell UO di Epilettologia Clinica e Neurofisiologia Sperimentale. Gaetano Finocchiaro è incaricato di dirigere l U.O. di Biochimica e genetica del Sistema Nervoso.

3 Nuovo Besta. Presentato a Dirigenti e Sindacati il progetto Scelte condivise per un opera di rilevanza internazionale La trasparenza ed il coinvolgimento ad ogni livello di tutte le parti interessate al Progetto: scelte condivise che non cadono dall alto. E questo uno dei punti fermi che il presidente della Fondazione, Alessandro Moneta, ha fissato nel corso della presentazione a dirigenti e sindacati - dell accordo di programma della nuova sede dell Istituto. Il Besta, l Istituto dei tumori e l ospedale Sacco, formeranno infatti, ognuno con le proprie specificità, un nuovo polo sanitario d eccellenza. All incontro, tenutosi lo scorso 12 ottobre presso la biblioteca di via Celoria, Gerolamo Corno, dirigente della Struttura Edilizia Sanitaria della Regione Lombardia, ha illustrato le linee guida della nuova opera in progetto, i possibili sviluppi per la residenzialità e l edilizia pubblica, nonché gli sviluppi dei sistemi di mobilità per raggiungere la nuova sede. Il nuovo insediamento sanitario e di ricerca sarà l occasione per la riqualificazione di un area vasta della città. I primi passaggi dell accordo di programma, tra questi l approvazione da parte dei comuni di Milano e di Novate Milanese delle varianti urbanistiche, sono in atto. Seguiranno in tempi stretti la stesura e l approvazione del progetto e l appalto delle opere per far si che entro la fine del 2008 si possa dare avvio ai lavori. Un primo passo verso il trasloco nella nuova sede si avrà nei primi mesi del 2009 quando l ospedale Sacco metterà a disposizione del Besta un nuovo stabile di circa metri quadrati dove verranno riuniti i laboratori di ricerca, non strettamente interessati alla gestione clinica, oggi localizzati in via Celoria e alla Bicocca. Usare il proprio mezzo per recarsi al lavoro? Può essere comodo ma valutiamo anche i rischi che si corrono in caso di incidente Marco Losi Direttore U.O. Risorse Umane Marco Scarcella Borsista U.O. Risorse Umane L infortunio sul lavoro è l evento, avvenuto per causa violenta ed in occasione di lavoro da cui derivi la morte del lavoratore o una sua inabilità al lavoro permanente o temporanea. Rientra nell ambito dell infortunio sul lavoro anche il c.d. infortunio in itinere che ha sempre destato, proprio per le peculiarità che lo contraddistinguono, numerose incertezze interpretative sia in dottrina che in giurisprudenza determinando, di conseguenza, dubbi in ordine al suo riconoscimento da parte dell INAIL. Nel corso degli ultimi anni è stata, al riguardo, alimentata una notevole casistica giurisprudenziale e la questione è stata anche oggetto di uno specifico intervento normativo (art. 12 Dlgs 38/2000). Vediamo adesso insieme di cosa si tratta e le problematiche connesse. - L infortunio in itinere considera i danni subiti dal lavoratore durante il tragitto casa-lavoro/lavoro-casa e, qualora non sia presente un servizio di mensa aziendale, durante il normale percorso di andata e ritorno dal luogo di lavoro a quello di consumazione abituale dei pasti. - Per quanto concerne la riconoscibilità dell infortunio in itinere ai fini assicurativi, nessun problema sorge nel caso cui questo avvenga utilizzando un mezzo pubblico, al contrario nel caso in cui il lavoratore opti per l uso di un mezzo privato l infortunio potrà essere riconosciuto solo se l utilizzo del mezzo privato sia necessitato, (ad es. a causa dell inesistenza di mezzi pubblici che colleghino l abitazione del lavoratore al luogo di lavoro, ovvero in presenza di una notevole incongruenza degli orari dei servizi pubblici con quelli lavorativi), oppure quando il mezzo privato è stato utilizzato dal lavoratore a seguito di esplicita richiesta da parte del datore di lavoro per far fronte ad esigenze lavorative. Il riconoscimento dell infortunio in itinere è di estrema importanza in quanto in caso di suo diniego il lavoratore non matura il diritto ad ottenere l indennità sia in presenza di un invalidità temporanea che permanente e l assenza del lavoratore sul posto di lavoro conseguente all evento lesivo viene fatta rientrare nell ambito della semplice malattia con conseguente applicazione della relativa disciplina nei limiti temporali previsti dalla legge. PRIMO PIANO Un bozzetto della nuova sede

4 BESTA NEWS FLASH Malattie e Disabilità. L Istituto Besta collabora con la rete dell OMS per la ricerca delle classificazioni internazionali Nel corso della conferenza mondiale dell OMS, tenutasi a Trieste lo scorso mese di ottobre, alla presenza di delegati di novanta paesi e rappresentanti di numerosi centri di ricerca internazionali, l Italia è stata proclamata nuovo Centro collaboratore dell OMS per le classificazioni internazionali, quali la classificazione delle malattie (ICD) e la nuova classificazione della disabilità (ICF). Del nuovo Centro di collaborazione italiano è parte integrante il nostro Istituto che vede, in veste di coordinatrice, Matilde Leonardi assieme all Associazione la Nostra Famiglia di Conegliano e l Istituto Nazionale di Statistica. Un riconoscimento importante che dimostra l impegno del Besta nel fornire il supporto scientifico tramite lo sviluppo di una serie di informazioni dettagliate e aggiornate su patologie quali il Parkinson, l epilessia, l ictus, le cefalee e le patologie cerebro-vascolari in genere. Gli studi di classificazione vengono affidati dall OMS a centri di alta specializzazione e di Ricerca, i quali sviluppano modalità di diagnosi e di cura, che saranno poi applicabili da tutte le strutture sanitarie. FLASH RIDIAMOCI SU (Athos) Un parco giochi all aperto per i piccoli ricoverati Un piccolo, ma completo, parco giochi a disposizione dei piccoli pazienti dell Istituto Besta, dedicato ad Alice Pilotto, una bimba di 6 anni ricoverata nell Unità operativa di Neurologia per lo Sviluppo e deceduta nel Il nuovo parco giochi maggio del 2005, è stato inaugurato il 22 novembre alla presenza del papà, Andrea. Le due strutture, un gazebo coperto attrezzato con svariati giochi ed un castello con scivoli, sono frutto di una generosa donazione di Andrea Pilotto e di una raccolta di fondi che il papà di Alice ha effettuato presso la scuola di Mariano Comense, che la Il nuovo gazebo di pediatria piccola frequentava. Un concreto aiuto è stato dato anche dall azienda Wesco Italia realizzatrice della struttura. Il signor Pilotto, ha voluto infine ringraziare i presenti ed in particolare l attenzione che Daria Riva - Direttore U.O. Neuropsichiatria Infantile - e tutto il personale dell Unità Operativa hanno voluto prestare alla piccola Alice nel corso della lunga e travagliata degenza, oltre ad Alberto Maspero - Dirigente Medico di Presidio - per l impegno alla concreta realizzazione di questo progetto

5 Neurotube La Rivista on-line di Neuroscienze Manuela Bloise - Ufficio Formazione Nel mese di ottobre è stata siglata la convenzione tra la Fondazione e la società Avenue Media s.r.l. che sancisce la nascita di Neurotube, il portale on-line di Neuroscienze che ambisce al raggiungimento di due obiettivi: realizzare uno strumento di comunicazione e divulgazione a disposizione degli specialisti delle neuroscienze per la condivisione, lo scambio ed il confronto di esperienze professionali strettamente connesse all attività clinica e di ricerca e costituire una piattaforma digitale per l erogazione di FAD (Formazione A Distanza), accreditabile ai fini del riconoscimento di crediti formativi. Il portale è in continua evoluzione sia dal punto di vista della grafica che dei contenuti e vanta ad oggi i contributi di numerosi esperti in materia. Il Direttore è Angelo Sghirlanzoni ed Il controllo dei contenuti è effettuato a cura di un board scientifico con una periodicità costante. Per informazioni: La Mid Term Conference del progetto NEUROWEB Luigi Cavalli Sforza Professore emerito dell Università di Stanford in California (Usa) Il 18 ottobre, nell ambito dello SMAU 2007 presso la Fiera di Milano di Rho-Pero, si è tenuta la Mid Term Conference del progetto NEUROWEB, sostenuta dalla Commissione della UE, organizzata dalla Regione Lombardia, in collaborazione con i partner del progetto. Il progetto, finanziato dalla Comunità Europea nel 2006, porterà alla costruzione di uno strumento informatico per correlare dati clinici ad aspetti genetici, finalizzato alla terapia ed alla prevenzione per le malattie cerebrovascolari, per migliorare e personalizzare la cura dei pazienti. Ospite d onore il prof. Luigi Luca Cavalli-Sforza, genetista delle popolazioni di fama mondiale, che ha portato il suo contributo teorico ad un metodo innovativo per la valutazione statistica dei dati prodotti da NEUROWEB e che, una volta verificato, rappresenterà la via italiana alla genetica delle malattie cerebrovascolari. Un secondo aspetto, particolarmente importante, - precisa Eugenio Parati (responsabile U.F. Cerebrovascolare), nel corso del suo intervento - è stato l utilizzo delle bioimmagini quale strumento per definire gruppi omogenei di pazienti. Protagonista del consesso scientifico non è stato più l ictus cerebrale ma, per una volta, il singolo malato con la precisa stenosi, con il preciso infarto cerebrale. Benvenuta medicina individuale! Santa Messa Natale 2007 Giovedì 20 dicembre alle ore nella Cappella di Istituto si celebrerà, come ogni anno, la Santa Messa Natalizia presieduta da monsignor Piero Cresseri già cappellano rettore dell ospedale Policlinico e responsabile dal 1 dicembre 2006 del Servizio diocesano per la Pastorale della Sanità. Monsignor Cresseri ha sostituito nell incarico monsignor Italo Monticelli e, in occasione della celebrazione in Istituto, avrà modo di conoscere e visitare il Besta. Dopo la cerimonia seguirà un momento di festa organizzato dai volontari AVO, che offriranno un gradito rinfresco. Invitiamo tutti i dipendenti e i loro familiari, i pazienti e i parenti a partecipare numerosi a questo momento di preghiera e di fraternità. BESTA NEWS

6 APPROFONDIMENTI Come valutare la letteratura scientifica? Saba Motta Responsabile Biblioteca Scientifica Il giorno 20 novembre, presso la Biblioteca della Fondazione, si è svolta la presentazione di SCOPUS, il più grande database multidisciplinare al mondo di letteratura scientifica e fonti web di qualità, che permette di visualizzare abstracts e citazioni bibliografiche. Sono più di i titoli di oltre 4000 editori internazionali nel campo della medicina, chimica, fisica, matematica, scienze sociali, psicologia, biologia, agricoltura, economia. Nell ultimo anno la banca dati, che è accessibile da tutti i terminali dell Istituto (http://www.scopus.com), è stata arricchita di nuove funzionalità per supportare l analisi bibliometrica, disciplina che consente la misurazione e il confronto delle performance di un autore, di un gruppo di autori, di un dipartimento o la valutazione dei risultati della ricerca di un istituto, non attraverso l indice di impatto di una rivista (Impact Factor), utilizzato talvolta in modo improprio, ma per mezzo di un indicatore h-index o Hirsch index (*) che valuta gli articoli di un ricercatore sulla base delle citazioni ricevute. La Direzione Scientifica intende adottare, nel 2008 in modo sperimentale, questo nuovo indicatore che associa dati quantitativi e qualitativi, al fine di ottenere un analisi più oggettiva della produttività scientifica della nostra Fondazione. (*) Nature Aug 18;436(7053): Invito alla musica L apertura della stagione dell orchestra I Pomeriggi Musicali Con le note dell Ode a Napoleone di Arnold Schonberg è iniziato il concerto d apertura della 63 stagione sinfonica dell orchestra I pomeriggi musicali, diretta dal maestro Antonello Manacorda, tenutosi lo scorso 25 ottobre al teatro Dal Verme di Milano. Al concerto, organizzato nell ambito dei BestaIncontri promossi dalla Presidenza della L'orchesta I Pomeriggi Musicali Fondazione, hanno assistito 150 ospiti del Besta che hanno apprezzato l eccellente proposta musicale e la perfezione dell esecuzione. «Da parte mia ha sottolineato il Presidente Moneta tengo a rivolgere un sentito ringraziamento ai Pomeriggi Musicali e in particolare al Direttore artistico Carlo Peruchetti per la disponibilità e l efficienza dell organizzazione messa in campo». «Il grande successo dell iniziativa prosegue Moneta ci spinge a immaginare nuove occasioni di collaborazione». Il concerto è proseguito con due opere di Ludwig van Beethhoven: il concerto n.5 per pianoforte e orchestra op.73 e la sinfonia n.3 op.55 detta Eroica. L evento fa parte del programma di Bestafriends, la cabina di regia che promuove le attività culturali della Fondazione Besta, coinvolgendo il mondo delle associazioni, dell arte, della musica e dello sport. FLASH Il CdA della Fondazione visita a Pavia il cantiere del Cnao Martedì 20 novembre 2007, il Presidente e il Consiglio di amministrazione della Visuale grafica del nuovo centro di Adroterapia Fondazione Besta hanno visitato i cantieri per la realizzazione del Centro nazionale di adroterapia oncologia (Cnao). I lavori in fase avanzata nella zona ospedaliera di Pavia, fanno prevedere che la struttura potrebbe entrare in funzione alla fine del 2008.Il Centro è suddiviso in due parti: un edificio principale con l accoglienza dei pazienti, le zone di trattamento e uffici; una seconda zona che ospita invece l alta tecnologia integrata con strutture tecniche e funzionali all'avanguardia. Il Cnao sarà il primo centro ospedaliero di adroterapia in Italia e curerà i pazienti affetti da tumori solidi mediante l'uso di fasci di protoni e ioni carbonio: gli adroni, appunto, dai quali il nome di adroterapia. Contemporaneamente verrà effettuata la ricerca scientifica per individuare strumenti sempre più efficaci nella lotta contro il cancro. L adroterapia non sostituisce la radioterapia convenzionale, ma è un arma in più a disposizione dei pazienti e dei medici in situazioni particolari. Al convegno di CasAmica interviene il Presidente Moneta In occasione del ventennale dell Associazione CasAmica onlus si è tenuto il secondo convegno dedicato all accoglienza a Milano dei malati e dei loro famigliari che provengono da tutta Italia. Al dibattito, coordinato dal giornalista di RAI3, Paolo Pardini, è intervenuto, per l Istituto Besta, il presidente della Fondazione, Alessandro Moneta. Data la particolarità degli interventi e delle cure ha precisato Moneta la presenza di un parente o di una persona cara, diventa elemento indispensabile per il paziente, soprattutto tenuto conto che il 53 per cento di questi proviene da altre regioni. Si può così capire come sia importante poter accogliere, spesso per tempi medio-lunghi, queste persone che non sempre dispongono di redditi

7 sufficienti per superare tali disagi. Il presidente Moneta ha poi ricordato che nel progetto di costruzione del nuovo Besta è stato dato particolare rilievo al problema dell accoglienza dei pazienti e dei loro accompagnatori per i quali si stanno studiando soluzioni idonee con costi contenuti. Milano e la Lombardia sono sempre più un punto di riferimento per la sanità italiana conclude Moneta. Questo ci fa onore, ma ci pone anche il problema dell affluenza dei pazienti provenienti dalle altre Regioni, che già nel breve periodo non sarà più sostenibile per le attuali strutture. Nostro compito sarà quindi quello di condividere con le altre Regioni le nostre esperienze, cercando accordi anche per la realizzazione di una rete di collaborazione tra centri specializzati. CasAmica oggi a Milano rappresenta una delle maggiori realtà per l accoglienza dei malati e per le loro famiglie. Nelle sue tre case, infatti, accoglie annualmente persone per circa pernottamenti. Sono circa le persone che ogni anno sono costrette a spostarsi dalla propria residenza per motivi sanitari e che si recano verso i centri ospedalieri milanesi. Di queste oltre sono pazienti e circa i loro accompagnatori. FLASH Con Enzo Iacchetti alla marcia di Giò Erano oltre 500 i partecipanti alla Marcia di Giò che lo scorso 21 ottobre si sono dati appuntamento all Arena di Milano per disputare la corsa podistica a passo libero per 4 chilometri all interno del parco Sempione, finalizzata a sensibilizzare i cittadini sugli sviluppi della ricerca sui tumori cerebrali, in particolare su quelli infantili. Il via alla corsa, dedicata a Giò il bimbo triestino colpito da un tumore cerebrale e venuto a mancare nel 2002, è stato dato da Enzo Iacchettti e dall Assessore Regionale allo Sport Piergiorgio Prosperini. L iniziativa, promossa dall Istituto Besta con l Associazione italiana dei tumori cerebrali, il Fondo di Giò, e con il contributo di Regione, Provincia e Il momento della partenza della Marcia di Giò Da sinistra: Il Presidente Moneta, la mamma di Giò ed Enzo Iacchetti Comune di Milano, è stata parte integrante della Marcia intorno al mondo per i tumori cerebrali 2007, fatta di tante analoghe competizioni che hanno formato un unica marcia Mondiale di km, pari alla circonferenza terrestre. La marcia di Giò si pone tre obiettivi: ha sottolineato la mamma di Giò, Francesca Scropetta nel corso della manifestazione sensibilizzare i cittadini sul dramma vissuto dalle famiglie e dai pazienti con queste gravi patologie, informarli adeguatamente sugli sviluppi della ricerca nel settore ed, infine, raccogliere i fondi necessari da destinare alla ricerca. FLASH Un sentito grazie a tutti i Volontari e a tutte le Associazioni Una lettera inviata da un paziente, che pubblichiamo qui di seguito, invita a riflettere sull importante contributo del volontariato in Istituto e rappresenta un occasione per ringraziare tutte le Associazioni che con il loro costante impegno e la loro solidarietà supportano i pazienti e i loro familiari nei momenti di maggiore fragilità e bisogno. Ai carissimi volontari AVO dell Istituto Besta La permanenza di P. in ospedale è stata resa meno problematica grazie al vostro indispensabile servizio. A Milano non ci siamo sentiti soli. La mia gratitudine e quella di P. è grande, avete sostituito al meglio la famiglia, tenuto compagnia e fatto sorridere P. Al nostro rientro abbiamo sentito la mancanza di volti amichevoli, qui siamo da soli con i nostri problemi senza l aiuto di nessuno. Un grazie grande per tutto quello che avete fatto e fate per tante persone che hanno bisogno. Un sorriso, un aiuto dato con gioia vale più di una vincita. La vostra missione è grande! Vi stringiamo tutti in un unico abbraccio, grazie! Baci a tutti! Sosta poetica... una pausa per lo spirito Rubrica a cura di Roberto Pinardi Direttore Amministrativo Ode al Vento occidentale (estratto) Selvaggio vento occidentale, alito dell autunno Che spingi invisibile le foglie morte Come fantasmi in fuga da un mago Gialle, nere, e di un rossore febbrile Turbe colpite dalla pestilenza Tu che conduci al buio letto invernale.. Spirito selvaggio che ti muovi ovunque Che distruggi e proteggi, ascolta, ascolta. Percy Bysshe Shelley ( ) Ed. Feltrinelli VOLONTARIATO E ASSOCIAZIONI

8 Formazione promossa dall Istituto Gennaio - Febbraio 2008 Per info: Aggiornamenti di Neuroscienze Incontri settimanali di aggiornamento, di discussione e analisi critica dei dati della letteratura scientifica Biblioteca Centrale Fondazione IRCCS Istituto Neurologico C. Besta 12.00/13.00 Responsabile organizzativo: Marco de Curtis 7 gennaio 2008 I marcatori layer-specifici della neocorteccia Relatore: Ramona Moroni RIDIAMOCI SU 14 gennaio 2008 Dalla self-tolleranza all autoimmunità: una nuova spiegazione nell AIRE? Relatore: Paola Cavalcante 21 gennaio 2008 Musica e neuroscienze Relatore: Giuliano Avanzini 28 gennaio 2008 Correlazione tra eventi ictali SPECT e registrazione in profondità in pazienti epilettici farmacoresistenti Relatore: Vadym Gnatkovski 4 febbraio 2008 CTLA -4 e CD28: la doppia faccia della sinapsi immunologica Relatore: Cristina Cappelletti 11 febbraio 2008 Canale del sodio ed ipossia Relatore: Elisa Colombo 18 febbraio 2008 La stimolazione profonda nelle epilessie farmacoresistenti del lobo temporale Relatore: Marina Casazza 25 febbraio 2008 Il coinvolgimento del sistema nervoso nella sarcoidosi: presentazione di una casistica Relatore: Marcella Curone e Massimo Leone Corsi formativi Up to date in Neuro-Oncologia: sempre solo speranze per il futuro? 19 gennaio 2008 Responsabile scientifico: Amerigo Boiardi Giovanni Broggi Emicrania: una patologia invalidante 8 febbraio 2008 Responsabile scientifico: Gennaro Bussone L evoluzione dell anestesia: nuove tecnologie per antiche pratiche La videolaringoscopia Corso teorico pratico febbraio 2008 Responsabile scientifico: Dario Caldiroli Amanda Oriana L analisi del liquor nelle malattie neurologiche marzo-aprile 2008 Responsabile scientifico: Emilio Ciusani (Athos) Fondazione IRCCS Istituto Neurologico Carlo Besta Milano - Via Celoria, 11 Tel Fax Direttore responsabile: Roberto Pinardi Coordinamento editoriale: Patrizia Meroni - Redazione:Via Celoria, 11 - Milano c/o URP Marco Losi - Matilde Leonardi - Angelo Carnelli - Elio Maccagnano Angelo Sghirlanzoni - Clara Moreschi - Guido Storchi - Lucia Angelini Livia Malesani - Patrizia Meroni - Athos Careghi - Enrica Alessi - Silvia Volpato Paolo Piana - Antonella Cremonese - Manuela Bloise - Milena Bianchi Si ringrazia Daniele Perobelli per il contributo fotografico Finito di stampare nel mese di Dicembre 2007 Stampa: GMB s.r.l. - Via C. Colombo Corsico (MI) Il periodico sarà scaricabile sul sito: Il periodico è gratuito reg. trib. Milano: n. 10 del 13/01/03

A.N.I.Ma.S.S. ONLUS. Associazione Nazionale Italiana Malati di Sindrome di Sjögren CHI SIAMO

A.N.I.Ma.S.S. ONLUS. Associazione Nazionale Italiana Malati di Sindrome di Sjögren CHI SIAMO A.N.I.Ma.S.S. ONLUS Associazione Nazionale Italiana Malati di Sindrome di Sjögren CHI SIAMO >> CHI SIAMO L Associazione A.N.I.Ma.S.S. ONLUS Associazione Nazionale Italiana Malati Sindrome di Sjögren, è

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: IRCCS Fondazione Stella Maris - Pisa 2) Codice di accreditamento: NZ03552 3) Albo e classe di

Dettagli

ASSISTENZA CONTINUATIVA INTEGRATA PER PAZIENTI AFFETTI DA TUMORI CEREBRALI Dall ospedale all assistenza domiciliare alle cure palliative.

ASSISTENZA CONTINUATIVA INTEGRATA PER PAZIENTI AFFETTI DA TUMORI CEREBRALI Dall ospedale all assistenza domiciliare alle cure palliative. ASSISTENZA CONTINUATIVA INTEGRATA PER PAZIENTI AFFETTI DA TUMORI CEREBRALI Dall ospedale all assistenza domiciliare alle cure palliative. Il modello di cure domiciliari integrate in sperimentazione all

Dettagli

RELAZIONE SOCIALE ANNO 2012

RELAZIONE SOCIALE ANNO 2012 RELAZIONE SOCIALE ANNO 2012 Cari Soci, Siamo qui a presentare il bilancio consuntivo del terzo anno, sembrano pochi tre anni ma se volgiamo lo sguardo all indietro sembra passata una eternità. INTRODUZIONE

Dettagli

IL MINISTRO DELLA SALUTE DI CONCERTO CON IL MINISTRO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE

IL MINISTRO DELLA SALUTE DI CONCERTO CON IL MINISTRO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE Testo aggiornato al 5 dicembre 2007 Decreto ministeriale 22 Febbraio 2007, n. 43 Gazzetta Ufficiale 6 Aprile 2007, n. 81 Regolamento recante Definizione degli standard relativi all assistenza ai malati

Dettagli

UNITA OPERATIVA NEUROPSICHIATRIA INFANTILE SCHEDA INFORMATIVA UNITA OPERATIVE CLINICHE PRESIDIO POLICLINICO GIAMBATTISTA ROSSI. pag.

UNITA OPERATIVA NEUROPSICHIATRIA INFANTILE SCHEDA INFORMATIVA UNITA OPERATIVE CLINICHE PRESIDIO POLICLINICO GIAMBATTISTA ROSSI. pag. pag. 7 AZIENDA OSPEDALIERA ISTITUTI OSPITALIERI DI VERONA SCHEDA INFORMATIVA UNITA OPERATIVE CLINICHE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI VERONA UNITA OPERATIVA NEUROPSICHIATRIA INFANTILE PRESIDIO POLICLINICO GIAMBATTISTA

Dettagli

BAMBINI GUIDA PER L UTENTE. www.istituto-besta.it

BAMBINI GUIDA PER L UTENTE. www.istituto-besta.it BAMBINI al BESTA GUIDA PER L UTENTE www.istituto-besta.it La Fondazione Carlo Besta è all avanguardia nello studio e nella cura dei disordini neurologici congeniti, acquisiti e geneticamente determinati

Dettagli

Associazione Angela Serra per la Ricerca sul Cancro Onlus

Associazione Angela Serra per la Ricerca sul Cancro Onlus Associazione Angela Serra per la Ricerca sul Cancro Onlus È sempre la parabola del granello di senape che alla fine dimostra la sua validità. Un messaggio che non cade nel vuoto ma suscita prima interesse,

Dettagli

ASCOLTO Secondo noi l ascolto è la necessaria premessa per l accoglienza e la comprensione dei bisogni della persona malata e dei suoi familiari.

ASCOLTO Secondo noi l ascolto è la necessaria premessa per l accoglienza e la comprensione dei bisogni della persona malata e dei suoi familiari. LA CARTA DEI VALORI ASCOLTO Secondo noi l ascolto è la necessaria premessa per l accoglienza e la comprensione dei bisogni della persona malata e dei suoi familiari. DIGNITÀ Ci impegniamo ogni giorno per

Dettagli

Quando un figlio è malato: diritti e servizi sociali per la famiglia

Quando un figlio è malato: diritti e servizi sociali per la famiglia diritti e servizi sociali per la famiglia Cari Genitori, Questa brochure si propone di offrirvi sinteticamente informazioni utili e consigli pratici per orientarvi nel sistema dei servizi sociali e scolastici,

Dettagli

associazione per il bambino in ospedale Amico ABIO

associazione per il bambino in ospedale Amico ABIO associazione per il bambino in ospedale numero 34 maggio 2015 Amico ABIO UDINE Periodico quadrimestrale di informazione di ABIO Udine Onlus Direttore Responsabile: Paola Del Degan Redazione: Paola Caselli,

Dettagli

F ORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI. Snc, Via Arcangelo Sepe 83054 S. Angelo dei Lombardi (AV) gaetanosicuranza@virgilio.it TITOLI SCIENTIFICI

F ORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI. Snc, Via Arcangelo Sepe 83054 S. Angelo dei Lombardi (AV) gaetanosicuranza@virgilio.it TITOLI SCIENTIFICI F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome GAETANO SICURANZA Indirizzo Telefono 0816060241 Fax 0816060203 E-mail Snc, Via Arcangelo Sepe 83054 S. Angelo dei Lombardi (AV) gaetanosicuranza@virgilio.it

Dettagli

MEDICINA INTERNA. Ospedale di Santa Margherita Ligure DOVE SIAMO. Responsabile: Prof. Roberto FRANCESCHINI

MEDICINA INTERNA. Ospedale di Santa Margherita Ligure DOVE SIAMO. Responsabile: Prof. Roberto FRANCESCHINI MEDICINA INTERNA Ospedale di Santa Margherita Ligure Responsabile: Prof. Roberto FRANCESCHINI Capo Sala : Sig.ra Giulia PARETI DOVE SIAMO La struttura è situata al TERZO piano dell Ospedale di Santa Margherita

Dettagli

L Hospice fa parte della Rete Ligure di Cure Palliative ed è integrato con tutti i reparti e i servizi dell ASL.

L Hospice fa parte della Rete Ligure di Cure Palliative ed è integrato con tutti i reparti e i servizi dell ASL. L Hospice è una struttura dell ASL 1 Imperiese che accoglie prevalentemente pazienti con tumore in fase avanzata o terminale che necessitano di cure palliative di livello specialistico o che non possono

Dettagli

Fondazione Ariel. 2003-2013: da 10 anni stella guida delle famiglie con bambini disabili

Fondazione Ariel. 2003-2013: da 10 anni stella guida delle famiglie con bambini disabili Fondazione Ariel 2003-2013: da 10 anni stella guida delle famiglie con bambini disabili La Paralisi Cerebrale Infantile Una malatti a non prevenibile In Italia, un bambino su 500 nuovi nati è affetto da

Dettagli

PROGETTO DI ASSISTENZA AL MALATO NEOPLASTICO GRAVE E PER LO SVILUPPO DELLE CURE PALLIATIVE

PROGETTO DI ASSISTENZA AL MALATO NEOPLASTICO GRAVE E PER LO SVILUPPO DELLE CURE PALLIATIVE REGIONE VENETO - AZIENDA SANITARIA ULSS 22 PROGETTO DI ASSISTENZA AL MALATO NEOPLASTICO GRAVE E PER LO SVILUPPO DELLE CURE PALLIATIVE A cura del Coordinamento dei Distretti socio-sanitari e dei Medici

Dettagli

giovanni.lucignani@unimi.it www.lucignani.it

giovanni.lucignani@unimi.it www.lucignani.it FORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Titolo professionale Giovanni Lucignani Professore Indirizzo Unità operativa di Medicina nucleare, Dipartimento dei Servizi diagnostici,

Dettagli

Nascere all Ospedale San Giuseppe. Guida pratica per future mamme

Nascere all Ospedale San Giuseppe. Guida pratica per future mamme Nascere all Ospedale San Giuseppe Guida pratica per future mamme Indice Nascere all Ospedale San Giuseppe. Guida pratica per future mamme La storia Pag. 2 Benvenuta Pag. 3 L accoglienza Pag. 4 L assistenza

Dettagli

Presentazione Mai Soli.

Presentazione Mai Soli. Presentazione Mai Soli. Libretto per genitori in Oncoematologia Pediatrica presso la Sede della Fondazione Cassa di Risparmio Di Ferrara Via Cairoli, 13 - Ferrara Rassegna Stampa Associazione di Volontariato

Dettagli

IL PROGETTO: 1.1 Informazioni generali: Titolo del Progetto: PROGETTO SCUDO Servizio cure domiciliari per malati oncologici terminali ;

IL PROGETTO: 1.1 Informazioni generali: Titolo del Progetto: PROGETTO SCUDO Servizio cure domiciliari per malati oncologici terminali ; Il PROGETTO SCUDO VALDICHIANA è un iniziativa delle Sezioni CALCIT della Valdichiana, dei Medici di Medicina Generale facenti parte della Cooperativa Etruria Medica, della USL8 e dei Comuni di Cortona,

Dettagli

Programmazione e governo della rete dei servizi socio sanitari e sociali Direzione Generale Famiglia, Solidarietà Sociale e Volontariato

Programmazione e governo della rete dei servizi socio sanitari e sociali Direzione Generale Famiglia, Solidarietà Sociale e Volontariato Programmazione e governo della rete dei servizi socio sanitari e sociali Direzione Generale Famiglia, Solidarietà Sociale e Volontariato Lecco 27 Febbraio 2014 IL CAMBIAMENTO DEL CONTESTO E LE REGOLE DI

Dettagli

DI CORSA FINO AL MIDOLLO. 2a edizione Torino, Parco del Valentino 13 settembre 2015

DI CORSA FINO AL MIDOLLO. 2a edizione Torino, Parco del Valentino 13 settembre 2015 DI CORSA FINO AL MIDOLLO 2a edizione Torino, Parco del Valentino 13 settembre 2015 Di corsa fino al Midollo è una corsa non competitiva organizzata da ADMO Peperoncino Running in collaborazione con ADMO

Dettagli

La continuità del percorso dell assistito tra cure primarie e cure specialistiche

La continuità del percorso dell assistito tra cure primarie e cure specialistiche La continuità del percorso dell assistito tra cure primarie e cure specialistiche Percorso di approfondimento, confronto e formazione per medici con ruoli organizzativi La continuità assistenziale tra

Dettagli

LE CEFALEE SECONDARIE:

LE CEFALEE SECONDARIE: LE CEFALEE SECONDARIE: IATROGENE E CARDIOVASCOLARI SARNICO (BG), SABATO 22 SETTEMBRE 2012 Associazione Neurologica Italiana per la Ricerca sulle Cefalee Associazione per una Scuola delle Cefalee Presidente

Dettagli

CONVERSAZIONE CLINICA. Classe VA

CONVERSAZIONE CLINICA. Classe VA CONVERSAZIONE CLINICA Classe VA 1) Che cosa ti fa venire in mente la parola ''volontariato''? -Una persona che aiuta qualcuno in difficoltà. (Vittoria) -Una persona che si offre per aiutare e stare con

Dettagli

LA GESTIONE DELLA DISABILITA NELLE MALATTIE NEUROLOGICHE CRONICHE

LA GESTIONE DELLA DISABILITA NELLE MALATTIE NEUROLOGICHE CRONICHE LA GESTIONE DELLA DISABILITA NELLE MALATTIE NEUROLOGICHE CRONICHE ALBA SABATO 18 APRILE 2009 Centro di Neuroriabilitazione Ferrero Una Collaborazione tra UNIVERSITA DI TORINO Dipartimento di Neuroscienze

Dettagli

Mini-Master in Management e Supporto Globale del Paziente Oncologico

Mini-Master in Management e Supporto Globale del Paziente Oncologico Attivecomeprima Onlus organizza la sesta del: Mini-Master in Management rivolto a oncologi, medici di medicina generale, psicologi, infermieri e operatori che lavorano in ambito oncologico Il programma

Dettagli

PROGRAMMA 1 RIDUZIONE DELLE DISPARITÀ NELL ACCESSO DEI PAZIENTI AI MEZZI DIAGNOSTICI E ALLE TERAPIE

PROGRAMMA 1 RIDUZIONE DELLE DISPARITÀ NELL ACCESSO DEI PAZIENTI AI MEZZI DIAGNOSTICI E ALLE TERAPIE PROGRAMMA 1 RIDUZIONE DELLE DISPARITÀ NELL ACCESSO DEI PAZIENTI AI MEZZI DIAGNOSTICI E ALLE TERAPIE ex. Art. 3 Rete solidale e collaborazioni internazionali del DM del 21 luglio 2006 Programma straordinario

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

Sai cosa fa l AIL per il reparto di Oncoematologia Pediatrica di Padova?

Sai cosa fa l AIL per il reparto di Oncoematologia Pediatrica di Padova? L A.I.L. - Sezione di Padova ONLUS e la Clinica di Oncoematologia Pediatrica di Padova dal 1975 INSIEME per la VITA Sai cosa fa l AIL per il reparto di Oncoematologia Pediatrica di Padova? Passato, presente,

Dettagli

Per una nuova Bicocca della condivisione, della responsabilità e della valorizzazione

Per una nuova Bicocca della condivisione, della responsabilità e della valorizzazione Per una nuova Bicocca della condivisione, della responsabilità e della valorizzazione Proposte di Cristina Messa La nostra università, nata 15 anni fa, ha bisogno di proseguire nel percorso di crescita,

Dettagli

VISITE, PRELIEVI. ed ESAMI GUIDA PER L UTENTE. www.istituto-besta.it

VISITE, PRELIEVI. ed ESAMI GUIDA PER L UTENTE. www.istituto-besta.it VISITE, PRELIEVI ed ESAMI GUIDA PER L UTENTE www.istituto-besta.it LA FONDAZIONE CARLO BESTA La Fondazione I.R.C.C.S. Istituto Neurologico Carlo Besta è un polo sanitario e di ricerca di rilevanza nazionale

Dettagli

ASSOCIAZIONE C.I.A.O. un ponte tra carcere, famiglia e territorio. Iniziativa NATALE INSIEME All interno del progetto Mamma, sempre e ovunque

ASSOCIAZIONE C.I.A.O. un ponte tra carcere, famiglia e territorio. Iniziativa NATALE INSIEME All interno del progetto Mamma, sempre e ovunque Unità d offerta accreditata dal Comune di Milano Assessorato Politiche Sociali e Cultura della Salute ASSOCIAZIONE C.I.A.O. un ponte tra carcere, famiglia e territorio Iniziativa NATALE INSIEME All interno

Dettagli

Conferenza Programmatica Regionale per l Oncologia

Conferenza Programmatica Regionale per l Oncologia Direzione Regionale Sanità e Servizi Sociali Centro di Riferimento Oncologico Regionale Conferenza Programmatica Regionale per l Oncologia L esperienza del CRO e il programma di una Rete Oncologica Regionale

Dettagli

Arruolamento nei Presidi accreditati e terapia delle malattie rare nei presidi non accreditati Alessandro Andriani ASL RMA, Presidio Nuovo Regina

Arruolamento nei Presidi accreditati e terapia delle malattie rare nei presidi non accreditati Alessandro Andriani ASL RMA, Presidio Nuovo Regina Arruolamento nei Presidi accreditati e terapia delle malattie rare nei presidi non accreditati Alessandro Andriani ASL RMA, Presidio Nuovo Regina Margherita Palazzo Valentini, Roma 19 marzo 2010 1 Il Sistema

Dettagli

L INTEGRAZIONE ASSISTENZA - RICERCA. Paolo Marchetti Facoltà di Medicina e Psicologia Azienda Ospedaliera Sant Andrea Sapienza Università di Roma

L INTEGRAZIONE ASSISTENZA - RICERCA. Paolo Marchetti Facoltà di Medicina e Psicologia Azienda Ospedaliera Sant Andrea Sapienza Università di Roma L INTEGRAZIONE ASSISTENZA - RICERCA Paolo Marchetti Facoltà di Medicina e Psicologia Azienda Ospedaliera Sant Andrea Sapienza Università di Roma 1 L INTEGRAZIONE ASSISTENZA - RICERCA I Cittadini debbono

Dettagli

TRE FORMULE DI SERVIZI INTEGRATI NONSOLOECM

TRE FORMULE DI SERVIZI INTEGRATI NONSOLOECM TRE FORMULE DI SERVIZI INTEGRATI NONSOLOECM INDICE FORMULA ABBONAMENTO 2 NEWS SERVIZI IN ABBONAMENTO CORSO ECM RIVISTA PRONTO ECM! EDITORIALE MENSILE AULA VIRTUALE E SOCIAL NETWORK DEDICATO PARTECIPAZIONE

Dettagli

VOI SIETE LA FORZA DELLA RICERCA ANCHE NEI VOSTRI MOMENTI DI GIOIA.

VOI SIETE LA FORZA DELLA RICERCA ANCHE NEI VOSTRI MOMENTI DI GIOIA. VOI SIETE LA FORZA DELLA RICERCA ANCHE NEI VOSTRI MOMENTI DI GIOIA. AIRC. DA OLTRE 40 ANNI LA NOSTRA FORZA SONO LE TANTE PERSONE CHE CREDONO IN NOI. Dietro la sigla AIRC ci sono quasi due milioni di soci

Dettagli

ALZHEIMER. Interventi a sostegno delle persone affette da malattia di Alzheimer e dei loro familiari

ALZHEIMER. Interventi a sostegno delle persone affette da malattia di Alzheimer e dei loro familiari PROGETTO ALZHEIMER Interventi a sostegno delle persone affette da malattia di Alzheimer e dei loro familiari L ALZHEIMER E IL PROGETTO DI VERONA L assistenza agli anziani affetti da demenza tipo Alzheimer

Dettagli

3 Master in Neuro-Oncologia

3 Master in Neuro-Oncologia [ Corso Residenziale ] 3 Master in Neuro-Oncologia 7-9 maggio 2009 Direttori Carmine Carapella Andrea Pace 1 di 7 [ Programma preliminare] Giovedì 7 maggio I Sessione - Glioblastoma Multiforme ore 9.00

Dettagli

In Breve. n. 8/2011. I servizi alla persona: le unità di offerta sociali e socio sanitarie in Lombardia. Informativa Breve. I servizi per gli anziani

In Breve. n. 8/2011. I servizi alla persona: le unità di offerta sociali e socio sanitarie in Lombardia. Informativa Breve. I servizi per gli anziani Servizio Studi e Valutazione Politiche regionali Ufficio Analisi Leggi e Politiche regionali Dicembre 2011 Informativa Breve In Breve 8/2011 I servizi per gli anziani I servizi per la disabilità I servizi

Dettagli

CORSO ONLINE FARMACOLOGIA DELL EPILESSIA Terza edizione Master biennale di secondo livello in Epilettologia

CORSO ONLINE FARMACOLOGIA DELL EPILESSIA Terza edizione Master biennale di secondo livello in Epilettologia UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FERRARA DIPARTIMENTO DI SCIENZE BIOMEDICHE E CHIRURGICHE SPECIALISTICHE SEZIONE DI SCIENZE NEUROLOGICHE, PSICHIATRICHE E PSICOLOGICHE Direttore: Prof. Enrico Granieri CORSO ONLINE

Dettagli

INDICE. Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative;

INDICE. Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative; INDICE Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative; - LE LINEE DI METODO, che individuano le esperienze di apprendimento,

Dettagli

Mediamente una donna su otto sviluppa un carcinoma mammario nel corso della propria vita:

Mediamente una donna su otto sviluppa un carcinoma mammario nel corso della propria vita: VI Congresso Nazionale AICM: Le Reti Assistenziali e il Case Management per favorire la continuità di cura. Percorso della paziente affetta da cancro della mammella :esperienza lombarda M. Gjeloshi Riccione,25-26

Dettagli

De g e n z a. Dott. Claudio Tedeschi - Direttore. Coordinatore Infermieristico Daniela Sassi 0522 296169-296166

De g e n z a. Dott. Claudio Tedeschi - Direttore. Coordinatore Infermieristico Daniela Sassi 0522 296169-296166 Medicina Fisica e Riabilitativa De g e n z a Dott. Claudio Tedeschi - Direttore Coordinatore Infermieristico Daniela Sassi 0522 296169-296166 Segreteria Maria Rosaria Amelio - Maria Flavia Malavenda Federica

Dettagli

Fondazione don Ambrogio Cacciamatta onlus Residenza Sanitaria Assistenziale Casa Albergo Centro Diurno Integrato Assistenza Domiciliare Integrata

Fondazione don Ambrogio Cacciamatta onlus Residenza Sanitaria Assistenziale Casa Albergo Centro Diurno Integrato Assistenza Domiciliare Integrata Fondazione don Ambrogio Cacciamatta onlus Residenza Sanitaria Assistenziale Casa Albergo Centro Diurno Integrato Assistenza Domiciliare Integrata SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE E CURE PALLIATIVE CARTA

Dettagli

AZIENDA DI SERVIZI ALLA PERSONA Istituzioni Assistenziali Riunite di Pavia CARTA DEI SERVIZI ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA

AZIENDA DI SERVIZI ALLA PERSONA Istituzioni Assistenziali Riunite di Pavia CARTA DEI SERVIZI ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA AZIENDA DI SERVIZI ALLA PERSONA Istituzioni Assistenziali Riunite di Pavia CARTA DEI SERVIZI ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA Principi Generali Finalità del servizio Il servizio di Assistenza Domiciliare

Dettagli

IV Giornata ANIRCEF in Lombardia Le Cefalee Secondarie: Iatrogene e Cardiovascolari Sarnico (BG), Sabato 22 Settembre 2012

IV Giornata ANIRCEF in Lombardia Le Cefalee Secondarie: Iatrogene e Cardiovascolari Sarnico (BG), Sabato 22 Settembre 2012 IV Giornata ANIRCEF in Lombardia Le Cefalee Secondarie: Iatrogene e Cardiovascolari Sarnico (BG), Sabato 22 Settembre 2012 Associazione Neurologica Italiana per la Ricerca sulle Cefalee Associazione per

Dettagli

SICUREZZA E PREVENZIONE

SICUREZZA E PREVENZIONE SICUREZZA E PREVENZIONE Il 28 aprile attenzione sui nuovi rischi Giornata mondiale Ilo per sensibilizzare lavoratori e istituzioni La giornata mondiale per la salute e la sicurezza sul lavoro, campagna

Dettagli

Il Fascicolo sanitario elettronico (FSE) della Provincia Autonoma di Trento TreC e ricetta elettronica: numeri di eccellenza

Il Fascicolo sanitario elettronico (FSE) della Provincia Autonoma di Trento TreC e ricetta elettronica: numeri di eccellenza Evento organizzato con il supporto e la collaborazione del progetto Mattone Internazionale COMUNICATO STAMPA Il Fascicolo sanitario elettronico (FSE) della Provincia Autonoma di Trento TreC e ricetta elettronica:

Dettagli

CARTA DEL SERVIZIO CURE PALLIATIVE domiciliari ed Hospice ultima revisione agosto 2010

CARTA DEL SERVIZIO CURE PALLIATIVE domiciliari ed Hospice ultima revisione agosto 2010 Azienda provinciale per i Servizi Sanitari Distretto di Trento e Valle dei Laghi Rotaliana e Paganella - Cembra U.O. ASSISTENZA PRIMARIA Centro Servizi Sanitari Viale Verona 38123 Trento - CARTA DEL SERVIZIO

Dettagli

AIRFA newsletter. Cari Amici, gentili Famiglie, N 4, Marzo 2014. Devolvi il 5 per mille all Airfa. Codice fiscale N 94073140637

AIRFA newsletter. Cari Amici, gentili Famiglie, N 4, Marzo 2014. Devolvi il 5 per mille all Airfa. Codice fiscale N 94073140637 AIRFA newsletter N 4, Marzo 2014 Cari Amici, gentili Famiglie, l Associazione Italiana per Ricerca sull Anemia di Fanconi (AIRFA), in collaborazione con alcuni centri clinico/scientifici italiani e l Associazione

Dettagli

LICEO ANTONIO ROSMINI TRENTO. Indirizzi: LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE (L.E.S.)

LICEO ANTONIO ROSMINI TRENTO. Indirizzi: LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE (L.E.S.) LICEO ANTONIO ROSMINI TRENTO Indirizzi: LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE (L.E.S.) Chi siamo? È questa la tua scuola? La nostra scuola c è dal 1870. Prima come Istituto Magistrale, poi

Dettagli

Progetto di SIMULTANEOUS HOME CARE del paziente oncologico in fase avanzata di malattia.

Progetto di SIMULTANEOUS HOME CARE del paziente oncologico in fase avanzata di malattia. Progetto di SIMULTANEOUS HOME CARE del paziente oncologico in fase avanzata di malattia. Unità Operativa di Oncologia Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi di Varese Area territoriale: Distretto di Varese,

Dettagli

SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE E CURE PALLIATIVE CARTA DEI SERVIZI

SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE E CURE PALLIATIVE CARTA DEI SERVIZI SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE E CURE PALLIATIVE 1. La Fondazione nella rete dei servizi. CARTA DEI SERVIZI La Fondazione Don Ambrogio Cacciamatta onlus gestisce in Iseo l omonima RSA, a Monticelli

Dettagli

Si riportano alcune indicazioni generali sui principali interventi. Per informazioni potete rivolgervi alle sedi territoriali Cgil o Spi.

Si riportano alcune indicazioni generali sui principali interventi. Per informazioni potete rivolgervi alle sedi territoriali Cgil o Spi. Aiuti alle persone e alle famiglie in condizioni di fragilità - Misure concordate tra sindacato e Regione Lombardia.( a cura dipartimento welfare SPI Lombardia) Cgil, Cisl e Uil con i sindacati dei pensionati

Dettagli

Gruppo Italiano LES. Milano Sabato 23 Ottobre 2010

Gruppo Italiano LES. Milano Sabato 23 Ottobre 2010 Gruppo Italiano LES Milano Sabato 23 Ottobre 2010 INCONTRO MEDICI PAZIENTI e Assemblea Sociale Maria Teresa Tuccio Presidente Gruppo LES Gruppo Italiano LES Informazione Chi siamo e cosa facciamo è da

Dettagli

Scuola Primaria Trento TROVA

Scuola Primaria Trento TROVA Scuola Primaria Trento TROVA Carissimi genitori e bambini, sono lieto di farvi giungere il mio più cordiale saluto e, al tempo stesso, presentarvi il Collegio Arcivescovile. È una scuola di lunga tradizione

Dettagli

ASSISTENZA HOSPICE: UNA NUOVA REALTA NELL ASL BT

ASSISTENZA HOSPICE: UNA NUOVA REALTA NELL ASL BT ASSISTENZA HOSPICE: UNA NUOVA REALTA NELL ASL BT G. Lella (1), F. V. Rizzi (2), C. Crapolicchio (1), L. N. Visaggio (1), D. Ancona (2) 1. Servizio di Farmacovigilanza; 2. Area Gestione Servizio Farmaceutico

Dettagli

Oltre 500 associazioni aderenti, di cui: 104 federate; 47 delegazioni di livello regionale e provinciale;

Oltre 500 associazioni aderenti, di cui: 104 federate; 47 delegazioni di livello regionale e provinciale; Le reti oncologiche: presente e futuro Auditorium i Ministero i della Salute, Roma Il ruolo del volontariato nelle reti oncologiche Davide Petruzzelli Membro Esecutivo Nazionale F.A.V.O. Federazione Italiana

Dettagli

2012 Associazione di Volontariato e Solidarietà Umana Giulia ONLUS

2012 Associazione di Volontariato e Solidarietà Umana Giulia ONLUS Iniziative 2012 Associazione di Volontariato e Solidarietà Umana Giulia ONLUS via Aldighieri, 40-44121 Ferrara - www.associazionegiulia.com - info@associazionegiulia.com Testata: La Nuova Ferrara Edizione:

Dettagli

PROPOSTA per la REALIZZAZIONE di un SERVIZIO DI ACCOGLIENZA per FAMIGLIE di MINORI con CARDIOPATIE CONGENITE

PROPOSTA per la REALIZZAZIONE di un SERVIZIO DI ACCOGLIENZA per FAMIGLIE di MINORI con CARDIOPATIE CONGENITE PROGETTO : LA CASA DEI CUORI PROPOSTA per la REALIZZAZIONE di un SERVIZIO DI ACCOGLIENZA per FAMIGLIE di MINORI con CARDIOPATIE CONGENITE Richiesta al Comune di Bologna dell assegnazione di immobile di

Dettagli

A.G.C. 20 - Assistenza Sanitaria - Deliberazione n. 369 del 23 marzo 2010 LINEE GUIDA PER LA CARTA DEI SERVIZI SANITARI

A.G.C. 20 - Assistenza Sanitaria - Deliberazione n. 369 del 23 marzo 2010 LINEE GUIDA PER LA CARTA DEI SERVIZI SANITARI A.G.C. 20 - Assistenza Sanitaria - Deliberazione n. 369 del 23 marzo 2010 LINEE GUIDA PER LA CARTA DEI SERVIZI SANITARI PREMESSO che il D Lgs 502/1992 all art. 14 stabilisce il principio del costante adeguamento

Dettagli

Convegno sulla Medicina di Genere

Convegno sulla Medicina di Genere Convegno sulla Medicina di Genere Tutta cuore e cervello Parkinson: le donne non tremano! (Dis)uguaglianze di genere nella diagnosi e cura della malattia di Parkinson Tipologia formativa: Convegno ID evento:

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Assessorato dell Igiene e Sanità e dell Assistenza Sociale

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Assessorato dell Igiene e Sanità e dell Assistenza Sociale Assessorato dell Igiene e Sanità e dell Assistenza Sociale proposta approvata nella seduta del 9 agosto 2002 Oggetto: Individuazione rete dei presidi regionali per le malattie rare e adempimenti regionali

Dettagli

La comunicazione della Fondazione svolge un doppio ruolo

La comunicazione della Fondazione svolge un doppio ruolo la comunicazione La comunicazione della Fondazione svolge un doppio ruolo Da una parte assolve il compito primario di informare e aggiornare gli stakeholder sulle sue attività istituzionali, attraverso

Dettagli

A casa lontani da casa PROGETTO A CASA LONTANI DA CASA. Il percorso progettuale

A casa lontani da casa PROGETTO A CASA LONTANI DA CASA. Il percorso progettuale A casa lontani da casa PROGETTO A CASA LONTANI DA CASA Il percorso progettuale A casa lontani da casa Ci hanno aiutato: Chiesa Evangelica Valdese Fondazione CARIPLO Caritas Ambrosiana Filo Diretto Onlus

Dettagli

PIANO AZIENDALE DI COMUNICAZIONE AOVV

PIANO AZIENDALE DI COMUNICAZIONE AOVV SONDALO SONDRIO MORBEGNO CHIAVENNA PIANO AZIENDALE DI COMUNICAZIONE AOVV DETERIMAZIONI IN ORDINE AGLI OBIETTIVI DI INTERESSE REGIONALE DEI DIRETTORI GENERALI DELLE AZIENDE OSPEDALIERE PER L ANNO 2008,

Dettagli

L Assistente Sociale e la Rete Oncologica

L Assistente Sociale e la Rete Oncologica L Assistente Sociale e la Rete Oncologica Tavola Rotonda Paola Giribaldi Torino, 14 settembre 2013 La Rete degli Assistenti Sociali E stata istituita con Determinazione Regionale n. 265 dell' 8 settembre

Dettagli

Cliniche Universitarie Tübingen

Cliniche Universitarie Tübingen italienisch Cliniche Universitarie Tübingen CLINICA PER CHIRURGIA GENERALE, VISCERALE E DEL TRAPIANTO CLINICA PER ANESTESIOLOGIA E MEDICINA INTENSIVA DIPARTIMENTO DI OCULISTICA CLINICA GINECOLOGICA CLINICA

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 13 Novembre 2015

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 13 Novembre 2015 Pagina 1 di 5 rassegna stampa 13 Novembre 2015 IL CITTADINO Lodi Pronto soccorso radiologico all ospedale Domani mattina si inaugurerà il Pulmino alao per gli ammalati Faremo gli esami Dna ai pazienti

Dettagli

Il digitale terrestre: buone pratiche a confronto

Il digitale terrestre: buone pratiche a confronto Il digitale terrestre: buone pratiche a confronto Le opportunità di integrazione della TDT con i servizi sanitari Leonardo Sartori Responsabile Sistemi Informativi Trento, 30 aprile 2010 leonardo.sartori@apss.tn.it

Dettagli

MALATTIE RARE E DISABILITÀ

MALATTIE RARE E DISABILITÀ PRESIDENTE Sen. Ombretta Fumagalli Carulli PRESIDENTE VICARIO Sen. Mario Occhipinti SEGRETARIO Claudio Giustozzi Via Giulio Salvadori, 14/16 00135 Roma Tel 06 3389120 fax 06 30603259 e-mail: segreteria@dossetti.it

Dettagli

DAI UN VOLTO SOLIDALE AL TUO NATALE SOSTIENI la RICERCA SUL TUMORE AL SENO

DAI UN VOLTO SOLIDALE AL TUO NATALE SOSTIENI la RICERCA SUL TUMORE AL SENO Auguri solidali IOR 2015 gli auguri natalizi sono un gesto concreto per dire ai clienti, fornitori e dipendenti che pensi a loro in questo momento speciale dell anno. ogni biglietto dell Istituto Oncologico

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE Nome ANSANELLI MATILDE Nazionalità ITALIANA Data di nascita 21 GENNAIO 1957 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Date (da a) DAL 1/5/2003 AD OGGI Indirizzo sede Lavorativa

Dettagli

A.N.F.E. Delegazione Regionale Sicilia. Paolo Genco. [ Saluti e discorso introduttivo. Acireale 29 novembre 2014]

A.N.F.E. Delegazione Regionale Sicilia. Paolo Genco. [ Saluti e discorso introduttivo. Acireale 29 novembre 2014] 2014 A.N.F.E. Delegazione Regionale Sicilia Paolo Genco [ Saluti e discorso introduttivo 2014] Acireale 29 novembre Sua Eccellenza Reverendissima Monsignor Raspanti, vescovo di Acireale 2 Gentili Signore

Dettagli

CARTA REGIONALE DEI SERVIZI SISTEMA INFORMATIVO SOCIO- SANITARIO DELLA REGIONE LOMBARDIA

CARTA REGIONALE DEI SERVIZI SISTEMA INFORMATIVO SOCIO- SANITARIO DELLA REGIONE LOMBARDIA CARTA REGIONALE DEI SERVIZI SISTEMA INFORMATIVO SOCIO- SANITARIO DELLA REGIONE LOMBARDIA IL CLIENTE Regione Lombardia, attraverso la società Lombardia Informatica. IL PROGETTO Fin dal 1998 la Regione Lombardia

Dettagli

Cure Domiciliari. Corso Elettivo Malato a casa 23 gennaio 2012

Cure Domiciliari. Corso Elettivo Malato a casa 23 gennaio 2012 Cure Domiciliari Corso Elettivo Malato a casa 23 gennaio 2012 DEFINIZIONE DELLE CURE DOMICILIARI Le cure domiciliari consistono in trattamenti medici, infermieristici, riabilitativi, prestati da personale

Dettagli

Il medico di Welby condanato o assolto? Lo decidono gli studenti-giudici

Il medico di Welby condanato o assolto? Lo decidono gli studenti-giudici NAPOLI ALL'UNIVERSITÀ SUOR ORSOLA BENINCASA L'INIZIATIVA «I GRANDI PROCESSI» Il medico di Welby condanato o assolto? Lo decidono gli studenti-giudici Al termine di un finto processo quindici ragazzi assolveranno

Dettagli

LE POLITICHE DI TUTELA DELLA SALUTE NELLA REGIONE LOMBARDIA. Antonio G. Mobilia Direttore Generale ASL Città di Milano

LE POLITICHE DI TUTELA DELLA SALUTE NELLA REGIONE LOMBARDIA. Antonio G. Mobilia Direttore Generale ASL Città di Milano LE POLITICHE DI TUTELA DELLA SALUTE NELLA REGIONE LOMBARDIA Antonio G. Mobilia Direttore Generale ASL Città di Milano LA SITUAZIONE ITALIANA ASL con gestione diretta degli Ospedali ASL senza alcun ospedale

Dettagli

Un libro ti prende in prestito

Un libro ti prende in prestito Un libro ti prende in prestito Il libro si fa protagonista al posto del lettore I libri regalano benessere, curano, confortano, nutrono. Ancora di più in ospedale. La compagnia di un buon libro può aiutare

Dettagli

RAPPORTO 1/09/2011-31/03/2012 STUDIO OSSERVAZIONALE SUGLI STATI VEGETATIVI PROGETTO VESTA. Unità Operativa di Latina INTRODUZIONE

RAPPORTO 1/09/2011-31/03/2012 STUDIO OSSERVAZIONALE SUGLI STATI VEGETATIVI PROGETTO VESTA. Unità Operativa di Latina INTRODUZIONE RAPPORTO 1/09/2011-31/03/2012 STUDIO OSSERVAZIONALE SUGLI STATI VEGETATIVI PROGETTO VESTA Unità Operativa di Latina INTRODUZIONE Il Progetto Vesta è uno studio osservazionale multicentrico su soggetti

Dettagli

Via Venezian, 1 20133 Milano direttore.sanitario@istitutotumori.mi.it Recapito telefonico ore ufficio 02 23902676 fax 02 23902854

Via Venezian, 1 20133 Milano direttore.sanitario@istitutotumori.mi.it Recapito telefonico ore ufficio 02 23902676 fax 02 23902854 CURRICULUM VITAE E PROFESSIONALE DOTT. VITO CORRAO Informazioni personali Data di nascita 9 agosto 1955 Luogo di nascita Mazara del Vallo (TP) Codice fiscale CRR VTI 55M09 F061M Comune iscrizione liste

Dettagli

Comune di SCANDICCI. Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi BROSHURË XHEPI E SCANDICCI-T. Udhëzues shërbimesh për qytetarët

Comune di SCANDICCI. Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi BROSHURË XHEPI E SCANDICCI-T. Udhëzues shërbimesh për qytetarët Progetto cofinanziato da 1 UNIONE EUROPEA Comune di SCANDICCI Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi SCANDICCI IN TASCA Guida ai servizi per i cittadini SCANDICCI IN YOUR POCKET Guide

Dettagli

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA

CARTA DEI SERVIZI ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA CARTA DEI SERVIZI ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA Ultima revisione: Aprile 2014 PARTE GENERALE 1. PRESENTAZIONE DELLA FONDAZIONE SCARPARI FORATTINI ONLUS L ente trae origine dalle disposizioni testamentarie

Dettagli

Progetto di Assistenza Domiciliare

Progetto di Assistenza Domiciliare Progetto di Assistenza Domiciliare Per curare efficacemente un malato cronico, oggi non è più sufficiente limitarsi alla corretta interpretazione dei segni e dei sintomi clinici della malattia e/o alla

Dettagli

Il Progetto Cicogna: un progetto che nell accoglienza dei piccolissimi integra pubblico, privato, comunitàe affido.

Il Progetto Cicogna: un progetto che nell accoglienza dei piccolissimi integra pubblico, privato, comunitàe affido. Torino 16 ottobre 2013 Il Progetto Cicogna: un progetto che nell accoglienza dei piccolissimi integra pubblico, privato, comunitàe affido. CENTRO ACCOGLIENZA LA RUPE Dott.ssa Piera Poli Pubblico, privato

Dettagli

Fondazione OPERA SANTA RITA PRATO. del. Centro Diurno di Riabilitazione Per Giovani Cerebrolesi Franco Primi

Fondazione OPERA SANTA RITA PRATO. del. Centro Diurno di Riabilitazione Per Giovani Cerebrolesi Franco Primi Fondazione OPERA SANTA RITA PRATO CARTA DEI SERVIZI del Centro Diurno di Riabilitazione Per Giovani Cerebrolesi Franco Primi Edizione - aprile 2002 1 LA FONDAZIONE OPERA SANTA RITA (Onlus) L attuale Fondazione

Dettagli

Il documento di seguito presentato è il risultato di

Il documento di seguito presentato è il risultato di Gli indicatori macrostrutturali di qualità dei servizi e delle prestazioni sanitarie GLI INDICATORI MACROSTRUTTURALI DI QUALITÀ DEI SERVIZI E DELLE PRESTAZIONI SANITARIE Prima rilevazione regionale Il

Dettagli

SISS IL SISTEMA AL SERVIZIO DELLA SANITÀ AO DESENZANO DEL GARDA

SISS IL SISTEMA AL SERVIZIO DELLA SANITÀ AO DESENZANO DEL GARDA SISS IL SISTEMA AL SERVIZIO DELLA SANITÀ AO DESENZANO DEL GARDA Sommario Introduzione Le finalità del progetto CRS-SISS e il ruolo di Regione Lombardia Aspetti tecnico-organizzativi del Progetto Servizi

Dettagli

Newsletter anno 4 numero 3 Ottobre 2001. S.I.Co.

Newsletter anno 4 numero 3 Ottobre 2001. S.I.Co. 1 ottobre 2001 Newsletter Newsletter anno 4 numero 3 Ottobre 2001 S.I.Co. News News-letter dell Associazione: Società Italiana di Counseling N 3- Anno 4 Ottobre 2001 Ristrutturazione dell Associazione

Dettagli

Sommario Rassegna Stampa

Sommario Rassegna Stampa Sommario Rassegna Stampa Testata Data Titolo Pag. Rubrica Neuromed Ecodelmolise.com 04/07/2015 IL PROGETTO MOLI-SANI CONTRIBUISCE ALLA PREVENZIONE DEL DIABETE SU SCALA MONDIALE 11 La Gazzetta del Molise

Dettagli

4. IL PUNTO DI VISTA DEL VOLONTARIATO

4. IL PUNTO DI VISTA DEL VOLONTARIATO 12949_09 Disparità nell accesso dei malati oncologici ai trattamenti terapeutici e assistenziali 4. IL PUNTO DI VISTA DEL VOLONTARIATO ONCOLOGICO: ASSISTENZA DOMICILIARE, SOSTEGNO PSICOLOGICO E INFORMAZIONE

Dettagli

DISTRETTO SOCIO-SANITARIO DI MONZA ANNO 2013 PIANO DELL AMBITO DI MONZA EMERGENZA CALDO

DISTRETTO SOCIO-SANITARIO DI MONZA ANNO 2013 PIANO DELL AMBITO DI MONZA EMERGENZA CALDO DISTRETTO SOCIO-SANITARIO DI MONZA ANNO 2013 PIANO DELL AMBITO DI MONZA EMERGENZA CALDO 1 Il Distretto socio-sanitario dell ambito di Monza (Monza, Brugherio e Villasanta) ha predisposto anche per l anno

Dettagli

Elena Canadelli 1915: UNA NUOVA SEDE PER GLI ISTITUTI D ISTRUZIONE SUPERIORE DI MILANO

Elena Canadelli 1915: UNA NUOVA SEDE PER GLI ISTITUTI D ISTRUZIONE SUPERIORE DI MILANO Elena Canadelli 1915: UNA NUOVA SEDE PER GLI ISTITUTI D ISTRUZIONE SUPERIORE DI MILANO Associazione per lo sviluppo dell alta cultura in Milano, Ricordo della posa della prima pietra per le nuove sedi

Dettagli

REGOLE SISTEMA REGIONALE SANITARIO 2015. Direzione Generale Sanità

REGOLE SISTEMA REGIONALE SANITARIO 2015. Direzione Generale Sanità REGOLE SISTEMA REGIONALE SANITARIO 2015 Direzione Generale Sanità 1 ARGOMENTI TRATTATI NELLE REGOLE DI SISTEMA 1. Inquadramento economico e finanziario: il bilancio ponte 2. Il livello programmatorio:

Dettagli

Milano 21 Ottobre 2010

Milano 21 Ottobre 2010 Antonella Costantino - Nora Bergamaschi* Lucia Lanzini* - Mara Marini* - Caterina Dall Olmo* Valeria de Filippis, Laura Bernasconi, Emilia Cavallo Daniela Biffi, Luca Pugliese, Fabiana Festa*, Daniela

Dettagli

Cosa ci dicono i dati

Cosa ci dicono i dati La scoperta del gene responsabile della fibrosi cistica ha permesso la messa a punto di un test genetico per identificare il «portatore» del gene della malattia. Si è aperto quindi per la fibrosi cistica

Dettagli

Ricerca. si cura meglio dove si fa ricerca

Ricerca. si cura meglio dove si fa ricerca Ricerca si cura meglio dove si fa ricerca Si cura meglio dove si fa ricerca Il grande impegno del Centro CARDIOLOGICO Monzino nella ricerca permette di ottenere risultati che tempestivamente possono essere

Dettagli