Accettabilità degli Assemblaggi Elettronici

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Accettabilità degli Assemblaggi Elettronici"

Transcript

1 IPC A-610E IT Accettabilità degli Assemblaggi Elettronici Sviluppato dal gruppo di sviluppo IPC-A-610 inclusi Task Group (7-31b), Task Group Asia (7-31bCN) and Task Group Nordic (7-31bND) del Product Assurance Committees (7-30 and 7-30CN) di IPC Translated completed by: Istituto Italiano della Saldatura Luca Moliterni Gianluca Parodi Superata IPC-A-610D - Febbraio 2005 IPC-A-610C - Gennaio 2000 IPC-A-610B - Dicembre 1994 IPC-A-610A - Marzo 1990 IPC-A Agosto 1983 Gli utilizzatori di questa specifica sono incoraggiati a partecipare agli sviluppi di future revisioni. Contatto: IPC 3000 Lakeside Drive, Suite 309S Bannockburn, Illinois Tel Fax

2 Tabella dei Contenuti 1 Introduzione Scopo Obiettivo Classificazione Definizione dei requisiti Criteri di accettabilità Condizione Target Condizione Accettabile Condizione Difettosa Segregazione Condizione Indicatore di Processo Metodologie riguardanti la Condizione Indicatore di Processo Condizioni Combinate Condizioni non Specificate Progetti Particolari Termini e Definizioni Orientamento del Circuito Stampato *Lato Primario (Primary Side) *Lato Secondario (Secondary Side) Lato Sorgente della Lega Brasante (Solder Source Side) Lato Destinazione della Lega Brasante (Solder Destination Side) *Brasatura Fredda (Cold Solder Connection) Isolamento elettrico (Electrical Clearance) Alta Tensione (High Voltage) Lega Brasante Intrusiva (Intrusive Solder) *Dissoluzione (Leaching) Menisco del Componente [Meniscus (Component)] *Piazzola non Funzionale (Nonfunctional Land) Reoforo e Pasta Brasante nel Foro (Pin-in-Paste) Diametro del Filo (Wire Diameter) Avvolgimento del Filo (Wire Overwrap) Sovrapposizione del Filo (Wire Overlap) Esempi ed Illustrazioni Metodologia di Ispezione Verifica delle Dimensioni Aiuti Visivi Illuminazione Documenti Applicabili Documenti IPC Documenti Industria della Brasatura Documenti Associazione EOS/ESD Documenti Unione delle Industrie Elettroniche Documenti Commissione Internazionale dell Elettrotecnica ASTM Pubblicazioni Tecniche Maneggiamento degli Assemblaggi Elettronici Prevenzione EOS/ESD Sovrasollecitazione Elettrica (EOS) Scarica Elettrostatica (ESD) Etichette di Pericolo Materiali di Protezione Stazioni di lavoro in sicurezza antistatica EOS/ESD - EPA Considerazioni sul Maneggiamento Linee Guida Danneggiamenti Fisici Contaminazioni Assemblaggi Elettronici Dopo la Brasatura Guanti e Copridita Hardware Montaggio Hardware Distanza di Isolamento elettrico Interferenze Dissipatori di Calore - Heatsinks Isolanti e Resine Termiche Contatto Elementi di Fissaggio Filettati Serraggio Fili Montaggio di Jackpost IPC-A-610E-2010 Aprile 2010 vii

3 4.3 Connettori a Pin Pin di Connettori sul Bordo Pin ad Inserimento a Pressione (Press-Fit) Brasatura Fissaggio Fasci di Fili Generale Legatura (Lacing) Legatura (Lacing) - Danneggiamenti Percorso dei fili Incrocio di Fili Raggio di curvatura Cavi Coassiali Terminali di Fili Inutilizzati Legature su Giunzioni e Boccole Brasatura Requisiti di Accettabilità delle Brasature Anomalie delle Brasature Metallo di Base Esposto Fori/Crateri Rifusione della Pasta Brasante Non Bagnatura Connessione Fredda/Colofonica Dewetting Eccesso di Lega Brasante Eccesso di Lega Brasante - Solder Balls/Solder Fines Eccesso di Lega Brasante - Ponti (o corti) Eccesso di Lega Brasante - Solder Webbing/Splashes Brasatura Disturbata Brasatura Fratturata Proiezioni di Lega Brasante Sollevamento del Raccordo di Brasatura nelle Leghe Senza Piombo Rottura a Caldo/Fessurazione nelle Leghe Senza Piombo Segni di Puntali ed Altre Condizioni Superficiali Similari nei Giunti Brasati Connessioni ai Terminali Hardware Rivettato Terminali Base del Terminale - Distanza dalla Piazzola Terminali - A Torretta Terminali - A Forcella Flangia Arrotolata Flangia Svasata Segmenti Controllati Lega Brasante Isolante Danneggiamento Pre brasatura Post brasatura Distanza Guaina Flessibile Posizionamento Danneggiamento Conduttore Deformazione Danneggiamento dei trefoli Separazione dei Trefoli (Birdcaging) - Pre brasatura Separazione dei Trefoli (Birdcaging) - Post brasatura Stagnatura Raccordi con Scorta di Filo Terminali - Attenuatori di Sforzo (Stress Relief) Fasci Piegatura Reoforo/Filo Terminali - Posizionamento Reoforo/Filo - Requisiti Generali Terminali - Lega Brasante - Requisiti Generali Terminali - Torrette e Pin Dritti Posizionamento Reoforo/Filo Lega Brasante Terminali - A Forcella Posizionamento Reoforo/Filo - Percorso Laterale Posizionamento Reoforo/Filo - Percorso dall Alto e dal Basso Posizionamento Reoforo/Filo - Bloccaggio dei Fili Lega Brasante Terminali - Scanalati Posizionamento Reoforo/Filo Lega Brasante viii Aprile 2010 IPC-A-610E-2010

4 6.11 Terminali - Ad Occhiello/Perforati Posizionamento Reoforo/Filo Lega Brasante Terminali - Ad Uncino Posizionamento Reoforo/Filo Lega Brasante Terminali - A Tazza Posizionamento Reoforo/Filo Lega Brasante Terminali - Fili AWG 30 e di Diametro Inferiore Posizionamento Reoforo/Filo Terminali - Connessioni in Serie Terminali - Clip Montate Su Bordo Scheda - Posizionamento Tecnologia a Foro Passante Montaggio del Componente Orientamento Orizzontale Verticale Formatura dei Reofori Piegature Attenuatori di Sforzo Danneggiamenti Reofori che Incrociano i Conduttori Ostruzione dei Fori Componenti e Zoccoli DIP/SIP Reofori Radiali - Verticali Distanziali Reofori Radiali - Orizzontale Connettori Ad Angolo Retto A Pin Diritti Verticali e a Ricettacolo Verticale Alta Potenza Corpi Conduttivi Fissaggio dei Componenti Clip di Montaggio Fissaggio con Adesivo Fissaggio con Adesivo - Componenti non Sollevati Fissaggio con Adesivo - Componenti Sollevati Fissaggio con Filo Fori Metallizzati Reofori Assiali - Orizzontali Reofori Assiali - Verticali Sporgenza di Fili/Reofori Piegatura dei Fili/Reofori Brasatura Riempimento Verticale (A) Lato Destinazione della Lega Brasante - da Reoforo a Metallizzazione del Foro (B) Lato Destinazione della lega Brasante - Copertura della Piazzola (C) Lato Sorgente della Lega Brasante - da Reoforo a Metallizzazione del Foro (D) Lato Sorgente della Lega Brasante - Copertura della Piazzola (E) Condizioni di Brasatura - Lega Brasante nel Raggio di Curvatura Condizioni di Brasatura - Contatto con Corpo di un Componente a Foro Passante Condizioni di Brasatura - Menisco nella Lega Brasante Taglio dei Reofori dopo l'operazione di Brasatura Isolante del Filo Smaltato nella Brasatura Connessione Tra i Lati senza Reoforo - Fori di Via Connessione Scheda su Scheda Fori non Metallizzati Reofori Assiali - Orizzontali Reofori Assiali - Verticali Sporgenza di Fili/Reofori Piegatura dei Fili/Reofori Brasatura Taglio dei Reofori dopo l'operazione di Brasatura Filature Selezione del Filo Percorso del Filo Incollaggio del Filo Fori Metallizzati Reoforo nel foro Connessione Avvolta Connessione Sovrapposta IPC-A-610E-2010 Aprile 2010 ix

5 8 Assemblaggi a Montaggio Superficiale Adesivo per il Fissaggio Adesivo per il Fissaggio - Incollaggio del Componente Adesivo per il Fissaggio - Tenuta Meccanica Reofori SMT Danneggiamento Appiattimento Connessioni SMT Componenti a Chip - Terminazioni solo sul Lato Inferiore Sporgenza Trasversale (A) Sporgenza Longitudinale (B) Larghezza Trasversale del Giunto (C) Lunghezza Longitudinale del Giunto (D) Massima Altezza del Raccordo di Brasatura (E) Minima Altezza del Raccordo di Brasatura (F) Spessore di Lega Brasante (G) Sovrapposizione Longitudinale (J) Componenti Chip a Terminazione Quadrata o Rettangolare - 1, 3 o 5 Terminazioni Laterali Sporgenza Trasversale (A) Sporgenza Longitudinale (B) Larghezza Trasversale del Giunto (C) Lunghezza Longitudinale del Giunto (D) Massima Altezza del Raccordo di Brasatura (E) Minima Altezza del Raccordo di Brasatura (F) Spessore di Lega Brasante (G) Sovrapposizione Longitudinale (J) Variazioni nelle Terminazioni Montaggio di Taglio (Billboarding) Montaggio Sottosopra Sovrapposizione Tombstoning Terminazioni Terminazioni - Larghezza del Giunto Terminazioni - Minima Altezza del Raccordo di Brasatura Terminazioni Cilindriche Sporgenza Trasversale (A) Sporgenza Longitudinale (B) Larghezza Trasversale del Giunto (C) Lunghezza Longitudinale del Giunto (D) Massima Altezza del Raccordo di Brasatura (E) Minima Altezza del Raccordo di Brasatura (F) Spessore di Lega Brasante (G) Sovrapposizione Longitudinale (J) Terminazioni Castellate Sporgenza Trasversale (A) Sporgenza Longitudinale (B) Minima Larghezza Trasversale del Giunto (C) Lunghezza Longitudinale del Giunto (D) Massima Altezza del Raccordo di Brasatura (E) Minima Altezza del Raccordo di Brasatura (F) Spessore di Lega Brasante (G) Reofori ad Ala di Gabbiano Piatti Sporgenza Trasversale (A) Sporgenza della Punta (B) Minima Larghezza Trasversale del Giunto (C) Minima Lunghezza Longitudinale del Giunto (D) Massima Altezza posteriore del Raccordo di Brasatura (E) Minima Altezza posteriore del Raccordo di Brasatura (F) Spessore di Lega Brasante (G) Complanarità Reofori ad Ala di Gabbiano Rotondi od Appiattiti Sporgenza Trasversale (A) Sporgenza della Punta (B) Minima Larghezza Trasversale del Giunto (C) Minima Lunghezza Longitudinale del Giunto (D) Massima Altezza del Raccordo di Brasatura (E) Minima Altezza del Raccordo di Brasatura (F) Spessore di Lega Brasante (G) Minima Altezza Longitudinale del Raccordo di Brasatura (Q) Complanarità x Aprile 2010 IPC-A-610E-2010

6 8.3.7 Reofori a J Sporgenza Trasversale (A) Sporgenza della Punta (B) Larghezza Trasversale del Giunto (C) Lunghezza Longitudinale del giunto (D) Massima Altezza del Raccordo di Brasatura (E) Minima Altezza del Raccordo di Brasatura (F) Spessore di Lega Brasante (G) Complanarità Connessioni Butt/I Massima Sporgenza Trasversale (A) Massima Sporgenza della Punta (B) Larghezza Trasversale del Giunto (C) Lunghezza Longitudinale del Giunto (D) Massima Altezza del Raccordo di Brasatura (E) Minima Altezza del Raccordo di Brasatura (F) Spessore di Lega Brasante (G) Reofori Piatti Componenti a Sagoma Alta e con Terminazioni Poste solo sul Lato Inferiore Reofori ad L Rivolti all'interno Area Array a Montaggio Superficiale Allineamento Distanza tra le Sfere di Lega Brasante Connessioni Brasate Vuoti Riempimento/Incollaggio Package on Package Componenti con Terminazioni sul Lato Inferiore (BTC-Bottom Termination Components) Componenti con Terminazioni Termo- Dissipative sul Lato Inferiore Connessioni Mediante Terminale Piatto Massima Sporgenza del Terminale - Piazzola Quadrata Massima Sporgenza del Terminale - Piazzola Rotonda Massima Altezza del Raccordo di Brasatura Terminazioni SMT Particolari Connettori a Montaggio Superficiale Filature Filature - SMT Componenti Chip o Cilindrici Reofori ad Ala di Gabbiano Reofori a J Terminazioni Castellate Piazzole Danneggiamento dei Componenti Perdita di Metallizzazione Elemento Resistivo dei Chip Dispositivi con/senza Reofori Capacità Ceramiche a Chip Connettori Relays Danneggiamento al Core del Trasformatore Connettori, Maniglie, Estrattori, Incastri Pin di Connettori sul Bordo Pin ad Inserimento a Pressione (Press-Fit) Pin di Connettori Backplane Dissipatori di Calore IPC-A-610E-2010 Aprile 2010 xi

7 10 Circuiti Stampati ed Assemblati Aree di Contatto Superficiale Dorate Condizioni del Laminato Measling e Crazing Rigonfiamento e Delaminazione Struttura del Tessuto/Esposizione del Tessuto Alonature e Delaminazioni del Bordo Bruciature Curvatura e Svergolamento Depannellizzazione Conduttori/Piazzole Riduzione della Sezione Trasversale Piazzole Sollevate Danneggiamenti Meccanici Circuiti Stampati Flessibili e Rigido-Flessibili Danneggiamento Delaminazione Scolorimento Migrazione della Lega Brasante Connessione Marcature Incise (Inclusa Stampa Manuale) Serigrafate Stampate Laser Etichette Codice a Barre Leggibilità Adesione e Danneggiamento Posizione Utilizzo di Etichette per Identificazione a Radio Frequenza (Radio Frequency Identification Tags-RFID) Pulizia Residui di Flussante Particolato Cloruri, Carbonati e Residui Bianchi Residui di Flussante - Processi No-Clean - Aspetto Aspetto della Superficie Solder Mask Grinze/Rotture Vuoti, Rigonfiamenti, Graffi Spaccature Scolorimento Conformal Coating Generale Copertura Spessore Incapsulamento Cablaggi Separati Avvolgimenti senza brasatura Numero di Spire Spaziatura tra le Spire Taglio Finale, Avvolgimento dell Isolante Sovrapposizione di Spire in Rilievo Posizione delle Connessioni Indirizzamento del Filo Lasco del Filo Placcatura del Filo Isolante Danneggiato Conduttori e Terminali Danneggiati Montaggio dei Componenti - Posizionamento con Ammortizzatore di Sforzo/Tensione di Fili su Connettori Alta Tensione (High Voltage) Appendice A Spazio tra Conduttori Elettrici xii Aprile 2010 IPC-A-610E-2010

8 1 Accettabilità degli Assemblaggi Elettronici Introduzione In questa sezione sono contenuti i seguenti argomenti: 1.1 Scopo 1.2 Obiettivo 1.3 Classificazione 1.4 Definizione dei requisiti Criteri di accettabilità Condizione Target Condizione Accettabile Condizione Difettosa Segregazione Condizione Indicatore di Processo Metodologie riguardanti la Condizione Indicatore di Processo Condizioni Combinate Condizioni non Specificate Progetti Particolari 1.5 Termini e Definizioni Orientamento del Circuito Stampato *Lato Primario (Primary Side) *Lato Secondario (Secondary Side) Lato Sorgente della Lega Brasante (Solder Source Side) Lato Destinazione della Lega Brasante (Solder Destination Side) *Brasatura Fredda (Cold Solder Connection) Isolamento elettrico (Electrical Clearance) Alta Tensione (High Voltage) Lega Brasante Intrusiva (Intrusive Solder) *Dissoluzione (Leaching) Menisco del Componente [Meniscus (Component)] *Piazzola non Funzionale (Nonfunctional Land) Reoforo e Pasta Brasante nel Foro (Pin-in-Paste) Diametro del Filo (Wire Diameter) Avvolgimento del Filo (Wire Overwrap) Sovrapposizione del Filo (Wire Overlap) 1.6 Esempi ed Illustrazioni 1.7 Metodologia di Ispezione 1.8 Verifica delle Dimensioni 1.9 Aiuti Visivi 1.10 Illuminazione If a conflict occurs between the English and translated versions of this document, the English version will take precedence. In caso di conflitto tra la versione in lingua inglese e le versioni tradotte di questo documento, la versione in lingua inglese avrà la precedenza. 1.1 Scopo Questo standard è una raccolta di requisiti visivi di accettabilità relativi alla qualità degli assemblaggi elettronici. Questo documento descrive i criteri di accettabilità per la realizzazione degli assemblaggi elettrici ed elettronici. Storicamente, gli standard relativi all assemblaggio elettronico contenevano istruzioni più complete che trattavano i principi e le tecniche. Per una maggiore comprensione in merito alle raccomandazioni ed ai requisiti contenuti in questo documento è possibile utilizzare anche i documenti IPC-HDBK-001, IPC-AJ-820 e IPC J-STD-001. I criteri definiti in questo standard non sono stati concepiti né per definire i processi per la realizzazione dell assemblaggio, né per autorizzare riparazioni/ modifiche o cambiamenti al prodotto del cliente. Per esempio, la presenza di un criterio riguardante il fissaggio dei componenti elettronici mediante adesivo non implica/ autorizza/esige il suo impiego, così come la descrizione di un avvolgimento di un reoforo attorno ed un terminale in senso orario non implica/autorizza/esige che l avvolgimento debba essere eseguito secondo questa direzione. Gli utilizzatori di questo standard dovrebbero essere bene informati sull applicabilità dei requisiti contenuti nel documento e su come applicarli. L IPC-A-610 include alcuni criteri che non sono contemplati nell IPC J-STD-001, quali il maneggiamento, i requisiti meccanici e altri requisiti di lavorazione. La Tabella 1.1 è un sommario dei documenti correlati a questo standard. L IPC-AJ-820 è un documento di supporto che fornisce informazioni relative alla finalità dei contenuti di questa specifica e chiarisce od amplia la comprensione tecnica dei limiti di transizione dai criteri di una condizione Target ad una condizione Difettosa. Inoltre, vengono IPC-A-610E-2010 Aprile

Indice. 1. Avvertenze Generali Pag.3. 2. Precauzioni Generali Pag.3. 3. Installazione Elettrica Pag.4. 4. Installazione Meccanica Pag.

Indice. 1. Avvertenze Generali Pag.3. 2. Precauzioni Generali Pag.3. 3. Installazione Elettrica Pag.4. 4. Installazione Meccanica Pag. 1 Indice 1. Avvertenze Generali Pag.3 2. Precauzioni Generali Pag.3 3. Installazione Elettrica Pag.4 4. Installazione Meccanica Pag.5 5. Manutenzione Pag.8 6. Smaltimento Pag.8 7. Limitazione Responsabilità

Dettagli

Indice. Parte 1 Fondamenti 2. 1 Introduzione 3. 3 Analisi dei carichi e delle tensioni e deformazioni 65. 2 Materiali 29

Indice. Parte 1 Fondamenti 2. 1 Introduzione 3. 3 Analisi dei carichi e delle tensioni e deformazioni 65. 2 Materiali 29 Romane.pdf 19-09-2008 13:20:05-9 - ( ) Prefazione all edizione italiana Ringraziamenti Simboli xxi xix Parte 1 Fondamenti 2 1 Introduzione 3 xvii 1 1 Il progetto 4 1 2 La progettazione meccanica 5 1 3

Dettagli

SERIE STORAGE ESD ATHENA

SERIE STORAGE ESD ATHENA G70 CASSETTE CONDUTTIVE SERIE ATHENA ATHENA CASSETTE CONDUTTIVE SERIE ATHENA SPECIALE PLASTICA CONDUTTIVA FAMI 408 L PARTICOLARMENTE INDICATI PER L INDUSTRIA ELETTRONICA CARATTERISTICHE TECNICHE Materiale

Dettagli

Il processo di saldatura manuale pertanto si può definire suddividendolo nelle seguenti fasi:

Il processo di saldatura manuale pertanto si può definire suddividendolo nelle seguenti fasi: SALDATURA MANUALE CON LEGHE SENZA PIOMBO A cura di OK International (Divisione Metcal) Introduzione Con la progressiva affermazione fra le case produttrici dei processi di saldatura lead-free, ovvero senza

Dettagli

26.02-ITA. Calcolare e assecondare la crescita termica linea di tubazioni

26.02-ITA. Calcolare e assecondare la crescita termica linea di tubazioni Tutti i materiali, inclusi tubi, macchinari, strutture ed edifici, subiscono variazioni nelle proprie dimensioni a causa delle variazioni di temperatura. In questo report sono contenute alcune considerazioni

Dettagli

Tubi Per Il Gas In Acciaio Inox Con rivestimento ondulato con standard europeo EN15266:2007

Tubi Per Il Gas In Acciaio Inox Con rivestimento ondulato con standard europeo EN15266:2007 Facile Economico Veloce pipegas Tubi Per Il Gas In Acciaio Inox Con rivestimento ondulato con standard europeo EN15266:2007 Conforme con EN 15266:2007 TUBI FLESSIBILI PER IMPIANTI DOMESTICI A GAS NATURALE

Dettagli

BARRIERA DI SICUREZZA DOPPIA SU TERRA H2-B-W4 (3n30401)

BARRIERA DI SICUREZZA DOPPIA SU TERRA H2-B-W4 (3n30401) BARRIERA DI SICUREZZA DOPPIA SU TERRA H2-B-W4 (3n30401) Livello di contenimento Risultati H2 Indice di severità accelerazione ASI Larghezza di lavoro Posizione laterale estrema del veicolo B W4 (1,3 m)

Dettagli

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO MANUALE DI INSTALLAZIONE MANUTENZIONE ED USO. INDICE: AVVERTENZE GENERALI PER LA SICUREZZA...PAG. 2 INSTALLAZIONE GUIDE VERTICALI...PAG. 2 INSTALLAZIONE GRUPPO MOLLE...PAG. 2 INSTALLAZIONE CON VELETTA

Dettagli

CAPITOLATO DI FORNITURA

CAPITOLATO DI FORNITURA Pag. 3 di 8 1. GENERALITÀ Il presente capitolato stabilisce le condizioni di fornitura ed i parametri tecnici di produzione e accettazione dei circuiti stampati, salvo diversi accordi scritti. 2. NORME

Dettagli

Criteri per la scelta dell intervento

Criteri per la scelta dell intervento Edifici esistenti in c.a.: Esempi di intervento Giovanni Plizzari Università di Brescia plizzari@ing.unibs.it L Accademia del Costruire Gussago, 23 Marzo 2012 1/86 Criteri per la scelta dell intervento

Dettagli

FISSAGGIO INTEGRATO NEL TETTO COLLETTORI PIANI HELIOSTAR

FISSAGGIO INTEGRATO NEL TETTO COLLETTORI PIANI HELIOSTAR FISSAGGIO INTEGRATO NEL TETTO COLLETTORI PIANI HELIOSTAR ISTRUZIONI DI MONTAGGIO SISTEMI SANITARI E PER ENERGIA Requisiti per il montaggio Requisiti generali Il kit per il montaggio integrato nel tetto

Dettagli

Innovative PCB Solutions. Ottieni benefici di tempo e flessibilità con la qualità Svizzera. THE PCB CHALLENGE Doing it together

Innovative PCB Solutions. Ottieni benefici di tempo e flessibilità con la qualità Svizzera. THE PCB CHALLENGE Doing it together Innovative PCB Solutions Ottieni benefici di tempo e flessibilità con la qualità Svizzera THE PCB CHALLENGE Doing it together SOLUZIONI DEDICATE AI CLIENTI Da un partner affidabile 2 La Optiprint offre

Dettagli

BARRIERA DI SICUREZZA SINGOLA SU TERRA H4b-A-W5 (3n31679)

BARRIERA DI SICUREZZA SINGOLA SU TERRA H4b-A-W5 (3n31679) BARRIERA DI SICUREZZA SINGOLA SU TERRA Hb-A-W (n679) Prestazioni Livello di contenimento Indice di severità accelerazione ASI Larghezza di lavoro Intrusione del veicolo Deflessione dinamica Hb A W (.70

Dettagli

MISURAZIONE DELLE PROPRIETA TECNOLOGICHE I.T.S.T J.F. KENNEDY - PN

MISURAZIONE DELLE PROPRIETA TECNOLOGICHE I.T.S.T J.F. KENNEDY - PN MISURAZIONE DELLE PROPRIETA TECNOLOGICHE I.T.S.T J.F. KENNEDY - PN Le proprietà tecnologiche dei materiali indagano la loro risposta alla lavorabilità ovvero forniscono indicazioni sulla risposta dei materiali

Dettagli

706292 / 00 11 / 2012

706292 / 00 11 / 2012 Istruzioni per l uso (parte rilevante per la protezione antideflagrante) per sensori di temperatura ai sensi della direttiva europea 94/9/CE Appendice VIII (ATEX) gruppo II, categoria di apparecchi 3D/3G

Dettagli

ARCADA PS3000. Tenda cassonata con guide e motoriduttore PS3000. Descrizione

ARCADA PS3000. Tenda cassonata con guide e motoriduttore PS3000. Descrizione PS3000 Descrizione Tenda per giardini d inverno a scorrimento orizzontale e verticale. Azionamento elettrico con motoriduttori a corrente alternata 230V/50HZ con freno a frizione e finecorsa elettronico

Dettagli

CONCESSIONE DEL DIRITTO D USO DEL MARCHIO BV SU GIUNTI ELASTICI IN ACCIAIO INOSSIDABILE PER GAS ED ACQUA I & F BUREAU VERITAS ITALIA

CONCESSIONE DEL DIRITTO D USO DEL MARCHIO BV SU GIUNTI ELASTICI IN ACCIAIO INOSSIDABILE PER GAS ED ACQUA I & F BUREAU VERITAS ITALIA CONCESSIONE DEL DIRITTO D USO DEL MARCHIO BV SU GIUNTI ELASTICI IN ACCIAIO INOSSIDABILE PER GAS ED ACQUA REGOLAMENTO PARTICOLARE REGOLE PARTICOLARI PER LA CONCESSIONE DEL DIRITTO D USO DEL MARCHIO BUREAU

Dettagli

84 Quadri elettrici di automazione

84 Quadri elettrici di automazione 84 Quadri elettrici di automazione 1. Costituzione dei quadri elettrici La norma EN 60439-1 (CEI 17-13/1) definisce il quadro elettrico come la combinazione, in un unico complesso, di apparecchiature elettriche

Dettagli

Convogliatori a catena, tapparella, nastro e rulli

Convogliatori a catena, tapparella, nastro e rulli Convogliatori a catena, tapparella, nastro e rulli Sistemi di trasferimento e convogliamento Introduzione e caratteristiche tecniche 5 Convogliatore continuo 6 Esempi di trasporto 7 Componenti 8 Accessori

Dettagli

DEL MARCHIO BV SU TUBI FLESSIBILI IN ACCIAIO INOSSIDABILE PER ACQUA

DEL MARCHIO BV SU TUBI FLESSIBILI IN ACCIAIO INOSSIDABILE PER ACQUA PROCEDURA OPERATIVA REGOLE PARTICOLARI PER LA IN ACCIAIO INOSSIDABILE PER 0 24/06/2011 LTM CSI del 07/07/2011 1 di 9 INDICE 1 SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE 2 RIFERIMENTI NORMATIVI 3 TERMINI, DEFINIZIONI,

Dettagli

Collettori Solari Helio Plan 2.2

Collettori Solari Helio Plan 2.2 Collettori Solari Helio Plan 2.2 Istruzioni d installazione, uso e manutenzione Figura 1 Helio Plan 2.2 IT 1 SOMMARIO INTRODUZIONE 3 Destinatari 3 Avvertenze generali 3 Caratteristiche generali 3 INFORMAZIONI

Dettagli

MISURE DI DEFORMAZIONE

MISURE DI DEFORMAZIONE Misure dello stato di deformazione MISURE DI DEFORMAZIONE Misure dello stato di deformazione METODI PIU COMUNI per misure dello stato di sollecitazione e deformazione: estensimetria (strain gages, estensimetri)

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA Facoltà di Ingegneria sede di Vicenza A.A. 2007/08

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA Facoltà di Ingegneria sede di Vicenza A.A. 2007/08 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA Facoltà di Ingegneria sede di Vicenza A.A. 2007/08 Corso di Disegno Tecnico Industriale per il Corso di Laurea triennale in Ingegneria Meccanica e in Ingegneria Meccatronica

Dettagli

LAVORAZIONE DELLE LAMIERE

LAVORAZIONE DELLE LAMIERE LAVORAZIONE DELLE LAMIERE Pagina 1 di 5 LAVORAZIONE DELLE LAMIERE La lavorazione delle lamiere si esegue fondamentalmente per deformazione plastica a freddo oppure per separazione localizzata del materiale

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 SETTORE MECCANICA;PRODUZIONE E MANUTENZIONE DI MACCHINE;IMPIANTISTICA Processo Lavorazioni aeronautiche

Dettagli

Ente Nazionale Italiano di Unificazione

Ente Nazionale Italiano di Unificazione Ente Nazionale Italiano di Unificazione Il 965'1 E Voi. li N di Meccanica e settori correlati 2002 ISTITUTO UNIVERSITARIO ARCHITETTURA ---VENEZIA--- AREA SERVIZI BIBLIOGRAFICI E OOCUMENTALI BIBLIOTECA

Dettagli

revisione data verifica approvazione Pagina 0 24/06/2011 LTM CSI del 07/07/2011 2 di 10

revisione data verifica approvazione Pagina 0 24/06/2011 LTM CSI del 07/07/2011 2 di 10 PROCEDURA OPERATIVA REGOLE PARTICOLARI PER LA IN ACCIAIO INOSSIDABILE PER GAS 0 24/06/2011 LTM CSI del 07/07/2011 1 di 10 INDICE 1 SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE 2 RIFERIMENTI NORMATIVI 3 TERMINI, DEFINIZIONI,

Dettagli

Moduli di processo a CN. Moduli di processo ad alto rendimento per produzione, montaggio e trasformazione

Moduli di processo a CN. Moduli di processo ad alto rendimento per produzione, montaggio e trasformazione Moduli di processo a CN Moduli di processo ad alto rendimento per produzione, montaggio e trasformazione Integrazione perfetta Trasporto dei materiali, maschiatura per rullatura, avvitatura, saldatura

Dettagli

Termoresistenza per misure superficiali Modello TR50

Termoresistenza per misure superficiali Modello TR50 Misura di temperatura elettrica Termoresistenza per misure superficiali Modello TR50 Scheda tecnica WIKA TE 60.50 per ulteriori omologazioni vedi pagina 9 Applicazioni Per la misura di temperature di superficiali

Dettagli

Il braccio corto mobile è disponibile in due tipi ( tipo 5-22**-A ; tipo 5-22**- B )

Il braccio corto mobile è disponibile in due tipi ( tipo 5-22**-A ; tipo 5-22**- B ) Questa attrezzatura Meyer soddisfa interamente le norme di sicurezza CE. Il certificato di conformità è spedito con l attrezzatura. Il simbolo CE è riportato sulla targhetta del costruttore. Descrizione

Dettagli

Pannelli Fotovoltaici Serie ASP 60 MONTAGGIO Pannelli Fotovoltaici ASP GUIDA DI MONTAGGIO. Pannelli Fotovoltaici X 60

Pannelli Fotovoltaici Serie ASP 60 MONTAGGIO Pannelli Fotovoltaici ASP GUIDA DI MONTAGGIO. Pannelli Fotovoltaici X 60 Pannelli Fotovoltaici Serie ASP 60 MONTAGGIO Pannelli Fotovoltaici ASP GUIDA DI MONTAGGIO Questa guida contiene una serie di suggerimenti per installare i prodotti Abba Solar della serie ASP60 ed è rivolta

Dettagli

Principio di funzionamento dei cavi scaldanti autoregolanti

Principio di funzionamento dei cavi scaldanti autoregolanti 1 Principio di funzionamento dei cavi scaldanti autoregolanti Sfruttando un particolare principio fisico, i cavi scaldanti autoregolanti consentono di mantenere sgelati o in temperatura tubazioni, sili

Dettagli

REGOLAMENTO COSTRUTTIVO CATEGORIA KART TRADIZIONALE (N5K) (in vigore dal 2015)

REGOLAMENTO COSTRUTTIVO CATEGORIA KART TRADIZIONALE (N5K) (in vigore dal 2015) REGOLAMENTO COSTRUTTIVO CATEGORIA KART TRADIZIONALE (N5K) (in vigore dal 2015) 1 Definizione Sono ammessi nella categoria N5K (Kart) i telai Kart a motore che dispongano o abbiano disposto di omologazione

Dettagli

PROFILO SOCIETA' EDIZIONE MARZO 2016. JOX srl Circuiti Stampati Via Rivabella, 96 20842 Besana Brianza (MB) Telefono 0362/994888.

PROFILO SOCIETA' EDIZIONE MARZO 2016. JOX srl Circuiti Stampati Via Rivabella, 96 20842 Besana Brianza (MB) Telefono 0362/994888. PROFILO SOCIETA' EDIZIONE MARZO 2016 Nome JOX srl Circuiti Stampati Via Rivabella, 96 20842 Besana Brianza (MB) Telefono 0362/994888 Fax 0362/942123 Web site www.jox-pcb.it e-mail info@jox-pcb.it Numero

Dettagli

Manuale installazione

Manuale installazione Manuale installazione Istruzioni per la sicurezza e l installazione dei Moduli Fotovoltaici AZM I moduli fotovoltaici di Azimut sono progettati per la produzione di energia elettrica continua dalla radiazione

Dettagli

MICROMODULO per connettori MICA MICAL MICALD 3005 MICA

MICROMODULO per connettori MICA MICAL MICALD 3005 MICA MICA MICAL MICALD 3005 Pagina 1 di 18 MICA 3005 EW QT PT PMO Q2 LAB M1 M2K PO 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Data Nome Dis. 1 2 3 4 5 6 7 8 Lavor. 21.08.2002 Hegel Nome Hegel Hegel Gazke Contr. Data 12.12.2002 07.07.2004

Dettagli

Linee Guida AICQ Incollaggio Parte 5 Manutenzione e Riparazione

Linee Guida AICQ Incollaggio Parte 5 Manutenzione e Riparazione Direzione Tecnica Ingegneria Rotabili e Tecnologie di Base Tecnologie Meccaniche e Sistemi Frenanti - Sistemi e Componenti Meccanici - Sistemi Frenanti - Processi Speciali Autori: Nannini Andrea e-mail:

Dettagli

Accessori supporti per circuiti stampati

Accessori supporti per circuiti stampati Accessori supporti per circuiti stampati Microscopio USB Microscopio con fotocamera digitale e interfaccia USB Supporto regolabile Software applicativo Risoluzione: 1280 x 1024 MP Interfaccia: USB 2.0

Dettagli

La deformazione plastica. La deformazione plastica. Lavorazioni per deformazione. Il processo di laminazione Estrusione e trafilatura La forgiatura

La deformazione plastica. La deformazione plastica. Lavorazioni per deformazione. Il processo di laminazione Estrusione e trafilatura La forgiatura La deformazione plastica La deformazione plastica Lavorazioni per deformazione Il processo di laminazione Estrusione e trafilatura La forgiatura 2 2006 Politecnico di Torino 1 Obiettivi della lezione Valutare

Dettagli

Riscaldatori a Cartuccia Piatti

Riscaldatori a Cartuccia Piatti Riscaldatori a Cartuccia Piatti Caratteristiche Applicazioni Riscaldamento di processo, riscaldamento di fluidi, fusione metalli, riscaldamento radiante, imballaggio, riscaldamento per contatto. Dimensioni

Dettagli

Trave Framo 80. Gruppo A410

Trave Framo 80. Gruppo A410 Framo Trave Framo 80/ Giunto di collegamento quadrato PK F80/ Giunto ottagonale PK F80/ Tappo terminale ADK F80/ Mensola a sbalzo AK F80/ Mensola a sbalzo TKO F80/ Sostegno laterale STA F80/ Giunto JOI

Dettagli

RISTRUTTURAZIONE EX SCUOLA LEONARDO DA VINCI E RIATTAZIONE A PALAZZO COMUNALE

RISTRUTTURAZIONE EX SCUOLA LEONARDO DA VINCI E RIATTAZIONE A PALAZZO COMUNALE RISTRUTTURAZIONE EX SCUOLA LEONARDO DA VINCI E RIATTAZIONE A PALAZZO COMUNALE IMPIANTO FOGNARIO ACQUE NERE E BIANCHE 1. Oggetto La presente relazione riguarda l impianto di smaltimento delle acque bianche

Dettagli

SOMMARIO 1 Premessa:... 2 2 Costruzione dei pezzi componenti il Ferro da stiro... 3 2.1 Cover esterna... 4 2.2 Serbatoio d acqua... 17 2.

SOMMARIO 1 Premessa:... 2 2 Costruzione dei pezzi componenti il Ferro da stiro... 3 2.1 Cover esterna... 4 2.2 Serbatoio d acqua... 17 2. SOMMARIO 1 Premessa:... 2 2 Costruzione dei pezzi componenti il Ferro da stiro.... 3 2.1 Cover esterna... 4 2.2 Serbatoio d acqua... 17 2.3 Cover interna a copertura della piastra forata... 25 2.4 Piastra

Dettagli

Sistemi a braccio portante e contenitori di comando

Sistemi a braccio portante e contenitori di comando Sistemi a braccio portante e contenitori di comando 2 Sistemi a braccio portante e contenitori di comando Rittal The System. Un insieme non è solo la somma delle singole parti. Sulla scorta di questo concetto,

Dettagli

Pensa al rendimento del costo, Pensa HSS SEGATURA

Pensa al rendimento del costo, Pensa HSS SEGATURA Pensa al rendimento del costo, Pensa HSS SEGATURA SOMMARIO SEGA A NASTRO 2 Le basi della sega a nastro 3 HSS e rivestimenti 4 Il concetto bimetallico 5 Affilatura del dente 6 Passo e forme del dente 7

Dettagli

Qualità, Sicurezza, Efficienza in tutto il mondo

Qualità, Sicurezza, Efficienza in tutto il mondo 1 Processo produttivo nello stabilimento di Piacenza, Italia. Qualità, Sicurezza, Efficienza in tutto il mondo Qualità eccellente Bolzoni Auramo offre una gaa completa di forche per carrelli elevatori,

Dettagli

Istruzioni d installazione

Istruzioni d installazione Istruzioni d installazione Accessori Tubazioni di collegamentocaldaia-accumulatore Logano plus GB225-Logalux LT300 Per i tecnici specializzati Leggere attentamente prima del montaggio. 6 720 642 640 (01/2010)

Dettagli

CEDRAL CLICK: FISSAGGIO INVISIBILE SU UNA STRUTTURA IN LEGNO DIRETTIVE DI APPLICAZIONE

CEDRAL CLICK: FISSAGGIO INVISIBILE SU UNA STRUTTURA IN LEGNO DIRETTIVE DI APPLICAZIONE SOMMARIO SOMMARIO 1 ISTRUZIONI DI MONTAGGIO RAPIDO 2 1 Informazioni generali 4 2 Materiali di rivestimento 4 3 Campo di applicazione 4 4 Struttura portante 5 5 Modalità di fissaggio 5 6 Posa orizzontale

Dettagli

Instruzioni per la lavorazione

Instruzioni per la lavorazione Pagina 1 di 16 302299 Data Nome Red. 2 Elab. 21.04.2006 Hegel Nome Jas Contr. 03.08.2012 Wiegen Data 02.08.12 Pagina 2 di 16 Descrizione delle modifiche Edizione Modifica apportata 1 Cambio di denominazione

Dettagli

Una lampada che crea l atmosfera

Una lampada che crea l atmosfera Una lampada che crea l atmosfera Atmosfera e relax Una lampada che crea l atmosfera La luce è importante e dà quel tocco in più ad un ambiente. Questa elegante lampada a luce soffusa è perfetta per creare

Dettagli

ISTRUZIONI D USO E MONTAGGIO MediSave G + MediSave GLV MediSave + MediSave LV

ISTRUZIONI D USO E MONTAGGIO MediSave G + MediSave GLV MediSave + MediSave LV ISTRUZIONI D USO E MONTAGGIO G + GLV + LV 1 www.seic.it Sommario Descrizione / Numero di utilizzatori......................... 3 Utilizzatori dei dispositivi anticaduta.......................... 4 Verifiche

Dettagli

PARTE TERZA INSTALLAZIONE

PARTE TERZA INSTALLAZIONE PARTE TERZA INSTALLAZIONE 57 58 Lo scopo della presente sezione è di fornire una guida generale all installazione dei cavi elettrici energia ad isolamento minerale; i sistemi d installazione, i materiali

Dettagli

La saldatura in elettronica

La saldatura in elettronica La saldatura in elettronica Sommario argomenti trattati La saldatura in elettronica...1 Introduzione...1 Scopo della saldatura in elettronica...1 Il processo di saldatura in elettronica...1 I flussanti...2

Dettagli

WEICONLOCK Adesivi Anaerobici e Sigillanti. Nuovo. bloccaggio ritenuta sigillatura guarnizioni

WEICONLOCK Adesivi Anaerobici e Sigillanti. Nuovo. bloccaggio ritenuta sigillatura guarnizioni Nuovo Erogatore a penna! WEICONLOCK Adesivi Anaerobici e Sigillanti bloccaggio ritenuta sigillatura guarnizioni facili da applicare procedimento pulito dosatura accurata La soluzione ideale per la costruzione,

Dettagli

Tubi Corrugati in Metallo e Trecce Metalliche Guida alle Specifiche

Tubi Corrugati in Metallo e Trecce Metalliche Guida alle Specifiche Tubi Corrugati in Metallo e Trecce Metalliche Guida alle Specifiche 800-232-3539 610-367-2260 Fax 877-647-4011 Il vostro fornitore di fiducia di tubi corrugati in metallo e trecce metalliche www.penflex.com

Dettagli

Università degli Studi della Calabria. Collegamenti smontabili non filettati

Università degli Studi della Calabria. Collegamenti smontabili non filettati Collegamenti smontabili non filettati Collegamenti albero-mozzo ELEMENTI ESIGENZE Anelli Scanalati Chiavette Linguette Spine elastici a Impedimento alla rotazione si si si si Impedimento alla traslazione

Dettagli

Guide di montaggio. Codice Figura Articolo Osservazioni Box

Guide di montaggio. Codice Figura Articolo Osservazioni Box Guide di montaggio Codice Figura Articolo Osservazioni Box 9664-W Guida di montaggio 40 x 40 Lunghezza: 6. m Interasse max:.6 m* Collegamento sotto: DIN 933 Guida di Lunghezza: 6, m Interasse montaggio

Dettagli

SALDATRICI A CONTATTO. Quickchange D1Q, D2Q, D3Q Saldatrice a contatto in argentografite

SALDATRICI A CONTATTO. Quickchange D1Q, D2Q, D3Q Saldatrice a contatto in argentografite SALDATRICI A CONTATTO Quickchange D1Q, D2Q, D3Q Saldatrice a contatto in argentografite SALDATRICI A CONTATTO per la tecnica di comando industriale Moduli di processo ad elevata capacità produttiva Le

Dettagli

SunTop III. Istruzioni per un montaggio professionale

SunTop III. Istruzioni per un montaggio professionale Montaggio sul tetto Moduli con telaio Di taglio Trasversale Zona di carico neve Tegola fiamminga Tegola piatta Ardesia Scandole bituminose Eternit ondulato Garanzia sul materiale SunTop III Istruzioni

Dettagli

CEI EN 62428 Energia elettrica - Componenti modali nei sistemi trifase in corrente alternata - Grandezze e loro trasformazioni

CEI EN 62428 Energia elettrica - Componenti modali nei sistemi trifase in corrente alternata - Grandezze e loro trasformazioni CEI EN 50216-9 S001 Accessori per trasformatori di potenza e reattori Parte 9: Scambiatori di calore olio-acqua CEI EN 60669-2-1/A1 CEI UNI ISO 80000-4 Apparecchi di comando non automatici per installazione

Dettagli

10 A a 55 C con MY2 (S) 7 A a 70 C con MY2 (S) 5 A a 70 C con MY4 (S)

10 A a 55 C con MY2 (S) 7 A a 70 C con MY2 (S) 5 A a 70 C con MY4 (S) Zoccolo con terminali a molla PYF@@S Il sistema di serraggio con terminali a molla riduce notevolmente i tempi di cablaggio. Maggiore affidabilità dei collegamenti grazie all assenza di serraggi eccessivi

Dettagli

Sistema di installazione tubi Roth... più sicurezza grazie al Roth PressCheck

Sistema di installazione tubi Roth... più sicurezza grazie al Roth PressCheck Sistema di installazione tubi Roth... più sicurezza grazie al Roth PressCheck Sistema di installazione tubi Roth... per la protezione delle utenze A causa del cambiamento permanente della qualità dell'acqua

Dettagli

Tecnologie di dispositivi, circuiti e sistemi elettronici

Tecnologie di dispositivi, circuiti e sistemi elettronici Tecnologie di dispositivi, circuiti e sistemi elettronici Schede elettroniche stampate Monostrato Multistrato Componenti attivi e passivi Transistori e diodi Resistori Condensatori Induttori Circuiti Integrati

Dettagli

MANUALE DI ISTRUZIONI

MANUALE DI ISTRUZIONI MANUALE DI ISTRUZIONI MINI CESOIA PIEGATRICE Art. 0892 ! ATTENZIONE Leggere il presente manuale prima di qualsiasi operazione Prima di iniziare qualsiasi azione operativa è obbligatorio leggere il presente

Dettagli

MANUALE D USO E MANUTENZIONE TIRANTI ED ANELLI IN FUNE DI ACCIAIO Normativa di Rif. UNI EN 13414-2

MANUALE D USO E MANUTENZIONE TIRANTI ED ANELLI IN FUNE DI ACCIAIO Normativa di Rif. UNI EN 13414-2 MANUALE D USO E MANUTENZIONE TIRANTI ED ANELLI IN FUNE DI ACCIAIO Normativa di Rif. UNI EN 13414-2 MQ/MC/TI Rev. 1 REQUISITI DI SICUREZZA Generalità Le istruzioni d uso e manutenzione devono essere fornite

Dettagli

MONTAGGIO 1 - POWER UNIT EPS V2 (SOLUZIONE 1) Attrezzi e accessori:

MONTAGGIO 1 - POWER UNIT EPS V2 (SOLUZIONE 1) Attrezzi e accessori: MONTAGGIO 1 - POWER UNIT EPS V2 (SOLUZIONE 1) 1.1 - POSIZIONAMENTO ALL INTERNO DEL TUBO VERTICALE (CON MAGGIOR INGOMBRO VERSO L ALTO) Consigliato nei telai di taglia normale o grande. E la soluzione più

Dettagli

Dimensioni delle spazzole e dei portaspazzole per macchine elettriche

Dimensioni delle spazzole e dei portaspazzole per macchine elettriche N O R M A I T A L I A N A C E I Norma Italiana CEI 2-19 Data Pubblicazione Edizione 1997-09 Prima Classificazione Titolo Fascicolo 2-19 3387 R Dimensioni delle spazzole e dei portaspazzole per macchine

Dettagli

5.4 Accessori per corredi di Media Tensione

5.4 Accessori per corredi di Media Tensione 5.4 Accessori per corredi di Media Tensione 5 In questo capitolo sono rappresentati una serie di prodotti destinati all esecuzione di giunzioni e Terminazioni di Media Tensione, preparazione dei cavi,

Dettagli

Manuale d istruzioni. 1 Sommario. 2 Introduzione 2 2.1 Uso della pompa 2 2.2 Aree di applicazione 2 2.3 Uso non corretto 2.

Manuale d istruzioni. 1 Sommario. 2 Introduzione 2 2.1 Uso della pompa 2 2.2 Aree di applicazione 2 2.3 Uso non corretto 2. Manuale d istruzioni 1 Sommario 2 Introduzione 2 2.1 Uso della pompa 2 2.2 Aree di applicazione 2 2.3 Uso non corretto 2 3 Sicurezza 2 4 Trasporto e immagazzinamento 2 4.1 Sollevamento 2 4.2 Immagazzinamento

Dettagli

GUIDA PROGETTUALE DELL IMPIANTO CIVILE

GUIDA PROGETTUALE DELL IMPIANTO CIVILE GUIDA PROGETTUALE DELL IMPIANTO CIVILE 1) CONFORMITA ALLE NORME Tutti i componenti elettrici utilizzati devono essere a regola d arte ed idonei all ambiente di installazione. Il materiale elettrico soggetto

Dettagli

BARRIERA DI SICUREZZA SINGOLA SU TERRA H4b-B-W5 (3n31862)

BARRIERA DI SICUREZZA SINGOLA SU TERRA H4b-B-W5 (3n31862) BARRIERA DI SICUREZZA SINGOLA SU TERRA Hb-B-W (n86) Prestazioni Livello di contenimento Indice di severità accelerazione ASI Larghezza di lavoro Intrusione del veicolo Deflessione dinamica Hb B W (,0 m),0

Dettagli

Maniglieria industriale

Maniglieria industriale Elementi di regolazione Serie GN 558 Leve di manovra a scatto con perno di posizionamento. Materiali: corpo in ghisa sferoidale, impugnatura in acciaio brunito e perno temprato. Mozzo con foro standard

Dettagli

Serie 40 - Mini relè per circuito stampato ed a innesto 8-10 - 16 A. Caratteristiche 40.31 40.51 40.52

Serie 40 - Mini relè per circuito stampato ed a innesto 8-10 - 16 A. Caratteristiche 40.31 40.51 40.52 Serie 40 - Mini relè per circuito stampato ed a innesto 8-10 - 16 A Caratteristiche 40.31 40.51 40.52 Relè con 1 o 2 contatti 40.31-1 contatto 10 A (passo 3.5 mm) 40.51-1 contatto 10 A (passo 5 mm) 40.52-2

Dettagli

Istruzioni di sollevamento e installazione

Istruzioni di sollevamento e installazione Istruzioni di sollevamento e installazione Manuale 125-I Metrico CONDENSATORI EVAPORATIVI A TIRAGGIO FORZATO SERIE PMCQ Per il servizio di assistenza autorizzata e la fornitura di ricambi originali EVAPCO,

Dettagli

GENERATORE EOLICO 300W

GENERATORE EOLICO 300W MANUALE UTENTE FR424 GENERATORE EOLICO 300W Introduzione La ringraziamo per aver acquistato il generatore eolico FR424. Si prega di leggere attentamente le informazioni contenute nel presente manuale prima

Dettagli

STAMP SIMPLE BOARD KIT Manuale Utente

STAMP SIMPLE BOARD KIT Manuale Utente STAMP SIMPLE BOARD KIT Manuale Utente Contenuti: Avvertenze Istruzioni per l assemblaggio Istruzioni per l uso Caratteristiche Tecniche Schema elettrico REV. 1.4 ATTENZIONE! Questo Kit non e un giocattolo

Dettagli

Rapidità e sicurezza

Rapidità e sicurezza [ Gamma-p ] Serie P31 Rapidità e sicurezza Nuovo giunto rapido per canali e passerelle P31 NOVITÀ Il nuovo giunto rapido permette di collegare meccanicamente, in modo rapido e sicuro, gli elementi rettilinei

Dettagli

UNI LIFT. Sollevatori a forbice UNI LIFT NT UNI LIFT CLT. UNI LIFT Quick Test Quattro. Made in Germany

UNI LIFT. Sollevatori a forbice UNI LIFT NT UNI LIFT CLT. UNI LIFT Quick Test Quattro. Made in Germany UNI LIFT Sollevatori a forbice UNI LIFT NT UNI LIFT CLT UNI LIFT Quick Test Quattro Made in Germany UNI LIFT Gli specialisti 1 I sollevatori idraulici della serie UNI LIFT sono la soluzione perfetta per

Dettagli

ideale per la pulizia interna e esterna di tutte le autovetture rinnovamento di tessuti, tappeti e divani desert steam gun

ideale per la pulizia interna e esterna di tutte le autovetture rinnovamento di tessuti, tappeti e divani desert steam gun steam mop Unifica il potere di pulizia del vapore con la tecnologia delle microfibre, capaci di catturare sporco e polvere grazie alla carica elettrostatica. Steam mop offre una pratica soluzione per un

Dettagli

631-06 HUNNEBECK RASTO CAT 16-10-2006 12:29 Pagina 8

631-06 HUNNEBECK RASTO CAT 16-10-2006 12:29 Pagina 8 631-06 HUNNEBECK RASTO CAT 16-10-2006 12:29 Pagina 8 Le fotografie pubblicate si riferiscono a immagini istantanee di situazioni reali in cantiere che non sono da considerare come esempi di impiego. I

Dettagli

BARRIERA DI SICUREZZA SINGOLA SU TERRA H1-A-W6 (B21300)

BARRIERA DI SICUREZZA SINGOLA SU TERRA H1-A-W6 (B21300) BARRIERA DI SICUREZZA SINGOLA SU TERRA H-A-W6 (B00) Livello di contenimento Prestazioni H Indice di severità accelerazione ASI Larghezza di lavoro Intrusione del veicolo Deflessione dinamica A W6 (,08

Dettagli

Medium voltage products

Medium voltage products Medium voltage products Service Box UFES (Richiuditore di Terra Ultrarapido) La soluzione di retrofitting per l estinzione rapida dei guasti per arco interno Guida all installazione Le soluzioni di retrofitting

Dettagli

Rilavorazione, Modifica e Riparazione di Assemblati Elettronici

Rilavorazione, Modifica e Riparazione di Assemblati Elettronici IPC-7711B/7721B IT If a conflict occurs between the English and translated versions of this document, the English version will take precedence. In caso di conflitto tra la terminologia in lingua Inglese

Dettagli

Riscaldatore tubolare flessibile

Riscaldatore tubolare flessibile ... Soluzioni infinite... Riscaldatore tubolare flessibile MODELLO Z.73 - hotflex Riscaldamento tridimensionale! La flessibilità è (quasi) tutto. In molte applicazioni la flessibilità offre molteplici

Dettagli

Cerniere con nodo esterno

Cerniere con nodo esterno Cerniere con nodo esterno Numero di cerniere per porta Serie 200 Serie 000 Serie 2800 Cerniere per ante in cristallo b 00 b 0 per 220 h 2800 b 00 28 kg max 100 2400 20 kg 1 kg 2200 2000 22 kg max 100 b

Dettagli

Convertitori DC/DC isolati da 1W: più piccoli ed efficienti con il cubo SMD By Ann-Marie Bayliss, Product Marketing Manager, Murata Power Solutions

Convertitori DC/DC isolati da 1W: più piccoli ed efficienti con il cubo SMD By Ann-Marie Bayliss, Product Marketing Manager, Murata Power Solutions Convertitori DC/DC isolati da 1W: più piccoli ed efficienti con il cubo SMD By Ann-Marie Bayliss, Product Marketing Manager, Murata Power Solutions Per la drastica semplificazione apportata nella realizzazione

Dettagli

Progetto di un riduttore ad ingranaggi

Progetto di un riduttore ad ingranaggi DISEGNO ASSISTITO DAL CALCOLATORE Laurea in Ingegneria Meccanica (N.O.) Progetto di un riduttore ad ingranaggi Specifiche tecniche del progetto - rapporto di trasmissione 0.3 < τ < 0.5 - interasse 150mm

Dettagli

MANUALE D USO, MANUTENZIONE E CONTROLLO BRACHE IN CATENA Normativa di Rif. D.Lgs 17/2010, D.M. 2006/42/CE

MANUALE D USO, MANUTENZIONE E CONTROLLO BRACHE IN CATENA Normativa di Rif. D.Lgs 17/2010, D.M. 2006/42/CE REQUISITI DI SICUREZZA Generalità Le istruzioni d uso e manutenzione devono essere fornite dal fabbricante/fornitore per un uso corretto dell attrezzatura in termini di sicurezza e durata dello stesso.

Dettagli

Descrizione. Caratteristiche tecniche

Descrizione. Caratteristiche tecniche brevettato Descrizione La CMO è un dispositivo atto a garantire la protezione di persone/cose da urti provocati da organi meccanici in movimento quali cancelli o porte a chiusura automatica. L ostacolo

Dettagli

terrado GP5100 Copertura in vetro Descrizione GP5100

terrado GP5100 Copertura in vetro Descrizione GP5100 terrado Descrizione Pergolato con copertura in vetro VSG 10mm, realizzato interamente in alluminio. Struttura concepita per fissaggio a parete ed a soffitto, tramite profilo di chiusura, al quale sono

Dettagli

POWERLINE 14 LINEA ISOLATA PER ALIMENTAZIONE ELETTRICA DI MEZZI MOBILI

POWERLINE 14 LINEA ISOLATA PER ALIMENTAZIONE ELETTRICA DI MEZZI MOBILI POWERLINE 14 LINEA ISOLATA PER ALIMENTAZIONE ELETTRICA DI MEZZI MOBILI 2 POWERLINE 14 LINEA ISOLATA PER ALIMENTAZIONE ELETTRICA DI MEZZI MOBILI Caratteristiche e vantaggi Un programma completo di linee

Dettagli

Carrelli per festoni di cavi o tubi scorrevoli su travi IPE e IPN SERIE STAMPATA

Carrelli per festoni di cavi o tubi scorrevoli su travi IPE e IPN SERIE STAMPATA Carrelli per festoni di cavi o tubi scorrevoli su travi IPE e IPN SERIE STAMPATA www.pizzamigliosrl.com Carrelli serie stampata per IPE e IPN - Rev.00 Pagina 1 Carrelli porta cavi scorrevoli su canalina

Dettagli

Riscaldatori tubolari corazzati

Riscaldatori tubolari corazzati ... Soluzioni infinite... Riscaldatori tubolari corazzati MODELLO Z.72 (SEZ.QUADRA) MODELLO Z.74 (SEZ. TONDA) Modello Z.72 sezione quadrata Dati tecnici Caratteristiche generali Questi riscaldatori vengono

Dettagli

Alimentatore QS Link Plug-in

Alimentatore QS Link Plug-in 085329a 1 11.05.15 L alimentatore QS Link Plug-in alimenta le soluzioni di ombreggiatura Lutron QS nonchè i dispositivi e le interfacce del sistema QS. L alimentatore va collegato a una presa standard

Dettagli

STIGA PARK 121 M 8211-3011-10

STIGA PARK 121 M 8211-3011-10 STIGA PARK 121 M 8211-3011-10 D 5b. 1. Park -1993 5a. 2. Park -1993 6a. Park -1999 F G H 3. Park -1993 7. I I 4. Park -1993 8. 6b. Park 2000- J 9. 13. 10. 14. X Z Y W 11. V 15. Denna produkt, eller delar

Dettagli

MANUALE USO E MANUTENZIONE

MANUALE USO E MANUTENZIONE MANUALE USO E MANUTENZIONE Argano manuale con cavo Art. 0070/C ISTRUZIONI ORIGINALI PREMESSA Leggere il presente manuale prima di qualsiasi operazione ISTRUZIONI ORIGINALI Prima di iniziare qualsiasi azione

Dettagli

Unità di contatto singole automonitorate

Unità di contatto singole automonitorate Novità linea EROUND Unità di contatto singole automonitorate Caratteristiche principali Unità di contatto automonitorata. Segnala con l apertura del circuito elettrico la separazione dal dispositivo Versioni

Dettagli

Estensometri assiali Informazioni sul prodotto

Estensometri assiali Informazioni sul prodotto Estensometri assiali Informazioni sul prodotto m 028-700-260A Copyright Marchio di fabbrica Contatto (c) 2000 MTS Systems Corporation. Tutti i diritti riservati. MTS, TestStar e TestWare sono marchi registrati

Dettagli

FISSAGGIO SUL TETTO COLLETTORI PIANI HELIOSTAR

FISSAGGIO SUL TETTO COLLETTORI PIANI HELIOSTAR FISSAGGIO SUL TETTO COLLETTORI PIANI HELIOSTAR ISTRUZIONI DI MONTAGGIO SISTEMI SANITARI E PER ENERGIA Requisiti per il montaggio Requisiti generali Istruzioni di sicurezza Il kit per il montaggio sul tetto

Dettagli

KDIX 8810. Istruzioni di montaggio

KDIX 8810. Istruzioni di montaggio KDIX 8810 Istruzioni di montaggio Sicurezza della lavastoviglie 4 Requisiti di installazione 5 Istruzioni di installazione 7 Sicurezza della lavastoviglie La vostra sicurezza e quella degli altri sono

Dettagli