Orientarsi nella ISO 9001:2015

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Orientarsi nella ISO 9001:2015"

Transcript

1 Orientarsi nella ISO 9001:2015 Perché la revisione della ISO 9001 interessa tutte le aziende White paper Abstract Questo white paper propone un esame sintetico ma dettagliato della revisione della ISO 9001: 2015 di prossima uscita. Lo standard anche se al momento ancora in fase di draft, presenta vari cambiamenti che impattano sulla Gestione Qualità. Questo white paper può essere utilizzato come uno schematico manuale da quelle organizzazioni che desiderano implementare e certificare il loro Sistema di Gestione Qualità, e come un utile compendio da quelle che hanno già un SGQ certificato, ma desiderano essere informate su come le revisioni alla nuova edizione della norma andranno ad influenzare il loro attuale SG. Il fatto che, secondo i dati dell ISO, fino ad oggi siano stati rilasciati, a livello globale, oltre un milione di certificati [1] ISO 9001, è una prova del successo raggiunto dalla Certificazione di Sistema di Gestione Qualità. TÜV SÜD

2 Contenuti INTRODUZIONE 4 LE ORIGINI DELL ISO L EVOLUZIONE DELL ISO LA REVISIONE LA STRUTTURA DELL ISO 9001: COMPRENDERE I CAMBIAMENTI 8 COME CI SI PREPARA AL NUOVO STANDARD 10 COME TÜV ITALIA PUÒ AIUTARE LE AZIENDE 10 2 Orientarsi nella ISO 9001:2015 TÜV SÜD

3 Gli esperti di TÜV SÜD Pamela Bethune Lead Auditor e Responsabile del programma di audit, TÜV SÜD America Pamela Bethune è Lead Auditor e Responsabile del programma di audit di TÜV SÜD. Con oltre 30 anni di esperienza, sia nella progettazione che nel mantenimento di Sistemi di Gestione Qualità e Ambiente, è auditor di 3 parte, ed ha avuto un ruolo chiave nella messa a punto della procedura di TÜV SÜD per gli audit di 2 parte. Pamela Bethune è Lead Auditor qualificato per le norme RAB, ISO 9001:2008, ISO/TS 16949, ISO 13485, ISO 14001:2004, OHSAS 18001:2007 e per la certificazione R2 dei sistemi di riciclo. Helmut Keuerleber Coordinatore tecnico ISO 9001, TÜV SÜD Management Service, Germania Helmut Keuerleber è coordinatore tecnico per la ISO 9001, Auditor e Lead auditor qualificato per la ISO 9001:2008 e Lead auditor qualificato dal KBA per il settore Automotive. Helmuth Keuerleber ha maturato in Germania un esperienza ultradecennale nella verifica di Sistemi di Gestione Qualità in aziende di tutte le dimensioni. Jan Sun Vice President, TÜV SÜD Management Services, Great China Vice Presidente TÜV SÜD Great China dal giugno 2007, è anche responsabile della gestione delle attività certificative della Divisione Management Services per la Cina continentale, Hong Kong e Taiwan. È Global Product Manager per l ISO 9001 e Deputy Global Product Manager per l ISO/TS di TÜV SÜD Management Service. Jan Sun ha maturato oltre 20 anni di esperienza nel settore della certificazione di prodotto e di sistema di gestione. È stato uno dei primi Lead Auditor ISO 9000, e tra i primi ad occuparsi di monitoraggio degli auditor per TÜV CERT/TÜV SÜD Management Service in Cina. TÜV SÜD Orientarsi nella ISO 9001:2015 3

4 Introduzione L efficienza e la redditività sono tra gli obiettivi principali delle organizzazioni. Indipendentemente dalle dimensioni, settore di attività, collocazione geografica, tutte le aziende desiderano migliorare la loro efficienza e massimizzare la loro redditività. Lo standard ISO 9001 è stato progettato per quelle organizzazioni che cercano di ottimizzare l efficienza operativa. Il fatto, come indicano i dati ISO, che siano stati rilasciati oltre un milione di certificati ISO 9001 a livello globale, conferma il successo dello standard e di una costante richiesta certificativa da parte delle organizzazioni. Con una certificazione di sistema di gestione, le organizzazioni indipendentemente dalla loro dimensione, settore di attività e localizzazione geografica, sono in grado di ottimizzare i loro processi, le loro prestazioni e quindi anche i profitti, con un risparmio di tempo, denaro e risorse. Inoltre, la certificazione di sistema consente loro di avere a disposizione uno strumento per organizzare risorse e processi, e poter così raggiungere gli obiettivi aziendali fissati. Lo standard ISO 9001 sta diventando particolarmente importante per i clienti che richiedono un ulteriore valore aggiunto. 4 Orientarsi nella ISO 9001:2015 TÜV SÜD

5 Le origini della ISO 9001 All inizio, la ISO 9001 era legata a due standard militari: la BS 5750 del Ministero della Difesa britannico, e le MIL-Q-9858 per la produzione di materiali per l US Military, entrambi focalizzati sulla gestione dei processi produttivi piuttosto che sul prodotto finale. Nel 1987 il governo britannico richiese all ISO di adottare la BS 5750 come standard internazionale e nel 1987 nacque l ISO 9001:1987. Il nucleo dello standard si rifà alla BS 5750, introducendo tre modelli per un Sistema di Gestione Qualità (SGQ). Il primo a garanzia della qualità nella progettazione, sviluppo, produzione, montaggio e assistenza per la produzione di nuovi manufatti; il secondo modello riferito a produzione, montaggio ed assistenza e il terzo relativo alla verifica finale ed al collaudo, indipendentemente dal tipo di prodotto realizzato. L evoluzione della ISO 9001 Dopo la sua introduzione nel 1987, la ISO 9001 ha subito una serie di revisioni. Di seguito un riassunto della sua evoluzione ISO 9001:1987 Nel passaggio dalla BS5750, l ISO ha introdotto delle modifiche. Tra questi, tre diversi modelli di SGQ riferiti a tre differenti tipi di business. ISO 9001:1994 Questa revisione si è concentrata sulla garanzia del prodotto, attraverso la messa in atto di azioni preventive, anziché solo di controllo del prodotto finale. Lo standard si focalizza sul controllo della gestione qualità piuttosto che sull assicurazione qualità, richiedendo alle organizzazioni la compilazione di procedure documentate. ISO 9001:2000 Questa revisione ha prodotto un cambiamento radicale, mettendo al centro qualità e gestione dei processi, concentrando l attenzione sulla gestione della qualità piuttosto che sul controllo qualità. Lo standard considera i requisiti dell'organizzazione, prima della definizione della struttura dei processi. Inoltre, lo standard ha focalizzato l attenzione sul miglioramento continuo dei processi ed il monitoraggio della soddisfazione dei clienti. ISO 9001:2008 Ha chiarito le specifiche della revisione del 2000, rendendole più coerenti con la norma ISO 14001:2004, lo standard per il Sistema di Gestione Ambientale. TÜV SÜD Orientarsi nella ISO 9001:2015 5

6 La revisione 2015 Ogni cinque anni tutti gli standard ISO sono sottoposti a revisione, così da adattarli alle nuove condizioni del mercato. Questo è il motivo per cui l attuale ISO 9001:2008 è in fase di revisione. Fino al momento della redazione di questo documento, il processo di revisione ha superato il passaggio del Committee Draft. Questa fase rappresenta la prima consultazione fra i membri dell ISO dei diversi paesi, che formalizzeranno nei loro commenti le posizioni nazionali rispetto al Draft. Successivamente gli esperti nominati dai membri ISO, rivedranno le posizioni dei diversi paesi, discuteranno i problemi e forniranno risposte alle questioni sollevate. Questo confronto porterà allo sviluppo di un Draft internazionale dello standard. Il processo di revisione, nel momento in cui questo documento è redatto, è giunto a questo punto. Il Draft internazionale sullo standard (chiamato ISO/DIS 9001:2015) è stato distribuito l 8 maggio 2014 per la revisione ed i commenti. Sono pervenute circa osservazioni ed i suggerimenti sono stati successivamente approvati dall 80% dei paesi in una votazione preliminare. La comunità internazionale è stata quindi invitata a presentare le sue osservazioni. Sebbene siano inevitabili alcuni La versione finale della norma ISO 9001: 2015 si prevede venga rilasciata nel settembre del cambiamenti, non ne sono attesi di significativi. Questi commenti saranno utilizzati per lo sviluppo del Final Draft lnternational Standard (FDIS), che è previsto per il novembre Il rilascio della versione finale della norma ISO 9001: 2015 è in programma per il mese di settembre del L EVOLUZIONE DELLO STANDARD ISO La versione del 1994 si focalizza nella gestione della qualità attraverso il controllo 2008 La versione 2008 chiarifica le specifiche presenti nella versione del 2000 Novembre 2014 Final Draft International per lo sviluppo dello standard 1987 Settembre 2015 Introduzione dell ISO nella sua prima versione 2000 Qualità e gestione dei processi al centro Maggio 2014 Revisione e commenti al Draft International Standard Pubblicazione della versione Orientarsi nella ISO 9001:2015 TÜV SÜD

7 La struttura della nuova ISO 9001:2015 Le norme di sistema ISO hanno degli elementi comuni, ma un unica implementazione per tutti gli standard presenta ancora delle difficoltà, considerando la loro diversa forma e struttura. L ISO sta affrontando questo problema, per arrivare in futuro a dare agli standard gestionali strutture identiche oltre a testi, termini e definizioni comuni. L utilizzo di termini e definizioni affini consentirà revisioni delle norme sui Sistemi di Gestione più coerenti ed integrabili. È certo che la ISO 9001:2015 avrà una struttura nuova e di alto livello (chiamato allegato SL) rispetto alla struttura attuale, che diventerà il modello a cui si adegueranno anche gli altri standard di sistema. Gli standard ISO e BS OHSAS saranno anch essi oggetto di revisione e quindi modificati conseguentemente. L obiettivo di questa nuova struttura di alto livello è di allineare forma, testo, termini e definizioni, garantendo quella flessibilità per l integrazione tecnica di argomenti e requisiti specifici della norma. CONFRONTO ISO/DIS ISO 9001:2015 vs ISO 9001:2008 ISO/DIS ISO 9001:2015 ISO 9001: Ambito di applicazione 1. Ambito di applicazione 2. Riferimenti normativi 2. Riferimenti normativi 3. Termini e definizioni 3. Termini e definizioni 4. Il contesto dell organizzazione 4. Sistema di gestione qualità 5. Leadership 5. Responsabilità gestionali 6. Pianificazione 6. Gestione delle risorse 7. Supporto 7. Realizzazione del prodotto 8. Funzionamento 8. Misurazione, analisi e miglioramento 9. Valutazione delle prestazioni 10. Miglioramento TÜV SÜD Orientarsi nella ISO 9001:2015 7

8 Comprendere i cambiamenti Comprendere i cambiamenti della nuova ISO 9001 è importante come è spiegato nei punti successivi: Copertura estesa alle aziende di servizi - complessivamente il DIS rende la ISO 9001 maggiormente applicabile alle aziende del settore servizi. il termine Prodotto è stato sostituito con Prodotti e servizi, con il significato di un bene, di qualsiasi tipo, fornito al cliente. Comprendere il corretto contesto - Il DIS si focalizza sulle parti interessate ed utilizza un approccio centrato sulla gestione delle relazioni con gli Stakeholder (SRM), con l aggiunta di due clausole (4.1 Comprendere il contesto in cui l organizzazione si colloca e 4.2 Comprendere le esigenze e le aspettative delle parti interessate) riferite al contesto dell organizzazione. Queste nuove clausole richiedono alle organizzazioni di determinare requisiti e problematiche che possono avere un impatto nella progettazione del SGQ, da utilizzare come input nello sviluppo del sistema. Questo approccio presuppone che il successo a lungo termine del business sia possibile quando sono tenuti in debita considerazione le caratteristiche delle parti interessate. Questo metodo non è nuovo, essendo presente anche nella ISO 9001:2008, sezione 4.4, che parla proprio di questo. Un approccio centrato sul SRM va molto più in là di uno basato sul Customer Relationship Management (CRM), usato nelle precedenti revisioni della norma. Mentre il CRM affronta unicamente il rapporto tra l organizzazione e i suoi clienti, il SRM uniforma il rapporto dell organizzazione con tutte le parti interessate, compresi clienti, fornitori, partner, autorità, etc. Per allinearsi a questo nuovo obbligo, il termine Parti interessate è esteso ai proprietari, al personale dell organizzazione, banche e persino i concorrenti. Una caratteristica da sottolineare presente nel DIS è che non è più richiesto che prodotti e servizi soddisfino le esigenze e le aspettative di tutti i soggetti esterni, ma solo quelli delle parti interessate, rilevanti per Sistema di Gestione Qualità (SGQ). Ulteriormente definito l approccio per processi - L ISO 9001: Orientarsi nella ISO 9001:2015 TÜV SÜD

9 promuoveva l adozione di un approccio per processi per lo sviluppo, l implementazione ed il miglioramento dell efficacia del SGQ. Il nuovo DIS ne fa più esplicitamente riferimento nella Sezione 4.4 Sistema di Gestione per la Qualità e i suoi processi. Ora occorre che le organizzazioni definiscano input e output attesi, e questo per ogni processo. È inoltre richiesta la misurazione degli indicatori di performance e l assegnazione delle responsabilità. Focus sul rischio - Il DIS sottolinea l adozione di un approccio basato sulla gestione del rischio in vari ambiti. Questo metodo richiede la comprensione e la valutazione dei rischi, a cui fa riferimento la Sezione 4.4 Sistema di Gestione Qualità dei processi, le questioni sulla leadership presenti nella Sezione e in una sub-clausola nella sezione 6.1.2, Azioni per gestire rischi e opportunità, e l approccio basato sulla gestione del rischio è espresso nel capitolo 8.1 Pianificazione e Controllo di Gestione, e nel capitolo 9.3 Gestione e revisione. Mentre è richiesto alle organizzazioni di identificare ed agire su questi rischi, non c è esplicita richiesta circa la gestione di rischi standard. Nella struttura di alto livello o nel testo della norma, non si fa cenno ad alcuna clausola specifica sui requisiti per le misure di prevenzione. E questo, abbiamo visto, essere uno degli obiettivi del SGQ. Flessibilità nella documentazione - Termini come documenti e registri sono ora sostituiti da informazioni documentate. Questo cambiamento permette maggiore flessibilità nella descrizione dei processi. Un organizzazione è ora in grado di determinare la quantità di informazioni documentate sui processi, basandosi su elementi quali la loro complessità e la competenza del personale. Inoltre, non sono più obbligatorie le procedure documentate richieste nella versione precedente della norma, il DIS prevede infatti che sia l organizzazione a decidere. Più responsabilità di gestione - Il DIS ha ampliato quello che prevede il termine responsabilità di gestione. Il focus è sulla leadership e l impegno. In futuro, l alta direzione assumerà la rappresentanza nella responsabilità della gestione della qualità. Il DIS prevede che le organizzazioni assegnino con maggiore precisione ruoli e responsabilità. Esteso il campo di applicazione del riesame della direzione - Il campo di applicazione del riesame si amplia con l aggiunta dell aspetto direzione strategica dell organizzazione. La direzione dovrà prendere in considerazione gli interessi delle parti interessate e valutare i rischi a livello strategico. TÜV SÜD Orientarsi nella ISO 9001:2015 9

10 Come ci si può preparare per il nuovo standard? Le modifiche proposte alla norma ISO 9001 sono ampie. Dal momento che il DIS prevede solo modifiche minori, le organizzazioni già in possesso della certificazione ISO 9001 dovrebbero iniziare a monitorare il processo di revisione, familiarizzando con le varie modifiche apportate allo standard. Nel settembre 2015, dopo la pubblicazione della norma, si raccomanda alle organizzazioni di revisionare il loro SGQ. Una volta che la ISO 9001:2015 sarà pubblicata, le organizzazioni certificate avranno un periodo di transizione di tre anni per rivedere attentamente i loro processi, e in questo lasso di tempo si applicheranno in parallelo entrambe le edizioni della norma. Le organizzazioni dovranno predisporre un processo per rendere il loro SGQ conforme ai nuovi requisiti normativi. Posticipare l aggiornamento al termine dei tre anni di transizione potrebbe essere rischioso, considerando l entità delle modifiche necessarie. Per quelle aziende che hanno intenzione di certificarsi ISO 9001, visto il tempo necessario per implementare un sistema di gestione e per raggiungere la certificazione, nello sviluppo del loro SGQ dovrebbero iniziare a considerare i vari cambiamenti previsti dalla nuova versione normativa. Le organizzazioni già in possesso della certificazione ISO 9001 dovrebbero iniziare a tenere sotto controllo il processo di revisione della norma e familiarizzare con le varie modifiche previste. Come TÜV Italia può aiutarvi? TÜV Italia è un Organismo di Certificazione accreditato per l ISO Grazie alla presenza globale del Gruppo TÜV SÜD, è in grado di offrire servizi certificativi ovunque nel mondo. Considerando i cambiamenti previsti nella nuova revisione della ISO 9001:2015, è consigliabile che le organizzazioni iniziano da subito a lavorare sui loro SGQ. L ente conduce regolarmente audit di ricertificazione, grazie ai suoi accreditamenti ACCREDIA. Attraverso la sua presenza globale, il gruppo TÜV SÜD offre servizi di certificazione ovunque nel mondo. Viste le numerose modifiche alla norma ISO 9001:2015, suggerisce alle organizzazioni di migliorare direttamente i loro SGQ. L ente conduce audit di ricertificazione seguendo iter documentati per supportare le organizzazioni operanti in tutti i settori manifatturieri e dei servizi, ovunque nel mondo, rispetto alla nuova edizione della ISO TÜV Italia e TÜV SÜD rilasciano certificazioni anche rispetto ad altre norme di sistema, e questo è uno dei motivi per i quali molte organizzazioni si avvalgono del Gruppo TÜV SÜD come fornitore unico per le loro esigenze certificative. 10 Orientarsi nella ISO 9001:2015 TÜV SÜD

11 GLOSSARIO DELLE SIGLE CRM customer relationship management DIS draft international standard FDIS final draft international standard QMS quality management system SRM stakeholder relationship management NOTE [1] COPYRIGHT NOTICE The information contained in this document represents the current view of TÜV SÜD on the issues discussed as of the date of publication. Because TÜV SÜD must respond to changing market conditions, it should not be interpreted to be a commitment on the part of TÜV SÜD, and TÜV SÜD cannot guarantee the accuracy of any information presented after the date of publication. This White Paper is for informational purposes only. TÜV SÜD makes no warranties, express, implied or statutory, as to the information in this document. Complying with all applicable copyright laws is the responsibility of the user. Without limiting the rights under copyright, no part of this document may be reproduced, stored in or introduced into a retrieval system, or transmitted in any form or by any means (electronic, mechanical, photocopying, recording, or otherwise), or for any purpose, without the express written permission of TÜV SÜD. TÜV SÜD may have patents, patent applications, trademarks, copyrights, or other intellectual property rights covering subject matter in this document. Except as expressly provided in any written license agreement from TÜV SÜD, the furnishing of this document does not give you any license to these patents, trademarks, copyrights, or other intellectual property. ANY REPRODUCTION, ADAPTATION OR TRANSLATION OF THIS DOCUMENT WITHOUT PRIOR WRITTEN PERMISSION IS PROHIBITED, EXCEPT AS ALLOWED UNDER THE COPYRIGHT LAWS. TÜV SÜD Group 2014 All rights reserved - TÜV SÜD is a registered trademark of TÜV SÜD Group. Le informazioni contenute in questo documento rappresentano la posizione di TÜV SÜD sui temi trattati alla data di pubblicazione del documento. Poichè TÜV SÜD deve rispondere alle mutevoli condizioni del mercato, quanto espresso non deve essere interpretato come un impegno da parte di TÜV SÜD, che non può garantire l accuratezza delle informazioni successivamente alla data di pubblicazione del documento, che ha scopi esclusivamente informativi. TÜV SÜD non fornisce alcuna garanzia, espressa, implicita o di legge, per quanto riguarda le informazioni contenute in questo documento. Il rispetto di tutte le leggi applicabili sul copyright è responsabilità dell utente. Fermo restando tutti i diritti coperti da copyright, nessuna parte di questo documento può essere riprodotta, memorizzata o inserita in un sistema di recupero, o trasmessa in qualsiasi forma e con qualsiasi mezzo (elettronico, meccanico, tramite fotocopiatura o registrazione o altro), o per qualsiasi scopo, senza l autorizzazione scritta di TÜV SÜD. TÜV SÜD può possedere o aver richiesto brevetti marchi, copyright o altri diritti di proprietà intellettuale relativi all oggetto del presente documento. Salvo quanto espressamente previsto in un contratto scritto di licenza da parte di TÜV SÜD, questo documento non dà alcuna licenza su notifiche, marchi, copyright o altra proprietà intellettuale. OGNI RIPRODUZIONE, ADATTAMENTO O TRADUZIONE DI QUESTO DOCUMENTO SENZA PREVIA AUTORIZZAZIONE SCRITTA DA PARTE DI TÜV SÜD SONO VIETATI, tranne per quanto consentito dalle leggi sul copyright. TÜV SÜD Group Tutti i diritti riservati - TÜV SÜD è un marchio registrato di TÜV SÜD Group. DISCLAIMER All reasonable measures have been taken to ensure the quality, reliability, and accuracy of the information in the content. However, TÜV SÜD is not responsible for the third-party content contained in this newsletter. TÜV SÜD makes no warranties or representations, expressed or implied, as to the accuracy or completeness of information contained in this newsletter. This newsletter is intended to provide general information on a particular subject or subjects and is not an exhaustive treatment of such subject(s). Accordingly, the information in this newsletter is not intended to constitute consulting or professional advice or services. If you are seeking advice on any matters relating to information in this newsletter, you should where appropriate contact us directly with your specific query or seek advice from qualified professional people. The information contained in this newsletter may not be copied, quoted, or referred to in any other publication or materials without the prior written consent of TÜV SÜD. All rights reserved 2014 TÜV SÜD. Sono state adottate tutte le misure possibili per garantire la qualità, l affidabilità e l accuratezza delle informazioni contenute. Tuttavia TÜV SÜD non è responsabile per i contenuti di terzi citati in questo documento. TÜV SÜD non fornisce garanzie o dichiarazione espressa o implicita, circa l accuratezza e la completezza delle informazioni contenute in questo documento. Esso è destinato a fornire informazioni di carattere generale su un particolare argomento, o argomenti, e non è una trattazione esaustiva di tale argomento/i. Di conseguenza, le informazioni in esso contenute non sono destinate a costituire oggetto di consulenza o di pareri o servizi professionali. Se siete interessati alle questioni oggetto di questo documento dovete contattarci direttamente con una richiesta specifica o chiedere consiglio a qualificati professionisti. Le informazioni contenute in questo documento non possono essere copiate, citata/e, in qualsiasi altra pubblicazione o materiale senza il preventivo consenso scritto di TÜV SÜD. Tutti i diritti riservati 2014 TÜV SÜD. TÜV SÜD Orientarsi nella ISO 9001:

12 Orientarsi nella ISO 9001:2015 Scegli la certezza. Aggiungi valore. TÜV SÜD è un fornitore premium di servizi in ambito sostenibilità, qualità, sicurezza, oltre che in attività di prova, ispezioni, audit, certificazione e formazione. Presente con oltre 800 sedi nel mondo, possiede accreditamenti in Europa, Nord e Sud America, Medio Oriente e Asia. Offre servizi che rappresentano un concreto valore aggiunto per le imprese, i consumatori e l ambiente. TÜV Italia srl Via Carducci 125, pal. 23, Sesto San Giovanni (MI) TÜV Italia srl V-M/MS/27.0/it/IT

CORPORATE MARKET TREND MERCATO CORPORATE

CORPORATE MARKET TREND MERCATO CORPORATE CORPORATE MARKET 1 TREND MERCATO CORPORATE Corporate and IT? L Information Technology nel mondo aziendale è necessaria per aumentare la collaborazione, snellire i processi e comunicare al meglio con la

Dettagli

ENTERTAINMENT MARKET TREND MERCATO ENTERTAINMENT

ENTERTAINMENT MARKET TREND MERCATO ENTERTAINMENT 1 ENTERTAINMENT MARKET 1 TREND MERCATO ENTERTAINMENT 2 I Clienti Entertainment spenderebbero di piu se consapevoli di vivere un ESPERIENZA DI CONSUMO migliore L 86% dei clienti spenderebbero il 25% in

Dettagli

Now, Smart Education. Istruzione individuale Devices mobili Lezioni interattive

Now, Smart Education. Istruzione individuale Devices mobili Lezioni interattive Now, Smart Education Istruzione individuale Devices mobili Lezioni interattive Orientamento cartaceo, lezioni frontali Utilizzo parziale di computer ed internet Utilizzo di computer e contenuti in determinati

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

Cogliere le opportunità offerte dalla Mobility. Claudia Bonatti, Direttore Divisione Windows Microsoft Italia

Cogliere le opportunità offerte dalla Mobility. Claudia Bonatti, Direttore Divisione Windows Microsoft Italia Cogliere le opportunità offerte dalla Mobility Claudia Bonatti, Direttore Divisione Windows Microsoft Italia La Mobility ha cambiato il nostro modo di lavorare e può cambiare il modo in cui le aziende

Dettagli

Alessandro Huber Chief Technology Officer, Microsoft Italia Claudia Angelelli Service Line Manager, Microsoft Italia

Alessandro Huber Chief Technology Officer, Microsoft Italia Claudia Angelelli Service Line Manager, Microsoft Italia Alessandro Huber Chief Technology Officer, Microsoft Italia Claudia Angelelli Service Line Manager, Microsoft Italia Contenimento dei costi di gestione Acquisizioni/ merge Rafforzare la relazione con

Dettagli

Riccardo Sponza Technical Evangelism Manager Microsoft Italia

Riccardo Sponza Technical Evangelism Manager Microsoft Italia Riccardo Sponza Technical Evangelism Manager Microsoft Italia SOA/EDA Composite Apps Software + Services Esercizio EAI Integrazione Punto-a-Punto Web services Consolidamento dell Infrastruttira Razionalizzazione

Dettagli

Gestione dell accesso alla rete con Network Access Protection

Gestione dell accesso alla rete con Network Access Protection Gestione dell accesso alla rete con Network Access Protection Piergiorgio Malusardi IT Pro Evangelist http://blogs.technet.com/pgmalusardi piergiorgio.malusardi@microsoft.com Le persone sono il problema

Dettagli

Gli aspetti innovativi del Draft International Standard (DIS) ISO 9001:2015

Gli aspetti innovativi del Draft International Standard (DIS) ISO 9001:2015 Gli aspetti innovativi del Draft International Standard (DIS) ISO 9001:2015 I requisiti per la gestione del rischio presenti nel DIS della nuova ISO 9001:2015 Alessandra Peverini Perugia 9/09/2014 ISO

Dettagli

Matteo Mille Direttore della divisione Server & Tools Microsoft Italia

Matteo Mille Direttore della divisione Server & Tools Microsoft Italia Matteo Mille Direttore della divisione Server & Tools Microsoft Italia Posizionamento Virtualization 360 Considerato nei Top4 management Vendor ** Crescita 4x il mercato Xx % Others WS08 Share growth

Dettagli

Connecting with Customers. Uno studio globale e approfondito sulla Customer Experience online

Connecting with Customers. Uno studio globale e approfondito sulla Customer Experience online Connecting with Customers Uno studio globale e approfondito sulla Customer Experience online Gennaio 2013 Executive summary La crescita di e-commerce, social media e dispositivi mobili implica che oggi,

Dettagli

La soluzione IBM per la Busines Analytics Luca Dalla Villa

La soluzione IBM per la Busines Analytics Luca Dalla Villa La soluzione IBM per la Busines Analytics Luca Dalla Villa Cosa fa IBM Cognos Scorecards & Dashboards Reports Real Time Monitoring Supporto? Decisionale Come stiamo andando? Percezione Immediate immediata

Dettagli

> Visionest Business Protection

> Visionest Business Protection > Visionest Business Protection Presentazione breve della consulting practice Aprile 2005 David Bramini - Partner david.bramini@visionest.com > Visionest Business Protection practice Il valore strategico

Dettagli

PROGRAMMA PARTNERSHIP

PROGRAMMA PARTNERSHIP WÜRTHPHOENIX NetEye PROGRAMMA PARTNERSHIP WÜRTHPHOENIX NetEye Ampliare il proprio business con soluzioni provate IT System Management come fattore di produttività aziendale Aumentare l efficienza, ridurre

Dettagli

Microsoft. Partner Program. Mariano Fiorito Direttore Gruppo Partner

Microsoft. Partner Program. Mariano Fiorito Direttore Gruppo Partner Microsoft Partner Program Mariano Fiorito Direttore Gruppo Partner 1 Marzo 2007 L importanza dei Partner Modello commerciale incentrato sui partner Win/ Win/Win : collaborazione a tre Servizi pensati tenendo

Dettagli

Pannello LEXAN BIPV. 20 Novembre 2013

Pannello LEXAN BIPV. 20 Novembre 2013 Pannello LEXAN BIPV 20 Novembre 2013 PANELLO LEXAN BIPV Il pannello LEXAN BIPV (Building Integrated Photovoltaic panel) è la combinazione di una lastra in policarbonato LEXAN con un pannello fotovoltaico

Dettagli

ISO 9001:2015 e ISO 14001:2015

ISO 9001:2015 e ISO 14001:2015 TÜV NORD CERT FAQ ISO 9001:2015 e ISO 14001:2015 Risposte alle principali domande sulle nuove revisioni degli standard ISO 9001 e ISO 14001 Da quando sarà possibile 1 certificarsi in accordo ai nuovi standard?

Dettagli

FAIV garantisce la continuità dei propri servizi con CA ARCserve Backup

FAIV garantisce la continuità dei propri servizi con CA ARCserve Backup CUSTOMER SUCCESS STORY FAIV garantisce la continuità dei propri servizi con CA ARCserve Backup PROFILO CLIENTE Azienda: FAIV (Federazione Artigiani Imprenditori Vicentini). Settore: servizi alle piccole

Dettagli

Outsourcing Internal Audit, Compliance e Risk Management

Outsourcing Internal Audit, Compliance e Risk Management Idee per emergere Outsourcing Internal Audit, Compliance e Risk Management FI Consulting Srl Via Vittorio Alfieri, 1 31015 Conegliano (TV) Tel. 0438 360422 Fax 0438 411469 E-mail: info@ficonsulting.it

Dettagli

Management mobilità aziendale Schindler Elettronica S.A. Marzio Corda, gruppo di lavoro «Mobilità sostenibile»

Management mobilità aziendale Schindler Elettronica S.A. Marzio Corda, gruppo di lavoro «Mobilità sostenibile» Management mobilità aziendale Schindler Elettronica S.A. Marzio Corda, gruppo di lavoro «Mobilità sostenibile» Situazione iniziale La sede di Locarno della Schindler Elettronica S.A. conta 450 collaboratori.

Dettagli

Gruppo Bureau Veritas

Gruppo Bureau Veritas Gruppo Bureau Veritas Bureau Veritas in sintesi Nato nel 1828 Leader a livello globale per i servizi di verifica di conformità nell ambito della Qualità, Salute e Sicurezza, Ambiente e Responsabilità Sociale

Dettagli

La disciplina d investimento nel mondo del trading online G. Frapolli AVP CornèrTrader

La disciplina d investimento nel mondo del trading online G. Frapolli AVP CornèrTrader La disciplina d investimento nel mondo del trading online G. Frapolli AVP CornèrTrader Agenda Introduzione Controllo e disciplina Le cose da fare per essere efficaci nel trading VANTAGGI utilizzando la

Dettagli

VisualStore Guida Attivazione Licenze. Guida Utente

VisualStore Guida Attivazione Licenze. Guida Utente VisualStore Guida Attivazione Licenze Guida Utente 7 th Edition ( July 2014 ) This edition applies to Version 4.x and 5.x of the licensed program VisualStore Suite and to all subsequent releases and modifications

Dettagli

IBM Green Data Center

IBM Green Data Center IBM Green Data Center Mauro Bonfanti Director of Tivoli Software Italy www.ibm.com/green Milano, 17/02/2009 Partiamo da qui... L efficienza Energetica è una issue globale con impatti significativi oggi

Dettagli

Cost-Effective Storage Solutions for VMware View 4.5 Enabled by EMC Unified Storage

Cost-Effective Storage Solutions for VMware View 4.5 Enabled by EMC Unified Storage Cost-Effective Storage Solutions for VMware View 4.5 Enabled by EMC Unified Storage Short Version EMC Information Infrastructure Solutions Abstract Le infrastrutture desktop virtuali propongono alle organizzazioni

Dettagli

Pannello Lexan BIPV. 14 Gennaio 2013

Pannello Lexan BIPV. 14 Gennaio 2013 Pannello Lexan BIPV 14 Gennaio 2013 PANELLO LEXAN* BIPV Il pannello Lexan BIPV (Building Integrated Photovoltaic panel) è la combinazione di una lastra in policarbonato Lexan* con un pannello fotovoltaico

Dettagli

Scenari di Digitalizzazione con Microsoft Dynamics. Pietro Panepinto Enterprise Account Manager pietrop@microsoft.com @pietropanepinto

Scenari di Digitalizzazione con Microsoft Dynamics. Pietro Panepinto Enterprise Account Manager pietrop@microsoft.com @pietropanepinto Scenari di Digitalizzazione con Microsoft Dynamics Pietro Panepinto Enterprise Account Manager pietrop@microsoft.com @pietropanepinto Agenda Caratteristiche qualificanti della piattaforma Vincere sul Mercato

Dettagli

Italian Gas Market Overwiew

Italian Gas Market Overwiew Italian Gas Market Overwiew Energy Risk Management Roadshow Angela Martella Axpo Italia SpA Mercato del gas naturale: l anno passato cosa è cambiato? Il trend discendente che durava oramai da mesi è stato

Dettagli

Small Business. Home. Business Business Corporate Enterprise. Essential Business Server. Windows. Windows Server, Exchange Server, SQL Server.

Small Business. Home. Business Business Corporate Enterprise. Essential Business Server. Windows. Windows Server, Exchange Server, SQL Server. Windows Home Server Small Business Server Essential Business Server Windows Server, Exchange Server, SQL Server Home Small Midsize Business Business Corporate Enterprise Multi-PC, Broadband Connected Homes

Dettagli

Primo e ScholarRank: la differenza c è e si vede

Primo e ScholarRank: la differenza c è e si vede Primo e ScholarRank: la differenza c è e si vede Laura Salmi, Sales Account and Marketing Manager Ex Libris Italy ITALE 2012, ICTP-Trieste 30 marzo 12 1 Copyright Statement and Disclaimer All of the information

Dettagli

ISO Revisions Whitepaper

ISO Revisions Whitepaper ISO Revisions ISO Revisions ISO Revisions Whitepaper Processi e procedure Verso il cambiamento Processo vs procedura Cosa vuol dire? Il concetto di gestione per processi è stato introdotto nella versione

Dettagli

In che modo ripagherà l investimento di tempo e di denaro che è stato necessario per crearla e per gestirla?

In che modo ripagherà l investimento di tempo e di denaro che è stato necessario per crearla e per gestirla? Tutti i documenti digitali di questo corso (PDF, MP3, QuickTime, MPEG, eccetera) sono firmati con firma digitale e marcatura temporale ufficiali e sono di proprietà dell'autore. Qualsiasi tentativo di

Dettagli

Management mobilità aziendale Schindler Elettronica S.A. Marzio Corda, gruppo di lavoro «Mobilità sostenibile» Lugano, 28.10.2013

Management mobilità aziendale Schindler Elettronica S.A. Marzio Corda, gruppo di lavoro «Mobilità sostenibile» Lugano, 28.10.2013 Management mobilità aziendale Schindler Elettronica S.A. Marzio Corda, gruppo di lavoro «Mobilità sostenibile» Lugano, 28.10.2013 Situazione iniziale La Schindler di Locarno conta 440 collaboratori. L

Dettagli

Axpo Italia SpA. Risk mangement trough structured products. Origination Department. Axpo Italia SpA

Axpo Italia SpA. Risk mangement trough structured products. Origination Department. Axpo Italia SpA Axpo Italia SpA Risk mangement trough structured products Origination Department Axpo Italia SpA From market risk to customer s risks RISK: The chance that an investment s actual return will be different

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

Introduzione a PowerSchedO

Introduzione a PowerSchedO Il sistema di supporto alle tue decisioni Introduzione a PowerSchedO White paper Per maggiori informazioni http://www.powerschedo.it http://www.mbigroup.it PowerSchedO è un marchio registrato MBI. Questo

Dettagli

Processo di implementazione e certificazione di un sistema di gestione per la qualità

Processo di implementazione e certificazione di un sistema di gestione per la qualità Processo di implementazione e certificazione di un sistema di gestione per la qualità Bologna, 29 aprile SAFER, SMARTER, GREENER Scenario normativo La prima edizione della norma ISO 9001 è stata pubblicata

Dettagli

La certificazione ISO/IEC 20000-1:2005: casi pratici

La certificazione ISO/IEC 20000-1:2005: casi pratici La certificazione ISO/IEC 20000-1:2005: casi pratici L esperienza DNV come Ente di Certificazione ISO 20000 di Cesare Gallotti e Fabrizio Monteleone La ISO/IEC 20000-1:2005 (che recepisce la BS 15000-1:2002

Dettagli

Proteggere il proprio Business: Il governo della sicurezza dell Informazione nell organizzazione aziendale

Proteggere il proprio Business: Il governo della sicurezza dell Informazione nell organizzazione aziendale Proteggere il proprio Business: Il governo della sicurezza dell Informazione nell organizzazione aziendale Visionest S.p.A. Padova, 11 giugno 2002 David Bramini david.bramini@visionest.com > Agenda Proteggere

Dettagli

La Sicurezza oggi Cause, Trend, Tattiche e.. Soluzioni Carlo Mauceli Carlo.Mauceli@microsoft.com Chief technology Officer Microsoft Italia

La Sicurezza oggi Cause, Trend, Tattiche e.. Soluzioni Carlo Mauceli Carlo.Mauceli@microsoft.com Chief technology Officer Microsoft Italia La Sicurezza oggi Cause, Trend, Tattiche e.. Soluzioni Carlo Mauceli Carlo.Mauceli@microsoft.com Chief technology Officer Microsoft Italia Microsoft Security Briefing 2015 La mail pirata attacca i Comuni

Dettagli

Il Comune di La Spezia protegge la continuità dei servizi con soluzioni di backup e replica di CA Technologies

Il Comune di La Spezia protegge la continuità dei servizi con soluzioni di backup e replica di CA Technologies CUSTOMER SUCCESS STORY Il Comune di La Spezia protegge la continuità dei servizi con soluzioni di backup e replica di CA Technologies PROFILO DEL CLIENTE: Organizzazione: Comune di La Spezia Settore: Governo

Dettagli

La provincia di Milano

La provincia di Milano La provincia di Milano Siena, maggio 2014 Area Research & IR Provincia di Milano: dati socio economici 1/2 Milano DATI SOCIO-ECONOMICI 2014 Var. % 13-14 Var. % 14-15 Var. % 15-16 Milano Italia Milano Italia

Dettagli

Kofax. Desktop 2.0. Guida all installazione 10300948-000

Kofax. Desktop 2.0. Guida all installazione 10300948-000 Kofax Desktop 2.0 Guida all installazione 10300948-000 2009-2010 Kofax, Inc., 15211 Laguna Canyon Road, Irvine, California 92618, U.S.A. All rights reserved. Use is subject to license terms. Third-party

Dettagli

Think Sustainability The millennials view

Think Sustainability The millennials view www.pwc.com/it Think Sustainability The millennials view Crafting the future of fashion Summit CNMI Il nostro focus Cosa pensano i millennials* 3 160 interviste Che cosa dice la rete 85 000 conversazioni

Dettagli

LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DELLA NORMA UNI EN ISO 9001:2008 IN ORGANIZZAZIONI CHE EROGANO SERVIZI E OPERANO PER PROGETTI, PRATICHE O COMMESSE

LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DELLA NORMA UNI EN ISO 9001:2008 IN ORGANIZZAZIONI CHE EROGANO SERVIZI E OPERANO PER PROGETTI, PRATICHE O COMMESSE LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DELLA NORMA UNI EN ISO 9001:2008 IN ORGANIZZAZIONI CHE EROGANO SERVIZI E OPERANO PER PROGETTI, PRATICHE O COMMESSE ottobre 2010 SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE Scopo delle

Dettagli

PROPOSTA IMMOBILIARE VILLE A SCHIERA

PROPOSTA IMMOBILIARE VILLE A SCHIERA Short Memorandum PROPOSTA IMMOBILIARE VILLE A SCHIERA NAZIONE Italia REGIONE Friuli PROVINCIA Udine COMUNE Campoformido ZONA Scuole Elementari Via C. Percoto + Referente: dott. Michele Savoia VILLA A Villa

Dettagli

Aprile 2015 Global Unit Technology & Services SAFER, SMARTER, GREENER

Aprile 2015 Global Unit Technology & Services SAFER, SMARTER, GREENER Breve presentazione su: - High Level Structure delle ISO per gli standard del sistema di gestione - Principali cambiamenti nel DIS 9001:2015 e DIS 14001:2015 - Piano per la revisione e il periodo di transizione

Dettagli

www.lrqa.it certicazione@lr.org Improving performance, reducing risk

www.lrqa.it certicazione@lr.org Improving performance, reducing risk www.lrqa.it certicazione@lr.org Improving performance, reducing risk Ad ottobre 2015, le norme ISO 9001:2008 ed ISO 14001:2004 evolveranno. Gli obiettivi della revisione: integrare le nuove sfide delle

Dettagli

Preaudit Sicurezza / Ambiente. General Risk Assessment

Preaudit Sicurezza / Ambiente. General Risk Assessment General Risk Assessment Conduzione di un General Risk Assessment in coerenza con i requisiti ISO 9001:2015. nel 2015 verrà pubblicata la nuova UNI EN ISO 9001 che avrà sempre più un orientamento alla gestione

Dettagli

Oracle Retail MICROS Stores2 Functional Document Customer Invoices - VAT Release 1.39. March 2016

Oracle Retail MICROS Stores2 Functional Document Customer Invoices - VAT Release 1.39. March 2016 Oracle Retail MICROS Stores2 Functional Document Customer Invoices - VAT Release 1.39 March 2016 Oracle Retail MICROS Stores2 Functional Document Customer Invoices - VAT, Release 1.39 Copyright 2016, Oracle

Dettagli

ISO/IEC 27001 Versioni a confronto: 2005 vs 2013

ISO/IEC 27001 Versioni a confronto: 2005 vs 2013 ISO/IEC 27001 Versioni a confronto: 2005 vs 2013 Introduzione Il primo ottobre 2015 la normativa ISO/IEC 27001: 2005 verrà definitivamente sostituita dalla più recente versione del 2013: il periodo di

Dettagli

Ultime tendenze di conceptual design

Ultime tendenze di conceptual design Conceptual design Sondaggio Ultime tendenze di conceptual design messo a disposizione da PTC Ruolo del partecipante nel conceptual design: Creatore Influenzatore Dirigente Manager Fonte: "Trends in Concept

Dettagli

Sistemi di gestione per la qualità Requisiti

Sistemi di gestione per la qualità Requisiti Titolo ISO/FDIS 9001:2000 Sistemi di gestione per la qualità Requisiti Quality management systems Requirements DOCUMENTO ISO ALLO STADIO DI PROGETTO FINALE DI NORMA INTERNAZIONALE (FINAL DRAFT INTERNATIONAL

Dettagli

Draft Framework Outline Italian translation

Draft Framework Outline Italian translation Draft Framework Outline Italian translation Italian Translation generously provided by BilanciaRSI srl www.bilanciarsi.it LA PRESENTE VERSIONE PROVVISORIA Nel suo Discussion Paper del 2011, Towards Integrated

Dettagli

SPF. Descrizione ed interesse

SPF. Descrizione ed interesse SPF (Società di gestione di Partecipazione Familiare) Descrizione ed interesse La Commissione Europea ha abolito la «Holding 29». In risposta, il governo ha lanciato nel 2007 una nuova forma di holding,

Dettagli

VISION 2000 VISION 2000

VISION 2000 VISION 2000 VISION 2000 dalle QUALITA? ISO 9000 alle VISION 2000 SOMMARIO Aspetti generali, architettura e caratteristiche delle norme Evoluzione dei contenuti Ricadute sui processi di certificazione Applicazione

Dettagli

Trasmettitore DigiMemo Bluetooth per Smartphone

Trasmettitore DigiMemo Bluetooth per Smartphone Trasmettitore DigiMemo Bluetooth per Smartphone Guida all uso BTX-100 Preparazione... 1 Accoppiamento del Trasmettitore Bluetooth... 1 Installazione del software DigiMemo Express sul telefono... 1 Accensione

Dettagli

Gli Investimenti e Le Transazioni. Roberto Galano Executive Vice President 20 Giugno 2012

Gli Investimenti e Le Transazioni. Roberto Galano Executive Vice President 20 Giugno 2012 Gli Investimenti e Le Transazioni nel Settore Alberghiero in Italia Roberto Galano Executive Vice President 20 Giugno 2012 Agenda Volume Investimenti nel Settore alberghiero in Italia Investitori alberghieri

Dettagli

REPORT AUDIT DI DOSE PER STERILIZZAZIONE RAGGI BETA ELECTRON BEAM STERILIZATION VALIDATION REPORT

REPORT AUDIT DI DOSE PER STERILIZZAZIONE RAGGI BETA ELECTRON BEAM STERILIZATION VALIDATION REPORT PROGRAMMA DI ASSICURAZIONE QUALITÀ QUALITY ASSURANCE PROGRAMM PROCEDURA DI QUALITÀ PQ 008 QUALITY PROCEDURE Pag. 1 di 6 REPORT AUDIT DI DOSE PER STERILIZZAZIONE RAGGI BETA ELECTRON BEAM STERILIZATION VALIDATION

Dettagli

no. SIC04053.03 Rev. 00 Dated 2008.10.02

no. SIC04053.03 Rev. 00 Dated 2008.10.02 TECHNICAL REPORT RAPPORTO TECNICO no. SIC04053.03 Rev. 00 Dated 2008.10.02 This technical report may only be quoted in full. Any use for advertising purposes must be granted in writing. This report is

Dettagli

Solaris 7980g. Manuale di avvio rapido. Imager area di presentazione. 7980-ITIT-QS Rev A 10/15

Solaris 7980g. Manuale di avvio rapido. Imager area di presentazione. 7980-ITIT-QS Rev A 10/15 Solaris 7980g Imager area di presentazione Manuale di avvio rapido 7980-ITIT-QS Rev A 10/15 Nota: per informazioni sulla pulizia del dispositivo, consultare il manuale dell utente. Versioni in altre lingue

Dettagli

L indice FTSE AIM Italia Luca Filippa FTSE, Managing Director Southern Europe. Osservatorio IR TOP su AIM Italia

L indice FTSE AIM Italia Luca Filippa FTSE, Managing Director Southern Europe. Osservatorio IR TOP su AIM Italia L indice FTSE AIM Italia Luca Filippa FTSE, Managing Director Southern Europe Osservatorio IR TOP su AIM Italia Società quotate, risultati e investitori Milano, Palazzo Mezzanotte, 30 luglio 2015 ftserussell.com

Dettagli

Autodesk. SketchBook INK. Suggerimenti e Trucchi. Android

Autodesk. SketchBook INK. Suggerimenti e Trucchi. Android Autodesk SketchBook INK Suggerimenti e Trucchi Android Indice dei contenuti Suggerimenti prima di iniziare 3 Introduzione 4 Crea una canvas 4 Navigare 4 Nascondi l Interfaccia Utente 4 Colore 5 Personalizza

Dettagli

In che modo ripagherà l investimento di tempo e di denaro che è stato necessario per crearla e per gestirla?

In che modo ripagherà l investimento di tempo e di denaro che è stato necessario per crearla e per gestirla? Tutti i documenti digitali di questo corso (PDF, MP3, QuickTime, MPEG, eccetera) sono firmati con firma digitale e marcatura temporale ufficiali e sono di proprietà dell'autore. Qualsiasi tentativo di

Dettagli

Soddisfazione del cliente

Soddisfazione del cliente Soddisfazione del cliente Rilevazione, misurazione, miglioramento di Sophie Millot AFNOR, 2001 Titolo originale: L enquête de satisfaction. Guide méthodologique, Sophie Millot AFNOR - Association Française

Dettagli

Sistemi di Gestione: cosa ci riserva il futuro? Novità Normative e Prospettive

Sistemi di Gestione: cosa ci riserva il futuro? Novità Normative e Prospettive Comitato SGQ Comitato Ambiente Sistemi di Gestione: cosa ci riserva il futuro? Novità Normative e Prospettive Mercoledì, 23 febbraio 2005 - Palazzo FAST (Aula Morandi) Piazzale Morandi, 2 - Milano E' una

Dettagli

Progetto Strategico ICT per Expo Milano 2015 Ecosistema Digitale E015

Progetto Strategico ICT per Expo Milano 2015 Ecosistema Digitale E015 Progetto Strategico ICT per Expo Milano 2015 Ecosistema Digitale E015 FOR DISCUSSION PURPOSES ONLY: ANY OTHER USE OF THIS PRESENTATION - INCLUDING REPRODUCTION FOR PURPOSES OTHER THAN NOTED ABOVE, MODIFICATION

Dettagli

INFRASTRUCTURE LICENSING WINDOWS SERVER. Microsoft licensing in ambienti virtualizzati. Acronimi

INFRASTRUCTURE LICENSING WINDOWS SERVER. Microsoft licensing in ambienti virtualizzati. Acronimi Microsoft licensing in ambienti virtualizzati Luca De Angelis Product marketing manager Luca.deangelis@microsoft.com Acronimi E Operating System Environment ML Management License CAL Client Access License

Dettagli

Nuove Funzionalità di CitiDirect BE

Nuove Funzionalità di CitiDirect BE Treasury and Trade Solutions Giugno 2015 Nuove Funzionalità di CitiDirect BE Speakers: Giuseppe Angellotti Electronic Banking Services TTS Client Operations Sommario: 1. Nuovo Portale CitiDirect BE 2.

Dettagli

La gestione tattica di un portafoglio target volatility

La gestione tattica di un portafoglio target volatility La gestione del Portfolio tattico e Money Management La gestione tattica di un portafoglio target volatility Relatore: Federico Pitocco Business Development Manager Morningstar Investment Management Europe

Dettagli

www.fire-italia.org Valentina Bini, FIRE INFODAY Regione Marche 18 febbraio 2013, Ancona

www.fire-italia.org Valentina Bini, FIRE INFODAY Regione Marche 18 febbraio 2013, Ancona La norma ISO 50001 Valentina Bini, FIRE INFODAY Regione Marche 18 febbraio 2013, Ancona I problemi dell energy management Fondamentalmente l EM è richiesto per risparmiare sui costi aziendali. Costi sempre

Dettagli

Qualification Program in IT Service Management according to ISO/IEC 20000. Cesare Gallotti Milano, 23 gennaio 2009

Qualification Program in IT Service Management according to ISO/IEC 20000. Cesare Gallotti Milano, 23 gennaio 2009 Qualification Program in IT Service Management according to ISO/IEC 20000 Cesare Gallotti Milano, 23 gennaio 2009 1 Agenda Presentazione Le norme della serie ISO/IEC 20000 L IT Service Management secondo

Dettagli

SOMMARIO DELL ESTRATTO

SOMMARIO DELL ESTRATTO ESTRATTO 1 SOMMARIO DELL ESTRATTO INTRODUZIONE ALL INDAGINE... Pag. 3 PERFORMANCE EMAIL DEL SETTORE NON PROFIT Overview dati GENNAIO 2013 DICEMBRE 2013 e anteprima GENNAIO-GIUGNO 2014... Pag. 5 Distanza

Dettagli

UNI EN ISO 9001:2008 COSA CAMBIA

UNI EN ISO 9001:2008 COSA CAMBIA UNI EN ISO 9001:2008 COSA CAMBIA Scopo dell intervento Una panoramica sulle modifiche dell edizione 2008 della ISO 9001 per visualizzare la portata del cambiamento. I primi passi Individuare i cambiamenti

Dettagli

Now, The Consumer Age

Now, The Consumer Age Internal Use Only Now, The Consumer Age Mondo post industriale Emergenza retail moderno Source: IBM, Retail 2020: Reinvesting retailing once again, (2012) Mass media Sviluppo mercati di massa Movimenti

Dettagli

CINA POTENZIALITÀ E LIMITI

CINA POTENZIALITÀ E LIMITI IL SETTORE AGROALIMENTARE ITALIANO IN CINA Fermo, 17 Marzo 2014 CINA POTENZIALITÀ E LIMITI DELL e-commerce NEL SETTORE DELL AGROALIMENTARE Avv. Federica Monti Studio M&G Professionals Ph. D. Diritto Cinese

Dettagli

Computer mobile Dolphin TM serie 6500. Guida Introduttiva

Computer mobile Dolphin TM serie 6500. Guida Introduttiva Computer mobile Dolphin TM serie 6500 Guida Introduttiva Computer mobile Dolphin serie 6500 Contenuto della confezione Accertarsi che la confezione contenga quanto segue: Computer mobile Dolphin 6500

Dettagli

Data: Altre informazioni: 15.06.2015 w w w.sw isssalary.ch. copyright 1998-2015 Swisssalary Ltd.

Data: Altre informazioni: 15.06.2015 w w w.sw isssalary.ch. copyright 1998-2015 Swisssalary Ltd. IncaMail Data: Altre informazioni: 15.06.2015 w w w.sw isssalary.ch copyright 1998-2015 Swisssalary Ltd. IncaMail 2015 SwissSalary Ltd. All rights reserved. No parts of this work may be reproduced in any

Dettagli

Arneg protegge la continuità del proprio processo produttivo con CA ARCserve D2D

Arneg protegge la continuità del proprio processo produttivo con CA ARCserve D2D CUSTOMER SUCCESS STORY Arneg protegge la continuità del proprio processo produttivo con CA ARCserve D2D PROFILO DEL CLIENTE: Azienda: Arneg S.p.A. Settore: Produzione di attrezzature per la vendita al

Dettagli

Riconciliazione tra istruzioni T2S ed istruzioni X-TRM

Riconciliazione tra istruzioni T2S ed istruzioni X-TRM Riconciliazione tra istruzioni T2S ed istruzioni X-TRM Versione 2.0 18/03/2015 London Stock Exchange Group 18/03/2015 Page 1 Summary Riconciliazione X-TRM e T2S per DCP 1. Saldi iniziali ed operazioni

Dettagli

Come cambierà la ISO 9001 nel 2015?

Come cambierà la ISO 9001 nel 2015? Come cambierà la ISO 9001 nel 2015? ISO 9001:2015 Indice 1. A che punto siamo con la revisione della norma? 2. Quali nuove esigenze sono alla base della revisione? 3. Che cosa cambia? 4. Quali vantaggi

Dettagli

CODICE INTERNAZIONALE DI CONDOTTA ICC/ESOMAR RELATIVO ALLE RICERCHE DI MERCATO E SOCIALI

CODICE INTERNAZIONALE DI CONDOTTA ICC/ESOMAR RELATIVO ALLE RICERCHE DI MERCATO E SOCIALI CODICE INTERNAZIONALE DI CONDOTTA ICC/ESOMAR RELATIVO ALLE RICERCHE DI MERCATO E SOCIALI CODICE INTERNAZIONALE DI CONDOTTA ICC/ESOMAR RELATIVO ALLE RICERCHE DI MERCATO E SOCIALI CONTENUTO 2 PREMESSA 3

Dettagli

LA NUOVA ISO 9001:2015

LA NUOVA ISO 9001:2015 Aspettative e confronto con la versione 2008 Vincenzo Paolo Maria Rialdi Lead Auditor IRCA Amministratore Delegato e Direttore Tecnico Vevy Europe S.p.A. 2/9 BREVE STORIA DELLA NORMA ISO 9000 standard

Dettagli

Monte Titoli. L evoluzione dei protocolli di comunicazione. Milano, 24 Settembre 2012. Andrea Zenesini IT Manger

Monte Titoli. L evoluzione dei protocolli di comunicazione. Milano, 24 Settembre 2012. Andrea Zenesini IT Manger Monte Titoli L evoluzione dei protocolli di comunicazione Milano, 24 Settembre 2012 Andrea Zenesini IT Manger Evoluzione della connettività Perché l abbandono del protocollo LU6.2? Standard obsoleto Compatibilità

Dettagli

Numero di PC. Ideale per aziende con circa 50 PC (limite a 75 utenti/device). Standard Edition = 1 Server Premium Edition = 2 Servers

Numero di PC. Ideale per aziende con circa 50 PC (limite a 75 utenti/device). Standard Edition = 1 Server Premium Edition = 2 Servers 25 50 100 250 Numero di PC Ideale per aziende con circa 50 PC (limite a 75 utenti/device). Standard Edition = 1 Server Premium Edition = 2 Servers Ideale per aziende con circa 250 PC (supporto max 300

Dettagli

Vuquest 3310g. Guida introduttiva. Area Imager con cavo. 3310-IT-QS Rev C 1/13

Vuquest 3310g. Guida introduttiva. Area Imager con cavo. 3310-IT-QS Rev C 1/13 Vuquest 3310g Area Imager con cavo Guida introduttiva 3310-IT-QS Rev C 1/13 Nota: per informazioni sulla pulizia del dispositivo, consultare il manuale dell utente. Versioni in altre lingue di questo documento

Dettagli

Monte Titoli Test di Connettività. v1.0 - Febbraio 2015

Monte Titoli Test di Connettività. v1.0 - Febbraio 2015 Monte Titoli Test di Connettività v1.0 - Febbraio 2015 Page 1 Introduzione Per supportare la piattaforma T2S, Monte Titoli ha predisposto nuovi ambienti dedicati: - Produzione - Avviamento e DR che coesisteranno

Dettagli

L uso dei farmaci generici in Italia prima e dopo il decreto Balduzzi. Laura Gatti, Senior Manager, Offering - IMS Health

L uso dei farmaci generici in Italia prima e dopo il decreto Balduzzi. Laura Gatti, Senior Manager, Offering - IMS Health L uso dei farmaci generici in Italia prima e dopo il decreto Balduzzi Laura Gatti, Senior Manager, Offering - IMS Health Torino 28 Novembre 2013 Agenda Introduzione e definizioni Il Mercato dei farmaci

Dettagli

Le Opportunità dell Archiviazione Informatica e della Conservazione Sostitutiva

Le Opportunità dell Archiviazione Informatica e della Conservazione Sostitutiva Le Opportunità dell Archiviazione Informatica e della Conservazione Sostitutiva 22 Settembre 2005 David Bramini, Partner Visionest David.bramini@visionest.com > Agenda Costi dell Archiviazione Cartacea

Dettagli

Le norme della Qualità

Le norme della Qualità Le norme ISO9000 e la loro evoluzione L evoluzione delle ISO 9000 in relazione alla evoluzione delle prassi aziendali per la Qualita 3 Evoluzione della serie ISO 9000 2 1 Rev. 1 ISO 9000 Rev. 2 ISO 9000

Dettagli

wind energy our business Leasing per impianti eolici

wind energy our business Leasing per impianti eolici wind energy our business Leasing per impianti eolici Finleasing è attiva nel settore finanziario da oltre 30 anni e appartiene all area Servizi alle Imprese del Gruppo Finanziaria Internazionale SpA. Finleasing

Dettagli

Area Sistemi Sicurezza Informatica

Area Sistemi Sicurezza Informatica InfoCamere Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni Note sull installazione di CardOS API 2.2.1 Funzione emittente 70500 Area Sistemi Sicurezza Informatica NOTE su

Dettagli

Manufacturing Esperienze di innovazione & complessità aziendali. Massimiliano Ortalli General Business Director, E&C Organization, SAP Italia

Manufacturing Esperienze di innovazione & complessità aziendali. Massimiliano Ortalli General Business Director, E&C Organization, SAP Italia Manufacturing Esperienze di innovazione & complessità aziendali Massimiliano Ortalli General Business Director, E&C Organization, SAP Italia Agenda SALA AMBER 4 11.00 Complessità aziendale e percorsi di

Dettagli

Voyager 1202g. Guida rapida d utilizzo. Lettore di codici a barre laser a linea singola senza filo. VG1202-IT-QS Rev A 10/11

Voyager 1202g. Guida rapida d utilizzo. Lettore di codici a barre laser a linea singola senza filo. VG1202-IT-QS Rev A 10/11 Voyager 1202g Lettore di codici a barre laser a linea singola senza filo Guida rapida d utilizzo VG1202-IT-QS Rev A 10/11 Note: per informazioni sulla pulizia del dispositivo, consultare il manuale dell

Dettagli

Progetto Strategico ICT per Expo Milano 2015 Ecosistema Digitale E015

Progetto Strategico ICT per Expo Milano 2015 Ecosistema Digitale E015 Progetto Strategico ICT per Expo Milano 2015 Ecosistema Digitale E015. FOR DISCUSSION PURPOSES ONLY: ANY OTHER USE OF THIS PRESENTATION - INCLUDING REPRODUCTION FOR PURPOSES OTHER THAN NOTED ABOVE, MODIFICATION

Dettagli

Il sostegno finanziario dei progetti di efficienza energetica: le modalità di accesso al credito

Il sostegno finanziario dei progetti di efficienza energetica: le modalità di accesso al credito Il sostegno finanziario dei progetti di efficienza energetica: le modalità di accesso al credito Giuseppe Dasti Coordinatore desk Energia Mediocredito Italiano - Gruppo Intesa Sanpaolo Conferenza FIRE:

Dettagli

TEMPLATE FOR CC MEMBERS TO SUBMIT QUESTIONS AT THE 22 nd MEETING OF THE EA CERTIFICATION COMMITTEE

TEMPLATE FOR CC MEMBERS TO SUBMIT QUESTIONS AT THE 22 nd MEETING OF THE EA CERTIFICATION COMMITTEE Agenda Item 9 EACC(11)M22Prep-QUESTIONS TEMPLATE FOR CC MEMBERS TO SUBMIT QUESTIONS AT THE 22 nd MEETING OF THE EA CERTIFICATION COMMITTEE WARNING: Documento NON UFFICIALE. Quando disponibile il verbale

Dettagli

IMPLEMENTAZIONE DEI TAG SOFTWARE NEI PRODOTTI ADOBE NOTE TECNICHE

IMPLEMENTAZIONE DEI TAG SOFTWARE NEI PRODOTTI ADOBE NOTE TECNICHE IMPLEMENTAZIONE DEI TAG SOFTWARE NEI PRODOTTI ADOBE NOTE TECNICHE 2011 Adobe Systems Incorporated. All rights reserved. Software Tag Implementation in Adobe Products Tech Note Adobe, the Adobe logo, and

Dettagli

Corso Azienda - Modulo 7 - Lezione 4 Struttura del business plan Pag. 1/7

Corso Azienda - Modulo 7 - Lezione 4 Struttura del business plan Pag. 1/7 Tutti i documenti digitali di questo corso (PDF, MP3, QuickTime, MPEG, eccetera) sono firmati con firma digitale e marcatura temporale ufficiali e sono di proprietà dell'autore. Qualsiasi tentativo di

Dettagli

Ruolo delle associazioni di impresa nella informazione corretta sui pericoli da sostanze e miscele

Ruolo delle associazioni di impresa nella informazione corretta sui pericoli da sostanze e miscele Ruolo delle associazioni di impresa nella informazione corretta sui pericoli da sostanze e miscele Ilaria Malerba Area Sicurezza Prodotti e Igiene Industriale Roma, 19 maggio 2015 1 giugno 2015: alcuni

Dettagli