ROMA NOTA TERRITORIALE. a cura dell Ufficio Provinciale di ROMA Piero Carlini (referente OMI) Emanuela Fantaccione (collaboratrice)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ROMA NOTA TERRITORIALE. a cura dell Ufficio Provinciale di ROMA Piero Carlini (referente OMI) Emanuela Fantaccione (collaboratrice)"

Transcript

1 ROMA NOTA TERRITORIALE a cura dell Ufficio Provinciale di ROMA Piero Carlini (referente OMI) Emanuela Fantaccione (collaboratrice) Andamento del mercato immobiliare nel estre Settore residenziale con la collaborazione della Direzione Centrale Osservatorio del Mercato Immobiliare e dei Servizi Estimativi Ufficio Statistiche e Studi del Mercato Immobiliare data di pubblicazione: 23 giugno 2011

2 Le informazioni rese nella presente nota sono di proprietà esclusiva dell Agenzia del Territorio. Non è consentito vendere, affittare, trasferire, cedere i dati contenuti o assumere alcune altre obbligazioni verso terzi. Le informazioni possono essere utilizzate, anche ai fini della loro elaborazione, purché, nel caso di pubblicazione, venga citata la relativa fonte.

3 Indice Introduzione... 1 Mercato regionale... 2 Mercato provinciale... 6 Mercato del comune di Roma Indice delle tabelle Indice delle figure Introduzione La presente Nota Territoriale, relativa al estre, è stata realizzata dall Ufficio Provinciale di Roma, in collaborazione con l Ufficio Statistiche e Studi del Mercato Immobiliare della Direzione Centrale OMISE dell Agenzia del Territorio ed ha lo scopo di illustrare composizione e dinamiche del mercato residenziale approfondendone i dettagli nel capoluogo e nei comuni della provincia. Sono stati analizzati, attraverso i dati rilevati dall Osservatorio del mercato immobiliare, i principali dati strutturali del mercato delle abitazioni dell intera regione Lazio con approfondimenti sull intera provincia di Roma ed in particolare sul capoluogo. I dati analizzati e presentati nella nota sono: il numero di transazioni normalizzate () delle abitazioni e relative variazioni di periodi; l intensità del mercato immobiliare (); le quotazioni medie delle abitazioni ed il numero indice quotazioni dal I semestre 2004; lo stock e per dimensione delle abitazioni. il differenziale delle quotazioni medie comunali media provinciale; il differenziale delle quotazioni medie delle macroaree del comune di Roma e delle rispettive zone OMI media comunale.

4 Mercato regionale In questa sezione è esaminato il mercato immobiliare residenziale nel Lazio, con il dettaglio territoriale relativo alle province ed ai capoluoghi. I dati riportati nelle sottostanti tabelle sono riferiti alle transazioni effettuate nel estre e alle relative quotazioni. Il dato regionale di, pari a , rappresenta l 11% circa dell intero mercato immobiliare nazionale italiano. Di grande rilievo risultano il mercato della capitale e della sua provincia, che rappresentano le quote più ampie del mercato nazionale; la dimensione del mercato di Roma è infatti pari al 17,5% del mercato nazionale dei capoluoghi e la sua intera provincia all 8,3% del mercato italiano delle abitazioni. La realtà del mercato regionale continua ad avere nel 2 semestre del, anche se ridimensionata rispetto al primo, una tendenza generalmente positiva pari al +0,9% rispetto al 2 semestre 2009, determinata esclusivamente dalle province di Roma (+2,5%) e Latina (+0,8%). Le altre realtà territoriali fanno rilevare, invece, delle flessioni che vanno dal -9,3% di Rieti al -5,6% di Frosinone, in linea con l andamento negativo nazionale. Bene il dato su tutti i capoluoghi che ricalca, anche se per il solo segno positivo e non per le percentuali, la tendenza del dato relativo allo scorso periodo. I capoluoghi che, come già indicato, dimostrano una crescita di transazioni superiore a quella delle province, si attestano su un generale +6,1%. Spicca la costante crescita di Rieti (+14,0%), che ripropone lo stesso incremento tendenziale rilevato nel precedente semestre e che supera, insieme a Frosinone (+10,8%), l incremento della capitale (+6,0%). Per le province le quotazioni sono ferme ai relativi valori del periodo precedente, le elaborazioni dei dati non fanno rilevare concretamente nessuna importante variazione. La media delle quotazioni di riferimento della provincia, rilevate dall Osservatorio del Mercato Immobiliare, nel secondo semestre è pari a 2.428, stabile rispetto al primo semestre. La media calcolata per i capoluoghi è pari a che presenta un minimo incremento dello 0,1 % rispetto alle rilevazioni precedenti. Tabella 1:,, quotazioni medie e variazioni % - province Province II sem / II sem 2009 Quota % Italia II sem / I sem N. indice quotazioni II sem (base = I sem 2004) Frosinone ,6% 0,56% 1,32% ,0% 151,1 Latina ,8% 0,86% 1,76% ,3% 143,3 Rieti 954-9,3% 0,32% 1,59% ,0% 156,4 Roma ,5% 8,27% 2,44% ,1% 142,8 Viterbo ,8% 0,65% 2,13% ,2% 158,4 Totale Lazio ,9% 10,65% 2,22% ,0% 143,9 Italia ,5% 100% 1,87% ,4% 129,3 Tabella 2:,, quotazioni medie e variazioni % - capoluoghi Capoluoghi II sem / II sem 2009 Quota % Italia II sem / I sem N. indice quotazioni II sem (base = I sem 2004) Frosinone 154 1,2% 0,17% 1,48% ,0% 184,6 Latina ,8% 0,76% 2,39% ,0% 139,3 Rieti ,0% 0,27% 2,06% ,0% 154,0 Roma ,0% 17,46% 2,41% ,1% 136,0 Viterbo 486 1,9% 0,53% 2,82% ,4% 154,6 Lazio ,1% 19,19% 2,40% ,1% 136,7 Italia ,3% 100% 2,13% ,5% 130,0 2

5 La dinamica del mercato immobiliare, misurata tramite l, mostra ancora un mercato contratto, che stenta a riprendere il tenore di una buona vivacità di scambi immobiliari misurata negli anni precedenti, quando l raggiungeva valori intorno al 3%. Tale situazione risalta maggiormente nelle grandi estensioni territoriali, tipo quelle nazionali (1,87%) e regionali (2,22%), attenuandosi nelle realtà territoriali più ridotte come quelle riferite alla provincia e ai comuni. In evidenza si pone Roma, sia come provincia (2,44%) che come capoluogo (2,41%), anche se in quest ultimo caso non si pone al comando della graduatoria, che appartiene invece a Viterbo con il 2,82%. Come evidenziato dalla figura 1, la provincia di Roma occupa il 77,6% dell intero mercato immobiliare regionale; seguono, con dimensioni decisamente più ridotte, le province di Latina che rappresenta circa lo 8,1% del mercato regionale, Viterbo con 6,1% e Frosinone con il 5,2%. In ultima posizione, Rieti fa rilevare soltanto il 3% del mercato Laziale. Il grafico di figura 2 relativo all indice del mercato immobiliare, pone in evidenza che nel resto della provincia di Roma il mercato ha mostrato maggiore vivacità di scambi immobiliari rispetto al capoluogo. Figura 1: Distribuzione estre per provincia 6,1% 5,2% 8,1% 3,0% 77,6% Frosinone Latina Rieti Roma Viterbo Figura 2: Capoluoghi e Resto Provincia 3,00% 2,50% Capoluoghi Resto provincia 2,00% 1,50% 1,00% 0,50% 0,00% Frosinone Latina Rieti Roma Viterbo LAZIO ITALIA In figura 3 si riporta l andamento temporale dei valori di dal 2004, dopo la forte discesa delle transazioni dal I semestre del 2007, nel I semestre del 2009 si registra una ripresa più rilevante nei capoluoghi laziali fino al I semestre del, seguita però nell attuale semestre da una flessione sempre generalizzata, che riporta i valori di indice ai livelli del

6 Figura 3: Numero indice dal I semestre capoluoghi e non capoluoghi , ,4 111,6 107,9 102,6 100,3 107,2 112,1 107,8 109,6 103,5 108,5 107,1 100,3 100,0 101,6 96,6 99,1 91,0 90,6 90,2 Italia Lazio Capoluoghi Non capoluoghi 84,7 87,0 85,9 75,3 77,2 76,3 92,0 84,5 80,6 77,5 77,6 76,9 73,9 74,5 70,3 85,5 78,3 70,9 60 I_04 II_04 I_05 II_05 I_06 II_06 I_07 II_07 I_08 II_08 I_09 II_09 I_10 II_10 Figura 4: Numero indice quotazioni medie dal I semestre capoluoghi e non capoluoghi ,2 164,7 163,8 161,4 161,3 160,7 160, ,3 138,9 132,8 149,2 139,5 147,1 135,2 150,2 143,9 141,0 147,9 144,5 144,6 141,0 137,2 137,3 143,9 143,9 136,6 136, ,1 114,3 130,1 124, ,3 109,9 Italia 105,9 110,5 Lazio ,8 104, ,5 108,8 Capoluoghi Non capoluoghi 95 I_04 II_04 I_05 II_05 I_06 II_06 I_07 II_07 I_08 II_08 I_09 II_09 I_10 II_10 4

7 Nel grafico della figura 4 sono riportati gli indici delle rispettive sezioni territoriali relativi all andamento delle quotazioni in progressione dal I semestre Anche i risultati del presente semestre contribuiscono all andamento stabile che si delinea a partire dal I semestre L Indice del Mercato Immobiliare che emerge nella figura 5, fa risaltare come la piccola ripresa annuale del mercato regionale sia fortemente trainata dai capoluoghi, mentre il resto della provincia si allinea con l andamento più statico dell intero mercato nazionale. Figura 5: capoluoghi e non capoluoghi 3,90% 3,70% 3,50% 3,30% 3,10% 2,90% 2,70% 3,21% 3,19% 3,16% 3,32% 3,30% 3,29% 3,06% 2,94% 3,18% 2,83% 2,72% 2,50% 2,30% 2,10% 1,90% Capoluoghi Non capoluoghi Lazio 2,63% 2,25% 2,30% 2,27% 2,14% 2,04% 2,09% 2,40% 2,22% 2,03% 1,70% Italia 1,50%

8 Mercato provinciale In questa sezione sono illustrate le informazioni dell Osservatorio del Mercato Immobiliare riferite al II semestre inerenti le 12 macroaree, in cui sono stati suddivisi i 119 comuni della provincia di Roma, così come di seguito denominate: Monti della Tolfa (2 comuni), Area Braccianese (5 comuni), Asse Flaminia (17 comuni), Asse Salaria (11 comuni), Asse Tiburtina (2 comuni), Area Fiume Aniene (43 comuni), Asse Casilina (13 comuni), Castelli Romani (16 comuni), Litorale Sud (4 comuni), Litorale Nord (4 comuni), Roma (1 comune) e Fiumicino (1 comune). Le macroaree sono state costruite aggregando i comuni secondo parametri territoriali omogenei (caratteristiche orografiche, sistema di comunicazione stradale e ferroviario, caratteristiche sociali delle popolazioni, attitudine industriale agricola turistica artigianale e carattere urbanistico). Figura 6: Macroaree provinciali di Roma Il maggior numero di transazioni è stato rilevato nel comune di Roma, che identifica la stessa macroarea. Il dato della capitale ammonta ad un pari a , che corrisponde a circa il 65% del mercato provinciale (figura 9). Si tratta di un incremento della quota di mercato provinciale che nel II semestre 2009, era del 62,5%. Seguono le macroaree che hanno realizzato un numero di transazioni superiori a 1000, denominate Litorale Sud (1.734 ), Castelli Romani (1.670 ), e Litorale Nord (1.092 ). La maggiore appetibilità di tali macroaree provinciali rispetto alle altre è motivata, come già argomentato nelle precedenti note, dalla vocazione turistica dei loro comuni e dalla vicinanza alla capitale, rispetto alla quale i prezzi delle abitazioni sono maggiormente accessibili. Le macroaree che hanno registrato un numero minore di transazioni sono, Monti della Tolfa (52 ), Area Braccianese (343 ) e Area Fiume Aniene (428 ). Anche se il mercato provinciale segna in generale una piccola ripresa, incrementando del 2,5% gli scambi immobiliari rispetto al periodo di confronto (soprattutto grazie al mercato di Roma), la situazione inerente le varie macroaree provinciali fa rilevare un andamento negativo per ben otto delle dodici realtà territoriali. Tra le aree che maggiormente perdono compravendite si distinguono, con una performance negativa oltre il 10%; Asse Salaria con il -15,9%, Fiumicino con -14,6% e Area Fiume Aniene con -12,0%. Mentre le quattro macroaree che trascinano positivamente il mercato sono: Asse Casilina (+21,3%), Roma (+6,0%), Litorale Sud (+2,8%) e Asse Flaminia (+1,6%). 6

9 Come si è già indicato per il mercato regionale le quotazioni medie immobiliari rilevano variazioni minime che evidenziano una generalizzata modesta flessione sull intera provincia. Fanno eccezione soltanto alcune macroaree che realizzano minimi risultati positivi, come ad esempio quella di Roma che con una variazione del +0,1%, determina (grazie alla sua eccezionale consistenza di stock) una sostanziale ripercussione sul dato generale. Il valore medio provinciale si attesta su con una variazione pari a -0,1%, mentre tra le aree più quotate Roma segna un valore di 3.314, seguono: Fiumicino con che diminuisce del -0,2%, Castelli Romani con che diminuisce del -0,9% e Litorale Nord con che diminuisce del -0,7%. Anche l provinciale segna generalmente risultati che rispecchiano un mercato stazionario, ma rispetto all anno precedente si delineano, seppur minimi, degli effetti positivi. Le macroaree (figura 10) che si attestano al di sopra dell medio provinciale (2,44%) sono: Fiumicino (3,42%), Area Braccianese (2,86%), Litorale Sud (2,86%), Asse Flaminia (2,81%), Litorale Nord (2,71%) e Asse Tiburtina (2,63%). La macroarea con minor dinamica di mercato è l Area Fiume Aniene con un indice pari a 1,48%, mentre Roma anche se al di sotto della media provinciale dimostra comunque un contenuto incremento posizionandosi al 2,41%. Se consideriamo il confronto tra il capoluogo e il resto della provincia, in termini di (figura 8), si può ben notare che il rapporto tra i due relativi indici a partire dal 2004 si mantiene sempre costante. Dal 2008 appare delinearsi una convergenza sempre più ravvicinata che nell ultimo periodo si differenzia in modo minimale (2,49% resto provincia; 2,41% Capoluogo). Tabella 3:,, quotazioni medie e variazioni % - macroaree provinciali Macroaree provinciali II sem / II sem 2009 Quota % Provincia II sem / I sem N. indice quotazioni II sem (base = I sem 2004) AREA BRACCIANESE 343-8,8% 1,39% 2,86% ,4% 167,6 AREA FIUME ANIENE ,0% 1,73% 1,48% ,7% 152,1 ASSE CASILINA ,3% 2,90% 2,09% ,8% 174,9 ASSE FLAMINIA 690 1,6% 2,80% 2,81% ,4% 193,1 ASSE SALARIA ,9% 2,54% 2,33% ,1% 163,6 ASSE TIBURTINA 823-2,0% 3,34% 2,63% ,4% 176,2 CASTELLI ROMANI ,0% 6,77% 2,28% ,9% 156,5 LITORALE NORD ,8% 4,42% 2,71% ,7% 171,7 LITORALE SUD ,8% 7,02% 2,86% ,2% 161,1 MONTI DELLA TOLFA 52-4,4% 0,21% 1,73% ,3% 171,5 FIUMICINO ,6% 2,18% 3,42% ,2% 206,1 ROMA ,0% 64,69% 2,41% ,1% 136,0 Totale provincia Roma ,5% 100% 2,44% ,1% 142,8 7

10 Figura 7: Numero indice dal I semestre 2004 e quotazioni medie capoluogo e resto provincia ,4 119,1 118,0 109,1 114,9 108,0 108, ,4 106,5 101,5 106,5 97,0 Quotazioni Roma 139,5 124,4 111,4 Quotazioni Resto provincia Resto provincia Roma 146,0 158,6 173,6 172,3 170,6 143,2 140,3 140,2 134,7 129,7 95,9 104,5 101,8 98,7 98,3 87,2 88,8 79,5 85,3 69,2 170,8 136,5 170,5 168,7 136,5 75,8 76,7 80,3 67,4 72,1 135,9 91,8 76,7 167,2 136,0 I_04 II_04 I_05 II_05 I_06 II_06 I_07 II_07 I_08 II_08 I_09 II_09 I_10 II_10 85,2 69,6 Figura 8: capoluogo e resto provincia 4,50% 4,05% 4,17% 3,93% 3,50% 3,17% 3,28% 3,42% 2,93% 2,50% 2,61% 2,67% 2,44% 2,49% 2,41% Capoluogo Resto provincia 2,22% 2,14% 1,50%

11 ROMA Figura 9: Distribuzione estre per macroaree provinciali 1,4%1,7% 2,9% 2,8% 2,5% 3,3% 6,8% 4,4% 7,0% 64,7% 0,2% 2,2% AREA BRACCIANESE AREA FIUME ANIENE ASSE CASILINA ASSE FLAMINIA ASSE SALARIA ASSE TIBURTINA CASTELLI ROMANI LITORALE NORD LITORALE SUD MONTI DELLA TOLFA FIUMICINO ROMA Figura 10: per macroaree provinciali 5,00% 4,50% 4,00% 3,50% 3,42% 3,00% 2,50% 2,00% 1,50% 1,00% 0,50% 0,00% 2,86% 2,81% 2,63% 2,71% 2,86% 2,33% 2,28% 2,09% 1,73% 1,48% 2,41% 2,44% AREA FIUME ANIENE AREA BRACCIANESE LITORALE NORD CASTELLI ROMANI ASSE TIBURTINA FIUMICINO ASSE SALARIA ASSE FLAMINIA ASSE CASILINA LITORALE SUD MONTI DELLA TOLFA PROVINCIA 9

12 Figura 11: Mappa della distribuzione comunale estre Figura 12: Mappa dei differenziali delle quotazioni medie comunali media provinciale 10

13 Figura 13: Mappa della distribuzione dell comunale L analisi delle specifiche realtà locali, eccetto Roma già citata in precedenza, pone in evidenza quattro comuni con un maggiore di 500 unità: Pomezia con 547 macroarea Litorale Sud, Guidonia Montecelio con 546 macroarea Asse Tiburtina, Fiumicino con 539 macroarea Fiumicino e Anzio con 529 macroarea Litorale Sud. L unico dei quattro comuni che realizza un dato di variazione positiva, rispetto al semestre di riferimento in tabella, è Pomezia con il +15,1%, mentre gli altri tre presentano perdite nella rispettiva misura del -7,0%, -14,6% e -8,4%. I comuni in cui non si rileva nessuna dinamica di mercato sono Camerata Nuova e Rocca Canterano, mentre quelli che si attestano al di sotto delle 20 transazioni sono 55 (di cui ben 37 appartenenti all Area Fiume Aniene), che rappresentano il 46% dell intera provincia, interessando un totale di 6 macroaree. Le quotazioni più elevate a partire dal capoluogo (3.314 ), si attestano nei comuni di Grottaferrata (2.945 ) macroarea Castelli Romani, Formello (2.888 ) macroarea Asse Flaminia e Ciampino (2.880 ) macroarea Castelli Romani, tutte al di sopra della soglia del valore medio provinciale pari a Anche i comuni di Frascati (2.838 ) macroarea Castelli Romani e Fiumicino (2.773 ) stessa macroarea, dimostrano un valore rilevante prossimo alla suddetta soglia. I comuni che invece fanno registrare la minima sono: Percile, Rocca Canterano, Rocca Santo Stefano, Sambuci e Vallepietra tutti con un valore di e ricadenti nella macroarea Fiume Aniene. La variazione delle quotazioni rispetto al precedente semestre, come già esposto per le macroaree, è generalmente stazionaria con tendenza negativa. I comuni che subiscono una diminuzione di valore rappresentano il 44% dell intera provincia, con una variazione negativa che va dal -5,5% al -0,2%, nella stessa misura si attestano i comuni che non registrano variazioni; mentre quelli che incrementano la media, anche se di modesta entità da 0,1% a 3,4%, sono 14 e rappresentano il 12% dell intera provincia. 11

14 Le migliori dinamiche di mercato, segnalate da indici al di sopra del dato provinciale pari al 2,44% hanno riguardato 29 comuni di cui 8 attestati su un indice superiore al 3,5%, con picchi nei comuni di Labico (3,96%), Marino (3,91%), Formello (3,77%) e Fiano Romano (3,74%). I mercati meno movimentati che hanno determinato un indice inferiore a un punto percentuale (1%), sono stati riscontrati in 19 comuni. Roiate, Camerata Nuova e Rocca di Cave (tutti della macroarea Area Fiume Aniene) hanno realizzato i minimi indici, rispettivamente pari a 0,15%, 0,29% e 0,30%. Tabella 4:,, quotazioni medie e variazioni % - macroarea Area Braccianese Comune II sem / II sem 2009 Quota % Provincia II sem / I sem II sem media di provincia ANGUILLARA SABAZIA 85-6,3% 0,34% 2,78% ,2% 0,61 BRACCIANO ,7% 0,62% 3,43% ,7% 0,75 CANALE MONTERANO 18-14,3% 0,07% 1,35% ,0% 0,66 MANZIANA 58-29,3% 0,23% 3,59% ,3% 0,63 TREVIGNANO ROMANO 29-47,6% 0,12% 1,71% ,0% 0,70 Totale Area Braccianese 343-8,8% 1,39% 2,86% ,4% 0,68 Tabella 5:,, quotazioni medie e variazioni % - macroarea Asse Casilina Comune II sem / II sem 2009 Quota % Provincia II sem / I sem II sem media di provincia ARTENA 58 35,9% 0,23% 1,85% ,0% 0,56 CARPINETO ROMANO 21-9,9% 0,08% 1,16% ,5% 0,39 COLLEFERRO 81-13,6% 0,33% 1,56% ,0% 0,51 COLONNA ,2% 0,12% 2,18% ,0% 0,68 GALLICANO NEL LAZIO 40 56,1% 0,16% 3,03% ,5% 0,55 GAVIGNANO 3-32,5% 0,01% 1,31% ,8% 0,43 GORGA 2-8,5% 0,01% 0,91% ,5% 0,37 LABICO 46 0,0% 0,19% 3,96% ,0% 0,63 MONTELANICO 13-19,3% 0,05% 1,47% ,0% 0,42 PALESTRINA ,1% 0,41% 2,08% ,0% 0,65 SEGNI 39-17,6% 0,16% 1,39% ,0% 0,53 VALMONTONE 67 24,2% 0,27% 2,18% ,3% 0,67 ZAGAROLO ,0% 0,88% 2,70% ,0% 0,61 Totale Asse Casilina ,3% 2,90% 2,09% ,8% 0,57 12

15 Tabella 6:,, quotazioni medie e variazioni % - macroarea Area Fiume Aniene Comune II sem / II sem 2009 Quota % Provincia II sem / I sem II sem media di provincia AFFILE 7-7,7% 0,03% 1,04% ,0% 0,38 AGOSTA 6 27,0% 0,02% 1,18% ,0% 0,38 ANTICOLI CORRADO 11 65,7% 0,04% 2,63% ,0% 0,35 ARCINAZZO ROMANO 25 72,4% 0,10% 1,70% ,5% 0,43 ARSOLI 9-41,1% 0,04% 1,53% ,0% 0,41 BELLEGRA 8-67,6% 0,03% 1,26% ,0% 0,39 CAMERATA NUOVA 0-100,0% 0,00% 0,29% ,0% 0,38 MANDELA 5-33,3% 0,02% 2,19% ,0% 0,43 CANTERANO 2 100,0% 0,01% 0,79% ,0% 0,36 CAPRANICA PRENESTINA 8-6,3% 0,03% 1,29% ,0% 0,37 CASAPE 3-60,0% 0,01% 0,95% ,0% 0,37 CASTEL MADAMA 38 23,3% 0,15% 2,00% ,6% 0,51 CASTEL S PIETRO ROMANO 4-42,9% 0,02% 1,83% ,0% 0,40 CAVE 45-25,7% 0,18% 1,87% ,6% 0,54 CERRETO LAZIALE 2-50,0% 0,01% 0,33% ,2% 0,37 CERVARA DI ROMA 12-57,1% 0,05% 1,93% ,0% 0,40 CICILIANO 8 23,7% 0,03% 1,72% ,0% 0,40 CINETO ROMANO 4-20,0% 0,02% 0,93% ,2% 0,38 GENAZZANO 42 35,2% 0,17% 2,24% ,0% 0,48 GERANO 5-49,3% 0,02% 1,23% ,0% 0,35 JENNE 8 300,0% 0,03% 1,50% ,0% 0,37 LICENZA 3-40,7% 0,01% 1,46% ,0% 0,41 MARANO EQUO 2-62,5% 0,01% 0,59% ,0% 0,37 OLEVANO ROMANO 32-27,1% 0,13% 1,41% ,0% 0,48 PERCILE 1-85,7% 0,00% 0,36% ,0% 0,35 PISONIANO 6-7,2% 0,02% 1,18% ,0% 0,36 POLI 12 20,0% 0,05% 1,13% ,0% 0,38 RIOFREDDO 2-70,0% 0,01% 0,69% ,0% 0,39 ROCCA CANTERANO 0-100,0% 0,00% 0,59% ,0% 0,35 ROCCA DI CAVE 2-61,7% 0,01% 0,30% ,2% 0,38 ROCCAGIOVINE 3 50,0% 0,01% 1,38% ,5% 0,38 ROCCA SANTO STEFANO 3-76,7% 0,01% 1,02% ,0% 0,35 ROIATE 1-43,8% 0,00% 0,15% ,6% 0,38 ROVIANO 4 7,2% 0,02% 1,06% ,2% 0,38 SAMBUCI 3 0,0% 0,01% 0,66% ,4% 0,35 SAN GREGORIO DA SASSOLA 5 66,7% 0,02% 0,99% ,3% 0,38 SAN VITO ROMANO 17 39,6% 0,07% 1,43% ,5% 0,40 SARACINESCO 1-50,0% 0,00% 0,67% ,0% 0,37 SUBIACO 64 29,2% 0,26% 1,79% ,5% 0,43 VALLEPIETRA 1-83,3% 0,00% 0,56% ,0% 0,35 VALLINFREDA 3 0,0% 0,01% 1,42% ,0% 0,38 VICOVARO 12-2,9% 0,05% 1,70% ,5% 0,40 VIVARO ROMANO 2 0,0% 0,01% 1,87% ,1% 0,38 Totale Area Fiume Aniene ,0% 1,73% 1,48% ,7% 0,42 13

16 Tabella 7:,, quotazioni medie e variazioni % - macroarea Asse Flaminia Comune II sem / II sem 2009 Quota % Provincia II sem / I sem II sem media di provincia CAMPAGNANO DI ROMA 83 51,8% 0,34% 2,69% ,8% 0,71 CAPENA 77-23,7% 0,31% 3,40% ,4% 0,69 CASTELNUOVO DI PORTO 34 18,6% 0,14% 1,99% ,1% 0,68 CIVITELLA SAN PAOLO 15-4,3% 0,06% 2,56% ,9% 0,56 FIANO ROMANO ,6% 0,51% 3,74% ,4% 0,70 FILACCIANO 4-33,3% 0,02% 2,11% ,7% 0,47 FORMELLO 97 8,1% 0,39% 3,77% ,5% 1,00 MAGLIANO ROMANO 6 124,7% 0,02% 2,34% ,9% 0,57 MAZZANO ROMANO 16-20,9% 0,06% 1,75% ,0% 0,53 MORLUPO 48-2,1% 0,19% 2,39% ,0% 0,73 NAZZANO 6 20,0% 0,02% 1,28% ,0% 0,48 PONZANO ROMANO 9-52,6% 0,04% 1,75% ,0% 0,49 RIANO 63 12,5% 0,26% 3,56% ,6% 0,72 RIGNANO FLAMINIO 69-13,4% 0,28% 2,90% ,1% 0,64 SACROFANO 25-10,4% 0,10% 2,00% ,3% 0,76 SANT`ORESTE 11 0,0% 0,04% 1,17% ,0% 0,47 TORRITA TIBERINA 3-62,5% 0,01% 1,85% ,8% 0,48 Totale Asse Flaminia 690 1,6% 2,80% 2,81% ,4% 0,70 Tabella 8:,, quotazioni medie e variazioni % - macroarea Asse Salaria Comune II sem / II sem 2009 Quota % Provincia II sem / I sem II sem media di provincia MARCELLINA 36-0,7% 0,14% 2,06% ,0% 0,53 MENTANA ,0% 0,78% 2,20% ,8% 0,69 MONTEFLAVIO 2-53,9% 0,01% 0,50% ,0% 0,42 MONTELIBRETTI 10-40,4% 0,04% 0,80% ,0% 0,50 MONTEROTONDO ,0% 0,95% 2,88% ,9% 0,76 MONTORIO ROMANO 5-28,6% 0,02% 1,02% ,0% 0,42 MORICONE 8 2,3% 0,03% 1,16% ,0% 0,43 NEROLA 23 77,6% 0,09% 3,63% ,0% 0,42 PALOMBARA SABINA 73-2,5% 0,30% 2,15% ,0% 0,53 SAN POLO DEI CAVALIERI 18-29,1% 0,07% 3,47% ,0% 0,45 SANT`ANGELO ROMANO 24-9,4% 0,10% 2,65% ,4% 0,53 Totale Asse Salaria ,9% 2,54% 2,33% ,1% 0,64 14

17 Tabella 9:,, quotazioni medie e variazioni % - macroarea Asse Tiburtina Comune II sem / II sem 2009 Quota % Provincia II sem / I sem II sem media di provincia GUIDONIA MONTECELIO 546-7,0% 2,21% 3,00% ,0% 0,78 TIVOLI 277 9,5% 1,12% 2,09% ,0% 0,66 Totale Asse Tiburtina 823-2,0% 3,34% 2,63% ,4% 0,73 Tabella 10:,, quotazioni medie e variazioni % - macroarea Castelli Romani Comune II sem / II sem 2009 Quota % Provincia II sem / I sem II sem media di provincia ALBANO LAZIALE 204 7,9% 0,83% 2,32% ,3% 0,79 ARICCIA 72-13,6% 0,29% 1,99% ,3% 0,72 CASTEL GANDOLFO 32-15,7% 0,13% 1,88% ,4% 0,91 LANUVIO 47-19,3% 0,19% 2,11% ,0% 0,60 FRASCATI ,4% 0,47% 2,40% ,7% 0,99 GENZANO DI ROMA ,4% 0,51% 2,23% ,8% 0,78 GROTTAFERRATA 76-8,0% 0,31% 1,72% ,5% 1,02 MARINO 349-8,2% 1,41% 3,91% ,2% 0,91 MONTECOMPATRI 51-38,9% 0,21% 2,13% ,5% 0,71 MONTE PORZIO CATONE 34 6,6% 0,14% 1,55% ,8% 0,92 NEMI 5-45,1% 0,02% 1,71% ,0% 0,80 ROCCA DI PAPA 68-20,9% 0,28% 2,04% ,0% 0,70 ROCCA PRIORA 57-5,8% 0,23% 2,00% ,7% 0,66 VELLETRI ,9% 0,79% 1,72% ,0% 0,64 LARIANO 62-4,5% 0,25% 2,28% ,0% 0,58 CIAMPINO ,8% 0,72% 2,24% ,5% 1,00 Totale Castelli Romani ,0% 6,77% 2,28% ,9% 0,81 Tabella 11:,, quotazioni medie e variazioni % - macroarea Litorale Nord Comune II sem / II sem 2009 Quota % Provincia II sem / I sem II sem media di provincia CERVETERI ,9% 0,98% 2,58% ,0% 0,80 CIVITAVECCHIA ,9% 1,23% 2,53% ,3% 0,69 SANTA MARINELLA ,7% 0,91% 2,83% ,2% 0,89 LADISPOLI 321 9,7% 1,30% 2,95% ,3% 0,87 Totale Litorale Nord ,8% 4,42% 2,71% ,7% 0,81 15

18 Tabella 12:,, quotazioni medie e variazioni % - macroarea Litorale Sud Comune II sem / II sem 2009 Quota % Provincia II sem / I sem II sem media di provincia ANZIO 529-8,4% 2,14% 2,99% ,4% 0,74 NETTUNO 239 3,1% 0,97% 2,22% ,8% 0,69 POMEZIA ,1% 2,21% 3,10% ,9% 0,76 ARDEA 419 4,3% 1,70% 2,96% ,9% 0,75 Totale Litorale Sud ,8% 7,02% 2,86% ,2% 0,74 Tabella 13:,, quotazioni medie e variazioni % - macroarea Monti della Tolfa Comune II sem / II sem 2009 Quota % Provincia II sem / I sem II sem media di provincia ALLUMIERE 22 79,2% 0,09% 1,85% ,0% 0,52 TOLFA 31-27,9% 0,12% 1,63% ,2% 0,58 Totale Monti della Tolfa 52-4,4% 0,21% 1,73% ,3% 0,56 Tabella 14:,, quotazioni medie e variazioni % - macroarea Fiumicino Comune II sem / II sem 2009 Quota % Provincia II sem / I sem II sem media di provincia FIUMICINO ,6% 2,18% 3,42% ,2% 0,96 Totale Fiumicino ,6% 2,18% 3,42% ,2% 0,96 Tabella 15:,, quotazioni medie e variazioni % - macroarea Roma Comune II sem / II sem 2009 Quota % Provincia II sem / I sem II sem media di provincia ROMA ,0% 64,69% 2,41% ,1% 1,15 Totale Roma ,0% 64,69% 2,41% ,1% 1,15 16

19 Mercato del comune di Roma Nella tabella sotto riportata è inquadrato il comune di Roma fra le 8 maggiori città italiane. La capitale, che rappresenta il 17,5% della quota di di tutti i capoluoghi d Italia, registra una crescita delle transazioni pari al +6% rispetto al estre del L incremento di Roma (comune con la migliore dinamica di mercato 2,41%) si colloca tra la variazione del +7,2% di Milano e la variazione del +4,6% di Genova, che sono le uniche variazioni positive dei principali capoluoghi presi in esame. Tra gli altri capoluoghi, tutti in flessione, si pongono in evidenza le città di Torino, Firenze e Bologna che dimostrano comunque una dinamica di mercato () superiore a quella di Genova, nonostante quest ultima sia collocata tra chi ha registrato un incremento delle compravendite. Tabella 16: e Variazioni dei principali città / 2009 Quota % capoluoghi Bologna ,3% 2,5% 2,12% Firenze ,8% 2,2% 2,20% Genova ,6% 3,7% 2,11% Milano ,2% 10,0% 2,40% Napoli ,7% 3,3% 1,55% Palermo ,6% 2,7% 1,69% Roma ,0% 17,5% 2,41% Torino ,9% 5,9% 2,26% Principali Città ,8% 47,8% 2,19% Italia capoluoghi ,3% 100,0% 2,13% 17

20 Per consentire una più fluida lettura dei dati riguardanti l analisi del mercato immobiliare della capitale, il territorio è stato articolato in 23 macroaree di diversa ampiezza. Le macroaree, che aggregano un numero variabile di zone OMI (308 complessivamente), presentano caratteristiche simili per densità di urbanizzazione, situazioni socio-economiche, servizi, infrastrutture e posizione geografica. Figura 14: Mappa delle macroaree urbane di Roma 18

21 Come riportato nella tabella 17 il maggior numero di compravendite immobiliari (> di 1000 ) avvenute nel estre si registra nelle macroaree Fuori GRA EST (1.856 ), Tiburtina Prenestina (1.523 ), Aurelia (1.254 ) e Salaria (1.033 ). Delle quattro aree, soltanto una (Fuori GRA EST), riporta una lieve flessione delle transazioni rispetto al estre 2009 nella misura del -6,0%, le altre segnano tutte un andamento positivo con incrementi che vanno dal +3,9% (Salaria) al +11,1% (Tiburtina Prenestina). Gli incrementi più elevati, oltre il 20% di scambi immobiliari rispetto al estre del 2009, si realizzano nelle macroaree Cintura Eur (+80,3%), Fuori GRA Ovest (+42,0%) e Portuense (+24,7%). La macroarea Fuori GRA Est, che aumenta di quasi il 2% (rispetto al I semestre ) la quota delle vendite in rapporto all intero comune, rappresenta in questo semestre l 11,63% del mercato romano, seguita dalla macroarea Tiburtina Prenestina con il 9,54% delle transazioni capitoline. La minor fetta di mercato romano appartiene alla macroarea Fuori GRA Sud, che occupa soltanto lo 0,79% di. Rispetto al precedente periodo, 11 delle 23 macroaree di Roma, che rappresentano circa l 51% dello stock comunale delle abitazioni, dimostrano una variazione crescente. Tre delle undici a evoluzione positiva (Cintura Eur, Fuori GRA Ovest e Portuense, nelle quali è localizzato circa il 9% dello stock) si attestano su percentuali di incremento superiori al 20%, con una punta massima pari a 80,3% (Cintura Eur). Si riscontra invece un trend negativo in 12 macroaree con decrementi che vanno dal - 32,7% al -1,8%, le punte massime di flessione (oltre il -20,0%) si riscontrano nella Appia Tuscolana - 24,0%, Fuori GRA Nord -32,0% e Fuori GRA Sud -32,7%. La più elevata si registra nella macroarea Centro Storico (6.467 ), che presenta un differenziale pari a 1,78 volte la media comunale. Seguono le macroaree Semicentrale Parioli Flaminio con 6.196, Semicentrale Prati Trionfale con e la Semicentrale Salaria Trieste Nomentano con che rappresentano le aree più prestigiose della città. In ambito comunale le macroaree con il livello medio delle quotazioni più basso si collocano in alcune aree fuori il GRA, come la parte Est con 2.507, la parte Sud con e la parte Nord con Tra queste, la macroarea Fuori GRA EST è però quella, come evidenziato in precedenza, che (anche se in flessione del -6,0% di ) attira il maggior numero di compravendite. Le variazioni delle quotazioni nel estre rispetto al I semestre, rimangono quasi tutte stazionarie facendo segnare minime oscillazioni, sia in senso negativo sia positivo. La differenza di che, anche se in lieve misura, stacca su tutte le altre variazioni è pari a +4,3% riscontrata nella macroarea Fuori GRA Nord Ovest. Tutte le altre macroaree fanno rilevare evoluzioni inferiori al 1,5% in senso assoluto (+ o -); tale situazione di stallo generale dei prezzi trova conferma nella variazione media di città che si attesta sul +0,02%. Sono otto le macroaree che superano percentualmente l medio comunale, pari al 2,41%, delle quali quattro segnano buone dinamiche di mercato con indici al di sopra del 3% (Fuori GRA Ovest - 3,43%, Cintura Eur 3,15%, Fuori GRA EST 3,07% e Fuori GRA Sud Ovest 3,03%). Il numero di singole zone OMI (figura 16) che registrano una buona quantità di transazioni ( > del 3%) rispetto al proprio stock immobiliare, sono 42 su un totale di 308 zone comunali pari soltanto a circa il 14%. In figura 15 le differenti gradazioni di colore rappresentano le diverse concentrazioni di nelle zone del comune di Roma. E possibile riconoscere le zone oltre il GRA che hanno, in questo semestre, registrato un alto numero di compravendite. In Figura 17, invece, sono rappresentati i differenziali dei valori medi di zona media comunale, dove risaltano le gradazioni più scure delle zone con differenziali fino a 2,9 volte la media comunale. Si nota la concentrazione di valori medi più elevati nella parte interna al GRA con maggior evidenza di blu nelle aree comprendenti il centro storico. Nel dettaglio delle singole zone OMI (che saranno trattate più specificatamente nel commento anteposto alle varie tabelle di macroarea), il maggior numero di compravendite () si è concretato nelle zone: Ostia Levante (290) - macroarea Ostia Litorale, Tor de Cenci (284) - macroarea Cintura EUR, Casalotti A (269) macroarea Aurelia e Prenestina Centocelle (268) - macroarea Tiburtina Prenestina. Tutte e quattro le precedenti zone si attestano al di sopra del 1,5% del totale degli scambi comunali. Il minimo valore medio di compravendita si riscontra nella zona OMI San Vittorino A con una pari a 1825 (macroarea Fuori G.R.A. Est). Mentre le quotazioni medie più elevate si conseguono nelle zone OMI interne alla macroarea Centro Storico: Parione (con pari a 2,94 volte la media comunale), Campo Marzio (2,74), Trevi (2,44), Colonna (2,35), Ludovisi e Regola (2,31). Sempre in termini di differenziale dei valori, per le altre macroaree, meritano attenzione le zone: Pinciano (1,88 volte la media comunale), Parioli (1,87) - della macroarea Semicentrale Parioli- 19

22 Flaminio; Prati (1,80) - della macroarea Semicentrale Prati Trionfale. Si distinguono ulteriormente, per la presenza di tipologie particolarmente prestigiose (ville e villini), le zone: Torricola (1,79), Divino Amore (1,72), Tor Carbone A (1,58) e Tor Carbone (1,53). Tabella 17:,, quotazioni medie e variazioni % - macroaree urbane di Roma Macroaree urbane II sem / 2009 Quota % comune / I sem media comunale CENTRO STORICO ,6% 3,09% 1,64% ,4% 1,78 SEMICENTRALE APPIA - TUSCOLANA 598 2,8% 3,75% 1,94% ,9% 1,10 SEMICENTRALE AURELIA - GIANICOLENSE 723-4,3% 4,53% 1,77% ,4% 1,11 SEMICENTRALE OSTIENSE - NAVIGATORI 429-1,8% 2,68% 1,99% ,8% 0,94 SEMICENTRALE PARIOLI - FLAMINIO 223 3,5% 1,40% 1,85% ,9% 1,71 SEMICENTRALE PRATI - TRIONFALE 363 0,8% 2,28% 1,64% ,0% 1,48 SEMICENTRALE SALARIA TRIESTE - NOMENTANO 533-2,8% 3,34% 1,84% ,7% 1,41 SEMICENTRALE TIBURTINA - PRENESTINA ,7% 2,26% 2,08% ,2% 0,92 APPIA - TUSCOLANA ,0% 3,53% 2,17% ,8% 0,92 AURELIA ,3% 7,86% 2,43% ,6% 0,87 CASSIA - FLAMINIA 475-7,7% 2,98% 2,00% ,3% 1,22 CINTURA EUR ,3% 5,18% 3,15% ,4% 0,91 EUR - LAURENTINA ,3% 1,92% 1,88% ,3% 1,08 PORTUENSE ,7% 5,18% 2,15% ,0% 0,88 SALARIA ,9% 6,47% 2,55% ,0% 0,97 TIBURTINA - PRENESTINA ,1% 9,54% 1,86% ,0% 0,78 FUORI GRA EST ,0% 11,63% 3,07% ,2% 0,69 FUORI GRA NORD ,0% 1,31% 2,89% ,2% 0,69 FUORI GRA NORD - OVEST 244 6,5% 1,53% 2,17% ,3% 0,81 FUORI GRA OVEST ,0% 1,78% 3,43% ,5% 0,71 FUORI GRA SUD ,7% 0,79% 1,86% ,4% 0,69 FUORI GRA SUD - OVEST ,9% 5,76% 3,03% ,5% 0,80 OSTIA LITORALE 474-5,9% 2,97% 2,49% ,1% 0,83 N.D ,26% ROMA ,0% 100% 2,41% ,02% 1,00 1 N.D.: per le quali le informazioni dedotte dalla Nota Unica di trascrizione non hanno consentito la georeferenziazione nelle zone OMI del comune. 2 La comunale qui presentata differisce da quella di Tabella 2, in quanto, calcolata pesando le quotazioni comunali con lo stock abitativo presente in ogni zona, depurando lo stock totale della quota dello stesso non associabile (ND). 20

23 Figura 15: Mappa della distribuzione del nelle zone OMI estre 21

24 Figura 16: Mappa della distribuzione dell nelle zone OMI anno 22

25 Figura 17: Mappa dei differenziali delle quotazioni nelle zone OMI estre Nella macroarea Centro Storico, che realizza nel estre del un numero di 493 transazioni pari ad una quota di 3,09% di dell intera città, si distinguono per un maggior numero di compravendite le zone Esquilino, Trastevere e Monti, con variazioni, rispetto al estre 2009, rispettivamente del -4,2%, +29,1% e -28,9%. Tra le 14 zone che superano la media di macroarea pari a 6.447, si evidenziano Parione ( ), Campo Marzio (9.950 ), Trevi (8.850 ), e Colonna (8.550 ). La preferenza degli scambi nella macroarea (Figura 18), in relazione alle tipologie dimensionali 3, ricade sul taglio Piccolo che rappresenta il 26,2% dello stock immobiliare residenziale con il 28,2% sul totale delle compravendite. Abbastanza ricercati risultano anche i tagli Medio Piccoli e Medi. 3 Le classi dimensionali delle unità abitative considerate sono dettagliatamente specificate in calce alla presente nota nelle Note Metodologiche. 23

26 Tabella 18:, quotazioni medie e variazioni % - macroarea urbana Centro Storico Zona OMI Denominazione II sem / 2009 Quota % comune / I sem II sem media comunale B1 TESTACCIO (P.ZA S. MARIA LIBERATRICE) 45-67,1% 0,28% 2,83% ,0% 1,44 B10 PONTE (VIA DI PANICO) 22 21,1% 0,14% 1,40% ,6% 2,24 B11 CAMPITELLI ( CAMPIDOGLIO) 3 200,0% 0,02% 0,73% ,6% 2,30 B12 RIPA (AVENTINO-VIA DI S.SABINA) 3-58,9% 0,02% 0,99% ,4% 1,87 B13 SANT`ANGELO (VIA DEL TEATRO MARCELLO) 2-63,6% 0,01% 0,54% ,4% 1,87 B14 TRASTEVERE (VLE TRASTEVERE-REGINA COELI) 65 29,1% 0,41% 1,88% ,7% 1,97 B15 BORGO (VIA DELLA CONCILIAZIONE) 12 94,8% 0,08% 1,00% ,4% 1,46 B17 CASTRO PRETORIO (PIAZZA INDIPENDENZA) 11-11,7% 0,07% 1,32% ,9% 1,11 B18 ESQUILINO (PIAZZA VITTORIO) 126-4,2% 0,79% 1,94% ,6% 1,13 B2 SAN SABA (VIA DI SAN SABA) 7-54,8% 0,04% 0,77% ,0% 1,61 B22 COLONNA (PIAZZA COLONNA) 5-58,3% 0,03% 1,11% ,0% 2,35 B23 CAMPO MARZIO (LARGO GOLDONI) 15-40,8% 0,10% 0,86% ,0% 2,74 B24 TREVI (VIA SS.APOSTOLI) 5 22,5% 0,03% 1,10% ,7% 2,44 B25 LUDOVISI (VIA VENETO) 21 51,8% 0,13% 1,74% ,6% 2,31 B26 TREVI A (VIA BARBERINI) ,0% 0,06% 2,10% ,4% 2,06 B27 TRASTEVERE A (VIA DANDOLO) 4-41,4% 0,03% 1,08% ,5% 1,66 B29 CASTRO PRETORIO A ( VIA TORINO) 12 18,3% 0,07% 1,36% ,8% 1,50 B3 CELIO (VIA CELIMONTANA) 18-32,4% 0,11% 1,42% ,0% 1,38 B30 SAN SABA A (VIA DI PORTA LATINA) 0-0,00% 1,06% ,0% 1,36 B4 MONTI (VIA DEI SERPENTI) 56-28,9% 0,35% 2,00% ,6% 1,71 B5 SALLUSTIANO (VIA QUINTINO SELLA) 20 62,5% 0,12% 2,91% ,0% 1,75 B6 PIGNA (VIA DEL PLEBISCITO) 1-80,0% 0,01% 0,48% ,8% 2,22 B7 SANT`EUSTACHIO (CORSO RINASCIMENTO) 2-48,0% 0,01% 0,72% ,6% 2,30 B8 REGOLA (VIA GIULIA) 13 18,2% 0,08% 1,52% ,2% 2,31 B9 PARIONE (PIAZZA NAVONA) 16 3,9% 0,10% 1,46% ,0% 2,94 CENTRO STORICO ,6% 3,09% 1,64% ,4% 1,78 Figura 18: Distribuzione e Stock per classi dimensionali macroarea urbana Centro Storico Stock 28,2% 26,2% 22,6% 21,4% 25,6% 24,0% 13,6% 12,6% 14,3% 11,6% Monolocali Piccola Medio piccola Media Grande 24

27 La macroarea Semicentrale Appia Tuscolana totalizza 598 transazioni, pari al 3,75% del dell intera città. Le quattro zone, contenute nella macroarea, raggiungono un numero di vendite superiore alle centinaia, tra le quali risalta Tuscolano 2, con 186 scambi e con una variazione del +22,1%, che contribuisce in modo sostanziale al positivo dato generale di macroarea (+2,8%). La media di macroarea è pari a 3.989, la zona con la più elevata è Appio Latino 1 (4.425 ). Le tipologie dimensionali più rappresentative della macroarea (figura 19) sono i tagli Piccolo, Medio- Piccolo e Medio che rappresentano l 86,2% circa dello stock. La tipologia più richiesta risulta, fra queste, la piccola con 34,7% delle preferenze seguita, quasi a pari merito, dalla Medio-Piccola (26%) e Medio (24,2%). Tabella 19:, quotazioni medie e variazioni % - macroarea urbana Semicentrale Appia-Tuscolana Zona OMI Denominazione II sem / 2009 Quota % comune / I sem media comunale C7 TUSCOLANO 1 (VIA TARANTO) 121 1,4% 0,76% 1,91% ,3% 1,07 C8 TUSCOLANO 2 (PIAZZA S.MARIA AUSILIATRICE) ,1% 1,17% 2,03% ,3% 1,05 C9 APPIO LATINO 1 (PIAZZA TUSCOLO) 136-5,4% 0,85% 1,78% ,1% 1,22 D4 APPIO LATINO 2 (VIA LATINA) 155-6,7% 0,97% 2,01% ,0% 1,06 SEMICENTRALE APPIA-TUSCOLANA 598 2,8% 3,75% 1,94% ,9% 1,10 Figura 19: Distribuzione e Stock per classi dimensionali macroarea urbana Semicentrale Appia-Tuscolana Stock 34,7% 30,5% 30,1% 25,6% 26,0% 24,2% 7,2% 10,3% 6,6% 4,7% Monolocali Piccola Medio piccola Media Grande 25

28 La macroarea Semicentrale Aurelia Gianicolense registra nel estre, 723 transazioni, pari ad una quota del 4,53% del comunale. Si distinguono per un maggior numero di compravendite le zone Gianicolense 2 e Portuense 1. Le variazioni misurano due condizioni positive, una pari al +13,9% e l altra +9,4%. Ben quattro zone, tra quelle quotate, si collocano al di sopra della media di macroarea pari a 4.042, tra le quali si evidenziano le zone Gianicolense 1 (4.900 ) e Aurelio 3 (4.750 ). Come per la precedente macroarea, le tipologie dimensionali più rappresentative della macroarea (figura 20) sono i tagli Piccolo, Medio-Piccolo e Medio che rappresentano l 84,1% circa dello stock, con le maggiori preferenze sul taglio Piccolo (33,6%) e sul Medio (27,3%). Tabella 20:, quotazioni medie e variazioni % - macroarea urbana Semicentrale Aurelia-Gianicolense Zona OMI Denominazione II sem / 2009 Quota % comune / I sem media comunale C11 PORTUENSE 1 (PIAZZA ENRICO FERMI) 178 9,4% 1,12% 1,88% ,3% 0,92 C12 GIANICOLENSE 1 (VIA DEI QUATTRO VENTI) 82 2,6% 0,51% 1,68% ,0% 1,35 C13 GIANICOLENSE 2 (VIA DI DONNA OLIMPIA) ,9% 1,51% 2,02% ,6% 1,08 C14 AURELIO 1 (VIA BALDO DEGLI UBALDI) 29-36,2% 0,18% 1,10% ,3% 1,06 C15 AURELIO 2 (VIA GREGORIO VII) 89-0,1% 0,56% 1,75% ,0% 1,25 C16 AURELIO 3 (LARGO DI PORTA CAVALLEGGERI) 28-2,4% 0,17% 1,59% ,0% 1,31 C27 GIANICOLENSE 1 A (PIAZZA DI PONTE TESTACCIO) 37 20,1% 0,23% 1,66% ,2% 1,25 C34 AURELIO 1 A (VIA DI VALLE AURELIA) 0-100,0% 0,00% 0,00% ,3% 1,06 C35 AURELIO 2 A (VIA BENTIVOGLIO) 37-64,8% 0,23% 1,59% ,0% 1,04 R12 OSPEDALI FORLANINI 2-38,5% 0,01% 2,13% R14 VILLA PAMPHILI 1-0,01% 4,76% SEMICENTRALE AURELIA-GIANICOLENSE 723-4,3% 4,53% 1,77% ,4% 1,11 Figura 20: Distribuzione e Stock per classi dimensionali macroarea urbana Semicentrale Aurelia-Gianicolense Stock 33,6% 33,5% 26,5% 24,1% 23,6% 27,3% 5,7% 6,7% 10,2% 8,7% Monolocali Piccola Medio piccola Media Grande 26

29 La macroarea Semicentrale Ostiense Navigatori registra 429 transazioni, che rappresentano il 2,68% del di città. Si distinguono per un maggior numero di compravendite le zone Ostiense 2 e Montagnola, mentre la prima subisce una flessione del -2,2%, la seconda rileva una variazione positiva pari al 35,6%. Quattro zone, si collocano al di sopra della media di macroarea pari a 3.426, tra le quali si evidenziano le zone Ostiense 2 A (4.000 ) e Ostiense 2 B (3.725 ). Il taglio più ricercato nel mercato è il Medio con il 34,5% delle compravendite (Figura 21), che rappresenta il 34,3% dello stock immobiliare residenziale della macroarea. Tabella 21:, quotazioni medie e variazioni % - macroarea urbana Semicentrale Ostiense-Navigatori Zona OMI Denominazione II sem / 2009 Quota % comune / I sem media comunale C10 OSTIENSE 2 (LARGO DELLE SETTE CHIESE) 145-2,2% 0,91% 2,18% ,7% 1,00 C31 OSTIENSE 2 A (VIALE MARCO POLO) 8 198,5% 0,05% 0,94% ,0% 1,10 C32 OSTIENSE 2 B ( VIA DEL COMMERCIO) 42-52,5% 0,26% 2,06% ,4% 1,03 D33 TOR MARANCIA-NAVIGATORI (VIA C.T.ODESCALCHI) 34 7,5% 0,21% 1,35% ,0% 0,88 D34 MONTAGNOLA (VIA PICO DELLA MIRANDOLA) 98 35,6% 0,61% 2,14% ,0% 0,90 D44 TOR MARANCIA NAVIGATORI A ( PIAZZA DEI NAVIGATORI) 21-15,3% 0,13% 1,63% ,4% 0,96 D5 OSTIENSE 1 (VIA PINCHERLE) 69 28,2% 0,43% 1,91% ,7% 0,81 D6 OSTIENSE 3 (VIA CASAMARI) 12-19,1% 0,08% 2,69% ,0% 0,87 SEMICENTRALE OSTIENSE-NAVIGATORI 429-1,8% 2,68% 1,99% ,8% 0,94 Figura 21: Distribuzione e Stock per classi dimensionali macroarea urbana Semicentrale Ostiense-Navigatori Stock 34,3% 34,5% 28,1% 26,3% 24,6% 24,4% 10,6% 9,0% 4,1% 4,1% Monolocali Piccola Medio piccola Media Grande 27

30 La macroarea Semicentrale Parioli Flaminio realizza un numero di 223 transazioni, pari ad una quota di 1,40% del cittadino. Le zone Parioli e Flaminio si distinguono per un maggior numero di compravendite, con variazioni rispetto al estre 2009, alternate, negativa per la prima (-13,9%) e positiva per la seconda (+54,6%). Al di sopra della media di macroarea pari a 6.196, si attestano le zone Pinciano (6.850 ) e Parioli (6.800 ). In termini dimensionali (figura 22) sono maggiormente presenti ed anche principalmente ricercati il taglio Grande (35,8% di stock e il 33,4% di scambi) e il taglio Medio (27,8% di stock e il 32,7% di scambi). Tabella 22:, quotazioni medie e variazioni % - macroarea urbana Semicentrale Parioli-Flaminio Zona OMI Denominazione II sem / 2009 Quota % comune / I sem II sem media comunale B19 FLAMINIO (VIA G.RENI) 58 54,6% 0,36% 2,03% ,9% 1,44 B28 FLAMINIO A ( VIA SCIALOIA) 8 27,7% 0,05% 0,95% ,7% 1,69 C1 PARIOLI (PIAZZA EUCLIDE) ,9% 0,72% 1,76% ,7% 1,87 C26 VILLAGGIO OLIMPICO (VIALE DI VILLA GLORI ) ,5% 0,09% 2,71% ,1% 0,94 C3 PINCIANO (GIARDINO ZOOLOGICO) 29-15,5% 0,18% 1,75% ,7% 1,88 R13 ACQUA ACETOSA 0-0,00% 0,00% SEMICENTRALE PARIOLI-FLAMINIO 223 3,5% 1,40% 1,85% ,9% 1,71 Figura 22: Distribuzione e Stock per classi dimensionali macroarea urbana Semicentrale Parioli-Flaminio Stock 35,8% 32,7% 33,4% 27,8% 6,6% 8,5% 15,6% 11,8% 14,1% 13,7% Monolocali Piccola Medio piccola Media Grande 28

31 La macroarea Semicentrale Prati Trionfale registra un totale di 363 transazioni, 2,28% del capitolino. Anche in questa porzione territoriale le zone che realizzano il maggior numero di scambi si alternano in variazioni di segno positivo e negativo, mentre Della Vittoria 3 flette del -17,4%, Prati incrementa le compravendite del +17,9% rispetto al periodo di riferimento. Al di sopra della media di macroarea pari a 5.372, si collocano le zone Prati (6.550 ) e Della Vittoria 3 (5.700 ). Il taglio dimensionale (figura 23) più presente ed anche più richiesto è il taglio Medio (32,0% di stock e il 30,3% di scambi), nelle preferenze di macroarea per quel che concerne le compravendite si evidenziano anche i tagli Piccolo (23,6%) e Medio-piccolo (23,2%). Tabella 23:, quotazioni medie e variazioni % - macroarea urbana Semicentrale Prati-Trionfale Zona OMI Denominazione II sem / 2009 Quota % comune / I sem II sem media comunale B16 PRATI (VIALE GIULIO CESARE) ,9% 0,71% 1,73% ,0% 1,80 B20 DELLA VITTORIA 3 (PIAZZA MAZZINI) ,4% 0,81% 1,65% ,0% 1,57 C17 TRIONFALE 2 (VIA DELLE MEDAGLIE D`ORO) 87 23,7% 0,54% 1,71% ,0% 1,05 C18 TRIONFALE 3 (VIA ANGELO EMO) 34-10,9% 0,21% 1,25% ,0% 1,28 SEMICENTRALE PRATI-TRIONFALE 363 0,8% 2,28% 1,64% ,0% 1,48 Figura 23: Distribuzione e Stock per classi dimensionali macroarea urbana Semicentrale Prati-Trionfale Stock 32,0% 30,3% 23,6% 23,2% 19,8% 19,7% 22,6% 16,8% 5,9% 6,0% Monolocali Piccola Medio piccola Media Grande 29

32 La macroarea Semicentrale Salaria Trieste Nomentano totalizza 533 transazioni, il 3,34% del dell intera città. Le zone Trieste 1, Bologna 1 e Trieste 2 si distinguono per avere effettuato un maggior numero di compravendite. Delle tre zone soltanto una si distingue per aver incrementato le compravendite, infatti, Trieste 2, terza in ordine gerarchico per, avanza del +19,5%. Sopra la media di macroarea pari a 5.114, si attestano le zone Trieste 2 (6.150 ), Salario (6.000 ) e Nomentano Torlonia Relativamente alle classi dimensionali (Figura 24), il taglio su cui si è orientato principalmente il mercato (31,8%), è il Medio, che rappresenta il 35,9% dello stock immobiliare residenziale della macroarea. Tabella 24:, quotazioni medie e variazioni % - macroarea urbana Semicentrale Salaria-Trieste- Nomentano Zona OMI Denominazione II sem / 2009 Quota % comune / I sem media comunale B21 TRIESTE 2 (CORSO TRIESTE) ,5% 0,68% 1,81% ,8% 1,69 C2 SALARIO (VIA SAVOIA) 39-6,4% 0,24% 1,39% ,6% 1,65 C21 TRIESTE 1 (VIALE LIBIA) 182-8,9% 1,14% 2,10% ,0% 1,38 C22 BATTERIA NOMENTANA (VIA DELLA BATTERIA NOMENTANA) 14-41,0% 0,09% 1,90% ,2% 1,12 C23 LANCIANI (VIA LANCIANI) 32-6,0% 0,20% 1,82% ,2% 1,19 C24 BOLOGNA 1 (PIAZZA BOLOGNA) 124-3,1% 0,77% 1,74% ,2% 1,20 C25 BOLOGNA 2 (VIALE DEL POLICLINICO) 5 18,5% 0,03% 1,50% ,3% 1,09 C4 NOMENTANO-TORLONIA (PIAZZA GALENO) 30 6,0% 0,19% 1,33% ,4% 1,53 SEMICENTRALE SALARIA-TRIESTE-NOMENTANO 533-2,8% 3,34% 1,84% ,7% 1,41 Figura 24: Distribuzione e Stock per classi dimensionali macroarea urbana Semicentrale Salaria-Trieste- Nomentano Stock 35,9% 31,8% 25,8% 23,8% 17,9% 18,5% 18,4% 17,1% 5,3% 5,5% Monolocali Piccola Medio piccola Media Grande 30

33 La macroarea Semicentrale Tiburtina Prenestina registra un totale di 361 transazioni, pari ad una quota di 2,26% del comunale. Le zone che realizzano più vendite immobiliari sono, in egual misura con 68, Tiburtino e Prenestino Labicano 1 B, la prima però mostra uno sviluppo negativo di scambi (-12,0%), mentre la seconda fa rilevare un modesto incremento pari al +2,8%. La media di macroarea è pari a Le quotazioni più rilevanti si registrano nelle zone Tiburtino (3.900 ) e Prenestino Labicano 1 B (3.400 ). L analisi dimensionale della macroarea (Figura 25) evidenzia una prevalenza sia in termini di stock (40,1%) sia in termini di compravendite (41,7%) del taglio Piccolo. Tabella 25:, quotazioni medie e variazioni % - macroarea urbana Semicentrale Tiburtina-Prenestina Zona OMI Denominazione II sem / 2009 Quota % comune / I sem media comunale C29 TIBURTINO B (VIA DI CASAL BERTONE) 63 26,5% 0,39% 2,57% ,8% 0,87 C30 PRENESTINO LABICANO 1 A (PIAZZA DEL PIGNETO) 44-27,6% 0,28% 2,37% ,4% 0,88 C37 PRENESTINO LABICANO 1 B (VIA CONTE DI CARMAGNOLA) 68 2,8% 0,43% 1,66% ,4% 0,94 C38 PRENESTINO LABICANO 1 C (VIA LABICO) 65 2,1% 0,41% 2,28% ,7% 0,84 C5 TIBURTINO (VIA DEI SABELLI) 68-12,0% 0,42% 2,13% ,3% 1,07 C6 PRENESTINO-LABICANO 1 (VIA DEL PIGNETO) 54-44,1% 0,34% 1,79% ,1% 0,93 R11 VERANO 0-0,00% 0,00% SEMICENTRALE TIBURTINA-PRENESTINA ,7% 2,26% 2,08% ,2% 0,92 Figura 25: Distribuzione e Stock per classi dimensionali macroarea urbana - Semicentrale Tiburtina- Prenestina Stock 40,1% 41,7% 27,9% 26,2% 12,9% 18,1% 17,3% 13,0% 1,8% 1,0% Monolocali Piccola Medio piccola Media Grande 31

NOTA TERRITORIALE Andamento del mercato immobiliare nel II semestre 2012 Settore residenziale

NOTA TERRITORIALE Andamento del mercato immobiliare nel II semestre 2012 Settore residenziale NOTA TERRITORIALE Andamento del mercato immobiliare nel II semestre Settore residenziale a cura dell Ufficio Provinciale di Emanuela Fantaccione (Referente OMI) Silvia Carlucci (collaboratrice) data di

Dettagli

Bacino Competenza Anguillara Sabazia, Bracciano, Canale Monterano, Manziana, Trevignano Romano

Bacino Competenza Anguillara Sabazia, Bracciano, Canale Monterano, Manziana, Trevignano Romano Centri per l impiego di Roma e provincia Albano Laziale - Centro per l'impiego di Albano Laziale Bacino Competenza Albano Laziale, Ariccia, Castel Gandolfo, Genzano di Roma, Nemi Via San Francesco, 28-00041,

Dettagli

NOTA TERRITORIALE Andamento del mercato immobiliare nel I semestre 2013 Settore residenziale

NOTA TERRITORIALE Andamento del mercato immobiliare nel I semestre 2013 Settore residenziale NOTA TERRITORIALE Andamento del mercato immobiliare nel I semestre Settore residenziale a cura dell Ufficio Provinciale di Emanuela Fantaccione (referente OMI) Silvia Carlucci (collaboratore) data di pubblicazione:

Dettagli

ALLEGATO D CANONI DI CONCESSIONE D'USO BENI STRUMENTALI E MUTUI agg. luglio 2008

ALLEGATO D CANONI DI CONCESSIONE D'USO BENI STRUMENTALI E MUTUI agg. luglio 2008 Confronto ricavi attesi e ricavi reali 2003-2008 Nuova tariffa media 2009-2032 ALLEGATO D CANONI DI CONCESSIONE D'USO BENI STRUMENTALI E MUTUI file: All D canoni e mutui.xls Il presente tabulato contiene

Dettagli

ALLEGATO A SEZIONE 1-formato richiesta CdL Nome Cognome Numero di iscrizione Ordine Cdl Spett.le CPI Oggetto: Richiesta requisiti per assunzioni agevolate Con la presente Vi chiediamo di poter conoscere

Dettagli

Le richieste di accesso al sistema di agevolazione tariffaria potranno essere effettuate a partire dall 11 aprile e fino al 31 luglio.

Le richieste di accesso al sistema di agevolazione tariffaria potranno essere effettuate a partire dall 11 aprile e fino al 31 luglio. PROVINCIA DI ROMA Assessorato alle Politiche dei Trasporti e della Mobilità Dipartimento VI Governo del Territorio e della Mobilità Servizio 3 Pianificazione dei sistemi di mobilità e trasporto pubblico

Dettagli

La presenza di imprenditori nordafricani in provincia di Roma. 2 trimestre 2011

La presenza di imprenditori nordafricani in provincia di Roma. 2 trimestre 2011 La presenza di imprenditori nordafricani in provincia di Roma 2 trimestre 2011 La presenza di imprenditori nordafricani in provincia di Roma 2 trimestre 2011 A cura di: Lo studio è stato realizzato dal

Dettagli

Università Roma Tre Facoltà di Scienze della formazione Corso di laurea in Servizio Sociale e Sociologia L.39 A.A. 2012-2013

Università Roma Tre Facoltà di Scienze della formazione Corso di laurea in Servizio Sociale e Sociologia L.39 A.A. 2012-2013 Università Roma Tre Facoltà di Scienze della formazione Corso di laurea in Servizio Sociale e Sociologia L.39 A.A. 2012-2013 Lezione del 6 Dicembre 2012 Servizi Sociali della Giustizia (slide 3-10) Tirocinio

Dettagli

NOTA TERRITORIALE Andamento del mercato immobiliare nel I semestre 2014 Settore residenziale. ROMA a cura dell Ufficio Statistiche e Studi

NOTA TERRITORIALE Andamento del mercato immobiliare nel I semestre 2014 Settore residenziale. ROMA a cura dell Ufficio Statistiche e Studi NOTA TERRITORIALE Andamento del mercato immobiliare nel I semestre Settore residenziale a cura dell Ufficio Statistiche e Studi data di pubblicazione: 28 novembre periodo di riferimento: primo semestre

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI TARIFFARIE PER L ACQUISTO DI ABBONAMENTI AL SISTEMA DI TRASPORTO INTEGRATO METREBUS LAZIO

AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI TARIFFARIE PER L ACQUISTO DI ABBONAMENTI AL SISTEMA DI TRASPORTO INTEGRATO METREBUS LAZIO PROVINCIA DI ROMA Assessorato alle Politiche della Mobilità e Trasporti Dipartimento XIV Governo della Mobilità e Sicurezza Stradale Servizio 3 Pianificazione dei sistemi di mobilità e trasporto pubblico

Dettagli

Il presente Avviso stabilisce le modalità ed i termini per l accesso a tale sistema di agevolazione tariffaria.

Il presente Avviso stabilisce le modalità ed i termini per l accesso a tale sistema di agevolazione tariffaria. PROVINCIA DI ROMA Assessorato alle Politiche dei Trasporti e della Mobilità Dipartimento VI Governo del Territorio e della Mobilità Servizio 3 Pianificazione dei sistemi di mobilità e trasporto pubblico

Dettagli

Situazione secondo la vecchia regola. Altitudine al centro

Situazione secondo la vecchia regola. Altitudine al centro Altitudine: In base alla nuova : 1) Da 601 metri tutti i terreni sono Affile 684 Esenzione per tutti i terreni Esenzione per tutti i terreni Agosta 382 Esenzione solo per coltivatori diretti e imprenditori

Dettagli

FASCIA a) Comuni con popolazione fino a 3.000 abitanti

FASCIA a) Comuni con popolazione fino a 3.000 abitanti COMUNI DELLA PROVINCIA DI ROMA suddivisi nelle FASCE previste dalla legge 7 aprile 204 n. 56 (*) FASCE PREVISTE DALL'ART., COMMA 33, della legge n. 56/204 2 3 4 5 6 7 8 9 0 2 3 4 5 6 7 8 9 20 2 22 23 24

Dettagli

ACEA ATO 2 S.p.A. P.le Ostiense, 2 00154 Roma. Cap Soc Euro 362.834.320 iv-cf e P.IVA 05848061007 CCIAA RM REA 930803-TRIB RM 218931/99

ACEA ATO 2 S.p.A. P.le Ostiense, 2 00154 Roma. Cap Soc Euro 362.834.320 iv-cf e P.IVA 05848061007 CCIAA RM REA 930803-TRIB RM 218931/99 ACEA ATO 2 S.p.A. P.le Ostiense, 2 00154 Roma Cap Soc Euro 362.834.320 iv-cf e P.IVA 05848061007 -TRIB RM 218931/99 OGGETTO: tariffa unica del Servizio Idrico Integrato per i servizi comunali trasferiti

Dettagli

CENTRI PER L IMPIEGO DI ROMA E PROVINCIA

CENTRI PER L IMPIEGO DI ROMA E PROVINCIA CENTRI PER L IMPIEGO DI ROMA E PROVINCIA Centro per l Impiego Roma Cinecittà bacino di competenza: Ex Municipi Roma I, Roma II, Roma VI, Roma IX, Roma X, Roma XI, Roma XVII Viale Rolando Vignali, 14 00173

Dettagli

Provincia di Roma: dati comunali

Provincia di Roma: dati comunali Provincia di Roma: dati comunali 126 Graf. 25 - Provincia di Roma ROMA Fonte: SISTAR-LAZIO 127 Quali i sono i comuni della provincia di Roma? Quanti abitanti ci sono? Tab. 42 - Popolazione residente per

Dettagli

Roma, la sua Provincia e il SUAP

Roma, la sua Provincia e il SUAP Roma, la sua Provincia e il SUAP 1. Situazione al 7 settembre 2012 Condizionati dall avvio del 1 ottobre della procedura telematica e dal conseguente obbligo di non accettare più SCIA cartacee, il 53%

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento del Forum delle Associazioni Giovanili della Provincia di Roma

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento del Forum delle Associazioni Giovanili della Provincia di Roma PROVINCIA DI ROMA Regolamento del Forum delle Associazioni Giovanili della Provincia di Roma Adottato con delibera del Consiglio Provinciale n. 216 del 20/11/2007 Aggiornato con delibera del Consiglio

Dettagli

Valori Agricoli Medi della provincia. Annualità 2014

Valori Agricoli Medi della provincia. Annualità 2014 REGIONE AGRARIA N : 1 REGIONE AGRARIA N : 2 ALTO ANIENE Comuni di: AFFILE, AGOSTA, ANTICOLI CORRADO, ARCINAZZO ROMANO, ARSOLI, CAMERATA NUOVA, MANDELA, CANTERANO, CAPRANICA PRENESTINA, CERRETO LAZIALE,

Dettagli

/2/3/4/ /2/3/4/ /2/3/4/ /2/3/4/5

/2/3/4/ /2/3/4/ /2/3/4/ /2/3/4/5 Comune COMUNI PROVINCIA DI ROMA Funzionario Archeologo Telefono email 01 Affile 02 Agosta 03 Albano Laziale 04 Allumiere 05 06 Anguillara Sabazia Anticoli Corrado 07 Anzio 08 Arcinazzo 09 Ardea 10 Ariccia

Dettagli

Elenco Comuni antitransgenici

Elenco Comuni antitransgenici Assessorato alle Politiche della Scuola Elenco Comuni antitransgenici Anguillara Sabazia: Deliberazione del Consiglio Comunale n.84 del 18/12/2002 Oggetto: Organismi Geneticamente Modificati Agosta: Deliberazione

Dettagli

AVVISO PUBBLICO. 3. III^ fascia a favore dei Comuni o Unioni di Comuni superiore a 10.000 abitanti (che dovranno compilare lo schema di domanda C).

AVVISO PUBBLICO. 3. III^ fascia a favore dei Comuni o Unioni di Comuni superiore a 10.000 abitanti (che dovranno compilare lo schema di domanda C). AVVISO PUBBLICO ALLEGATO 1 Avviso pubblico Contributi sulla spesa di acquisto di attrezzature necessarie per il potenziamento dei corpi e servizi di polizia locale L.R. n. 1/2005 art. 8, comma 1, lettera

Dettagli

Roma, la sua Provincia e il SUAP

Roma, la sua Provincia e il SUAP Roma, la sua Provincia e il SUAP Situazione al 22 luglio 2016 A seguito dell avvio della procedura telematica e del conseguente obbligo di non accettare più SCIA cartacee (1 ottobre 2011), ad oggi il 40%

Dettagli

Roma, la sua Provincia e il SUAP

Roma, la sua Provincia e il SUAP Roma, la sua Provincia e il SUAP Situazione al 01 maggio 2017 A seguito dell avvio della procedura telematica e del conseguente obbligo di non accettare più SCIA cartacee (1 ottobre 2011), ad oggi il 40%

Dettagli

Dipartimento VI Governo del territorio, della mobilità e della sicurezza stradale Direzione

Dipartimento VI Governo del territorio, della mobilità e della sicurezza stradale Direzione 1 Rocca di Papa 49 Riqualificazione parco Lendisberg Am Dech 2 San Vito 6 Opere di stabilizzazione e recupero della costa nord-est del centro storico 3 Marino 106 Marino - accessibilità 4 Nazzano 60 Riqualificazioni

Dettagli

Federazione Lavoratori della Conoscenza CGIL

Federazione Lavoratori della Conoscenza CGIL Municipio/Comune Zona corrispondente FLC CGIL Indirizzo e-mail NB La legenda si riferisce alla precedente articolazione territoriale in 19 Municipi Roma Municipio 1 Roma Centro-Ovest-Litoranea romaovest@flcgil.it

Dettagli

SERVIZI DI TRASPORTO. Un esempio: fino a 1.000. Scopri le nuove tariffe dei servizi di trasporto. Dal 1 maggio 2014

SERVIZI DI TRASPORTO. Un esempio: fino a 1.000. Scopri le nuove tariffe dei servizi di trasporto. Dal 1 maggio 2014 SERVIZI DI TRASPORTO Dal 1 maggio 2014 Scopri le nuove tariffe dei servizi di trasporto. Un esempio: fino a 1.000 59 Per ulteriori informazioni rivolgiti a qualsiasi Banco Informazioni in ESPOSIZIONE MOBILI,

Dettagli

Provincia di Roma PTPG- Rapporto Territorio: Capitolo 1

Provincia di Roma PTPG- Rapporto Territorio: Capitolo 1 1 GLI SCENARI STRATEGICI AL 2015: POPOLAZIONE E OFFERTA DI FUNZIONI 1 1.1 Premessa La provincia di Roma è un area economicamente forte che sta conoscendo negli ultimi anni (2001-2005) una fase di sensibile

Dettagli

ROMA E LA SUA PROVINCIA ANALISI PER ZONA OMI DEI PRINCIPALI INDICATORI IMMOBILIARI

ROMA E LA SUA PROVINCIA ANALISI PER ZONA OMI DEI PRINCIPALI INDICATORI IMMOBILIARI XXXI CONFERENZA ITALIANA DI SCIENZE REGIONALI ROMA E LA SUA PROVINCIA ANALISI PER ZONA OMI DEI PRINCIPALI INDICATORI IMMOBILIARI Alessandra STORNIOLO 1, Erika GHIRALDO 2, Maurizio FESTA 3 SOMMARIO In questo

Dettagli

Analisi della domanda di formazione continua espressa dalle imprese e rivolta alla Provincia di Roma da febbraio a settembre 2009

Analisi della domanda di formazione continua espressa dalle imprese e rivolta alla Provincia di Roma da febbraio a settembre 2009 Progetto O.F.C. Osservatorio della Formazione Continua nella Provincia di Roma: ampliamento e messa a sistema POR - Programma Operativo del Fondo Sociale Europeo - Obiettivo 2 - Competitività regionale

Dettagli

Dipartimento VIII Servizio 1 Beni, Servizi, Attività Culturali

Dipartimento VIII Servizio 1 Beni, Servizi, Attività Culturali Dipartimento VIII Servizio 1 Beni, Servizi, Attività Culturali LEGGI REGIONALI N. 32/78 E 17/07 AVVISO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI DI PROMOZIONE CULTURALE E DI SPETTACOLO ANNI 2014-2015 Art.

Dettagli

LA PROVINCIA DI ROMA PER CHI CERCA LAVORO I NUOVI SERVIZI PER L IMPIEGO

LA PROVINCIA DI ROMA PER CHI CERCA LAVORO I NUOVI SERVIZI PER L IMPIEGO LA PROVINCIA DI ROMA PER CHI CERCA LAVORO I NUOVI SERVIZI PER L IMPIEGO I CENTRI PER L IMPIEGO SE STAI CERCANDO LAVORO LA PROVINCIA DI ROMA FA PER TE! Domanda e offerta di lavoro si incontrano nei Centri

Dettagli

ANALISI ELABORATA DAL SICeT di ROMA e LAZIO

ANALISI ELABORATA DAL SICeT di ROMA e LAZIO ANALISI ELABORATA DAL SICeT di ROMA e LAZIO SU UN CAMPIONE DI CONTRATTI DI LOCAZIONE STIPULATI AI SENSI DELL ART. 2 COMMA 3 DELLA LEGGE 431/98 NELL AREA METROPOLITANA DI ROMA. E stato sviluppato uno studio

Dettagli

Provincia di Roma. Regolamentazione dell offerta dei servizi taxi e noleggio con conducente

Provincia di Roma. Regolamentazione dell offerta dei servizi taxi e noleggio con conducente Provincia di Roma Regolamentazione dell offerta dei servizi taxi e noleggio con conducente Gennaio 2008 Premessa Il presente rapporto descrive la metodologia sviluppata per il calcolo del fabbisogno teorico

Dettagli

Localizzazione Immobile

Localizzazione Immobile BL - STRUTTURE SERVIZI SOCIO-EDUCATIVI - COMUNI DEL LAZIO (ESCLUSA ROMA CAPITALE) - Elenco provvisorio dei Dossier ammissibili senza finanziaria Numero SVLAZ-ES-2013-1323 28/09/2013 COMUNE DI CANTALUPO

Dettagli

ORDINE DEGLI ARCHITETTI PIANIFICATORI PAESAGGISTI E CONSERVATORI DI ROMA E PROVINCIA REGOLAMENTO DEL DECENTRAMENTO

ORDINE DEGLI ARCHITETTI PIANIFICATORI PAESAGGISTI E CONSERVATORI DI ROMA E PROVINCIA REGOLAMENTO DEL DECENTRAMENTO ORDINE DEGLI ARCHITETTI PIANIFICATORI PAESAGGISTI E CONSERVATORI DI ROMA E PROVINCIA REGOLAMENTO DEL DECENTRAMENTO ART. I Istituzione L Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori

Dettagli

Piano di Bacino per l area metropolitana romana RAPPORTO 2 ALLEGATI

Piano di Bacino per l area metropolitana romana RAPPORTO 2 ALLEGATI Piano di Bacino per l area metropolitana romana RAPPORTO 2 ALLEGATI Allegato 1 - Mobilità interna, generazione ed attrazione dei comuni della Provincia di Roma nella mattina del giorno feriale medio Mobilità

Dettagli

Anno 2007 a cura dell Ufficio Provinciale di Roma Piero Carlini (referente OMI) Emanuela Fantaccione (collaboratrice)

Anno 2007 a cura dell Ufficio Provinciale di Roma Piero Carlini (referente OMI) Emanuela Fantaccione (collaboratrice) Direzione Centrale Osservatorio Mercato Immobiliare NOTA TERRITORIALE Roma Anno a cura dell Ufficio Provinciale di Roma Piero Carlini (referente ) Emanuela Fantaccione (collaboratrice) in collaborazione

Dettagli

Il mercato immobiliare a Bologna nel 2012. Luglio 2013

Il mercato immobiliare a Bologna nel 2012. Luglio 2013 Il mercato immobiliare a Bologna nel 2012 Luglio 2013 Capo Dipartimento Programmazione: Gianluigi Bovini Direttore Settore Statistica: Franco Chiarini Redazione a cura di: Marisa Corazza Mappe a cura di:

Dettagli

ORDINE DEGLI ARCHITETTI DI ROMA E PROVINCIA REGOLAMENTO DEL DECENTRAMENTO. ART. I Il Decentramento

ORDINE DEGLI ARCHITETTI DI ROMA E PROVINCIA REGOLAMENTO DEL DECENTRAMENTO. ART. I Il Decentramento ORDINE DEGLI ARCHITETTI DI ROMA E PROVINCIA REGOLAMENTO DEL DECENTRAMENTO ART. I Il Decentramento L Ordine degli Architetti di Roma e Provincia per meglio promuovere le esigenze dei singoli cittadini e

Dettagli

I semestre 2009. a cura dell Ufficio Provinciale di Roma Piero Carlini (referente OMISE) Emanuela Fantaccione (collaboratrice)

I semestre 2009. a cura dell Ufficio Provinciale di Roma Piero Carlini (referente OMISE) Emanuela Fantaccione (collaboratrice) Direzione Centrale Osservatorio Mercato Immobiliare e Servizi Estimativi NOTA TERRITORIALE Roma I semestre a cura dell Ufficio Provinciale di Roma Piero Carlini (referente OMISE) Emanuela Fantaccione (collaboratrice)

Dettagli

Relazione Previsionale e Programmatica 2013-2015

Relazione Previsionale e Programmatica 2013-2015 www.provincia.roma.it Ragioneria Generale Relazione Previsionale e Programmatica 2013-2015 D.P.R. 326/98 Sezione 1 - P. I Caratteristiche della Popolazione, del Territorio, dell Economia Insediata Strumenti

Dettagli

ELENCO INTERVENTI SICUREZZA STRADALE PROVINCIA DI ROMA

ELENCO INTERVENTI SICUREZZA STRADALE PROVINCIA DI ROMA ELENCO INTERVENTI SICUREZZA STRADALE Pubblica Illuminazione PROVINCIA DI ROMA Gerano 176.000,00 Marano Equo 190.000,00 Rocca di Cave 190.000,00 Saracinesco 31.000,00 Castel San Pietro Romano 198.000,00

Dettagli

00184 ROMA 06/4783921 06/478392288 cafuil.rm0@cafuil.it 06/6631859-06/66032505. 00132 ROMA 06/20744842 06/478392288 cafuil.borgatafinocchio@gmail.

00184 ROMA 06/4783921 06/478392288 cafuil.rm0@cafuil.it 06/6631859-06/66032505. 00132 ROMA 06/20744842 06/478392288 cafuil.borgatafinocchio@gmail. ALLEGATO 2 Elenco Sedi CAF UIL Roma SEDI PER ISEEU - Univ. Tor Vergata NOME DEL CAF INDIRIZZO CAP. CITTA' TELEFONO FAX E-MAIL ORARIO APERTURA AL PUBBLICO NOTE CAVOUR-TERMINI VIA CAVOUR, 108 ang. V.dei

Dettagli

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni)

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni) ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Gli immobili in Italia - 2015 ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Nel presente capitolo è analizzata la distribuzione territoriale

Dettagli

Ragioneria Generale I Direzione Sistemi informativi di pianificazione e controllo finanziario U.O. Statistica IL MERCATO IMMOBILIARE

Ragioneria Generale I Direzione Sistemi informativi di pianificazione e controllo finanziario U.O. Statistica IL MERCATO IMMOBILIARE Ragioneria Generale I Direzione Sistemi informativi di pianificazione e controllo finanziario U.O. Statistica IL MERCATO IMMOBILIARE La compravendita di abitazioni a Roma Capitale e nei municipi - Anno

Dettagli

ROMA Andamento del mercato immobiliare nel II semestre 2011 Settore residenziale

ROMA Andamento del mercato immobiliare nel II semestre 2011 Settore residenziale ROMA NOTA TERRITORIALE a cura dell Ufficio Provinciale di ROMA Piero Carlini (referente OMI) Emanuela Fantaccione (collaboratrice) Paolo Angeletti (collaboratore) Andamento del mercato immobiliare nel

Dettagli

DOVE ABITANO A ROMA E PROVINCIA I LAVORATORI EDILI IMMIGRATI

DOVE ABITANO A ROMA E PROVINCIA I LAVORATORI EDILI IMMIGRATI RICERCA FILLEA CGIL ROMA E LAZIO DOVE ABITANO A ROMA E PROVINCIA I LAVORATORI EDILI IMMIGRATI EMBARGO ORE 8.00 21 LUGLIO 2005 Roma Luglio 2005 CONSIDERAZIONI GENERALI Gli immigrati sono e saranno sempre

Dettagli

HOME CARE ALZHEIMER Programma integrato sovradistrettuale per i malati di Alzheimer e loro familiari

HOME CARE ALZHEIMER Programma integrato sovradistrettuale per i malati di Alzheimer e loro familiari 1 AMBITO TERRITORIALE OTTIMALE DISTRETTI SOCIOSANITARI RMG Comuni capofila: Monterotondo Guidonia Tivoli Carpineto Romano Olevano Romano San Vito Romano HOME CARE ALZHEIMER Programma integrato sovradistrettuale

Dettagli

RMMM000XW4 DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE (NON ESPRIMIBILE DAL PERSONALE AMMINISTRATIVO, TECNICO ED AUSILIARIO)

RMMM000XW4 DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE (NON ESPRIMIBILE DAL PERSONALE AMMINISTRATIVO, TECNICO ED AUSILIARIO) RMMM000VW6 PROVINCIA DI RMMM000XW4 DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE (NON ESPRIMIBILE DAL PERSONALE AMMINISTRATIVO, TECNICO ED AUSILIARIO) RMMM022ZY7 DISTRETTO 022 RMCT70800B CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE

Dettagli

NOTA TERRITORIALE Andamento del mercato immobiliare nel II semestre 2014 Settore residenziale. CROTONE a cura dell Ufficio Provinciale di CROTONE

NOTA TERRITORIALE Andamento del mercato immobiliare nel II semestre 2014 Settore residenziale. CROTONE a cura dell Ufficio Provinciale di CROTONE NOTA TERRITORIALE Andamento del mercato immobiliare nel estre Settore residenziale a cura dell Ufficio Provinciale di data di pubblicazione: 26 giugno 2015 periodo di riferimento: secondo semestre Andamento

Dettagli

La ricerca è stata realizzata da un gruppo di lavoro della Fondazione Istituto G. Tagliacarne composto da: Giacomo Giusti, Giuseppe Quirino,

La ricerca è stata realizzata da un gruppo di lavoro della Fondazione Istituto G. Tagliacarne composto da: Giacomo Giusti, Giuseppe Quirino, IMMIGRATI E IMPRESA NEI COMUNI DELLA PROVINCIA DI ROMA (CON UNA ANALISI DELLA CAPITALE PER MUNICIPIO) 2008 La ricerca è stata realizzata da un gruppo di lavoro della Fondazione Istituto G. Tagliacarne

Dettagli

FORUM DELLE ASSOCIAZIONI GIOVANILI DELLA

FORUM DELLE ASSOCIAZIONI GIOVANILI DELLA REGOLAMENTO DEL PROVINCIA DI ROMA. FORUM DELLE ASSOCIAZIONI GIOVANILI DELLA CAPO - I NORME GENERALI Art. 1 : Oggetto e finalità del regolamento Il presente regolamento disciplina il funzionamento del "Forum

Dettagli

ELENCO ALLEGATI ALLA CONVENZIONE DI GESTIONE

ELENCO ALLEGATI ALLA CONVENZIONE DI GESTIONE 1 CONVENZIONE DI GESTIONE rel. 1.1 Garanzie tecnico economiche del gestore rel. 1.2 Documentazione deposito cauzionale rel. 2 DISCIPLINARE TECNICO rel. 2.1 Modalità di avvio del S.I.I. rel. 2.2 Mutui pregressi

Dettagli

CASERME CARABINIERI PROPRIETA' CANONE ATTUALE. AFFILE Proprietà Privata ,44. AGOSTA Proprietà Privata 6.272,20

CASERME CARABINIERI PROPRIETA' CANONE ATTUALE. AFFILE Proprietà Privata ,44. AGOSTA Proprietà Privata 6.272,20 IMMOBILI IN USO ALL'ARMA DEI CARABINIERI CASERME CARABINIERI PROPRIETA' CANONE ATTUALE AFFILE Proprietà Privata 24.650,44 AGOSTA Proprietà Privata 6.272,20 ALBANO LAZIALE Proprietà Privata 137.116,38 ALLUMIERE

Dettagli

TRIBUNALE DI TIVOLI (Comuni che fanno parte del circondario di Tivoli)

TRIBUNALE DI TIVOLI (Comuni che fanno parte del circondario di Tivoli) TRIBUNALE DI TIVOLI (Comuni che fanno parte del circondario di Tivoli) Affile Agosta Articoli Corrado Arcinazzo Romano Arsoli Camerata Nuova Canterano Casape Castel Madama Cerreto Laziale Cervara di Roma

Dettagli

INFORMASALUTE ROMA. I Servizi Sanitari di. e Provincia. Accesso al Servizio Sanitario Nazionale per i cittadini non comunitari

INFORMASALUTE ROMA. I Servizi Sanitari di. e Provincia. Accesso al Servizio Sanitario Nazionale per i cittadini non comunitari Progetto cofinanziato da UNIONE EUROPEA ISTITUTO NAZIONALE SALUTE, MIGRAZIONI E POVERTÀ MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELL INTERNO Fondo Europeo per l'integrazione dei cittadini di Paesi terzi INFORMASALUTE

Dettagli

Vincenzo Chiorazzo Ufficio Analisi Economiche (responsabile) Carola Achermann Vincenzo D Apice Pierluigi Morelli (collaboratori) a cura dell ufficio

Vincenzo Chiorazzo Ufficio Analisi Economiche (responsabile) Carola Achermann Vincenzo D Apice Pierluigi Morelli (collaboratori) a cura dell ufficio RAPPORTO IMMOBILIARE 2011 Il settore residenziale Con la collaborazione di a cura dell ufficio Statistiche e studi sul mercato immobiliare Direzione Centrale Osservatorio Mercato Immobiliare e Servizi

Dettagli

NOTA TRIMESTRALE Andamento del mercato immobiliare nel II trimestre 2015

NOTA TRIMESTRALE Andamento del mercato immobiliare nel II trimestre 2015 Andamento del mercato immobiliare nel data di pubblicazione: 24 settembre 2015 periodo di riferimento: secondo trimestre 2015 a cura dell Ufficio Statistiche e Studi della Direzione Centrale Osservatorio

Dettagli

NOTA TERRITORIALE Andamento del mercato immobiliare nel I semestre 2013 Settore residenziale

NOTA TERRITORIALE Andamento del mercato immobiliare nel I semestre 2013 Settore residenziale NOTA TERRITORIALE Andamento del mercato immobiliare nel I semestre Settore residenziale a cura dell Ufficio Provinciale di Pasquale Guerra (referente OMI) data di pubblicazione: 29 novembre periodo di

Dettagli

C o n v o cazi o n e assemble e

C o n v o cazi o n e assemble e C o n v o cazi o n e assemble e In tutta Italia, in tutti i luoghi di lavoro, si stanno svolgendo le assemblee di base del XVII congresso della CGIL, il più grande sindacato italiano, costituito ben 108

Dettagli

ELENCO DELLE UNIONI TRA I COMUNI DEL LAZIO

ELENCO DELLE UNIONI TRA I COMUNI DEL LAZIO ELENCO DELLE UNIONI TRA I COMUNI DEL LAZIO FROSINONE Denominazione:Unione Antica Terra di Lavoro Indirizzo: c/o Comune di San Giovanni Incarico Piazza Umberto I snc - 03028 (FR) Telefono: 0776/549801 Fax:

Dettagli

NOTA TERRITORIALE Andamento del mercato immobiliare nel I semestre 2014 Settore residenziale. FIRENZE a cura dell Ufficio Statistiche e Studi

NOTA TERRITORIALE Andamento del mercato immobiliare nel I semestre 2014 Settore residenziale. FIRENZE a cura dell Ufficio Statistiche e Studi NOTA TERRITORIALE Andamento del mercato immobiliare nel I semestre Settore residenziale a cura dell Ufficio Statistiche e Studi data di pubblicazione: 28 novembre periodo di riferimento: primo semestre

Dettagli

*In Via Angelo Emo 11 si trova un consultorio riservato alle ragazzine dai 14 anni in su (ma se siete più piccole potete comunque andare a parlare).

*In Via Angelo Emo 11 si trova un consultorio riservato alle ragazzine dai 14 anni in su (ma se siete più piccole potete comunque andare a parlare). Consultori Familiari - Spazi per Adolescenti della Provincia di Roma I PUNTI GIOVANI Ai Punti Giovani possono rivolgersi ragazze e ragazzi tra i 13 e i 21 anni, senza necessità di prenotazione né di impegnativa

Dettagli

NOTA TERRITORIALE Andamento del mercato immobiliare nel II semestre 2012 Settore residenziale

NOTA TERRITORIALE Andamento del mercato immobiliare nel II semestre 2012 Settore residenziale NOTA TERRITORIALE Andamento del mercato immobiliare nel II semestre Settore residenziale a cura dell Ufficio Provinciale di Pasquale Guerra (referente OMI) Dario Agosti (collaboratore) data di pubblicazione:

Dettagli

RMMM000VW6 PROVINCIA DI ROMA

RMMM000VW6 PROVINCIA DI ROMA RMMM000VW6 PROVINCIA DI RMMM000XW4 DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE (NON ESPRIMIBILE DAL PERSONALE AMMINISTRATIVO, TECNICO ED AUSILIARIO) RMMM022ZY7 DISTRETTO 022 RMCT70800B CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE

Dettagli

Attuali incarichi o incarichi recenti:

Attuali incarichi o incarichi recenti: CURRICULUM VITAE Cognome e nome: CERVONI MASSIMO Luogo e data di nascita: Pontecorvo (FR) 09.08.1956 Stato civile: coniugato con una figlia Domicilio: Via Matilde Serao 9/D 00042 ANZIO (Lavinio Stazione)

Dettagli

Direzione Centrale. Osservatorio Mercato Immobiliare e Servizi Estimativi

Direzione Centrale. Osservatorio Mercato Immobiliare e Servizi Estimativi Direzione Centrale Osservatorio Mercato Immobiliare e Servizi Estimativi NOTA TERRITORIALE Venezia I semestre 2009 a cura dell Ufficio Provinciale di Venezia Pasquale Guerra (referente OMISE) Dario Agosti

Dettagli

ELENCO FARMACIE DISPONIBILI AD ACCOGLIERE TIROCINANTI

ELENCO FARMACIE DISPONIBILI AD ACCOGLIERE TIROCINANTI ELENCO FARMACIE DISPONIBILI AD ACCOGLIERE TIROCINANTI FARMACIA ANACAPRI DR.SSA FESTINANTE Via dell Acqua Bullicante, 202 ASL RM C MUNICIPIO VI Tel.:06.24401239 Fax: 06.24401343 FARMACIA BARBERINI SNC DOTTORI

Dettagli

Anno 2006 a cura dell Ufficio Provinciale di Venezia Pasquale Guerra (referente OMI) Davide Varponi (collaboratore)

Anno 2006 a cura dell Ufficio Provinciale di Venezia Pasquale Guerra (referente OMI) Davide Varponi (collaboratore) NOTA TERRITORIALE Venezia Anno a cura dell Ufficio Provinciale di Venezia Pasquale Guerra (referente OMI) Davide Varponi (collaboratore) in collaborazione con la Direzione Centrale Osservatorio Mercato

Dettagli

10. Mercato immobiliare

10. Mercato immobiliare 10. Mercato immobiliare Continua la rivalutazione del settore immobiliare romano iniziata nel 1999 e proseguita, con velocità diverse ma sempre crescenti, fino ad oggi. Tornando indietro nel tempo, sino

Dettagli

NOTA II SEMESTRE 2011 Fonte Ufficio Studi Gabetti su dati Gabetti, Professionecasa e Grimaldi

NOTA II SEMESTRE 2011 Fonte Ufficio Studi Gabetti su dati Gabetti, Professionecasa e Grimaldi NOTA II SEMESTRE 2011 Fonte Ufficio Studi Gabetti su dati Gabetti, Professionecasa e Grimaldi Un 2012 all insegna della timida ripresa per il mercato immobiliare residenziale. I primi due mesi dell anno

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI. Articolo 1 Durata del servizio Il servizio avrà la seguente durata:18 mesi dalla sottoscrizione del contratto

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI. Articolo 1 Durata del servizio Il servizio avrà la seguente durata:18 mesi dalla sottoscrizione del contratto AVVISO PUBBLICO Avviso pubblico per l'affidamento di un servizio relativo a "Corsi di informazione ed educazione ambientale in materia di riuso, riciclo, recupero e riduzione dei rifiuti negli istituti

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A OTTOBRE 2015 1. Venezia Evoluzione delle compravendite. Settore residenziale Settore non residenziale (1)

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A OTTOBRE 2015 1. Venezia Evoluzione delle compravendite. Settore residenziale Settore non residenziale (1) Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Novembre 215 Venezia VENEZIA NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A OTTOBRE 215 1 Venezia Evoluzione delle compravendite Figura 1 Settore residenziale Settore

Dettagli

OGGETTO: L.R. 59/1980. Contributo di gestione per gli asili nido. Spesa di euro 12.290.000,00 - Capitolo H 41514. Esercizio finanziario 2008.

OGGETTO: L.R. 59/1980. Contributo di gestione per gli asili nido. Spesa di euro 12.290.000,00 - Capitolo H 41514. Esercizio finanziario 2008. OGGETTO: L.R. 59/1980. Contributo di gestione per gli asili nido. Spesa di euro 12.290.000,00 - Capitolo H 41514. Esercizio finanziario 2008. IL DIRETTORE VISTO la L.R. n. 6/2002 Disciplina del sistema

Dettagli

Rapporto immobiliare 2009 Immobili a destinazione Terziaria, Commerciale e Produttiva

Rapporto immobiliare 2009 Immobili a destinazione Terziaria, Commerciale e Produttiva Rapporto immobiliare 2009 Immobili a destinazione Terziaria, Commerciale e Produttiva con la collaborazione di Indice Presentazione 1 Introduzione 3 Le Fonti ed i Criteri Metodologici adottati 4 1. QUADRO

Dettagli

L IRPEF: il Lazio si confronta. Rapporto statistico sulle dichiarazioni dei redditi delle persone fisiche Anno di imposta 2012

L IRPEF: il Lazio si confronta. Rapporto statistico sulle dichiarazioni dei redditi delle persone fisiche Anno di imposta 2012 L IRPEF: il Lazio si confronta Rapporto statistico sulle dichiarazioni dei redditi delle persone fisiche Anno di imposta 2012 A cura di: Regione Lazio Direzione Programmazione Economica, Bilancio, Demanio

Dettagli

ANALISI DEL MERCATO IMMOBILIARE DI ROMA

ANALISI DEL MERCATO IMMOBILIARE DI ROMA ANALISI DEL MERCATO IMMOBILIARE DI ROMA Nel secondo semestre del 2006 le quotazioni della capitale sono cresciute del 2.2% determinando così una crescita annuale del 6.5% Andamento dei prezzi nel tempo

Dettagli

GLI IMMOBILI IN ITALIA 2012

GLI IMMOBILI IN ITALIA 2012 2012 1. GLI IMMOBILI IN ITALIA 2012 1. LO STOCK IMMOBILIARE IN ITALIA: ANALISI DEGLI UTILIZZI Il primo capitolo è dedicato alla presentazione dei risultati dell operazione di incrocio massivo e completo

Dettagli

CASA.IT ROMA MARKET REPORT

CASA.IT ROMA MARKET REPORT CASA.IT ROMA MARKET REPORT NOTA METODOLOGICA Prezzi di Offerta: sono i prezzi medi ricavati dall analisi degli immobili residenziali in vendita a Roma Prezzi di Domanda: sono i prezzi medi ricavati dalle

Dettagli

Analisi della incidentalità

Analisi della incidentalità PROVINCIA DI ROMA Assessorato Viabilità via di Villa Pamphili 84 00152 ROMA tel. 0667664545 fax 0667664507 mail ass.lavoripubblici@provincia.roma.it Analisi della incidentalità La mappa dei punti neri

Dettagli

Quaderni dell Osservatorio. Appunti di Economia immobiliare

Quaderni dell Osservatorio. Appunti di Economia immobiliare Anno Secondo - Numero Uno - Luglio 2013 Iscritto al Registro della stampa del Tribunale di Roma n. 141/2012 del 14.05.2012 Anno II Numero 1 Luglio 2013 Direttore editoriale Gianni Guerrieri Direttore responsabile

Dettagli

NOTA TERRITORIALE Andamento del mercato immobiliare nel II semestre 2013 Settore residenziale

NOTA TERRITORIALE Andamento del mercato immobiliare nel II semestre 2013 Settore residenziale NOTA TERRITORIALE Andamento del mercato immobiliare nel II semestre Settore residenziale a cura dell Ufficio Provinciale di Pasquale Guerra (referente OMI) Marco Benvenuti Lucchetta (collaboratore) data

Dettagli

RAPPORTO IMMOBILIARE 2015 Immobili a destinazione terziaria, commerciale e produttiva. con la collaborazione di

RAPPORTO IMMOBILIARE 2015 Immobili a destinazione terziaria, commerciale e produttiva. con la collaborazione di RAPPORTO IMMOBILIARE 2015 con la collaborazione di data di pubblicazione: 28 maggio 2015 periodo di riferimento: anno 2014 a cura dell Ufficio Statistiche e Studi della Direzione Centrale Osservatorio

Dettagli

ROMA. NOTA TERRITORIALE a cura dell Ufficio Provinciale di ROMA Emanuela Fantaccione (tecnico OMI) Silvia Carlucci (collaboratore)

ROMA. NOTA TERRITORIALE a cura dell Ufficio Provinciale di ROMA Emanuela Fantaccione (tecnico OMI) Silvia Carlucci (collaboratore) ROMA NOTA TERRITORIALE a cura dell Ufficio Provinciale di ROMA Emanuela Fantaccione (tecnico OMI) Silvia Carlucci (collaboratore) Andamento del mercato immobiliare nel estre Settore residenziale con la

Dettagli

10. Mercato immobiliare

10. Mercato immobiliare 10. Mercato immobiliare Il trend cittadino delle abitazioni. Continua la rivalutazione degli acquisti nel settore immobiliare romano i- niziata nel 1999 e proseguita, con velocità diverse ma sempre crescenti,

Dettagli

LE ABITAZIONI DI PREGIO

LE ABITAZIONI DI PREGIO LE ABITAZIONI DI PREGIO Il mercato degli immobili di pregio-lusso, seguito da Santandrea, ha evidenziato nel primo semestre del 2011 una leggera diminuzione (-1.0%) delle quotazioni, dopo la flessione

Dettagli

IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE ITALIANO

IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE ITALIANO UBH MARKET REPORT IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE ITALIANO Primo Trimestre 2010 Aprile 2010 Sembra rallentare la tendenza alla discesa dei comuni non capoluogo, si rianima il mercato dei capoluoghi.

Dettagli

L inflazione nel 2004

L inflazione nel 2004 L inflazione nel 2004 Un quadro generale In Italia l inflazione media annua per l anno 2004 si è attestata intorno al 2,2%, un risultato di gran lunga migliore rispetto al 2003 quando il valore medio di

Dettagli

Gli immobili in Italia - 2015

Gli immobili in Italia - 2015 LO STOCK IMMOBILIARE IN ITALIA: ANALISI DEGLI UTILIZZI Gli immobili in Italia - 2015 LO STOCK IMMOBILIARE IN ITALIA: ANALISI DEGLI UTILIZZI Il primo capitolo è dedicato alla presentazione dei risultati

Dettagli

Centri Territoriali Permanenti Educazione degli Adulti Lazio Roma e Provincia di Roma

Centri Territoriali Permanenti Educazione degli Adulti Lazio Roma e Provincia di Roma Centri Territoriali Permanenti Educazione degli Adulti Lazio Roma e Provincia di Roma CTP I I.C. Daniele Manin Via dell Esquilino, 31 00185 Roma Tel. 06 4814647 Fax. 06 48916049, 06 48906059 E-mail smsmanin@tin.it

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Salerno Indicatori socio-economici -0,60% -28,3%

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Salerno Indicatori socio-economici -0,60% -28,3% Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Marzo 13 SALERNO NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 13 1 Provincia di Indicatori socio-economici Figura 1 Negli ultimi dieci anni la popolazione

Dettagli

COMUNICATO STAMPA Roma, 7 aprile 2009 REPLAT ANALIZZA IL MERCATO IMMOBILIARE ITALIANO DEL I TRIMESTRE 2009

COMUNICATO STAMPA Roma, 7 aprile 2009 REPLAT ANALIZZA IL MERCATO IMMOBILIARE ITALIANO DEL I TRIMESTRE 2009 COMUNICATO STAMPA Roma, 7 aprile 2009 REPLAT ANALIZZA IL MERCATO IMMOBILIARE ITALIANO DEL I TRIMESTRE 2009 TENGONO MILANO E ROMA GRAZIE ALLE ALTE RICHIESTE DI BILO E TRILOCALI CHE DA SOLI RAPPRESENTANO

Dettagli

RAPPORTO IMMOBILIARE 2013 Il settore residenziale FONTI E CRITERI METODOLOGICI

RAPPORTO IMMOBILIARE 2013 Il settore residenziale FONTI E CRITERI METODOLOGICI RAPPORTO IMMOBILIARE 2013 data di pubblicazione: 14 maggio 2013 periodo di riferimento: anno 2012 Le informazioni rese nel presente rapporto sono di proprietà esclusiva dell Agenzia delle Entrate. Non

Dettagli

Segreteria Tecnico Operativa CONFERENZA DEI SINDACI ATO 2 Lazio Centrale Roma

Segreteria Tecnico Operativa CONFERENZA DEI SINDACI ATO 2 Lazio Centrale Roma CONFERENZA DEI SINDACI ATO 2 Lazio Centrale Roma Verbale della Conferenza dei Sindaci e dei Presidenti dell ATO 2 Lazio Centrale Roma tenutasi nella sala Luigi Di Liegro presso la Provincia di Roma il

Dettagli

ELENCO dei BENI DISPONIBILI redatto ai sensi dell'art. 1, commi 31, 32, 33, 34 e 35 della L.R. n. 22/2009 e dell'art. 58, Legge n.

ELENCO dei BENI DISPONIBILI redatto ai sensi dell'art. 1, commi 31, 32, 33, 34 e 35 della L.R. n. 22/2009 e dell'art. 58, Legge n. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 APRILIA 25 10 ABITAZIONE E FABBRICATI AGRICOLI APRILIA 25 13 TERRENO APRILIA 25

Dettagli

COMUNICATO STAMPA Roma, 15 gennaio 2009 REPLAT ANALIZZA IL MERCATO IMMOBILIARE ITALIANO DEL II SEMESTRE 2008

COMUNICATO STAMPA Roma, 15 gennaio 2009 REPLAT ANALIZZA IL MERCATO IMMOBILIARE ITALIANO DEL II SEMESTRE 2008 COMUNICATO STAMPA Roma, 15 gennaio 2009 REPLAT ANALIZZA IL MERCATO IMMOBILIARE ITALIANO DEL II SEMESTRE 2008 INDICE REPLAT: TRA GIUGNO E DICEMBRE LA DOMANDA RECUPERA IL +5,27% MA IL SETTORE CONTINUA A

Dettagli

SINDACATO DI VOTO. Tra. Affile, Agosta, Albano Laziale, Allumiere, Anguillara Sabazia, Anticoli

SINDACATO DI VOTO. Tra. Affile, Agosta, Albano Laziale, Allumiere, Anguillara Sabazia, Anticoli SINDACATO DI VOTO Tra - i comuni di: Affile, Agosta, Albano Laziale, Allumiere, Anguillara Sabazia, Anticoli Corrado, Arcinazzo Romano, Ardea, Ariccia, Arsoli, Artena, Bellegra, Bracciano, Camerata Nuova,

Dettagli

10. Mercato immobiliare

10. Mercato immobiliare 10. Mercato immobiliare Il trend cittadino delle abitazioni. Continua la rivalutazione degli acquisti nel settore immobiliare romano i- niziata nel 1999 e proseguita, con velocità diverse ma sempre crescenti,

Dettagli

Monitoraggio sulla conversione dei prezzi al consumo dalla Lira all Euro

Monitoraggio sulla conversione dei prezzi al consumo dalla Lira all Euro ISTAT 17 gennaio 2002 Monitoraggio sulla conversione dei prezzi al consumo dalla Lira all Euro Nell ambito dell iniziativa di monitoraggio, avviata dall Istat per analizzare le modalità di conversione

Dettagli