Gruppo Buffetti S.p.A. Direzione e coordinamento Dylog Italia S.p.A. Via Francesco Antolisei, Roma

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Gruppo Buffetti S.p.A. Direzione e coordinamento Dylog Italia S.p.A. Via Francesco Antolisei, 10-00173 Roma"

Transcript

1 Gruppo Buffetti S.p.A. Direzione e coordinamento Dylog Italia S.p.A. Via Francesco Antolisei, Roma ACQUISTO DI IMMOBILIZZAZIONI E CESSIONE CON RILEVAZIONE PLUS./MINUSVALENZA IN CASO DI CONTRIBUENTI MINIMI. Con decreto del Ministero dell Economia e delle Finanze del 02 gennaio 2008 sono state emanate le modalità applicative per il regime dei contribuenti minimi in attuazione dell'articolo 1, commi da 96 a 117, della legge 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008). In base a detto decreto il costo sostenuto per l acquisto di beni strumentali concorre alla formazione del reddito nel periodo d imposta in cui è avvenuto il pagamento e che la plusvalenza realizzata per la cessione di un bene strumentale acquistato nel periodo di vigenza del regime sarà pari all intero corrispettivo di cessione. Detta plusvalenza concorrerà integralmente alla formazione del reddito nel periodo d imposta in cui è percepito il corrispettivo. In caso di cessione di beni strumentali acquistati in periodi precedenti rispetto a quello dal quale decorre il regime, invece, il decreto preciserà che l eventuale plusvalenza o minusvalenza è determinata, ai sensi degli articolo 86 e 101 del Tuir, sulla base della differenza tra il corrispettivo conseguito e il costo non ammortizzato, intendendo per costo non ammortizzato il valore risultante alla fine dell esercizio precedente a quello dal quale decorre il regime. Nel caso di rateizzazione del corrispettivo, la rata percepita concorre alla formazione del reddito del periodo di imposta, al netto della quota del costo non ammortizzato determinata in misura corrispondente al rapporto tra la somma percepita nel periodo di imposta ed il corrispettivo complessivo. Col presente documento si intende descrivere un flusso operativo su come gestire, nel caso di un azienda in contabilità semplificata che gestisce il nuovo regime di Contribuenti Minimi, l operazione d acquisto di un bene strumentale e la relativa cessione e rilevazione della plus./minusvalenza con collegamento al modulo dei Beni Strumentali. Sarà di seguito dettagliato come registrare le operazioni, in tre diverse condizioni: a) Bene acquistato e ceduto nel regime dei Contribuenti Minimi; b) Bene acquistato nel regime dei Contribuenti Minimi e ceduto nel regime di contabilità Semplificata; c) Bene acquistato nel regime di contabilità semplificata e ceduto nel regime dei Contribuenti Minimi. a) ACQUISTO E CESSIONE DI UN BENE STRUMENTALE NEL REGIME DEI CONTRIBUENTI MINIMI Elenco delle operazioni da effettuare nel flusso operativo: Registrazione in prima nota dell acquisto del bene strumentale; Creazione del conto di costo da utilizzare nella registrazione d acquisto del bene strumentale; Collegamento all immissione movimenti dei beni strumentali e utilizzo della causale d acquisto con valorizzazione dell importo non amm.le necessario per azzerare il residuo del bene (nota sul caso di disapplicazione del regime dei Contribuenti Minimi); Esempi su come personalizzare i conti, richesti dal programma dopo il salvataggio del bene, utili al riporto automatico dei valori da prima nota ai movimenti dei beni strumentali;

2 Personalizzazione delle causali necessarie alla registrazione di cessione del bene in prima nota e nel modulo beni strumentali, registrazione d incasso della fattura in prima nota e nel modulo beni strumentali, registrazione di rilevazione plusvalenza in prima nota e nel modulo beni strumentali. Registrazione dei movimenti di cessione del bene da Immissione Prima Nota e collegamento al modulo beni strumentali tramite la personalizzazione delle causali come indicato al punto precedente, al fine di contabilizzare la cessione e rilevazione della plusvalenza. Flusso operativo: Registrazione in Prima nota relativa all acquisto del bene strumentale: Nella registrazione in prima nota di un acquisto di un bene strumentale, è necessario utilizzare un conto (è possibile creare un nuovo conto tramite il tasto funzione F8 Immissione conto presente nel campo cerchiato) avente come Raggruppamento per reddito AC= Altri costi e come Tipo BA= Beni Strumentali Ammortizzabili, come indicato in figura:

3 Alla conferma della registrazione in prima nota, sarà richiesta l immissione movimenti del modulo beni strumentali, dove indicare una causale personalizzata come indicato successivamente (la causale dovrebbe essere già presente in archivio delle causali movimentazioni dei beni strumentali, perché creata dal programma di adeguamento dei modulo cespiti):

4 Si precisa che la selezione del campo Importo non ammortizzabile, si rende necessaria per la proposta in automatico dal programma del valore utile all azzeramento del residuo del bene, per rendere il bene totalmente non ammortizzabile secondo il decreto legge. DISAPPLICAZIONE REGIME CONTRIBUENTI MINIMI Nel caso in cui successivamente alla data di acquisto del bene, in corso d anno il regime dei Contribuenti Minimi viene disapplicato, prima di aver effettuato gli ammortamenti per l anno, sarà necessario azzerare l importo non ammortizzabile, selezionando la variazione del movimento d acquisto relativo al bene in esame, per permettere l ammortamento a fine anno del bene. Nell immissione dei movimenti dei beni strumentali, dopo aver inserito la causale, si dovrà creare il bene tramite il tasto funzione F8 Immissione bene presente nel campo codice:

5 Dopo aver creato il bene, alla conferma, sarà richiesta la personalizzazione dei conti, indicando come Beni Strumentali (Immobilizzi) un conto avente come Raggruppamento di Reddito il tipo IM Immobilizzazioni e Conti Patrimoniali, come nell esempio: Impostazione del conto: Alla conferma della personalizzazione dei conti, occorrerà proseguire alla registrazione del movimento d acquisto del bene nei beni strumentali, in cui il programma provvederà, tramite la nuova causale d acquisto (causale d esempio cod.23), a proporre i valori nei rispettivi campi Importo acquisto e Importo non ammortizzabile (per azzerare il residuo), come in esempio:

6 Registrazione in prima nota relativa alla cessione del cespite: Per effettuare la registrazione in prima nota relativa alla cessione del bene, occorre utilizzare una serie di causali contabili in prima nota personalizzate come negli esempi riportati nelle figure successive (si precisa che i codici delle causali utilizzati negli esempi sono dei codici che potrebbero non essere presenti negli archivi):

7 Creare la controcausale concatenata (codice 218 dell esempio precedente) come in figura:

8 Personalizzazione della controcausale concatenata (codice 250 dell esempio precedente):

9

10 Terminata la personalizzazione delle causali concatenate, sarà possibile procedere da Immissione Prima Nota, alla registrazione del movimento di cessione del cespite utilizzando la causale personalizzata come indicato precedentemente: Si ricorda che il codice iva da utilizzare per le fatture di vendita in caso di Contribuenti Minimi deve essere un codice iva Ad Aliquota zero.nel campo Codice Scorporo occorre indicare il Codice IVA corrispondente all IVA che sarebbe stata addebitata in fattura qualora non fosse gestito il nuovo regime. Se in corso d anno decade l applicazione del regime, la Liquidazione 13-Riepilogo Annuale, utilizzerà tale codice per effettuare lo scorporo dell IVA sulle operazioni attive.

11 Occorre particolare attenzione al conto da utilizzare nella registrazione di cessione che deve essere necessariamente lo stesso conto utilizzato nella personalizzazione del bene acquistato nel modulo dei beni strumentali (codice 240 come in esempio). Alla conferma della registrazione in prima nota, sarà proposta la registrazione del movimento nel modulo beni strumentali, relativo alla cessione del bene, come in figura successiva: Alla conferma sarà proposta la registrazione in p.nota di incasso fattura (cod.218 come in figura):

12 Alla conferma della registrazione, verrà proposta l immissione del movimenti dei beni strumentali, relativa alla rilevazione della plusvalenza dei beni strumentali, dove occorrerà prelevare dall apposita vista presente nel campo Anno il n.movimento di cessione totale, come in figura successiva: Dopo la conferma di tale movimento, selezionando il tasto ESC, in prima nota sarà proposta la relativa registrazione contabile, della rilevazione plusvalenza:

13 b) BENE ACQUISTATO NEL REGIME DEI MINIMI E CEDUTO NEL REGIME DI CONTABILITA SEMPLIFICATA: Elenco delle operazioni da effettuare nel flusso operativo: Registrazione in prima nota dell acquisto del bene strumentale; Creazione del conto di costo da utilizzare nella registrazione d acquisto del bene strumentale; Collegamento all immissione movimenti dei beni strumentali e utilizzo della causale d acquisto con valorizzazione dell importo non amm.le necessario per azzerare il residuo del bene (nota sul caso di disapplicazione del regime dei Contribuenti Minimi); Esempi su come personalizzare i conti, richesti dal programma dopo il salvataggio del bene, utili al riporto automatico dei valori da prima nota ai movimenti dei beni strumentali; Personalizzazione delle causali necessarie alla registrazione di cessione del bene in prima nota e nel modulo beni strumentali, registrazione d incasso della fattura in prima nota e nel modulo beni strumentali, registrazione di rilevazione plusvalenza in prima nota e nel modulo beni strumentali. Registrazione dei movimenti di cessione del bene da Immissione Prima Nota e collegamento al modulo beni strumentali tramite la personalizzazione delle causali come indicato al punto precedente, al fine di contabilizzare la cessione e rilevazione della plusvalenza. Flusso operativo: Registrare in Prima nota, utilizzando una normale fattura d acquisto, l acquisto del bene strumentale, come in esempio: Nella registrazione in prima nota di un acquisto di un bene strumentale, è necessario utilizzare un conto (è possibile creare un nuovo conto tramite il tasto funzione F8 Immissione conto presente nel campo cerchiato) avente come Raggruppamento per reddito AC= Altri costi e come Tipo BA= Beni Strumentali Ammortizzabili, come indicato in figura:

14 Alla conferma della registrazione in prima nota, sarà richiesta l immissione movimenti del modulo beni strumentali, dove indicare una causale personalizzata come indicato successivamente (la causale dovrebbe essere già presente in archivio delle causali movimentazioni dei beni strumentali, perché creata dal programma di adeguamento dei modulo cespiti):

15 Si precisa che la selezione del campo Importo non ammortizzabile, si rende necessaria per la proposta in automatico dal programma del valore utile all azzeramento del residuo del bene, per rendere il bene totalmente non ammortizzabile secondo il decreto legge. DISAPPLICAZIONE REGIME CONTRIBUENTI MINIMI Nel caso, in cui successivamente alla data di acquisto del bene, in corso d anno il regime dei Contribuenti Minimi viene disapplicato, prima di aver effettuato gli ammortamenti per l anno, sarà necessario azzerare l importo non ammortizzabile, selezionando la variazione del movimento d acquisto relativo al bene in esame, per permettere l ammortamento a fine anno del bene. Nell immissione dei movimenti dei beni strumentali, dopo aver inserito la causale, si dovrà creare il bene tramite il tasto funzione F8 Immissione bene presente nel campo codice: Dopo aver creato il bene, alla conferma, sarà richiesta la personalizzazione dei conti, indicando come Beni Strumentali (Immobilizzi) un conto avente come Raggruppamento di Reddito il tipo IM Immobilizzazioni e Conti Patrimoniali, come nell esempio: Impostazione del conto:

16 Alla conferma della personalizzazione dei conti, occorrerà proseguire alla registrazione del movimento d acquisto del bene nei beni strumentali, in cui il programma provvederà, tramite la nuova causale d acquisto (causale d esempio cod.23), a proporre i valori nei rispettivi campi Importo acquisto e Importo non ammortizzabile (per azzerare il residuo), come in esempio: Registrazione cessione del bene in un periodo contabile in cui non si gestisce il regime di Contribuenti Minimi. Per effettuare la registrazione in prima nota relativa alla cessione del bene, occorre utilizzare una serie di causali contabili in prima nota personalizzate come negli esempi riportati nelle figure successive (si precisa che i codici delle causali utilizzati negli esempi sono dei codici che potrebbero non essere presenti negli archivi):

17

18 Terminata la personalizzazione delle causali concatenate, sarà possibile procedere da Immissione Prima Nota, alla registrazione del movimento di cessione del cespite utilizzando la causale personalizzata come indicato precedentemente: Si ricorda che il codice iva da utilizzare per le fatture di vendita in caso di Contribuenti Minimi deve essere un codice iva Ad Aliquota zero.nel campo Codice Scorporo occorre indicare il Codice IVA corrispondente all IVA che sarebbe stata addebitata in fattura qualora non fosse gestito il nuovo regime. Se in corso d anno decade l applicazione del regime, la Liquidazione 13-Riepilogo Annuale, utilizzerà tale codice per effettuare lo scorporo dell IVA sulle operazioni attive.

19 Occorre particolare attenzione al conto da utilizzare nella registrazione di cessione che deve essere necessariamente lo stesso conto utilizzato nella personalizzazione del bene acquistato nel modulo dei beni strumentali (codice 240, come nell esempio). Alla conferma della registrazione in prima nota, sarà proposta la registrazione del movimento nel modulo beni strumentali, relativa alla cessione del bene (acquistato nel regime di Contribuenti Minimi), come in figura successiva: Alla conferma di tale movimento, sarà proposta dal programma la registrazione in prima nota per la rilevazione della plusvalenza, come in figura:

20

21 c) BENE ACQUISTATO NEL REGIME DI CONTABILITA SEMPLIFICATA E CEDUTO NEL REGIME DEI CONTRIBUENTI MINIMI. Elenco delle operazioni da effettuare nel flusso operativo: Registrazione in prima nota dell acquisto del bene strumentale; Collegamento all immissione movimenti dei beni strumentali per la registrazione dell acquisto del bene strumentale; Esempi su come personalizzare i conti, richesti dal programma dopo il salvataggio del bene, utili al riporto automatico dei valori da prima nota ai movimenti dei beni strumentali; Personalizzazione delle causali necessarie alla registrazione di cessione del bene in prima nota e nel modulo beni strumentali, registrazione d incasso della fattura in prima nota e nel modulo beni strumentali, registrazione di rilevazione plusvalenza in prima nota e nel modulo beni strumentali. Flusso operativo: Registrare in Prima nota, utilizzando una normale fattura d acquisto, l acquisto del bene strumentale, come in esempio: Il conto da utilizzare nella registrazione di prima nota deve essere personalizzato come in figura successiva:

22 Alla conferma della registrazione in prima nota, sarà proposta la videata per inserire il movimento di acquisto nel modulo beni strumentali. Prima di inserire i dati relativi all acquisto occorrerà aver creato il bene prima nella scheda del bene o contemporaneamente all immissione del movimento di acquisto del cespite, utilizzando il tasto funzione F8 Immissione bene, presente nel campo Codice della figura successiva: Dopo la creazione del bene, sarà richiesta la personalizzazione dei conti, dove si dovranno indicare nei rispettivi campi, i conti come in figura successiva:

23 Registrazione cessione del bene in un periodo contabile in cui si gestisce il regime di Contribuenti Minimi. Per registrare in prima nota la cessione del bene, occorre utilizzare causali contabili in prima nota, personalizzate come negli esempi riportati nelle figure successive (si precisa che i codici delle causali utilizzati negli esempi sono dei codici che potrebbero non essere presenti negli archivi): Causale cessione del cespite, con operazioni agganciate per effettuare l automatismo:

24 Personalizzazione della controcausale concatenata (codice 218 come in figura precedente):

25 Personalizzazione controcausale 250 RIL.MINUS.\PLUSV.:

26 Dopo aver personalizzato le causali, si potrà procedere alla registrazione in prima nota della relativa cessione del bene e successivamente verranno automaticamente proposti i vari passi fino al relativo incasso. Inserimento causale di cessione del bene in prima nota:

27 Si ricorda che il codice iva da utilizzare per le fatture di vendita in caso di Contribuenti Minimi deve essere un codice iva Ad Aliquota zero.nel campo Codice Scorporo occorre indicare il Codice IVA corrispondente all IVA che sarebbe stata addebitata in fattura qualora non fosse gestito il nuovo regime. Se in corso d anno decade l applicazione del regime, la Liquidazione 13-Riepilogo Annuale, utilizzerà tale codice per effettuare lo scorporo dell IVA sulle operazioni attive. Alla conferma del movimento, sarà proposto l inserimento dei movimenti nel modulo beni strumentali per la registrazione della cessione del cespite, come in figura successiva:

28 Dopo la conferma della videata precedente, sarà proposto l inserimento della registrazione in prima nota relativa all incasso della fattura: Dopo la conferma della registrazione, verrà proposta l immissione del movimenti dei beni strumentali, relativa alla rilevazione della plusvalenza dei beni strumentali, dove occorrerà prelevare dall apposita vista presente nel campo Anno il n.movimento di cessione totale, come in figura successiva:

29 Alla conferma del movimento, sarà proposta la rilevazione della minusvalenza e lo storno del fondo, in prima nota:

AGENZIE DI VIAGGIO. Pagina 13 di 46

AGENZIE DI VIAGGIO. Pagina 13 di 46 AGENZIE DI VIAGGIO Con il presente rilascio è stata completata la gestione dei registri IVA con l implementazione della gestione delle fatture emesse art. 74-ter; sarà possibile utilizzare le nuove causali

Dettagli

Plusvalenze/Minusvalenze Professionisti

Plusvalenze/Minusvalenze Professionisti HELP DESK Nota Salvatempo 0039 MODULO CONTABILE Plusvalenze/Minusvalenze Professionisti Quando serve La normativa Per rilevare le plusvalenze/minusvalenze da alienazione di beni ammortizzabili nella Contabilità

Dettagli

LEASING: LE SCRITTURE CONTABILI

LEASING: LE SCRITTURE CONTABILI LEASING: LE SCRITTURE CONTABILI Acquisto Il contratto di leasing è uno degli strumenti che viene comunemente utilizzato dalle imprese per procedere all acquisto di beni strumentali. Sono previste due possibili

Dettagli

La gestione dei cespiti ammortizzabili

La gestione dei cespiti ammortizzabili La gestione dei cespiti ammortizzabili Aggiornato al 10/05/2013 Indice 1 I parametri nella gestione ditta... 3 2 Registrazione di un bene ammortizzabile... 6 3 Calcolo Ammortamento Cespiti... 18 Calcolo

Dettagli

Modulo contabile Agenzie di viaggio

Modulo contabile Agenzie di viaggio RIFERIMENTI ALLA NORMATIVA DELLE. L'attività di organizzazione di viaggi e soggiorni in genere è svolta da operatori specifici (cosiddetti Tour operator) che organizzano i viaggi in nome proprio, ma per

Dettagli

Appendice Manuale REGIME SPECIALE IVA PER I BENI USATI

Appendice Manuale REGIME SPECIALE IVA PER I BENI USATI REGIME SPECIALE IVA PER I BENI USATI Il Regime in esame che viene definito Regime del Margine ha come scopo quello di evitare fenomeni di doppia o plurima imposizione Iva sui Beni usati. Infatti, prima

Dettagli

Casi particolari. ITALSOFT StudioXp manuale utente. Casi particolari. Contabilità semplificate. Registrazione costi e ricavi non iva

Casi particolari. ITALSOFT StudioXp manuale utente. Casi particolari. Contabilità semplificate. Registrazione costi e ricavi non iva Contabilità semplificate 68 Casi particolari Il capitolo espone alcune caratteristiche della procedura e modalità operative in casi particolari di gestione come ad esempio le contabilità semplificate,

Dettagli

REGIME DEI MINIMI O SUPERMINIMI

REGIME DEI MINIMI O SUPERMINIMI REGIME DEI MINIMI O SUPERMINIMI Il regime dei contribuenti minimi (dal 2012 denominato superminimi) è riservato alle persone fisiche residenti nel territorio dello Stato che svolgono attività di impresa,

Dettagli

RIVALUTAZIONE QUOTE SOCIALI. Noventa di Piave - 23 febbraio 2012 Dott. Giorgio Zerio

RIVALUTAZIONE QUOTE SOCIALI. Noventa di Piave - 23 febbraio 2012 Dott. Giorgio Zerio RIVALUTAZIONE QUOTE SOCIALI Noventa di Piave - 23 febbraio 2012 Dott. Giorgio Zerio Normativa Art.7 co. 2 del DL 13.5.2011 n. 70, convertito nella L.12.7.2011 n. 106: Termine per la rivalutazione delle

Dettagli

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma SOMMARIO VERSIONI CONTENUTE NEL PRESENTE AGGIORNAMENTO...2 AVVERTENZE...2 TUTTE LE CONTABILITA...2 ADEGUAMENTO ARCHIVI (00059z)...2 Disapplicazione regime IVA per cassa...2 Acquisizione dati fatturazione

Dettagli

CIRCOLARE N. 22/E. Roma, 06 maggio 2009

CIRCOLARE N. 22/E. Roma, 06 maggio 2009 CIRCOLARE N. 22/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 06 maggio 2009 OGGETTO: Articolo 15, commi da 16 a 23, del decreto legge 29 novembre 2008, n. 185 - Rivalutazione dei beni d impresa Chiarimenti

Dettagli

L utilizzo della riserva da rivalutazione

L utilizzo della riserva da rivalutazione Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 92 26.03.2014 L utilizzo della riserva da rivalutazione Categoria: Bilancio e contabilità Sottocategoria: Riserve L'art. 15, comma 18, D.L. 185/2008

Dettagli

ebridge Agenzie di viaggio

ebridge Agenzie di viaggio RIFERIMENTI ALLA NORMATIVA DELLE A.D.V. L'attività di organizzazione di viaggi e soggiorni in genere è svolta da operatori specifici (cosiddetti Tour operator) che organizzano i viaggi in nome proprio,

Dettagli

CESP1 Gestione archivio cespiti Deve essere utilizzato per l inserimento di dati pregressi e/o rettifiche manuali. Annotazioni:

CESP1 Gestione archivio cespiti Deve essere utilizzato per l inserimento di dati pregressi e/o rettifiche manuali. Annotazioni: Corso Cespiti Tabelle e parametri di configurazione Parametrizzazioni di base TABE02A, personalizzazione dati procedura, causali semplificate TABE10, tabella conti cespiti TABE25, tabella 9-percentuali

Dettagli

LA SCHEDA FISCALE di Roberto Gabrielli

LA SCHEDA FISCALE di Roberto Gabrielli LA SCHEDA FISCALE di Roberto Acquisto e vendita di autovetture ad uso promiscuo (Aggiornata al 10.05.2009) Riferimenti normativi Relativamente alle imposte dirette, l art. 15-bis del D.L. 81/2007 intervenendo

Dettagli

L art. 1 commi 96-117 Legge 24/12 n. 244 introduce con decorrenza 1 gennaio 2008 il nuovo regime agevolato per i contribuenti minimi.

L art. 1 commi 96-117 Legge 24/12 n. 244 introduce con decorrenza 1 gennaio 2008 il nuovo regime agevolato per i contribuenti minimi. Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-7BHDGU9929 Data ultima modifica 08/09/2009 Prodotto Sistema Professionista - Picomwin Modulo Contabilità Oggetto Nuovo regime Contribuenti Minimi * in giallo

Dettagli

Regimi IVA Speciali MULTI. Gestione Beni Usati

Regimi IVA Speciali MULTI. Gestione Beni Usati Gestione Beni Usati Introduzione e Impostazioni Il regime speciale per i rivenditori di Beni Usati, di oggetti d arte, di antiquariato e da collezione, introdotto dalla legislazione italiana con il D.L.

Dettagli

RISOLUZIONE N. 41/E. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 12 febbraio 2002

RISOLUZIONE N. 41/E. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 12 febbraio 2002 RISOLUZIONE N. 41/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 12 febbraio 2002 Oggetto: Interpello n../2001 - Articolo 11, legge 27 luglio 2000, n. 212 Deducibilità degli ammortamenti relativi a

Dettagli

Regimi IVA Speciali MULTI. Gestione Agenzie di Viaggio

Regimi IVA Speciali MULTI. Gestione Agenzie di Viaggio Gestione Impostazioni In base all Art.74-Ter per le agenzie di viaggio e turismo è previsto un particolare meccanismo di applicazione dell Iva, definito base da base, a differenza di quello definitivo

Dettagli

RISOLUZIONE N. 123/E

RISOLUZIONE N. 123/E RISOLUZIONE N. 123/E Direzione Centrale Normativa Roma, 30 novembre 2010 OGGETTO: Interpello ai sensi dell articolo 11 della legge n. 212 del 2000 Riportabilità delle perdite dei contribuenti minimi in

Dettagli

Documentazione tecnica Beni Usati. Software Gestionale ebridge Professionisti REGIME SPECIALE IVA PER I BENI USATI

Documentazione tecnica Beni Usati. Software Gestionale ebridge Professionisti REGIME SPECIALE IVA PER I BENI USATI REGIME SPECIALE IVA PER I BENI USATI Il Regime in esame che viene definito Regime del Margine ha come scopo quello di evitare fenomeni di doppia o plurima imposizione Iva sui Beni usati. Infatti, prima

Dettagli

Documentazione tecnica Beni Usati. Software Gestionale ebridge Professionisti REGIME SPECIALE IVA PER I BENI USATI

Documentazione tecnica Beni Usati. Software Gestionale ebridge Professionisti REGIME SPECIALE IVA PER I BENI USATI REGIME SPECIALE IVA PER I BENI USATI Il Regime in esame che viene definito Regime del Margine ha come scopo quello di evitare fenomeni di doppia o plurima imposizione Iva sui Beni usati. Infatti, prima

Dettagli

Documentazione tecnica Gestione Intracomunutaria. Software Gestionale ebridge Professionisti

Documentazione tecnica Gestione Intracomunutaria. Software Gestionale ebridge Professionisti Acquisti Intra Gli acquisti effettuati da Paesi Intracomunitari, vanno registrati nella contabilità ebridge, con i seguenti accorgimenti: Tabella Causali Contabili. Dovrà essere generata un'apposita Causale

Dettagli

Aziende Editrici BREVE GUIDA

Aziende Editrici BREVE GUIDA Gestione Aziende Editrici BREVE GUIDA ( Logiche di funzionamento e modalità d uso ) 1 sommario Introduzione... 3 Regime IVA Speciale Liquidazione e Registro Editori...3 Valorizzazione e Chiusura Magazzini

Dettagli

Gestione Cespiti. Revisione 04.04.2011. 11/06/2015 pag. 1

Gestione Cespiti. Revisione 04.04.2011. 11/06/2015 pag. 1 Gestione Cespiti SiCia Revisione 04.04.2011 11/06/2015 pag. 1 Sommario Importazione da precedente procedura... 3 Anagrafica ditta... 8 Menù cespiti... 11 Gestione anagrafica cespite... 12 Storico cespiti...

Dettagli

Regimi IVA Speciali MULTI. Gestione Autotrasporto

Regimi IVA Speciali MULTI. Gestione Autotrasporto Gestione Il regime speciale previsto per gli autotrasportatori è regolamentato dall Art.74 c.4; tale normativa prevede che il debito IVA sulle cessioni diventi effettivo nel periodo di liquidazione successivo

Dettagli

Gestione Beni Strumentali

Gestione Beni Strumentali Gestione Beni Strumentali La procedura di Gestione Beni Strumentali presente nell omonima voce del menù Contabilità consente di immettere tutti i dati relativi ai Cespiti per ottenerne la stampa del registro

Dettagli

ATTUALMENTE SONO 5 I REGIMI CONTABILI VIGENTI, OGNUNO DEI QUALI SI DISTINGUE PER OBBLIGHI CHE NE DERIVANO E PER I SOGGETTI CHE POSSONO ADERIRVI.

ATTUALMENTE SONO 5 I REGIMI CONTABILI VIGENTI, OGNUNO DEI QUALI SI DISTINGUE PER OBBLIGHI CHE NE DERIVANO E PER I SOGGETTI CHE POSSONO ADERIRVI. REGIMI CONTABILI ATTUALMENTE SONO 5 I REGIMI CONTABILI VIGENTI, OGNUNO DEI QUALI SI DISTINGUE PER OBBLIGHI CHE NE DERIVANO E PER I SOGGETTI CHE POSSONO ADERIRVI. 1 REGIME ORDINARIO 2 REGIME SEMPLIFICATO

Dettagli

1. Tabella Coefficienti di Ammortamento. 2. Tabella Parametri (Causali Contabili) 3. Tabella Parametri (Codici Conto) 4.

1. Tabella Coefficienti di Ammortamento. 2. Tabella Parametri (Causali Contabili) 3. Tabella Parametri (Codici Conto) 4. CESPITI AMMORTIZZABILI 1. Tabella Coefficienti di Ammortamento Questa scelta consente di gestire l archivio dei coefficienti di ammortamento relativi ai cespiti ammortizzabili, suddivisi per gruppo, specie

Dettagli

GESTIONE CESPITI PARAMETRI CESPITI

GESTIONE CESPITI PARAMETRI CESPITI GESTIONE CESPITI In questo documento viene illustrato come gestire i cespiti e le immobilizzazioni. Vedremo nell ordine: I parametri cespiti; Le tipologie di immobilizzazioni; Operazioni d acquisto; Operazioni

Dettagli

Split Payment. Premessa normativa

Split Payment. Premessa normativa Nota Salvatempo Contabilità 13.04 09 APRILE 2015 * in giallo le modifiche apportate rispetto alla versione precedente datata 10/02/2015 Split Payment Premessa normativa Lo split payment è stato introdotto

Dettagli

Integrazione al Manuale Utente 1

Integrazione al Manuale Utente 1 FATTURE AD ESIGIBILITA DIFFERITA Il quinto comma dell art. 6 del D.P.R. n. 633/72 prevede, in via di principio, che l IVA si rende esigibile nel momento in cui l operazione si considera effettuata secondo

Dettagli

CONTABILITÀ. Gestione Agenzia Viaggio. Release 5.20 Manuale Operativo

CONTABILITÀ. Gestione Agenzia Viaggio. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo CONTABILITÀ Gestione Agenzia Viaggio Il modulo Agenzie Viaggio consente di gestire la contabilità specifica per le agenzie di viaggio: in questo manuale verranno descritte

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA ESAMI DI STATO DOTTORI COMMERCIALISTI II SESSIONE 2015 TEMI D ESAME PRIMA PROVA SCRITTA (18/11/2015) TEMA N. 1 Ammortamenti e svalutazioni con riferimento alle immobilizzazioni immateriali, materiali e

Dettagli

CREAZIONE ARCHIVI 2014

CREAZIONE ARCHIVI 2014 CREAZIONE ARCHIVI 2014 Prima di procedere con la creazione dell anno 2014, per chi gestisce il magazzino, è necessario : con un solo terminale aperto, dal menù AZIENDE ANAGRAFICA AZIENDA F4 (DATI AZIENDALI)

Dettagli

GESTIONE DEI BENI USATI

GESTIONE DEI BENI USATI GESTIONE DEI BENI USATI Le aziende che gestiscono questo particolare regime hanno la necessità di determinare l IVA derivante dalla vendita dei beni usati in modo particolare, in linea generale si può

Dettagli

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma SOMMARIO VERSIONI CONTENUTE NEL PRESENTE AGGIORNAMENTO...2 AVVERTENZE...2 TUTTE LE CONTABILITA...2 ADEGUAMENTO ARCHIVI (00056z)...2 NUOVA ALIQUOTA IVA AL 22%...3 Riferimenti normativi...3 Tabella codici

Dettagli

Cespiti ammortizzabili

Cespiti ammortizzabili Cespiti ammortizzabili WinCoge gestisce i beni acquistati e destinati ad essere utilizzati per più esercizi contabili; il costo di tali beni e servizi deve essere ripartito (ammortizzato) in più esercizi.

Dettagli

SOFTWARE GESTIONALE. Manuale d uso

SOFTWARE GESTIONALE. Manuale d uso SOFTWARE GESTIONALE Manuale d uso Le informazioni riportate su questo documento potrebbero risultare, al momento della lettura, obsolete o poco attinenti alla versione in uso. Consigliamo la consultazione

Dettagli

Namirial Studio. Contabilità Generale / Modelli Fiscali

Namirial Studio. Contabilità Generale / Modelli Fiscali Contabilità Generale / Modelli Fiscali Contabilità Generale / Modelli Fiscali È la soluzione elaborata da Namirial S.p.A. per lo studio professionale, ideale per operare in modo ottimale nel mondo contabile

Dettagli

IL PASSAGGIO AL REGIME FORFETTARIO

IL PASSAGGIO AL REGIME FORFETTARIO IL PASSAGGIO AL REGIME FORFETTARIO di Antonio Gigliotti Come noto l art. 1, commi da 54 a 89, della legge di stabilità 2015 (23 dicembre 2014, n. 190), ha introdotto, a decorrere dal 1 gennaio 2015, un

Dettagli

Supporto On Line Allegato FAQ

Supporto On Line Allegato FAQ Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-6LMC5F89155 Data ultima modifica 16/01/2014 Prodotto Contabilità Modulo Contabilità Oggetto Modalità di esportazione dalla Contabilità alla Comunicazione Annuale

Dettagli

REGIME DEI CONTRIBUENTI MINIMI

REGIME DEI CONTRIBUENTI MINIMI REGIME DEI CONTRIBUENTI MINIMI Note: Il presente manuale vuole essere solo una guida sommaria per agevolare l operatore nell utilizzo della procedura e pertanto non essendo esaustivo di tutte le funzionalità

Dettagli

Corrispettivi Ventilazione Grafici

Corrispettivi Ventilazione Grafici HELP DESK Nota Salvatempo 0044 MODULO FISCALE Corrispettivi Ventilazione Grafici Quando serve La normativa Registrazione dei corrispettivi in ventilazione a partire dall'esercizio IVA 2015 Decreto Ministeriale

Dettagli

CESSIONE DELL AZIENDA ADEMPIMENTI FISCALI E DICHIARAZIONE DEI REDDITI di Dott. G. Fiore - RE.FI.

CESSIONE DELL AZIENDA ADEMPIMENTI FISCALI E DICHIARAZIONE DEI REDDITI di Dott. G. Fiore - RE.FI. CESSIONE DELL AZIENDA ADEMPIMENTI FISCALI E DICHIARAZIONE DEI REDDITI di Dott. G. Fiore - RE.FI. L operazione risulta soggetta all'imposta di registro. Imposta di registro è differenziata a seconda della

Dettagli

Area Amministrativa Cespiti Flussi operativi

Area Amministrativa Cespiti Flussi operativi Area Amministrativa Indice PREFAZIONE 4 1. Gestione cespiti Padre/Figlio - Rel. 01.07.04 5 1.1 Anagrafica cespiti... 5 1.2 Prima nota... 11 1.2.1. Configurazione contabilità azienda... 11 1.2.2. Conti

Dettagli

GB Software Contabilità Aziende

GB Software Contabilità Aziende In collaborazione con Presenta: GB Software Contabilità Aziende per l'azienda che deve gestire internamente la propria contabilità Con il GB Software Contabilità Aziende potrai gestire: 1. CB101 Contabilità

Dettagli

SCRITTURE E REGIMI CONTABILI

SCRITTURE E REGIMI CONTABILI SCRITTURE E REGIMI CONTABILI Parte III I regimi contabili per imprese e professionisti Dott. Alberto Marengo Dott. Umberto Terzuolo Dott. Piercarlo Bausola Regimi adottabili: I REGIMI CONTABILI PER IMPRESE

Dettagli

OPERAZIONI DI INVESTIMENTO PLURIENNALE: Accadimenti e Alienazione

OPERAZIONI DI INVESTIMENTO PLURIENNALE: Accadimenti e Alienazione OPERAZIONI DI INVESTIMENTO PLURIENNALE: Accadimenti e Alienazione Prof. Fabio Corno Dott. Stefano Colombo Milano, febbraio 2013 Le operazioni di investimento pluriennale: gli accadimenti e l alienazione

Dettagli

Note sui CESPITI. Una volta scelto il cespite da creare, bisogna scegliere la natura: questo lo deve sapere l utente.

Note sui CESPITI. Una volta scelto il cespite da creare, bisogna scegliere la natura: questo lo deve sapere l utente. Note sui CESPITI I cespiti (o beni strumentali) possono essere: 1- immateriali; 2- materiali; 3- spese relative a più esercizi. Una volta scelto il cespite da creare, bisogna scegliere la natura: questo

Dettagli

CIRCOLARE N.39/E. Roma, 19 ottobre 2005. Roma, 15 aprile 2008

CIRCOLARE N.39/E. Roma, 19 ottobre 2005. Roma, 15 aprile 2008 Roma, 19 ottobre 2005 CIRCOLARE N.39/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 15 aprile 2008 OGGETTO: Estromissione degli immobili strumentali dall impresa individuale articolo 1, comma 37, della

Dettagli

RIVALUTAZIONE - REDAZIONE DEL BILANCIO - PIANO DI AMMORTAMENTO - BENI D'IMPRESA - CHIARIMENTI

RIVALUTAZIONE - REDAZIONE DEL BILANCIO - PIANO DI AMMORTAMENTO - BENI D'IMPRESA - CHIARIMENTI www.soluzioni24fisco.ilsole24ore.com Agenzia delle Entrate Circolare 6 maggio 2009, n.22/e Articolo 15, commi da 16 a 23, del decreto legge 29 novembre 2008, n. 185 - Rivalutazione dei beni d'impresa -

Dettagli

Ragioneria Generale e Applicata I. Il modello economico-finanziario dell impresa

Ragioneria Generale e Applicata I. Il modello economico-finanziario dell impresa Il modello economico-finanziario dell impresa SCHEMA DI ANALISI DELLA GESTIONE Aspetti Aree gestione CARATTERISTICA PATRIMONIALE FINANZIARIA ECONOMICO FINANZIARIO PATRIMO- NIALE Acquisto - Produzione -

Dettagli

GESTIONE CESPITI CREAZIONE NUOVO CONTO IMMOBILIZZAZIONE

GESTIONE CESPITI CREAZIONE NUOVO CONTO IMMOBILIZZAZIONE GESTIONE CESPITI Con Businesspass è possibile gestire i vari tipi di immobilizzazioni. Di seguito tutti i passaggi necessari per tale gestione. CREAZIONE NUOVO CONTO IMMOBILIZZAZIONE Se si ha la necessità

Dettagli

GESTIONE EDITORIA SISTEMA DELLA RESA FORFETTARIA

GESTIONE EDITORIA SISTEMA DELLA RESA FORFETTARIA GESTIONE EDITORIA SISTEMA DELLA RESA FORFETTARIA Il programma attualmente non prevede la tenuta del registro delle tirature dal quale determinare l IVA da versare sulla base delle copie consegnate, occorre

Dettagli

NOTE OPERATIVE PER LA CORRETTA GESTIONE DEI CESPITI Funzione 9 > PROGRAMMA STUDIO

NOTE OPERATIVE PER LA CORRETTA GESTIONE DEI CESPITI Funzione 9 > PROGRAMMA STUDIO INFORMITICA s.r.l. Via Valtellina, 46-20159 Milano Partita IVA: 11551320150 Tel.: 02/6072840 - Fax : 02/68967974 E-mail: informitica@informitica.it NOTE OPERATIVE PER LA CORRETTA GESTIONE DEI CESPITI Funzione

Dettagli

Linea Sistemi Srl Lecce Via del Mare 15 Tel. 0832/392697 0832/458995 Fax 0832/372266 0832/372308 e-mail : lineasistemi@tiscali.it

Linea Sistemi Srl Lecce Via del Mare 15 Tel. 0832/392697 0832/458995 Fax 0832/372266 0832/372308 e-mail : lineasistemi@tiscali.it Linea Sistemi Srl Lecce Via del Mare 15 Tel. 0832/392697 0832/458995 Fax 0832/372266 0832/372308 e-mail : lineasistemi@tiscali.it Gestione Iva subappalto in edilizia A partire dal 1 gennaio 2007, in applicazione

Dettagli

ISTRUZIONI CHIUSURA / APERTURA CONTABILE GAMMA ENTERPRISE/SPRINT

ISTRUZIONI CHIUSURA / APERTURA CONTABILE GAMMA ENTERPRISE/SPRINT ISTRUZIONI CHIUSURA / APERTURA CONTABILE GAMMA ENTERPRISE/SPRINT Operazioni da eseguire prima delle chiusure contabili: - Controllo stampa libro cespiti e relativa generazione degli ammortamenti dell esercizio

Dettagli

I REGIMI FISCALI E CONTABILI IL REGIME DEI CONTRIBUENTI MINIMI

I REGIMI FISCALI E CONTABILI IL REGIME DEI CONTRIBUENTI MINIMI I REGIMI FISCALI E CONTABILI IL REGIME DEI CONTRIBUENTI MINIMI I regimi contabili e fiscali per imprese e professionisti Regime ordinario artt. 14-16 DPR 600/73 Regime semplificato art. 18 DPR 600/73 Regime

Dettagli

I regimi contabili: obblighi, opzioni e revoche a cura di Daniele Fezzardi

I regimi contabili: obblighi, opzioni e revoche a cura di Daniele Fezzardi Il Punto sull Iva I regimi contabili: obblighi, opzioni e revoche a cura di Daniele Fezzardi I regimi Iva previsti dalla normativa Il sistema giuridico italiano ha previsto, per le imprese e professionisti,

Dettagli

Calcolo del Reddito Imponibile di una Spa ai fini IRES e IRAP

Calcolo del Reddito Imponibile di una Spa ai fini IRES e IRAP Calcolo del Reddito Imponibile di una Spa ai In base alle risultanze del Conto Economico, e tenendo conto delle le informazioni che seguono, si determini: L imponibile IRES L IRES liquidata (l aliquota

Dettagli

Gestione contribuenti minimi (estratto note di release 17.0.0, pag.18)

Gestione contribuenti minimi (estratto note di release 17.0.0, pag.18) Gestione contribuenti minimi (estratto note di release 17.0.0, pag.18) Con la presente release è stata attivata una gestione specificamente riferita ai contribuenti minimi ex art. 1, commi da 96 a 117

Dettagli

Guida rapida all uso del prodotto

Guida rapida all uso del prodotto Filosofia e metodologia di lavoro 17 Guida rapida all uso del prodotto Il capitolo espone in maniera semplice e pratica l uso normale dell applicativo StudioXp, leggendolo vi renderete conto immediatamente

Dettagli

Documentazione Gestione Autotrasportatori. Software Gestionale ebridge Professionisti

Documentazione Gestione Autotrasportatori. Software Gestionale ebridge Professionisti La normativa degli Autotrasportatori, consente il decalage dell Iva a debito nel periodo d imposta successivo a quello di emissione del documento. Esempio un fattura di Vendita con data documento 02-02-2007,

Dettagli

Gruppo Buffetti S.p.A. Via del Fosso di S. Maura, snc - 00169 Roma

Gruppo Buffetti S.p.A. Via del Fosso di S. Maura, snc - 00169 Roma Gruppo Buffetti S.p.A. Via del Fosso di S. Maura, snc - 00169 Roma VERSIONI CONTENUTE NEL PRESENTE CD Modulo Versione Run Time ebridge 02.43.00 Modulo Base 01.85.01 Modulo Base Contabile 02.08.02 Contabilità

Dettagli

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma SOMMARIO VERSIONI CONTENUTE NEL PRESENTE AGGIORNAMENTO...2 AVVERTENZE...2 TUTTE LE CONTABILITA...2 Contenuti del rilascio...2 Immissione/Variazione Prima Nota...2 Acquisizione Dati Fatturazione Linea Azienda...4

Dettagli

GESTIONE dei CESPITI- 20 Ottobre 2015 Docente: Dott.ssa SARA BONINSEGNA - Studio Boninsegna Commercialisti Associati GESTIONE DEI CESPITI

GESTIONE dei CESPITI- 20 Ottobre 2015 Docente: Dott.ssa SARA BONINSEGNA - Studio Boninsegna Commercialisti Associati GESTIONE DEI CESPITI GESTIONE dei CESPITI- 20 Ottobre 2015 Docente: Dott.ssa SARA BONINSEGNA - Studio Boninsegna Commercialisti Associati PROGRAMMA DEL CORSO CESPITI - TERZA PARTE Gestione dei cespiti Le immobilizzazioni materiali

Dettagli

Supporto On Line Allegato FAQ. * in giallo le modifiche apportate rispetto alla versione precedente datata 02/12/2009. Simulazione ammortamenti

Supporto On Line Allegato FAQ. * in giallo le modifiche apportate rispetto alla versione precedente datata 02/12/2009. Simulazione ammortamenti Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-7Y3DUZ57666 Data ultima modifica 07/01/2010 Prodotto Sistema Professionista - Picomwin Modulo Cespiti Oggetto Simulazione ammortamenti * in giallo le modifiche

Dettagli

L adesione al Regime dei Contribuenti Minimi dal 2010 e la rettifica della detrazione Iva

L adesione al Regime dei Contribuenti Minimi dal 2010 e la rettifica della detrazione Iva Numero 32/2010 Pagina 1 di 10 L adesione al Regime dei Contribuenti Minimi dal 2010 e la rettifica della detrazione Iva Numero : 32/2010 Gruppo : Oggetto : Norme e prassi : ADEMPIMENTI REGIME FISCALE DEI

Dettagli

FINANZIARIA 2008 CONTRIBUENTI MINIMI

FINANZIARIA 2008 CONTRIBUENTI MINIMI Numero 1 Anno 2008 gennaio/2 FINANZIARIA 2008 CONTRIBUENTI MINIMI La Finanziaria 2008 ha introdotto un nuovo regime fiscale destinato alle persone fisiche esercenti attività d impresa, arti o professioni

Dettagli

DISCIPLINA FISCALE DEGLI INCENTIVI

DISCIPLINA FISCALE DEGLI INCENTIVI DISCIPLINA FISCALE DEGLI INCENTIVI PER GLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI (rif. Circ. n. 46/E dell Agenzia Entrate del 19 luglio 2007 e risoluzione n. 13/E del 20 gennaio 2008 per lo scambio sul posto) 1 Principali

Dettagli

Linea Open Aziende. Novità dell aggiornamento (Contabilità) Attenzione!

Linea Open Aziende. Novità dell aggiornamento (Contabilità) Attenzione! Novità dell aggiornamento (Contabilità) Tipo agg.to...dynet Rel. agg.to...05.06.50 Rel. docum.to...lo020712_1 Data docum.to...02/07/2012 Alla cortese attenzione del Responsabile Software Attenzione! REQUISITO

Dettagli

Split payment consigli per gestirlo con e/satto

Split payment consigli per gestirlo con e/satto Split payment consigli per gestirlo con e/satto Cenni normativi e aspetti non definiti L art. 1, comma 629, lett. b), Legge n. 190/2014, Legge di Stabilità per l'anno 2015, introducendo il nuovo art. 17-ter,

Dettagli

Registrare fatture in contabilità Registrare movimenti non iva in contabilità. Registrare fatture in contabilità

Registrare fatture in contabilità Registrare movimenti non iva in contabilità. Registrare fatture in contabilità Registrare fatture in contabilità Registrare movimenti non iva in contabilità Dal menu di WInCoge troviamo: Fatture e registrazioni iva > Movimenti non iva > Queste finestre consentono di inserire le registrazioni

Dettagli

CIRCOLARE N. 50/E. Roma,28 novembre 2005

CIRCOLARE N. 50/E. Roma,28 novembre 2005 CIRCOLARE N. 50/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma,28 novembre 2005 Oggetto: Chiarimenti in merito all ammortamento dei beni strumentali per l esercizio di alcune attività regolate. Articolo

Dettagli

PROCEDURA DI TRASFERIMENTO DEI CESPITI

PROCEDURA DI TRASFERIMENTO DEI CESPITI ALLEGATO 2.1 PROCEDURA DI TRASFERIMENTO DEI CESPITI Premessa Nella predisposizione del presente documento si è tenuto conto dei risultati emersi durante la prima fase del nostro lavoro che è consistita

Dettagli

GESTIONE AGENZIE VIAGGIO ART. 74 TER

GESTIONE AGENZIE VIAGGIO ART. 74 TER GESTIONE AGENZIE VIAGGIO ART. 74 TER Di seguito verrà riportata la gestione contabile e fiscale delle Agenzie di viaggio regolata dall articolo 74 ter del DPR 633/1972. In questo regime la base imponibile

Dettagli

GESTIONE DEI BENI USATI

GESTIONE DEI BENI USATI GESTIONE DEI BENI USATI Di seguito vengono elencate le modalità per gestire l acquisto e la cessione dei beni usati OPERAZIONI PRELIMINARI Per gestire l acquisto e la cessione di beni usati è necessario:

Dettagli

Beni strumentali: trattamento contabile nel bilancio e inserimento nella dichiarazione dei redditi

Beni strumentali: trattamento contabile nel bilancio e inserimento nella dichiarazione dei redditi Beni strumentali: trattamento contabile nel bilancio e inserimento nella dichiarazione dei redditi Esercitazione di economia aziendale per la classe quinta ITC All inizio dell esercizio n i beni strumentali

Dettagli

il software per la gestione della CONTABILITÀ ECONOMICA, PATRIMONIALE E CONTROLLO DI GESTIONE

il software per la gestione della CONTABILITÀ ECONOMICA, PATRIMONIALE E CONTROLLO DI GESTIONE il software per la gestione della CONTABILITÀ ECONOMICA, PATRIMONIALE E CONTROLLO DI GESTIONE ...il metodo più semplice per far tornare i conti... CONTABILITÀ ECONOMICA, PATRIMONIALE E CONTROLLO DI GESTIONE

Dettagli

GB Software Contabilità Studio

GB Software Contabilità Studio In collaborazione con Presenta: GB Software Contabilità Studio per lo studio che deve gestire sia la propria contabilità che quella dei suoi clienti Con il GB Software Contabilità per lo Studio potrai

Dettagli

Regime contabile: ordinario o semplificato

Regime contabile: ordinario o semplificato Fiscal Adempimento La circolare di aggiornamento professionale N. 02 20.01.2014 Regime contabile: ordinario o semplificato A cura di Devis Nucibella Categoria: Versamenti Sottocategoria: In compensazione

Dettagli

Nota integrativa CONTO ECONOMICO PATRIMONIALE 2011 GESTIONE COMPETENZA Titolo I Entrate tributarie ENTRATA Sono contabilizzati come proventi dell esercizio gli accertamenti di competenza assunti per un

Dettagli

REGISTRAZIONE IN REGIME IVA MARGINE GLOBALE, art. 36/6

REGISTRAZIONE IN REGIME IVA MARGINE GLOBALE, art. 36/6 REGISTRAZIONE IN REGIME IVA MARGINE GLOBALE, art. 36/6 Note: Il presente manuale vuole essere solo una guida sommaria per agevolare l operatore nell utilizzo della procedura e pertanto non essendo esaustivo

Dettagli

Come gestire l omaggio in caso di fattura IVA per cassa.

Come gestire l omaggio in caso di fattura IVA per cassa. Si distinguono tre tipologie di omaggio che devono essere gestite su e/satto in modo diverso seguendo le istruzioni date per ogni casistica. - Omaggio senza rivalsa Iva (Omaggio Totale) - Omaggio con rivalsa

Dettagli

LE IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI. BENI IMMOBILI TERRENI FABBRICATI CIVILI FABBRICATI Industriali / Commerciali

LE IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI. BENI IMMOBILI TERRENI FABBRICATI CIVILI FABBRICATI Industriali / Commerciali LE IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI BENI IMMOBILI TERRENI FABBRICATI CIVILI FABBRICATI Industriali / Commerciali BENI MOBILI DUREVOLI IMPIANTI E MACCHINARI ATTREZZATURE Industriali / Commerciali MACCHINE Elettriche

Dettagli

Tabella PARAMETRI. Supporto On Line Allegato FAQ. Fig. 1. FAQ n.ro MAN-7AXLJP88862 Data ultima modifica 12/05/2009. Prodotto Sistema Professionista

Tabella PARAMETRI. Supporto On Line Allegato FAQ. Fig. 1. FAQ n.ro MAN-7AXLJP88862 Data ultima modifica 12/05/2009. Prodotto Sistema Professionista Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-7AXLJP88862 Data ultima modifica 12/05/2009 Prodotto Sistema Professionista Modulo Contabilità Oggetto Giroconto IVA * in giallo le modifiche apportate rispetto

Dettagli

Bilancio 2011: adempimenti e principali novità

Bilancio 2011: adempimenti e principali novità Bilancio 2011: adempimenti e principali novità Trattamento contabile dell'imposta sostitutiva su Leasing Immobiliare Ancona Sede Confindustria, giovedì 15 marzo 2012 Relatore: Dott. Fabiano Falasconi GENERALITA

Dettagli

Manuale Operativo. Gestione FARMACIE UR1504152020

Manuale Operativo. Gestione FARMACIE UR1504152020 Manuale Operativo Gestione FARMACIE UR1504152020 Wolters Kluwer Italia s.r.l. - Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questi documenti può essere riprodotta o trasmessa in qualsiasi forma o mezzo,

Dettagli

CONTABILITÀ. Regime Beni Usati. Release 5.20 Manuale Operativo

CONTABILITÀ. Regime Beni Usati. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo CONTABILITÀ Regime Beni Usati Il D.L. 41/1995, conv. in L. 85/1995 prevede un particolare regime (cd. Regime del margine) per la cessione di beni mobili usati e di oggetti

Dettagli

RISOLUZIONE N. 54/E. Roma, 16 marzo 2007. Oggetto: Istanza di interpello DPR 26 ottobre 1972, n. 633 l ALFA S.r.l.

RISOLUZIONE N. 54/E. Roma, 16 marzo 2007. Oggetto: Istanza di interpello DPR 26 ottobre 1972, n. 633 l ALFA S.r.l. RISOLUZIONE N. 54/E Roma, 16 marzo 2007 Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Oggetto: Istanza di interpello DPR 26 ottobre 1972, n. 633 l ALFA S.r.l. La Direzione Regionale ha trasmesso un istanza

Dettagli

CONTABILITA GENERALE

CONTABILITA GENERALE CONTABILITA GENERALE 8 II) SCRITTURE DI GESTIONE G) Relative alle immobilizzazioni E sopravvenienze e insussistenze 20 novembre 2010 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale

Dettagli

Cambio Codice IVA (dal 21% al 22%)

Cambio Codice IVA (dal 21% al 22%) Cambio Codice IVA (dal 21% al 22%) Sommario CAMBIO CODICE IVA (DAL 21% AL 22%) PREMESSA... 2 CREAZIONE NUOVI CODICI IVA... 3 LINEA AZIENDA... 7 Cambio codice iva prodotti... 8 LINEA CONTABILE... 9 Contabilità...

Dettagli

LIQUIDAZIONI IVA STAMPA REGISTRI IVA

LIQUIDAZIONI IVA STAMPA REGISTRI IVA LIQUIDAZIONI IVA STAMPA REGISTRI IVA È disponibile una funzionalità che consente di unificare, in un flusso operativo, tutte le attività periodiche e annuali che devono essere espletate da un azienda,

Dettagli

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma FLUSSI OPERATIVI Acquisti di beni da soggetti residenti nel territorio della Comunità Europea. Il paragrafo contiene un flusso operativo per la registrazione di una fattura acquisti intracomunitaria di

Dettagli

AZIENDA CON GESTIONE DEI CORRISPETTIVI E DIFFERENZA TRA I RICAVI LORDI E I COSTI

AZIENDA CON GESTIONE DEI CORRISPETTIVI E DIFFERENZA TRA I RICAVI LORDI E I COSTI GESTIONE AGGIO Tendenzialmente chi intende gestire il registro dei corrispettivi lavora a costi e ricavi, in caso contrario rileva direttamente l aggio. Di seguito sono riportate alcune casistiche di gestione

Dettagli

Appendice A: il calcolo dei flussi nella valutazione degli investimenti

Appendice A: il calcolo dei flussi nella valutazione degli investimenti 16 18-12-2007 19:11 Pagina 465 Le decisioni di lungo termine: gli elementi necessari alla valutazione di un investimento 465 rischio dei manager potrebbe condizionare il rifiuto di un progetto con un van

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Il nuovo regime forfettario previsto dalla legge di stabilità per il 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la

Dettagli

Reverse Charge. La prima operazione da effettuare è l'inserimento, nell anagrafica del FORNITORE SUBAPPALTATORE.

Reverse Charge. La prima operazione da effettuare è l'inserimento, nell anagrafica del FORNITORE SUBAPPALTATORE. Pagina 1 di 6 Reverse Charge Il documento contiene un flusso operativo per la registrazione di una fattura con Reverse charge. Nell'esempio sotto riportato viene evidenziata la registrazione di una fattura

Dettagli

GESTIONE MANUTENZIONI SU BENI PROPRI (tipo conto=l)

GESTIONE MANUTENZIONI SU BENI PROPRI (tipo conto=l) GESTIONE MANUTENZIONI SU BENI PROPRI (tipo conto=l) Le spese di manutenzione possono essere di diverse tipologie: Spese aventi natura periodica e contrattuale: (pulizia, verniciatura..) che servono per

Dettagli