Manomissioni Le linee di intervento adottate dal Consorzio BANCOMAT. Roma, 3 Novembre 2011

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Manomissioni Le linee di intervento adottate dal Consorzio BANCOMAT. Roma, 3 Novembre 2011"

Transcript

1 Manomissioni Le linee di intervento adottate dal Consorzio BANCOMAT Roma, 3 Novembre 2011

2 Agenda Scenario di riferimento Metodologia di contrasto adottata dal Consorzio BANCOMAT Tipologie Manomissioni Evoluzione dei tipi di manomissione e delle relative contromisure Caso di studio RiElessioni Conclusioni 2

3 Scenario di riferimento Le infrastrutture tecniche e le piattaforme per l effettuazione di transazioni monetarie a mezzo carte di pagamento sono state, nel tempo, soggette ad attacchi di diversa natura e complessità, denominati manomissioni. Queste ultime consistono in una serie di interventi tecnici Einalizzati ad alterare il normale e sicuro funzionamento degli apparati e delle reti sui quali vengono operati. Le manomissioni legate al sistema di accettazione delle carte danno origine a fenomeni fraudolenti, in quanto mirano a sottrarre denaro in maniera indebita dai conti bancari di ignari correntisti o a procurare a sé o ad altri un ingiusto proeitto con altrui danno. 3

4 Scenario di riferimento Sono identieicabili quattro punti focali del fenomeno manomissioni: Punto di manomissione Luoghi Eisici in cui operano i terminali attaccati. Punto di compromissione Tecnologia attaccata per sottrarre informazioni critiche. Punto di spesa Tecnologia sfruttata per il compimento della frode. Punto di avvenuta frode Luoghi Eisici dove avviene la frode; spesso si trovano in Paesi dove vige solo la tecnologia a banda; le statistiche indicano una preferenza dei frodatori per il prelievo contante rispetto agli acquisti. 4

5 Scenario di riferimento I Soggetti coinvolti nel fenomeno delle manomissioni sono: Soggetti frodatori Forze dell Ordine Esterni al Circuito Appartenenti al Circuito Banche Governance Authority di Circuito (punti di compromissione anche parziale e/o di spesa) Merchant (punti di manomissione, più raramente punti di avvenuta frode) Fornitori Terminali Possessori Carte Principali rischi per i Soggetti di Circuito Economici (importi sottratti, spese di gestione della frode, investimenti per l adozione di contromisure); danno d immagine (Sistema bancario, attività commerciali); normativi (derivante dal rilevare eventuali inadempienze). 5

6 Metodologia di contrasto adottata dal Consorzio BANCOMAT All interno di questo scenario il Consorzio BANCOMAT, in qualità di Governance Authority dei circuiti BANCOMAT e PagoBANCOMAT e dei relativi marchi, con riguardo al fenomeno delle manomissioni opera secondo una metodologia volta a: Prevenire le possibili manomissioni Reagire prontamente per ridurre le debolezze di sistema Rilevare tempestivamente gli attacchi 6

7 Metodologia di contrasto adottata dal Consorzio BANCOMAT - Prevenire L attività di prevenzione consiste nel predisporre regole normative, requisiti funzionali, specieiche tecniche e standard nazionali sulla base dei quali realizzare prodotti e procedure sicuri per il Circuito; coinvolgimento, insieme al Consorzio, dei maggiori player operanti nei circuiti bancari nazionali ed internazionali, in un ottica di proeicua e reciproca cooperazione; l insieme di queste attività è Einalizzato a dotare l intero sistema di elevati standard di sicurezza e ad aumentare il livello dei servizi offerti e la loro fruibilità. Centro Antifrode Con l obiettivo di identieicare e contrastare i fenomeni fraudolenti legati al sistema di accettazione dei Circuiti, il Consorzio si sta dotando di una struttura interna apposita, denominata Centro Antifrode con lo scopo di: elaborare statistiche e report; diffondere la conoscenza relativa ai suddetti fenomeni; informare in merito alle best practice in ottica di contrasto. Gli stakeholder per il Centro Antifrode sono i Consorziati, le Forze dell ordine, l UfEicio Centrale Antifrode dei Mezzi di Pagamento (UCAMP), le Istituzioni, i produttori di terminali ATM e POS, Associazioni di Categoria, Associazioni dei Consumatori, Università e Centri di Ricerca Privati, Enti Antifrode Internazionali ecc. 7

8 Metodologia di contrasto adottata dal Consorzio BANCOMAT - Rilevare Nell ambito della metodologia adottata la rilevazione costituisce una leva importante sulla cui base il Consorzio BANCOMAT è in grado di predisporre un attività di analisi delle specieiche contromisure in modo tempestivo. A tal Eine il Consorzio BANCOMAT promuove occasioni di incontro e tavoli di lavoro, utilizzati come eventi per la raccolta delle segnalazioni di fenomeni fraudolenti come la manomissione dei terminali, la clonazione delle carte, ecc., e grazie ai quali è possibile prontamente attivare strategie di intervento al Eine di ridurne i danni; l attività di rilevazione in questione prevede la partecipazione di tutti i soggetti coinvolti, esterni ed interni al Consorzio, quali Forze dell Ordine, Governance Authority, Merchant, Fornitori Terminali, Banche, Possessori Carte, coesi nel portare avanti un costante lavoro di reciproca cooperazione. 8

9 Metodologia di contrasto adottata dal Consorzio BANCOMAT - Reagire Contrastare il fenomeno delle manomissioni è per il Consorzio BANCOMAT un attività fondamentale. A tal Eine, una volta ricevute le rilevazioni e i relativi dettagli tecnici, è prevista la costituzione di un Gruppo Tecnico avente il compito di analizzare le caratteristiche degli attacchi rilevati sui terminali. Il Gruppo Tecnico, rappresentato da esponenti del Consorzio e di accreditati player operanti nel Circuito, per gestire la situazione delle manomissioni in atto effettua le seguenti attività: Analisi possibili contromisure Individuazione discordanze tra normative e contromisura Coinvolgimento di tutti i Soggetti del Circuito Valutazione degli impatti DeFinizione quadro complessivo della situazione Attivazione contromisure individuate Sono tenute in considerazione tutte le esigenze di sicurezza, necessità di business, leggi e normative, privacy. 9

10 Tipologie Manomissioni Le tipologie di manomissioni sono differenziate in base al terminale. Nell ambito degli ATM, le modalità di manomissione si sono evolute soprattutto negli attacchi Eisici. Diversamente sui terminali POS, l evoluzione e l accessibilità della tecnologia ha permesso lo sviluppo di nuove manomissioni. Attacchi di tipo Eisico Cash trapping Tasca libanese Trafugamento dei dati Skimmer ATM Micro- telecamere Apposizione tastierino POS Sostituzione terminale Alterazione software terminale Intercettazione dati 10

11 Tipologie Manomissioni - POS L attività di contrasto si colloca in uno scenario che vede l adozione, da parte delle organizzazioni criminali, di tecnologie soeisticate che sfruttano debolezze di sistema ogni giorno più complesse da identieicare. Bisogna sottolineare, tuttavia, che, ad oggi, l obiettivo Einale (punto di spesa) della manomissione per trafugamento dei dati è sempre operare una frode sfruttando la tecnologia a banda le modalità di realizzazione: 1. sostituzioni del terminale POS con altro simile, normalmente rubato presso un altro esercente, modieicato; 2. inserimento sul POS stesso di software capace di leggere e memorizzare i dati della carta e del PIN. Le debolezze sfruttate all epoca oggi appaiono di facile gestione e tecnologicamente non evolute. Parimenti, le contromisure adottabili non risultano troppo soeisticate. Oggi Inserimento all interno di un terminale POS di un soeisticato dispositivo Eissato con una pellicola adesiva nella parte superiore dell alloggio utilizzato per la lettura della carta: il dispositivo si comporta da sniffer dei dati riuscendo a catturare il PIN (in chiaro, anche del Circuito domestico) trasmesso tra lettore carta e chip; inoltre è in grado di leggere, dall applicazione internazionale, i dati (la seconda traccia) per la riproduzione della banda magnetica; grazie ad un antenna, il dispositivo è in grado di trasmettere i dati raccolti ad un ricevitore posizionato a circa 50 metri; la manomissione dei terminali viene eseguita direttamente all interno dei punti vendita. 11

12 Evoluzione dei tipi di manomissione e delle relative contromisure In futuro sono ipotizzabili ulteriori evoluzioni della tecnologia d attacco per andare a colpire caratteristiche del protocollo ancor più complesse: 2006 Possibili attacchi Sostituzione POS Alterazione software POS Oggi Contromisure Introduzione di nuovi meccanismi di sicurezza Eisica Nuovi criteri di autenticazione tra Gestore Terminali e POS (CB2) Possibili attacchi Realizzabilità SoFisticazione Contromisure Intercettazione dati sensibili chip (es. PIN) Realizzabile a seguito di manomissione Eisica al POS Medio- Alta Protezione dati sensibili chip DeEinizione nuovi criteri di sicurezza Eisica In futuro Possibili attacchi Realizzabilità SoFisticazione Contromisure Alterazione dati chip (es. CVM List) Realizzabile a seguito di manomissione Eisica al POS Alta Aumento controlli sui dati della transazione (es. tracciabilità modalità verieica del PIN). Eliminazione funzionalità a rischio (es. Update Terminal Capabilities) DeEinizione nuovi criteri di sicurezza Eisica 12

13 Caso di studio L attacco oggetto del nostro approfondimento ha le seguenti caratteristiche: Punto di manomissione Merchant i cui terminali siano collocati in modo da poter trasmettere facilmente i dati ad un receiver esterno all esercizio commerciale. Punto di compromissione Più Circuiti: mancata differenziazione tra banda e chip di dati di sicurezza (ICVV, non interessa il Consorzio BANCOMAT); pin ofeline in chiaro (possibile interessamento del Consorzio BANCOMAT). Punto di spesa Circuito internazionale. Punto di avvenuta frode Paesi esteri, prevalentemente dotati di sola tecnologia a banda. 13

14 Caso di studio Attività Gruppo Tecnico - Obiettivi Analizzare nei dettagli la tipologia di attacco e le vulnerabilità di sistema (nello specieico il PIN ofeline in chiaro); scongiurare l immissione in campo di contromisure nate dall iniziativa dei singoli Soggetti rischiano di danneggiare l interoperabilità dei Sistemi; rischiano di indebolire gravemente la sicurezza del Sistema: ad esempio, nel nostro caso, pur essendo la tecnologia a banda il punto di spesa della frode, l emotività del momento, unita ad errate informazioni circa l avvenuto attacco al chip, ha indotto a considerare scelte frettolose quali il ritorno alla tecnologia a banda (pura o simulata ); consentire l adozione di modieiche ai tempi di funzionamento dei terminali come soluzione di primo tempo. Attività Gruppo Tecnico - Risultati Analizzare le possibili soluzioni per i dispositivi in campo: nello specieico lo studio tecnico e degli impatti ha suggerito l avvio, da parte delle Banche, di un processo di sostituzione di alcune carte circolanti con altre aventi una maggior robustezza (ICVV differenziati per chip e banda); avviare un processo di revisione delle specieiche di Circuito volte a rimuovere deeinitivamente la vulnerabilità (è in atto uno studio per afeiancare come metodo di verieica del cardholder al PIN ofeline cifrato il PIN online cifrato). 14

15 RiFlessioni Per la Governance Authority è necessario considerare la complessità delle problematiche di sicurezza generate dalla condivisione degli stessi dispositivi da parte di più Circuiti: i Circuiti nazionali di debito BANCOMAT e PagoBANCOMAT sono strutturati in modo tale che la sicurezza dei pagamenti/prelievi sia demandata anche ad una serie di accorgimenti procedurali che interessano tutti i soggetti coinvolti nella transazione (Banche Issuer, Banche Acquirer, Centri Applicativi ecc.); gli attacchi in oggetto mirano a sfruttare vulnerabilità derivanti dalla convivenza di più applicazioni sugli stessi dispositivi (ad es. Circuiti Domestici e Circuiti internazionali). Le contromisure adottate devono considerare le possibili evoluzioni delle tecniche di attacco: la contromisura PIN criptato all intercettazione del PIN ofeline in chiaro potrebbe non essere sufeiciente a garantire una miglior sicurezza di Sistema; le specieiche tecniche e i controlli effettuati per verieicarne l aderenza (omologazione dei prodotti/processi) devono evolvere verso un arricchimento dei controlli di congruenza delle varie quantità trasmesse. 15

16 Conclusioni Il fenomeno delle manomissioni è caratterizzato da continue evoluzioni in termini tecnico- strategici; le contromisure implementate dal Sistema stesso sono oggetto di continui aggiornamenti e potenziamenti tecnici e normativi; l analisi dei dati, infatti, dimostra che la riuscita delle frodi non è sempre direttamente proporzionale alle novità tecniche introdotte nelle manomissioni; il fenomeno delle manomissioni costituisce un evento trasversale che coinvolge tutti, ma al cui contenimento ognuno deve contribuire limitatamente al proprio grado di responsabilità; quest ultimo concetto è indirizzato soprattutto al timore provato da alcuni soggetti di ricevere un forte danno di immagine tanto da spingerli ad implementare soluzioni personalizzate non conformi con gli standard di Circuito; gli eventuali danni di immagine possono arrivare solo dalle troppe informazioni errate veicolate dai mass media; diventa importante per il Consorzio BANCOMAT e i Circuiti, portare avanti un opera di sensibilizzazione. 16

17 Grazie

Expanding the Horizons of Payment System Development. Smart Solutions Security - Payement Identification and Mobility

Expanding the Horizons of Payment System Development. Smart Solutions Security - Payement Identification and Mobility Expanding the Horizons of Payment System Development Smart Solutions Security - Payement Identification and Mobility 20 Giugno 2013 Nuovi scenari e nuovi player Sergio Moggia Direttore Generale Consorzio

Dettagli

EXECUTIVE SUMMARY 4 1 INTRODUZIONE ERRORE. IL SEGNALIBRO NON È DEFINITO. 1.1 La metodologia descrittiva Errore. Il segnalibro non è definito.

EXECUTIVE SUMMARY 4 1 INTRODUZIONE ERRORE. IL SEGNALIBRO NON È DEFINITO. 1.1 La metodologia descrittiva Errore. Il segnalibro non è definito. Convergenza tra sicurezza fisica, logica e antifrode: analisi dei principali scenari di compromissione dei dispositivi ATM e degli strumenti tecnologici in dotazione a Poste Italiane S.p.A Mirella Ricci

Dettagli

Security Verification Standard Framework BANCOMAT. Veronica Borgogna Consorzio BANCOMAT

Security Verification Standard Framework BANCOMAT. Veronica Borgogna Consorzio BANCOMAT Security Verification Standard Framework BANCOMAT Veronica Borgogna Consorzio BANCOMAT 0 L assioma della sicurezza Le perdite derivano da eventi dannosi, ossia fenomeni indesiderati accidentali o volontari

Dettagli

Strategie antifrode nei sistemi di pagamento con carte

Strategie antifrode nei sistemi di pagamento con carte Strategie antifrode nei sistemi di pagamento con carte Veronica Borgogna Consorzio BANCOMAT Roma, 10 ottobre 2013 I sistemi di pagamento con carte I sistemi di pagamento con carte prevedono l interazione

Dettagli

CARTE 2003 6 e 7 Novembre 2003

CARTE 2003 6 e 7 Novembre 2003 CARTE 2003 6 e 7 Novembre 2003 La migrazione italiana al microchip e le prospettive di sviluppo di nuovi servizi Ing. Fernando Fabiani Segretario Associazione Progetto Microcircuito ASSOCIAZIONE PROGETTO

Dettagli

Schemi per micro-pagamenti: soddisfazione di un reale bisogno o soluzione a un non-problema?

Schemi per micro-pagamenti: soddisfazione di un reale bisogno o soluzione a un non-problema? Carte 2003 Schemi per micro-pagamenti: soddisfazione di un reale bisogno o soluzione a un non-problema? Pierfrancesco Gaggi Roma, 7 novembre 2003 La logica di offerta del circuito domestico: la segmentazione

Dettagli

INDICE. Carte di Credito. e la sfida continua!!!!! L Auditing come leva per capire e ridurre il rischio tecnologico

INDICE. Carte di Credito. e la sfida continua!!!!! L Auditing come leva per capire e ridurre il rischio tecnologico Carte di Credito. e la sfida continua!!!!! L Auditing come leva per capire e ridurre il rischio tecnologico Banca Popolare di Vicenza Responsabile Auditing EDP INDICE Storia Entità del fenomeno Tipologia

Dettagli

UNA PIATTAFORMA SICURA PER I PAGAMENTI ONLINE

UNA PIATTAFORMA SICURA PER I PAGAMENTI ONLINE UNA PIATTAFORMA SICURA PER I PAGAMENTI ONLINE Marco Gallone Sella Holding Banca 28 Novembre 2006 Il Gruppo Banca Sella ed il Commercio Elettronico Dal 1996 Principal Member dei circuiti Visa e MasterCard

Dettagli

Chi è CartaSi. I numeri chiave di CartaSi

Chi è CartaSi. I numeri chiave di CartaSi PROFILO CARTASI Chi è CartaSi CartaSi S.p.A. è dal 1985 la società leader in Italia nei pagamenti elettronici con oltre 2 miliardi di transazioni complessivamente gestite, 13,5 milioni di carte di credito

Dettagli

Chi siamo. La società. Soluzioni. C-Card è la società del Gruppo Cedacri, costituita per operare nel business delle carte di pagamento.

Chi siamo. La società. Soluzioni. C-Card è la società del Gruppo Cedacri, costituita per operare nel business delle carte di pagamento. Company Profile 3 Chi siamo C-Card è la società del Gruppo Cedacri, costituita per operare nel business delle carte di pagamento. Tramite C-Card il Gruppo Cedacri amplia la sua proposta di servizi per

Dettagli

CNEL IV Commissione Istruttoria per le Reti, le Infrastrutture, l'energia e l'ambiente SUPERAMENTO DEL CONTANTE E DIFFUSIONE DELLA MONETA ELETTRONICA

CNEL IV Commissione Istruttoria per le Reti, le Infrastrutture, l'energia e l'ambiente SUPERAMENTO DEL CONTANTE E DIFFUSIONE DELLA MONETA ELETTRONICA CNEL IV Commissione Istruttoria per le Reti, le Infrastrutture, l'energia e l'ambiente SUPERAMENTO DEL CONTANTE E DIFFUSIONE DELLA MONETA ELETTRONICA Roma, 27 maggio 2013 Premessa Operare per il graduale

Dettagli

DELLE FRODI SISTEMA DI PREVENZIONE. Carte di Pagamento

DELLE FRODI SISTEMA DI PREVENZIONE. Carte di Pagamento Carte di Pagamento SISTEMA DI PREVENZIONE DELLE FRODI La soluzione per pagamenti elettronici sicuri in conformità alla Legge n.166/05 e al Decreto Attuativo n.112/07 SISTEMA DI PREVENZIONE DELLE FRODI

Dettagli

Fraud Management assicurativo: processi e modelli operativi

Fraud Management assicurativo: processi e modelli operativi ATTIVITA DI RICERCA 2013 2014 Fraud Management assicurativo: processi e modelli operativi PROPOSTA DI ADESIONE 1 TEMI E MOTIVAZIONI Le frodi nel settore assicurativo rappresentano un fenomeno che sta assumendo

Dettagli

Banco Popolare Issuing and Acquiring Antonella Verzini

Banco Popolare Issuing and Acquiring Antonella Verzini 1 Da sempre le nuove tecnologie influenzano il mondo dei pagamenti creando nuovi modelli di business /#$%& 01*-(&12&3 "#$%- 1''2&41.&$"&! Connessioni Banda magnetica Chip Metallo Onde elettromagnetiche

Dettagli

Brochure prodotto Infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici Servizi di connessione ABB

Brochure prodotto Infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici Servizi di connessione ABB Brochure prodotto Infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici Servizi di connessione ABB Servizi di connessione Prodotti a supporto del business Per sfruttare al meglio una rete di ricarica per veicoli

Dettagli

EFT POS e Sicurezza tecnologia e processi

EFT POS e Sicurezza tecnologia e processi EFT POS e Sicurezza tecnologia e processi Raffaele Sandroni CARTE 2006 Obiettivi delle misure di sicurezza Non consentire un uso illegittimo degli strumenti di pagamento Assicurare l affidabilità del sistema

Dettagli

La gestione e la prevenzione delle frodi esterne

La gestione e la prevenzione delle frodi esterne La gestione e la prevenzione delle frodi esterne Gianluigi Molinari Responsabile Ufficio Prevenzione Frodi Direzione Centrale Organizzazione e Sicurezza Roma 28/29 maggio 2012 Il fenomeno delle frodi è

Dettagli

Convegno di studio La biometria entra nell e-government. Le attività del CNIPA nel campo della biometria: le Linee guida

Convegno di studio La biometria entra nell e-government. Le attività del CNIPA nel campo della biometria: le Linee guida Convegno di studio La biometria entra nell e-government Le attività del CNIPA nel campo della biometria: le Linee guida Alessandro Alessandroni Cnipa alessandroni@cnipa.it Alessandro Alessandroni è Responsabile

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CARTE DI DEBITO (DECB4014)

FOGLIO INFORMATIVO CARTE DI DEBITO (DECB4014) FOGLIO INFORMATIVO CARTE DI DEBITO (DECB4014) PRODOTTO ASSOCIATO AL CONTO CORRENTE PRIMOCONTO SCUOLA Ai sensi del Provvedimento della Banca d Italia del 9 febbraio 2011 e successivi aggiornamenti di recepimento

Dettagli

Introduzione: scopo del documento, organizzazione e funzioni dell amministrazione

Introduzione: scopo del documento, organizzazione e funzioni dell amministrazione PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' art. 10 d. lgs. 33/2013 Sommario Introduzione: scopo del documento, organizzazione e funzioni dell amministrazione... 1 1. Procedimento di elaborazione

Dettagli

L innovazione nei servizi di pagamento dalla SEPA alla PSD2: OBEP, P2P, Mobile e Instant Payment

L innovazione nei servizi di pagamento dalla SEPA alla PSD2: OBEP, P2P, Mobile e Instant Payment ATTIVITA DI RICERCA 2015 L innovazione nei servizi di pagamento dalla SEPA alla PSD2: OBEP, P2P, Mobile e Instant Payment PROPOSTA DI ADESIONE 1 TEMI E MOTIVAZIONI L introduzione della SEPA ha impegnato

Dettagli

Relazione Banche Confidi: rafforzare il rapporto di garanzia e andare oltre. Servizio Gateway Confidi. Claudio Mauro. Direttore Centrale

Relazione Banche Confidi: rafforzare il rapporto di garanzia e andare oltre. Servizio Gateway Confidi. Claudio Mauro. Direttore Centrale Relazione Banche Confidi: rafforzare il rapporto di garanzia e andare oltre Servizio Gateway Confidi Claudio Mauro Direttore Centrale RA Computer Roma, 29 Novembre 2013 RA Computer In cifre Più di 300

Dettagli

SmartPay. Making the complex simple

SmartPay. Making the complex simple SmartPay Making the complex simple 2 Le sfide sono all ordine del giorno per un impresa che vuole raggiungere il successo. Per ampliare i propri affari bisogna affrontare scelte impegnative, per questo

Dettagli

I sistemi di pagamento nella realtà italiana

I sistemi di pagamento nella realtà italiana I sistemi di pagamento nella realtà italiana 17 marzo 2009 (dati al 2008) La disponibilità delle informazioni sui sistemi di pagamento a fine 2008, permette di aggiornare le analisi sull evoluzione in

Dettagli

CARTE DI PAGAMENTO marchi, caratteristiche, funzionalità, costi, sicurezza

CARTE DI PAGAMENTO marchi, caratteristiche, funzionalità, costi, sicurezza Società per Azioni Sede Legale: Via Roma, 13-12100 Cuneo. Direzione Generale: Via S. Teresa, 11-10121 Torino Tel.: 800.500.200 Indirizzo P.E.C.: bre-staffdirezionegenerale@pecgruppoubi.it Fax: 02.75.46.21.49

Dettagli

Mobile Security: un approccio efficace per la sicurezza delle transazioni

Mobile Security: un approccio efficace per la sicurezza delle transazioni ry colors 0 39 118 146 212 0 0 161 222 60 138 46 114 199 231 201 221 3 Mobile Security: un approccio efficace per la sicurezza delle transazioni RSA Security Summit 2014 Paolo Guaschi Roma, 13 maggio 2014

Dettagli

Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. Lgs. 231/2001. Parte 01 PRESENTAZIONE DEL MODELLO

Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. Lgs. 231/2001. Parte 01 PRESENTAZIONE DEL MODELLO Parte 01 PRESENTAZIONE DEL MODELLO 1 01.00 PREMESSA Recordati è un gruppo farmaceutico europeo fondato nel 1926, quotato alla Borsa Italiana, che si dedica alla ricerca, allo sviluppo, alla produzione

Dettagli

La Giornata della Sicurezza 2014

La Giornata della Sicurezza 2014 La Giornata della Sicurezza 2014 Roma, 28 novembre 2014 Giovanni PIROVANO Comitato di Presidenza ABI Le declinazioni della sicurezza SICUREZZA LOGICA Furto d identità elettronica Identificazione e controllo

Dettagli

Terminali di pagamento: tendenze e nuove opportunità. Luciano Cavazzana Direttore Generale Ingenico Italia SpA

Terminali di pagamento: tendenze e nuove opportunità. Luciano Cavazzana Direttore Generale Ingenico Italia SpA Terminali di pagamento: tendenze e nuove opportunità Luciano Cavazzana Direttore Generale Ingenico Italia SpA I POS di oggi e le tecnologie Il mondo dei pagamenti elettronici ha saputo integrate negli

Dettagli

Company Profile. Quarto trimestre 2014

Company Profile. Quarto trimestre 2014 Company Profile Quarto trimestre 2014 CartaSi SpA Azienda del Gruppo ICBPI Corso Sempione 55 20145 Milano T. +39 02 3488.1 F. +39 02 3488.4180 www.cartasi.it CartaSi S.p.A. è la Società leader in Italia

Dettagli

Stato dell arte e prospettive della collaborazione banche forze dell ordine

Stato dell arte e prospettive della collaborazione banche forze dell ordine Stato dell arte e prospettive della collaborazione banche forze dell ordine Banche e Sicurezza 2012 La giornata della sicurezza: focus intersettoriale Roma, Palazzo Altieri, 20 novembre 2012 Giovanni PIROVANO

Dettagli

Modello dei controlli di secondo e terzo livello

Modello dei controlli di secondo e terzo livello Modello dei controlli di secondo e terzo livello Vers def 24/4/2012_CLEN INDICE PREMESSA... 2 STRUTTURA DEL DOCUMENTO... 3 DEFINIZIONE DEI LIVELLI DI CONTROLLO... 3 RUOLI E RESPONSABILITA DELLE FUNZIONI

Dettagli

IL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE DI CONCERTO CON IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

IL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE DI CONCERTO CON IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Leggi d'italia Ministero dell'economia e delle finanze D.M. 14-2-2014 n. 51 Regolamento sulle commissioni applicate alle transazioni effettuate mediante carte di pagamento, ai sensi dell'articolo 12, commi

Dettagli

OSSIF: IL CENTRO DI COMPETENZA DELL ABI SULLA SICUREZZA ANTICRIMINE

OSSIF: IL CENTRO DI COMPETENZA DELL ABI SULLA SICUREZZA ANTICRIMINE OSSIF: IL CENTRO DI COMPETENZA DELL ABI SULLA SICUREZZA ANTICRIMINE Convegno BANCASICURA - Pieve Emanuele, 18 ottobre 2007 Marco Iaconis, Responsabile Ufficio Sicurezza Anticrimine ABI OS.SI.F. Centro

Dettagli

Servizio Organizzazione - Monetica e Sistemi di Pagamento. Payment Systems Revolution : an opportunity for (too) many

Servizio Organizzazione - Monetica e Sistemi di Pagamento. Payment Systems Revolution : an opportunity for (too) many Servizio Organizzazione - Monetica e Sistemi di Pagamento Payment Systems Revolution : an opportunity for (too) many Banche e Sicurezza 2015 4 giugno 2015 Evoluzione delle frodi in ambito monetica 1980

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CARTA PREPAGATA: ONE MORE CON MICROCHIP

FOGLIO INFORMATIVO CARTA PREPAGATA: ONE MORE CON MICROCHIP FOGLIO INFORMATIVO CARTA PREPAGATA: ONE MORE CON MICROCHIP INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Alto Adige Società cooperativa per azioni Via Siemens, 18 39100 Bolzano Tel.: 0471 996111 Fax: 0471

Dettagli

Scenario, evoluzione e sicurezza dei sistemi di pagamento

Scenario, evoluzione e sicurezza dei sistemi di pagamento Alessandro Zollo Responsabile Settore Sistemi e Servizi di Pagamento Retail ABI - Segretario Generale Consorzio BANCOMAT Roma 13 febbraio 2009 Seminario Internet, pagamenti elettronici e frodi: opportunità

Dettagli

CartaSi: un mondo virtuale di vantaggi reali

CartaSi: un mondo virtuale di vantaggi reali CartaSi: un mondo virtuale di vantaggi reali Giorgio Avanzi, Direttore Generale CartaSi Milano, 14 Maggio 2008 CartaSi è leader di mercato consolidato Il Gruppo CartaSi, costituito nel 1985, è leader in

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA PREDISPOSIZIONE DEL DOCUMENTO DI PROGETTO DEL SISTEMA DI GIOCO

LINEE GUIDA PER LA PREDISPOSIZIONE DEL DOCUMENTO DI PROGETTO DEL SISTEMA DI GIOCO ALLEGATO A LINEE GUIDA PER LA PREDISPOSIZIONE DEL DOCUMENTO DI PROGETTO DEL SISTEMA DI GIOCO Premessa Il documento di progetto del sistema (piattaforma) di gioco deve tener conto di quanto previsto all

Dettagli

Politica per la Sicurezza

Politica per la Sicurezza Codice CODIN-ISO27001-POL-01-B Tipo Politica Progetto Certificazione ISO 27001 Cliente CODIN S.p.A. Autore Direttore Tecnico Data 14 ottobre 2014 Revisione Resp. SGSI Approvazione Direttore Generale Stato

Dettagli

La Firma Digitale. Manuale d uso Fornitore. Introduzione alla Firma Digitale. Aprile 2015

La Firma Digitale. Manuale d uso Fornitore. Introduzione alla Firma Digitale. Aprile 2015 Manuale d uso Fornitore Introduzione alla Firma Digitale Cenni generali sulla Firma Digitale La firma digitale può essere definita come un sistema di autenticazione di documenti digitali tale da garantire

Dettagli

PCI DSS ISTRUZIONI OPERATIVE

PCI DSS ISTRUZIONI OPERATIVE PCI DSS ISTRUZIONI OPERATIVE ver febbraio 2014 COS E IL PCI SSC (SECURITY STANDARD COUNCIL) L'organizzazione è stata fondata da Visa, Inc., MasterCard Worldwide, American Express, Discover Financial Services

Dettagli

Una piattaforma innovativa per i pagamenti in mobilità tramite smartphone

Una piattaforma innovativa per i pagamenti in mobilità tramite smartphone Una piattaforma innovativa per i pagamenti in mobilità tramite smartphone 16 Novembre 2012 Michele Dotti, Responsabile Architettura Funzionale e Canali Agenda Introduzione al mobile payment Comunicazione

Dettagli

Tickets BIGLIETTAZIONE. Tickets. sviluppo e gestione dei sistemi di. Sistemi informativi integrati per la Mobilità BIGLIETTAZIONE ELETTRONICA

Tickets BIGLIETTAZIONE. Tickets. sviluppo e gestione dei sistemi di. Sistemi informativi integrati per la Mobilità BIGLIETTAZIONE ELETTRONICA Tickets Main sponsor Sistemi informativi integrati per la Mobilità Sponsor Un percorso formativo per governare l innovazione nei sistemi di bigliettazione e pagamento dei servizi di mobilità. Il settore

Dettagli

Pagamento Ticket SSN. Resiban spa Strada degli Schiocchi 42 41124 Modena Tel. +39 059 344535 Web: www.resiban.it E-mail: info@resiban.

Pagamento Ticket SSN. Resiban spa Strada degli Schiocchi 42 41124 Modena Tel. +39 059 344535 Web: www.resiban.it E-mail: info@resiban. Il progetto prevede l implementazione completa di un sito Web per consentire a un cliente di una banca, in possesso di un account Home Banking, di poter effettuare il pagamento delle prestazioni SSN direttamente

Dettagli

Dati e qualifica soggetto incaricato dell offerta fuori sede

Dati e qualifica soggetto incaricato dell offerta fuori sede Cassa Lombarda S.p.A. Pagina 1 di 5 INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO CARTA DI DEBITO Denominazione e forma giuridica: CASSA LOMBARDA SPA Sede legale: Via Alessandro Manzoni, 12/14 20121 MILANO

Dettagli

INDIRIZZI GENERALI E LINEE GUIDA DI ATTUAZIONE DEL PIANO NAZIONALE DELLA SICUREZZA STRADALE NOTA DI SINTESI

INDIRIZZI GENERALI E LINEE GUIDA DI ATTUAZIONE DEL PIANO NAZIONALE DELLA SICUREZZA STRADALE NOTA DI SINTESI INDIRIZZI GENERALI E LINEE GUIDA DI ATTUAZIONE DEL PIANO NAZIONALE DELLA SICUREZZA STRADALE NOTA DI SINTESI 1. OBIETTIVI Il Piano Nazionale della Sicurezza Stradale è istituito dalla legge del 17 luglio

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA PREDISPOSIZIONE DEL DOCUMENTO DI PROGETTO DEL SISTEMA DI GIOCO

LINEE GUIDA PER LA PREDISPOSIZIONE DEL DOCUMENTO DI PROGETTO DEL SISTEMA DI GIOCO ALLEGATO A LINEE GUIDA PER LA PREDISPOSIZIONE DEL DOCUMENTO DI PROGETTO DEL SISTEMA DI GIOCO Premessa Il documento di progetto del sistema (piattaforma) di gioco deve tener conto di quanto previsto all

Dettagli

La certificazione dei sistemi di gestione della sicurezza ISO 17799 e BS 7799

La certificazione dei sistemi di gestione della sicurezza ISO 17799 e BS 7799 Convegno sulla Sicurezza delle Informazioni La certificazione dei sistemi di gestione della sicurezza ISO 17799 e BS 7799 Giambattista Buonajuto Lead Auditor BS7799 Professionista indipendente Le norme

Dettagli

L Infrastruttura CBI tra sicurezza ed efficienza

L Infrastruttura CBI tra sicurezza ed efficienza L Infrastruttura CBI tra sicurezza ed efficienza Ivana Gargiulo Project Manager Standard e Architettura Consorzio CBI Milano, 14 ottobre 2013 Luogo, Data Evoluzione e ruolo del Consorzio CBI 1995 2001

Dettagli

CARTA PER LO SVILUPPO DI BEST PRACTICES PER CONTRASTARE LA CONTRAFFAZIONE ONLINE

CARTA PER LO SVILUPPO DI BEST PRACTICES PER CONTRASTARE LA CONTRAFFAZIONE ONLINE CARTA PER LO SVILUPPO DI BEST PRACTICES PER CONTRASTARE LA CONTRAFFAZIONE ONLINE Premessa A. Per contraffazione si intende, ai sensi della presente Carta, l offerta di prodotti coperti da un titolo di

Dettagli

Vademecum Esercenti. Circuiti Vendita. ClubCartaBcc

Vademecum Esercenti. Circuiti Vendita. ClubCartaBcc Vademecum Esercenti Circuiti Vendita ClubCartaBcc Scopri ClubCartaBcc il circuito dei vantaggi e degli sconti su cartabcc.it Grazie per aver scelto CartaBCC POS! Il servizio che Le permette di accettare

Dettagli

EVENTI SERALI DIGITAL DRINKS

EVENTI SERALI DIGITAL DRINKS EVENTI SERALI DIGITAL DRINKS Introduzione all ecommerce 9 Aprile 2014, ore 18.30 Giro del mondo dell ecommerce Andamento del mercato Consigli finali Multicanalità Come avviene una transazione Strumenti

Dettagli

Architettura del sistema

Architettura del sistema 18/06/15 I N D I C E 1 INTRODUZIONE... 2 2 DEFINIZIONE DEGLI OBIETTIVI... 2 3 PROGETTO DI MASSIMA... 3 3.1 REQUISITI DELLA SOLUZIONE... 4 4 LA SOLUZIONE... 4 4.1 IL NUCLEO CENTRALE... 5 4.1.1 La gestione

Dettagli

BANCHE E SICUREZZA 2015 SCHEMA DELLE SESSIONI SICUREZZA FISICA SICUREZZA INFORMATICA FRODI

BANCHE E SICUREZZA 2015 SCHEMA DELLE SESSIONI SICUREZZA FISICA SICUREZZA INFORMATICA FRODI 1 BANCHE E SICUREZZA 2015 SCHEMA DELLE SESSIONI GIOVEDÌ 4 GIUGNO MATTINA (9.00 10.30) SESSIONE PLENARIA DI APERTURA LA SICUREZZA NELLE BANCHE ITALIANE: UNO SCENARIO CHE CAMBIA : Marco Iaconis, Bancaforte

Dettagli

Nuove regole nel mercato dei servizi di pagamento: concorrenza, cooperazione e ruolo della banca centrale

Nuove regole nel mercato dei servizi di pagamento: concorrenza, cooperazione e ruolo della banca centrale Nuove regole nel mercato dei servizi di pagamento: concorrenza, cooperazione e ruolo della banca centrale Torino, 30 settembre 2011 Gino Giambelluca- Banca d Italia Servizio Supervisione sui mercati e

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo al. Servizio P.O.S.

FOGLIO INFORMATIVO. relativo al. Servizio P.O.S. INFORMAZIONI SULL ACQUIRER FOGLIO INFORMATIVO relativo al Servizio P.O.S. Istituto Centrale del Credito Cooperativo ICCREA BANCA Spa Sede Legale e amministrativa Via Lucrezia Romana n. 41/47 00178 Roma

Dettagli

Norme per l organizzazione - ISO serie 9000

Norme per l organizzazione - ISO serie 9000 Norme per l organizzazione - ISO serie 9000 Le norme cosiddette organizzative definiscono le caratteristiche ed i requisiti che sono stati definiti come necessari e qualificanti per le organizzazioni al

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA TUTELA DELLA RISERVATEZZA RISPETTO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

REGOLAMENTO PER LA TUTELA DELLA RISERVATEZZA RISPETTO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI COMUNE DI BRESCIA REGOLAMENTO PER LA TUTELA DELLA RISERVATEZZA RISPETTO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI Adottato dalla Giunta Comunale nella seduta del 26.3.2003 con provvedimento n. 330/11512 P.G. Modificato

Dettagli

Piano Anticorruzione It.City S.p.A.

Piano Anticorruzione It.City S.p.A. Piano Anticorruzione It.City S.p.A. 2014 2016 Indice Premessa... 2 Organizzazione... 4 Referenti... 5 Compiti operativi dei Referenti... 7 Aree di rischio... 8 I Controlli... 9 La Trasparenza... 10 Codice

Dettagli

Il mercato dei pagamenti elettronici è in una fase di profondo dinamismo e sono molte le opportunità da cogliere

Il mercato dei pagamenti elettronici è in una fase di profondo dinamismo e sono molte le opportunità da cogliere 1 Il mercato dei pagamenti elettronici è in una fase di profondo dinamismo e sono molte le opportunità da cogliere EVOLUZIONE DEL CONTESTO NORMATIVO ü Spinta verso pagamenti cash-less ü Apertura del mercato

Dettagli

CartaSi: un mondo virtuale di vantaggi reali

CartaSi: un mondo virtuale di vantaggi reali CartaSi: un mondo virtuale di vantaggi reali Enrico Albertelli, Responsabile Marketing E-commerce e Portali CartaSi Milano, 15 Maggio 2008 CartaSi nel mercato e-commerce La maggior parte degli acquisti

Dettagli

Mobile Payment. Piattaforma per i pagamenti in mobilità tramite smartphone

Mobile Payment. Piattaforma per i pagamenti in mobilità tramite smartphone Mobile Payment Piattaforma per i pagamenti in mobilità tramite smartphone Canali e Core Banking Finanza Crediti Sistemi Direzionali Sistemi di Pagamento e Monetica ATM e POS Servizi di gestione e processing

Dettagli

Proposte ed esperienze di CartaSi

Proposte ed esperienze di CartaSi Carte di pagamento, un modello cooperativo per la prevenzione della frode. Proposte ed esperienze di CartaSi Andrea Giacomelli Convegno Carte 2006 Roma, 27 novembre 2006 Contenuti I fattori di rischio

Dettagli

IL PROGETTO E-LEARNING. della Ragioneria Generale dello Stato

IL PROGETTO E-LEARNING. della Ragioneria Generale dello Stato IL PROGETTO E-LEARNING della Ragioneria Generale dello Stato Il Contesto Nel corso degli ultimi anni, al fine di migliorare qualitativamente i servizi resi dalla P.A. e di renderla vicina alle esigenze

Dettagli

SESSIONE PARALLELA D La banca social: e i pagamenti? Progetto nazionale per sviluppare i Mobile Payments: il ruolo del Consorzio CBI

SESSIONE PARALLELA D La banca social: e i pagamenti? Progetto nazionale per sviluppare i Mobile Payments: il ruolo del Consorzio CBI SESSIONE PARALLELA D La banca social: e i pagamenti? Progetto nazionale per sviluppare i Mobile Payments: il ruolo del Consorzio CBI 2 Dicembre 2014 Simona David, Head of Business and Operations Consorzio

Dettagli

ASL TERAMO. (Circ.ne Ragusa,1 0861/4291) REGOLAMENTO SULL ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE

ASL TERAMO. (Circ.ne Ragusa,1 0861/4291) REGOLAMENTO SULL ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE ASL TERAMO (Circ.ne Ragusa,1 0861/4291) REGOLAMENTO SULL ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE (ai sensi della legge 150/2000, del DPR 422/2001, e della Direttiva della Presidenza del Consiglio dei

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 222 04.09.2014 Professionisti: accettazione dei pagamenti con carta di debito Chi non è dotato di bancomat rischia la mora del creditore. Categoria:

Dettagli

La Monetica e le Banche: creare valore in un contesto competitivo.

La Monetica e le Banche: creare valore in un contesto competitivo. La Monetica e le Banche: creare valore in un contesto competitivo. Natale Capone Amministratore Delegato Key Client Cards & Solutions Vice Direttore Generale ICBPI Roma, 27 28 Novembre 2008 Il nuovo assetto

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI IN INTERNET

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI IN INTERNET DICHIARAZIONE DEI DIRITTI IN INTERNET Testo elaborato dalla Commissione per i diritti e i doveri in Internet costituita presso la Camera dei deputati (Bozza) PREAMBOLO Internet ha contribuito in maniera

Dettagli

Carte prepagate e carte a microcircuito

Carte prepagate e carte a microcircuito Carte prepagate e carte a microcircuito situazione attuale e prospettive future Gabriele Boni Convegno ABI Carte 2002 - Roma, 10 luglio Agenda SSB ed il mercato Carte prepagate Caratteristiche e vantaggi

Dettagli

I sistemi di pagamento nella realtà italiana

I sistemi di pagamento nella realtà italiana I sistemi di pagamento nella realtà italiana La disponibilità delle informazioni sui sistemi di pagamento a fine 2005, permette di aggiornare le analisi sull evoluzione in atto in quest area di business

Dettagli

SEPA: impatti sulle aziende, benefici e rischi dell area unica dei pagamenti in euro.

SEPA: impatti sulle aziende, benefici e rischi dell area unica dei pagamenti in euro. SEPA: impatti sulle aziende, benefici e rischi dell area unica dei pagamenti in euro. Milano, 6 febbraio 2009 SEPA Credit Transfer: BIC, IBAN e Allineamento Elettronico Archivi IBAN Servizi di Amministrazione

Dettagli

BANCOMAT. BANCA INTERPROVINCIALE S.p.A. Società per Azioni. Via Emilia Est, n. 107-41121 MODENA. info@bancainterprovinciale.it

BANCOMAT. BANCA INTERPROVINCIALE S.p.A. Società per Azioni. Via Emilia Est, n. 107-41121 MODENA. info@bancainterprovinciale.it Aggiornato al 01/10/2015 N release 0007 Pagina 1 di 5 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica: BANCA INTERPROVINCIALE S.p.A. Forma giuridica: Società per Azioni Sede legale e amministrativa:

Dettagli

Premessa. STIMA S.p.A. si impegna a diffondere il contenuto di questo Codice a quanti entreranno in relazione con l azienda.

Premessa. STIMA S.p.A. si impegna a diffondere il contenuto di questo Codice a quanti entreranno in relazione con l azienda. Codice Etico Premessa Il Codice Etico STIMA S.p.A. individua i valori aziendali, evidenziando l insieme dei diritti, dei doveri e delle responsabilità di tutti coloro che, a qualsiasi titolo, operano nella

Dettagli

IL FURTO DI IDENTITA : IMMAGINE, ATTEGGIAMENTI E ATTESE DEI CONSUMATORI ITALIANI

IL FURTO DI IDENTITA : IMMAGINE, ATTEGGIAMENTI E ATTESE DEI CONSUMATORI ITALIANI IL FURTO DI IDENTITA : IMMAGINE, ATTEGGIAMENTI E ATTESE DEI CONSUMATORI ITALIANI A presentation by Raoul Chiesa, Senior Advisor on Cybercrime, UNICRI and Dr. Angelo Pascarella, CEO, TechnoConsumer Agenda

Dettagli

Allegato 1. Le tecniche di frode on-line

Allegato 1. Le tecniche di frode on-line Allegato 1 Le tecniche di frode on-line Versione : 1.0 13 aprile 2011 Per una migliore comprensione delle tematiche affrontate nella circolare, riportiamo in questo allegato un compendio dei termini essenziali

Dettagli

1 Questo convegno, che vede insieme rappresentanti del mondo pubblico e privato, prende spunto da un ciclo di formazione appena concluso di personale

1 Questo convegno, che vede insieme rappresentanti del mondo pubblico e privato, prende spunto da un ciclo di formazione appena concluso di personale 1 Questo convegno, che vede insieme rappresentanti del mondo pubblico e privato, prende spunto da un ciclo di formazione appena concluso di personale della RGS, del CNIPA e di ingegneri dell Ordine di

Dettagli

Progetto di Information Security

Progetto di Information Security Progetto di Information Security Pianificare e gestire la sicurezza dei sistemi informativi adottando uno schema di riferimento manageriale che consenta di affrontare le problematiche connesse alla sicurezza

Dettagli

Partnership di mercato ed outsourcing per affrontare le prossime sfide

Partnership di mercato ed outsourcing per affrontare le prossime sfide Partnership di mercato ed outsourcing per affrontare le prossime sfide Convegno Carte 2007 Roma, 26 novembre 2007 Giorgio Avanzi Direttore Generale CartaSi S.p.A. Le scadenze SEPA modificano scenari sino

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri Presidenza del Consiglio dei Ministri SCUOLA SUPERIORE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FORMAZIONE AVANZATA e-government 1. Premessa Oggi l innovazione nella pubblica amministrazione (PA) e, in particolare,

Dettagli

YouCard Business La carta aziendale come non l avete mai vista

YouCard Business La carta aziendale come non l avete mai vista YouCard Business La carta aziendale come non l avete mai vista YouCard Business è l innovativa carta aziendale emessa da Banco Popolare con e, ideale per rendere più efficiente la gestione delle spese

Dettagli

L esperienza di San Giuliano Milanese

L esperienza di San Giuliano Milanese Sistema di Gestione Flussi Documentali COMUNE DI SAN GIULIANO MILANESE L esperienza di San Giuliano Milanese Dott.ssa Laura Garavello Responsabile dei servizi di supporto gestionale OBIETTIVI DELL AMMINISTRAZIONE

Dettagli

COLOGNO MONZESE INDICE ART. 1 DEFINIZIONE E PRINCIPI GENERALI ART. 2 FINALITA E FUNZIONI DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO

COLOGNO MONZESE INDICE ART. 1 DEFINIZIONE E PRINCIPI GENERALI ART. 2 FINALITA E FUNZIONI DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO CRITERI PER L ORGANIZZAZIONE E IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO U.R.P. (art. 8 c. 2 della Legge n. 150/2000) Disciplina delle attività di informazione e di comunicazione delle pubbliche

Dettagli

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Ottobre 2012

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Ottobre 2012 L Azienda Digitale Viaggio nell'italia che compete Executive Summary Ottobre 2012 Realizzato da NetConsulting per Repubblica Affari&Finanza e Samsung Evento Territoriale di Modena NetConsulting 2012 1

Dettagli

Osservatorio sulla mobilità e i trasport. Eurispes Italia SpA. Profilo Costitutivo ed Operativo dell Osservatorio sulla Mobilità ed i Trasporti

Osservatorio sulla mobilità e i trasport. Eurispes Italia SpA. Profilo Costitutivo ed Operativo dell Osservatorio sulla Mobilità ed i Trasporti Eurispes Italia SpA Profilo Costitutivo ed Operativo dell Osservatorio sulla Mobilità ed i Trasporti COSTITUZIONE E SEDE Nell ambito delle sue attività istituzionali, l Eurispes Italia SpA ha deciso di

Dettagli

CassaXpress La forza dell idea, la potenza dell innovazione

CassaXpress La forza dell idea, la potenza dell innovazione CassaXpress La forza dell idea, la potenza dell innovazione Premio ABI per l Innovazione nei Servizi Bancari 2014 Categoria 1 - La banca per il futuro Innovare per la famiglia e i giovani CassaXpress parola

Dettagli

REGOLAMENTO SULLE ATTIVITA DI COMUNICAZIONE DEL COMUNE DI BORGO A MOZZANO

REGOLAMENTO SULLE ATTIVITA DI COMUNICAZIONE DEL COMUNE DI BORGO A MOZZANO REGOLAMENTO SULLE ATTIVITA DI COMUNICAZIONE DEL COMUNE DI BORGO A MOZZANO (Approvato con Delibera del C.C. n. 80 del 30/11/2005) 1 REGOLAMENTO SULLE ATTIVITA DI COMUNICAZIONE... 1 DEL COMUNE DI BORGO A

Dettagli

Newsletter. Notiziario settimanale 2-8 settembre 2002. Banche e finanziarie: maggiore privacy sui prestiti non concessi

Newsletter. Notiziario settimanale 2-8 settembre 2002. Banche e finanziarie: maggiore privacy sui prestiti non concessi Newsletter Notiziario settimanale Banche e finanziarie: maggiore privacy sui prestiti non concessi Sistemi informatici: Ocse, promuovere una cultura della sicurezza 1 Newsletter 2002 BANCHE E FINANZIARIE

Dettagli

Progetto. Il Progetto. Strumenti. Comunicazione. Manuale. Prova la piattaforma

Progetto. Il Progetto. Strumenti. Comunicazione. Manuale. Prova la piattaforma Il Comunità Sicura Fino ad una cinquantina di anni fa vigeva tra la gente la tacita regola secondo cui aiutarsi reciprocamente era il modo migliore per prevenire i pericoli. Le madri controllavano i figli

Dettagli

La giornata della sicurezza: focus intersettoriale

La giornata della sicurezza: focus intersettoriale La giornata della sicurezza: focus intersettoriale Roma, 20 novembre 2012 20 novembre 2012 Agenda 2 Rapine: andamento dal 2007 al 2011 Confronto con le banche (2007-2011) Rapine: analisi provinciale (2011)

Dettagli

Carte di pagamento. Prodotti e servizi a valore aggiunto per istituti di credito e operatori finanziari

Carte di pagamento. Prodotti e servizi a valore aggiunto per istituti di credito e operatori finanziari Carte di pagamento Prodotti e servizi a valore aggiunto per istituti di credito e operatori finanziari Canali e Core Banking Finanza Crediti Sistemi Direzionali Sistemi di pagamento e Monetica ATM e POS

Dettagli

Strumento evoluto di Comunicazione con i Venditori

Strumento evoluto di Comunicazione con i Venditori Strumento evoluto di Comunicazione con i Venditori GAS 2 net è una soluzione web-based compliant con le definizioni di strumento evoluto come richiesto dalla normativa vigente (Del. AEEG n 157/07, Del.

Dettagli

VALeS Valutazione e Sviluppo Scuola

VALeS Valutazione e Sviluppo Scuola Premessa VALeS Valutazione e Sviluppo Scuola progetto sperimentale per individuare criteri, strumenti e metodologie per la valutazione delle scuole e dei dirigenti scolastici Le precedenti sperimentazioni

Dettagli

CARTE E PAGAMENTI ELETTRONICI: OBIETTIVI E AZIONI PER UNO SVILUPPO SOSTENIBILE

CARTE E PAGAMENTI ELETTRONICI: OBIETTIVI E AZIONI PER UNO SVILUPPO SOSTENIBILE CARTE E PAGAMENTI ELETTRONICI: OBIETTIVI E AZIONI PER UNO SVILUPPO SOSTENIBILE Roma, 15 novembre 2012 Gino Giambelluca- Banca d Italia Servizio Supervisione sui mercati e sul sistema dei pagamenti 1 Divisione

Dettagli

Analisi e gestione del rischio. ing. Daniele Perucchini Fondazione Ugo Bordoni dperucchini@fub.it

Analisi e gestione del rischio. ing. Daniele Perucchini Fondazione Ugo Bordoni dperucchini@fub.it Analisi e gestione del rischio ing. Daniele Perucchini Fondazione Ugo Bordoni dperucchini@fub.it ISCOM e infrastrutture critiche www.iscom.gov.it Premessa Prima di iniziare qualsiasi considerazione sull'analisi

Dettagli

Controllo sociale nella gestione dei servizi pubblici locali Avv. Serena Pandarola

Controllo sociale nella gestione dei servizi pubblici locali Avv. Serena Pandarola 1 Controllo sociale nella gestione dei servizi pubblici locali Avv. Serena Pandarola Comune di Messina - Palazzo Zanca Sala Ovale Oggi andremo ad approfondire quelli che sono i principali strumenti volti

Dettagli

Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto Regolamento per la gestione delle procedure di pubblicazione all albo online

Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto Regolamento per la gestione delle procedure di pubblicazione all albo online Raccolta Regolamenti ARPAV n. 35 Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto Regolamento per la gestione delle procedure di pubblicazione all albo online Approvato con deliberazione

Dettagli

MODULO 2 VERIFICA GUIDATA DI FINE UNITA 1

MODULO 2 VERIFICA GUIDATA DI FINE UNITA 1 Modulo 2 unità 1 erifica guidata di fine unità pag. 1 di 5 MODULO 2 ERIICA GUIDATA DI INE UNITA 1 Gli strumenti elettronici di regolamento 1. Segna con una crocetta la risposta esatta. 1. L utilizzo di

Dettagli

Strong Authentication: il Secondo Fattore... è mobile! Securecall di Cariparma

Strong Authentication: il Secondo Fattore... è mobile! Securecall di Cariparma GRUPPO TELECOM ITALIA ABI Banche e Sicurezza 2009 Strong Authentication: il Secondo Fattore... è mobile! Securecall di Cariparma Simone Bonali Gruppo Cariparma Friuladria Responsabile Jacopo d Auria Telecom

Dettagli