Esempi di politiche degli acquisti:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Esempi di politiche degli acquisti:"

Transcript

1 Gestione dei fornitori

2 Politica degli acquisti Esempi di politiche degli acquisti: Acquistare solo i materiali non critici, gli altri internamente? Acquistare al miglior prezzo? Acquistare con la migliore qualità di prodotto? Acquistare da fornitori con la qualità globale? Decentrare all esterno, fare solo il collaudo e commercializzare? Trovare dei partner e attivare il comakership e/o codesign?

3 Formulazione della politica per gli acquisti-1 Fare un ordine basandosi solo sul prezzo di acquisto non é sufficiente! Definire i fattori di acquisto per ogni settore merceologico Definire le priorità nelle valutazioni e nella selezione

4 Formulazione della politica per gli acquisti -2 Fattori di acquisto: puntualità dei termini di consegna grado di sintonia tra azienda e fornitore nella soluzione dei problemi comuni (emergenze, urgenze, NC, Azioni Correttive (AC) e Preventive (AP)) supporto da parte del fornitore come consulente esperto delle sue tecnologie, metodi, ecc. gestione logistica (scorte, lotti economici, buy-make in condizione di saturazione produttiva interna, prodotti nuovi) costi (conoscenza dei tempi:di produzione, informazione, consegna, cambi attrezzature, industrializzazione, ecc..)

5 Obiettivi degli acquisti Obiettivi aziendali - utile previsto per l anno entrante - budget totale dell anno entrante - previsioni vendite x prodotto e per periodo (su base mensile) - previsioni acquisti per mix pre-definito con costi consuntivi anno corrente - previsioni acquisti con fattori correttivi comprendenti i fattori valutari e finanziari - approvazione del budget acquisti e delle deleghe gestionali Obiettivi relativi al marketing strategico acquisti - piano sviluppo nuovi prodotti - piani straordinari per riduzione costi (buy or make) e innovazione di processo

6 Azioni per conseguire gli obiettivi degli acquisti e gli obiettivi aziendali - 1 Lavoro preliminare degli Acquisti/UT/Programmazione Classificare i fornitori in classi merceologiche (ed eventualmente sottoclassi) Identificare i fornitori critici e per quali fattori di acquisto Fare una analisi ABC dei fornitori per classe merceologica per valore o quantità

7 Azioni per conseguire gli obiettivi degli acquisti e gli obiettivi aziendali - 2 Lavoro preliminare dell UT/AQ/Acquisti identificazione Norme di riferimento (ISO, CEI) specifiche tecniche per classi (o sottoclassi) merceologiche creazione di specifiche assieme ai fornitori per i processi in conto lavoro distribuzione specifiche e approvazione da parte del fornitore individuazione delle forniture per le quali é necessaria l attestazione o la certificazione di conformità alle norme di sicurezza

8 Azioni per conseguire gli obiettivi degli acquisti e gli obiettivi aziendali -3 Definire la politica degli acquisti (fattori di acquisto) per ogni settore merceologico per l anno entrante (o per tre anni). Ad esempio (A= prioritario, B=nella norma, C=secondario) Fattori di acquisto MP COM SER MA Costo B B C C Lead time consegna A A B A Puntualità consegne A B A A Qualità B A A B Supporto B B A B (MP=materie prime, COM=componenti su disegno; SER=servizi; MA=componenti std e ausiliario) NB I fattori di acquisto possono essere diversi da classe a classe merceologica Con questa tabella è possibile desumere i pesi da assegnare ai vari fattori di acquisto per la valutazione dei fornitori.

9 Azioni per conseguire gli obiettivi degli acquisti e gli obiettivi aziendali - 4 Ridurre (sulla carta) il numero dei fornitori impiegando i dati precedenti (primi tre di ogni classe merceologica) partendo da quelli più critici. Qualificare o riqualificare i primi tre fornitori di ogni classe merceologica, partendo da quelli più critici. Selezionare i fornitori sulla base delle indicazioni emerse in fase di qualificazione Negoziare con i primi tre fornitori quantità e programmi, impegni, azioni a fronte di NC, ecc. Stimare i costi degli acquisti sui consumi dell anno precedente Se OK dare attuazione al piano di riduzione fornitori Se non OK ridefinire i fattori di acquisto e il numero di fornitori per classe (da tre a due) e ripetere il ciclo.

10 Azioni per conseguire gli obiettivi degli acquisti e gli obiettivi aziendali -5 Gestione dei fornitori (AQ /CQ + Acquisiti) evidenziazione, registrazione e gestione delle NC piano di azioni correttive e preventive supporto in loco per difficoltà risolutive (introduzione dell analisi causa-effetto e raccolta dati) trasformare la raccolta dati in specifica di processo utilizzare i dati di processo come attestazione di conformità attivare il free-pass in ingresso censire le azioni aperte a fine anno e farne oggetto di un Piano di Miglioramento legare le quote di fornitura a obiettivi pre-concordati

11 Responsabilità e deleghe Elenco dei processi/attività Individuazione delle funzioni coinvolte Assegnazione delle Responsabilità dell attività Indicazione delle interfacce del responsabile con le altre funzioni e con i fornitori Deleghe e decentramenti delle decisioni

12 La riduzione dei costi di acquisto tramite - l effetto di scala (il costo unitario varia al variare del lotto) - riduzione del numero dei fornitori per settore - conoscere e gestire i costi di attrezzaggio del fornitore e gestire il lotto economico - l utilizzo dei prodotti standard del fornitore - ridurre il numero di codici di materia prima e componenti - far coincidere i prodotti standard con quelli del fornitore - la riprogettazione con gli standard di processo del fornitore - co - design (il fornitore integrato in UT) - co - makership (il fornitore come reparto interno)

13 La riduzione dei costi delle scorte: individuare i colli di bottiglia e controllarne il carico conoscere costi di immobilizzo delle scorte e definire gli stock di riordino introduzione del kan-ban e tecniche organizzative riduzione dei tempi di attraversamento in produzione (tecniche di attrezzaggio rapido + riduzione dei lotti di produzione)

14 La riduzione dei costi di mancata qualità piano azioni correttive e preventive per ridurre le NC in ingresso spostamento dei controlli in produzione e in ingresso del fornitore formazione e addestramento dei fornitori abituali valutazione e qualificazione dei nuovi fornitori omologazione e nuovi codici, studi di capacità fatti presso e con il fornitore.

15 L aumento della efficienza produttiva e logistica interna tramite: - riduzione selezioni e rilavorazioni materiali riduzione deroghe e loro gestione riduzione fermate di produzione rispetto degli appuntamenti (forniture a programma) riduzione scarti e rilavorazioni dopo collaudo finale

16 Trasformazione della politica degli acquisti in modalità operative Politica-->Strategia Acquisti solo per materiali critici Acquistare al miglior prezzo Collaudare e commercializzare solo Modalità operative Acquisti Spremere al massimo i fornitori Nessuna garanzia per il fornitore Ruolo della Qualità Specifiche e indicazioni solo da una parte Apporto dei fornitori zero Specifiche Rating qualitativo Accettazione 100% Ruolo degli Acquisti Acquistare al miglior prezzo ogni ordine Budget acquisti Parco fornitori allargato Gestione vendor rating/concorrenza Decentrare il più possibile Integrazione con i fornitori, ordini aperti, forniture JIT Process capability Free pass esteso Piani di miglioramento Far crescere i fornitori Integrazione Riduzione costi interni+esterni Partnership, logistica integrata Qualificare pochi fornitori, reti gestionali comuni Investimenti comuni e sincronizzati Codesign Valutazione comune dei reclami Make-buy esteso al fornitore Marketing di acquisto

17 Il costo di approvvigionamento - 1 Costo di approvvigionamento Costi di negoziazione Costo di emissione documenti (ordini, disegni specifiche) Costi di gestione spedizioni Costo di trasporto Azioni per ridurre i costi Attivazione contratti aperti Da fare solo per nuovi prodotti o modifiche di processo o o per la revisione dei contratti aperti Attivare ordini aperti Distribuire in modo controllato dei documenti Impiegare codici con l indice di revisione (per variazioni di specifica, materiali, disegni, ecc) Ordini aperti La spedizione é soggetta ad automatismi (stock di riordino, kan ban c/o fornitore) Utilizzo integrato dei mezzi di trasporto utlizzati per le consegne ai clienti. Contratti con società di trasporto aperti

18 Il costo di approvvigionamento - 2 Costo di approvvigionamento Costi gestionali di ricevimento merci Costi di ispezione per ricevimento merci e inoltro ai reparti Costi di marketing di acquisto Costo di assitenza fornitori Azioni per ridurre i costi Impiego codici a barre Fatturazione a consuntivo a fine mese Impiego codici a barre Consegna direttamente nelle linee di produzione Addestremento personale Impiego di reti di fornitori qualificati Standardizzazione e riduzione componenti Trasformazione del personale dedicato alla accettazione Attivazione del processo di omologazione

19 Il marketing degli acquisti - 1 Mercato Prodotto ricerca distretti tecnologici locali e extra, capacità a fornire, vie di comunicazione, vincoli economici e finanziari, fiscali e protezionistici, brevettuali, condizioni sociali (costo del lavoro)) Produzione parti da acquistare,import export, dove si consumano le parti da acquistare Previsione domanda offerta delle parti da acquistare livelli qualitativi disponibili, stadio di vita capacità di rispettare le specifiche stadio di vita del prodotto da acquistare Reti distributive e di vendita parco fornitori, dimensioni dei fornitori politiche di vendita dei fornitori struttura di vendita lead time prezzi unitari in funzione del lotto e livello qualità voluto

20 Il marketing degli acquisti - 2 Reperibilità sul mercato e importanza per il prodotto finito Importanza Alta Riduzione scorte Decisione Acquisti Fonti vicine Ottimizzazione volumi Decisioni decentrate Rapporti di lungo periodo stabili Decisioni di vertice Fonti mondiali Rapporti di lungo periodo stabili Decisioni decentrate coordinate Bassa Alta Fonti locali Fonti mondiali Reperibilità Bassa

21 Quando i fornitori sono critici? Il peso degli acquisti supera il 30-50% del costo industriale del prodotto Le tecnologie e l innovazione sono esterne Time to Market breve Servizio e tempi consegna al cliente migliori danno problemi senza tempestività nella risoluzione non hanno un sistema di allarme efficace

22 Gestione e selezione dei fornitori Fase del rapporto Liv. 1 - Avvio Liv. 2 - Attivazione progetti qualità Liv. 3 - Integrazion e per processi Liv. 4 - Integrazion e per businnes Tipo di relazione col fornitore Prezzo innanzitutto Accettazione in ingresso Accordi sulla qualità Gestione NC Visite dai fornitori Qualità innanzitutto Qualificazione fornitori Riduzione N. fornitori Gestione NC insieme Coinvolgimento alcuni fornitori critici nella progettazione Fornitura con attestazione di qualità Studi di capacità del fornitore Obiettivi di qualità comuni Co-design per la industrializzazione Investimenti condivisi Free-pass esteso Partnership con alcuni fornitori critici Accordi sulle strategie e politiche Co-design esteso, gruppo di lavoro e studio con i fornitori Diagnosi dei reclami in tempo reale con i fornitori Slogan I fornitori sono negozi dove comprare al miglior prezzo Fare la qualità con i fornitori La progettazione può iniziare se conosco i processi interni e quelli esterni dei fornitori Il mio mercato diventa il mercato del mio fornitore. Gli affari si fanno insieme.

23 Il parco di fornitori qualificati; esempio relativo al Conto lavoro Fornitore Settore SQ Qualifica Obiettivo 96 Alfa CL no Audit 01/96 Indice qualità progressivo Tipo e stato del fornitore Classe A Abilitato Beta CL 9002 = Classe B Abilitato con riserva Gamma CL 9001 = Classe A Abilitato Delta CL 9002 Audit 02/ Classe C Abilitato con riserva

24 Il rapporto con i fornitori - 1 Fabbisogni da acquistare per conseguire gli obiettivi aziendali La politica degli acquisti Il parco fornitori qualificati La selezione dei fornitori La gestione corrente, il vendor rating Il piano di miglioramento degli acquisti Presupposti di un rapporto fornitore-cliente sono: fiducia e collaborazione reciproca

25 Evoluzione del rapporto Fornitore-Cliente per la gestione della Qualità Fornitore Cliente Fase Produzione Uscita Ingresso Produzione 1 Nessuna ispezione Nessuna ispezione Nessuna ispezione Ispezione 100% 2 Nessuna ispezione Nessuna ispezione Ispezione 100% = 3 Nessuna ispezione Ispezione 100% Ispezione campione = 4 Ispezione 100% Ispezione campione Ispezione campione = 5 Ispezione campione Ispezione campione col cliente 6 Ispezione campione Ispezionecampione col cliente 7 Controllo di processo 8 Controllo di processo Ispezione campione = Nessuna ispezione, = ispezione ridotta su campioni Nessuna ispezione = Ispezione ridotta su campioni Nessuna ispezione Nessuna ispezione =

26 Cosa sta cambiando nel rapporto con i fornitori -2 La competizione commerciale comporta: la riduzione dei costi industriali del prodotto (materiali + mdo diretta + macchine + processi interni) la riduzione tempo di sviluppo dei nuovi prodotti (TIME TO MARKET) la riduzione del tempo di consegna la riduzione dei costi non più a tutti i costi,ma tenendo conto degli obiettivi di altri enti (aumento della puntualità e affidabilità delle consegne del prodotto finito, riduzione del costo degli acquisti e delle inefficienze e dei costi nascosti di mancata qualità)

27 Cosa sta cambiando nel rapporto con i fornitori -3 Presupposti di un rapporto fornitore-cliente sono: cooperazione per la soddisfazione dei clienti finali indipendenza, per assicurare un rapporto basato sulle regole del libero mercato responsabilità della applicazione delle tecniche e metodi della qualità Il metodo e gli strumenti per la valutazione delle specifiche devono essere concordate al momento dell ordine

28 Codice di comportamento con i fornitori - 4 Il cliente é responsabile della correttezza e completezza delle informazioni e delle specifiche che il fornitore impiegherà per produrre Fornitore e cliente, prima di iniziare il loro rapporto devono concludere un contratto riguardante: qualità, prezzi, quantità, termini di consegna e forme di pagamento una procedura relativa ai contenziosi al fine di pervenire ad accordi amichevoli la responsabilità della qualità che deve soddisfare il cliente finale.

29 Qualificazione(iter) Invio questionario di valutazione Visita al processo Eliminazione fornitore no no Azioni correttive Piano Azioni OK? si Avvio omologazione con fornitura di campionatura si no Audit azioni si Attuazione azioni Controllo OK no Fornitore qualificato

30 La valutazione del fornitore-1 fornitura della campionature modifiche o adeguamenti per migliorare l'applicazione finale omologazione e qualificazione del processo l attestazione di qualità (Può essere citata come parte integrante della fornitura) la difettosità presso il cliente finale configurazione del progetto/prodotto consuntivo forniture e obiettivi contrattuali piano di miglioramento e obiettivi di qualità

31 La valutazione del fornitore-2 Indice di qualità totale del fornitore Iqt = I1*peso1 + I2*peso2 + I3*peso3 +.. dove: I1 = indice relativo al fattore di acquisto 1 Peso1 = peso del fattore di acquisto Peso1+Peso2+Peso3+... = 1 Indice di qualità per ogni fattore di acquisto I = (Ft - Fs)/Ft * 100 dove: Ft = forniture totali Fs = forniture segnalate (secondo un criterio da definire)

32 La classificazione del fornitore-3 Livello fornitore Acquisti e logistica Qualità Sviluppo nuovi progetti Valutazione Omologato Classe C Qualificato Classe B Partner Classe A Scorte di sicurezza Ordini singoli Contratti aperti o a programma Consegne JIT, sicronizzate Piani per riduzione scorte e lead time Flussi produttivi integrati Sistemi gestionali comunicanti Fornitore é responsabile del rispetto delle specifiche Controlli di accettazione Forniture con attestazione qualità Free-pass Obiettivi concordati di qualità Fornitore coinvolto nella soddisfazione del cliente finale Co-design per le specifiche qualitative Specifiche tecniche Controllo 1 campionatura Fornitore come esperto e consulenze Specifiche definite insieme al fornitore Co-design e design review con i fornitori Investimenti e piani di sviluppo concordati Rispetto specifiche Rispetto consegne Audit di valutazione positivo Audit sistema e di processo Costi totali fornitore cliente Indice di qualità totale (tutti i fattori di acquisto) Strategie comuni

33 Le interazioni con i fornitori abituali Ordini di prodotti codificati Personalizzazioni Supporto tecnico, invio cataloghi e note informative Quotazioni, revisione prezzi e negoziazione Solleciti per ritardi forniture o pagamenti Richieste di anticipo e urgenze Programmi di fornitura e contratti Nuove applicazioni Omologazioni di nuovi codici Collaborazioni (comakership)

34 Le interazioni con nuovi fornitori Comunicazione, fiere e promozioni Cataloghi Visite Campionature per omologazione Quotazioni Programmi Personalizzazioni Nuovi prodotti

35 Richieste offerte di prodotti standard già codificati Analisi dati della richiesta da parte del fornitore Chiarimenti per i requisiti non chiari o equivoci Valutazione dell offerta e contratti

36 Richieste di prodotti con personalizzazioni Le modifiche si attuano durante il ciclo di vita del prodotto standard a seguito di migliorie dell'applicazione finale del Cliente o dei mezzi produttivi del Fornitore. Di norma le modifiche comportano una variazione dell'indice di modifica del disegno e implicano sempre la revisione dei contratti e nuovi ordini. Attivazione di un gruppo di studio del progetto(co-design) Prototipo e preserie field Test Valutazione dei costi e convalidazione del progetto

37 Documentazione tecnica di riferimento per i fornitori Requisiti citati nell ordine (Specifiche e capitolati clienti) Norme specifiche relative al prodotto, lavorazione, servizio Manuali e Cataloghi dei fornitori (non commerciali) (collimazione) Specifiche tecniche (acquisto, proc., controllo) (collimazione) Leggi nazionali e internazionali (sicurezza, inquinamento, imballi, ecc.) UNI EN ISO 9001: procedure relative del fornitore(collimazione).

38 Analisi tecnica/logistica da parte del fornitore relativamente ad un ordine Corrispondenza codice cliente con codice fornitore Disponibilità prodotti in magazzino Se no, disponibilità e fattibilità a produrre il prodotto nei termini richiesti

39 Ordine e suo riesame da parte del fornitore Gli ordini solo verbali sono da evitare tassativamente Lista di controllo: il prezzo di vendita la quantità per la quale è stato formulato il prezzo di vendita disponibilità logistica a produrre (tempo di attraversamento o data di consegna dal momento dell'ordine) termini di pagamento schede e allegati tecnici

40 Contratti di fornitura prodotto finito, semilavorato, o servizio secondo le specifiche o concordate o stipulate in forma scritta prezzo di vendita stabilito (con algoritmi di aggiornamento o termini di revisione prezzi) predefinita quantità e periodo termini di consegna predefiniti (tempo di attraversamento o data di consegna dal momento della conferma d'ordine) lotti di riordino criteri di spedizione e relativi costi e termini termini di pagamento trattamento delle Non Conformità e deroghe

41 Negoziazione definire il prezzo finale per l'ordine definire le quantità e il prezzo finale in funzione dei lotti per ordini ripetitivi definire programma di forniture su un predefinito periodo definire un contratto commerciale in cui siano fissati: termini di consegna quantità lotto economico definire un contratto commerciale in cui siano fissati: obiettivi di qualità del prodotto e di servizio obiettivi di miglioramento della qualità.

42 Emissione conferme d ordine (Cdo) L'emissione della Conferma d'ordine (Cdo) è l'evidenza formale della avvenuta Revisione del Contratto poiché la sua emissione implica l'avvenuto controllo di: fattibilità tecnica congruenza logistica rispondenza termini contrattuali con esito positivo.

43 Invio solleciti ai Fornitori Si intende la richiesta al fornitore relativa a : ritardo nell'invio offerte e contratti necessità di anticipare la consegna ritardi nella consegna della commessa Ricevimento solleciti dai Fornitori Si intende la richiesta del Fornitore relativa a: ritardo nell'approvazione di un progetto inviato in allegato ad una offerta ritardo nell'avere l'approvazione di una deroga ritardo nei pagamenti

44 Chiusura Fornitura Tecnica: il carico a magazzino della fornitura evasione fisica di ordine (quantità) Amministrativa : archiviazione della bolla di consegna e della fattura evasione dell ordine da punto di vista contabile, pagamento della fornitura nei termini previsti in fattura

45 Il lead time di approvvigionamento - 1 Tempo speso nell approvvigionamento tempo di definizione dell ordine tempo di emissione documenti tempo risposta dei fornitori nel caso di prodotti a catalogo tempo risposta dei fornitori nel caso di prodotti su commessa Azioni per ridurre i tempi Abbinamento codice interno con codice fornitore Ricorso a ordini aperti Invio via EDI e sistema gestionali condivisi Invio posta elettronica Progettare con gli standard dei fornitori Utilizzo prodotti standard fornitre Ordini aperti senza riesame contratto Costituzione scorte concordate presso i fornitori Kan-ban presso i fornitori + ordine aperti e gestione Riduzione tempi di produzione Investimenti in tecnologie

46 Il lead time di approvvigionamento - 2 Tempo speso nell approvvigionamento tempo di trasporto tempo di ricezione e accettazione tempo di carico-scarico magazzino tempo di movimentazione alle linee Azioni per ridurre i tempi Depositi presso distributori Impiego mezzi per consegne ai clienti. Forniture in assicurazione qalità Free-pass Controllo del processo del fornitore Impiego sistemi con codice a barre Magazzini di linea Consegna in free-pass direttamente in reparto Gestione delle coordinate del magazzino Utilizzo con contenitori adatti alla movimentazione

47 Il lead time di approvvigionamento - 3 Il lead time con tecniche di acquisto tradizionali Tempo definizione Ordine Tempo emissione documenti Tempo risposta Fornitore Tempo trasporto Tempo ricevimento Accettazione Tempo scarico per reparti Il lead time con tecniche di acquisto TQC e JIT Tempo emissione documenti Tempo risposta Fornitore Tempo trasporto

48 I rifornimenti Just in Time (JIT o Jit) - 1 JIT = Previsioni mensili + conferme giornaliere Ricevimento del programma Orizzonte del piano Periodo interessato Direttive del mese M-1 2 mesi Mese Mese M: Invio 3 blocchi da 10 giorni. Sintesi del programma giornaliero previsto entro ciascuno dei bloccchi da 10 giorni Mese M+1:... Mese M+2:... Da 48 ore a 1 ora 3-6 giorni 1 giorno Consegna dei contenitori prima della consegna...

49 I rifornimenti Just in Time (JIT o Jit) - 2 Kanban (consegna forniture materiali in linea chiamata dal reparto o dal magazzino PF) Processo Parte Fornitore Direttive Centro di Contenitori lavoro Montaggio Viti Magazzino Consegna entro 15 minuti Gialli interno Imballaggio Linea X Imballo XZ Pallett Subassieme ZZZ Magazzino Imballi Alfa Consegna entro 10 minuti Consegna ore 10:30 e ore 15:00 ingresso A

50 I rifornimenti Just in Time (JIT o Jit) - 3 Le consegne sincronizzate: solo per pezzi voluminosi o per indisponibilità di spazio in magazzino o in linea su ordine della produzione con anticipo di 1-2 ore (con i dati del flusso reale) per rispettare gli appuntamenti in produzione

51 Gestione Non Conformità, Deroghe, Modifiche Per Disposizione (in forma scritta o con riferimenti) si intende la decisione che autorizza: l'effettuazione di una operazione non prevista nei disegni Per Deroga (formalmente emessa dalla Assicurazione Qualità) si intende la decisione che autorizza: l'impiego di materiali diversi da quelli previsti in distinta base l'operazione aggiuntive provvisoria o temporanea (cioè che non verranno richiesti in ordini successivi o dopo un periodo predefinito) su richiesta del cliente la consegna di una fornitura che non rispetta le specifiche concordate con il cliente Per Rilavorazione si intende l'effettuazione di una o più operazioni aggiuntive per: rendere conforme una commessa su cui è stata riscontrata un difetto ricuperabile modificare un prodotto su cui il Cliente ha chiesto una modifica (n questo caso i costi sono concordati con il Cliente)

52 procedura concordata per: Preserie Prodotti in garanzia Prodotti da modificare Prodotti Non Conformi Resi materiale e addebiti Prodotti con difetti rilevati dal fornitore I fornitori pagano se si può dimostrare che hanno torto: lo stabilimento ha l onere della prova. Attenzione alla documentazione: lucro cessante, danno emergente attenzione ai termini di tempo della contestazione responsabilizzare i fornitori sul call rate dal mercato chi verifica? ASSQ, ispettori

Classificazioni dei sistemi di produzione

Classificazioni dei sistemi di produzione Classificazioni dei sistemi di produzione Sistemi di produzione 1 Premessa Sono possibili diverse modalità di classificazione dei sistemi di produzione. Esse dipendono dallo scopo per cui tale classificazione

Dettagli

Innovative Procurement Process. Consulting

Innovative Procurement Process. Consulting Creare un rapporto di partnership contribuendo al raggiungimento degli obiettivi delle Case di cura nella gestione dei DM attraverso soluzione a valore aggiunto Innovative Procurement Process Consulting

Dettagli

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI)

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI) Pag. 1 di 16 PROCEDURE DEL MODELLO Pag. 2 di 16 Indice PROCEDURE DEL MODELLO... 1 PCI 01 - VENDITA DI SERVIZI... 3 PCI 02 PROCEDIMENTI GIUDIZIALI ED ARBITRALI... 5 PCI 03 AUTORIZZAZIONI E RAPPORTI CON

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

Il piano principale di produzione

Il piano principale di produzione Il piano principale di produzione Piano principale di produzione 1 Piano principale di produzione (Master Production Schedule) MPS pianifica le consegne di prodotto finito in termini di quantità e di data

Dettagli

Costi della Qualità. La Qualità costa! Ma quanto costa la non Qualità? La Qualità fa risparmiare denaro. La non Qualità fa perdere denaro.

Costi della Qualità. La Qualità costa! Ma quanto costa la non Qualità? La Qualità fa risparmiare denaro. La non Qualità fa perdere denaro. Costi della Qualità La Qualità costa! Ma quanto costa la non Qualità? La Qualità fa risparmiare denaro. La non Qualità fa perdere denaro. Per anni le aziende, in particolare quelle di produzione, hanno

Dettagli

Qualificare i fornitori attraverso un sistema analitico di rating

Qualificare i fornitori attraverso un sistema analitico di rating articolo n. 3 giugno 2014 Qualificare i fornitori attraverso un sistema analitico di rating MASSIMILIANO MARI Responsabile Acquisti, SCANDOLARA s.p.a. Realizzare un sistema di rating costituisce un attività

Dettagli

L azienda e le funzioni aziendali

L azienda e le funzioni aziendali UDA 5 TEMA 3 L operatore impresa L azienda e le funzioni aziendali a cura di Lidia Sorrentino Il concetto di azienda. Per soddisfare i propri bisogni, fin dall antichità l uomo si è associato con altre

Dettagli

LAMPADE A VAPORI DI MERCURIO AD ALTA PRESSIONE

LAMPADE A VAPORI DI MERCURIO AD ALTA PRESSIONE Pag. 1 di 20 LAMPADE A VAPORI DI MERCURIO AD ALTA PRESSIONE Funzione Responsabile Supporto Tecnico Descrizione delle revisioni 0: Prima emissione FI 00 SU 0002 0 1: Revisione Generale IN 01 SU 0002 1 2:

Dettagli

PASSEPARTOUT SPA Contenuti aggiornati a Giugno 2013

PASSEPARTOUT SPA Contenuti aggiornati a Giugno 2013 UNA SOLUZIONE INNOVATIVA Businesspass è la soluzione Cloud Computing, usufruibile anche tramite Tablet, ipad, iphone o Smartphone, per gestire l intero processo amministrativo e gestionale dello Studio,

Dettagli

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE PASSEPARTOUT PLAN Passepartout Plan è l innovativo software Passepartout per la gestione dei servizi. Strumento indispensabile per una conduzione organizzata e precisa dell attività, Passepartout Plan

Dettagli

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo Pagina 1 di 24 INTRODUZIONE SEZ 0 Manuale Operativo DOCUMENTO TECNICO PER LA CERTIFICAZIONE DEL PROCESSO DI VENDITA DEGLI AGENTI E RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO OPERANTI PRESSO UN AGENZIA DI RAPPRESENTANZA:

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

LA PROCEDURA DOMICILIATA: LA SOLUZIONE PIÙ SNELLA

LA PROCEDURA DOMICILIATA: LA SOLUZIONE PIÙ SNELLA LA PROCEDURA DOMICILIATA: LA SOLUZIONE PIÙ SNELLA GESTIONE DELLA PROCEDURA DOMICILIATA DI ACCERTAMENTO DOGANALE (IMPORTAZIONE-ESPORTAZIONE) PRESSO IL SITO DELL OPERATORE ECONOMICO. VANTAGGI OPERATIVI EXPORT

Dettagli

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ LE SOLUZIONI AMBIENTALI INTEGRATE DI UN GRUPPO LEADER SOLYECO GROUP ha reso concreto un obiettivo prezioso: conciliare Sviluppo e Ambiente. Questa è la mission

Dettagli

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A.

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Firenze, 27 novembre 2013 Classificazione Consip Public indice Il Programma per la razionalizzazione degli acquisti Focus: Convenzione per

Dettagli

LA PROGETTAZIONE SECONDO LA ISO 9001: 2000 (Giorgio Facchetti)

LA PROGETTAZIONE SECONDO LA ISO 9001: 2000 (Giorgio Facchetti) LA PROGETTAZIONE SECONDO LA ISO 9001: 2000 (Giorgio Facchetti) Uno degli incubi più ricorrenti per le aziende certificate l applicazione del requisito relativo alla progettazione in occasione dell uscita

Dettagli

ADVANCED MES SOLUTIONS

ADVANCED MES SOLUTIONS ADVANCED MES SOLUTIONS PRODUZIONE MATERIALI QUALITA MANUTENZIONE HR IIIIIIIIIaaa Open Data S.r.l. all rights reserved About OPERA OPERA MES è il software proprietario di Open Data. È un prodotto completo,

Dettagli

PROCEDURA DI AUDIT AI TEST CENTER AICA

PROCEDURA DI AUDIT AI TEST CENTER AICA Pag. 1 di 14 PROCEDURA DI AUDIT REVISIONI 1 19/12/2002 Prima revisione 2 07/01/2004 Seconda revisione 3 11/01/2005 Terza revisione 4 12/01/2006 Quarta revisione 5 09/12/2013 Quinta revisione Adeguamenti

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Speedy procedura per spedizionieri internazionali e doganali

Speedy procedura per spedizionieri internazionali e doganali Speedy procedura per spedizionieri internazionali e doganali La procedura è multi aziendale. L'accesso al software avviene tramite password e livello di accesso definibili per utente. L'interfaccia di

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria IT Plant Solutions IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria s Industrial Solutions and Services Your Success is Our Goal Soluzioni MES e IT per integrare e sincronizzare i processi Prendi

Dettagli

ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI DI COSTO E DI RICAVO

ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI DI COSTO E DI RICAVO ATTIVITÀ DIDATTICHE 1 Prova di verifica ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI DI COSTO E DI RICAVO di Rossana MANELLI MATERIA: ECONOMIA AZIENDALE (Classe 5 a IT IGEA, 5 a IP Economico - gestionale) La prova, indirizzata

Dettagli

L E A D E R I N S E M P L I C I T A SOFTWARE GESTIONALE

L E A D E R I N S E M P L I C I T A SOFTWARE GESTIONALE L E A D E R I N S E M P L I C I T A SOFTWARE GESTIONALE IL MONDO CAMBIA IN FRETTA. MEGLIO ESSERE DINAMICO Siamo una società vicentina, fondata nel 1999, specializzata nella realizzazione di software gestionali

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

SQE: PRODOTTO IN ESERCIZIO Richiesta mat.: Disponibilità: 5 - QUALIFICAZIONI / ONE DAY PRODUCTION. Status Autoqualificazione. Status Prove Integrative

SQE: PRODOTTO IN ESERCIZIO Richiesta mat.: Disponibilità: 5 - QUALIFICAZIONI / ONE DAY PRODUCTION. Status Autoqualificazione. Status Prove Integrative PCPA ESITO: Data: Disegno N : Odm: Progetto: Fornitore: Descrizione Disegno: SQE: Codice Fornitore: Stab. Forn.: FIAT Purchasing Supplier Quality VERIFICHE DI PROCESSO Richiesta mat.: Disponibilità: PRESERIE

Dettagli

- - - - - - - - - - - - 1 - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AFM S.p.A. Sede Legale in Bologna, Via del Commercio Associato n. 22/28 MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO

Dettagli

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO.

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO. Operazioni preliminari Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.0.0 Prima di installare la nuova versione è obbligatorio eseguire un salvataggio completo dei dati comuni e dei dati di tutte le aziende di lavoro.

Dettagli

Le opportunità economiche dell efficienza energetica

Le opportunità economiche dell efficienza energetica Le opportunità economiche dell efficienza energetica i problemi non possono essere risolti dallo stesso atteggiamento mentale che li ha creati Albert Einstein 2 SOMMARIO 1. Cosa è una ESCO 2. Esco Italia

Dettagli

VenereBeautySPA Ver. 3.5. Gestione Parrucchieri e Centro Estetico

VenereBeautySPA Ver. 3.5. Gestione Parrucchieri e Centro Estetico VenereBeautySPA Ver. 3.5 Gestione Parrucchieri e Centro Estetico Gestione completa per il tuo salone Gestione clienti e servizi Tel./Fax. 095 7164280 Cell. 329 2741068 Email: info@il-software.it - Web:

Dettagli

Gestione Magazzino. Terabit

Gestione Magazzino. Terabit Gestione Magazzino Terabit Informazioni Generali Gestione Magazzino Ricambi Il software è stato sviluppato specificamente per le aziende che commercializzano ricambi In particolare sono presenti le interfacce

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

L Azienda che comunica in tempo reale

L Azienda che comunica in tempo reale Il servizio gestionale SaaS INNOVATIVO per la gestione delle PMI Negli ultimi anni si sta verificando un insieme di cambiamenti nel panorama delle aziende L Azienda che comunica in tempo reale La competizione

Dettagli

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA Proposte formative 2011 Novità accreditamento ECM FINALITA Per soddisfare l esigenza di aggiornamento professionale continuo, grazie all esperienza maturata da Vega nelle

Dettagli

[La catena del valore]

[La catena del valore] [La catena del valore] a cura di Antonio Tresca La catena del valore lo strumento principale per comprendere a fondo la natura del vantaggio competitivo è la catena del valore. Il vantaggio competitivo

Dettagli

Gestione Servizi Doganali

Gestione Servizi Doganali Gestione Servizi Doganali GESTIONE SERVIZI DOGANALI Background La gestione delle attività dogali di import/export o transito richiede da sempre figure specializzate all interno delle aziende in grado di

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT LEAR ITALIA MES/LES PROJECT La peculiarità del progetto realizzato in Lear Italia da Hermes Reply è quello di integrare in un unica soluzione l execution della produzione (con il supporto dell RFID), della

Dettagli

ORGANIGRAMMA E FUNZIONIGRAMMA

ORGANIGRAMMA E FUNZIONIGRAMMA 1 SCOPO Lo scopo del presente documento è di descrivere le mansioni e le responsabilità connesse alla gestione delle attività da parte di PHISIOVIT SRL 2 DESCRIZIONE DEL DOCUMENTO PHISIOVIT SRL, per favorire

Dettagli

Categoria Servizi di Pulizia ed Igiene Ambientale Regolamento Sistema di Qualificazione

Categoria Servizi di Pulizia ed Igiene Ambientale Regolamento Sistema di Qualificazione ALBO FORNITORI POSTE ITALIANE S.P.A. CATEGORIA SERVIZI DI PULIZIA ED IGIENE AMBIENTALE REGOLAMENTO DEL SISTEMA DI QUALIFICAZIONE Pagina 1 di 20 INDICE 1. DISPOSIZIONI GENERALI...3 1.1. Premessa e ambito

Dettagli

Bollettino ECEPA. In questo numero 1 VERIFICA ISPETTIVA DI CAMPIONAMENTO 2 ETICHETTATURA DEI PRODOTTI DOP. 3 DIRITTI E LIMITAZIONI NELL USO DEL

Bollettino ECEPA. In questo numero 1 VERIFICA ISPETTIVA DI CAMPIONAMENTO 2 ETICHETTATURA DEI PRODOTTI DOP. 3 DIRITTI E LIMITAZIONI NELL USO DEL Bollettino ECEPA In questo numero N 6 1 VERIFICA ISPETTIVA DI CAMPIONAMENTO ED ANALISI DEI PRODOTTI DOP 2 ETICHETTATURA DEI PRODOTTI DOP. 2.1. Marchi di conformità ECEPA 2.2. Marchio Comunitario DOP 2.3.

Dettagli

Tutti i diritti riservati Copyright GS1 Italy Indicod-Ecr 2012 1

Tutti i diritti riservati Copyright GS1 Italy Indicod-Ecr 2012 1 a Documento Condiviso per la Tracciabilità e la Rintracciabilità: Regolamento UE n 931/2011 Giugno 2012 1 Indice Executive summary... 3 Introduzione... 4 I processi coinvolti dalla tracciabilità di filiera

Dettagli

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 è la soluzione specifica per ogni impresa che opera nel settore rifiuti con una completa copertura funzionale e la

Dettagli

Caratteristiche generali programma gestionale S.G.A.

Caratteristiche generali programma gestionale S.G.A. Caratteristiche generali programma gestionale S.G.A. Gestione Contabile : Piano dei conti : Suddivisione a 2 o 3 livelli del piano dei conti Definizione della coordinata CEE a livello di piano dei conti

Dettagli

VERIFICA DEI PROGETTI DI OPERE PUBBLICHE AI FINI DELLA VALIDAZIONE CODICE DEGLI APPALTI E NUOVO REGOLAMENTO ATTUATIVO

VERIFICA DEI PROGETTI DI OPERE PUBBLICHE AI FINI DELLA VALIDAZIONE CODICE DEGLI APPALTI E NUOVO REGOLAMENTO ATTUATIVO VERIFICA DEI PROGETTI DI OPERE PUBBLICHE AI FINI DELLA VALIDAZIONE CODICE DEGLI APPALTI E NUOVO REGOLAMENTO ATTUATIVO RELATORE : ING. PAOLO MOLAIONI ING. PIETRO FRATINI 1) LE ORIGINI DELLA VERIFICA DEL

Dettagli

QUESTIONARIO PER RACCOLTA DATI E INFORMAZIONI DI POTENZIALI IMPRESE APPALTATRICI PER LAVORI, SERVIZI ORDINARI E FORNITURE SERVIZI

QUESTIONARIO PER RACCOLTA DATI E INFORMAZIONI DI POTENZIALI IMPRESE APPALTATRICI PER LAVORI, SERVIZI ORDINARI E FORNITURE SERVIZI Pag. 1/6 SETTORI DI INTERESSE LAVORI SERVIZI Elettrici Impianti fotovoltaici Idraulici Edili Stradali Pulizie Tappezzerie Tinteggiatura e verniciatura Carpenteria metallica FORNITURE Cavi elettrici bt

Dettagli

RISOLUZIONE N. 25/E QUESITO

RISOLUZIONE N. 25/E QUESITO RISOLUZIONE N. 25/E Direzione Centrale Normativa Roma, 6 marzo 2015 OGGETTO: Consulenza giuridica - Centro di assistenza fiscale per gli artigiani e le piccole imprese Fornitura di beni significativi nell

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

SWIM. SKF World-class Invoice Matching. fatture e documenti di consegna. Rev 04

SWIM. SKF World-class Invoice Matching. fatture e documenti di consegna. Rev 04 SWIM SKF World-class Invoice Matching Specifiche SKF per fatture e documenti di consegna Rev 04 Indice 1 Scopo...3 2 Introduzione...3 3 Dati contenuti in fattura...3 4 Dati obbligatori richiesti in una

Dettagli

BAKEDIADE. Software per la pesatura, bollettazione e fatturazione del pane ed altri prodotti da forno in ceste. BakeDiade, un idea buona come il pane

BAKEDIADE. Software per la pesatura, bollettazione e fatturazione del pane ed altri prodotti da forno in ceste. BakeDiade, un idea buona come il pane BAKEDIADE Software per la pesatura, bollettazione e fatturazione del pane ed altri prodotti da forno in ceste BakeDiade, un idea buona come il pane ATTIVITà AMMINISTRATIVA Grazie all utilizzo di semplici

Dettagli

Differenze tra le attività di certificazione di prodotto (PRD) e le attività di ispezione (ISP) ed altri schemi di valutazione della conformità

Differenze tra le attività di certificazione di prodotto (PRD) e le attività di ispezione (ISP) ed altri schemi di valutazione della conformità Differenze tra le attività di certificazione di prodotto (PRD) e le attività di ispezione (ISP) ed altri schemi di valutazione della conformità In alcuni casi, le somiglianze apparenti tra le attività

Dettagli

E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI

E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI E-MAIL INTEGRATA Ottimizzazione dei processi aziendali Con il modulo E-mail Integrata, NTS Informatica ha realizzato uno strumento di posta elettronica

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

L idea. 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta

L idea. 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta Guardare oltre L idea 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta I nostri moduli non hanno altrettante combinazioni possibili, ma la soluzione è sempre una, PERSONALIZZATA

Dettagli

La soluzione di gestione aziendale per le piccole e medie imprese Overview della soluzione

La soluzione di gestione aziendale per le piccole e medie imprese Overview della soluzione La soluzione di gestione aziendale per le piccole e medie imprese Overview della soluzione Indice dei contenuti Introduzione 3 SAP Business One: le caratteristiche 4 Vantaggi per le aziende 5 Panoramica

Dettagli

API (FORMATO JSON) PER IMPORT DATI IN CONTABILITA' FACILE ONLINE

API (FORMATO JSON) PER IMPORT DATI IN CONTABILITA' FACILE ONLINE API (FORMAO JSON) PER IMPOR DAI IN CONABILIA' FACILE ONLINE Lo Staff della Geritec SRL mette a disposizione delle API per lo scambio DAI tra applicativi di terze parti e Contabilità facile online (di seguito

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale CIRCOLAZIONE NATURALE NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale 1964 2014 Immergas. Una lunga storia alle spalle, insegna a guardare in avanti. Il 5 febbraio del 1964, Immergas nasceva dal

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

Istruzioni operative per la gestione delle Non Conformità e delle Azioni Correttive. https://nonconf.unife.it/

Istruzioni operative per la gestione delle Non Conformità e delle Azioni Correttive. https://nonconf.unife.it/ Istruzioni operative per la gestione delle Non Conformità e delle Azioni Correttive https://nonconf.unife.it/ Registrazione della Non Conformità (NC) Accesso di tipo 1 Addetto Registrazione della Non Conformità

Dettagli

L evoluzione della Qualità. Dall ispezione alla world class

L evoluzione della Qualità. Dall ispezione alla world class L evoluzione della Qualità Dall ispezione alla world class Di cosa parleremo Cos è la Qualità? 1 Le origini della Qualità 2 Ispezione, Controllo statistico Affidabilità e Total Quality Control 3 Assicurazione

Dettagli

GESTIONE ATTREZZATURE

GESTIONE ATTREZZATURE SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE DELLE ATTREZZATURE AZIENDALI SWSQ - Solution Web Safety Quality srl Via Mons. Giulio Ratti, 2-26100 Cremona (CR) P. Iva/C.F. 06777700961 - Cap. Soc. 10.000,00 I.V. -

Dettagli

ACCREDIA L Ente Italiano di Accreditamento. Accreditation process for abilitation/notification: experiences and criticalities

ACCREDIA L Ente Italiano di Accreditamento. Accreditation process for abilitation/notification: experiences and criticalities ACCREDIA L Ente Italiano di Accreditamento Accreditation process for abilitation/notification: experiences and criticalities 1-32 28 giugno 2013 IL QUADRO DI RIFERIMENTO Cambiano gli scenari europei Regolamento

Dettagli

Che cos è la Qualità?

Che cos è la Qualità? Che cos è la Qualità? Politecnico di Milano Dipartimento di Elettrotecnica 1 La Qualità - Cos è - La qualità del prodotto e del servizio - L evoluzione del concetto di qualità - La misura della qualità

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Ing. Francesco Porzio Padova, 5 Giugno 2013 f.porzio@porzioepartners.it

Dettagli

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP GESTIONE ADEMPIMENTI FISCALI Blustring fornisce la stampa dei quadri fiscali, cioè dei quadri del modello UNICO relativi alla produzione del reddito d impresa, o di lavoro autonomo (RG, RE, RF, dati di

Dettagli

Raffineria Metalli Capra: innovazione nel settore METAL

Raffineria Metalli Capra: innovazione nel settore METAL SAP Customer Success Story Prodotti Industriali Raffineria Metalli Capra Raffineria Metalli Capra. Utilizzata con concessione dell autore. Raffineria Metalli Capra: innovazione nel settore METAL Partner

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

PROCESS QUALIFICATION

PROCESS QUALIFICATION ne Organizzazione della Qualità e del Servizio PROCESS QUALIFICATION SELF ASSESSMENT SETTORE AREA QUESITI PER LA VALUTAZIONE NOTE X IL FORNITORE SIC NOD VALUT. Conformità e migliorabilità NOTE Organizzazione

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CAMPO DI APPLICAZIONE 1.1 Le presenti Condizioni Generali di Acquisto ("GPC") si applicano all acquisto di materiali, articoli, prodotti, componenti, software ed i relativi

Dettagli

LA NUOVA PREVENZIONE INCENDI DM 07.08.2013. Siena, 10 maggio 2013

LA NUOVA PREVENZIONE INCENDI DM 07.08.2013. Siena, 10 maggio 2013 Ministero dell Interno Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile Comando Provinciale Vigili del fuoco SIENA "Noctu et Die Vigilantes" LA NUOVA PREVENZIONE INCENDI DM

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

Valore in dogana e valore ai fini IVA da dichiarare sulla bolletta doganale (di Ubaldo Palma)

Valore in dogana e valore ai fini IVA da dichiarare sulla bolletta doganale (di Ubaldo Palma) Valore in dogana e valore ai fini IVA da dichiarare sulla bolletta doganale (di Ubaldo Palma) Il valore imponibile a fronte di bollette doganali è oggetto di numerose liti fiscali a causa della poca chiarezza

Dettagli

T&T S.P.A. sede operativa e amministrativa TOR-MEC VERSIONE NON COMPLETA. Versione integrale disponibile solo su richiesta. CAPITOLATO DI FORNITURA

T&T S.P.A. sede operativa e amministrativa TOR-MEC VERSIONE NON COMPLETA. Versione integrale disponibile solo su richiesta. CAPITOLATO DI FORNITURA T&T S.P.A. sede operativa e amministrativa TOR-MEC VERSIONE NON COMPLETA. Versione integrale disponibile solo su richiesta. CAPITOLATO DI FORNITURA Rif. Norma UNI EN ISO 9001:2008 - Rev. 01 del 22/12/2011

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

Pacchetto verticale vitivinicolo

Pacchetto verticale vitivinicolo Pacchetto verticale vitivinicolo Descrizione della soluzione Pag. 1 La Cooperativa Seled ha realizzato una completa copertura delle procedure informatiche per Cooperative Vitivinicole in ambiente Windows,

Dettagli

Arkema France Condizioni generali di vendita

Arkema France Condizioni generali di vendita Arkema France Condizioni generali di vendita Ai fini delle presenti Condizioni Generali di Vendita (di seguito CGV ), il termine Venditore indica Arkema France, Acquirente indica la persona a cui il Venditore

Dettagli

Attualmente concorrono al Consorzio le seguenti Cooperative :

Attualmente concorrono al Consorzio le seguenti Cooperative : Il Consorzio Servizi Plus, è una società di outsourcing, operante da oltre 10 anni nel settore dei servizi facchinaggio, trasporti e pulizia, con lo scopo precipuo di associare in forma consortile tutte

Dettagli

FONDAMENTI DI ECONOMIA AZIENDALE E IMPIANTISTICA INDUSTRIALE. Sistemi di rilevazione dei costi Job Costing, Process Costing

FONDAMENTI DI ECONOMIA AZIENDALE E IMPIANTISTICA INDUSTRIALE. Sistemi di rilevazione dei costi Job Costing, Process Costing FONDAMENTI DI ECONOMIA AZIENDALE E IMPIANTISTICA INDUSTRIALE Proff.. Alberto Baggini Marco Melacini A.A. 2008/2009 Sistemi di rilevazione dei costi Job Costing, Process Costing Allocazione dei costi industriali

Dettagli

6.10 Compensazione import/export

6.10 Compensazione import/export 6.10 Compensazione import/export Da inviare a: CONAI Consorzio Nazionale Imballaggi Via posta (raccomandata A.R.): Via P. Litta 5, 20122 Milano Via fax: 02.54122656 / 02.54122680 On line: https://dichiarazioni.conai.org

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

Migl g i l or o am a e m n e t n o co c n o t n inu n o

Migl g i l or o am a e m n e t n o co c n o t n inu n o Gli Indicatori di Processo Come orientare un azienda al miglioramento continuo Formazione 18 Novembre 2008 UN CIRCOLO VIRTUOSO Miglioramento continuo del sistema di gestione per la qualità Clienti Gestione

Dettagli

Corso Tecnologie dell informazione applicata ai processi aziendali. Il sistema di misurazione delle prestazioni aziendali

Corso Tecnologie dell informazione applicata ai processi aziendali. Il sistema di misurazione delle prestazioni aziendali Corso Tecnologie dell informazione applicata ai processi aziendali. Il sistema di misurazione delle prestazioni aziendali Simone.cavalli@unibg.it Bergamo, Febbraio 2008 Il sistema di misurazione delle

Dettagli

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI PRATO, PISTOIA, LUCCA, E DELLE APUANE, AI SENSI DELL

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

TESTO INTEGRATO DELLA REGOLAZIONE DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI DI VENDITA DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE (TIQV)

TESTO INTEGRATO DELLA REGOLAZIONE DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI DI VENDITA DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE (TIQV) Allegato A TESTO INTEGRATO DELLA REGOLAZIONE DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI DI VENDITA DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE (TIQV) (Versione integrata con le modifiche apportate con le deliberazioni ARG/com

Dettagli

CODICE ETICO SOMMARIO. Premessa Principi generali. pag. 2 pag. 2 pag. 3 pag. 3 pag. 4 pag. 4 pag. 5 pag. 7 pag. 7 pag. 7 pag. 8 pag. 8 pag.

CODICE ETICO SOMMARIO. Premessa Principi generali. pag. 2 pag. 2 pag. 3 pag. 3 pag. 4 pag. 4 pag. 5 pag. 7 pag. 7 pag. 7 pag. 8 pag. 8 pag. CODICE ETICO SOMMARIO Premessa Principi generali Art. I Responsabilità Art. II Lealtà aziendale Art. III Segretezza Art. IV Ambiente di Lavoro, sicurezza Art. V Rapporti commerciali Art. VI Rapporti con

Dettagli

COMUNE DI CAMINO (AL) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI. Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 25/1/2013

COMUNE DI CAMINO (AL) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI. Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 25/1/2013 COMUNE DI CAMINO (AL) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 25/1/2013 INDICE TITOLO I PRINCIPI GENERALI... 3 Articolo 1 Oggetto... 3 Articolo 2 Sistema

Dettagli

DIRETTIVE COMUNITARIE INTERESSATE DAL REGOLAMENTO

DIRETTIVE COMUNITARIE INTERESSATE DAL REGOLAMENTO DIRETTIVE COMUNITARIE INTERESSATE DAL REGOLAMENTO 1. Direttiva 66/401/CEE: commercializzazione sementi di piante foraggere 2. Direttiva 66/402/CEE: commercializzazione di sementi di cereali 3. Direttiva

Dettagli

Business Process Modeling Caso di Studio

Business Process Modeling Caso di Studio Caso di Studio Stefano Angrisano, Consulting IT Specialist December 2007 2007 IBM Corporation Sommario Perché l architettura SOA? Le aspettative del Cliente. Ambito applicativo oggetto dell introduzione

Dettagli

LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI

LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI INFORMATIVA N. 204 14 SETTEMBRE 2011 IVA LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI Artt. 7-ter, 7-quater e 7-sexies, DPR n. 633/72 Regolamento UE 15.3.2011, n. 282 Circolare Agenzia Entrate

Dettagli

La gestione dei servizi non core: il Facility Management

La gestione dei servizi non core: il Facility Management La gestione dei servizi non core: il Facility Management ing. Fabio Nonino Università degli studi di Udine Laboratorio di Ingegneria Gestionale Dipartimento di Ingegneria Elettrica, Gestionale e Meccanica

Dettagli

La revisione dell accertamento doganale

La revisione dell accertamento doganale Adempimenti La revisione dell accertamento doganale di Marina Zanga L accertamento doganale delle merci L accertamento delle merci dichiarate in dogana nell ambito delle operazioni di import/ export da

Dettagli