RAIDHO SICAV. Società di investimento a capitale variabile. PROSPETTO INFORMATIVO SEMPLIFICATO datato 7 Marzo 2012

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RAIDHO SICAV. Società di investimento a capitale variabile. PROSPETTO INFORMATIVO SEMPLIFICATO datato 7 Marzo 2012"

Transcript

1 RAIDHO SICAV Società di investimento a capitale variabile PROSPETTO INFORMATIVO SEMPLIFICATO datato 7 Marzo 2012 SICAV di diritto lussemburghese costituita in data 9 Giugno 2009 per una durata illimitata Il presente prospetto informativo semplificato contiene esclusivamente le principali informazioni relative alla Sicav. Per maggiori informazioni, ivi compreso l ultimo prospetto informativo completo (di seguito il Prospetto informativo ), accompagnato dal bilancio e dalla relazione semestrale, che descrive in dettaglio obiettivi, commissioni, oneri e rischi associati alla Sicav e fornisce altre informazioni rilevanti, si prega di contattare il proprio consulente finanziario o richiedere il Prospetto informativo più recente, completo del bilancio e della relazione semestrale, al seguente indirizzo: 41 Op Bierg, L-8217 Mamer Lussemburgo. Tale documentazione è messa gratuitamente a disposizione di investitori attuali e futuri. Prospetto informativo semplificato depositato presso la CONSOB in data 22 Giugno

2 Il presente Prospetto Semplificato è traduzione fedele all ultimo Prospetto Semplificato ricevuto dalla CSSF (Commission de Surveillance du Secteur Financier). RAIDHO SICAV 2

3 INFORMAZIONI IMPORTANTI Struttura giuridica: SICAV multi che offre diverse categorie e/o classi di azioni, disciplinata dalla Parte I della legge lussemburghese del 20 dicembre 2002 relativa agli organismi di investimento collettivo (di seguito la Legge o la Legge del 20 dicembre 2002 ). Società di gestione: Lemanik Asset Management S.A. 41 Op Bierg, L-8217 Mamer, Lussemburgo Banca depositaria e Agente pagatore: RBC Dexia Investor Services Bank S.A. 14, Porte de France, L-4360 Esch-sur-Alzette, Lussemburgo Agente domiciliatario: Lemanik Asset Management S.A. 41 Op Bierg, L-8217 Mamer, Lussemburgo Gestore degli investimenti: BGB Weston Limited 29 Pall Mall, Londra SW1Y 5LP Società di revisione: Deloitte S.a.r.l.. 560, rue de Neudorf, L-2220 Lussemburgo Promotore: LEMANIK S.A. Via Cantonale 19, CH-6900 Lugano Svizzera Autorità di vigilanza: Commission de Surveillance du Secteur Financier («CSSF») (www.cssf.lu) Sub-agente amministrativo e Sub-agente del registro: RBC Dexia Investor Services Bank S.A. 14, Porte de France, L-4360 Esch-sur-Alzette, Lussemburgo 3

4 INFORMAZIONI GENERALI Tassazione della Sicav Regime fiscale La Sicav è soggetta al regime fiscale lussemburghese. Conformemente alle leggi e alle prassi attualmente vigenti, la Sicav è assoggettata, alla data di pubblicazione del Prospetto informativo, al pagamento di una tassa di registrazione annua dello 0,05% (eccetto quei comparti o categorie o classi di azioni che beneficiano di un tasso inferiore pari allo 0,01%, ai sensi dell articolo 174 della Legge del 17 dicembre 2010, come nel caso, ad esempio, delle categorie o classi di azioni Institutional, riservate a investitori istituzionali conformemente alle leggi lussemburghesi). La tassa di registrazione non è applicata alla quota di patrimonio della Sicav eventualmente investita in altri organismi di investimento collettivo ( OIC ) di diritto lussemburghese che l hanno già versata nell esercizio della loro attività. Essa è pagabile trimestralmente ed è calcolata in base al patrimonio netto della Sicav alla fine del trimestre di riferimento. Nessun altra imposta o tassa è dovuta in Lussemburgo per l emissione di azioni della Sicav, ad eccezione dell imposta forfetaria di EUR (milleduecentocinquanta euro) dovuta all atto della costituzione. I proventi incassati dalla Sicav potranno essere assoggettati a ritenuta fiscale nel paese di origine e quindi percepiti dalla Sicav al netto di tali imposte, che non sono né addebitabili né recuperabili. Tassazione degli azionisti In base alla legislazione attuale, né la Sicav né gli azionisti (ad eccezione delle persone fisiche o giuridiche residenti nel Granducato di Lussemburgo, nonché dei non residenti ed ex residenti proprietari di almeno il 10% del capitale della Sicav) sono soggetti in Lussemburgo ad alcuna imposta o ritenuta sul reddito, sulle plusvalenze realizzate o latenti (capital gain), sui trasferimenti di azioni a titolo successorio o sulla quota del saldo di liquidazione incassata in seguito allo scioglimento della Sicav. Si consiglia ai potenziali azionisti di informarsi e, se necessario, di rivolgersi al proprio consulente fiscale per ragguagli circa le leggi e i regolamenti, ad esempio relativi al regime fiscale e ai controlli valutari, applicabili nel loro paese di origine, residenza o domicilio alla sottoscrizione, all acquisto, alla detenzione e alla vendita di azioni. Tuttavia, gli azionisti devono prestare attenzione al fatto che, conformemente alla legge lussemburghese del 21 giugno 2005, che recepisce la direttiva 2003/48/CE in materia di tassazione dei redditi da risparmio sotto forma di pagamenti di interessi del 3 giugno 2003 (di seguito la direttiva ), dal 1 luglio 2005 può essere prelevata a titolo d imposta una ritenuta alla fonte su qualsiasi pagamento di interessi maturati sui risparmi (qui di seguito i redditi ). Un agente pagatore domiciliato in Lussemburgo preleverà questa ritenuta fiscale per conto dei beneficiari effettivi purché tali beneficiari siano persone fisiche residenti ai fini fiscali in uno Stato membro diverso dal Lussemburgo. L agente pagatore lussemburghese potrebbe non essere autorizzato a comunicare informazioni che identifichino il beneficiario effettivo dei redditi; in questo caso, fino al 30 giugno 2008, sarà prelevata una ritenuta fiscale al tasso iniziale del 15%. Successivamente e fino al 30 giugno 2011 il tasso sarà maggiorato al 20%. Infine, un tasso pari al 35% sarà applicato dal 1 luglio Altri oneri e spese 1. Commissioni a carico della Sicav Commissione di gestione Le commissioni di gestione, il cui ammontare è specificato nelle schede dei singoli comparti, costituiscono la remunerazione della Società di gestione. Le commissioni spettanti ai Gestori degli investimenti eventualmente nominati dalla Società di gestione, sotto il suo controllo e la sua responsabilità, sono a carico della Società di gestione. Le commissioni spettanti agli eventuali Consulenti per gli investimenti sono a carico della Società di gestione o del Gestore degli investimenti, a seconda dei casi. La Società di gestione può aver diritto a percepire una commissione mensile supplementare legata alla performance dei comparti (di seguito la commissione di performance ), secondo quanto previsto nelle rispettive schede dettagliate. Commissioni della Banca depositaria, dell Agente pagatore e del Sub-agente del registro A titolo di remunerazione per i servizi resi alla Sicav, RBC Dexia Investor Services Bank S.A., in qualità di Banca depositaria, riceverà una commissione annua massima dello 0,03% (tale commissione non include le commissioni per le transazioni e le commissioni di subdeposito). Questa commissione è calcolata sulla base del valore patrimoniale netto medio della SICAV. Le commissioni di competenza del Sub-agente del registro, il cui ammontare varia in base al numero di operazioni effettuate, saranno a carico della Sicav. Commissioni dell Agente amministrativo Per i servizi prestati, l Agente amministrativo percepirà per ogni una commissione amministrativa annua massima pari allo 0,15% del patrimonio netto di ogni, con un minimo di EUR (trentamila) per e di EUR (cinquemila) per ogni classe di azioni supplementare. Questa commissione sarà calcolata sul patrimonio netto di ogni. Commissioni dell Agente domiciliatario Per i servizi prestati, l Agente domiciliatario riceverà dalla Sicav un corrispettivo annuo pari a EUR (cinquemila euro) e ulteriori EUR (mille euro) annui per ogni. Per il pagamento delle spese a suo carico, la Sicav utilizzerà il patrimonio dei relativi comparti, addebitandole ai medesimi come descritto in dettaglio nel Prospetto informativo. 4

5 Commissioni della Società di Gestione e di Gestione del Rischio La Società di Gestione ha diritto a ricevere una commissione di: - 0,10% annuo per ogni tradizionale (con un minimo di EUR ). Questa commissione è pagabile mensilmente e si basa sul patrimonio netto di ogni nel mese di riferimento. - 0,15% annuo per ogni sofisticato (con un minimo di EUR ). Questa commissione è pagabile mensilmente e si basa sul patrimonio netto di ogni nel mese di riferimento. Per le attività di gestione del rischio, la Società di Gestione ha diritto a ricevere una commissione dello 0,05% annuo per. Questa commissione è pagabile mensilmente e si basa sul patrimonio netto di ogni nel mese di riferimento. 2. Commissioni a carico degli azionisti Le commissioni a carico degli azionisti sono specificate nelle schede dei singoli comparti riportate nella parte seguente del presente prospetto semplificato. Informazioni commerciali SOTTOSCRIZIONE di azioni Dopo la chiusura del periodo iniziale di offerta (specificato nelle schede dei singoli comparti), sarà possibile sottoscrivere le azioni dei comparti presso la sede legale della Sicav e/o presso gli uffici del Subagente del registro in qualsiasi Giorno di Valorizzazione, come indicato nelle schede dei singoli comparti, ad un prezzo per azione equivalente al valore patrimoniale netto per azione calcolato in tale Giorno di Valorizzazione per il corrispondente, più la commissione massima di sottoscrizione prevista per le azioni del, riportata nella relativa scheda del.. La commissione di sottoscrizione potrà essere distribuita ai vari intermediari finanziari coinvolti nella commercializzazione delle azioni. Qualsiasi investitore che intenda sottoscrivere le azioni potrà in ogni momento presentare la propria richiesta per iscritto, da considerarsi irrevocabile, inviata alla Sicav e/o al Sub-agente del registro. La richiesta dovrà contenere le seguenti informazioni: il nome e l indirizzo esatti del sottoscrittore e l ammontare o il numero delle azioni che vengono sottoscritte, il a cui si riferisce la richiesta di sottoscrizione, il tipo di azioni (nominative o al portatore) e, infine, la classe di azioni. Se la richiesta di sottoscrizione, con tutta la documentazione necessaria, perviene entro le 17.00, ora lussemburghese, di un giorno lavorativo bancario in Lussemburgo ( Giorno Lavorativo Bancario ), il prezzo di emissione delle azioni viene calcolato in base al valore patrimoniale netto per azione applicabile il primo Giorno di Valorizzazione successivo. Se le richieste pervengono oltre il predetto termine, l esecuzione è rinviata al secondo Giorno di Valorizzazione seguente. Gli Amministratori potranno, tuttavia, decidere di anticipare il termine per la ricezione delle richieste qualora ritengano che, in presenza di importanti oscillazioni di mercato, tale misura sia necessaria per tutelare la Sicav e gli azionisti. La Sicav si riserva il diritto di rifiutare interamente o in parte qualsiasi richiesta di sottoscrizione. I dettagli relativi alle modalità di sottoscrizione delle azioni sono riportati nel relativo modulo. Tali moduli possono essere richiesti presso l ufficio del Sub-agente del registro. Gli investitori possono presentare la richiesta di sottoscrizione a mezzo facsimile, telex o posta, indirizzandola alla sede legale del Sub-agente del registro. Il Consiglio di amministrazione si riserva il diritto di cessare senza alcun preavviso l emissione e la vendita delle azioni della Sicav. I versamenti per la sottoscrizione dovranno essere accreditati mediante bonifico bancario sul conto del relativo della Sicav aperto presso la Banca depositaria, RBC Dexia Investor Services Bank S.A., entro i cinque (5) Giorni Lavorativi Bancari successivi al Giorno di Valorizzazione applicabile. Il pagamento potrà avvenire nella divisa di riferimento del conformemente a quanto riportato nella relativa scheda dell Appendice III. Le azioni sono assegnate alla ricezione del pagamento e del modulo di sottoscrizione debitamente compilato. La Sicav può, sotto la propria responsabilità e nel rispetto delle disposizioni del Prospetto informativo, tranne che nel Periodo Iniziale di Offerta, accettare titoli quotati come pagamento di una sottoscrizione, se ritiene che tale transazione sia nell interesse degli azionisti. Tuttavia, i titoli accettati come pagamento di una sottoscrizione devono essere compatibili con la politica di investimento del interessato. Per tutti i titoli accettati come pagamento di una sottoscrizione, il Sub-agente del registro dovrà ricevere una relazione di stima redatta dai revisori della Sicav che specifichi, in particolare, la quantità e la denominazione dei titoli e il metodo di valutazione adottato. Questa relazione specificherà, inoltre, il valore totale dei titoli espresso nella divisa del interessato da tale apporto. I titoli accettati a titolo di pagamento di una sottoscrizione sono valutati, ai fini della transazione, in base all ultimo prezzo denaro (bid price) rilevato sul mercato il Giorno Lavorativo Bancario in base al quale è calcolato il valore patrimoniale netto applicabile alla sottoscrizione. Il Consiglio di amministrazione potrà, a propria discrezione e senza dover giustificare la propria decisione, rifiutare ogni titolo offerto in pagamento a fronte di una sottoscrizione. Le tasse o le commissioni di intermediazione eventualmente dovute all atto di una sottoscrizione sono a carico del sottoscrittore. In nessuna circostanza tali costi potranno eccedere l importo massimo autorizzato dalle leggi, dai regolamenti e dalla prassi bancaria vigenti nei paesi in cui vengono acquistate le azioni. Il Consiglio di amministrazione della Sicav ha stabilito di accettare solo richieste di sottoscrizione iniziale di comparti, categorie o classi di azioni per un importo minimo, specificato nell elenco dei comparti commercializzati. Il Consiglio di amministrazione potrà determinare per ogni o classe di azioni un diverso ammontare 5

6 minimo di sottoscrizione iniziale in accordo con le disposizioni descritte nell elenco dei comparti commercializzati. La Sicav non emetterà alcuna azione di un durante il periodo in cui il calcolo del valore patrimoniale netto per azione di tale è sospeso dalla Sicav in virtù del potere riservatole a tale scopo dallo Statuto e descritto nel capitolo IV intitolato Valore patrimoniale netto del Prospetto informativo. L eventuale sospensione sarà comunicata ad ogni soggetto che avrà presentato richiesta di sottoscrizione e ogni richiesta presentata o sospesa durante il periodo di sospensione puó essere revocata tramite comunicazione scritta che dovrà pervenire alla Sicav prima della conclusione di detta sospensione. In caso contrario, le richieste saranno prese in considerazione il primo Giorno di Valorizzazione successivo alla conclusione della sospensione. I prezzi di emissione, rimborso e conversione delle azioni dei comparti sono disponibili presso le sedi legali della Sicav, della Società di gestione e del Sub-agente amministrativo. RIFIUTO di sottoscrizioni La Sicav potrà limitare o impedire l acquisizione della titolarità delle azioni da parte di qualunque persona fisica o giuridica. Nello specifico, la Sicav ha imposto limitazioni alla proprietà di azioni da parte di cittadini o residenti degli Stati Uniti d America o di qualsiasi territorio, possedimento o area sottoposti alla giurisdizione statunitense, nonché da parte di persone normalmente ivi residenti (incluse le proprietà fondiarie di tali persone o società o partnership ivi costituite o organizzate) (qui di seguito i soggetti statunitensi ). Qualora la Sicav abbia motivo di ritenere che un soggetto cui sia preclusa la titolarità delle azioni, anche congiuntamente con altri soggetti, sia di fatto titolare di azioni, essa potrà procedere all espropriazione della totalità di tali azioni. La Sicav non ammette il ricorso a strategie di market timing (metodo di arbitraggio attraverso cui un investitore sottoscrive e chiede sistematicamente il rimborso o la conversione di azioni della Sicav entro un breve periodo di tempo, traendo vantaggio dalle differenze temporali e/o dalle imperfezioni o carenze del metodo di calcolo del valore patrimoniale netto della Sicav). Inoltre, nel caso vi sia il sospetto di tale attività, la Sicav si riserva il diritto di: - rifiutare sottoscrizioni; - rimborsare in qualsiasi momento azioni della Sicav sottoscritte o detenute illegalmente, in particolare tramite le strategie di market timing. Questi provvedimenti non richiedono alcuna giustificazione da parte della Sicav. RIMBORSO di azioni Gli azionisti possono impartire ordini di rimborso, anche parziale, delle azioni di cui sono titolari in ciascun Giorno Lavorativo Bancario. Le richieste di rimborso, da considerarsi irrevocabili, devono essere spedite alla sede legale del Sub-agente del registro. Le richieste devono indicare: nome e indirizzo esatti del richiedente, numero di azioni di cui si chiede il rimborso, cui appartengono tali azioni, il tipo di azioni (nominative o al portatore) e, infine, la classe. Le richieste di rimborso dovranno essere accompagnate, a seconda del caso, dai relativi certificati azionari al portatore, comprensivi delle cedole non ancora scadute, o dai certificati che rappresentano le azioni nominative. Se la richiesta di rimborso, con tutta la documentazione necessaria, perviene entro le 17.00, ora lussemburghese, di un Giorno Lavorativo Bancario, il prezzo di rimborso viene calcolato in base al valore patrimoniale netto per azione applicabile il primo Giorno di Valorizzazione successivo. Se le richieste pervengono oltre il predetto termine, l esecuzione è rinviata al secondo Giorno di Valorizzazione seguente. Gli Amministratori potranno, tuttavia, decidere di anticipare il termine per la ricezione delle richieste qualora ritengano che, in presenza di importanti oscillazioni di mercato, questo sia necessario per tutelare la Sicav e gli azionisti. Una commissione di rimborso al massimo interesse in base a quanto indicato nelle schede del può essere dedotta da tale ammontare. Il valore di rimborso potrà essere superiore, uguale o inferiore al prezzo iniziale di acquisto. Di norma l importo del rimborso viene corrisposto mediante bonifico bancario il quinto Giorno Lavorativo Bancario seguente al Giorno di Valorizzazione o al giorno di ricezione dei certificati. Gli ordini di rimborso non saranno eseguiti e non si effettueranno i relativi pagamenti fino a che: - il Sub-agente del registro non abbia ricevuto i certificati che rappresentano le azioni oggetto di rimborso, o - il Sub-agente del registro non abbia ricevuto conferma da un depositario indipendente che siano state impartite istruzioni irrevocabili per la riconsegna dei titoli, o - non sia stata ricevuta la richiesta di trasferimento per le azioni nominative. Né il Consiglio di amministrazione, né il Sub-agente del registro possono essere ritenuti responsabili del mancato pagamento, in qualsiasi forma, conseguente all applicazione di eventuali controlli sui cambi o ad altre circostanze di forza maggiore che possano limitare o impedire il trasferimento dei controvalori di rimborso in altri paesi. Rimborso di azioni con pagamento in natura In circostanze eccezionali e su specifica richiesta dell investitore, il Consiglio di amministrazione potrà accettare richieste di rimborso con pagamento in natura. Per ogni titolo ceduto a titolo di pagamento del rimborso, il Sub-agente del registro dovrà essere in possesso della relazione di stima effettuata dalla società di revisione della Sicav, relazione che indicherà la quantità e la denominazione dei titoli, nonché il metodo di valutazione adottato. La relazione specificherà anche il valore totale dei titoli, espresso nella divisa del relativo. I beni mobiliari ceduti come pagamento di un rimborso sono valutati in base all ultima quotazione denaro/lettera rilevata sul mercato il Giorno Lavorativo Bancario in cui è calcolato il valore patrimoniale netto applicabile al 6

7 rimborso. Il Consiglio di amministrazione dovrà assicurarsi che tali rimborsi in natura non danneggino gli altri azionisti. Tutti i costi relativi al rimborso di azioni con pagamento in natura saranno a carico esclusivo del titolare delle azioni rimborsate. Oltre alla sospensione dell emissione di azioni, la sospensione del calcolo del valore patrimoniale netto delle azioni della Sicav implica anche la sospensione dei rimborsi. Ogni sospensione dei rimborsi sarà notificata con ogni mezzo ritenuto adeguato, conformemente a quanto previsto nel capitolo IV Valore patrimoniale netto del Prospetto informativo, agli azionisti che hanno presentato richiesta di rimborso la cui esecuzione sia stata differita o sospesa. Se il totale netto delle richieste di rimborso ricevute per un in un qualunque Giorno di Valorizzazione è superiore al 10% del patrimonio netto di tale, le richieste di rimborso presentate potranno essere ridotte e differite proporzionalmente in modo da ridurre il numero di azioni rimborsate quel giorno al 10% del patrimonio netto del in questione. Ogni richiesta di rimborso così differita avrà la priorità sulle richieste di rimborso ricevute il Giorno di Valorizzazione seguente, fermo restando il limite del 10% sopra menzionato. In circostanze normali il Consiglio di amministrazione manterrà un livello adeguato di liquidità al fine di soddisfare le richieste di rimborso. CONVERSIONE di azioni Una conversione può essere descritta come un operazione simultanea di rimborso e di sottoscrizione di azioni. Di conseguenza, tale operazione può essere eseguita solo il primo Giorno di Valorizzazione in cui vengono calcolati entrambi i valori patrimoniali netti dei comparti coinvolti nell operazione. All interno di una classe di azioni, gli azionisti potranno richiedere in ogni momento la conversione delle azioni detenute, o di parte di esse, in azioni di un altro e classe di azioni. Le richieste di conversione, da ritenersi irrevocabili, devono essere spedite alla sede legale del Sub-agente del registro via lettera, telex o facsimile, indicando il nome del in cui le azioni devono essere convertite e specificando la classe di azioni da convertire, la classe delle azioni del nuovo che devono essere emesse e se sono azioni nominative o al portatore. In mancanza di tali informazioni, la conversione sarà eseguita in azioni della stessa classe. Se la richiesta di conversione, con tutta la documentazione necessaria, perviene entro le 17.00, ora lussemburghese, di un Giorno Lavorativo Bancario, le azioni vengono convertite in base al valore patrimoniale netto per azione applicabile il primo Giorno di Valorizzazione successivo. Se le richieste pervengono oltre il predetto termine, l esecuzione è rinviata al secondo Giorno di Valorizzazione seguente. Gli amministratori potranno, tuttavia, decidere di anticipare il termine per la ricezione delle richieste qualora ritengano che, in presenza di importanti oscillazioni di mercato, questo sia necessario per tutelare la Sicav e gli azionisti. Le richieste di conversione dovranno essere accompagnate, a seconda del caso, dai relativi certificati azionari al portatore, comprensivi delle cedole non ancora scadute, o dai certificati che rappresentano le azioni nominative. Salvo in caso di sospensione del calcolo del valore patrimoniale netto, la conversione delle azioni è eseguita il Giorno di Valorizzazione seguente alla ricezione della richiesta di conversione sulla base del valore patrimoniale netto calcolato in quel Giorno di Valorizzazione per le azioni del interessato. La formula per il calcolo del rapporto di conversione è riportata nel Prospetto informativo. Una commissione di conversione, non superiore alla percentuale massima indicata nella scheda dei comparti, può essere dedotta dal valore patrimoniale netto per azione del originario utilizzato per la conversione. Questa percentuale massima deve essere la stessa per tutti gli ordini di conversione eseguiti nel medesimo Giorno di Valorizzazione. Dopo la conversione, il Sub-agente del registro informerà l azionista del numero di azioni risultanti del nuovo e del relativo costo. Nel caso di azioni nominative o al portatore tenute in deposito per conto terzi (con o senza attribuzione di frazioni di azioni), qualsiasi eccedenza dopo la conversione sarà rimborsata all azionista, a meno che la somma sia inferiore a EUR 15,00 (quindici euro) o al suo equivalente in altra divisa, a seconda dei casi. Le somme non rimborsate saranno attribuite al relativo. Per quanto riguarda le azioni al portatore emesse in forma cartacea, le eventuali frazioni di azioni risultanti dalla conversione non saranno attribuite e si presumerà che l azionista ne abbia richiesto il rimborso. Ogni eccedenza sarà rimborsata all azionista a meno che la differenza sia inferiore a EUR 15,00 (quindici euro) o al suo equivalente in altra divisa, a seconda dei casi. Le frazioni non distribuite saranno riassegnate al corrispondente. Nel convertire le azioni di un in azioni di un altro, l azionista deve rispettare l importo minimo applicabile alla sottoscrizione iniziale. Qualora, per effetto di una richiesta di conversione, il numero di azioni detenute da un qualsiasi azionista in un o classe scendesse al di sotto del valore minimo di sottoscrizione previsto per tale, la Sicav potrà trattare tale richiesta come una richiesta di conversione di tutte le azioni dell azionista. Inoltre, l azionista deve soddisfare gli eventuali requisiti relativi alla partecipazione minima nel nuovo come indicato nell elenco dei comparti commercializzati. Non si procederà ad alcuna conversione di azioni se il calcolo del valore patrimoniale netto di uno dei comparti, categorie o classe di azioni in questione è sospeso. Ogni sospensione delle conversioni sarà notificata con ogni mezzo ritenuto adeguato, conformemente a quanto previsto nel capitolo IV Valore patrimoniale netto del Prospetto informativo, agli azionisti che hanno presentato richiesta di conversione la cui esecuzione sia stata differita o sospesa. 7

8 Politica di distribuzione L Assemblea Generale annuale degli azionisti deciderà in merito alle proposte degli Amministratori, relative a questo punto. Tuttavia, per il momento, sono emesse solo azioni a capitalizzazione. Nella misura in cui i profitti non sono distribuiti, il loro valore si rifletterà nel Valore Patrimoniale Netto. L annuncio dei dividendi è pubblicato sul Luxemburger Wort e sugli altri quotidiani scelti dal Consiglio di amministrazione, a meno che tutti gli azionisti interessati e i loro indirizzi siano noti alla Sicav, nel qual caso ogni azionista verrà informato per iscritto. I dividendi non incassati entro 5 (cinque) anni dalla distribuzione non saranno più esigibili e saranno accreditati a beneficio della categoria di azioni del interessato. Sui dividendi dichiarati dalla Sicav e tenuti a disposizione del beneficiario non matura alcun interesse. Tuttavia, non sarà effettuata alcuna distribuzione se in conseguenza della medesima, il patrimonio netto della Sicav scende sotto EUR ,00 (un milione duecentocinquantamila euro). In caso di distribuzione di dividendi sulle azioni a distribuzione dei proventi, l importo dei dividendi viene dedotto dal valore delle azioni delle classi interessate, mentre la quota di patrimonio netto attribuibile alle azioni a capitalizzazione dei proventi resta immutata. Pertanto, il versamento di dividendi comporta necessariamente un aumento del rapporto tra il valore delle azioni a capitalizzazione e quello delle azioni a distribuzione dei proventi del interessato. Tale rapporto è denominato parità nel Prospetto informativo. Informazioni sul Valore Patrimoniale Netto Il valore patrimoniale netto per azione di ogni e classe di azioni della Sicav viene calcolato in Lussemburgo dal Sub-agente amministrativo, sotto la responsabilità del Consiglio di amministrazione, teoricamente ogni Giorno di Valorizzazione, con una frequenza stabilita nelle schede dei singoli comparti, a condizione che questo sia un Giorno Lavorativo Bancario. I valori patrimoniali netti sono espressi nella divisa di riferimento del, della classe, come indicato nell elenco dei comparti attivati riportato in seguito. Il valore delle azioni di ogni e classe è ottenuto dividendo il valore patrimoniale netto del e della classe di azioni presi in considerazione per il numero di azioni in circolazione di e classe. Per ogni per cui sono state emesse e sono in circolazione azioni a distribuzione e a capitalizzazione dei proventi, il valore patrimoniale netto verrà determinato sia per ogni azione a distribuzione sia per ogni azione a capitalizzazione. Nel caso in cui vengano distribuiti dividendi ad azioni a distribuzione dei proventi appartenenti a una classe di azioni, la quota di patrimonio netto del da assegnare alla totalità delle azioni a distribuzione verrà diminuita dell ammontare totale dei dividendi pagati. Se il Consiglio di amministrazione considera che il valore patrimoniale netto calcolato in un dato Giorno di Valorizzazione non rappresenti realmente il valore delle azioni della Sicav o se, successivamente al calcolo del valore patrimoniale netto, ci sono state significative fluttuazioni delle borse interessate, il Consiglio di amministrazione potrà decidere di attualizzare il valore patrimoniale netto di quel giorno. In queste circostanze, tutte le richieste di sottoscrizione, rimborso e conversione ricevute quel giorno saranno evase con diligenza e in buona fede in base al valore patrimoniale netto attualizzato. Il valore patrimoniale netto delle azioni di ogni è disponibile ogni Giorno Lavorativo Bancario presso la sede legale della Sicav e del Sub-agente amministrativo. Il Consiglio di amministrazione potrà inoltre decidere di pubblicarlo anche sui quotidiani dei paesi in cui le azioni vengono commercializzate. ALTRE INFORMAZIONI Dove richiedere il Prospetto informativo, il bilancio e la relazione semestrale Lo Statuto della Sicav, l ultima relazione annuale di bilancio e l ultima relazione semestrale, nonché i contratti rilevanti menzionati nel Prospetto informativo sono messi a disposizione del pubblico presso la sede legale della Sicav e della Società di gestione. Chiunque può farne richiesta e ottenerne gratuitamente una copia. I moduli di sottoscrizione possono essere ottenuti su semplice richiesta presso la sede legale del Sub-agente del registro. Esercizio dei diritti degli azionisti La Sicav richiama l attenzione degli investitori sul fatto che ogni investitore potrà esercitare tutti i suoi diritti di investitore direttamente nei confronti della Sicav (in particolare, il diritto di partecipare alle assemblee generali degli azionisti) solo se registrato a proprio nome nel libro soci della Sicav. Qualora l investitore investa nella Sicav tramite un intermediario che operi a proprio nome ma per conto dell investitore, in alcuni casi è possibile che quest ultimo non possa esercitare direttamente alcuni diritti di azionista nei confronti della Sicav. Si raccomanda agli investitori di informarsi in merito ai propri diritti. 8

9 ELENCO DEI COMPARTI COMMERCIALIZZATI Attualmente sono disponibili i seguenti comparti: Comparti Classi Data di lancio Prezzo iniziale di emissione RAIDHO SICAV Q-TREND Classe A: Retail/ azioni a capitalizzazione Classe B: Retail/ azioni a capitalizzazione Classe C: Institutional/ azioni a capitalizzazione 07/ /2009 Questa classe sarà lanciata in una fase successiva Valuta di riferimento Valorizzazion e Commissione di gestione* EUR 100 EUR Giornaliera Classe A:2,20% annuo del Classe B: 1,60% annuo del Classe C: 1,20% annuo del Investimento minimo iniziale Classe A: EUR Classe B: EUR Classe C: EUR Commissione di performance ** Highwatermark RAIDHO SICAV MACRO DIVERIFIED Classe A: Retail/ azioni a capitalizzazione Classe B: Institutional/ azioni a capitalizzazione 07/2009 Questa classe sarà lanciata in una fase successiva EUR 100 EUR Giornaliera Classe A: 2,00% annuo del Classe B: 1,25% annuo del Classe A: EUR Classe B: EUR Highwatermark RAIDHO SICAV CASH ENHANCED Classe A: Retail/ azioni a capitalizzazione Classe B: Institutional/ azioni a capitalizzazione Questo sarà lanciato in una fase successiva EUR 100 EUR Giornaliera Classe A: 0,50% annuo del Classe B: 0,30% annuo del Classe A: EUR Classe B: EUR Nessuna RAIDHO SICAV GLOBAL OPPORTUNITIES Classe A: Retail/ azioni a capitalizzazione Classe B: Institutional/ azioni a capitalizzazione Questo sarà lanciato in una fase successiva EUR 100 EUR Giornaliera Classe A: 1,60% annuo del Classe B: 1,20% annuo del Classe A: EUR Classe B: EUR Highwatermark 9

10 * La commissione di gestione è espressa con un tasso percentuale annuo, ma è calcolata in base al patrimonio netto medio dell ultimo mese ed è pagabile alla fine di ogni mese. ** Il calcolo della commissione di incentivo e relativi esempi sono riportati nella scheda degli inerenti comparti. Classe Retail : classe di azioni offerta a investitori privati e istituzionali. Classe Institutional : classe di azioni offerta solo a investitori istituzionali (in conformità alla Legge) che sottoscrivono per proprio conto o per conto di investitori privati in forza di un mandato di gestione patrimoniale o simile. Azioni a capitalizzazione : i proprietari di Azioni a Capitalizzazione non hanno il diritto di ricevere dividendi a meno che questo non sia diversamente deciso dal Consiglio di Amministrazione. 10

11 STRATEGIA E POLITICA DI INVESTIMENTO 1. RAIDHO SICAV Q-TREND Il Comparto investirà principalmente in organismi di investimento collettivo in valori mobiliari ( OICVM ) e/o altri organismi di investimento collettivo ( OIC ) in conformità alla Sezione A, paragrafo (5) dei Limiti di investimento di emittenti di prima classe/qualità. Gli OICVM/OIC di riferimento che sono collegati alla Sicav in virtù di gestione o accordo comune o tramite una significativa partecipazione diretta o indiretta ovvero sono gestiti da una società di gestione collegata al gestore, in nessun caso addebiteranno alla Sicav commissioni di sottoscrizione o rimborso. La Sicav, il Gestore degli investimenti o la Società di gestione non possono percepire alcuna commissione per l emissione o il rimborso e hanno unicamente il diritto di ricevere una commissione di gestione del 2% massimo (due per cento) nel caso in cui acquisiscano fondi di riferimento che siano direttamente o indirettamente gestiti da essi stessi ovvero gestiti da una società cui siano collegati in virtù di una gestione comune o un controllo comune oppure tramite una partecipazione diretta o indiretta superiore al 10% del capitale o dei voti. Il Comparto investe prevalentemente in un mix diversificato di valori mobiliari collegati a fondi e/o altri altri attivi ammessi (Strumenti del mercato monetario, depositi, strumenti finanziari derivati). Il è pertanto un organismo di asset allocation che distribuisce i propri investimenti in varie classi di fondi: Valori mobiliari, Strumenti del mercato monetario, depositi e organismi orientati verso i derivati denominati in valute diverse. Il investirà principalmente tramite una piattaforma (come per esempio Morningstar) che consenta un analisi dettagliata delle caratteristiche quantitative del stesso, fermo restando che l approccio operativo si basa su un software che analizza ed elabora alcuni dei parametri finanziari del (quali media mobile, indice di Sharpe, indice di Sortino, deviazione standard) in modo da poter fornire segnali di acquisto e vendita in riferimento alla politica di investimento da esso perseguita. Nell ottica di perseguire l obiettivo di investimento sopra illustrato, il Comparto potrà anche investire sino al 10% (dieci per cento) del proprio patrimonio netto in Hedge Fund, disciplinati e soggetti a una supervisione considerata dalla CSSF equivalente a quella prevista dalla legge comunitaria, in conformità all articolo 41 (2) della Legge del 20 dicembre 2002 in materia di organismi di investimento collettivo. Il può ricorrere a strumenti derivati del tipo indicato nell Appendice I Sezione A del Prospetto informativo a titolo di investimento principale nell ambito della propria politica, ad esempio in opzioni, future, contratti a termine, in conformità ai limiti stabiliti e illustrati nell Appendice I Sezione C del Prospetto informativo. Lo scopo consiste nell utilizzare derivati liquidi negoziati in borsa sui principali indici azionari mondiali (quali l indice SP500, il DAX, l Eurostoxx ecc.) e su indici di volatilità (ad esempio future su VIX e su VStoxx ecc.). I suddetti strumenti derivati saranno utilizzati con approccio tattico allo scopo di evitare situazioni di market timing, di investire in OICVM e/o OIC e di riuscire ad aumentare e/o diminuire l esposizione ai mercati azionari in modo molto più efficiente. La gestione del rischio può coprire i rischi derivanti da questo tipo di strumenti in quanto la Società di Gestione della Sicav segue anche altri organismi d investimento collettivo che fanno già uso di questi strumenti. I rimanenti attivi potranno essere investiti, interamente e nei limiti stabiliti dalla Legge, in tutti gli attivi ammessi descritti nell Appendice I, lettere A e B. Il potrà detenere, in via marginale, liquidità o strumenti equivalenti e in casi eccezionali investire sino al 100% in tali strumenti. Il è autorizzato a utilizzare le tecniche e gli strumenti finanziari descritti nell Appendice II del Prospetto informativo, entro i limiti ivi indicati, ovvero per operazioni di copertura e/o per un efficiente gestione del portafoglio. PROFILO DI RISCHIO: L investimento nel è soggetto ai rischi connessi ai titoli sottostanti, e in particolare all andamento dei tassi di interesse, del credito e dei titoli azionari. Il è inoltre esposto a ulteriori rischi legati ai tassi di cambio e all investimento in derivati. In particolare, i mercati finanziari dei derivati sono volatili e la possibilità di realizzare un guadagno, così come il rischio di subire delle perdite, sono superiori a quelli connessi a un investimento diretto nei titoli sottostanti. PROFILO DELL INVESTITORE TIPO: Investitori interessati a un portafoglio di base bilanciato, ampiamente diversificato a livello di categorie di attivi, stili d investimento, aree geografiche e capitalizzazione di mercato, con una propensione media al rischio e un orizzonte temporale di medio termine. GESTIONE DEL RISCHIO: Il seguirà un approccio basato sugli impegni ( commitment approach ) per monitorare la sua esposizione globale. AVVERTENZA: I rendimenti passati non sono indicativi dei risultati futuri. Il è soggetto al rischio di investimento in valori mobiliari. Il prezzo delle azioni e il relativo rendimento sono soggetti a oscillazioni. Non vi è alcuna garanzia di recuperare integralmente il capitale investito, né è garantito il conseguimento degli obiettivi del COMMISSIONI A CARICO DEGLI AZIONISTI: COMMISSIONE DI SOTTOSCRIZIONE: Classe A: massimo 2% del valore patrimoniale netto applicabile. Classe B: massimo 2% del valore patrimoniale netto applicabile 11

12 Classe C: nessuna COMMISSIONE DI RIMBORSO: COMMISSIONE DI CONVERSIONE: COMMISSIONI ADDEBITATE DAGLI INTERMEDIARI LOCALI: in relazione all acquisto e/o vendita delle azioni sui mercati locali, gli intermediari locali potrebbero addebitare ulteriori spese. COMMISSIONI A CARICO DELLA SICAV: COMMISSIONE DI GESTIONE DEGLI INVESTIMENTI: Classe A: 2,20% annuo del patrimonio netto totale pagabile mensilmente e calcolato sul patrimonio netto totale medio per il mese corrispondente Classe B: 1,60% annuo del patrimonio netto totale pagabile mensilmente e calcolato sul patrimonio netto totale medio per il mese corrispondente Classe C: 1,20 % annuo del patrimonio netto totale pagabile mensilmente e calcolato sul patrimonio netto totale medio per il mese corrispondente COMMISSIONE DI PERFORMANCE: per le Classi A, B e C, la commissione di performance ammonta al 15% della differenza positiva tra la variazione percentuale nel Valore patrimoniale netto per azione della classe di azioni corrispondente e l ultimo highwatermark.la commissione di performance viene pagata al termine di ogni trimestre e matura a ciascun calcolo del valore patrimoniale netto. 12

13 2. RAIDHO SICAV MACRO DIVERSIFIED STRATEGIA E POLITICA DI INVESTIMENTO L obiettivo primario di questo Comparto è l apprezzamento del capitale e la generazione costante di alpha mediante la negoziazione e l investimento in strumenti finanziari liquidi quotati nelle principali borse Mondiali. Il Comparto cerca di conseguire la crescita del capitale indipendentemente dall andamento dei mercati, fermo restando che i guadagni non sono in alcun momento garantiti e gli investitori devono attendersi periodi di sottoperformance o perdite. Il nome Macro Diversified identifica la strategia di ampia diversificazione tra numerose posizioni e strumenti, quali singole azioni, futures su indici azionari, futures su valute, commodity, inclusi i metalli, tramite ETF (ETC), ETF, azioni / quote di OICVM e/o altri OIC. Lo scopo dell elevata diversificazione è quello di ridurre la volatilità e aumentare le probabilità di trarre profitto dai diversi strumenti detenuti in Portafoglio. Il Comparto può inoltre fare ricorso a strumenti finanziari derivati non soltanto a fini di copertura dei rischi di cambio, del rischio di tasso d interesse e del rischio di mercato ma anche a fini di investimento nell ottica di perseguire il proprio obiettivo di investimento. Gli strumenti sottostanti delle operazioni swap perfezionabili dal Comparto, saranno indici e azioni quotate, a seconda delle opportunità di mercato e senza alcuna limitazione. Il Comparto investirà principalmente in strumenti quotati e condurrà prevedibilmente la maggior parte delle negoziazioni tramite contratti futures e opzioni, tutti quotati in borse valori pubbliche. Non è contemplato l utilizzo di strumenti OTC (over-the-counter), salvo laddove gli stessi siano quotati in maniera trasparente da controparti primarie (vale a dire grandi banche con ottimo rating) e in conformità ai limiti di esposizione per gli OICVM. Il Gestore degli investimenti basa di norma le proprie decisioni in materia di investimenti su analisi statistiche e tecniche, modelli matematici, principi di arbitraggio tra settori, senza prescindere dall identificazione di tendenze nel lungo e breve periodo. Un certo grado di discrezione può essere utilizzato in sede di ottimizzazione dei livelli di entrata e uscita dalle posizioni. Nell ottica di perseguire l obiettivo di investimento sopra illustrato, il Comparto potrà anche investire sino al 10% (dieci per cento) dei suoi attivi netti in Hedge Funds, disciplinati e soggetti a una supervisione considerata dalla CSSF equivalente a quella prevista dalla legge comunitaria, in conformità all articolo 41 (2) della Legge del 20 dicembre 2002 in materia di organismi di investimento collettivo. PROFILO DI RISCHIO: Il processo di valutazione del rischio del programma comporta stress test del portafoglio con l ausilio di VAR e scenario. Oltre all analisi di stress, vengono applicati limiti specifici allo scopo di evitare un eccessiva concentrazione del rischio. Tutte le nuove posizioni vengono valutate non soltanto su base individuale ma anche dal punto di vista del rischio. Il valore degli investimenti è soggetto a movimenti al rialzo e al ribasso (ciò è in parte imputabile ai rischi di volatilità o alle fluttuazioni dei cambi nel caso di investimenti esposti a valute estere) ed è possibile che gli investitori non recuperino l intero importo originariamente investito. Si invitano gli Azionisti a prestare inoltre attenzione al rischio relativamente elevato di contrarre derivati su Valori mobiliari. La volatilità dei prezzi dei derivati determina un rischio elevato poiché i movimenti dei prezzi dei contratti derivati sono influenzati tra le altre cose da norme e politiche governative, commerciali, fiscali, monetarie e di disciplina dei cambi, eventi economici e politici nazionali e internazionali nonché variazioni nei tassi d interesse. I governi intervengono di volta in volta nei mercati dei derivati nell intento specifico di influenzare direttamente i prezzi. Il può pertanto subire perdite che ne riducono il Valore patrimoniale netto per azione. PROFILO DELL INVESTITORE TIPO: Investitori che desiderano cogliere alcune delle opportunità presentate da un portafoglio globale diversificato di strumenti. Investitori che desiderano un rendimento positivo indipendentemente dalle tendenze di mercato. Investitori che prevedono di mantenere l investimento a lungo termine. GESTIONE DEL RISCHIO: Il seguirà un approccio basato sugli impegni ( commitment approach ) per monitorare la sua esposizione globale. AVVERTENZA: I rendimenti passati non sono indicativi dei risultati futuri. Il è soggetto al rischio di investimento in valori mobiliari. Il prezzo delle azioni e il relativo rendimento sono soggetti a oscillazioni. Non vi è alcuna garanzia di recuperare integralmente il capitale investito, né è garantito il conseguimento degli obiettivi del. COMMISSIONI A CARICO DEGLI AZIONISTI: 13

14 COMMISSIONE DI SOTTOSCRIZIONE: Classe A: massimo 3,00% del valore patrimoniale netto applicabile Classe B: nessuna COMMISSIONE DI RIMBORSO: COMMISSIONE DI CONVERSIONE: COMMISSIONI ADDEBITATE DAGLI INTERMEDIARI LOCALI: in relazione all acquisto e/o vendita delle azioni sui mercati locali, gli intermediari locali potrebbero addebitare ulteriori spese. COMMISSIONI A CARICO DELLA SICAV: COMMISSIONE DI GESTIONE DEGLI INVESTIMENTI: Classe A: 2,00% annuo del pagabile mensilmente e calcolato sul patrimonio netto totale medio per il mese corrispondente Classe B: 1,25 % annuo del patrimonio netto totale pagabile mensilmente e calcolato sul patrimonio netto totale medio per il mese corrispondente COMMISSIONE DI PERFORMANCE: per le Classi A e B, la commissione di performance ammonta al 20% della differenza positiva tra la variazione percentuale nel Valore patrimoniale netto per azione della classe di azioni corrispondente e l ultimo highwatermark. 14

15 STRATEGIA E POLITICA DI INVESTIMENTO 3. RAIDHO SICAV CASH ENHANCED L obiettivo del Comparto è fornire liquidità giornaliera e conservare il valore. Il Comparto intende assicurare un tasso di rendimento interessante compatibile con la sicurezza del capitale, investendo in depositi a breve e medio termine, certificati di deposito e altri strumenti del mercato monetario. Il benchmark del Comparto è il tasso d interesse EURIBOR a tre mesi riportato su Bloomberg alla voce TICKER EUR003M <Indice>. La scadenza media del Comparto deve essere costantemente uguale o inferiore a 18 mesi. La scadenza di alcuni strumenti può arrivare sino a 5 anni. Ciò nonostante, il Comparto punterà sempre a detenere strumenti sottostanti in grado di soddisfare i criteri di liquidità e scadenza a esso applicabili, allo scopo di minimizzare il rischio di mercato e massimizzare la liquidità per i propri investitori. Il Comparto può investire sino al 100% del proprio patrimonio in strumenti del mercato monetario. Tali strumenti si limitano all investimento nei titoli di emittenti dell Unione Europea per i quali non sia richiesto un rating del credito. L investimento può essere operato anche in emittenti non UE aventi un rating attribuito da un agenzia internazionale di valutazione del credito. Il rating del credito a lungo termine di tali titoli deve essere almeno pari a BBB- secondo la classificazione Fitch oppure un rating equivalente attribuito da altre agenzie. Il Gestore degli investimenti ha inoltre il diritto di investire in altri strumenti di liquidità quali: - commercial paper; - obbligazioni a breve termine aventi un rating elevato; - fondi di investimento a breve termine e del mercato monetario Nell ottica di perseguire l obiettivo di investimento sopra illustrato, il Comparto potrà anche investire sino al 10% (dieci per cento) del proprio patrimonio netto in Hedge Fund, disciplinati e soggetti a una supervisione considerata dalla CSSF equivalente a quella prevista dalla legge comunitaria, in conformità all articolo 41 (2) della Legge del 20 dicembre 2002 in materia di organismi di investimento collettivo. PROFILO DI RISCHIO: Il rischio di perdite dovrebbe essere estremamente limitato grazie al tipo di strumenti sottostanti. Il Gestore controlla tuttavia tutti i rischi in tempo reale, in particolare per quanto attiene a: duration: è di norma tenuta entro un periodo che va da 0 a 18 mesi; emittente e rating: il Gestore ha facoltà di investire in qualsiasi strumento avente un rating minimo di BBB; in linea di massima peró, il portafoglio sarà prevalentemente concentrato su rating superiori. Non vi è alcuna garanzia che gli investitori recuperino l importo totale originariamente investito. Non è possibile garantire il conseguimento degli obiettivi del Comparto. PROFILO DELL INVESTITORE TIPO: Investitori che desiderano un reddito positivo indipendentemente dalle tendenze di mercato. Investitori con un orizzonte temporale di breve termine. AVVERTENZA: non è possibile rilasciare alcuna garanzia contro le perdite derivanti da un investimento in questo Comparto né si può garantire il conseguimento degli obiettivi di investimento del Comparto in riferimento alle sue performance complessive. Gli Azionisti devono pertanto assicurarsi (prima di operare qualunque investimento) di comprendere e accettare il profilo di rischio di tutti gli obiettivi esposti. GESTIONE DEL RISCHIO: Il seguirà un approccio basato sugli impegni ( commitment approach ) per monitorare la sua esposizione globale. COMMISSIONI A CARICO DEGLI AZIONISTI: COMMISSIONE DI SOTTOSCRIZIONE: COMMISSIONE DI RIMBORSO: COMMISSIONE DI CONVERSIONE: 15

16 COMMISSIONI ADDEBITATE DAGLI INTERMEDIARI LOCALI: in relazione all acquisto e/o vendita delle azioni sui mercati locali, gli intermediari locali potrebbero addebitare ulteriori spese. COMMISSIONI A CARICO DELLA SICAV: COMMISSIONE DI GESTIONE DEGLI INVESTIMENTI: Classe A: 0,50 % annuo del patrimonio netto totale pagabile mensilmente e calcolato sul patrimonio netto totale medio per il mese corrispondente Classe B: 0,30 % annuo del patrimonio netto totale pagabile mensilmente e calcolato sul patrimonio netto totale medio per il mese corrispondente COMMISSIONE DI PERFORMANCE: nessuna 16

17 STRATEGIA E POLITICA DI INVESTIMENTO 4. RAIDHO SICAV GLOBAL OPPORTUNITIES Lo scopo del Comparto è di massimizzare il rendimento dei propri investimenti tramite l identificazione di tendenze macroeconomiche globali su scala internazionale. Il investirà prevalentemente, in maniera diretta o indiretta, in valori mobiliari quali azioni, obbligazioni e obbligazioni convertibili. Potrà investire anche in altre attività come strumenti del mercato monetario, depositi a termine, strumenti finanziari derivati, quali opzioni call e put nonché futures finanziari. Il Comparto può inoltre fare ricorso a strumenti finanziari derivati non soltanto a fini di copertura dei rischi di cambio, del rischio di tasso d interesse e del rischio di mercato ma anche a fini di investimento nell ottica di perseguire il proprio obiettivo di investimento. Nell ottica di perseguire l obiettivo di investimento sopra illustrato, il Comparto potrà anche investire sino al 10% (dieci per cento) del proprio patrimonio netto in Hedge Fund, disciplinati e soggetti a una supervisione considerata dalla CSSF equivalente a quelle prevista dalla legge comunitaria, in conformità all articolo 41 (2) della Legge del 20 dicembre 2002 in materia di organismi di investimento collettivo. Il Comparto può altresì detenere liquidità e strumenti equivalenti. PROFILO DI RISCHIO: I rischi attinenti a un investimento nel sono quelli correlati ai titoli sottostanti, in particolare tassi d interesse, credito, azioni. Il Comparto può inoltre avere altri rischi legati alla valuta. PROFILO DELL INVESTITORE TIPO: Il Comparto è adatto a investitori disposti ad accettare un livello elevato di rischio e che prevedono di mantenere l investimento in un orizzonte temporale di medio lungo periodo. Il Comparto è ben diversificato in termini di attività, stile di investimento, aree geografiche e capitalizzazione di mercato. AVVERTENZA: Le performance passate non costituiscono un indicazione di rendimenti futuri. Il Comparto è soggetto ai rischi associati ai mercati finanziari. Le quotazioni delle azioni e il reddito da esse riveniente possono salire e scendere. Non vi è quindi alcuna garanzia che gli investitori recuperino l importo totale originariamente investito. GESTIONE DEL RISCHIO: Il seguirà un approccio basato sugli impegni ( commitment approach ) per monitorare la sua esposizione globale. COMMISSIONI A CARICO DEGLI AZIONISTI: COMMISSIONE DI SOTTOSCRIZIONE: COMMISSIONE DI RIMBORSO: COMMISSIONE DI CONVERSIONE: massimo 2% del Valore patrimoniale netto applicabile. COMMISSIONI ADDEBITATE DAGLI INTERMEDIARI LOCALI: in relazione all acquisto e/o vendita delle azioni sui mercati locali, gli intermediari locali potrebbero addebitare ulteriori spese. COMMISSIONI A CARICO DELLA SICAV: COMMISSIONE DI GESTIONE DEGLI INVESTIMENTI: Classe A: 1,60 % annuo del patrimonio netto totale pagabile mensilmente e calcolato sul patrimonio netto totale medio per il mese corrispondente Classe B: 1,20 % annuo del patrimonio netto totale pagabile mensilmente e calcolato sul patrimonio netto totale medio per il mese corrispondente COMMISSIONE DI PERFORMANCE: per le Classi A e B, la commissione di performance ammonta al 15% della differenza positiva tra la variazione percentuale nel Valore patrimoniale netto per azione della classe di azioni pertinente e l ultimo highwatermark. La commissione di performance viene pagata al termine di ogni trimestre e matura a ciascun calcolo del valore patrimoniale netto. 17

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

D E X I A Q U A N T MODULO DI SOTTOSCRIZIONE

D E X I A Q U A N T MODULO DI SOTTOSCRIZIONE Il presente modulo è l unico valido ai fini della sottoscrizione in Italia delle classi di azioni dei comparti dell OICVM Dexia Quant, Società d investimento a capitale variabile di diritto Lussemburghese

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE BancoPostaFondi SGR BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE del Fondo Comune d Investimento Mobiliare Aperto Armonizzato denominato BancoPosta Obbligazionario

Dettagli

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio.

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. Provvedimento 20 settembre 1999 Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life 3 Indice 1. Autorizzazione e valori depositati 4 2. Apertura di un deposito 4 3. Autorizzazione di iscrizione

Dettagli

SELECTRA INVESTMENTS SICAV Società d investimento a capitale azionario variabile SICAV multi comparto

SELECTRA INVESTMENTS SICAV Società d investimento a capitale azionario variabile SICAV multi comparto Relazione semestrale SELECTRA INVESTMENTS SICAV Società d investimento a capitale azionario variabile SICAV multi comparto R.C.S. Luxembourg B 136 880 Non si accettano sottoscrizioni basate sul presente

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Luglio 2007 Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Indice Preambolo... 3 1. Campo

Dettagli

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli Le migliori condizioni per il suo patrimonio 2-3 Sommario 01 Il nostro modello dei prezzi 4 02 La nostra gestione patrimoniale 5 03 La

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 24.12.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 352/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 1407/2013 DELLA COMMISSIONE del 18 dicembre 2013 relativo all applicazione degli articoli

Dettagli

Facciamo emergere i vostri valori.

Facciamo emergere i vostri valori. Facciamo emergere i vostri valori. www.arnerbank.ch BANCA ARNER SA Piazza Manzoni 8 6901 Lugano Switzerland P. +41 (0)91 912 62 22 F. +41 (0)91 912 61 20 www.arnerbank.ch Indice Banca: gli obiettivi Clienti:

Dettagli

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Regolamento emittenti TITOLO II CAPO II SEZIONE IV Art. 87 (Comunicazioni dei capigruppo Comunicazioni delle operazioni di compravendita

Dettagli

GAM. I nostri servizi di società di gestione

GAM. I nostri servizi di società di gestione GAM I nostri servizi di società di gestione Una partnership con GAM assicura i seguenti vantaggi: Forniamo sostanza e servizi di società di gestione in Lussemburgo Offriamo servizi di alta qualità abbinati

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la "Società"):

Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la Società): 24 luglio 2014 Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la "Società"): ETFS WNA Global Nuclear Energy GO UCITS ETF (ISIN: IE00B3C94706)

Dettagli

Le reverse convertible. Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore

Le reverse convertible. Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore Le reverse convertible Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista Ottobre 2012 Consob Divisione Tutela del Consumatore Indice Introduzione 3 Le reverse convertible 4 Cos è una reverse convertible

Dettagli

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011 STRATEGIA SINTETICA Versione n. 4 del 24/05/2011 Revisione del 24/05/2011 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di esecuzione e trasmissione

Dettagli

Contratto Unico per la Prestazione dei Servizi di Investimento ed Accessori. Documentazione Informativa e Contrattuale

Contratto Unico per la Prestazione dei Servizi di Investimento ed Accessori. Documentazione Informativa e Contrattuale Contratto Unico per la Prestazione dei Servizi di Investimento ed Accessori Documentazione Informativa e Contrattuale Sommario INFORMAZIONI GENERALI SULLA BANCA, SUI SERVIZI D INVESTIMENTO E SULLA SALVAGUARDIA

Dettagli

appartenente al Gruppo Poste Italiane

appartenente al Gruppo Poste Italiane appartenente al Gruppo Poste Italiane Offerta al pubblico di quote dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti di diritto italiano armonizzati alla Direttiva 2009/65/CE, denominati: Bancoposta Obbligazionario

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE (STRUMENTI DERIVATI ED ALTRI VALORI MOBILIARI) Ove non espressamente specificato i riferimenti normativi si intendono fatti al decreto del Ministro dell economia e

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Fonti normative Il principale testo normativo che disciplina il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato è il decreto legislativo 1 aprile

Dettagli

Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI"

Documento di sintesi STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI" Documento del 1 aprile 2011 1 1 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Fornite ai sensi degli

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI CODICE ISIN IT0003809826 SERIES : 16 Art. 1 - Importo e titoli Il Prestito

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA Unifortune Asset Management SGR SpA diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti Approvata dal Consiglio di Amministrazione del 26 maggio 2009 1 Premessa In attuazione dell art. 40, comma

Dettagli

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ********** Banca del Valdarno Credito Cooperativo 1 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID)

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

Orientamenti ABE in materia di. valore a rischio in condizioni di stress (VaR in condizioni di stress) EBA/GL/2012/2

Orientamenti ABE in materia di. valore a rischio in condizioni di stress (VaR in condizioni di stress) EBA/GL/2012/2 Orientamenti ABE in materia di valore a rischio in condizioni di stress (VaR in condizioni di stress) EBA/GL/2012/2 Londra, 16.05.2012 1 Oggetto degli orientamenti 1. Il presente documento contiene una

Dettagli

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni.

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni. GLOSSARIO ACCUMULAZIONE DEI PROVENTI Ammontare dei dividendi che sono stati accumulati a favore dei possessori dei titoli ma che non sono stati ancora distribuiti. ARBITRAGGIO Operazione finanziaria consistente

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici PREFAZIONE Il mercato italiano dei prodotti derivati 1. COSA SONO LE OPZIONI? Sottostante Strike

Dettagli

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1 I mercati I mercati primari e secondari Il mercato dei cambi Il mercato monetario I mercati obbligazionari e azionari Le società di gestione I mercati gestiti da MTS SpA I mercati gestiti da Borsa Italiana

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

Perché esistono gli intermediari finanziari

Perché esistono gli intermediari finanziari Perché esistono gli intermediari finanziari Nella teoria economica, l esistenza degli intermediari finanziari è ricondotta alle seguenti principali ragioni: esigenza di conciliare le preferenze di portafoglio

Dettagli

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 15/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 maggio 2013 OGGETTO: Imposta di bollo applicabile agli estratti di conto corrente, ai rendiconti dei libretti di risparmio ed alle comunicazioni

Dettagli

GUARDIAN asset management software. Solutions. The safe partner for your business

GUARDIAN asset management software. Solutions. The safe partner for your business Portfolio Management GUARDIAN Solutions The safe partner for your business Swiss-Rev si pone come società con un alto grado di specializzazione e flessibilità nell ambito di soluzioni software per il settore

Dettagli

ABSOLUTE INSIGHT FUNDS PLC. Seconda Appendice al Prospetto informativo

ABSOLUTE INSIGHT FUNDS PLC. Seconda Appendice al Prospetto informativo ABSOLUTE INSIGHT FUNDS PLC Seconda Appendice al Prospetto informativo La presente Seconda Appendice costituisce parte integrante e deve essere letta contestualmente al prospetto informativo, datato 17

Dettagli

Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti.

Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti. Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti. LINEA INVESTIMENTO GUIDA AI PRODOTTI Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti!

Dettagli

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI 1) GENERALITA In conformità a quanto previsto dalla Direttiva 2004/39/CE (cd Direttiva Mifid), la Banca ha adottato tutte le misure

Dettagli

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale LGT l assistenza professionale per i suoi investimenti Le

Dettagli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli 008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari applicabili all esecuzione di transazioni su titoli Indice Preambolo... 3 A Direttive generali... 4 Art. Base legale... 4 Art. Oggetto... 5 B

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

1 di 8. Poste Italiane S.p.A. - Società con socio unico Patrimonio BancoPosta. Mifid Condizioni Generali Ed. Giugno 2015

1 di 8. Poste Italiane S.p.A. - Società con socio unico Patrimonio BancoPosta. Mifid Condizioni Generali Ed. Giugno 2015 CONDIZIONI GENERALI CHE REGOLANO IL CONTRATTO PER LA PRESTAZIONE DEI SERVIZI E DELLE ATTIVITÀ DI INVESTIMENTO E DEL SERVIZIO DI CUSTODIA E AMMINISTRAZIONE DI STRUMENTI FINANZIARI PER CONTO DEI CLIENTI

Dettagli

BNP Paribas CARDIF VITA Compagnia di Assicurazione e Riassicurazione S.p.A. Contratto di assicurazione sulla vita con partecipazione agli utili

BNP Paribas CARDIF VITA Compagnia di Assicurazione e Riassicurazione S.p.A. Contratto di assicurazione sulla vita con partecipazione agli utili BNP Paribas CARDIF VITA Compagnia di Assicurazione e Riassicurazione S.p.A. Contratto di assicurazione sulla vita con partecipazione agli utili Mod. T915 Ed. 07/2014 BNL Risparmio Prodotto EVPH Il presente

Dettagli

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Il presente documento (di seguito Policy ) descrive le modalità con le quali vengono trattati gli ordini, aventi ad oggetto strumenti finanziari,

Dettagli

"OPERAZIONI EFFETTUATE DA SOGGETTI RILEVANTI E DA PERSONE STRETTAMENTE LEGATE AD ESSI

OPERAZIONI EFFETTUATE DA SOGGETTI RILEVANTI E DA PERSONE STRETTAMENTE LEGATE AD ESSI "OPERAZIONI EFFETTUATE DA SOGGETTI RILEVANTI E DA PERSONE STRETTAMENTE LEGATE AD ESSI Ai sensi dell art. 114, comma 7, D. Lgs. 24 febbraio 1998, n. 58 e dal Regolamento Emittenti adottato dalla Consob

Dettagli

Execution-Transmission policy

Execution-Transmission policy Execution-Transmission policy Versione Delibera 1 Delibera del Consiglio di Amministrazione del 13/10/2007 2 Aggiornamento con delibera CdA del 23/02/2008 3 Aggiornamento con delibera CdA del 21/03/2008

Dettagli

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI Versione 9.0 del 9/03/2015 Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 Policy conflitti di interesse Pag. 1 di 14 INDICE 1. PREMESSA... 3 1.1 Definizioni... 4 2. OBIETTIVI...

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short db x-trackers su indici daily short ETF su indici daily short: investire nei mercati orso L investimento in un ETF db x-trackers correlato ad indice daily short è destinato unicamente ad investitori sofisticati

Dettagli

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante Le Caratteristiche delle opzioni...1 I fattori che influenzano il prezzo di un opzione...4 Strategie di investimento con le opzioni...5 Scadenza delle opzioni...6 Future Style...7 Schede prodotto...8 Mercato

Dettagli

Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta. insieme fino all essenza

Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta. insieme fino all essenza Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta insieme fino all essenza Dexia Asset Management, un leader europeo nell ambito della Gestione Alternativa n Una presenza storica fin

Dettagli

Strategia di Esecuzione e Trasmissione degli ordini. (ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob)

Strategia di Esecuzione e Trasmissione degli ordini. (ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob) Strategia di Esecuzione e Trasmissione degli ordini (ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob) Novembre 2011 1 Indice PREMESSA ALLE LINEE GUIDA... 3 1 PRINCIPI GENERALI... 3

Dettagli

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini -

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Unipol Banca S.p.A. Sede Legale e Direzione Generale: piazza della Costituzione, 2-40128 Bologna (Italia) tel. +39 051 3544111 - fax +39 051 3544100/101 Capitale sociale i.v. Euro 897.384.181 Registro

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank NOTA DI SINTESI relativa agli ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank di cui al Prospetto di Base ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES redatta

Dettagli

- 2 Banca di Credito Cooperativo di Santeramo in Colle

- 2 Banca di Credito Cooperativo di Santeramo in Colle STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DELLA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI SANTERAMO IN COLLE (BARI) Aggiornata con delibera del Consiglio di Amministrazione del 03 DICEMBRE 2014 VVeer r..1111

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi Redditi diversi Redditi diversi - art. 67 Sono redditi diversi se non costituiscono redditi di capitale, ovvero se non sono conseguiti nell esercizio di arti e professioni o di imprese commerciali, o da

Dettagli

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del luglio 2013 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal

Dettagli

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE PROPOSTE CONCERNENTI LE MATERIE POSTE ALL ORDINE DEL GIORNO DELLA ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DEL

Dettagli

EAST CAPITAL (LUX) società di investimento a capitale variabile di diritto lussemburghese di tipo multicomparto e multiclasse (la SICAV )

EAST CAPITAL (LUX) società di investimento a capitale variabile di diritto lussemburghese di tipo multicomparto e multiclasse (la SICAV ) Pagina 1 di 10 EAST CAPITAL (LUX) società di investimento a capitale variabile di diritto lussemburghese di tipo multicomparto e multiclasse (la SICAV ) MODULO DI SOTTOSCRIZIONE Modalità di partecipazione:

Dettagli

www.unicreditprivate.it 800.710.710

www.unicreditprivate.it 800.710.710 www.unicreditprivate.it 800.710.710 Portfolio Life TM è la nuova soluzione finanziario-assicurativa Unit Linked a vita intera, realizzata da CreditRas Vita S.p.A. in esclusiva per UniCredit Private Banking.

Dettagli

Contratto di Assicurazione sulla Vita Unit Linked Life Portfolio Italy

Contratto di Assicurazione sulla Vita Unit Linked Life Portfolio Italy CREDIT SUISSE LIFE & PENSIONS AG (ITALIAN BRANCH) Via Santa Margherita 3 Telefono +39 02 88 55 01 20121-Milano Fax +39 02 88 550 450 REA Registro Imprese di Milano n. 1753146 C.F. Part. IVA 04502630967

Dettagli

INDICE NOTA DI SINTESI...

INDICE NOTA DI SINTESI... INDICE NOTA DI SINTESI................................................................................ Caratteristiche del fondo................................................................................................

Dettagli

Capital Group. Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist

Capital Group. Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist Capital Group Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist Evento Citywire Montreux, maggio 2015 La tesi a favore delle azioni europee Richard Carlyle, Investment Specialist, Capital Group La ripresa

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone: Prot. n. 2013/87896 Imposta sulle transazioni finanziarie di cui all articolo 1, comma 491, 492 e 495 della legge 24 dicembre 2012, n. 228. Definizione degli adempimenti dichiarativi, delle modalità di

Dettagli

DOCUMENTI INFORMATIVI

DOCUMENTI INFORMATIVI Sede sociale: Cortona, Via Guelfa, 4 Iscritta all albo delle Banche al n. matr. 506.6.0 Capitale sociale e riserve al 31/12/2013 32.044.372,37 i.v. Numero di iscrizione al Registro delle Imprese di AREZZO

Dettagli

Tassi a pronti ed a termine (bozza)

Tassi a pronti ed a termine (bozza) Tassi a pronti ed a termine (bozza) Mario A. Maggi a.a. 2006/2007 Indice 1 Introduzione 1 2 Valutazione dei titoli a reddito fisso 2 2.1 Titoli di puro sconto (zero coupon)................ 3 2.2 Obbligazioni

Dettagli

Contratto di assicurazione mista a premio unico con rivalutazione del capitale e cedola annua (Tariffa 21CM)

Contratto di assicurazione mista a premio unico con rivalutazione del capitale e cedola annua (Tariffa 21CM) Certezza Più Contratto di assicurazione mista a premio unico con rivalutazione del capitale e cedola annua (Tariffa 21CM) Il presente Fascicolo Informativo, contenente la Scheda Sintetica, la Nota Informativa,

Dettagli

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla IDEMDJD]LQH 1XPHUR 'LFHPEUH %52 (56 21/,1( 68//,'(0 nel 2002, il numero di brokers che offrono la negoziazione online sul minifib è raddoppiato, passando da 7 nel 2001 a 14. A novembre due nuovi brokers

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto

Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi -

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi - Direttiva 2004/39/CE "MIFID" (Markets in Financial Instruments Directive) Direttiva 2006/73/CE - Regolamento (CE) n. 1287/2006 Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi

Dettagli

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy 1. INTRODUZIONE Il presente documento definisce e formalizza le modalità ed i criteri adottati da Banca Popolare di Spoleto S.p.A. (di seguito, la Banca

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015

Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015 Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015 1 CONDIZIONI GENERALI DI NOLEGGIO Termini e Condizioni di Prenotazione I servizi di noleggio di veicoli Europcar in Italia sono erogati da Europcar

Dettagli

Camponovo Asset Management SA, Via S. Balestra 6, PO Box 165, 6830 Chiasso-Switzerland Phone + 41 91 683 63 43, Fax + 41 91 683 69 15,

Camponovo Asset Management SA, Via S. Balestra 6, PO Box 165, 6830 Chiasso-Switzerland Phone + 41 91 683 63 43, Fax + 41 91 683 69 15, SA, Via S. Balestra 6, PO Box 165, 6830 Chiasso-Switzerland Phone + 41 91 683 63 43, Fax + 41 91 683 69 15, info@camponovoam.com La Gestione Patrimoniale Un felice connubio fra tradizione, tecnologia e

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SOCIETA COOPERATIVA Sede Legale in Viale Umberto I n. 4, 00060 Formello (Rm) Tel. 06/9014301 Fax 06/9089034 Cod.Fiscale 00721840585 Iscrizione Registro Imprese Roma e P.Iva 009260721002 Iscritta all Albo

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari Documento di Sintesi Documento redatto ai sensi dell art. 48, comma 3, del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Dettagli

Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili

Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: Scheda Sintetica; Nota Informativa; Condizioni di Assicurazione

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI INFORMAZIONI GENERALI La Direttiva MIFID (2004/39/CE), relativa ai mercati degli strumenti finanziari, introduce

Dettagli

Maggio 2014. Guida dell Azionista

Maggio 2014. Guida dell Azionista Maggio 2014 Guida dell Azionista Con la presente Guida intendiamo offrire un utile supporto ai nostri azionisti, evidenziando i diritti connessi alle azioni possedute e consentendo loro di instaurare un

Dettagli

INFORMATIVA PRECONTRATTUALE PER LA CLIENTELA SU SERVIZI E ATTIVITA DI INVESTIMENTO

INFORMATIVA PRECONTRATTUALE PER LA CLIENTELA SU SERVIZI E ATTIVITA DI INVESTIMENTO INFORMATIVA PRECONTRATTUALE PER LA CLIENTELA SU SERVIZI E ATTIVITA DI INVESTIMENTO Aggiornamento n. 13 di Aprile 2015 MMM00589 04/2015 Pag. 1 di 34 INDICE: PREMESSA... 3 INFORMAZIONI GENERALI SULLA BANCA...

Dettagli

MiFID - Markets in Financial Instruments Directive

MiFID - Markets in Financial Instruments Directive MiFID - Markets in Financial Instruments Directive STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI (EXECUTION & TRANSMISSION POLICY) (documento redatto ai sensi del Regolamento

Dettagli

POPOLARE VITA S.p.A.

POPOLARE VITA S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE SULLA VITA IN FORMA MISTA, A PREMIO UNICO CON RIVALUTAZIONE ANNUALE DEL CAPITALE (TARIFFA N. 560) Orizzonte Sicuro Il presente Fascicolo Informativo, contenente: la Scheda Sintetica;

Dettagli