Istruzioni operative per gestire le nuove Smart Card con sistema operativo Siemens (serial number 1401 )

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Istruzioni operative per gestire le nuove Smart Card con sistema operativo Siemens (serial number 1401 )"

Transcript

1 Volume 3 FIRMA DIGITALE Camera di Commercio di Reggio Emilia Istruzioni operative per gestire le nuove Smart Card con sistema operativo Siemens (serial number 1401 )

2 Sommario CAPITOLO 1 CAPITOLO 3 Introduzione 1 CardOS API Come sbloccare una smart card 6 CAPITOLO 2 CAPITOLO 4 Operazioni preliminari 3 Smart card di tipo Gestione

3 Capitolo 1 INTRODUZIONE Le nuove smart card con s.o. Siemens L e SmartCard utilizzate per la firma digitale e servizi di identificazione, utilizzano microprocessori basati su standard ISO : all'interno del chip sono implementate avanzate tecnologie crittografiche in un ambiente con standard di sicurezza molto restrittivi; in particolare consentono la crittografia RSA a chiave pubblica a 1024 bit con generazione Essendo un dispositivo di firma, la smart card è strettamente personale; essa viene abilitata al momento della registrazione, attraverso un codice (PIN) inserito direttamente dal titolare e che solo lui conosce. Di seguito riportiamo le caratteristiche principali delle smart card rilasciate dalla Camera di Commercio, riconoscibili dal numero di serie. PRODUTTORE Modello Numero di serie Caratteristiche NOTE Incard Sysgillo CryptoSmartcard Chip Setec (autocertificato) Memoria EEPROM: 16KB Sistema operativo SetCOS Max numero dei tentativi PIN: 7 Pin: da 5 a 8 cifre Sblocco non previsto Incard Sysgillo CryptoSmartcardE4H Chip Philips P8WE5032V0G (ITSEC E4) Memoria EEPROM: 32KB Sistema operativo STARCOS Max numero dei tentativi PIN: 3 Pin: da 6 a 8 digit, con pin di trasporto di 5 Sbloccabile dal sito Librerie disponibili anche in ambienti linux/mac Incard Sysgillo CardOS M Siemens Informatica Siemens M chip Infineon SLE66CX322P (CC EAL5) Memoria EEPROM: 32KB Sistema operativo Siemens CARDOS Max numero dei tentativi PIN: 3 Pin: da 5 a 8 digit chip Infineon SLE66CX320P (ITSEC E4) Memoria EEPROM: 32KB Sistema operativo CARDOS Max numero dei tentativi PIN: 3 Sbloccabile dal sito Librerie disponibili anche in ambienti linux/mac Sbloccabile attraverso il tool CARDOS API 2.2 1

4 Siemens Informatica Siemens M4.01a Eutron e-technology CryptoIdentity Token Incard InCrypto34 V Pin: da 5 a 8 digit chip Infineon SLE66CX322P (CC EAL5) Memoria EEPROM: 32KB Sistema operativo CARDOS Max numero dei tentativi PIN: 3 Pin: da 5 a 8 digit chip Infineon SLE66CX320P (ITSEC E4) Memoria EEPROM: 32KB Sistema operativo CARDOS Max numero dei tentativi PIN: 3 Pin: da 5 a 8 digit Chip STMicroelectronics (CC EAL4) Memoria EEPROM: 34KB Sistema operativo InCrypto34 Max numero dei tentativi PIN: 7 Pin: da 5 a 8 digit Sbloccabile attraverso il tool CARDOS API 2.2 Sbloccabile attraverso il tool CARDOS API 2.2 Le nuove smart card con sistema operativo Siemens CARDOS M4.01A su chip Infineon SLE&&CX322P, riconoscibili per il loro serial numeber 1401, necessitano per un corretto utilizzo del software CardOS API versione o successiva. Il tool CardOS API versione comprende PKCS#11 (il protocollo sviluppato da RSA Laboratories per la sicurezza di comunicazione con l hardware della smart card), il modulo CardOS_CSP per l importazione dei certificati di firma nel sistema e un programma chiamato PinManager. Questo pacchetto è necessario per tutte le operazioni di gestione delle smart card con serial number 1401, quali la verifica, il cambio e lo sblocco del codice PIN, la verifica e il cambio del codice PUK, l importazione dei certificati nel sistema e l utilizzazione del certificato di autenticazione per firmare la posta elettronica e per configurare il browser per la navigazione sicura SSL3. Di seguito le istruzioni operative per poter installare ed utilizzare correttamente il software CardOS API versione

5 Capitolo 2 OPERAZIONI PRELIMINARI All installazione di CardOS API versione P rima di procedere all installazione del tool CardOS API versione occorre controllare il livello di codifica del browser Microsoft Internet Explorer. Nel caso in cui il sistema della propria stazione non lo supporti, occorre procedere all installazione di High Encryption Pack per Internet Explorer. 2.1 Controllo del livello di codifica del browser Microsoft Internet Explorer Per controllare il livello di codifica del browser occorre procedere in questo modo: 1. Attivare Microsoft Internet Explorer; 2. Fare clic sul menu?, quindi selezionare il comando Informazioni su Internet Explorer ; 3. Controllare se il livello di codifica indicato nella finestra (Cipher Strenght nelle versioni in lingua inglese del browser) è 128-bit, come indicato in fig Fig. 1.1 Finestra Informazioni su Internet Explorer Se il livello di codifica indicato è inferiore, occorre installare High Encryption Pack. 3

6 2.2 Installazione di High Encryption Pack per Internet Explorer High Encryption Pack permette un ottimizzazione della protezione del proprio browser. Con la crittografia a 128-bit infatti High Encryption Pack per Microsoft Internet Explorer offre il più alto livello di protezione possibile quando si utilizzano carte di credito o si effettuano altri tipi di transazioni finanziare o riservate su Internet. High Encryption Pack è scaricabile dal sito dal catalogo Windows Update oppure dal sito Web Microsoft attraverso un aggiornamento del browser in uso all indirizzo a. Installazione di High Encryption Pack attraverso Windows Update. Nel catalogo di Windows Update è possibile eseguire ricerche per trovare aggiornamenti, quali file di sistema aggiornati, service pack, nuove funzionalità di Windows e driver di periferica, che potranno essere scaricati e in seguito installati in computer basati su Windows 95, Windows 98, Windows Millennium Edition, Windows 2000 e Windows XP. Per maggiori informazioni su Windows Update e su come effettuare download di aggiornamenti si può consultare l articolo Microsoft Knowledge How To: Scaricare aggiornamenti di Windows e driver dal catalogo di Windows Update. La procedura guidata permette di scaricare gli aggiornamenti più recenti per il sistema operativo installato sul computer in uso, fra cui, qualora non sia installato, High Encryption Pack. Per effettuare l aggiornamento occorre avviare la procedura guidata facendo clic sulla voce Analizza e proponi aggiornamenti (vedi fig. 1.2) Fig. 1.2 Procedura guidata per l analisi e la proposta di aggiornamenti per il sistema operativo di Windows Update. Il sistema procede ora a ricercare gli aggiornamenti disponibili, indicando lo stato di avanzamento dell operazione (vedi fig. 1.3). 4

7 Fig. 1.3 Stato di avanzamento della ricerca degli aggiornamenti disponibili. Una volta terminata la procedura, Windows Update segnala la disponibilità degli aggiornamenti per il computer in uso. Occorre procedere facendo clic sulla voce Verifica e installa aggiornamenti (vedi fig. 1.4). Fig. 1.4 Visualizzazione degli aggiornamenti disponibili. Windows Update elenca tutti gli aggiornamenti disponibili. Di ogni aggiornamento viene fornita la dimensione del download e una breve descrizione. Per informazioni più dettagliate si può fare clic sulla voce Ulteriori informazioni. Si possono deselezionare gli aggiornamenti che non interessano facendo clic sul pulsante Rimuovi. Una volta verificato l elenco degli aggiornamenti che si vogliono scaricare e installare nel computer, occorre fare clic sul pulsante Installa (vedi fig. 1.5). Controllare che fra gli aggiornamenti in elenco vi sia High Encryption Pack 5

8 per Microsoft Internet Explorer. Se si procede ad un aggiornamento generale del computer in uso, potrebbero essere compresi nell elenco aggiornamenti che richiedono un installazione separata rispetto agli altri e un riavvio del computer. A destra del pulsante Installa compare la dimensione totale dei download selezionati. Fig. 2.5 Verifica e selezione degli aggiornamenti disponibili. Prima di procedere al download e all installazione degli aggiornamenti selezionati, in una finestra di dialogo Windows Update chiede di accettare le condizioni del Contratto di Licenza supplementare con l Utente. Fare clic sul pulsante Accetta (vedi fig. 1.6). Fig. 1.6 Finestra di dialogo per l accettazione del Contratto di Licenza supplementare. 6

9 Windows Update procede quindi al download e successivamente all installazione degli aggiornamenti selezionati, indicando lo stato di avanzamento dell operazione (vedi fig. 1.7). Fig. 1.7 Finestra di dialogo per il download e l installazione degli aggiornamenti selezionati. Una volta terminata l installazione degli aggiornamenti, il sistema chiede di riavviare il computer. Fare clic sul pulsante OK per completare l operazione (vedi fig. 1.8). Fig. 1.8 Finestra di richiesta di riavvio del computer. Con il riavvio vengono completate le operazioni di aggiornamento del computer. b. Installazione di High Encryption Pack dal sito Web Microsoft Dal sito Web Microsoft è possibile effettuare il download e l installazione di High Encryption Pack per aggiornare il browser in uso oppure viene offerta la possibilità di scaricare un browser completamente nuovo. All indirizzo procedere ad effettuare il download, facendo clic sul pulsante Avanti (vedi fig. 1.9). Fig. 2.9 Schermata per il download e l installazione di High Encryption Pack. 7

10 Viene visualizzato l Addendum al Contratto di Licenza. Fare clic sul pulsante Accetto (vedi fig. 1.10). Fig Addendum al Contratto di Licenza Microsoft Selezionare dal menu a tendina la versione di Microsoft Internet Explorer installata sul computer in uso (vedi fig. 1.11). Per gli utenti di Windows NT, prima di procedere, occorre leggere l informazione per l aggiornamento facendo clic sulla voce Leggere qui. Fig Selezione della versione di Internet Explorer da aggiornare con High Encryption Pack. Una volta selezionata la versione di Internet Explorer da aggiornare, fare clic sul pulsante Avanti (vedi fig. 1.12). 8

11 Fig Download di High Encryption Pack per la versione di Internet Explorer selezionata. Si apre la finestra di download del file di installazione di High Encryption Pack. Fare clic sul pulsante Salva (vedi fig. 1.13). Fig Finestra di download del file di installazione di High Encryption Pack. Selezionare una cartella dove salvare il file di installazione di High Encryption Pack. Fare clic sul pulsante Salva (vedi fig ). Fig Salvataggio del file di installazione di High Encryption Pack. 9

12 Si procede quindi al download del file di di installazione di High Encryption Pack nella cartella selezionata (vedi fig. 1.15). Fig Download del file di installazione di High Encryption Pack. Per l installazione fare doppio clic sul file scaricato e seguire la procedura guidata. Il file, a seconda della versione di Internet Explorer da aggiornare, ha differente denominazione (quello indicato nella fig riguarda il supporto di crittografia avanzata per Internet Explorer 5.0 (x86). 10

13 Capitolo 3 CardOS API 2.2 Guida all installazione del file CardOS API 2.2 build66 P er procedere all installazione di Card OS API versione occorre preliminarmente scaricare il file CardOS_API_2_2_build66, estrarre i file compressi con WinZip e quindi procedere all installazione. 3.1 Download del file CardOS_API_2_2_build66 Il file compresso CardOS_API_2_2_build66 è disponibile all indirizzo seguendo il percorso Hardware, SmartCard e facendo clic infine sulla voce Installazione CARDOS API 2.2 (vedi fig. 2.1). Fig. 2.1 Procedure per il download del file CardOS_API_2_2_build66. Nella finestra della tabella di marcia per l installazione di CardOS API versione 2.2.0, fare clic sulla voce CardOS API 2.2 build66.zip (vedi fig. 2.2). 11

14 Fig Download del file CardOS_API_2_2_build66. Si apre la finestra di download del file CardOS_API_2_2_build66. Fare clic sul pulsante Salva (vedi fig. 2.3). Fig. 2.3 Finestra di download del file CardOS_API_2_2_build66. Selezionare una cartella dove salvare il file CardOS_API_2_2_build66. Fare clic sul pulsante Salva (vedi fig. 2.4). Fig Salvataggio del file di CardOS_API_2_2_build66. 12

15 Si procede quindi al download del file, che viene salvato nella cartella selezionata. 3.2 Scompattare il file compresso CardOS_API_2_2_build66 Prima di procedere a scompattare il file compresso CardOS_API_2_2_build66 appena scaricato occorre creare una cartella di appoggio CardOS nella directory C:\. Fare doppio clic quindi sull icona del file compresso appena scaricato Per poter scompattare il file zip occorre aver installato il programma WinZip. Se non si dispone del programma WinZip, lo si può scaricare gratuitamente dal sito facendo clic sul link omonimo nella colonna destra della finestra Software, (link Per estrarre i file compressi ). Fare clic sul pulsante I agree, se la versione di WinZip non è registrata (vedi fig.2.6). Fig. 2.6 Procedure per l estrazione dei file contenuti in CardOS_API_2_2_build66. Nella finestra di WinZip compaiono i file contenuti nel file zip CardOS_API_2_2_build66 scaricato. Fare clic sul menu Actions, quindi sul comando Select All per selezionare tutti i file (vedi fig. 2.7). Fig. 2.7 File contenuti in CardOS_API_2_2_build66. 13

16 Fare clic sull icona Extract nella barra degli strumenti per scompattare il contenuto del file zip (vedi fig. 2.8). Fig. 2.8 Selezione dei file contenuti in CardOS_API_2_2_build66 Nella finestra Extract che si apre, indicare nella casella Extract to la cartella nella quale estrarre i file (la cartella C:\CardOS precedentemente creata: vedi fig. 2.9). Fare clic quindi sul pulsante Extract. Fig Estrazione dei file contenuti in CardOS_API_2_2_build66 nella cartella C:\CardOS. Chiudere il programma WinZip. 3.3 Installazione di Siemens CardOS API Versione Per installare CardOS API versione occorre avere i privilegi di amministratore. Nella cartella C:\CardOS dove sono stati estratti i file, fare doppio clic sull icona del file Setup. InstallShield Wizard inizia la procedura guidata di installazione di CardOS API (vedi fig. 2.10). Fig Inizio della procedura guidata di installazione attraverso InstallShield Wizard. 14

17 Fare clic sul pulsante Next (vedi fig. 2.11). Fig Procedura di installazione di Siemens CardOS API versione Fare clic sul pulsante Next. Il programma di installazione seleziona di default la cartella C:\Programmi\Siemens. Se si vuole modificare tale cartella, occorre fare clic sul pulsante Browse e selezionare una cartella differente (vedi fig. 2.12). Fig Selezione della cartella di destinazione di Siemens CardOS API versione Il programma di installazione aggiunge una cartella Siemens nel menu Programmi di Start. Fare clic sul pulsante Next (vedi fig. 2.13). Fig Aggiunta della cartella Siemens al menu Programmi. 15

18 Appare una finestra di installazione in progress (vedi fig. 2.14). Fig Installazione di Siemens CardOS API versione La finestra successiva indica che l installazione è terminata (vedi fig. 3.16). Fare clic sul pulsante Finish. Alcuni sistemi operativi possono richiedere di riavviare il sistema. Fig Completamento della procedura di installazione di Siemens CardOS API versione Disinstallazione di Siemens CardOS API Versione Per disinstallare CardOS API, fare clic sul pulsante Start, quindi selezionare Impostazioni e Pannello di controllo. Nella finestra Pannello di controllo fare doppio clic sull icona Installazione applicazioni. Nell elenco applicazioni installate selezionare Siemens CardOS API Build 66 e fare clic sul pulsante Cambia/Rimuovi. 16

19 Fig Disinstallazione di Siemens CardOS API versione

20 Capitolo 4 Smart card di tipo Gestione delle nuove smart card U na volta installata l utility CardOS API versione 2.2.0, nella barra delle applicazioni compare l icona Siemens CardOS API che dà accesso ai servizi dell utility. Facendo clic con il pulsante destro del mouse sull icona Siemens CardOS API nella barra delle applicazioni, si apre il menu dell utility CardOS API (vedi fig. 3.1.). Tale menu presenta tre comandi: PIN PUK Management per la gestione della smart card (vedi infra e 4.2), ShowCertificateList, che mostra la lista dei certificati presenti sulla smart card (vedi 4.3) e About, che fornisce informazioni sull utility CardOS API (vedi 4.4). Fig. 3.1 Menu dell utility CardOS API versione Facendo clic sul comando PIN PUK Management del menu dell utility, si apre una sessione di lavoro. L utility è anche raggiungibile da Start / Programmi / Siemens /PINManager. Occorre inserire la smart card nel lettore e fare clic sul menu Smart Card e quindi sul comando Apri (vedi fig. 3.1). Fig. 3.2 Finestra di PinManager 18

21 La prima volta che si apre una sessione di lavoro con CardOS API, l utility PinManager richiede di selezionare il lettore installato. Nella finestra Seleziona un lettore di smart card occorre selezionare il lettore installato e fare clic sul pulsante Seleziona (vedi fig. 3.3). Fig. 3.3 Finestra di selezione del lettore di smart card. Una volta aperta la sessione, nella finestra di PinManager compariranno una serie di informazioni sulla smart card in uso, come in fig Fig. 3.4 Finestra di PinManager ad apertura di sessione con smart card. Dal menu Smart Card di PinManager si può aprire (comando Apri ) e chiudere (comando Chiudi ) una sessione di lavoro, ottenere informazioni sulla smart card inserita (comando Smartcard info ) e uscire dall applicazione 19

22 (comando Esci ). Dal menu Info si possono ottenere informazioni su PinManager (comando Info su PinManager ) e sulle versioni dei componenti di CardOS API (comando Info su CardOS API ). 4.1 Propagazione dei certificati CardOS API versione propaga automaticamente nel sistema i certificati memorizzati nella smart card. Quando viene introdotta una smart card del tipo 1401 nel lettore, CardOS API preleva automaticamente tutti i certificati presenti sul dispositivo di firma e li inserisce in Microsoft Certificate Store. Il processo di propagazione dei certificati è segnalato nell icona dell utility posta nella barra delle applicazioni: durante tale operazione infatti l icona si anima, muovendo la lente. Tale movimento cessa al termine del processo di propagazione. Questa caratteristica permette all utente di essere abilitato automaticamente all utilizzo della smart card per firmare la posta elettronica con Microsoft Outlook 2000 e Outlook Express e per la navigazione sicura SSL3 con Microsoft Internet Explorer. 4.2 PIN PUK Management PIN PUK Management è un utility per la gestione dei codici PIN e PUK della smart card. Con tale utility si può verificare e cambiare il codice PIN, sbloccare una smart card con PIN bloccato dopo tre tentativi consecutivi di digitazione di un PIN errato, verificare e modificare il codice PUK. Si ricorda che il codice PIN (Personal Identification Number) o codice segreto di accesso è un codice numerico segreto associato ad un dispositivo di firma che permette al titolare di accedere alle funzioni del dispositivo stesso. Per le smart card del tipo 1401 è un codice numerico segreto costituito da un minimo di 5 fino ad un massimo di 8 cifre. La personalizzazione di tale codice viene eseguita direttamente dall utente al termine del processo di memorizzazione delle chiavi per le smart card emesse in modalità ready card, per quei dispositivi di firma cioè rilasciati direttamente all utente titolare presso il Centro di Registrazione. Per le smart card emesse in modalità post card, per quei dispositivi di firma cioè rilasciati all utente titolare attraverso l intermediazione di un Incaricato della Registrazione, il codice PIN deve essere personalizzato, modificando il codice di attivazione costituito dalle ultime 5 cifre del codice segreto di revoca contenuto nella busta RRC, in un codice numerico costituito da un minimo di 5 (6 per le smart card del tipo 1202 ) fino ad un massimo di 8 cifre. Il codice PUK (Personal Unlocking Key) o codice segreto di sblocco è un codice numerico segreto che permette di ripristinare l'accesso al chip della smart card con l'introduzione di un nuovo codice PIN. Il codice PUK serve a sbloccare la smart card bloccata dopo tre tentativi errati di digitazione del codice PIN ed è un codice numerico costituito dalle ultime 8 cifre del codice segreto di revoca contenuto nella busta RRC. Facendo clic sul menu PIN di PINManagement, quindi sul comando Verifica, si può effettuare la verifica del codice PIN della smart card. Per verificare il codice PIN, occorre digitare il codice nella casella PIN: della finestra PIN Management e fare clic sul pulsante Verifica (vedi fig. 3.5). 20

23 Fig. 3.5 Finestra di verifica PIN di PinManagement. Facendo clic sul menu PIN di PINManagement, quindi sul comando Cambia si può effettuare la modifica del codice PIN della smart card. Tale operazione è necessaria per la personalizzazione delle smart card emesse in modalità post card. Nelle tre caselle della finestra Cambio PIN occorre digitare: 1. Codice PIN attuale (casella Vecchio: : per le smart card emesse in modalità post card da personalizzare occorre digitare in questa casella le ultime 5 cifre del codice di revoca contenuto nella busta RRC); 2. Codice PIN nuovo (casella Nuovo: : un codice numerico costituito da un minimo di 5 ad un massimo di 8 cifre); 3. Codice PIN nuovo una seconda volta (casella Conferma: : idem). Fare clic quindi sul pulsante Cambio PIN per rendere operativa la modifica (vedi fig. 3.6). Fig Finestra di cambio PIN di PinManagement. Facendo clic sul menu PIN di PINManagement, quindi sul comando Inizializza si può effettuare lo sblocco del codice PIN della smart card. Tale operazione è necessaria per sbloccare la smart card bloccata dopo tre tentativi errati di digitazione del codice PIN. Nelle tre caselle della finestra Inizializza PIN occorre digitare: 1. Codice PUK (casella PUK: ); 2. Codice PIN nuovo (casella Nuovo PIN: : un codice numerico costituito da un minimo di 6 ad un massimo di 8 cifre); 3. Codice PIN nuovo una seconda volta (casella Conferma: : idem). Fare clic quindi sul pulsante Inizializza PIN per rendere operativo lo sblocco e l inserimento del nuovo PIN (vedi fig. 3.7). 21

24 Fig Finestra di inizializzazione PIN di PinManagement. Facendo clic sul menu PUK di PINManagement, quindi sul comando Verifica, si può effettuare la verifica del codice PUK di sblocco della smart card. Per verificare l esattezza del codice PUK, occorre digitare il codice PUK nella casella PUK: della finestra PUK Management e fare clic sul pulsante Verifica (vedi fig. 3.8). Fig Finestra di verifica PUK di PinManagement. Facendo clic sul menu PUK di PINManagement, quindi sul comando Cambia si può effettuare la modifica del codice PUK di sblocco della smart card. L operazione è consigliata solo ad utenti avanzati. Nelle tre caselle della finestra Cambio PUK occorre digitare: 1. Codice PUK attuale (casella Vecchio: ); 2. Codice PUK nuovo (casella Nuovo: ); 3. Codice PUK nuovo una seconda volta (casella Conferma: ). Fare clic quindi sul pulsante Cambio PUK per rendere operativa la modifica (vedi fig. 4.10). 22

25 Fig Finestra di cambio PUK di PinManagement. Per le operazioni di revoca e di sospensione dei certificati memorizzati sulle smart card del tipo 1401, valgono le stesse procedure delle smart card del tipo 1201, 1202 e Tali operazioni possono essere effettuate sul sito nell area Prodotti e Servizi, facendo clic rispettivamente sulla voce Revoca e sulla voce Sospensione e seguendo la procedura guidata. 4.3 Show Certificate List Facendo clic con il pulsante destro del mouse sull icona Siemens CardOS API nella barra delle applicazioni, si apre il menu visto in precedenza. Facendo clic sul comando ShowCertificateList si apre la finestra Certificates List che riporta l elenco dei certificati memorizzati sulla smart card (vedi fig. 3.10). Nell elenco compariranno il certificato di sottoscrizione (identificato dal cognome e nome del soggetto titolare, dal codice fiscale e dallo IUT), il certificato di autenticazione, se presente (identificato dal cognome e nome del soggetto titolare e dallo IUT) e il certificato della Certification Authority. Fig Finestra di Show Certificate List. Selezionando uno dei certificati in elenco e facendo clic su Vedi Certificati si apre la finestra Vista del Certificato che riporta una serie di informazioni sul certificato in esame, quali il soggetto, l Autorità di Certificazione emittente, la data di emissione, la data di scadenza, l algoritmo della chiave pubblica e la chiave pubblica, l algoritmo di hash e altre informazioni tecniche. Selezionando una casella 23

26 dell elenco a discesa della finestra superiore, compariranno i dettagli del campo selezionato in quella inferiore (vedi fig. 3.11). Fig Finestra Vista del certificato di Show Certificate List. 4.4 Altre funzioni Facendo clic con il pulsante destro del mouse sull icona Siemens CardOS API nella barra delle applicazioni, si apre il menu visto in fig Facendo clic sul comando About, si ottengono informazioni generali sull utility installata (vedi fig. 3.12). Fig Finestra di About Per inserire i certificati della smart card nel sistema occorre servirsi del modulo CardOS_CSP, CardIntro presente nella cartella C:\Programmi\Siemens\CardOS_CSP Facendo doppio clic sull icona del file CardIntro, si apre la finestra per 24

27 l importazione dei certificati di firma (vedi fig. 3.13). Cliccando sul pulsante Avvio si inizia la procedura di importazione dei certificati. Fig Finestra di CardIntro per l importazione dei certificati nello store. Al termine della procedura di importazione, i certificati di firma saranno stati caricati nel sistema. 25

28 CAMERA DI COMMERCIO DI REGGIO EMILIA Firma Digitale Camera di Commercio di Reggio Emilia Ufficio per le Relazioni con il Pubblico Firma Digitale Piazza della Vittoria, Reggio Emilia Tel Fax

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Microsoft Windows 30/10/2014 Questo manuale fornisce le istruzioni per l'utilizzo della Carta Provinciale dei Servizi e del lettore di smart card Smarty sui sistemi operativi

Dettagli

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento minilector/usb minilector/usb...1 Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento...1 1. La segnalazione luminosa (led) su minilector lampeggia?... 1 2. Inserendo una smartcard il led si accende

Dettagli

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key.

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key. 1 Indice 1 Indice... 2 2 Informazioni sul documento... 3 2.1 Scopo del documento... 3 3 Caratteristiche del dispositivo... 3 3.1 Prerequisiti... 3 4 Installazione della smart card... 4 5 Avvio di Aruba

Dettagli

AUTENTICAZIONE CON CERTIFICATI DIGITALI MOZILLA THUNDERBIRD

AUTENTICAZIONE CON CERTIFICATI DIGITALI MOZILLA THUNDERBIRD AUTENTICAZIONE CON CERTIFICATI DIGITALI MOZILLA THUNDERBIRD 1.1 Premessa Il presente documento è una guida rapida che può aiutare i clienti nella corretta configurazione del software MOZILLA THUNDERBIRD

Dettagli

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Guida all Uso L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Cos è la Business Key La Business Key è una chiavetta USB portatile, facile da usare, inseribile

Dettagli

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli

Manuale installazione DiKe Util

Manuale installazione DiKe Util Manuale installazione DiKe Util Andare sul sito Internet: www.firma.infocert.it Cliccare su software nella sezione rossa INSTALLAZIONE: comparirà la seguente pagina 1 Selezionare, nel menu di sinistra,

Dettagli

Problema: al momento dell autenticazione si riceve il messaggio Certificato digitale non ricevuto Possibili cause: 1) La smart card non è una CNS e

Problema: al momento dell autenticazione si riceve il messaggio Certificato digitale non ricevuto Possibili cause: 1) La smart card non è una CNS e Problema: al momento dell autenticazione si riceve il messaggio Certificato digitale non ricevuto Possibili cause: 1) La smart card non è una CNS e non contiene il certificato di autenticazione: è necessario

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Guida all'installazione di SLPct Manuale utente Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Premessa Il redattore di atti giuridici esterno SLpct è stato implementato da Regione

Dettagli

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1 Glossario... 3 2 Presentazione... 4 3 Quando procedere al ripristino

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer

Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer 1. Prima emissione certificato 1 2. Rilascio nuovo certificato 10 3. Rimozione certificato 13 1. Prima emissione certificato Dal sito

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

Guida all utilizzo del dispositivo USB

Guida all utilizzo del dispositivo USB Guida all utilizzo del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1. Glossario... 3 2. Guida all utilizzo del dispositivo USB... 4 2.1 Funzionamento del

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione)

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione) CONFIGURAZIONE DELLA CASELLA DI POSTA ELETTRONICA La consultazione della casella di posta elettronica predisposta all interno del dominio patronatosias.it può essere effettuata attraverso l utilizzo dei

Dettagli

Firma Digitale Remota. Manuale di Attivazione, Installazione,Utilizzo

Firma Digitale Remota. Manuale di Attivazione, Installazione,Utilizzo Firma Digitale Remota Manuale di Attivazione, Installazione,Utilizzo Versione: 0.3 Aggiornata al: 02.07.2012 Sommario 1. Attivazione Firma Remota... 3 1.1 Attivazione Firma Remota con Token YUBICO... 5

Dettagli

SOLUZIONI PER ANOMALIE RISCONTRATE NELL USO DELLA PROCEDURA ON-LINE IMPOSSIBILITA DI ACCEDERE NELLA PROCEDURA ON-LINE

SOLUZIONI PER ANOMALIE RISCONTRATE NELL USO DELLA PROCEDURA ON-LINE IMPOSSIBILITA DI ACCEDERE NELLA PROCEDURA ON-LINE SOLUZIONI PER ANOMALIE RISCONTRATE NELL USO DELLA PROCEDURA ON-LINE IMPOSSIBILITA DI ACCEDERE NELLA PROCEDURA ON-LINE ESEGUIRE: MENU STRUMENTI ---- OPZIONI INTERNET --- ELIMINA FILE TEMPORANEI --- SPUNTARE

Dettagli

Autenticazione con CNS (Carta Nazionale dei Servizi) Configurazione e utilizzo con il portale GisMasterWeb (v1.02 del 09/07/2014)

Autenticazione con CNS (Carta Nazionale dei Servizi) Configurazione e utilizzo con il portale GisMasterWeb (v1.02 del 09/07/2014) Autenticazione con CNS (Carta Nazionale dei Servizi) Configurazione e utilizzo con il portale GisMasterWeb (v1.02 del 09/07/2014) La Carta Nazionale dei Servizi (CNS) è lo strumento attraverso il quale

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1. Manuale dell'utente

Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1. Manuale dell'utente Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1 Manuale dell'utente Registrazione del prodotto Se si registra il prodotto SMART, si verrà informati delle nuove funzionalità e aggiornamenti software disponibili. Registrazione

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

1. FileZilla: installazione

1. FileZilla: installazione 1. FileZilla: installazione Dopo aver scaricato e salvato (sezione Download >Software Open Source > Internet/Reti > FileZilla_3.0.4.1_win32- setup.exe) l installer del nostro client FTP sul proprio computer

Dettagli

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO...

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO... Modulo A Programmiamo in Pascal Unità didattiche 1. Installiamo il Dev-Pascal 2. Il programma e le variabili 3. Input dei dati 4. Utilizziamo gli operatori matematici e commentiamo il codice COSA IMPAREREMO...

Dettagli

Se il corso non si avvia

Se il corso non si avvia Se il corso non si avvia Ci sono quattro possibili motivi per cui questo corso potrebbe non avviarsi correttamente. 1. I popup Il corso parte all'interno di una finestra di popup attivata da questa finestra

Dettagli

Gestione posta elettronica (versione 1.1)

Gestione posta elettronica (versione 1.1) Gestione posta elettronica (versione 1.1) Premessa La presente guida illustra le fasi da seguire per una corretta gestione della posta elettronica ai fini della protocollazione in entrata delle mail (o

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

Guida Titolo firma con certificato remoto DiKe 5.4.0. Sottotitolo

Guida Titolo firma con certificato remoto DiKe 5.4.0. Sottotitolo Guida Titolo firma con certificato remoto DiKe 5.4.0 Sottotitolo Pagina 2 di 14 Un doppio clic sull icona per avviare il programma. DiKe Pagina 3 di 14 Questa è la pagina principale del programma DiKe,

Dettagli

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale InterWrite SchoolBoard è un software per lavagna elettronica di facile utilizzo. Può essere adoperata anche da studenti diversamente

Dettagli

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA Avvio di Atlas 2.x sul server CONTESTO La macchina deve rispecchiare le seguenti caratteristiche MINIME di sistema: Valori MINIMI per Server di TC con 10 postazioni d'esame

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 6 1.1 Informazioni sul software... 6

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Meeting

TeamViewer 8 Manuale Meeting TeamViewer 8 Manuale Meeting Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni

Dettagli

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com Guida alla configurazione della posta elettronica bassanonet.com 02 Guida alla configurazione della posta elettronica I programmi di posta elettronica consentono di gestire una o più caselle e-mail in

Dettagli

Procedura Import tracciato ministeriale

Procedura Import tracciato ministeriale Progetto SINTESI Dominio Provinciale Modulo Applicativo:COB Procedura Import tracciato ministeriale 1 INDICE 1 INTRODUZIONE... 3 2 LETTURA DEL FILE... 4 3 IMPORT DEI FILE... 10 4 VERIFICA DELLE BOZZE E

Dettagli

Boot Camp Guida di installazione e configurazione

Boot Camp Guida di installazione e configurazione Boot Camp Guida di installazione e configurazione Indice 3 Introduzione 4 Panoramica dell'installazione 4 Passo 1: Verificare la presenza di aggiornamenti 4 Passo 2: Per preparare il Mac per Windows 4

Dettagli

Comunicazione scuola famiglia

Comunicazione scuola famiglia Manuale d'uso Comunicazione scuola famiglia INFOZETA Centro di ricerca e sviluppo di soluzioni informatiche per la scuola Copyright InfoZeta 2013. 1 Prima di iniziare l utilizzo del software raccomandiamo

Dettagli

Come installare e configurare il software FileZilla

Come installare e configurare il software FileZilla Come utilizzare FileZilla per accedere ad un server FTP Con questo tutorial verrà mostrato come installare, configurare il software e accedere ad un server FTP, come ad esempio quello dedicato ai siti

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

WEB Conference, mini howto

WEB Conference, mini howto Prerequisiti: WEB Conference, mini howto Per potersi collegare o creare una web conference è necessario: 1) Avere un pc con sistema operativo Windows XP o vista (windows 7 non e' ancora certificato ma

Dettagli

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8 Creare e ripristinare immagine di con Windows 8 La versione Pro di Windows 8 offre un interessante strumento per il backup del computer: la possibilità di creare un immagine completa del, ovvero la copia

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

Obiettivo del Documento

Obiettivo del Documento La firma digitale Obiettivo del Documento L obiettivo di questo documento è quello di offrire una guida rapida all utilizzatore sullo strumento di firma digitale. Qualsiasi altro approfondimento su normative

Dettagli

Come installare un programma antivirus Pagina 1 di 5

Come installare un programma antivirus Pagina 1 di 5 Come installare un programma antivirus Pagina 1 di 5 Scopo della guida Per non compromettere lo stato di sicurezza del proprio computer, è indispensabile installare un programma antivirus sul PC. Informazione

Dettagli

MEGA Process. Manuale introduttivo

MEGA Process. Manuale introduttivo MEGA Process Manuale introduttivo MEGA 2009 SP4 1ª edizione (giugno 2010) Le informazioni contenute nel presente documento possono essere modificate senza preavviso e non costituiscono in alcun modo un

Dettagli

Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2

Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2 Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2 Manuale utente Data ultima revisione: 22/10/2008 Fondamenti di informatica Università Facoltà Corso di laurea Politecnico di Bari 1 a Facoltà di

Dettagli

Manuale di installazione e d uso

Manuale di installazione e d uso Manuale di installazione e d uso 1 Indice Installazione del POS pag. 2 Funzionalità di Base - POS Sagem - Accesso Operatore pag. 2 - Leggere una Card/braccialetto Cliente con il lettore di prossimità TeliumPass

Dettagli

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux.

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux. FAQ su GeCo Qual è la differenza tra la versione di GeCo con installer e quella portabile?... 2 Esiste la versione per Linux di GeCo?... 2 Quali sono le credenziali di accesso a GeCo?... 2 Ho smarrito

Dettagli

Guida rapida all uso di ECM Titanium

Guida rapida all uso di ECM Titanium Guida rapida all uso di ECM Titanium Introduzione Questa guida contiene una spiegazione semplificata del funzionamento del software per Chiputilizzare al meglio il Tuning ECM Titanium ed include tutte

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

Entrate... 11 Uscite... 11 Trasferimento... 11 Movimenti ricorrenti... 11 Movimenti suddivisi... 12

Entrate... 11 Uscite... 11 Trasferimento... 11 Movimenti ricorrenti... 11 Movimenti suddivisi... 12 Data ultima revisione del presente documento: domenica 8 maggio 2011 Indice Sommario Descrizione prodotto.... 3 Licenza e assunzione di responsabilità utente finale:... 4 Prerequisiti:... 5 Sistema Operativo:...

Dettagli

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido SISSI IN RETE Quick Reference guide guida di riferimento rapido Indice generale Sissi in rete...3 Introduzione...3 Architettura Software...3 Installazione di SISSI in rete...3 Utilizzo di SISSI in Rete...4

Dettagli

AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0

AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0 AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0 Con questo aggiornamento sono state implementate una serie di funzionalità concernenti il tema della dematerializzazione e della gestione informatica dei documenti,

Dettagli

ATLAS : Aula - COME ESEGUIRE UNA SESSIONE DEMO

ATLAS : Aula - COME ESEGUIRE UNA SESSIONE DEMO ATLAS : Aula - COME ESEGUIRE UNA SESSIONE DEMO Come eseguire una sessione DEMO CONTENUTO Il documento contiene le informazioni necessarie allo svolgimento di una sessione di prova, atta a verificare la

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

Porta di Accesso versione 5.0.12

Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 1 di 22 Controlli da effettuare in seguito al verificarsi di ERRORE 10 nell utilizzo di XML SAIA Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 2 di 22 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. VERIFICHE DA ESEGUIRE...3

Dettagli

Guida pratica di base

Guida pratica di base Adolfo Catelli Guida pratica di base Windows XP Professional Dicembre 2008 Sommario Accedere a Windows XP 4 Avviare Windows XP 4 Uscire da Windows XP 5 L interfaccia utente di Windows XP 6 Il desktop di

Dettagli

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA Supponiamo di voler eseguire una istantanea del nostro desktop, quella che in gergo si chiama Screenshot (da screen, schermo, e shot, scatto fotografico).

Dettagli

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati.

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. La prima colonna indica il tasto da premere singolarmente e poi rilasciare. La seconda e terza colonna rappresenta la combinazione dei i tasti da premere

Dettagli

Finanziamenti on line -

Finanziamenti on line - Finanziamenti on line - Manuale per la compilazione dei moduli di Gestione dei Progetti Finanziati del Sistema GEFO Rev. 02 Manuale GeFO Pagina 1 Indice 1. Introduzione... 4 1.1 Scopo e campo di applicazione...

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci Manuale di Remote Desktop Connection Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Il protocollo Remote Frame Buffer 6 3 Uso di Remote Desktop

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata Manuale di utilizzo del servizio Webmail di Telecom Italia Trust Technologies Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argomenti 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Obiettivi...

Dettagli

GESTIONE DELLA PROCEDURA

GESTIONE DELLA PROCEDURA Manuale di supporto all utilizzo di Sintel per Stazione Appaltante GESTIONE DELLA PROCEDURA Data pubblicazione: 17/06/2015 Pagina 1 di 41 INDICE 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo e campo di applicazione...

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

Setup e installazione

Setup e installazione Setup e installazione 2 Prima di muovere i primi passi con Blender e avventurarci nel vasto mondo della computer grafica, dobbiamo assicurarci di disporre di due cose: un computer e Blender. 6 Capitolo

Dettagli

SIMATIC FM 351. Getting Started Edizione 02/2000

SIMATIC FM 351. Getting Started Edizione 02/2000 SIATIC F 351 Getting Started Edizione 02/2000 Le presenti informazioni guidano l utente, sulla base di un esempio concreto articolato in cinque fasi, nell esecuzione della messa in servizio fino ad ottenere

Dettagli

MANUALE DI RIFERIMENTO

MANUALE DI RIFERIMENTO - Dominio Provinciale Tecnologia dei Processi UALE DI RIFERIMENTO Procedura COB Import tracciato Ministeriale Preparato da: Paolo.Meyer Firma Data Verificato da: Carlo di Fede Firma Data Approvato da:

Dettagli

Guida Così si aggiornano i programmi Microsoft

Guida Così si aggiornano i programmi Microsoft Guida Così si aggiornano i programmi Microsoft Informazione Navigare in Internet in siti di social network oppure in siti web che consentono la condivisione di video è una delle forme più accattivanti

Dettagli

Manuale Utente IMPORT IATROS XP

Manuale Utente IMPORT IATROS XP Manuale Utente IMPORT IATROS XP Sommario Prerequisiti per l installazione... 2 Installazione del software IMPORT IATROS XP... 2 Utilizzo dell importatore... 3 Report della procedura di importazione da

Dettagli

Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER

Installazione ed attivazione della SUITE OFFIS versione SERVER Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER Premessa La versione server di OFFIS può essere installata e utilizzata indifferentemente da PC/Win o Mac/Osx e consente l'accesso contemporaneo

Dettagli

Data warehouse.stat Guida utente

Data warehouse.stat Guida utente Data warehouse.stat Guida utente Versione 3.0 Giugno 2013 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 Il browser 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della

Dettagli

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme.

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme. Guida operatore del registratore TruVision Vista Live Sull immagine live dello schermo vengono visualizzati laa data e l ora corrente, il nome della telecamera e viene indicato se è in corso la registrazione.

Dettagli

INFORMATIVA FINANZIARIA

INFORMATIVA FINANZIARIA Capitolo 10 INFORMATIVA FINANZIARIA In questa sezione sono riportate le quotazioni e le informazioni relative ai titoli inseriti nella SELEZIONE PERSONALE attiva.tramite la funzione RICERCA TITOLI è possibile

Dettagli

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Il software descritto nel presente

Dettagli

[Operazioni Preliminari]

[Operazioni Preliminari] [Operazioni Preliminari] Si consiglia di leggere interamente questo manuale prima di procedere alle operazioni di aggiornamento del KeyB Organ. 1] Per aggiornare firmware, suoni e parametri del KeyB Organ

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente 2015 Seagate Technology LLC. Tutti i diritti riservati. Seagate, Seagate Technology, il logo Wave e FreeAgent sono marchi depositati o marchi registrati

Dettagli

INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02

INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02 INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02 Download Si può scaricare gratuitamente la versione per il proprio sistema operativo (Windows, MacOS, Linux) dal sito: http://www.codeblocks.org

Dettagli

Alb@conference GO e Web Tools

Alb@conference GO e Web Tools Alb@conference GO e Web Tools Crea riunioni virtuali sempre più efficaci Strumenti Web di Alb@conference GO Guida Utente Avanzata Alb@conference GO Per partecipare ad un audioconferenza online con Alb@conference

Dettagli

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers La procedura di installazione è divisa in tre parti : Installazione dell archivio MySql, sul quale vengono salvati

Dettagli

Procedura corretta per mappare con ECM Titanium

Procedura corretta per mappare con ECM Titanium Procedura corretta per mappare con ECM Titanium Introduzione: In questo documento troverete tutte le informazioni utili per mappare correttamente con il software ECM Titanium, partendo dalla lettura del

Dettagli

SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie [COB] Import massivo XML. ver. 1.0 del 14.05.2008 (ver. COB 3.13.01)

SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie [COB] Import massivo XML. ver. 1.0 del 14.05.2008 (ver. COB 3.13.01) SINTESI Comunicazioni Obbligatorie [COB] XML ver. 1.0 del 14.05.2008 (ver. COB 3.13.01) Questo documento è una guida alla importazione delle Comunicazioni Obbligatorie: funzionalità che consente di importare

Dettagli

Manuale d uso. Gestione Aziendale. Software per l azienda. Software per librerie. Software per agenti editoriali

Manuale d uso. Gestione Aziendale. Software per l azienda. Software per librerie. Software per agenti editoriali Manuale d uso Gestione Aziendale Software per l azienda Software per librerie Software per agenti editoriali 1997-2008 Bazzacco Maurizio Tutti i diritti riservati. Prima edizione: settembre 2003. Finito

Dettagli

GUIDA CONFIGURAZIONE ED UTILIZZO GPS SAFE COME ANTIFURTO PER MOTO

GUIDA CONFIGURAZIONE ED UTILIZZO GPS SAFE COME ANTIFURTO PER MOTO GUIDA CFIGURAZIE ED UTILIZZO GPS SAFE COME ANTIFURTO PER MOTO Sommario: Download ed aggiornamento firmware GPS SAFE... 3 Track Manager, download ed installazione.... 4 Configurazione GPS SAFE ed utilizzo

Dettagli

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL This project funded by Leonardo da Vinci has been carried out with the support of the European Community. The content of this project does not necessarily reflect the position of the European Community

Dettagli

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5 Guida introduttiva Rivedere i requisiti di sistema e seguire i facili passaggi della presente guida per distribuire e provare con successo GFI FaxMaker. Le informazioni e il contenuto del presente documento

Dettagli

LA POSTA ELETTRONICA

LA POSTA ELETTRONICA LA POSTA ELETTRONICA Nella vita ordinaria ci sono due modi principali di gestire la propria corrispondenza o tramite un fermo posta, creandosi una propria casella postale presso l ufficio P:T., oppure

Dettagli

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Un po di Storia ISP & Web Engineering ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Breve cenno sulla storia dell informatica: dagli albori ai giorni nostri; L evoluzione di Windows: dalla

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

EndNote Web. Quick Reference Card THOMSON SCIENTIFIC

EndNote Web. Quick Reference Card THOMSON SCIENTIFIC THOMSON SCIENTIFIC EndNote Web Quick Reference Card Web è un servizio online ideato per aiutare studenti e ricercatori nel processo di scrittura di un documento di ricerca. ISI Web of Knowledge, EndNote

Dettagli

CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE

CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE 1 SOMMARIO 1 OBIETTIVI DEL DOCUMENTO...3 2 OFFERTA DEL FORNITORE...4 2.1 LOG ON...4 2.2 PAGINA INIZIALE...4 2.3 CREAZIONE OFFERTA...6 2.4 ACCESSO AL DOCUMENTALE...8

Dettagli

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i!

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! Manuale Utente S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! INDICE INDICE... 3 INTRODUZIONE... 3 Riguardo questo manuale...3 Informazioni su VOLT 3 Destinatari 3 Software Richiesto 3 Novità su Volt...3

Dettagli

Iscrizione al ReGIndE. tramite il Portale dei Servizi Telematici

Iscrizione al ReGIndE. tramite il Portale dei Servizi Telematici Aste Giudiziarie Inlinea S.p.A. www.procedure.it Iscrizione al ReGIndE (Registro Generale degli Indirizzi Elettronici) tramite il Portale dei Servizi Telematici Vademecum operativo realizzato dalla società

Dettagli

ASTA IN GRIGLIA PRO. COSA PERMETTE DI FARE (per ora) Asta In Griglia PRO:

ASTA IN GRIGLIA PRO. COSA PERMETTE DI FARE (per ora) Asta In Griglia PRO: ASTA IN GRIGLIA PRO Asta in Griglia PRO è un software creato per aiutare il venditore Ebay nella fase di post-vendita, da quando l inserzione finisce con una vendita fino alla spedizione. Il programma

Dettagli

COPERTURA WI-FI (aree chiamate HOT SPOT)

COPERTURA WI-FI (aree chiamate HOT SPOT) Wi-Fi Amantea Il Comune di Amantea offre a cittadini e turisti la connessione gratuita tramite tecnologia wi-fi. Il progetto inserisce Amantea nella rete wi-fi Guglielmo ( www.guglielmo.biz), già attivo

Dettagli