Dott.ssa Roberta Pacifici Osservatorio Fumo Alcol e Droga OSSFAD Istituto Superiore di Sanità

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Dott.ssa Roberta Pacifici Osservatorio Fumo Alcol e Droga OSSFAD Istituto Superiore di Sanità"

Transcript

1 Dott.ssa Roberta Pacifici Osservatorio Fumo Alcol e Droga OSSFAD Istituto Superiore di Sanità XVII Convegno Tabagismo e Servizio Sanitario Nazionale 29 maggio 2015, Roma

2 Il «PROTOCOLLO PER ELIMINARE IL COMMERCIO ILLEGALE DI PRODOTTI DEL TABACCO» è il primo protocollo alla Convenzione quadro dell'oms sul controllo del tabacco (FCTC), e un nuovo trattato internazionale a tutti gli effetti. E stato adottato per consenso nel novembre 2012 in occasione della quinta sessione della Conferenza delle Parti (COP). Il protocollo porta avanti e completa l'articolo 15 della FCTC, dove vengono affrontate le misure necessarie a contrastare il commercio illecito di prodotti del tabacco.

3 Dove vengono acquistate le sigare1e (%) Dati in trend: Tabaccai 8,0 3, ,0 88,8 88,6 88, ,2 tabaccai distributori automagci altri canali OSSFAD Indagine DOXA- ISS 2015

4 PUBBLICITÀ DELLE SIGARETTE SU INTERNET A Lei è capitato di vedere su Internet o di ricevere via della pubblicità o delle proposte di acquisto di sigarette, sigari o tabacco? Dove? Dati % 34,3 60,0 40,0 10,6 20,0 0,0 1,2 2,3 1,2 sì, via sì, su un social network sì, via app del telefonino 6,7 sì, ma non ricordo dove e come sì 55,1 usa internet\ ma non ha mai visto pubblicità di sigarette, sigari o tabacco non usa internet\ 60,0 40,0 20,0 0,0 Dati in trend: 13,5 14,7 11,8 10, OSSFAD Indagine DOXA- ISS 2015

5 E-COMMERCE

6 In Italia, vendere e acquistare sigarette su internet è illegale Immagini di pacchetti senza avvertenze sanitarie Livelli di catrame superiore ai massimi consentiti in Italia

7 VENDITE ILLEGALI Le è capitato, nel corso degli ultimi 12 mesi, di vedere venditori ambulanti vendere sigarette per strada, in Italia? Mai (negli ultimi 12 mesi in Italia) Dati % 83,2 Una volta Qualche volta Sì 16,8% 6,6 Spesso 6,9 3,2 Considerando le risposte «spesso» + «qualche volta» emergono importanti differenze per area geografica: NORD (8,8%) CENTRO (3,6%) SUD (15,9%) OSSFAD Indagine DOXA- ISS 2015

8 NAPOLI 2014

9 IL CONTRABBANDO E LA CONTRAFFAZIONE NEL TERRITORIO Milano Venezia Trieste 8 città rappresentano l 84% del mercato illegale Genova Roma Giugliano Napoli 35% 28% 34% Sud (-Napoli) 12% 13% 17% Centro Nord 53% 59% 49% Napoli Palermo Fonte: MS Intelligence, Empty Pack Survey Q4-2014

10 Consumo di sigarette nel mondo Fonte: The Tobacco Atlas 5th ed.

11 Consumo di sigarette nelle diverse aree geografiche L'aumento sproporzionato del numero di sigarette fumate in Cina è un effetto combinato della crescita della popolazione e di un aumento del numero delle sigarette fumate dalle persone. Nel 2013, un fumatore medio in Cina ha fumato 22 sigarette al giorno, quasi il 50% in più rispetto al Fonte: The Tobacco Atlas 5th ed. AMRO. America settentrionale e meridionale; AFRO. Africa EMRO. Medio Oriente; SEARO. Sud-Est asiatico WPRO. Asia e Oceania; EURO. Europa e Russia

12 Vendite di sigare1e in Italia: ulgmi 16 anni Sigare1e (milioni di Kg) 105,0 100,0 100,4 101,6 103,1 101,6 98,9 95,0 95,9 93,8 92,0 90,0 91,0 92,8 92,8 89,2 87,0 85,0 85,5 Var : + 0,5% 80,0 Var : 8,0% 78,7 75,0 70,0 Var : 6,0% 74,0 74,

13 Il trend delle vendite di tabacchi lavorag in Italia: anni DIVIETO DI FUMO NEI LOCALI PUBBLICI Prodotto (tonnellat e) Var % 2014/ 13 Sigarette ,5 Trinciati * ,1 Sigari ,3 Sigaretti ,5 Totale ,6 * dal 2010 AAMS rileva i volumi dei trinciati separando quelli destinati alla fabbricazione delle sigarette RYO

14 Indagine DOXA effe1uata per conto dell IsGtuto Superiore di Sanità, in collaborazione con: L IsGtuto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri

15 Distribuzione percentuale del campione in base all abitudine al fumo (Analisi secondo il sesso) Non Fumatori: 35,1 milioni 67,1% Ex Fumatori: 6,3 milioni 12,1% Fumatori: 10,9 milioni 20,8% Uomini: 14,7 milioni 58,7 % Donne: 20,4 milioni 74,8% Uomini: 4,0 milioni 16,2% Donne: 2,3 milioni 8,3% Uomini: 6,3 milioni 25,1% Donne: 4,6 milioni 16,9% 15 OSSFAD Indagine DOXA- ISS 2015

16 Prevalenza del fumo di sigare1e fra gli uomini e le donne delle varie età Donne ,8 22,4 20,6 6,7 Totale Donne 16,9% anni anni anni 65 + anni Uomini ,7 30,7 28,5 14,2 Totale Uomini 25,1% anni anni anni 65 + anni OSSFAD Indagine DOXA- ISS 2015

17 Prevalenza del fumo di sigare1e fra gli uomini e le donne delle varie aree geografiche (%) Uomini: 26,3% Donne: 17,5 % Uomini: 20,4% Donne: 14,9% Totale uomini 25,1% Totale donne 16,9% Uomini: 26,2% Donne: 17,2% OSSFAD Indagine DOXA- ISS 2015

18 60,0 50,0 Prevalenza del fumo di sigare1e e consumo medio giornaliero secondo le indagini DOXA condo1e fra il 1975 e il ,2 uomini totale donne Var. ass Uomini - 0,3 Donne - 2,0 Totale - 1,2 40,0 30,0 20,0 10,0 38,3 34,0 32,0 34,8 31,1 33,2 28,9 30,0 29,3 28,6 27,9 26,6 27,6 26,2 26,4 25,6 24,3 25,9 23,5 22,0 23,6 22,3 22,5 22,5 22,1 20,3 19,3 17,9 16,3 28,9 25,4 22,3 23,9 26,0 24,6 26,2 25,4 25,1 21,7 22,7 20,8 20,6 22,0 20,8 19,7 19,6 18,9 17,2 16,9 15,3 0, OSSFAD Indagine DOXA- ISS 2015

19 Prevalenza dei fumatori secondo le indagini DOXA condotte fra il 2009 e il 2014 per classi d età ,1 28,3 29,0 26,6 29,3 25,7 26,0 22,6 19,9 21,9 18,8 18,5 13,4 7,8 12,1 9,1 24,7 29,2 25,6 24,8 25,1 24,4 20,5 19,7 18,3 10,2 9,5 9, OSSFAD Indagine DOXA- ISS 2015

20 Abitudine tabagica ed età (Trend ) Valori % ,5 41,1 41,4 38,3 44,1 43,3 44,6 42,8 44,5 43,8 44,7 42,0 41,0 41,5 41,2 42,5 43,2 42, ,9 17,9 18,4 18,4 18,0 17,0 17,6 17,3 17,3 17,7 17,7 17,8 17,9 17, ETA MEDIA FUMATORI ETA MEDIA INIZIAZIONE ETA MEDIA INIZIAZIONE ETA MEDIA CESSAZIONE ETA MEDIA CESSAZIONE OSSFAD Indagine DOXA- ISS 2015

21 Consumo medio di sigarette al giorno (Analisi sui fumatori attuali) ,0 14,5 14, ,0 Meno di 5 sigarette al giorno 14,7 Da 5 a 9 sigarette al giorno 31,0 Da 10 a 14 sigarette al giorno 14,4 18,2 Da 15 a 19 sigarette al giorno 26,9 20 sigarette al giorno e più 1,1 Non indica Fumatore leggero% (fino a 9 s. / die) 26,0 16,7 Fumatore medio% (10-19 s. / die) 40,8 49,2 14,0 14,0 14,1 14,1 Fumatore pesante% (20+ s. / die) 28,5 26,9 13,5 13,6 13,6 13,0 12,5 13,0 13,0 12,7 12,9 13,1 12, OSSFAD Indagine DOXA- ISS 2015

22 DISTRIBUZIONE PERCENTUALE DEI FUMATORI IN BASE ALL ABITUDINE AL FUMO (N.SIGARETTE/DIE) ED ALL ETA Numero di sigarette fumate/die Totale Fumatori anni anni anni 65+ anni Meno di 15 sigarette al giorno 53,7% 82,8% 58,0% 43,1% 48,6% sigarette al giorno 41,8% 15,0% 38,3% 51,7% 44,6% 25 o più sigarette al giorno 3,3% 0,0% 3,6% 3,5% 4,7% A n n o Meno di 15 sigarette al giorno 67,8% sigarette al giorno 28,0% 25 o più sigarette al giorno 1,3 OSSFAD Indagine DOXA- ISS 2015

23 A che età si inizia a fumare? (Analisi secondo il sesso) 12,9 17,0 6,7 prima dei 15 anni 46,1 49,5 41, anni anni 26,6 23,4 6,5 6,6 6,4 2,8 31,4 6,6 12, anni Dopo i 24 anni (25+) Non ricordano totale uomini donne Età media 17,9 17,0 19,1 % tra i 15 ed i 20 anni 72,7 72,9 72,4 OSSFAD Indagine DOXA- ISS 2015

24 Per quale motivo si inizia a fumare? (Analisi secondo il sesso) Totale Maschi Femmine % % % influenzato dagli amici\i miei amici fumavano\ alle feste\coi compagni di scuola ecc. 61,3 62,4 59,5 perche ho provato e mi piaceva\mi dava soddisfazione 16,6 17,7 14,9 per "sentirmi piu grande"\senso di emancipazione 7,6 8,4 6,3 influenzato dai familiari\in famiglia fumavano 5,6 5,2 6,2 influenzato dal partner 2,8 1,2 5,2 perche "mi dava sicurezza" 2,7 2,4 3,3 perche mi sentivo stressato\agitato 2,2 1,3 3,5 per curiosità\per provare 0,7 0,9 0,3 per ridurre l appetito\mangiare di meno 0,1 0,2 0,0 OSSFAD Indagine DOXA- ISS 2015

25 Per quale motivo si inizia a fumare? (Trend ) % % % % % % % Influenzato dagli amici\i miei amici fumavano\ alle feste\coi compagni di scuola ecc. 60,5 60,1 60,9 66,5 61,8 59,0 61,3 perché ho provato e mi piaceva 19,0 16,8 20,3 15,6 16,7 17,0 16,6 per «sentirmi più grande»\senso emancipazione 7,2 8,8 6,6 8,4 9,1 9,5 7,6 Influenzato dai familiari\in famiglia fumavano 4,2 5,3 4,8 3,6 6,2 4,2 5,6 Perché mi sentivo stressato\agitato 2,2 1,5 1,7 1,2 0,8 3,2 2,2 Perché "mi dava sicurezza" 1,4 2,4 2,0 1,7 1,4 2,8 2,7 Influenzato dal partner 3,1 1,8 1,8 1,4 1,9 2,5 2,8 Per curiosità\per provare 0,6 0,8 1,1 1,3 1,4 0,9 0,7 Per ridurre l'appetito\mangiare di meno 0,3-0,3 0,1 0,4 0,6 0,1 OSSFAD Indagine DOXA- ISS 2015

26 COSA E COME SI FUMA OSSFAD Indagine DOXA- ISS 2015

27 Tipologia di consumo (%) 100,0 95,4 Prevalentemente Occasionalmente 80,0 60,0 40,0 (2013: 9,6%) (2014: 18,0%) 20,0 17,0 (2013: 4,3%) (2014: 2,1%) 0,5 2,6 1,2 0,0 sigarette confezionate sigarette fatte a mano sigaretta elettronica (con nicotine) sigari sigaretti tabacco per pipa sigaretta elettronica (senza nicotina) OSSFAD Indagine DOXA- ISS 2015

28 Il consumo di sigarette fatte a mano (%) (analisi secondo il sesso, l età e l area geografica) 50,0 45,0 40,0 35,0 Il consumo di sigarette fatte a mano è significativamente più diffuso tra i maschi, i giovani e nelle regioni del Centro Italia. 30,0 25,0 20,0 15,0 20,2 31,5 19,0 29,9 17,1 Fumatori che utilizzano sigarette fatte a mano 17,0% 10,0 5,0 12,6 13,1 10,4 12,4 0,0 Uomini Donne Nord Centro Sud/Isole Sesso Età Area geografica OSSFAD Indagine DOXA- ISS 2015

29 Crisi economica: se e come si modificano le abitudini? 62,3 In conseguenza della crisi economica, Lei forse. fuma di meno fuma di più Dati in trend: Non hanno modificato le abitudini 75,2 62,7 62,3 2,3 16,0 19,4 non ha cambiato nulla fuma sigarette meno costose OSSFAD Indagine DOXA- ISS 2015

30 La pratica di alcuni giochi (Confronto Media Nazionale VS. Fumatori) Dati % 100 Totale adulti Fumatori Il 43,7% degli Italiani praticano (anche solo occasionalmente) almeno uno di questi giochi, ma tra i fumatori il dato dei praticanti anche occasionali sale al 53,4% 40 30,1 35, Gratta & Vinci, Win For Life 17,9 20,8 Lotto, Superenalotto 8,1 12,4 Totocalcio, Totip, Totogol, Corsa Tris, ecc. 6,9 3,7 4,6 5,6 5,8 2,7 scommesse sportive Bingo Poker Casinò Casinò su internet 0,6 1,2 0,4 0,8 1,0 2,2 0,4 0,5 Videopoker\ Videolotterie\ New Slot Scommesse cavalli OSSFAD Indagine DOXA- ISS 2015

31 L ABITUDINE AL FUMO DEGLI ATLETI : VALORI PERCENTUALI (ANNO 2014) TEST ANTIDOPING CONDOTTI SU URINE DI ATLETI PRATICANTI ATTIVITÀ SPORTIVE NON AGONISTICHE E ATTIVITÀ AMATORIALI GIOVANILI ANCHE AGONISTICHE IN DIVERSE DISCIPLINE E PRATICHE SPORTIVE. MASCHI 68,2% età 31,4 ATLETI 1511 Età media 30,6 FEMMINE 31,8% età 28,9 La presenza della nicotina nelle urine di un individuo (concentrazione > 15 ng/ml), indica che il soggetto in esame è un fumatore attivo e ha fumato l ultima sigaretta 2-3 ore prima del prelievo dell urina. La cotinina, il metabolita principale della nicotina, quando rilevata nelle urine in concentrazioni superiori a 50 ng/ml, indica che il soggetto esaminato è un fumatore attivo. Da: Reporting System Doping Antidoping. Anno Elaborazione ISS su dati CVD

32 L ABITUDINE AL FUMO DEGLI ATLETI : VALORI PERCENTUALI (ANNO 2014) 10,6% 12,2% FUMATORI (11,0%) ,7% 3,7% 11,0% ATLETICA CICLISMO SPORT ACQUATICI 20,0% SCHERMA 30,5% CALCIO Da: Reporting System Doping Antidoping. Anno Elaborazione ISS su dati CVD

33 L ABITUDINE AL FUMO DEGLI ATLETI : VALORI PERCENTUALI (ANNO 2014) MASCHI 69,0% ATLETI CHE FUMANO DURANTE L EVENTO SPORTIVO(69,2%) FEMMINE 69,5% ,1 60,0 68,8 76, , CICLISMO ATLETICA SCHERMA SPORT ACQUATICI CALCIO Da: Reporting System Doping Antidoping. Anno Elaborazione ISS su dati CVD

34

35 BIG- TOBACCO E LE SIGARETTE ELETTRONICHE Tutte le principali aziende produttrici di tabacco possiedono marchi di e-cig già sul mercato o in fase di sviluppo. COMPAGNIE LORILLARD JTI PMI IMPERIAL BAT ALTRIA REYNOLDS BLU E-LITES NICOLITE PURITANE VYPE MARK TEN VUSE SKYCING E-CIG Fonte: The Tobacco Atlas 5th ed.

36 Sulla sigare1a ele1ronica gli scienziag si dividono There is ongoing debate within the nicotine and tobacco research community concerning whether electronic cigarettes WILL OFFER A WAY OUT OF THE SMOKING EPIDEMIC OR A WAY OF PERPETUATING IT. Robustly designed, implemented and accurately reported scientific evidence will be the best tool we have to help us predict and shape which of these realities transpires. Sara Hitchman, Ann McNeill & Leonie Brose, Editorial in Addiction, 2014 ISS-OSSFAD: condivide le posizioni OMS e in particolare avverte la necessità di una normativa di riferimento per i liquidi per evitare l inalazione di SOSTANZE TOSSICHE (PIOMBO, CADMIO, CROMO, ARSENICO) POSIZIONE OMS Sigarette elettroniche meno tossiche del fumo di tabacco ma non vi sono ancora prove sufficienti su sicurezza ed efficacia

37 Sulla sigare1a ele1ronica gli scienziag si dividono 50 scienziati italiani e americani: lettera all OMS in cui non condividono gli attacchi che frenano la promozione dell uso della sigaretta elettronica.

38 GLI UTILIZZATORI DUALI Circa 2.1 milioni di adulti in Gran Bretagna utilizzano la sigaretta elettronica. Di questi, circa sono ex-fumatori mentre 1.3 MILIONI SONO UTILIZZATORI DUALI DI TABACCO E SIGARETTE ELETTRONICHE. ASH Action on smoking and health. Use of e-cig in Great Britain. Ottobre

39 UTILIZZATORI DI e- CIG TRA I FUMATORI ADULTI IN GRAN BRETAGNA DA: ASH Action on smoking and health. Electronic cigarettes. Novembre ASH_715.pdf

40 USO DELLA e- CIG (Gran Bretagna) % of GB adult ex- and never- smokers Electronic cigarette use among former and never smokers in Great Britain ( ) 3,7 7,4 2,5 4,5 11,6 1,1 0,9 1,1 0,5 0,1 0,2 0, ex-smokers (ever use) ex-smokers (current use) never smokers (ever use) never smokers (current use) DA: ASH Action on smoking and health. Use of e-cig in Great Britain. Ottobre documents/ash_891.pdf

Indagine DOXA effe1uata per conto dell IsGtuto Superiore di Sanità, in collaborazione con: L IsGtuto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri

Indagine DOXA effe1uata per conto dell IsGtuto Superiore di Sanità, in collaborazione con: L IsGtuto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri Indagine DOXA effe1uata per conto dell IsGtuto Superiore di Sanità, in collaborazione con: L IsGtuto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri Distribuzione percentuale del campione in base all abitudine

Dettagli

Rapporto sul fumo in Italia 2012

Rapporto sul fumo in Italia 2012 Rapporto sul fumo in Italia 2012 Dott.ssa Roberta Pacifici Osservatorio Fumo Alcol e Droga OSSFAD Istituto Superiore di Sanità XIV Convegno Tabagismo e Servizio Sanitario Nazionale 31 maggio 2012, Roma

Dettagli

Il fumo in Italia. Sintesi dei risultati

Il fumo in Italia. Sintesi dei risultati Indagine effettuata per conto de l Istituto Superiore di Sanità, in collaborazione con l Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri e la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori Sintesi dei risultati

Dettagli

Il Telefono Verde contro il Fumo

Il Telefono Verde contro il Fumo Il Telefono Verde contro il Fumo Dott.ssa Luisa Mastrobattista Osservatorio Fumo Alcol e Droga OSSFAD Istituto Superiore di Sanità XVII Convegno Tabagismo e Servizio Sanitario Nazionale AGGIORNAMENTO DEI

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute SCHEDA I NUMERI DEL TABAGISMO Il tabacco provoca più decessi di alcol, aids, droghe, incidenti stradali, omicidi e suicidi messi insieme. L epidemia del tabacco è una delle più grandi

Dettagli

GIORNATA MONDIALE SENZA TABACCO VIII CONVEGNO NAZIONALE TABAGISMO E SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE

GIORNATA MONDIALE SENZA TABACCO VIII CONVEGNO NAZIONALE TABAGISMO E SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE GIORNATA MONDIALE SENZA TABACCO VIII CONVEGNO NAZIONALE TABAGISMO E SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE IMPEGNO NAZIONALE ED INTERNAZIONALE DEL MINISTERO DELLA SALUTE Daniela Galeone ISS OSSFAD: ROMA 31 MAGGIO

Dettagli

Il gioco d azzardo. Aspetti generali e situazione in Trentino

Il gioco d azzardo. Aspetti generali e situazione in Trentino Il gioco d azzardo Aspetti generali e situazione in Trentino A cura dell Osservatorio per la salute Dipartimento politiche sanitarie Provincia autonoma di Trento Trento, 29 dicembre 2012 Il gioco d azzardo

Dettagli

Epidemiologia del tabagismo

Epidemiologia del tabagismo Ministero della Salute LOGO REGIONALE LOGO AZIENDALE Progetto CCM Definizione e implementazione di un sistema di monitoraggio del rispetto della normativa sul fumo in Italia : monitoraggio negli ambienti

Dettagli

Uso di sostanze e comportamenti a rischio tra gli studenti 15-19enni

Uso di sostanze e comportamenti a rischio tra gli studenti 15-19enni Dipartimento Dipendenze Uso di sostanze e comportamenti a rischio tra gli studenti 15-19enni I dati dello Studio Espad Italia 212 con sovracampionamento per la Provincia di Lecco A cura dell Osservatorio

Dettagli

RAGAZZI IN GIOCO PROGETTO LUDOPATIE IN COLLABORAZIONE CON

RAGAZZI IN GIOCO PROGETTO LUDOPATIE IN COLLABORAZIONE CON IN COLLABORAZIONE CON Aprile 2014 CAMPIONE Fasce di età 25,0% 25,0% 25,0% Totale Italia 35-39 anni 20,2% 40-44 anni 26,3% 45-49 anni 34,6% Oltre 49 anni 18,9% 25,0% TOTALE 100,0% Sesso Totale Italia Maschio

Dettagli

Osservatorio Gioco Online: workshop di kick off

Osservatorio Gioco Online: workshop di kick off Osservatorio Gioco Online: workshop di kick off Edizione 213/214 18 luglio 213 Agenda Le dinamiche del mercato del Gioco Online I giocatori Online Le dinamiche del mercato dei principali giochi Scommesse

Dettagli

E ancora un gioco? Report della ricerca

E ancora un gioco? Report della ricerca CONCORSO PER LE SCUOLE MEDIE SUPERIORI a.s. 2010/2011 E ancora un gioco? Report della ricerca Dott.ssa Elisa Casini Psicologa Ricercatrice Centro Documentazione Ser.T. Arezzo Ce.Do.S.T.Ar. Dipartimento

Dettagli

EPIDEMIOLOGIA DEL GIOCO D AZZARDO

EPIDEMIOLOGIA DEL GIOCO D AZZARDO EPIDEMIOLOGIA DEL GIOCO D AZZARDO Fabio Voller Alice Berti Settore Sociale Osservatorio di Epidemiologia Presentazione del volume GAP - Il gioco d azzardo patologico Orientamenti per la prevenzione e la

Dettagli

L abitudine al fumo 04 Giugno 2010 Dott.ssa Felicetta Camilli Dott. Gianluca Fovi

L abitudine al fumo 04 Giugno 2010 Dott.ssa Felicetta Camilli Dott. Gianluca Fovi 31 Maggio 2010 GIORNATA MONDIALE CONTRO IL TABACCO G.Klimt 4 Giugno 2010 16 GIORNATA DEL RESPIRO L abitudine al fumo 04 Giugno 2010 Dott.ssa Felicetta Camilli Dott. Gianluca Fovi e con la collaborazione

Dettagli

FASE A - QUALITATIVA GLI ADOLESCENTI ITALIANI E IL GIOCO D AZZARDO

FASE A - QUALITATIVA GLI ADOLESCENTI ITALIANI E IL GIOCO D AZZARDO FASE A - QUALITATIVA GLI ADOLESCENTI ITALIANI E IL GIOCO D AZZARDO Sintesi dei risultati L indagine sul gioco d azzardo, commissionata dall Autorità Garante per l Infanzia e l Adolescenza, restituisce

Dettagli

Il fumo di sigaretta e la patologia polmonare: l esperienza del centro anti-tabagismo tabagismo dell ASL 4 Chiavarese

Il fumo di sigaretta e la patologia polmonare: l esperienza del centro anti-tabagismo tabagismo dell ASL 4 Chiavarese Il fumo di sigaretta e la patologia polmonare: l esperienza del centro anti-tabagismo tabagismo dell ASL 4 Chiavarese Carlo Campodonico S.C. Pneumologia ASL 4 Dimensione del problema fumo 1 miliardo e

Dettagli

I GRUPPI DI TERAPIA PER I FAMIGLIE : (UD)

I GRUPPI DI TERAPIA PER I FAMIGLIE : (UD) I GRUPPI DI TERAPIA PER I GIOCATORI D AZZARDO E LE LORO FAMIGLIE : L ESPERIENZA DI CAMPOFORMIDO (UD) ROLANDO DR. DE LUCA PSICOLOGO PSICOTERAPEUTA RESPONSABILE DEL CENTRO DI TERAPIA DI CAMPOFORMIDO E-mail

Dettagli

I CONTROLLI ANTIDOPING DELLA CVD: ANALISI DEI RISULTATI

I CONTROLLI ANTIDOPING DELLA CVD: ANALISI DEI RISULTATI I CONTROLLI ANTIDOPING DELLA CVD: ANALISI DEI RISULTATI Dott.ssa Roberta Pacifici Reparto Farmacodipendenza Tossicodipendenza e Doping Istituto Superiore di Sanità Commissione Vigilanza sul Doping Legge

Dettagli

Foglio di approfondimento Il fumo e i giovani

Foglio di approfondimento Il fumo e i giovani Foglio di approfondimento Il fumo e i giovani Epidemiologia In Italia i fumatori fra i 15 e i 24 anni per il 25,3% sono maschi e per il 18,4% sono femmine. I fumatori iniziano a fumare molto presto, circa

Dettagli

CONSUMI DI SOSTANZE PSICOATTIVE E ALTRI COMPORTAMENTI A RISCHIO NELLA POPOLAZIONE STUDENTESCA

CONSUMI DI SOSTANZE PSICOATTIVE E ALTRI COMPORTAMENTI A RISCHIO NELLA POPOLAZIONE STUDENTESCA CONSUMI DI SOSTANZE PSICOATTIVE E ALTRI COMPORTAMENTI A RISCHIO NELLA POPOLAZIONE STUDENTESCA I dati relativi alle prevalenze dei consumi di sostanze psicoattive, legali ed illegali, nella popolazione

Dettagli

Produzione di tabacco in alcuni Paesi rispetto alla produzione mondiale (anno 2005*): valori percentuali

Produzione di tabacco in alcuni Paesi rispetto alla produzione mondiale (anno 2005*): valori percentuali I CONSUMI DI TABACCO E I FUMATORI OSSFAD Istituto Superiore di Sanità Situazione mondiale La produzione mondiale di tabacco è pari a circa 6,6 milioni di tonnellate. Il principale Paese produttore rimane

Dettagli

TABAGISMO E PREVENZIONE

TABAGISMO E PREVENZIONE TABAGISMO E PREVENZIONE CARDIOVASCOLARE IN ITALIA Carlo La Vecchia Prevalenza di fumo in Italia, 1955-2010 2 Prevalenza di fumo in Italia, 2010 3 Prevalenza di fumo in Italia, 1955-2010 Nel 2010 diceva

Dettagli

Epidemiologia del gioco d azzardo in Campania ed indirizzi regionali. Dott. Biagio Zanfardino (Funzionario regionale) 24 gennaio 2015

Epidemiologia del gioco d azzardo in Campania ed indirizzi regionali. Dott. Biagio Zanfardino (Funzionario regionale) 24 gennaio 2015 Formazione sul GAP ed indirizzi regionali Dott. Biagio Zanfardino (Funzionario regionale) 24 gennaio 2015 Direzione Generale per la Tutela della Salute U.O.D. «Interventi sociosanitari» 1 NORMATIVA STATALE

Dettagli

L ESPERIENZA DEL PROGRAMMA MINISTERO LIBERO DAL FUMO

L ESPERIENZA DEL PROGRAMMA MINISTERO LIBERO DAL FUMO L ESPERIENZA DEL PROGRAMMA MINISTERO LIBERO DAL FUMO Lorenzo Spizzichino Roma, 5 Novembre 2009 OBIETTIVI: 1.FOTOGRAFARE LA SITUAZIONE NEL LUOGO DI LAVORO Quanti sono i dipendenti fumatori? quanti i non

Dettagli

Ministero della Salute DIPARTIMENTO DELLA SANITÀ PUBBLICA E DELL INNOVAZIONE

Ministero della Salute DIPARTIMENTO DELLA SANITÀ PUBBLICA E DELL INNOVAZIONE Ministero della Salute DIPARTIMENTO DELLA SANITÀ PUBBLICA E DELL INNOVAZIONE ATTIVITÀ PER LA PREVENZIONE DEL TABAGISMO RAPPORTO ANNO 2011 10 gennaio 2012 La prevenzione e la cura del tabagismo sono essenziali

Dettagli

news & documents notizie e documenti non inutili

news & documents notizie e documenti non inutili news & documents notizie e documenti non inutili UMANIZZAZIONE DEI SERVIZI L umanizzazione delle cure come possibile strumento di miglioramento gestionale I risultati del reengineering dell Istituto G.

Dettagli

L uso e l abuso di alcol in Italia

L uso e l abuso di alcol in Italia 12 aprile 2007 L uso e l abuso di alcol in Italia Anno 2006 Con l indagine Multiscopo Aspetti della vita quotidiana si rilevano ogni anno numerose informazioni sulle famiglie, con particolare riguardo

Dettagli

Stili di vita insalubri: diseguaglianze sociali e territoriali

Stili di vita insalubri: diseguaglianze sociali e territoriali Stili di vita insalubri: diseguaglianze sociali e territoriali Laura Iannucci Lidia Gargiulo * Emanuela Bologna * Elena Demuru ** Diego Moretti * Valeria Qualiano ** Roberto Zoffoli ** *ISTAT ** Servizio

Dettagli

PROGETTO LUOGHI DI LAVORO SENZA FUMO LA FABBRICA PRODUTTRICE DI SALUTE IO NON FUMO

PROGETTO LUOGHI DI LAVORO SENZA FUMO LA FABBRICA PRODUTTRICE DI SALUTE IO NON FUMO PROGETTO LUOGHI DI LAVORO SENZA FUMO LA FABBRICA PRODUTTRICE DI SALUTE IO NON FUMO Guglielmo Nicola Bauleo 1, Riccardo Conti 2, Paola Scatolini 1 1 U. F. PISLL - Zona Valtiberina 2 U. F. SPIAN- Zona Valtiberina

Dettagli

GIORNATA MONDIALE SENZA TABACCO WORLD NO-TOBACCO DAY 2013

GIORNATA MONDIALE SENZA TABACCO WORLD NO-TOBACCO DAY 2013 Osservatorio Fumo, Alcol e Droga Ministero della Salute GIORNATA MONDIALE SENZA TABACCO WORLD NO-TOBACCO DAY 2013 Ban Tobacco advertising, promotion and sponsorship Divieto di pubblicità, della promozione

Dettagli

Indagine conoscitiva sugli stili di vita dei giovani di terza media a cura di Simone Feder

Indagine conoscitiva sugli stili di vita dei giovani di terza media a cura di Simone Feder Indagine conoscitiva sugli stili di vita dei giovani di terza media a cura di Simone Feder 1. Dati anagrafici Gli studenti che hanno compilato il questionario sono in totale 121 I maschi sono il 43% e

Dettagli

1. Manovra, atto finale al Senato Monti: "Italia affronta a testa alta la crisi"

1. Manovra, atto finale al Senato Monti: Italia affronta a testa alta la crisi MANOVRA: GARATTINI E FOSSATI- BELLANI, APPELLO A MONTI CONTRO FUMO (ANSA) - MILANO, 22 DIC - ''Perche' rinunciare all'aumento della tassazione delle sigarette che, secondo una ricerca Doxa, la maggioranza

Dettagli

E ancora un gioco? Dipartimento Dipendenze Az. USL8 AREZZO

E ancora un gioco? Dipartimento Dipendenze Az. USL8 AREZZO E ancora un gioco? Dipartimento Dipendenze Az. USL8 AREZZO Elisa Casini 1, Fiorenzo Ranieri 2 Campione e metodi Il campione di ricerca è costituito da 384 soggetti di età compresa tra i 16 e i 20 anni

Dettagli

Fumo e alcol : aspetti epidemiologici in adolescenza Dott.ssa Felicetta Camilli

Fumo e alcol : aspetti epidemiologici in adolescenza Dott.ssa Felicetta Camilli Fumo e alcol : aspetti epidemiologici in adolescenza Dott.ssa Felicetta Camilli IL PROFILO DEL FUMATORE REATINO Dati Progetto PASSI - Progressi delle Aziende Sanitarie per la Salute in Italia Nella

Dettagli

Ruolo dei pazienti nelle strategie di Controllo del Tabagismo

Ruolo dei pazienti nelle strategie di Controllo del Tabagismo Ruolo dei pazienti nelle strategie di Controllo del Tabagismo Giacomo Mangiaracina Facoltà di Medicina e Psicologia Università Sapienza di Roma Agenzia Nazionale per la Prevenzione Una equazione a tre

Dettagli

GfK Eurisko. Campagna pubblicitaria Lotto. Impact Test in central location (Stazione Roma Termini e Milano Centrale)

GfK Eurisko. Campagna pubblicitaria Lotto. Impact Test in central location (Stazione Roma Termini e Milano Centrale) GfK Group GfK Eurisko Impact Test Grandi Stazioni Lotto 21708 Impact Test in central location (Stazione Roma Termini e Milano Centrale) Campagna pubblicitaria Lotto GfK Eurisko Premessa 1 In occasione

Dettagli

IL FATTORE DI RISCHIO ALCOL NEGLI STILI DI VITA DEI LAVORATORI : I RISUL- TATI DI UN INDAGINE

IL FATTORE DI RISCHIO ALCOL NEGLI STILI DI VITA DEI LAVORATORI : I RISUL- TATI DI UN INDAGINE IL FATTORE DI RISCHIO ALCOL NEGLI STILI DI VITA DEI LAVORATORI : I RISUL- TATI DI UN INDAGINE Claudio Annovi (1), Roberta Biolcati (1), Renato Di Rico (2), Gianfranco De Girolamo (3), Clara Fogliani (2),

Dettagli

Il Tabacco e le Azioni di Controllo

Il Tabacco e le Azioni di Controllo Il Tabacco e le Azioni di Controllo Giacomo Mangiaracina Facoltà di Medicina e Psicologia UNITAB - Unità di Tabaccologia, Università Sapienza di Roma SITAB - Società Italiana di Tabaccologia Prima causa

Dettagli

CAPITOLO I.1. CONSUMO DI DROGA

CAPITOLO I.1. CONSUMO DI DROGA CAPITOLO I.1. CONSUMO DI DROGA I.1.1. Survey 2012 GPS popolazione generale 18-64 anni I.1.1.1. Sintesi sui consumi nella popolazione generale I.1.1.2. Policonsumo di sostanze psicotrope nella fascia d

Dettagli

L impegno nazionale ed internazionale del Ministero della Salute

L impegno nazionale ed internazionale del Ministero della Salute L impegno nazionale ed internazionale del Ministero della Salute Donato Greco, Daniela Galeone - Direzione Generale della Prevenzione Sanitaria, CCM Ministero della Salute 1. La dimensione del problema

Dettagli

Un sistema per guadagnare salute

Un sistema per guadagnare salute Un sistema per guadagnare salute PASSI è il sistema di sorveglianza sugli stili di vita degli adulti tra i 18 e i 69 anni PASSI (Progressi nelle Aziende Sanitarie per la Salute in Italia) é il sistema

Dettagli

INDAGINE SUI COMPORTAMENTI A RISCHIO DEGLI ADOLESCENTI

INDAGINE SUI COMPORTAMENTI A RISCHIO DEGLI ADOLESCENTI Indagine sui comportamenti a rischio degli adolescenti INDAGINE SUI COMPORTAMENTI A RISCHIO DEGLI ADOLESCENTI di Luigi Minerba, Paolo Contu, Carlo Pintor In questo articolo vengono presentati alcuni risultati

Dettagli

1. Si conferma elevata la quota di italiani sovrappeso e obesi, problema in crescita anche al Nord

1. Si conferma elevata la quota di italiani sovrappeso e obesi, problema in crescita anche al Nord GLI STILI DI VITA DEL BEL PAESE RESTANO IL TALLONE D ACHILLE DELLA NOSTRA SALUTE 1. Si conferma elevata la quota di italiani sovrappeso e obesi, problema in crescita anche al Nord Si conferma elevata la

Dettagli

Qualche spunto per parlare di fumo, sigarette,

Qualche spunto per parlare di fumo, sigarette, Have you got a light? Qualche spunto per parlare di fumo, sigarette, nicotina,salute.. La lunga storia del tabacco Prevalenza dei fumatori secondo le indagini DOXA condotte tra il 1957 ed il 2005 70,0

Dettagli

Stefano Nardini. * Regione Veneto -U.O. Pneumo-Tisiologia ULS 7 Vittorio Veneto (TV) * AIMAR- Vice Presidente

Stefano Nardini. * Regione Veneto -U.O. Pneumo-Tisiologia ULS 7 Vittorio Veneto (TV) * AIMAR- Vice Presidente Nuovo Alcol, tabagismo, droghe e NUOVO alcol e TABAGISMO droghe Stefano Nardini * Regione Veneto -U.O. Pneumo-Tisiologia ULS 7 Vittorio Veneto (TV) * AIMAR- Vice Presidente 1 SOMMARIO 1. ALCOL 2. DROGA

Dettagli

1) Tabacco. Trend fumo attuale di tabacco a 15-16 aa

1) Tabacco. Trend fumo attuale di tabacco a 15-16 aa Comportamenti rispetto a fumo, alcol, droghe e gioco d azzardo fra gli adolescenti dell Alto Friuli Risultati di un indagine svolta nel 2011 dal Dipartimento delle Dipendenze Gianni Canzian, psichiatra,

Dettagli

Carboni&Partners GIOCO ONLINE. Un gioco, molti giochi. Milano, 7 luglio 2014

Carboni&Partners GIOCO ONLINE. Un gioco, molti giochi. Milano, 7 luglio 2014 GIOCO ONLINE Un gioco, molti giochi Milano, 7 luglio 2014 COS È IL GIOCO ONLINE? q Partecipazione del giocatore mediante tecnologia che consente comunicazione a distanza q Senza interazione fisica con

Dettagli

OSSERVATORIO NORD EST. I fumatori del Nord Est

OSSERVATORIO NORD EST. I fumatori del Nord Est OSSERVATORIO NORD EST I fumatori del Nord Est Il Gazzettino, 13.04.2010 NOTA METODOLOGICA I dati dell'osservatorio sul Nord Est, curato da Demos & Pi, sono stati rilevati attraverso un sondaggio telefonico

Dettagli

RISULTATI DELLA RICERCA

RISULTATI DELLA RICERCA RISULTATI DELLA RICERCA 2011 Ricerca nazionale sul gioco d'azzardo 2011- Ricerca nazionale sulle abitudini di gioco degli italiani - curata dall Associazione Centro Sociale Papa Giovanni XXIII, e coordinata

Dettagli

Sicurezza e cittadinanza

Sicurezza e cittadinanza Sicurezza e cittadinanza (pp. 621 681 del volume) La numerazione di tabelle, tavole e figure riproduce quella del testo integrale Aspettando il Piano carceri Ci sono voluti quattro anni dall ultimo provvedimento

Dettagli

I dati sui consumi della popolazione italiana provenienti dalle rilevazioni ESPAD Italia ed IPSAD Italia

I dati sui consumi della popolazione italiana provenienti dalle rilevazioni ESPAD Italia ed IPSAD Italia I dati sui consumi della popolazione italiana provenienti dalle rilevazioni ESPAD Italia ed IPSAD Italia Sabrina Molinaro, PhD Dir. Sez. Epidemiologia e Ricerca sui Servizi Sanitari Istituto di Fisiologia

Dettagli

HUMAN HIGHWAY E DOXA PER AAMS G@ME IN ITALY INDAGINE SUL GIOCO ONLINE IN ITALIA QUINTA WAVE. Milano, Luglio 2011

HUMAN HIGHWAY E DOXA PER AAMS G@ME IN ITALY INDAGINE SUL GIOCO ONLINE IN ITALIA QUINTA WAVE. Milano, Luglio 2011 HUMAN HIGHWAY E DOXA PER AAMS G@ME IN ITALY INDAGINE SUL GIOCO ONLINE IN ITALIA QUINTA WAVE Milano, Luglio 2011 1 G@ME IN ITALY NATURA E OBIETTIVI DELLA RICERCA G@me in Italy è una ricerca annuale prodotta

Dettagli

Indagine sull uso di alcol e di tabacco tra gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado di Brescia

Indagine sull uso di alcol e di tabacco tra gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado di Brescia Conferenza stampa per la presentazione della Indagine sull uso di alcol e di tabacco tra gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado di Brescia Partecipano: Dr. Carmelo Scarcella Direttore Generale

Dettagli

Contraddizioni fumose?

Contraddizioni fumose? Impatto del tabagismo in Toscana e politiche regionali evidence-based Contraddizioni fumose? Giuseppe Gorini Fabio Voller, ARS Toscana g.gorini@ispo.toscana.it Prevalenza di fumo in Toscana La Toscana:

Dettagli

Presentazione Rapporto Nomisma 2009 Gioco & Giovani

Presentazione Rapporto Nomisma 2009 Gioco & Giovani Presentazione Rapporto Nomisma 2009 Gioco & Giovani Le principali indicazioni emerse dal Rapporto Paolo Bono Nomisma Mercoledì 30 settembre 2009 CONI Comitato Olimpico Nazionale Italiano IL MERCATO DEI

Dettagli

GENITORI, FIGLI E ALCOOL

GENITORI, FIGLI E ALCOOL GENITORI, FIGLI E ALCOOL Un sondaggio Osservatorio - Doxa SINTESI E GRAFICI Roma, 4 dicembre 2008 I GIOVANI E LA COMUNICAZIONE SULL ALCOOL I GENITORI SONO INFORMATI DI COSA FANNO I FIGLI NEL TEMPO LIBERO?

Dettagli

TABACCO IN ITALIA Impatto socioeconomico ed aspetti di politica fiscale

TABACCO IN ITALIA Impatto socioeconomico ed aspetti di politica fiscale XV Rapporto LA FILIERA DEL TABACCO IN ITALIA Impatto socioeconomico ed aspetti di politica fiscale DENIS PANTINI Nomisma Roma, 4 aprile 2012 LE VALENZE DELLA FILIERA (2010) Economica Valore delle vendite

Dettagli

Sovrappeso ed obesità nei figli di donne straniere: diffusione del fenomeno, abitudini alimentari e percezione delle madri

Sovrappeso ed obesità nei figli di donne straniere: diffusione del fenomeno, abitudini alimentari e percezione delle madri 12 Congresso SIMM Viterbo 10-13 ottobre 2012 II sessione: Gli immigrati di seconda generazione Sovrappeso ed obesità nei figli di donne straniere: diffusione del fenomeno, abitudini alimentari e percezione

Dettagli

PASSI 2009. I dati sul tabagismo in Valle d Aosta. Elisa Francesca ECHARLOD DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE

PASSI 2009. I dati sul tabagismo in Valle d Aosta. Elisa Francesca ECHARLOD DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE PASSI 2009 I dati sul tabagismo in Valle d Aosta Elisa Francesca ECHARLOD DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE Che cos è PASSI? Progressi delle Aziende Sanitarie per la Salute in Sistema di sorveglianza della popolazione

Dettagli

PROBABILITÀ DI VINCITA DEI GIOCHI PUBBLICI CON VINCITA IN DENARO

PROBABILITÀ DI VINCITA DEI GIOCHI PUBBLICI CON VINCITA IN DENARO PROBABILITÀ DI VINCITA DEI GIOCHI PUBBLICI CON VINCITA IN DENARO Materiale di consultazione contenente le probabilità di vincita dei giochi pubblici con vincita in denaro ai sensi dell art.7 del decreto

Dettagli

PARTE LA RIVOLUZIONE SANITÀ LE NOVITÀ PER MEDICI, ASL E FAMIGLIE

PARTE LA RIVOLUZIONE SANITÀ LE NOVITÀ PER MEDICI, ASL E FAMIGLIE PARTE LA RIVOLUZIONE SANITÀ LE NOVITÀ PER MEDICI, ASL E FAMIGLIE 06 Scommesse e fumo 06 SCOMMESSE E FUMO Dipendenza da gioco, cure garantite per legge di Matteo Iori Con la legge sulla Sanità il Governo

Dettagli

L ABITUDINE AL FUMO E L OBESITA : DUE MINACCE PER LA SALUTE NEL COMUNE DI FERRARA Anno 2003

L ABITUDINE AL FUMO E L OBESITA : DUE MINACCE PER LA SALUTE NEL COMUNE DI FERRARA Anno 2003 Questo numero e' stato realizzato da: Servizio Statistica del Comune di Ferrara - Dirigente Lauretta Angelini Collaboratori: Stefania Agostini, Caterina Malucelli, Micaela Pora, Claudia Roversi, Michele

Dettagli

L uso e l abuso di alcol in Italia

L uso e l abuso di alcol in Italia 20 aprile 2006 L uso e l abuso di alcol in Italia Anno 2005 Con l indagine Multiscopo Aspetti della vita quotidiana si rilevano ogni anno numerose informazioni sulle famiglie, in particolare vengono studiati

Dettagli

Alcuni dati sul fenomeno del Gioco d Azzardo in Italia e in provincia di Bergamo

Alcuni dati sul fenomeno del Gioco d Azzardo in Italia e in provincia di Bergamo DIPARTIMENTO DELLE DIPENDENZE Direttore dott. Marco Riglietta via Borgo Palazzo, 130-24125 Bergamo Italy Tel +390352270382 - Fax +390352270393 www.asl.bergamo.it/dipartimentodipendenze (PEC): protocollo@pec.asl.bergamo.it

Dettagli

I giovani e l AIDS. Indagine effettuata per conto di

I giovani e l AIDS. Indagine effettuata per conto di I giovani e l AIDS Ottobre 2013 Indagine effettuata per conto di Obiettivi dell indagine In vista della Giornata Mondiale della lotta all HIV, CESVI ha commissionato a DOXA un indagine volta a rilevare

Dettagli

Il gioco online in Italia. Carlo Gualandri Presidente e Amministratore Delegato Gioco Digitale e bwin Italia

Il gioco online in Italia. Carlo Gualandri Presidente e Amministratore Delegato Gioco Digitale e bwin Italia Il gioco online in Italia Carlo Gualandri Presidente e Amministratore Delegato Gioco Digitale e bwin Italia Titolo, Le nuove Capri frontiere 8-9 ottobre del mercato consumer, Capri 8 ottobre 2009 Il gioco

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE A DISTANZA. Farmaci e doping: normativa ed effetti collaterali legati all abuso

CORSO DI FORMAZIONE A DISTANZA. Farmaci e doping: normativa ed effetti collaterali legati all abuso Farmaci e doping: normativa ed effetti collaterali legati all abuso Prof.ssa Paola Minghetti - Facoltà di Farmacia, Università degli Studi di Milano Prof.ssa Roberta Pacifici - Osservatorio Fumo Alcol

Dettagli

I FATTORI DI RISCHIO COMPORTAMENTALI NELL AREA METROPOLITANA DI BOLOGNA

I FATTORI DI RISCHIO COMPORTAMENTALI NELL AREA METROPOLITANA DI BOLOGNA I FATTORI DI RISCHIO COMPORTAMENTALI NELL AREA METROPOLITANA DI BOLOGNA Alcool, Tabacco, Sostanze illegali Gioco d azzardo, Internet addiction Raimondo Pavarin Osservatorio Epidemiologico metropolitano

Dettagli

DIREZIONE GENERALE AMMINISTRATIVA Servizio Informatica Ufficio Studi e Statistica. Annuario Statistico 2007

DIREZIONE GENERALE AMMINISTRATIVA Servizio Informatica Ufficio Studi e Statistica. Annuario Statistico 2007 DIREZIONE GENERALE AMMINISTRATIVA Servizio Informatica Ufficio Studi e Statistica Annuario Statistico 2007 A cura di Maria Luisa Felici Unire Servizio Informatica Ufficio Studi e Statistica Via Cristoforo

Dettagli

Regione Puglia Assessorato alle Politiche della Salute

Regione Puglia Assessorato alle Politiche della Salute Regione Puglia Assessorato alle Politiche della Salute SINTESI RELAZIONE SULLO STATO DI SALUTE DELLA POPOLAZIONE PUGLIESE Bari, 20 luglio 2007 La Legge Regionale 25/2006, disegnando in un quadro organico

Dettagli

per l attivazione di un percorso di disassuefazione e di gestione dell astinenza da nicotina 1 SCOPO... 2 2 CAMPO DI APPLICAZIONE...

per l attivazione di un percorso di disassuefazione e di gestione dell astinenza da nicotina 1 SCOPO... 2 2 CAMPO DI APPLICAZIONE... Sommario 1 SCOPO... 2 2 CAMPO DI APPLICAZIONE... 2 3 MODALITÀ OPERATIVE... 2 3.1 INTERVENTI DI PRIMO LIVELLO (SVOLTI DAGLI OPERATORI NEI REPARTI DI AFFERENZA DEL PAZIENTE FUMATORE)... 2 3.2 INTERVENTI

Dettagli

Customer satisfaction 2012

Customer satisfaction 2012 Customer satisfaction 2012 Ospedale S. Paolo Presentazione risultati Febbraio 2013 Indice Dati generali Servizi Ambulatoriali Laboratorio Degenze Questionari Analisi in dettaglio ambulatori Criticità ambulatori

Dettagli

Le politiche anti-fumo della Regione Piemonte

Le politiche anti-fumo della Regione Piemonte PRAT - Piano Regionale Anti-Tabacco Le politiche anti-fumo della Regione Piemonte Fabrizio Faggiano Osservatorio Epidemiologico delle Dipendenze - OED Piemonte Università del Piemonte Orientale Il tabagismo

Dettagli

Nuovo identikit dello spettatore Fruizione cinematografica in sala e downloading da Internet

Nuovo identikit dello spettatore Fruizione cinematografica in sala e downloading da Internet Indagine realizzata con il contributo della Direzione Generale Cinema Ministero per i Beni e le Attività Culturali Presentazione dei risultati Roma, 6 febbraio 2007 Premessa L ANICA ha chiesto all'istituto

Dettagli

Customer satisfaction 2012

Customer satisfaction 2012 Customer satisfaction 2012 Fondazione IRCCS Istituto Neurologico Carlo Besta Presentazione risultati (Gennaio 2013) DATI GENERALI 2 Il campione 2012 Totale rilevazioni Primo 1349 Secondo 1299 Totale 2012

Dettagli

E D U C A Z I O N E A L L A S A L U T E TA B A G I S M O

E D U C A Z I O N E A L L A S A L U T E TA B A G I S M O E D U C A Z I O N E A L L A S A L U T E TA B A G I S M O 1 MORTI PER FUMO IN ITALIA 90.000 MORTI ALL ANNO 40% PER TUMORE 30% PER ENFISEMA 30% PER MALATTIE CARDIOVASCOLARI LA VITA DEL FUMATORE SI ACCORCIA

Dettagli

I DETERMINANTI DELL INFORTUNISTICA STRADALE TRA I GIOVANI TOSCANI

I DETERMINANTI DELL INFORTUNISTICA STRADALE TRA I GIOVANI TOSCANI La salute ai tempi della crisi XXXVI Congresso Annuale AIE Bari, 29 ottobre 2012 I DETERMINANTI DELL INFORTUNISTICA STRADALE TRA I GIOVANI TOSCANI Innocenti F, Voller F Settore Servizi Sociali Integrati

Dettagli

Presentazione del trial di valutazione dell efficacia efficacia dei programmi regionali di prevenzione dell abitudine al fumo nei giovani

Presentazione del trial di valutazione dell efficacia efficacia dei programmi regionali di prevenzione dell abitudine al fumo nei giovani IN COLLABORAZIONE CON: Università Avogadro del Piemonte Orientale Università di Modena e Reggio Emilia Istituto di Prevenzione Oncologica della Toscana Presentazione del trial di valutazione dell efficacia

Dettagli

Guadagnare salute nella Bassa Friulana

Guadagnare salute nella Bassa Friulana Sistema di sorveglianza Guadagnare salute nella Bassa Friulana REPORT ASS5 BASSA FRIULANA QUADRIENNIO 2010-2013 Parte generale e dati PASSI Italia tratti da: www.epicentro.iss.it www.epicentro.iss.it/passi

Dettagli

INTERVENTI PER LA DISASSUEFAZIONE DAL FUMO: LA ESPERIENZA VENETA

INTERVENTI PER LA DISASSUEFAZIONE DAL FUMO: LA ESPERIENZA VENETA Regione Veneto Piano per la prevenzione della malattie fumo-correlate INTENTI PER LA DISASSUEFAZIONE DAL FUMO: LA ESPERIENZA VENETA Stefano Nardini Coordinatore del Piano Regionale Veneto per la prevenzione

Dettagli

La droga controlla la tua vita? Nella tua vita e nella tua comunità. Nessuno spazio alla droga. Sandro Calvani Direttore UNICRI

La droga controlla la tua vita? Nella tua vita e nella tua comunità. Nessuno spazio alla droga. Sandro Calvani Direttore UNICRI La droga controlla la tua vita? Nella tua vita e nella tua comunità. Nessuno spazio alla droga. Sandro Calvani Direttore UNICRI Roma, 26 Giugno 2008 Nel 2007 la coltivazione di papavero da oppio a livello

Dettagli

policy aziendale Dr Pasquale Valente

policy aziendale Dr Pasquale Valente La no-smoking policy aziendale Dr Pasquale Valente European Network Smoking Prevention (2001) Il fumo di tabacco negli ambienti di lavoro è tossico. Esso dovrebbe venir classificato tale, in base alla

Dettagli

APPROFONDIMENTO: gli altri consumi psicoattivi

APPROFONDIMENTO: gli altri consumi psicoattivi PARTE 11 APPROFONDIMENTO: gli altri consumi psicoattivi 11.1 Opinione pubblica sull uso di sostanze psicoattive legali e sul gioco d azzardo 11.1.1 Disapprovazione dell uso di altre sostanze psicoattive

Dettagli

Alcuni dati sul fenomeno del Gioco d Azzardo in Italia e in provincia di Bergamo

Alcuni dati sul fenomeno del Gioco d Azzardo in Italia e in provincia di Bergamo DIPARTIMENTO DELLE DIPENDENZE Direttore dott. Marco Riglietta via Borgo Palazzo, 130-24125 Bergamo Italy Tel +390352270382 - Fax +390352270393 www.asl.bergamo.it/dipartimentodipendenze (PEC): protocollo@pec.asl.bergamo.it

Dettagli

NO SMOKING BE HAPPY È

NO SMOKING BE HAPPY È NSBH_GE_LEAFLET_03 24-09-2010 16:43 Pagina 1 SUL SITO DEL È COMPRENDE: NSBH_GE_LEAFLET_03 24-09-2010 16:43 Pagina 7 SUL SITO DEL È COMPRENDE: NSBH_GE_LEAFLET_03 24-09-2010 16:43 Pagina 13 SUL SITO DEL

Dettagli

Scheda di Contatto LIG - Lazio In Gioco Sportelli Regionali di Ascolto / Orientamento

Scheda di Contatto LIG - Lazio In Gioco Sportelli Regionali di Ascolto / Orientamento Scheda di Contatto LIG - Lazio In Gioco Sportelli Regionali di Ascolto / Orientamento Con l'ausilio di questa scheda gli sportelli di ascolto, orientamento ed animazione sociale sul gioco d'azzardo patologico

Dettagli

Scuole senza fumo: una scelta consapevole

Scuole senza fumo: una scelta consapevole Scuole senza fumo: una scelta consapevole Progetto interistituzionale provinciale USR Lombardia Ufficio XI di Brescia - ASL di Brescia e ASL della ValleCamonica-Sebino per la prevenzione dell'uso e abuso

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute Traduzione non ufficiale a cura del Dipartimento della sanità pubblica e dell innovazione Direzione generale dei rapporti europei ed internazionali (DGREI) Ufficio III Rapporti con

Dettagli

Modulo supplementare: Questionario destinato ai giovani. Monitoraggio del tabagismo Indagine sul consumo di tabacco in Svizzera

Modulo supplementare: Questionario destinato ai giovani. Monitoraggio del tabagismo Indagine sul consumo di tabacco in Svizzera Hans Krebs Kommunikation und Publikumsforschung Modulo supplementare: Questionario destinato ai giovani Monitoraggio del tabagismo Indagine sul consumo di tabacco in Svizzera Finanziato dal Fondo di prevenzione

Dettagli

10.40 Relazione annuale sul fumo in Italia 2003 R. Pacifici. 11.00 L attività del Gruppo tecnico delle Regioni sul Tabagismo M.

10.40 Relazione annuale sul fumo in Italia 2003 R. Pacifici. 11.00 L attività del Gruppo tecnico delle Regioni sul Tabagismo M. GIORNATA MONDIALE SENZA TABACCO WORLD NO-TOBACCO DAY Tobacco and poverty VI CONVEGNO NAZIONALE TABAGISMO E SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE 31 maggio 2004 organizzato da MINISTERO DELLA SALUTE ISTITUTO SUPERIORE

Dettagli

L epidemiologia delle dipendenze in Italia

L epidemiologia delle dipendenze in Italia L epidemiologia delle dipendenze in Italia LE DIMENSIONI DEL FENOMENO Generazione In- Dipendente L epidemiologia delle dipendenze in Italia Tutti i dati statistico-epidemiologici sullo stato delle tossicodipendenze

Dettagli

(all. A alla Direttiva P.C.M. 16 gennaio 2013)

(all. A alla Direttiva P.C.M. 16 gennaio 2013) ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE (A.I.R.) (all. A alla Direttiva P.C.M. 16 gennaio 2013) Titolo: Schema di decreto legislativo recante il recepimento della Direttiva 2014/40/UE sul ravvicinamento

Dettagli

L intervento clinico breve per la disassuefazione da nicotina

L intervento clinico breve per la disassuefazione da nicotina Corso di formazione di counselling per la disassuefazione da nicotina rivolto a Medici di Medicina Generale L intervento clinico breve per la disassuefazione da nicotina U.O. Ser.T. Azienda Usl di Cesena

Dettagli

Workshop interregionale Prevenzione del tabagismo nei luoghi di lavoro: realtà e prospettive. La rete degli operatori come strumento per migliorare

Workshop interregionale Prevenzione del tabagismo nei luoghi di lavoro: realtà e prospettive. La rete degli operatori come strumento per migliorare Workshop interregionale Prevenzione del tabagismo nei luoghi di lavoro: realtà e prospettive. La rete degli operatori come strumento per migliorare l'efficacia dell'intervento del Medico del lavoro Workshop

Dettagli

OSSERVATORIO NORD EST. Il Nord Est che gioca e scommette

OSSERVATORIO NORD EST. Il Nord Est che gioca e scommette OSSERVATORIO NORD EST Il Nord Est che gioca e scommette Il Gazzettino, 05.05.2009 NOTA METODOLOGICA I dati dell'osservatorio sul Nord Est, curato da Demos & Pi, sono stati rilevati attraverso un sondaggio

Dettagli

L attività di counselling del Telefono Verde contro il Fumo dell Istituto Superiore di Sanità

L attività di counselling del Telefono Verde contro il Fumo dell Istituto Superiore di Sanità L attività di counselling del Telefono Verde contro il Fumo dell Istituto Superiore di Sanità Roberta Pacifici*, Alessandra Di Pucchio*, Enrica Pizzi*, Laura Martucci*, Claudia Mortali*, Piergiorgio Zuccaro*

Dettagli

IL PROGRAMMA GUADAGNARE SALUTE: RENDERE FACILI LE SCELTE SALUTARI. Convegno: Web 2.0 per Guadagnare Salute

IL PROGRAMMA GUADAGNARE SALUTE: RENDERE FACILI LE SCELTE SALUTARI. Convegno: Web 2.0 per Guadagnare Salute IL PROGRAMMA GUADAGNARE SALUTE: RENDERE FACILI LE SCELTE SALUTARI Convegno: Web 2.0 per Guadagnare Salute Dott.ssa M. Teresa Scotti Bologna, 15 ottobre 2009 La promozione della salute è il processo che

Dettagli

stili di vita e disuguaglianze

stili di vita e disuguaglianze stili di vita e disuguaglianze Gli stili di vita insalubri sono fattori di rischio che possono causare disuguaglianze di salute. Come dimostrano diversi studi, abitudini e comportamenti malsani contribuiscono

Dettagli

A.S.E.R. - Convegno Innovazione e PMI - Milano, 11/10/09. A.S.E.R. - Convegno Innovazione e PMI - Milano, 11/10/09

A.S.E.R. - Convegno Innovazione e PMI - Milano, 11/10/09. A.S.E.R. - Convegno Innovazione e PMI - Milano, 11/10/09 Sesso dei partecipanti Femmine 43,6% Maschi 56,4% Età dei partecipanti Oltre 60 anni 18,1% Fino a 30 anni 42,3% Da 30 a 60 anni 39,6% Come ritiene che evolverà la situazione economica? - Totale 14,7% 41,3%

Dettagli

Adolescenti ed uso di droghe (legali ed illegali) nell ASS3 Alto Friuli

Adolescenti ed uso di droghe (legali ed illegali) nell ASS3 Alto Friuli Adolescenti ed uso di droghe (legali ed illegali) nell ASS3 Alto Friuli Risultati di un indagine svolta nel 2005 dal Dipartimento delle Dipendenze Come già nel 1999 e nel 2002, nel 2005 il Dipartimento

Dettagli