Risultato (%) Obiettivo. Peso % Obiettivo di Performance Performance attesa Non Avviato Avviato Perseguito

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Risultato (%) Obiettivo. Peso % Obiettivo di Performance Performance attesa Non Avviato Avviato Perseguito"

Transcript

1 Scheda Valutazione Responsabili PO ENTE Golfo Aranci SERVIZIO: Finanziario ANNO 2013 DIRIGENTE/RESPONSABILE Simona Lai PERFORMANCE INDIVIDUALE Valutazione del risultato ottenuto - Percentuali di conseguimento Obiettivo di Performance Performance attesa Non Avviato Avviato Perseguito Obiettivo Risultato (%) Parzialmente Pienamente NOTE Soddisfazione Utenza Somministrazione questionario 11,1 100,00 x Consultazione in remoto Creazione di un nuovo servizio di consultazione in remoto per le forze dell'ordine e uffici territoriali governativi che permetta loro di di collegarsi con la banca dati dell'ente 11,1 100,00 x Supporto Contabile Apertura di uno sportello per offrire un supporto contabile alle richieste degli utenti interni 11,1 100,00 x Piano Esecutivo di gestione Creazione delle condizioni contabili per la predisposizione del piano esecutivo di gestione 11,1 100,00 x Riorganizzazione della struttura Razionalizzazione dei processi e la condivisione delle competenze per garantire l'interscambiabilità del personale 11,1 100,00 x Tributi Riduzione del contenzioso 11,1 100,00 x

2 Scheda Valutazione Responsabili PO Servi civici Reinserimento sociale mediante l'assegnazione di un impegno lavorativo 11,1 100,00 x Colonia Estiva Ampliare l'offerta mediante l'aumento delle giornate di servizio 11,1 100,00 x Giornate del sorriso Inserire il maggior numero di persone con disabilità a livello territoriale 11,1 100,00 x TOTALE PESO OBIETTIVI DI PERFORMANCE INDIVIDUALE Comportamenti Professionali Oggetto della misurazione Valutazione del comportamento - Valori rilevati Inadeguato Non soddisfacente Migliorabile Buono Eccellente Valori Rilevati (%) C - Relazione e integrazione: C - comunicazione e capacità relazionale con i colleghi capacità di visione interfunzionale al fine di potenziare i processi di programmazione, realizzazione e rendicontazione; partecipazione alla vita organizzativa; integrazione con gli amministratori su obiettivi assegnati; capacità di lavorare in gruppo; capacità negoziale e gestione dei conflitti; qualità delle relazioni interpersonali con colleghi e collaboratori; qualità delle relazioni con utenti dei servizi ed altri interlocutori abituali); collaborazione ed integrazione nei processi di servizio; 14,3 90,00 x

3 Scheda Valutazione Responsabili PO F - Orientamento alla qualità dei servizi F - rispetto dei termini dei procedimenti presidio delle attività: comprensione e rimozione delle cause degli scostamenti dagli standard di servizio rispettando i criteri quali quantitativi; capacità di programmare e definire adeguati standard rispetto ai servizi erogati; capacità di organizzare e gestire i processi di lavoro per il raggiungimento degli obiettivi controllandone l andamento; gestione efficace del tempo di lavoro rispetto agli obiettivi e supervisione della gestione del tempo di lavoro dei propri collaboratori; capacità di limitare il contenzioso; capacità di orientare e controllare la qualità dei servizi affidati a soggetti esterni all organizzazione; 14,3 75,00 x H - Integrazione con gli amministratori su obiettivi assegnati, con i colleghi su obiettivi comuni H - Capacità di creare occasioni di scambio e mantenere rapporti attivi e costruttivi con i colleghi e con gli amministratori; Capacità di prevenire ed individuare i momenti di difficoltà e fornire contributi concreti per il loro superamento; Capacità di comprendere le divergenze e prevenire gli effetti di conflitto; Efficacia dell assistenza agli organi di governo; Disponibilità ad adattare il tempo di lavoro agli obiettivi gestionali concordati e ad accogliere ulteriori esigenze dell ente Attenzione alle necessità delle altre aree se (formalmente e informalmente) coinvolte in processi lavorativi trasversali rispetto alla propria; Predisposizione di dati e procedure all interno della propria struttura in pre-visione di una loro ricaduta su altre aree; 14,3 90,00 x I - Analisi e soluzione dei problemi I - Capacità di individuare le caratteristiche (variabili o costanti) dei problemi; Capacità di individuare (anche in modo creativo) ipotesi di soluzione rispetto alle cause; Capacità di definire le azioni da adottare; Capacità di reperire le risorse umane, strumentali e finanziarie; Capacità di verificare l efficacia della soluzione trovata; Capacità nell identificazione ed eliminazione delle anomalie e dei ritardi; Capacità e tempestività nelle Risposte; 14,3 85,00 x

4 Q - Gestione Risorse Umane Scheda Valutazione Responsabili PO Q - Capacità di informare, comunicare e coinvolgere le risorse umane nel raggiungimento degli obiettivi individuali e di gruppo Capacità di motivare, coinvolgere, far crescere professionalmente il personale affidato stimolando un clima organizzativo favorevole alla produttività Capacità assegnare ruoli, responsabilità ed obiettivi secondo la competenza e la maturità professionale del personale Capacità di definire programmi e flussi di lavoro, controllandone l andamento Capacità di valorizzare i propri collaboratori Gestire le riunioni di lavoro finalizzandole all obiettivo, alla crescita personale ed all autonomia decisionale del personale Capacità di prevenire e 14,3 90,00 x mediare rispetto ad eventuali conflitti fra il personale Capacità di predisporre piani di carriera ed azioni formative per lo sviluppo del personale Capacità di valutare i risultati raggiunti rispetto agli obiettivi assegnati e concordare i necessari correttivi Capacità di coordinare e di gestire con efficacia le riunioni di gruppo finalizzandole alla condivisione, alla crescita professionale ed alla autonomia decisionale e operativa dei collaboratori nell ambito del loro ruolo Capacità di distribuire equamente i compiti e i carichi di lavoro fra i collaboratori Capacità di valutare in modo equo ed efficace le prestazioni dei propri collaboratori

5 Scheda Valutazione Responsabili PO R - Rapporti con l utenza R - Capacità di ascolto dei destinatari e di sviluppare orientamenti all utente Capacità di gestire i rapporti, anche contrattuali, con interlocutori esterni Organizzazione e gestione dell orario di servizio in relazione alle esigenza dell utenza Gestione del feedback (risposte) verso gli utenti esterni rispetto alla presa in carico delle loro richieste Gestione delle richieste esterne in modo diretto o indiretto tramite il coordinamento dei propri collaboratori Disponibilità ad incontrare l utenza esterna, prendendone in carico le richieste coerenti col ruolo e la funzione ricoperti e instaurando relazioni corrette e positive Disponibilità ad organizzare le informazioni circa il servizio erogato dalla propria struttura per orientare l utenza esterna (es. segnaletica interna, volantini illustrativi, esposizione di orari di ricevimento Disponibilità ad organizzare in modo comprensibile e fruibile le informazioni richieste o spontaneamente erogate Capacità di riconoscere ed attivarsi in modo coerente e tempestivo per la soddisfazione del bisogno espresso dall utenza, curando anche le fasi del feedback 14,3 85,00 x

6 Capacità di differenziare la valutazione dei collaboratori Capacità di differenziare la valutazione dei propri collaboratori Capacità di cogliere i diversi contributi dati da ciascun collaboratore TOTALE PESO COMPORTAMENTI PROFESSIONALI Scheda Valutazione Responsabili PO 14,3 80,00 x PERFORMANCE ORGANIZZATIVA Valutazione del risultato ottenuto - Percentuali di conseguimento Obiettivi di Performance Performance attesa Non Avviato Avviato Perseguito Obiettivo Risultato (%) Parzialmente Pienamente NOTE Standard amministrativo degli atti sottoposti a controllo periodico Garantire un elevato standard degli atti amministrativi sotto il profilo tecnico burocratico 50,0 100,00 x Implementazione ed aggiornamento del Verifica delle informazioni complete da pubblicare con predisposizione dell elenco per ogni settore entro il 15 ottobre Predisposizione dei conseguenti atti da pubblicare, sito verifica ed eventuale modifica/aggiornamento dei dati internet istituzionale in osservanza delle regole sulla relativi ai procedimenti già pubblicati entro il 30 trasparenza (D. Lgs. n. 33/2013) novembre 2013 Completamento delle informazioni con la pubblicazione della modulistica e dei formulari previsti per ogni procedimento entro il 31 dicembre ,0 85,00 x TOTALE PESO OBIETTIVI DI RISULTATO VALUTAZIONE PERFORMANCE INDIVIDUALE ESITO OBIETTIVI 100,00 ESITO PERF. INDIVIDUALE ESITO COMPORTAM. 85,00 93% Fascia VALUTAZIONE PERFORMANCE ORGANIZZATIVA 92,50 ESITO PERF. 93% Fascia ORGANIZZATIVA

7 Scheda Valutazione Responsabili PO ENTE Golfo Aranci SERVIZIO: Polizia Locale ANNO 2013 DIRIGENTE/RESPONSABILE Mario Fasolino PERFORMANCE INDIVIDUALE Valutazione del risultato ottenuto - Percentuali di conseguimento Obiettivo di Performance Performance attesa Non Avviato Avviato Perseguito Obiettivo Risultato (%) Parzialmente Pienamente NOTE Governo della Sicurezza Potenziamento dell'attività preventiva e repressiva 50,0 100,00 x Commercio aree Pubbliche Controllo attività cmmerciali e misure di contrasto dell'abusivismo commerciale e mercato serale estivo 50,0 100,00 x C - Relazione e integrazione: TOTALE PESO OBIETTIVI DI PERFORMANCE INDIVIDUALE Comportamenti Professionali Oggetto della misurazione C - comunicazione e capacità relazionale con i colleghi capacità di visione interfunzionale al fine di potenziare i processi di programmazione, realizzazione e rendicontazione; partecipazione alla vita organizzativa; integrazione con gli amministratori su obiettivi assegnati; capacità di lavorare in gruppo; capacità negoziale e gestione dei conflitti; qualità delle relazioni interpersonali con colleghi e collaboratori; qualità delle relazioni con utenti dei servizi ed altri interlocutori abituali); collaborazione ed integrazione nei processi di servizio; Valutazione del comportamento - Valori rilevati Inadeguato Non soddisfacente Migliorabile Buono Eccellente Valori Rilevati (%) 14,3 90,00 x

8 Scheda Valutazione Responsabili PO F - Orientamento alla qualità dei servizi F - rispetto dei termini dei procedimenti presidio delle attività: comprensione e rimozione delle cause degli scostamenti dagli standard di servizio rispettando i criteri quali quantitativi; capacità di programmare e definire adeguati standard rispetto ai servizi erogati; capacità di organizzare e gestire i processi di lavoro per il raggiungimento degli obiettivi controllandone l andamento; gestione efficace del tempo di lavoro rispetto agli obiettivi e supervisione della gestione del tempo di lavoro dei propri collaboratori; capacità di limitare il contenzioso; capacità di orientare e controllare la qualità dei servizi affidati a soggetti esterni all organizzazione; 14,3 80,00 x H - Capacità di creare occasioni di scambio e mantenere rapporti attivi e costruttivi con i colleghi e con gli amministratori; Capacità di prevenire ed individuare i momenti di difficoltà e fornire contributi concreti per il loro superamento; Capacità di comprendere le divergenze e prevenire gli effetti di conflitto; H - Integrazione con gli amministratori su obiettivi Efficacia dell assistenza agli organi di governo; assegnati, con i colleghi su obiettivi comuni Disponibilità ad adattare il tempo di lavoro agli obiettivi gestionali concordati e ad accogliere ulteriori esigenze dell ente Attenzione alle necessità delle altre aree se (formalmente e informalmente) coinvolte in processi lavorativi trasversali rispetto alla propria; Predisposizione di dati e procedure all interno della propria struttura in pre-visione di una loro ricaduta su altre aree; 14,3 90,00 x I - Analisi e soluzione dei problemi I - Capacità di individuare le caratteristiche (variabili o costanti) dei problemi; Capacità di individuare (anche in modo creativo) ipotesi di soluzione rispetto alle cause; Capacità di definire le azioni da adottare; Capacità di reperire le risorse umane, strumentali e finanziarie; Capacità di verificare l efficacia della soluzione trovata; Capacità nell identificazione ed eliminazione delle anomalie e dei ritardi; Capacità e tempestività nelle Risposte; 14,3 80,00 x

9 Q - Gestione Risorse Umane R - Rapporti con l utenza Q - Capacità di informare, comunicare e coinvolgere le risorse umane nel raggiungimento degli obiettivi individuali e di gruppo Capacità di motivare, coinvolgere, far crescere professionalmente il personale affidato stimolando un clima organizzativo favorevole alla produttività Capacità assegnare ruoli, responsabilità ed obiettivi secondo la competenza e la maturità professionale del personale Capacità di definire programmi e flussi di lavoro, controllandone l andamento Capacità di valorizzare i propri collaboratori Gestire le riunioni di lavoro finalizzandole all obiettivo, alla crescita personale ed all autonomia decisionale del personale Capacità di prevenire e mediare rispetto ad eventuali conflitti fra il personale Capacità di predisporre piani di carriera ed azioni formative per lo sviluppo del personale Capacità di valutare i risultati raggiunti rispetto agli obiettivi assegnati e concordare i necessari correttivi Capacità di coordinare e di gestire con efficacia le riunioni di gruppo finalizzandole alla condivisione, alla crescita professionale ed alla autonomia decisionale e operativa dei collaboratori nell ambito del loro ruolo Capacità di distribuire equamente i compiti e i carichi di lavoro fra i collaboratori Capacità di valutare in modo equo ed efficace le prestazioni dei propri collaboratori R - Capacità di ascolto dei destinatari e di sviluppare orientamenti all utente Capacità di gestire i rapporti, anche contrattuali, con interlocutori esterni Organizzazione e gestione dell orario di servizio in relazione alle esigenza dell utenza Gestione del feedback (risposte) verso gli utenti esterni rispetto alla presa in carico delle loro richieste Gestione delle richieste esterne in modo diretto o indiretto tramite il coordinamento dei propri collaboratori Disponibilità ad incontrare l utenza esterna, prendendone in carico le richieste coerenti col ruolo e la funzione ricoperti e instaurando relazioni corrette e positive Disponibilità ad organizzare le informazioni circa il servizio erogato dalla propria struttura per orientare l utenza esterna (es. segnaletica interna, volantini illustrativi, esposizione di orari di ricevimento Disponibilità ad organizzare in modo comprensibile e fruibile le informazioni richieste o spontaneamente erogate Capacità di riconoscere ed attivarsi in modo coerente e tempestivo per la soddisfazione del bisogno espresso dall utenza, curando anche le fasi del feedback Scheda Valutazione Responsabili PO 14,3 80,00 x 14,3 90,00 x

10 Capacità di differenziare la valutazione dei propri Capacità di differenziare la valutazione dei collaboratori Capacità di cogliere i diversi contributi collaboratori dati da ciascun collaboratore TOTALE PESO COMPORTAMENTI PROFESSIONALI Scheda Valutazione Responsabili PO 14,3 80,00 x PERFORMANCE ORGANIZZATIVA Valutazione del risultato ottenuto - Percentuali di conseguimento Obiettivi di Performance Performance attesa Non Avviato Avviato Perseguito Obiettivo Risultato (%) Parzialmente Pienamente NOTE Standard amministrativo degli atti sottoposti a Garantire un elevato standard degli atti amministrativi controllo periodico sotto il profilo tecnico burocratico 50,0 100,00 x Verifica delle informazioni complete da pubblicare con predisposizione dell elenco per ogni settore entro il 15 ottobre Predisposizione dei conseguenti atti da pubblicare, Implementazione ed aggiornamento del sito internet verifica ed eventuale modifica/aggiornamento dei dati istituzionale in osservanza delle regole sulla relativi ai procedimenti già pubblicati entro il 30 trasparenza (D. Lgs. n. 33/2013) novembre 2013 Completamento delle informazioni con la pubblicazione della modulistica e dei formulari previsti per ogni procedimento entro il 31 dicembre ,0 85,00 x TOTALE PESO OBIETTIVI DI RISULTATO VALUTAZIONE PERFORMANCE INDIVIDUALE ESITO OBIETTIVI 100,00 ESITO PERF. INDIVIDUALE ESITO COMPORTAM. 84,29 92% Fascia VALUTAZIONE PERFORMANCE ORGANIZZATIVA 92,50 ESITO PERF. 93% Fascia ORGANIZZATIVA

11 Scheda Valutazione Responsabili PO ENTE Golfo Aranci SERVIZIO: Urbanistica ANNO 2013 DIRIGENTE/RESPONSABILE Giuseppe Pellegrino PERFORMANCE INDIVIDUALE Valutazione del risultato ottenuto - Percentuali di conseguimento Obiettivo di Performance Performance attesa Non Avviato Avviato Perseguito Obiettivo Risultato (%) Parzialmente Pienamente NOTE Gestione proroga della legge regionale n 04/2009 Gestione delle ulteriori pratiche edilizie inltrate in eccesso rispetto alla gestione ordinaria 14,3 100,00 x Realizzazione della casa dell'acqua Attivazione della stessa e gestione dell'erogazione idrica medinate la distribuzione del predisposizione alle famiglie residenti 14,3 100,00 x Piano casa Gestione delle ulteriori pratiche paesaggistiche inlotrate in eccesso rispetto alla gestione ordinaria 14,3 100,00 x Casa di Babbo Natale Ampliamento della stessa mediante posizionamento di una nuova struttura al fine di migliorare la buona riuscita dei festeggiamneti di natale 14,3 100,00 x Fiera serale estiva Acquisto di gazebo da assegnare agli operatori locali al fine di valorizzare, migliorare ed ampliare il servizio reso ai cittadini 14,3 100,00 x Portatori di handicap Garantire alle personae con capacità deambulatorie ridotte il libero transito a tutti gli arenili presenti nel territorio comunale incrementando pertanto il numero di apsserellel già presenti 14,3 100,00 x Utilizzo Darsena Migliorare i servizi connessi all'utilizzo della darsena 14,3 100,00 x TOTALE PESO OBIETTIVI DI PERFORMANCE INDIVIDUALE %) Valutazione del comportamento - Valori rilevati

12 Comportamenti Professionali C - Relazione e integrazione: Oggetto della misurazione C - comunicazione e capacità relazionale con i colleghi capacità di visione interfunzionale al fine di potenziare i processi di programmazione, realizzazione e rendicontazione; partecipazione alla vita organizzativa; integrazione con gli amministratori su obiettivi assegnati; capacità di lavorare in gruppo; capacità negoziale e gestione dei conflitti; qualità delle relazioni interpersonali con colleghi e collaboratori; qualità delle relazioni con utenti dei servizi ed altri interlocutori abituali); collaborazione ed integrazione nei processi di servizio; Scheda Valutazione Responsabili PO Valori Rilevati (% Inadeguato Non soddisfacente Migliorabile Buono Eccellente 14,3 90,00 x

13 Scheda Valutazione Responsabili PO F - Orientamento alla qualità dei servizi F - rispetto dei termini dei procedimenti presidio delle attività: comprensione e rimozione delle cause degli scostamenti dagli standard di servizio rispettando i criteri quali quantitativi; capacità di programmare e definire adeguati standard rispetto ai servizi erogati; capacità di organizzare e gestire i processi di lavoro per il raggiungimento degli obiettivi controllandone l andamento; gestione efficace del tempo di lavoro rispetto agli obiettivi e supervisione della gestione del tempo di lavoro dei propri collaboratori; capacità di limitare il contenzioso; capacità di orientare e controllare la qualità dei servizi affidati a soggetti esterni all organizzazione; 14,3 80,00 x H - Capacità di creare occasioni di scambio e mantenere rapporti attivi e costruttivi con i colleghi e con gli amministratori; Capacità di prevenire ed individuare i momenti di difficoltà e fornire contributi concreti per il loro superamento; Capacità di comprendere le divergenze e prevenire gli effetti di conflitto; H - Integrazione con gli amministratori su obiettivi Efficacia dell assistenza agli organi di governo; assegnati, con i colleghi su obiettivi comuni Disponibilità ad adattare il tempo di lavoro agli obiettivi gestionali concordati e ad accogliere ulteriori esigenze dell ente Attenzione alle necessità delle altre aree se (formalmente e informalmente) coinvolte in processi lavorativi trasversali rispetto alla propria; Predisposizione di dati e procedure all interno della propria struttura in pre-visione di una loro ricaduta su altre aree; 14,3 95,00 x I - Analisi e soluzione dei problemi I - Capacità di individuare le caratteristiche (variabili o costanti) dei problemi; Capacità di individuare (anche in modo creativo) ipotesi di soluzione rispetto alle cause; Capacità di definire le azioni da adottare; Capacità di reperire le risorse umane, strumentali e finanziarie; Capacità di verificare l efficacia della soluzione trovata; Capacità nell identificazione ed eliminazione delle anomalie e dei ritardi; Capacità e tempestività nelle Risposte; 14,3 80,00 x

14 Q - Gestione Risorse Umane R - Rapporti con l utenza Q - Capacità di informare, comunicare e coinvolgere le risorse umane nel raggiungimento degli obiettivi individuali e di gruppo Capacità di motivare, coinvolgere, far crescere professionalmente il personale affidato stimolando un clima organizzativo favorevole alla produttività Capacità assegnare ruoli, responsabilità ed obiettivi secondo la competenza e la maturità professionale del personale Capacità di definire programmi e flussi di lavoro, controllandone l andamento Capacità di valorizzare i propri collaboratori Gestire le riunioni di lavoro finalizzandole all obiettivo, alla crescita personale ed all autonomia decisionale del personale Capacità di prevenire e mediare rispetto ad eventuali conflitti fra il personale Capacità di predisporre piani di carriera ed azioni formative per lo sviluppo del personale Capacità di valutare i risultati raggiunti rispetto agli obiettivi assegnati e concordare i necessari correttivi Capacità di coordinare e di gestire con efficacia le riunioni di gruppo finalizzandole alla condivisione, alla crescita professionale ed alla autonomia decisionale e operativa dei collaboratori nell ambito del loro ruolo Capacità di distribuire equamente i compiti e i carichi di lavoro fra i collaboratori Capacità di valutare in modo equo ed efficace le prestazioni dei propri collaboratori R - Capacità di ascolto dei destinatari e di sviluppare orientamenti all utente Capacità di gestire i rapporti, anche contrattuali, con interlocutori esterni Organizzazione e gestione dell orario di servizio in relazione alle esigenza dell utenza Gestione del feedback (risposte) verso gli utenti esterni rispetto alla presa in carico delle loro richieste Gestione delle richieste esterne in modo diretto o indiretto tramite il coordinamento dei propri collaboratori Disponibilità ad incontrare l utenza esterna, prendendone in carico le richieste coerenti col ruolo e la funzione ricoperti e instaurando relazioni corrette e positive Disponibilità ad organizzare le informazioni circa il servizio erogato dalla propria struttura per orientare l utenza esterna (es. segnaletica interna, volantini illustrativi, esposizione di orari di ricevimento Disponibilità ad organizzare in modo comprensibile e fruibile le informazioni richieste o spontaneamente erogate Capacità di riconoscere ed attivarsi in modo coerente e tempestivo per la soddisfazione del bisogno espresso dall utenza, curando anche le fasi del feedback Scheda Valutazione Responsabili PO 14,3 90,00 x 14,3 85,00 x

15 Capacità di differenziare la valutazione dei propri Capacità di differenziare la valutazione dei collaboratori Capacità di cogliere i diversi contributi collaboratori dati da ciascun collaboratore TOTALE PESO COMPORTAMENTI PROFESSIONALI Scheda Valutazione Responsabili PO 14,3 75,00 x PERFORMANCE ORGANIZZATIVA Valutazione del risultato ottenuto - Percentuali di conseguimento Obiettivi di Performance Performance attesa Non Avviato Avviato Perseguito Obiettivo Risultato (%) Parzialmente Pienamente NOTE Standard amministrativo degli atti sottoposti a Garantire un elevato standard degli atti amministrativi controllo periodico sotto il profilo tecnico burocratico 50,0 100,00 x Verifica delle informazioni complete da pubblicare con predisposizione dell elenco per ogni settore entro il 15 ottobre Predisposizione dei conseguenti atti da pubblicare, Implementazione ed aggiornamento del sito internet verifica ed eventuale modifica/aggiornamento dei dati istituzionale in osservanza delle regole sulla relativi ai procedimenti già pubblicati entro il 30 trasparenza (D. Lgs. n. 33/2013) novembre 2013 Completamento delle informazioni con la pubblicazione della modulistica e dei formulari previsti per ogni procedimento entro il 31 dicembre ,0 85,00 x TOTALE PESO OBIETTIVI DI RISULTATO VALUTAZIONE PERFORMANCE INDIVIDUALE ESITO OBIETTIVI 100,00 ESITO PERF. INDIVIDUALE ESITO COMPORTAM. 85,00 93% Fascia VALUTAZIONE PERFORMANCE ORGANIZZATIVA 92,50 ESITO PERF. 93% Fascia ORGANIZZATIVA

16 Scheda Valutazione Responsabili PO ENTE Golfo Aranci SERVIZIO: Lavori Pubblici ANNO 2013 DIRIGENTE/RESPONSABILE Diego Ciceri PERFORMANCE INDIVIDUALE Valutazione del risultato ottenuto - Percentuali di conseguimento Obiettivo di Performance Performance attesa Non Avviato Avviato Perseguito Obiettivo Risultato (%) Parzialmente Pienamente NOTE Sicurezza sul lungo mare Posizionamento dotazioni di sicurezza 20,0 100,00 x Sviluppo Urbano Riqualificazione lungo mare urbana strade interne compreso il 20,0 100,00 x Sicurezza mezzi e persone Manutenzione strada "cala Sassari" 20,0 100,00 x Servizio Cimiteriale Ampliamento degli orari di apertura 20,0 100,00 x Accessibilità Atti Realizzazione di un archivio informatico delle ordinanze del Sindaco emesse negli anni in cui non vigeva l'obbligo di pubblicazione on line 20,0 100,00 x TOTALE PESO OBIETTIVI DI PERFORMANCE INDIVIDUALE Comportamenti Professionali Oggetto della misurazione Valutazione del comportamento - Valori rilevati Inadeguato Non soddisfacente Migliorabile Buono Eccellente Valori Rilevati (%)

17 C - Relazione e integrazione: C - comunicazione e capacità relazionale con i colleghi capacità di visione interfunzionale al fine di potenziare i processi di programmazione, realizzazione e rendicontazione; partecipazione alla vita organizzativa; integrazione con gli amministratori su obiettivi assegnati; capacità di lavorare in gruppo; capacità negoziale e gestione dei conflitti; qualità delle relazioni interpersonali con colleghi e collaboratori; qualità delle relazioni con utenti dei servizi ed altri interlocutori abituali); collaborazione ed integrazione nei processi di servizio; Scheda Valutazione Responsabili PO 14,3 90,00 x

18 Scheda Valutazione Responsabili PO F - Orientamento alla qualità dei servizi F - rispetto dei termini dei procedimenti presidio delle attività: comprensione e rimozione delle cause degli scostamenti dagli standard di servizio rispettando i criteri quali quantitativi; capacità di programmare e definire adeguati standard rispetto ai servizi erogati; capacità di organizzare e gestire i processi di lavoro per il raggiungimento degli obiettivi controllandone l andamento; gestione efficace del tempo di lavoro rispetto agli obiettivi e supervisione della gestione del tempo di lavoro dei propri collaboratori; capacità di limitare il contenzioso; capacità di orientare e controllare la qualità dei servizi affidati a soggetti esterni all organizzazione; 14,3 80,00 x H - Capacità di creare occasioni di scambio e mantenere rapporti attivi e costruttivi con i colleghi e con gli amministratori; Capacità di prevenire ed individuare i momenti di difficoltà e fornire contributi concreti per il loro superamento; Capacità di comprendere le divergenze e prevenire gli effetti di conflitto; H - Integrazione con gli amministratori su obiettivi Efficacia dell assistenza agli organi di governo; assegnati, con i colleghi su obiettivi comuni Disponibilità ad adattare il tempo di lavoro agli obiettivi gestionali concordati e ad accogliere ulteriori esigenze dell ente Attenzione alle necessità delle altre aree se (formalmente e informalmente) coinvolte in processi lavorativi trasversali rispetto alla propria; Predisposizione di dati e procedure all interno della propria struttura in pre-visione di una loro ricaduta su altre aree; 14,3 95,00 x I - Analisi e soluzione dei problemi I - Capacità di individuare le caratteristiche (variabili o costanti) dei problemi; Capacità di individuare (anche in modo creativo) ipotesi di soluzione rispetto alle cause; Capacità di definire le azioni da adottare; Capacità di reperire le risorse umane, strumentali e finanziarie; Capacità di verificare l efficacia della soluzione trovata; Capacità nell identificazione ed eliminazione delle anomalie e dei ritardi; Capacità e tempestività nelle Risposte; 14,3 80,00 x

19 Q - Gestione Risorse Umane R - Rapporti con l utenza Q - Capacità di informare, comunicare e coinvolgere le risorse umane nel raggiungimento degli obiettivi individuali e di gruppo Capacità di motivare, coinvolgere, far crescere professionalmente il personale affidato stimolando un clima organizzativo favorevole alla produttività Capacità assegnare ruoli, responsabilità ed obiettivi secondo la competenza e la maturità professionale del personale Capacità di definire programmi e flussi di lavoro, controllandone l andamento Capacità di valorizzare i propri collaboratori Gestire le riunioni di lavoro finalizzandole all obiettivo, alla crescita personale ed all autonomia decisionale del personale Capacità di prevenire e mediare rispetto ad eventuali conflitti fra il personale Capacità di predisporre piani di carriera ed azioni formative per lo sviluppo del personale Capacità di valutare i risultati raggiunti rispetto agli obiettivi assegnati e concordare i necessari correttivi Capacità di coordinare e di gestire con efficacia le riunioni di gruppo finalizzandole alla condivisione, alla crescita professionale ed alla autonomia decisionale e operativa dei collaboratori nell ambito del loro ruolo Capacità di distribuire equamente i compiti e i carichi di lavoro fra i collaboratori Capacità di valutare in modo equo ed efficace le prestazioni dei propri collaboratori R - Capacità di ascolto dei destinatari e di sviluppare orientamenti all utente Capacità di gestire i rapporti, anche contrattuali, con interlocutori esterni Organizzazione e gestione dell orario di servizio in relazione alle esigenza dell utenza Gestione del feedback (risposte) verso gli utenti esterni rispetto alla presa in carico delle loro richieste Gestione delle richieste esterne in modo diretto o indiretto tramite il coordinamento dei propri collaboratori Disponibilità ad incontrare l utenza esterna, prendendone in carico le richieste coerenti col ruolo e la funzione ricoperti e instaurando relazioni corrette e positive Disponibilità ad organizzare le informazioni circa il servizio erogato dalla propria struttura per orientare l utenza esterna (es. segnaletica interna, volantini illustrativi, esposizione di orari di ricevimento Disponibilità ad organizzare in modo comprensibile e fruibile le informazioni richieste o spontaneamente erogate Capacità di riconoscere ed attivarsi in modo coerente e tempestivo per la soddisfazione del bisogno espresso dall utenza, curando anche le fasi del feedback Scheda Valutazione Responsabili PO 14,3 90,00 x 14,3 85,00 x

20 Capacità di differenziare la valutazione dei propri Capacità di differenziare la valutazione dei collaboratori Capacità di cogliere i diversi contributi collaboratori dati da ciascun collaboratore TOTALE PESO COMPORTAMENTI PROFESSIONALI Scheda Valutazione Responsabili PO 14,3 80,00 x PERFORMANCE ORGANIZZATIVA Valutazione del risultato ottenuto - Percentuali di conseguimento Obiettivi di Performance Performance attesa Non Avviato Avviato Perseguito Obiettivo Risultato (%) Parzialmente Pienamente NOTE Standard amministrativo degli atti sottoposti a Garantire un elevato standard degli atti amministrativi controllo periodico sotto il profilo tecnico burocratico 50,0 100,00 x Verifica delle informazioni complete da pubblicare con predisposizione dell elenco per ogni settore entro il 15 ottobre Predisposizione dei conseguenti atti da pubblicare, Implementazione ed aggiornamento del sito internet verifica ed eventuale modifica/aggiornamento dei dati istituzionale in osservanza delle regole sulla relativi ai procedimenti già pubblicati entro il 30 trasparenza (D. Lgs. n. 33/2013) novembre 2013 Completamento delle informazioni con la pubblicazione della modulistica e dei formulari previsti per ogni procedimento entro il 31 dicembre ,0 85,00 x TOTALE PESO OBIETTIVI DI RISULTATO VALUTAZIONE PERFORMANCE INDIVIDUALE ESITO OBIETTIVI 100,00 ESITO PERF. INDIVIDUALE 93% Fascia ESITO COMPORTAM. 85,71 VALUTAZIONE PERFORMANCE ORGANIZZATIVA 92,50 ESITO PERF. 93% Fascia ORGANIZZATIVA

LA VALUTAZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE

LA VALUTAZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Inferiore alle attese - Non adeguato il comportamento dell'interessato è stato oggetto di contestazioni disciplinari, oppure non ha determinato nessun apporto alla struttura organizzativa Parzialmente

Dettagli

PROVINCIA DI ORISTANO. Sistema di Valutazione delle Performance delle Posizioni Organizzative e delle Alte Professionalità.

PROVINCIA DI ORISTANO. Sistema di Valutazione delle Performance delle Posizioni Organizzative e delle Alte Professionalità. PROVINCIA DI ORISTANO Sistema di Valutazione delle Performance delle Posizioni Organizzative e delle Alte Professionalità. CAPO I Sistema di valutazione delle Performance dei Responsabili di Unità Organizzativa

Dettagli

RELAZIONE SULLA PERFORMANCE 2014

RELAZIONE SULLA PERFORMANCE 2014 COMUNE DI CIVIDATE AL PIANO (Provincia di Bergamo) RELAZIONE SULLA PERFORMANCE 2014 Il Segretario Comunale - Dott. Ivano Rinaldi Nell ambito del processo di riforma della Pubblica Amministrazione, con

Dettagli

DOCUMENTO DEL SISTEMA DI VALUTAZIONE DELLE RISORSE UMANE

DOCUMENTO DEL SISTEMA DI VALUTAZIONE DELLE RISORSE UMANE Pagina 1 di 10 COMUNE DI NIBIONNO PROVINCIA DI LECCO DOCUMENTO DEL SISTEMA DI VALUTAZIONE DELLE RISORSE UMANE Approvato con deliberazione di Giunta Comunale n. 28 del 27.02.2013 Si attesta che il presente

Dettagli

Sistema di Valutazione delle Performance del personale dei livelli

Sistema di Valutazione delle Performance del personale dei livelli Sistema di Valutazione delle Performance del personale dei livelli In applicazione dell art. 7 del D. Lgs. 150/2009 recante Attuazione della legge 4 marzo 2009, n. 15, in materia di ottimizzazione della

Dettagli

Dialogare con il cliente esterno ed interno per un miglior servizio al cittadino. Giusi Miccoli - Amministratore Unico ASAP

Dialogare con il cliente esterno ed interno per un miglior servizio al cittadino. Giusi Miccoli - Amministratore Unico ASAP Dialogare con il cliente esterno ed interno per un miglior servizio al cittadino Giusi Miccoli - Amministratore Unico ASAP CHI È ASAP ASAP Società in house della Regione Lazio Finalità Formazione del personale

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DELLA SPEZIA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DELLA SPEZIA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DELLA SPEZIA Deliberato dalla Giunta Comunale con atto n. 177 del 11.05.2001 Modificato ed integrato

Dettagli

( Decreto Legislativo 150/09 Decreto Brunetta) TITOLO I: Principi generali ( articoli 11 e 28 del d.lgs. 150/09)

( Decreto Legislativo 150/09 Decreto Brunetta) TITOLO I: Principi generali ( articoli 11 e 28 del d.lgs. 150/09) Regolamento di disciplina della misurazione, valutazione e trasparenza della performance ( Decreto Legislativo 150/09 Decreto Brunetta) Il presente Regolamento è assunto ai sensi degli artt. 16 e 31 del

Dettagli

MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 10

MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 10 MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 10 INDICE IL SISTEMA DI GESTIONE DELLA QUALITÀ Requisiti generali Responsabilità Struttura del sistema documentale e requisiti relativi alla documentazione Struttura dei

Dettagli

Integrazione fra performance organizzativa e performance individuale. Formez, Napoli 29 novembre 2012 Giancarla Masè

Integrazione fra performance organizzativa e performance individuale. Formez, Napoli 29 novembre 2012 Giancarla Masè Integrazione fra performance organizzativa e performance individuale Formez, Napoli 29 novembre 2012 Giancarla Masè Indice La realtà di UNITN La performance organizzativa La performance individuale 1 La

Dettagli

MODELLO DI. Livello strategico

MODELLO DI. Livello strategico ALLEGATO II.1 MODELLO DI CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA ELEMENTI MINIMI La Carta della Qualità ha la finalità di esplicitare e comunicare al sistema committente/beneficiari gli impegni che l organismo

Dettagli

Sistema di Valutazione delle Performance del personale dei livelli

Sistema di Valutazione delle Performance del personale dei livelli Sistema di Valutazione delle Performance del personale dei livelli In applicazione dell art. 7 del D. Lgs. 150/2009 recante Attuazione della legge 4 marzo 2009, n. 15, in materia di ottimizzazione della

Dettagli

Area Persone Anziane. Servizio di assistenza domiciliare sociale per anziani LIVEAS

Area Persone Anziane. Servizio di assistenza domiciliare sociale per anziani LIVEAS Area Persone Anziane Num. Scheda 1 TITOLO AZIONE o o Servizio di assistenza domiciliare sociale per anziani LIVEAS OBIETTIVI Scopo del servizio è permettere agli anziani, parzialmente o totalmente non

Dettagli

CRITICITA, PRIORITA E PUNTI DI FORZA NELL AVVIO DELLA GESTIONE ASSOCIATA DEL PERSONALE a cura di Andrea Pellegrino

CRITICITA, PRIORITA E PUNTI DI FORZA NELL AVVIO DELLA GESTIONE ASSOCIATA DEL PERSONALE a cura di Andrea Pellegrino CRITICITA, PRIORITA E PUNTI DI FORZA NELL AVVIO DELLA GESTIONE ASSOCIATA DEL PERSONALE a cura di Andrea Pellegrino In un contesto normativo e sociale caratterizzato da una costante evoluzione, al Comune,

Dettagli

SISTEMA DI VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE

SISTEMA DI VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE SISTEMA DI VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE 1) PRINCIPI I principi, cui si ispira il sistema di valutazione, riguardano la trasparenza dei criteri e dei risultati, l adeguata informazione e la partecipazione

Dettagli

REGOLAMENTO SULLA METODOLOGIA E I CRITERI PER LA VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE E SUL NUCLEO DI VALUTAZIONE

REGOLAMENTO SULLA METODOLOGIA E I CRITERI PER LA VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE E SUL NUCLEO DI VALUTAZIONE REGOLAMENTO SULLA METODOLOGIA E I CRITERI PER LA VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE E SUL NUCLEO DI VALUTAZIONE Art. 1 Definizione di performance organizzativa e di performance individuale La performance organizzativa

Dettagli

ALLEGATO 1 FIGURE PROFESSIONALI DI FILIALE

ALLEGATO 1 FIGURE PROFESSIONALI DI FILIALE ALLEGATO 1 FIGURE PROFESSIONALI DI FILIALE INDICE Direttore di Filiale... 3 Modulo Famiglie... 4 Coordinatore Famiglie... 4 Assistente alla Clientela... 5 Gestore Famiglie... 6 Ausiliario... 7 Modulo Personal

Dettagli

CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA

CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA Direzione Politiche Attive del Lavoro, Formazione, Istruzione e Politiche Sociali Servizio Politiche della Transnazionalità, della Governance e della Qualificazione del Sistema Formativo CARTA DI QUALITÀ

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL SISTEMA DI GESTIONE DELLA PERFORMANCE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL SISTEMA DI GESTIONE DELLA PERFORMANCE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL SISTEMA DI GESTIONE DELLA PERFORMANCE (Approvato con deliberazione di G.C. 140/02.12.2010) 1 TITOLO I - SISTEMA DI GESTIONE DELLA PERFORMANCE Capo I - Aspetti generali

Dettagli

COMUNE DI TRECCHINA (Provincia di Potenza)

COMUNE DI TRECCHINA (Provincia di Potenza) COMUNE DI TRECCHINA (Provincia di Potenza) VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA NR. 67 OGGETTO: APPROVAZIONE DEL P.E.G. - PIANO DELLA PERFORMANCE 2013 (28 novembre 2013) L anno DUEMILATREDICI,

Dettagli

La Nuova Immagine snc Partita IVA 04297941009

La Nuova Immagine snc Partita IVA 04297941009 CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE pag 1. LIVELLO STRATEGICO 3 1.1 Politica della Qualità 3 1.2 Responsabilità della Direzione 4 1.3 Organizzazione orientata al Cliente 4 1.4 Coinvolgimento

Dettagli

COMUNE DI BRUGHERIO (PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA)

COMUNE DI BRUGHERIO (PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA) PROCESSO DI VALUTAZIONE delle prestazioni (PERFORMANCE INDIVIDUALE) rese dal personale Il sistema di valutazione permanente intende promuovere, da un lato, il miglioramento della qualità delle prestazioni

Dettagli

COLOGNO MONZESE INDICE ART. 1 DEFINIZIONE E PRINCIPI GENERALI ART. 2 FINALITA E FUNZIONI DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO

COLOGNO MONZESE INDICE ART. 1 DEFINIZIONE E PRINCIPI GENERALI ART. 2 FINALITA E FUNZIONI DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO CRITERI PER L ORGANIZZAZIONE E IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO U.R.P. (art. 8 c. 2 della Legge n. 150/2000) Disciplina delle attività di informazione e di comunicazione delle pubbliche

Dettagli

Comunicare una consultazione online

Comunicare una consultazione online Comunicare una consultazione online Questo materiale didattico è stato realizzato da Formez PA nel Progetto PerformancePA, Ambito A Linea 1, in convenzione con il Dipartimento della Funzione Pubblica,

Dettagli

COMUNE DI CALCI (PROVINCIA DI PISA) Sistema di Misurazione e Valutazione della Performance

COMUNE DI CALCI (PROVINCIA DI PISA) Sistema di Misurazione e Valutazione della Performance COMUNE DI CALCI (PROVINCIA DI PISA) Sistema di Misurazione e Valutazione della Performance . PREMESSA Il Sistema di Misurazione e Valutazione della Performance, per il seguito anche SMIVAP, è volto all

Dettagli

CAP04 Gestione del Processo di Consulenza Tecnica

CAP04 Gestione del Processo di Consulenza Tecnica CAP04 Gestione del Processo di Consulenza Tecnica 1 di 7 INDICE 1 Pianificazione della realizzazione del prodotto... 2 2 Processi relativi al cliente... 2 2.1 Analisi dei bisogni, determinazione dei requisiti

Dettagli

SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE

SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE COMUNE DI ROTA D IMAGNA Provincia di Bergamo SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE Allegato al regolamento per la gestione, misurazione e valutazione della performance del Comune di Rota

Dettagli

CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA. 1.1 Politica della Qualità 3. 1.2 Responsabilità della Direzione 4

CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA. 1.1 Politica della Qualità 3. 1.2 Responsabilità della Direzione 4 CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE pag 1. LIVELLO STRATEGICO 3 1.1 Politica della Qualità 3 1.2 Responsabilità della Direzione 4 1.3 Organizzazione orientata al Cliente 4 1.4 Coinvolgimento

Dettagli

Sistema di Valutazione della Performance del Segretario Comunale

Sistema di Valutazione della Performance del Segretario Comunale Sistema di Valutazione della Performance del Segretario Comunale In applicazione dell art. 7 del D. Lgs. 150/2009 recante Attuazione della legge 4 marzo 2009, n. 15, in materia di ottimizzazione della

Dettagli

INDICE PR 13 COMUNICAZIONE E GESTIONE DELLE INFORMAZIONI 1 SCOPO 2 CAMPO DI APPLICAZIONE 3 TERMINOLOGIA E ABBREVIAZIONI 4 RESPONSABILITÀ

INDICE PR 13 COMUNICAZIONE E GESTIONE DELLE INFORMAZIONI 1 SCOPO 2 CAMPO DI APPLICAZIONE 3 TERMINOLOGIA E ABBREVIAZIONI 4 RESPONSABILITÀ PAG 1 /7 INDICE 1 SCOPO 2 CAMPO DI APPLICAZIONE 3 TERMINOLOGIA E ABBREVIAZIONI 4 RESPONSABILITÀ 5 MODALITÀ ESECUTIVE 5.1 Comunicazione verso l'esterno 5.1.1 Utenti dei corsi 5.1.2 Potenziali utenti 5.2

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE

E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE Provincia di Palermo Sede legale: Prizzi Corso Umberto I Tel 091 8344507 Fax 091 8344507 Codice fiscale 97178810822 REGOLAMENTO RELATIVO AL SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE Art. 1

Dettagli

Il Direttore DISCIPLINARE DEL PROCESSO DI BUDGET 2015

Il Direttore DISCIPLINARE DEL PROCESSO DI BUDGET 2015 Il Direttore DISCIPLINARE DEL PROCESSO DI BUDGET 2015 DEFINIZIONE DI BUDGET Il Budget è lo strumento per attuare la pianificazione operativa che l Istituto intende intraprendere nell anno di esercizio

Dettagli

COMUNE DI CASTIGLIONE TINELLA Provincia di Cuneo

COMUNE DI CASTIGLIONE TINELLA Provincia di Cuneo COMUNE DI CASTIGLIONE TINELLA Provincia di Cuneo REGOLAMENTO COMUNALE SULLA METODOLOGIA E I CRITERI PER LA MISURAZIONE E LA VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE DEL PERSONALE E SUL NUCLEO DI VALUTAZIONE Art.1

Dettagli

Il sistema di gestione di SINTESI SpA è certificato UNI EN ISO 9001:2008 (settori EA 35 e EA 37).

Il sistema di gestione di SINTESI SpA è certificato UNI EN ISO 9001:2008 (settori EA 35 e EA 37). Carta di qualità dell offerta formativa La Carta della Qualità ha la finalità di esplicitare e comunicare al sistema committente/beneficiari gli impegni che SINTESI SpA assume nei suoi confronti a garanzia

Dettagli

Piano delle Performance del Comune di Vigonza (PD)

Piano delle Performance del Comune di Vigonza (PD) COMUNE DI VIGONZA PROVINCIA DI PADOVA www.comune.vigonza.pd.it Piano delle Performance del Comune di Vigonza (PD) 2012-2014 Il Piano, sulla base dei principi del Ciclo delle Performance comunale si articola

Dettagli

METODOLOGIA DI VALUTAZIONE DELLE PRESTAZIONI INDIVIDUALI

METODOLOGIA DI VALUTAZIONE DELLE PRESTAZIONI INDIVIDUALI METODOLOGIA DI VALUTAZIONE DELLE PRESTAZIONI INDIVIDUALI Premessa Il sistema di valutazione della prestazione individuale del personale della Comunità montana del Torre Natisone e Collio si pone la finalità

Dettagli

Azione Disabilità. Per raggiungere gli obiettivi enunciati si perseguiranno sue punti: Le attività previste verranno realizzate in tre fasi:

Azione Disabilità. Per raggiungere gli obiettivi enunciati si perseguiranno sue punti: Le attività previste verranno realizzate in tre fasi: Azione Disabilità Num. Scheda 2 TITOLO AZIONE o o Assistenza domiciliare per disabili LIVEAS OBIETTIVI Scopo dell intervento è consentire alle persone disabili la permanenza nell abituale contesto di vita

Dettagli

Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Risorse Umane Direzione Centrale Pianificazione e Controllo di Gestione.

Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Risorse Umane Direzione Centrale Pianificazione e Controllo di Gestione. Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Risorse Umane Direzione Centrale Pianificazione e Controllo di Gestione Roma, 09/05/2012 Circolare n. 66 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili

Dettagli

SISTEMA INTEGRATO DI VALUTAZIONE PERMANENTE DELL ENTE E DEL PERSONALE

SISTEMA INTEGRATO DI VALUTAZIONE PERMANENTE DELL ENTE E DEL PERSONALE SISTEMA INTEGRATO DI VALUTAZIONE PERMANENTE DELL ENTE E DEL PERSONALE Dirigenti e Posizioni Organizzative Personale dei Livelli Sistema Integrato di valutazione del personale.docx Sommario CAPO I METODOLOGIA

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI MEDEA

CARTA DEI SERVIZI MEDEA CARTA DEI SERVIZI MEDEA Indice 1. Introduzione 2. MEDEA e la Carta dei Servizi: chi siamo, obiettivi e finalità 3. I principi fondamentali 4. Standard qualitativi 5. I servizi erogati 6. Validità della

Dettagli

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE Comune di Rocca San Giovanni PIANO DI INFORMATIZZAZIONE delle procedure per la presentazione e compilazione on-line da parte di cittadini ed imprese delle istanze, dichiarazioni e segnalazioni al comune

Dettagli

Programma Triennale per la Trasparenza e l Integrità

Programma Triennale per la Trasparenza e l Integrità Programma Triennale per la Trasparenza e l Integrità 2013-2015 INDICE 1. Introduzione: organizzazione e funzione dell Agenzia Regionale per la Tecnologica e l Innovazione - ARTI... 2 2. I dati... 4 2.1

Dettagli

La Gestione delle Risorse Umane nello Studio Professionale. Dott. Simone Cavestro Sinthema Professionisti Associati

La Gestione delle Risorse Umane nello Studio Professionale. Dott. Simone Cavestro Sinthema Professionisti Associati La Gestione delle Risorse Umane nello Studio Professionale Dott. Simone Cavestro La Sfida attuale In uno scenario in continua evoluzione, dove si sviluppano con velocità crescente Organizzazione Tecnologie

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONTROLLO DI GESTIONE (Deliberazione Giunta Comunale n._364/05 ) TITOLO I RIFERIMENTI NORMATIVI E OGGETTO DEL REGOLAMENTO

REGOLAMENTO PER IL CONTROLLO DI GESTIONE (Deliberazione Giunta Comunale n._364/05 ) TITOLO I RIFERIMENTI NORMATIVI E OGGETTO DEL REGOLAMENTO REGOLAMENTO PER IL CONTROLLO DI GESTIONE (Deliberazione Giunta Comunale n._364/05 ) TITOLO I RIFERIMENTI NORMATIVI E OGGETTO DEL REGOLAMENTO Articolo 1 Riferimenti normativi e oggetto Il presente regolamento

Dettagli

SOMMARIO. Art. 8 Conoscenza dei bisogni e valutazione del gradimento dei servizi

SOMMARIO. Art. 8 Conoscenza dei bisogni e valutazione del gradimento dei servizi Regolamento per il funzionamento dell Ufficio relazioni con il Pubblico Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale N.128 del 15.09.2005 SOMMARIO Art. 1 Principi generali Art. 2 Finalità e funzioni

Dettagli

LA VALUTAZIONE DEL PERSONALE CON QUALIFICA DIRIGENZIALE SISTEMA DI VALUTAZIONE (Approvato con deliberazione G.P. n.74/2006)

LA VALUTAZIONE DEL PERSONALE CON QUALIFICA DIRIGENZIALE SISTEMA DI VALUTAZIONE (Approvato con deliberazione G.P. n.74/2006) LA VALUTAZIONE DEL PERSONALE CON QUALIFICA DIRIGENZIALE SISTEMA DI VALUTAZIONE (Approvato con deliberazione G.P. n.74/2006) Nel quadro della innovazione organizzativa avviato dalla Provincia, il Nucleo

Dettagli

COMUNE DI CUNEO Regolamento sui controlli interni

COMUNE DI CUNEO Regolamento sui controlli interni COMUNE DI CUNEO Regolamento sui controlli interni (art. 147 del TUELL 267/2000, modificato dal D.L. 174/2012 convertito nella legge 213/2012) INDICE Parte 1^ Premesse generali Art. 1 Finalità e ambito

Dettagli

Rapporto sulla implementazione della Carta

Rapporto sulla implementazione della Carta Rapporto sulla implementazione della Carta Il Rapporto sul grado di implementazione degli impegni assunti con la sottoscrizione della Carta per le Pari Opportunità e l Uguaglianza sul lavoro è un rendiconto

Dettagli

Valutazione di Risultato del Direttore Generale per l anno

Valutazione di Risultato del Direttore Generale per l anno Ambiti di valutazione Pianificazi one strategica (tot. punti) Programm azione, budgeting, gestione, e controllo (tot. punti) Valutazione di Risultato del Direttore Generale per l anno Analisi delle fonti

Dettagli

LA VALUTAZIONE DELLE PRESTAZIONI DEL PERSONALE DEI LIVELLI

LA VALUTAZIONE DELLE PRESTAZIONI DEL PERSONALE DEI LIVELLI ENTE PARCO DEL BEIGUA European Global Geopark parco naturale regionale Sede amministrativa: Via G. Marconi 165 16011 Arenzano (GE) tel. 010 8590300 fax 010 8590064 e-mail e-mail: info@parcobeigua.it www.parcobeigua.it

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO - COMUNICAZIONE

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO - COMUNICAZIONE REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO - COMUNICAZIONE Adottato con deliberazione Consiglio Comunale n 40 del 2004 (art. 8, c. 2 - legge 150/2000) CAPO I DISPOSIZIONI

Dettagli

INTRODUZIONE. I cittadini infatti possono recarsi alla Direzione Urbanistica per:

INTRODUZIONE. I cittadini infatti possono recarsi alla Direzione Urbanistica per: CARTA DEI SERVIZI DELLO SPORTELLO AL PUBBLICO DELLA DIREZIONE URBANISTICA a cura di: Servizio supporto giuridico amministrativo P.O. Archivio e protocollo: d.ssa Isabella Anna Leonesi Rev. 1 del 30 dicembre

Dettagli

Regolamento sull ordinamento e l organizzazione dell Ufficio Relazioni con il Pubblico della Provincia di Lecce

Regolamento sull ordinamento e l organizzazione dell Ufficio Relazioni con il Pubblico della Provincia di Lecce Regolamento sull ordinamento e l organizzazione dell Ufficio Relazioni con il Pubblico della Provincia di Lecce (ai sensi dell art. 8 della legge 150/2000) Approvato con Delibera di Giunta n. 273 del 6

Dettagli

IL CICLO DI GESTIONE DELLA PERFORMANCE (PROCEDURA) LE FASI

IL CICLO DI GESTIONE DELLA PERFORMANCE (PROCEDURA) LE FASI IL CICLO DI GESTIONE DELLA PERFORMANCE (PROCEDURA) LE FASI FASE 0 IL PROCESSO DI PIANIFICAZIONE DELL ENTE FASE 1 DEFINIZIONE E ASSEGNAZIONE DEGLI OBIETTIVI DA RAGGIUNGERE FASE 2 MONITORAGGIO IN CORSO DI

Dettagli

COMUNE DI CUNEO. SISTEMA di MISURAZIONE e VALUTAZIONE della PERFORMANCE (Capo II del decreto legislativo 27/10/2009, n. 150)

COMUNE DI CUNEO. SISTEMA di MISURAZIONE e VALUTAZIONE della PERFORMANCE (Capo II del decreto legislativo 27/10/2009, n. 150) COMUNE DI CUNEO SISTEMA di MISURAZIONE e VALUTAZIONE della PERFORMANCE (Capo II del decreto legislativo 27/10/2009, n. 150) Approvato con deliberazione della giunta comunale n. 353 in data 20/12/2011 PREMESSA

Dettagli

Sistema di misurazione e valutazione della performance individuale dei dirigenti, degli incaricati di posizione organizzativa e del personale del

Sistema di misurazione e valutazione della performance individuale dei dirigenti, degli incaricati di posizione organizzativa e del personale del Sistema di misurazione e valutazione della performance individuale dei dirigenti, degli incaricati di posizione organizzativa e del personale del Comune di Modena Aggiornamento aprile 2013 Indice Introduzione

Dettagli

PROVINCIA DI MATERA. Regolamento per il funzionamento. dell Ufficio Relazioni con il Pubblico della Provincia di Matera

PROVINCIA DI MATERA. Regolamento per il funzionamento. dell Ufficio Relazioni con il Pubblico della Provincia di Matera PROVINCIA DI MATERA Regolamento per il funzionamento dell Ufficio Relazioni con il Pubblico della Provincia di Matera SOMMARIO Art. 1 Principi generali Art. 2 Finalità e funzioni dell Ufficio Relazioni

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ Premessa PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ Le recenti e numerose modifiche previste nell ambito del vasto progetto di riforma della P.A. impongono agli Enti Locali il controllo e la

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA TRIENNIO 2013-2015 Approvato dal Consiglio di Amministrazione del 29/01/2013 con delibera n. 9 SOMMARIO Premessa Trasparenza come libertà di informazione

Dettagli

PROVINCIA di ROVIGO SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE ORGANIZZATIVA ED INDIVIDUALE

PROVINCIA di ROVIGO SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE ORGANIZZATIVA ED INDIVIDUALE PROVINCIA di ROVIGO SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE ORGANIZZATIVA ED INDIVIDUALE Allegato alla deliberazione di Giunta Comunale n. 289 del 28.12.2011 1 INDICE SEZIONE I - CONTESTO

Dettagli

COMUNE DI CORCIANO PROVINCIA DI PERUGIA REGOLAMENTO SUL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI

COMUNE DI CORCIANO PROVINCIA DI PERUGIA REGOLAMENTO SUL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI COMUNE DI CORCIANO PROVINCIA DI PERUGIA REGOLAMENTO SUL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 10 DEL 19 MARZO 2015 CAPO I PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto

Dettagli

COMUNE DI MONTEBELLO JONICO

COMUNE DI MONTEBELLO JONICO COMUNE DI MONTEBELLO JONICO CAPO X SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DEL PERSONALE ART.57 -FINALITA DEL SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DEL PERSONALE 1. Le disposizioni contenute nel presente Titolo

Dettagli

VALUTAZIONE DEI RISULTATI CONSEGUITI DAL PERSONALE DI CAT. EP - ANNO 2014 INDIVIDUAZIONE DEGLI OBIETTIVI PER IL 2015 NOME E COGNOME DEL DIPENDENTE

VALUTAZIONE DEI RISULTATI CONSEGUITI DAL PERSONALE DI CAT. EP - ANNO 2014 INDIVIDUAZIONE DEGLI OBIETTIVI PER IL 2015 NOME E COGNOME DEL DIPENDENTE VALUTAZIONE DEI RISULTATI CONSEGUITI DAL PERSONALE DI CAT. EP - ANNO 2014 INDIVIDUAZIONE DEGLI OBIETTIVI PER IL 2015 NOME E COGNOME DEL DIPENDENTE STRUTTURA DI APPARTENENZA FIRMA E TIMBRO DEL RESPONSABILE

Dettagli

CITTA DI SPINEA c.a.p. 30038 Provincia di Venezia

CITTA DI SPINEA c.a.p. 30038 Provincia di Venezia CITTA DI SPINEA c.a.p. 30038 Provincia di Venezia PROGETTO S.I.R.S. Strategie Innovative di Rete dei Servizi Sociali Linee guida per la predisposizione dei progetti: Orientamenti applicativi ARAN 1 Aumento

Dettagli

MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 6

MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 6 MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 6 INDICE GESTIONE DELLE RISORSE Messa a disposizione delle risorse Competenza, consapevolezza, addestramento Infrastrutture Ambiente di lavoro MANUALE DELLA QUALITÀ Pag.

Dettagli

Agenzia ICE. Monitoraggio di primo livello di avvio del ciclo della performance per l anno 2014

Agenzia ICE. Monitoraggio di primo livello di avvio del ciclo della performance per l anno 2014 Agenzia ICE Monitoraggio di primo livello di avvio del ciclo della performance per l anno 2014 Allegati: 1 Scheda standard di monitoraggio 2 Informazioni di sintesi 1 Allegato 1: Scheda standard di monitoraggio

Dettagli

LA VALUTAZIONE DELLE PRESTAZIONI DEL PERSONALE DEI LIVELLI. Manuale

LA VALUTAZIONE DELLE PRESTAZIONI DEL PERSONALE DEI LIVELLI. Manuale LA VALUTAZIONE DELLE PRESTAZIONI DEL PERSONALE DEI LIVELLI LA VALUTAZIONE CCNL 31.03.1999 ART. 6 Sistema di valutazione 1. In ogni ente sono adottate metodologie permanenti per la valutazione delle prestazioni

Dettagli

METODOLOGIA DELLA VALUTAZIONE DEI DIPENDENTI

METODOLOGIA DELLA VALUTAZIONE DEI DIPENDENTI All. A METODOLOGIA DELLA VALUTAZIONE DEI DIPENDENTI ai sensi del vigente Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro 26 SISTEMA DI VALUTAZIONE DEI DIPENDENTI AMBITO DI APPLICAZIONE: dipendenti CISSACA OBIETTIVO

Dettagli

LA VALUTAZIONE DELLE PRESTAZIONI DEGLI APICALI (Direttore e Posizioni Organizzative)

LA VALUTAZIONE DELLE PRESTAZIONI DEGLI APICALI (Direttore e Posizioni Organizzative) ENTE PARCO DEL BEIGUA parco naturale regionale Sede amministrativa: Via G. Marconi 165 16011 Arenzano (GE) tel. 010 8590300 fax 010 8590064 e-mail e-mail: info@parcobeigua.it www.parcobeigua.it European

Dettagli

AZIENDA ULSS N. 8 - ASOLO. Sistema di misurazione e valutazione della performance

AZIENDA ULSS N. 8 - ASOLO. Sistema di misurazione e valutazione della performance AZIENDA ULSS N. 8 - ASOLO Sistema di misurazione e valutazione della performance in attuazione del D.Lgs. n. 150/2009 1 Indice Presentazione... 3 Principi... 3 Articolazione del sistema... 4 1. La Valutazione

Dettagli

Azioni messe in atto nell'a.s. 2013/14 a supporto del processo di miglioramento

Azioni messe in atto nell'a.s. 2013/14 a supporto del processo di miglioramento Azioni messe in atto nell'a.s. 2013/14 a supporto del processo di miglioramento L'a.s. 2013/14 oltre alla realizzazione della fase di, è stato dedicato all'avvio e al proseguimento di azioni di Miglioramento

Dettagli

Regolamento di disciplina della misurazione, della valutazione e della trasparenza delle performance.

Regolamento di disciplina della misurazione, della valutazione e della trasparenza delle performance. Regolamento di disciplina della misurazione, della valutazione e della trasparenza delle performance. Art. 1 OBIETTIVI Il sistema di misurazione, valutazione e trasparenza delle performance viene applicato

Dettagli

Organismo Indipendente di Valutazione

Organismo Indipendente di Valutazione Commissione Enti Locali SEMINARIO FORMATIVO Organismo Indipendente di Valutazione Aspetti normativi e metodi di valutazione della performance Avellino, 7 febbraio 2011 Eraldo De Simone Decreto Legislativo

Dettagli

2. IL CONCETTO DELLA QUALITÀ NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

2. IL CONCETTO DELLA QUALITÀ NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Segreteria Generale Ufficio Programmazione e Controllo di gestione anno 2014 1. NOZIONI INTRODUTTIVE Ai sensi del decreto-legge 10 ottobre 2012, n. 174, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 dicembre

Dettagli

SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE

SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE Comune di Inverigo Provincia di Como SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE INDICE INTRODUZIONE TITOLO I FINALITA E PRINCIPI Art. 1 - Finalità e oggetto Art. 2 - Principi di riferimento

Dettagli

COMUNE DI ROCCAVIONE Provincia di Cuneo

COMUNE DI ROCCAVIONE Provincia di Cuneo COMUNE DI ROCCAVIONE Provincia di Cuneo PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA TRIENNIO 2012/2014 Premessa Le recenti e numerose modifiche previste nell ambito del vasto progetto di riforma

Dettagli

Competenze del Dirigente scolastico

Competenze del Dirigente scolastico Competenze del Dirigente scolastico Repertorio elaborato in ambito SI.VA.DI.S Repertorio delle competenze del dirigente scolastico Il repertorio descrittivo delle azioni professionali e delle competenze

Dettagli

Piano di Miglioramento (PDM) dell'istituzione scolastica ARVC010009 V.EMANUELE II

Piano di Miglioramento (PDM) dell'istituzione scolastica ARVC010009 V.EMANUELE II Piano di Miglioramento (PDM) dell'istituzione scolastica ARVC010009 V.EMANUELE II Allegato all Atto d indirizzo al Collegio dei docenti per la predisposizione del Piano Triennale dell Offerta Formativa.

Dettagli

Piazza Regina Margherita, 27 12017 Robilante (Cuneo)

Piazza Regina Margherita, 27 12017 Robilante (Cuneo) Costituita dai Comuni di: Beinette, Boves, Chiusa di Pesio, Entracque, Limone Piemonte, Peveragno, Pianfei, Roaschia, Robilante, Roccavione, Valdieri, Vernante Piazza Regina Margherita, 27 12017 Robilante

Dettagli

Ufficio Relazioni con il Pubblico - Report attività anno 2014

Ufficio Relazioni con il Pubblico - Report attività anno 2014 Ufficio Relazioni con il Pubblico - Report attività anno 2014 Obiettivo del Report è quello di fornire un quadro delle attività dell Ufficio Relazioni con il Pubblico del nostro Ente allo scopo di valutare

Dettagli

Politica per la Qualità della Formazione

Politica per la Qualità della Formazione Politica per la Qualità della Formazione Valutazione e accreditamento lasciano un segno se intercettano la didattica nel suo farsi, se inducono il docente a rendere il suo rapporto con i discenti aperto,

Dettagli

SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE

SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE CONSORZIO DI POLIZIA LOCALE DELLA VALLE SABBIA SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE Art 7 Decreto Legislativo 150/2009 Revisione del 2 novembre 2011 INDICE INDICE... 2 PREMESSA... 3 I

Dettagli

RAV e dintorni. Laboratorio Regionale DiSAL LIGURIA 8 gennaio 2015. Maddalena Cassinari

RAV e dintorni. Laboratorio Regionale DiSAL LIGURIA 8 gennaio 2015. Maddalena Cassinari RAV e dintorni Laboratorio Regionale DiSAL LIGURIA 8 gennaio 2015 Maddalena Cassinari 1. Motivazione del RAV * La parola chiave è: MIGLIORAMENTO * Attraverso * azioni correttive * cambiamenti necessari

Dettagli

Provincia di OT. Sistema di Valutazione delle Performance del personale dei livelli

Provincia di OT. Sistema di Valutazione delle Performance del personale dei livelli Comune di BUDONI Provincia di OT Sistema di Valutazione delle Performance del personale dei livelli In applicazione dell art. 7 del D. Lgs. 150/2009 recante Attuazione della legge 4 marzo 2009, n. 15,

Dettagli

COMUNE DI BAGOLINO (Provincia di Brescia) SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE

COMUNE DI BAGOLINO (Provincia di Brescia) SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE COMUNE DI BAGOLINO (Provincia di Brescia) SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE Art. 7 - Decreto Legislativo 150/2009 PREMESSA Nell ambito degli indirizzi forniti dalla CIVIT, il presente

Dettagli

Dalla valutazione alla valorizzazione delle performance

Dalla valutazione alla valorizzazione delle performance LA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE IN QUALITÀ La valutazione delle prestazioni basata sulle competenze Dalla valutazione alla valorizzazione delle performance Lo strumento che verrà illustrato nelle pagine

Dettagli

Sistema di Misurazione e valutazione delle performance

Sistema di Misurazione e valutazione delle performance Sistema di Misurazione e valutazione delle performance PIANI DI LAVORO (Obiettivi) 1. I piani di lavoro annuali sono finalizzati alla realizzazione dei programmi dell Amministrazione. Sono predisposti

Dettagli

Allegato A CATEGORIA D3

Allegato A CATEGORIA D3 Allegato A CATEGORIA D3 1 PROFILO: FUNZIONARIO DEI SERVIZI DI SUPPORTO INTERNO Attività Responsabilità Nell ambito degli indirizzi direzionali e dei livelli di delega ricevuti, avendo responsabilità su

Dettagli

COMUNICAZIONE ESITI RAV PROCESSO DI AUTOVALUTAZIONE CAF. A cura del GAV

COMUNICAZIONE ESITI RAV PROCESSO DI AUTOVALUTAZIONE CAF. A cura del GAV COMUNICAZIONE ESITI RAV PROCESSO DI AUTOVALUTAZIONE CAF A cura del GAV 1 Cosa è stato fatto: Il GAV ha : - Somministrato a tutto il personale un questionario per la raccolta di informazioni in merito ai

Dettagli

Comune di Azzano San Paolo Provincia di Bergamo Piazza IV novembre Tel. 035/53.22.11 Fax 035/53.00.73 C.F./IVA n. 00681530168

Comune di Azzano San Paolo Provincia di Bergamo Piazza IV novembre Tel. 035/53.22.11 Fax 035/53.00.73 C.F./IVA n. 00681530168 Comune di Azzano San Paolo Provincia di Bergamo Piazza IV novembre Tel. 035/53.22.11 Fax 035/53.00.73 C.F./IVA n. 00681530168 E-mail: servizio.segreteria@comuneazzanosanpaolo.gov.it P.E.C: comuneazzanosanpaolo@pec.it

Dettagli

GESTIONE NON CONFORMITÀ, AZIONI CORRETTIVE E PREVENTIVE

GESTIONE NON CONFORMITÀ, AZIONI CORRETTIVE E PREVENTIVE rev. 0 Data: 01-03-2006 pag. 1 10 SOMMARIO 1. PIANIFICAZIONE... 2 1.1. SCOPO DELLA PROCEDURA GESTIONALE... 2 1.2. OBIETTIVI E STANDARD DEL PROCESSO... 2 1.3. RESPONSABILITÀ E RISORSE COINVOLTE... 2 2.

Dettagli

COMUNE DI MAROSTICA PIANO ESECUTIVO DELLA GESTIONE PIANO DELLE RISORSE E DEGLI OBIETTIVI ANNO 2012 PIANI OPERATIVI DELLA PERFORMANCE

COMUNE DI MAROSTICA PIANO ESECUTIVO DELLA GESTIONE PIANO DELLE RISORSE E DEGLI OBIETTIVI ANNO 2012 PIANI OPERATIVI DELLA PERFORMANCE COMUNE DI MAROSTICA PIANO ESECUTIVO DELLA GESTIONE PIANO DELLE RISORSE E DEGLI OBIETTIVI ANNO 2012 PIANI OPERATIVI DELLA PERFORMANCE TRIENNIO 2012-2014 PIANI OPERATIVI PER IL RAGGIUNGIMENTO DI OBIETTIVI

Dettagli

I.N.P.D.A.P. REGOLAMENTO PER LA VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE INDIVIDUALE DEL PERSONALE INPDAP

I.N.P.D.A.P. REGOLAMENTO PER LA VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE INDIVIDUALE DEL PERSONALE INPDAP I.N.P.D.A.P. ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL'AMMINISTRAZIONE PUBBLICA REGOLAMENTO PER LA VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE INDIVIDUALE DEL PERSONALE INPDAP Art. 1 (Oggetto del regolamento

Dettagli

PROGETTO I.C.A.R.O. Centro di Orientamento e Tutorato di Ateneo ORI06

PROGETTO I.C.A.R.O. Centro di Orientamento e Tutorato di Ateneo ORI06 Scelta del corso di studi (informazione) Orientamento in itinere - counseling Stage di apprendimento dell uso di strumenti informatici specifici a seconda della tipologia di disabilità Orientamento in

Dettagli

Monitoraggio Programmi Triennali della Trasparenza e Delibera n. 2/2012. Aprile 2012

Monitoraggio Programmi Triennali della Trasparenza e Delibera n. 2/2012. Aprile 2012 Monitoraggio Programmi Triennali della Trasparenza e Delibera n. 2/2012 1 Aprile 2012 Le amministrazioni, in sede di prima adozione del Programma per la trasparenza e l integrità, hanno prestato una maggiore

Dettagli

Sistema di Valutazione delle Performance del personale dei livelli

Sistema di Valutazione delle Performance del personale dei livelli Sistema di Valutazione delle Performance del personale dei livelli In applicazione dell art. 7 del D. Lgs. 150/2009 recante Attuazione della legge 4 marzo 2009, n. 15, in materia di ottimizzazione della

Dettagli

Parametri di valutazione ai fini della retribuzione delle posizioni dirigenziali

Parametri di valutazione ai fini della retribuzione delle posizioni dirigenziali Parametri di valutazione ai fini della retribuzione delle posizioni dirigenziali 1.) Ruolo direttivo: posizione professionale (nessuna unità organizzativa diretta) responsabile servizio di line 2 responsabile

Dettagli

REGOLAMENTO RECANTE LA DISCIPLINA DELLA MISURAZIONE, DELLA VALUTAZIONE, DELLA RENDICONTAZIONE E DELLA TRASPARENZA DELLA PERFORMANCE

REGOLAMENTO RECANTE LA DISCIPLINA DELLA MISURAZIONE, DELLA VALUTAZIONE, DELLA RENDICONTAZIONE E DELLA TRASPARENZA DELLA PERFORMANCE COMUNE DI PATU Provincia di Lecce - Regolamento Comunale - REGOLAMENTO RECANTE LA DISCIPLINA DELLA MISURAZIONE, DELLA VALUTAZIONE, DELLA RENDICONTAZIONE E DELLA TRASPARENZA DELLA PERFORMANCE Approvato

Dettagli

CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA

CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA Livello strategico Politica della qualità GENESIS LICEO DEL PARRUCCHIERE si pone come obiettivo quello di raccordare le finalità formative con i bisogni e la realtà

Dettagli