LE FRONTIERE DELLA MICROECONOMIA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LE FRONTIERE DELLA MICROECONOMIA"

Transcript

1 22 LE FRONTIERE DELLA MICROECONOMIA L economia studia le scelte degli individui e le loro reciproche interazioni. Questo studio assume molte forme, come abbiamo visto nei capitoli precedenti. Ma sarebbe sbagliato pensare che tutte queste sfaccettature compongano un gioiello finito, perfetto e immutabile. Come tutti gli scienziati, anche gli economisti sono sempre alla ricerca di nuove aree di studio e nuovi fenomeni da analizzare. Questo ultimo capitolo dedicato alla microeconomia presenta una panoramica su tre tematiche di frontiera, ai fini di illustrare come gli economisti stiano cercando di espandere la propria comprensione del comportamento umano e della società. Il primo argomento è l economia dell informazione asimmetrica. In molte situazioni alcuni dispongono di informazioni migliori di altri, e questa differenza può condizionare le scelte che gli individui compiono e le interazioni reciproche. La riflessione sulle asimmetrie informative può gettare luce su molti aspetti della vita quotidiana, dal mercato delle automobili usate all abitudine di scambiarsi regali. La seconda tematica che affronteremo in questo capitolo è l economia politica. Fin dall inizio del libro abbiamo fatto riferimento ai fallimenti del mercato e agli strumenti a disposizione del potere esecutivo e legislativo per migliorare potenzialmente la situazione. La parola chiave, in questo contesto, è «potenzialmente»: la realizzazione di questa potenzialità dipende il larga misura dal buon funzionamento delle istituzioni politiche. Il campo dell economia politica utilizza gli strumenti dell economia per comprendere il funzionamento del governo. Il terzo e ultimo argomento è l economia comportamentale. Si tratta di un campo che appartiene più al mondo delle discipline psicologiche che a quelle economiche, avendo come obiettivo l analisi di comportamenti umani più complessi e sofisticati di quelli che formano convenzionalmente l oggetto della teoria economica. Questo capitolo, dunque, spazia su territori molto vasti. Per poterlo fare, rinuncia alla completezza propria dei capitoli precedenti a favore di una visione d insieme, quindi forzatamente parziale. L obiettivo, d altra parte, è mostrare in quali direzioni si stia espandendo la conoscenza del funzionamento dell economia. Obiettivo secondario è suscitare in voi l interesse per i corsi più avanzati di teoria economica. L INFORMAZIONE ASIMMETRICA «Io lo so e tu no». I bambini sembrano ripetere in continuazione questa frase, come una cantilena. Eppure questa affermazione ha una enorme importanza anche nelle interazioni tra adulti: sono infinite le occasioni in cui una persona dispone di informazioni migliori degli altri su quanto sta accadendo. Tale differenza nell accesso a conoscenze rilevanti è detta asimmetria informativa. Gli esempi abbondano. Un lavoratore sa meglio del proprio datore di lavoro quanto impe-

2 Le frontiere della microeconomia 355 gno profonde nello svolgere la mansione che gli è stata affidata. Chi vende un auto usata ne conosce meglio dell acquirente le condizioni meccaniche. Il primo è un esempio di azione nascosta, il secondo di caratteristica nascosta. In entrambi i casi la parte che è all oscuro (il datore di lavoro, l acquirente dell auto usata) vorrebbe conoscere le informazioni rilevanti, ma la parte informata (il lavoratore, il venditore dell auto usata) potrebbe avere un incentivo a nascondergliele. L informazione asimmetrica è prevalente al punto che, negli ultimi decenni, gli economisti hanno dedicato molte energie intellettuali a studiarne gli effetti. Nel 2001 il premio Nobel per l economia è stato assegnato a tre economisti (George Akerlof, Michael Spence e Joseph Stiglitz) per i loro lavori pionieristici su questa tematica. Discuteremo qui alcuni elementi emersi da questi studi. Le azioni nascoste: principali, agenti e rischio morale Il rischio morale è il problema che sorge quando un individuo, detto agente, esegue un compito per conto di un altro, detto principale. Se il principale non può controllare perfettamente il comportamento dell agente, questi tende a profondere un impegno inferiore a quello che il principale ritiene adeguato. La locuzione rischio morale si riferisce al rischio che l agente tenga un comportamento inadeguato, o altrimenti «immorale». In tale situazione il principale ha a disposizione diversi sistemi per incoraggiare l agente ad agire con più responsabilità. Il rischio morale può portare alla selezione avversa. Ciò significa che il processo di mercato può sfociare in esiti «sfavorevoli» a causa dell informazione asimmetrica. La selezione avversa è una caratteristica tipica dei settori bancario, finanziario e assicurativo. Per esempio, le regole stabilite da una banca per l apertura di un conto corrente possono indurre alcuni individui, che la banca preferirebbe non avere come clienti in quanto non redditizi, ad aprire un conto presso la banca e dunque a operare una selezione a lei avversa. Nel caso delle assicurazioni, una persona che desidera una copertura assicurativa possiede maggiori informazioni sulla propria situazione rispetto all assicuratore. Un soggetto che sa di essere ad alto rischio cercherà di acquistare una polizza assicurativa senza tuttavia rivelare il grado di rischio che ciò comporta per la società di assicurazione. Come può quest ultima distinguere tra i clienti ad alto rischio e quelli a basso rischio? La società di assicurazione preferirebbe vendere polizze solo ai clienti a basso rischio, ma quelli ad alto rischio operano una selezione avversa per la società. Nel settore finanziario, alcune banche d investimen- to sono state accusate di aver introdotto attività molto rischiose nei prodotti finanziari che offrivano alla clientela. Gli investitori che hanno acquistato questi prodotti non conoscevano la vera entità del rischio che si assumevano; in altre parole, avrebbero fatto meglio a non acquistare tali prodotti da queste banche. In situazioni come quelle descritte, il principale cerca in vari modi di incoraggiare l agente ad agire in maniera più responsabile (per esempio, richiedendo ai clienti ad alto rischio un premio assicurativo più alto di quello richiesto ai clienti meno rischiosi). Il rapporto di lavoro subordinato è un esempio classico. Il datore di lavoro è il principale e il lavoratore dipendente è l agente. Il problema del rischio morale scaturisce dal fatto che un dipendente non adeguatamente controllato può avere la tentazione di sottrarsi, anche parzialmente, alle proprie responsabilità. I datori di lavoro possono rispondere al problema in diversi modi. Migliori controlli. I genitori che assumono una bambinaia spesso utilizzano telecamere nascoste per controllarne il comportamento quando sono fuori casa. L obiettivo è rilevare e sanzionare il comportamento irresponsabile. Salari elevati. Secondo la teoria del salario di efficienza (presentata nel capitolo 19), alcuni datori di lavoro decidono di corrispondere ai propri dipendenti un salario superiore a quello di equilibrio. Questo, a loro avviso, dovrebbe incentivare i comportamenti responsabili, dal momento che il dipendente, se fosse licenziato, non riuscirebbe a trovare un lavoro altrettanto ben pagato. Remunerazione differita. Le imprese possono differire nel tempo parte della remunerazione, in modo che il lavoratore che non soddisfa le aspettative aziendali sia particolarmente penalizzato in caso di licenziamento. Un esempio classico è la gratifica di fine anno. Analogamente un impresa potrebbe decidere di differire più a lungo una parte della remunerazione dei propri lavoratori, facendo sì che gli aumenti retributivi che il lavoratore percepisce nel tempo non siano solo il riflesso di una maggiore anzianità di servizio, ma anche di un più blando rischio morale. Questi diversi meccanismi per ridurre il problema del rischio morale non devono necessariamente essere utilizzati separatamente. I datori di lavoro possono utilizzarli in combinazione tra loro. Oltre al rapporto di lavoro dipendente, ci sono altri esempi di rischio morale. Il proprietario di un immobile che stipula una polizza contro gli incendi molto probabilmente non acquista un RISCHIO MORALE la tendenza di un individuo non perfettamente controllato a tenere un comportamento disonesto o altrimenti indesiderabile AGENTE un individuo che agisce per conto di un altro individuo, detto principale PRINCIPALE l individuo per conto del quale un altro individuo, detto agente, compie un azione

3 Le frontiere della microeconomia SELEZIONE AVVERSA la tendenza delle caratteristiche non osservate a diventare indesiderabili dal punto di vista della parte meno informata 1 Akerlof, G. (1970), «The Market for Lemons: Quality, Uncertainty and the Market Mechanism», Quarterly Journal of Economics 84, pp numero sufficiente di estintori, perché ne sopporterebbe il costo mentre sarebbe la compagnia di assicurazione a ricavarne il maggiore beneficio. Una famiglia può decidere di abitare sulla riva di un fiume, esponendosi al rischio delle inondazioni: si gode il panorama, ma scarica sullo Stato il costo dei provvedimenti di emergenza in caso di alluvione. La crisi finanziaria del ha posto il problema dei bonus offerti ai banchieri. Una delle tesi avanzate a quel tempo è che le banche agivano in modo imprudente, poiché offrivano ai dipendenti bonus elevati che incoraggiavano investimenti inappropriati e rischiosi. Questo comportamento veniva incentivato perché le banche «sapevano» che i governi sarebbero intervenuti per scongiurare un loro fallimento. Sono molte le leggi e le regole che puntano a ridurre problemi del genere: una compagnia di assicurazioni può obbligare o incentivare i propri assicurati ad acquistare estintori, e lo Stato può proibire di costruire case in aree ad alto rischio idro-geologico. Tuttavia resta il fatto che le compagnie di assicurazione non hanno una perfetta informazione sulla prudenza dei propri assicurati, lo Stato non può conoscere tutti i rischi a cui le famiglie si espongono quando scelgono il luogo dove costruire una casa, e le autorità di vigilanza non conoscono tutti i rischi a cui le banche si espongono con le loro decisioni di investimento; di conseguenza, il problema del rischio morale persiste. Le caratteristiche nascoste: la selezione avversa e il problema del «bidone» La selezione avversa è un problema che sorge in tutti i mercati in cui il venditore può conoscere meglio dell acquirente le caratteristiche del bene che offre. A causa di ciò, l acquirente corre il rischio di acquistare un bene di qualità scadente. In altre parole, la «selezione» del bene venduto potrebbe essere «avversa» dal punto di vista di un acquirente non informato. L esempio classico di selezione avversa è il mercato delle automobili usate. Diversamente dall acquirente, chi vende un auto usata conosce i difetti di quel che offre. I potenziali acquirenti temono di comprare un auto scadente, perché sanno che un auto usata in cattive condizioni ha maggiori probabilità di essere offerta sul mercato rispetto a un auto perfettamente funzionante. Se una persona è tanto sfortunata da comprare un auto di cattiva qualità, si dice che ha acquistato un «bidone». Il termine inglese corrispondente, «lemon» (limone), è stato usato per la prima volta dal premio Nobel per l economia George Akerlof nel famoso saggio «The Market for Lemons». 1 Anche Joseph Stiglitz e Michael Spence, insigniti del premio Nobel per l economia nel Compreresti un auto usata da quest uomo? 2001, hanno usato il termine «lemon» nel contesto dell asimmetria informativa. L espressione deriva dalle vecchie slot machine usate nelle case da gioco di un tempo, costituite da tre ruote con immagini di frutti, a ciascuno dei quali corrispondeva una diversa vincita: il limone, di solito, non dava diritto ad alcun premio, e dunque era considerato un immagine sfortunata. In conseguenza di questa asimmetria informativa, sono in molti a rifiutare a priori l acquisto di auto usate. Il problema del «bidone» spiega la ragione per cui un automobile usata anche solo per pochi giorni abbia un prezzo sensibilmente più basso di un automobile nuova di modello identico. Il potenziale compratore tende a sospettare che il proprietario se ne voglia liberare, essendo a conoscenza di qualcosa che il compratore non può sapere. Un secondo esempio di selezione avversa riguarda il mercato del lavoro. Secondo un altra teoria del salario di efficienza, i lavoratori hanno capacità e talenti diversi, e li conoscono meglio delle imprese che li vogliono assumere. Se un impresa abbassa i salari, i lavoratori migliori sono i primi ad andarsene, dal momento che possono trovare un occupazione alternativa con più facilità. Viceversa, un impresa potrebbe offrire retribuzioni più elevate della norma per attrarre i lavoratori migliori. In alternativa, immaginiamo che un impresa si trovi in difficoltà e che debba ridurre il monte retribuzioni. Per far questo, può scegliere di tagliare i salari oppure di mantenere le retribuzioni inalterate e di mettere i lavoratori in mobilità, in maniera casuale, per alcune settimane. Se taglia i salari i lavoratori migliori daranno le dimissioni, sapendo di poter trovare

4 Le frontiere della microeconomia 357 un occupazione migliore altrove. Naturalmente, i lavoratori migliori che vengono selezionati a caso quando l impresa decide di mettere una parte della forza lavoro in mobilità potrebbero comunque decidere di lasciare l impresa e trovare un occupazione più stabile da qualche altra parte. Ma in questo caso soltanto alcuni dei lavoratori migliori abbandonano l impresa (dato che i lavoratori messi in mobilità vengono selezionati a caso), mentre se l impresa taglia i salari tutti i lavoratori migliori danno le dimissioni. Un terzo esempio di selezione avversa è il mercato delle polizze assicurative. Chi sottoscrive una polizza sanitaria conosce il proprio stato di salute meglio della compagnia assicurativa con cui vuole stipulare una polizza. E dato che gli individui con seri problemi di salute tendono a sottoscrivere una polizza sanitaria con più probabilità degli individui sani, il prezzo delle polizze riflette i costi di assicurare individui meno sani della media. Di conseguenza, persone mediamente in salute sono scoraggiate dal sottoscrivere polizze sanitarie a causa del prezzo elevato. Se in un mercato si manifesta il problema della selezione avversa, la mano invisibile può non essere in grado di compiere il miracolo. Nel mercato delle automobili usate, chi possiede una vettura in buone condizioni può decidere di non metterla in vendita, dato il prezzo ridotto che i compratori, scettici, sono disposti a pagare. Nel mercato del lavoro, i salari possono rimanere bloccati a un livello superiore a quello di equilibrio, provocando disoccupazione. Nel mercato delle polizze assicurative, gli individui a basso rischio possono decidere di non assicurarsi, dato che il prezzo delle polizze non riflette adeguatamente le loro caratteristiche. I sostenitori dei sistemi sanitari pubblici considerano spesso il problema della selezione avversa una delle ragioni per le quali non ci si può affidare alle polizze private per garantire il giusto livello di assistenza sanitaria a tutti. L invio di segnali per fornire informazioni private L asimmetria informativa è in molti casi una buona ragione per un intervento pubblico, ma è anche motivo di comportamenti privati che in assenza di tali asimmetrie sarebbe difficile spiegare. I mercati reagiscono al problema dell informazione asimmetrica in molti modi. Uno di questi è il l invio di segnali (signalling), cioè l azione intrapresa da una parte informata all unico scopo di rivelare credibilmente le proprie informazioni private a una parte non informata. Nei capitoli precedenti abbiamo già visto esempi di signalling. Nel capitolo 16 abbiamo stabilito che le aziende investono in pubblicità per segnalare l elevata qualità dei propri prodotti a potenziali acquirenti. Nel capitolo 19 abbiamo visto che i titoli di studio sono a volte considerati dai datori di lavoro un segnale delle capacità e dei talenti degli studenti. Ricordiamo che la teoria dell istruzione come segnale contrasta con quella del capitale umano, secondo la quale l istruzione migliora la produttività dell individuo, invece di rivelare notizie sui suoi talenti innati. Questi due esempi di segnali (la pubblicità e i titoli di studio) possono sembrare molto differenti, ma sotto la superficie sono molto simili. In entrambi i casi la parte informata (l impresa, lo studente) ricorre a un segnale per convincere la parte non informata (il cliente, il datore di lavoro) che quel che offre è di qualità elevata. Quali caratteristiche sono necessarie affinché un azione costituisca un segnale efficace? Ovviamente, deve rappresentare un costo per chi la intraprende: se le azioni-segnale avessero costo nullo, tutti vi ricorrerebbero, privandole di ogni significato. La medesima ragione è alla base di un ulteriore caratteristica: l azione deve avere il minimo costo per, o apportare il massimo beneficio a, chi detiene il bene di più alta qualità. In alternativa, tutti avrebbero il medesimo incentivo a utilizzare il segnale, che perderebbe di significato. Torniamo ai nostri esempi. Nel caso della pubblicità, un azienda con un prodotto di buona qualità può trarre maggior beneficio dalla pubblicità perché il consumatore che è stato convinto a provare il prodotto ha più probabilità di diventarne un acquirente abituale. Dunque, per l impresa che ha un prodotto di qualità è razionale sostenere il costo del segnale (la pubblicità), ed è altrettanto razionale per il consumatore utilizzare il segnale come informazione sulla qualità del prodotto. Nel caso dei titoli di studio, uno studente dotato riesce a ottenere il titolo di studio più facilmente di uno studente non dotato. Dunque, per gli studenti dotati è razionale sostenere il costo del segnale (il titolo di studio) ed è altrettanto razionale per i datori di lavoro utilizzare il segnale come informazione sul talento dei candidati. Il mondo è pieno di esempi di invio di segnali. Negli Stati Uniti gli annunci pubblicitari sulla stampa riportano spesso la frase «apparso in TV». Perché un azienda che promuove la vendita del proprio prodotto sulla stampa sente la necessità di fare una simile affermazione? Probabilmente l azienda sta cercando di rendere nota la propria disponibilità a sostenere costi più elevati (come uno spot televisivo) nella speranza che il consumatore ne tragga la conclusione che il prodotto è di qualità elevata. Per la stessa ragione, chi si laurea nelle università più prestigiose ha cura di indicarlo con estrema chiarezza nel proprio curriculum. INVIO DI SEGNALI un azione intrapresa dalla parte informata in modo da rivelare informazioni private a parti non informate

5 Le frontiere della microeconomia ANALISI DI UN CASO Il dono come segnale Un pessimo studente di economia si tormenta su cosa regalare alla sua ragazza per il suo compleanno. «Ho trovato», si dice. «Le darò dei soldi. Dopotutto, non conosco i suoi gusti quanto li conosce lei. E con i soldi che le darò, potrà comprare quel che più le piace». Risultato: la ragazza si offende, si convince di non essere amata a sufficienza e tronca la relazione. Dove ha sbagliato il nostro sfortunato studente di economia? Sotto molti aspetti, quella dei doni è un usanza strana. Come giustamente pensa il protagonista della nostra storia, ciascun individuo conosce le proprie preferenze meglio di chiunque altro, per cui ci dovremmo aspettare che preferisca il denaro a un trasferimento in natura. Se un datore di lavoro decidesse di remunerare i propri dipendenti in natura, questi probabilmente sarebbero contrari alla proposta. Ma la reazione delle stesse persone sarebbe molto diversa nel caso di un regalo di compleanno. Una possibile interpretazione è che il dono rifletta l asimmetria informativa e l invio di segnali. Il nostro sfortunato amico sa qualcosa che la sua ragazza vorrebbe tanto sapere: la ama veramente? Scegliere per lei un regalo è un segnale del suo amore, ovviamente a condizione che scelga un regalo con le caratteristiche opportune. Questo presenta un costo (perché richiede tempo e denaro), che dipende dall informazione in suo possesso (quanto la ama). Se la ama davvero, scegliere il regalo giusto gli è facile, perché lo sceglierebbe pensando a lei; se non l ama è più difficile. Quindi, scegliere un regalo gradito alla persona che si ama è un modo per farle sapere quanto la si ama. Sostituendo il denaro al dono, il nostro sfortunato amico dimostra solo di non volere neppure provarci. Un esempio calzante è la ricorrenza di San Valentino, giorno in cui milioni di donne si aspettano di ricevere un piccolo gesto di attenzione come segnale di amore e di tenerezza da parte dei loro compagni. (Naturalmente non sono solo le donne ad attendersi un dono, ma ai fini della nostra analisi ipotizzeremo che una donna si aspetti un regalo dal proprio compagno.) Le due parti della transazione sono la donna e l uomo. La donna si aspetta un gesto di affetto e un segnale dell amore che il compagno prova nei suoi confronti, sotto forma di un regalo di qualche tipo. Ipotizziamo che il regalo sia una classica rosa rossa. Per l uomo, l intera questione è alquanto complessa. Da un lato, l uomo sa per certo che, a causa delle leggi della domanda e dell offerta, il prezzo delle rose sarà elevato. Potrebbe aspettare ancora qualche giorno e comprarle a un prezzo più vantaggioso, ma sa che questa decisione non verrà accolta bene. Di conseguenza, deve accettare il fatto di dover comprare alcune rose alla sua donna come gesto di amore e di affetto, pur sapendo, dentro di sé, quanto ami la sua compagna. La donna, dal canto suo, valuterà l amore e l affetto del suo compagno anche sulla base delle dimensioni del mazzo di rose che da lui si aspetta di ricevere. In questo sta l asimmetria informativa. La donna sa che il prezzo delle rose aumenterà a dismisura il giorno di San Valentino, ma in fondo è ulteriore motivo di piacere. Quanto più sarà grande il mazzo di rose, tanto maggiore sarà la spesa che l uomo «Adesso vedremo quanto mi ama.» Foto Isifa Image Service S.R.O./Alamy. avrà sostenuto per lei, e ciò le darà una misura dell amore e dell affetto che l uomo prova nei suoi confronti. L uomo si trova adesso in imbarazzo. Se compra un grosso mazzo di rose sa che potrà spendere una somma compresa tra i 10 e i 100 euro, a seconda del numero e della qualità dei fiori e del luogo dove li acquista. Se li acquista in un supermercato, che ne sarà della sua credibilità in termini di romanticismo? Se invece compra le rose da un fiorista, potrebbe guadagnarci in credibilità, ma al costo di un prezzo molto più elevato. La credibilità è il segnale che l uomo invia alla compagna, l indicazione che ha fatto un grande sforzo per trovare il fiorista e scegliere i fiori, a dimostrazione della sua devozione e del suo affetto. L uomo potrebbe decidere di giocare d astuzia e optare per una singola rosa rossa: un gesto molto romantico e sicuramente azzeccato in un qualsiasi giorno dell anno, ma a San Valentino? Potrebbe essere terribilmente controproducente. Oppure potrebbe scegliere di comprare altri fiori, ma quella non sembra un alternativa praticabile. Allora, quante rose servono per inviare un segnale adeguato del suo amore? Una, due, tre, quattro dozzine? È proprio una decisione spinosa. Un consiglio a tutti gli uomini romantici: quando porgete il mazzo di rose alla vostra donna, osservate attentamente l espressione sul suo viso appena lo vede. Se scorgete un ombra di delusione, vuol dire che avete sbagliato segnale; un sorriso radioso, invece, vi dirà che siete riusciti a ridurre il grado di asimmetria dell informazione. In alternativa, potete decidere di far consegnare le rose a domicilio e aspettare di rivederla per sapere se la vostra decisione è stata corretta. La teoria dei segnali applicata ai regali è coerente anche con un altra osservazione: le persone tendono ad attribuire una maggiore importanza al dono quanto più la forza del sentimento è incerta. La stessa ragazza che si offende per il denaro ricevuto dal ragazzo che ama non farebbe altrettante difficoltà se la stessa somma le fosse donata dai genitori o dai nonni. Questo perché di solito si hanno meno incertezze rispetto all affetto dei genitori, e il dono in denaro non sarebbe percepito come una mancanza di attenzione.

6 Le frontiere della microeconomia 359 Lo screening per indurre la rivelazione di informazioni Si ha l invio di segnali quando una parte informata intraprende un azione atta a rivelare le informazioni in suo possesso. Nel caso in cui, invece, sia la parte meno informata a intraprendere un azione volta a indurre la parte informata a rivelare le notizie in suo possesso, siamo in presenza di un fenomeno detto screening. Lo screening, spesso, è solo una questione di buon senso. Chi acquista un automobile usata può chiedere al venditore di far controllare la vettura da un meccanico. Se il venditore rifiuta, rivela implicitamente l informazione in suo possesso: l automobile è un «bidone». A questo punto l acquirente può offrire un prezzo inferiore, o cercare un altra automobile. Altri esempi di screening sono più articolati. Si consideri, per esempio, una compagnia di assicurazione specializzata nel ramo automobilistico. La compagnia vorrebbe applicare tariffe basse ai guidatori più prudenti e tariffe alte ai guidatori più spericolati, ma come distinguere le due categorie? Ciascun automobilista sa di essere prudente o spericolato, ma gli spericolati si guardano bene dall ammetterlo. La storia dell automobilista è un elemento di informazione (che le compagnie di assicurazione utilizzano), ma, a causa dell intrinseca casualità degli incidenti automobilistici, il numero di incidenti passati è un indicatore imperfetto del rischio futuro. La compagnia di assicurazione potrebbe riuscire a distinguere le due categorie di automobilisti offrendo polizze differenziate che li inducono a rivelarsi. Una polizza potrebbe avere una tariffa elevata e coprire completamente i danni in caso di sinistro di qualsiasi genere, l altra potrebbe avere una tariffa più vantaggiosa a fronte di una franchigia di 1000 euro (cioè, l automobilista si farebbe carico dei primi 1000 euro di danni per ogni sinistro, e la compagnia assicurerebbe solo il rischio successivo). Si noti che la franchigia rappresenta un onere superiore per un conducente spericolato, data la sua più elevata probabilità di essere coinvolto in un incidente. Se la franchigia fosse sufficientemente elevata, l offerta di una tariffa bassa associata alla franchigia attirerebbe solo gli automobilisti più prudenti, mentre l offerta di una tariffa alta senza franchigia sarebbe sottoscritta dagli automobilisti più spericolati. Attraverso la propria scelta, un automobilista rivelerebbe così l informazione che lo riguarda. Informazione asimmetrica e intervento pubblico Abbiamo preso in esame due tipi di informazione asimmetrica: il rischio morale e la selezione avversa; e abbiamo visto che gli individui posso- no reagire al problema attraverso l invio di segnali e lo screening. Consideriamo ora le conseguenze dell informazione asimmetrica per la formulazione di provvedimenti di politica economica. Nella microeconomia la tensione tra successo del mercato e fallimento del mercato è fondamentale. Come abbiamo appreso nel capitolo 7, l equilibrio tra domanda e offerta è efficiente, nel senso che massimizza il surplus totale che la società può ricavare dal mercato. La mano invisibile di Adam Smith sembra regnare sovrana. Questa conclusione è stata però temperata dallo studio delle esternalità (cap. 10), dei beni pubblici (cap. 11), della concorrenza imperfetta (capp ) e della povertà (cap. 20). Tutti questi esempi di fallimento del mercato dimostrano che lo Stato, a volte, può migliorare il risultato del mercato. Lo studio delle asimmetrie informative ci offre nuove ragioni per limitare la nostra fiducia nel meccanismo del mercato. Se qualcuno ha più informazioni degli altri, il mercato potrebbe non riuscire ad allocare al meglio le risorse. Chi ha una buona automobile da vendere può avere difficoltà nel trovare un acquirente, data la preoccupazione di quest ultimo di essere vittima di un «bidone». Chi gode di buona salute può avere difficoltà nel trovare un assicurazione sanitaria a tariffa contenuta, perché le compagnie di assicurazione non riescono a distinguere chi è ragionevolmente sano da chi è malato (e lo nasconde). Si direbbe dunque che l esistenza di asimmetrie informative sia un ulteriore ragione per l intervento pubblico. Ma ci sono tre fatti che complicano la situazione. Innanzitutto, come abbiamo visto, il mercato spesso è in grado di gestire l asimmetria dell informazione attraverso una combinazione di azioni di segnalazione e di screening. Inoltre, difficilmente lo Stato dispone di informazioni più accurate e complete dei privati. Per quanto l allocazione determinata dal mercato possa non essere quella ottimale, essa è probabilmente la migliore ottenibile. Ovvero, per quanto il risultato del mercato sia imperfetto, in presenza di asimmetria dell informazione è difficile che lo Stato possa migliorarla. Infine, lo Stato è un istituzione imperfetta (un argomento che approfondiremo nel prossimo paragrafo). VERIFICA L APPRENDIMENTO Chi sottoscrive una polizza di assicurazione sulla vita, paga un premio annuale per garantire alla propria famiglia il pagamento di una somma di denaro elevata nell eventualità del proprio decesso. Ti aspetti che i sottoscrittori di polizze vita abbiano un tasso di mortalità più basso o più alto della media? In che modo questa situazione può rappresentare un esempio di rischio morale? E di selezione avversa? In che modo una compagnia di assicurazione può reagire alla situazione? SCREENING un azione intrapresa da una parte non informata al fine di indurre la parte informata a rivelare le informazioni in suo possesso

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

Soluzioni di risparmio

Soluzioni di risparmio Soluzioni di risparmio Alla ricerca delle spese nascoste Visibile Gestita totalmente Aereo Treno Gestita tradizionalmente Servizi generalmente prenotati in anticipo e approvati dal line manager Meno potenziale

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

Economia monetaria e creditizia. Slide 3

Economia monetaria e creditizia. Slide 3 Economia monetaria e creditizia Slide 3 Ancora sul CDS Vincolo prestatore Vincolo debitore rendimenti rendimenti-costi (rendimenti-costi)/2 Ancora sul CDS dove fissare il limite? l investitore conosce

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA 12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA LE CARATTERISTICHE PEDAGOGICHE DEL GRUPPO CLASSE 13 1 Le caratteristiche

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi;

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi; Capitolo 3 Prodotti derivati: forward, futures ed opzioni Per poter affrontare lo studio dei prodotti derivati occorre fare delle ipotesi sul mercato finanziario che permettono di semplificare dal punto

Dettagli

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career Il successo sin dai primi passi Consigli per il vostro colloquio di presentazione Adecco Career Adecco: al vostro fianco per la vostra carriera. Da oltre 50 anni Adecco opera nei servizi del personale

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

I beni pubblici come causa del fallimento del mercato. Definizioni e caratteristiche

I beni pubblici come causa del fallimento del mercato. Definizioni e caratteristiche I beni pubblici come causa del fallimento del mercato. Definizioni e caratteristiche (versione provvisoria) Marisa Faggini Università di Salerno mfaggini@unisa.it I beni pubblici rappresentano un esempio

Dettagli

Dall italiano al linguaggio della logica proposizionale

Dall italiano al linguaggio della logica proposizionale Dall italiano al linguaggio della logica proposizionale Dall italiano al linguaggio della logica proposizionale Enunciati atomici e congiunzione In questa lezione e nelle successive, vedremo come fare

Dettagli

TEMI SPECIALI DI BILANCIO MODULO II

TEMI SPECIALI DI BILANCIO MODULO II TEMI SPECIALI DI BILANCIO MODULO II Lezione 6 IAS 19: Benefici per i dipendenti Marco Rossi Senior Manager Deloitte & Touche S.p.A. marrossi@deloitte.it Facoltà di Economia anno 2011 2012 24 aprile 2012

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

PROCESSO ALLE PROMOZIONI IL GIOCO VALE LA CANDELA?

PROCESSO ALLE PROMOZIONI IL GIOCO VALE LA CANDELA? PROCESSO ALLE PROMOZIONI IL GIOCO VALE LA CANDELA? La maggior parte dei Retailer effettua notevoli investimenti in attività promozionali. Non è raro che un Retailer decida di rinunciare al 5-10% dei ricavi

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Che cos è un emozione?

Che cos è un emozione? Che cos è un emozione? Definizione Emozione: Stato psichico affettivo e momentaneo che consiste nella reazione opposta all organismo a percezioni o rappresentazioni che ne turbano l equilibrio (Devoto

Dettagli

milieu sul luogo professionnel: Qualche suggerimento per i colleghi

milieu sul luogo professionnel: Qualche suggerimento per i colleghi Problèmes Problemi con d alcool l alcol en milieu sul luogo professionnel: di lavoro Qualche suggerimento per i colleghi Edizione: Dipendenze Svizzera, 2011 Grafica: raschle & kranz, Berna Stampa: Jost

Dettagli

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC Il bilancio con dati a scelta Classe V ITC Il metodo da seguire Premesso che per la costruzione di un bilancio con dati a scelta si possono seguire diversi metodi, tutti ugualmente validi, negli esempi

Dettagli

Quando entrano in gioco gli altri

Quando entrano in gioco gli altri Quando entrano in gioco gli altri di Francesco Silva, Professore ordinario di Economia, Università degli Studi di Milano-Bicocca e Presidente onorario AEEE-Italia 1) Per semplicità consideriamo un economia

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

UN CORDIALE BENVENUTO DAL SUO PARTNER PER IL LEASING BMW FINANCIAL SERVICES.

UN CORDIALE BENVENUTO DAL SUO PARTNER PER IL LEASING BMW FINANCIAL SERVICES. BMW Financial Services Piacere di guidare UN CORDIALE BENVENUTO DAL SUO PARTNER PER IL LEASING BMW FINANCIAL SERVICES. CONGRATULAZIONI. Grazie mille per la fiducia da lei riposta in BMW Financial Services

Dettagli

SERVIZIO TUTELA DEL CONSUMATORE DIVISIONE PRODOTTI E PRATICHE DI VENDITA

SERVIZIO TUTELA DEL CONSUMATORE DIVISIONE PRODOTTI E PRATICHE DI VENDITA SERVIZIO TUTELA DEL CONSUMATORE DIVISIONE PRODOTTI E PRATICHE DI VENDITA Roma 9 marzo 2015 Prot. n. 45-15 001407 All.ti n. Alle Imprese di assicurazione con sede legale in Italia che esercitano la r.c.

Dettagli

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD CHIARA DE CANDIA chiaradecandia@libero.it 1 IL CONCETTO DI SE È la rappresentazione delle proprie caratteristiche e capacità in relazione

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo L utopia dell educazione L educazione è un mezzo prezioso e indispensabile che

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

UN CORDIALE BENVENUTO DAL SUO PARTNER PER IL LEASING.

UN CORDIALE BENVENUTO DAL SUO PARTNER PER IL LEASING. UN CORDIALE BENVENUTO DAL SUO PARTNER PER IL LEASING. mini financial services CONGRATULAZIONI. Grazie mille per la fiducia riposta in MINI Financial Services e congratulazioni per l acquisto della sua

Dettagli

IMPRENDITORIALITA E INNOVAZIONE

IMPRENDITORIALITA E INNOVAZIONE Università degli studi di Bergamo Anno accademico 2005 2006 IMPRENDITORIALITA E INNOVAZIONE Docente: Prof. Massimo Merlino Introduzione Il tema della gestione dell innovazione tecnologica è più che mai

Dettagli

CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L.

CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L. CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L. Il presente codice etico (di seguito il Codice Etico ) è stato redatto al fine di assicurare che i principi etici in base ai quali opera Cedam Italia S.r.l. (di seguito

Dettagli

Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi

Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi 1 FRANCIA Le Scuole sous contrat d association In Francia il sistema è centralistico con un Ministero forte che regola ogni aspetto. Ci sono tre tipologie

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E DELL EDUCAZIONE SVILUPPO MORALE E SESSUALE. Docente: S. De Stasio

PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E DELL EDUCAZIONE SVILUPPO MORALE E SESSUALE. Docente: S. De Stasio PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E DELL EDUCAZIONE SVILUPPO MORALE E SESSUALE Docente: S. De Stasio Diverse dimensioni delle norme morali L acquisizione di una norma morale è un processo che contiene diverse

Dettagli

PROBLEMI PSICOLOGICI NEI DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

PROBLEMI PSICOLOGICI NEI DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO PROBLEMI PSICOLOGICI NEI DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO Enrico Ghidoni Arcispedale S.Maria Nuova, UOC Neurologia, Laboratorio di Neuropsicologia, Reggio Emilia La situazione psicologica dei bambini

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Ignazio Musu, Università Ca Foscari di Venezia. Mercati finanziari e governo della globalizzazione.

Ignazio Musu, Università Ca Foscari di Venezia. Mercati finanziari e governo della globalizzazione. 1 Ignazio Musu, Università Ca Foscari di Venezia. Mercati finanziari e governo della globalizzazione. Il ruolo della finanza nell economia. La finanza svolge un ruolo essenziale nell economia. Questo ruolo

Dettagli

Che cos è un focus-group?

Che cos è un focus-group? Che cos è un focus-group? Si tratta di interviste di tipo qualitativo condotte su un ristretto numero di persone, accuratamente selezionate, che vengono riunite per discutere degli argomenti più svariati,

Dettagli

Equilibrio generale ed efficienza dei mercati (Frank, Capitolo 15)

Equilibrio generale ed efficienza dei mercati (Frank, Capitolo 15) Equilibrio generale ed efficienza dei mercati (Frank, Capitolo 15) EQUILIBRIO ECONOMICO GENERALE Esistono molteplici relazioni tra mercati Per comprendere il funzionamento dell economia è quindi indispensabile

Dettagli

LUPI DIETRO GLI ALBERI

LUPI DIETRO GLI ALBERI dai 7 anni LUPI DIETRO GLI ALBERI Roberta Grazzani Illustrazioni di Franca Trabacchi Serie Azzurra n 133 Pagine: 176 Codice: 978-88-566-2952-1 Anno di pubblicazione: 2014 L Autrice Scrittrice milanese

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Lezione 13- I due teoremi fondamentali dell economia del benessere e il second best

Lezione 13- I due teoremi fondamentali dell economia del benessere e il second best Lezione 13- I due teoremi fondamentali dell economia del benessere e il second best La mano invisibile e i due teoremi fondamentali dell economia del benessere Nel 1776 Adam Smith nella Ricchezza delle

Dettagli

CHE COS'È UNA BANCA? PARTE 2 Le banche al centro della crisi finanziaria

CHE COS'È UNA BANCA? PARTE 2 Le banche al centro della crisi finanziaria Crisi bancarie L'attività bancaria comporta l'assunzione di rischi L'attività tipica delle banche implica inevitabilmente dei rischi. Anzitutto, se un mutuatario non rimborsa il prestito ricevuto, la banca

Dettagli

Il mondo in cui viviamo

Il mondo in cui viviamo Il mondo in cui viviamo Il modo in cui lo vediamo/ conosciamo Dalle esperienze alle idee Dalle idee alla comunicazione delle idee Quando sono curioso di una cosa, matematica o no, io le faccio delle domande.

Dettagli

POLITICA ANTI-CORRUZIONE DI DANAHER CORPORATION

POLITICA ANTI-CORRUZIONE DI DANAHER CORPORATION I. SCOPO POLITICA ANTI-CORRUZIONE DI DANAHER CORPORATION La corruzione è proibita dalle leggi di quasi tutte le giurisdizioni al mondo. Danaher Corporation ( Danaher ) si impegna a rispettare le leggi

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Contenuti: competenza lessicale: espressioni lessicali e metaforiche; competenza grammaticale: ripresa dei pronomi diretti e indiretti; competenza pragmatica:

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti

Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti Discriminazione sul posto di lavoro Quando una persona viene esclusa o trattata peggio delle altre a causa del sesso, della

Dettagli

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI L argomento che tratterò è molto discusso in tutto il mondo. Per introdurlo meglio inizio a darvi alcune informazioni sul matrimonio omosessuale, il quale ha sempre

Dettagli

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying by Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying di Alberto Cattaneo Partner, Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying Ormai è diventato un

Dettagli

Principi d Azione. www.airliquide.it

Principi d Azione. www.airliquide.it Principi d Azione Codice Etico www.airliquide.it Il bene scaturisce dall'onestà; l'onestà ha in sè la sua origine: quello che è un bene avrebbe potuto essere un male, ciò che è onesto, non potrebbe essere

Dettagli

Come evitare i rischi di una due diligence tradizionale

Come evitare i rischi di una due diligence tradizionale Mergers & Acquisitions Come evitare i rischi di una due diligence tradizionale Di Michael May, Patricia Anslinger e Justin Jenk Un controllo troppo affrettato e una focalizzazione troppo rigida sono la

Dettagli

La mobilità sociale tra Stato e mercato

La mobilità sociale tra Stato e mercato La mobilità sociale tra Stato e mercato di Carlo Lottieri, Università di Siena Nella cultura contemporanea si tende a guardare alla mobilità sociale intesa quale possibilità di ascendere da una posizione

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI COMMISSIONE PARITETICA PER I PRINCIPI DI REVISIONE LA COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI

Dettagli

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse CERVED RATING AGENCY Politica in materia di conflitti di interesse maggio 2014 1 Cerved Rating Agency S.p.A. è specializzata nella valutazione del merito creditizio di imprese non finanziarie di grandi,

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

La lettera di presentazione

La lettera di presentazione La lettera di presentazione Aggiornato a novembre 2008 La lettera di presentazione è necessaria nel caso di autocandidatura e facoltativa (quando non richiesta esplicitamente dall'azienda) negli altri

Dettagli

Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche

Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche Fabio Ragaini, Gruppo Solidarietà Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche Con Ordinanza 189/2010, www.grusol.it/informazioni/12-04-10.pdf, Il Tar delle

Dettagli

di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management

di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management GESTIRE CON SUCCESSO UNA TRATTATIVA COMMERCIALE di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management OTTENERE FIDUCIA: I SEI LIVELLI DI RESISTENZA Che cosa comprano i clienti? Un prodotto? Un servizio?

Dettagli

Le imprese nell economia. esportazioni, multinazionali. Capitolo 8. adattamento italiano di Novella Bottini (ulteriore adattamento di Giovanni Anania)

Le imprese nell economia. esportazioni, multinazionali. Capitolo 8. adattamento italiano di Novella Bottini (ulteriore adattamento di Giovanni Anania) Capitolo 8 Le imprese nell economia globale: esportazioni, outsourcing e multinazionali [a.a. 2012/13] adattamento italiano di Novella Bottini (ulteriore adattamento di Giovanni Anania) 8-1 Struttura della

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

GUIDE Il lavoro part time

GUIDE Il lavoro part time Collana Le Guide Direttore: Raffaello Marchi Coordinatore: Annalisa Guidotti Testi: Iride Di Palma, Adolfo De Maltia Reporting: Gianni Boccia Progetto grafico: Peliti Associati Illustrazioni: Paolo Cardoni

Dettagli

Enrico Persico, Il Giornale di Fisica, 1, (1956), 64-67. 1

Enrico Persico, Il Giornale di Fisica, 1, (1956), 64-67. 1 Che cos è che non va? Enrico Persico, Il Giornale di Fisica, 1, (1956), 64-67. 1 Mi dica almeno qualcosa sulle onde elettromagnetiche. La candidata, che poco fa non aveva saputo dire perché i fili della

Dettagli

www.integration.zh.ch

www.integration.zh.ch Cantone di Zurigo Dipartimento della giustizia e degli interni Ufficio cantonale per l integrazione Informazioni per i nuovi arrivati dall estero www.integration.zh.ch Indice 03 Immigrazione e diritto

Dettagli

L INCENTIVO PER LE ASSUNZIONI DEI GIOVANI DI ETA COMPRESA TRA I 18 ED I 29 ANNI

L INCENTIVO PER LE ASSUNZIONI DEI GIOVANI DI ETA COMPRESA TRA I 18 ED I 29 ANNI L INCENTIVO PER LE ASSUNZIONI DEI GIOVANI DI ETA COMPRESA TRA I 18 ED I 29 ANNI (pubblicato sul n. 51 della rivista: "The world of il Consulente") (Le considerazioni che seguono sono frutto esclusivo del

Dettagli

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Alessandra Cimatti*, Paolo Saibene Marketing Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Nelle fasi iniziali del processo d acquisto, oggigiorno, i compratori sono dei fai da te e - sempre

Dettagli

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle.

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle. Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su Nello sperduto villaggio di Tabula, alcuni abitanti sono affetti da licantropia. Ogni notte diventano lupi mannari e, per placare i loro istinti,

Dettagli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli 008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari applicabili all esecuzione di transazioni su titoli Indice Preambolo... 3 A Direttive generali... 4 Art. Base legale... 4 Art. Oggetto... 5 B

Dettagli

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott

Dettagli

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO La banca è un istituto che compie operazioni monetarie e finanziarie utilizzando il denaro proprio e quello dei clienti. In particolare la Banca effettua

Dettagli

DENUNCIARE I CASI DI ESCLUSIONE SOCIALE DEGLI IMMIGRATI SENZA PERMESSO DI SOGGIORNO

DENUNCIARE I CASI DI ESCLUSIONE SOCIALE DEGLI IMMIGRATI SENZA PERMESSO DI SOGGIORNO DENUNCIARE I CASI DI ESCLUSIONE SOCIALE DEGLI IMMIGRATI SENZA PERMESSO DI SOGGIORNO L Autopresentazione dell organizzazione e il Modello di report sono stati sviluppati da PICUM con il sostegno di due

Dettagli

LA PROGETTAZIONE SECONDO LA ISO 9001: 2000 (Giorgio Facchetti)

LA PROGETTAZIONE SECONDO LA ISO 9001: 2000 (Giorgio Facchetti) LA PROGETTAZIONE SECONDO LA ISO 9001: 2000 (Giorgio Facchetti) Uno degli incubi più ricorrenti per le aziende certificate l applicazione del requisito relativo alla progettazione in occasione dell uscita

Dettagli

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time Decreto Part-time Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time ARTICOLO 1 Definizioni 1.Nel rapporto di lavoro subordinato l assunzione

Dettagli

DICHIARAZIONE DELL ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO SUI PRINCIPI E I DIRITTI FONDAMENTALI NEL LAVORO E SUOI SEGUITI

DICHIARAZIONE DELL ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO SUI PRINCIPI E I DIRITTI FONDAMENTALI NEL LAVORO E SUOI SEGUITI DICHIARAZIONE DELL ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO SUI PRINCIPI E I DIRITTI FONDAMENTALI NEL LAVORO E SUOI SEGUITI adottata dalla Conferenza internazionale del Lavoro nella sua Ottantaseiesima

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

CIO CHE SPINGE L UOMO

CIO CHE SPINGE L UOMO CIO CHE SPINGE L UOMO RIFLESSIONI E PROSPETTIVE SU COME PERCEPIAMO IL MONDO INTORNO A NOI COSA CI SPINGE? Cosa ci fa agire, cosa ci fa scegliere un alternativa piuttosto che un altra, cosa ci attrae e

Dettagli

Codice Deontologico degli psicologi italiani

Codice Deontologico degli psicologi italiani Codice Deontologico degli psicologi italiani Testo approvato dal Consiglio Nazionale dell Ordine nell adunanza del 27-28 giugno 1997 Capo I - Principi generali Articolo 1 Le regole del presente Codice

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

FORWARD RATE AGREEMENT

FORWARD RATE AGREEMENT FORWARD RATE AGREEMENT FLAVIO ANGELINI. Definizioni In generale, un contratto a termine o forward permette una compravendita di una certa quantità di un bene differita a una data futura a un prezzo fissato

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Gli stranieri in Italia

Gli stranieri in Italia Gli stranieri in Italia E straniero, evidentemente, chi non è cittadino italiano. Tuttavia, nell epoca della globalizzazione questa definizione negativa non è più sufficiente per identificare le regole

Dettagli

generazioni. Presentazione delle Linee guida per l azione dei club verso le iniziative a favore delle nuove

generazioni. Presentazione delle Linee guida per l azione dei club verso le iniziative a favore delle nuove Presentazione delle Linee guida per l azione dei club verso le iniziative a favore delle nuove generazioni. Nell aprile 2010 il Consiglio di Legislazione del Rotary International ha stabilito che le Nuove

Dettagli