ExpBoard 0216 Manual. Expansion Board GAS versione Base. FluctuS Intelligent Sensor System

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ExpBoard 0216 Manual. Expansion Board 0216 - GAS versione Base. FluctuS Intelligent Sensor System"

Transcript

1 Cod. Doc.: _rev10_FluctuS ExpBoard 0216 Manual Revisione: 1.0 Data: 17/05/2013 Pag. 1/14 ExpBoard 0216 Manual Expansion Board GAS versione Base FluctuS

2 Sommario 1 DESCRIZIONE SCHEMI ELETTRICI LINEE GUIDA DEL CIRCUITO STAMPATO DESCRIZIONE LAYOUT ASSEGNAZIONE PIN AL CONNETTORE DI INTERFACCIA 5 2 CONFIGURAZIONE SOFTWARE BEEPER LED SENSORE DI PRESSIONE MPXH6250A SENSORE DI TEMPERATURA E PRESSIONE SHT AMPLIFICATORE OPERAZIONALE A GUADAGNO VARIABILE MCP6S POTENZIOMETRO DIGITALE MCP SENSORE DI GAS 0 E GAS INSTALLAZIONE 10 3 FUNZIONI SENSORE DI PRESSIONE ATMOSFERICA SENSORE DI TEMPERATURA E UMIDITÀ RELATIVA SENSORI GAS 14 Pag. 2

3 1 Descrizione La scheda Sensori Gas gestisce le seguenti periferiche: Beeper per segnalazioni acustiche Led Sensore di Pressione atmosferica assoluta MPXH6250A Sensore Gas generico del tipo MQx (Gas Sensor 0) Sensore Gas generico del tipo MQx o Figaro NGM2611 (Gas Sensor 1) Sensore di temperatura e umidità SHT-71 Eeprom seriale I2C-bus da 8Kbyte utilizzata per la memorizzazione dei dati di taratura dei sensori installati sulla scheda Potenziometro digitale I2C-bus a 128 step (MCP4018) utilizzato per gestire l offset nella lettura dei sensori di gas presenti sulla scheda Amplificatore operazionale SPI a guadagno variabile MCP6S22. Questo componente permette all utente di leggere due diversi sensori di gas con un singolo canale ADC. 1.1 Schemi elettrici Figura 1 Schema Elettrico Scheda Gas Base Pag. 3

4 Figura 2 Schema Elettrico Scheda Gas Base 1.2 Linee guida del circuito stampato il PCB deve avere 1mm di spessore per poter essere inserito nelle guide della scatola il PCB deve rispettare le quote indicate in figura 1 il PCB deve prevedere il foro per il connettore Ethernet della scheda FluctuS il connettore di interfaccia verso la scheda FluctuS deve essere quotato come indicato in figura 1 sia sul fronte che sul retro del PCB i componenti devono stare all interno delle aree delimitate in caso di utilizzo di un pulsante da pannello o altro connettore si tipo passante, fare attenzione affinché non vada in collisione con i componenti della scheda FluctuS 1.3 Descrizione layout Figura 1 Vista frontale della scheda di espansione Gas Base Pag. 4

5 Figura 1a Quote scheda di espansione Gas 1.4 Assegnazione pin al connettore di interfaccia Il connettore Expansion Port, presente sulla scheda FluctuS, consente ad un utente di utilizzare una serie di pin General Purpose grazie ai quali può collegare un proprio hardware customizzato. Il connettore ha il pinout descritto in tabella 1. Le colonne Nome e Direzione identificano rispettivamente il nome e la funzionalità di ogni pin presente sul connettore. In particolare, oltre ai segnali di massa e alimentazione, sono presenti: o 8 pin di I/O generico, nominati come EXPGPx o 5 pin utilizzati per letture ADC, nominati come EXPADCn o 2 pin utilizzati dalla periferica I2C-BUS (SCL0 e SDA0). L utente ha la possibilità di utilizzare questi in base al tipo di hardware che intende collegare. Nella tabella 1, nelle colonne Definizione e Assegnazione, vengono descritte le funzionalità che i pin del connettore Expansion Port assumono per la scheda Base Sensori Pin Nome Direzione Definizione Assegnazione 1 3V3A - - Alimentazione 3,3V per Analogica 2 3V3 - - Alimentazione 3,3V per Digitale 3 GNDA Massa Analogica 4 GND Massa Digitale 5 VCC Alimentazione 5V Digitale 6 EXPGP3 Out 1 Dato seriale per MCP6S22 7 EXPGP2 Out 0 Clock seriale per MPC6S22 8 EXPGP9 I/O Input On/Off sensore Gas 1 9 EXPGP7 Out 1 Chip select MCP6S22 10 EXPADC1 Ian - Canale ADC per lettura multiplexata sensori Gas0 e Gas1 11 EXPADC4 Ian - Canale ADC per lettura sensore di pressione atmosferica 12 EXPGP1 I/O Input On/Off sensore Gas 0 13 EXPADC5 Ian - Canale ADC non utilizzato 14 GND - - Massa Digitale 15 EXPADC2 Ian - Canale ADC non utilizzato Pag. 5

6 16 EXPADC3 Ian - Canale ADC per lettura Vref sensore Figaro NGM2611 (non gestito) 17 SCL0 Out - I2C-bus Clock 18 EXPGP5 Out 1 Clock SHT SDA0 I/O - I2C bus Data 20 EXPGP6 I/O Out Data SHT EXPGP4 Out 0 On/Off LED 22 EXPGP8/PWM Out 0 On/Off Beeper Tabella 1 2 Configurazione software Il Bios della scheda FluctuS inizializza tutti i pin EXPGPx e EXPADCx del connettore della porta di espansione come ingressi. Per poter collegare la scheda Sensori, l utente, deve re-inizializzare i pin generici presenti sul connettore in modo da poter usare ciascun pin secondo le funzionalità specifiche che la scheda Sensori richiede. Nel rimappare un pin l utente deve prima settare il livello del pin e successivamente settarne la direzione. Questo accorgimento evita che si creino dei glitch (alto/basso o viceversa) soprattutto nel momento in cui un pin viene re-inizializzato come uscita. Per la Scheda Sensori Base per eseguire la re-inizializzazione dei pin sono stati creati i file c e h. La re-inizializzazione permette inoltre di eliminare, a livello applicativo, qualsiasi riferimento ai pin general purpose definiti a livello di Bios. Inoltre sono stati prodotti i file gest c e gest h che contengono alcune routine customizzate per il setup e la lettura dei due sensori di Gas presenti sulla scheda. L inizializzazione viene eseguita dalla routine EXPboardInit() e varia in base al tipo di periferica. 2.1 Beeper Il Beeper presente sulla scheda Base Sensori viene controllato tramite il pin EXPGP8/PWM del connettore di espansione. All interno della routine di EXPboardInit() tale pin viene settato basso e successivamente dichiarato come uscita. // Inizializzazione del pin assegnato al beeper EXPGP8_L; EXPGP8_OUT; L utente può attivare e disattivare il Led tramite le routine di BEEPERon() e BEEPERoff() definite all interno del file h. Pag. 6

7 2.2 Led Il led presente sulla scheda Base Sensori viene controllato tramite il pin EXPGP4 del connettore di espansione. Come per il Beeper, all interno della routine di EXPboardInit() tale pin viene settato basso e successivamente dichiarato come uscita. // Inizializzazione del pin assegnato al Led EXPGP4_L; EXPGP4_OUT; L utente può accendere e spegnere il Led tramite le macro di LEDPANEL_ON e LEDPANEL_OFF definite all interno del file h. #define LEDPANEL_ON EXPGP4_H // Led pannello acceso #define LEDPANEL_OFF EXPGP4_L // Led pannello spento 2.3 Sensore di pressione MPXH6250A Il sensore di pressione MPXH6250A non ha bisogno di essere inizializzato. Per poter leggere il valore della pressione misurata basta eseguire una lettura ADC tramite la routine Bios MPXH6250Aread(ch) che richiede come ingresso il canale ADC su cui eseguire la lettura. Come mostrato in tabella 1 il canale ADC riservato al sensore MPXH6250A è raggiungibile tramite il pin EXPADC4 del connettore di espansione. Per eliminare qualsiasi riferimento a questo pin general purpose, e quindi rendere customizzata la chiamata alla routine MPXH6250Aread, il canale EXPADC4 viene ridefinito come PRESSURE_SENS. #define PRESSURE_SENS EXPADC4 2.4 Sensore di temperatura e pressione SHT71 Per inizializzare il sensore SHT71 viene utilizzata la struttura di Bios SHT71HW. Il sensore, essendo di tipo seriale, deve essere gestito tramite i segnali di clock e data. Questi due segnali vengono generati manualmente. In particolare al segnale di clock viene associato il pin EXPGP5 del connettore di espansione e al segnale di data viene associato il pin EXPGP6. Per rendere la struttura SHT71HW il più flessibile possibile, per entrambi i segnali vengono richiesti la porta e il pin a cui sono fisicamente collegati. Questo permette all utente di assegnare al proprio sensore uno dei generici pin di I/O presenti sul connettore. Come mostrato nella seconda colonna della tabella, nella routine di EXPboardInit() viene inizializzata la parte hardware della struttura SHT71HW (porta e pin assegnati ai segnali di data e clock) ed inoltre i due pin EXPGP5 e EXPGP6 vengono settati alti e successivamente girati come uscite. Pag. 7

8 Struttura di riferimento typedef struct { uint32 sck_port; // Clock port uchar sck_pin; // Clock pin uint32 data_port; // Data port uchar data_pin; // Data pin uchar Type; // Tipo Lettura uchar State; // Per gestione SHT71 uint16 Adc; // Dato in colpi ADC int16 Temp; // Temp convertita uint16 Humid; // Umidità convertita uint16 Cnt; // Timer software uchar Error; // codici di Errore } SHT71HW; SHT71HW Inizializzazione contenuta in EXPboardInit() SHT71iodef; SHT71iodef.data_port = EXPGP6_PORT; SHT71iodef.data_pin = EXPGP6_PIN; SHT71iodef.sck_port = EXPGP5_PORT; SHT71iodef.sck_pin = EXPGP5_PIN; EXPGP5_H; EXPGP5_OUT; EXPGP6_H; EXPGP6_OUT; Tabella 2 Una volta settata la struttura SHT71iodef, l utente può richiamare le routine di gestione della periferica SHT71 senza dover più fare riferimento ai pin general purpose del connettore della scheda di espansione. 2.5 Amplificatore operazionale a guadagno variabile MCP6S22 Per inizializzare l amplificatore operazionale MCP6S22 viene utilizzata la struttura di Bios MCP6S22HW. L amplificatore, pilotato tramite interfaccia seriale SPI, deve essere gestito tramite i segnali di chip select, clock e data. Questi tre segnali vengono generati manualmente utilizzando rispettivamente i pin EXPGP7, EXPGP2 e EXPGP3 del connettore di espansione. Inoltre il canale ADC assegnato all amplificatore è raggiungibile tramite il pin EXPADC1 del connettore (questo canale è comune ai sensori di gas presenti sulla scheda). Per rendere la struttura MCP6S22HW il più flessibile possibile, per i segnali di chip select, clock e data viene richiesta la porta e il pin a cui sono fisicamente collegati. Questo permette all utente di assegnare al proprio sensore uno dei generici pin di I/O presenti sul connettore. Come mostrato nella seconda colonna della tabella 3, nella routine di EXPboardInit() viene inizializzata la struttura MCP6S22HW; il segnale di chip select viene settato basso e poi settato come uscita, mentre i segnali di clock e data vengono settati alti e poi girati in uscita. Infine viene richiamata la routine di MCP6S22shutdown() che mette in shutdown l amplificatore. Pag. 8

9 Struttura di riferimento Inizializzazione contenuta in EXPboardInit() MCP6S22HW MCP6S22iodef; typedef struct { uint32 cs_port; // Chip select port uchar cs_pin; // Chip select pin uint32 clk_port; // SPI clock port uchar clk_pin; // SPI clock pin uint32 di_port; // SPI data port uchar di_pin; // SPI data pin uchar adc_ch; // Canale ADC } MCP6S22HW; MCP6S22iodef.cs_port = EXPGP7_PORT; MCP6S22iodef.cs_pin = EXPGP7_PIN; MCP6S22iodef.clk_port = EXPGP2_PORT; MCP6S22iodef.clk_pin = EXPGP2_PIN; MCP6S22iodef.di_port = EXPGP3_PORT; MCP6S22iodef.di_pin = EXPGP3_PIN; MCP6S22iodef.adc_ch = EXPADC1; EXPGP2_L; EXPGP3_OUT; EXPGP3_H; EXPGP3_OUT; EXPGP7_H; EXPGP7_OUT; Tabella 3 MCP6S22shutdown(&MCP6S22iodef); Una volta settata la struttura MCP6S22iodef, l utente può richiamare le routine di gestione della periferica MCP6S22 senza dover più fare riferimento ai pin general purpose del connettore della scheda di espansione. 2.6 Potenziometro digitale MCP4018 Il potenziometro digitale MCP4018 non necessita di nessuna inizializzazione, ma viene letto e scritto grazie all I2C-Bus. Vengono quindi utilizzati i pin SCL0 e SDA0 del connettore della scheda di espansione. Nella routine di EXPboardInit() viene richiamata la funzione MCP4018write(0) che inizializza a 0V l offset della lettura dei sensori di Gas presenti sulla scheda. 2.7 Sensore di Gas 0 e Gas 1 Per inizializzare i due sensori di Gas presenti sulla scheda vengono utilizzate due strutture di tipo GASHW. Entrambi i sensori vengono accesi separatamente tramite i pin general purpose del connettore della scheda di espansione EXPGP1 e EXPGP9 e vengono letti sullo stesso canale ADC (EXPADC1) tramite l amplificatore operazionale MCP6S22. Al Sensore GAS0 viene assegnato il canale CH0 dell amplificatore operazionale MCP6S22, mentre al sensore GAS1 viene assegnato il canale CH1. Questo permette all utente di gestire separatamente i due sensori tramite le routine di Bios GASxxx(). Pag. 9

10 Per rendere la struttura GASHW il più flessibile possibile, per i segnali di on/off dei due sensori viene richiesta la porta e il pin a cui sono fisicamente collegati. Questo permette all utente di assegnare al proprio sensore uno dei generici pin di I/O presenti sul connettore. L inizializzazione delle due strutture dei sensori di Gas viene eseguita nella routine EXPboardInit() come mostrato nella tabella sottostante. Struttura di riferimento typedef struct { uint32 onoff_port; // On/off sensore port uchar onoff_pin; // On/off sensore pin uchar mcp6s22_inpch; // Canale MCP6S22 uchar mcp6s22_adcout; // Canale ADC uchar Type; // Tipo Lettura uchar State; // Per gestione sensore uchar Off; // Spegni dopo la lettura uint16 Adc; // Dato in colpi ADC int16 Value; // Valore GAS convertito uint32 Cnt; // Timer software } GASHW; GASHW GASHW Inizializzazione contenuta in EXPboardInit() GASiodef_0; GASiodef_1; // Sensore GAS 0 GASiodef_0.onoff_port = EXPGP1_PORT; GASiodef_0.onoff_pin = EXPGP1_PIN; GASiodef_0.mcp6s22_inpch = MCP6S22_CH0; GASiodef_0.mcp6s22_adcout = EXPADC1; // Sensore GAS 1 GASiodef_1.onoff_port = EXPGP9_PORT; GASiodef_1.onoff_pin = EXPGP9_PIN; GASiodef_1.mcp6s22_inpch = MCP6S22_CH1; GASiodef_1.mcp6s22_adcout = EXPADC1; Tabella Installazione Per poter collegare la scheda Base Sensori alla scheda WAN FluctuS l utente deve aggiungere i files dedicati precedentemente descritti al proprio programma applicativo. In particolare l utente deve: o Aprire il proprio progetto IAR; o Aggiungere al progetto, a livello di UserApp, la cartella ExpBoard (figura 2); Pag. 10

11 Figura 2 o Creare i file contenti le routine necessarie per gestire la scheda sensori e i relativi file di inclusione. Per la scheda Sensori sono stati creati i File c/.h e gest c/.h; o Creare il file expboard_global.h. Questo file deve essere richiamato come #include all interno del file usr_global.h e contiene l elenco delle librerie create ed utilizzate per eseguire le routine di inizializzazione e di controllo della scheda Sensori: #include "ExpBoard\ h" #include "ExpBoard\gest h" o Aggiungere alla cartella ExpBoard i file c e gest c appena creati (figura 2); Figura 3 Pag. 11

12 o Ricompilare l intero progetto 3 Funzioni Definizione delle costanti: #define MAX_GAS_SENSOR 2 Numero massimo di sensori Gas Variabili e costanti varie SHT71_OK 0 Nessun errore SHT71_ERROP 1 Errore Operazioni già in corso SHT71_ERRSENS 2 Errore Colloquio sensore SHT71_ERRCONV 3 Errore Conversione sensore 3.1 Sensore di Pressione Atmosferica uint16 MPXH6250Aread (uchar ch) Lettura convertita del sensore di Pressione Atmosferica MPXH6250A Pressione Atmosferica convertita in kpa/10 e compensata in temperatura. Note: Se il valore restituito è zero, il sensore è non presente o in errore E compito del programma utente eseguire altre compensazioni in base all altitudine, ecc. 3.2 Sensore di Temperatura e Umidità relativa Il sensore campiona i valori di Temperatura e Umidità uno alla volta; è compito del programma utente effettuare le operazioni di lettura di questi due dati in maniera mutualmente esclusiva. Pag. 12

13 uchar SHT71readTemperature (SHT71HW *p) Richiede la lettura della Temperatura Input: p = puntatore a struttura definizione hw SHT71_OK, SHT71_ERROP uchar SHT71readHumidity(SHT71HW *p) Richiede la lettura dell Umidità Input: p = puntatore a struttura definizione hw SHT71_OK, SHT71_ERROP uchar SHT71isReadEnd(SHT71HW *p) Ritorna la flag di fine lettura Temperatura o Umidità Input: p = puntatore a struttura definizione hw TRUE = fine lettura, FALSE = lettura in corso Note: Se l operazione è andata a buon fine si deve richiamare la SHT71convert(), altrimenti si deve richiamare la SHT71status() per indagare sulla causa dell errore uchar SHT71status(SHT71HW *p) Ritorna la flag errore del sensore SHT71 Input: p = puntatore a struttura definizione hw SHT71_OK, SHT71_ERROP, SHT71_ERRSENS, SHT71_ERRCONV void SHT71convert(SHT71HW *p) Converte il dato letto in Temperatura o Umidità a seconda dell ultimo comando richiesto Input: p = puntatore a struttura definizione hw I campi SHT71Struct.Temp o SHT71Struct.Umid sono aggiornati con la temperatura in C/100 o umidità relativa in %. Pag. 13

14 3.3 Sensori GAS I sensori Gas0 e Gas1 condividono lo stesso canale analogico di lettura e lo stesso circuito di correzione offset e guadagno variabile; pertanto la loro lettura deve essere sempre richiesta dal programma utente in maniera mutualmente esclusiva. uchar GASread (GASHW *p, uint32 ltime, uchar off, uchar offset, uchar gain) Richiede la lettura del sensore CH4 Input: ltime = tempo di pre-heating espresso in millisecondi Off = 1 se il sensore si deve spegnere dopo la lettura offset = , valore del potenziometro digitale per compensazione offset gain = guadagno dell'amp.op. 0 = errore 1 = in corso uchar GASisReadEnd(GASHW *p) Ritorna la flag di fine lettura sensore CH4 1 = fine lettura 0 = lettura in corso void GASconvert(GASHW *p) Converte il dato letto secondo i dati e U.M. di calibrazione Campo CH4Struct.Value aggiornato Note: Non ancora implementata, vedi programmi di esempio 4 Note Nel programma di test delle periferiche FluctuS, liberamente distribuito in formato sorgente insieme all ambiente di sviluppo, è presente un file denominato gest c che implementa una possibile procedura di taratura dei sensori di Gas. A seconda delle esigenze può essere necessario modificare le resistenze R5 e/o R6 che costituiscono la Rload di ciascun sensore. Attenzione: La taratura dei sensori ed eventuali compensazioni dei valori letti al variare della Temperatura e Umidità ambientale sono a carico dell utente. Pag. 14

Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino

Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino TITOLO ESPERIENZA: Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino PRODOTTI UTILIZZATI: OBIETTIVO: AUTORE: RINGRAZIAMENTI: Interfacciare e controllare un modello di nastro trasportatore

Dettagli

Serduino - SERRA CON ARDUINO

Serduino - SERRA CON ARDUINO Serduino - SERRA CON ARDUINO 1 Componenti Facchini Riccardo (responsabile parte hardware) Guglielmetti Andrea (responsabile parte software) Laurenti Lorenzo (progettazione hardware) Rigolli Andrea (reparto

Dettagli

Arduino: Programmazione

Arduino: Programmazione Programmazione formalmente ispirata al linguaggio C da cui deriva. I programmi in ARDUINO sono chiamati Sketch. Un programma è una serie di istruzioni che vengono lette dall alto verso il basso e convertite

Dettagli

Progetti reali con ARDUINO

Progetti reali con ARDUINO Progetti reali con ARDUINO Introduzione alla scheda Arduino (parte 2ª) ver. Classe 3BN (elettronica) marzo 22 Giorgio Carpignano I.I.S. Primo LEVI - TORINO Il menù per oggi Lettura dei pulsanti Comunicazione

Dettagli

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento minilector/usb minilector/usb...1 Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento...1 1. La segnalazione luminosa (led) su minilector lampeggia?... 1 2. Inserendo una smartcard il led si accende

Dettagli

Cenni su Preamplificatori, mixer e segnali

Cenni su Preamplificatori, mixer e segnali Cenni su Preamplificatori, mixer e segnali Preamplificazione: spalanca le porte al suono! Tra mixer, scheda audio, amplificazione, registrazione, il segnale audio compie un viaggio complicato, fatto a

Dettagli

Manuale d'istruzioni. Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280

Manuale d'istruzioni. Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280 Manuale d'istruzioni Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280 382280 Introduzione Congratulazioni per aver acquistato l'alimentatore DC Programmabile 382280 della Extech.

Dettagli

Manuale d uso. Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche

Manuale d uso. Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche Manuale d uso Regolatore di carica EP5 con crepuscolare Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche ITALIANO IMPORTANTI INFORMAZIONI SULLA SICUREZZA Questo manuale contiene importanti informazioni sulla

Dettagli

Strutture. Strutture e Unioni. Definizione di strutture (2) Definizione di strutture (1)

Strutture. Strutture e Unioni. Definizione di strutture (2) Definizione di strutture (1) Strutture Strutture e Unioni DD cap.10 pp.379-391, 405-406 KP cap. 9 pp.361-379 Strutture Collezioni di variabili correlate (aggregati) sotto un unico nome Possono contenere variabili con diversi nomi

Dettagli

Sistema theremino Collegare celle di carico ai Pin di tipo ADC

Sistema theremino Collegare celle di carico ai Pin di tipo ADC Sistema theremino Collegare celle di carico ai Pin di tipo ADC Sistema theremino Connecting Load Cells - 7 aprile 2015 - Pagina 1 Tutto è iniziato da qui Su ebay si trovano celle di carico che costano

Dettagli

Dispositivi di comunicazione

Dispositivi di comunicazione Dispositivi di comunicazione Dati, messaggi, informazioni su vettori multipli: Telefono, GSM, Rete, Stampante. Le comunicazioni Axitel-X I dispositivi di comunicazione servono alla centrale per inviare

Dettagli

TB-SMS. Combinatore telefonico GSM-SMS Manuale di installazione ed uso. Ver. 1.6.10 31/07/07

TB-SMS. Combinatore telefonico GSM-SMS Manuale di installazione ed uso. Ver. 1.6.10 31/07/07 TB-SMS Combinatore telefonico GSM-SMS Manuale di installazione ed uso Ver. 1.6.10 31/07/07 MANUALE DI INSTALLAZIONE ED USO INTRODUZIONE. Il combinatore TB-SMS offre la possibilità di inviare sms programmabili

Dettagli

Una scuola vuole monitorare la potenza elettrica continua di un pannello fotovoltaico

Una scuola vuole monitorare la potenza elettrica continua di un pannello fotovoltaico ESAME DI STATO PER ISTITUTI PROFESSIONALI Corso di Ordinamento Indirizzo: Tecnico delle industrie elettroniche Tema di: Elettronica, telecomunicazioni ed applicazioni Gaetano D Antona Il tema proposto

Dettagli

Pd10 Dc motor controll

Pd10 Dc motor controll PD Manuale Utente Pd Dc motor controll manuale utente cps sistemi progetti tecnologici Presentazione Congratulazioni per aver scelto Pd, una affidabile scheda elettronica per la movimentazione di precisione

Dettagli

MANUALE TECNICO 080406 E SMS

MANUALE TECNICO 080406 E SMS IT MANUALE TECNICO 080406 E SMS MANUALE DI INSTALLAZIONE ED USO INTRODUZIONE. Il combinatore E-SMS offre la possibilità di inviare sms programmabili a numeri telefonici preimpostati e di attivare uscite

Dettagli

IL SAMPLE AND HOLD UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO. Progetto di Fondamenti di Automatica. PROF.: M. Lazzaroni

IL SAMPLE AND HOLD UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO. Progetto di Fondamenti di Automatica. PROF.: M. Lazzaroni UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI Corso di Laurea in Informatica IL SAMPLE AND HOLD Progetto di Fondamenti di Automatica PROF.: M. Lazzaroni Anno Accademico

Dettagli

Caratteristiche principali

Caratteristiche principali Il regolatore semaforico Hydra nasce nel 1998 per iniziativa di CTS Engineering. Ottenute le necessarie certificazioni, già dalla prima installazione Hydra mostra sicurezza ed affidabilità, dando avvio

Dettagli

Centralina Compatta. Manuale d istruzioni. 04/2015 Dati tecnici soggetti a modifi che. info@psg-online.de www.psg-online.de

Centralina Compatta. Manuale d istruzioni. 04/2015 Dati tecnici soggetti a modifi che. info@psg-online.de www.psg-online.de Centralina Compatta 04/2015 Dati tecnici soggetti a modifi che info@psg-online.de www.psg-online.de Manuale d istruzioni Messa in funzione Il regolatore viene fornito con le impostazioni standard pronto

Dettagli

ESEMPI APPLICATIVI. esempi di progettazione ed installazione

ESEMPI APPLICATIVI. esempi di progettazione ed installazione lighting management ESEMPI APPLICATIVI esempi di progettazione ed installazione 2 INDICE LIGHTING MANAGEMENT ESEMPI APPLICATIVI 04 L offerta di BTICINO 05 ORGANIZZAZIONE DELLA GUIDA CONTROLLO LOCALE -

Dettagli

Manuale d istruzioni Termometro PCE-TH 5

Manuale d istruzioni Termometro PCE-TH 5 PCE Italia s.r.l. Via Pesciatina 878 / B-Interno 6 55010 LOC. GRAGNANO - CAPANNORI (LUCCA) Italia Telefono: +39 0583 975 114 Fax: +39 0583 974 824 info@pce-italia.it www.pce-instruments.com/italiano Manuale

Dettagli

Altre novità della nostra ampia gamma di strumenti!

Altre novità della nostra ampia gamma di strumenti! L innovazione ad un prezzo interessante Altre novità della nostra ampia gamma di strumenti! Exacta+Optech Labcenter SpA Via Bosco n.21 41030 San Prospero (MO) Italia Tel: 059-808101 Fax: 059-908556 Mail:

Dettagli

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis Descrizione Generale Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis EOLO DAVIS rappresenta una soluzione wireless di stazione meteorologica, basata su sensoristica Davis Instruments, con possibilità di mettere

Dettagli

Modulo di ricezione radio NBFP490 con telecomando master Istruzioni di montaggio, uso e manutenzione

Modulo di ricezione radio NBFP490 con telecomando master Istruzioni di montaggio, uso e manutenzione WWW.FUHR.DE Modulo di ricezione radio NBFP490 con telecomando master Istruzioni di montaggio, uso e manutenzione Le presenti istruzioni dovranno essere trasmesse dall addetto al montaggio all utente MBW24-IT/11.14-8

Dettagli

GENERALITA SUI CONVERTITORI DAC E ADC CONVERTITORI DIGITALE-ANALOGICO DAC

GENERALITA SUI CONVERTITORI DAC E ADC CONVERTITORI DIGITALE-ANALOGICO DAC I.T.I. Modesto PANETTI A R I ia Re David, 86-8-54.54. - 75 ARI Fax 8-54.64.3 Internet http://www.itispanetti.it email : ATF5C@istruzione.it Tesina sviluppata dall alunno Antonio Gonnella della classe 5

Dettagli

ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione.

ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione. ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione. COMPETENZE MINIME- INDIRIZZO : ELETTROTECNICA ED AUTOMAZIONE 1) CORSO ORDINARIO Disciplina: ELETTROTECNICA

Dettagli

AUTORIZZAZIONE DELLA SUITE DI PLUG IN SAFFIRE VST/AU Dovrete autorizzare la vostra suite di plug-in Saffire, prima di poterla utilizzare.

AUTORIZZAZIONE DELLA SUITE DI PLUG IN SAFFIRE VST/AU Dovrete autorizzare la vostra suite di plug-in Saffire, prima di poterla utilizzare. GUIDA VELOCE INTRODUZIONE Questa Guida è stata scritta per offrirvi le informazioni necessarie per iniziare ad utilizzare Saffire LE, installare il software fornito, autorizzare la suite di plug-in VST/AU

Dettagli

FORNASIER TIZIANO & C. S.a.s. Manuale d uso HUMITESTER

FORNASIER TIZIANO & C. S.a.s. Manuale d uso HUMITESTER FORNASIER TIZIANO & C. S.a.s. Manuale d uso HUMITESTER Versione 1.0 del 18.08.2009 Sommario Schermata iniziale Pag. 3 Descrizione tasti del menu Pag. 3 Pagina principale Pag. 4 Pagina set allarmi Pag.

Dettagli

Termometro Infrarossi ad Alte Temperature con Puntatore Laser

Termometro Infrarossi ad Alte Temperature con Puntatore Laser Manuale d Istruzioni Termometro Infrarossi ad Alte Temperature con Puntatore Laser MODELLO 42545 Introduzione Congratulazioni per aver acquistato il Termometro IR Modello 42545. Il 42545 può effettuare

Dettagli

Sepam Serie 20: note per la regolazione da tastierino frontale o da software SFT2841 secondo norma CEI 0-16

Sepam Serie 20: note per la regolazione da tastierino frontale o da software SFT2841 secondo norma CEI 0-16 Sepam Serie 20: note per la regolazione da tastierino frontale o da software SFT2841 secondo norma CEI 0-16 Sepam Serie 20: note per la regolazione da tastierino frontale o da software SFT2841 secondo

Dettagli

Bus di sistema. Bus di sistema

Bus di sistema. Bus di sistema Bus di sistema Permette la comunicazione (scambio di dati) tra i diversi dispositivi che costituiscono il calcolatore E costituito da un insieme di fili metallici che danno luogo ad un collegamento aperto

Dettagli

E-VISION Tempo. Timer luci a microprocessore. Manuale d uso e installazione

E-VISION Tempo. Timer luci a microprocessore. Manuale d uso e installazione E-VISION Tempo Timer luci a microprocessore Manuale d uso e installazione ELOS E-VISION - Tempo Controllo Luci Acquario a Microprocessore. 1. Semplice da programmare 2. Gestisce sia lampade a led sia lampade

Dettagli

ADC-20/ADC-24. Registratori di dati ad alta risoluzione. Manuale d'uso. adc20.it r4 Copyright 2005-2013 Pico Technology Limited. All rights reserved.

ADC-20/ADC-24. Registratori di dati ad alta risoluzione. Manuale d'uso. adc20.it r4 Copyright 2005-2013 Pico Technology Limited. All rights reserved. ADC-20/ADC-24 Registratori di dati ad alta risoluzione Manuale d'uso I Indice Indice 1 Introduzione...1...1 1 Panoramica 2 Informazioni...2...2 1 Avviso sulla sicurezza...3 2 Informazioni leg ali...3 3

Dettagli

L OSCILLOSCOPIO. L oscilloscopio è il più utile e versatile strumento di misura per il test delle apparecchiature e dei

L OSCILLOSCOPIO. L oscilloscopio è il più utile e versatile strumento di misura per il test delle apparecchiature e dei L OSCILLOSCOPIO L oscilloscopio è il più utile e versatile strumento di misura per il test delle apparecchiature e dei circuiti elettronici. Nel suo uso abituale esso ci consente di vedere le forme d onda

Dettagli

D-CAM 500 SENSORE PIROELETTRICO CON TELECAMERA AUDIO INTEGRATA MANUALE DI INSTALLAZIONE

D-CAM 500 SENSORE PIROELETTRICO CON TELECAMERA AUDIO INTEGRATA MANUALE DI INSTALLAZIONE D-CAM 500 SENSORE PIROELETTRICO CON TELECAMERA AUDIO INTEGRATA MANUALE DI INSTALLAZIONE 1 MORSETTIERA INTERNA Qui di seguito è riportato lo schema della morsettiera interna: Morsettiera J1 12 V + - N.C.

Dettagli

Oscilloscopi serie WaveAce

Oscilloscopi serie WaveAce Oscilloscopi serie WaveAce 60 MHz 300 MHz Il collaudo facile, intelligente ed efficiente GLI STRUMENTI E LE FUNZIONI PER TUTTE LE TUE ESIGENZE DI COLLAUDO CARATTERISTICHE PRINCIPALI Banda analogica da

Dettagli

Laboratorio di Calcolatori 1 Corso di Laurea in Fisica A.A. 2006/2007

Laboratorio di Calcolatori 1 Corso di Laurea in Fisica A.A. 2006/2007 Laboratorio di Calcolatori 1 Corso di Laurea in Fisica A.A. 2006/2007 Dott.Davide Di Ruscio Dipartimento di Informatica Università degli Studi di L Aquila Lezione del 08/03/07 Nota Questi lucidi sono tratti

Dettagli

CE 100-8. CENTRALE FILO E RADIO (48 bit) MANUALE DI INSTALLAZIONE (VERSIONE 6.31)

CE 100-8. CENTRALE FILO E RADIO (48 bit) MANUALE DI INSTALLAZIONE (VERSIONE 6.31) CE 100-8 CENTRALE FILO E RADIO (48 bit) MANUALE DI INSTALLAZIONE (VERSIONE 6.31) AVVERTENZE Si ricorda che l installazione del prodotto deve essere effettuata da personale Specializzato. L'installatore

Dettagli

Introduzione alla Programmazione ad Oggetti in C++

Introduzione alla Programmazione ad Oggetti in C++ Introduzione alla Programmazione ad Oggetti in C++ Lezione 1 Cosa è la Programmazione Orientata agli Oggetti Metodologia per costruire prodotti software di grosse dimensioni che siano affidabili e facilmente

Dettagli

SIMATIC FM 351. Getting Started Edizione 02/2000

SIMATIC FM 351. Getting Started Edizione 02/2000 SIATIC F 351 Getting Started Edizione 02/2000 Le presenti informazioni guidano l utente, sulla base di un esempio concreto articolato in cinque fasi, nell esecuzione della messa in servizio fino ad ottenere

Dettagli

Pollicino Tracking F12 MANUALE UTENTE. 1. F12 Caratteristiche

Pollicino Tracking F12 MANUALE UTENTE. 1. F12 Caratteristiche F12 MANUALE UTENTE 1. F12 Caratteristiche Progettato per sopravvivere in condizioni difficili, fornendo regolari ed accurate registrazioni di posizione sfruttando un GPS all avanguardia sulla rete cellulare,

Dettagli

MODULO TERMOSTATO A PANNELLO VM148

MODULO TERMOSTATO A PANNELLO VM148 MODULO TERMOSTATO A PANNELLO VM148 Modulo termostato a pannello 4 COLLEGAMENTO 9-12V DC/ 500mA L1 L2 ~ Riscaldatore/Aria condizionata Max. 3A Max. 2m Sensore di temperatura Per prolungare il sensore, utilizzare

Dettagli

GRUPPO DI CONTINUITA' 12 V - BATTERIA BACKUP

GRUPPO DI CONTINUITA' 12 V - BATTERIA BACKUP GRUPPO DI CONTINUITA' 12 V - BATTERIA BACKUP Salve, questo circuito nasce dall'esigenza pratica di garantire continuità di funzionamento in caso di blackout (accidentale o provocato da malintenzionati)

Dettagli

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W AC Anywhere Inverter (prodotto di classe II) Manuale utente F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W Leggere attentamente le istruzioni riguardanti l installazione e l utilizzo prima di utilizzare

Dettagli

Alimentazione Switching con due schede ATX.

Alimentazione Switching con due schede ATX. Alimentazione Switching con due schede ATX. Alimentatore Switching finito 1 Introduzione...2 2 Realizzazione supporto...2 3 Realizzazione Elettrica...5 4 Realizzazione meccanica...7 5 Montaggio finale...9

Dettagli

QA-TEMP CONVERTITORE DI TEMPERATURA UNIVERSALE CONVERTITORE DI TEMPERATURA UNIVERSALE. eed quality electronic design

QA-TEMP CONVERTITORE DI TEMPERATURA UNIVERSALE CONVERTITORE DI TEMPERATURA UNIVERSALE. eed quality electronic design Power Fail Rx Tx Dout QEED www.q.it info@q.it CONVERTITORE DI TEMPERATURA UNIVERSALE Isolato a 4 vie - RS485 MODBUS- Datalogger CONVERTITORE DI TEMPERATURA UNIVERSALE Isolato a 4 vie - RS485 MODBUS- Datalogger

Dettagli

SIMATIC. SCL per S7-300/400 Programmazione di blocchi. Prefazione, Contenuto. Parte 1: Sviluppo di programmi. Parte 2: Uso e test

SIMATIC. SCL per S7-300/400 Programmazione di blocchi. Prefazione, Contenuto. Parte 1: Sviluppo di programmi. Parte 2: Uso e test Prefazione, Contenuto Parte 1: Sviluppo di programmi Parte 2: Uso e test SIMATIC Parte 3: Descrizione del linguaggio Programmazione di blocchi Appendici Glossario, Indice analitico Manuale Numero di ordinazione

Dettagli

User Manual ULTRA-DI DI20. Professional Active 2-Channel DI-Box/Splitter

User Manual ULTRA-DI DI20. Professional Active 2-Channel DI-Box/Splitter User Manual ULTRA-DI DI20 Professional Active 2-Channel DI-Box/Splitter 2 ULTRA-DI DI20 Indice Grazie...2 1. Benvenuti alla BEHRINGER!...6 2. Elementi di Comando...6 3. Possibilità Di Connessione...8 3.1

Dettagli

Descrizione e modalità d uso del modulo pic-sms big

Descrizione e modalità d uso del modulo pic-sms big MANUALE D USO MODULI PIC-SMS Descrizione e modalità d uso del modulo pic-sms big Rev.0807 Pag.1 di 43 www.carrideo.it INDICE 1. I MODULI SMS... 4 1.1. DESCRIZIONE GENERALE... 4 1.2. DETTAGLI SUL MICROCONTROLLORE

Dettagli

Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode

Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode Istruzioni sull aggiornamento per i modelli di navigazione: AVIC-F40BT, AVIC-F940BT, AVIC-F840BT e AVIC-F8430BT

Dettagli

04/2004 A5E00264164-01

04/2004 A5E00264164-01 Prefazione SIMATIC Premesse Descrizione del compito SM331; AI 8 x 12 Bit Struttura meccanica dell impianto di esempio Collegamento elettrico Getting Started Parte2: Tensione e PT100 Progettazione con SIMATIC

Dettagli

In questo manuale, si fa riferimento a ipod touch 5a generazione e iphone 5 con il solo termine iphone con connettore Lightning.

In questo manuale, si fa riferimento a ipod touch 5a generazione e iphone 5 con il solo termine iphone con connettore Lightning. In questo manuale, si fa riferimento a ipod touch 5a generazione e iphone 5 con il solo termine iphone con connettore Lightning. Per collegare un iphone con connettore Lightning ad SPH-DA100 AppRadio e

Dettagli

MANUALE D ISTRUZIONE PIANI A INDUZIONE. cod. 7372 241

MANUALE D ISTRUZIONE PIANI A INDUZIONE. cod. 7372 241 MANUALE D ISTRUZIONE PIANI A INDUZIONE cod. 7372 241 Gentile cliente Il piano cottura induzione ad incasso è destinato all uso domestico. Per l imballaggio dei nostri prodotti usiamo materiali che rispettano

Dettagli

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP BOOTP e DHCP a.a. 2002/03 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/~auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea e Diploma in Informatica 1 Inizializzazione degli Host Un

Dettagli

Gestione dinamica di una pila

Gestione dinamica di una pila Gestione dinamica di una pila Una pila o stack è una lista lineare a lunghezza variabile in cui inserimenti (push) ed estrazioni (pop) vengono effettuate ad un solo estremo, detto testa (top) della pila.

Dettagli

Manuale operativo per il programma Banco Razzi

Manuale operativo per il programma Banco Razzi Struttura del programma: Manuale operativo per il programma Banco Razzi Addetti Rockets Prove Archivi Calibrazione Prove motori Gestione sensori Nuova Prova Visualizza prova Peso Verticale Anteprima curva

Dettagli

Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione

Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione Assistenza tecnica Grazie per aver scelto i prodotti NETGEAR. Una volta completata l'installazione del dispositivo, individuare il numero

Dettagli

Galaxy Dimension. Manuale di installazione. Honeywell Security

Galaxy Dimension. Manuale di installazione. Honeywell Security Galaxy Dimension Manuale di installazione Honeywell Security Sommario Sommario INTRODUZIONE... 1-1 Varianti disponibili... 1-1 SEZIONE 1: CONFIGURAZIONE RAPIDA... 1-3 SEZIONE 2: ARCHITETTURA DI SISTEMA...

Dettagli

Inter-Process Communication

Inter-Process Communication Inter-Process Communication C. Baroglio a.a. 2002-2003 1 Introduzione In Unix i processi possono essere sincronizzati utilizzando strutture dati speciali, appartenti al pacchetto IPC (inter-process communication).

Dettagli

Ingresso mv c.c. Da 0 a 200 mv 0,01 mv. Uscita di 24 V c.c. Ingresso V c.c. Da 0 a 25 V 0,001 V. Ingresso ma c.c. Da 0 a 24 ma 0,001 ma

Ingresso mv c.c. Da 0 a 200 mv 0,01 mv. Uscita di 24 V c.c. Ingresso V c.c. Da 0 a 25 V 0,001 V. Ingresso ma c.c. Da 0 a 24 ma 0,001 ma 715 Volt/mA Calibrator Istruzioni Introduzione Il calibratore Fluke 715 Volt/mA (Volt/mA Calibrator) è uno strumento di generazione e misura utilizzato per la prova di anelli di corrente da 0 a 24 ma e

Dettagli

Manuale d Istruzioni. Extech EX820 Pinza Amperometrica 1000 A RMS con Termometro IR

Manuale d Istruzioni. Extech EX820 Pinza Amperometrica 1000 A RMS con Termometro IR Manuale d Istruzioni Extech EX820 Pinza Amperometrica 1000 A RMS con Termometro IR Introduzione Congratulazioni per aver acquistato la Pinza Amperometrica Extech EX820 da 1000 A RMS. Questo strumento misura

Dettagli

Procedura corretta per mappare con ECM Titanium

Procedura corretta per mappare con ECM Titanium Procedura corretta per mappare con ECM Titanium Introduzione: In questo documento troverete tutte le informazioni utili per mappare correttamente con il software ECM Titanium, partendo dalla lettura del

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Ambienti di sviluppo integrato

Ambienti di sviluppo integrato Ambienti di sviluppo integrato Un ambiente di sviluppo integrato (IDE - Integrated Development Environment) è un ambiente software che assiste i programmatori nello sviluppo di programmi Esso è normalmente

Dettagli

Abstract Data Type (ADT)

Abstract Data Type (ADT) Abstract Data Type Pag. 1/10 Abstract Data Type (ADT) Iniziamo la nostra trattazione presentando una nozione che ci accompagnerà lungo l intero corso di Laboratorio Algoritmi e Strutture Dati: il Tipo

Dettagli

Guida all'installazione del WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili

Guida all'installazione del WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili Guida all'installazione del WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili Sommario Per iniziare............................................ 3 Il WiFi Booster......................................... 4 Pannello

Dettagli

Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5. 9356197 Edizione 1

Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5. 9356197 Edizione 1 Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5 9356197 Edizione 1 DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ Noi, NOKIA CORPORATION, dichiariamo sotto la nostra esclusiva responsabilità che il prodotto SU-5 è conforme alle

Dettagli

idee per essere migliori SISTEMA ANTINTRUSIONE

idee per essere migliori SISTEMA ANTINTRUSIONE idee per essere migliori SISTEMA ANTINTRUSIONE UN SISTEMA INTEGRATO COMUNICAZIONE VERSO L ESTERNO Istituti di vigilanza Invio allarmi con protocollo CONTACT ID Comunicatore PSTN Espansione GSM Telefono

Dettagli

ARDUINO UNO. Programmazione avanzata e Librerie di sistema VISPA. Simone Majocchi. Sommario. Edizioni

ARDUINO UNO. Programmazione avanzata e Librerie di sistema VISPA. Simone Majocchi. Sommario. Edizioni ARDUINO UNO Programmazione avanzata e Librerie di sistema di Simone Majocchi VISPA Edizioni Sommario i ii Sommario Prefazione 0 Un bel po di anni fa ero un ragazzino appassionato di elettronica che consumava

Dettagli

VAV-EasySet per VARYCONTROL

VAV-EasySet per VARYCONTROL 5/3.6/I/3 per VARYCONTROL Per la sanificazione di regolatori di portata TROX Italia S.p.A. Telefono 2-98 29 741 Telefax 2-98 29 74 6 Via Piemonte 23 C e-mail trox@trox.it 298 San Giuliano Milanese (MI)

Dettagli

Specifiche tecniche standard MACROLogic per condizionatori con/senza batteria di riscaldamento

Specifiche tecniche standard MACROLogic per condizionatori con/senza batteria di riscaldamento Controllo Elettronico MACROLogic per Dat Air Manuale 201713A01 Emissione 10.99 Sostituisce --.-- Specifiche tecniche standard MACROLogic per condizionatori con/senza batteria di riscaldamento 1370 Controllo

Dettagli

DESCRIZIONE. Elettrodi per rilevazione acqua. Dimensioni contenitore ca.: 71 (L) x 71 (H) x 30 (P) mm. (Da abbinare a modulo sonda art.

DESCRIZIONE. Elettrodi per rilevazione acqua. Dimensioni contenitore ca.: 71 (L) x 71 (H) x 30 (P) mm. (Da abbinare a modulo sonda art. 1009/001 1009/002D 1009/002S 1009/005D 1009/005S Frontale piatto da 25 mm per serratura e maniglia Personal Lock Frontale destro da 40 mm per serratura e maniglia Personal Lock Frontale sinistro da 40

Dettagli

Il manuale dell utente può essere scaricato dal sito gopro.com/support GUIDA DI RIFERIMENTO RAPIDO

Il manuale dell utente può essere scaricato dal sito gopro.com/support GUIDA DI RIFERIMENTO RAPIDO Il manuale dell utente può essere scaricato dal sito gopro.com/support GUIDA DI RIFERIMENTO RAPIDO / Benvenuto Quando si utilizza la videocamera GoPro nell ambito delle normali attività quotidiane, prestare

Dettagli

Centralina rivelazione e spegnimento

Centralina rivelazione e spegnimento Centralina rivelazione e spegnimento 3 zone rivelazione e 1 zona spegnimento Certificata CPD in accordo alle EN 12094-1:2003, 54-2 e 54-4 Manuale D uso 1 INTRODUZIONE 4 1.1 Scopo del manuale 4 1.2 Prima

Dettagli

Trattamento aria Regolatore di pressione proporzionale. Serie 1700

Trattamento aria Regolatore di pressione proporzionale. Serie 1700 Trattamento aria Serie 7 Serie 7 Trattamento aria Trattamento aria Serie 7 Serie 7 Trattamento aria +24VDC VDC OUTPUT MICROPROCESS. E P IN EXH OUT Trattamento aria Serie 7 Serie 7 Trattamento aria 7 Trattamento

Dettagli

Sottoprogrammi: astrazione procedurale

Sottoprogrammi: astrazione procedurale Sottoprogrammi: astrazione procedurale Incapsulamento di un segmento di programma presente = false; j = 0; while ( (j

Dettagli

MANUALE RADIOCOMANDO SY250 IDRO STD3 2ways2

MANUALE RADIOCOMANDO SY250 IDRO STD3 2ways2 MANUALE RADIOCOMANDO SY250 IDRO STD3 2ways2 Pag. 1 / 10 SOMMARIO: 1 INTRODUZIONE... 3 2 PANNELLO DI CONTROLLO... 4 2.1 I TASTI... 4 2.2 IL DISPLAY... 4 3 I MENU... 5 3.1 MODIFICA TERMOSTATO AMBIENTE RADIO...

Dettagli

Fondamenti di Informatica e Laboratorio T-AB T-16 Progetti su più file. Funzioni come parametro. Parametri del main

Fondamenti di Informatica e Laboratorio T-AB T-16 Progetti su più file. Funzioni come parametro. Parametri del main Fondamenti di Informatica e Laboratorio T-AB T-16 Progetti su più file. Funzioni come parametro. Parametri del main Paolo Torroni Dipartimento di Elettronica, Informatica e Sistemistica Università degli

Dettagli

Architettura dei Calcolatori

Architettura dei Calcolatori Architettura dei Calcolatori Sistema di memoria parte prima Ing. dell Automazione A.A. 2011/12 Gabriele Cecchetti Sistema di memoria parte prima Sommario: Banco di registri Generalità sulla memoria Tecnologie

Dettagli

MASTERSOUND 300 B S. E. Amplificatore integrato in classe A Single ended. Congratulazioni per la Vostra scelta

MASTERSOUND 300 B S. E. Amplificatore integrato in classe A Single ended. Congratulazioni per la Vostra scelta MASTERSOUND 300 300 B S. E. Amplificatore integrato in classe A Single ended Congratulazioni per la Vostra scelta Il modello 300 B S.E. che Voi avete scelto è un amplificatore integrato stereo in pura

Dettagli

Tipicamente un elaboratore è capace di trattare domini di dati di tipi primitivi

Tipicamente un elaboratore è capace di trattare domini di dati di tipi primitivi TIPI DI DATO Tipicamente un elaboratore è capace di trattare domini di dati di tipi primitivi numeri naturali, interi, reali caratteri e stringhe di caratteri e quasi sempre anche collezioni di oggetti,

Dettagli

Microelettronica Corso introduttivo di progettazione di sistemi embedded

Microelettronica Corso introduttivo di progettazione di sistemi embedded Microelettronica Corso introduttivo di progettazione di sistemi embedded Introduzione prof. Stefano Salvatori A.A. 2014/2015 Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo documento sono

Dettagli

Verifica che una grammatica sia Context Free nel GrammaReader

Verifica che una grammatica sia Context Free nel GrammaReader Verifica che una grammatica sia Context Free nel GrammaReader Sommario Dispensa di Linguaggi di Programmazione Corrado Mencar Pasquale Lops In questa dispensa si descrivono alcune soluzioni per verificare

Dettagli

Volume HUMIGRAIN SYSTEM. Manuale d uso

Volume HUMIGRAIN SYSTEM. Manuale d uso Volume 1 HUMIGRAIN SYSTEM Manuale d uso Manuale d uso Fornasier Tiziano & C. S.a.s. Via Mercatelli Maglio, 26 31010 Ponte della Priula (TV) - ITALY tel. +39 0438 445354 fax +39 0438 759210 Sommario Principio

Dettagli

Firma Digitale Remota. Manuale di Attivazione, Installazione,Utilizzo

Firma Digitale Remota. Manuale di Attivazione, Installazione,Utilizzo Firma Digitale Remota Manuale di Attivazione, Installazione,Utilizzo Versione: 0.3 Aggiornata al: 02.07.2012 Sommario 1. Attivazione Firma Remota... 3 1.1 Attivazione Firma Remota con Token YUBICO... 5

Dettagli

Serie 12 - Interruttore orario 16 A. Caratteristiche SERIE 12 12.01 12.11 12.31

Serie 12 - Interruttore orario 16 A. Caratteristiche SERIE 12 12.01 12.11 12.31 Serie - nterruttore orario 16 A SERE Caratteristiche.01.11.31 nterruttore orario elettromeccanico - Giornaliero * - Settimanale ** Tipo.01-1 contatto in scambio 16 A larghezza 35.8 mm Tipo.11-1 contatto

Dettagli

SC_IT_V10_02-25. M a n u a l e d u s o

SC_IT_V10_02-25. M a n u a l e d u s o SC_IT_V10_02-25 M a n u a l e d u s o SC Standard / SC Professional Indice SC Standard / SC Professional... 1 1 Struttura e uso del regolatore... 3 1.1 Dispositivi di comando... 3 1.2 Maschere... 3 1.2.1

Dettagli

G722/... G723/... G723H/... G724/... G725/...

G722/... G723/... G723H/... G724/... G725/... F80/MC F80/MCB F80/MMR F80/SG F80/SGB F7FA0AP-0W0 F9H0AP-0W0 = Led indicazione di guasto per cortocircuito = Led Indicazione di guast o verso terra = Pulsante interfaccia utente = Indicazione sezionamento

Dettagli

Introduzione ai Device Drivers in Linux. E.Mumolo, DEEI mumolo@units.it

Introduzione ai Device Drivers in Linux. E.Mumolo, DEEI mumolo@units.it Introduzione ai Device Drivers in Linux E.Mumolo, DEEI mumolo@units.it 1 Device Drivers Moduli software che gestiscono le periferiche attraverso il file system Tutte le periferiche sono viste come file

Dettagli

Giocare é comunicare.

Giocare é comunicare. Giocare é comunicare. Presentazione del progetto ADIO, AdioScan (realizzazione e copyright CID, Centro Informatica Disabilità cp 61 CH 6903 Lugano (Svizzera)). Gabriele Scascighini, direttore del Centro

Dettagli

Uninterruptible Power Supply ERA LCD 0.65 ERA LCD 0.85 ERA LCD 1.1. Manuale utente

Uninterruptible Power Supply ERA LCD 0.65 ERA LCD 0.85 ERA LCD 1.1. Manuale utente Uninterruptible Power Supply ERA LCD 0.65 ERA LCD 0.85 ERA LCD 1.1 Manuale utente Indice Avvisi di Sicurezza... 2 1 Introduzione... 3 2 Caratteristiche Generali... 3 3 Ricevimento e Collocazione... 4

Dettagli

Gestione dei File in C

Gestione dei File in C Gestione dei File in C Maurizio Palesi DIIT Università di Catania Viale Andrea Doria 6, 95125 Catania mpalesi@diit.unict.it http://www.diit.unict.it/users/mpalesi Sommario In questo documento saranno introdotte

Dettagli

74 319 0350 0 B3144x2. Controllore universale RMU7... Istruzioni operative. Synco 700

74 319 0350 0 B3144x2. Controllore universale RMU7... Istruzioni operative. Synco 700 74 319 0350 0 B3144x2 74 319 0350 0 Istruzioni operative Synco 700 Controllore universale RMU7... Sommario B3144x2...1 Elementi operativi...4 Display...4 Pulsante INFO...4 Manopola per selezione e conferma

Dettagli

[Operazioni Preliminari]

[Operazioni Preliminari] [Operazioni Preliminari] Si consiglia di leggere interamente questo manuale prima di procedere alle operazioni di aggiornamento del KeyB Organ. 1] Per aggiornare firmware, suoni e parametri del KeyB Organ

Dettagli

Guida rapida all uso di ECM Titanium

Guida rapida all uso di ECM Titanium Guida rapida all uso di ECM Titanium Introduzione Questa guida contiene una spiegazione semplificata del funzionamento del software per Chiputilizzare al meglio il Tuning ECM Titanium ed include tutte

Dettagli

Trasmissione Seriale e Parallela. Interfacce di Comunicazione. Esempio di Decodifica del Segnale. Ricezione e Decodifica. Prof.

Trasmissione Seriale e Parallela. Interfacce di Comunicazione. Esempio di Decodifica del Segnale. Ricezione e Decodifica. Prof. Interfacce di Comunicazione Università degli studi di Salerno Laurea in Informatica I semestre 03/04 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/professori/auletta/ 2 Trasmissione

Dettagli

NNKOMMS. kìçîç=~=é~êíáêé=ç~w. áåcáêé=eq` fëíêìòáçåá=ééê=äûìëç. fí~äá~åç

NNKOMMS. kìçîç=~=é~êíáêé=ç~w. áåcáêé=eq` fëíêìòáçåá=ééê=äûìëç. fí~äá~åç kìçîç=~=é~êíáêé=ç~w NNKOMMS áåcáêé=eq` fëíêìòáçåá=ééê=äûìëç fí~äá~åç 2 D 3497.201.01.02.11 11.2006 Indice 1 Gentile Cliente,... 5 2 Indicazioni generali... 7 2.1 Struttura dei documenti... 7 2.2 Garanzia...

Dettagli

Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo WAGO INGRESSI/USCITE remoti e Fieldbus

Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo WAGO INGRESSI/USCITE remoti e Fieldbus Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo 86-W Sistema integrato compatto di valvole con I/O elettronici Sistemi personalizzati premontati e collaudati per il pilotaggio del

Dettagli

MODBUS-RTU per. Specifiche protocollo di comunicazione MODBUS-RTU per controllo in rete dispositivi serie. Expert NANO 2ZN

MODBUS-RTU per. Specifiche protocollo di comunicazione MODBUS-RTU per controllo in rete dispositivi serie. Expert NANO 2ZN per Expert NANO 2ZN Specifiche protocollo di comunicazione MODBUS-RTU per controllo in rete dispositivi serie Expert NANO 2ZN Nome documento: MODBUS-RTU_NANO_2ZN_01-12_ITA Software installato: NANO_2ZN.hex

Dettagli

Progettazione di sistemi Embedded

Progettazione di sistemi Embedded Progettazione di sistemi Embedded Corso introduttivo di progettazione di sistemi embedded A.S. 2013/2014 proff. Nicola Masarone e Stefano Salvatori Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di

Dettagli

Questo dispositivo, inoltre, è modulare; è quindi possibile scegliere i moduli e personalizzare la configurazione più adatta per le proprie esigenze.

Questo dispositivo, inoltre, è modulare; è quindi possibile scegliere i moduli e personalizzare la configurazione più adatta per le proprie esigenze. MONITOR DEFIBRILLATORE LIFEPAK 12 Il Monitor Defibrillatore LIFEPAK 12 è un dispositivo medicale che nasce per l emergenza e resiste ad urti, vibrazioni, cadute, polvere, pioggia e a tutte quelle naturali

Dettagli