ENIT - AGENZIA NAZIONALE DEL TURISMO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ENIT - AGENZIA NAZIONALE DEL TURISMO"

Transcript

1 U F F I C I O ENIT - AGENZIA NAZIONALE DEL TURISMO S T A M P A UFFICIO RELAZIONI ESTERNE, SVILUPPO E MANIFESTAZIONI RASSEGNA STAMPA N 39 del 26 febbraio 2010 ENIT AGENZIA NAZIONALE DEL TURISMO Via Marghera, Roma Tel Fax Cod. Fisc Part. IVA

2 Rassegna del 26/02/2010 GOVERNO 26/02/10 Padania Cota agli albergatori: nuova spinta al turismo - Nuova spinta per il turismo piemontese ENIT - AGENZIA 26/02/10 Sicilia Intervista a Nico Torrisi - Alberghi, i senza lavoro - Alberghi disoccupazione Grosso Fabio 1 Zermo Tony 3 dilagante 25/02/10 adnkronos.com MARZOTTO (ENIT), Olimpiadi occasione unica per Italia 25/02/10 TravellingiInterli Il Ministro Brambilla alla BIT: Golf essenziale 7 ne.it per la destagionalizzazione del turismo 22/02/10 Turismo e Obiettivo Governance Ester Ippolito 9 Attualità 28/02/10 qualitytravel online Riordino della "governance" 12 18/02/10 TTG Incoming dalla Germania: una ripresa ancora Cristina Peroglio 13 lenta 18/02/10 TTG Intervista a Marco Montini: "Adesso è necessario abbassare le tariffe" 25/02/10 Ansa Europa-Regioni: Puglia presenta collegamenti 17 Bruxelles-Bari 24/02/10 turismoefinanza. BIT 2010: Albonetti, dall'ue nuovi parametri 18 it per la balneabilità 25/02/10 ttgitalia.com Viterbo si promuove sugli operatori esteri alla 20 Btsa 25/02/10 ttgitalia.com Riccione si promuove sul mercato danese con il turismo attivo 26/02/10 marketpress.info D-Web: il turismo viaggia sempre più in rete 22 26/02/10 Quotidiano della Basilicata 26/02/10 Secolo XIX Savona 26/02/10 Corriere della Sera Roma ENTI LOCALI Nella rete del turismo itinerante De Meo Iranna 23 "Ora salviamo gli arenili" Silvia Andreetto 24 DICONO DI NOI The Indipendent loda Roma: "La più desiderata" ANDAMENTO TURISTICO /02/10 Nazione Turismo, è crisi profonda perse 227 mila Innocenti Marco A. 27 Montecatini presenze e finale di 2009 da tracollo 26/02/10 Nazione Pistoia In calo i turisti italiani. Crollano le presenze in Ceccarelli Patrizio 28 città e in montagna 26/02/10 Primo Piano Il turismo conferma il trend di positività Molise 28/02/10 Trend Bocca, Federalberghi: gennaio maledetto /02/10 TTG Outlet: il sogno italiano da comprare Cristina Peroglio 31 18/02/10 TTG Venti destinazioni shopping sulla mappa /02/10 Giorno - Carlino - Nazione STRUTTURA ALBERGHIERA Intervista a Ruggero Colombo - "Alberghi, non sempre il prezzo è giusto" Degli Esposti Massimo 36

3 L'INTERVISTA 26/02/10 Nazione Firenze Intervista a Riccardo Zucconi - "Alberghi Cini Letizia 37 chiusi, crisi infinita" - "Chiusi già cinquanta alberghi. Eppure la crisi viene ignorata" TURISMO WEB 18/02/10 TTG Incoming Italia, web al via Diego Remondino 39 26/02/10 Giornale della Toscana 25/02/10 Sueddeutsche Zeitung TRASPORTI Pullman turistici, tariffe record: Firenze più cara anche di Parigi DALL'ESTERO Gemelli Marco 40 Länger leben am Lago Kohl Margit 41

4 GOVERNO 1

5 GOVERNO 2

6 ENIT - AGENZIA 3

7 ENIT - AGENZIA 4

8 RASSEGNA WEB adnkronos.com Data Pubblicazione: 25-FEB-2010 ENIT - AGENZIA 5

9 RASSEGNA WEB adnkronos.com Data Pubblicazione: 25-FEB-2010 ENIT - AGENZIA 6

10 Il Ministro Brambilla alla Bit: Golf essenziale per la destagionalizzazione del turismo 25 febbraio 2010 Verranno stanziati 118 milioni di euro per i progetti di eccellenza e sarà, a breve, definito un disegno di legge apposito per dare sviluppo al turismo golfistico. Alla Bit 2010 si è parlato di golf e non solo perchè quest anno all interno della Borsa Internazionale del Turismo, c era un area dedicata completamente allo sport di mq denominata Bit Sportland, presenti tre grandi discipline dell outdoor come il golf, il ciclismo e il trekking. Ma soprattutto perchè sia il Ministro del Turismo Michela Vittoria Brambilla che Matteo Marzotto, presidente dell Enit, vedono nel golf lo strumento per destagionalizzare il turismo in Italia. E il primo anno che l Italia è al Bit con un proprio stand. All estero rappresentiamo stile, eleganza e raffinatezza e soprattutto cultura dell ospitalità. Bisogna che il Brand Italia ha spiegato il Ministro Brambilla sia diffuso in maniera unitaria. Il turismo muove il 10% del Pil. E un attività che necessita di sinergie con una complessa governance e occorre promuoverlo tutti insieme senza frammentazioni. Offriamo quello che altri non possono dare e abbiamo tenuto bene la nostra posizione a livello europeo con 77 milioni di turisti. Siamo la seconda destinazione continentale. Rispetto al 2008 ha continuato il Ministro Brambilla abbiamo avuto un 3,1% in meno di camere occupate, ma in relazione ad altri comparti abbiamo tenuto e ora vogliamo fare in modo che il turismo non sia solo stagionale. Il turismo deve essere un asset strategico. E un attività produttiva che non può essere delocalizzata, quindi abbiamo destinato 118 milioni di euro per progetti di eccellenza soprattutto quelli per destagionalizzare come il termale, il religioso e lo sportivo con molta attenzione ai campi da golf. Infatti a breve definiremo un disegno di legge apposito per dare sviluppo a questo specifico settore. Sulla stessa linea Matteo Marzotto: Il golf è uno strumento eccezionale per destagionalizzare, perché il favore del nostro clima permette di giocare tutto l anno. Al nord è già una realtà importante con tante strutture che possono far affluire i turisti interessati, che nel mondo sono tanti. Ma può essere anche una grande opportunità per il Sud. La visione del golf è molto diversa rispetto al passato: Non è più considerato come sport di nicchia o d elite, ma si sta diffondendo anche su altre categorie e per sviluppare il turismo in stagioni diverse il target ideale è quello della terza età. Inoltre, in un momento in cui c è una sensibilizzazione sempre maggiore verso l ambiente e la salute, il golf è vincente perchè si gioca in mezzo alla natura. Un mercato, quello del turismo all aria aperta, che muove 15 milioni di italiani. In complesso nel nostro paese il 59% della popolazione è attivo dal punto di vista sportivo, in particolare nel Nord Italia, e crea un business da 51 miliardi di euro, il 2,7-3% del Pil (fonte Censis). Nel 2009 in Italia l incidenza del turismo sportivo è stata del 19,4%. Di questa percentuale il 59,1% è dovuto alla domanda italiana. Destinazione leader il Trentino Alto Adige (52%). Gli stranieri hanno inciso per il rimanente 40,9% (38,8% europei e 2,1% extraeuropei). La Germania (28,4%) e l Austria (25,9%) sono i mercati con la maggiore incidenza di turismo sportivo, seguiti da Olanda (17,8%), Svizzera (15,3%) e Stati Uniti (15,2%). All interno del turismo sportivo il golf (stagione primavera-estate) ha una percentuale del 6,8% sul totale e segue il tennis con l 8,3%. In testa il nuoto con il 55,2% e il surf/windsurf con il 39,02%. ENIT - AGENZIA 7

11 Durante l inverno lo sport più praticato è lo sci (45,9%), quindi trekking (15,6%), ciclismo (9,5%), equitazione( 4,6%), tennis (3,5%) con il golf all 1%. Il canale che più riesce ad orientare le decisioni dei turisti è internet: nel 24,8% dei casi attraverso le informazioni disponibili e nel 18,2% grazie alla presenza di offerte in rete. I consigli delle agenzie di viaggi per lo sport sono decisivi per il 14,8% della domanda straniera e per il 6,6% di quella italiana. Da tenere d occhio le guide turistiche che all estero danno un indicazione della destinazione turistica per il 16,4% delle volte. In media la spesa pro-capite per vacanze sportive si attesta su 124 euro per il viaggio (79 euro per gli italiani e 195 euro per gli stranieri), 54 euro per l alloggio, 106 euro per chi acquista un pacchetto turistico (109 euro per gli stranieri, 100 per gli italiani). Ulteriori 55 euro per servizi in loco. Gli stranieri acquistano articoli di abbigliamento (21,2%), souvenir ( 16,4%), e prodotti dell enogastronomia locale per il 15,1%. ENIT - AGENZIA 8

12 ENIT - AGENZIA 9

13 ENIT - AGENZIA 10

14 ENIT - AGENZIA 11

15 Febbraio 2010 Riordino della governance Tutti concordi. E quanto emerso nell evento Turismo 4210 conclusosi giovedi a Roma, promosso da Confindustria. Il turismo ha bisogno di politiche economiche e strutturali che ne difendano la competitività e che creino le condizioni favorevoli perché le imprese possano investire in innovazione, formazione e qualità per internazionalizzare l offerta. Gli intervenuti hanno sottolineato la necessità di un riordino della governance, dal presidente di Federturismo John Winteler a Rutelli che è anche tornato sul nodo dell Iva e richiesto la chiusura dell ennesimo portale che ha definito inutile e obsoleto. Matteo Marzotto ha auspicato la rapida fine del commissariamento dell Enit che dovrebbe avere un nuovo Cda (ridotto a 9). Secondo Roberto Corbella, presidente Astoi, il turismo soffre di affollamento con 21 regioni, assessorati, enti di promozione, tra norme e leggi. Ingestibile! Il Ministro per il Turismo M.V. Brambilla rivendicando il coordinamento ha comunicato che sono stati sbloccati 118miliono di euro da tempo fermi e con le Regioni è stato condiviso un protocollo per dare vita a progetti pubblici e privati. Appuntamento in autunno per la realizzazione degli Stati generali del Turismo. ENIT - AGENZIA 12

16 ENIT - AGENZIA 13

17 ENIT - AGENZIA 14

18 ENIT - AGENZIA 15

19 ENIT - AGENZIA 16

20 ANSA Valle d'aosta 25/02/ :58 EUROPA-REGIONI: PUGLIA PRESENTA COLLEGAMENTI BRUXELLES-BARI (ANSA) - BRUXELLES, 25 FEB - La Regione Puglia ha presentato a Bruxelles i nuovi collegamenti dalla capitale europea per gli aeroporti di Bari e Brindisi attuati dal vettore low cost Ryanair. Si tratta di un'occasione per promuovere la Puglia sul mercato turistico belga, utilizzando in particolare per il periodo estivo la possibilità di voli diretti per le due località. Le opportunità a giornalisti e operatori del settore in Belgio sono state illustrate, riferisce una nota, dal rappresentante dell'enit per il Belgio e dall'assessore al turismo della Puglia Magda Terrevoli. (ANSA). ENIT - AGENZIA 17

21 24 febbraio 2010 Bit 2010: Albonetti, dall UE nuovi parametri per la balneabilità A MILANO IL CONVEGNO DI ASSOTURISMO TURISMO ITALIANO TRA PUBBLICO E PRIVATO Il patrimonio turistico italiano va salvaguardato, potenziato e amministrato al meglio. Per questo, pubblico e privato devono concertare. Lo ha affermato Claudio Albonetti, Presidente di Assoturismo-Confesercenti, in apertura del convegno Turismo italiano tra pubblico e privato. Opportunità di sviluppo o causa di debolezza?, promosso da Assoturismo a Milano il 19 febbraio in occasione della BIT 2010 (Borsa Internazionale del Turismo). La necessità di concertazione tra istituzioni pubbliche e imprese turistiche, espressa a gran voce da Albonetti, è stata condivisa dai Presidenti della Associazioni Confederate intervenuti all incontro: Filippo Donati (Asshotel), Amalio Guerra (Assoviaggi), Vincenzo Lardinelli (Fiba, Federazione Italiana Imprese Balneari). Pasquale Motta (Assocamping), e Gianmarco Rossi (Aiceb, Associazione Italiana Centri Benessere). Molti gli effetti negativi della mancanza di una governance del turismo in Italia: promo-commercializzazione spot e frammentata, politiche fiscali deboli e inadeguate, nessun piano di sviluppo infrastrutturale di ampio respiro e lungaggini burocratiche che rallentano gli investimenti nel settore. Più passa il tempo meno la concertazione viene attuata ha osservato Albonetti, pensando innanzitutto alla questione del demanio marittimo. Mentre noi lavoriamo a norme per incentivare chi da affittuario vuole diventare proprietario, la nuova direttiva europea prevede un rinnovo delle concessioni scadute partendo dalla base d asta, ha spiegato il Presidente di Assoturismo. In Italia il turismo balneare è il primo attrattore del flusso d ingressi e non prevedere che chi investe anche milioni di euro sulle spiagge possa farlo con una prospettiva di lungo periodo per poter ammortizzare le spese, è dequalificare il nostro turismo. Temi sensibili, per il comparto, che richiederebbero un maggior coordinamento tra le imprese nazionali e i rappresentanti degli interessi italiani in Europa. E Lardinelli ha rincarato, annunciando l arrivo di un altro provvedimento europeo che è destinato a irrigidire i parametri di balneabilità delle zone costiere e non prevede controlli successivi di revoca di un divieto fissato. Mutatis mutandis, la concertazione manca anche da noi. Tra istituzioni pubbliche e imprese, e ancor più tra Governo e Enti Locali sui reciproci spazi di competenza che interrompa lo spreco di tempo, soldi e risorse. Senza un ottica di sistema, ha sottolineato Mauro Di Dalmazio, Coordinatore degli Assessori Regionali al Turismo, sarà difficile far passare l idea che il turismo sia un comparto produttivo, da sostenere con una logica industriale. Mentre al settore serve un strategia trasversale di lungo periodo, che fornisca risorse sia in termini di sostegno, sui profili della leva fiscale, della equiparazione dei regimi Iva, delle azioni a sostegno degli ENIT - AGENZIA 18

22 operatori e dell imprenditoria turistica, che di definizione delle competenze e delle risorse da assegnare ai progetti di sviluppo. Regioni e Province hanno garantito la loro collaborazione per portare ordine nel settore e fare sistema specialmente col neo-nato Ministero del Turismo, nel rispetto delle reciproche autonomie ha sottolineato l on. Nicola Bono, delegato a cultura e turismo dell UPI (Unione Province Italiane). Eugenio Magnani, coordinatore della Struttura di Missione per il rilancio dell immagine dell Italia del Ministero, ha poi assicurato che saranno messe a disposizione delle imprese il Dipartimento, l Osservatorio, la Struttura di Missione e l Enit-Agenzia per avere un importante riferimento in più. Gli strumenti per mettere in campo una concertazione fattiva ci sarebbero ma non vengono sfruttati. Basterebbe attuare le disposizioni previste dalla legge 135/2001 di riordino del settore, ultimo grande esempio di concertazione in materia turistica, tra imprese e decisori pubblici, e tra maggioranza e opposizione. Il progetto dei Buoni Vacanze, origina da lì. Come pure i Sistemi Turistici locali che, finanziati dallo stato, dovevano riorganizzare totalmente il turismo sul territorio, aggregando pubblico e privato, ha affermato Albonetti. Ma de facto la logica di sistema alla base della 135 è stata vanificata dal malinteso senso dell autonomia regionale, che ha reso la situazione più ingovernabile di quanto fosse prima della legge stessa, ha aggiunto Bono. I numeri e il valore del turismo nel paese rendono fondamentale che la concertazione tra i vari attori si traduca dalla carta ai fatti. Esempi di best practice nell attuazione della 135 ce ne sono stati. E sono stati raggiunti risultati pregevoli ha concluso Albonetti quando si è davvero concertato. Sara Belardi ENIT - AGENZIA 19

23 Viterbo si promuove sugli operatori esteri alla Btsa 25/02/2010 È in programma a Viterbo, dal 4 al 7 marzo prossimo, la decima edizione della Btsa - Borsa del turismo sociale e associato, promossa da Cral Network by In Rete e dal Cat di Viterbo in collaborazione con l'assessorato al Turismo della Regione Lazio e con il supporto dell'enit. "Viterbo torna a promuovere la commercializzazione del prodotto turistico locale, su cui stiamo puntando con molte iniziative, a cominciare dalla promozione dell'offerta legata ai laghi, ai borghi storici e alle tradizioni enogastronomiche" ha sottolineato l'assessore al Turismo della Regione Lazio, Claudio Mancini. Il 6 marzo è previsto un workshop a cui prenderanno parte un centinaio di operatori della domanda di cui una quindicina provenienti dai tre Paesi di lingua tedesca (Germania, Austria e Svizzera), dalla Polonia e dai Paesi scandinavi (Svezia e Norvegia) e circa 350/400 operatori dell'offerta. Nei giorni della manifestazione si svolgerà anche un educational tour riservato agli operatori. ENIT - AGENZIA 20

24 RASSEGNA WEB ttgitalia.com Data Pubblicazione: 25-FEB-2010 ENIT - AGENZIA 21

25 Venerdì 26 Febbraio 2010 D-WEB: IL TURISMO VIAGGIA SEMPRE PIÙ IN RETE Il 31% degli italiani non ha un computer ed il 28% della popolazione non sa usare Internet, eppure in Italia gli acquisti online producono un giro d affari vicino ai 6 miliardi annui di Euro, di cui poco più della metà è generato dal turismo. Dati apparentemente contraddittori ma che testimoniano la vitalità dello strumento che andrà sempre più sfruttato per promuovere e vendere il Bel Paese nel mondo. È quanto ha affermato il Presidente di Confturismo-confcommercio Imprese per l Italia, Bernabò Bocca, durante il convegno organizzato da Confturismo dal titolo: D-web, Destination Websites Evaluation Benchmark: confronto tra i portali turistici delle destinazioni italiane e quelli delle grandi mete internazionali in collaborazione con il Master in Tourism Management dello Iulm, nell ambito della Bit in corso a Milano. L analisi dei portali turistici di 162 destinazioni a livello internazionale mostra che spesso le destinazioni emergenti registrano migliori performance in rete rispetto i grandi player del turismo mondiale -ha commentato Manuela de Carlo Direttore del Master in Tourism Management dell Università Iulm- Oltre metà dei casi analizzati fanno ricorso a pratiche di web 2. 0 anche se le potenzialità offerte dagli strumenti di comunicazione online sono ancora solo marginalmente sfruttate. Le città, le regioni e i paesi più efficaci in rete hanno realizzato forme di comunicazione interattiva orientata ai clienti, hanno segmentato in modo innovativo, hanno messo a punto sia offerte mirate a nuovi turismi di nicchia che tool rivolti ai grandi intermediari del turismo organizzato ed il D- web, messo a punto in questo progetto pilota all interno del Master, può diventare uno strumento utile ai responsabili dello sviluppo turistico di regioni e città italiane per formulare strategie di comunicazione online e monitorare la posizione delle loro destinazioni rispetto ai migliori player internazionali Lo studio di Iulm identifica quelli delle Regioni come i portali italiani che mediamente presentano le migliori performance di attrattività -ha sostenuto da parte sua la Presidente di Federviaggio-confturismo, Maria Concetta Patti- Il ruolo principale del portale Italia deve quindi essere quello di mettere a sistema - secondo schemi che siano logici per i potenziali turisti di tutto il mondo - le conoscenze che già si trovano nei portali territoriali senza duplicare i contenuti di questi ultimi. È necessario dunque che il web leghi in maniera sinergica l attività istituzionale pubblica e di promozione del Paese con quella commerciale privata, poiché solo se l azione di entrambe converge sinergicamente su un unico strumento avremo una promozione valida ed un effetto positivo tangibile sull economia turistica. L italia -ha proseguito Bocca- deve dunque lavorare ad un rapido ed urgente riassetto degli organismi preposti alla promozione e commercializzazione del nostro turismo ed in questa ottica una sinergia tra le sedi Enit all estero e gli uffici dell Ice sarebbe quanto mai auspicabile per ottimizzare un risultato dal duplice effetto: abbattere e razionalizzare da un lato i costi di gestione degli sportelli che nel mondo devono vendere l Italia turistica, accentrare dall altro in sedi uniche competenze similari finora svolte da personale diverso ed alle volte con modalità contrastanti. Oggi l industria dei settore -ha poi aggiunto Maria Concetta Patti- chiede un approfondimento ed un rilancio attraverso una politica congiunta ed uno degli elementi importanti in cui in questi ultimi 5 anni abbiamo creduto era la realizzazione del portale Italia, dico era perché ad oggi non abbiamo ancora una versione definitiva con i risultati auspicati. In definitiva -ha concluso Bocca- nell immediato ci sembra indispensabile chiedere al Governo l apertura di un tavolo dedicato alle questioni del turismo che vanno dalla promozione al fisco, passando attraverso la redistribuzione anche al turismo degli incentivi alle imprese e ad una politica di salvaguardia e miglioramento professionale continuo della forza lavoro del settore.. ENIT - AGENZIA 22

26 ENTI LOCALI 23

27 ENTI LOCALI 24

28 ENTI LOCALI 25

29 DICONO DI NOI 26

30 ANDAMENTO TURISTICO 27

31 ANDAMENTO TURISTICO 28

32 ANDAMENTO TURISTICO 29

33 ANDAMENTO TURISTICO 30

34 ANDAMENTO TURISTICO 31

35 ANDAMENTO TURISTICO 32

36 ANDAMENTO TURISTICO 33

37 ANDAMENTO TURISTICO 34

38 ANDAMENTO TURISTICO 35

39 STRUTTURA ALBERGHIERA 36

40 L'INTERVISTA 37

41 L'INTERVISTA 38

42 TURISMO WEB 39

43 TRASPORTI 40

44 DALL'ESTERO 41

45 DALL'ESTERO 42

46 DALL'ESTERO 43

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO in collaborazione con LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO Ottobre 2011 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Versione: 1.0 Quadro

Dettagli

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO Gennaio 2014 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Versione: 1.0 Quadro dell opera: Termine

Dettagli

La Toscana del turismo tra crisi e capacità competitiva Enrico Conti Firenze, 8 luglio 2015

La Toscana del turismo tra crisi e capacità competitiva Enrico Conti Firenze, 8 luglio 2015 Turismo & Toscana La Toscana del turismo tra crisi e capacità competitiva Enrico Conti Firenze, 8 luglio 2015 Il turismo nell economia Toscana Nel 2014 oltre 43,5 milioni di presenze ufficiali (+ 3 milioni

Dettagli

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO in collaborazione con LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO Gennaio 2013 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Versione: 1.0 Quadro

Dettagli

INDAGINE SULLE PRENOTAZIONI/PRESENZE NELLE AREE TURISTICHE E SUI SEGMENTI DI PRODOTTO

INDAGINE SULLE PRENOTAZIONI/PRESENZE NELLE AREE TURISTICHE E SUI SEGMENTI DI PRODOTTO in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO INDAGINE SULLE PRENOTAZIONI/PRESENZE NELLE AREE TURISTICHE E SUI SEGMENTI DI PRODOTTO Maggio 2010 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T.

Dettagli

ENIT - AGENZIA NAZIONALE DEL TURISMO

ENIT - AGENZIA NAZIONALE DEL TURISMO U F F I C I O ENIT - AGENZIA NAZIONALE DEL TURISMO S T A M P A UFFICIO RELAZIONI ESTERNE, SVILUPPO E MANIFESTAZIONI RASSEGNA STAMPA N 244 del 18 dicembre 2009 ENIT AGENZIA NAZIONALE DEL TURISMO Via Marghera,

Dettagli

Attrattività e immagine di alcune aree turistiche italiane

Attrattività e immagine di alcune aree turistiche italiane RISORSE NATURALI E CULTURALI COME ATTRATTORI QSN 2007-2013 Attrattività e immagine di alcune aree turistiche italiane Roma, 28 settembre 2005 INDAGINI DOXA PER IL MINISTERO ATTIVITA PRODUTTIVE - PON ATAS

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO ESTATE 2006, IL TURISMO IN ITALIA HA PIU VELOCITA : PIU PRODOTTI PER PIU TURISTI SOPRATTUTTO STRANIERI 3 Rapporto Indagine sulle prenotazioni/presenze nelle

Dettagli

U F F I C I O S T A M P A RASSEGNA STAMPA

U F F I C I O S T A M P A RASSEGNA STAMPA ENIT - AGENZIA NAZIONALE DEL TURISMO U F F I C I O S T A M P A RASSEGNA STAMPA N 180 del 22 settembre 20 ENIT AGENZIA NAZIONALE DEL TURISMO Via Marghera, 2-00185 Roma Tel. +39 06 4971327 - Fax +39 06 49713

Dettagli

ENIT - AGENZIA NAZIONALE DEL TURISMO

ENIT - AGENZIA NAZIONALE DEL TURISMO U F F I C I O ENIT - AGENZIA NAZIONALE DEL TURISMO S T A M P A UFFICIO RELAZIONI ESTERNE, SVILUPPO E MANIFESTAZIONI RASSEGNA STAMPA N 7 del 13 gennaio 2010 ENIT AGENZIA NAZIONALE DEL TURISMO Via Marghera,

Dettagli

MeetingLuxury Il Workshop dedicato all offerta lusso italiana. Lugano,

MeetingLuxury Il Workshop dedicato all offerta lusso italiana. Lugano, MeetingLuxury Il Workshop dedicato all offerta lusso italiana. Lugano, 1 novembre 2013 [pag. 2] Perché partecipare ai Workshop Meeting Italy [pag. 3] I buyer che partecipano ai Workshop Meeting Italy [pag.

Dettagli

Turismo Veneto: il lago di Garda. Giovanni Altomare Direttore Federalberghi Garda Veneto Verona, 4 maggio 2012

Turismo Veneto: il lago di Garda. Giovanni Altomare Direttore Federalberghi Garda Veneto Verona, 4 maggio 2012 Turismo Veneto: il lago di Garda Giovanni Altomare Direttore Federalberghi Garda Veneto Verona, 4 maggio 2012 Il turismo in Italia Il turismo in Italia rappresenta il 9,5% del PIL, oltre 130 miliardi di

Dettagli

Estate 2011 Prospettive per il turismo in Toscana. Progetto Check Markets. in collaborazione con il Centro Studi Turistici.

Estate 2011 Prospettive per il turismo in Toscana. Progetto Check Markets. in collaborazione con il Centro Studi Turistici. Estate 2011 Prospettive per il turismo in Toscana Alberto Peruzzini Progetto Check Markets in collaborazione con il Centro Studi Turistici Dirigente Servizio Turismo Toscana Promozione Firenze, 20 giugno

Dettagli

La vendita dei viaggi organizzati nella destinazione Italia nel 2014 e le previsioni per il 2015: i grandi buyer internazionali

La vendita dei viaggi organizzati nella destinazione Italia nel 2014 e le previsioni per il 2015: i grandi buyer internazionali La vendita dei viaggi organizzati nella destinazione Italia nel 2014 e le previsioni per il 2015: i grandi buyer internazionali Il sistema dei viaggi organizzati nel mondo e verso l Italia Il sistema dei

Dettagli

U F F I C I O S T A M P A RASSEGNA STAMPA

U F F I C I O S T A M P A RASSEGNA STAMPA ENIT - AGENZIA NAZIONALE DEL TURISMO U F F I C I O S T A M P A RASSEGNA STAMPA N 111 del 16 giugno 20 ENIT AGENZIA NAZIONALE DEL TURISMO Via Marghera, 2-00185 Roma Tel. +39 06 4971327 - Fax +39 06 49713

Dettagli

Piano nazionale del Turismo

Piano nazionale del Turismo Piano nazionale del Turismo 5 azioni per raddoppiare il PIL del turismo C o n f e r e n z a s t a m p a 22 settembre 2010 Emma Marcegaglia, Presidente di Confindustria Daniel John Winteler, Presidente

Dettagli

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE OSSERVATORIO TURISTICO DELLA REGIONE MARCHE INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Settembre 2014 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Committente: Unioncamere Marche Termine

Dettagli

La domanda tiene, ma la crisi emerge

La domanda tiene, ma la crisi emerge La domanda tiene, ma la crisi emerge Sintesi del II Rapporto sulla Competitività e attrattività del sistema turistico Gardesano Roberta Apa Luciano Pilotti, Alessandra Tedeschi-Toschi Università di Milano

Dettagli

ENIT - AGENZIA NAZIONALE DEL TURISMO SEDE CENTRALE. A cura dell Ufficio Studi, Programmazione e Marketing

ENIT - AGENZIA NAZIONALE DEL TURISMO SEDE CENTRALE. A cura dell Ufficio Studi, Programmazione e Marketing L Italia nel contesto internazionale A cura dell Ufficio Studi, Programmazione e Marketing I primi dati provvisori dell Organizzazione Mondiale del Turismo relativi all anno 2006 confermano il trend positivo

Dettagli

Sezione Industria del Turismo e del Tempo Libero

Sezione Industria del Turismo e del Tempo Libero Sezione Industria del Turismo e del Tempo Libero Programma di Attività 2011-2015 2015 ROBERTO N. RAJATA 12 maggio 2011 Introduzione Il turismo nella Regione Lazio è profondamente mutato nel corso degli

Dettagli

Intervento Presidente Roberto Manzoni CONFERENZA REGIONALE SUL TURISMO Modena, 29 novembre 2013

Intervento Presidente Roberto Manzoni CONFERENZA REGIONALE SUL TURISMO Modena, 29 novembre 2013 Intervento Presidente Roberto Manzoni CONFERENZA REGIONALE SUL TURISMO Modena, 29 novembre 2013 La lunga crisi economica che ha colpito pesantemente il nostro Paese e con gradi diversi l economia internazionale

Dettagli

VisitItaly Il Workshop dedicato all intera offerta turistica italiana. Lugano,

VisitItaly Il Workshop dedicato all intera offerta turistica italiana. Lugano, VisitItaly Il Workshop dedicato all intera offerta turistica italiana. Lugano, 1 novembre 2013 [pag. 2] Perché partecipare ai Workshop Meeting Italy [pag. 3] I buyer che partecipano ai Workshop Meeting

Dettagli

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

Progetto. promo-commercializzazione. TurismoFVG 2010

Progetto. promo-commercializzazione. TurismoFVG 2010 Progetto promo-commercializzazione TurismoFVG 2010 Obiettivi generali del progetto Progetto per la realizzazione di un programma di commercializzazione del prodotto turistico della Regione Friuli Venezia

Dettagli

Regione Puglia Assessorato Turismo e Industria Alberghiera LE NUOVE STRATEGIE PER LO SVILUPPO TURISTICO REGIONALE

Regione Puglia Assessorato Turismo e Industria Alberghiera LE NUOVE STRATEGIE PER LO SVILUPPO TURISTICO REGIONALE Regione Puglia Assessorato Turismo e Industria Alberghiera Bari, 23 maggio 2008 LE NUOVE STRATEGIE PER LO SVILUPPO TURISTICO REGIONALE CLAUDIO CIPOLLINI Direttore Generale Retecamere LA PUGLIA IERI 2 LA

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO Unioncamere Unione Italiana delle Camere di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO ESTATE 2005: 2 Rapporto Indagine sulle prenotazioni/presenze nelle

Dettagli

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Osservatorio turistico della provincia di Pavia INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Rapporto annuale Settembre 2009 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Committente: CCIAA

Dettagli

Programmazione 2016. Alberto Peruzzini - Direttore

Programmazione 2016. Alberto Peruzzini - Direttore Programmazione 2016 Alberto Peruzzini - Direttore Firenze, 19 Aprile 2016 2 Agenda Considerazioni introduttive Lo scenario: congiuntura e tendenze dei mercati La strategia complessiva Gli strumenti Linee

Dettagli

DIRITTO DEL TURISMO LA DISCIPLINA DEL TURISMO NELLA REGIONE PUGLIA

DIRITTO DEL TURISMO LA DISCIPLINA DEL TURISMO NELLA REGIONE PUGLIA 1 LA DISCIPLINA DEL TURISMO NELLA REGIONE PUGLIA 2 I PRINCIPALI RIFERIMENTI NORMATIVI L.R. n. 28/78 Interventi della Regione per la promozione del turismo pugliese L.R. n. 12/89 Incentivazione regionale

Dettagli

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE GIAPPONESE

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE GIAPPONESE per Osservatorio Nazionale del turismo INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE GIAPPONESE Maggio 2008 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. scpa Committente: Versione: 1.0 Quadro

Dettagli

Obiettivo Russia: Quadro della domanda turistica. Russia: alcuni dati statistici CONSTAT CONSTAT. Mo sca. 600 miliardi USD RUBLO CAPITALE

Obiettivo Russia: Quadro della domanda turistica. Russia: alcuni dati statistici CONSTAT CONSTAT. Mo sca. 600 miliardi USD RUBLO CAPITALE Obiettivo Russia: Quadro della domanda turistica Russia: alcuni dati statistici CAPITALE Mo sca SUPERFICIE (kmq) 17 075 200 POPOLAZIONE 143 500 000 P.I.L. 600 miliardi USD TASSO DI INFLAZIONE 11,7 MONETA

Dettagli

Turismo italiano: un'industria senza governo

Turismo italiano: un'industria senza governo Turismo italiano: un'industria senza governo «In Italia dichiara il Prof. Gian Maria Fara, Presidente dell Eurispes è tutto maledettamente più complicato che altrove, non solo perché siamo il paese leader

Dettagli

Intervento del Dott. Pier Giorgio Togni Direttore Generale Turismo

Intervento del Dott. Pier Giorgio Togni Direttore Generale Turismo 30 settembre 1 ottobre 2006 Montesilvano - Pescara Intervento del Dott. Pier Giorgio Togni Direttore Generale Turismo III CONFERENZA ITALIANA PER IL TURISMO 30 settembre 1 ottobre 2006 Montesilvano-Pescara

Dettagli

Imago Report mercato turistico

Imago Report mercato turistico Imago Report mercato turistico REPORT SULLE NUOVE TENDENZE DEL TURISTA ITALIANO ED ESTERO FOCUS SUL TURISTA ENOGASTRONOMICO 22 LUGLIO 2015 Indice: I principali trend del turismo in Italia Il turista ESTERO

Dettagli

Giuseppe Scanu Il marketing territoriale per un possibile sviluppo del turismo in Marmilla

Giuseppe Scanu Il marketing territoriale per un possibile sviluppo del turismo in Marmilla Giuseppe Scanu Il marketing territoriale per un possibile sviluppo del turismo in Marmilla Setzu, 17 Ottobre 2015 LA MARMILLA: UNA GEOGRAFIA COMPLESSA 2 Sub regioni 44 Comuni 950 Kmq di superficie 37.322

Dettagli

Osservatorio Turistico

Osservatorio Turistico Osservatorio Turistico Turismo: congiuntura, profilo della domanda, identikit e bisogni delle imprese savonesi Savona, 4 febbraio 2005 ISNART S.c.p.A. Chi è Cosa fa Mercato Istituto Nazionale Ricerche

Dettagli

REPORT MERCATO TURISTICO

REPORT MERCATO TURISTICO REPORT MERCATO TURISTICO Report sulle nuove tendenze del turismo italiano ed estero Focus sul turista enogastronomico 22 luglio 2015 INDICE Trend del turismo estero in Italia.. pag. 3 Trend del turismo

Dettagli

Newsletter. Abruzzo Promozione Turismo Azienda di Promozione Turistica Regione Abruzzo

Newsletter. Abruzzo Promozione Turismo Azienda di Promozione Turistica Regione Abruzzo Newsletter Abruzzo Promozione Turismo Azienda di Promozione Turistica Regione Abruzzo Spett.li Consorzio ed Associazioni Turistiche di Operatori Turistici Operatori dell incoming Operatori Incoming Imprenditori

Dettagli

giovedì 17 febbraio 2011

giovedì 17 febbraio 2011 giovedì 17 febbraio 2011 Rassegna del 17/02/2011 GOVERNO Stampa I premi Excellent... 1 Italia Oggi Brambilla, ministro Excellent... 2 Tempo Lazio Anche la città termale si mette in mostra... 3 ENIT - AGENZIA

Dettagli

Il turismo incoming: situazione attuale e prospettive. Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche

Il turismo incoming: situazione attuale e prospettive. Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche Il turismo incoming: situazione attuale e prospettive Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche Milano, 10 febbraio 2016 Turismo incoming in crescita progressiva Arrivi di turisti negli esercizi ricettivi

Dettagli

L innovazione e l internazionalizzazione del turismo in Puglia nel 2013

L innovazione e l internazionalizzazione del turismo in Puglia nel 2013 L innovazione e l internazionalizzazione del turismo in Puglia nel 2013 Misurare in tempo reale la competitività della destinazione Puglia e monitorare le variazioni quali/quantitative dei flussi turistici

Dettagli

Il peso del turismo nell economia Toscana

Il peso del turismo nell economia Toscana Turismo & Toscana Il turismo in Toscana: un modello export led alla prova della crisi Enrico Conti Firenze, 13 giugno 2014 Il peso del turismo nell economia Toscana Nel 2013 oltre 43 milioni di presenze

Dettagli

I PROGETTI INTERREGIONALI IN AMBITO TURISTICO

I PROGETTI INTERREGIONALI IN AMBITO TURISTICO I PROGETTI INTERREGIONALI IN AMBITO TURISTICO I Progetti interregionali dell Assessorato al Turismo Nell ottica di valorizzazione e di una maggiore fruibilità di siti e beni a carattere storicoartistico,

Dettagli

Il movimento turistico in provincia di Pistoia. anno 2013

Il movimento turistico in provincia di Pistoia. anno 2013 Il movimento turistico in provincia di Pistoia anno 2013 Francesco Spinetti Lucia Capecchi Provincia di Pistoia Servizio Sviluppo Economico e Statistica Pistoia 20.5.2014 il notiziario sul turismo Il notiziario

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO Unioncamere Unione Italiana delle Camere di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO PASQUA 2004: GERMOGLI DI RIPRESA 1 Rapporto Indagine sulle prenotazioni/presenze

Dettagli

Newsletter VisitItaly in lingua italiana, tedesca e inglese. Il mezzo più veloce per raggiungere il proprio target di riferimento

Newsletter VisitItaly in lingua italiana, tedesca e inglese. Il mezzo più veloce per raggiungere il proprio target di riferimento Newsletter VisitItaly in lingua italiana, tedesca e inglese. Il mezzo più veloce per raggiungere il proprio target di riferimento [pag. 2] Cos è la Newsletter di VisitItaly [pag. 3] Perché promuoversi

Dettagli

Destinazione Italia SCENARI DEL TURISMO

Destinazione Italia SCENARI DEL TURISMO Destinazione Italia I viaggi organizzati verso il nostro Paese mostrano segnali positivi di ripresa. Premiata la qualità e la varietà dell offerta. Meglio se certificate testo e foto di Aura Marcelli Cresce

Dettagli

Il Nuovo Giornale di Modena. Appennino Modena, stagione in chiaroscuro. La neve condiziona il turismo, più presenze da febbraio in poi

Il Nuovo Giornale di Modena. Appennino Modena, stagione in chiaroscuro. La neve condiziona il turismo, più presenze da febbraio in poi Il Nuovo Giornale di Modena Appennino Modena, stagione in chiaroscuro. La neve condiziona il turismo, più presenze da febbraio in poi Appennino Modena, stagione in chiaroscuro. La neve condiziona il turismo,

Dettagli

Il turismo in Puglia nel 2011

Il turismo in Puglia nel 2011 Il turismo in Puglia nel 2011 Key words Internazionalizzazione Consolidamento Innovazione A cura di: Osservatorio del Turismo della Regione Puglia PUGLIA 2011: INTERNAZIONALIZZAZIONE E CONSOLIDAMENTO La

Dettagli

UFFICIO RELAZIONI ESTERNE SVILUPPO E MANIFESTAZIONI PROT. UREM/n.

UFFICIO RELAZIONI ESTERNE SVILUPPO E MANIFESTAZIONI PROT. UREM/n. UFFICIO RELAZIONI ESTERNE SVILUPPO E MANIFESTAZIONI PROT. UREM/n. ENIT - AGENZIA NAZIONALE DEL TURISMO SEDE CENTRALE Roma, - Assessorati Turismo e APT Regionali - Province Autonome e APT Provinciali di

Dettagli

LA FASE CONGIUNTURALE DEL MERCATO

LA FASE CONGIUNTURALE DEL MERCATO Firenze 8 luglio 2015 Dott. Alberto Peruzzini LA FASE CONGIUNTURALE DEL MERCATO Crescita sostenuta nei primi cinque mesi del 2015, trainata dalla domanda straniera malgrado le incognite del quadro internazionale

Dettagli

STRATEGIE REGIONALI DELLA PROMOZIONE TURISTICA

STRATEGIE REGIONALI DELLA PROMOZIONE TURISTICA STRATEGIE REGIONALI DELLA PROMOZIONE TURISTICA Marzia Baracchino Responsabile Settore promozione Turistica PIANO STRATEGICO REGIONALE per il TURISMO PIANO STRATEGICO REGIONALE per il TURISMO miglioramento

Dettagli

Piani integrati per lo sviluppo locale. Progetti di marketing territoriale. Progettazione e start-up di Sistemi Turistici Locali

Piani integrati per lo sviluppo locale. Progetti di marketing territoriale. Progettazione e start-up di Sistemi Turistici Locali Piani integrati per lo sviluppo locale Progetti di marketing territoriale Progettazione e start-up di Sistemi Turistici Locali Sviluppo di prodotti turistici Strategie e piani di comunicazione Percorsi

Dettagli

Piattaforma per la promo-commercializzazione dei prodotti turistici sardi (TDM)

Piattaforma per la promo-commercializzazione dei prodotti turistici sardi (TDM) Piattaforma per la promo-commercializzazione dei prodotti turistici sardi (TDM) Alghero, 10 gennaio 2015 Idea: L'idea della nuova azienda Yessardinia, nasce qualche anno fa riscontrando il gap esistente

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri Presidenza del Consiglio dei Ministri Il Ministro per il Turismo ACCORDO QUADRO TRA il Ministro per il Turismo, On. Michela Vittoria Brambilla E il Presidente dell Associazione Nazionale Comuni Italiani,

Dettagli

SCHEDE MERCATO BRASILE

SCHEDE MERCATO BRASILE SCHEDE MERCATO BRASILE Dicembre 2011 in collaborazione con Sommario Quadro d insieme... 1 Il mercato turistico brasiliano... 3 Conclusioni... 11 Nota metodologica... 12 Quadro d insieme Caratteristiche

Dettagli

Il 2009 e l anno che verrà. Compiti, attività, progetti

Il 2009 e l anno che verrà. Compiti, attività, progetti 2 CONFERENZA REGIONALE DEL TURISMO Lazio. In viaggio dal mondo Internazionalizzazione e turismo tra stili, miti e mete Roma, 28-29 gennaio 2010 Il 2009 e l anno che verrà. Compiti, attività, progetti Federica

Dettagli

Dal Marketing di di destinazione al al Marketing di di motivazione Tendenze di di mercato e proposte per rimanere competitivi

Dal Marketing di di destinazione al al Marketing di di motivazione Tendenze di di mercato e proposte per rimanere competitivi Dal Marketing di di destinazione al al Marketing di di motivazione Tendenze di di mercato e proposte per rimanere competitivi ALESSANDRO TORTELLI Direttore Centro Studi Turistici Firenze Via Piemonte 7

Dettagli

ALLEGATO A: BUSINESS PLAN SINTETICO 2011

ALLEGATO A: BUSINESS PLAN SINTETICO 2011 ALLEGATO A: BUSINESS PLAN SINTETICO 2011 PREMESSA IL QUADRO DI RIFERIMENTO La recessione mondiale che ha colpito l economia a partire dal 2008 non ha risparmiato il settore congressuale. Sebbene negli

Dettagli

Turismo 2013 La Spezia e tendenze

Turismo 2013 La Spezia e tendenze Turismo 2013 La Spezia e tendenze La presente nota riporta dati e brevi riflessioni sul turismo oggi nella nostra provincia. Dopo un 2012 segnato dalle ricadute negative del periodo post alluvioni, il

Dettagli

EVOLUZIONE DELLA DOMANDA TURISTICA E IMPATTO SULL INDUSTRIA IMMOBILIARE

EVOLUZIONE DELLA DOMANDA TURISTICA E IMPATTO SULL INDUSTRIA IMMOBILIARE EVOLUZIONE DELLA DOMANDA TURISTICA E IMPATTO SULL INDUSTRIA IMMOBILIARE Milano, 12 giugno 2013 Prof.ssa Maria Antonella Ferri UNIVERSITAS MERCATORUM ASSOIMMOBILIARE INDICE ü Il turismo in Italia: Ø Lo

Dettagli

La competitività delle imprese turistiche italiane: caratteristiche e dinamiche evolutive

La competitività delle imprese turistiche italiane: caratteristiche e dinamiche evolutive La competitività delle imprese turistiche italiane: caratteristiche e dinamiche evolutive Prof. Antonello Garzoni Preside Facoltà di Economia Università LUM Jean Monnet di Casamassima (Bari) Direttore

Dettagli

Tendenze del turismo internazionale nelle regioni italiane

Tendenze del turismo internazionale nelle regioni italiane Tendenze del turismo internazionale nelle regioni italiane A. Alivernini, M. Gallo, E. Mattevi e F. Quintiliani Conferenza Turismo internazionale: dati e risultati Roma, Villa Huffer, 22 giugno 2012 Premessa:

Dettagli

PROGETTO PROMOZIONALE STRATEGICO 1

PROGETTO PROMOZIONALE STRATEGICO 1 Titolo Progetto Settori Merceologici Destinatari dell intervento Tipologia di Intervento Allegato 1 a D.D. n. 690 del 29/11/2013 PROGETTO PROMOZIONALE STRATEGICO 1 SCHEDA SINTETICA PROMOZIONE DEI PRODOTTI

Dettagli

Destinazioni e comunicazione dell'esperienza turistica

Destinazioni e comunicazione dell'esperienza turistica Destinazioni e comunicazione dell'esperienza turistica 1 INDICE Rilevanza del tema Domande di ricerca Metodologia di ricerca Risultati: l indagine sui portali turistici regionali europei (2011) Conclusioni

Dettagli

Il mercato di lingua tedesca: un bacino strategico per gli operatori turistici italiani

Il mercato di lingua tedesca: un bacino strategico per gli operatori turistici italiani Il mercato di lingua tedesca: un bacino strategico per gli operatori turistici italiani I turisti di lingua tedesca che visitano ogni anno l'italia sono una risorsa importantissima per l'industria turistica

Dettagli

Dalla spesa del visitatore ai risultati di bilancio delle aziende

Dalla spesa del visitatore ai risultati di bilancio delle aziende Dalla spesa del visitatore ai risultati di bilancio delle aziende Dalla spesa del visitatore ai risultati di bilancio delle aziende Regione Toscana Giunta Regionale Direzione Generale dello Sviluppo Economico

Dettagli

Capitolo 2.3. La situazione internazionale. Relazione Annuale

Capitolo 2.3. La situazione internazionale. Relazione Annuale Capitolo 2.3 Il turismo in Piemonte Carlo Alberto Dondona Si ringraziano Cristina Bergonzo (Sviluppo Piemonte Turismo), Amedeo Mariano(Città Metropolitana di Torino Sistema Informativo Turistico) La situazione

Dettagli

A cura di Manuela De Carlo e Silvia Canali Università IULM

A cura di Manuela De Carlo e Silvia Canali Università IULM A cura di Manuela De Carlo e Silvia Canali Università IULM L obiettivo dell overview è quello di fornire agli operatori un quadro d insieme sui principali cambiamenti avvenuti nel settore dei viaggi d

Dettagli

SALONE DEL TURISMO E DELLA VACANZA ALL ARIA APERTA PER TUTTI FIERA DI VICENZA 21-24 MARZO 2013

SALONE DEL TURISMO E DELLA VACANZA ALL ARIA APERTA PER TUTTI FIERA DI VICENZA 21-24 MARZO 2013 SALONE DEL TURISMO E DELLA VACANZA ALL ARIA APERTA PER TUTTI FIERA DI VICENZA 21-24 MARZO 2013 * * * * * Oltre 40 anni di successi nel mondo del turismo e delle vacanze all aria aperta. Punto d incontro

Dettagli

AIAV Associazione Italiana Agenti di Viaggio

AIAV Associazione Italiana Agenti di Viaggio Egregio Ministro, la crisi economica che ha coinvolto le principali economie occidentali negli ultimi anni ha duramente colpito il tessuto produttivo italiano, interessando anche e soprattutto il comparto

Dettagli

1. Gli italiani in vacanza nel 2012

1. Gli italiani in vacanza nel 2012 1. Gli italiani in vacanza nel 2012 Nel 2012 nonostante l imperversare della crisi economica il 62,8% della popolazione ha trascorso almeno un periodo di vacanza, pari a 31,7 milioni di italiani. Un dato

Dettagli

GERMANIA IL MERCATO TURISTICO

GERMANIA IL MERCATO TURISTICO GERMANIA IL MERCATO TURISTICO Superficie: 357.021 kmq Popolazione: 83.251. Densità: 230 ab/kmq Lingua: Tedesco Religione: Protestanti, Cattolici Capitale: Berlino Forma istituzionale: Repubblica Federale

Dettagli

COME FARE SISTEMA. Casi di successo, benchmark e best practices nel fare sistema e realizzare pacchetti turistici integrati

COME FARE SISTEMA. Casi di successo, benchmark e best practices nel fare sistema e realizzare pacchetti turistici integrati COME FARE SISTEMA Casi di successo, benchmark e best practices nel fare sistema e realizzare pacchetti turistici integrati IL TURISMO ALCUNI DATI I viaggi contribuiscono per il 10% al prodotto interno

Dettagli

Il turismo nello scenario internazionale

Il turismo nello scenario internazionale Il turismo nello scenario internazionale 1 INDICE Il turismo internazionale nel mondo Partenze mondiali Partenze per Paese Primi 20 Paesi per spesa ed entrate Il turismo internazionale in Italia Arrivi

Dettagli

Principali risultati e criticità nella raccolta dei dati

Principali risultati e criticità nella raccolta dei dati Euro P.A. Turismo cercasi dati L ANNUARIO del TURISMO e della CULTURA 2009 Principali risultati e criticità nella raccolta dei dati Fabrizio Lucci, Centro Studi Rimini, 2 aprile 2009 INDICE DELL ANNUARIO

Dettagli

4 a Parte: Indagine agli intermediari e ai tour operator italiani e stranieri

4 a Parte: Indagine agli intermediari e ai tour operator italiani e stranieri 2007 -Indagine sul settore AGRITURISMO in provincia di FIRENZE 4 a Parte: Indagine agli intermediari e ai tour operator italiani e stranieri Fino a qualche anno fa, molte aziende agrituristiche non avevano

Dettagli

Progetto Spoleto, Città dei Tempi

Progetto Spoleto, Città dei Tempi Progetto Spoleto, Città dei Tempi Programma amministrativo di Lista Due Mondi Punto 4 Premessa Cosa e' il Turismo? Un fenomeno economico Coinvolge tante aziende Operano in tanti settori. settore commerciale,

Dettagli

Il turismo culturale e l analisi dell impatto economico nelle regioni meridionali

Il turismo culturale e l analisi dell impatto economico nelle regioni meridionali Il turismo culturale e l analisi dell impatto economico nelle regioni meridionali Salvio Capasso Responsabile Ufficio Economia delle Imprese e Mediterraneo - SRM Paestum, 30 Ottobre 2014 Agenda Il turista

Dettagli

PAESE: CROAZIA. Quadro degli indici economici, demografici, e sociali. Popolazione attiva: 1.759.000

PAESE: CROAZIA. Quadro degli indici economici, demografici, e sociali. Popolazione attiva: 1.759.000 PAESE: CROAZIA I. Analisi del contesto sociale ed economico di riferimento I.A. Quadro degli indici economici, demografici, e sociali Popolazione: 4,44 milioni Densità popolazione: 79 abitanti per km²

Dettagli

Tavola rotonda Centri benessere tra sviluppo turistico e nuova regolamentazione. Rimini Wellness, 14 Maggio 2010

Tavola rotonda Centri benessere tra sviluppo turistico e nuova regolamentazione. Rimini Wellness, 14 Maggio 2010 AICEB (Associazione Italiana Centri Benessere) IL MERCATO DEL BENESSERE: IMPRESE E SERVIZI OFFERTI* Tavola rotonda Centri benessere tra sviluppo turistico e nuova regolamentazione Rimini Wellness, 14 Maggio

Dettagli

AGGIORNAMENTO DATI 1999 PER MERCATO ESTERO

AGGIORNAMENTO DATI 1999 PER MERCATO ESTERO AGGIORNAMENTO DATI 1999 PER MERCATO ESTERO ARRIVI STRANIERI 1999 PER PROVENIENZA U.S.A. 1% S DK 1% 2% CZ 2% CH 2% ALTRI 10% GB 8% E 1% B 3% NL 6% F 2% A 7% D 55% STATI 1999 arrivi e presenze in provincia

Dettagli

PRIMI STATI GENERALI DEL MARKETING TERRITORIALE. 22.01.2013 Manuela de Carlo

PRIMI STATI GENERALI DEL MARKETING TERRITORIALE. 22.01.2013 Manuela de Carlo PRIMI STATI GENERALI DEL MARKETING TERRITORIALE SESSIONE 3: STRATEGIA DI MARKETING TERRITORIALE "Attori e politiche per lo sviluppo della destinazione Lombardia nel contesto internazionale" 22.01.2013

Dettagli

Piattaforma per la promo-commercializzazione dei prodotti turistici sardi (TDM)

Piattaforma per la promo-commercializzazione dei prodotti turistici sardi (TDM) Piattaforma per la promo-commercializzazione dei prodotti turistici sardi (TDM) Alghero, 18 settembre 2014 Idea: L'idea dell'azienda denominata Yessardinia nasce qualche anno fa riscontrando il gap esistente

Dettagli

ALGERIA Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2015

ALGERIA Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2015 ALGERIA Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2015 Algeria 1 INDICE : 1. Analisi del quadro socio-economico 1.a Principali indicatori economici 1.b Principali indicatori sociali e demografici 2.

Dettagli

U F F I C I O S T A M P A RASSEGNA STAMPA

U F F I C I O S T A M P A RASSEGNA STAMPA ENIT - AGENZIA NAZIONALE DEL TURISMO U F F I C I O S T A M P A RASSEGNA STAMPA N 161 del 26 agosto 20 ENIT AGENZIA NAZIONALE DEL TURISMO Via Marghera, 2-00185 Roma Tel. +39 06 4971327 - Fax +39 06 49713

Dettagli

Il Progetto di Confindustria per competere in rete. Milano - FederlegnoArredo, 13 giugno 2013

Il Progetto di Confindustria per competere in rete. Milano - FederlegnoArredo, 13 giugno 2013 Il Progetto di Confindustria per competere in rete Milano - FederlegnoArredo, 13 giugno 2013 Esigenze espresse dalle Imprese Volontà di: Aggregazione su programmi/progetti Superamento del localismo distrettuale

Dettagli

OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE DELLA LIGURIA. Studio sul turismo nelle abitazioni private

OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE DELLA LIGURIA. Studio sul turismo nelle abitazioni private OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE DELLA LIGURIA Studio sul turismo nelle abitazioni private 18 Febbraio 2014 Elena di Raco, Dipartimento Ricerca IS.NA.R.T Le fasi dello studio Indagine ai Comuni Rivolta

Dettagli

Andamento generale Graf. 1) variazione presenze e fatturato. Estate 2015

Andamento generale Graf. 1) variazione presenze e fatturato. Estate 2015 Anche nei campeggi Toscani il vento delle ripresa del turismo: il ritorno di italiani e stranieri così l'evoluzione della domanda di turismo all'aria aperta nel 2015 secondo gli operatori toscani www.osservatorioturismoariaaperta.it

Dettagli

Tabella 1.1 Evoluzione arrivi e presenze degli stranieri in Puglia. Anni 2009-2010-2011. Arrivi Presenze Arrivi Presenze 2009 417.063 1.626.

Tabella 1.1 Evoluzione arrivi e presenze degli stranieri in Puglia. Anni 2009-2010-2011. Arrivi Presenze Arrivi Presenze 2009 417.063 1.626. Il turismo internazionale in Puglia Nel 2011 la Puglia ha registrato più di 540mila arrivi dall estero e 2,1milioni di presenze. Dal 2009 al 2011 l incoming dall estero è cresciuto di 2,8 punti percentuali

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO Unioncamere Unione Italiana delle Camere di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO EUROPEO luglio 2004 a cura di SOMMARIO

Dettagli

Alla riscoperta dell America!

Alla riscoperta dell America! Alla riscoperta dell America! VI Convention Nazionale Federcongressi&eventi Roma, 15 marzo 2013 Gabriella Ghigi Il mercato USA - Gabriella Ghigi 1 Contenuti Informazioni generali sul Paese Posizionamento

Dettagli

OSSERVATORIO SUL TURISMO

OSSERVATORIO SUL TURISMO UFFICIO STUDI E RICERCHE OSSERVATORIO SUL TURISMO Tra prospettive di sviluppo e criticità La vocazione turistica del nostro Paese è ben nota. Oltre alla presenza di risorse territoriali e amenities (la

Dettagli

AMAZING ABRUZZO PROGETTO DI COSTITUZIONE DI RETE TRA OPERATORI DEL TURISMO PER LA VALORIZZAZIONE DELL INCOMING ABRUZZESE

AMAZING ABRUZZO PROGETTO DI COSTITUZIONE DI RETE TRA OPERATORI DEL TURISMO PER LA VALORIZZAZIONE DELL INCOMING ABRUZZESE AMAZING ABRUZZO PROGETTO DI COSTITUZIONE DI RETE TRA OPERATORI DEL TURISMO PER LA VALORIZZAZIONE DELL INCOMING ABRUZZESE Che cosa vogliamo fare? Creare una rete di ALBERGHI ed OPERATORI DEL TURISMO (vettori

Dettagli

II tavolo di redazione del 23 aprile 2013 Programma Strategico Turismo 2014-2016 Destination Management Organisation

II tavolo di redazione del 23 aprile 2013 Programma Strategico Turismo 2014-2016 Destination Management Organisation II tavolo di redazione del 23 aprile 2013 Programma Strategico Turismo 2014-2016 Destination Management Organisation Cos è una Destination Management Organisation DMO? Il Destination Management è l insieme

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Pag. 1/6 Sessione ordinaria 2015 Il candidato svolga la prima parte della prova e risponda a due tra i quesiti proposti nella seconda parte. PRIMA PARTE IL TURISMO, RISORSA PER LO SVILUPPO DELL ITALIA

Dettagli

INDICE : 1. Analisi del quadro socio-economico. 2. Analisi del mercato turistico. 3. Obiettivi. Bibliografia. Contatti

INDICE : 1. Analisi del quadro socio-economico. 2. Analisi del mercato turistico. 3. Obiettivi. Bibliografia. Contatti Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2014 INDICE : 1. Analisi del quadro socio-economico 1.a Principali indicatori economici 1.b Principali indicatori sociali e demografici 2. Analisi del mercato

Dettagli

PAESE: GRECIA. Quadro degli indici economici, demografici, e sociali. PIL nominale (milioni di euro) 226.437 239.141 240.150 244.

PAESE: GRECIA. Quadro degli indici economici, demografici, e sociali. PIL nominale (milioni di euro) 226.437 239.141 240.150 244. PAESE: GRECIA I. Analisi del contesto sociale ed economico di riferimento I.A. Quadro degli indici economici, demografici, e sociali PRINCIPALI INDICATORI MACROECONOMICI 2007 2008 2009 (1) 2010 (2) PIL

Dettagli

IL TURISMO INTERNAZIONALE E L ITALIA

IL TURISMO INTERNAZIONALE E L ITALIA IL TURISMO INTERNAZIONALE E L ITALIA CERNOBBIO 28 MARZO 2015 PREMESSA L esposizione universale, a due mesi dall avvio, è considerata come la grande occasione per il rilancio del turismo italiano. Non solo

Dettagli

Piano Territoriale Provinciale di Catania (ex art.12 L.R.9/86) RELAZIONE GENERALE DELLO SCHEMA DI MASSINA.

Piano Territoriale Provinciale di Catania (ex art.12 L.R.9/86) RELAZIONE GENERALE DELLO SCHEMA DI MASSINA. 4.1.7. L ATTIVITÀ TURISTICA. Secondo le stime del World Travel and Tourism Council, l industria dei viaggi e del turismo diventerà, a breve termine, la prima industria mondiale sia in termini di fatturato

Dettagli