Telecontrollo escavatore LEGO con board Arduino

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Telecontrollo escavatore LEGO con board Arduino"

Transcript

1 Telecontrollo escavatore LEGO con board Arduino Elenco materiale: - Arduino Uno R3 - LEGO Technic set Motori M di Lego (9V) - 2 integrati L293NE (ponte H) T (ricevitore infrarossi) - THDZ (speaker) - Telecomando infrarossi - 6 pile da 1,5V l'una - 4 Diodi led - Resistenza da 220Ω Ω - Breadboard - Cavetteria Strumentazione: - Saldatore stagno - Nastro isolante di protezione delle parti saldate del cavo Spiegazione relazione: Dopo aver verificato che i motori fossero in c.c bipolari, per poter essere comandati da Arduino bisognava utilizzare un ponte H. Un buon integrato è stato L'L293NE costituito da due "ponti", uno sul lato sinistro del chip ed uno sul lato destro,il quale può controllare 2 motori nello stesso istante. Funziona tra i 4.5 V e i 36 V e può controllare fino ad 1 A. Pin 1: Attiva/disattiva il primo motore in base se è HIGH o LOW Pin 2: Insieme al pin 7 regola il verso di rotazione in base se è HIGH o LOW Pin 3: Qui colleghiamo uno dei 2 terminali del motore Pin 4: Massa Pin 5: Massa Pin 6: Qui colleghiamo l'altro terminale del motore Pin 7: Insieme al pin 2 regola il verso di rotazione in base se è HIGH o LOW Pin 8: Alimentazione per il motore Pin 9: Attiva/disattiva il secondo motore in base se è HIGH o LOW Pin 10: Insieme al pin 15 regola il verso di rotazione in base se è HIGH o LOW Pin 11: Qui colleghiamo uno dei 2 terminali del motore Pin 12: Massa Pin 13: Massa Pin 14: Qui colleghiamo l'altro terminale del motore Pin 15: Insieme al pin 10 regola il verso di rotazione in base se è HIGH o LOW Pin 16: Alimentazione per il motore 1

2 Ho fatto una prova per verificare che tutto funzionasse correttamente eseguendo il seguente sketch: int switchpin = 2; int motor1pin = 3; int motor2pin = 4; int enablepin = 9; // Regola il verso di rotazione del motore, mediato da interruttore //Pin logici che regolano il senso di rotazione in base che siano high o low //Pin logici che regolano il senso di rotazione in base che siano high o low // Abilita il motore void setup() pinmode(switchpin, INPUT); pinmode(motor1pin, OUTPUT); pinmode(motor2pin, OUTPUT); pinmode(enablepin, OUTPUT); void loop() if (digitalread(switchpin) == HIGH) // se l'interrutore è premuto, il motore gira in una direzione digitalwrite(motor1pin, LOW); digitalwrite(motor2pin, HIGH); digitalwrite(motor1pin, HIGH); digitalwrite(motor2pin, LOW); // se l'interruttore non è premuto, il motore gira nell'altra direzione Ho scelto poi di comandare il tutto attraverso infrarossi. Innanzitutto dopo aver collegato secondo il datasheet il 1838T a Arduino e aggiunta la libreria IR.remote.h, scaricata da Internet al software, ho eseguito lo sketch per la rilevazione dei codici inviati dal telecomando. #include <IRremote.h> int receiver = 11; IRrecv irrecv(recv_pin); decode_results results; void setup() Serial.begin(9600); irrecv.enableirin(); void loop() if (irrecv.decode(&results)) //Utilizza la libreria aggiunta // L'uscita del sensore infrarossi collegato al pin 11 di Arduino //Connessione con il terminale per vedere da PC i dati letti // Abilitata la ricezione // Se riceve il segnale Serial.println(results.value, HEX); irrecv.resume(); // Stampa sul monitor seriale il valore in esadecimale // Prossima ricezione Ho poi unito i 2 sketch in uno solo impostando i tasti del telecomando in sostituzione all'interruttore, per il pilotaggio di un solo motore per verificare la funzionalità: #include <IRremote.h> int receiver = 11; 2

3 IRrecv irrecv(receiver); decode_results results; int switchpin = 2; int motor1pin = 3; int motor2pin = 4; int enablepin = 9; void setup() Serial.begin(9600); irrecv.enableirin(); pinmode(2, OUTPUT); pinmode(switchpin, INPUT); pinmode(motor1pin, OUTPUT); pinmode(motor2pin, OUTPUT); pinmode(enablepin, OUTPUT); void loop() if (irrecv.decode(&results)) Serial.println(results.value, HEX); irrecv.resume(); if ( results.value == 0xFF30CF ) digitalwrite(enablepin, HIGH); digitalwrite(motor1pin, LOW); digitalwrite(motor2pin, HIGH); if ( results.value == 0xFF18E7 ) // Ho impostato il tasto 1 del telecomando a far partire il motore in un verso // Ho impostato il tasto 2 del telecomando a far girare il motore nell'altro verso digitalwrite(enablepin, HIGH); digitalwrite(motor1pin, HIGH); digitalwrite(motor2pin, LOW); if ( results.value == 0xFF7A85 ) // Ho impostato il tasto 3 del telecomando spegnere il motore digitalwrite(enablepin, LOW); Di seguito una foto della prova finita e funzionante: 3

4 Ora utilizzando 3 motori, avrò quindi bisogno di 2 integrati. Per funzionare correttamente, ogni motore ha bisogno di 9V, posso usufruire dell'alimentazione di Arduino perche essa può reggere un massimo di 12V e quindi posso evitare l'utilizzo di un'alimentazione esterna. Per i restanti 2 motori mi basta collegarne uno alla seconda parte dello stesso integrato e l'altro al secondo integrato. Fatto questo, copio le istruzioni del programma, modificando solamente i pin di Arduino e i tasti del telecomando con i vari valori esadecimale rilevati. Aggiunti poi segnalatori acustico (THDZ) e visivi (led). L'acustico è stato impostato in un suono a intermittenza solamente quando, almeno un motore è in funzione, mentre i led sono regolati da 2 tasti, accensione e spegnimento. #include <IRremote.h> int receiver = 11; IRrecv irrecv(receiver); decode_results results; int switchpin = 2; int motor1pin = 3; int motor2pin = 4; int enable1pin = 10; int enable2pin = 9; int enable3pin = 8; int sound = 13; int ill; int luci = 12; int luci2 = A0; void setup() Serial.begin(9600); irrecv.enableirin(); pinmode(2, OUTPUT); pinmode(switchpin, INPUT); pinmode(motor1pin, OUTPUT); pinmode(motor2pin, OUTPUT); pinmode(enablepin, OUTPUT); pinmode(sound, OUTPUT); pinmode(luci, OUTPUT); pinmode(luci2, OUTPUT); void loop() if (irrecv.decode(&results)) Serial.println(results.value, irrecv.resume();// receive the next value if ( results.value == 0xFF30CF ) digitalwrite(enable1pin, HIGH); digitalwrite(motor1pin, LOW); digitalwrite(motor2pin, HIGH); if ( results.value == 0xFF18E7 ) 4

5 digitalwrite(enable1pin, HIGH); digitalwrite(motor1pin, HIGH); digitalwrite(motor2pin, LOW); if ( results.value == 0xFF7A85 ) digitalwrite(enable1pin, LOW); if ( results.value == 0xFF10EF ) digitalwrite(enable2pin, HIGH); digitalwrite(motor3pin, LOW); digitalwrite(motor4pin, HIGH); if ( results.value == 0xFF38C7 ) digitalwrite(enable2pin, HIGH); digitalwrite(motor3pin, HIGH); digitalwrite(motor4pin, LOW); if ( results.value == 0xFF5AA5 ) digitalwrite(enable2pin, LOW); if ( results.value == 0xFF42BD ) digitalwrite(enable3pin, HIGH); digitalwrite(motor5pin, LOW); digitalwrite(motor6pin, HIGH); if ( results.value == 0xFF4AB5) digitalwrite(enable3pin, HIGH); digitalwrite(motor5pin, HIGH); digitalwrite(motor6pin, LOW); if ( results.value == 0xFF52AD ) digitalwrite(enable3pin, LOW); ill=digitalread(10); if(ill==high) digitalwrite (sound,high); ill=digitalread(9); if(ill==high) digitalwrite (sound,high); ill=digitalread(8); if(ill==high) //Adesso suono e illuminazione // Legge nel pin 9 se è high o low //Se è high parte il suono //Se è low non c'è il suono // Legge nel pin 9 se è high o low //Se è high parte il suono //Intermittenza suono //Se è low non c'è il suono // Legge nel pin 8 se è high o low 5

6 digitalwrite (sound,high); if ( results.value == 0xFF9867 ) digitalwrite(luci, HIGH); if ( results.value == 0xFFB04F ) digitalwrite(luci, LOW); if ( results.value == 0xFF9867 ) digitalwrite(luci2, HIGH); if ( results.value == 0xFFB04F ) digitalwrite(luci2, LOW); //Intermittenza suono //Se è low non c'è il suono //Quando viene premuto il tasto le luci si accendono //Quando viene premuto il tasto le luci si spengono //Quando viene premuto il tasto le luci si accendono //Quando viene premuto il tasto le luci si spengono In figura è mostrato il circuito equivalente di tutto il progetto: 6

Come comandare il condizionatore di casa con Arduino, anche da remoto!

Come comandare il condizionatore di casa con Arduino, anche da remoto! Come comandare il condizionatore di casa con Arduino, anche da remoto! Arduino permette davvero di fare tantissime cose riguardo all Internet of things, basta avere un po di voglia e intuizione, per realizzare

Dettagli

12 - timer da cucina display a 4 cifre

12 - timer da cucina display a 4 cifre 12 - timer da cucina display a 4 cifre Il display led da 4 cifre utilizzato in questo esercizio e il modello HS410561K-32. Questo modello, e caratterizzato da 4 anodi (uno per ogni cifra) e dai 8 catodi,

Dettagli

IIS ENZO FERRARI SUSA Anno scolastico: 2013/2014. Tonco Daniel. Classe V EA - Periti in Elettronica e Telecomunicazioni

IIS ENZO FERRARI SUSA Anno scolastico: 2013/2014. Tonco Daniel. Classe V EA - Periti in Elettronica e Telecomunicazioni IIS ENZO FERRARI SUSA Anno scolastico: 2013/2014 Tonco Daniel Classe V EA - Periti in Elettronica e Telecomunicazioni 1 2 Indice: Obiettivo Premessa Prime operazioni (foto allegate) Spiegazione montaggio

Dettagli

CONTASECONDI CON DISPLAY A 7 SEGMENTI ARDUINO LIKE

CONTASECONDI CON DISPLAY A 7 SEGMENTI ARDUINO LIKE SCHEDA DI LABORATORIO N 3 CONTASECONDI CON DISPLAY A 7 SEGMENTI ARDUINO LIKE Si vuole realizzare un contasecondi con display a 7 segmenti utilizzando la scheda Arduino. Materiale occorrente: N 1 Bread

Dettagli

D sistema d allarme con sensori magnetici

D sistema d allarme con sensori magnetici D sistema d allarme con sensori magnetici Il sistema di allarme proposto in questa nota prevede l utilizzo di sensori reed per rilevare l apertura di porte e/o finestre. Il programma prevede due sensori,

Dettagli

6^ parte : Acquisizione della temperatura con LM35. Author: Ing. Sebastiano Giannitto (ITIS M.BARTOLO PACHINO)

6^ parte : Acquisizione della temperatura con LM35. Author: Ing. Sebastiano Giannitto (ITIS M.BARTOLO PACHINO) 6^ parte : Acquisizione della temperatura con LM35 Author: Ing. Sebastiano Giannitto (ITIS M.BARTOLO PACHINO) Esperienzan 5 Lo scopo è quello di far accendere due LED in base ad una soglia di temperatura

Dettagli

QUADRO DI CONTROLLO AMBIENTALE

QUADRO DI CONTROLLO AMBIENTALE MAKER FAIRE ROME - OTTOBRE 2014 QUADRO DI CONTROLLO AMBIENTALE Realizzato dagli studenti dell I.T.I. - L.S. "Francesco Giordani" di Caserta Classe 2 a Q Trasporti e Logistica Costruzione del mezzo: aereo,

Dettagli

Progetti reali con ARDUINO

Progetti reali con ARDUINO Progetti reali con ARDUINO Introduzione alla scheda Arduino (parte 2ª) ver. Classe 3BN (elettronica) marzo 22 Giorgio Carpignano I.I.S. Primo LEVI - TORINO Il menù per oggi Lettura dei pulsanti Comunicazione

Dettagli

Classe 5I2 AS. 2013/14 Niccolò Bulla Giorgia Novelli

Classe 5I2 AS. 2013/14 Niccolò Bulla Giorgia Novelli Obiettivo: Implementare un sistema che consenta la trasmissione, puramente ottica, di un messaggio in codice Morse tramite una stazione di trasmissione (sorgente) e una di ricezione. Lo scopo finale è

Dettagli

Esercitazione Controllo di un motore DC mediante Arduino YUN

Esercitazione Controllo di un motore DC mediante Arduino YUN Percorsi Abilitanti Speciali A.A. 2013/2014 classe abilitazione C320 LABORATORIO MECCANICO TECNOLOGICO Esercitazione Controllo di un motore DC mediante Arduino YUN Pag. 2 SOMMARIO Presentazione delle caratteristiche

Dettagli

Progetto Esami Di Stato Anno 2014/2015

Progetto Esami Di Stato Anno 2014/2015 Progetto Esami Di Stato Anno 2014/2015 Candidato: Ardilio Angelica Classe: 5 B - I.T.I.S. Elettronica ed Elettrotecnica. T.P.S.E.E. Tecnologia & Progettazione di Sistemi Elettrici ed Elettronici ARDUINO.

Dettagli

Arduino: Programmazione

Arduino: Programmazione Programmazione formalmente ispirata al linguaggio C da cui deriva. I programmi in ARDUINO sono chiamati Sketch. Un programma è una serie di istruzioni che vengono lette dall alto verso il basso e convertite

Dettagli

Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino

Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino TITOLO ESPERIENZA: Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino PRODOTTI UTILIZZATI: OBIETTIVO: AUTORE: RINGRAZIAMENTI: Interfacciare e controllare un modello di nastro trasportatore

Dettagli

Piattaforma Arduino/microcontrollori Atmel. Ing. Cozzolino Francesco. www.ingegnercozzolino.altervista.org

Piattaforma Arduino/microcontrollori Atmel. Ing. Cozzolino Francesco. www.ingegnercozzolino.altervista.org Ing. Cozzolino Francesco www.ingegnercozzolino.altervista.org 1 Che cos è Arduino? Arduino è una piattaforma elettronica di piccole dimensioni con un microcontrollore ATMEL montato sopra e una circuiteria

Dettagli

IZ1MHN e IW1ALX. Agenda. Introduzione ad Arduino Arduino l hardware Arduino il software Alcune idee realizzabili con Arduino E se facessimo un corso?

IZ1MHN e IW1ALX. Agenda. Introduzione ad Arduino Arduino l hardware Arduino il software Alcune idee realizzabili con Arduino E se facessimo un corso? IZ1MHN e IW1ALX Agenda Introduzione ad Arduino Arduino l hardware Arduino il software Alcune idee realizzabili con Arduino E se facessimo un corso? 1 Introduzione ad Arduino Cos è Arduino Un po di storia

Dettagli

TERMOMETRO LCD BASATO SUL TRASDUTTORE DI TEMPERATURA ANALOGICO LM 35

TERMOMETRO LCD BASATO SUL TRASDUTTORE DI TEMPERATURA ANALOGICO LM 35 ESERCITAZIONE CON ARDUINO N 5 TERMOMETRO LCD BASATO SUL TRASDUTTORE DI TEMPERATURA ANALOGICO LM 35 Con il presente circuito, si vuole realizzare un termostato ambientale per un caseificio, che utilizza

Dettagli

Esercitazione Monitoraggio temperatura via WEB mediante Arduino YUN

Esercitazione Monitoraggio temperatura via WEB mediante Arduino YUN Percorsi Abilitanti Speciali A.A. 2013/2014 classe abilitazione C320 LABORATORIO MECCANICO TECNOLOGICO Esercitazione Monitoraggio temperatura via WEB mediante Arduino YUN Pag. 2 SOMMARIO Presentazione

Dettagli

Università degli studi di Roma LA SAPIENZA

Università degli studi di Roma LA SAPIENZA Università degli studi di Roma LA SAPIENZA Corso di ingegneria informatica e automatica Automazione I Realizzazione di una macchinina in grado di evitare le collisioni Di Alessandro Giuseppi All attenzione

Dettagli

Installazione e configurazione dell'ide. IZ1MHN e IW1ALX. L IDE Introduzione alla programmazione su Arduino Le librerie

Installazione e configurazione dell'ide. IZ1MHN e IW1ALX. L IDE Introduzione alla programmazione su Arduino Le librerie IZ1MHN e IW1ALX Installazione e configurazione dell'ide L IDE Introduzione alla programmazione su Arduino Le librerie Occhio: purtroppo questa lezione ha un po di teoria! 1 L IDE o ADE Cos è un IDE Installazione

Dettagli

Indice generale. Introduzione...xiii. Breve storia di Raspberry Pi...1. Fuori dalla scatola...5

Indice generale. Introduzione...xiii. Breve storia di Raspberry Pi...1. Fuori dalla scatola...5 Introduzione...xiii Un progetto nato per passione... xiii La comunità educativa...xiv Piattaforme educative, ma non solo...xv Istruzioni per l uso...xv Capitolo 1 Capitolo 2 Capitolo 3 Breve storia di

Dettagli

Istituto Istruzione Superiore "A. Cuomo - G. Milone" Nocera Inferiore (Sa) Via degli Olivetani, 14-80014 - Nocera Inferiore (Sa) Tel 0815174019 Fax

Istituto Istruzione Superiore A. Cuomo - G. Milone Nocera Inferiore (Sa) Via degli Olivetani, 14-80014 - Nocera Inferiore (Sa) Tel 0815174019 Fax Istituto Istruzione Superiore "A. Cuomo - G. Milone" Nocera Inferiore (Sa) Via degli Olivetani, 14-80014 - Nocera Inferiore (Sa) Tel 0815174019 Fax 0815176106 Mail sais06800t@istruzione.it P.E.C. sais06800t@pec.istruzione.it

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PARMA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PARMA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PARMA DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA DELL INFORMAZIONE CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA INFORMATICA SISTEMA PER IL MONITORAGGIO DELLA PRESA DI OGGETTI TRAMITE ARDUINO E SENSORI DI PRESSIONE

Dettagli

Programmazione di Base Variabili Array Funzioni Strutture di controllo. Author: Ing. Sebastiano Giannitto (ITIS M.BARTOLO PACHINO)

Programmazione di Base Variabili Array Funzioni Strutture di controllo. Author: Ing. Sebastiano Giannitto (ITIS M.BARTOLO PACHINO) Programmazione di Base Variabili Array Funzioni Strutture di controllo Author: Ing. Sebastiano Giannitto (ITIS M.BARTOLO PACHINO) 3^ parte Com è fatto Arduino Programmazione da USB Nota: Firmware: Insieme

Dettagli

ARDUINO Nuove opportunità' per la sperimentazione radioamatoriale Serata introduttiva per iniziare ad utilizzarlo

ARDUINO Nuove opportunità' per la sperimentazione radioamatoriale Serata introduttiva per iniziare ad utilizzarlo ARI SEZIONE VERONA IQ3VO ARDUINO Nuove opportunità' per la sperimentazione radioamatoriale Serata introduttiva per iniziare ad utilizzarlo IZ3HAE Davide Melchiori Cosa è arduino? E' un progetto open source

Dettagli

Automobile Bluetooth

Automobile Bluetooth Automobile Bluetooth Ivancich Stefano 17 Maggio 2015 SOMMARIO Di seguito s illustra un progetto di un automobile comandata da uno smartphone tramite la connessione Bluetooth. E stata presa una automobilina

Dettagli

Che cos è la barriera luminosa?

Che cos è la barriera luminosa? BARRIERA LUMINOSA Che cos è la barriera luminosa? Pezzi da contare Diodo IR o Laser (emittente) Pezzi contati Direzione del nastro trasportatore FOTODIODO (ricevitore) Direzione del nastro trasportatore

Dettagli

// Controllo remoto 05/05/2012 // poichè sono ancora ai primi passi ho usato // a larghe mani idee e listati di altri. Ringrazio tutti loro.

// Controllo remoto 05/05/2012 // poichè sono ancora ai primi passi ho usato // a larghe mani idee e listati di altri. Ringrazio tutti loro. // Controllo remoto 05/05/2012 // poichè sono ancora ai primi passi ho usato // a larghe mani idee e listati di altri. Ringrazio tutti loro. // Librerie necessarie per il progetto #include #include

Dettagli

La piattaforma hardware e software Arduino: parte I. Corso di autoapprendimento

La piattaforma hardware e software Arduino: parte I. Corso di autoapprendimento La piattaforma hardware e software Arduino: parte I (tempo di apprendimento previsto circa 2-3 ore) Introduzione Corso di autoapprendimento Prof. Angelo Monfroglio Questa è la prima parte di un corso di

Dettagli

Laboratorio di Elettronica. Arduino Lezione 1 Descrizione della board e installazione

Laboratorio di Elettronica. Arduino Lezione 1 Descrizione della board e installazione Laboratorio di Elettronica Arduino Lezione 1 Descrizione della board e installazione 1 Lezione 1 - Arduino: introduzione ai componenti fondamentali - Hardware: microcontrollore e I/O - Software: come programmare

Dettagli

Roulettuino. Progetto realizzato dagli alunni della V ABACUS d informatica:

Roulettuino. Progetto realizzato dagli alunni della V ABACUS d informatica: Roulettuino Progetto realizzato dagli alunni della V ABACUS d informatica: E i professori: Pietro Angileri Vincenzo Guccione Giovan Battista Patanè Dario Camarrone Samuele Sciacca Carlo Columba Giovanni

Dettagli

Arduino ed applicazioni

Arduino ed applicazioni Arduino ed applicazioni Componenti, dispositivi e altro a cura di prof.ssa Tiziana Marsella prof. Romano Lombardi 1 Indice generale Arduino ed applicazioni... LA RESISTENZA...1 Arduino e i LED...3 Il LED...3

Dettagli

Principio di funzionamento. Controlli preliminari

Principio di funzionamento. Controlli preliminari AGM Elettronica Via Marziale, 9-80067 Sorrento (NA) - Italy www.agminstruments.com email: info@agminstruments.com Tel/fax. +39 081 8071249 cell. 3334288922 A909 ALLARME DI ROTTURA FILI WIRELESS PER ARMATRICI,

Dettagli

Elementi base. del linguaggio di programmazione. di Arduino

Elementi base. del linguaggio di programmazione. di Arduino Elementi base del linguaggio di programmazione di Arduino a cura dei proff. Prof.ssa Tiziana Marsella Prof. Romano Lombardi dalla libera traduzione di: arduino language reference ( per scopo puramente

Dettagli

TERMINALE REMOTO mod. 630 SCHEDA DECODIFICA mod. 633 ORGANO DI COMANDO PROGRAMMABILE A CODICE NUMERICO

TERMINALE REMOTO mod. 630 SCHEDA DECODIFICA mod. 633 ORGANO DI COMANDO PROGRAMMABILE A CODICE NUMERICO GESCO SECURKEY TERMINALE REMOTO mod. 630 SCHEDA DECODIFICA mod. 633 ORGANO DI COMANDO PROGRAMMABILE A CODICE NUMERICO Adatto a comandare impianti di allarme antiintrusione eda controllare accessi o apparecchiature,mediante

Dettagli

progettare & costruire di GIOVANNI DI MARIA

progettare & costruire di GIOVANNI DI MARIA progettare & costruire di GIOVANNI DI MARIA Interfacciare il PC con il mondo esterno LA PORTA SERIALE DEL PC in uscita con il PIC In questa puntata interfacceremo il Personal Computer con le nostre apparecchiature

Dettagli

FT473K ESPANSIONE IN I 2 C-BUS A 8 RELE

FT473K ESPANSIONE IN I 2 C-BUS A 8 RELE ESPANSIONE IN I 2 C-BUS A 8 RELE Chi ha costruito e utilizzato il Controllo GSM bidirezionale con cellulari Siemens, descritto nel fascicolo n 71 della nostra rivista, ha certamente apprezzato le sue possibilità

Dettagli

INTRODUZIONE AL NUTCHIP

INTRODUZIONE AL NUTCHIP ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE Vincenzo CERULLI GIULIANOVA (TE) DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA E TELECOMUNICAZIONI LABORATORIO TECNOLOGIA DISEGNO E PROGETTAZIONE INTRODUZIONE AL NUTCHIP I Nutchip sono

Dettagli

Il PLC per tutti PRATICA

Il PLC per tutti PRATICA Settima parte: Settembre 2007 I Relays e la gestione dei dati Ottava parte: Ottobre 2007 Utilizzare il modulo Led a 7 segmenti giganti Nona parte: Novembre 2007 Applicazioni con i display a 7 segmenti

Dettagli

rx8m Manuale d installazione ricevitore DUEVI s.n.c. Sede legale: Via Gioberti, 7 - Piossasco (Torino)

rx8m Manuale d installazione ricevitore DUEVI s.n.c. Sede legale: Via Gioberti, 7 - Piossasco (Torino) ricevitore rx8m...hi-tech SECURITY DEVICES Manuale d installazione DUEVI s.n.c. d i M o r a & S a n t e s e Sede legale: Via Gioberti, 7 - Piossasco (Torino) Sede operativa: Via Bard, 12/A - 10142 Torino

Dettagli

Benvenuti in Arduino

Benvenuti in Arduino Capitolo 1 Benvenuti in Arduino Il progetto Arduino venne ideato per progettisti e creativi con poca esperienza tecnica. Anche chi non conosceva la programmazione software poteva fare riferimento al progetto

Dettagli

CONOSCERE L HW. I / O digitale. Ingressi (INPUT) digitali: Pulsante (Push Button) Interruttore (Switch SPST) 03/05/2012. Struttura dei Programmi

CONOSCERE L HW. I / O digitale. Ingressi (INPUT) digitali: Pulsante (Push Button) Interruttore (Switch SPST) 03/05/2012. Struttura dei Programmi CONOSCERE L HW Alimentazione Esterna Alimentaz USB: Collegamento al PC e Alimentaz Pulsante di Reset Riferim Esterno ADC OUTPUT ANALOGICI IN PWM PIN 3,5,6,9,10,11 I/O Digitali Definizioni di variabili

Dettagli

Modulo di controllo accessi ed apricancello Descrizione e modalità d uso

Modulo di controllo accessi ed apricancello Descrizione e modalità d uso MANUALE D USO CONTROLLO ACCESSI GSM Modulo di controllo accessi ed apricancello Descrizione e modalità d uso Rev.0710 Pag.1 di 8 www.carrideo.it INDICE 1. IL SISTEMA DI CONTROLLO ACCESSI - APRICANCELLO...

Dettagli

PICLOCK. Classe 4 EA indirizzo elettronica ed elettrotecnica. Ivancich Stefano. Tecnologie e progettazione di sistemi elettrici ed elettronici

PICLOCK. Classe 4 EA indirizzo elettronica ed elettrotecnica. Ivancich Stefano. Tecnologie e progettazione di sistemi elettrici ed elettronici PICLOCK Classe 4 EA indirizzo elettronica ed elettrotecnica Ivancich Stefano Tecnologie e progettazione di sistemi elettrici ed elettronici Istituto tecnico C. Zuccante Mestre A.S. 2013/2014 progetto n

Dettagli

void setup() // funzione di configurazione dei Input/Output { pinmode(pin, OUTPUT); // setta il 'pin' come uscita (output) } 1

void setup() // funzione di configurazione dei Input/Output { pinmode(pin, OUTPUT); // setta il 'pin' come uscita (output) } 1 Primi passi con la programmazione in linguaggio C con la scheda Arduino Traduzione del libro: Arduino programming notebook di Brian W. Evans con modifiche e aggiunte di G. Carpignano e C. Busso Prefazione

Dettagli

PART. T8742A - 12/03 - PC. Impianto antifurto. Manuale d'uso

PART. T8742A - 12/03 - PC. Impianto antifurto. Manuale d'uso PART. T8742A - 12/03 - PC Impianto antifurto Manuale d'uso Indice 1 Introduzione 5 Terminologia Operatività dell impianto La Centrale antifurto 3500 2 Funzionamento 9 Descrizione della centrale a 4 zone

Dettagli

ORSINI Fabrizio- a.s. 2011/2012 Classe 5E 2

ORSINI Fabrizio- a.s. 2011/2012 Classe 5E 2 ORSINI Fabrizio- a.s. 2011/2012 Classe 5E 2 Finalità Obbiettivo pag. 5 Situazione di partenza pag. 6 Prime di Operazioni pag. 7-8 Elenco componenti Costi pag. 9 Schema elettrico pag. 10 Strumenti Attrezzature

Dettagli

Prima di iniziare (che novità!)

Prima di iniziare (che novità!) ARI Sezione di Ivrea Serate tecniche 2012 IZ1MHN e IW1ALX Prima di iniziare (che novità!) Domande sulla lezione scorsa? (e chi si ricorda!) Come è andato il compito a casa? (avete fatto esercizi, vero???)

Dettagli

Arduino: domotica open source

Arduino: domotica open source Arduino: domotica open source Emanuele Palazzetti Feedback: http://tinyurl.com/arduinold2011 1 Physical Computing Costruire dei sistemi fisici interattivi tramite l'uso di software e di hardware in grado

Dettagli

OPERA Specifiche tecniche per moduli telegestione Hardware, Quadri di campo e di rete FV

OPERA Specifiche tecniche per moduli telegestione Hardware, Quadri di campo e di rete FV SPECIFICHE TECNICHE OPERA Specifiche tecniche per moduli telegestione Hardware, Quadri di campo e di rete FV RSST04I00 rev. 0 0113 SPECIFICA SIGLA TIPO DI PRODOTTO A DIM/F TELEGESTIONE QUADRI DI CAMPO

Dettagli

Arduino e internet: utilizzare Xively.com

Arduino e internet: utilizzare Xively.com Arduino e internet: utilizzare Xively.com www.creativecommons.org/ Arduino ha numerosi modi per collegarsi ad internet. In questo e nei prossimi tutorial analizziamo le varie soluzioni per uplodare dati

Dettagli

progettare & costruire di GIOVANNI DI MARIA

progettare & costruire di GIOVANNI DI MARIA progettare & costruire di GIOVANNI DI MARIA Interfacciare il PC con il mondo esterno LA PORTA SERIALE DEL PC in uscita con il CUBLOC In questa puntata interfacceremo il Personal Computer con le nostre

Dettagli

ARDUINO. Misurare e controllare. Riccardo Barberi. Dip. di Fisica Univ. Della Calabria Rende (CS), Italy

ARDUINO. Misurare e controllare. Riccardo Barberi. Dip. di Fisica Univ. Della Calabria Rende (CS), Italy ARDUINO Misurare e controllare Riccardo Barberi Dip. di Fisica Univ. Della Calabria Rende (CS), Italy Misurare In ambito scientifico le misure di grandezze fisiche permettono di studiare i fenomeni, verificare

Dettagli

Eminent e-domotica è un sistema di automazione domestico che offre comodità, sicurezza e risparmio energetico

Eminent e-domotica è un sistema di automazione domestico che offre comodità, sicurezza e risparmio energetico e-domotica Questo sistema intelligente di automazione semplificherà la vostra vita, aumenterà il confort, vi farà risparmiare soldi e ridurrà i consumi energetici! Il touch screen è il centro di controllo

Dettagli

SISTEMA HS 3.33 MANUALE INSTALLAZIONE

SISTEMA HS 3.33 MANUALE INSTALLAZIONE SISTEMA HS 3.33 MANUALE INSTALLAZIONE INDICE PREMESSA. pag.1 1. Caratteristiche Tecniche..... pag.2 2. Funzioni Sistema... pag.2 2.1 Modalità di Attivazione e Disattivazione 2.2 Funzione antifurto 2.3

Dettagli

Laboratorio microcontrollori e open source Prima parte

Laboratorio microcontrollori e open source Prima parte Laboratorio microcontrollori e open source Prima parte Politecnico Open unix Labs 13 Aprile 2012 POuL Laboratorio microcontrollori e open source Prima parte 1/ 53 Introduzione Questo corso è una breve

Dettagli

HardWare. Centrale Facile. Manuale Utente

HardWare. Centrale Facile. Manuale Utente HardWare Centrale Facile Manuale Utente rev. 2.1 del 06/11/2012 SAET I.S. Manuale Utente Centrale Facile rev 2.1 pag 2 1. DEFINIZIONI... 3 2. OPERATIVITÀ DA TASTIERA TOUCH SCREEN... 4 2.1 SCHERMATA INIZIALE...

Dettagli

Progetto di Domotica

Progetto di Domotica Progetto di Domotica Titolo dell esercitazione: Progetto di Domotica Descrizione sommaria dell esperienza: Realizzazione di un circuito che permette il controllo di vari sensori all interno di un edificio.

Dettagli

I.I.S. Primo LEVI Torino Primi passi con la scheda Arduino A.S. 2010/2011

I.I.S. Primo LEVI Torino Primi passi con la scheda Arduino A.S. 2010/2011 Introduzione Questa guida permette ad un utente inesperto di iniziare a lavorare con la scheda ARDUINO. I prerequisiti necessari sono i seguenti: Programmazione con un linguaggio ad alto livello (linguaggio

Dettagli

Muster. Set dongle audio Bluetooth RXTX2

Muster. Set dongle audio Bluetooth RXTX2 00014102 00014103 Muster Set dongle audio Bluetooth RXTX2 Contenuto: - Dongle di trasmissione Bluetooth - Dongle di ricezione Bluetooth - Auricolari - 1 cavo di carica USB per mini USB (per il trasmettitore

Dettagli

Author: Ing. Sebastiano Giannitto (ITIS M.BARTOLO PACHINO)

Author: Ing. Sebastiano Giannitto (ITIS M.BARTOLO PACHINO) - Arduino è orientato all'applicazione, - Permette di provare, partendo dal piccolo e crescendo pezzo per pezzo (sviluppo modulare); - Lo sviluppo è aiutato da una enorme community online con esempi e

Dettagli

Ricevitore Supervisionato RX-24 Dati tecnici

Ricevitore Supervisionato RX-24 Dati tecnici Ricevitore Supervisionato RX-24 Dati tecnici Gestione a microprocessore 24 sensori memorizzabili 8 uscite allarme uno per canale 8 canali con 3 sensori per ogni canale 10 telecomandi programmabili 1 uscita

Dettagli

Domotica Fai da Te, Arduino-Based e non solo, Vi presento Souliss

Domotica Fai da Te, Arduino-Based e non solo, Vi presento Souliss Domotica Fai da Te, Arduino-Based e non solo, Vi presento Souliss PREMESSA Quante volte vi siete chiesti quanto potrebbe costare automatizzare delle azioni che vi trovate a ripetere in casa, quanto sarebbe

Dettagli

Descrizione dell'obiettivo dello sketch per Arduino ed eventualmente differenze rispetto ai precedenti.

Descrizione dell'obiettivo dello sketch per Arduino ed eventualmente differenze rispetto ai precedenti. Benvenuti a questo corso pratico di introduzione alla programmazione delle schede Arduino e compatibili. Queste dispense si pongono l'obiettivo di veicolare alcuni concetti base necessari alla programmazione

Dettagli

theremino System LEZIONE 1 Il Master descrizione LEZIONE 2 HAL descrizione Esercizio: accendere 1 o più LED Esercizio: azionare un servomotore

theremino System LEZIONE 1 Il Master descrizione LEZIONE 2 HAL descrizione Esercizio: accendere 1 o più LED Esercizio: azionare un servomotore theremino System LEZIONE 1 Il Master descrizione LEZIONE 2 HAL descrizione Esercizio: accendere 1 o più LED Esercizio: azionare un servomotore 1 LEZIONE 1 Il Master OPERAZIONI 1. prendere il circuito Master

Dettagli

Realizzazione di un anemometro a coppe, portatile, basato su Arduino

Realizzazione di un anemometro a coppe, portatile, basato su Arduino Realizzazione di un anemometro a coppe, portatile, basato su Arduino Federico Davanteri 2014 lunedì 2 febbraio 2015 1 Materiali e componenti utilizzati Di seguito l elenco del materiale utilizzato per

Dettagli

12^ parte : Come gestire la Ethernet Shield. Author: Ing. Sebastiano Giannitto (ITIS M.BARTOLO PACHINO)

12^ parte : Come gestire la Ethernet Shield. Author: Ing. Sebastiano Giannitto (ITIS M.BARTOLO PACHINO) 12^ parte : Come gestire la Ethernet Shield Author: Ing. Sebastiano Giannitto (ITIS M.BARTOLO PACHINO) La Ethernet Shield Una tra le più interessanti shield è la Ethernet Shield, una scheda che si innesta

Dettagli

sulla PROGRAMMAZIONE del MICROCONTROLLORE

sulla PROGRAMMAZIONE del MICROCONTROLLORE Appunti sulla PROGRAMMAZIONE del MICROCONTROLLORE ARDUINO Testi di riferimento Massimo Banzi, Getting starter width Arduino Brian W. Evans, Arduino Programming Notebook, 1 Indice Struttura del programma

Dettagli

MODIFICA TRUE BYPASS DUNLOP CRY BABY GCB-95 ATTENZIONE

MODIFICA TRUE BYPASS DUNLOP CRY BABY GCB-95 ATTENZIONE MODIFICA TRUE BYPASS DUNLOP CRY BABY GCB-95 Guida per modificare il pedale e renderlo TRUE BYPASS tramite l'inserimento di uno switch meccanico 3PDT. Tale modifica ha lo scopo di evitare la perdita di

Dettagli

Progetti reali con ARDUINO

Progetti reali con ARDUINO Progetti reali con ARDUINO Introduzione alla scheda Arduino (parte 2ª) gennaio 2015 Giorgio Carpignano I.I.S. PRIMO LEVI C.so Unione Sovietica 490 (TO) Materiale didattico: www.istitutoprimolevi.gov.it

Dettagli

Gestione dell'interrupt con il microcontrollore ATMega328 (scheda Arduino)

Gestione dell'interrupt con il microcontrollore ATMega328 (scheda Arduino) Gestione dell'interrupt con il microcontrollore ATMega328 (scheda Arduino) Un microcontrollore normalmente esegue le istruzioni nella sequenza definita in fase di programmazione (fig. 1). Comunque, il

Dettagli

Guida Rapida all Installazione

Guida Rapida all Installazione Guida Rapida all Installazione Grazie per avere acquistato CuboVision! Con CuboVision avrai accesso al mondo multimediale on line in modo molto semplice! Bastano un antenna e una connessione ADSL per

Dettagli

DASY-X. Manuale utente

DASY-X. Manuale utente DASY-X Manuale utente Versione 1.01 Agosto 2015 INDICE PROCEDURA BASE... 3 IL SISTEMA DASY & DANAS... 4 CONTENUTO DELLA CONFEZIONE... 4 INSTALLAZIONE DASY... 4 CONNETTORE 20 PIN... 6 CONNETTORE 16 PIN...

Dettagli

Progetti reali con ARDUINO

Progetti reali con ARDUINO Progetti reali con ARDUINO Introduzione alla scheda Arduino (parte 4ª) giugno 2013 Giorgio Carpignano I.I.S. PRIMO LEVI C.so Unione Sovietica 490 (TO) Materiale didattico: www.iisprimolevi.it Conversione

Dettagli

BTicino s.p.a. Via Messina, 38 20154 Milano - Italia Call Center Servizio Clienti 199.145.145 www.bticino.it info.civ@bticino.it

BTicino s.p.a. Via Messina, 38 20154 Milano - Italia Call Center Servizio Clienti 199.145.145 www.bticino.it info.civ@bticino.it BTicino s.p.a. Via Messina, 8 054 Milano - Italia Call Center Servizio Clienti 99.45.45 www.bticino.it info.civ@bticino.it 6/0- SC PART. T54B Sistema antifurto Manuale di impiego INDICE IMPIANTO ANTIFURTO

Dettagli

SafeLink Applicazione e scelta

SafeLink Applicazione e scelta SafeLink Applicazione e scelta Prodotti Collet-Lok Cilindri a staffa rotante Supporti Cilindri lineari d'azionamento Valvole Foto: SLS-2 SafeLink permette una comunicazione wireless tra l'apparecchio con

Dettagli

KVT-M707 B54-4471-00/00 (EV)

KVT-M707 B54-4471-00/00 (EV) KVT-M707 7-Inch WIDE SCEEN MONITO-ECEIVE INSTAATION MANUA AMPI-TUNE-MONITEU GAND ECAN 7 pouces MANUE D'INSTAATION 7-Zoll BEITBID MONITO-ECEIVE INSTAATION-HANDBUCH 7 inch BEEDBEEDMONITO-ECEIVE INSTAATIE

Dettagli

I.I.S. Enzo Ferrari di Susa (To) a.s. 2012/2013

I.I.S. Enzo Ferrari di Susa (To) a.s. 2012/2013 I.I.S. Enzo Ferrari di Susa (To) a.s. 2012/2013 ESAME DI STATO 2013 Francesco BENNARDO, Titolo: pannello comparativo tra 1 impianto elettrico tradizionale e impianto domotico 2 Indice Obbiettivo pag. 4

Dettagli

i tratta della seconda versione di un progetto realizzato alcuni anni fa e già pubblicato su Fare elettronica n. 316. L impostazione riprende quel

i tratta della seconda versione di un progetto realizzato alcuni anni fa e già pubblicato su Fare elettronica n. 316. L impostazione riprende quel Questo articolo è stato pubblicato su... 36-39 prog&cost GSM:FE 14-06-2012 23:53 Pagina 36 progettare & COMBINATORE progettare & costruire di DANIELE CAPPA GSM Riutilizziamo un vecchio cellulare per farci

Dettagli

Manuale dell Utente 1

Manuale dell Utente 1 Manuale dell Utente 1 Vi siamo grati per l acquisto della fotocamera GoXtreme WiFi View action. Prima di iniziare ad usare il prodotto, leggete attentamente questo manuale onde massimizzarne la prestazione

Dettagli

manuale d uso e documentazione Descrizione pag. 1 Caratteristiche e specifiche 2 Note tecniche ed avvertenze 2 Layout dispositivo 3

manuale d uso e documentazione Descrizione pag. 1 Caratteristiche e specifiche 2 Note tecniche ed avvertenze 2 Layout dispositivo 3 BMP 198 scheda di controllo motore passo passo manuale d uso e documentazione Descrizione pag. 1 Caratteristiche e specifiche 2 Note tecniche ed avvertenze 2 Layout dispositivo 3 Descrizione comandi e

Dettagli

Il sensore ad ultrasuoni

Il sensore ad ultrasuoni Il sensore ad ultrasuoni Caratteristiche elettriche Alimentazione: 5 Vcc Il sensore rileva oggetti da 0 cm fino a 6,45 metri. Tre diverse possibiltà per leggere il dato di uscita del sensore: 1. lettura

Dettagli

Uno dei metodi più utilizzati e

Uno dei metodi più utilizzati e TEORIA MHZ RISORSE SPECIALE PRATICA Quinta parte n 257 - Novembre 2006 Realizzazione di un timer digitale programmabile Sesta parte n 258 - Dicembre 2006 Uso delle interfacce seriali Settima parte n 259

Dettagli

Amplificatori Integrati Stereo PM5005

Amplificatori Integrati Stereo PM5005 Sommario Collegamenti Riproduzione Impostazioni Suggerimenti Appendice. Amplificatori Integrati Stereo PM5005 È possibile stampare più pagine di un file PDF su un singolo foglio di carta. 1 Manuale delle

Dettagli

TENERE a distanza le persone non qualificate e non autorizzate dell area del test DISPORRE le stazioni di test in maniera sicura e ordinata MAI

TENERE a distanza le persone non qualificate e non autorizzate dell area del test DISPORRE le stazioni di test in maniera sicura e ordinata MAI TENERE a distanza le persone non qualificate e non autorizzate dell area del test DISPORRE le stazioni di test in maniera sicura e ordinata MAI toccare prodotti o connessioni durante lo svolgimento di

Dettagli

8209AW Cod. 559590574

8209AW Cod. 559590574 8209AW Cod. 559590574 Kit telecamera wireless con 9 Ied infrarosso microfono integrato e ricevitore 4 canali da 2.4 GHz con funzione motion detection MANUALE D USO 16/07/2008 I prodotti le cui immagini

Dettagli

Logica binaria. Porte logiche.

Logica binaria. Porte logiche. Logica binaria Porte logiche. Le porte logiche sono gli elementi fondamentali su cui si basa tutta la logica binaria dei calcolatori. Ricevono in input uno, due (o anche più) segnali binari in input, e

Dettagli

LA SCHEDA DEL MODULO BLUETOOTH

LA SCHEDA DEL MODULO BLUETOOTH F42-LAB-pag 11-13-ok 27-04-2006 16:15 Pagina 11 LA SCHEDA DEL MODULO BLUETOOTH COMPONENTI 1. Il componente allegato a questo fascicolo è il più sofisticato di tutta la fase di assemblaggio: con esso il

Dettagli

S12E SS12E MANUALE D ISTRUZIONI 20476/20120530 SS12E ALL RIGHTS RESERVED MARMITEK

S12E SS12E MANUALE D ISTRUZIONI 20476/20120530 SS12E ALL RIGHTS RESERVED MARMITEK S12E SS12E MANUALE D ISTRUZIONI 20476/20120530 SS12E ALL RIGHTS RESERVED MARMITEK INDICE INDICE... 2 PRECAUZIONI DI SICUREZZA... 3 COME FUNZIONA MARMITEK X10?... 4 INDIRIZZI... 4 PORTATA DEI SEGNALI...

Dettagli

Come si usano i modem GSM

Come si usano i modem GSM Come si usano i modem GSM Le schede in questione sono dei modem GSM dual Band montati su una board aggiuntiva. I moduli GSM sono dei Siemens o dei Wavecom.Il modulo GSM è un completo cellulare in versione

Dettagli

Laboratorio di Modellazione. Stefano Sanna

Laboratorio di Modellazione. Stefano Sanna Laboratorio di Modellazione Stefano Sanna Laboratorio del corso Atelier di Disegno Industriale 2 - Prof. Lorenzo Imbesi Prima Facoltà di Architettura - Università La Sapienza - Roma DRAFT Anno Accademico

Dettagli

Schede di gestione di ingressi e uscite digitali e/o analogiche mediante interfaccia USB, Ethernet, WiFi, CAN o RS232

Schede di gestione di ingressi e uscite digitali e/o analogiche mediante interfaccia USB, Ethernet, WiFi, CAN o RS232 IPSES S.r.l. Scientific Electronics IPSES SCHEDE DI I/O Schede di gestione di ingressi e uscite digitali e/o analogiche mediante interfaccia USB, Ethernet, WiFi, CAN o RS232 Le schede di gestione I/O IPSES

Dettagli

Corso di Elettronica Digitale. Display decoder a 7 segmenti con le mappe di Karnaugh

Corso di Elettronica Digitale. Display decoder a 7 segmenti con le mappe di Karnaugh Corso i Elettronica Digitale Display ecoer a 7 segmenti con le mappe i Karnaugh Anrea Di Salvo A.A. 23/24 Che cos'è? Per un singolo moulo, è una rappresentazione i interi a a 9 (e eventualmente i alcuni

Dettagli

Telecontrolo GSM - TEL11S

Telecontrolo GSM - TEL11S Telecontrolo GSM - TEL11S Sistema per controllo remoto GSM tramite messaggi SMS e squilli Per i comandi SMS e telefonici Vedere il MANUALE COMANDI Pag. 1 INDICE Manuale Telecontrollo TEL11S Generali...

Dettagli

w w w.pr otexital i a. it DIGICOM combinatore telefonico GSM con modulo industriale MANUALE ISTRUZIONI

w w w.pr otexital i a. it DIGICOM combinatore telefonico GSM con modulo industriale MANUALE ISTRUZIONI w w w.pr otexital i a. it DIGICOM combinatore telefonico GSM con modulo industriale MANUALE ISTRUZIONI Edizione marzo 2008 1 INDICE Caratteristiche DIGICOM. Schema generale.. Descrizione morsetti. Programmazione

Dettagli

C R O C E R O S S A I T A L I A N A SERVIZIO PROVVEDITORATO C. T. N. R. PER GLI APPARATIRADIOELETTRICI DELLA RETE RADIO DELLA CROCE ROSSA ITALIANA

C R O C E R O S S A I T A L I A N A SERVIZIO PROVVEDITORATO C. T. N. R. PER GLI APPARATIRADIOELETTRICI DELLA RETE RADIO DELLA CROCE ROSSA ITALIANA C A P I T O L A T O T E C N I C O PER GLI APPARATIRADIOELETTRICI DELLA RETE RADIO DELLA CROCE ROSSA ITALIANA PARTE GENERALE Gli apparati radio devono essere omologati dal Ministero delle Comunicazioni

Dettagli

MiniScanner 10cm. Lista componenti R1-R8 R9. Montaggio

MiniScanner 10cm. Lista componenti R1-R8 R9. Montaggio MiniScanner 10cm Lista componenti R1-R8 R9 R10 C1 C2 C3 C4 D1 LED1-8 IC1 IC2 X1 150Ω 1/4W (marrone-verde-marrone-oro) 3,3kΩ 1/4W (arancio-arancio-rosso-oro) Trimmer lineare orizzontale 100k 22µF/16V elettrolitico

Dettagli

Veniamo al dunque, per prima cosa recuperiamo il materiale necessario:

Veniamo al dunque, per prima cosa recuperiamo il materiale necessario: Probabilmente questo problema è stato già affrontato da altri, ma volevo portare la mia esperienza diretta, riguardo alla realizzazione di un alimentatore per il caricabatterie 12 volt, ottenuto trasformando

Dettagli

CORSO RADIO EVOLUTE IL SISTEMA RADIO MICOM MOBILE VER. 1.0

CORSO RADIO EVOLUTE IL SISTEMA RADIO MICOM MOBILE VER. 1.0 CORSO RADIO EVOLUTE IL SISTEMA RADIO MICOM MOBILE VER. 1.0 ARTICOLAZIONE AZIENDALE TERRITORIALE VARESE ASPETTI GENERALI DEL SISTEMA COPERTURA RETE RADIO / GPRS RIDUZIONE DEGLI ERRORI INDICAZIONI DIRETTE

Dettagli

NAO e Arduino si parlano!

NAO e Arduino si parlano! TITOLO NAO e Arduino si parlano! PRODOTTI UTILIZZATI OBIETTIVO AUTORE RINGRAZIAMENTI Far comunicare una scheda Arduino con il robot umanoide NAO. L utente chiederà vocalmente a NAO di accendere/spegnere

Dettagli

Serduino - SERRA CON ARDUINO

Serduino - SERRA CON ARDUINO Serduino - SERRA CON ARDUINO 1 Componenti Facchini Riccardo (responsabile parte hardware) Guglielmetti Andrea (responsabile parte software) Laurenti Lorenzo (progettazione hardware) Rigolli Andrea (reparto

Dettagli