MARCHIO WASTE LESS Allegato tecnico per gli uffici Versione del 28 maggio 2012

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MARCHIO WASTE LESS Allegato tecnico per gli uffici Versione del 28 maggio 2012"

Transcript

1 MARCHIO WASTE LESS Allegato tecnico per gli uffici Versione del 28 maggio 2012 LIFE09 ENV/IT/ WASTELESS in CHIANTI Prevenzione e riduzione dei rifiuti nel territorio del Chianti

2 INDICE INDICE PREMESSA SOGGETTI AMMESSI AUDIT PRELIMINARE AZIONI OBBLIGATORIE RIDUZIONE DEI CONSUMI CARTACEI E SOSTITUZIONE DELLE STAMPE CON FORMATI ELETTRONICI UTILIZZO DI CARTA ECOLOGICA E/O RICICLATA COMUNICAZIONE E DIFFUSIONE DELL INIZIATIVA AZIONI FACOLTATIVE INSTALLAZIONE DI STAMPANTI E COPIATRICI CHE MINIMIZZANO LA PRODUZIONE DI RIFIUTI INSTALLAZIONE DI EROGATORI PER L ACQUA DI RETE UTILIZZO DI DETERSIVI SFUSI O DETERGENTI CONCENTRATI IN FLACONI RIUTILIZZABILI UN OCCHIATA IN GIRO SUGGERIMENTI APPLICATIVI BUONE PRATICHE DI RIFERIMENTO REQUISITI MINIMI PER ACCESSO E RINNOVO MONITORAGGIO MATERIALI DI SUPPORTO KIT APPLICATIVO SCHEDE PER AUDIT PRELIMINARE SCHEDE PER MONITORAGGIO MARCHI ECOLOGICI MARCHIO WASTE LESS ALLEGATO TECNICO UFFICI 2

3 1 PREMESSA Il presente documento specifica le modalità applicative del Marchio Waste less Meno rifiuti per la categoria degli uffici, pubblici e privati. Per le modalità generali di funzionamento del marchio si rimanda alle Linee guida applicative, valide per tutte le categorie di destinatari del marchio. Per le modalità di applicazione della raccolta differenziata si rimanda allo specifico Allegato tecnico per la raccolta differenziata, anch esso valido per tutte le categorie di destinatari del marchio. 2 SOGGETTI AMMESSI Sono ammessi a partecipare al marchio tutti gli uffici pubblici e privati, di qualsiasi tipologia (amministrativa, assicurativa, contabile, bancaria, ecc) e di qualsiasi dimensione che siano siti nei quattro comuni aderenti al progetto Waste less: Barberino Val d Elsa, Greve in Chianti, San Casciano in Val di Pesa, Tavarnelle in Val di Pesa. 3 AUDIT PRELIMINARE Creazione di un gruppo di lavoro: individuare un gruppo di persone (per un piccolo ufficio può trattarsi anche di una sola persona) che coordini l attuazione delle azioni. Le persone coinvolte devono essere, preferibilmente, quelle che si occupano della gestione e manutenzione delle macchine di stampa e dell acquisto di carta. Realizzazione dell analisi iniziale: il gruppo di lavoro si occupa di esaminare i mezzi a disposizione nell ufficio, le procedure correntemente usate per la stampa e per l acquisto di carta, le tipologie di carta e i quantitativi acquistati, usando i materiali appositamente predisposti. In particolare, compilando i questionari riportati negli allegati, devono essere condotti: Audit mezzi: finalizzato a verificare la presenza di apparecchiature di rete, apparecchiature singole da tavolo, la presenza di dispositivi multifunzione, la compatibilità delle apparecchiature con la modalità fronte/retro e la percentuale di dispositivi dotati di certificazione (vedi allegati). Audit acquisti: finalizzato a ricostruire il quadro degli acquisti, riferito all ultimo anno solare disponibile (vedi allegati). MARCHIO WASTE LESS ALLEGATO TECNICO UFFICI 3

4 4 AZIONI OBBLIGATORIE 4.1 RIDUZIONE DEI CONSUMI CARTACEI E SOSTITUZIONE DELLE STAMPE CON FORMATI ELETTRONICI In pratica Utilizzo della modalità fronte retro per tutte le stampe: l unità duplexing (fronte/retro) è generalmente disponibile di serie sulle stampanti di grandi dimensioni (> 40 pm). Dotare le stampanti della funzione duplex e settarla come standard nella stampa. Sostituzione ove possibile delle stampe con i formati elettronici: o Usare, come metodo per la trasmissione di informazioni, , intranet o internet, in modo che l utente finale possa decidere se stampare o meno il documento. Se il documento non deve essere alterato, è possibile usare il formato pdf. o Utilizzare, per le pubblicazioni, la circolazione di CD Rom piuttosto che la versione cartacea. o Utilizzare in maniera più ampia e diffusa lo strumento revisioni di cui i principali programmi di video scrittura sono dotati, lo strumento consente infatti, di tenere traccia delle progressive modifiche apportate a un documento dai diversi soggetti che lavorano alla sua redazione senza richiedere la stampa di bozze e la correzione manuale. o Rendere accessibile un sistema di protocollo informatico in modo da evitare l invio interno di copie della documentazione da protocollare. o Preferire le fatture elettroniche a quelle cartacee. o Estendere l uso della firma digitale, che consente l invio in formato elettronico anche di documenti formali. Adozione di buone pratiche nelle attività di stampa: o Stampare e documenti solo quando strettamente necessario, o Diminuire la risoluzione dei testi: mantenendo una risoluzione a 300 dpi o minore (nel caso della stampa di bozze) si ottiene un buon risparmio di inchiostro. o Usare il più possibile le stampanti di rete: quelle personali, a getto di inchiostro consumano più energia e più inchiostro, producendo più rifiuti. o Preferire le stampe 2in1 o 4in1: impostare la stampante e/o fotocopiatrice in modo che sia di semplice utilizzo la stampa di due pagine (o quattro) in uno stesso foglio. Nel caso di un A4, la stampa 2in1 significa ridurre la dimensione della pagina al 65%, conservando la leggibilità del documento. o Minimizzare i margini e la dimensione del carattere, in modo che ciascuna pagina contenga il maggior testo possibile. o Eliminare l invio della copertina nella spedizione di fax e settare il fax in modo che non stampi la conferma di avvenuta ricezione. Riutilizzo della carta: o Riutilizzo delle pagine: le stampe di prova e vecchi documenti stampati possono essere riutilizzati per appunti o, se non erano in fronte/retro, per nuove stampe nella pagina vuota. MARCHIO WASTE LESS ALLEGATO TECNICO UFFICI 4

5 o Riutilizzare le buste: le buste usate possono essere riutilizzate sovrapponendo nuove etichette, oppure, se per comunicazioni interne, semplicemente cancellando il precedente destinatario e scrivendo il nuovo. Queste pratiche, apparentemente povere possono essere personalizzate e diventare un segno distintivo di un impegno alla riduzione dei rifiuti. Il downgrading di immagine può essere enfatizzato e ribaltato in "valore". Fa differenza perché Nel periodo si è registrato un incremento del 24% delle quantità di carta consumata in Italia. Di conseguenza è fortemente aumentata anche la produzione specifica di rifiuti cartacei, ad un tasso ben superiore a quello della crescita media dei rifiuti: l'incremento dei consumi di carta è dunque uno dei fattori critici di crescita dei rifiuti. I rifiuti cellulosici costituiscono una delle più importanti se non, ormai, la più importante componente dei rifiuti urbani; in particolare rappresentano di gran lunga la frazione dominante dei rifiuti generati nelle attività di ufficio, nel settore terziario e commerciale. 4.2 UTILIZZO DI CARTA ECOLOGICA E/O RICICLATA In pratica Acquistare carta riciclata (in cui la materia prima è carta da macero) e/o certificata (es. marchi ecologici pubblici: Ecolabel, Blauer Engel e Nordic Swan, vedi kit applicativo, che certificano l uso di fibre prodotte da foreste gestite in modo sostenibile). Si sottolinea che esiste carta riciclata e/o ecologica anche sbiancata, idonea per le stampe a colori. Usare carta a minima grammatura: se l apparecchiatura di stampa a disposizione è omologata per carta con grammatura 60 g/mq (verificare nel libretto delle istruzioni), utilizzare tale tipologia, al posto della carta comunemente usata, con grammatura 80 g/mq. L impiego di carta con grammatura superiore, pari a 90 g/mq può essere utile nelle macchine che operano sempre in settaggio fronte/retro. Fa differenza perché La carta riciclata è prodotta utilizzando la carta da macero. La produzione della carta riciclata si basa sulla tecnica del riciclaggio della materia prima (carta, cartone) e consente di ridurre il taglio di nuovi alberi per produrre carta. Basti pensare che per produrre una tonnellata di carta dalla cellulosa vergine sono necessari almeno 15 alberi. Riutilizzando i materiali cartacei di scarto si riduce anche la quantità dei rifiuti destinati alla discarica e all'incenerimento. 4.3 COMUNICAZIONE E DIFFUSIONE DELL INIZIATIVA In pratica Pubblicizzare l iniziativa nell ufficio o nei diversi settori aziendali usando i materiali a disposizione (vedi 9): inviando il manifesto ai dipendenti, applicando alle stampanti e fotocopiatrici gli adesivi che raccomandano l uso del fronte/retro e della carta riciclata. MARCHIO WASTE LESS ALLEGATO TECNICO UFFICI 5

6 Inserire messaggi di sensibilizzazione nel testo dei messaggi di posta elettronica ed eventualmente nelle copertine degli allegati in formato doc o pdf: il software di gestione della posta elettronica (Outlook, Eudora, etc.) potrà essere settato in modo che ciascun messaggio, unitamente alla firma automatica possa essere accompagnato da un messaggio del tipo: ***Sei proprio sicuro che serva stampare questa emali? *** Se risparmi carta, l ambiente guadagna alberi, acqua, energia Fa differenza perché Una diffusa e corretta informazione sulle ricadute di alcuni comportamenti e sulle buone pratiche che ciascuno può attivare, è fondamentale per sensibilizzare sia i dipendenti dell ufficio, sia gli interlocutori. La continua informazione sulle procedure utilizzate nell ufficio (ad esempio tramite l applicazione di adesivi sulle stampanti) contribuisce a consolidare le procedure riducendo gli errori che comportano spreco di carta. 5 AZIONI FACOLTATIVE 5.1 INSTALLAZIONE DI STAMPANTI E COPIATRICI CHE MINIMIZZANO LA PRODUZIONE DI RIFIUTI In pratica Quando i dispositivi di stampa e copia necessitano di sostituzione devono essere acquistate macchine dotate di dispositivo per il fronte/retro (stampanti e copiatrici duplex), idonee alla riduzione delle immagini (stampa x in 1) e alla scannerizzazione. Quando i dispositivi di stampa e copia necessitano di sostituzione devono essere acquistate macchine in grado di utilizzare toner riciclati, per le quali sia garantita nel tempo una buona disponibilità di pezzi di ricambio. Preferire macchine ad alta efficienza energetica. Fa differenza perché I rifiuti cellulosici costituiscono una delle più importanti se non, ormai, la più importante componente dei rifiuti urbani; in particolare rappresentano di gran lunga la frazione dominante dei rifiuti generati nelle attività di ufficio, nel settore terziario e commerciale. I toner e le cartucce per la stampa esauriti contengono sostanza chimiche potenzialmente pericolose per l ambiente. 5.2 INSTALLAZIONE DI EROGATORI PER L ACQUA DI RETE In pratica Installazione di uno o più erogatori (in relazioni alle dimensioni dell ufficio e al numero di dipendenti) per la distribuzione, ed eventualmente il trattamento, dell acqua di rete, in modo da eliminare l uso di bottiglie non durevoli. MARCHIO WASTE LESS ALLEGATO TECNICO UFFICI 6

7 Distribuzione di una borraccia riutilizzabile per ciascun impiegato dell ufficio, in modo da sostituire eventuali bicchieri usa e getta utilizzati. Fa differenza perché Il PET delle bottiglie è riciclabile, ma il vantaggio del riciclo non compensa le energie spese per la sua produzione. Riciclare rimane di fatto un ripiego, l'uso migliore che si possa fare del rifiuto, ma è prioritario ridurre la quantità dei rifiuti prodotti alla fonte: ad esempio con gli erogatori dell acqua di rete e l uso di borracce riutilizzabili, ovvero con il riuso continuo dell imballaggio primario, ossia la borraccia. 5.3 UTILIZZO DI DETERSIVI SFUSI O DETERGENTI CONCENTRATI IN FLACONI RIUTILIZZABILI In pratica Per le attività di pulizia acquistare (o imporlo nei contratti con le imprese di pulizia) detersivi sfusi o detergenti concentrati in flaconi riutilizzabili; Prediligere l acquisto di detersivi o detergenti a ridotto impatto ambientale, secondo il marchio comunitario Ecolabel o altri marchi ecologici ISO tipo I nazionali o regionali (vedi Allegato); Fa differenza perché prodotti concentrati: una minore quantità di prodotto concentrato ha la stessa efficacia di una maggiore quantità di prodotto convenzionale; pur garantendo al cliente le stesse prestazioni, il prodotto ha bisogno di un imballaggio di dimensioni minori; prodotti con ricariche: la ricarica (ad esempio di un detergente per le mani) è spesso contenuta in un imballaggio leggero, funzionale al solo acquisto perché il contenuto deve essere riversato nell imballo originario con cui è stato comprato il prodotto la prima volta; di volta in volta viene dunque gettata come rifiuto una piccola quantità di materiale; in alcuni casi, come ad esempio per i detergenti con spruzzino, la ricarica è intesa come la possibilità di sostituire il contenitore vuoto del prodotto con uno pieno, conservando alcune parti dell imballo originario (come lo spruzzino, appunto): anche in questo caso la riduzione dei rifiuti è evidente, perché si prevede il riutilizzo sino a deterioramento delle componenti che non richiedono necessariamente la sostituzione. MARCHIO WASTE LESS ALLEGATO TECNICO UFFICI 7

8 6 UN OCCHIATA IN GIRO 6.1 SUGGERIMENTI APPLICATIVI Adesivo tipo da applicare alla fotocopiatrice Esempi di marchi ecologici pubblici per carta e detersivi Esistono specifici software che consentono di utilizzare i caratteri di stampa (arial, times, etc) in una variante Eco per il risparmio di inchiostro. La variante Ecofont del carattere Arial, per esempio, consente un risparmio di inchiostro minimo del 26% rispetto all'arial originale (fonte: Utilizzare erogatori di acqua consente di ridurre notevolmente i rifiuti da imballaggio, il consumo di materie prime e il consumo di energia derivante sia dal trasporto che dalla produzione dei contenitori. La distribuzione di borracce rende ancora più efficace l azione in quanto elimina il rifiuto in plastica di bicchieri e bottiglie. MARCHIO WASTE LESS ALLEGATO TECNICO UFFICI 8

9 6.2 BUONE PRATICHE DI RIFERIMENTO Come ti riduco la carta Il progetto, finanziato e realizzato in alcuni enti della Provincia di Firenze, prende spunto dal programma "Cutting Paper". Contestualizzato al territorio provinciale, il progetto si è composto di tre fasi: la sperimentazione e fattibilità, che consiste nella definizione preliminare e applicazione sperimentale di azioni finalizzate alla riduzione dei consumi cartacei in base alle quali valutare le effettive potenzialità di riduzione e la redazione di strumenti di accompagnamento e diffusione delle buone pratiche; l estensione del progetto, ovvero la divulgazione di materiali tecnici e informativi, la disseminazione delle procedure e l assistenza tecnica presso gli enti che attuano il progetto e infine il monitoraggio dei risultati finalizzato alla messa a punto delle presenti linee guida e del kit informativo generale. Maggiori informazioni: buonepratiche/come ti riduco la carta/ Cutting Paper Il sito WEB Cutting Paper (progetto sviluppato dal Lawrence Berkeley National Laboratory, per conto dello U.S. Department of Energy, Waste Minimization Program) fornisce delle linee strategiche per favorire la riduzione del consumo di carta negli uffici, favorendo in tal modo non solo migliori performance ambientali ma anche una riduzione dei costi per le imprese o enti pubblici. Nel sito si indica come l adozione di semplici accorgimenti come la stampa fronte retro (anche su fogli che attualmente hanno la stampa su un solo lato ) e/o la copia di due pagine di libro su un unico lato del foglio (riducendo le dimensioni) possa apportare un risparmio del 75% di rifiuti da carta rispetto alla normale stampa su un unico lato del foglio. Infine, il sito promuove il riciclo della carta pur preferendo di evitare la stampa dei documenti quando possibile. Maggiori informazioni: Hera2O: noi beviamo l'acqua del rubinetto Ad aprile 2008 è partito il progetto Hera2O allo scopo di promuovere l uso dell acqua di rubinetto innanzitutto all interno delle proprie sedi aziendali. In collaborazione con Adriatica Acque (società partecipata del Gruppo), sono stati installati erogatori di acqua di rete in 5 mense interne, in 27 sedi e 7 sportelli clienti. Si tratta di erogatori che non fanno trattamenti depurativi, ma forniscono acqua refrigerata, liscia o gassata, senza alterare le proprietà dell acqua del rubinetto. A luglio 2008 sono state distribuite gratuitamente, insieme a materiale informativo, borracce Hera2O a clienti e a tutti gli oltre dipendenti del Gruppo. MARCHIO WASTE LESS ALLEGATO TECNICO UFFICI 9

10 7 REQUISITI MINIMI PER ACCESSO E RINNOVO L ufficio che intende accedere al marchio si impegna a: Realizzare l audit preliminare su tutta la struttura, compilando gli appositi questionari descritti nel precedente paragrafo 3 e riportati nel kit applicativo del presente allegato tecnico. Realizzare il monitoraggio delle azioni applicate, compilando gli appositi questionari descritti nel successivo paragrafo 8 e riportati nel kit applicativo del presente allegato tecnico. Mettere in pratica tutte le azioni obbligatorie descritte nel precedente paragrafo 4. Realizzare una corretta raccolta differenziata, adottando le modalità di raccolta specificate nell allegato tecnico relativo alla raccolta differenziata. Informare i clienti circa la politica di riduzione dei rifiuti della struttura ricettiva e sulle buone pratiche adottate dalla struttura e che li possono vedere coinvolti. Fornire informazioni e formazione al proprio personale per garantire che le misure ambientali previste dal marchio vengano applicate e per sensibilizzarlo ad assumere un comportamento ecologico e responsabile. Informare e istruire il personale alla corretta raccolta, separazione e smaltimento dei rifiuti prodotti secondo le categorie e le modalità previste. L ufficio che intende rinnovare l adesione al marchio per gli anni successivi al primo si impegna a migliorarsi progressivamente, individuando specifici obiettivi di miglioramento nell applicazione delle azioni di riduzione dei rifiuti. Tra gli obiettivi di miglioramento, è in particolare raccomandata l introduzione di almeno una azione facoltativa tra quelle descritte nel precedente paragrafo 5, fino alla applicazione integrale di tutte le azioni previste. 8 MONITORAGGIO Al termine di ciascun anno di adesione al marchio, il responsabile del gruppo di lavoro si impegna a trasmettere al Comune di riferimento la tabella di riepilogo circa gli acquisti cartacei effettuati nel corso dell anno, secondo lo schema riportato negli allegati. 9 MATERIALI DI SUPPORTO Materiale fornito a tutti gli uffici: Vetrofania con logo waste less, 2 copie Locandina informativa (formato 35x50), 10 copie Opuscoli informativi generali sul marchio waste less e sulle altre buone pratiche di riduzione rifiuti realizzate sul territorio, n. copie da valutare caso per caso (indicativamente 500 copie per ogni struttura) Pieghevole in formato A4, con informazioni sulle azioni da attuare dal personale, disponibili in formato digitale Materiali informativi sulle buone pratiche (ad esempio, cartelli da apporre su fotocopiatrici/stampanti di rete), disponibili in formato digitale, da stampare a cura dell ufficio Layout di pieghevole in formato A4 e di locandina in formato A3, per informazioni personalizzate a cura dell ufficio. MARCHIO WASTE LESS ALLEGATO TECNICO UFFICI 10

11 KIT APPLICATIVO MARCHIO WASTE LESS ALLEGATO TECNICO UFFICI 11

12 1. SCHEDE PER AUDIT PRELIMINARE 1 Riduzione consumi cartacei AUDIT INIZIALE 1 PARTE analisi qualitativa AZIONI OBBLIGATORIE SI NO Note E' utilizzata la modalità fronte retro per le stampe prodotte? 2. Utilizzo di carta ecologica e/o riciclata Viene acquistata carta ecologia e/o riciclata? 3. Comunicazione e diffusione dell'iniziativa Sono attuate forme di pubblicizzazione, nell'ufficio o nei diversi settori aziendali, delle buone pratiche da seguire (es. applicazione di adesivi sulle stampanti che ricordano di utilizzare la modalità fronte retro oppure messaggi nei testo della posta elettronica che invitano a non stampare in modo indiscriminato)? AZIONI FACOLTATIVE 1. Installazione di stampanti e copiatrici che minimizzano la produzione dei rifiuti Sono presenti iniziative quali: l'utilizzo di macchine stampanti e/o copiatrici dotate di dispositivi fronte/retro l'utilizzo di macchine stampanti e/o copiatrici in grado di utilizzare toner riciclati 2. Installazione di erogatori per l'acqua di rete Sono presenti iniziative quali: l'utilizzo di erogatori per la distribuzione, ed eventualmente il trattamento, dell'acqua di rete al posto delle bottiglie non durevoli l'utilizzo da parte degli impiegati di borracce riutilizzabili al posto dei bicchieri usa e getta 3. Utilizzo di detersivi sfusi o concentrati in flaconi riutilizzabili Per le attività di pulizia, anche nel caso in cui siano effettuate da un'impresa, sono utilizzati detersivi sfusi o detergenti concentrati in flaconi riutilizzabili? AUDIT INIZIALE 2 PARTE analisi quantitativa Anno di riferimento Adesione da compilare per ciascun ufficio addetti numero MARCHIO WASTE LESS ALLEGATO TECNICO UFFICI 12

13 Giorno Autore audit Tipologia (stampante, fotocopiatore, multifunzione) Marca Modello Settore/ Ubicazione AUDIT MEZZI Anno Acquisto/ Noleggio N. Utenti B/N o Colore Idoneo Carta Riciclata Stampa Fronte / Retro Certificaz ione ACQUISTI DI CARTA Risme di carta acquistate Dimensione Numero fogli Grammatura Quantità Riciclato Certificato numero di fogli per risma g/m2 A3 (42cm x 29,7cm) A4 (21cm x 29,7cm) A4 (21cm x 29,7cm) A4 (21cm x 29,7cm) A5 (14,8 cm x 21 cm) buste buste buste ACQUA EROGATA Numero bottiglie a perdere usate Tipologia Capacità (l) Numero (n) vetro 0,5 vetro 1 plastica 0,5 plastica 1,5 Numero di litri consumati da erogatore per distribuzione acqua di rete numero litri intervallo temporale Acqua erogata numero numero di risme riciclate numero di risme certificate MARCHIO WASTE LESS ALLEGATO TECNICO UFFICI 13

14 2. SCHEDE PER MONITORAGGIO AUDIT INIZIALE 1 PARTE analisi qualitativa AZIONI OBBLIGATORIE 1 Riduzione consumi cartacei E' utilizzata la modalità fronte retro per le stampe prodotte? 2. Utilizzo di carta ecologica e/o riciclata Viene acquistata carta ecologia e/o riciclata? 3. Comunicazione e diffusione dell'iniziativa Sono attuate forme di pubblicizzazione, nell'ufficio o nei diversi settori aziendali, delle buone pratiche da seguire (es. applicazione di adesivi sulle stampanti che ricordano di utilizzare la modalità fronte retro oppure messaggi nei testo della posta elettronica che invitano a non stampare in modo indiscriminato)? AZIONI FACOLTATIVE 1. Installazione di stampanti e copiatrici che minimizzano la produzione dei rifiuti Sono presenti iniziative quali: l'utilizzo di macchine stampanti e/o copiatrici dotate di dispositivi fronte/retro l'utilizzo di macchine stampanti e/o copiatrici in grado di utilizzare toner riciclati 2. Installazione di erogatori per l'acqua di rete Sono presenti iniziative quali: l'utilizzo di erogatori per la distribuzione, ed eventualmente il trattamento, dell'acqua di rete al posto delle bottiglie non durevoli l'utilizzo da parte degli impiegati di borracce riutilizzabili al posto dei bicchieri usa e getta 3. Utilizzo di detersivi sfusi o concentrati in flaconi riutilizzabili SI NO Note Per le attività di pulizia, anche nel caso in cui siano effettuate da un'impresa, sono utilizzati detersivi sfusi o detergenti concentrati in flaconi riutilizzabili? Per ogni rinnovo, descrivere il PIANO DI MIGLIORAMENTO che si intende adottare (miglioramento nell'appilizazione delle azioni obbligatorie o applicazione delle azioni facoltative) MARCHIO WASTE LESS ALLEGATO TECNICO UFFICI 14

15 AUDIT INIZIALE 2 PARTE analisi quantitativa Anno di riferimento Rinnovo da compilare per ciascun ufficio addetti numero Giorno Autore audit Tipologia (stampante, fotocopiatore, multifunzione) Marca Modello Settore/ Ubicazione AUDIT MEZZI Anno Acquisto/ Noleggio N. Utenti B/N o Colore Idoneo Carta Riciclata Stampa Fronte / Retro Certificazione ACQUISTI DI CARTA Risme di carta acquistate Dimensione Numero fogli Grammatura Quantità Riciclato Certificato numero di fogli per risma g/m2 A3 (42cm x 29,7cm) A4 (21cm x 29,7cm) A4 (21cm x 29,7cm) A4 (21cm x 29,7cm) A5 (14,8 cm x 21 cm) buste buste buste numero numero di risme riciclate numero di risme certificate MARCHIO WASTE LESS ALLEGATO TECNICO UFFICI 15

16 ACQUA EROGATA Numero bottiglie a perdere usate Tipologia Capacità (l) Numero (n) vetro 0,5 vetro 1 plastica 0,5 plastica 1,5 Numero di litri consumati da erogatore per distribuzione acqua di rete Acqua erogata numero litri intervallo temporale MARCHIO WASTE LESS ALLEGATO TECNICO UFFICI 16

17 3. MARCHI ECOLOGICI Metodi e applicazioni I sistemi di etichettatura possono essere suddivisi in obbligatori o volontari. Le etichettature obbligatorie nell Unione Europea si applicano principalmente in diversi settori e vincolano produttori, utilizzatori, distributori e le altre parti in causa ad attenersi alle prescrizioni legislative. Nel caso delle etichette volontarie, la richiesta di un marchio è del tutto volontaria per cui i fabbricanti, gli importatori o i distributori, possono decidere se aderire al sistema di etichettatura, una volta verificata la rispondenza dei prodotti ai criteri stabiliti da quel sistema specifico. Le etichette volontarie possono essere distinte in base alle definizioni date dalle norme internazionali della serie 14020:1999. Le etichette ISO Tipo I ISO 14020, basate su un sistema multi criteria che considera l intero ciclo di vita del prodotto, certificata e gestita da una terza parte indipendente, indicano le migliori prestazioni ambientali di un prodotto appartenente a delle categorie particolari. Rientrano in questa categoria l Ecolabel europeo, i marchi nazionali più diffusi quali Blauer Angel(Germania), White Swan(Danimarca Svezia Finlandia Islanda), Green Seal(Stati Uniti), NF Environment(Francia), Milieukeur(Paesi Bassi), Umweltzeichen(Austria), i marchi che identificano prodotti derivanti da agricoltura biologica, il Forest Stewardship Council(FSC) che attesta la rintracciabilità dei prodotti da foreste gestite in maniera sostenibile. Le etichette ISO Tipo II ISO sono delle autodichiarazioni ambientali da parte dei produttori, non certificate da un organismo indipendente. MARCHIO WASTE LESS ALLEGATO TECNICO UFFICI 17

18 ALCUNI DEI MARCHI ECOLOGICI PIU' DIFFUSI Eco etichette di tipo I Marchio ecologico europeo "Ecolabel" Attivo dal 1992 L'Ecolabel europeo, il marchio ecologico rappresentato da una margherita, contraddistingue prodotti di uso comune fabbricati nel rispetto di precisi criteri ambientali, concordati tra tutti i paesi membri dell'unione Europea. Marchio ecologico tedesco "Blauer Engel" Marchio ecologico dei Paesi scandinavi "Nordic Swan" Marchio ecologico austriaco "Umweltzeichen" Marchio ecologico dei Paesi Bassi "Miliekeur" Marchio ecologico spagnolo "Aenor Medio Ambiente" Marchio ecologico catalano "Distintiu de Garantia de Qualitat Ambiental" MARCHIO WASTE LESS ALLEGATO TECNICO UFFICI 18

19 Marchio ecologico francese "NF Environment" Marchio ecologico della repubblica Ceca Marchio ecologico ungherese Marchio svedese "Good Environmental Choice" MARCHIO WASTE LESS ALLEGATO TECNICO UFFICI 19

Negli UFFICI. 28 settembre 2010

Negli UFFICI. 28 settembre 2010 Negli UFFICI Come si fa 28 settembre 2010 Dai suggerimenti ai benefici Alcuni sono di facile attuazione, altri sono complessi o/e onerosi economicamente. Ovviamente non è necessario adottarli tutti e subito

Dettagli

VERDE COMPRA DALL IMPRESA SI TOTALE KG CO2-2.600. Kg CO2-200 -300-200 -800-1.100

VERDE COMPRA DALL IMPRESA SI TOTALE KG CO2-2.600. Kg CO2-200 -300-200 -800-1.100 UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE AUTÒNOMA DE SARDIGNA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Province di: Cagliari Carbonia Iglesias Medio Campidano Nuoro Ogliastra Olbia Tempio Oristano Sassari ACQUA

Dettagli

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche istruzioni per l uso Raccolta Differenziata Una soluzione alla portata di tutti La produzione di rifiuti è in continuo aumento e deve essere gestita in modo

Dettagli

IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI

IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI Con decreto direttoriale del 7 ottobre 2013, il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ha adottato il Programma Nazionale di

Dettagli

L ECO-UFFICIO. Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio

L ECO-UFFICIO. Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio Comune di Udine L ECO-UFFICIO Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio Efficienza energetica: di necessità virtù L efficienza energetica non è semplice risparmio: è riduzione del consumo di

Dettagli

FATTI FURBO... DIFFERENZIA

FATTI FURBO... DIFFERENZIA Per i comuni del Consorzio Canavesano Ambiente Guida alla raccolta differenziata... FATTI FURBO... DIFFERENZIA anche fatti tu furbo...!!!... e al rispetto dell ambiente DIFFERENZIA ANCHE TU!!! Bastano

Dettagli

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti pubblici ecologici Olbia, 17 maggio 2013 Gli appalti pubblici coprono una quota rilevante del PIL, tra il 15 e il 17%: quindi possono

Dettagli

Se spengo, non spreco e non spendo! Relazione finale

Se spengo, non spreco e non spendo! Relazione finale Se spengo, non spreco e non spendo! Relazione finale La Settimana dell Educazione all Energia Sostenibile Dal 6 al 12 novembre si è celebrata la Settimana Nazionale dell Educazione all Energia Sostenibile,

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Scheda 8 «La gestione integrata dei rifiuti» LA GERARCHIA PER UNA CORRETTA GESTIONE DEI RIFIUTI. GREEN JOBS Formazione e Orientamento

Scheda 8 «La gestione integrata dei rifiuti» LA GERARCHIA PER UNA CORRETTA GESTIONE DEI RIFIUTI. GREEN JOBS Formazione e Orientamento Scheda 8 «La gestione integrata dei rifiuti» LA GERARCHIA PER UNA CORRETTA GREEN JOBS Formazione e Orientamento LA GERARCHIA PER UNA CORRETTA La Direttiva 2008/98/CE introduce una importante distinzione

Dettagli

Informazione agli impianti di trattamento

Informazione agli impianti di trattamento dell'articolo 11, comma 1, o di conferimento gratuito senza alcun obbligo di acquisto per i RAEE di piccolissime dimensioni ai sensi dell'articolo 11, comma 3; c) gli effetti potenziali sull'ambiente e

Dettagli

Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK

Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK LA TUA POSTA IN UN CLICK Clicca&Posta è una soluzione software per la gestione della

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

1. IMBALLAGGIO E CONFEZIONAMENTO

1. IMBALLAGGIO E CONFEZIONAMENTO GUIDA AL CONFEZIONAMENTO 1. IMBALLAGGIO E CONFEZIONAMENTO Si devono rispettare i limiti massimi di dimensioni e peso indicati nella tabella: prodotto limite massimo di peso dimensioni massime Pacco ordinario

Dettagli

Valdigrano: quando l ambiente è un valore!

Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valutazione di impatto ambientale delle linee Valdigrano, Valbio e La Pasta di Franciacorta Programma per la valutazione dell impronta ambientale Progetto co-finanziato

Dettagli

Relatore: per.agr. Roberto Nataloni Dlgs 150/2012 Art. 1 Oggetto Il presente decreto definisce le misure per un uso sostenibile dei pesticidi, che sono prodotti fitosanitari come definiti all articolo

Dettagli

Soluzioni multifunzionali, ideali per gestire ogni flusso di lavoro

Soluzioni multifunzionali, ideali per gestire ogni flusso di lavoro Soluzioni multifunzionali, ideali per gestire ogni flusso di lavoro Sistemi digitali per l ufficio sempre più efficienti e facili da usare Ottenere massima efficienza ed elevata professionalità, pur mantenendo

Dettagli

Progetto Life Mo.Re.&Mo.Re.

Progetto Life Mo.Re.&Mo.Re. Progetto Life Mo.Re.&Mo.Re. STRUMENTI PRATICI PER UNA VIRTUOSA ED EFFICACE GESTIONE DEI RIFIUTI PREMESSA Il Mo.Re.&Mo.Re., progetto europeo LIFE+, cofinanziato dalla regione Lazio ed iniziato nel Gennaio

Dettagli

Prodotti di cui ti puoi fidare

Prodotti di cui ti puoi fidare Prodotti di cui ti puoi fidare Vogliamo offrirti alimenti di buona qualità a prezzi bassi, prodotti in modo responsabile. Stiamo lavorando in tutte le parti della catena alimentare, dalla fattoria al negozio

Dettagli

Imballaggio primario. Imballaggio secondario. Imballaggio terziario. Funzioni primarie dell imballaggio

Imballaggio primario. Imballaggio secondario. Imballaggio terziario. Funzioni primarie dell imballaggio ALTO BELICE AMBIENTE S.p.A. Cos'è l'imballaggio L uomo ha sempre fatto uso di contenitori e già 3500 anni fa le popolazioni egizie immagazzinavano e trasportavano unguenti, oli e vino in contenitori di

Dettagli

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 è la soluzione specifica per ogni impresa che opera nel settore rifiuti con una completa copertura funzionale e la

Dettagli

Green ProcA. Acquisti e Protezione dell Ambiente. Linee guida per l acquisto di beni e servizi secondo criteri di eco-efficienza

Green ProcA. Acquisti e Protezione dell Ambiente. Linee guida per l acquisto di beni e servizi secondo criteri di eco-efficienza Green ProcA In pratica... acquisti verdi! Acquisti e Protezione dell Ambiente Linee guida per l acquisto di beni e servizi secondo criteri di eco-efficienza Apparecchiature per Ufficio www.gpp-proca.eu/it

Dettagli

Vassoio 5 (opzionale) Vassoio 6 (inseritore) (opzionale) Pannello comandi. Stazione di finitura per grandi volumi (opzionale) Pannello comandi

Vassoio 5 (opzionale) Vassoio 6 (inseritore) (opzionale) Pannello comandi. Stazione di finitura per grandi volumi (opzionale) Pannello comandi Xerox ColorQube 90/ 90/ 90 Descrizione generale della macchina Descrizione generale della macchina Funzioni In base alla configurazione, il dispositivo è in grado di eseguire le seguenti operazioni: 8

Dettagli

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA 1.1. ) ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA Largo Arrigo VII, 5-00153 Roma (Italia) ; centralino 06/5717621;

Dettagli

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro.

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro. La collana TOP è una famiglia di applicazioni appositamente studiata per il Terzo Settore. Essa è stata infatti realizzata in continua e fattiva collaborazione con i clienti. I programmi di questa collana

Dettagli

COMUNE DI RUFFANO. - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE

COMUNE DI RUFFANO. - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE COMUNE DI RUFFANO - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE approvato con Deliberazione del Commissario Straordinario con i poteri del Consiglio Comunale

Dettagli

Master La pulizia sostenibile come opportunità FORUM PA Roma, 17-20 maggio 2010. L attività di ASSOCASA per una detergenza sostenibile

Master La pulizia sostenibile come opportunità FORUM PA Roma, 17-20 maggio 2010. L attività di ASSOCASA per una detergenza sostenibile Master La pulizia sostenibile come opportunità FORUM PA Roma, 17-20 maggio 2010 L attività di ASSOCASA per una detergenza sostenibile A cura di ASSOCASA Assocasa Associazione Nazionale Detergenti e Specialità

Dettagli

La Pubblica Amministrazione Digitale in Sardegna

La Pubblica Amministrazione Digitale in Sardegna Direzione generale degli affari generali e riforma La Pubblica Amministrazione Digitale in Sardegna Dematerializzazione dei document i dell Amministrazione Regionale Conferenza stampa dell Assessore Massimo

Dettagli

Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente. U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO

Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente. U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO ATTUAZIONE DEL PROGETTO REBIR Risparmio Energetico, Bioedilizia, Riuso Data 29.01.2009

Dettagli

RIFIUTI?! MENO 100 KG DI RIFIUTI ALL'ANNO PER ABITANTE. Campagna europea per la riduzione dei rifiuti

RIFIUTI?! MENO 100 KG DI RIFIUTI ALL'ANNO PER ABITANTE. Campagna europea per la riduzione dei rifiuti Commissione Nazionale Italiana UNESCO CNI Unesco Tel 066873713/23 int 208 email: federica.rolle@esteri.it - www.unescodess.it Coordinamento Agende 21 Locali Italiane segreteria Tel 059 209434/350 email:

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Definizioni La vendita dei prodotti offerti sul nostro sito web www.prada.com (di seguito indicato come il Sito") è disciplinata dalle seguenti Condizioni Generali di

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto!

La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto! La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto! Umido Plastica e Lattine Carta e Cartone Secco non riciclabile Vetro (bianco e colorato) Farmaci scaduti Pile Legno Umido I rifiuti umidi vanno conferiti

Dettagli

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE I rapporti di Eurydice PREMESSA Questo breve rapporto sull adozione dei libri di testo è nato in seguito a una specifica richiesta all unità italiana

Dettagli

Brochure La verità sull inchiostro

Brochure La verità sull inchiostro Brochure La verità sull inchiostro Sommario Fai clic sui collegamenti per vederne i paragrafi 1 mito: Le cartucce non originali HP sono affidabili tanto quanto le cartucce originali HP. 2 mito: La resa

Dettagli

KV-S5055C. Innovativo meccanismo di alimentazione fogli. Scanner documenti a colori

KV-S5055C. Innovativo meccanismo di alimentazione fogli. Scanner documenti a colori Scanner documenti a colori KV-S5055C - Rilevamento documenti pinzati - Rilevamento ad ultrasuoni foglio doppio - Eccellente meccanismo del rullo. Inserimento documenti misti. Modalità carta lunga. 90 ppm

Dettagli

CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI. presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità

CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI. presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità Zucchetti Software Giuridico srl - Viale della Scienza 9/11 36100 Vicenza tel 0444 346211 info@fallco.it

Dettagli

Guida all uso. Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi.

Guida all uso. Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi. Guida all uso Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi. Legenda Singolo = Fax o SMS da inviare ad un singolo destinatario Multiplo = Fax o SMS da inviare a tanti destinatari

Dettagli

Guida al backup. 1. Introduzione al backup. Backup dei dati una parte necessaria nella gestione dei rischi. Backup su nastro media ideale

Guida al backup. 1. Introduzione al backup. Backup dei dati una parte necessaria nella gestione dei rischi. Backup su nastro media ideale 1. Introduzione al backup Guida al backup Backup dei dati una parte necessaria nella gestione dei rischi Con l aumentare dei rischi associati a virus, attacchi informatici e rotture hardware, implementare

Dettagli

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Articolo 1 Oggetto 1. Il presente disciplinare regolamenta la concessione e l utilizzo del Marchio La Sardegna Compra Verde.

Dettagli

L apposizione di firme e informazioni su documenti firmati

L apposizione di firme e informazioni su documenti firmati L apposizione di firme e informazioni su documenti firmati Il presente documento si pone l obiettivo di chiarire alcuni aspetti generali dei formati di firma CAdES (file con estensione p7m) e PAdES (file

Dettagli

6.10 Compensazione import/export

6.10 Compensazione import/export 6.10 Compensazione import/export Da inviare a: CONAI Consorzio Nazionale Imballaggi Via posta (raccomandata A.R.): Via P. Litta 5, 20122 Milano Via fax: 02.54122656 / 02.54122680 On line: https://dichiarazioni.conai.org

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI Approvato con deliberazione G.C. n. 45 del 27/11/2008 esecutiva il 10/01/2009 Depositato in Segreteria Generale con avviso

Dettagli

BANDO PER IL COFINANZIAMENTO DI PROGRAMMI DI ATTIVAZIONE E DI ATTUAZIONE DI AGENDE 21 LOCALI Anno 2007 DESCRIZIONE TECNICA

BANDO PER IL COFINANZIAMENTO DI PROGRAMMI DI ATTIVAZIONE E DI ATTUAZIONE DI AGENDE 21 LOCALI Anno 2007 DESCRIZIONE TECNICA Modulo B BANDO PER IL COFINANZIAMENTO DI PROGRAMMI DI ATTIVAZIONE E DI ATTUAZIONE DI AGENDE 21 LOCALI Anno 2007 PROGETTO REBIR RISPARMIO ENERGETICO, BIOEDILIZIA, RIUSO ENTE proponente PROVINCIA DI LUCCA

Dettagli

"IMPARIAMO A RICICLARE"

IMPARIAMO A RICICLARE COLLEGIO ARCIVESCOVILE Castelli PROGETTO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE "IMPARIAMO A RICICLARE" (progetto di durata annuale) Anno scolastico 2008/2009 Classi terze e quarte - Scuola primaria FINALITA' Il Progetto

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

Manuale Software. www.smsend.it

Manuale Software. www.smsend.it Manuale Software www.smsend.it 1 INTRODUZIONE 3 Multilanguage 4 PANNELLO DI CONTROLLO 5 Start page 6 Profilo 7 Ordini 8 Acquista Ricarica 9 Coupon AdWords 10 Pec e Domini 11 MESSAGGI 12 Invio singolo sms

Dettagli

Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche RAEE

Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche RAEE Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche RAEE Istruzioni operative per la gestione e lo smaltimento dei pannelli fotovoltaici incentivati (ai sensi dell art. 40 del D.Lgs. 49/2014) Premessa

Dettagli

Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico

Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico Marco Glisoni Maria Lisa Procopio Incontro formativo Progetto APE settembre 2014 Il Piano d Azione Nazionale per il GPP Piano d azione per la

Dettagli

ISTRUZIONI PER L INVIO TRAMITE PEC (POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA) DI ISTANZE, COMUNICAZIONI E DOCUMENTI

ISTRUZIONI PER L INVIO TRAMITE PEC (POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA) DI ISTANZE, COMUNICAZIONI E DOCUMENTI ISTRUZIONI PER L INVIO TRAMITE PEC (POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA) DI ISTANZE, COMUNICAZIONI E DOCUMENTI Firenze, mercoledì 10 Maggio 2011 VERSIONE 1.2 DEL 10 Maggio2011 Pagina 2 di 8 In queste pagine

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

CONDIZIONI TECNICHE ATTUATIVE DEL SERVIZIO DI POSTA MASSIVA

CONDIZIONI TECNICHE ATTUATIVE DEL SERVIZIO DI POSTA MASSIVA CONDIZIONI TECNICHE ATTUATIVE DEL SERVIZIO DI POSTA MASSIVA VALIDE DAL 26 MARZO 2015 INDICE INDICE... 2 1 GENERALITA... 3 2 CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO... 4 2.1 FORMATI... 4 2.2 STANDARD DI PRODOTTO...

Dettagli

4. Processo di elaborazione: Descrivi brevemente il processo di elaborazione/creazione del vostro progetto/pratica

4. Processo di elaborazione: Descrivi brevemente il processo di elaborazione/creazione del vostro progetto/pratica Descrizione della pratica 1. Identificazione Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica ISIS A. GRAMSCI-J.M. KEYNES Nome della pratica/progetto Consumare meno per consumare tutti Persona referente

Dettagli

COMPOSTAGGIO DOMESTICO

COMPOSTAGGIO DOMESTICO PROGETTO DI INCENTIVAZIONE AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO DA ATTUARSI NEI COMUNI DI ABETONE, CUTIGLIANO, MARLIANA, PESCIA, PITEGLIO SAMBUCA PISTOISE, SAN MARCELLO PISTOIESE A cura di: APRILE 2008 PREMESSA Il

Dettagli

CHI L I HA. lo CHIAMAVANO EDIZIONE. Ciò che differenzi oggi, avrà una nuova vita domani INDAGINE SUL RECUPERO DEI RIFIUTI FREQUENTAVA VETRI ROTTI

CHI L I HA. lo CHIAMAVANO EDIZIONE. Ciò che differenzi oggi, avrà una nuova vita domani INDAGINE SUL RECUPERO DEI RIFIUTI FREQUENTAVA VETRI ROTTI 3 EDIZIONE dati 2012 CHI L I HA Ciò che differenzi oggi, avrà una nuova vita domani INDAGINE SUL RECUPERO DEI RIFIUTI NASCONDE UN IDENTITÀ PLASTICA FREQUENTAVA VETRI ROTTI si spacciava per una lattina

Dettagli

Solo il meglio sotto ogni profilo!

Solo il meglio sotto ogni profilo! Solo il meglio sotto ogni profilo! Perfetto isolamento termico per finestre in alluminio, porte e facciate continue Approfittate degli esperti delle materie plastiche Voi siete specialisti nella produzione

Dettagli

SCHEDA DI ADESIONE - Foglio 1 -

SCHEDA DI ADESIONE - Foglio 1 - Versione 10/04/15 SCHEDA DI ADESIONE - Foglio 1 - Rifiuti dei Beni a base di Polietilene, Piazza di S. Chiara, 49 00186 ROMA) e (facoltativamente) anticipata mezzo fax Il richiedente... In persona del

Dettagli

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Gestisci. Organizza. Risparmia. Una lunga storia, uno sguardo sempre rivolto al futuro. InfoSvil è una società nata nel gennaio 1994 come

Dettagli

Approvazione del modello unico di dichiarazione ambientale per l anno 2015.

Approvazione del modello unico di dichiarazione ambientale per l anno 2015. Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 299 del 27 dicembre 2014 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

Logistica di Amazon. Guida rapida alla creazione della spedizione

Logistica di Amazon. Guida rapida alla creazione della spedizione Logistica di Amazon Guida rapida alla creazione della spedizione Come inviare le spedizioni Logistica di Amazon ad Amazon in modo efficiente e senza intoppi Agenda 1 2 3 4 5 6 7 Creazione di una spedizione

Dettagli

www.ipaper.com/europe Questa brochure è stata stampata su carta IP Pro-Design, certificata PEFC

www.ipaper.com/europe Questa brochure è stata stampata su carta IP Pro-Design, certificata PEFC www.ipaper.com/europe Questa brochure è stata stampata su carta IP Pro-Design, certificata PEFC Gestione forestale sostenibile Tutto quello che bisogna sapere Sommario 1. Che cosa si intende per gestione

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2011 Progetto Istanze On Line 21 febbraio 2011 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 PROGETTO ISTANZE ON LINE... 4 2.1 COS È E A CHI È RIVOLTO... 4 2.2 NORMATIVA

Dettagli

Ecologia e ambiente? Vai sul sicuro.

Ecologia e ambiente? Vai sul sicuro. Ecologia e ambiente? Vai sul sicuro. Camera di commercio industria artigianato e agricoltura di Torino. Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione a terzi. Direzione scientifica della collana Guide

Dettagli

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Ordinativo informatico locale - Revisione e normalizzazione del protocollo sulle regole tecniche ed obbligatorietà dell utilizzo nei servizi di tesoreria PREMESSA L

Dettagli

Realizzato in PET riciclato. La natura ci guida. Consigli per comportamenti eco-logici. famila.it

Realizzato in PET riciclato. La natura ci guida. Consigli per comportamenti eco-logici. famila.it Realizzato in PET riciclato La natura ci guida Consigli per comportamenti eco-logici. famila.it Insieme per l ambiente. La nuova vita della plastica Questo supporto è stato realizzato con materiale riciclato:

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

CHECK UP AMBIENTALE DELLE IMPRESE DEL SETTORE TURISTICO

CHECK UP AMBIENTALE DELLE IMPRESE DEL SETTORE TURISTICO CHECK UP AMBIENTALE DELLE IMPRESE DEL SETTORE TURISTICO La gestione ambientale di una struttura turistica prevede di porre sotto controllo, gestire e ridurre gli impatti ambientali legati al ciclo di vita

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

Eco Natural Lucart: la nuova generazione di carta ecologica

Eco Natural Lucart: la nuova generazione di carta ecologica Natural Lucart: nuova generazione di carta ecologica Una gamma di prodotti INNOVATIVA nel filosofia produttiva, eccellente nelle PRESTAZIONI ed ECOLOGICA al 100%. Professional TecHnology La prima carta

Dettagli

Servizio Fatt-PA PASSIVA

Servizio Fatt-PA PASSIVA Sei una Pubblica Amministrazione e sei obbligata a gestire la ricezione delle fatture elettroniche PA? Attivate il servizio di ricezione al resto ci pensiamo noi Servizio Fatt-PA PASSIVA di Namirial S.p.A.

Dettagli

IL SETTORE INDUSTRIALE & ISTITUZIONALE DI ASSOCASA

IL SETTORE INDUSTRIALE & ISTITUZIONALE DI ASSOCASA IL SETTORE INDUSTRIALE & ISTITUZIONALE DI ASSOCASA Igiene, norme e sostenibilità: profilo di un settore in continua trasformazione assocasa.federchimica.it Indice 1. Introduzione al settore pag. 3 2. Le

Dettagli

Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Dipartimento della pesca mediterranea

Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Dipartimento della pesca mediterranea Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Dipartimento della pesca mediterranea Ufficio del Responsabile Unico della Regione Sicilia per il Cluster Bio-Mediterraneo

Dettagli

l esclusivo sistema per la diluizione ed il dosaggio dei prodotti ultraconcentrati

l esclusivo sistema per la diluizione ed il dosaggio dei prodotti ultraconcentrati CATALOGO EXA l esclusivo sistema per la diluizione ed il dosaggio dei prodotti ultraconcentrati + pratico + sicuro + economico + ecologico 3 edizione Azienda Certificata ISO 9001 e ISO 14001 IL SISTEMA

Dettagli

Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza

Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza X-Pay Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza Agenda CartaSi e l e-commerce Chi è CartaSi CartaSi nel mercato Card Not Present I vantaggi I vantaggi offerti da X-Pay I vantaggi offerti da

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE b) unica prova orale su due materie, il cui svolgimento è subordinato al superamento della prova scritta: una prova su deontologia e ordinamento professionale; una prova su una tra le seguenti materie

Dettagli

GUIDA ALLA DETRAZIONE DELLA SPESA PER I FARMACI

GUIDA ALLA DETRAZIONE DELLA SPESA PER I FARMACI GUIDA ALLA DETRAZIONE DELLA SPESA PER I FARMACI Come si detraggono le spese per l acquisto dei farmaci? Cosa deve contenere lo scontrino fiscale emesso dalla farmacia? A cosa serve la tessera sanitaria?

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

INFORMAZIONI GENERALI...2 INSTALLAZIONE...5 CONFIGURAZIONE...6 ACQUISTO E REGISTRAZIONE...11 DOMANDE FREQUENTI:...13 CONTATTI:...

INFORMAZIONI GENERALI...2 INSTALLAZIONE...5 CONFIGURAZIONE...6 ACQUISTO E REGISTRAZIONE...11 DOMANDE FREQUENTI:...13 CONTATTI:... INFORMAZIONI GENERALI...2 INSTALLAZIONE...5 CONFIGURAZIONE...6 ACQUISTO E REGISTRAZIONE...11 DOMANDE FREQUENTI:...13 CONTATTI:...14 Ultimo Aggiornamento del Documento: 23 / Marzo / 2012 1 INFORMAZIONI

Dettagli

REPORT DI MONITORAGGIO DELLA QUALITA DEI RI- PRODOTTI

REPORT DI MONITORAGGIO DELLA QUALITA DEI RI- PRODOTTI REPORT DI MONITORAGGIO DELLA QUALITA DEI RI- PRODOTTI Progetto LOWaste LIFE+ ENV/IT/000373 Deliverable N 20 Monitoring of second life products quality Report Action C2 Con il contributo di Deliverable

Dettagli

Guida sull utilizzo del logo

Guida sull utilizzo del logo Centro di Servizio per il Volontariato della provincia di Vicenza http://www.csv-vicenza.org 2011 Perché questa Guida? La Guida fornisce indicazioni sull utilizzo del logo del CSV di Vicenza al fine di

Dettagli

LA POSTA ELETTRONICA

LA POSTA ELETTRONICA LA POSTA ELETTRONICA Nella vita ordinaria ci sono due modi principali di gestire la propria corrispondenza o tramite un fermo posta, creandosi una propria casella postale presso l ufficio P:T., oppure

Dettagli

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA Proposte formative 2011 Novità accreditamento ECM FINALITA Per soddisfare l esigenza di aggiornamento professionale continuo, grazie all esperienza maturata da Vega nelle

Dettagli

Sistemi e attrezzature per la sicurezza

Sistemi e attrezzature per la sicurezza SISTEMI E ATTREZZATURE PER LA SICUREZZA Cavalletti di segnalazione...85 Segnalatore di sicurezza fisso...85 Over-The-Spill System...85 Coni di sicurezza e accessori...86 Barriere mobili...87 Segnalatore

Dettagli

COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA

COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA E composta dalla sigla CE e, nel caso un Organismo Notificato debba intervenire nella fase del controllo della produzione, contiene anche il numero d identificazione

Dettagli

LA RACCOLTA DEI RIFIUTI NEL COMUNE DI TRENTO: DAI CASSONETTI STRADALI, AL PORTA A PORTA, ALLA TARIFFA TARI

LA RACCOLTA DEI RIFIUTI NEL COMUNE DI TRENTO: DAI CASSONETTI STRADALI, AL PORTA A PORTA, ALLA TARIFFA TARI via Belenzani, 18 I 38122 Trento tel. 0461 884935 I fax 0461 884940 servizio_ambiente@comune.trento.it Orario di apertura al pubblico: da lun. a ven. 8. 30-12 LA RACCOLTA DEI RIFIUTI NEL COMUNE DI TRENTO:

Dettagli

L efficienza energetica dei condizionatori d aria da quest anno ha nuove direttive.

L efficienza energetica dei condizionatori d aria da quest anno ha nuove direttive. L efficienza energetica dei condizionatori d aria da quest anno ha nuove direttive. Un testo della redazione di Electro Online, il tuo esperto online. Data: 19/03/2013 Nuove regole per i condizionatori

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

a Colori Campagna di informazione sulla raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta ndustriali S.r.l. UTENZE DOMESTICHE

a Colori Campagna di informazione sulla raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta ndustriali S.r.l. UTENZE DOMESTICHE ervizi. a Colori Campagna di informazione sulla raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta UTENZE DOMESTICHE presentazione Carissimi cittadina /cittadino, torno da te, per raccontarti la nostra esperienza

Dettagli

LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT

LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT Perché l'ue disciplina gli appalti pubblici? La disciplina degli appalti fa parte degli obiettivi del mercato interno. Si

Dettagli

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ LE SOLUZIONI AMBIENTALI INTEGRATE DI UN GRUPPO LEADER SOLYECO GROUP ha reso concreto un obiettivo prezioso: conciliare Sviluppo e Ambiente. Questa è la mission

Dettagli

Risanamento delle tubazioni dall interno

Risanamento delle tubazioni dall interno La soluzione di oggi per le tubazioni di ieri: Risanamento delle tubazioni dall interno Costi inferiori fino al 50% niente demolizioni, niente sporco, niente macerie nessuna interruzione nella gestione

Dettagli

SVILUPPO SOSTENIBILE L ETICHETTA ENERGETICA

SVILUPPO SOSTENIBILE L ETICHETTA ENERGETICA SVILUPPO SOSTENIBILE L ETICHETTA ENERGETICA 24 2 Sommario Perché questo opuscolo 3 Il benessere sostenibile e i consumi delle famiglie italiane 4 Le etichette energetiche 5 La scheda di prodotto 9 L etichetta

Dettagli

REGOLAMENTO OPERAZIONE A PREMIO Rif. n. 14/080 Dixan ti regala 10euro per la tua spesa

REGOLAMENTO OPERAZIONE A PREMIO Rif. n. 14/080 Dixan ti regala 10euro per la tua spesa REGOLAMENTO OPERAZIONE A PREMIO Rif. n. 14/080 Dixan ti regala 10euro per la tua spesa Promosso da HENKEL ITALIA S.r.l. Divisione Detergenza Soggetto Promotore HENKEL ITALIA S.r.l. Divisione detergenza

Dettagli

Gestione Informatica dell archivio documenti. Computer software. Versione 7

Gestione Informatica dell archivio documenti. Computer software. Versione 7 Computer software Versione 7 Produttore MultiMedia it S.n.c. Distributore TeamSystem S.p.a. Caratteristiche Tecniche Linguaggio di Programmazione Sistema operativo client Sistema operativo server Occupazione

Dettagli

Circolare ABI - Serie Tecnica n. 21-12 giugno 2014

Circolare ABI - Serie Tecnica n. 21-12 giugno 2014 461,25 Circolare ABI - REQUISITI STANDARD PER LA STAMPA DEGLI ASSEGNI E MISURE ANTIFRODE Aggiornamento sul progetto avviato in sede ABI per la digitalizzazione degli assegni - Comunicazione delle soluzioni

Dettagli

Con il contributo dello strumento finanziario LIFE dell Unione europea LOWASTE. local waste market for second life products LAYMAN S REPORT

Con il contributo dello strumento finanziario LIFE dell Unione europea LOWASTE. local waste market for second life products LAYMAN S REPORT Con il contributo dello strumento finanziario LIFE dell Unione europea LOWASTE local waste market for second life products LAYMAN S REPORT INDICE LOWaste... Il progetto in 4 step... I numeri di LOWaste...

Dettagli

Manuale di Gestione del Protocollo, dei documenti e degli archivi

Manuale di Gestione del Protocollo, dei documenti e degli archivi Manuale di Gestione del Protocollo, dei documenti e degli archivi Il presente manuale è adottato ai sensi dell art. 3, primo comma, lettera c) del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 31 ottobre

Dettagli

PROGRAMMA DI PREVENZIONE E RIDUZIONE DELLA PRODUZIONE DEI RIFIUTI E PRIME MISURE PER LA PREPARAZIONE AL RIUTILIZZO

PROGRAMMA DI PREVENZIONE E RIDUZIONE DELLA PRODUZIONE DEI RIFIUTI E PRIME MISURE PER LA PREPARAZIONE AL RIUTILIZZO REGIONE UMBRIA PIANO REGIONALE DI GESTIONE DEI RIFIUTI: PROGRAMMA DI PREVENZIONE E RIDUZIONE DELLA PRODUZIONE DEI RIFIUTI E PRIME MISURE PER LA PREPARAZIONE AL RIUTILIZZO 1 INDICE 1. Introduzione: importanza

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DI ADESIONE ALL INIZIATIVA: LEITZ ICON Campagna Soddisfazione Garantita

TERMINI E CONDIZIONI DI ADESIONE ALL INIZIATIVA: LEITZ ICON Campagna Soddisfazione Garantita TERMINI E CONDIZIONI DI ADESIONE ALL INIZIATIVA: LEITZ ICON Campagna Soddisfazione Garantita Iniziativa promossa da Esselte Srl, con sede legale in Gorgonzola, Via Milano 35, 20064 (MI), P.IVA 00894090158,

Dettagli