CESSIONE E CONFERIMENTO D AZIENDA E DI PARTECIPAZIONI. a cura di Eugenio Romita

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CESSIONE E CONFERIMENTO D AZIENDA E DI PARTECIPAZIONI. a cura di Eugenio Romita"

Transcript

1 CESSIONE E CONFERIMENTO D AZIENDA E DI PARTECIPAZIONI a cura di Eugenio Romita 1

2 CESSIONE D AZIENDA 2 2

3 Cessione d azienda Isolamento (salvo eccezioni) rispetto alle altre operazioni straordinarie creato dalla riforma Ires. Ante riforma. Per il cedente, indifferenza fiscale tra cessione di azienda e cessione di partecipazioni (imposizione sostitutiva); per il cessionario, preferenza per la prima sebbene anche la seconda poteva rivelarsi efficiente (regime dei disavanzi). Spirito della riforma (relazioni al d.d.l. delega e al d.lgs 344/2003). Eliminazione degli arbitraggi tra aliquote (19% contro Irpeg) che favorivano asimmetrie di disciplina. Post riforma. Abrogazione imposizione sostitutiva. Sia per il cedente che per il cessionario non è più indifferente la sceltra tra cessione d azienda e cessione di partecipazioni. 3 3

4 Cessione d azienda Regime Irpef - Reddito d impresa Minusvalenza. Deducibile Plusvalenza. Azienda posseduta da: - meno di 3 anni: reddito d impresa ordinario con aliquote progressive - almeno 3 anni: idem o rateizzazione opzionale (esclusa per l unica azienda) - più di 5 anni: ibidem o, se persona fisica, tassazione separata 4 4

5 Cessione d azienda Regime Irpef - Casi particolari Azienda in successione o donata. Continuità dei valori fiscali, anche per donatario non familiare (art. 58 vs. vecchio art. 54), forse anche senza prosecuzione dell attività d impresa (prevista ancora della l. 383/2001). Successiva cessione in esercizio d impresa. Idem reddito d impresa. Successiva cessione senza esercizio d impresa. Reddito diverso. 5 5

6 Cessione d azienda Regime Irpef - Casi particolari Azienda concessa in affitto/usufrutto e poi ceduta. Realizzo in esercizio d impresa: idem reddito d impresa. Realizzo senza esercizio d impresa: reddito diverso 6 6

7 Cessione d azienda Regime Ires Minusvalenza. Deducibile. Plusvalenza. Azienda posseduta da: - meno di 3 anni: tassazione ordinaria immediata - almeno 3 anni: idem o rateizzazione (opzionale) 7 7

8 Cessione d azienda Regime Ires - Confronto con il passato Plusvalenza = 100 TASSAZIONE SOCIETA FINO AL DAL TASSAZIONE SOCIO _ 1 ca. 8 8

9 Cessione d azienda Regime Ires - Casi particolari Azienda contenente partecipazioni esenti. Regime ordinario (l art. 86 comma 2 parla di plusvalenze realizzate unitariamente), non pare esserci spazio per estendere l esenzione dell art

10 Cessione d azienda Regime Ires - Casi particolari Permuta di azienda (art. 86 comma 2). Esisteva già per i beni ammortizzabili, finalità di sospendere la parte di plusvalenza eccedente il conguaglio in denaro. Creava indeterminatezza in presenza di corrispettivo multiplo (ripartizione del costo del bene ceduto) ed incertezza sull ammissibilità della permuta di azienda. La riforma risolve l ultimo problema (portata innovativa?), tuttavia l avverbio complessivamente offre margini di discrezionalità in sede di allocazione del valore complessivo (alias, netto?) dell azienda permutata sui singoli elementi dell azienda ricevuta (tema spigoloso, attenzione all elusione)

11 Cessione d azienda Regime Ires - Casi particolari Cessione infragruppo nel consolidato nazionale (artt. 123, 124 comma 1 lett. b, 125 comma 1). Si applica anche all azienda quale universalità. Neutralità/continuità dei valori fiscali, solo per cessioni plusvalenti (Circ. 53/E/2004). Condizioni: - opzione congiunta nel singolo contratto (forma scritta); se la cessione avviene prima dell opzione per il consolidato, integrazione del contratto entro l approvazione del bilancio (d.m e Circ. 53/E/2004); - differenza tra valori contabili e fiscali riconciliata nella dichiarazione di gruppo

12 Cessione d azienda Regime Ires - Casi particolari Cessione infragruppo nel consolidato nazionale (segue) La controllante può essere estranea alla cessione; in tal caso l utile della controllata cedente si può distribuire senza tassazione per la controllante. Sembrano consentite cessioni plurime della medesima azienda all interno del gruppo. Trasferimento a saldi chiusi o a saldi aperti? Deroga alla regola dell operazione realizzativa, mutuabilità del regime dell art. 176 (subentro, prospetto di riconciliazione, ) 12 12

13 Cessione d azienda Regime Ires - Casi particolari Cessione infragruppo nel consolidato nazionale (segue) Azienda contenente partecipazioni: permane la classificazione del primo bilancio del cedente (d.m ), si aggiunge il periodo di possesso maturato dal cedente. Elusività potenziale (art. 37-bis del dpr 600/1973, lett. b o nuova lett. f-bis) Art. 123 comma 2: norma antielusiva specifica per le perdite pregresse del cessionario (disapplicabilità con interpello negativo) 13 13

14 Cessione d azienda Regime Ires - Casi particolari Cessione infragruppo nel consolidato nazionale (segue) Art. 124 comma 1 lett b: cessazione del controllo su cedente o cessionario, immediato recupero integrale della sospensione in capo alla controllante. Art. 125 comma 1: stessa disciplina in caso di mancato rinnovo dell opzione per il consolidato. Altre ipotesi di interruzione del regime di neutralità (Circ. 53/E/2004): - cessione successiva minusvalente; - cessione successiva a soggetto non consolidato

15 Cessione d azienda Regime Ires Questioni comuni Cessione. Trasferimento a titolo definitivo della proprietà; no diritti reali o personali di godimento; si permuta, conferimento, assegnazione ai soci. Rateizzazione. Possibili scelte diverse per cessioni diverse nel medesimo esercizio? Non sembrano esservi ostacoli letterali, ma la Circ. Assonime 71/1994 è dubitativa. Azienda. Anche un ramo. Possesso 3 o 5 anni. Decorre dalla costituzione dell azienda, indipendentemente da acquisti recenti di beni o da recente affitto o usufrutto a terzi

16 Cessione d azienda Regime altre imposte Irap. Plusvalenze e minusvalenze non concorrono alla base imponibile. Iva. La cessione è esclusa dal campo di applicazione. Registro. Aliquote diverse, applicate su attività meno passività imputate proporzionalmente. Per gli immobili, aumento del 10% dei moltiplicatori delle rendite (art. 2 comma 63 legge 350/2003). Ipotecaria. 2% sul valore degli immobili al lordo delle passività; idem aumento dei moltiplicatori. Catastale. 1% sul valore degli immobili al lordo delle passività; idem aumento dei moltiplicatori

17 Cessione d azienda Responsabilità tributaria del cessionario Beneficium escussionis. Responsabilità solidale per imposte e sanzioni, limitata al valore dell azienda dichiarato o accertato, per violazioni commesse o contestate nell anno della cessione e nel biennio precedente risultanti all A.f. alla data della cessione. Certificato liberatorio entro 40 giornipuò essere chiesto dal cessionario o dal cedente

18 CESSIONE DI PARTECIPAZIONI Regime Ires Participation exemption 18 18

19 Cessione di partecipazioni Ratio sistematica della participation exemption Tassazione dell utile esclusivamente ove prodotto. Dividendi e plusvalenze, quali utile derivato, non sono tassati (tecnicamente, esclusi i primi, esenti le seconde)

20 Cessione di partecipazioni Esenzione totale per cessione ed operazioni assimilate ai fini fiscali (compreso trasferimento di sede all estero) Società con o senza personalità giuridica Condizioni soggettive e oggettive: a) periodo minimo di possesso: circa 13 mesi b) immobilizzazioni finanziarie c) residenza in Stati non aventi regime fiscale privilegiato (salvo prova contraria) d) esercizio di un impresa commerciale 20 20

21 Cessione di partecipazioni Condizione a): ininterrotto possesso dal primo giorno del 12 mese precedente a quello della cessione. Criterio LIFO per acquisizioni in tempi diversi (solo per verifica dell anzianità di possesso, non per la determinazione della plusvalenza). Continuità del periodo di possesso in caso di pronti contro termine, prestito titoli o altra operazione analoga 21 21

22 Cessione di partecipazioni Condizione b): classificazione fra le immobilizzazioni finanziarie nel PRIMO bilancio chiuso durante il periodo di possesso. Norma transitoria per le partecipazioni possedute alla data di entrata in vigore della disposizione (2004): - riferimento al bilancio relativo al SECONDO periodo precedente alla data di entrata in vigore (2002) - per le azioni acquistate nel periodo d imposta precedente l entrata in vigore (2003), riferimento alla classificazione nel bilancio relativo a tale periodo 22 22

23 Cessione di partecipazioni Condizione c): società fiscalmente residente in uno Stato o territorio non avente regime fiscale privilegiato. Condizione che deve sussistere ininterrottamente almeno dall inizio del terzo periodo d imposta anteriore al realizzo, salva la dimostrazione, tramite interpello, che dalle partecipazioni non si consegue l effetto di localizzare i redditi in Stati o territori in cui sono sottoposti a regime fiscale privilegiato sin dall inizio del periodo di possesso. Per le holding, l esame si sposta sulla residenza della maggior parte (in valore) delle partecipate

24 Cessione di partecipazioni Condizione d): esercizio di impresa commerciale. condizione che deve sussistere ininterrottamente almeno dall inizio del terzo periodo d imposta anteriore al realizzo PRESUNZIONE: le società di gestione immobiliare non esercitano mai un impresa commerciale le società di trading immobiliare e di costruzione sono escluse dalla presunzione riferimento alla prevalenza della componente immobiliare su quella commerciale (in base ai valori di mercato) per le holding, l esame si sposta sulle partecipate non applicabile a partecipazioni in società quotate e in caso di OPV per IPO 24 24

25 Cessione di partecipazioni Plusvalenze su: partecipazioni in società (comprese azioni proprie, usufrutto e diritti di opzione se la cessione è fatta dal titolare della piena proprietà) escluse le cessioni di quote di OICR e SICAV strumenti finanziari similari alle azioni contratti di associazione in partecipazione e cointeressenza con apporto diverso da quello di opere e servizi Esenzione applicabile anche a: rimborso del sovrapprezzo, di versamenti soci a fondo perduto o in conto capitale e di altre riserve di capitale recesso, riduzione per capitale esuberante o liquidazione per la parte che eccede il costo fiscalmente riconosciuto della partecipazione valenza qualificatoria come plusvalenza (C.M. 36/e del 4 agosto 2004) 25 25

26 Cessione di partecipazioni Irrilevanza fiscale di svalutazioni e rivalutazioni di partecipazioni Indeducibilità fiscale di minusvalenze da realizzo su partecipazioni che si qualificano per la participation exemption 26 26

27 CONFERIMENTO DI AZIENDA E DI PARTECIPAZIONI 27 27

28 Conferimento realizzativo di azienda e di partecipazioni Art. 175 Metodo di determinazione della plusvalenza. Oggetto: azienda (o ramo), partecipazioni di controllo o collegamento. Norma antielusiva per partecipazioni non esenti. Esempio: A A C (pex) B (non pex) B (non pex) 28 28

29 Conferimento realizzativo di azienda e di partecipazioni Art. 175 Conferimento di azienda: la disciplina del comma 1 si applica anche se conferente o conferitaria non residente, purché l azienda sia situata in Italia Conferimento dell unica azienda: la successiva cessione plusvalente della conferitaria produce reddito diverso (plusvalenza qualificata) Il trasferimento avviene a saldi chiusi : nuovi ammortamenti, nuova decorrenza del periodo di possesso dell azienda e delle partecipazioni 29 29

30 Conferimento neutrale di azienda Art. 176 Soggetti Conferente: imprenditore individuale o società residente Conferitaria: soggetti di cui all art. 73, comma1, lett. a) e b) residenti Oggetto Aziende eliminazione requisito del possesso minimo triennale Effetti contabili - fiscali Contabilizzazione a saldi aperti Costo fiscale della partecipazione nella conferitaria uguale al costo fiscale dell azienda conferita; subentro nella posizione soggettiva del conferente, prospetto di riconciliazione tra valori contabili e valori fiscali 30 30

31 Conferimento neutrale di azienda Art. 176 E il regime ordinario per i conferimenti di aziende; in alternativa, opzione per la rilevanza fiscale del conferimento. Non elusivo il conferimento d azienda e la successiva cessione della partecipazione nella conferitaria. La conferitaria eredita il periodo di possesso dell azienda conferita presso la conferente. La partecipazione nella conferitaria si considera iscritta tra le immobilizzazioni finanziarie del bilancio in cui erano iscritti i beni dell azienda conferita. Necessità di trasferire sulla conferitaria il vincolo di sospensione relativo alle deduzioni extracontabili di cui all art. 109 relative all azienda conferita effettuate dalla conferente

32 SCAMBIO DI PARTECIPAZIONI 32 32

33 Scambio di partecipazioni Art. 177 Scambio attuato tramite permuta - art. 177 comma 1 - regime di neutralità - Il costo della partecipazione data in permuta deve essere attribuito alle partecipazioni ricevute - casistica limitata per via dei limiti civilistici al possesso di azioni proprie Scambio attuato tramite il conferimento - art. 177 commi 2 e 3 - meccanismo di determinazione del reddito - più diffuso nella prassi rispetto alla permuta 33 33

34 Scambio di partecipazioni tramite permuta art. 177 comma 1 Soggetti Conferente: imprenditore individuale, società o persona fisica Conferitaria: società per azioni Conferita: società di capitali Oggetto La partecipazione scambiata deve essere tale da far acquistare o integrare alla acquirente il controllo di diritto (art. 2359, comma 1 c.c.) della scambiata 34 34

35 Scambio di partecipazioni tramite conferimento art. 177 commi 2 e 3 Soggetti Conferente: imprenditore individuale o società (correttivo Ires: anche persona fisica) Conferitaria: società (anche di persone?) Conferita: società di capitali Oggetto La partecipazione conferita deve essere tale da far acquisire alla conferitaria il controllo di diritto (art. 2359, comma 1 c.c.) della conferita. Norma antielusiva. Richiamo integrale dell art. 175 comma

SOMMARIO. a fiscalità privilegiata... 25. Schema n. 10 - Remunerazioni corrisposte da società non residenti in Paesi

SOMMARIO. a fiscalità privilegiata... 25. Schema n. 10 - Remunerazioni corrisposte da società non residenti in Paesi Sezione prima IN SINTESI Capitolo I - Gli utili da partecipazione e i proventi equiparati Normativa civilistica... 3 Normativa fiscale... 7 Prassi amministrativa... 12 Schema n. 1 - Il regime dei dividendi:

Dettagli

IL TRASFERIMENTO DI QUOTE DI SRL Aspetti di fiscalità diretta

IL TRASFERIMENTO DI QUOTE DI SRL Aspetti di fiscalità diretta IL TRASFERIMENTO DI QUOTE DI SRL Aspetti di fiscalità diretta Dott. Pasquale SAGGESE LA CESSIONE DI NON DETENUTE NELL ESERCIZIO DI IMPRESA QUALIFICATE E FATTISPECIE ASSIMILATE Partecipazioni che rappresentano

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA FACOLTA DI ECONOMIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA FACOLTA DI ECONOMIA Le problematiche civilistiche e fiscali delle operazioni di finanza strutturata bancaria e dei fondi immobiliari UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA FACOLTA DI ECONOMIA Lezione del 11 febbraio 2014 Lezione

Dettagli

Cessione ed affitto d azienda

Cessione ed affitto d azienda Cessione ed affitto d azienda Appunti a cura di Claudio Ducoli aprile 2011 DEFINIZIONE DI AZIENDA L'art. 2555 del c.c. definisce l'azienda come il complesso dei beni organizzati dall'imprenditore per l'esercizio

Dettagli

SCIOGLIMENTO, LIQUIDAZIONE, ESTINZIONE ( e RECESSO) DELLE SOCIETA DI CAPITALI

SCIOGLIMENTO, LIQUIDAZIONE, ESTINZIONE ( e RECESSO) DELLE SOCIETA DI CAPITALI Dott.ssa Silvia Bocci SCIOGLIMENTO, LIQUIDAZIONE, ESTINZIONE ( e RECESSO) DELLE SOCIETA DI CAPITALI Aspetti pratici e fiscali Giovedì 11 novembre 2004 Auditorium della Cultura e della Economia - Prato

Dettagli

TASSAZIONE DEI DIVIDENDI DAL 2004

TASSAZIONE DEI DIVIDENDI DAL 2004 SOMMARIO SCHEMA DI SINTESI DEFINIZIONE DI UTILI ASPETTI GENERALI TRATTAMENTO FISCALE TRATTAMENTO CONTABILE TASSAZIONE DEI DIVIDENDI DAL 2004 Art. 40 D.L. 30.09.2003, n. 269 conv. con L. 24.11.2003, n.

Dettagli

Rivalutazione beni d impresa

Rivalutazione beni d impresa Legge di stabilità 2014 art. 1, commi 140-146 2 PUÒ ESSERE ANCHE SOLO CIVILISTICA? Ossia il maggior valore può essere iscritto in bilancio senza assolvere l imposta sostitutiva, e quindi senza rilevare

Dettagli

INDICE. Premessa... pag. 11

INDICE. Premessa... pag. 11 INDICE Premessa... pag. 11 CAPITOLO PRIMO LA CESSIONE DELLE PARTECIPAZIONI NEL REDDITO DI IMPRESA 1. La cessione delle partecipazioni nel reddito d impresa... pag. 13 1.1 I diversi regimi fiscali applicabili

Dettagli

Università La Sapienza di Roma Le imposte sul reddito. La doppia imposizione soci/società. Cenni al principio di trasparenza.

Università La Sapienza di Roma Le imposte sul reddito. La doppia imposizione soci/società. Cenni al principio di trasparenza. Università La Sapienza di Roma Le imposte sul reddito. La doppia imposizione soci/società. Cenni al principio di trasparenza. Diritto Tributario Prof.ssa Rossella Miceli Il sistema delle imposte sul reddito

Dettagli

LA RIVALUTAZIONE DEGLI IMMOBILI DELLE IMPRESE

LA RIVALUTAZIONE DEGLI IMMOBILI DELLE IMPRESE LA RIVALUTAZIONE DEGLI IMMOBILI DELLE IMPRESE a cura di Diego Cigna Direzione Regionale dell Emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Fiscalità delle Imprese e Finanziaria LA RIVALUTAZIONE DEGLI

Dettagli

Disciplina fiscale Lezione 4 I titoli

Disciplina fiscale Lezione 4 I titoli Disciplina fiscale Lezione 4 I titoli Titoli non costituenti immobilizzazioni (Attivo Circolante) Art. 94 c. 3 DPR 917/86 I titoli vanno raggruppati in categorie omogenee per natura, intendendo della stessa

Dettagli

Circolare del 28 Dicembre 2006 a cura dello Studio De Vito e Associati

Circolare del 28 Dicembre 2006 a cura dello Studio De Vito e Associati LEGALE E TRIBUTARIO Circolare del 28 Dicembre 2006 a cura dello Studio De Vito e Associati Partecipazioni ancora in attesa di chiarimenti. Sono intervenuti in questa Circolare: Dr. Gaetano De Vito, Dr.

Dettagli

Oggetto: Circolari IRES/3. Il nuovo regime fiscale delle plusvalenze da realizzo delle partecipazioni. Decreto Legislativo 12 dicembre 2003, n. 344.

Oggetto: Circolari IRES/3. Il nuovo regime fiscale delle plusvalenze da realizzo delle partecipazioni. Decreto Legislativo 12 dicembre 2003, n. 344. CIRCOLARE N. 36/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 4 agosto 2004 Oggetto: Circolari IRES/3. Il nuovo regime fiscale delle plusvalenze da realizzo delle partecipazioni. Decreto Legislativo

Dettagli

NUOVA ESENZIONE DELLE PLUSVALENZE DA CESSIONI DI ATTIVITA FINANZIARIE CIRCOLARE 15/E

NUOVA ESENZIONE DELLE PLUSVALENZE DA CESSIONI DI ATTIVITA FINANZIARIE CIRCOLARE 15/E NUOVA ESENZIONE DELLE PLUSVALENZE DA CESSIONI DI ATTIVITA FINANZIARIE CIRCOLARE 15/E Premessa L accertamento da redditometro potrà essere disinnescato anche dalle cessioni di partecipazione in società

Dettagli

1. Imposte sul reddito

1. Imposte sul reddito 1. Imposte sul reddito 1.1 Aspetti generali dell imposizione diretta La cessione d azienda è presa in considerazione dall ordinamento tributario, per ciò che attiene all imposizione diretta, in quanto

Dettagli

Ires - La participation exemption. Thomas Tassani Università degli Studi di Urbino Carlo Bo

Ires - La participation exemption. Thomas Tassani Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Ires - La participation exemption Thomas Tassani Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Linee generali di riforma Riforma dell ordinamento tributario: legge delega 80/03. Tassazione del reddito al momento

Dettagli

Gli aspetti fiscali del recesso del socio. Trento, 9 maggio 2014

Gli aspetti fiscali del recesso del socio. Trento, 9 maggio 2014 Gli aspetti fiscali del recesso del socio Trento, 9 maggio 2014 La disciplina fiscale del recesso del socio è caratterizzatadadiversevariabili: -modalitàdirecesso; -modalità scelte per la liquidazione

Dettagli

NOTA INFORMATIVA N. 16/2003

NOTA INFORMATIVA N. 16/2003 ASSOCIATI: prof. dott. GIOVANNI ALBERTI Professore Ordinario di Economia Aziendale all Università di Verona commercialista revisore contabile dott. MINO CASTELLANI commercialista revisore contabile dott.

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DEL PIEMONTE ORIENTALE Amedeo Avogadro

UNIVERSITA DEGLI STUDI DEL PIEMONTE ORIENTALE Amedeo Avogadro UNIVERSITA DEGLI STUDI DEL PIEMONTE ORIENTALE Amedeo Avogadro Facoltà di ECONOMIA E COMMERCIO Tesi di laurea Relatore: Prof.ssa Maura Campra Correlatore: Dott. Braja Eugenio Mario Candidato: D Antuono

Dettagli

PRESENTAZIONE Il libro sulla disciplina delle partecipazioni societarie esce in edizione aggiornata alla luce delle novità normative e dei chiarimenti di prassi nel frattempo intervenuti. Così come nella

Dettagli

IL REGIME FISCALE DELLE CESSIONI D AZIENDA

IL REGIME FISCALE DELLE CESSIONI D AZIENDA IL REGIME FISCALE DELLE CESSIONI D AZIENDA Il trasferimento dell azienda ed il trattamento fiscale connesso alle molteplici forme che tale operazione può assumere 1 Modalità di passaggio dell azienda:

Dettagli

PARTE A Norme generali: novità 2006. CAPITOLO 1 LA NUOVA DISCIPLINA DEL RIPORTO DELLE PERDITE FISCALI di Marco Cossetto e Roberto Frascinelli

PARTE A Norme generali: novità 2006. CAPITOLO 1 LA NUOVA DISCIPLINA DEL RIPORTO DELLE PERDITE FISCALI di Marco Cossetto e Roberto Frascinelli ANALISI PARTE A Norme generali: novità 2006 CAPITOLO 1 LA NUOVA DISCIPLINA DEL RIPORTO DELLE PERDITE FISCALI di Marco Cossetto e Roberto Frascinelli 1. PREMESSA 17 2. PERDITE DELLE IMPRESE MINORI E DEI

Dettagli

La disciplina fiscale delle partecipazioni societarie nel reddito. Corso Alto Tirreno 27 settembre 2013

La disciplina fiscale delle partecipazioni societarie nel reddito. Corso Alto Tirreno 27 settembre 2013 La disciplina fiscale delle partecipazioni societarie nel reddito d impresa Corso Alto Tirreno 27 settembre 2013 Disciplina civilistica Classificazione in bilancio delle partecipazioni B III Immobilizzazioni

Dettagli

Il conferimento, la cessione d azienda, il conferimento e lo scambio di partecipazioni: aspetti contabili e fiscali

Il conferimento, la cessione d azienda, il conferimento e lo scambio di partecipazioni: aspetti contabili e fiscali Il conferimento, la cessione d azienda, il conferimento e lo scambio di partecipazioni: aspetti contabili e fiscali Master in Diritto Tributario (MDT) Università L. Bocconi 20 e 21 febbraio 2013 Fabio

Dettagli

CONFERIMENTO DI AZIENDA

CONFERIMENTO DI AZIENDA CONFERIMENTO DI AZIENDA 1. Aspetti civilistici L operazione denominata «conferimento» è altresì indicata con numerosi sinonimi, questo è dovuto al fatto che tale operazione non è stata presa in considerazione

Dettagli

TRASFERIMENTI AZIENDALI E SUCCESSIVE CESSIONI DI PARTECIPAZIONI SOCIALI. Cortina 2013

TRASFERIMENTI AZIENDALI E SUCCESSIVE CESSIONI DI PARTECIPAZIONI SOCIALI. Cortina 2013 1 TRASFERIMENTI AZIENDALI E SUCCESSIVE CESSIONI DI PARTECIPAZIONI SOCIALI 2 Cortina 2013 Operazioni straordinarie di trasferimento di azienda a società 3 Le ragioni del trasferimento di un azienda a società:

Dettagli

LA FISCALITA DEGLI IMMOBILI E LE NOVITA IN TEMA DI ACCERTAMENTO

LA FISCALITA DEGLI IMMOBILI E LE NOVITA IN TEMA DI ACCERTAMENTO ADC ASSOCIAZIONE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI SINDACATO NAZIONALE UNITARIO SEZIONE ROMA LA FISCALITA DEGLI IMMOBILI E LE NOVITA IN TEMA DI ACCERTAMENTO Roma, 10 dicembre 2009 TRA

Dettagli

I REDDITI DI CAPITALE. Prof. Mario Miscali - Diritto Tributario - 2012 1

I REDDITI DI CAPITALE. Prof. Mario Miscali - Diritto Tributario - 2012 1 I REDDITI DI CAPITALE Prof. Mario Miscali - Diritto Tributario - 2012 1 REDDITI DI CAPITALE Fondamento normativo - artt. 44-48 TUIR - artt. 26-27-ter D.P.R. n. 600/73 Prof. Mario Miscali - Diritto Tributario

Dettagli

La movimentazione delle quota sociali

La movimentazione delle quota sociali La movimentazione delle quota sociali Gianfranco Costa Francesco Burzacchi Alessandro Tatone Aggiornata al 10.1.2011 1 LA FISCALITA DELLE RISERVE 2 RISERVE FISCALI RISERVE DI UTILI RISERVE DI CAPITALE

Dettagli

L inquadramento fiscale delle! operazioni immobiliari! 28/02/2013!

L inquadramento fiscale delle! operazioni immobiliari! 28/02/2013! L inquadramento fiscale delle operazioni immobiliari 28/02/2013 Le conseguenze fiscali di un operazione di trasferimento immobiliare sono differenti in base alla natura e allo status dei soggetti coinvolti

Dettagli

3. LA SUCCESSIONE NEI CONTRATTI RELATIVI ALL AZIENDA CEDUTA 27 4. IL DIVIETO DI CONCORRENZA 29 4.1. La ratio della norma e le sue conseguenze 30

3. LA SUCCESSIONE NEI CONTRATTI RELATIVI ALL AZIENDA CEDUTA 27 4. IL DIVIETO DI CONCORRENZA 29 4.1. La ratio della norma e le sue conseguenze 30 ANALISI PARTE PRIMA Disciplina e destinazione dell azienda CAPITOLO 1 GLI ASPETTI CIVILISTICI CONNESSI AL TRASFERIMENTO DI COMPLESSI AZIENDALI di Alessandro Fruscione 1. LA DEFINIZIONE DI AZIENDA 21 2.

Dettagli

La nuova normativa relativa alle società immobiliari quotate

La nuova normativa relativa alle società immobiliari quotate La nuova normativa relativa alle società immobiliari quotate 1 La normativa base è contenuta nella legge finanziaria per il 2007 La legge 27 dicembre 2006, n. 296 (legge finanziaria per l anno 2007) ha

Dettagli

CIRCOLARE N. 27/E. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 26 maggio 2009

CIRCOLARE N. 27/E. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 26 maggio 2009 CIRCOLARE N. 27/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 26 maggio 2009 OGGETTO: Modifiche alla determinazione della base imponibile IRAP Legge 24 dicembre 2007, n. 244 (legge finanziaria per

Dettagli

Fascicolo 1. Dottori commercialisti

Fascicolo 1. Dottori commercialisti Principali novità per il BILANCIO 2008 Fascicolo 1 SIRRI GAVELLI ZAVATTA & Associati Dottori commercialisti SIRRI GAVELLI ZAVATTA & Associati Dottori commercialisti art. 15, commi da 16 a 23, D.L. n. 185

Dettagli

IL REDDITO D IMPRESA: CASI DI STUDIO ED ESPERIENZE APPLICATIVE TITOLI PARTECIPAZIONI PROVENTI DI NATURA FINANZIARIA

IL REDDITO D IMPRESA: CASI DI STUDIO ED ESPERIENZE APPLICATIVE TITOLI PARTECIPAZIONI PROVENTI DI NATURA FINANZIARIA IL REDDITO D IMPRESA: CASI DI STUDIO ED ESPERIENZE APPLICATIVE TITOLI PARTECIPAZIONI PROVENTI DI NATURA FINANZIARIA 28 aprile 2010 ATTIVITÀ FINANZIARIE NEL PORTAFOGLIO DELLE IMPRESE 1. titoli di Stato;

Dettagli

Art. 47 - Beneficiari - Persone fisiche non in regime di impresa

Art. 47 - Beneficiari - Persone fisiche non in regime di impresa DIVIDENDI La società che distribuisce dividendi dovrà individuare i beneficiari ed applicare, eventualmente, le ritenute con obbligo di rivalsa (art. 27/600). Beneficiari: Art. 47 - Beneficiari - Persone

Dettagli

Temi fiscali connessi alla conversione dei crediti in strumenti partecipativi

Temi fiscali connessi alla conversione dei crediti in strumenti partecipativi Temi fiscali connessi alla conversione dei crediti in strumenti partecipativi dott. Giovanni Mercanti Milano, 17 giugno 2014 Contenuto della relazione Rinuncia parziale al credito Emissione SFP Distinzione

Dettagli

Articoli di approfondimento e altre pubblicazioni a firma di Gianluca Cristofori

Articoli di approfondimento e altre pubblicazioni a firma di Gianluca Cristofori Articoli di approfondimento e altre pubblicazioni a firma di Gianluca Cristofori Scissione di patrimoni netti contabili negativi: profili civilistici, contabili e fiscali in Rivista delle Operazioni Straordinarie

Dettagli

CIRCOLARE N. 52 /E. Roma, 10 dicembre 2004. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso

CIRCOLARE N. 52 /E. Roma, 10 dicembre 2004. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso CIRCOLARE N. 52 /E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 10 dicembre 2004 Oggetto: Circolari IRES/5. Il nuovo regime di tassazione dei redditi diversi di natura finanziaria. Decreto Legislativo

Dettagli

LA LIQUIDAZIONE DEI FONDI IMMOBILIARI IN SCADENZA Disciplina fiscale di riferimento

LA LIQUIDAZIONE DEI FONDI IMMOBILIARI IN SCADENZA Disciplina fiscale di riferimento LA LIQUIDAZIONE DEI FONDI IMMOBILIARI IN SCADENZA Disciplina fiscale di riferimento Evoluzione disciplina fiscale dei fondi immobiliari Art. 15 L.n. 86/1994 Tassazione in capo al fondo I fondi erano soggetti

Dettagli

Università degli studi di Pavia Facoltà di Economia a.a. 2012-13. Finanza delle operazioni straordinarie Sintesi introduttiva Prof.

Università degli studi di Pavia Facoltà di Economia a.a. 2012-13. Finanza delle operazioni straordinarie Sintesi introduttiva Prof. Università degli studi di Pavia Facoltà di Economia a.a. 2012-13 Finanza delle operazioni straordinarie Sintesi introduttiva Prof. Raffaele Rizzardi 1 BENI DI PRIMO E SECONDO LIVELLO Le operazioni di riorganizzazione

Dettagli

Ires La tassazione degli utili da partecipazione

Ires La tassazione degli utili da partecipazione Ires La tassazione degli utili da partecipazione Thomas Tassani Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Roma - Master SSEF Tassazione della società e dei soci Soggetti distinti dal punto di vista giuridico

Dettagli

A cura dello Studio F. Ghiglione e A. Ghio IMPOSTE DIRETTE

A cura dello Studio F. Ghiglione e A. Ghio IMPOSTE DIRETTE Milano, 5 aprile 2013 Informazioni tributarie 1.4/04/2013 A cura dello Studio F. Ghiglione e A. Ghio IMPOSTE DIRETTE 1. PEX REGIME DI PARTECIPATION EXEMPTION. NUOVI CHIARIMENTI. (CIRCOLARE N. 7/E DELL

Dettagli

ASPETTI FISCALI E CONTABILI DEL LEASING. Gianluca De Candia Direttore operativo ASSILEA

ASPETTI FISCALI E CONTABILI DEL LEASING. Gianluca De Candia Direttore operativo ASSILEA ASPETTI FISCALI E CONTABILI DEL LEASING Gianluca De Candia Direttore operativo ASSILEA 1 ASPETTI FISCALI E CONTABILI DEL LEASING Le modifiche della Finanziaria 2008 Il regime IRES per l impresa utilizzatrice

Dettagli

Quadro RF: analisi delle principali variazioni in aumento II parte

Quadro RF: analisi delle principali variazioni in aumento II parte Focus di pratica professionale di Sandro Cerato e Michele Bana Quadro RF: analisi delle principali variazioni in aumento II parte I contribuenti Ires, determinato il reddito d impresa del periodo d imposta

Dettagli

INDICE PREMESSA... 9. 1. I DIVIDENDI DISTRIBUITI DA SOCIETÀ ED ENTI COMMERCIALI RESIDENTI... 11 di Francesco Facchini e Federico Salvadori

INDICE PREMESSA... 9. 1. I DIVIDENDI DISTRIBUITI DA SOCIETÀ ED ENTI COMMERCIALI RESIDENTI... 11 di Francesco Facchini e Federico Salvadori INDICE PREMESSA... 9 1. I DIVIDENDI DISTRIBUITI DA SOCIETÀ ED ENTI COMMERCIALI RESIDENTI... 11 di Francesco Facchini e Federico Salvadori 1. Premessa: le riforme che hanno interessato la disciplina dei

Dettagli

Diritto tributario italiano Il trattamento fiscale dei soci residenti in Italia dopo il trasferimento di sede della società

Diritto tributario italiano Il trattamento fiscale dei soci residenti in Italia dopo il trasferimento di sede della società Diritto tributario italiano Il trattamento fiscale dei soci residenti in Italia dopo il trasferimento di sede della società 7 Siegfried Mayr Dottore Commercialista in Milano Docente alla Scuola Superiore

Dettagli

Fondazione Luca Pacioli

Fondazione Luca Pacioli Fondazione Luca Pacioli LA RIVALUTAZIONE DEI BENI D IMPRESA E DELLE PARTECIPAZIONI LA RIVALUTAZIONE DELLE AREE FABBRICABILI NON ANCORA EDIFICATE (Legge 23 dicembre 2005, n. 266) Documento n. 10 del 4 maggio

Dettagli

Il regime fiscale delle SIIQ: imposte di ingresso, redditi prodotti e utili distribuiti

Il regime fiscale delle SIIQ: imposte di ingresso, redditi prodotti e utili distribuiti Il regime fiscale delle SIIQ: imposte di ingresso, redditi prodotti e utili distribuiti Prof. Tommaso Di Tanno (Di Tanno & Associati) SIIQ, SICAF E FONDI IMMOBILIARI Evoluzione degli strumenti di investimento

Dettagli

ASPETTI CIVILISTICI DEL RECESSO DEL SOCIO NELLE SOCIETA DI PERSONE.

ASPETTI CIVILISTICI DEL RECESSO DEL SOCIO NELLE SOCIETA DI PERSONE. Trattamento delle somme corrisposte da una società di persone al socio nel caso di recesso, esclusione, riduzione del capitale, e liquidazione, ed aspetti fiscali per la società. Questo convegno ci offre

Dettagli

Il trasferimento d azienda: aspetti civilistici, fiscali e lavoristici. Verbania, 22 ottobre 2010

Il trasferimento d azienda: aspetti civilistici, fiscali e lavoristici. Verbania, 22 ottobre 2010 Il trasferimento d azienda: aspetti civilistici, fiscali e lavoristici Verbania, 22 ottobre 2010 Relatori: Dott. Massimo Terzi Avv. Arnaldo Bertolini 12 Modalità ricorrenti per il trasferimento di una

Dettagli

31/01/2011. Definizione

31/01/2011. Definizione Definizione Si conferisce un ramo di azienda quando, in cambio delle attività e delle passività ricevute, la società conferitaria aumenta il capitale sociale e dà alla conferente le proprie azioni in cambio.

Dettagli

CIRCOLARE - AGENZIA ENTRATE - 13 febbraio 2006, n. 6/E

CIRCOLARE - AGENZIA ENTRATE - 13 febbraio 2006, n. 6/E CIRCOLARE - AGENZIA ENTRATE - 13 febbraio 2006, n. 6/E OGGETTO: Risposte fornite in occasione di incontri con la stampa specializzata Di seguito si riportano, raggruppate per argomento, le risposte fornite

Dettagli

LE MANOVRE DELL ANNO 2012. Riassunto delle principali novità introdotte nel corso del 2012.

LE MANOVRE DELL ANNO 2012. Riassunto delle principali novità introdotte nel corso del 2012. Milano, 28 gennaio 2013 LE MANOVRE DELL ANNO 2012 Riassunto delle principali novità introdotte nel corso del 2012. D.L. 16 del 02/03/2012, convertito in Legge 26/04/2012 n. 44 Deducibilità dei costi periodici

Dettagli

TASSAZIONE DEI DIVIDENDI e PARTICIPATION EXEMPTION

TASSAZIONE DEI DIVIDENDI e PARTICIPATION EXEMPTION TASSAZIONE DEI DIVIDENDI e PARTICIPATION EXEMPTION Del Dott. Stefano Setti Considerazioni Iniziali La riforma sull imposizione societaria segna un deciso cambiamento di rotta per quanto riguarda il regime

Dettagli

ASSOCIAZIONE ITALIANA DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI

ASSOCIAZIONE ITALIANA DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI ASSOCIAZIONE ITALIANA DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI COMMISSIONE NORME DI COMPORTAMENTO E DI COMUNE INTERPRETAZIONE IN MATERIA TRIBUTARIA NORMA DI COMPORTAMENTO N. 178 COMPUTO DEGLI AMMORTAMENTI

Dettagli

Circolare monotematica LUGLIO 2015

Circolare monotematica LUGLIO 2015 Circolare monotematica LUGLIO 2015 1 OPERARE ALL ESTERO Novità in corso di introduzione per effetto del Decreto legislativo, ancora in esame, in attuazione della Legge delega 11 Marzo 2014, n.23 1. NOVITA

Dettagli

-anna maria mangiapelo

-anna maria mangiapelo REDDITI DI IMPRESA - norme generali - dall utile al reddito: esame dei principali casi di deducibilità fiscale dei componenti negativi - regole per la contabilità semplificata -anna maria mangiapelo 1

Dettagli

La dichiarazione IRAP per i professionisti, le imprese individuali, le società di persone e le società di capitali. Prof. Gianfranco Ferranti

La dichiarazione IRAP per i professionisti, le imprese individuali, le società di persone e le società di capitali. Prof. Gianfranco Ferranti La dichiarazione IRAP per i professionisti, le imprese individuali, le società di persone e le società di capitali Prof. Gianfranco Ferranti Eutekne Tutti i diritti riservati Base imponibile di società

Dettagli

DATA EFFETTO SCIOGLIMENTO

DATA EFFETTO SCIOGLIMENTO DATA EFFETTO SCIOGLIMENTO Art 2484 Cause indipendenti dalla volontà dei soci Cause dipendenti dalla volontà dei soci Dichiarazione amministratori da eseguire senza indugio Delibera assembleare Iscrizione

Dettagli

Riapertura dei termini per la rideterminazione del valore delle partecipazioni

Riapertura dei termini per la rideterminazione del valore delle partecipazioni Tratto da: Collana Dichiarazioni fiscali 2009 - Unico Società di persone, a cura di G. Cremona, P. Monarca, N. Tarantino Aspetti generali NOVITÀ Sezione I Imposta sostitutiva 20% Da quest anno, in seguito

Dettagli

Riforma Tremonti: la posizione dei soci ed i rapporti con la società

Riforma Tremonti: la posizione dei soci ed i rapporti con la società Riforma Tremonti: la posizione dei soci ed i rapporti con la società Relatore: Andrea Vasapolli Vasapolli & Associati 4/11/03 Vasapolli & Associati - Torino Milano Bologna 1 Obiettivi della riforma con

Dettagli

SPAZIANI & LONGO ASSOCIATI

SPAZIANI & LONGO ASSOCIATI Circolare n. 3 del 16 febbraio 209 Le misure fiscali contenute nel decreto anti-crisi Premessa Il 27 gennaio u.s. è stato convertito in Legge il Decreto n. 185/2008 contenente le misure anti-crisi varate

Dettagli

Anno Accademico 2009/2010 II semestre. Luca Savino

Anno Accademico 2009/2010 II semestre. Luca Savino Corso di Economia Pubblica Anno Accademico 2009/2010 II semestre Luca Savino Facoltà di Scienze Politiche Corso di laurea in Scienze Internazionali e Diplomatiche Università degli Studi di Trieste La tassazione

Dettagli

ovvero dalla distribuzione di riserve di capitale. Si intendono per riserve di capitale le riserve e i fondi costituiti con: azioni o quote;

ovvero dalla distribuzione di riserve di capitale. Si intendono per riserve di capitale le riserve e i fondi costituiti con: azioni o quote; Tassazione dei dividendi La riforma del diritto societario ha introdotto importanti modifiche al regime di tassazione dei dividendi distribuiti a partire dal 1º gennaio 2004. Con la riforma viene modificato

Dettagli

ALVEC ASSOCIAZIONE LAUREATI IN ECONOMIA DELL UNIVERSITA DI VERONA. IRES Modifiche specifiche per i soggetti IAS

ALVEC ASSOCIAZIONE LAUREATI IN ECONOMIA DELL UNIVERSITA DI VERONA. IRES Modifiche specifiche per i soggetti IAS ALVEC ASSOCIAZIONE LAUREATI IN ECONOMIA DELL UNIVERSITA DI VERONA LA LEGGE FINANZIARIA 2008 IRES Modifiche specifiche per i soggetti IAS Renzo Parisotto 26 Gennaio 2008 IRES Modifiche specifiche per i

Dettagli

I.R.E.S. Imposta sul Reddito delle Società Titolo II D.P.R. 917/86 Tuir

I.R.E.S. Imposta sul Reddito delle Società Titolo II D.P.R. 917/86 Tuir PLANNING E CONSULENZA FISCALE E SOCIETARIA a.a.2013-2014 I.R.E.S. Imposta sul Reddito delle Società Titolo II D.P.R. 917/86 Tuir 1 I.R.E.S. soggetti passivi = società di capitali S.p.a., S.a.p.a., S.r.l.,

Dettagli

LA NUOVA DISCIPLINA DEL LEASING E LE ALTRE NOVITÀ DEL REDDITO DI IMPRESA. Dott. Gianluca Odetto

LA NUOVA DISCIPLINA DEL LEASING E LE ALTRE NOVITÀ DEL REDDITO DI IMPRESA. Dott. Gianluca Odetto E LE ALTRE NOVITÀ DEL REDDITO DI IMPRESA Dott. Gianluca Odetto DEDUCIBILITÀ CANONI LEASING Per i contratti di leasing stipulati sino al 28.4.2012 deducibilità subordinata alla durata contrattuale Previgente

Dettagli

RENDITE FINANZIARIE NOVITA DELLA MANOVRA 2011. A cura di Fabio Giommoni

RENDITE FINANZIARIE NOVITA DELLA MANOVRA 2011. A cura di Fabio Giommoni RENDITE FINANZIARIE NOVITA DELLA MANOVRA 2011 A cura di Fabio Giommoni PROVVEDIMENTI COMMENTATI D.L. n. 138/2011 (c.d. manovra di Ferragosto ) Nuova aliquota del 20% per la tassazione delle rendite finanziarie

Dettagli

Tassazione societaria. 1. Ragioni 2. IRES 3. Analisi economica dell IRES

Tassazione societaria. 1. Ragioni 2. IRES 3. Analisi economica dell IRES Tassazione societaria 1. Ragioni 2. IRES 3. Analisi economica dell IRES Ragioni della tassazione societaria Perché tassare le società? In un sistema di tassazione dei redditi delle persone fisiche la tassazione

Dettagli

SOMMARIO. Le modalità di iscrizione nello stato patrimoniale... 175

SOMMARIO. Le modalità di iscrizione nello stato patrimoniale... 175 Sezione prima IN SINTESI Capitolo I - L ammortamento dei beni materiali Normativa civilistica... 3 Normativa fiscale... 3 Prassi amministrativa... 5 Giurisprudenza... 9 Classificazione delle immobilizzazioni

Dettagli

INTERESSI PASSIVI. Rol x 30% = = soglia massima di deducibilità interessi passivi netti. Interessi passivi + Voce C17) conto economico

INTERESSI PASSIVI. Rol x 30% = = soglia massima di deducibilità interessi passivi netti. Interessi passivi + Voce C17) conto economico INTERESSI PASSIVI Gli interessi passivi di qualsiasi natura vanno imputati al conto economico per competenza. Si considerano assimilati agli interessi passivi: - le commissioni passive su finanziamenti

Dettagli

IL PASSAGGIO GENERAZIONALE Aspetti Fiscali degli Atti Dispositivi

IL PASSAGGIO GENERAZIONALE Aspetti Fiscali degli Atti Dispositivi Carismi Convegni CARISMICONVEGNI IL PASSAGGIO GENERAZIONALE Centro Studi I Cappuccini 22 Febbraio 2013 Avv. Francesco Napolitano DONAZIONE DI AZIENDA IMPOSTE DIRETTE La donazione di azienda da parte di

Dettagli

SOMMARIO. Schema n. 5 - Criteri di determinazione fiscale delle quote di ammortamento

SOMMARIO. Schema n. 5 - Criteri di determinazione fiscale delle quote di ammortamento Sezione prima IN SINTESI Capitolo I - L ammortamento dei beni materiali Normativa civilistica... 3 Normativa fiscale... 3 Prassi amministrativa... 6 Giurisprudenza... 13 Classificazione delle immobilizzazioni

Dettagli

1. PREMESSA 25 2. NOVITÀ IRES SUL REDDITO D IMPRESA 25

1. PREMESSA 25 2. NOVITÀ IRES SUL REDDITO D IMPRESA 25 ANALISI PARTE PRIMA Novità e quadro d insieme CAPITOLO 1 SINTESI DELLE NOVITÀ NORMATIVE 2007: SCHEMA, ARTICOLO PER ARTICOLO DEL TUIR, DELLE NOVITÀ INTERVENUTE E LORO DECORRENZA di Armando Cravino e Rosario

Dettagli

1. PREMESSA 13 2. IL FONDO PATRIMONIALE 13 3. IL TRUST 14 4. IL NEGOZIO DI INTESTAZIONE FIDUCIARIA 16 5. LE SOCIETÀ HOLDING 17

1. PREMESSA 13 2. IL FONDO PATRIMONIALE 13 3. IL TRUST 14 4. IL NEGOZIO DI INTESTAZIONE FIDUCIARIA 16 5. LE SOCIETÀ HOLDING 17 ANALISI CAPITOLO 1 BREVE INTRODUZIONE SUGLI ISTITUTI DEL FONDO PATRIMONIALE, DEL TRUST, DELL INTESTAZIONE FIDUCIARIA E SULLE SOCIETÀ HOLDING di Gianluca Cristofori e Maurizio Marullo 1. PREMESSA 13 2.

Dettagli

1 LE AZIONI E LE QUOTE 1.1 Le azioni e gli altri strumenti partecipativi nella riforma del diritto societario 1.1.1 Introduzione 1.1.

1 LE AZIONI E LE QUOTE 1.1 Le azioni e gli altri strumenti partecipativi nella riforma del diritto societario 1.1.1 Introduzione 1.1. 1 LE AZIONI E LE QUOTE 1.1 Le azioni e gli altri strumenti partecipativi nella riforma del diritto societario 1.1.1 Introduzione 1.1.2 La dematerializzazione delle azioni 1.1.2.1 Profili fiscali 1.1.3

Dettagli

La deduzione di interessi passivi ed oneri finanziari

La deduzione di interessi passivi ed oneri finanziari La deduzione di interessi passivi ed oneri finanziari Thomas Tassani Università degli Studi di Università degli Studi di Fiscalità Finanziaria Aspetti di criticità nella tassazione Dal lato attivo, alta

Dettagli

Dott. Mauro Nicola Presidente dell Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Novara

Dott. Mauro Nicola Presidente dell Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Novara ASPETTI TRIBUTARI DEL IL BILANCIO D ESERCIZIO 2012 Dott. Mauro Nicola Presidente dell Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Novara I beni aziendali in uso ai soci Beni ai soci e spesometro

Dettagli

PARTECIPAZIONI E TITOLI

PARTECIPAZIONI E TITOLI PARTECIPAZIONI E TITOLI L art. 2426 distingue: - le partecipazioni iscritte tra le immobilizzazioni, perché destinate a permanere durevolmente nel patrimonio dell azienda in quanto acquisite a titolo di

Dettagli

Crisi di impresa e creazione di valore attraverso la variabile fiscale:

Crisi di impresa e creazione di valore attraverso la variabile fiscale: Incontro di Studio in memoria di Antonio Scicutella Napoli Venerdì 8 luglio 2011 Presentazione Crisi di impresa e creazione di valore attraverso la variabile fiscale: DOTTORE COMMERCIALISTA - EBREO & PARTNERS

Dettagli

LA CONVERSIONE IN LEGGE DEL D.L. 269/2003:

LA CONVERSIONE IN LEGGE DEL D.L. 269/2003: LA CONVERSIONE IN LEGGE DEL D.L. 269/2003: NOVITA IN MATERIA DI CONCORDATO PREVENTIVO E AFFRANCAMENTO DI TERRENI E PARTECIPAZIONI dispensa a cura dello Studio di consulenza tributaria e legale Deotto Magrini

Dettagli

FISCALITA DEL TURN AROUND E DELLE OPERAZIONI STRAORDINARIE Ignazio Arcuri Slide a cura della dott.ssa Silvia Ierardi

FISCALITA DEL TURN AROUND E DELLE OPERAZIONI STRAORDINARIE Ignazio Arcuri Slide a cura della dott.ssa Silvia Ierardi STRUMENTI OPERATIVI PER LA SOLUZIONE DELLA CRISI D IMPRESA: RUOLO DEL SISTEMA BANCARIO E DEL DOTTORE COMEMRCIALISTA FISCALITA DEL TURN AROUND E DELLE OPERAZIONI STRAORDINARIE Ignazio Arcuri Slide a cura

Dettagli

Nuova disciplina della tassazione dei dividendi

Nuova disciplina della tassazione dei dividendi L Imposta sul Reddito delle Società (IRES) Rimini, 7 febbraio 2004 Nuova disciplina della tassazione dei dividendi Dott. Giorgio Nerpiti Studio Combattelli e Nerpiti - Dottori Commercialisti Associati

Dettagli

CIRCOLARE N. 4/E. Roma, 18 gennaio 2006

CIRCOLARE N. 4/E. Roma, 18 gennaio 2006 CIRCOLARE N. 4/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 18 gennaio 2006 Oggetto: Disposizioni correttive ed integrative al Decreto Legislativo 12 dicembre 2003, n. 344 in materia di tassazione

Dettagli

IL NUOVO REGIME DI TASSAZIONE DEI DIVIDENDI PERCEPITI DA ENTI NON COMMERCIALI E TRUST DI NATURA NON COMMERCIALE

IL NUOVO REGIME DI TASSAZIONE DEI DIVIDENDI PERCEPITI DA ENTI NON COMMERCIALI E TRUST DI NATURA NON COMMERCIALE IL NUOVO REGIME DI TASSAZIONE DEI DIVIDENDI PERCEPITI DA ENTI NON COMMERCIALI E TRUST DI NATURA NON COMMERCIALE di Pasquale Saggese 1. Le novità introdotte con la legge di stabilità 2015 Nell ambito delle

Dettagli

CESSIONE DELL AZIENDA ADEMPIMENTI FISCALI E DICHIARAZIONE DEI REDDITI di Dott. G. Fiore - RE.FI.

CESSIONE DELL AZIENDA ADEMPIMENTI FISCALI E DICHIARAZIONE DEI REDDITI di Dott. G. Fiore - RE.FI. CESSIONE DELL AZIENDA ADEMPIMENTI FISCALI E DICHIARAZIONE DEI REDDITI di Dott. G. Fiore - RE.FI. L operazione risulta soggetta all'imposta di registro. Imposta di registro è differenziata a seconda della

Dettagli

INDICE. Parte Prima PROFILI GENERALI CAPITOLO 1 LA NUOVA «IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ» (IRES): LINEAMENTI GENERALI CAPITOLO 2 PROFILI ECONOMICI

INDICE. Parte Prima PROFILI GENERALI CAPITOLO 1 LA NUOVA «IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ» (IRES): LINEAMENTI GENERALI CAPITOLO 2 PROFILI ECONOMICI INDICE XXV Aggiornamento in corso di stampa al 31 dicembre 2006 Parte Prima PROFILI GENERALI CAPITOLO 1 LA NUOVA «IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ» (IRES): LINEAMENTI GENERALI MASSIMO BASILAVECCHIA 3

Dettagli

ESERCIZIO 1 LIQUIDAZIONE DELLA QUOTA DEL SOCIO RECEDUTO IN UNA SOCIETÀ DI PERSONE

ESERCIZIO 1 LIQUIDAZIONE DELLA QUOTA DEL SOCIO RECEDUTO IN UNA SOCIETÀ DI PERSONE RECESSO DEL SOCIO ESERCIZIO 1 LIQUIDAZIONE DELLA QUOTA DEL SOCIO RECEDUTO IN UNA SOCIETÀ DI PERSONE A) Valore di liquidazione della quota superiore al corrispondente valore contabile del patrimonio netto

Dettagli

LA NUOVA DISCIPLINA FISCALE DEI DIVIDENDI E DELLE PLUSVALENZE. Di Simone De Giovanni Dottore commercialista in Milano

LA NUOVA DISCIPLINA FISCALE DEI DIVIDENDI E DELLE PLUSVALENZE. Di Simone De Giovanni Dottore commercialista in Milano LA NUOVA DISCIPLINA FISCALE DEI DIVIDENDI E DELLE PLUSVALENZE Di Simone De Giovanni Dottore commercialista in Milano 1. Premessa La legge delega 7 aprile 2003, n. 80, ha modificato radicalmente l ordinamento

Dettagli

LA MANOVRA ESTIVA 2008

LA MANOVRA ESTIVA 2008 Seminario LA MANOVRA ESTIVA 2008 Arezzo 8 ottobre 2008 Lucca 9 ottobre 2008 Firenze 14 ottobre 2008 D.L. n. 112/2008 Le modifiche alla fiscalità di banche e assicurazioni, delle imprese petrolifere e delle

Dettagli

Imposte sul reddito d esercizio

Imposte sul reddito d esercizio Università Politecnica delle Marche Idee imprenditoriali innovative Focus group 25 novembre 29 Reddito esercizio e reddito fiscale Determinazione del reddito fiscale (IRAP e IRES) Imposte sul reddito d

Dettagli

LA TASSAZIONE DI DIVIDENDI E CAPITAL GAIN DALL 1.7.2014

LA TASSAZIONE DI DIVIDENDI E CAPITAL GAIN DALL 1.7.2014 Ai gentili clienti Loro sedi Circolare n. 27 del 4 settembre 2014 LA TASSAZIONE DI DIVIDENDI E CAPITAL GAIN DALL 1.7.2014 ART. 3 e 4 D.L. N. 66/2014 Circolare Agenzia Entrate 27.6.2014, n. 19/E In breve:

Dettagli

ASSOCIAZIONE ITALIANA DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI SEZIONE DI MILANO

ASSOCIAZIONE ITALIANA DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI SEZIONE DI MILANO ASSOCIAZIONE ITALIANA DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI SEZIONE DI MILANO COMMISSIONE NORME DI COMPORTAMENTO E DI COMUNE INTERPRETAZIONE IN MATERIA TRIBUTARIA NORMA DI COMPORTAMENTO N. 183 TRATTAMENTO

Dettagli

LE IMPOSTE SUI REDDITI

LE IMPOSTE SUI REDDITI LE IMPOSTE SUI REDDITI IRPEF L Irpef è un imposta progressiva che colpisce il reddito delle persone fisiche. La base imponibile è determinata dalla somma dei seguenti redditi: - redditi fondiari; - redditi

Dettagli

LO STATO PATRIMONIALE. A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni

LO STATO PATRIMONIALE. A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni LO STATO PATRIMONIALE A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni LE MODIFICHE ALLO SCHEMA STATO PATRIMONIALE ATTIVO C.II.4.BIS CREDITI TRIBUTARI C.II.4.TER IMPOSTE ANTICIPATE STATO PATRIMONIALE

Dettagli

I primi chiarimenti sul nuovo regime fiscale dei dividendi e dei redditi assimilati

I primi chiarimenti sul nuovo regime fiscale dei dividendi e dei redditi assimilati I primi chiarimenti sul nuovo regime fiscale dei dividendi e dei redditi assimilati 1 PREMESSA Una delle principali direttrici di cambiamento che caratterizzano la riforma del sistema fiscale, attuata

Dettagli

La certificazione dei dividendi corrisposti nel 2013

La certificazione dei dividendi corrisposti nel 2013 ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 6 14 GENNAIO 2014 La certificazione dei dividendi corrisposti nel 2013 Copyright 2014 Acerbi

Dettagli

DEDUCIBILITA INTERESSI PASSIVI. 16 marzo 2009 Dott. Rag. Vito Dulcamare

DEDUCIBILITA INTERESSI PASSIVI. 16 marzo 2009 Dott. Rag. Vito Dulcamare DEDUCIBILITA INTERESSI PASSIVI 16 marzo 2009 Dott. Rag. Vito Dulcamare DEDUCIBILITA INTERESSI PASSIVI ALTRI INTERESSI SU IMMOBILI PATRIMONIO SU VEICOLI A MOTORE SOGGETTI IRPEF SOGGETTI IRES BANCHE ASSICURAZIONI

Dettagli

3. Detrazione per acquisto di mobili e grandi elettrodomestici

3. Detrazione per acquisto di mobili e grandi elettrodomestici CIRCOLARE gennaio 2014: La Legge di Stabilità e le altre novità fiscali Vi riepiloghiamo le principali e più rilevanti novità introdotte in materia fiscale dalla Legge 27.12.2013 n 147 (Legge di Stabilità

Dettagli