c o m u n e d i l e c c e ventisette settembre 2011 dall'europa

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "c o m u n e d i l e c c e ventisette settembre 2011 dall'europa"

Transcript

1 notiziario n. 99 ventisette settembre 2011 c o m u n e d i l e c c e in questo numero dall'europa Sessione plenaria del Parlamento europeo: i punti all ordine del giorno ANNO EUROPEO 2012: pubblicata la decisione del parlamento e del consiglio Settimana europea per la riduzione dei rifiuti: attese adesioni LIFE +: i migliori progetti del 2010 Partecipa al concorso e vola alla scoperta del Parlamentarium dall'italia Gu 222 del 23.9: indici prezzi al consumo Gu 221 del 22.9: prevenzione incendi Gu 221 del 22.9: mutui effettuati da enti locali Rifiuti: le proposte dell'associazione "Porta la Sporta" Raccolta differenziata - Il mese di ottobre dedicato al "triangolo della sostenibilità" Zone franche urbane e incentivi per chi assume al Sud nel cantiere delle incompiute del governo Manifestazione Perugia 23 settembre CdM: approvata istituzione Commissione Governo/enti locali Delrio: "Commissione paritetica grande successo dell'anci" Patrimonio pubblico - Accordo Tesoro-Agea, più facile per amministrazioni pubbliche censire e valorizzare propri terreni Nuova social card 'federalista', i dubbi dei Comuni Alemanno a rivista Anci: Per un sindaco i diritti dei cittadini vengono prima delle strategie dei partiti XXVII Assemblea - Rughetti a rivista Anci: A Brindisi quattro proposte per il Paese, riorganizzazione istituzionale, welfare, patto di stabilità e spesa pubblica Direttivo ANCI Consigli comunali, limitazione convocazioni lesione della democrazia e delle prerogative del ruolo delle Assemblee Aumento Iva. Sindaco Vicenza: Futuro sempre più incerto per gli Enti locali dalla puglia Burp 147 del 22.9: lavori AQP a Lecce Giunta del 23.9: ricerca di petrolio in mare dal comune I nostri 8 colleghi a New York

2 giurisprudenza CdS 5282/2011: interpretazione della lettera di invito CdS 5280/2011: clausole particolari nella revisione prezzi CdS 5186/2011: durc e compiti stazione appaltante fuorisacco 27 settembre, GIORNATA MONDIALE DEL TURISMO La tua idea per una PA migliore

3 dall'europa Sessione plenaria del Parlamento europeo: i punti all ordine del giorno Per la seconda volta nel mese di settembre, il Parlamento europeo si riunisce in sessione plenaria a Strasburgo, dal 26 al 29. Il Parlamento voterà il pacchetto legislativo di 6 proposte per rinforzare la governance economica nell UE, in particolare evitando che i governi nazionali possano ignorare le raccomandazioni della Commissione di correggere i bilanci e affrontare in maniera più tempestiva i disequilibri economici. Il Parlamento voterà una risoluzione sulla situazione in Palestina. Prima del voto, nel pomeriggio di martedì, l Aula dibatterà le attività svolte in questa settimana dall Assemblea Generale dell Onu con l Alto Rappresentante per gli Affari esteri, Catherine Ashton. La discussione si concentrerà sul processo di pace in Medio Oriente e sui recenti sviluppi della situazione in Africa settentrionale. Il Parlamento approverà un accordo commerciale che mira a dare impulso all economia palestinese e a contribuire alla costruzione di uno Stato, consentendo, dall inizio del 2012, l esportazione diretta di prodotti agricoli e pescati dai Territori palestinesi ai Paesi dell Unione europea. Altri punti all ordine del giorno: Barroso farà il discorso sullo stato dell Unione al Parlamento Il Presidente José Manuel Barroso presenterà mercoledì al Parlamento le priorità strategiche della Commissione europea durante l annuale discorso sullo stato dell Unione. In seguito, saranno i deputati a proporre la loro visione sul futuro dell UE. La Commissione adotterà in ottobre il programma di lavoro per il Dibattito sulla situazione nella zona euro con Juncker Martedì pomeriggio i deputati discuteranno la difficile situazione nei paesi dell Euro con il Presidente dell Eurogruppo, Jean-Claude Juncker. La discussione verterà sulle soluzioni alle questioni più urgenti, ma anche sulle azioni da intraprendere per assicurare una stabilità finanziaria a lungo termine. Tempi duri per i Commissari Per rendere il tempo delle interrogazioni alla Commissione più dinamico e più centrato sull attualità, i deputati non presenteranno più le domande in anticipo. Dalla prossima settimana in poi, tre o più Commissari saranno presenti in Aula per rispondere a domande su un tema specifico, per i 90 minuti a disposizione. Rio+20: occasione per stabilire nuovi obiettivi ambientali L UE dovrebbe spingere la comunità internazionale a trovare un accordo su nuovi obiettivi in materia di energia rinnovabile e sviluppo sostenibile alla Conferenza ONU Rio+20 prevista per il prossimo anno, secondo una risoluzione che sarà votata giovedì. Il futuro del Fondo europeo per la globalizzazione I deputati voteranno giovedì su una proposta, contenuta in una risoluzione approvata dalla commissione per gli affari sociali, per dotare il Fondo europeo per la globalizzazione (FEG) di una linea di bilancio specifica, al fine di poter mobilitare più rapidamente gli aiuti ai lavoratori che hanno perso il posto. Il PE chiede misure concrete per fermare l ecatombe sulle strade Per i deputati della commissione per i trasporti, solo un vero piano d azione per la sicurezza stradale potrebbe diminuire drasticamente il numero di morti e di feriti gravi sulle strade europee. Nel documento che sarà posto in votazione in Aula il 27 settembre, propongono alcune misure concrete che la Commissione europea dovrebbe attuare senza indugio. Turismo: il Parlamento chiede un "marchio europeo" In una risoluzione che sarà votata martedì, il Parlamento invita la Commissione a presentare entro la fine del 2012 una "strategia europea integrata sul turismo" e a sviluppare un "marchio europeo". Più risorse per gestire i flussi migratori e di rifugiati

4 Il Parlamento è chiamato a votare uno stanziamento straordinario di 43,9 milioni di euro per la gestione dei flussi migratori e dei rifugiati derivanti dagli sviluppi politici e sociali nel Mediterraneo. europaregioni ANNO EUROPEO 2012: pubblicata la decisione del parlamento e del consiglio Sulla Gazzetta ufficiale dell'unione europea - serie L del 23 Settembre 2011 è stata pubblicata la Decisione n. 940/2011/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 14 settembre 2011 sull' Anno europeo dell'invecchiamento attivo e della solidarietà tra le generazioni (2012), inteso a promuovere la vitalità e la dignità di tutti. L'obiettivo generale dell'anno europeo consiste nell' "agevolare la creazione di una cultura dell'invecchiamento attivo in Europa, basata su una società per tutte le età. In tale contesto, l'anno europeo incoraggia e sostiene l'impegno degli Stati membri, delle loro autorità regionali e locali, delle parti sociali, della società civile e del mondo imprenditoriale, comprese le piccole e medie imprese, a promuovere l'invecchiamento attivo e ad adoperarsi maggiormente per mobilitare il potenziale degli ultracinquantenni, che costituiscono una parte della popolazione in continuo e rapido aumento. In tal modo, esso promuove la solidarietà e la cooperazione tra le generazioni, tenendo conto della diversità e della parità di genere. La promozione dell'invecchiamento attivo implica la creazione di migliori opportunità affinché donne e uomini anziani possano svolgere un ruolo sul mercato del lavoro, la lotta contro la povertà, in particolare femminile, e l'esclusione sociale, incentivare il volontariato e la partecipazione attiva alla vita familiare e sociale e la promozione dell'invecchiamento sano e dignitoso. Ciò comporta, tra l'altro, l'adeguamento delle condizioni di lavoro, la lotta contro gli stereotipi negativi sull'età e la discriminazione basata sull'età, il miglioramento della salute e della sicurezza sul luogo di lavoro, l'adattamento dei sistemi di apprendimento permanente alle esigenze di una manodopera anziana e la garanzia che i sistemi di protezione sociale siano adeguati e offrano gli opportuni incentivi". La partecipazione all'anno europeo 2012 è aperta: agli Stati membri; ai paesi candidati; ai paesi dei Balcani occidentali; ai paesi dell'associazione europea di libero scambio (EFTA) che sono parte dell'accordo sullo Spazio economico europeo (SEE). La dotazione finanziaria per l'attuazione della presente decisione a livello dell'unione, in particolare rispetto alle attività di cui all'articolo 3, paragrafo 1 della decisione, per il periodo dal 1 gennaio 2011 al 31 dicembre 2012, è pari a EUR. Sito web dedicato all'anno europeo 2012 pore Settimana europea per la riduzione dei rifiuti: attese adesioni Dal 19 al 27 Novembre 2011 si terrà la "Settimana europea per la Riduzione dei Rifiuti (EWWR)", la campagna di comunicazione ambientale che nasce all'interno del Programma LIFE+ della Commissione europea con l'obiettivo primario di sensibilizzare le Istituzioni, i consumatori e tutti gli altri stakeholder circa le strategie e le politiche di prevenzione dei rifiuti messe in atto dall'unione europea, che gli Stati membri devono perseguire, anche alla luce delle ultime disposizioni normative. Mira in particolare a promuovere azioni sostenibili per la riduzione dei rifiuti, ad evidenziare l'impatto dei nostri consumi sulla sull'ambiente e sul cambiamento climatico e a far conoscere le politiche dell'ue e degli Stati membri sulla riduzione dei rifiuti, compresa la recente revisione della

5 direttiva quadro sui rifiuti. Gli organizzatori della Settimana europea, per l'edizione 2011, sono i partner ufficiali del progetto LIFE + ed una serie di enti pubblici che hanno aderito a seguito di un invito a manifestare interesse pubblicato nel febbraio Sono autorità pubbliche competenti nel campo della prevenzione dei rifiuti che contribuiscono alla promozione della manifestazione e coordinano la registrazione e la validazione delle azioni proposte da vari soggetti interessati (autorità pubbliche o di governo, associazioni / ONG, imprese/industria, o altro). In Italia il comitato promotore è formato dal Ministero dell'ambiente, Federambiente, Rifiuti 21 Network, Provincia di Torino, Provincia di Roma, Legambiente, AICA, E.R.I.C.A. Soc. Coop., Eco dalle Città. Le adesioni per aderire all'iniziativa sono aperte fino al 15 Ottobre p.v. pore LIFE +: i migliori progetti del 2010 La DG Ambiente ha reso disponibile nel proprio sito una nuova pubblicazione contenente i migliori progetti Life+, risultati vincitori a seguito della call for proposals I 13 progetti presenti nella pubblicazione rappresentano il più recente successo dei progetti LIFE in termini di contributo ambientale a medio e a lungo termine, grado di innovazione e trasferibilità e rilevanza politica. Per ogni progetto vengono fornite informazioni dettagliate sugli obiettivi, i riferimenti dei beneficiari ed il budget assegnato. pore Partecipa al concorso e vola alla scoperta del Parlamentarium Per conoscere il funzionamento del Parlamento europeo, approfondire i meccanismi dell iter legislativo europeo e partecipare virtualmente a una seduta plenaria dell europarlamento è possibile partecipare ad un concorso per volare a Bruxelles e scoprire Parlamentarium, il nuovo centro visitatori del Parlamento europeo. Per partecipare all evento basta cliccare sull icona PARTECIPERO nella pagina Facebook del Parlamento europeo dedicata all evento. In palio ci sono tre viaggi andata e ritorno per Bruxelles, una notte in hotel e la visita al Parlamentarium durante l apertura ufficiale di martedì 11 ottobre alla presenza del Presidente del Parlamento europeo Jerzy Buzek. europaregioni dall'italia Gu 222 del 23.9: indici prezzi al consumo ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA - COMUNICATO - Indici dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati, relativi al mese di agosto 2011, che si pubblicano ai sensi dell'articolo 81 della legge 27 luglio 1978, n. 392 (Disciplina delle locazioni di immobili urbani), ed ai sensi dell'articolo 54 della legge del 27 dicembre 1997, n. 449 (Misure per la stabilizzazione della finanza pubblica). Riportiamo il testo integrale:

6 Indici dei prezzi al consumo per le famiglie di operai impiegati che si pubblicano ai sensi dell'art. 81 della legge 27 luglio 1978, n. 392 (Disciplina delle locazioni di immobili urbani), ed ai sensi dell'art. 54 della legge del 27 dicembre 1997, n. 449 (Misure per la stabilizzazione della finanza pubblica). Gli indici dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati relativi ai singoli mesi del 2010 e 2011 e le loro variazioni rispetto agli indici relativi al corrispondente mese dell'anno precedente e di due anni precedenti risultano: anni e mesi indici variazioni rispetto al corrispondente periodo dell'anno precedente di due anni precedenti 2010 agosto settembre ottobre novembre dicembre media (base 1995=100) 137,9 137,5 137,8 137,9 138,4 137,3 1,5 1,6 1,7 1,7 1,9 1,8 1,7 1,9 2,4 2,9 coefficiente di raccordo tra le basi (base 2010=100) gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto 101,2 101,5 101,9 102,4 102,5 102,6 102,9 103,2 2,2 2,3 2,5 2,6 2,6 2,7 2,7 2,8 3,5 3,6 4,0 4,3 4,2 4,1 4,4 4,3 Gu 221 del 22.9: prevenzione incendi DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 1 agosto 2011, n Regolamento recante semplificazione della disciplina dei procedimenti relativi alla prevenzione degli incendi, a norma dell'articolo 49, comma 4-quater, del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n Gu 221 del 22.9: mutui effettuati da enti locali MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE - DECRETO 20 settembre Determinazione del costo globale annuo massimo per le operazioni di mutuo effettuate dagli enti locali ai sensi del decreto-legge 2 marzo 1989, n. 66, convertito con modificazioni, dalla legge 24 aprile 1989, n Rifiuti: le proposte dell'associazione "Porta la Sporta" Meno Plastica per tutti, Mettila in rete e Sfida all'ultima Sporta, sono le tre iniziative proposte dall associazione Porta la Sporta agli Enti Locali italiani attraverso un mailing capillare, invitandoli a partecipare alla settimana SERR (www.menorifiuti.org) che si terrà in tutta Europa dal 19 al 27

7 novembre Dall'ultimo rapporto diffuso a fine agosto dall Agenzia europea per l Ambiente, Le opportunità dei rifiuti, emerge che se gli Stati europei seguissero alla lettera le direttive comunitarie in merito si potrebbe ottenere un taglio drastico delle emissioni di gas serra pari a 78 milioni di tonnellate entro il In caso contrario, qualora non venissero messe in atto politiche efficaci, la quantità di rifiuti prodotta in Europa è destinata ad aumentare arrivando sino a una media di 558 chili pro capite nel Per attenuare l'impatto della plastica sull'ambiente e soprattutto nei mari, la campagna propone a livello nazionale e locale soluzioni e azioni che hanno come obiettivo una drastica riduzione dell'usa e getta, come la nuova iniziativa Meno Plastica: traguardo 15 kg in 7 mosse. Alcune azioni di riduzione della plastica possono essere intraprese autonomamente dai cittadini senza aiuti esterni come bere l'acqua del rubinetto, o utilizzare la sporta invece dei sacchetti monouso in ogni occasione di acquisto. Altre invece richiedono l'intervento del mondo della produzione, della grande distribuzione, dei negozi di vicinato e di legislazioni adeguate, affinché vengano messe a disposizione dei cittadini e a livello capillare maggiori opportunità di acquisto a basso impatto ambientale. Serve innanzitutto un ripensamento del packaging e delle modalità di commercializzazione dei prodotti di uso comune insieme a una comunicazione che evidenzi e valorizzi queste nuove soluzioni di consumo. (alm) ancitel Raccolta differenziata - Il mese di ottobre dedicato al "triangolo della sostenibilità" Il Sole 24 Ore anticipa l'iniziativa Ministero Ambiente-Conai dedicata alla correttezza della raccolta e del riciclo. Nel mese di ottobre arrivano la giornata (domenica prossima) e il mese dedicati a riciclo e raccolta differenziata. Il Sole 24 Ore anticipa le due operazioni dedicate all ambiente strettamente connesse. La correttezza della raccolta e del riciclo, infatti, contribuisce a creare il cosiddetto "triangolo della sostenibilità", realizzandone aspetti ambientali, economici e sociali, perché riciclare vuol dire trasformare i rifiuti in risorse. E se la raccolta è di qualità, raggiungere questo obiettivo è più facile. La qualità del riciclo, del resto, è richiesta anche dalla direttiva 2008/98/Ce sui rifiuti (recepita con il Dlgs 152/2006, il Codice ambientale, che la fa sua all'articolo 181) tesa a realizzare la "società europea del riciclaggio". Per questo, domenica 2 ottobre si svolgerà la seconda edizione della «Giornata nazionale del riciclo e della raccolta differenziata di qualità: la "raccolta 10+"». L'evento è promosso dal ministero dell'ambiente e dal Conai (Consorzio nazionale imballaggi) al fine di spiegare ai cittadini come si fa la raccolta differenziata di qualità, anche attraverso il Decalogo della raccolta differenziata che, con dieci semplici regole, si propone di aiutare i cittadini a separare meglio. In questo modo l'industria potrà riciclare più facilmente gli imballaggi in acciaio, alluminio, carta, legno, plastica, vetro e l'ambiente subirà meno il peso dei nostri rifiuti. Quest'anno l'iniziativa ha un respiro più ampio rispetto al 2010 sostiene il giornale di Confindustria e può contare anche sul supporto dell'anci. Così da martedì 4 ottobre e per tutto il mese la manifestazione toccherà 20 capoluoghi di regione, 90 di provincia e tutti i comuni che hanno aderito all'iniziativa. Gazebi e van con il logo "Raccolta 10+" faranno delle piazze italiane lo snodo centrale della manifestazione e saranno i luoghi dove i cittadini potranno ricevere il Decalogo per la raccolta di qualità, mentre per le strade gireranno apposite biciclette. Se differenziare "a regola d'arte" fa bene all'ambiente, a trarne beneficio possono essere anche le tasche dei cittadini: infatti il Conai riconosce ai Comuni corrispettivi economici a copertura dei maggiori oneri derivanti dalla raccolta differenziata. Il contributo, secondo il sistema di premialità

8 adottato, aumenta in misura proporzionale alla purezza dei rifiuti di imballaggio conferiti (omogeneità, presenza di materiali estranei non riciclabili): in base all'accordo di programma quadro Anci/Conai ricorda il quotidiano economico un Comune di 100mila abitanti che raggiunge una raccolta differenziata complessiva intorno al 45%, può ottenere dal Conai corrispettivi economici importanti: da 232mila euro l'anno se il materiale conferito è classificato in terza fascia di qualità (materiali molto sporchi) ma circa un milione per materiale classificato in prima fascia (materiali puliti). Quindi, con tali ordini di grandezze, un Comune con un milione di abitanti, se conferisce materiali puliti, può portare a casa ogni anno fino a 9,5 milioni di euro. Risorse preziose - tanto più in questo momento di difficoltà per le finanze locali - che i Comuni possono destinare al progressivo miglioramento del servizio di gestione dei rifiuti da imballaggio. (am) anci Zone franche urbane e incentivi per chi assume al Sud nel cantiere delle incompiute del governo Bonus per le assunzioni al Sud e zone franche urbane: sono alcune delle tante misure annunciate dal governo per favorire lo sviluppo economico che sono rimaste sulla carta, magari ad un passo dal venire attuate. Lo ricorda Il Sole 24 Ore di oggi che si concentra sul mosaico dei provvedimenti promessi dall inizio della legislatura e via via caduti nell oblio in particolare per la ripresa del Mezzogiorno. Tra queste spiccano le zone franche urbane che dovevano essere la chiave per il rilancio di alcune aree depresse del paese, con esenzioni su tasse e contributi per le aziende intenzionate a investire sul territorio. Si sono bloccate per il mancato arrivo dei decreti attuativi (era il 2009). Ci ha pensato poi la manovra estiva del 2010 a sostituirle con le cosiddette Zone a burocrazia zero, anch'esse ancora al palo per assenza di provvedimenti attuativi. Senza dimenticare una pronuncia della Corte costituzionale che le condanna, visto che la norma è troppo generica non ponendo limiti precisi dal punto di vista geografico e delle competenze. Destino analogo anche per il bonus fiscale per le nuove assunzioni al Sud dei lavoratori svantaggiati. La misura prevista dal decreto sviluppo si è arenata per la mancanza di un decreto interministeriale di attuazione e del via libera dell'unione europea. Così come le agevolazioni contributive ai datori di lavoro che assumono disoccupati over 50: il provvedimento dell'economia e del Lavoro, che ne permette l'utilizzo per chi assume nel 2011, non ha ancora visto la luce. Mentre al regime contributivo dei premi di produttività manca un decreto sia per quest'anno che per il 2010: non si conoscono gli sconti previdenziali applicabili ai salari legati alla contrattazione di secondo livello. (gp) anci Manifestazione Perugia 23 settembre Alemanno: Uniti senza logiche di parte, governo torni a governare Necessità comuni per denunciare le emergenze che toccano gli enti locali senza polemiche o strumentalizzazioni di parte per tirare fuori l'italia da questa situazione. Cosi' il sindaco di Roma e presidente del Consiglio nazionale dell'anci poco prima di prendere parte alla manifestazione organizzata dall'anci a Perugia per protestare contro la manovra. Il governo - ha detto Alemanno - ci ha ascoltato istituendo ieri la commissione paritetica che avrà il compito di rivedere tutto l'assetto degli enti locali. Se però scattano prima le misure previste nella manovra saremo costretti a tagliare servizi ai cittadini. Sul governo poi il sindaco di Roma si è detto contrario a soluzioni 'tecniche' auspicando invece che torni a governare e a proporre

9 riforme discusse e condivise da tutti i livelli di governo. Manterremo alta la guardia e il livello di protesta - ha quindi concluso - e in maniera unitaria fino a quando non ci saranno risposte concrete. Polverini: Non siamo costo della politica ma della Repubblica Lo dico con forza ed è questo il messaggio che deve passare: gli Enti locali non sono un costo della casta ma coloro che rappresentano la Repubblica e se si taglia a noi si taglia la democrazia. Così il presidente della regione Lazio, Renata Polverini, nel corso del suo intervento alla manifestazione degli Enti locali in corso a Perugia. Siamo qui dice la Polverini per rafforzare la nostra mobilitazione e proporre una linea alternativa a quella del governo. Per il presidente della regione Lazio in questo momento è importante non indebolire il fronte compatto e trasversale degli enti locali perché è questa l unica forza che abbiamo per richiamare l attenzione sui nostri problemi che sono quelli reali dei cittadini. Per Polverini chi non è presente ha commesso un errore perché è con la presenza che si condivide la battaglia e l istituzione della commissione paritetica altro non è che il frutto del lavoro unitario degli enti locali. Il presidente della regione sottolinea poi che la protesta non è frutto di capricci perché se abbiamo deciso di metter in discussione tutto è perché non siamo più in grado di portare a termine le competenze che la Costituzione ci affida. Non siamo qui contro questo o quell altro governo rimarca tuttavia Polverini ma per dire che ci sono altri modi per trovare le risorse e non far pesare i tagli sulle spalle dei cittadini. Infine un appello per fare chiarezza sui tagli: Noi vogliamo continuare a metterci la faccia ma se questo paese non può più offrire determinate garanzie bisogna dirlo chiaramente spiegando i perché ai cittadini e non facendo ricadere tutte le responsabilità sui livelli di governo periferico. Delrio: Continueremo con proposte e protesta fino a quando non verremo ascoltati La ricchezza dei territori è la vera risorsa del Paese. Noi non approfittiamo della politica perché abbiamo le carte in regola per parlare al Paese e continueremo con le proposte e proteste fino a quando non troveremo chi le ascolterà. Così il vicepresidente dell Anci e sindaco di Reggio Emilia, Graziano Delrio, in un passaggio dell intervento conclusivo alla manifestazione unitaria contro la manovra che Anci, insieme a Regioni e Province, ha organizzato a Perugia. Tutti i livelli di governo hanno uguale dignità e se parliamo insieme credo che lo Stato sarà costretto ad ascoltarci. La Commissione per il riordino istituzionale e la conferenza per la finanza pubblica ha ricordato Delrio sono un primo riconoscimento agli Enti locali che hanno pieno diritto a sedersi a quei tavoli che decidono il futuro del Paese". (leggi il documento unitario approvato). Tuttavia Delrio sottolinea come sia arrivato il momento di raccontare la verità ai cittadini cosa che fino ad ora non è stata fatta. Mettere insieme la riduzione del debito con i tagli agli Enti locali non è possibile perché non è tagliando noi che ci risolleviamo dalla crisi. E non si può nemmeno fare come il ministro dell Economia che per mettere i conti in ordine taglia la spesa sociale e sanitaria. Occorre vedere in faccia la realtà, vedere i numeri e formulare proposte. Noi siamo pronti ribadisce il vicepresidente Anci e andremo avanti fin quando non verremo ascoltati. Emiliano: Gli enti locali uniti per orientare il futuro del Paese La forza di questa giornata è la possibilità di orientare il Paese futuro. Oggi è questo l unico luogo che ricostruisce la cultura istituzionale dell Italia. Così il sindaco di Bari Michele Emiliano nel suo breve intervento di saluto alla manifestazione di Perugia. Sia questa ha detto Emiliano la prima di tante pietre miliari per la ripartenza del nostro Paese. Ci attendono grandi difficoltà ma è da queste giornate che possiamo riprendere in mano il nostro destino. (ef) anci

10 CdM: approvata istituzione Commissione Governo/enti locali Il Consiglio dei Ministri, riunitosi il 22 settembre, a Palazzo Chigi, su proposta del Ministro Fitto, ha deciso di istituire una Commissione paritetica mista Governo-Regioni-Enti locali, finalizzata ad affrontare il tema della razionalizzazione dei costi di funzionamento delle istituzioni e della semplificazione del sistema istituzionale ed amministrativo del Paese, con l'obiettivo di predisporre una riduzione degli organi e dei costi, di eliminare le duplicazioni, di semplificare i processi decisionali. Tale deliberazione è stata adottata per recepire la richiesta che nei giorni scorsi è stata avanzata, con una nota al Presidente del Consiglio, proprio dalle Regioni e dagli enti locali. (alm) ancitel Delrio: "Commissione paritetica grande successo dell'anci" "Oggi usciamo dalla Conferenza Unificata con una certa soddisfazione: la richiesta fatta dall'anci, e diventata pressante dopo la manifestazione dei sindaci a Milano dopo la manovra, e' stata finalmente accolta in pieno dal governo". Lo afferma il vicepresidente dell'anci, Graziano Delrio, commentando l'annunciata istituzione, da parte del Consiglio dei ministri, della Commissione paritetica governo-enti locali su riforme e Patto di stabilita', che arriva dopo l'ordine del giorno proposto dall'anci e approvato dalla Camera insieme alla manovra economica. "Questa decisione - afferma Delrio - ci consente di aprire finalmente una sede idonea per l'avanzamento delle riforme istituzionali e per la revisione del Patto di stabilita', che sta mettendo in ginocchio la crescita e gli investimenti dei Comuni". Delrio fa infine notare che "il ministro Calderoli ha voluto insistere per la prosecuzione dell'iter sul riordino delle Province: a nostro parere anche questa questione va riportata nella sua sede appropriata, ovvero la Commissione paritetica, che avrà 90 giorni per portare a termine i suoi lavori". (mv) anci Patrimonio pubblico - Accordo Tesoro-Agea, più facile per amministrazioni pubbliche censire e valorizzare propri terreni Il dipartimento del Tesoro del ministero dell Economia e delle Finanze e l Agenzia per le erogazioni in agricoltura (Agea) hanno firmato un accordo nell ambito del progetto di ricognizione e valorizzazione del patrimonio delle Amministrazioni pubbliche. Lo comunica una nota congiunta di Mef e Agea, che spiega: L accordo rappresenta un importante contributo per fornire a tutte le Amministrazioni pubbliche uno strumento per la conoscenza e la valutazione del proprio patrimonio immobiliare, finalizzato al miglioramento della gestione e del processo di valorizzazione del patrimonio pubblico. E infatti l accordo sancisce la collaborazione prosegue la nota per utilizzare al meglio le sinergie derivanti dalla condivisione dei rispettivi sistemi informativi, per una conoscenza più puntuale di una parte del patrimonio pubblico, quella dei terreni. L Agea metterà a disposizione, tra l altro, le foto aeree che riproducono, con elevata risoluzione, l intero territorio nazionale e i software per l individuazione e la georeferenziazione di tutti i terreni. Sarà così possibile, sostiene la nota, una precisa identificazione della destinazione delle superfici censite nella banca dati del Tesoro e una loro migliore valutazione. Si potrà inoltre sviluppare una serie di servizi per le Pubbliche amministrazioni, registrate nel portale dedicato al progetto del rendiconto patrimoniale delle Amministrazioni pubbliche a valori di mercato: https://contodelpatrimonio.tesoro.it (mv) anci

11 Nuova social card 'federalista', i dubbi dei Comuni I Comuni non sono soddisfatti della nuova social card federalista. E quanto emerge da un indagine del Sole24Ore, che ha sentito a proposito i rappresentanti dei Comuni di Napoli, Milano, Roma e Palermo. Le principali critiche riguardano la distinzione su base territoriale dei beneficiari e il ruolo marginale affidato ai Comuni nella gestione della Carta acquisti (l intermediazione spetterà infatti agli enti del terzo settore). I poveri al Sud secondo l assessore ai Servizi sociali di Napoli Sergio D Angelo sono ancora più poveri per la fragilità dei servizi di welfare sul territorio. Per questo sarebbe stato necessario prevedere un sostegno maggiore nel meridione, soprattutto a Palermo e a Napoli. E se proprio a Napoli sono assegnati 10 milioni di euro (un quinto del totale nella fase di sperimentazione), l assessore sostiene che sarebbe stato meglio usare queste risorse per rafforzare la rete dei servizi sociali. A Milano, invece, l assessore Pierfrancesco Majorino critica l ipotesi della ricarica bimestrale della carta acquisti differenziata in base alla residenza del beneficiario: questa misura non convince affatto perché, anche se fondata sul costo della vita, non ha alla base alcuna valutazione del bisogno reale delle persone. Per Sveva Belviso, assessore alle Politiche sociali della Capitale, trattandosi di soldi pubblici sarebbe più efficace ed efficiente che fosse l organo istituzionale, cioè il Comune, a erogare le nuove social card e a garantire la trasparenza e l imparzialità dell accesso al contributo da parte dei beneficiari. Dello stesso avviso Raoul Russo, assessore a Palermo e delegato Anci al Welfare: Mi lascia molto perplesso la scelta di delegare esclusivamente alle associazioni del privato sociale la gestione della nuova carta acquisti. Dalla parte degli amministratori si schiera anche Andrea Olivero, portavoce del Forum nazionale del terzo settore: Siamo pronti a fare la nostra parte nella gestione della carta acquisti, ma non a scaricare la pubblica amministrazione dalle sue responsabilità. La verifica dei requisiti dei beneficiari e il coordinamento con i servizi sociali spettano ai Comuni. (mv) anci Alemanno a rivista Anci: Per un sindaco i diritti dei cittadini vengono prima delle strategie dei partiti Il sindaco di Roma e presidente del Consiglio nazionale Anci: Il prossimo presidente dovrà avere un forte carattere istituzionale, una grande onestà intellettuale e di una forte disponibilità ed essere punto di sintesi per rappresentare l unità dell organizzazione. La fedeltà alle Istituzioni e a tutta la città diventa inevitabilmente preminente rispetto alle indicazioni e alle strategie dei partiti. Una volta giurato sulla Costituzione e indossata la fascia tricolore, ogni sindaco deve rispondere a tutti i cittadini e dare garanzia rispetto ai loro diritti fondamentali. Così il sindaco di Roma e presidente del Consiglio nazionale dell Anci, Gianni Alemanno, in un passaggio dell intervista rilasciata sull ultimo numero di Anci Rivista. Parlando delle defezioni di alcuni sindaci allo sciopero del 15 settembre Alemanno spiega: Nessuno di noi deve dimenticarsi di essere l espressione di uno schieramento politico ma quando le due istanze divergono drammaticamente una scelta si impone e deve essere data precedenza agli interessi dei cittadini. Per il sindaco di Roma è apprezzabile l atteggiamento coerente di chi si è dimesso dagli incarichi Anci in obbedienza del proprio partito, ciò non toglie che l unità dei sindaci, al di là degli schieramenti politici e delle appartenenze partitiche, è un segnale di grande importanza non solo come forza politica ma anche come credibilità dell istituzione. Sulla manovra Alemanno nota come è importante per i sindaci mantenere un alto livello di presenza di protesta per evitare che la questione venga sovrastata dalle tante emergenze che in questo momento premono sul Paese tuttavia nessuno può pensare di chiudersi a riccio perché

12 questo significherebbe interrompere definitivamente i canali del dialogo. Si protesta non per polemica politica ma per ottenere risultati concreti. Il Governo e il Parlamento devono recepire le nostre istanze. Capitolo federalismo. La mancanza di una riforma istituzionale a monte rende gli amministratori locali ancor più dipendenti dalla politica nazionale? Il cosiddetto federalismo municipale risponde Alemanno deve garantire forme di autonomia più chiare e codificate rispetto all attuale situazione in cui i Comuni sono totalmente dipendenti dalle leggi statali. Essere oggetto sia della programmazione regionale che della legislazione nazionale rende il sistema dei Comuni estremamente debole. Se il federalismo istituzionale è fermo quello fiscale certo non corre ma per Alemanno ha sicuramente senso continuare a parlarne ma è evidente che non si può né lasciare queste riforme a metà né continuare a rinviarle nel tempo. La crisi e la necessità di rispettare i saldi della manovra dovrebbero invece imporre di applicare subito l Imu e quanto previsto nel decreto legislativo appunto sul federalismo fiscale. Altrimenti i Comuni rischiano di arrivare a questo appuntamento storico totalmente stremati. Sull elezione del prossimo presidente Anci Alemanno non si sbilancia sui nomi ma traccia un profilo ben preciso: un forte carattere istituzionale, dotato di una grande onestà intellettuale e di una forte disponibilità ed essere punto di sintesi per rappresentare l unità dell organizzazione. Infine su Olimpiadi 2020 e stadi per Roma e Lazio. Alla candidatura olimpica ci credo tanto dice il sindaco e registro il fatto che siamo considerati una delle città favorite. È chiaro che dovremo lavorare molto e unificare tutta l Italia attorno alla nostra candidatura. Si vince se ci si presenta uniti e credibili alle selezioni del Cio. Sugli stadi invece abbiamo promesso ai tifosi delle nostre due principali squadre di assecondare, senza costi per il pubblico, il progetto di costruire degli stadi rivolti al calcio anche perché il nostro Stadio Olimpico è ottimo per ospitare le gare delle Olimpiadi ma molto meno per farci godere una bella partita di calcio. (ef) anci XXVII Assemblea - Rughetti a rivista Anci: A Brindisi quattro proposte per il Paese, riorganizzazione istituzionale, welfare, patto di stabilità e spesa pubblica La manovra di Ferragosto, la terza in soli 13 mesi, avrà un effetto pesante sui Comuni ma quello che pesa di più è che si continua a chiedere ai Comuni di migliorare i saldi di bilancio. Come se si dicesse ad una famiglia spiega Rughetti - che deve aumentare il saldo del conto corrente diminuendo le entrate del capofamiglia. Mentre dall altro gli si chiede di non comprare i libri per la scuola, né la macchina per andare a lavorare ed una casa per vivere, nonostante i soldi siano in banca. Intervistato da Anci Rivista, il segretario generale dell Anci, Angelo Rughetti, fotografa lo stato della trattativa con il governo dopo la manovra ed annuncia: All assemblea di Brindisi faremo il punto per decidere come riaprire l autunno ed avanzeremo 4 proposte per il futuro del Paese su riorganizzazione istituzionale, welfare, spesa pubblica e patto di stabilità. Il segretario generale dell Anci punta l indice contro le regole astruse del patto di stabilità che bloccano investimenti e crescita. All inizio l atto con cui si organizzavano i bilanci dei Comuni e dello Stato, veniva chiamato patto di stabilità e crescita. Ma in questi anni sottolinea - ci siamo persi la parola crescita e fermati alla stabilità non rendendoci conto degli effetti positivi legati ad una spesa produttiva. I Comuni ne fanno tanta: gli ultimi dati dicono che il 50% della spesa per investimenti arriva dai municipi. Fare mille opere di 10 milioni di euro l una, vuol dire muovere un economia su tutto il territorio. Non è la stessa cosa precisa -spendere 10 miliardi in tre grandi opere nazionali. Rughetti si sofferma poi sull estate rovente, con i Comuni protagonisti di una reazione ferma contro le misure previste dalla manovra. L Anci ha dimostrato di saper lavorare su proposte

13 concrete e sul confronto istituzionale con Parlamento e governo di qualsiasi colore politico. Ma ha anche dato l impressione rivendica - di essere un associazione viva e reattiva, fatta da soggetti politici con responsabilità sul territorio che vogliono difendere. Per un associazione fatta di istituzioni arrivare al punto in cui siamo arrivati non è facile, ammette il segretario generale accennando alle ripercussioni all interno di partiti politici come la Lega, dello sciopero dei sindaci del 15 settembre. Abbiamo avuto visibilità e fatto capire alla gente che non è una protesta della casta, ma di un sistema istituzionale che vuole aiutare i cittadini a vivere meglio. Adesso ci aspettiamo che dall altra parte ci sia una mano tesa: se non dovesse esserci dal confronto istituzionale si passerebbe allo scontro ed all interruzione delle relazioni istituzionali, conclude il segretario generale Anci. (gp) anci Direttivo ANCI Consigli comunali, limitazione convocazioni lesione della democrazia e delle prerogative del ruolo delle Assemblee Il Vice coordinatore Pieralfonso Fratta Pasini: Non siamo e non vogliamo diventare degli yes men. Il Direttivo della Conferenza nazionale ANCI dei Consigli comunali, riunitosi ieri a Roma ha affrontato, tra l altro, il tema delle nuove e penalizzanti norme introdotte dalla manovra bis in merito alle procedure di convocazione dei Consigli. Le novità riguardano, infatti, una forte restrizione del tempo a disposizione dei Consiglieri comunali per lo svolgimento delle sedute di Consiglio e per la preparazione necessaria al suo migliore esito. Il Testo Unico precedentemente affermava, infatti, il diritto dei Consiglieri di usufruire dei permessi per la giornata in cui venivano convocati i Consigli; con le nuove norme tale diritto viene fortemente ristretto al solo tempo strettamente necessario per la partecipazione alla seduta e per il raggiungimento del luogo di suo svolgimento. Evidente la limitazione della possibilità di deliberare esercitando il ruolo e le prerogative assegnate al Consiglio dalla legge, senza la possibilità di poter predisporre e preparare adeguatamente il dibattito assembleare. Inoltre, la norma in questione crea un forte discriminazione anche tra lavoratori dipendenti e autonomi e introduce ulteriori trattamenti differenziati tra i diversi livelli di rappresentanza istituzionale, incidendo solo ed ancora una volta sul sistema dei Comuni e degli Enti locali; nessuna restrizione e, infatti, prevista per le assemblee regionali e le aule parlamentari. Si assiste ad un ulteriore svilimento della democrazia elettiva nel suo ultimo baluardo di rappresentanza diretta. E sicuramente un passo indietro rispetto ad una situazione già di forte difficoltà afferma Pieralfonso Fratta Pasini, Vice Coordinatore nazionale della Conferenza ANCI dei Consigli comunali. Non siamo e non vogliamo diventare degli yes men, avanzeremo proposte e opereremo per riportare ad un ripensamento ed al ripristino della normativa previgente conclude il Vice Coordinatore nazionale. anci Aumento Iva. Sindaco Vicenza: Futuro sempre più incerto per gli Enti locali Tagli selvaggi che colpiranno i servizi essenziali. E a pagare saranno i più deboli. L aumento dell Iva dal 20 al 21% deciso dal Governo con la recente manovra finanziaria costringe la giunta comunale a metter mano al fondo di riserva. La prossima settimana approderà infatti in Consiglio comunale la seconda delibera di variazione del bilancio di previsione 2011, che prevede

14 un prelievo di euro dal fondo di riserva (che si riduce così a 777 mila euro). La variazione mantiene l equilibrio contabile e finanziario del bilancio, ma è significativo che l operazione contabile sia necessaria in gran parte per poter pagare, da qui a fine anno, quel punto percentuale in più per l acquisto di beni e servizi: dalla cancelleria alle manutenzioni degli edifici e degli ascensori, dai computer alla benzina per i mezzi comunali e le divise del personale. Non solo: gli altri 10 mila euro prelevati dal fondo serviranno addirittura per assicurare il servizio in strada delle pattuglie della polizia locale, attualmente compromesso come per la polizia di Stato dai continui rincari del prezzo del carburante. Sono i deleteri effetti di una manovra punitiva nei confronti degli enti locali e dei Comuni in particolare dichiara il sindaco di Vicenza, Achille Variati -. Ci vediamo costretti a raschiare il fondo del barile addirittura per pagarci le penne e la benzina. Il Comune quest anno ha fatto grossa fatica a farsi carico degli effetti negativi dei continui tagli ai trasferimenti, affinché non fosse la cittadinanza a pagare direttamente. Ma per poter garantire almeno i servizi essenziali alle fasce più deboli della popolazione, lo Stato ci sta mettendo nelle condizioni di non poter garantire in futuro lo stesso standard alla generalità dei contribuenti. Questo è il futuro che il governo Berlusconi sta disegnando per l'italia e anche per i vicentini: tagli selvaggi che colpiranno i servizi essenziali. E a pagare saranno i più deboli. (com/fr) anci dalla puglia Burp 147 del 22.9: lavori AQP a Lecce AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI LECCE Richiesta verifica assoggettabilità a V.I.A. Società AQP. Giunta del 23.9: ricerca di petrolio in mare La Giunta regionale, nell ambito del procedimento ministeriale di V.I.A., ha espresso parere non favorevole di compatibilità ambientale per i permessi di ricerca idrocarburi denominati convenzionalmente D60,D61,D65,D66,D71,D72 e D149, al largo delle coste pugliesi, proposto dalla Northern Petroleum con sede in Viale Trastevere, a Roma. regionepuglia dal comune I nostri 8 colleghi a New York Questa volta i leccesi non rappresentavano ufficialmente la nostra città, ma di fatto sì, l'hanno rappresentata e con onore. Ne ha riferito già la stampa locale, ma noi abbiamo cercato di saperne di più, dalla viva voce di questi nostri colleghi, tutti appartenenti alla polizia municipale, che hanno partecipato ai WORLD POLICE & FIRE GAMES, svoltisi a New York dal 26 agosto al 5 settembre Si è trattato di una gigantesca kermesse, rovinata in parte dal ciclone Katrina che ha sconvolto

15 alcune parti del programma generale, con gare spostate o addirittura saltate. Hanno partecipato ai giochi uomini e donne delle forze di polizia e dei vigili del fuoco provenienti da varie parti del mondo. Basta guardare i risultati sul sito per rendersi conto delle provenienze. Tanto per avere un'idea, ecco gli sport e i giochi previsti dal programma, con molti giochi tipicamente americani: pesca; tiro con l'arco; badminton; baseball; basket a 3; basket a 5; ginnastica su panca; biathlon; body building; bowling; boxe; corsa su strada; ciclismo - mountain bike; ciclismo - street bike; freccette; palla prigioniera; corsa a remi; flag football (simile al football americano, però la differenza rilevante è determinata dall'assenza del contatto fisico in quanto l'avversario non viene fermato tramite il placcaggio, ma prendendo una bandierina che è attaccata alla cintura dell avversario, determinando così l'interruzione dell'azione); calcio gaelico; golf; pallamano; lancio di ferri di cavallo; hockey su ghiaccio; judo; karatè; lacrosse (una specie di pallamano con lunghe racchette); bocce; motocross; muster (una squadra di 6 persone tira un carro pesante con vari attrezzi sino ad un punto dove è collocato un idrante che, una volta collegato al carro, viene diretto verso un bersaglio da abbattere); nuoto in mare; orienteering; paintball (simulazione di combattimento militare); tiro a segno varie specialità (pistol center fire / pistol police action / pistol police action); biliardo; attività di polizia con i cani; sollevamento pesi; racchettoni; carabina varie specialità (air / large bore / small bore); maratona 21 km; canottaggio indoor (su attrezzo ginnico); rugby; vela; tiro al piattello; calcio; calcio indoor; softball; tiro a volo; squash; corsa sulle scale; surf; nuoto; tennis da tavolo; taekwondo; pallamano; tennis; toughest competitor alive (in successione: metri / getto del peso / 100 metri piani / 100 metri nuoto / arrampicata alla fune / esercizi sulla panca / sbarra (pull ups) / corsa a ostacoli); atletica varie specialità; triathlon; tiro alla fune; ultimate firefighter (giochi con le azioni tipiche dei pompieri); beach volley; pallavolo; lotta; braccio di ferro. Sapete già delle varie medaglie d'oro e d'argento di Lorusso e Grassi, ormai abituati ai trionfi ad ogni livello; del bronzo di Lisi nel wrist wrestling (braccio di ferro) nella categoria 79,5 kg (battuto solo da un pompiere francese oro e da un pompiere canadese, argento); del 5 posto di Sabatino nei 5 Km di cross country, categoria grand master A, con il tempo di 22:03, preceduto dal vincitore, un poliziotto spagnolo, da due pompieri spagnoli e da un poliziotto del distretto federale di NY, e seguito da 1 inglese, 2 spagnoli, 4 statunitensi, 1 olandese; delle ottime affermazioni di Ciccarese, Manni e Prete nell'atletica; di Roma nel ciclismo. Quello che non sapete, ma che potete immaginare, è che i nostri colleghi non hanno usufruito di alcun appoggio economico da parte dell'amministrazione. La loro partecipazione a questi giochi, come a tutte le altre gare che si svolgono in Italia e all'estero, è frutto di sacrifici personali, in ogni senso: tempo per allenarsi, costi delle attrezzature, ecc. Certo, c'è la passione, molla fortissima, ma i nostri colleghi sportivi si trovano a gareggiare con atleti sponsorizzati dalle amministrazioni di appartenenza che poi rappresentano ufficialmente. Tutti comunque siamo orgogliosi per loro che hanno portato il nome di Lecce oltre oceano e ci auguriamo che altri seguano il loro esempio di sportivi praticanti. I nostri 8 uomini a New York: Giuseppe Ciccarese, Antonio Grassi, Eugenio Lisi, Michele Lorusso, Antonio Manni, Tommaso Prete, Augusto Roma, Giuseppe Sabatino. Eccoli in foto a spasso per NY e sui campi di gara:

16 giurisprudenza CdS 5282/2011: interpretazione della lettera di invito La formulazione della lettera di invito non può essere interpretata in base alle intenzioni della stazione appaltante ma secondo il suo significato oggettivo. I canoni di interpretazione di una lettera di invito, così come delle clausole dei bandi di concorso, non sono quelli delle fonti indicate negli art. 12 ss. delle disposizioni sulla legge in generale premesse al codice civile, bensì quelli desunti dagli art ss. del codice anzidetto, attesa la natura della volontà espressa, assumibile nella nozione generale del negozio giuridico. Non trova

17 applicazione neppure la c. d. interpretazione autentica, quale quella derivante da precisazioni postume. ancitel CdS 5280/2011: clausole particolari nella revisione prezzi E' nulla la clausola che violi la disciplina legislativa sulla revisione dei prezzi di gara. In questa pronuncia, il principale argomento addotto dalla ditta ricorrente, affidataria dell esecuzione di lavori di ristrutturazione e trasformazione di due edifici della ex struttura ospedaliera cittadina, riguardava una clausola, in sé alquanto ambigua: essa veniva intesa dall appaltatore nel senso che il Comune si sarebbe impegnato ad assicurare una revisione dei prezzi retroattiva. I giudici del Consiglio di Stato osservano, tuttavia, che una simile interpretazione comporterebbe la nullità della clausola per violazione della disciplina legislativa dell istituto revisionale, regime le cui previsioni, non sono derogabili dall autonomia privata. Gli stessi giudici rammentano, infatti, che l art. 33 della L 28/02/1986 n. 41, dopo avere escluso la possibilità di procedere alla revisione dei prezzi per i lavori relativi ad opere pubbliche aventi durata inferiore all'anno, per quelli aventi durata superiore ammette la revisione (a decorrere dal secondo anno successivo alla aggiudicazione, e con esclusione dei lavori già eseguiti nel primo anno e dell'intera anticipazione ricevuta) quando, però, l'amministrazione riconosca che l'importo complessivo della prestazione sia aumentato o diminuito in misura superiore al 10 per cento per effetto di variazioni dei prezzi correnti intervenute successivamente alla aggiudicazione stessa. I giudici di Palazzo Spada, inoltre, sottolineano come un uniforme orientamento giurisprudenziale escluda in materia di revisione prezzi la derogabilità della regolamentazione legale, alla quale viene riconosciuta valenza imperativa. Ad esempio, nella pronuncia Cass. Civ., I, 24 febbraio 1994, n. 1876, si legge quanto segue. L'art. 2 della L. n. 37 del 1973 dispone : "... la facoltà di revisione dei prezzi è ammessa, secondo le norme che la regolano, con esclusione di qualsiasi patto contrario o in deroga": vuol dire che, a decorrere almeno dalla data di entrata in vigore di questa legge, la facoltà (ora soppressa ex art. 3 d.l , convertito nella L ) dell'amministrazione appaltante (o concedente) di procedere alla revisione dei prezzi non ammetteva, sotto qualsiasi profilo, deroghe pattizie, nel senso, esplicitando, che la revisione non poteva essere preventivamente esclusa o, all'opposto, resa obbligatoria (Cass , Cass , Cass , Cass ), nè essere regolata con modalità difformi, in tutto o in parte, dal regime legale. Di qui la nullità (attesa la pacifica imperatività della norma sotto esame) delle pattuizioni derogative (sostituite, perciò, di diritto, ex art c.c., dalla disciplina legale), quale che ne fosse il contenuto e, quindi, anche se attinenti non all'an ma al quantum della revisione e, in particolare, alla base del relativo computo, dato che l'art. 2 cit., rinviando, senza distinzione alcuna, alle norme (tutte) che regolavano l'istituto, non consentiva di degradare a norme dispositive quelle riguardanti il modo di determinare l'importo revisionale,. ancitel CdS 5186/2011: durc e compiti stazione appaltante La stazione appaltante deve stabilire se è definitivo l accertamento delle violazioni riscontrate nel Durc. Una volta acquisito il Durc, la stazione appaltante è chiamata a verificare se le violazioni da esso certificate siano da considerarsi gravi e definitivamente accertate in relazione all oggetto e alle modalità di svolgimento della gara. ancitel

18 fuorisacco 27 settembre, GIORNATA MONDIALE DEL TURISMO Dal 1970 ogni 27 settembre si celebra la Giornata Mondiale del Turismo, organizzata dal 2003 dalla UNWTO (United Nations World Tourism Organization), una agenzia specializzata delle Nazioni Unite, con sede a Madrid, che si occupa del coordinamento delle politiche turistiche e promuove lo sviluppo di un turismo responsabile e sostenibile. Fanno parte dell'unwto oltre 160 nazioni e oltre 390 membri associati in rappresentanza del settore privato, del turismo scolastico e educativo, delle istituzioni locali di promozione turistica. L'Italia ha aderito nel L'attuale segretario generale è il giordano Taleb Rifai, mentre nel 2011 l'italia presiede il consiglio esecutivo. La giornata mondiale di quest'anno sarà celebrata ufficialmente ad Aswan in Egitto. La 19.a assemblea generale, che si tiene ogni due anni, si svolgerà dall'8 al 14 a Gyeongju in Corea. Sul sito dell'unwto programmi e attività dell'organizzazione. La tua idea per una PA migliore "La tua idea per una PA migliore" è il titolo del concorso di idee lanciato da Forum PA, una prima iniziativa per dare voce e visibilità alle migliori idee per una PA che funzioni meglio e costi di meno. Il contest rimarrà aperto fino al 15 novembre. Le idee più votate e quelle ritenute migliori dalla redazione saranno diffuse e pubblicizzate per poi essere utilizzate per promuovere nuove iniziative e gli autori invitati a presentare le loro proposte tramite speciali e approfondimenti della redazione. Le idee saranno valutate sulla base della loro concretezza, razionalità e sostenibilità. Perché non dite la vostra? Potete anche votare le idee che vi piacciono di più... Tutte le cose erano insieme; poi venne la mente e le dispose in ordine Anassagora, a.c., filosofo greco, primo filosofo ad importare la filosofia in Grecia ed in particolare ad Atene (prima la filosofia era diffusa nell'asia minore e nella Magna Grecia); formulò anche ipotesi sul moto dei corpi celesti; per le sue affermazioni fu considerato empio ed allontanato da Atene. accadde oggi nel 1821 il Messico ottiene l'indipendenza dalla Spagna; nel 1915 la nave da battaglia Benedetto Brin viene sabotata e affondata nel porto di Brindisi uccidendo oltre 400 marinai; nel 1998 nasce ufficialmente il motore di ricerca Google. a cura dell'ufficio documentazione del settore politiche comunitarie contatti / info pino sparro marco laudisa

DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo.

DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo. DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo. Consiglio dei Ministri: 05/04/2007 Proponenti: Esteri ART. 1 (Finalità

Dettagli

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 OGGETTO: ADESIONE AL PROGETTO METANO PROMOSSO DAL COMUNE DI TORINO E PREORDINATO A LIMITARE GLI EFFETTI INQUINANTI SULL AMBIENTE DEI TRADIZIONALI GAS DI SCARICO.

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA E CONFINDUSTRIA

PROTOCOLLO D INTESA TRA DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA E CONFINDUSTRIA PROTOCOLLO D INTESA TRA DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA E CONFINDUSTRIA Premesso che il programma di Governo ha previsto una legislatura caratterizzata da profonde riforme istituzionali; che tale

Dettagli

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini Nota Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca On. Stefania Giannini Roma, 28 maggio 2014 Premessa Come è noto le Province si occupano del funzionamento, della manutenzione

Dettagli

Secondo decreto legislativo correttivo del Codice dell ambiente Rifiuti Relazione di accompagnamento

Secondo decreto legislativo correttivo del Codice dell ambiente Rifiuti Relazione di accompagnamento Secondo decreto legislativo correttivo del Codice dell ambiente Rifiuti Relazione di accompagnamento La presente relazione dà conto delle modificazioni apportate al secondo decreto legislativo correttivo

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

L autonomia scolastica

L autonomia scolastica L autonomia scolastica di Giacomo D Alterio La Legge 7 agosto 1990 n. 241, che detta le nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto d accesso ai documenti amministrativi, meglio

Dettagli

Disegno di Legge di stabilità 2016 A.C. 3444. Emendamenti

Disegno di Legge di stabilità 2016 A.C. 3444. Emendamenti Disegno di Legge di stabilità 2016 A.C. 3444 Emendamenti 26 novembre 2015 BILANCIO AUTORIZZATORIO SOLO ANNUALE 2016 UTILIZZO AVANZO LIBERO E DESTINATO ARTICOLO 1, COMMA 389 Dopo il comma 389 è inserito

Dettagli

(Finalità e oggetto)

(Finalità e oggetto) Delega al Governo per la riforma del Terzo settore, dell impresa sociale e per la disciplina del Servizio civile universale Art. 1. (Finalità e oggetto) 1. Il Governo è delegato ad adottare, entro dodici

Dettagli

La Rassegna Stampa è consultabile nel sito: www.ancesicilia.it

La Rassegna Stampa è consultabile nel sito: www.ancesicilia.it Collegio Regionale dei Costruttori Edili Siciliani 90133 Palermo, Via A. Volta, 44 Tel.: 091/333114/324724 Fax: 091/6193528 C.F. 80029280825 - info@ancesicilia.it www.ancesicilia.it La Rassegna Stampa

Dettagli

ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO TTMLM/2013/14. Riunione Tecnica Tripartita sulla Migrazione per Lavoro

ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO TTMLM/2013/14. Riunione Tecnica Tripartita sulla Migrazione per Lavoro Conclusioni 1 La Riunione Tecnica Tripartita sulla migrazione per lavoro, ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO Riunione Tecnica Tripartita sulla Migrazione per Lavoro TTMLM/2013/14 Ginevra, 4-8 novembre

Dettagli

Manuale informativo per conoscere tutto sul progetto di fusione del tuo Comune

Manuale informativo per conoscere tutto sul progetto di fusione del tuo Comune Manuale informativo per conoscere tutto sul progetto di fusione del tuo Comune Cosa è la fusione È un progetto nato per creare un nuovo Comune di oltre 7mila abitanti, più visibile dal punto di vista politico

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2397-A PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato CAPEZZONE Riforma della disciplina delle tasse automobilistiche e altre disposizioni concernenti

Dettagli

POLITICA DI COESIONE 2014-2020

POLITICA DI COESIONE 2014-2020 SVILUPPO LOCALE DI TIPO PARTECIPATIVO POLITICA DI COESIONE 2014-2020 A dicembre 2013, il Consiglio dell Unione europea ha formalmente adottato le nuove normative e le leggi che regolano il ciclo successivo

Dettagli

Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Direzione generale. Progetto Attività Motoria e Sport nella Scuola

Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Direzione generale. Progetto Attività Motoria e Sport nella Scuola COMUNE DI ROMA MIUR Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Direzione generale Progetto Attività Motoria e Sport nella Scuola Protocollo D Intesa 2002-2005 1 Visto l art.21 della Legge 15 Marzo 1997

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE IL DIRETTORE GENERALE Visto l'articolo 23 del decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83, convertito, con modificazioni, dalla

Dettagli

INSIEME PER LIMANA Gruppo d'acquisto Solidale

INSIEME PER LIMANA Gruppo d'acquisto Solidale Statuto INSIEME PER LIMANA Gruppo d'acquisto Solidale 1 E costituita una Associazione denominata GAS INSIEME PER LIMANA L Associazione è costituita in conformità al dettato della L. 383/2000, pertanto

Dettagli

Roma, 05 novembre 2008

Roma, 05 novembre 2008 RISOLUZIONE N.423/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 05 novembre 2008 OGGETTO: Interpello ai sensi dell articolo 11 della legge n. 212 del 2000 - Deduzioni dalla base imponibile IRAP di

Dettagli

Interventi urgenti a sostegno della crescita

Interventi urgenti a sostegno della crescita Interventi urgenti a sostegno della crescita Misure di accelerazione dell utilizzo delle risorse della politica di coesione (Fondo Sviluppo e Coesione, Piano Azione Coesione e Programmi dei Fondi Strutturali

Dettagli

ALLEGATO Dgr n. 1981 del 03/07/2007 pag. 1/5

ALLEGATO Dgr n. 1981 del 03/07/2007 pag. 1/5 giunta regionale 8^ legislatura ALLEGATO Dgr n. 1981 del 03/07/2007 pag. 1/5 1. PREMESSA La Legge n. 40 del 2 aprile 2007 Conversione in legge, con modificazioni, del D.L. 31 gennaio 2007, n. 7, recante

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XVI LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XVI LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XVI LEGISLATURA Doc. XVIII n. 57 RISOLUZIONE DELLA 6ª COMMISSIONE PERMANENTE (Finanze e tesoro) (Estensore FERRARA) approvata nella seduta del 20 ottobre 2010 SULLA PROPOSTA DI

Dettagli

Bilancio Partecipativo 2015. Una iniziativa promossa dall Assessorato allo Sviluppo dei Processi Partecipativi

Bilancio Partecipativo 2015. Una iniziativa promossa dall Assessorato allo Sviluppo dei Processi Partecipativi Bilancio Partecipativo 2015 Una iniziativa promossa dall Assessorato allo Sviluppo dei Processi Partecipativi Che cos'è il Bilancio Partecipativo? Che cos'è il Bilancio Partecipativo? Il Bilancio Partecipativo

Dettagli

COMMENTO DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI E PREVIDENZIALI DELLA UIL AL LIBRO BIANCO SUL FUTURO DEL MODELLO SOCIALE

COMMENTO DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI E PREVIDENZIALI DELLA UIL AL LIBRO BIANCO SUL FUTURO DEL MODELLO SOCIALE COMMENTO DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI E PREVIDENZIALI DELLA UIL AL LIBRO BIANCO SUL FUTURO DEL MODELLO SOCIALE Il Libro Bianco sul Welfare presentato dal Ministro del Lavoro si muove su uno scenario

Dettagli

Studio di Economia e consulenza Aziendale s.r.l. DURC telematico e semplificato: le modifiche del DL 34/2014 di prossima attuazione

Studio di Economia e consulenza Aziendale s.r.l. DURC telematico e semplificato: le modifiche del DL 34/2014 di prossima attuazione News per i Clienti dello studio del 6 Giugno 2014 Ai gentili clienti Loro sedi DURC telematico e semplificato: le modifiche del DL 34/2014 di prossima attuazione Gentile cliente, con la presente desideriamo

Dettagli

POLITICA DI COESIONE 2014-2020

POLITICA DI COESIONE 2014-2020 SVILUPPO LOCALE DI TIPO PARTECIPATIVO POLITICA DI COESIONE 2014-2020 A ottobre 2011, la Commissione europea ha adottato alcune proposte legislative per la politica di coesione 2014-2020 La presente scheda

Dettagli

l edilizia privata abitativa bloccata a causa della crisi, l edilizia pubblica ferma al palo per le carenze delle casse statali, non utilizzare e

l edilizia privata abitativa bloccata a causa della crisi, l edilizia pubblica ferma al palo per le carenze delle casse statali, non utilizzare e Palermo. Giovani imprenditori edili del Mezzogiorno impegnati nella seconda edizione dell annuale convegno che si svolgerà a Palermo venerdì mattina e che si colloca nella fase di avvio della programmazione

Dettagli

Ministero delle infrastrutture e dei trasporti

Ministero delle infrastrutture e dei trasporti Ministero delle infrastrutture e dei trasporti Piano Nazionale di edilizia abitativa Visto il decreto legge 25 giugno 2008, n 112 convertito con modificazioni dalla legge 6 agosto 2008, n 133, recante

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 14.3.2014 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 74/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. 240/2014 DELLA COMMISSIONE del 7 gennaio 2014 recante un codice europeo di condotta

Dettagli

LINNE GUIDA PROGETTO Aci Bonaccorsi Sei Tu Il Bilancio Partecipato Del Comune di Aci Bonaccorsi

LINNE GUIDA PROGETTO Aci Bonaccorsi Sei Tu Il Bilancio Partecipato Del Comune di Aci Bonaccorsi LINNE GUIDA PROGETTO Aci Bonaccorsi Sei Tu Il Bilancio Partecipato Del Comune di Aci Bonaccorsi PREMESSA DALL INFORMAZIONE ALLA PARTECIPAZIONE: UN PERCORSO PER LA DEMOCRAZIA AD ACI BONACCORSI Il Comune

Dettagli

Legge Regionale Sardegna 22/8/2007 n. 9 (B.U.R 31/8/2007 n. 28) Norme in materia di polizia locale e politiche regionali per la sicurezza

Legge Regionale Sardegna 22/8/2007 n. 9 (B.U.R 31/8/2007 n. 28) Norme in materia di polizia locale e politiche regionali per la sicurezza Legge Regionale Sardegna 22/8/2007 n. 9 (B.U.R 31/8/2007 n. 28) Norme in materia di polizia locale e politiche regionali per la sicurezza Articolo 1 - Oggetto e finalità Oggetto e finalità 1. La presente

Dettagli

La programmazione europea. per lo sviluppo della filiera turistica nel Mezzogiorno

La programmazione europea. per lo sviluppo della filiera turistica nel Mezzogiorno La programmazione europea 2014 2020 per lo sviluppo della filiera turistica nel Mezzogiorno POIn (FESR) 2007-2013 - Attrattori culturali, naturali e turismo Asse II - Linea di intervento II.2.1 Intervento:

Dettagli

Camera dei Deputati. Audizione informale. Disegno di legge n. 3134 (DL 65/2015)

Camera dei Deputati. Audizione informale. Disegno di legge n. 3134 (DL 65/2015) Camera dei Deputati Audizione informale Disegno di legge n. 3134 (DL 65/2015) Disposizioni urgenti in materia di pensioni, di ammortizzatori sociali e di garanzie TFR 8 Giugno 2015 XI Commissione Lavoro

Dettagli

Servizio civile in Europa: Cittadini di Pace

Servizio civile in Europa: Cittadini di Pace Spunti per l intervento dell On. Sandro Gozi alla Conferenza Internazionale Servizio civile in Europa: Cittadini di Pace Padova, 15 giugno 2007 1 Il servizio civile come celebrazione del 50 dei trattati

Dettagli

SEMINARIO: Armonizzazione dei sistemi contabili e di bilancio nella P.A.: riflessioni e prospettive

SEMINARIO: Armonizzazione dei sistemi contabili e di bilancio nella P.A.: riflessioni e prospettive SEMINARIO: Armonizzazione dei sistemi contabili e di bilancio nella P.A.: riflessioni e prospettive INTERVENTO: La Riforma della contabilità delle amministrazioni pubbliche: le principali innovazioni e

Dettagli

CONVENZIONE TRA IL MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI E REGIONE LOMBARDIA

CONVENZIONE TRA IL MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI E REGIONE LOMBARDIA CONVENZIONE TRA IL MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI E REGIONE LOMBARDIA (di seguito, denominate PARTI) VISTO Il Regolamento (UE) n. 1303/2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 17

Dettagli

IL DIRITTO DEL LAVORO TRA PRESENTE E FUTURO.

IL DIRITTO DEL LAVORO TRA PRESENTE E FUTURO. IL DIRITTO DEL LAVORO TRA PRESENTE E FUTURO. Dalla Legge 78 del 2014 allo Jobs Act. Politiche attive: razionalizzazione incentivi esistenti. Il Disegno di Legge Delega di Riforma del Lavoro, approvato

Dettagli

ANALISI TECNICO-NORMATIVA

ANALISI TECNICO-NORMATIVA ANALISI TECNICO-NORMATIVA PARTE I. ASPETTI TECNICO-NORMATIVI DI DIRITTO INTERNO 1) Obiettivi e necessità dell'intervento normativo. Coerenza con il programma di governo. La legge n. 220 dell 11 dicembre

Dettagli

IL DIRETTORIO DELLA BANCA D ITALIA

IL DIRETTORIO DELLA BANCA D ITALIA REGOLAMENTO DEL 18 LUGLIO 2014 Regolamento per l organizzazione e il funzionamento della Unità di Informazione Finanziaria per l Italia (UIF), ai sensi dell art. 6, comma 2, del d.lgs. 21 novembre 2007,

Dettagli

Aiutare le popolazioni povere delle aree rurali a sconfiggere la povertà L IFAD IN BREVE

Aiutare le popolazioni povere delle aree rurali a sconfiggere la povertà L IFAD IN BREVE Aiutare le popolazioni povere delle aree rurali a sconfiggere la povertà L IFAD IN BREVE Lo scopo dell IFAD La finalità del Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD) è mettere le popolazioni

Dettagli

REGOLAMENTO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI DELLA CITTA DI LENDINARA

REGOLAMENTO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI DELLA CITTA DI LENDINARA REGOLAMENTO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI DELLA CITTA DI LENDINARA Adottato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 74 del 29 Settembre 2006 Modificato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 66

Dettagli

LEGGE REGIONALE 6 MARZO 2015, N. 6.

LEGGE REGIONALE 6 MARZO 2015, N. 6. LEGGE REGIONALE 6 MARZO 2015, N. 6. NORME PER IL SOSTEGNO DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALE (GAS) E PER LA DISTRIBUZIONE DI PRODOTTI AGROALIMENTARI DA FILIERA CORTA E DI PRODOTTI DI QUALITÀ E MODIFICHE ALLA

Dettagli

PER UNA RESPONSABILITA SOCIALE D IMPRESA CHE SIA ELEMENTO STRUTTURALE DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE

PER UNA RESPONSABILITA SOCIALE D IMPRESA CHE SIA ELEMENTO STRUTTURALE DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE PER UNA RESPONSABILITA SOCIALE D IMPRESA CHE SIA ELEMENTO STRUTTURALE DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE PREMESSA Per la prima volta quest anno la responsabilità sociale in Italia diventa un tema diffuso di dibattito

Dettagli

1. Il rinnovo del CCNL delle Imprese di Assicurazione avviene:

1. Il rinnovo del CCNL delle Imprese di Assicurazione avviene: 1. Il rinnovo del CCNL delle Imprese di Assicurazione avviene: SUL PIANO GENERALE. in una fase storica mondiale di grandi cambiamenti e grandi tragedie. Pensiamo solo alla rapida evoluzione tecnologica,

Dettagli

Dichiarazione di Atene sulle Città Sane

Dichiarazione di Atene sulle Città Sane Dichiarazione di Atene sulle Città Sane (Athens Declaration for Healthy Cities) Atene, Grecia, 23 giugno 1998 Mondiale della Sanità possono sostenere le azioni su cui si fonda la salute per tutti a livello

Dettagli

EVOLUZIONE E LIBERALIZZAZIONE DEL TPL. Agli inizi degli anni 1980 tutti i paesi europei hanno iniziato una

EVOLUZIONE E LIBERALIZZAZIONE DEL TPL. Agli inizi degli anni 1980 tutti i paesi europei hanno iniziato una ABSTRACT: LA NUOVA POLITICA DEI TRASPORTI NAZIONALE ED EUROPEA A FRONTE DELLA CRESCENTE DOMANDA DI MOBILITA. EVOLUZIONE E LIBERALIZZAZIONE DEL TPL Agli inizi degli anni 1980 tutti i paesi europei hanno

Dettagli

CONCORSO TANTE LINGUE, UNA SOLA EUROPA - Anno 2013 -

CONCORSO TANTE LINGUE, UNA SOLA EUROPA - Anno 2013 - CONCORSO TANTE LINGUE, UNA SOLA EUROPA - Anno 2013 - Europe Direct Frosinone, centro di informazione e comunicazione europea ospitato dalla Provincia di Frosinone ed appartenente alla rete Europe Direct,

Dettagli

Liberalizzazione dei mercati dell energia: prime misure per tutelare e accompagnare gli utenti verso la totale apertura del mercato elettrico

Liberalizzazione dei mercati dell energia: prime misure per tutelare e accompagnare gli utenti verso la totale apertura del mercato elettrico Liberalizzazione dei mercati dell energia: prime misure per tutelare e accompagnare gli utenti verso la totale apertura del mercato elettrico La Direttiva 2003/54/CE prevede che gli Stati membri mettano

Dettagli

La normativa di riferimento

La normativa di riferimento 1 La normativa di riferimento Reg. (UE) n. 261/2012 del Parlamento Europeo e del Consiglio che modifica il Reg.(CE) n.1234/2007 in materia di rapporti contrattuali nel settore del latte e dei prodotti

Dettagli

NOTIZIE DALL'EUROPA CUP Newsletter - Febbraio 2016

NOTIZIE DALL'EUROPA CUP Newsletter - Febbraio 2016 NOTIZIE DALL'EUROPA CUP Newsletter - Febbraio 2016 NOTIZIE DALL'EUROPA RICERCA E INNOVAZIONE RESPONSABILI COLLABORAZIONE TRA SCIENZA E SOCIETÀ CIVILE L RRI è il processo che allinea la ricerca e l innovazione

Dettagli

IL MINISTRO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI. di concerto con IL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

IL MINISTRO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI. di concerto con IL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI DECRETO 27 ottobre 2011 Modifica ed abrogazione del decreto 4 febbraio 2010 concernente i criteri e le modalita' di ripartizione delle disponibilita' del

Dettagli

EUROPA CREATIVA (2014-2020) Sottoprogramma Cultura. Invito a presentare proposte

EUROPA CREATIVA (2014-2020) Sottoprogramma Cultura. Invito a presentare proposte EUROPA CREATIVA (2014-2020) Sottoprogramma Cultura Invito a presentare proposte EACEA 29/2015 : Sostegno a favore di progetti di cooperazione europei Attuazione del regime del sottoprogramma Cultura Europa

Dettagli

UNITÀ APPRENDIMENTO Scuola Primaria di Bellano / classi 4ª A 4ª B a.s. 2014/15

UNITÀ APPRENDIMENTO Scuola Primaria di Bellano / classi 4ª A 4ª B a.s. 2014/15 OBIETTIVI GENERALI APPROFONDIRE LA CONOSCENZA DELLE PRINCIPALI NORME DI ALIMENTAZIONE, IGIENE E SICUREZZA PERSONALE - Conoscere le modalità d uso d attrezzi, strumenti e ambienti in cui si vive e le norme

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI

REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI Elaborazione Ufficio Servizi Culturali Ottobre 2007 INDICE Art. 1 Principi ispiratori Art. 2 Consulta delle Associazioni Art. 3 Finalità ed attività Art. 4

Dettagli

2012/27/UE INTEGRARE EFFICIENZA ENERGETICA E CRESCITA

2012/27/UE INTEGRARE EFFICIENZA ENERGETICA E CRESCITA Le proposte degli Amici della Terra Italia sul recepimento della Direttiva 2012/27/UE INTEGRARE EFFICIENZA ENERGETICA E CRESCITA Un nuovo obiettivo di riduzione dell intensità energetica per coniugare

Dettagli

= circolare n. 7 03.12.2008

= circolare n. 7 03.12.2008 = circolare n. 7 03.12.2008 = scadenziario + 16 dicembre + pagamento ritenute, contributi INPS, imposte e l IVA relativo al mese di novembre; versamento del saldo ICI anno 2008 + 29 dicembre + versamento

Dettagli

CONCLUSIONI CONFERENZA LIBERARE IL POTENZIALE DELL ECONOMIA SOCIALE PER LA CRESCITA EUROPEA: LA STRATEGIA DI ROMA.

CONCLUSIONI CONFERENZA LIBERARE IL POTENZIALE DELL ECONOMIA SOCIALE PER LA CRESCITA EUROPEA: LA STRATEGIA DI ROMA. CONCLUSIONI CONFERENZA LIBERARE IL POTENZIALE DELL ECONOMIA SOCIALE PER LA CRESCITA EUROPEA: LA STRATEGIA DI ROMA 18 Novembre, 2014 In occasione della Presidenza di turno del Consiglio dell Unione Europea,

Dettagli

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo L IFAD in breve Lo scopo dell IFAD La finalità del Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD) è mettere le popolazioni rurali povere in condizione di raggiungere una maggiore sicurezza alimentare,

Dettagli

LA PROMOZIONE DELLA SALUTE NELLA PIANIFICAZIONE URBANISTICA E TERRITORIALE Workshop di attivazione GL

LA PROMOZIONE DELLA SALUTE NELLA PIANIFICAZIONE URBANISTICA E TERRITORIALE Workshop di attivazione GL Federazione Friuli V.G LA PROMOZIONE DELLA SALUTE NELLA PIANIFICAZIONE URBANISTICA E TERRITORIALE Workshop di attivazione GL Venerdì 6 marzo 2009 Sede Regione FVG Via Sabbadini, 31 - UDINE ABSTRACT CONTRIBUTO

Dettagli

EMPOWERMENT OF MIGRANT ASSOCIATIONS FOR CO-DEVELOPMENT Corso di formazione gratuito: ASSOCIAZIONI DI IMMIGRATI PER IL CO-SVILUPPO

EMPOWERMENT OF MIGRANT ASSOCIATIONS FOR CO-DEVELOPMENT Corso di formazione gratuito: ASSOCIAZIONI DI IMMIGRATI PER IL CO-SVILUPPO EMPOWERMENT OF MIGRANT ASSOCIATIONS FOR CO-DEVELOPMENT Corso di formazione gratuito: ASSOCIAZIONI DI IMMIGRATI PER IL CO-SVILUPPO Il corso di formazione, promosso dall Organizzazione Internazionale per

Dettagli

REGIONE TOSCANA PREAMBOLO

REGIONE TOSCANA PREAMBOLO REGIONE TOSCANA L.R. 2 aprile 2009, n. 16 Cittadinanza di genere B.U. Regione Toscana 06 aprile 2009, n. 11 PREAMBOLO Visto l articolo 117, terzo, quarto e settimo comma della Costituzione; Visto l articolo

Dettagli

SOLVENCY II: PUBBLICATO NELLA GAZZETTA UFFICIALE DELL UNIONE EUROPEA IL REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. 2015/35

SOLVENCY II: PUBBLICATO NELLA GAZZETTA UFFICIALE DELL UNIONE EUROPEA IL REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. 2015/35 1 SOLVENCY II: PUBBLICATO NELLA GAZZETTA UFFICIALE DELL UNIONE EUROPEA IL REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. 2015/35 2 BRRD: PUBBLICATO NELLA GAZZETTA UFFICIALE DELL UNIONE EUROPEA IL REGOLAMENTO (UE) N. 2015/63

Dettagli

OGGETTO: L Assessore Giuseppe Pan riferisce quanto segue.

OGGETTO: L Assessore Giuseppe Pan riferisce quanto segue. OGGETTO: Programma nazionale di sostegno al settore vitivinicolo misura investimenti. Regolamento (CE) n. 1308/2013 articolo 50. Bando annualità 2016. DGR/CR n. 96 del 19/11/2015. NOTA PER LA TRASPARENZA:

Dettagli

CREDITO ALLE INDUSTRIE

CREDITO ALLE INDUSTRIE CREDITO ALLE INDUSTRIE COFIRE: CONSORZIO FIDI DELL INDUSTRIA DI REGGIO EMILIA ASSEMBLEA DI BILANCIO 2015. OLTRE 36 MILIONI DI EURO EROGATI NELL ESERCIZIO NETTA CRESCITA SU ANNO PASSATO. RIPRESI GLI INVESTIMENTI

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE GIOVANI BANCA di CREDITO COOPERATIVO Giuseppe Toniolo CAPO I - PRINCIPI FONDAMENTALI

STATUTO ASSOCIAZIONE GIOVANI BANCA di CREDITO COOPERATIVO Giuseppe Toniolo CAPO I - PRINCIPI FONDAMENTALI STATUTO ASSOCIAZIONE GIOVANI BANCA di CREDITO COOPERATIVO Giuseppe Toniolo CAPO I - PRINCIPI FONDAMENTALI Art. 1 - L Associazione L Associazione GIOVANI BANCA di CREDITO COOPERATIVO Giuseppe Toniolo (GIOVANI

Dettagli

Newsletter informa on line

Newsletter informa on line MARCHE Newsletter informa on line documentazione delle autonomie locali n 273 del 14 maggio 2014 anno III FASSINO DA PADOAN: SUBITO TAVOLO TECNICO DI CONFRONTO SU MODIFICHE CORRETTIVE AL DECRETO La convocazione

Dettagli

30.12.2010 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 346/5

30.12.2010 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 346/5 30.12.2010 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 346/5 REGOLAMENTO (UE) N. 1233/2010 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 15 dicembre 2010 che modifica il regolamento (CE) n. 663/2009 che istituisce

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE PARERE DELLA COMMISSIONE

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE PARERE DELLA COMMISSIONE COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxelles, 28.11.2006 COM(2006)759 definitivo 2004/0218 (COD) PARERE DELLA COMMISSIONE a norma dell'articolo 251, paragrafo 2, terzo comma, lettera c) del trattato CE,

Dettagli

IL SISTEMA DELLE RELAZIONI DI FINE ED INIZIO MANDATO DEI SINDACI: ASPETTI ISTITUZIONALI, AMMINISTRATIVI, INFORMATIVI

IL SISTEMA DELLE RELAZIONI DI FINE ED INIZIO MANDATO DEI SINDACI: ASPETTI ISTITUZIONALI, AMMINISTRATIVI, INFORMATIVI IL SISTEMA DELLE RELAZIONI DI FINE ED INIZIO MANDATO DEI SINDACI: ASPETTI ISTITUZIONALI, AMMINISTRATIVI, INFORMATIVI ANCI, 24 febbraio 2014, Roma Relatore: Donato A. Limone, ordinario di informatica giuridica

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEL FORUM DEI GIOVANI

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEL FORUM DEI GIOVANI REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEL FORUM DEI GIOVANI Approvato con deliberazione consiliare n. 34 del 10.10.2008 Art. 1- Istituzione 1. Il Consiglio Comunale di Pontecagnano Faiano aderendo

Dettagli

PREMESSA AGENZIA PER L ITALIA DIGITALE. Circolare n. 61/2013 AGENZIA PER L ITALIA DIGITALE

PREMESSA AGENZIA PER L ITALIA DIGITALE. Circolare n. 61/2013 AGENZIA PER L ITALIA DIGITALE AGENZIA PER L ITALIA DIGITALE Circolare n. 61/2013 AGENZIA PER L ITALIA DIGITALE A tutte le pubbliche amministrazioni di cui all articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 Oggetto:

Dettagli

non siamo bambole Gruppo Assembleare Regione Emilia-Romagna

non siamo bambole Gruppo Assembleare Regione Emilia-Romagna non siamo bambole Gruppo Assembleare Regione Emilia-Romagna siamo non bambole Cercasi donne appassionate che vogliono cambiare la politica e migliorare il Paese Vorrei che la conferenza delle donne dell

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE VI COMMISSIONE FINANZE E TESORO. Roma, 24 Luglio 2014

SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE VI COMMISSIONE FINANZE E TESORO. Roma, 24 Luglio 2014 SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE VI COMMISSIONE FINANZE E TESORO Roma, 24 Luglio 2014 INDAGINE CONOSCITIVA SUGLI ORGANISMI DELLA FISCALITA E SUL RAPPORTO TRA CONTRIBUENTI E FISCO A.G. n.99 Schema di decreto

Dettagli

Le opportunità della politica di sviluppo rurale

Le opportunità della politica di sviluppo rurale Le opportunità della politica di sviluppo rurale Fonte Inea Forme innovative di integrazione in agricoltura per favorire l insediamento dei giovani nel settore primario ) La politica di sviluppo rurale

Dettagli

RELAZIONE ANNUALE SULLO STATO DEI SERVIZI E SULL ATTIVITÀ SVOLTA 2004.

RELAZIONE ANNUALE SULLO STATO DEI SERVIZI E SULL ATTIVITÀ SVOLTA 2004. RELAZIONE ANNUALE SULLO STATO DEI SERVIZI E SULL ATTIVITÀ SVOLTA 2004. Presentazione del Presidente dell Autorità. Roma, 6 luglio 2004. Orientamenti per l azione futura. Considerate la dinamica e la complessità

Dettagli

L ACCERTAMENTO ISPETTIVO IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO

L ACCERTAMENTO ISPETTIVO IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO L ACCERTAMENTO ISPETTIVO IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO Cagliari, 22 luglio 2010 ore 10.00 Intervento di apertura dei lavori del Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori Edili Simona Pellegrini Vi

Dettagli

Schema di decreto legislativo recante:

Schema di decreto legislativo recante: Schema di decreto legislativo recante: Incentivi all autoimprenditorialità e all autoimpiego, in attuazione della delega conferita dall articolo 45, comma 1, della legge 17 maggio 1999, n. 144. Visti gli

Dettagli

STATUTO I. NOME, SEDE, FINI, STRUMENTI

STATUTO I. NOME, SEDE, FINI, STRUMENTI STATUTO I. NOME, SEDE, FINI, STRUMENTI Art. 1 - E costituita, ai sensi degli artt. 36 e ss. c.c., l'associazione culturale AEQUA Associazione per l Efficienza e la QUalità nell Amministrazione). Art. 2

Dettagli

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE LA DELLA RIFORMA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Uno Stato più snello e dinamico per non morire di burocrazia UNA RIFORMA TRE PRINCIPI SEMPLIFICARE LA VITA DEI CITTADINI AIUTARE CHI INVESTE TAGLIARE GLI SPRECHI

Dettagli

FINANZIAMENTI E AGEVOLAZIONI PER ENTI NO PROFIT CON PARTICOLARE RIFERIMENTO AL FOTOVOLTAICO

FINANZIAMENTI E AGEVOLAZIONI PER ENTI NO PROFIT CON PARTICOLARE RIFERIMENTO AL FOTOVOLTAICO C.N.E.C. CENTRO NAZIONALE ECONOMI DI COMUNITA 00167 ROMA VIA CARDINAL MASTRANGELO, 59 TELEFONO 06.66.04.33.73 FAX AUTOMATICO 06.66.04.28.83 ADERENTE ALLA CONSULTA NAZIONALE DELLE AGGREGAZIONI LAICALI e-mail:

Dettagli

Gli. approfondimenti. di Publika LE PROGRESSIONI VERTICALI DOPO IL DECRETO ATTUATIVO DELLA RIFORMA BRUNETTA

Gli. approfondimenti. di Publika LE PROGRESSIONI VERTICALI DOPO IL DECRETO ATTUATIVO DELLA RIFORMA BRUNETTA Gli approfondimenti di Publika LE PROGRESSIONI VERTICALI DOPO IL DECRETO ATTUATIVO DELLA RIFORMA BRUNETTA LE PROGRESSIONI VERTICALI DOPO IL DECRETO ATTUATIVO DELLA RIFORMA BRUNETTA di Gianluca Bertagna

Dettagli

bando per progetti di inserimento lavorativo in campo sociale

bando per progetti di inserimento lavorativo in campo sociale bando per progetti di inserimento lavorativo in campo sociale programmati e realizzati con logiche di rete e di collaborazione tra più realtà per fronteggiare situazioni di disagio o esclusione sociale

Dettagli

CITTA DI FELTRE. Verbale di Deliberazione della Giunta

CITTA DI FELTRE. Verbale di Deliberazione della Giunta COPIA CITTA DI FELTRE Deliberazione n. 98 in data 04/06/2013 Verbale di Deliberazione della Giunta Prot. nr. Data Prot. 06/06/2013 Oggetto: Fondo per lo sviluppo della pratica sportiva - Impianto Foro

Dettagli

ACCORDO QUADRO del 7 agosto 2012

ACCORDO QUADRO del 7 agosto 2012 Ministero dell Interno Dipartimento per le Libertà civili e l immigrazione Direzione Centrale per lo Politiche dell Immigrazione e dell Asilo Ufficio I - Pianificazione delle Politiche dell Immigrazione

Dettagli

ACCORDO TRA LA REGIONE MARCHE L UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE. Visti: - gli artt. 117 e 118 della Costituzione che assegnano alle Regioni competenze

ACCORDO TRA LA REGIONE MARCHE L UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE. Visti: - gli artt. 117 e 118 della Costituzione che assegnano alle Regioni competenze ACCORDO TRA LA REGIONE MARCHE E L UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE Visti: - gli artt. 117 e 118 della Costituzione che assegnano alle Regioni competenze esclusive in materia di Istruzione e Formazione Professionale

Dettagli

Consiglio regionale della Toscana

Consiglio regionale della Toscana Consiglio regionale della Toscana LEGGE REGIONALE N. 54/2008 (Atti del Consiglio) Norme in materia di sostegno alla innovazione delle attività professionali intellettuali. *************** Approvata dal

Dettagli

SONO DAVVERO APPETIBILI PER GLI INVESTITORI GLI STRUMENTI FINANZIARI DI TIPO PARTECIPATIVO?

SONO DAVVERO APPETIBILI PER GLI INVESTITORI GLI STRUMENTI FINANZIARI DI TIPO PARTECIPATIVO? regolazione SONO DAVVERO APPETIBILI PER GLI INVESTITORI GLI STRUMENTI FINANZIARI DI TIPO PARTECIPATIVO? Raffaele Lener * Gli strumenti finanziari di tipo partecipativo, che il diritto societario ha consentito

Dettagli

IL CICLO DI GESTIONE DELLA PERFORMANCE (PROCEDURA) LE FASI

IL CICLO DI GESTIONE DELLA PERFORMANCE (PROCEDURA) LE FASI IL CICLO DI GESTIONE DELLA PERFORMANCE (PROCEDURA) LE FASI FASE 0 IL PROCESSO DI PIANIFICAZIONE DELL ENTE FASE 1 DEFINIZIONE E ASSEGNAZIONE DEGLI OBIETTIVI DA RAGGIUNGERE FASE 2 MONITORAGGIO IN CORSO DI

Dettagli

Ente Parco Nazionale Area Contabilità e Finanza - ex VII qualifica funzionale

Ente Parco Nazionale Area Contabilità e Finanza - ex VII qualifica funzionale Apprendimento generale: Ente Parco Nazionale Area Contabilità e Finanza - ex VII qualifica funzionale metodi e strumenti di lavoro di tipo generale pubblica amministrazione e ambiente processi di lavoro

Dettagli

LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI IGIENE URBANA: LA SCELTA DEGLI ENTI LOCALI NELLE MORE DELLA REALIZZAZIONE DELLA GESTIONE IN AMBITI TERRITORIALI OTTIMALI

LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI IGIENE URBANA: LA SCELTA DEGLI ENTI LOCALI NELLE MORE DELLA REALIZZAZIONE DELLA GESTIONE IN AMBITI TERRITORIALI OTTIMALI LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI IGIENE URBANA: LA SCELTA DEGLI ENTI LOCALI NELLE MORE DELLA REALIZZAZIONE DELLA GESTIONE IN AMBITI TERRITORIALI OTTIMALI di Viviana Cavarra Avvocato in Milano Il quadro normativo

Dettagli

STATUTO DELLA ASOCIACIÓN DE MADRES Y PADRES DE ALUMNOS DEL LICEO ESPAÑOL CERVANTES DE ROMA

STATUTO DELLA ASOCIACIÓN DE MADRES Y PADRES DE ALUMNOS DEL LICEO ESPAÑOL CERVANTES DE ROMA STATUTO DELLA ASOCIACIÓN DE MADRES Y PADRES DE ALUMNOS DEL LICEO ESPAÑOL CERVANTES DE ROMA Atto Constitutivo e Statuto del 1998, modificato nelle Assemblee del 09.06.10 e 11.06.12 ITALIANO STATUTO DELLA

Dettagli

STATUTO APPROVATO NELLA SEDUTA CONGRESSUALE AICCRE DEL 14 FEBBRAIO 2011. A.I.C.C.R.E. Associazione dei Comuni e delle Regioni d Europa EMILIA-ROMAGNA

STATUTO APPROVATO NELLA SEDUTA CONGRESSUALE AICCRE DEL 14 FEBBRAIO 2011. A.I.C.C.R.E. Associazione dei Comuni e delle Regioni d Europa EMILIA-ROMAGNA Associazione Italiana del Consiglio dei Comuni e delle Regioni d Europa Federazione dell Emilia-Romagna STATUTO APPROVATO NELLA SEDUTA CONGRESSUALE AICCRE DEL 14 FEBBRAIO 2011 A.I.C.C.R.E. Associazione

Dettagli

Gestione diretta: I programmi comunitari

Gestione diretta: I programmi comunitari Gestione diretta: I programmi comunitari Modalità Strumenti Gestione diretta Programmi UE a finanziamento diretto IPA ENI 4 Strumenti geografici PI DCI Assistenza esterna EIDHR 3 Strumenti tematici IfS

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE POLITICHE

DIPARTIMENTO DI SCIENZE POLITICHE DIPARTIMENTO DI SCIENZE POLITICHE LE AMMINISTRAZIONI LOCALI E LA VALORIZZAZIONE E GESTIONE DEI BENI CULTURALI Esperienze ed applicazioni della normativa nazionale in materia di spending review alle istituzioni

Dettagli

Provinciale di Napoli CAMERA DI COMMERCIO DI NAPOLI PROGETTO SICUREZZA E LEGALITÀ Strumenti operativi per prevenire e contrastare efficacemente il racket e l usura, liberare le imprese da tutti i condizionamenti

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE PREMESSO CHE

IL CONSIGLIO COMUNALE PREMESSO CHE IL CONSIGLIO COMUNALE PREMESSO CHE - questo Consiglio ha votato in data 01/10/2008 un ordine del giorno in merito a Finanziaria 2008 e successivamente in data 31/3/2009 un ordine del giorno in merito a

Dettagli

Agenda 2030 per uno sviluppo sostenibile

Agenda 2030 per uno sviluppo sostenibile Agenda 2030 per uno sviluppo sostenibile L Agenda 2030 in breve Perché c è bisogno di obiettivi globali per uno sviluppo sostenibile? Il mondo deve far fronte a grandi sfide come la povertà estrema, il

Dettagli

REGOLAMENTO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI DELLA CITTA DI LENDINARA

REGOLAMENTO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI DELLA CITTA DI LENDINARA REGOLAMENTO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI DELLA CITTA DI LENDINARA Introduzione Che cos è il Consiglio Comunale dei Ragazzi (CCR)? Si tratta di uno degli istituti di partecipazione all amministrazione

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ PREMESSA Le recenti e numerose modifiche normative nell ambito del vasto progetto di riforma della Pubblica Amministrazione impongono agli Enti Locali

Dettagli

Sommario Il perimetro delle operazioni con parti correlate

Sommario Il perimetro delle operazioni con parti correlate Sommario La Consob ha concluso l iter di approvazione della nuova disciplina sulle operazioni con parti correlate effettuate, direttamente o tramite società controllate, da società che fanno ricorso al

Dettagli

AZIONI A SOSTEGNO DELLE POLITICHE DI CONCILIAZIONE TRA FAMIGLIA E LAVORO

AZIONI A SOSTEGNO DELLE POLITICHE DI CONCILIAZIONE TRA FAMIGLIA E LAVORO AZIONI A SOSTEGNO DELLE POLITICHE DI CONCILIAZIONE TRA FAMIGLIA E LAVORO PREMESSO: - che occorre una azione sinergica, a tutti i livelli, tra le iniziative legislative, le politiche sociali e quelle contrattuali

Dettagli