1/2013. Periodo: 7/1/ /1/2013

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "1/2013. Periodo: 7/1/2013-28/1/2013"

Transcript

1 1/2013 Periodo: 7/1/ /1/2013 1

2 NOTIZIARIO SULL ECONOMIA UNGHERESE 7 28 gennaio 2013 Sommario ANDAMENTO MACROECONOMICO... 4 Fuga di capitali 3,4 miliardi di euro nei paradisi fiscali Fondi europei - Il governo centralizza la gestione dei fondi europei... 4 R&S e Innovazione A fine gennaio prevista la pubblicazione del piano strategico ungherese... 4 SETTORE BANCARIO E FINANZIARIO... 4 Cooperazione bancaria Siglato accordo di cooperazione tra banche OTP e KDB... 4 MERCATO INTERNO... 5 Giochi a distanza Governo propone tassa del 20% sui concessionari... 5 Distretti industriali prioritaria per il Governo la localizzazione del centro dell industria automobilistica nel nuovo polo industriale della Pannonia Occidentale... 5 Fonte: Jarmuipari-es-Mechatronikai-Kozpont/362/... 5 Edilizia licenze di costruzione prolungate per i costruttori in crisi... 5 Sport - Più fondi per i progetti nel settore calcio... 5 AGRICOLTURA... 6 Agricoltura rallentano a novembre i prezzi alla produzione agricola... 6 Catasto terreni agricoli Entro luglio si attende la pubblicazione del registro dei terreni agricoli... 6 TRASPORTI... 6 Nuova aviolinea ungherese a fine 2013 le operazioni della nuova Hungarian World Airways... 6 Metro 4 La nuova linea Metro 4 di Budapest operativa dal Ferrovie Stadler unico offerente nella gara per la fornitura di 42 automotrici... 6 Pedaggio elettronico incertezze sui tempi di realizzazione dopo l uscita di Getronics... 6 La Wizz Air aprirá un centro di addestramento a Budapest... 7 ENERGIA

3 Tecnologie pulite Il Governo assegna oltre un miliardo di fiorini a fondo perduto per sostenere l ammodernamento dei sistemi di riscaldamento residenziali... 7 Outsourcing Stazioni di servizio: la controllata della MOL in Croazia, intende appaltare la gestione delle stazioni di rifornimento... 7 La MOL aumenta la partecipazione nel blocco di ricerca di idrocarburi in Romania... 8 Relazioni bilaterali - Pál Kovacs incontra al Cairo i Ministri egiziani dell energia e del petrolio... 8 DISCLAIMER Le informazioni contenute nel presente notiziario sono tratte da comunicati ufficiali, siti istituzionali e organi di informazione ungheresi. L Ambasciata non può verificare la correttezza né essere considerata responsabile del contenuto delle informazioni pubblicate. 3

4 ANDAMENTO MACROECONOMICO Fuga di capitali 3,4 miliardi di euro nei paradisi fiscali. In un intervista rilasciata all emittente nazionale, il portavoce András Giró-Szász, ha dichiarato che il Governo ungherese intende porre fine alla fuga di capitali detenuti nei paradisi fiscali ed in particolare in Svizzera (stimati a 1000 miliardi di fiorini, circa 3,4 miliardi di euro). Nei giorni scorsi il Capo di Gabinetto, János Lázár, aveva annunciato il proposito del Governo di attivare un prelievo alla fonte del 35% sui proventi detenuti nei conti offshore. A novembre scorso lo scudo fiscale ungherese ha fatto rimpatriare 67 miliardi di fiorini (circa 230 milioni di euro). Fonte: January 18, :36 AM The Prime Minister's Office Fondi europei - Il governo centralizza la gestione dei fondi europei Nell ottica di rafforzare la gestione dei fondi europei che verranno destinati all Ungheria nel periodo finanziario il Governo intende istituire un Comitato Permanente per le Politiche allo Sviluppo (Development Policy Steering Committee), presieduto dal Primo Ministro e con un organico composto dai Ministri di Stato competenti per settore che avranno il compito di coordinare la distribuzione dei fondi a progetto. Il nuovo organo andrebbe a sostituire l attuale Agenzia di Sviluppo Nazionale (NFU), su cui ricadeva la gestione dei fondi con il lancio dei bandi di appalto secondo le linee programmatiche stabilite dal Nuovio Piano di Sviluppo Ungherese. Nel periodo finanziario i fondi di sviluppo europei (European Regional Development Fund, Cohesion Fund e European Social Fund) allocati in totale all Ungheria ammontano a oltre 24,9 miliardi di euro. Da parte sua il Ministro per lo Sviluppo Rurale, Zsolt V: Németh, in occasione di un intervento alla conferenza agricola 6th Axiál Agriculture Workshop a Hajdúszoboszló, ha presentato agli agricoltori ungheresi le opportunitá di ultilizzo dei restanti fondi europei per il Németh ha indicato che nel periodo l UE ha stanziato fondi per lo sviluppo rurale ungherese pari a miliardi di fiorini, di cui il 93% é stato allocato ma solo il 48% é stato erogato. Fonte: agenzia MTI, eurostat. R&S e Innovazione A fine gennaio prevista la pubblicazione del piano strategico ungherese Il Segretario di Stato dell Economia, Zoltán Cséfalvay, prevede che il piano nazionale strategico su R&S e Innovazione, possa essere pronto per fine gennaio. In preparazione le proposte operative da sottoporre al Parlamento. L elemento piu importante, ha aggiunto Cséfalvay, è di arrivare ad una spesa dell 1,8% del PIL, grazie in particolare agli investimenti da parte del settore privato. Secondo i dati Eurostat, l Ungheria è passata da una spesa dello 0,94% del Pil nel 2005 all 1,21% del Pil nel Nel 2011 i finanziamenti per i progetti di R&S in Ungheria provengono per il 47,5% dal settore privato, 38,1% dal bilancio pubblico, 13,5% da finanziamenti esteri, 1% dalle onlus. Fonte: HATC, 11/1/2013, p. 5, SETTORE BANCARIO E FINANZIARIO Cooperazione bancaria Siglato accordo di cooperazione tra banche OTP e KDB La banca ungherese OTP e la Banca di Sviluppo della Corea KDB, hanno stipulato un accordo di collaborazione allo scopo di ampliare gli affari nei mercati dell Europa centro orientale e nell Asia esplorando strumenti di finanziamento diversificati (es. prestiti sindacati, ossia prestiti erogati all impresa da un consorzio di banche, project financing, prestiti per opere infrastrutturali). Il vice direttore della banca ungherese, László Wolf, ha tuttavia precisato alla stampa che la strategia OTP è contenuta, volendo la banca ungherese partecipare a progetti di investimento con una quota minoritaria. Nei mesi scorsi la OTP ha aumentato le quote di capitale nelle proprie succursali in Serbia, Romania e Montenegro 4

5 per un totale corrispondente a circa 100 milioni di euro, con incluso un ulteriore incremento di capitale accordato in questi i giorni alla filiale serba. Fonte: HATC, 15/1/2013, p. 6, MERCATO INTERNO Giochi a distanza Governo propone tassa del 20% sui concessionari Il Governo ungherese ha sottoposto al Consiglio europeo il disegno di legge che regolerá i giochi a distanza (Online gaming bill) e che propone una tassa del 20% sui concessionari. La legge prevede che le licenze, di durata quinquennale del costo di 100 milioni di fiorini per ogni tipologia di gioco (carte, casino, scommesse), vengano appaltate alle compagnie che abbiano un capitale iscritto di 200 milioni di fiorini (690mila euro circa). La tassa proposta sui licenziatari (20%) verrebbe raccolta ogni due settimane. A questa si aggiunge una tassa extra, su base trimestrale, per le spese di supervisione (2,5% sulle entrate nette dai giochi). Su base trimestrale, le rendite al netto delle spese non potranno superare i 50 milioni di fiorini o essere inferiori a 100mila fiorini. I vincitori saranno esentasse. Gli operatori di rete (ISP) saranno responsabili del blocco dei portali non autorizzati, mentre i servers dei giochi a distanza saranno connessi online con l ufficio delle entrate Fonte: Hatch NG p.3; VG pp.1&3; N p.10; MH p.10; Nsz p.11; for-tunaweb.hu Distretti industriali prioritaria per il Governo la localizzazione del centro dell industria automobilistica nel nuovo polo industriale della Pannonia Occidentale Nelle intenzioni del Governo il polo industriale della Pannonia Occidentale che comprende le tre cittá ungheresi di Szombathely, Szentgotthárd (circa 80 km dall aeroporto di Graz in Austria) e Zalaegerszeg, (in prossimità della Slovenia), potrebbe attirare nel giro di 5-10 anni, investimenti per un miliardo di euro con la creazione di 25mila posti di lavoro. Il nuovo polo industriale (secondo dopo quello di Kecskemét dove si è insediata la Daimler con la produzione di Mercedes), intende raggruppare le attività ed i servizi di meccanica ed elettronica che servono l industria automobilistica. Lo scorso anno la General Motors ha investito 500 milioni di euro a Szentgotthárd nella fabbrica di motori che serve il marchio Opel. Il Ministro della Difesa, Csaba Hende, che rappresenta in Parlamento la cittá di Szombathely, ha dichiarato alla stampa che i fondi europei nel periodo finanziario potranno sostenere lo sviluppo del polo industriale con la costruzione di strade e il miglioramento dei trasporti ferroviari. Fonte: hirek/kiemelt-jarmuipari-kozpontta-valt-a-nyugat-pannon- Jarmuipari-es-Mechatronikai-Kozpont/362/ Edilizia licenze di costruzione prolungate per i costruttori in crisi Per venire incontro alle difficoltà dei costruttori che hanno bloccato i lavori edilizi per la crisi economica, dal primo gennaio sono state prolungate le durate delle licenze originarie di costruzione a patto che il rilascio della licenza non abbia superato i dieci anni e che la costruzione abbia le mura e il tetto Fonte: HATC, 14/1/2012, p. 6, NG p.3 Sport - Più fondi per i progetti nel settore calcio In una risposta scritta all istanza avanzata dal deputato parlamentare socialista Lajos Oláh, il Ministro delle Risorse Umane Zoltán Balog ha dichiarato che quest anno il Governo spenderà 15,9 miliardi di fiorini per progetti di calcio, contro i 7,8 miliardi di fiorini dell anno scorso, ha comunicato. Il totale delle spese previste per lo sport è di 29,1 miliardi di fiorini, di cui più della metà è destinato a progetti destinati al calcio. Fonte: HATC, 15/1/2013, p. 4, milliard-forint-kiadas-szerepel-koltsegvetesben 5

6 AGRICOLTURA Agricoltura rallentano a novembre i prezzi alla produzione agricola L ufficio statistico ungherese rileva a novembre un lieve rallentamento dei prezzi alla produzione agricola con un -6%, rispetto ad ottobre. Resta tuttavia che su base annua i prezzi a novembre si sono rialzati del 18,5%, per effetto dell aumento dei prezzi dei raccolti (cereali, vegetali industriali, patate), dell allevamento e dei prodotti di origine animale, mentre risultano in ribasso i prezzi della frutta (-1,7%). In totale, rispetto allo stesso periodo dell anno precedente, da gennaio a novembre 2012 i prezzi della produzione agricola sono aumentati del 15,4%. Fonte: Catasto terreni agricoli Entro luglio si attende la pubblicazione del registro dei terreni agricoli Il registro elencherà la dimensione ed il valore dei terreni espressi in corona d oro, nonché i nominativi dei coltivatori e gli uffici catastali territorialmente competenti. In base a tale registro si potrà vedere quanti ettari sono coltivati da una persona fisica o da un azienda, ha dichiarato il Ministro dell Agricoltura Fazekas. La corona d oro (Aranykorona AK) è l unitá che misura la qualità dei terreni agricoli: sotto i 15AK la qualità del terreno è bassa, tra AK la qualitá é medio-alta, buona tra i AK. Molto buona se superiore ai 35 AK. Fonte: hasznalati_nyilvantartas html TRASPORTI Nuova aviolinea ungherese a fine 2013 le operazioni della nuova Hungarian World Airways László Csiky, direttore della nuova aviolinea nazionale Hungarian World Airways (HWA), formata a settembre scorso da un gruppo di investitori, dovrebbe iniziare ad operare dopo la seconda metá dell anno. Non si conoscono i dettagli dell investimento ma sul web della compagnia aerea si legge che l HWA disporrá di tre Airbus per trasporti passeggeri e cargo a breve, medio e lungo raggio. Fonte: NG p.2; Nsz Sat. p.5; MH Sat. p.9; azu-tazo.hu; flyhwa.com Metro 4 La nuova linea Metro 4 di Budapest operativa dal 2014 La nuova metropolitana M4 di Budapest dovrebbe essere operativa a partire dall autunno Il costo totale dell investimento, assistito dai fondi di coesione dell UE, si aggira sui 460 miliardi di fiorini. Terminato il test del prototipo prodotto dalla Alstom Transport, entro febbraio viene previsto il test finale per il rilascio della licenza di operatività per i 15 treni che il fabbricante francese dovrá consegnare. Fonte: HATC, 15/1/2013, p. 7 Ferrovie Stadler unico offerente nella gara per la fornitura di 42 automotrici Una sola azienda, Stadler Trains Hungary Ltd, ha presentato l offerta alla gara per la fornitura di 42 automotrici all azienda ferroviaria MAV e di 6 treni per la società austriaco-ungherese Gysev. Il budget proviene in parte dalle risorse dell azienda di Stato ma il finanziamento cospicuo e atteso dai fondi europei. La consegna dei veicoli ferroviari è prevista entro il Gli assets della compagnia svizzera in Ungheria comprendono un impianto per la fabbricazione di parti in alluminio a Szolnok (che si occupa anche della consegna di parti per la fabbrica di tram in Germania) e un centro servizi a Pusztaszabolcs. L azienda impiega 380 persone. Fonte: HATC, 4/1/2013, p. 6 Pedaggio elettronico incertezze sui tempi di realizzazione dopo l uscita di Getronics La rinuncia di Getronics, che a dicembre aveva vinto l appalto per implementare il sistema di e-toll per gli 6

7 autotrasporti, potrebbe far slittare l operativitá del sistema, prevista dal 1 luglio 2013, su cui il Governo aveva allocato 42 miliardi di fiorini e che avrebbe portato entrate previste per 75 miliardi di fiorini (circa 260 milioni di euro). Quattro erano le aziende che avevano presentato offerte: Getronics Hungary, T- Systems Hungary (Magyar Telekom), il consorzio Kapsch Trafficom and Kapsch Telematic Services (Austria) e la China Int.l Telecom Construction Corp. Il premier Orban avrebbe tuttavia escluso il lancio di una nuova gara di appalto, che potrebbe tra l altro creare frizioni con i concorrenti prequalificati le cui offerte tuttavia superavano il budget disposto, e ha informato la stampa, che il sistema verrá implementato in Ungheria con le proprie capacitá ed i propri esperti. Si pensa all azienda pubblica di IT, Pillér, che ha fornito il software all agenzia ungherese delle entrate NAV. Fonte: Hatc.hu , _rendszeret.html La Wizz Air aprirá un centro di addestramento a Budapest La compagnia low cost Wizz Air ha annunciato l intenzione di aprire centro di addestramento all aeroporto ungherese Liszt Ferenc, provvisto di un simulatore di volo Airbus 320 e di una zona adibita alle esercitazioni antincendio. La società spenderà 4 miliardi di fiorini in 10 anni per lo sviluppo e la gestione del centro che servirá a formare il 90% della sua forza lavoro a Budapest. Fonte: HATC, 11/1/2013, p. 6, ENERGIA Tecnologie pulite Il Governo assegna oltre un miliardo di fiorini a fondo perduto per sostenere l ammodernamento dei sistemi di riscaldamento residenziali Secondo un comunicato del Ministero per lo Sviluppo Nazionale, il Nuovo Piano Széchenyi ha assegnato 1,04 miliardi di fiorini a famiglie (su 1.200), che avevano presentato domanda per ottenere sussidi volti a rinnovare i sistemi di riscaldamento. Grazie al contributo statale il valore totale degli investimenti si aggira attorno ai 2,7 miliardi di fiorini. I sussidi a fondo perduto sono diretti all installazione di caldaie a condensamento e di sistemi di riscaldamento da fonti rinnovabili. Fonte: HATC, 15/1/2013, p. 5, Outsourcing Stazioni di servizio: la controllata della MOL in Croazia, intende appaltare la gestione delle stazioni di rifornimento Il quotidiano croato Poslovni devnik riporta che l INA, societá croata controllata dall azienda petrolifera ungherese MOL, intende affidare la gestione di 400 stazioni di rifornimento ad aziende esterne o in franchising secondo il modello di gestione aziendale giá adottato da MOL. I sindacati respingono la proposta che andrebbe a colpire 2000 dipendenti su 9000 lavoratori impiegati dall azienda croata. Fonte: HATC, 15/1/2013, p. 6, e_ki_benzinkutjait_az_ina/ 7

8 La MOL aumenta la partecipazione nel blocco di ricerca di idrocarburi in Romania L azienda petrolifera ungherese Mol e diventato il solo investitore nella concessione per la ricerca di petrolio e gas nel blocco rumeno EX-6 a Curtici, dopo aver acquisito il restante 30% dal partner, Expert Petroleum. Avuta l autorizzazione dalle autorità rumene, le quote di partecipazione sono state trasferite alla Panfora Oil and Gas di proprietà 50%- 50% della Mol Ungheria e Mol Romania. Fonte: HATC, 11/1/2013, p. 6, ai_szenhidrogen-kutatasi_blokkban Relazioni bilaterali - Pál Kovacs incontra al Cairo i Ministri egiziani dell energia e del petrolio Visita al Cairo del Ministro dell Energia Pál Kovács (21-23 gennaio) dove ha avuto incontri con il Ministro dell Energia, Ahmed Mostafa Emam Shaaban e con il Ministro per il Petrolio e le Miniere, Osama Mohamed Kamal. I colloqui hanno riguardato le opportunitá di collaborazione bilaterale nel campo dell energia e delle infrastrutture elettriche. Controparti istituzionali egiziane accompagnate da delegazione di imprenditori del settore, hanno espresso interesse sui programmi ungheresi di esplorazione mineraria e gestione delle risorse, di sviluppo delle infrastrutture e sulle opportunitá di affari nel campo dell efficienza energetica degli immobili e sul meccanismo di gestione dello scambio delle quote di emissioni di CO 2. Fonte: MTI Abbreviazioni fonti: HATC = Hungary Around the Clock; MTI = ANSA ungherese Redazione: Maria Adele Cioffi, Ibolya Kadar, Milan Solymosi 8

21/2013 Periodo: 7/12/2013-20/12/2013

21/2013 Periodo: 7/12/2013-20/12/2013 21/2013 Periodo: 7/12/2013-20/12/2013 1 NOTIZIARIO SULL ECONOMIA UNGHERESE 7-20 dicembre 2013 Sommario ANDAMENTO MACROECONOMICO... 3 Tasso di sconto Banca Centrale riduce il tasso di sconto del 3%... 3

Dettagli

10/2013 Periodo: 1/6/2013-14/6/2013

10/2013 Periodo: 1/6/2013-14/6/2013 10/2013 Periodo: 1/6/2013-14/6/2013 1 NOTIZIARIO SULL ECONOMIA UNGHERESE 1-14 giugno 2013 Sommario ANDAMENTO MACROECNOMICO... 3 Investimenti nazionali - Cala dell 8,7% la spesa sugli investimenti in capitale

Dettagli

FONDI EUROPEI 2014-2020

FONDI EUROPEI 2014-2020 FONDI EUROPEI 2014-2020 UNGHERIA Redatto da ICE Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Ufficio di Budapest Desk Fondi Strutturali Budapest, marzo 2015 1

Dettagli

BREVE INFO PROGRAMMA SVILUPPO RURALE CROAZIA - I PRIMI RISULTATI DEI BANDI PUBBLICATI. DESK FONDI STRUTTURALI ICE ZAGABRIA Croazia

BREVE INFO PROGRAMMA SVILUPPO RURALE CROAZIA - I PRIMI RISULTATI DEI BANDI PUBBLICATI. DESK FONDI STRUTTURALI ICE ZAGABRIA Croazia BREVE INFO PROGRAMMA SVILUPPO RURALE CROAZIA - I PRIMI RISULTATI DEI BANDI PUBBLICATI DESK FONDI STRUTTURALI ICE ZAGABRIA Croazia Programma Sviluppo Rurale introduzione La prima bozza del Programma per

Dettagli

RAPPORTO 2010 SULLA PRESENZA DELLE IMPRESE DI COSTRUZIONE ITALIANE NEL MONDO

RAPPORTO 2010 SULLA PRESENZA DELLE IMPRESE DI COSTRUZIONE ITALIANE NEL MONDO RAPPORTO 2010 SULLA PRESENZA DELLE IMPRESE DI COSTRUZIONE ITALIANE NEL MONDO OTTOBRE 2010 a cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi e dell Ufficio Lavori all Estero e Relazioni Internazionali

Dettagli

Banca europea per gli investimenti

Banca europea per gli investimenti Banca europea per gli investimenti La banca dell UE Nuove opportunita di crescita per le imprese orientate all innovazione Le linee di credito dedicate alle PMI e alle Midcap Anna Fusari 17 luglio 2013

Dettagli

PMI: contributi a fondo perduto 2014-2020 per le aziende e nuove opportunità di crescita

PMI: contributi a fondo perduto 2014-2020 per le aziende e nuove opportunità di crescita PMI: contributi a fondo perduto 2014-2020 per le aziende e nuove opportunità di crescita FONDI STRUTTURALI E DI COESIONE 2014/2020 PROGRAMMAZIONE EUROPEA: A livello europeo: Quadro Strategico Comune A

Dettagli

Caro Lettore, Buona lettura!

Caro Lettore, Buona lettura! GUIDA PRATICA Caro Lettore, Semplificare e agevolare l accesso al credito. In questo momento di difficile congiuntura economica, sono queste le parole d ordine che hanno portato governo, banche e imprese

Dettagli

I Fondi Europei per le imprese italiane in Polonia

I Fondi Europei per le imprese italiane in Polonia I Fondi Europei per le imprese italiane in Polonia Michał Polański Direttore del Dipartimento di Promozione Economica Agenzia Polacca per lo Sviluppo dell Imprenditorialità Milano, 14 settembre 2015 2

Dettagli

IL PROGRAMMA ELENA. Ralf Goldmann / Angela Mancinelli Banca europea per gli investimenti (BEI) Roma, 30.04.2010

IL PROGRAMMA ELENA. Ralf Goldmann / Angela Mancinelli Banca europea per gli investimenti (BEI) Roma, 30.04.2010 IL PROGRAMMA ELENA Ralf Goldmann / Angela Mancinelli Banca europea per gli investimenti (BEI) Roma, 30.04.2010 03/05/2010 Banca europea per gli investimenti / Programma ELENA 1 Indice 1. Introduzione 2.

Dettagli

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI Direzione Affari Economici e Centro Studi COSTRUZIONI: ANCORA IN CALO I LIVELLI PRODUTTIVI MA EMERGONO ALCUNI SEGNALI POSITIVI NEL MERCATO RESIDENZIALE, NEI MUTUI ALLE FAMIGLIE E NEI BANDI DI GARA I dati

Dettagli

SEMINARIO FONDI STRUTTURALI DELL UE: Focus su Bulgaria, Croazia, Romania, Slovenia e Ungheria. Loggia dei Mercanti, Ancona 4 febbraio 2016

SEMINARIO FONDI STRUTTURALI DELL UE: Focus su Bulgaria, Croazia, Romania, Slovenia e Ungheria. Loggia dei Mercanti, Ancona 4 febbraio 2016 SEMINARIO FONDI STRUTTURALI DELL UE: Focus su Bulgaria, Croazia, Romania, Slovenia e Ungheria Loggia dei Mercanti, Ancona 4 febbraio 2016 PROGRAMMAZIONE 2014-2020 BUDGET ASSEGNATO: circa 33 miliardi di

Dettagli

FONDI EUROPEI 2007-2013

FONDI EUROPEI 2007-2013 FONDI EUROPEI 2007-2013 OPPORTUNITA PER LE IMPRESE ITALIANE IN POLONIA Torino, 20 ottobre 2008 La Polonia nella UE La Polonia è Paese Membro dell UE dal 1 maggio 2004 e negli anni 2007-2013 diventerà il

Dettagli

23/2015 Periodo: 23/11/2015-4/12/2015

23/2015 Periodo: 23/11/2015-4/12/2015 23/2015 Periodo: 23/11/2015-4/12/2015 NOTIZIARIO SULL ECONOMIA UNGHERESE 23 novembre 4 dicembre 2015 Sommario PRINCIPALI DATI MACROECONOMICI... 3 ANDAMENTO DEL FIORINO... 4 ANDAMENTO MACROECONOMICO...

Dettagli

L AUTONOMIA FINANZIARIA LE ENTRATE SECONDO LA PROVENIENZA LE ENTRATE TRIBUTARIE LE ENTRATE DA TRASFERIMENTI DESTINAZIONE ECONOMICA DELLA SPESA

L AUTONOMIA FINANZIARIA LE ENTRATE SECONDO LA PROVENIENZA LE ENTRATE TRIBUTARIE LE ENTRATE DA TRASFERIMENTI DESTINAZIONE ECONOMICA DELLA SPESA L AUTONOMIA FINANZIARIA LE ENTRATE SECONDO LA PROVENIENZA 2008 LE ENTRATE TRIBUTARIE LE ENTRATE DA TRASFERIMENTI DESTINAZIONE ECONOMICA DELLA SPESA RIPARTIZIONE DELLA SPESA PER FUNZIONI AUTONOMIA FINANZIARIA

Dettagli

AUDIZIONE. MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Federica Guidi. X Commissione del Senato - X Commissione della Camera. Roma, 27 marzo 2014

AUDIZIONE. MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Federica Guidi. X Commissione del Senato - X Commissione della Camera. Roma, 27 marzo 2014 AUDIZIONE MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Federica Guidi X Commissione del Senato - X Commissione della Camera Roma, 27 marzo 2014 CICLO ECONOMICO IN MIGLIORAMENTO 2 CICLO ECONOMICO IN MIGLIORAMENTO

Dettagli

GLI INCENTIVI AGLI INVESTIMENTI IN BULGARIA. La disciplina degli investimenti in Bulgaria è regolata dalla Legge sulla promozione degli investimenti.

GLI INCENTIVI AGLI INVESTIMENTI IN BULGARIA. La disciplina degli investimenti in Bulgaria è regolata dalla Legge sulla promozione degli investimenti. Sezione per la Promozione degli Scambi dell Ambasciata d Italia Ufficio di Sofia Ufficio di Sofia Dipartimenti e Aree aggiornamento febbraio 2015 GLI INCENTIVI AGLI INVESTIMENTI IN BULGARIA La disciplina

Dettagli

CROAZIA: FONDI EUROPEI PER 2014-2020 INVITI A PRESENTARE PROPOSTE PER LE PMI NEL 2015

CROAZIA: FONDI EUROPEI PER 2014-2020 INVITI A PRESENTARE PROPOSTE PER LE PMI NEL 2015 ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Sezione per la promozione degli scambi dell Ambasciata d Italia CROAZIA: FONDI EUROPEI PER 2014-2020 INVITI

Dettagli

Promuovere gli investimenti locali in efficienza energetica ed energie rinnovabili. Milano 30 gennaio 2013 Federico Beffa / Area Ambiente

Promuovere gli investimenti locali in efficienza energetica ed energie rinnovabili. Milano 30 gennaio 2013 Federico Beffa / Area Ambiente Promuovere gli investimenti locali in efficienza energetica ed energie rinnovabili Milano 30 gennaio 2013 Federico Beffa / Area Ambiente INDICE Risultati del bando Sostenibilità Energetica 2010-2012 Il

Dettagli

I servizi infrastrutturali non energetici a carattere nazionale: scelte di policy e risultati

I servizi infrastrutturali non energetici a carattere nazionale: scelte di policy e risultati I servizi infrastrutturali non energetici a carattere nazionale: scelte di policy e risultati Luigi Prosperetti - Ines Tomasi Prometeia, 16 dicembre 2005 Sintesi Negli ultimi anni, i servizi infrastrutturali

Dettagli

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali. Il Ministro dell economia e delle finanze. di concerto con

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali. Il Ministro dell economia e delle finanze. di concerto con DECRETO 18 aprile 2016, n.4293 Ripartizione delle risorse del fondo per gli investimenti nel settore lattiero caseario ai sensi dell articolo 1, commi 214-217, della legge 23 dicembre 2014, n. 190 (legge

Dettagli

ELENA. European Local Energy Assistance

ELENA. European Local Energy Assistance ELENA European Local Energy Assistance SOMMARIO 1. Obiettivo 2. Budget 3. Beneficiari 4. Azioni finanziabili 5. Come partecipare 6. Criteri di selezione 7. Contatti OBIETTIVI La Commissione europea e la

Dettagli

Spese ammissibili: spese per acquisto di macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali, hardware, software e tecnologie digitali

Spese ammissibili: spese per acquisto di macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali, hardware, software e tecnologie digitali Bando/Agevolazione: Beni strumentali ("Nuova Sabatini") Obiettivo: incrementare la competitività e migliorare l accesso al credito delle micro, piccole e medie imprese, attraverso l acquisto di nuovi macchinari,

Dettagli

La cooperazione che fa cooperazione. Il petrolio verde che fa economia. 2 ottobre 2010 Cuneo, Sala San Giovanni

La cooperazione che fa cooperazione. Il petrolio verde che fa economia. 2 ottobre 2010 Cuneo, Sala San Giovanni La cooperazione che fa cooperazione. Il petrolio verde che fa economia 2 ottobre 2010 Cuneo, Sala San Giovanni Data ultimo aggiornamento: 11 ottobre 2010 Progetto di filiera e realtà coinvolte 2 Sommario

Dettagli

Internazionalizzazione negli appalti pubblici: le opportunità per le imprese sarde

Internazionalizzazione negli appalti pubblici: le opportunità per le imprese sarde Internazionalizzazione negli appalti pubblici: le opportunità per le imprese sarde Vincenzo Francesco Perra Sassari, 18 settembre 2015 1 1. Perché lo Sportello Appalti Imprese e l internazionalizzazione

Dettagli

Libia : opportunità settore industriale per le Imprese Italiane. Consulenza strategica all impresa

Libia : opportunità settore industriale per le Imprese Italiane. Consulenza strategica all impresa Libia : opportunità settore industriale per le Imprese Italiane PREMESSA L economia italiana attraversa una fase di acuta recessione. Conseguentemente, le attività industriali produttive, eccetto quelle

Dettagli

PATTO DEI SINDACI Cosa e Quali obiettivi Le procedure - Gli strumenti Quali finanziamenti e contributi

PATTO DEI SINDACI Cosa e Quali obiettivi Le procedure - Gli strumenti Quali finanziamenti e contributi PATTO DEI SINDACI Cosa e Quali obiettivi Le procedure - Gli strumenti Quali finanziamenti e contributi A21 -- Ambiente nel 21 secolo Tel. 030 7995986 - Cell. 335 8130355 mail: info@a21.it - www.a21.it

Dettagli

3/2014 Periodo: 15/02/2014-28/02/2014

3/2014 Periodo: 15/02/2014-28/02/2014 3/2014 Periodo: 15/02/2014-28/02/2014 1 NOTIZIARIO SULL ECONOMIA UNGHERESE 15-28 febbraio 2014 Sommario ANDAMENTO MACROECONOMICO... 3 Pil - Cresce del 2,7% nel quarto trimestre 2013... 3 Commissione Europea

Dettagli

7/2014 Periodo: 12/04/2014-25/04/2014

7/2014 Periodo: 12/04/2014-25/04/2014 7/2014 Periodo: 12/04/2014-25/04/2014 1 NOTIZIARIO SULL ECONOMIA UNGHERESE 12 aprile 25 aprile 2014 Sommario ANDAMENTO MACROECONOMICO... 3 Debito debito pubblico balza all 82,9% ad aprile... 3 Politica

Dettagli

La Mobilità nella Programmazione Comunitaria 2014-2020

La Mobilità nella Programmazione Comunitaria 2014-2020 La Mobilità nella Programmazione Comunitaria 2014-2020 Dott.ssa Maria Pia Redaelli Direttore Funzione Specialistica Autorità di Gestione FSE E FESR 2014-2020, Programmazione Europea e Politiche Di Coesione

Dettagli

PIANO NUOVI INVESTIMENTI FILIERA AGROALIMENTARE 2015-2017

PIANO NUOVI INVESTIMENTI FILIERA AGROALIMENTARE 2015-2017 PIANO NUOVI INVESTIMENTI FILIERA AGROALIMENTARE 2015-2017 2 MILIARDI PER IL RILANCIO 2 miliardi di euro di investimenti per le imprese agroalimentari italiane. Queste le risorse del Piano 2015-2017 messo

Dettagli

NEWS FLASH TRASPORTI N 1 LUGLIO 2012

NEWS FLASH TRASPORTI N 1 LUGLIO 2012 N 1 LUGLIO 2012 A cura delle Politiche di Programmazione Economiche e Finanziarie g.serafini@uil.it A cura del Servizio Politiche di Programmazione Economiche e Finanziarie MOBILITA T.P.L. ASSTRA ANAV

Dettagli

Marzio Quadri Product Manager di Daikin Air Conditioning Italy 26 Gennaio 2013

Marzio Quadri Product Manager di Daikin Air Conditioning Italy 26 Gennaio 2013 Marzio Quadri Product Manager di Daikin Air Conditioning Italy 26 Gennaio 2013 OBIETTIVI, CAMPO DI APPLICAZIONE E STRATEGIA Impegno preso dagli stati membri dell unione europea. Target raggiungibile tramite

Dettagli

Il Programma Nazionale dello Sviluppo Rurale (PNDR) 2014-2020 all esame della Commissione Europea

Il Programma Nazionale dello Sviluppo Rurale (PNDR) 2014-2020 all esame della Commissione Europea Il Programma Nazionale dello Sviluppo Rurale (PNDR) 2014-2020 all esame della Commissione Europea Il Ministero dell Agricoltura e dello Sviluppo Rurale (MADR) ha trasmesso il 21 marzo alla Commissione

Dettagli

FLASH SETTORI ORDINATIVI E FATTURATI Dati Istat aggiornati a Marzo 2013 e pubblicati a Maggio 2013

FLASH SETTORI ORDINATIVI E FATTURATI Dati Istat aggiornati a Marzo 2013 e pubblicati a Maggio 2013 ORDINATIVI E FATTURATI Dati Istat aggiornati a Marzo 2013 e pubblicati a Maggio 2013 A cura dell Ufficio Studi Euler Hermes Italia FLASH SETTORI ORDINATIVI E FATTURATI Dati Istat aggiornati a Marzo 2013

Dettagli

Il comportamento economico delle famiglie straniere

Il comportamento economico delle famiglie straniere STUDI E RICERCHE SULL ECONOMIA DELL IMMIGRAZIONE Il comportamento economico delle straniere Redditi, consumi, risparmi e povertà delle straniere in Italia nel 2010 Elaborazioni su dati Banca d Italia Perché

Dettagli

BANDO A SOSTEGNO DELL IMPRENDITORIA GIOVANILE

BANDO A SOSTEGNO DELL IMPRENDITORIA GIOVANILE BANDO A SOSTEGNO DELL IMPRENDITORIA GIOVANILE PREMESSE MagVenezia e Consorzio Finanza Solidale realizzano da 20 anni sul territorio del veneziano un attività finanziaria a sostegno dello sviluppo dell

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2397-A PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato CAPEZZONE Riforma della disciplina delle tasse automobilistiche e altre disposizioni concernenti

Dettagli

ADRE HYDROPOWER! RASSEGNA STAMPA! OTTOBRE 2014

ADRE HYDROPOWER! RASSEGNA STAMPA! OTTOBRE 2014 ADRE HYDROPOWER!!! OTTOBRE 2014! ! RADIOCOR SOLE 24 ORE! SPECCHIO ECONOMICO! NOTIZIARIO ECONOMICO FARNESINA! STAFFETTA QUOTIDIANA! QUOTIDIANO ENERGIA! ECOSEVEN! IL SOLE 24 ORE! IL PICCOLO! AGENPARL! ASCA!

Dettagli

I Finanziamenti dell Unione Europea nella Programmazione 2014-20: HORIZON 2020 e COSME. Programma Operativo Regione Piemonte FESR (POR FESR)

I Finanziamenti dell Unione Europea nella Programmazione 2014-20: HORIZON 2020 e COSME. Programma Operativo Regione Piemonte FESR (POR FESR) I Finanziamenti dell Unione Europea nella Programmazione 2014-20: HORIZON 2020 e COSME Programma Operativo Regione Piemonte FESR (POR FESR) Torino, 20 novembre 2014 Europa 2020 Europa 2020 è un documento

Dettagli

D.5 Energy Manager. Controllo Utilizzazione Energia. Energy Manager TEE. Regolamenti Edilizi ESCO. Mobility Manager

D.5 Energy Manager. Controllo Utilizzazione Energia. Energy Manager TEE. Regolamenti Edilizi ESCO. Mobility Manager Controllo Utilizzazione Energia TEE Consumi Energetici Energy Manager Regolamenti Edilizi 31% 3% 31% agricoltura ESCO industria trasporti usi civili 35% Mobility Manager 1 Mobility Manager Il Mobility

Dettagli

SULLE CONDIZIONI E SUI MODI PER ATTRARRE GLI INVESTIMENTI DIRETTI. ("Gazzetta Ufficiale della Repubblica Serbia nr. 56/2006 e 50/2007 e 70/2008 )

SULLE CONDIZIONI E SUI MODI PER ATTRARRE GLI INVESTIMENTI DIRETTI. (Gazzetta Ufficiale della Repubblica Serbia nr. 56/2006 e 50/2007 e 70/2008 ) DECRETO SULLE CONDIZIONI E SUI MODI PER ATTRARRE GLI INVESTIMENTI DIRETTI ("Gazzetta Ufficiale della Repubblica Serbia nr. 56/2006 e 50/2007 e 70/2008 ) Contenuto del decreto Art. 1 Con il presente decreto

Dettagli

Politiche e programmi per promuovere gli investimenti in efficienza energetica

Politiche e programmi per promuovere gli investimenti in efficienza energetica Percorsi e strumenti finanziari per lo sviluppo degli investimenti in ambito ambientale e dell efficienza energetica per le Imprese Politiche e programmi per promuovere gli investimenti in efficienza energetica

Dettagli

COOPERAZIONE FINANZIARIA NEL MEDITERRANEO E NEI BALCANI

COOPERAZIONE FINANZIARIA NEL MEDITERRANEO E NEI BALCANI COOPERAZIONE FINANZIARIA NEL MEDITERRANEO E NEI BALCANI Linee di credito agevolato a sostegno delle PMI della Serbia, dell Albania, della Tunisia e della Siria (Sintesi) stefano.formenti@esteri.it 1 COOPERAZIONE

Dettagli

MATCHING Brasile. San Paolo, 24-25 giugno 2013

MATCHING Brasile. San Paolo, 24-25 giugno 2013 MATCHING Brasile San Paolo, 24-25 giugno 2013 LE INFORMAZIONI GENERALI I settori* coinvolti sono : Agricolo, agroalimentare (food & beverage), agroindustriale Edilizia e impiantistica: materiali e prodotti

Dettagli

NUMERO 97 MAGGIO 2015

NUMERO 97 MAGGIO 2015 NUMERO 97 MAGGIO 21 ATTIVITA' ECONOMICA E OCCUPAZIONE GLI SCAMBI CON L'ESTERO E LA COMPETITIVITA' L'INFLAZIONE IL CREDITO LA FINANZA PUBBLICA LE PREVISIONI MACROECONOMICHE 1 7 8 11 12 Indicatore ciclico

Dettagli

In allegato trovi il numero di Ottobre di MyNews, la newsletter periodica di Myenergy con informazioni sulle energie rinnovabili.

In allegato trovi il numero di Ottobre di MyNews, la newsletter periodica di Myenergy con informazioni sulle energie rinnovabili. Mynews Ottobre 2008 In questo numero Gentile lettore, In allegato trovi il numero di Ottobre di MyNews, la newsletter periodica di Myenergy con informazioni sulle energie rinnovabili. Ecco le ultime novità:

Dettagli

Banca e Finanza in Europa

Banca e Finanza in Europa Università degli Studi di Parma Banca e Finanza in Europa Prof. 1 2. EUROPA: PROFILI ISTITUZIONALI Le tappe Le istituzioni La Banca centrale europea 2 2. Europa: profili istituzionali 3 2. Europa: profili

Dettagli

18/2015 Periodo: 12/9/2015-25/9/2015

18/2015 Periodo: 12/9/2015-25/9/2015 18/2015 Periodo: 12/9/2015-25/9/2015 NOTIZIARIO SULL ECONOMIA UNGHERESE 12-25 settembre 2015 Sommario PRINCIPALI DATI MACROECONOMICI... 3 ANDAMENTO DEL FIORINO... 4 ANDAMENTO MACROECONOMICO... 5 Relazione

Dettagli

Febbraio 2016. market monitor. Analisi del settore edile: performance e previsioni

Febbraio 2016. market monitor. Analisi del settore edile: performance e previsioni Febbraio 2016 market monitor Analisi del settore edile: performance e previsioni Esonero di responsabilità I contenuti del presente documento sono forniti ad esclusivo scopo informativo. Ogni informazione

Dettagli

!"#$%"&&"'()"$*(( #*0%("%12$!! 34565746859:4!! "#$%&!$'()&$'*+!,)! -&&.,)$'/+$%&!0+.!)*! ".&1.'//'!,)!2#$-3+.!)$! 4.&'()'!

!#$%&&'()$*(( #*0%(%12$!! 34565746859:4!! #$%&!$'()&$'*+!,)! -&&.,)$'/+$%&!0+.!)*! .&1.'//'!,)!2#$-3+.!)$! 4.&'()'! "#$%&$'("%(%&%)*"% ++,-.+/ Le microimprese, le piccole e promozione delle attivita'. "#$%"&&"'()"$*(( #*0%("%12$ 34565746859:4 "#$%&$'()&$'*+,) -&&.,)$'/+$%&0+.)* ".&1.'//',)2#$-3+.)$ 4.&'()' "';$*

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato CAPEZZONE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato CAPEZZONE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2397 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato CAPEZZONE Riforma della disciplina delle tasse automobilistiche e altre disposizioni concernenti

Dettagli

VIII) FONDO INTERNAZIONALE PER LO SVILUPPO AGRICOLO

VIII) FONDO INTERNAZIONALE PER LO SVILUPPO AGRICOLO VIII) FONDO INTERNAZIONALE PER LO SVILUPPO AGRICOLO Cenni storici e aspetti generali 1. Il Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD), con sede a Roma, è stato creato nel 1977 a seguito di una

Dettagli

L'INFLAZIONE IL CREDITO. Indicatore ciclico coincidente (Ita-coin) e PIL dell Italia (1) (variazioni percentuali)

L'INFLAZIONE IL CREDITO. Indicatore ciclico coincidente (Ita-coin) e PIL dell Italia (1) (variazioni percentuali) NUMERO 98 GIUGNO 21 ATTIVITA' ECONOMICA E OCCUPAZIONE GLI SCAMBI CON L'ESTERO E LA COMPETITIVITA' L'INFLAZIONE IL CREDITO LA FINANZA PUBBLICA LE PREVISIONI MACROECONOMICHE 1 7 8 11 12 Dipartimento di economia

Dettagli

LAZIO. AGEA "OCM Vino Investimenti 2015/2016" SCADENZA: 29/02/2016. MINISTERO TRASPORTI "Investimenti nel settore dell'autotrasporto"

LAZIO. AGEA OCM Vino Investimenti 2015/2016 SCADENZA: 29/02/2016. MINISTERO TRASPORTI Investimenti nel settore dell'autotrasporto AGEA "OCM Vino Investimenti 2015/2016" Sono previsti finanziamenti a fondo perduto a favore delle imprese attive nel settore vitivinicolo (ad esclusione di quelle di commercializzazione) che effettuano

Dettagli

100 COMUNI EFFICIENTI E SOSTENIBILI

100 COMUNI EFFICIENTI E SOSTENIBILI 100 COMUNI EFFICIENTI E SOSTENIBILI PIANIFICAZIONE STRATEGICA CRISI ECONOMICA IL CONTESTO Bando Audit 2006-2008 Bando «PAES» 2010-2012 + Riduzione delle risorse a disposizione degli enti pubblici Difficoltà

Dettagli

Manital e Compagnia di San Paolo FONDO RISORSA CANAVESE BANDO GIOVANI PER IL CANAVESE

Manital e Compagnia di San Paolo FONDO RISORSA CANAVESE BANDO GIOVANI PER IL CANAVESE Manital e Compagnia di San Paolo FONDO RISORSA CANAVESE BANDO GIOVANI PER IL CANAVESE 1. PREMESSA Manital, con la collaborazione della Compagnia di San Paolo ha istituito il Fondo Risorsa Canavese, con

Dettagli

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo L IFAD in breve Lo scopo dell IFAD La finalità del Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD) è mettere le popolazioni rurali povere in condizione di raggiungere una maggiore sicurezza alimentare,

Dettagli

Banca europea per gli investimenti

Banca europea per gli investimenti Banca europea per gli investimenti La banca dell UE Il sostegno della BEI e del FEI alle imprese Anna Fusari 26 settembre 2013 La Banca europea per gli investimenti La Banca per i finanziamenti a lungo

Dettagli

I vantaggi dell efficienza energetica

I vantaggi dell efficienza energetica Introduzione Migliorare l efficienza energetica (EE) può produrre vantaggi a tutti i livelli dell economia e della società: individuale (persone fisiche, famiglie e imprese); settoriale (nei singoli settori

Dettagli

BANDO IMPRENDITORIA INNOVATIVA 2014

BANDO IMPRENDITORIA INNOVATIVA 2014 BANDO IMPRENDITORIA INNOVATIVA 2014 PREMESSE MagVenezia e Consorzio Finanza Solidale realizzano da oltre 20 anni sul territorio del veneziano un attività finanziaria a sostegno dello sviluppo dell imprenditoria

Dettagli

Misure in favore dell autoimprenditorialità in agricoltura e del ricambio generazionale

Misure in favore dell autoimprenditorialità in agricoltura e del ricambio generazionale Misure in favore dell autoimprenditorialità in agricoltura e del ricambio generazionale Ambito di applicazione L obiettivo della misura è quello di favorire il turnover in agricoltura e sostenere i giovani

Dettagli

Gli strumenti della BEI a favore delle RINNOVABILI

Gli strumenti della BEI a favore delle RINNOVABILI Gli strumenti della BEI a favore delle RINNOVABILI Convention Credito al Credito Angela Mancinelli Roma, 26 novembre 2010 INDICE 1. 2. 3. 4. BEI Quadro generale ENERGIA Contesto operativo ENERGIA Strumenti

Dettagli

ART. 1 (Disposizioni per il completamento del processo di liberalizzazione dei settori dell energia elettrica e del gas)

ART. 1 (Disposizioni per il completamento del processo di liberalizzazione dei settori dell energia elettrica e del gas) Schema di disegno di legge recante misure per la liberalizzazione del mercato dell energia, per la razionalizzazione dell approvvigionamento, per il risparmio energetico e misure immediate per il settore

Dettagli

Partnership pubblico-privato per finanziare progetti energetici

Partnership pubblico-privato per finanziare progetti energetici Partnership pubblico-privato per finanziare progetti energetici Carla Patrizia Ferrari Amministratore Delegato EQUITER S.p.A. - Gruppo Intesa Sanpaolo WORKSHOP UNIAMO LE ENERGIE Torino, 23 maggio 2008

Dettagli

Decreto 16 marzo 2001. Programma Tetti fotovoltaici. (Gazzetta Ufficiale n.74 del 29/03/2001)

Decreto 16 marzo 2001. Programma Tetti fotovoltaici. (Gazzetta Ufficiale n.74 del 29/03/2001) Decreto 16 marzo 2001 Programma Tetti fotovoltaici (Gazzetta Ufficiale n.74 del 29/03/2001) Vista la delibera del CIPE del 19 novembre 1998 "Linee guida per le politiche e misure nazionali di riduzione

Dettagli

Elementi di progettazione europea Le diverse tipologie di finanziamento europeo e le loro caratteristiche

Elementi di progettazione europea Le diverse tipologie di finanziamento europeo e le loro caratteristiche Elementi di progettazione europea Le diverse tipologie di finanziamento europeo e le loro caratteristiche Antonella Buja Coordinatrice Progetto Europa - Europe Direct - Comune di Modena Le diverse tipologie

Dettagli

PICCOLE E MEDIE IMPRESE EFFICIENTI Programma per migliorare l efficienza energetica nelle piccole e medie imprese RELAZIONE TECNICA

PICCOLE E MEDIE IMPRESE EFFICIENTI Programma per migliorare l efficienza energetica nelle piccole e medie imprese RELAZIONE TECNICA ASSESSORATO DELL INDUSTRIA Allegato alla Delib.G.R. n. 63/7 del 15.12.2015 PICCOLE E MEDIE IMPRESE EFFICIENTI Programma per migliorare l efficienza energetica nelle piccole e medie imprese RELAZIONE TECNICA

Dettagli

Ruolo, funzionamento e politiche dell Unione europea oggi

Ruolo, funzionamento e politiche dell Unione europea oggi Ruolo, funzionamento e politiche dell Unione europea oggi Il Trattato di Lisbona Padova, 19 marzo 2010 Istituto Tecnico Einaudi Matteo Fornara LA STORIA DELL UNIONE EUROPEA Storia breve: 50 anni Obiettivi

Dettagli

Sintesi dell Accordo di Partenariato con la Croazia 2014-2020

Sintesi dell Accordo di Partenariato con la Croazia 2014-2020 ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Sezione per la promozione degli scambi dell Ambasciata d Italia Sintesi dell Accordo di Partenariato con la

Dettagli

LA COOPERAZIONE AMBIENTALE PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE DEL MEDITERRANEO

LA COOPERAZIONE AMBIENTALE PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE DEL MEDITERRANEO LA COOPERAZIONE AMBIENTALE PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE DEL MEDITERRANEO Alessandra Bianchi Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Roma, 8 Novembre 2011 IL QUADRO GENERALE (1)

Dettagli

14/2013 Periodo: 31/9/2013-13/9/2013

14/2013 Periodo: 31/9/2013-13/9/2013 14/2013 Periodo: 31/9/2013-13/9/2013 1 NOTIZIARIO SULL ECONOMIA UNGHERESE 31 agosto 13 settembre 2013 Sommario ANDAMENTO MACROECNOMICO... 3 Aumenta il PIL dello 0,5% nel secondo trimestre... 3 Bilancio

Dettagli

EUROFIDI ED EUROCONS RISULTATI 2007 NEL SEGNO DELLA REDDITIVITÀ

EUROFIDI ED EUROCONS RISULTATI 2007 NEL SEGNO DELLA REDDITIVITÀ Comunicato stampa EUROFIDI ED EUROCONS RISULTATI 2007 NEL SEGNO DELLA REDDITIVITÀ Le imprese associate a Eurogroup sono quasi 37 mila (+8,6% rispetto al 2006) L avanzo di gestione ante imposte è di 6,3

Dettagli

RESOCONTO 35 COMITATO IPA (Bruxelles, 5 dicembre 2012).

RESOCONTO 35 COMITATO IPA (Bruxelles, 5 dicembre 2012). Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER LA POLITICA COMMERCIALE INTERNAZIONALE Divisione VI Europa e Mediterraneo RESOCONTO 35 COMITATO

Dettagli

Produrremo in Serbia... Oggi in Serbia, cca 200 imprese Italiane producono il valore di EUR 2,4 miliardi all'anno

Produrremo in Serbia... Oggi in Serbia, cca 200 imprese Italiane producono il valore di EUR 2,4 miliardi all'anno Bojan Stevanovic, M.B.A. Console Consigliere Commerciale Consolato Generale della Repubblica di Serbia Milano Produrremo in Serbia... Oggi in Serbia, cca 200 imprese Italiane producono il valore di EUR

Dettagli

Approfondimenti: Provincia di Cuneo

Approfondimenti: Provincia di Cuneo Approfondimenti: Provincia di Cuneo Premessa Contesto e attività/1 Nel generale contesto di crisi che ha continuato a caratterizzare il sistema economico italiano nel 2013 i dati relativi al Piemonte hanno

Dettagli

Energie rinnovabili ed efficienza energetica

Energie rinnovabili ed efficienza energetica 06_Energia:06_Energia 22-01-2010 14:37 Pagina 93 Energie rinnovabili ed efficienza energetica Impianto fotovoltaico realizzato a Taverna (CZ) 06_Energia:06_Energia 22-01-2010 14:37 Pagina 94 L obiettivo

Dettagli

Una efficiente lotta agli sprechi nella Pubblica Amministrazione PER LA QUALIFICAZIONE DELLA SPESA E UN OCULATA SCELTA DEI TAGLI

Una efficiente lotta agli sprechi nella Pubblica Amministrazione PER LA QUALIFICAZIONE DELLA SPESA E UN OCULATA SCELTA DEI TAGLI Una efficiente lotta agli sprechi nella Pubblica Amministrazione A cura del Servizio Politiche Economiche e Finanziarie e del Pubblico Impiego PER LA QUALIFICAZIONE DELLA SPESA E UN OCULATA SCELTA DEI

Dettagli

Decreto Legislativo 21 aprile 2000, n. 185

Decreto Legislativo 21 aprile 2000, n. 185 1 di 8 26/02/2008 17.12 Decreto Legislativo 21 aprile 2000, n. 185 "Incentivi all'autoimprenditorialita' e all'autoimpiego, in attuazione dell'articolo 45, comma 1, della legge 17 maggio 1999, n. 144"

Dettagli

Tab. 1 La spesa finale per lo sport in Italia nel 2001 (valori in euro)

Tab. 1 La spesa finale per lo sport in Italia nel 2001 (valori in euro) Il quadro macroeconomico Il fatturato del sistema sportivo italiano può essere valutato nel 2001 in circa 31,6 miliardi di euro. Tale cifra rappresenta la somma di quanto è speso dalle famiglie italiane,

Dettagli

IL PIANO D AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE DEL COMUNE DI VERONA E LE SINERGIE CON IL SETTORE PRIVATO

IL PIANO D AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE DEL COMUNE DI VERONA E LE SINERGIE CON IL SETTORE PRIVATO IL PIANO D AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE DEL COMUNE DI VERONA E LE SINERGIE CON IL SETTORE PRIVATO Riccardo Tardiani Coordinamento Ambiente Comune di Verona Smart Energy Expo - Sala Smart City y & Communities

Dettagli

LE NUOVE MISURE DELLA GESTIONE DEI RISCHI PAOLA GROSSI

LE NUOVE MISURE DELLA GESTIONE DEI RISCHI PAOLA GROSSI LE NUOVE MISURE DELLA GESTIONE DEI RISCHI PAOLA GROSSI PRESIDENTE GRUPPO GESTIONE DEI RISCHI COPA-COGECA 1. QUALI I RISCHI PER UN IMPRESA AGRICOLA 2. PERCHE SOSTENERE LA GESTIONE DEI RISCHI 3. LE POSSIBILITÀ

Dettagli

La società Pag. 1. Commercializzazione di energia elettrica e gas in Italia Pag. 3. La produzione di energia elettrica in Italia Pag.

La società Pag. 1. Commercializzazione di energia elettrica e gas in Italia Pag. 3. La produzione di energia elettrica in Italia Pag. DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA La società Pag. 1 Commercializzazione di energia elettrica e gas in Italia Pag. 3 La produzione di energia elettrica in Italia Pag. 4 Scheda di sintesi Pag. 7 Genova,

Dettagli

11/2012 Periodo: 27/08/2012-07/9/2012

11/2012 Periodo: 27/08/2012-07/9/2012 11/2012 Periodo: 27/08/2012-07/9/2012 0 NOTIZIARIO SULL ECONOMIA UNGHERESE 27 agosto 2012 7 settembre 2012 Sommario ANDAMENTO MACROECONOMICO... 2 Pacchetto Economia... 2 Banca Centrale abbassa il tasso

Dettagli

Bando nell ambito della misura 8.1 Sostegno alle attività economiche nell ambito della e-economy del Programma Operativo Economia Innovativa

Bando nell ambito della misura 8.1 Sostegno alle attività economiche nell ambito della e-economy del Programma Operativo Economia Innovativa !" #$%%& %!" # $$"$ $ $ %$&# Nella prospettiva finanziaria UE 2007-2013 la Polonia è destinataria di ingenti risorse finanziarie comunitarie oltre 80 miliardi di Euro, di cui 67,3 miliardi provengono dai

Dettagli

NER 300 PROGETTI DI DIMOSTRAZIONE COMMERCIALE FINALIZZATI AL TRATTENIMENTO, IN TOTALE SICUREZZA AMBIENTALE, E LO STOCCAGGIO GEOLOGICO DI CO2.

NER 300 PROGETTI DI DIMOSTRAZIONE COMMERCIALE FINALIZZATI AL TRATTENIMENTO, IN TOTALE SICUREZZA AMBIENTALE, E LO STOCCAGGIO GEOLOGICO DI CO2. NER 300 PROGETTI DI DIMOSTRAZIONE COMMERCIALE FINALIZZATI AL TRATTENIMENTO, IN TOTALE SICUREZZA AMBIENTALE, E LO STOCCAGGIO GEOLOGICO DI CO2. PROGETTI DI DIMOSTRAZIONE DI TECNOLOGIE INNOVATIVE PER LA PRODUZIONE

Dettagli

Proposta di regolamento generale

Proposta di regolamento generale Analisi delle priorità e degli obiettivi della in relazione alla proposta di regolamento generale dei Fondi del QSC Fondi del Quadro Strategico Comune (QSC) Obiettivi Una crescita intelligente: sviluppare

Dettagli

Scheda n. 3 PER COSA SARANNO UTILIZZATI I FONDI?

Scheda n. 3 PER COSA SARANNO UTILIZZATI I FONDI? Scheda n. 3 PER COSA SARANNO UTILIZZATI I FONDI? Il piano di investimenti per l Europa consisterà in un pacchetto di misure volte a sbloccare almeno 315 miliardi di euro di investimenti pubblici e privati

Dettagli

PROSPETTIVE DI SVILUPPO NEL SETTORE DELLE ENERGIE RINNOVABILI IN ALCUNI PAESI DELL EUROPA CENTRALE E SUD-ORIENTALE

PROSPETTIVE DI SVILUPPO NEL SETTORE DELLE ENERGIE RINNOVABILI IN ALCUNI PAESI DELL EUROPA CENTRALE E SUD-ORIENTALE PROSPETTIVE DI SVILUPPO NEL SETTORE DELLE ENERGIE RINNOVABILI IN ALCUNI PAESI DELL EUROPA CENTRALE E SUD-ORIENTALE SCHEDA PAESE: CROAZIA Settembre 2009 INDICE Il bilancio energetico ed il ruolo delle energie

Dettagli

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI Risorse energetiche e struttura del mercato L Italia produce piccoli volumi di gas naturale

Dettagli

Al Comitato di Presidenza Al Consiglio Direttivo Alla Commissione Legale Alla Commissione Sindacale Alle Associazioni Territoriali

Al Comitato di Presidenza Al Consiglio Direttivo Alla Commissione Legale Alla Commissione Sindacale Alle Associazioni Territoriali Roma, 09 ottobre 2015 Al Comitato di Presidenza Al Consiglio Direttivo Alla Commissione Legale Alla Commissione Sindacale Alle Associazioni Territoriali Circolare n. 132/2015 Oggetto: Incentivi agli investimenti

Dettagli

AMBITO LEGALE DEI PROGETTI LEGATI ALLE FONTI ENERGETICHE RINNOVABILI IN POLONIA

AMBITO LEGALE DEI PROGETTI LEGATI ALLE FONTI ENERGETICHE RINNOVABILI IN POLONIA AMBITO LEGALE DEI PROGETTI LEGATI ALLE FONTI ENERGETICHE RINNOVABILI IN POLONIA 1. ENERGIA RINNOVABILE IN POLONIA 2. BASE LEGISLATIVA 3. CHE COS È L ENERGIA RINNOVABILE? 4. CERTIFICATI DI ORIGINE 5. CONCESSIONI

Dettagli

Presentazione di: Beluffi Matteo Guddelmoni Gianpaolo

Presentazione di: Beluffi Matteo Guddelmoni Gianpaolo Presentazione di: Beluffi Matteo Guddelmoni Gianpaolo Storia 1985: Nasce per mano dell imprenditore irlandese Tony Ryan. Lo scopo è quello di collegare per via aerea Irlanda e Gran Bretagna, come alternativa

Dettagli

STRUMENTI FINANZIARI DELLA COOPERAZIONE ECONOMICA ALLO SVILUPPO. (L. 49/87, Artt. 6 e 7)

STRUMENTI FINANZIARI DELLA COOPERAZIONE ECONOMICA ALLO SVILUPPO. (L. 49/87, Artt. 6 e 7) STRUMENTI FINANZIARI DELLA COOPERAZIONE ECONOMICA ALLO SVILUPPO (L. 49/87, Artt. 6 e 7) 2 STRUMENTI FINANZIARI DELLA COOPERAZIONE ECONOMICA La Legge-quadro sulla cooperazione allo sviluppo n. 49/87 prevede

Dettagli

Valutazione ex-ante degli strumenti finanziari da attivare nell ambito del POR FESR Regione Marche 2014-2020 Obiettivo Tematico n.

Valutazione ex-ante degli strumenti finanziari da attivare nell ambito del POR FESR Regione Marche 2014-2020 Obiettivo Tematico n. Servizio «Procedura aperta di affidamento del servizio valutazione tematica di cui art. 47-48 REG. 1083/06, Rapporto Finale di Valutazione POR FESR 2007 13 e servizio valutazione ex-ante compresa Vas e

Dettagli

BANDO PER IL SOSTEGNO DELLA PICCOLA IMPRENDITORIA INNOVATIVA

BANDO PER IL SOSTEGNO DELLA PICCOLA IMPRENDITORIA INNOVATIVA BANDO PER IL SOSTEGNO DELLA PICCOLA IMPRENDITORIA INNOVATIVA PREMESSE MagVenezia e Consorzio Finanza Solidale realizzano da 20 anni sul territorio del veneziano un attività finanziaria a sostegno dello

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Sintesi del decreto legislativo sulla promozione della cogenerazione ad alto rendimento PIU RISPARMIO ENERGETICO INCENTIVANDO LA COGENERAZIONE AD ALTO RENDIMENTO Il decreto

Dettagli

Commissione Finanze della Camera dei deputati. Audizione Assogasliquidi/Federchimica

Commissione Finanze della Camera dei deputati. Audizione Assogasliquidi/Federchimica Commissione Finanze della Camera dei deputati Riforma della disciplina delle tasse automobilistiche e altre disposizioni concernenti l'imposizione tributaria sui veicoli (AC 2397) Audizione Assogasliquidi/Federchimica

Dettagli

LAVORARE IN EUROPA: la rete EURES, il servizio europeo per l impiego. Laura Robustini EURES Adviser. 04 Marzo 2015

LAVORARE IN EUROPA: la rete EURES, il servizio europeo per l impiego. Laura Robustini EURES Adviser. 04 Marzo 2015 LAVORARE IN EUROPA: la rete EURES, il servizio europeo per l impiego Laura Robustini EURES Adviser 04 Marzo 2015 IL LAVORO IN EUROPA EURES promuove la mobilità geografica ed occupazionale sostenendo i

Dettagli